Shakerare geek e creativi in un fertilizzante di innovazione

Tre giorni nei quali menti e braccia convergeranno: al Social Innovation Camp i netizen potranno tradurre in strumenti web le proprie proposte per cambiare il mondo

Roma – Ci sarà spazio per le idee e per chi si occuperà di convertirle in prodotti, sarà un brainstorming che coniugherà tecnica e creatività per dare vita a progetti utili, innovativi, dirompenti. Saranno tre giorni di Social Innovation Camp , un evento organizzato da School of Everything , NESTA e Young Foundation , con il supporto tecnologico di Yahoo! Developer Network .

Idee e codice, creativi e sviluppatori, un incubatore di innovazioni: questa la ricetta del Social Innovation Camp, questa la combinazione alla quale si darà vita dal 4 al 6 aprile a Londra. Le idee stanno proliferando : scaturite dalle frustrazioni con le quali si incappa nella quotidianità, maturate per migliorare la qualità della vita di comunità di persone, studiate per semplificare operazioni complesse, tutte le idee faranno perno sul social web . Penseranno i geek a plasmare il codice per tradurre in strumenti 2.0 i concetti balenati nelle menti dei partecipanti.

Fino al 7 marzo c’è tempo per depositare il proprio distillato di creatività: nei giorni successivi una commissione valuterà le proposte e la loro originalità, verranno pubblicati gli spunti su cui si inizierà a lavorare e coloro che intendono offrire il proprio contributo potranno iniziare a stabilire relazioni e a raffinare le idee. Nelle giornate dell’ evento si tenterà di trasformare le relazioni in servizi: geek e creativi lavoreranno fianco a fianco per dar vita ai progetti, consigliati da mentori che ne valuteranno la fattibilità, mentre gli sponsor aguzzeranno la vista per individuare i possibili destinatari di finanziamenti.

L’obiettivo della giornata sarà creare le condizioni perché idee che nascono dal basso si concretizzino in strumenti utili alla persone, senza che sia necessaria la mediazione delle grandi aziende. Social Innovation Camp sarà un punto d’incontro , un momento in cui gli attori che partecipano all’elaborazione di progetti potranno riunirsi, organizzarsi autonomamente, mettere in comune competenze e capacità .

“Un’idea si mette in moto solo quando è condivisa” ha spiegato Charles Leadbeater, fra il comitato degli organizzatori, nonché autore del saggio We Think . Creare un ecosistema innervato di relazioni è creare un ambiente nel quale le idee possono emergere, possono essere affinate, possono germogliare ed essere reinventate. Incoraggiare la condivisione della conoscenza e lo sviluppo di idee e servizi dispiega i propri effetti non solo nell’immediato ma anche a lungo termine: rendere più semplice la concretizzazione delle idee, offrire la possibilità di condividerle e tradurle in realtà funge da fertilizzante per altre idee , per un’innovazione che emerga dal basso e che soddisfi le reali esigenze delle persone.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iced scrive:
    Perché ODF non si è diffuso = OOXML
    Il motivo è semplice: MS non lo sUpporta, e non lo sOpporta. Da qui la mancata diffusione di ODF.Da qui il tentativo di MS di crearsi un suo standard "aperto" e "standard" come OOXML.Chi si sta battendo adesso per "l'innovazione" ha la memoria corta:- non si ricorda cosa fece MS con HTML, creando estensioni proprietarie non riconosciute dal W3C- non si ricorda cosa fece MS con la sua JVM, modificandola a suo piacere (ha anche perso una causa milionaria per questo).Ma forse la memoria non è una virtù quando si parla di MS.Ciao, iced
    • MircoM scrive:
      Re: Perché ODF non si è diffuso = OOXML
      condivido in pieno.(ma il commento di Guybrush Treepwood resta comunque il migliore ;) )
      • kisuke urahara scrive:
        Re: Perché ODF non si è diffuso = OOXML
        davvero ben detto!!condivido anke la precisazione sul commento threepwood!! :Dtra parentesi: se pensate alle innovazioni, provate a dare un'occhiata alle grandi novità introdotte dalle ultime versioni di internet explorer o windows mail... troverete la navigazione a schede, la casella di ricerca integrata, il filtro per la posta indesiderata (ke x altro nn è neppure degno di conservare tale nome), il supporto per le estensioni e i componenti aggiuntivi.. devo andare avanti?ah, un'ultima cosa... iexplorer (da un po' di versioni a 'sta parte), nei confronti di un server http, si identifica così: "Mozilla/4.0 (compatible; MSIE #.#; [...])".. non ho ancora trovato nessuno che sapesse darmene una motivazione sensata.. cos'è, ie intende essere compatibile cn mozilla...??!! oppure l'hanno proprio clonato??? :|
  • ciao scrive:
    ms paghi x abusi e concorrenza sleale...
    poi, se in futuro, dopo avere dimostrato di riuscirea rispettare le regole e le leggi, sarà promotricedi standard, purché siano standard aperti forsediventerà credibilema si tratta di un evento altamente improbabile,perché comporta la fine di un monopolio basatosui lock-in e non sulla capacità dei innovaree che quindi porterebbe l'azienda a perderela concorrenza, semmai accettasse la sfida ofosse costretta a farlo
  • frrancesco scrive:
    Test per ODF mal supportato
    Gli unici prodotti che supportano bene ODF sono OpenOffice ed i suoi derivati (StarOffice, Lotus Symphony, NeoOffice, e l'add-on per Microsoft Word 2003 sviluppato da SUN).KOffice, AbiWord e Google Docs hanno un pessimo supporto per ODF.Per validare questa mia affermazione è sufficiente aprire questo documento attraverso il prodotto da testare:http://www.jugbari.it/uploads/JUGUsers/provaOdtFrancesco.zipAh, ho testato con questo documento anche l'add-on per Word 2007 sviluppato (anche) da Microsoft: il supporto a ODF è pessimo. Provare per credere.Riferimenti:Add-on per Word XP sviluppato da Sun (closed source): http://www.sun.com/software/star/odf_plugin/index.jspAdd-on per Word 2007 sviluppato (anche) da Microsoft (open source):http://sourceforge.net/projects/odf-converter/
    • moralizzato re scrive:
      Re: Test per ODF mal supportato
      - Scritto da: frrancesco
      Gli unici prodotti che supportano bene ODF sono
      OpenOffice ed i suoi derivati (StarOffice, Lotus
      Symphony, NeoOffice, e l'add-on per Microsoft
      Word 2003 sviluppato da
      SUN).certo staroffice deriva da openofficesisinon sai nemmeno di cosa parli, fenomeno
      • frrancesco scrive:
        Re: Test per ODF mal supportato
        Ok, ok... OpenOffice deriva dal rilascio del codice sorgente di StarOffice. Attualmente invece le build di StarOffice derivano dal codice di OpenOffice.Questo però è inutile all'economia del post: il formato ODF è mal supportato da prodotti che non hanno la base di codice di OpenOffice, nonostante questa sia opensource e disponibile a tutti.Leggila così: ODF è ben supportato solo dai pacchetti office che condividono la base di codice con OpenOffice.
        • moralizzato re scrive:
          Re: Test per ODF mal supportato
          ehm... il file odt che hai postato è corrotto persino in openoffice...
      • moralizzato re scrive:
        Re: Test per ODF mal supportato
        inoltre il file odt che hai postato è volutamente corrotto, nel senso che il layout è sfalsato persino in openoffice.LOL ma chi vuoi prendere in giro? (rotfl)
        • frrancesco scrive:
          Re: Test per ODF mal supportato
          Non prendo in giro nessuno: il file che ho indicato non è corrotto. E' prodotto con OpenOffice senza alcuna modifica esterna.Quello che chiami "layout sfalsato" è semplicemente un box di testo con sfondo trasparente sovrapposto ed in primo piano rispetto alla pagina.Il test ha esito positivo se il documento è visualizzato nel prodotto testato in maniera uguale a come viene visualizzato in OpenOffice.No, non deve essere "bello da vedere" per passare il test.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 15.13-----------------------------------------------------------
          • moralizzato re scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            ah pensavo che il test riguardasse il layout...purtroppo (o per fortuna) non posso testarlo su MSoffice
    • frrancesco scrive:
      Re: Test per ODF mal supportato
      Aggiornamento:La versione 2008 di TextMaker Viewer (un prodotto closed source) apre correttamente il documento di test che ho indicato.La precedente versione (la 2006) invece falliva lo stesso test.Non mi risulta che TextMaker Viewer condivida codice con OpenOffice.RiferimentiTextMaker Viewer: http://www.officeviewers.com/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 16.00-----------------------------------------------------------
      • Mr.Mechano scrive:
        Re: Test per ODF mal supportato
        Non è che hai prodotto un documento con un software che usa una versione recente di ODF (OOo 2.3) e i programmi che citi non sono aggiornati alle ultime specifiche?
        • frrancesco scrive:
          Re: Test per ODF mal supportato
          Il documento di riferimento per il mio test è stato creato il 21 febbraio 2007 utilizzando OpenOffice.org 2.1 per Windows su un Athlon XP 64 con Windows 2000 Professional.RiferimentiDocumento di riferimento per il test:http://www.jugbari.it/uploads/JUGUsers/provaOdtFrancesco.zip
          • moralizzato re scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            La 2.1 è come dire... un po' vecchiotta :)ho risalvato il file con la versione 2.3anche se forse sarebbe corretto ricrearlo da zero...se qualcuno vuole provare qui c'è il filehttp://www.italianhost.org/public/w2box/download.php?file=314758
          • frrancesco scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Testalo con i programmi che hai (che non siano OpenOffice e derivati) e riporta i risultati. Appena posso lo faccio anche io.
          • moralizzato re scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            ehm....di quelli che hai elencato non ne ho...openoffice mi basta e avanza per quello che faccio
          • frrancesco scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Allora non hai capito il senso del mio intervento.Si parla di interoperabilità del formato ODF.Con i test che ho effettuato ho messo in evidenza come un file ODF (nel caso specifico un ODT) con un minimo di formattazione (che non sia in pratica l'elenco della spesa) venga aperto in modo corretto solo da prodotti in cui ci c'è la base di codice di OpenOffice (con l'eccezione di TextMaker Viewer, che apre correttamente il documento utilizzato per il test).Dato che ci sono prodotti i cui autori dichiarano la compatibilità ODF, come AbiWord, KOffice e Google Docs, ho verificato che tali prodotti in realtà hanno un pessimo livello di compatibilità con OpenDocument.Ribadisco un applauso a TextMaker Viewer 2008, prodotto closed, che rispetto alla precedente versione ha fatto evidenti passi in avanti verso la compatibilità OpenDocument.Ergo, al momento attuale, il formato OpenDocument è ben lungi dall'essere considerato uno standard effettivo (benché lo sia "de jure").Non si sta parlando (almeno nel thread aperto da me) di cosa basti e avanzi per ciò che si fa.Per la cronaca, sono un utente Linux.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 19.03----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 19.04----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 19.06-----------------------------------------------------------
          • moralizzato re scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            - Scritto da: frrancesco
            Allora non hai capito il senso del mio intervento.
            [...]
            Dato ci sono prodotti i cui autori dichiarano la
            compatibilità ODF, come AbiWord, KOffice e Google
            Docs, ho verificato che tali prodotti in realtà
            hanno un pessimo livello di compatibilità con
            OpenDocument.eh ho capito ma che ci devo fare se non li ho installati e nemmeno ho voglia/necessità di farlo? :Dok potrei provare google docs volendo...

            Ergo, al momento attuale, il formato OpenDocument
            è ben lungi dall'essere considerato uno
            standard.qui per standard intendi standard de facto...però le carte in regola per diventarlo le ha...OOXML a quanto pare no, quindi tra i due...

