Sempre più arti bionici per cani e gatti

L'ultimo caso è quello di un cane a cui mancava una zampa. La protesi funziona, l'animale sta benissimo: nessun rigetto

Roma – Il cane bionico è fra noi: sopravvissuto ad una una malattia e all’amputazione di un arto, è tornato a scodinzolare su quattro zampe. Una delle zampe è una protesi, un assaggio di quello che il prossimo futuro potrebbe riservare agli esseri umani.

Protagonista di questa evoluzione, e di una storia commovente, è Coal , un quattrozampe di otto anni e mezzo che a causa di un tumore ha dovuto subire l’amputazione dell’arto anteriore sinistro. Ora “indossa” una vera e propria zampa bionica .

Reg Walker, il padrone di Coal, ha speso 10mila sterline con le quali il suo cane è tornato a vivere. La particolare lega con cui è costruita questa protesi sembra consentire l’integrazione ideale con pelle e ossa, senza alcun rigetto.

Il padrone di Coal, guardia giurata impegnata nell’industria musicale, è entusiasta del risultato dell’operazione. Il cane, infatti, a giudizio degli esperti avrebbe dovuto essere abbattuto: le altre tre zampe non sarebbero state sufficienti per sorreggerlo a lungo. Ma “ora il mio cane ha una qualità di vita assolutamente normale, che prima non avrebbe potuto avere”, dice Walker.

Noel Fitzpatrick , il veterinario che ha portato a termine l’operazione, sostiene che si tratta del primo intervento ad offrire una compatibilità così elevata: “Si tratta del primo impianto a cui pelle ed ossa crescono naturalmente intorno. Per anni si è tentato di ottenere questo risultato: ora, con questa nuova concezione, si ottiene una vera copertura da parte della pelle e la perfetta connessione con il metallo”.

L’esperienza felicemente conclusa da Fitzpatrick pone dunque un’altra pietra miliare nella scienza medica: i luminari assicurano che a breve gli arti bionici potranno venire in aiuto di tutti gli esseri umani.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FUchgFczaJT qXq scrive:
    vZcZEgDmCco
    comment5, http://pyramidsbazaar.com/acomplia.html acomplia, http://pyramidsbazaar.com/lipitor.html cheap lipitor,
  • dLeLcTbABHH NlL scrive:
    XRhaHBaPTNwgRB
    comment5, http://adjarias.ru/|ÐÐÐÐШÐÐРТÐÐСТÐÐЬ , http://admt8.ru/|ÐеÑÑкие ÐодÑÑки , http://best-beagle.ru/|ÑвадебнÑе Ð±Ð¾ÐºÐ°Ð»Ñ Ð´Ð»Ñ ÑампанÑкого , http://all-other.ru/|заказаÑÑ ÑвадебнÑе ÑÑжеÑÑ ,
  • IAfdKgHsEKS VQzr scrive:
    VShmbxHIGRVFYnAif
    comment5,
  • lOTCpkNpOFB ZtTM scrive:
    KMWfeWSBjoNwm
    comment6,
  • Paolo scrive:
    Definizione di gioco di azzardo
    Come mai il poker e' considerato un gioco d'azzardo?Nel messaggio iniziale si parlava appunto di giochi di abilita' individuale. I giochi d'azzardo sono appunto quelli in cui l'abilita' non c'entra nulla, ed e' tutta questione di fortuna o sfortuna, ma il poker, il bridge, il totocalcio etc etc richiedono intelligenza e abilita' nel cercare di prevedere le squadre che vinceranno, o le carte dell'avversario, quindi sono giochi di abilita' e non di azzardo.Paolo
  • Massimo scrive:
    Gli adulti
    ..."Gli adulti dovrebbero poter fare quello che vogliono con i propri soldi" - tuona Frank...Purtroppo spesso gli adulti nno si rendono conto di essere adulti e si fanno prendere dal gioco più di quanto si possa far prendere un bambino...Il gioco d'azzardo online è una tentazione troppo forte per non essere tenuta sotto controllo!Penso facciano bene a proibirlo.
    • JJ OKO scrive:
      Re: Gli adulti
      - Scritto da: Massimo
      ..."Gli adulti dovrebbero poter fare quello che
      vogliono con i propri soldi" - tuona
      Frank...

      Purtroppo spesso gli adulti nno si rendono conto
      di essere adulti e si fanno prendere dal gioco
      più di quanto si possa far prendere un
      bambino...
      Il gioco d'azzardo online è una tentazione troppo
      forte per non essere tenuta sotto
      controllo!

