Sensori per neonati

In questo modo i genitori potranno sempre sapere cosa prova il loro pargolo

L’arrivo di un bebè in famiglia è sempre un momento pregno di emozioni. Al turbinio di felicità si mescola anche un po’ di sana ansia e preoccupazione per la salute del pargolo, in quanto si è sempre protesi a fare in modo che il piccolo si senta a suo agio il più possibile. Coccole, carezze, orari di nanna con cantilene, bagnetti, cambi e poppate sono i pochi mezzi con cui i genitori hanno la possibilità di far star bene l’ultimo arrivato. Quando questi mezzi funzionano si va alla grande, ma quando, nonostante tutto, il neonato continua a emettere vagiti e lamenti, ecco che prevale una sorta di depressione momentanea, che fa sentire impotenti. Il bimbo non parla di certo e l’unico modo che ha per “dialogare” è il pianto. Molti genitori superano questa fase piuttosto agevolmente, abituandosi addirittura a captare la minima variazione del pianto, per interpretare i bisogni puerili espressi con i vagiti. Altri, invece, diventano nervosi e iperprotettivi, evitando al piccolo tutte quelle situazioni che potrebbero, secondo il proprio pensiero, portare ad una situazione di malessere e quindi di pianto. Purtroppo non sempre questo atteggiamento funziona e spesso si evitano al neonato giochi o movimenti sani, che però ai genitori sembrano causa di un possibile disagio. Per evitare questi comportamenti genitoriali errati, l’azienda biomedica americana Exmovere, nota ai più per Chariot , il sistema di deambulazione robotizzato simil-Segway, ha progettato e sta testando l’ Exmobaby .

All’apparenza si tratta di una tutina azzurra o rosa di cotone anallergico di taglie differenti fino ai 12 mesi. Dietro al semplice tessuto, però, è racchiusa tutta la tecnologia che permette di prevedere e capire gli stati mentali ed emozionali del neonato. In pratica, una serie di biosensori ECG contactless capaci di monitorare il battito cardiaco, la temperatura e i movimenti su tre assi sono connessi ad un sistema di trasmissione wireless Zigbee , alimentato da una sola batteria ricaricabile di tipo AAA. I dati raccolti dai sensori sono quindi inviati attraverso il trasmettitore ad un ricevitore USB Zigbee collegato ad un PC presente nelle vicinanze, ad una distanza non superiore ai 30 metri.

Qui un apposito software raccoglie e interpreta i dati. L’algoritmo analizza i dati relativi all’eccitazione del neonato comparando la frequenza cardiaca, la variazione di temperatura e i dati di movimento con la variabilità storica della frequenza e la temperatura della pelle. Tutte queste informazioni e le relative correlazioni, se memorizzate per un certo tempo che potrebbe definirsi di training, permette di creare un discernimento automatico fra i differenti stati emotivi di rabbia, stanchezza, gioia, depressione, fame ecc. Inoltre, attraverso un servizio Web configurabile incluso nella piattaforma, Exmobaby è capace di inviare email e SMS di allerta sulla base dello stato emotivo e di salute del bebè. Lo scopo è quello di dimostrare una stretta correlazione fra segni vitali e stati mentali del neonato.

Per fare tutto ciò, Exmobaby viene sottoposto a beta test in alcuni centri clinici statunitensi sia in attesa dell’approvazione delle autorità deputate, sia per fare in modo di costruire uno storico di dati su cui poi far lavorare il sistema di riconoscimento emotivo. I genitori che usano Exmobaby sui loro infanti sono infatti chiamati a verificare l’esito emotivo offerto dal software e a confermarlo se corretto o a rigettarlo se sbagliato.

Il trasmettitore è in grado di funzionare per circa 8 ore con una singola ricarica e per i genitori che si preoccupano riguardo all’esposizione dei figli alle emissioni del sistema, l’azienda rassicura affermando che le radiazioni emesse sono molto minori da quelle di un cellulare eventualmente posto nelle vicinanze del neonato. Come dire: se non vi preoccupate di un cellulare nella sua stanza, perché dovreste preoccuparvi di questo dispositivo?

L’azienda ha comunque deciso di vendere 1000 kit di valutazione a partner, pediatri specialisti, organizzazioni non profit, non governative o centri di eccellenza e università per migliorare il prodotto. Le versioni disponibili per questi enti sono una Standard venduta al prezzo di 1000 dollari e una Deluxe, da 2500 dollari.