            Per la cronaca, sono un utente Linux.anch'io bro :D
          • moralizzato re scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            allora ho testato google docs...col tuo file, risalvato con la versione 2.3 è disastro... il layout cambia dall'originalerifacendo da zero un file con le stesse caratteristiche il layout cambia ancora un pochino, ma rimane comunque presentabile e comprensibile... c'è anche da dire che google docs deve usare un'interfaccia web , che magari introduce a sua volta dei problemi, o comunque limita le funzionalità... per esempio spostare i box in google docs non è come spostarli in openoffice o in altre "window applications"è quindi evidente che ci sono progressi in corso e si sta migliorando...
          • frrancesco scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Non è accettabile dover "rifare da zero" un documento che utilizza un formato standard e interoperabile.Non è accettabile che cambiando software, un documento sia semplicemente "leggibile" e non uguale rispetto a quando è stato scritto.
          • moralizzato re scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            ripeto: google docs è un po' al limite come software... bisogna partire con l'idea che se lo si utilizza, si avranno dei limiti sui propri lavori...realizza lo stesso tipo di documento con MSoffice, aprilo con google docs e capirai di cosa parlo
          • sconforto scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            il test andrebbe condotto producendo un file odt di test "a mano" seguendo lo standard pubblicato, e non utilizzando un prodotto specifico (OOo), per di più una vecchia versione dello stesso. Il test che hai fatto tu non vale, non possiamo infatti sapere se il programma usato per produrre il file di test (OpenOffice.org 2.1 per Windows) rispetti per primo le specifiche o no.
          • frrancesco scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Quello che dici conferma la mia tesi: attualmente l'ODF non è, a dispetto del fatto che è uno standard ISO, un formato effettivamente utilizzabile se si vuole interoperabilità ed indipendenza dallo specifico pacchetto software e/o dal sistema operativo.
          • frrancesco scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Ho testato il file che hai indicato con Abiword e KWord.Il risultato è pessimo: vengono persi addirittura interi elementi, come il box di testo trasparente e l'ellisse blu.Il risultato è identico a quello ottenuto con il file originario creato da me.
          • moralizzato re scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            ok questo significa che abiword e kword non sono ancora abbastanza maturi.la domanda è: sui sistemi dove hai installato quei programmi, chi o cosa ti vieta di mettere openoffice?gira sulle principali piattaforme quindi garantisce l'interoperabilità, nel frattempo le altre applicazioni potranno migliorare il supporto...scusa ma tu che soluzione proponi se odf non va bene?
          • frrancesco scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Nulla mi vieta di installare OpenOffice, tant'è che l'ho installato sia a casa, su Linux, che in ufficio, sotto Windows.La mia osservazione è un'altra: il formato ODF, nonostante sia diventato uno standard ISO, è ancora lontano dal supporto effettivo dal punto di vista applicativo.Sono in pratica quasi costretto ad installare OpenOffice (quasi perché TextMaker Viewer pare funzionare bene). E' come se fosse "il formato di OpenOffice". Non mi interessa che sia gratuito, è sempre una costrizione: interoperabilità significa poter utilizzare anche un diverso prodotto ed ottenere i medesimi risultati (il che non significa che il documento resta leggibile).E' una constatazione.Quindi non propongo nessuna soluzione, dal momento che ho fatto il punto sulla situazione del supporto ODF da parte dei prodotti che si dichiarano con esso compatibili.
          • Sky scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Non voglio far la figura del "sapientino" della situazione ma, IMHO, Francesco ha "ragione e torto" nello stesso tempo. A parte i (dovuti) complimenti per l'aver affrontato l'argomento in modo diverso dal solito "A vs B" che ho visto in altri thread, ha ragione dicendo che ODF viene supportato male... ma ha anche "torto" (le virgolette sono d'obbligo) a "pretendere" un supporto preciso e puntuale (AKA al 100%) nonostante sia un pò che è ufficialmente standard ISO.Non voglio (e non posso) scendere nel merito del perchè le cose stiano così, non mi piace parlare a vanvera, però la considerazione che faccio è che, a parte il (giusto) discorso dei prodotti, la cosa più importante sia il fatto che esiste, finalmente, un formato documentale standard .Questa non credo sia una considerazione di secondaria importanza. Per spiegarmi meglio, cercando di non annoiare, farò un paragone (sperando di prenderci ;)): la e-mail è definita, in modo standard, tramite opportuni RFC che ne chiariscono le varie componenti, usi delle varie sezioni, ed anche eventuali "libertà" (i campi X-...) che un prodotto può prendersi alla bisogna (v. i vari antivirus, ecc.).Ora... non ha veramente importanza che il tal MUA (OutLook piuttosto che Mutt piuttosto che Pine, KMail o altri) implementi correttamente gli RFC, faccia un rendering corretto del messaggio originale (possibilmente senza far girare ActiveXamente i virus contenuti ;)): l'importanza è che il formato del documento (mail) sia standard .Questo, incidentalmente (lol), significa che se scrivo un'e-mail con PINE un altro la può aprire con OutLook (e tendenzialmente viceversa: lasciando perdere il formato HTML che, se ricordo, non è RFC).Lo stesso dicasi, tornando in ambito ODF, nei confronti dei documenti redatti con prodotti che, anche in modo carente, lo supportano: se una Pubblica Amministrazione deve comunicarmi qualcosa io, come cittadino (tasse-pagante) credo di poter pretendere di ricevere un documento che, seguendo uno standard, mi permetta di scegliere lo strumento con il quale aprirlo senza esser costretto a comprare uno strumento proprietario per poterlo leggere.La cosa riguarda soprattutto la P.A.: all'interno della propria ditta poi uno è libero di scriversi il proprio word processor che, magari salvando i dati in formato binario, crittografato e proprietario, fa girare documenti internamente (ovvio che non può sperare che il dipendente di un'altra ditta possa poi leggere quel formato proprietario ;)).Ecco... mi spiace di averla tirata un pò in lunga ma, alla fine, credo che scontrarsi sugli OS (il classico Win vs Linux) e/o sui prodotti (OOo vs MSO) porti solo ad allontanarsi dal nocciolo della questione: abbiamo uno standard ISO (ODF) e, pian piano, chiunque voglia permettere l'interoperabilità si renderà sempre più "standard (ODF) compliant" ... ovvio che non si può obbligare una ditta qualsiasi (non solo MS) ad adeguarsi ad uno standard, mentre invece si può pretendere che non sia ISO a doversi adeguare ad eventuali standard de facto. IMHO i vari Governi dovrebbero dar disposizioni precise perchè le proprie P.A. utilizzino solo standard ISO effettivi e non de facto, indipendentemente dai prodotti tramite i quali i documenti vengono poi generati.Tutto il discorso "ma MS poi ci costringe a spendere per le licenze ogni anno o due", anche se sacrosanto, è "marginale" al discorso del formato standard.
          • frrancesco scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Ciao,il tuo ragionamento pecca in un punto essenziale: nelle mail è di interesse sostanzialmente il contenuto, non il layout, tant'è che nell'RFC non vi si fa riferimento. Tant'è che le linee di testo vengono allegramente spezzate con un ritorno a capo, al contrario di quanto accade in word processor, in cui le linee di testo sono logicamente continue, fino alla fine del paragrafo.In un documento "da wordprocessor" il layout è essenziale, e nel mio test gli elementi che vengono segati via non sono "eventuali libertà" come i campi X- delle email, bensì parti essenziali del documento.Il tuo ragionamento in linea di massima sarebbe corretto, se caricando dall'applicazione B un file creato con l'applicazione A, e risalvandolo con B, questo venga reso di nuovo in A com'era in origine (anche se ad esempio in B ci fossero difetti di visualizzazione). In sostanza: sto esprimento il concetto di preservazione degli elementi che sono parte dello standard ma che non sono in grado di trattare.Scusa il modo di esprimermi, spero di essere stato abbastanza chiaro.Ebbene: semplicemente questo non succede. Attraverso salvataggi successivi dello stesso documento con applicazioni diverse si giunge ad un degrado sempre maggiore di esso.Certo che è importante avere un formato di riferimento, ma questo non basta: ricordi che fine ha fatto VRML?RiferimentiFormato VRML (standard ISO):http://www.iso.org/iso/iso_catalogue/catalogue_tc/catalogue_detail.htm?csnumber=25508
          • Sky scrive:
            Re: Test per ODF mal supportato
            Hai assolutamente ragione, il mio paragone con l'e-mail era solo volto a mostrare l'interoperabilità laddove molti prodotti trattano un contenuto standard (definito tale tramite RFC), anche in modi diversi ma per arrivare ad uno stesso fine (indipendenza dal prodotto).Chiaro che, trattandosi di word processor, tutti gli elementi definiti dallo standard sono importanti: come dici tu, i prodotti A, B, C... Z devono poter leggere, renderizzare e salvare il documento in modo congruente allo standard (e, di conseguenza, tra di loro). Ora non è così, ed è corretto dirlo, ma visto che si parlava (in altri thread e nell'articolo) di " adottare allora piuttosto uno standard de facto ", m'è parso corretto rimarcare la necessità di rispettare piuttosto lo standard esistente.Poi questo vale per i word processor e per "tutte le cose che fanno riferimento ad uno standard": chiaramente qui restringiamo il discorso all'ODF giusto per non portare il discorso sui classici "infiniti" che lasciano il tempo che trovano e non servono a nessuno.Giustissima, comunque, la tua precisazione.Quanto al VRML... non me ne intendo abbastanza per non dir cavolate ma, a sensazione, anche se è vero che è uno standard, la sua gestione era da un lato troppo pesante per l'epoca in cui è stato proposto (parlo del rendering client-side) e dall'altro la pesantezza non si giustificava per l'uso che se ne faceva. Io però ho visto solo qualche applicazione a livello di shop online: non so all'estero, ma da noi c'era assolutamente troppo poca banda e macchine troppo sottodimensionate da parte della "persona qualunque" per poterlo usare. Penso sia per questo che, a differenza degli attuali meta-mondi (come SecondLife ed OpenSIM), non è poi decollato (e, casualmente, nei metamondi si parla, ora, di arrivare ad uno standard "intramondo").L'ODF non credo che corra lo stesso rischio: le macchine "popolari" renderizzano sicuramente layout anche molto complessi, problemi di storage non ce ne dovrebbero oramai essere ed i problemi di banda, in questo caso, non si pongono... l'unico pericolo rimane proprio l'inutile (dal mio POV, ovviamente, ma non da quello delle ditte evidentemente ;)) "guerra degli standard". Alla fine, a parte guadagni estemporanei, credo che da una simile guerra avremo molti vinti e pochi vincitori (perfino MS, adesso, ha dichiarato di dar priorità ad un rendering corretto degli standard W3C, dopo aver spinto per decenni (fino ad IE7 compreso) il proprio rendering custom, giusto per fare un esempio di "guerra infinita" che sta finendo bene ;)).[corretto un errore in un tag HTML :D]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 marzo 2008 14.46-----------------------------------------------------------
  • OoO scrive:
    x la redazione 2
    Cancellate il thread [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero! Ritiro tutte le affermazioni fatte in quel thread. Turconi, in quanto persona suscettibile e soggetta a denunciare, ha espresso altrove la velata intenzione di adire legalmente contro di me, solo perché ho citato delle sue affermazioni invitando poi qualsiasi lettore ad approfondire l'argomento fornendogli tutti i link necessari.
    • OoO scrive:
      Re: x la redazione 2
      - Scritto da: OoO
      Cancellate il thread [OT] Attenti OpenOffice non
      è sw libero! Ritiro tutte le affermazioni fatte
      in quel thread. Turconi, in quanto persona
      suscettibile e soggetta a denunciare, ha espresso
      altrove la velata intenzione di adire legalmente
      contro di me, solo perché ho citato delle sue
      affermazioni invitando poi qualsiasi lettore ad
      approfondire l'argomento fornendogli tutti i link
      necessari.questa è la dichiarazione di Turconi sul NG it-alt.comp.software.openofficeSeguendo il link, mi è capitato di vedere citati, a sproposito e in palese malafede, alcuni miei interventi (e di Paolo Mantovani) su questo newsgroup:http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633402270488819208&i=2208919&m=2209623#p2209623il thread originale del NG è questo:http://it-alt.comp.software.openoffice.computer-e-internet.gruppi.kataweb.it/11726.htmlVolevo perciò avvisare chiunque volesse agire in modo altrettanto ingannevole, usando *mie* parole, che dovrebbe prima informarsi meglio su quale tipo di persona sono: non sono accomodante, non penso che Internet sia il mondo dell'impunibilità, non passo mai sopra a commenti a blog o interventi pubblici fuorvianti che riguardano anche solo di striscio la *mia* persona. Se necessario, come mi è già capitato, arrivo a seguire quella noiosissima procedura che prevede la compilazione di una marea di scartoffie per dare comunicazione di questi fatti a chi di dovere. E non parlo dell'editore De Andreis.Se qualcuno pensa che la mia reazione sia decisamente sproporzionata rispetto l'accaduto, quasi come usare un bazooka per uccidere un moscerino, è bene che prenda coscienza della mia totale e incontrollabile avversione verso i moscerini! ;-)
      • the doc scrive:
        Re: x la redazione 2
        credo che tu sia una persona che va evitata. se vuoi denunciami pure.-------------------------come ho detto ..stai facendo su una questione di lana caprina su un prodotto che neuupre tu sviluppi ... io non ho seguito la risposta sul blog ..ma secondo me sei completamente fuori da ogni logica imprenditoriale.poi tu sei cosi' ... e sono completamente e assolutamente FATTI TUOI ... compila pure cio che ti pare... secondo me sei solo una persona che in questo caso non sa di cosa parla,, a mio modesto parere.
        • OoO scrive:
          Re: x la redazione 2
          - Scritto da: the doc
          credo che tu sia una persona che va evitata.
          se vuoi denunciami pure.io non sono una persona che denuncia. quando partecipo a una disscussione, sono aperto a qualunque opinione e anche critica. puoi dire di me tutto quel che ti va fino ad arrivare all'insulto personale. io cmq non ti denuncio.ho semplicemente preso le affermazioni di uno sviluppatore e quelle di alcuni personaggi italiani per sostenere un malumore attorno a un progetto conosciutissimo e considerato libero. ma evidentemente ho TORTO. ma non uso la denuncia per avere ragione. mi bastano le parole.
          • BlueSky scrive:
            Re: x la redazione 2
            - Scritto da: OoO
            io non sono una persona che denuncia. quando
            partecipo a una disscussione, sono aperto a
            qualunque opinione e anche critica. puoi dire di
            me tutto quel che ti va fino ad arrivare
            all'insulto personale. io cmq non ti
            denuncio.Una cosa sono le critiche e le opinioni, un altro è riportare in maniera parziale le dichiarazioni di qualcuno, in modo tale da cambiarne il significato.
          • OoO scrive:
            Re: x la redazione 2
            - Scritto da: BlueSky
            Una cosa sono le critiche e le opinioni, un altro
            è riportare in maniera parziale le dichiarazioni
            di qualcuno, in modo tale da cambiarne il
            significato.io non ho modificato una parola. le dichiarazioni di Turconi sono lì a disposizione di tutti. ho fornito i link. io ho semplicemente fatto un collage riportando stralci delle sue dichiarazioni. se avessi avuto intenzione di avvantaggiarmene, non avrei mai fornito i link in modo che chiunque potesse maturare una sua opinione.ho già dichiarato a più riprese di essere nel TORTO, perché non potendo affrontare le spese legali scaturenti da una eventuale azione legale non posso dire di avere RAGIONE. ribadisco comunque che nei miei intenti non c'era alcuna malafede. HO FORNITO I LINK DELL'INTERA DISCUSSIONE invitando i lettori del thread a leggerlo:Seguite i link sottostanti per maggiori informazioni:http://www.linux.com/feature/119689http://it-alt.comp.software.openoffice.computer-e-internet.gruppi.kataweb.it/11726.htmlTurconi può accusarmi di tutto, tranne di non aver fornito al lettore i riferimenti alle dichiarazioni ORIGINALI.
          • OoO scrive:
            Re: x la redazione 2
            - Scritto da: OoO
            - Scritto da: BlueSky


            Una cosa sono le critiche e le opinioni, un
            altro

            è riportare in maniera parziale le dichiarazioni

            di qualcuno, in modo tale da cambiarne il

            significato.

            io non ho modificato una parola. ho anche riportato interamente i periodi citati senza eliminare o modificare una sola lettera al suo interno.
      • hiccup scrive:
        Re: x la redazione 2
        ah ora lo ho visto
    • hiccup scrive:
      Re: x la redazione 2
      che diavolo stai dicendo?
  • freeeak scrive:
    ISO perde la faccia per salvare microsof
    come da titolo...
  • pippo scrive:
    a proposito di standard
    http://www.nokia.com/A4136001?newsid=1197788e iniziamo a seppelire anche flash!!! (win)
    • taddeo scrive:
      Re: a proposito di standard
      - Scritto da: pippo
      e iniziamo a seppelire anche flash!!! (win)Iniziate ? L'ho sempre saputo che su PI scrivono fantocci pagati da M$ ...
      • pippo scrive:
        Re: a proposito di standard


        e iniziamo a seppelire anche flash!!! (win)

        Iniziate ? L'ho sempre saputo che su PI scrivono
        fantocci pagati da M$
        ...è vietato avere opinioni? :D
        • taddeo scrive:
          Re: a proposito di standard
          - Scritto da: pippo


          e iniziamo a seppelire anche flash!!! (win)



          Iniziate ? L'ho sempre saputo che su PI scrivono

          fantocci pagati da M$

          ...
          è vietato avere opinioni? :DQuanto costano le tue opinioni ?
          • pippo scrive:
            Re: a proposito di standard




            e iniziamo a seppelire anche flash!!! (win)





            Iniziate ? L'ho sempre saputo che su PI
            scrivono


            fantocci pagati da M$


            ...