      Penso facciano bene a proibirlo.LOLE perché non proibiscono il tabacco?STRALOL
  • Ricky scrive:
    Il gioco d'azzardo...
    E' un metodo per spillare soldi alla gente,sia quella comune che gioca tanto per passare un po il tempo diversamente , saltuariamente, sia quella che gioca perche' MALATA (malattia riconosciuta peraltro) e psicologicamente fragile.Fanno bene a proibire il gioco online ma e' come proibire l'alcool ai tempi del proibizionismo, se la gente era TARATA e voleva rovinarsi cervello e fegato, non c'era blocco che tenesse.Dovrebbe invece essere messo un tetto massimo di PERDITA mensile a persona, in base alle sue reali possibilita' economiche.In questo modo sarebbe come avere un MUTUO.Anche se non risolverebbe il problema della dipendenza dal gioco e quindi dall'esborso di soldi a fondo perduto...Oltretutto , se non ricordo male, 90 milioni di euro ci devono ancora questi signori del gioco d'azzardo...e il GOVERNO (che fa il NOSTRO interesse) ha deciso di farglieli pagare A TEMPO INFINITO,quando vogliono e SE vogliono.90milioni sono 3 finanziarie...ora mi chiedo quali interessi stanno proteggendo i nostri POLITICI...
    • pabloski scrive:
      Re: Il gioco d'azzardo...
      no ti sei sbagliato sono 90 miliardi di euro di tasse evase, perchè le aziende oneste, quelle del gioco sicuro, staccavano le macchinette dalla rete AAMScapisci il punto? è una mafia quella del gioco....è la mafia italiana contro le mafie internazionaliè questa la partita che si sta giocando, altro che difendere i giocatori, sono tutte scuse
  • pabloski scrive:
    Re: I tedeschi sono come gli italiani
    no diciamo meglio....gli Stati servo-sovrani che altro non fare che rappresentare gli interessi di alcuni lobbisti e massoni ( proprietari delle case da gioco legali ) hanno paura che i loro accoliti perdano i proventi del gioco d'azzardoi veri soldi si fanno rubando allo Stato o usando lo Stato per garantirsi il monopolio....gli esempi italiani, poi, sono tantissimi....aziende che lavorano esclusivamente per la PA e guarda caso vincono tutti gli appalti, anzi ancor meglio facciamo tutto a trattativa privata, società televisive che trasmettono su canali di proprietà di altre società e non si capisce perchè nessuno intervenga ( a no quelli che usano dire la verità vengono tacciati di essere comunisti )
  • ... scrive:
    Scommettiamo (ops)
    L'Italia da chi prenderà esempio?quota 1.01 dalla Germaniaquota 100 dall'America
    • pabloski scrive:
      Re: Scommettiamo (ops)
      - Scritto da: ...
      L'Italia da chi prenderà esempio?

      quota 1.01 dalla Germania
      quota 100 dall'Americal'Italia se segue la Germania finirà multata per miliardi di euro, dopo di che potrà dichiarare la bancarottaaltro che Alitaglia :D
    • Franco scrive:
      Re: Scommettiamo (ops)
      Ahahahah scommessa persa in partenza !!!Che paese che è il nostro ! Poveri noi !cmq giocate gratis e a soldi finti qui un poker di mia creazione: http://www.flashpoker.itBYEEEEEEEEEEEEEEEE
  • ... scrive:
    così si ragiona
    "Nel caso in cui sorgano problemi, i giocatori generalmente non hanno mezzi legali per ottenere i propri soldi"quindi per non fargli avere questi problemi se li beccano a giocare li carceranoah ah ah
    • Daniele scrive:
      Re: così si ragiona
      Quindi se la massa ruba il furto non è più reato? Ma dove vivi?
      • pabloski scrive:
        Re: così si ragiona
        - Scritto da: Daniele
        Quindi se la massa ruba il furto non è più reato?
        Ma dove
        vivi?se il reato di furto dovesse cominciare ad essere considerato normale dalla maggioranza della popolazione, verrebbe menoguarda che il diritto positivo si fonda sul diritto naturaleti ricordo che nelle società preincaiche, il sacrificio umano ( leggi omicidio rituale ) era lecitoil diritto e la legge non sono nati così per caso e non sono stati dati a noi da un essere supremo, sono il frutto di lotte tra vari poteri che si sono assestate nelle norme giuridiche che conosciamoè un principio del diritto romano "populus delinquere non potest".....per ribadire questo principio, nel diritto romano si fa riferimento alla cosidetta "provacatio ad populum" che altro non è che chiedere alla massa cosa ne pensail potere e la legittimità dello Stato si fondano su tale provocatio, mica nascono da un'insieme di leggi e leggine scritte da burocrati massoni nelle segrete di un castello
        • Homer S. scrive:
          Re: così si ragiona
          Giusto.Vallo a spiegare alla SIAE che il 90% della popolazione pensa che scaricare musica da internet non sia un furto (è una copia) e che quindi non dovrebbe essere considerato reato.
          • Malcolm scrive:
            Re: così si ragiona
            infatti è in atto proprio una battaglia che porterà alla modifica della legge in base a quale sarà l'orientamento prevalente.
          • pabloski scrive:
            Re: così si ragiona
            - Scritto da: Homer S.
            Giusto.
            Vallo a spiegare alla SIAE che il 90% della
            popolazione pensa che scaricare musica da
            internet non sia un furto (è una copia) e che
            quindi non dovrebbe essere considerato
            reato.per questo quelli che scaricano dovrebbero smetterla di starsene lì a scaricare nel buio dei loro scantinati e dovrebbero scendere in piazza per gridare l'iniquità dei prezzi, la mafia delle major, la disonestà delle autorità nel compiere atti censori incostituzionali
  • Massi cadenti scrive:
    Quoto la frase di Frank
    "Gli adulti dovrebbero poter fare quello che vogliono con i propri soldi"Non posso che quotare.
Chiudi i commenti