(via Gizmodo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mario rossi scrive:
    Campa cavallo
    Nell'articolo si cita "switch off digitale", che sia il piano segreto di tutta sta gentaglia?poi di tablet e web tv ci campa la cina che li produce. Se son quelle le speranze per il futuro: stiamo freschi!
  • Astroturfer scrive:
    è finita l'era dell'astroturfing
    l'IT in italia è monopolio di accenture e poche altre multinazionali che fanno della politica il grimandello per le commesse fuffose.Ora siccome questi signori hanno sXXXXXto il mercato con soluzioni di dubbia utilità,è ovvio che le nuove aziende se ne fregano delle soluzioni IT made in italy.
    • nome e cognome scrive:
      Re: è finita l'era dell'astroturfing

      che le nuove aziende se ne fregano delle
      soluzioni IT made in
      italy.Giustamente, visto che le soluzioni IT made in italy sono fatte dal solito cacciavitaro che ha studiato java al primo anno di università.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: è finita l'era dell'astroturfing
        ve la prendete con accenture? non con voi stessi?probabilmente i delusi che scrivono questi commenti non sono abbastanza qualificati per lavorare su progetti decenti e in team in cui i "cacciavitari" non possono entrare.è vero che nell'IT ci sono gli sfruttati delle società di consulenza, ma ci sono anche quelli che guadagnano bene, anzi molto bene, sia come dipendenti, sia come liberi professionisti.a voi non resta - giustamente - che cambiare mestiere, sempre a bassa qualifica: qualcuno ha detto gelataio ...
        • Astroturfer scrive:
          Re: è finita l'era dell'astroturfing
          - Scritto da: Nome e cognome
          ve la prendete con accenture? non con voi stessi?

          probabilmente i delusi che scrivono questi
          commenti non sono abbastanza qualificati per
          lavorare su progetti decenti e in team in cui i
          "cacciavitari" non possono
          entrare.

          è vero che nell'IT ci sono gli sfruttati delle
          società di consulenza, ma ci sono anche quelli
          che guadagnano bene, anzi molto bene, sia come
          dipendenti, sia come liberi
          professionisti.

          a voi non resta - giustamente - che cambiare
          mestiere, sempre a bassa qualifica: qualcuno ha
          detto gelataio
          ...ROTFL (rotfl)Hai un tronchetto tra le labbra.Primo ) Conosco l'IT come tutti quanti quelli che frequentano PI ma cio non significa che lavoro in questo campo :DSecondo) Non mi interessa quanto guadagnano i fuffari semmai quanto ci guadagnano le società a comprare consulenze fasulle dove gli effetti nefasti ricadobno sistematicamente sulla communità.Terzo) Il mondo non gira intorno all'IT (per fortuna )
        • Jexx scrive:
          Re: è finita l'era dell'astroturfing
          - Scritto da: Nome e cognome
          ve la prendete con accenture? non con voi stessi?

          probabilmente i delusi che scrivono questi
          commenti non sono abbastanza qualificati per
          lavorare su progetti decenti e in team in cui i
          "cacciavitari" non possono
          entrare.

          è vero che nell'IT ci sono gli sfruttati delle
          società di consulenza, ma ci sono anche quelli
          che guadagnano bene, anzi molto bene, sia come
          dipendenti, sia come liberi
          professionisti.

          a voi non resta - giustamente - che cambiare
          mestiere, sempre a bassa qualifica: qualcuno ha
          detto gelataio
          ...Mio caro, se tu vedessi la mia denuncia dei redditi, ti stupiresti di quanto si guadagna con un lavoro a bassa qualifica.Quanto a te, se ti pagano bene per essere così XXXXXXX, hai sicuramente un avvenire anche in politica. D'altronde, Scilipoti docet.
          • nome e cognome scrive:
            Re: è finita l'era dell'astroturfing

            Mio caro, se tu vedessi la mia denuncia dei
            redditi, ti stupiresti di quanto si guadagna con
            un lavoro a bassa
            qualifica.E da quando il reddito di un libero professionista si vede nella denuncia p)
        • iRoby scrive:
          Re: è finita l'era dell'astroturfing
          - Scritto da: Nome e cognome
          ve la prendete con accenture? non con voi stessi?Quindi la colpa è nostra (della gente, dei consulenti di accenture)?Non di un'azienda che è la più parassita del sistema di appalto e subappalto nel mondo IT?Quando a Milton Friedman, uno dei più fetenti economisti sostenitori del capitalismo, ad un convegno universitario degli studenti posero una domanda, "un uomo viene licenziato e si ammala, perde la casa perché non può più pagare il mutuo e muore perché non può più pagarsi l'assicurazione sanitaria, di chi è la colpa?",lui rispose "degli amici e dei parenti che non hann fatto una colletta per aiutarlo".Cioè questo farabutto non ha minimamente messo in dubbio un sistema parassita e disumano che mette il profitto davanti alla dignità umana, ed ha subito dato la colpa alla gente.Esattamente come stai facendo tu...
          • shevathas scrive:
            Re: è finita l'era dell'astroturfing

            lui rispose "degli amici e dei parenti che non
            hann fatto una colletta per
            aiutarlo".