            è vietato avere opinioni? :D

            Quanto costano le tue opinioni ?Quanto le tue :D
  • Guybrush Threepwood scrive:
    la minuta del BRM
    usa LA MINUTA DEL BRM con SCIMMIA - "non sembra funzionare"
    • Ciano scrive:
      Re: la minuta del BRM
      - Scritto da: Guybrush Threepwood
      usa LA MINUTA DEL BRM con SCIMMIA

      - "non sembra funzionare"(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Demolitions scrive:
      Re: la minuta del BRM
      - Scritto da: Guybrush Threepwood
      usa LA MINUTA DEL BRM con SCIMMIA

      - "non sembra funzionare"Credo sia il commento migliore che ho mai letto sull'argomento....XD
    • Nonlhocapit a scrive:
      Re: la minuta del BRM
      Non l'ho capita la battuta.Qualcuno me la spiega? Cos'è una minuta del brm con scimmia?
      • Guybrush Threepwood scrive:
        Re: la minuta del BRM
        - Scritto da: Nonlhocapit a
        Non l'ho capita la battuta.
        Qualcuno me la spiega? Cos'è una minuta del brm
        con
        scimmia?china la testa in segno di vergogna[img]http://img180.imageshack.us/img180/8049/minutafg4.jpg[/img]
        • Renji Abarai scrive:
          Re: la minuta del BRM
          era meglio il pollo di gomma con la carrucola!ora mi tocca rigiocare a tutti e 3 gli episodi.... :(
          • Guybrush Threepwood scrive:
            Re: la minuta del BRM
            - Scritto da: Renji Abarai
            era meglio il pollo di gomma con la carrucola!eh ma nell'articolo parlano della minuta del brm, non del pollo di gomma del brm!a proposito,UN POLLOOOOOOOOOOO!!! (grazie r. benson)
            ora mi tocca rigiocare a tutti e 3 gli
            episodi....
            :(non sono 4?ah, ovviamente i primi due li giocherai su ubuntu con la ScummVM! :D
          • Renji Abarai scrive:
            Re: la minuta del BRM
            nah nahli gioco sotto Dos!sono un fedelissimo.Il 3 è meraviglioso.Il 4 è un insulto all'intelligenza e alla giocabilità
          • Guybrush Threepwood scrive:
            Re: la minuta del BRM
            - Scritto da: Renji Abarai
            nah nah
            li gioco sotto Dos!
            sono un fedelissimo.va bene allora ti concedo dosbox su ubuntu :D
            Il 3 è meraviglioso.
            Il 4 è un insulto all'intelligenza e alla
            giocabilitàil 3 l'ho giocato solo fino a metà, il 4 nemmeno installato.non c'è più tiempo :'(
          • kisuke urahara scrive:
            Re: la minuta del BRM
            p) inchino la testa in segno di rispetto! i due lavori che trovo più geniali in assoluto sono bleach e monkey island :Dps: dosbox funziona benissimo anke sotto windows ;)
          • Skywalker scrive:
            Re: la minuta del BRM
            - Scritto da: Guybrush Threepwood
            non sono 4?
            ah, ovviamente i primi due li giocherai su ubuntu
            con la ScummVM!
            :D...il primo lo giocai su Amiga... :-( (amiga)
          • Guybrush Threepwood scrive:
            Re: la minuta del BRM
            io avevo già un onesto 486dx quando giocai il primo.anche se la mia prima avventura della lucasarts è stato il mitico Zak McKracken and the Alien Mindbenders(love)
          • MircoM scrive:
            Re: la minuta del BRM
            pure io... quattro dischetti ed un solo lettore floppy :)comprai immediatamente il secondo lettore esterno.
    • MircoM scrive:
      Re: la minuta del BRM
      - Scritto da: Guybrush Threepwood
      usa LA MINUTA DEL BRM con SCIMMIA

      - "non sembra funzionare"ok, se Punto Informatico dovesse decidere di premiare il miglior commento dell'anno, sappi che avresti la mia candidatura.
  • taddeo scrive:
    "applausi e urla di incoraggiamento"
    E sedie che volano, e scimmioni Ballmer che urlano, schermate blu pirotecniche ...Ma cosa sniffano a Redmond :) ?
    • Stacy think positive scrive:
      Re: "applausi e urla di incoraggiamento"
      Non so... ma ci farò una gita distruttiva, dev'essere un posto pieno di mari... ehm di magia
    • 9nb397922 scrive:
      Re: "applausi e urla di incoraggiamento"


      Ma cosa sniffano a RedmondNon lo so, ma pare roba buona. A venderlo, probabilmente ci farebbero piu' soldi che con Vista...
      • Stacy think positive scrive:
        Re: "applausi e urla di incoraggiamento"
        Vista è una miniera d'oro, solo che ancora non è stata usata la dinamite per scoprirne il vero potenziale
  • kattle87 scrive:
    Quel che a tutti fa schifo
    Alla microsoft rende soddisfatti!!!Mi riferisco alle parole degli intervistati...."è un bella gatta da pelare: non avevo mai visto niente del genere, e sono in questo settore da 25 anni""Molto critico anche Andy Updegrove, avvocato attivista per gli standard aperti, che parla di situazione "disgustosa".""Ritengo che il meccanismo abbia funzionato" ha sostenuto Tom Robertson, responsabile per l'interoperabilità e gli standard di Microsoft (nota personale, l'uomo che deve lavorare di meno al mondo, colui che è responsabile dell'interoperabilità alla M$)Ragazzi ma dove stiamo andando a finire???
  • OoO scrive:
    x la redazione
    datoche la "guerra dei formati" suscita tanto interesse e dibattito tra i lettori di Punto Informatico, invito la Redazione a svolgere un'attenta disamina del formato ODF riguardo a quanto sia effettivamente supportato dalle suite office che nominalmente dichiarano di poterlo gestire (tenuto anche conto anche dell'apparentamento che alcune di loro hanno al progetto OpenOffice.org della Sun). A distanza di quasi due anni dall'approvazione ISO, l'ODF può essere usato come formato d'interscambio tra "diverse" suite office, oppure rimane IL formato di OpenOffice e gemelli diversi?
    • Mr.Mechano scrive:
      Re: x la redazione
      Ma ODF ha avuto già un paio di revisioni, anche le varie suite stanno lavorando ai filtri per integrare le nuove funzioni.Quanto sia supportato di ODF dalle suite è ciò che era disponibile quando le suite sono uscite. Ma stanno lavorando un po' tutti per integrarne il supporto.
  • OoO scrive:
    [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
    E' vero che potete scaricarlo gratis, ma la suite office da tutti considerata come l'alternativa "libera" all'Office della Microsoft nasconde un lato oscuro. Si chiama JCA. Ovvero Joint Copyright Agreement. Per un programmatore autonomo (non prezzolato da Sun) desideroso di partecipare allo sviluppo di OpenOffice.org è quasi un obbligo sottoscriverlo. "Per uno sviluppatore autonomo, è solo questione di gloria. E aver investito buona parte della vita in qualcosa per poi sentirsi dire che devi dare tutto a Sun, o non verrà incluso all'interno di OpenOffice (Questo è succintamente il messaggio) è un po' sconcertante" sono le parole di Michael Meeks, dipendente della Novell al lavoro per sviluppare una versione esterna di OpenOffice (rinominata go-oo) capace di supportare le macro in VBa e un filtro d'importazione dele formato OOXML.Insomma, Sun pretende che il programmatore ceda tutto: il codice e ogni diritto d'autore legato ad esso. I motivi alla base della JCA ce li spiega un veterano del PLIO, Gianluca Turconi:"Poiché è il secondo tipo di accordo che Sunha proposto a chi contribuiva codice e/o altro al progetto, già adessoci sono parti di OOo che sono:1) soggette al primo accordo con Sun, quindi di sua completa proprietà;2) soggette al JCA, per chi ha firmato anche questo accordo dopo ilprimo o ha firmato solo il JCA, quindi con una doppia proprietàintellettuale congiunta Sun-contribuente;3) soggette a licenze compatibili con la LGPL, quindi di completaproprietà del contribuente.Se si utilizzasse una quarta via per la sola Novell, sapere la licenzadei binari e del codice di OOo, e di conseguenza le eventualiresponsabilità in caso di violazioni di brevetti, diventerebbe una sfidapersa in partenza anche per il miglior avvocato internazionalista... ;-)"Ma è tutto qui? No. Turconi spiega altre ragioni alla base del JCA."Questo perché il codice, tutto, anche quello libero, ha un valore, cioèè un asset in termini economici da mettere a bilancio. La cessione daSun alla fondazione o da Novell a Sun di codice e/o altro know howcomporta modifiche non indifferenti in termini di bilancio. E nessunasocietà per azioni è ancora diventata un'ente di beneficenza. ;-P"Questione di vil denaro, di bilanci e quotazioni azionarie, insomma.Ma cos'è questa fondazione di cui parla Turconi? Agli esordi, quando Sun rilasciò il codice sorgente di StarOffice sotto licenza LGPL, si ventilò l'ipotesi di costituire una fondazione che, a detta di un altro veterano di OpenOffice, Paolo Mantovani, costituirebbe "la garanzia migliore per gli utenti, per gli sviluppatori indipendenti e anche per le aziende coinvolte".La ferma opposizione di Sun Microsystem, allora come oggi il vero grande motore dello sviluppo di OpenOffice, fece saltare questa ipotesi. Sono inquietanti le parole di Turconi a proposito di una collaborazione tra Sun e gli sviluppatori indipendenti: "Pensate ai volontari OOo e a Sun come a due sconosciuti che siincontrano su una via buia nel mezzo di un bosco; tutt'attorno la stradaè pericolosa ed è più sicuro camminare insieme. Dobbiamo solo prestareattenzione ad avere ancora il portafoglio quando l'altro sceglierà unastrada differente alla fine del viaggio!"Insomma, se volete collaborare al progetto OpenOffice.org "state ben attenti al portafoglio"!Seguite i link sottostanti per maggiori informazioni:http://www.linux.com/feature/119689http://it-alt.comp.software.openoffice.computer-e-internet.gruppi.kataweb.it/11726.html
    • olah scrive:
      Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
      OpenOffice è sotto licenza LGPL. Il software sotto licenza LGPL è considerato software libero.http://it.wikipedia.org/wiki/LGPLhttp://it.wikipedia.org/wiki/OpenOffice.org
      • OoO scrive:
        Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
        - Scritto da: olah
        OpenOffice è sotto licenza LGPL.

        Il software sotto licenza LGPL è considerato
        software
        libero.infatti molti programmatori si lamentano della JCA. In sostanza diventa tutto di Sun Microsystem. Il programmatore perde ogni diritto sul proprio lavoro, anche il diritto d'autore, mentre Sun arricchisce il suo bilancio con altro prezioso codice ( e poi fa shopping acquistando MySQL)
        • olah scrive:
          Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
          "infatti" riferito a cosa?Non c'è legame tra ciò che sostieni e la tua affermazione iniziale secondo la quale il software in oggetto non sarebbe libero.Il software è libero quando garantisce 4 libertà fondamentali:Libertà di eseguzioneLibertà di studio e modifica del codiceLibertà di copiaLibertà di distribuzioneHo il codice, posso leggerlo, modificarlo, distribuirlo. Quindi il software è libero.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            Ho il codice, posso leggerlo, modificarlo,a patto che rinunci a ogni diritto d'autore sul tuo contributo cedendolo a Sun Microsystem. questo è il ricatto della JCA.
            distribuirlo. Quindi il software è
            libero.libero, con ricatto incorporato.
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!

            a patto che rinunci a ogni diritto d'autore sul
            tuo contributo cedendolo a Sun Microsystem.
            questo è il ricatto della
            JCA.
            Falso. Sarebbe una violazione della licenza LGPL.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            Falso. Sarebbe una violazione della licenza LGPL.ma scusa, leggi gli articoli e le discussioni collegate ai link che ti ho dato, o anche quest'altra discussionehttp://www.openoffice.org/servlets/ReadMsg?list=discuss&msgNo=30706
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            Posso leggere tutta la documentazione che vuoi ma rimane il fatto incontrovertibile che la licenza è la LGPL. Nessuno può impedirmi di modificare e distribuire il codice.Una cosa è il software, un'altra il marchio OpenOffice. Stai facendo un po' di confusione.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            Posso leggere tutta la documentazione che vuoi ma
            rimane il fatto incontrovertibile che la licenza
            è la LGPL. Nessuno può impedirmi di modificare e
            distribuire il
            codice.se vuoi farlo in collaborazione con Sun devi rinunciare ai dirittti d'autore sul codice, che diventa a tutti gli effetti codice e proprietà della Sun. Questo è contrario a ogni principio di libertà che conosco. è un ricatto bello e buono.
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!


            se vuoi farlo in collaborazione con Sun devi
            rinunciare ai dirittti d'autore sul codice, che
            diventa a tutti gli effetti codice e proprietà
            della Sun. Questo è contrario a ogni principio di
            libertà che conosco. è un ricatto bello e
            buono.Questo non rende il software non libero, dato che non sono costretto a collaborare con SUN per intervenire sul codice.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            Questo non rende il software non libero, dato che
            non sono costretto a collaborare con SUN per
            intervenire sul
            codice.l'alternativa è un forking del progetto che, ti ricordo, conta milioni di linee di codice sorgente e richiede un immane know-how per gestirlo. la contendibilità del codice diventa esclusivo appannaggio di poche multinazionali. difatti chi può permettersi di avviare un progetto alternativo a OpenOffice.org sono oggi aziende del calibro di IBM (Lotus Symphony) e Novell (go-oo). Nessuna di queste aziende ha sottoscritto la JCA e Novell è stata molto critica nei suoi riguardi. Il povero sviluppatore indipendente non può che cedere al ricatto donando il suo lavoro e i diritti d'autore a Sun Micosystem.
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            ma da quale presupposti parti per decidere se un software è libero? Da quanto è complicato lavorarci, o dai diritti garantiti dalla licenza?Sembra che per te si tratti di un problema di capacità di intervenire sul codice, per me invece è una questione di diritti sul codice e non mi sembra che il software in questione violi la licenza d'uso.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            ma da quale presupposti parti per decidere se un
            software è libero? Da quanto è complicato
            lavorarci, o dai diritti garantiti dalla
            licenza?

