Senato-Urbani: Cortiana (Verdi)

8 minuti


Roma – Il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, presentatore di quasi 750 emendamenti, utilizzando gli 8 minuti concessi dal Senato per il suo intervento sul provvedimento di conversione del DL Urbani, ha attaccato il provvedimento illustrando la delicatezza e l’importanza di Internet per lo sviluppo della società.

Cortiana ha criticato il tentativo di ridurre la complessità della rete ad un sistema da controllare con misure coercitive, quando invece “occorre prima conoscere la materia e poi cercare di decidere”. “E’ bene che il diritto d’autore sia riconosciuto – ha spiegato – senza che questo uccida la complessità di questo sistema di comunicazione”. “Viviamo in questa rete – ha spiegato – l’unico momento di vero dialogo universale”.

Il senatore, che ha anche specificato come il DL Urbani confligga con la direttiva europea sulla proprietà intellettuale, ha criticato anche l’introduzione del cosiddetto bollino virtuale sui masterizzatori e i software di masterizzazione. Norme figlie di una concezione ritenuta sbagliata, quella di “riduzione della complessità” del mezzo Internet.

Cortiana si è augurato che la disponibilità dimostrata da esponenti della maggioranza a rivedere la normativa si possa concretizzare effettivamente in una revisione. Infine ha ricordato l’origine degli emendamenti, frutto di un “lavoro condiviso” con gli utenti Internet che hanno contribuito a realizzarli con processi di partecipazione “condivisi, pubblici e trasparenti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Buongiorno Modica!
    Si è svegliato dopo più di 60 gg. di accesi dibattiti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Buongiorno Modica!
      - Scritto da: Anonimo
      Si è svegliato dopo più di 60
      gg. di accesi dibattiti...Meglio tardi che mai......Ora speriamo che non si facciano fregare da quei marpioni del centrodx disponibili a parole a cambiare ......ma poi nei fatti pronti ad arraffare tutto.
  • Anonimo scrive:
    Il silenzio dei media (internet escluso)
    Perchè nessuno parla del decreto Urbani??? Ho avuto perfino difficoltà a sapere cosa fosse!
  • Anonimo scrive:
    Modica e i DS
    un po' tardino,,,, non vi eravate astenuti!!!??Ce n'è anche per voi, cosa vi credete mia nonna diceva sempre : Tutti i nodi prima o poi tornano al pettine!:@==================================Modificato dall'autore il 18/05/2004 14.46.47
  • Anonimo scrive:
    Link per diretta
    Usando Windows Media Player 9http://www.senato.it/att/uffstamp/webtv/live/livewinNew.htmlUsando Real Player (consigliato)http://www.senato.it/att/uffstamp/webtv/live/liverealNew.html
  • Anonimo scrive:
    URBANI SI AMMORBIDISCE....
    e sembra disposto a rivedere, nelle sedi opportune, variazioni al provvedimento, per quanto riguardi il P2P "amatoriale". In diretta sul sito del Senato.
    • Anonimo scrive:
      Re: URBANI SI AMMORBIDISCE....
      tu ci credi?Io dico che ha paura di essere bocciato e corre ai ripari...
    • TPK scrive:
      Re: URBANI SI AMMORBIDISCE....
      Fa promesse solo perche' a giugno ci sono le elezioni.Poi ovviamente lascera' tutto cosi'.(Un po' come il famoso milione di posti di lavoro, il contratto con gli italiani...)Cortiana aveva gia' proposto di tornare da profitto a lucro in senato, e rivotarla alla camera in 2 secondi.Ma Urbani ha detto no, quind non mi fiderei troppo...
      • Anonimo scrive:
        Re: URBANI SI AMMORBIDISCE....
        infatti .. ha detto di una commissione bicamerale....dopo...campa cavallo !
        • Anonimo scrive:
          Re: URBANI SI AMMORBIDISCE....
          Vi ricordo che anche dopo la prima stesura di questo sciagurato decreto si ventilo' una certa "apertura" (pene limitate per il file sharing ad uso privato e via dicendo, ricordate ?) ed il risultato e' stato l' esatto contrario, vale a dire un inasprimento spropositato delle pene previste. Non fidatevi, e' piu' probabile che venga reintrodotta la pena di morte per reati lesivi della "proprieta' intellettuale" anziche' un ragionevole ridimensionamento delle sanzioni.
Chiudi i commenti