            Cioè questo farabutto non ha minimamente messo in
            dubbio un sistema parassita e disumano che mette
            il profitto davanti alla dignità umana, ed ha
            subito dato la colpa alla
            gente.
            sarà stato cinico ma ha avuto ragione. E' facile fare beneficenza con i soldi degli altri, facilissimo fare slackactivism, un poco meno sollevare le chiappette dalla sedia e muoversi. Dov'erano gli amici e i parenti ? perché non si sono mossi loro per primi ?
          • iRoby scrive:
            Re: è finita l'era dell'astroturfing
            - Scritto da: shevathas
            sarà stato cinico ma ha avuto ragione. E' facile
            fare beneficenza con i soldi degli altri,
            facilissimo fare slackactivism, un poco meno
            sollevare le chiappette dalla sedia e muoversi.
            Dov'erano gli amici e i parenti ? perché non si
            sono mossi loro per primi?Eccone un altro!Ma cosa è una schizofrenia diffusa questa?Siamo esseri umani o bestie? Allora tanto meglio rimanere nella jungla di alberi e foglie che finire in quella d'asfalto.Se ci siamo creati delle istituzioni sotto forma di uno Stato, è sucXXXXX perché a questi si possano demandare quelle cose che sono troppo grandi e difficili da fare per le piccole comunità.Ci siamo creati uno Stato sovrano, che stampi del denaro, con cui pagare gente per costruire strade, ospedali, e scuole, in cui formare medici e altre figure, da far lavorare in quegli stessi ospedali, che ci curino dalle malattie.E questo stato dovrebbe aiutarci a trovare casa, o costruircele lui con l'edilizia popolare.Ed invece è arrivata la finanza, ed i padroni, hanno esautorato il concetto di stato, e hanno trasferito il potere della creazione di moneta dallo Stato, la gente la banca sovrana, alle banche private di cui questi feudatari sono i maggiori azionisti. E questi feudatari (le famiglie ricche del pianeta), dicono che invece dobbiamo scannarci per doverci pagare indebitandoci all'infinito per queste cure e l'acXXXXX alla casa, al benessere, al denaro che invece lo Stato può stampare tranquillamente per creare le cose di cui abbiamo bisogno.Quando invece NOI ci eravamo creati la democrazia, dove votavamo chi doveva meglio gestire questi strumenti per il nostro benessere.Ora arrivi anche tu, convinto che sì, devono essere parenti ed amici ad aiutarci e non lo Stato a cui in un sistema democratico abbiamo demandato il compito di fare scuole e ospedali, formare medici e metterceli a disposizione.La schizofrenia capitalista ha talmente penetrato le ossa della gente, da avervi convinto che questa aberrazione che abbiamo oggi sia quello che tutti avevamo in mente quando furono creati stati, democrazie, banche centrali e istituzioni varie per il nostro benessere.http://www.democraziammt.info
          • shevathas scrive:
            Re: è finita l'era dell'astroturfing

            Se ci siamo creati delle istituzioni sotto forma
            di uno Stato, è sucXXXXX perché a questi si
            possano demandare quelle cose che sono troppo
            grandi e difficili da fare per le piccole
            comunità.
            chi compone le istituzioni ? gente piovuta da marte ?
            E questo stato dovrebbe aiutarci a trovare casa,
            o costruircele lui con l'edilizia
            popolare.
            stato != babbo natale. Lo stato altro non è che l'insieme dei cittadini.
            tranquillamente per creare le cose di cui abbiamo
            bisogno.
            può farlo, poi il denaro avrebbe lo stesso valore dei titoli della parmalat, carta straccia.
            Ora arrivi anche tu, convinto che sì, devono
            essere parenti ed amici ad aiutarci e non lo
            Stato a cui in un sistema democratico abbiamo
            demandato il compito di fare scuole e ospedali,
            formare medici e metterceli a
            disposizione.
            lo stato deve assistere i cittadini, e i cittadini devono lavorare per lo stato.
            La schizofrenia capitalista ha talmente penetrato
            le ossa della gente, da avervi convinto che
            questa aberrazione che abbiamo oggi sia quello
            che tutti avevamo in mente quando furono creati
            stati, democrazie, banche centrali e istituzioni
            varie per il nostro
            benessere.
            sarà ma con questa aberrazione si vive di certo meglio rispetto ad esempio alla comune di parigi.
          • iRoby scrive:
            Re: è finita l'era dell'astroturfing
            - Scritto da: shevathas
            chi compone le istituzioni ? gente piovuta da
            marte ?Gente formata in istituzioni costruite dallo Stato, e poi pagata dallo Stato per lavorare in altre istituzioni dello Stato.Lo Stato siamo noi ed è un concetto astratto.
            stato != babbo natale. Lo stato altro non è che
            l'insieme dei cittadini.Un concetto astratto quindi...
            può farlo, poi il denaro avrebbe lo stesso valore
            dei titoli della parmalat, carta straccia.Questa è la grande bugia che ti viene detta nelle scuole di economia e nei testi scritti da gente in malafede.Se la vasca da bagno è la società, il rubinetto la banca centrale e il tappo le tasse.Lo stato può tenere aperto il rubinetto finché la società è piena di denaro per i suoi scambi commerciali.Ma nel momento in cui l'acqua (il denaro) supera il bordo, ossia rischia di divenire carta straccia, si apre il tappo, ossia si aumentano le tasse per distruggere denaro ed impedirne la svalutazione.Così funziona il Giappone da sempre e la sua inflazione è ferma allo 0,4% da 20 anni.Il fenomeno della Repubblica di Weimar è stato causato dal fatto che si era in una società pre-industriale dove stampare denaro a iosa a fronte di pochi beni da acquistare ne ha causato la sua svalutazione.Oggi non succederebbe perché c'è abbondanza di merci e servizi acquistabili.E c'è maggiore compensione di questo meccanismo.
            lo stato deve assistere i cittadini, e i
            cittadini devono lavorare per lo stato. Bene. Com'è che non è più lo Stato che assiste i cittadini ma si sta svendendo questa assistenza ad una miriade di privati ed aziende che non sono lo Stato?
            sarà ma con questa aberrazione si vive di certo
            meglio rispetto ad esempio alla comune di parigi.Come dai a dire che si vive meglio, se non hai provato nulla di meglio?Lo sai cosa sta per succedere all'Italia vero? Lo sai che ci stanno riducendo alla stegua di una Romania per potere sfruttare milioni di disperati sottopagati alla cinese?Guardi solo le TV e i giornali di regime per informarti?http://www.paolobarnard.info/docs/ilpiugrandecrimine2011.pdfoppure in versione per 'gnurant:http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=234(cerca nel sito le parti 2-10)E poi la teoria neo-keynesiana della Modern Money Theory ed il summit di Rimini con i 5 economisti più famosi al mondo:http://www.democraziammt.info
          • shevathas scrive:
            Re: è finita l'era dell'astroturfing