            Sembra che per te si tratti di un problema di
            capacità di intervenire sul codice, capacità di intervenire sul codice cedendolo alla comunità e non a Sun Microsystem e al suo sistema per incassare i benefici economici derivanti dal progetto. a te fa davvero così schifo che il codice sorgente di OpenOffice appartenga ad una fondazione dove anche le aziende sviluppatrici e gli sviluppatori solitari che hanno contribuito al codice possano determinare le sorti del progetto???insomma, a te questyo status quo sta bene. Sun ricatta gli sviluppatori e incassa i benefici economici delle loro collaborazioni restando sempre al centro del progetto. complimenti, bella coerenza!
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!

            insomma, a te questyo status quo sta bene. Sun
            ricatta gli sviluppatori e incassa i benefici
            economici delle loro collaborazioni restando
            sempre al centro del progetto. complimenti, bella
            coerenza!Io ho semplicemente fatto notare che o tu hai una definizione molto personale del software libero oppure hai semplicemente detto una cosa non vera. Per il resto puoi criticare la SUN quanto ti pare, ma da solo perché non intendo portare avanti una discussione anche su questo tema.Dato che per gran parte dell'universo il termine software libero ha un significato ben preciso, per evitare confusione sarebbe meglio usare un unico vocabolario. Tutto qui.
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: OoO
            se vuoi farlo in collaborazione con Sun devi
            rinunciare ai dirittti d'autore sul codice, che
            diventa a tutti gli effetti codice e proprietà
            della Sun. Questo è contrario a ogni principio di
            libertà che conosco. è un ricatto bello e
            buono.è qual'è il problema ? fai un fork e lavori per i fatti tuoi ... ti mantieni i tuoi diritti e tutto. Ovviamente non potrai usare lo stesso nome ...
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: Edo78
            è qual'è il problema ? fai un fork e lavori per i
            fatti tuoi ... ti mantieni i tuoi diritti e
            tutto. Ovviamente non potrai usare lo stesso nomeil mito del "prendo il codice e faccio da solo"! hahahaha, di un programma che conta milioni di linee di codice??? certo!
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: OoO
            il mito del "prendo il codice e faccio da solo"!
            hahahaha, di un programma che conta milioni di
            linee di codice???
            certo!Data la tua risposta temo di non essermi spiegato chiaramente.Per come la vedo io ci sono due scenari possibili (sono di più ma questi sono i più probabili):- uno sviluppatore da solo vuole partecipare allo sviluppo di OOo allora deve sottostare alle regole di SUN- un gruppo di sviluppatori (decine, centinaia o migliaia o quanti ne servono) decide di forkare OOo, trova un altro nome ed è libero di procedere come vuole modificando il sw libero.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: Edo78
            Per come la vedo io ci sono due scenari possibili
            (sono di più ma questi sono i più
            probabili):
            - uno sviluppatore da solo vuole partecipare allo
            sviluppo di OOo allora deve sottostare alle
            regole di
            SUN
            - un gruppo di sviluppatori (decine, centinaia o
            migliaia o quanti ne servono) decide di forkare
            OOo, trova un altro nome ed è libero di procedere
            come vuole modificando il sw
            libero.quindi se uno sviluppatore (1 di numero) vuole modificare OpenOffice.org deve o sottostare al ricatto di Sun, oppure deve trovare centinaia di altri sviluppatori 1 disposti a portare avanti un progetto alternativo 2 abbastanza esperti da capire il codice esistente per modificarlo/migliorarlo.scusa ma questa non è un'alternativa praticabile. e non lo dico soltanto io, lo dicono molti sviluppatori che per anni hanno cercato di dare il loro contributo al progetto e sono stati posti davanti a questa scelta: cedere tutto a Sun o imbarcarsi in un'avventurosa e quasi impossibile (per un programmatore singolo e isolato) impresa del forking di OpenOffice.org.
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: OoO
            quindi se uno sviluppatore (1 di numero) vuole
            modificare OpenOffice.org deve o sottostare al
            ricatto di Sun, oppure deve trovare centinaia di
            altri sviluppatori


            1 disposti a portare avanti un progetto
            alternativo


            2 abbastanza esperti da capire il codice
            esistente per
            modificarlo/migliorarlo.

            scusa ma questa non è un'alternativa praticabile.
            e non lo dico soltanto io, lo dicono molti
            sviluppatori che per anni hanno cercato di dare
            il loro contributo al progetto e sono stati posti
            davanti a questa scelta: cedere tutto a Sun o
            imbarcarsi in un'avventurosa e quasi impossibile
            (per un programmatore singolo e isolato) impresa
            del forking di
            OpenOffice.org.Ti giuro che non capisco qual'è il tuo problema.Assodato che uno sviluppatore da solo non combina un kazzo tu ti lamenti perchè, nel caso uno sviluppatore voglia partecipare, questo dovrebbe essere seguito e formato impiegando tempo e risorse (se fosse capace di fare le modifiche da solo potrebbe farle, se non può ha bisogno che qualcuno gli spieghi come procedere).Fino a qui penso sia ancora pacifico e il fatto che il tempo e le risorse siano di SUN mi pare una supposizione quantomeno lecita.Quindi se SUN lasciasse tutto ai singoli sviluppatori, qualora decida di apportare dei cambiamenti di rotta (es. passare da LGPL a GPL) dovrebbe convincere ognuno degli sviluppatori e basterebbe solo uno per bloccarli fino a quando non avranno sostituito dal codice tutto quello scritto da questo singolo individuo.A questo punto lo scenario che si prospetterebbe per SUN sarebbe di dover investire in un individuo e non avere la certezza , non dico di avere un ritorno, ma nemmeno di non avere grosse grane (sostituire il codice scritto in due mesi da un novellino è nulla in confronto a quanto potrebbe essere stato scritto in anni da uno esperto).
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: Edo78
            Ti giuro che non capisco qual'è il tuo problema.
            Assodato che uno sviluppatore da solo non combina
            un kazzo tu ti lamenti perchè, nel caso uno
            sviluppatore voglia partecipare, questo dovrebbe
            essere seguito e formato impiegando tempo e
            risorse in realtà io ho detto che uno sviluppatore singolo che abbia un'idea su come migliorare OpenOffice, sia poi costretti dalla JCA a cedere tutto a Sun (non a una fondazione che democraticamente viene guidata dalla comunità), oppure deve crearsi una sua versione di OpenOffice. questa situazione impedisce a molti programmatori di contribuire effettivamente al codice sorgente di openoffice. l'alternativa è diventare leader e promotore di un progetto alternativo, andando alla ricerca di altri sviluppatori volontari disposti e capaci di contribuire al codice. per uno sviluppatore solitario quest'ultima ipotesi è molto difficile. mentre è più facile per multinazionali come IBM (che ha creato Lotus Symphony ) e Novell (go-oo). queste aziende si che possono reclutare programmatori capaci, pagarli addirittura per implementare il codice.e questa sarebbe la libertà secondo Sun Microsystem. aprite gli occhi e dirigete i vostri sforzi verso quei progetti davvero liberi da JCA. liberi di contribuire e di determinare le sorti del progetto senza multinazionali che vi impongono clausole capestro. aprite gli occhi!
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            No tu hai sostenuto che OOo non fosse sw libero.Poi hai tentato di motivare la cosa in vari modi.La definizione di sw libero generalmente accettata è quella di RMS e visto che OOo rispetta le 4 libertà previste da Stallman allora viene considerato sw libero.Se tu, da solo, vuoi coniare una nuova definizione di sw libero sentiti libero di farlo, nessuno ti vieta di avere dei parametri diversi da quelli generalmente accettati (anzi) ma dovresti chiarire meglio.Avresti potuto dire che tu non lo consideri libero e nessuno avrebbe potuto obiettare nulla.Se un singolo sviluppatore ha un'idea è vuole implementarla e ridistribuire il risultato del suo lavoro e la licenza non glielo vieta allora il sw viene considerato libero. Se il programmatore non è capace di modificare il sw mica è colpa della licenza.
          • PERPLESSO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            ma ci fai ?ma ci sei ?o che altro.se vuoi fare un fokr da solo e non ne sei capace .. lascia stare .. programmati qualcosa di piu' semplice.. "hello world" ma se vuoi costruitrti un software decente degno di questo nome .. bisogna essere in tanti e i tanti hanno bisogno di regole.Se poi qualcuno ci si arricchisce sopra perche' nonsotante sviluppi free sia in grado pure di guadagnarci .. che siamo talebani ???Certo non stravedo per SUN .. ma sempre meglio della casa dalle "finestre" che ridono . ciao e rilassati..
          • BlueSky scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: OoO
            quindi se uno sviluppatore (1 di numero) vuole
            modificare OpenOffice.org deve o sottostare al
            ricatto di Sun, oppure deve trovare centinaia di
            altri sviluppatoriLibertà significa che tu puoi prendere il codice, modificarlo e redistribuirlo. Il fatto che sia complicato non significa nulla.
          • Blackstorm scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: OoO

            quindi se uno sviluppatore (1 di numero) vuole

            modificare OpenOffice.org deve o sottostare al

            ricatto di Sun, oppure deve trovare centinaia di

            altri sviluppatori

            Libertà significa che tu puoi prendere il codice,
            modificarlo e redistribuirlo. Il fatto che sia
            complicato non significa
            nulla.Allora è palesemente una libertà fittizia. Se il codice è troppo incasinato perchè io singolo sviluppatore possa modificarlo, è una libertà che non ho. Se io sviluppatore ho in mente un plugin per openoffice per esendere la funzionalità X e le uniche due alternative che ho sono forkare OO oppure cedere ogni e qualsiasi diritto su quel codice alla Sun, io non ho effettivamente la libertà di modificarlo.
          • krane scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: Blackstorm
            - Scritto da: BlueSky

            - Scritto da: OoO


            quindi se uno sviluppatore (1 di numero) vuole


            modificare OpenOffice.org deve o sottostare al


            ricatto di Sun, oppure deve trovare centinaia


            di altri sviluppatori

            Libertà significa che tu puoi prendere il

            codice, modificarlo e redistribuirlo. Il fatto

            che sia complicato non significa nulla.
            Allora è palesemente una libertà fittizia. Se il
            codice è troppo incasinato perchè io singolo
            sviluppatore possa modificarlo, è una libertà che
            non ho. Complimenti : hai appena inventato il concetto di mancata liberta' per complicazione (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Se io sviluppatore ho in mente un plugin
            per openoffice per esendere la funzionalità X e
            le uniche due alternative che ho sono forkare OO
            oppure cedere ogni e qualsiasi diritto su quel
            codice alla Sun, io non ho effettivamente la
            libertà di modificarlo.Cosa c'entra la licenza del plughin con la licenza dell'applicazione ?
          • Gianluca Turconi scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: OoO
            - Scritto da: olah

            Posso leggere tutta la documentazione che vuoi
            ma

            rimane il fatto incontrovertibile che la licenza

            è la LGPL. Nessuno può impedirmi di modificare e

            distribuire il

            codice.

            se vuoi farlo in collaborazione con Sun devi
            rinunciare ai dirittti d'autore sul codice, che
            diventa a tutti gli effetti codice e proprietà
            della Sun. Questo è contrario a ogni principio di
            libertà che conosco. è un ricatto bello e
            buono.Non è vero.Il ***Joint*** Copyright Agreement (JCA) non prevede affatto di rinunciare a tutti i diritti d'autore sul codice, anzi l'esatto contrario. Riporto testualmente dalla copia che ***ho firmato*** (clausola 2):"Contributor retains the right to use the Contribution for Contributor's own purposes."Il Copyright è ***congiunto*** ed è molto meglio di quanto diceva l'accordo precedente il JCA.Inoltre, quando si citano le parole di una persona sarebbe opportuno contestualizzarle e non estraporlarle secondo i propri interessi. Nel thread il cui link fortunatamente ti sei degnato di citare scrivevo anche:"Originariamente era prevista una fondazione e il rilascio del codice sotto licenza GNU GPL semplice. Non si è avuta né l'una né l'altra cosa, ma il progetto è cresciuto e, insieme a esso, anche la comunità che lo supporta. Per esempio, in Italia abbiamo un'associazione legalmente riconosciuta (il Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org, PLIO) che prima non esisteva."e ancora:"Riassunto: finché dura la collaborazione, bene. Quando gli interessi non coincideranno più, si prende il codice di OOo e si va da qualche altra parte."Che davano un senso ben diverso ai pragrafi che hai riportato.Saluti,Gianluca
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: Gianluca Turconicaro Turconise Novell, IBM e molti sviluppatori indipendenti sono in disaccordo con Sun e la sua JCA, non è tutto rose e fiori. tra l'altro l'articolo di linux.com parla di dissaporti anche con gli autori della documentazione libera.Per quanto riguarda il PLIO, preferivo l'associazione che si dedicava allo sviluppo dei dizionari e che ebbe il coraggio di far uscire una sua versione di OpenOffice 1.x con licenza GPL, salvo poi allinearsi alle posizioni della Sun. Questo PLIO dei Vignoli markettari, che scopiazzano le P.R. più becere della Microsoft e cominciano a fare politica a me non piace proprio.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: Gianluca Turconi
            Che davano un senso ben diverso ai pragrafi che
            hai
            riportato.Faccio ammenda pubblica. Turconi HA RAGIONE E IO TORTO. Lo dico perché lui ha espresso la ferma intenzione di denunciarmi. Non potendo sopportare un'azione legale, ritiro tutte quante le affermazioni di questo thread.
          • iRoby scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            Ma ormai le hai fatte, che ritiri a fare?Calunnia e diffamazione sono meno gravi di un omicidio, ma comunque non è che le sciacqui con un "mi scusi", sono su forum letti da milioni di persone...Tanto valeva cambiare nomi e non citare le fonti originarie...
        • olah scrive:
          Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
          Ti ricordo inoltre che l'articolo parla di formati e non di programmi. E di ooxml e non di odf.Mi sa quindi che hai sbagliato forum.
          • OoO scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            Ti ricordo inoltre che l'articolo parla di
            formati e non di programmi. E di ooxml e non di
            odf.infatti ho inserito OT (off topic) nell'intestazione del thread.
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            Questo lo rende solo un fuori tema annunciato.
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            Questo lo rende solo un fuori tema annunciato.e tu, pur sapendolo, continui a rispondere e alimentarlo ? se non ti va bene non rispondere ...
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            di che colore è il cielo?il sole è blu.no, ho chiesto di che colore è il cielo, e comunque il sole è giallo.uno sproposito può valere una risposta anche se è uno sproposito.
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah
            di che colore è il cielo?

            il sole è blu.

            no, ho chiesto di che colore è il cielo, e
            comunque il sole è
            giallo.

            uno sproposito può valere una risposta anche se è
            uno
            sproposito.Un OT rimane un OT e una risposta ad un OT è OT.Un bue che dice "cornuta" ad una mucca non perde le corna ...
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!

            Un OT rimane un OT e una risposta ad un OT è OT.Assunto arbitrario. Una risposta è OT se non inerente a ciò a cui risponde.
            Un bue che dice "cornuta" ad una mucca non perde
            le corna
            ...dipende, se la mucca si arrabbia gliele rompe
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah

            Un OT rimane un OT e una risposta ad un OT è OT.

            Assunto arbitrario. Una risposta è OT se non
            inerente a ciò a cui
            risponde.se ci sono due strade, una giusta e una sbagliata e tu segui qualcuno su quella sbagliata stai sbagliando anche tu.
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!

            se ci sono due strade, una giusta e una sbagliata
            e tu segui qualcuno su quella sbagliata stai
            sbagliando anche
            tu.Ma io non sto seguendo nessuno. Seguire per ciò che riguarda il comportamento vuol dire fare le stesse cose. Io non sto aprendo post ot, quindi non sto facendo le stesse cose.
          • Edo78 scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah

            se ci sono due strade, una giusta e una
            sbagliata

            e tu segui qualcuno su quella sbagliata stai

            sbagliando anche

            tu.

