Sega rinchiude 12 dipendenti

La denuncia arriva dai sindacati ai quali i 12 appartengono: sono stati trasferiti alla sede centrale e costretti in una stanza senza finestre e senza nulla da fare. Per spingerli a dimettersi. Figuraccia internazionale per Sega


Tokyo (Giappone) – I sindacati sono furiosi per l’ultima mossa di Sega. L’azienda nota per i suoi videogiochi, infatti, sta apparentemente cercando in tutti i modi di costringere alle dimissioni un gruppo di sindacalisti scomodi.

Secondo il quotidiano giapponese Mainichi, i 12 addetti, tutti iscritti al sindacato, sono stati trasferiti d’ufficio alla sede di Tokyo dell’azienda. Là sono stati “confinati” in una stanza senza finestre e senza alcun lavoro da svolgere.

Alle proteste dei sindacati, Sega ha risposto di aver semplicemente eseguito quanto accettato dagli addetti, ovvero il trasferimento a Tokyo, e di non poterci fare nulla se presso la sede centrale non c’è nulla che loro possano fare.

Ma la figuraccia per Sega incombe. Dicono i sindacati: “Questa mossa è del tutto arbitraria. Il trasferimento di un impiegato può avvenire solo con il suo consenso scritto e loro sono stati segregati in una stanza a parte”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma che cazzata!!!
    Dai che scemenzaaaaaa!!!Ke lascino un po' in pace quei poveri ragazzi penso che sia meglio farli maturare da soli piuttosto che tenerli sotto pressione in sto modo!RegistryPS io sono uno studente!
  • Anonimo scrive:
    Tutti Grandi Fratelli sul forum?
    Queste tecnologie sono applicabili da anni, da anni ci si oppone ad un controllo totale sull'individuo.Da un racconto di Isaac Asimov:Benvenuti nella boccia dei pesci, signori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti Grandi Fratelli sul forum?

      Da un racconto di Isaac Asimov:
      Benvenuti nella boccia dei pesci, signori.IL CRONOSCOPIO !!! :)
  • Anonimo scrive:
    assenteismo
    facciamolo anche contro l'assenteismo nelle aziende, pubbliche e private ...
  • Anonimo scrive:
    Anche in italia...
    ...a Terni, nell'ITC Federico Cesi, è attivo un sistema (in via sperimentale per alcune classi) per il quale i docenti inseriscono voti e assenze degli alunni nel sito della scuola, che i genitori possono tranquillamente controllare da casa..Certamente siamo tecnicamente (finanziariamente?) all'altezza dei router sms di Singapore, ma il fatto che l'applicazione che gestisce il tutto (in Italia) è realizzata da uno studente, dovrebbe far riflettere sul fatto che le "teste" nelle scuole le abbiamo anche noi, basterebbe solo fornirgli mezzi (finanziamenti?) adatti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche in italia...
      Ciao- Scritto da: CoNtEZ3Ro
      ...a Terni, nell'ITC Federico Cesi, è attivo
      un sistema (in via sperimentale per alcune
      classi) per il quale i docenti inseriscono
      voti e assenze degli alunni nel sito della
      scuola, che i genitori possono
      tranquillamente controllare da casa..
      Nella mia scuola molto piu' banalmente i bidelli telefonavano a case degli assenti, credi funzionava benone!!!In piu' una volta a pure salvato la vita ad uno della scuola che si era sentito male lungo la strada ed era finito in fosso. Se il padre non fosse partito a cercarlo....Ciao Francesco Da Riva
Chiudi i commenti