            Questa è la grande bugia che ti viene detta nelle
            scuole di economia e nei testi scritti da gente
            in
            malafede.

            Se la vasca da bagno è la società, il rubinetto
            la banca centrale e il tappo le
            tasse.
            Lo stato può tenere aperto il rubinetto finché la
            società è piena di denaro per i suoi scambi
            commerciali.
            Ma nel momento in cui l'acqua (il denaro) supera
            il bordo, ossia rischia di divenire carta
            straccia, si apre il tappo, ossia si aumentano le
            tasse per distruggere denaro ed impedirne la
            svalutazione.veramente il tappo sarebbe il tasso ufficiale di sconto applicato alla banca centrale. Aumentare le tasse in fase inflattiva significa semplicemente aprire al massimo il rubinetto e lanciare secchiate d'acqua sulla vasca.

            Così funziona il Giappone da sempre e la sua
            inflazione è ferma allo 0,4% da 20
            anni.
            Nofonte: http://www.indexmundi.com/it/giappone/tasso_di_inflazione_annuo_%28prezzi_al_consumo%29.html
            Il fenomeno della Repubblica di Weimar è stato
            causato dal fatto che si era in una società
            pre-industriale dove stampare denaro a iosa a
            fronte di pochi beni da acquistare ne ha causato
            la sua
            svalutazione.la stampa di denaro è la conseguenza della sua svalutazione, non il contrario.
            Bene. Com'è che non è più lo Stato che assiste i
            cittadini ma si sta svendendo questa assistenza
            ad una miriade di privati ed aziende che non sono
            lo
            Stato?
            dove c'è scritto che è vietato allo stato delegare ?
            Come dai a dire che si vive meglio, se non hai
            provato nulla di
            meglio?
            Lo sai cosa sta per succedere all'Italia vero? Lo
            sai che ci stanno riducendo alla stegua di una
            Romania per potere sfruttare milioni di disperati
            sottopagati alla
            cinese?il giusto destino di tanti convinti che bastasse una laurea in scienze della fuffa e power point per diventare guru della niu economi.
            E poi la teoria neo-keynesiana della Modern Money
            Theory ed il summit di Rimini con i 5 economisti
            più famosi al
            mondo:
            http://www.democraziammt.infonotissimi, gente con 15 risultati su google scholar.
          • iRoby scrive:
            Re: è finita l'era dell'astroturfing
            - Scritto da: shevathas
            veramente il tappo sarebbe il tasso ufficiale di
            sconto applicato alla banca centrale. Aumentare
            le tasse in fase inflattiva significa
            semplicemente aprire al massimo il rubinetto e
            lanciare secchiate d'acqua sulla vasca.No, caro amico ti sbagli.Se è una banca privata a detenere il controllo del rubinetto e non lo Stato, ogni volta che gli chiedi tot litri di acqua, lei li rivuole con gli interessi. E quando non riuscirai a ripagarli vuole i tuoi beni. E così vogliono le privatizzazioni, vogliono i beni demaniali dello stato, vogliono Enel, Finmeccanica, Fincantieri. È così che stanno derubando l'Italia.Se c'era ancora la Lira lo Stato non si indebitava con nessuno producendo denaro.Infatti negli anni '80 l'Italia aveva il doppio di debito pubblico di oggi, e non è mai fallita, anzi c'è pure stato un exploit di sviluppo economico.L'Euro lo stampa/crea la BCE te lo presta e devi renderglielo con gli interessi.La Lira la stamperebbe/creerebbe la Banca d'Italia quella che deve tornare pubblica, e non ci farebbe indebitare con nessuno.Le tasse non servono per finanziare nulla, ma solo per distruggere denaro e regolare l'inflazione.
            No fonte:
            http://www.indexmundi.com/it/giappone/tasso_di_infAutogol clamoroso! Hai fatto la media? Hai visto i numeri negativi, ossia riduzione dei prezzi?
            la stampa di denaro è la conseguenza della sua
            svalutazione, non il contrario.Sbagliato. La svalutazione della moneta avviene quando c'è più moneta che beni acquistabili. Se ci sono pochi beni e troppo denaro nelle mani di chi li vuole acquistare, di conseguenza i beni aumentano di prezzo.Lo Stato per evitare questo genere di svalutazione, semplicemente aumenta le tasse e causa deflazione, elimina denaro dalla circolazione per regolare i prezzi.
            dove c'è scritto che è vietato allo stato