            Ma io non sto seguendo nessuno.

            Seguire per ciò che riguarda il comportamento
            vuol dire fare le stesse cose. Io non sto aprendo
            post ot, quindi non sto facendo le stesse
            cose.quindi tu sostieni che anche le risposte che stai dando a me non siano OT tra i commenti relativi ad una notizia su ooxml ?Allora mi sa che abbiamo definizioni lievemente differenti di cosa sia OT.
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!

            quindi tu sostieni che anche le risposte che stai
            dando a me non siano OT tra i commenti relativi
            ad una notizia su ooxml
            ?Sì
            Allora mi sa che abbiamo definizioni lievemente
            differenti di cosa sia
            OT.Vediamo... per me OT significa fuori tema. Questa risposta che ti ho appena dato, è a tema o fuori tema?Se fosse un commento all'articolo sarebbe fuori tema, ma essendo una risposta alla tua domanda, per me è a tema. Per te no? Non ho forse risposto alla tua domanda?
          • Blackstorm scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
            - Scritto da: olah

            quindi tu sostieni che anche le risposte che
            stai

            dando a me non siano OT tra i commenti relativi

            ad una notizia su ooxml

            ?

            SìTu e i forum siete due rette sghembe, vero?


            Allora mi sa che abbiamo definizioni lievemente

            differenti di cosa sia

            OT.

            Vediamo... per me OT significa fuori tema. Questa
            risposta che ti ho appena dato, è a tema o fuori
            tema?E' fuori tema rispetto all'argomento di discussione del forum. Le rette sghembe non solo non si incontrano mai, ma non sono nemmeno parallele, lo sai?

            Se fosse un commento all'articolo sarebbe fuori
            tema, ma essendo una risposta alla tua domanda,
            per me è a tema. Per te no? Non ho forse risposto
            alla tua
            domanda?Ok. Prova a farlo su un qualsasi altro forum: rispondi ad un ot. Poi vediamo cosa ti dice il moderatore di quel forum.
          • olah scrive:
            Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!

            Ok. Prova a farlo su un qualsasi altro forum:
            rispondi ad un ot. Poi vediamo cosa ti dice il
            moderatore di quel
            forum.Vale se lo faccio in uno dei forum che modero io?
    • FDG scrive:
      Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
      - Scritto da: OoO
      E' vero che potete scaricarlo gratis, ma la suite
      office da tutti considerata come l'alternativa
      "libera" all'Office della Microsoft nasconde un
      lato oscuro. Si chiama JCA. Ovvero Joint
      Copyright Agreement.A me pare una questione molto semplice: per distribuire StarOffice con tutte le modifiche incorporate in OpenOffice Sun ha bisogno del permesso degli sviluppatori che le realizzano. Ma questo non vuol dire che OpenOffice non sia software libero. Tant'è che esiste una versione interamente sottoposta a GPL che si chiama NeoOffice che non distribuisce Sun.
    • Mr.Mechano scrive:
      Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
      Ti risponde chiaramente uno dei responsabili del Progetto Linguistico Italiano di OpenOffice.org il PLIO:""Pensate ai volontari OOo e a Sun come a due sconosciuti che siincontrano su una via buia nel mezzo di un bosco; tutt'attorno la stradaè pericolosa ed è più sicuro camminare insieme. Dobbiamo solo prestareattenzione ad avere ancora il portafoglio quando l'altro sceglierà unastrada differente alla fine del viaggio!"Riassunto: finché dura la collaborazione, bene. Quando gli interessi noncoincideranno più, si prende il codice di OOo e si va da qualche altraparte. :)"Quindi non vedo dove sia il problema. Quando Sun farà cazzate la comunità dei programmatori sarà pronta a forkare il progetto ed andare altrove...
      • OoO scrive:
        Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
        - Scritto da: Mr.Mechano
        Riassunto: finché dura la collaborazione, bene.
        Quando gli interessi
        non
        coincideranno più, si prende il codice di OOo e
        si va da qualche
        altra
        parte. :)"hai ben riassunto la SUA posizione. già oggi la JCA produce malcontento tra alcuni sviluppatori e addirittura si parla di un malcontento di Novell e IBM, e questi ultimi hanno avviato progetti alternativi, e si crea già o una mancata collaborazione tra sviluppatori e progetto, o addirittura tre progetti alternativi, ognuno per la propria strada. non sarebbe meglio sin da subito chiedere la istituzione di una fondazione dove Sun, Novell, IBM e tutti gli altri che vorranno contribuire siedono insieme attorno a un codice sorgente comunemente sviluppato??bisogna necessariamente arrivare, come dice Turconi, e anche tu al momento di rottura (evidente) degli interessi, o si può cercare sin da ora a progettare un futuro che eviti questa rottura?
        Quindi non vedo dove sia il problema. Quando Sun
        farà cazzate la comunità dei programmatori sarà
        pronta a forkare il progetto ed andare
        altrove...bisogna arrivare a questo punto, o si può lavorare per evitarlo? personalmente non temo Sun, perché la validità del progetto e il crescente successo del prodotto sono dovuti alla forte spinta di chi si è da tempo prodigato a spiegare agli altri come usare adeguatamente questa suite di programmi per l'ufficio. non credo che StarOffice della Sun sarebbe mai riuscito a ritagliarsi una fetta di utenti così consistente. Quindi Sun è indispensabile al progetto, almeno quanto qualsiasi altro. e' ora che Sun lo capisca.
        • krane scrive:
          Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
          - Scritto da: OoO
          - Scritto da: Mr.Mechano

          Riassunto: finché dura la collaborazione, bene.

          Quando gli interessi non coincideranno più, si

          prende il codice di OOo e si va da qualche

          altra parte. :)"
          hai ben riassunto la SUA posizione. Del resto e' gia' successo con X.free X.Org, e non mi sembra che ci sia stata tutta queste complicazione, anzi ora X.org e' piu' avanti di X.free.
        • Mr.Mechano scrive:
          Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!
          Ma chi se ne frega di cercare ora una soluzione!!Finché Sun infonde $$$ e programmatori in OpenOffice.org che prenda pure ciò che le serve per lo StarOffice. Intanto i vantaggi li abbiamo da entrambe le parti...Quando la situazione sarà insostenibile, non si è perso nulla, si prende tutto il codice e si fa il fork tutto libero, come è già accaduto con X.org e altri progetti (come ti hanno fatto notare).Io non ci trovo né scandali né pericoli di morte imminente di progetti e di persone correlate.Basta guardare ai derivati di OOo di IBM e di altri produttori, ognuno va per la sua strada, l'importante è il supporto a ODF per l'interscambio di documenti.
    • CSOE scrive:
      Re: [OT] Attenti OpenOffice non è sw libero!

      E nessuna
      società per azioni è ancora diventata un'ente di
      beneficenza.A me sembra molto positivo che finalmente si noti anche il soldo sotto le urla propagandistiche.E' bene dire che quando si promuove OO si promuove una multinazionale non la libertà.E quando si vuol far adottare certi strumenti scadenti alla PA, bisognerebbe valutare il valore di una macro semplice e funzionante o di una stampa unione alla portata di tutti, invece di fermarsi alla licenza.
  • OoO scrive:
    ODF ha perso
    il problema è che ODF ha perso l'occasione di diventare standard de facto, nonostante abbia avuto due anni a disposizione dalla sua promozione a standard ISO e tre anni dall'approvazione a standard OASIS, questo formato d'interscambio tra suite office non viene supportato da nessuno, eccezion fatta per i programmi di Sun Microsystem (Il formato ODF è l'evoluzione del formato usato nelle versioni 1.x di StarOffice/OpenOffice.org).Attualmente:+ nessun programma ad eccezione di Open-StarOffice e IBM Lotus Symphony (OpenOffice 1.x modificato) permette l'apertura di un file ODF senza la perdita d'importanti porzioni del documento stesso sullo schermo.+ nessun visualizzatore permette l'apertura di un file ODF senza la perdita di dati sullo schermo.E tutto questo accade nonostante il formato ODF sia stato documentato in sole 600 pagine e faccia riferimento ad altri standard (XML, ecc...) conosciutissimi all'interno della comunità dei programmatori. Così è stato detto a più riprese in molti luoghi, anche sulle pagine web di P-I (ricordo l'intervista a Italo Vignoli, portavoce del PLIO). Ricordo a tutti la sostanza di quella intervista: nel confronto fra ODF e OOXML il primo sarebbe preferibile proprio per la mole più esigua della documentazione. I fatti degli ultimi tre anni dimostrano il contrario.
    • olah scrive:
      Re: ODF ha perso
      ODF è supportato da:Corel Office,GNOME Office,Google Docs,KOffice,Lotus Symphony,NeoOffice,OpenOffice.org,ShareOffice,SoftMaker Office,StarOffice,ThinkFree Office,WPS Office,ZCubes,Zoho Office Suite( http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_office_suites )-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 08.32-----------------------------------------------------------
      • OoO scrive:
        Re: ODF ha perso
        - Scritto da: olah
        ODF è supportato da:

        Corel Office,
        GNOME Office,
        Google Docs,
        KOffice,
        Lotus Symphony,
        NeoOffice,
        OpenOffice.org,
        ShareOffice,
        SoftMaker Office,
        StarOffice,
        ThinkFree Office,
        WPS Office,
        ZCubes,
        Zoho Office Suitehai mai usato realmente uno di questi programmi (eccezion fatta per quelli che sono chiaramente OpenOffice) per capire quanto il formato sia supportato, oppure hai fatto un semplice copi/incolla da Wikipedia???
        • olah scrive:
          Re: ODF ha perso
          Ho fatto copia e incolla da wikipedia. E tu, hai usato questi programmi?
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: olah
            Ho fatto copia e incolla da wikipedia. E tu, hai
            usato questi
            programmi?SI. posso dirti che il supporto di GNOME OFFICE e di KOFFICE a ODF è PIETOSO.
          • olah scrive:
            Re: ODF ha perso
            Quindi ne hai provati due su 14. Un po' poco per sparare sentenze.Poi che versioni hai provato di koffice e gnome office? Nella versione 4 di kde hanno lavorato molto sul supporto a odf.
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: olah
            Quindi ne hai provati due su 14. 14? cala, cala.Hai ripetuto 4 volte OpenOffice.org in maniera involontaria. lo sanno anche i sassi cheOpenOffice.org, StarOffice, NeoOffice e IBM Lotus Symphony sono tutti basati sul codice di OpenOffice. è come se avessi dettoOpenOffice 4 volte.cmq ho usato l'ultimo Abiword e Koffice 1.5, insomma le ultime release stabili di questi programmi per basare le mie considerazioni. i risultati sono deludenti, e son passati anni dalla standardizzazione ISO.
          • olah scrive:
            Re: ODF ha perso

            14? cala, cala.
            Hai ripetuto 4 volte OpenOffice.org in maniera
            involontaria. lo sanno anche i sassi
            che

            OpenOffice.org, StarOffice, NeoOffice e IBM Lotus
            Symphony sono tutti basati sul codice di
            OpenOffice. è come se avessi dettoOpenOffice 4
            volte.Basato diverso da uguale. Quindi sono quattro prodotti diversi, con le loro caratteristiche peculiari.
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: olah

            14? cala, cala.
            Basato diverso da uguale. Quindi sono quattro
            prodotti diversi, con le loro caratteristiche
            peculiari.OpenOffice e Staroffice sono uguali. NeoOffice è molto simile e IBM Lotus S. è codice della 1.xhai aperto un documento ODF con Abiword piuttosto?
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: OoO
            hai aperto un documento ODF con Abiword piuttosto?anche googledocs non offre un supporto ottimale all'ODF. Ho appena provato ad aprire un documento di testo ed sicuramente è la migliore gestione che abbia visto finora, ma nulla garantisce la piena aderenza del formato ODF come OpenOffice.org.
          • olah scrive:
            Re: ODF ha perso

            OpenOffice e Staroffice sono uguali. simili
            NeoOffice è
            molto simile e IBM Lotus S. è codice della
            1.xsimile diverso da uguale
            hai aperto un documento ODF con Abiword piuttosto?No e non mi interessa farlo. E per quanto riguarda la koffice, l'ultima versione è la 1.63 e non la 1.5. E anche questa non mi sembra così importante. Mi sembra molto più importante il supporto di Google Docs.Ciò che importa è che programmi diversi possano utilizzare liberamente lo stesso formato di file, senza brevetti pendenti od ostacoli nell'accesso alle specifiche.
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: olah
            Mi sembra molto più importante il
            supporto di Google
            Docs.mi spiace, nemmeno quello è soddisfacente al 100%.
          • olah scrive:
            Re: ODF ha perso

            mi spiace, nemmeno quello è soddisfacente al 100%.E con questo? A me importa che sia utile. E' utile? A me si. Forse anche a molti altri.
          • Luce spelendend e scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: olah

            mi spiace, nemmeno quello è soddisfacente al
            100%.

            E con questo? A me importa che sia utile. E'
            utile? A me si. Forse anche a molti
            altri.Tu manderesti mai un curriculum ad un'azienda in formato ODF?Ecco, già questo risolve la questione fra cosa usare e cosa non usare.
          • annonnimmo scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: olah
            Quindi ne hai provati due su 14. Un po' poco per
            sparare
            sentenze.

            Poi che versioni hai provato di koffice e gnome
            office? Nella versione 4 di kde hanno lavorato
            molto sul supporto a
            odf.Beh te che ti presenti con un copia e incolla per fare il figo dovresti essere il primo a stare zitto in materia di 'sentenze'...
          • olah scrive:
            Re: ODF ha perso

            Beh te che ti presenti con un copia e incolla per
            fare il figo dovresti essere il primo a stare
            zitto in materia di
            'sentenze'...Ma io non ho sentenziato nulla. Ho emesso sentenze? Non mi pare. E non voglio neanche fare il figo, tanto è vero che ho detto chiaramente di aver fatto solo una ricerca su Internet, inserendo il link in modo che si sapesse la fonte.Ho solo chiesto su quali informazioni si è detto che il formato non è supportato da pogrammi diversi da OpenOffice e la risposta è stata "ho provato con un paio di programmi". Evidentemente i miei dubbi erano giustificati.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 10.57-----------------------------------------------------------
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 10.57
            --------------------------------------------------Google Docs ha un supporto all'80%GNOME OFFICE al 55%KOFFICE (1.6) come sopra e tu copi/incolli da Wikipedia. chi è che fa supposizioni???
          • olah scrive:
            Re: ODF ha perso

            Google Docs ha un supporto all'80%wow!
            GNOME OFFICE al 55%
            KOFFICE (1.6) come sopra come le calcoli le percentuali?

            e tu copi/incolli da Wikipedia. chi è che fa
            supposizioni???Che c'è di male a fare copia e incolla da Wikipedia per fornire un elenco dei software supportati? C'erano forse degli errori? L'elenco era fasullo? Il documento menzognero?Io non ho fatto supposizioni, volevo solo sapere su cosa basavi le tue affermazioni. Tu hai detto: quel formato non lo supporta nessuno e io ti ho fornito un elenco. E' il fatto che venga da Wikipedia che non ti piace? O l'elenco in sé?Poi hai detto che i programmi indicati o non contano perché derivano da OpenOffice (?!) oppure forniscono un supporto troppo scarso: può darsi, ma dici anche di averne provati solo un paio, nessuno sa come.Sei in grado di citare dei test comparativi?Io ho citato Wikipedia per dare uin semplice elenco, senza dare giudizi in merito alla qualità dei prodotti o del supporto al formato. Tu cosa hai citato? La tua esperienza personale su Abiword? Personalmente la do per buona e penso che tu sia in buona fede, tuttavia la tua affermazione sul fallimento del formato ODF in quanto supportato solo da OpenOffice la trovo tutta da dimostrare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 11.32-----------------------------------------------------------
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: olah
            Sei in grado di citare dei test comparativi?sottoscrivi anche tu il mio thread che chiede a Punto Informatico di fare un test comparativo per stabilire il grado di supporto delle diverse suite office al formato ODF.
            Io ho citato Wikipedia per dare uin semplice
            elenco, senza dare giudizi in merito alla qualità
            dei prodotti o del supporto al formato.

