Sentenza pesante per un virus writer spagnolo

18 mesi di carcere e 1,3 milioni di euro, questa la pena che è stata comminata all'autore di un worm e di alcuni attacchi DDoS che tra il 2002 e il 2003 hanno colpito sistemi usati da milioni di utenti


Madrid – I media spagnoli ne parlano come del primo caso del genere in Spagna: di certo la sentenza piovuta sul capo del 26enne Santiago Garrido, meglio noto come “Mike25” o “Ronnie”, sta sollevando attenzione in tutto il Mondo. I magistrati ispanici lo hanno infatti condannato a 18 mesi di carcere e ad un rimborso danni di 1,3 milioni di euro .

La pesantezza della sentenza si deve alle azioni che Garrido ha condotto online tra il 2002 e il 2003. L’uomo, bannato dalle reti di un celebre fornitore di servizi spagnolo, IRC-Hispano , pare avesse deciso di vendicarsi. Per farlo ha modificato il worm deloder in modo tale che, una volta infettati, i sistemi colpiti “sparassero” pacchetti contro una serie di server Internet, dando vita ad un attacco denial-of-service distribuito (DDoS).

Tutto questo nel dicembre del 2002: cinque mesi più tardi Garrido sarebbe ricorso ad una nuova variante del worm per aggredire le reti di una serie di provider, tra cui Wanadoo, LleidaNet e ONO, finendo per impedire o ostacolare l’accesso e l’uso di Internet ad un numero di utenti stimato in tre milioni .

Identificato e arrestato nei mesi successivi, è stato accusato e riconosciuto colpevole di danni a carico di sistemi informatici altrui , un reato per il quale gli è stata comminata la pena carceraria. La somma che dovrà invece pagare con i suoi futuri introiti è stata determinata in sede civile.

Sisco Sapena, presidente di IRC-Hispano, si è detto soddisfatto della sentenza, definendola “un precedente per perseguire questo genere di delitti che fino ad ora erano rimasti impuniti. Dopo questa sentenza, le imprese, le associazioni e gli utenti in generale si sentono più protetti contro i crimini informatici, contro un genere di azioni illegali che producono danni e causano forti perdite economiche nonché impediscono agli utenti l’uso di Internet”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Francesi basta non usare winsozz!!!
    Francesi basta non usare winsozz!!!
  • Anonimo scrive:
    9 --
    Io ho ricevuto le email dei direttori di banca africani che dicevano che avevano trovato 1.000.000 di dollari abbandonati e gli serviva il mio aiuto e pensavo che erano degli stupidi bastardi di scimmioni negri, pensa un po! Invece erano dei russi del cazzo, idioti bastardi che hanno perso la guerra fredda.
  • Anonimo scrive:
    I Francesi sono obsoleti
    cdo
    • Anonimo scrive:
      Re: I Francesi sono obsoleti
      Beh dai, per capirli bisogna __interpretarli__ molto! Almeno loro si salvano! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: I Francesi sono obsoleti
      - Scritto da: Anonimo
      cdoBel post. Salvatelo su disco e mostralo ai tuoi eredi in punto di morte dicendo "ecco la mia eredita' al mondo".
  • Anonimo scrive:
    Autenticazione Multifattore
    Se tutti gli istituti bancari richiedessero l'uso di certificati digitali (alcuni lo fanno da tempo immemore), i phisher non svilupperebbero nessun interesse a sottrarre id e pass con cui alla fine non potrebbero far nulla.
  • Anonimo scrive:
    home banking con KNOPPIX
    Io l'home banking lo faccio da un CD della Knoppix.Prova a rubarmi i codici di accesso se ci riesci.Lo posso fare perche' ho un modem/router ADSL e ci accedo via rete. Chi ha il modem USB non lo puo' fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: home banking con KNOPPIX

      Io l'home banking lo faccio da un CD della
      Knoppix.Ummm bell'idea, grazie!
    • Anonimo scrive:
      Re: home banking con KNOPPIX
      - Scritto da: Anonimo
      Io l'home banking lo faccio da un CD della
      Knoppix.
      Prova a rubarmi i codici di accesso se ci riesci.
      Lo posso fare perche' ho un modem/router ADSL e
      ci accedo via rete. Chi ha il modem USB non lo
      puo' fare.Muahahaha!!! Che paranoide, ma simpatico!!Non hai mica tutti i torti, eh! E l'idea e' ottima.
    • Anonimo scrive:
      Re: home banking con KNOPPIX
      perche', con linux su hard disk che virus vuoi che mi prenda da una pagine web?
      • Anonimo scrive:
        Re: home banking con KNOPPIX
        magari hai una backdoor... su hd...knoppix in teoria dovrebbe essere pulito.- Scritto da: Anonimo
        perche', con linux su hard disk che virus vuoi
        che mi prenda da una pagine web?
    • Anonimo scrive:
      Re: home banking con KNOPPIX
      - Scritto da: Anonimo
      Io l'home banking lo faccio da un CD della
      Knoppix.
      Prova a rubarmi i codici di accesso se ci riesci.Mi basta lavorare in quella banca.
Chiudi i commenti