            delegare?Ci sono settori che non sono convenienti per i privati e quindi non investiranno mai in servizi essenziali. Vedi tratte di treni utili a molte persone ma ora soppresse perché sconvenienti.Vedi Digital Divide, se la connettività la curasse lo Stato non avrebbe problemi a finanziare copertura totale, tanto il denaro se lo creerebbe lui apposta per ciò.Invece dove a Telecom non conviene, questa non porta l'ADSL. Questo è un esempio del danno che si fa delegando.
            il giusto destino di tanti convinti che bastasse
            una laurea in scienze della fuffa e power point
            per diventare guru della niu economi.Quindi a te non interessa il nostro paese ridotto in queste condizioni? Non sei italiano?
            notissimi, gente con 15 risultati su google
            scholar.Si vede che vivi in un mondo diverso.William Black il terrore dei banchieri, negli anni '90 ne ha fatti arrestare a decine in USA.Alain Parguez per chi studia economia è una specie di istituzione in tutta Europa, non solo in Francia.Quei 5 lì sono stati i consulenti del governo argentino per aiutarlo ad uscire dalla crisi, ed oggi sta meglio di noi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 marzo 2012 14.15-----------------------------------------------------------
    • Claudio scrive:
      Re: è finita l'era dell'astroturfing
      non è verissimo, a Roma ci sono centinaia di PM che prendono i subappalti dalle multinazionali come accenture, ibm, telecom, poste, ericsson, vodafone, wind, h3g e huawey (le ho dette tutte?) e immagino ci saranno anche nelle altre città. Sono aziende con qualche decina di dipendenti, che lavorano "a progetto", spesso create da ex dirigenti delle multinazionali di cui sopra con la quale mantiene i contatti.
  • Cittadino Modello scrive:
    BRAVI
    La redazione lascia solamente i commenti che gli fanno comodo e non c'entra niente con la policy.E' chiaro che vi hanno pagato per fare questo articolo e difendere il buon nome a tutti i costi.VERGOGNA
  • incavolato scrive:
    commento su NetConsulting - cancellato
    Avevo scritto la mia storia con NetConsulting e la avete cancellata.Perche'? Era semplicemente la verità.
  • eleirbag scrive:
    Grandi possibilità pessimi investimenti
    Alla fine in Italia si riduce quasi semprea fare investimenti a corto termine sopratuttonel mondo del IT. Questo si traducein una etrema volatilità del settore dove ilsingolo dipendente/professionista può sopravviveresolo se possiede una camaleontica capacità diadattarsi e reinventarsi ogni tot anni.Il paradosso è che dovrebbe essere uno deisettori strategici per il futuro di questo paesema in realtà vi si investe poco, male, e arapida scadenza.
    • Jexx scrive:
      Re: Grandi possibilità pessimi investimenti
      - Scritto da: eleirbag
      Alla fine in Italia si riduce quasi sempre
      a fare investimenti a corto termine sopratutto
      nel mondo del IT. Questo si traduce
      in una etrema volatilità del settore dove il
      singolo dipendente/professionista può sopravvivere
      solo se possiede una camaleontica capacità di
      adattarsi e reinventarsi ogni tot anni.
      Il paradosso è che dovrebbe essere uno dei
      settori strategici per il futuro di questo paese
      ma in realtà vi si investe poco, male, e a
      rapida scadenza.Io ho preferito reinventarmi gelataio. Lo avessi fatto prima!
    • mario scrive:
      Re: Grandi possibilità pessimi investimenti
      Ottima scelta anche io stò cercando nuovi lidi
      • Jexx scrive:
        Re: Grandi possibilità pessimi investimenti
        - Scritto da: mario
        Ottima scelta anche io stò cercando nuovi lidiTi auguro un gran "in bocca al lupo"!
      • eleirbag scrive:
        Re: Grandi possibilità pessimi investimenti
        Anch'io;Potessi tornare indietro farei il termoidraulico,riscaldamento/condizionamento, altrochè mestierieffimeri.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Grandi possibilità pessimi investimenti
      - Scritto da: eleirbag
      Questo si traduce
      in una etrema volatilità del settore dove il
      singolo dipendente/professionista può sopravvivere
      solo se possiede una camaleontica capacità di
      adattarsi e reinventarsi ogni tot anni.Essendo un settore a rapido sviluppo e aggiornamento tecnologico, mi pare che sia normale quello che tu dici. Non vedo lo scandalo.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Grandi possibilità pessimi investimenti
        - Scritto da: Zucca Vuota
        - Scritto da: eleirbag