            Tu cosa hai citato? La tua esperienza personale
            su Abiword? Personalmente la do per buona e penso
            che tu sia in buona fede, tuttavia la tua
            affermazione sul fallimento del formato ODF in
            quanto supportato solo da OpenOffice la trovo
            tutta da
            dimostrare.non ti basta che Abiword non visualizzi le immagini, deformi le tabelle e elimini l'indice di un documento redatto con OpenOffice???
          • Redmond 2008 scrive:
            Re: ODF ha perso
            Io ho provato Google Docs: anche in questo caso solo una piccolissima parte dello standard è realmente implementata.
          • taddeo scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: Redmond 2008
            Io ho provato Google Docs: anche in questo caso
            solo una piccolissima parte dello standard è
            realmente
            implementata.Dai tempo al tempoIntanto uno standard c'è, ci sono diverse suite che lo supportano e che lo supporteranno sempre meglioOOXML, invece ...
    • Nifft scrive:
      Re: ODF ha perso
      Un conto è una critica al formato, un conto al sofwtare che lo supporta male.Se per questo ooxml attualmente è ancora meno supportato... E nel futuro? chi sarà in grado di supportarlo (sopportarlo :))? a parte mamma M$?
      • vac scrive:
        Re: ODF ha perso
        In certi casi il silenzio è già una risposta
      • OoO scrive:
        Re: ODF ha perso
        - Scritto da: Nifft
        Un conto è una critica al formato, un conto al
        sofwtare che lo supporta
        male.una delle maggiori critiche al formato OOXML è la copiosità della documentazione, il riferimento a tecnologie proprietarie e alla sua quasi impossibile implementazione da parte di suite office concorrenti a OFFICE. e si dice il contrario dell'ODF. in realtà il supporto di molte suite office a quest'ultimo formato, a distanza di anni dalla sua standardizzazione ad ISO, è solo parziale e in definitiva inservibile. I documenti perdono molte proprietà se aperte con queste suite office e il lavoro collaborativo diventa difficilissimo..
    • panino scrive:
      Re: ODF ha perso
      - Scritto da: OoO
      dall'approvazione a standard OASIS, questo
      formato d'interscambio tra suite office non viene
      supportato da nessuno, eccezion fatta per i
      programmi di Sun Microsystem (Il formato ODF è
      l'evoluzione del formato usato nelle versioni 1.xÈ mesi che lo dico ma a nessuno sembra importante... quindi grazie che anche tu lo segnali. Non c'è bisogno di installare chissa quanti programmi per vedere che il formato non lo supporta nessuno, nemmeno OpenOffice, se non parzialmente.Basta consultare la test suite della opendocument felloship, non c'è un programma dico UNO che abbia un "perfect support", e analizzando un po' i risultati la situazione si direbbe decisamente scarsa.E stiamo parlando di odf 1.0, figurati che succede con la 1.1.http://develop.opendocumentfellowship.com/testsuite/questo non significa che odf sia un cattivo formato, ma certifica come NESSUNO lo supporti, nemmeno i suoi paladini.E come mai potrà affermarsi? per questo vincerà ancora una volta M$, e l'opensource ancora una volta si prende a martellate nelle balle stile Tafazi.
      • OoO scrive:
        Re: ODF ha perso
        - Scritto da: panino
        È mesi che lo dico ma a nessuno sembra
        importante... quindi grazie che anche tu lo
        segnali. Non c'è bisogno di installare chissa
        quanti programmi per vedere che il formato non lo
        supporta nessuno, nemmeno OpenOffice, se non
        parzialmente.
        Basta consultare la test suite della opendocument
        felloship, non c'è un programma dico UNO che
        abbia un "perfect support", e analizzando un po'
        i risultati la situazione si direbbe decisamente
        scarsa.
        E stiamo parlando di odf 1.0, figurati che
        succede con la
        1.1.
        http://develop.opendocumentfellowship.com/testsuit

        questo non significa che odf sia un cattivo
        formato, ma certifica come NESSUNO lo supporti,
        nemmeno i suoi
        paladini.
        E come mai potrà affermarsi? per questo vincerà
        ancora una volta M$, e l'opensource ancora una
        volta si prende a martellate nelle balle stile
        Tafazi.infatti io volevo sottolineare come a distanza di anni il formato non sia riuscito ad imporsi nemmeno all'interno della comunità che ufficialmente lo supporta. non ha sfruttato i due anni intercorsi per diventare un formato DE FACTO, punto di riferimento per il mercato delle suite office alternative al prodotto Microsoft. ed adesso gli stessi paladini dell'Open Document ergono barricate contro l'OOXML col timore che quest'ultimo diventi il formato de facto del mercato.ODF ha perso una grandissima occasione....
        • BlueSky scrive:
          Re: ODF ha perso
          - Scritto da: OoO
          infatti io volevo sottolineare come a distanza di
          anni il formato non sia riuscito ad imporsi
          nemmeno all'interno della comunità che
          ufficialmente lo supporta. non ha sfruttato i due
          anni intercorsi per diventare un formato DE
          FACTO, punto di riferimento per il mercato delle
          suite office alternative al prodotto Microsoft.
          ed adesso gli stessi paladini dell'Open Document
          ergono barricate contro l'OOXML col timore che
          quest'ultimo diventi il formato de facto del
          mercato.Forse perché, nel frattempo, si è dovuto lavorare anche alla compatibilità con i formati chiusi di Office. Tutte le suite alternative, infatti, sono azzoppate nello sviluppo da questa necessità improrogabile. E' più importante, attualmente, migliorare la compatibilità con i formati Office che non su odf, per il semplice motivo che finché non si consentirà l'uso dei file creati finora difficilmente OpenOffice o altre suite potranno impensierire MS. Ed è proprio per questo che MS spera nella standardizzazione del suo nuovo formato. Obbligherebbe la gente a rimettersi all'opera nel supporto di un altro nuovo formato, volutamente complesso, mentre MS potrebbe tranquillamente boicottare odf.
          • OoO scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: OoO

            infatti io volevo sottolineare come a distanza
            di

            anni il formato non sia riuscito ad imporsi

            nemmeno all'interno della comunità che

            ufficialmente lo supporta. non ha sfruttato i
            due

            anni intercorsi per diventare un formato DE

            FACTO, punto di riferimento per il mercato delle

            suite office alternative al prodotto Microsoft.

            ed adesso gli stessi paladini dell'Open Document

            ergono barricate contro l'OOXML col timore che

            quest'ultimo diventi il formato de facto del

            mercato.

            Forse perché, nel frattempo, si è dovuto lavorare
            anche alla compatibilità con i formati chiusi di
            Office. Tutte le suite alternative, infatti, sono
            azzoppate nello sviluppo da questa necessità
            improrogabile. E' più importante, attualmente,
            migliorare la compatibilità con i formati Office
            che non su odf, per il semplice motivo che finché
            non si consentirà l'uso dei file creati finora
            difficilmente OpenOffice o altre suite potranno
            impensierire MS. Ed è proprio per questo che MS
            spera nella standardizzazione del suo nuovo
            formato. Obbligherebbe la gente a rimettersi
            all'opera nel supporto di un altro nuovo formato,
            volutamente complesso, mentre MS potrebbe
            tranquillamente boicottare
            odf.il processo di standardizzazione dell'OOXML non è arrivato a ciel sereno. lo si sapeva da tempo. e nonostante tutto, invece di cercare di dimostrare la validità de facto del formato, si è ancora in alto mare. quel che dici tu è comprensibile, ma in una "guerra di formati" non ci si può permettere di concedere all'avversario una chance così ghiotta. oggi veramente rischiamo di dare all'avversario l'opportunità di tornare a governare il mercato con il suo formato aperto.
          • BlueSky scrive:
            Re: ODF ha perso
            - Scritto da: OoO
            il processo di standardizzazione dell'OOXML non è
            arrivato a ciel sereno. lo si sapeva da tempo. e
            nonostante tutto, invece di cercare di dimostrare
            la validità de facto del formato, si è ancora in
            alto mare. quel che dici tu è comprensibile, ma
            in una "guerra di formati" non ci si può
            permettere di concedere all'avversario una chance
            così ghiotta. oggi veramente rischiamo di dare
            all'avversario l'opportunità di tornare a
            governare il mercato con il suo formato
            aperto.Peccato che in atto non ci sia solo la "guerra" sui nuovi formati. E' proprio il monopolio di MS che non permette agli altri di concentrarsi solo sul proprio formato. Casomai dovrebbe essere motivo in più per non dare a MS ulteriori e nuovi vantaggi, anziché obbligarla a mettersi al pari degli altri.
          • Sky scrive:
            Re: ODF ha perso
            Interessante notare come uno standard "de facto" (parole tue) benefici di un utilizzo del 2.54% dei documenti in rete, mentre uno standard effettivo (ODF) ma, a detta tua, "non supportato nè usato" venga utilizzato per redigere il 97.46% dei documenti (dati al 27/1/2008, http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?id=stat:statistiche_formati_2008_01_27)
    • Mr.Mechano scrive:
      Re: ODF ha perso
      Ma come fai a scrivere che non viene supportato da nessuno?Io ho appena finito un software con questa libreria:http://webscripts.softpedia.com/script/Health/ODF-XSLT-Document-Generator-40951.htmlPoi c'è anche l'estensione per Firefox utilissima:https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/addon/1888Ormai tutte le suite da ufficio hanno ufficializzato il supporto ad ODF. Poi le ultime features sono ancora un work in progress, ma la maggior parte dei documenti vengono convertiti abbastanza bene un po' da tutti i software che lo supportano.Io non so perché ti sei dato questo ruolo di spara-FUD o scopritore di chissà quali problemi e ca%%ate inerenti ODF, ma ti garantisco che il formato e i programmi che lo sfruttano vanno avanti alla grande, alla faccia di M$ e di quelli come te che sparano sciocchezze nei forum...
  • MircoM scrive:
    confronto obiettivo
    qualcuno potrebbe postare un link a una bella tabellina comparativa (se esiste) con le caratteristiche previste da ODF e da OOXML, che riassuma nel modo più chiaro possibile le differenze, i pro ed i contro?l'ideale sarebbe trovare qualcosa di simile a http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_high_definition_optical_disc_formatsok, ammetto che in effetti non ho cercato tanto, ma ho trovato il nulla assolutogiusto per avere una idea più precisa della materia in discusisone.
    • MircoM scrive:
      Re: confronto obiettivo
      suvvia, proprio nessuno?nemmeno uno degli OOXML fan che sostiene la netta superiorità di OOXML rispetto a ODF? eppure qualche commento simile c'è stato in una discussione poco tempo fa...
  • ciao scrive:
    qualche msuck slave spiega in 2 parole?
    quali motivi oltre a interessi particolari di superricconi che vogliono continuare a farsi la pizzatasettimanale con la famiglia perché ormai stannosotto il livello di povertà con i loro miserevolimiliardi di dollarucci svalutati al mese, esistono in quelle 6000 pagine di fumo negli occhi per giustificarela prosecuzione di un monopolio, con tanto diabuso, sui formati dei documenti ?non converrebbe a tutti fare sw migliore, anzichécercare di fregare ancora gli utenti con meccanismidi lock in ?infine, tutti quei peli in bocca per il tanto slinguazzareparti tutt'altro che nobili,a voi msuck slave, non fannno schifo ?
  • .... scrive:
    Come bloccare l'innovazione...
    ...in fondo qui si è sempre parlato di concorrenza come una (giusta) opportunità di confronto e di crescita......purtroppo qualcuno vuole concorrenza su tutto tranne che sugli standard... chissà perché...
    • Paolo Sabatino scrive:
      Re: Come bloccare l'innovazione...
      Standard a parole o standard vero?No perchè OOXML ha solo la faccia da standard, Microsoft spinge per farlo diventare standard solo perchè ha i suoi interessi... ODF è già standard iso, perchè non usare quello?
      • Pippo scrive:
        Re: Come bloccare l'innovazione...

        ODF è già standard iso, perchè
        non usare quello?Perché la concorrenza tra più standard non può che essere una cosa positiva.
        • franco scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          - Scritto da: Pippo

          ODF è già standard iso, perchè

          non usare quello?

          Perché la concorrenza tra più standard non può
          che essere una cosa
          positiva.Tu credi davvero che il formato di M$ porti innovazione e sia utile ai più??Sai che se dovesse passare potremmo dire addio a openoffice o soci??In quel caso la concorrenza dove credi andrebbe a finire??Ah certo,ma a M$ non frega niente di distruggere i rivali vero?
          • Redmond 2008 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: franco
            - Scritto da: Pippo


            ODF è già standard iso, perchè


            non usare quello?



            Perché la concorrenza tra più standard non può

            che essere una cosa

            positiva.

            Tu credi davvero che il formato di M$ porti
            innovazione e sia utile ai
            più??OOXML sarà il formato usato dal 99,9% dell'umanità: ben venga se sarà standardizzato
            Sai che se dovesse passare potremmo dire addio a
            openoffice o
            soci??OO potrebbe finalmente diventare utile implementando OOXML al posto del semi-sconosciuto ODF
            In quel caso la concorrenza dove credi andrebbe a
            finire??
            Ah certo,ma a M$ non frega niente di distruggere
            i rivali
            vero?Anche se non ratificato dall'ISO, OOXML è destinato a diventare uno stardard de facto.
          • vac scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Dipende:Se in giro c'è molta gente come te (idiota) potrebbe anche accadere.
          • annonnimmo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: vac
            Dipende:
            Se in giro c'è molta gente come te (idiota)
            potrebbe anche
            accadere.Perche' offendere. Se hai delle idee o dgli argomenti esponili, altrimenti lascia perdere. Rispondendo come hai fatto passi automaticamente dalla parte del torto.
          • franco scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Quandro trolli in modo divertenti mi stai simpatico,quando sragioni ti prenderei a calcioni!Io non capisco cos'è l'avversione verso un prodotto che de facto(visto che ti piace il latinismo) è ben più libero e interoperabile di un altro!Al diavolo l'adeguamento di OO!che sia M$ a collaborare per renderlo un formato migliore!
          • Redmond 2008 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            OOo libero ?!1? OOo = Dittatura di Java !!!Se tutti decidessero di passare a OOo il mondo espoderebbe in un enorme fungo atomico a causa della pesantezza di Java.Ecco due screenshot. Valuta tu stesso qual'è la suite migliore:Office©® Word©®: http://www.geekpedia.com/gallery/fullsize/Microsoft%20Word%202007.jpgOOo Writter:http://shazgood.files.wordpress.com/2007/09/maxs-type-writer.jpg
          • Uno di passaggio scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            ehmmm... guarda che non c'è nessuna parentela tra il formato file ed il linguaggio di programmazione con cui un applicativo viene realizzato (tenendo conto comunque che OO non è scritto in Java)... questo dimostra come le tue affermazioni siano del tutto campate in aria e di come l'inesperienza e l'ignoranza in materia portino a voler standardizzare il formato di MS.. questo vuol dire esser succubi di MS, non apprezzarla perché davvero fa qualcosa di buono (in questo caso nulla)
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Redmond 2008
            OOo libero ?!1? OOo = Dittatura di Java !!!Mi piacerebbe capire come può un linguaggio di programmazione per di più libero, diventare un dittatore...Cos'hai paura che si diffonda più del tuo .NET e ti tocchi impararlo?
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...

            Anche se non ratificato dall'ISO, OOXML è
            destinato a diventare uno stardard de
            facto.Alle PA, soprattutto a leggere recenti normative, il de facto inizia a non bastare più...e microsoft lo sa bene, perciò vuole far approvare ooxml in maniera istantanea
          • Pippo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: franco
            - Scritto da: Pippo


            ODF è già standard iso, perchè


            non usare quello?



            Perché la concorrenza tra più standard non può

            che essere una cosa

            positiva.

            Tu credi davvero che il formato di M$ porti
            innovazione e sia utile ai
            più??Sarà il mercato a deciderlo.
            Sai che se dovesse passare potremmo dire addio a
            openoffice o
            soci??E perché scusa?Chi ti obbliga ad utilizzare OOXML?
            In quel caso la concorrenza dove credi andrebbe a
            finire??
            Ah certo,ma a M$ non frega niente di distruggere
            i rivali
            vero?Non è la MS a "distruggere" i rivali, ma la gente scegliendo i loro prodotti. Vorresti impedire questo?
          • franco scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Pippo
            - Scritto da: franco

            - Scritto da: Pippo



            ODF è già standard iso, perchè



            non usare quello?





            Perché la concorrenza tra più standard non può


            che essere una cosa


            positiva.



            Tu credi davvero che il formato di M$ porti

            innovazione e sia utile ai

            più??

            Sarà il mercato a deciderlo.
            Il mercato è in mano ad un monopolio di M$,credi che lasciando decidere a lui si possa ottenere il risultato migliore?

            Sai che se dovesse passare potremmo dire addio a

            openoffice o

            soci??

            E perché scusa?
            Chi ti obbliga ad utilizzare OOXML?...no vabbè,sono senza parole.... ma sai almeno cosa vuol dire rendere un formato uno standard ISO?sai cosa succederebbe?Ma beata ignoranza veramente!!


            In quel caso la concorrenza dove credi andrebbe
            a

            finire??

            Ah certo,ma a M$ non frega niente di distruggere

            i rivali

            vero?

            Non è la MS a "distruggere" i rivali, ma la gente
            scegliendo i loro prodotti. Vorresti impedire
            questo?Si,c'è un monopolio in mezzo,il mercato non è un libero mercato,ODF potrebbe aiutare a renderlo tale,ma certo uno come te cosa vuoi che capisca.
          • Pippo Franco scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Scusate non ho resistito! :D(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
          • Pippo Franco scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Pippo Franco
            Scusate non ho resistito! :D

            (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)[img]http://punto-informatico.it/images/emo/rotfl.gif[/img]
          • Pippo Franco scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Pippo Franco
            - Scritto da: Pippo Franco

            Scusate non ho resistito! :D



            (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)

            [img]http://punto-informatico.it/images/emo/rotfl.Ladro di nick! :@
          • anonimo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...

            Il mercato è in mano ad un monopolio di M$,credi
            che lasciando decidere a lui si possa ottenere il
            risultato
            migliore?Certamente, gli standard MS nel tempo si sono sempre dimostrati i migliori.(win)
          • Uno di passaggio scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: anonimo

            Il mercato è in mano ad un monopolio di M$,credi

            che lasciando decidere a lui si possa ottenere
            il

            risultato

            migliore?

            Certamente, gli standard MS nel tempo si sono
            sempre dimostrati i
            migliori.

            (win)Si si, certo... come quando scoprirono che i pezzi di documenti cancellati rimanevano nei file... quando questi ultimi contenevano decine di informazioni riservate ma da nessuna parte c'era scritto che dovevano farle... quando programmatori (di terze parti) hanno dovuto inventare tool per rimuovere queste informazioni... si si... proprio i formati migliori... come quando sposti un immagine di un millimetro in word e ti salta l'impaginazione di centinaia di pagine perché è lui a decidere dove devono stare le immagini e non tu... si si... proprio il formato migliore!
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Come al solito,quando si vuole parlare di linux allora "la concorrenza è sacrosanta"... quando invece la vuola microsoft allora tutti a (stra)parlare...- Scritto da: franco
            - Scritto da: Pippo

            - Scritto da: franco


            - Scritto da: Pippo




            ODF è già standard iso, perchè




            non usare quello?







            Perché la concorrenza tra più standard non
            può



            che essere una cosa



            positiva.





            Tu credi davvero che il formato di M$ porti


            innovazione e sia utile ai


            più??



            Sarà il mercato a deciderlo.



            Il mercato è in mano ad un monopolio di M$,credi
            che lasciando decidere a lui si possa ottenere il
            risultato
            migliore?



            Sai che se dovesse passare potremmo dire
            addio
            a


            openoffice o


            soci??



            E perché scusa?

            Chi ti obbliga ad utilizzare OOXML?

            ...no vabbè,sono senza parole.... ma sai almeno
            cosa vuol dire rendere un formato uno standard
            ISO?sai cosa
            succederebbe?
            Ma beata ignoranza veramente!!




            In quel caso la concorrenza dove credi
            andrebbe

            a


            finire??


            Ah certo,ma a M$ non frega niente di
            distruggere


            i rivali


            vero?



            Non è la MS a "distruggere" i rivali, ma la
            gente

            scegliendo i loro prodotti. Vorresti impedire

            questo?

            Si,c'è un monopolio in mezzo,il mercato non è un
            libero mercato,ODF potrebbe aiutare a renderlo
            tale,ma certo uno come te cosa vuoi che
            capisca.
          • Pippo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Come al solito,
            quando si vuole parlare di linux allora "la
            concorrenza è sacrosanta"... quando invece la
            vuola microsoft allora tutti a
            (stra)parlare...Quoto.
          • Funz scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Come al solito,
            quando si vuole parlare di linux allora "la
            concorrenza è sacrosanta"... quando invece la
            vuola microsoft allora tutti a
            (stra)parlare...Linux non ha il monopolio, a differenza di MS che ne abusa da decenni.edit: beh, molti decenni no, un pò più di uno :p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 10.46-----------------------------------------------------------
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 10.46
            --------------------------------------------------
          • Funz scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Non preoccuparti, non lo avrà mai...Primo: impara a quotareSecondo: non me ne frega niente che Linux diventi monopolista, mi basterebbe poter comprare un PC (anche in offerta 3x2 al supermercato) senza Windows, e che la mia ditta non fosse obbligata a comprare Windows solo per far girare i programmi che servono per lavorare (Autodesk in primis)
          • Viker scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Come al solito,
            quando si vuole parlare di linux allora "la
            concorrenza è sacrosanta"... quando invece la
            vuola microsoft allora tutti a
            (stra)parlare...
            Magari impara a quotare prima....
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Sapientino, dove ho quotato "male"??- Scritto da: Viker
            - Scritto da: ....

            Come al solito,

            quando si vuole parlare di linux allora "la

            concorrenza è sacrosanta"... quando invece la

            vuola microsoft allora tutti a

            (stra)parlare...



            Magari impara a quotare prima....
        • meglio uno scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          - Scritto da: Pippo
          Perché la concorrenza tra più standard non può
          che essere una cosa positiva.Non è affatto vero.Se ci sono più standard e come non averne nessuno.Ti immagini tu se ci fossero 100 standard diversi per i tubi del gas o per le viti del case di un computer?Come si farebbe a sostituire un pezzo in caso di guasto?Meno standard ci sono meglio è.L'ideale è averne solo uno fatto bene.Microsoft secondo me dovrebbe collaborare a migliorare ODF invece che perdere tempo a spingere uno standard concorrente che farebbe solo confusione.Questa sarebbe una vera mossa nell'interesse di tutti.
          • Redmond 2008 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Poiché OOXML è il formato nettamente più diffuso e completo, conviene assumere esso come standard unico per i documenti
          • vac scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Il più diffuso!?Fammi un elenco dei programmi che usano OOXML!
          • Redmond 2008 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: vac
            Il più diffuso!?
            Fammi un elenco dei programmi che usano OOXML!1) MS Officee con questo è coperto il 99% della popolazione
          • vac scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Almeno il 50% della popolazione usa Open Office.
          • annonnimmo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: vac
            Almeno il 50% della popolazione usa Open Office.LOL
          • vac scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Fatti una ricerca in internet:Cerca dei documenti a caso, cosa trovi?1° PDF2° DOC 3° ODT...In OOXML non ho trovato nulla.
          • qwerty scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Redmond 2008
            - Scritto da: vac

            Il più diffuso!?

            Fammi un elenco dei programmi che usano OOXML!

            1) MS Office

            e con questo è coperto il 99% della popolazioneAdesso arriveranno i soliti linari a dire che MS ha imposto Office ai suoi utenti e bla bla bla...Insomma le solite cazzate contro il mercato, ma anche a favore (quando si parla di linux e open source).Tutto questo mi ricorda un certo politico...
          • 123 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...

            Tutto questo mi ricorda un certo politico...Chi? Quello che gioca a fare il nuovo e poi copia a destra e a manca? (newbie)
          • qwerty scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: 123

            Tutto questo mi ricorda un certo politico...

            Chi? Quello che gioca a fare il nuovo e poi copia
            a destra e a manca?
            (newbie)Esattamente.
          • 123 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: qwerty
            - Scritto da: 123


            Tutto questo mi ricorda un certo politico...



            Chi? Quello che gioca a fare il nuovo e poi
            copia

            a destra e a manca?

            (newbie)

            Esattamente.Ahahahahahah, ma è davvero convinto di poter vincere le elezioni?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Silvio Berlusconi scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: 123
            - Scritto da: qwerty

            - Scritto da: 123



            Tutto questo mi ricorda un certo politico...





            Chi? Quello che gioca a fare il nuovo e poi

            copia


            a destra e a manca?


            (newbie)



            Esattamente.

            Ahahahahahah, ma è davvero convinto di poter
            vincere le
            elezioni?

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Adesso hanno pure cominciato a diffondere falsi sondaggi sulla loro rimonta...
          • Emilio Fede scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Silvio Berlusconi
            - Scritto da: 123

            - Scritto da: qwerty


            - Scritto da: 123




            Tutto questo mi ricorda un certo
            politico...







            Chi? Quello che gioca a fare il nuovo e poi


            copia



            a destra e a manca?



            (newbie)





            Esattamente.



            Ahahahahahah, ma è davvero convinto di poter

            vincere le

            elezioni?



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Adesso hanno pure cominciato a diffondere falsi
            sondaggi sulla loro
            rimonta...Ha perfettamente ragione, ormai Veltroni si sta rendendo ridicolo!(love)
          • anoninona scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Ecco il vero animo dei m$: fascisti fin nelle viscere...Sempre più convinto della scelta open...
          • nello gala scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Quoto e ai berluscones ricordo un nome:PILO!Sondaggista di fiducia dello psiconano che è fallito, causa sondaggi FALSI!Mah..,Ms boys e berluscones.. Accoppiata si ma perdente! - Scritto da: anoninona
            Ecco il vero animo dei m$: fascisti fin nelle
            viscere...
            Sempre più convinto della scelta open...
          • Redmond 2008 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Io di sinistra e non sono certo linaro.Penso che il modello closed sia l'unico che veramente tutela l'uomo comune.Un giovane che ha investito tempo e soldi per imparare a programmare con questa moda del free software rischia di vedersi castrate tutti i suoi sogni e le sue possibilità di migliorare le proprie condizioni economiche e sociali con il suo lavoro.Con il free software gli unici a guadagnarci sono i big: Google, Sun, IBM, Oracle etc etces: IBM licenzia il team di AIX, inizia a vendere i server con Linux allo stesso prezzo, ma con un profitto maggiore per gli azionisti.es2: Sun licenzia il team si StarOffice e continua a venderlo allo stesso prezzo.Ovviamente questo alle varie orde geek/nerd non importa perché sono tutti figli di papà con iBook che possono perdere le giornate a provare questa o quella distro anziché studiare cose serie.
          • Viker scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Redmond 2008
            Io di sinistra e non sono certo linaro.
            Penso che il modello closed sia l'unico che
            veramente tutela l'uomo
            comune.
            Un giovane che ha investito tempo e soldi per
            imparare a programmare con questa moda del free
            software rischia di vedersi castrate tutti i suoi
            sogni e le sue possibilità di migliorare le
            proprie condizioni economiche e sociali con il
            suo
            lavoro.
            Con il free software gli unici a guadagnarci sono
            i big: Google, Sun, IBM, Oracle etc
            etc
            es: IBM licenzia il team di AIX, inizia a vendere
            i server con Linux allo stesso prezzo, ma con un
            profitto maggiore per gli
            azionisti.
            es2: Sun licenzia il team si StarOffice e
            continua a venderlo allo stesso
            prezzo.
            Ovviamente questo alle varie orde geek/nerd non
            importa perché sono tutti figli di papà con iBook
            che possono perdere le giornate a provare questa
            o quella distro anziché studiare cose
            serie.Questa è una trollata notevole, bravo! (troll2)(troll2)(troll3)
          • taddeo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Si chiama "evoluzione"Lo stesso discorso lo si faceva 100 anni fa a proposito del motore a scoppio
          • hiccup scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            no non farlo, non convincertene troppo, di gente che reagisce per reazione non si sa che farne.Spesso invece i vari MS boyz non sono fasci o capitalisti, sembra difficile credere nel libero mercato e dimenticare monopoli di fatto
          • Uno di passaggio scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Redmond 2008
            - Scritto da: vac

            Il più diffuso!?

            Fammi un elenco dei programmi che usano OOXML!