        Questo si traduce

        in una etrema volatilità del settore dove il

        singolo dipendente/professionista può
        sopravvivere

        solo se possiede una camaleontica capacità di

        adattarsi e reinventarsi ogni tot anni.

        Essendo un settore a rapido sviluppo e
        aggiornamento tecnologico, mi pare che sia
        normale quello che tu dici. Non vedo lo
        scandalo.Credo intendesse che bisogna abbandonare tutte le proprie conoscenze e dedicarsi a un settore diverso dell'IT. Io stesso sono passato da programmatore a sistemista a riparare stampanti ad allestire ponti radio a gestire ced a installare infrastrutture virtuali e contenuti web. Tutte cose che poco ci si azzeccano l'una con l'altra. Si finisce per saper fare un po di tutto male...
  • Borislav Tatchev scrive:
    NetConsulting distruggono il mercato IT
    Io sono stato il loro fornitore dei sirvizi IT di supporto e implementazione per dieci anni.Quando agli inizi del 2010 hanno deciso di prosseguire con altro vornitore, si sono guardati bene e hanno fatto i furbi, prima mia hanno chiesto il passaggio di consegna, che io in un clima di fiducia ho fatto, poi non mi hanno pagato una fattura pendente di 13 mila euro(rilasciata un mese prima del passaggio di consegna) perche' non era stato firmato esplicitamente il contratto.La cosa peggiore e' che si sono intascati anche la mia IVA di circa tre mila euro ed altrettanta ritenuta d'acconto.Questo e' lo stato dell'IT in Italia e NetConsulting ne e' la prova.VERGOGNA!
    • panda rossa scrive:
      Re: NetConsulting distruggono il mercato IT
      - Scritto da: Borislav Tatchev
      Io sono stato il loro fornitore dei sirvizi IT di
      supporto e implementazione per dieci
      anni.
      Quando agli inizi del 2010 hanno deciso di
      prosseguire con altro vornitore, si sono guardati
      bene e hanno fatto i furbi, prima mia hanno
      chiesto il passaggio di consegna, che io in un
      clima di fiducia ho fatto, Male!Il passaggio di consegne e' l'unica cosa che non si deve vendere a tempo ma a peso d'oro (il proprio peso) e va fatto pagare anticipatamente.
      • Borislav Tatchev scrive:
        Re: NetConsulting distruggono il mercato IT
        Ora so! Il concetto stesso di fiducia e dieci anni di rapporto costruito, non hanno avuto alcun valore.E pensa che me lo aspettavo, e ho scelto di fidarmi, dicendomi. "Ma no, figurati se le persone cosi si vanno a sXXXXXXXre per una fattura e fare i furbi?!" e invece e' sucXXXXX.e quindi VERGOGNA!
      • Joe Tornado scrive:
        Re: NetConsulting distruggono il mercato IT
        Parole d'oro. E valgono in ogni settore !
  • Ivo scrive:
    eReader a milioni (non MILIARDI)
    Faccio notare che il valore del mercato degli eReader è 131 MILIONI di euro, non il folle 131 MILIARDI di euro citato nell'articolo.
    • iome scrive:
      Re: eReader a milioni (non MILIARDI)
      - Scritto da: Ivo
      Faccio notare che il valore del mercato degli
      eReader è 131 MILIONI di euro, non il folle 131
      MILIARDI di euro citato
      nell'articolo.tre zeri in piu, tre zeri in meno.... e' uguale! lo zero e' zero, non conta.
      • offensivo scrive:
        Re: eReader a milioni (non MILIARDI)
        - Scritto da: iome
        - Scritto da: Ivo

        Faccio notare che il valore del mercato degli

        eReader è 131 MILIONI di euro, non il folle 131

        MILIARDI di euro citato

        nell'articolo.

        tre zeri in piu, tre zeri in meno.... e' uguale!
        lo zero e' zero, non
        contaLa cosa comica è che nell'articolo di Assinform è scritto giusto e IN PAROLA... ma cos'ha fumato l'autore di questo articolo prima di scriverlo?
        • krane scrive:
          Re: eReader a milioni (non MILIARDI)
          - Scritto da: offensivo
          - Scritto da: iome

          - Scritto da: Ivo


          Faccio notare che il valore del mercato degli


          eReader è 131 MILIONI di euro, non il folle
          131


          MILIARDI di euro citato


          nell'articolo.



          tre zeri in piu, tre zeri in meno.... e' uguale!

          lo zero e' zero, non

          conta

          La cosa comica è che nell'articolo di Assinform è
          scritto giusto e IN PAROLA... ma cos'ha fumato
          l'autore di questo articolo prima di
          scriverlo?Ma tu qua ancora leggi gli articoli ???
        • iome scrive:
          Re: eReader a milioni (non MILIARDI)
          - Scritto da: offensivo
          - Scritto da: iome

          - Scritto da: Ivo


          Faccio notare che il valore del mercato degli


          eReader è 131 MILIONI di euro, non il folle
          131


          MILIARDI di euro citato


          nell'articolo.



          tre zeri in piu, tre zeri in meno.... e' uguale!

          lo zero e' zero, non

          conta

          La cosa comica è che nell'articolo di Assinform è
          scritto giusto e IN PAROLA... ma cos'ha fumato
          l'autore di questo articolo prima di
          scriverlo?lo stesso ch si e' fumato il revisire di bozze... ah, gia che non lo hanno e mandano subito in stampa qualunqie fesseria....
    • MegaJock scrive:
      Re: eReader a milioni (non MILIARDI)
      - Scritto da: Ivo
      Faccio notare che il valore del mercato degli
      eReader è 131 MILIONI di euro, non il folle 131
      MILIARDI di euro citato
      nell'articolo.Quanto è in dobloni?
  • gino tavera scrive:
    Crisi ?
    Ma se vado a gonfie vele! (rotfl)
  • iome scrive:
    galline finite
    Si sta raschiando il barile, l'unica soddisfazione e non veder piu i giaccacravattati di Accenture in giro per l'azienda a fare un XXXXX, ma lo facevano molto bene, con tante slide powerpoint.
    • . . . scrive:
      Re: galline finite
      Fossero solo loro il problema.Le aziende parassite che applicano il body rental e vivono del tuo lavoro, e non sono pochi, dove li metti ?Sono arrivato ad avere ben 3 società di cui una multinazionale, che lucravano dalle mie giornate di lavoro.Queste situazioni non fanno che gonfiare i costi per il cliente finale, con le conseguenze che potete benissimo immaginare.Tempi stretti, progetti multipli da seguire, fare il lavoro di 3 persone (più persone lavorano, più persone possono spendere a giovamento dell'economia), straordinari mai remunerati (ti va bene quando riesci a recuperare le ore) e via dicendo.Poi sono in crisi... ma guarda un po'.
      • mario scrive:
        Re: galline finite
        Anche io faccio il consulente e conosco la problematica, Non voglio difendere le società di consulenza (succhia sangue a tradimento) però la volta in cui mi sono trovato peggio, e quando ho lavorato direttamente per il cliente, senza passare dalla società di consulenza.Un conoscente mi aveva consigliato di non farlo, ma io non lo ho ascoltato.Parlo di una grande Multinazionale americanaIn primis quello che davano alla mia ex societa ovviamente non lo hanno in parte corrisposto a me, dilatazione fino all'inverosimile dei tempi di pagamento (dai tre mesi siamo passati a 9).allungamento dei tempi per farsi riconoscere i giorni di lavoro, in pratica bisognava rincorrere i vari pm per farsi firmare il pezzo di carta, ad esempio per avere l'autorizzazione per un lavoro di 250 euro ho atteso 6 mesi che aggiunti agli altri mesi per i pagamenti siamo arrivati a 9 mesi.In un mese sono arrivato a fare quasi 10 fatture di piccolo importo, con tutto quello che ne consegue in tempi di pagamento gestione ecc...Ancora oggi da ormai tre anni non mi hanno ancora pagato 20 giorni di attività, hanno preferito rifare dei lavori che riconoscermeli.Alla fine pur a malinquore (ero a 5 minuti da casa) ho deciso di andarmene lo stress per seguire i pagamenti era diventato troppo pesante
        • . . . scrive:
          Re: galline finite
          Beh potevi anche rifiutarti. Fare il consulente non vuol dire necessariamente prostituirti più del lecito. Già con un contratto che prevede un pagamento a 3 mesi... se lo sognavano... e comunque passato a nove li salutavo di sicuro.Bisogna anche avere la forza di dire no, altrimenti è finitaComunque questa è un'altra testimonianza che spiega il perché di questa crisi.E' una crisi VOLUTA !!! Non mi vengano a dire che non se lo immaginavano o che non sappiano da cosa dipende.Lo sanno benissimo da cosa dipende. Perché diventa la scusante per qualunque bassezza o sfruttamento del lavoro altrui, special modo in questo pese dei cachi.Dove sempre più gente vive all'americana, senza avere però la struttura statunitense (perciò senza alcuna garanzia, ma anzi oltre a non riceve nessuna tutela si è costretti a lavorare più degli altri), in un paese dove le leggi che tutelano, o dovrebbero farlo, e regolano il lavoro sono sempre più rivolte ad minoranza della forza lavoro di questo paese.Non favoriamo tutti alla FIAT o simili possibile che non l'abbiano ancora capito !!!
          • Bah scrive:
            Re: galline finite

            Non favoriamo tutti alla FIAT o simili possibile
            che non l'abbiano ancora capito
            !!!Tu hai piu' che ragione. E' un'inusitato sfruttamento.Tuttavia, e' colpa nostra. Fintanto che non riusciamo a far valere i nostri diritti continueranno a calpestarci.Dovremmo imparare dai camionisti. Compatti. anche quando si tratta di tirare la cinghia. E se tra loro trovano qualche krumiro, povero lui!, rischia addirittura una scarica di botte.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: galline finite
          Non so che dirti, lavoro per la PA e da noi i consulenti sono tra le tenie e le sanguisughe. costano dieci volte quello che valgono e danno una decimo di quello che potrebbero. Li evitaimo sempre come la peste. Peccato che gli amministratori non siano del nostro stesso avviso
          • shevathas scrive:
            Re: galline finite
            - Scritto da: Nome e cognome
            Non so che dirti, lavoro per la PA e da noi i
            consulenti sono tra le tenie e le sanguisughe.
            costano dieci volte quello che valgono e danno
            una decimo di quello che potrebbero. Li evitaimo
            sempre come la peste. Peccato che gli
            amministratori non siano del nostro stesso
            avvisoguarda i consulenti lavorano per chi, fisicamente, stacca l'assegno. E se un dirigente è disposto a pagare fior fior di quattrini, pubblici purtroppo, per lavori di infima tacca la colpa non è del consulente, è del dirigente che non capisce cosa sta chiedendo e cosa vorrebbe ottenere.
          • Ubunto non loggato scrive:
            Re: galline finite
            - Scritto da: shevathas
            E se un dirigente
            è disposto a pagare fior fior di quattrini,
            pubblici purtroppo, per lavori di infima tacca la
            colpa non è del consulente, è del dirigente che
            non capisce cosa sta chiedendo e cosa vorrebbe
            ottenere.Ecco... la incornicio questa. Il punto è: che cavolo ci fa a dirigere un'incapace ed incompetente? Prima di qualsiasi altra considerazione sulle PA, credo che questo elemento sia quello cardine del suo malfunzionamento.
          • nome e cognome scrive:
            Re: galline finite
            - Scritto da: Nome e cognome
            Non so che dirti, lavoro per la PA e da noi i
            consulenti sono tra le tenie e le sanguisughe.
            costano dieci volte quello che valgono e danno
            una decimo di quello che potrebbero. Li evitaimo
            sempre come la peste. Peccato che gli
            amministratori non siano del nostro stesso
            avvisoC'è da chiedersi perché vengano assunti... mazzette o dipendenti incapaci di svolgere il lavoro per cui sono stati assunti? O entrambe?
          • Bah scrive:
            Re: galline finite


            C'è da chiedersi perché vengano assunti...
            mazzette .....Ecco, bravo. la prima. Purtroppo siamo in itaglia.Non ci vuole un'astrofisico nucleare per capire che un rapporto diretto, anche a tempo determinato, costerebbe parecchio meno al committente.
          • Astroturfer scrive:
            Re: galline finite
            - Scritto da: Nome e cognome
            Non so che dirti, lavoro per la PA e da noi i
            consulenti sono tra le tenie e le sanguisughe.
            costano dieci volte quello che valgono e danno
            una decimo di quello che potrebbero. Li evitaimo
            sempre come la peste. Peccato che gli
            amministratori non siano del nostro stesso
            avvisoForse perchè prima assumono gli incapaci (per merito politoco sai qualche aggancio opportunità ecc ) e poi fanno svolgere il lavoro vero a consulenti esterni preparati :D
    • iRoby scrive:
      Re: galline finite
      I famosi Accenturini...Dovresti vedere software che sub-appaltano fuori come il famoso Copernico Paghe.Fatto in ASP, senza Ajax e con un'aspetto web creato da un programmatore e non da un web designer.Pagine che si ricaricano interamente ad ogni selezione di un elemento combo.Insomma roba da Web 1.0 o anche più preistorico. Comprato due soldi e rivenduto a costi pazzeschi.Speriamo che la crisi li spazzi via!Il problema è che ora queste aziende dove non fanno profitti perché il mercato è in crisi, pretendono di continuare a farli, ma ristrutturando e riducendo i costi, ossia pagando meno consulenti e dipendenti.
Chiudi i commenti