            1) MS Office

            e con questo è coperto il 99% della popolazioneDai.. nella tua ignoranza in cui giochi in casa (parlando di M$) ti correggo...1) MS Office 2007!!e solo lui che lo supporta... ora dimostrami che il 99% della popolazione informatizzata usa office 2007 e poi ne riparliamo, altrimenti taci "che fai più bella figura"
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Redmond 2008
            Poiché OOXML è il formato nettamente più diffusoA fare una breve ricerca di test con google odf è ben più diffuso di ooxmlhttp://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?id=stat:statistiche_formati_2008_01_27
          • annonnimmo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: Redmond 2008

            Poiché OOXML è il formato nettamente più diffuso


            A fare una breve ricerca di test con google odf è
            ben più diffuso di
            ooxml

            http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?iIl punto e' come? La maggior parte di quei software lo supportano in maniera estramamente limitata.
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: annonnimmo
            - Scritto da: Nome e cognome

            - Scritto da: Redmond 2008


            Poiché OOXML è il formato nettamente più


            diffuso

            A fare una breve ricerca di test con google odf

            è ben più diffuso di ooxml
            http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?i
            Il punto e' come? La maggior parte di quei
            software lo supportano in maniera estramamente
            limitata.In che senso limitata ?A livello pratico cosa non si riesce a fare a causa delle limitazioni ?
          • 9nb397922 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...


            Poiché OOXML è il formato nettamente più diffuso e completo,Completo non ci crede nessuno, visto che gli israeliani (tanto per citarne uno) lamentano che non gestisce l'ebraico (indovina indovinello, ODF si) e che sbaglia i conteggi delle date (oh, ma chi se ne *Frega* delle date???)Last but not least, Imparare a leggere le crtitiche non credere che il mondo sias contor M$ a priori farebbe bene (Farance, che non e' del 'nemico' ha delle *ottime* obiezioni, ma si sa , credere a quel che fa piu' comodo...)
          • meglio uno scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Redmond 2008
            Poiché OOXML è il formato nettamente più diffuso
            e completo, conviene assumere esso come standard
            unico per i documentiE qui già smonti l'idea della concorrenza.Come vedi anche tu ne vuoi uno solo di formato.Il fatto però è che OOXML non è affatto diffuso (bisogna avere Office 2007 e non credo che la maggior parte delle persone sappia come installare i filtri per le versioni precedenti di Office).Un formato diffuso è il PDF. Un'altro è il DOC.L'OOXML riveste un ruolo del tutto marginale, tendenzialmente minore di ODF perché più giovane.Allora ci sono due possibilità:1) fare diventare standard il formato binario DOC;2) migliorare ODF e renderlo standard futuro unificato.
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Il mercato li selezionerebbe... Betamax, VHS, Video2000 non ti dicono nulla?? HD-DVD, Blue Ray???- Scritto da: meglio uno
            - Scritto da: Pippo

            Perché la concorrenza tra più standard non può

            che essere una cosa positiva.

            Non è affatto vero.
            Se ci sono più standard e come non averne nessuno.
            Ti immagini tu se ci fossero 100 standard diversi
            per i tubi del gas o per le viti del case di un
            computer?
            Come si farebbe a sostituire un pezzo in caso di
            guasto?
            Meno standard ci sono meglio è.
            L'ideale è averne solo uno fatto bene.
            Microsoft secondo me dovrebbe collaborare a
            migliorare ODF invece che perdere tempo a
            spingere uno standard concorrente che farebbe
            solo
            confusione.
            Questa sarebbe una vera mossa nell'interesse di
            tutti.
          • ema68 scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Berh, appunto. Ciò che hai detto è la prova che avere più standard non è sempre un vantaggio.VHS-video200-betamax: ha vinto il formato peggiore, "tecnologicamente parlando". Ma tutti quelli che hanno un VCR a casa, o lo hanno avuto (e scommetto che sono in tanti) non si lamentano. Loro vogliono solo comprare delle cassette che funzionano sul loro apparecchio, per vedersi i film che vogliono.Quindi, la battaglia vera (per il consumatore) non è nel formato, ma nel contenuto. Se ti ricordi, le cassette all'inizio costavano ben 150 mila lire (!), poi arrivò la Disney e tirò fuori un titolo a caso, diciamo Fantasia, osò venderlo a sole 40 mila lire, ne vendette uno strafulmine, anzi di più, e da quel momento non ci fu più un titolo a prezzo superiore a quello. Poi arrivò l'Unità, e le cassette arrivarono in edicola a 7 mila lire.Se ci fossero stati 3 standard diversi, tutto ciò non sarebbe accaduto.HD-DVD e Blu-Ray, la stessa cosa (anche se almeno stavolta ha vinto sì il formato più avanzato). Il problema è che la maggior parte delle persone interessate hanno aspettato alla finestra avedere chi vinceva la battaglia, e intanto sono passati anni senza che il mercato dell'alta definizione prendesse piede. Un danno per le aziende (che ci hanno rimesso soldi in investimenti, specialmente chi era "dalla parte sbagliata", e in mancate vendite) e per i consumatori, che non è detto che potessero comprare ciò che volevano, a meno di non comprare entrambi i lettori (alla faccia della libertà di scelta)Quindi... che ci sia uno standard solo. Poi la guerra la si farà tra i programmi, tra quelli che aggiungeranno più funzionalità per aiutarti a scrivere meglio, ma anche tra quelli che implementeranno più o meno bene tutte le caratteristiche del formato (se devo pensare a un notepad.exe che salvi in odf, per quello che fa, mica deve avere per forza la gestione delle immagini, delle tabelle o altre amenità).ODF è un formato ancora relativamente nuovo, ma soprattutto pensato anche per crescere. Quindi, ben vengano (anche da MS) i contributi ad espanderlo aggiungendogli le caratteristiche che gli mancano (o che gli mancheranno, che ne sappiamo noi di come si evolverà l'informatica da qui a 20 anni?). Uno standard aperto vuol dire interoperabilità e certezza di poter sempre avere accesso alle specifiche del formato, quindi al limite vuol dire che se non trovo un programma che usi l'ODF come servirebbe a me posso scrivermelo io.Anche office ha una specie di "evoluzione" del formato .doc... se ben ricordo, un file .doc "moderno" può essere aperto da un word qualsiasi tra il 97 e il 2003... però non credo che se tu fai un doc con delle caratteristiche esclusive di word 2003, tu poi riusciresti a vederle e modificarle anche su word 97, pur se esso sarebbe in grado di aprirti il file, no? Quindi qual'è il problema se tutti i programmi che "capiscono" ODF non ne supportano in pieno tutte le caratteristiche? anche quella sarà una delle variabili per scegliere il programma che fa per te.
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            E perché "... che ci sia uno standard solo. Poi laguerra la si farà tra i programmi ..." ?? Perché non è liberta avere guerra tra i formati?? Perché la liberta devi averla solo nel software e non nei formati?? Un solo formato?? Ok, allora anche un solo Sitema Operativo così ci sarà una vera guerra tra software!!Non puoi decidere TU cosa sia "libertà" e cosa "non sia libertà"... - Scritto da: ema68
            Berh, appunto. Ciò che hai detto è la prova che
            avere più standard non è sempre un
            vantaggio.

            VHS-video200-betamax: ha vinto il formato
            peggiore, "tecnologicamente parlando". Ma tutti
            quelli che hanno un VCR a casa, o lo hanno avuto
            (e scommetto che sono in tanti) non si lamentano.
            Loro vogliono solo comprare delle cassette che
            funzionano sul loro apparecchio, per vedersi i
            film che
            vogliono.
            Quindi, la battaglia vera (per il consumatore)
            non è nel formato, ma nel contenuto. Se ti
            ricordi, le cassette all'inizio costavano ben 150
            mila lire (!), poi arrivò la Disney e tirò fuori
            un titolo a caso, diciamo Fantasia, osò venderlo
            a sole 40 mila lire, ne vendette uno strafulmine,
            anzi di più, e da quel momento non ci fu più un
            titolo a prezzo superiore a quello. Poi arrivò
            l'Unità, e le cassette arrivarono in edicola a 7
            mila
            lire.
            Se ci fossero stati 3 standard diversi, tutto ciò
            non sarebbe
            accaduto.

            HD-DVD e Blu-Ray, la stessa cosa (anche se almeno
            stavolta ha vinto sì il formato più avanzato). Il
            problema è che la maggior parte delle persone
            interessate hanno aspettato alla finestra avedere
            chi vinceva la battaglia, e intanto sono passati
            anni senza che il mercato dell'alta definizione
            prendesse piede. Un danno per le aziende (che ci
            hanno rimesso soldi in investimenti, specialmente
            chi era "dalla parte sbagliata", e in mancate
            vendite) e per i consumatori, che non è detto che
            potessero comprare ciò che volevano, a meno di
            non comprare entrambi i lettori (alla faccia
            della libertà di
            scelta)

            Quindi... che ci sia uno standard solo. Poi la
            guerra la si farà tra i programmi, tra quelli che
            aggiungeranno più funzionalità per aiutarti a
            scrivere meglio, ma anche tra quelli che
            implementeranno più o meno bene tutte le
            caratteristiche del formato (se devo pensare a un
            notepad.exe che salvi in odf, per quello che fa,
            mica deve avere per forza la gestione delle
            immagini, delle tabelle o altre
            amenità).

            ODF è un formato ancora relativamente nuovo, ma
            soprattutto pensato anche per crescere. Quindi,
            ben vengano (anche da MS) i contributi ad
            espanderlo aggiungendogli le caratteristiche che
            gli mancano (o che gli mancheranno, che ne
            sappiamo noi di come si evolverà l'informatica da
            qui a 20 anni?). Uno standard aperto vuol dire
            interoperabilità e certezza di poter sempre avere
            accesso alle specifiche del formato, quindi al
            limite vuol dire che se non trovo un programma
            che usi l'ODF come servirebbe a me posso
            scrivermelo
            io.

            Anche office ha una specie di "evoluzione" del
            formato .doc... se ben ricordo, un file .doc
            "moderno" può essere aperto da un word qualsiasi
            tra il 97 e il 2003... però non credo che se tu
            fai un doc con delle caratteristiche esclusive di
            word 2003, tu poi riusciresti a vederle e
            modificarle anche su word 97, pur se esso sarebbe
            in grado di aprirti il file, no? Quindi qual'è il
            problema se tutti i programmi che "capiscono" ODF
            non ne supportano in pieno tutte le
            caratteristiche? anche quella sarà una delle
            variabili per scegliere il programma che fa per
            te.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: meglio uno
            Ti immagini tu se ci fossero 100 standard diversi
            per i tubi del gas o per le viti del case di un
            computer?Dentro il case del tuo computer probabilmente CI SONO almeno due tipi di viti (e riferendosi solo alle filettature senza parlare delle teste). Solo recentemente sono comparsi case senza viti ma che utilizzano sistemi non standard.Non parliamo dei tubi del gas, poi.
      • Redmond 2008 scrive:
        Re: Come bloccare l'innovazione...
        - Scritto da: Paolo Sabatino
        Standard a parole o standard vero?

        No perchè OOXML ha solo la faccia da standard,Come sarebbe a dire "faccia da standard"??Sai che cos'è OOXML?Sai che cos'è l'XML?
        Microsoft spinge per farlo diventare standard
        solo perchè ha i suoi interessi... ODF è già
        standard iso, perchè non usare
        quello?Perché è scadente ed è implementato in maniera leggermente differente da ogni versione di OO. Prova a creare un documento ODF di una certa complessità: semplicemente impossibile!
        • vac scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          Hei amico...Hai fatto confusione:E' Microsoft che non rispetta i suoi stadard!E' con M$ che un "doc" fatto con una versione di word non sai mai se si può aprire!!....E soprattutto è MS che vuole proporre come standard un formato non ancora maturo che sta ancora subendo pesanti modifiche!!!P.S. Leggi l'articolo.
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Ma dai... ma cosa dici... ma poi se tu usi OO come fai a sapere come funziona Word??? Guarda che non ci sono problemi...- Scritto da: vac
            Hei amico...
            Hai fatto confusione:

            E' Microsoft che non rispetta i suoi stadard!
            E' con M$ che un "doc" fatto con una versione di
            word non sai mai se si può
            aprire!!

            ....E soprattutto è MS che vuole proporre come
            standard un formato non ancora maturo che sta
            ancora subendo pesanti
            modifiche!!!

            P.S. Leggi l'articolo.
        • giuliano scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          ancora al lavoro a quest'ora? Ma MS paga straordinari normali o anche extra?- Scritto da: Redmond 2008
          - Scritto da: Paolo Sabatino

          Standard a parole o standard vero?



          No perchè OOXML ha solo la faccia da standard,

          Come sarebbe a dire "faccia da standard"??
          Sai che cos'è OOXML?
          Sai che cos'è l'XML?


          Microsoft spinge per farlo diventare standard

          solo perchè ha i suoi interessi... ODF è già

          standard iso, perchè non usare

          quello?

          Perché è scadente ed è implementato in maniera
          leggermente differente da ogni versione di OO.

          Prova a creare un documento ODF di una certa
          complessità: semplicemente
          impossibile!
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          - Scritto da: Redmond 2008
          - Scritto da: Paolo Sabatino

          Standard a parole o standard vero?



          No perchè OOXML ha solo la faccia da standard,

          Come sarebbe a dire "faccia da standard"??
          Sai che cos'è OOXML?
          Sai che cos'è l'XML?il problema non è tanto xml, ma che tu mi vuoi far diventare standard i tuoi bug (leggi date)aggiungo il mai smentitohttp://ooxmlisdefectivebydesign.blogspot.com/
        • Simon the Sorcerer scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...


          Standard a parole o standard vero?



          No perchè OOXML ha solo la faccia da standard,

          Come sarebbe a dire "faccia da standard"??
          Sai che cos'è OOXML?
          Sai che cos'è l'XML?


          Microsoft spinge per farlo diventare standard

          solo perchè ha i suoi interessi... ODF è già

          standard iso, perchè non usare

          quello?

          Perché è scadente ed è implementato in maniera
          leggermente differente da ogni versione di OO.

          Prova a creare un documento ODF di una certa
          complessità: semplicemente
          impossibile!Posto che al contrario dei formati binari proprietari M$, essendo standard, il formato implementato in OOo non cambia; vorrei ricordarti che M$ fa parte di OASIS, e che quindi può benissimo, così come poteva farlo in passato, proporre modifiche alle specifiche dell'ODF.Dato che non l'ha fatto ciò significa che non riteneva tali modifiche necessarie; e poi viene a proporre un altro standard perché quello esistente non ha le features necessarie per essere considerato tale; permetti che è sospetto.
      • .... scrive:
        Re: Come bloccare l'innovazione...
        Windows è uno standard de-facto... perché usare Linux allora??Lascia la libertà a tutti di usare quello che vogliono!!- Scritto da: Paolo Sabatino
        Standard a parole o standard vero?

        No perchè OOXML ha solo la faccia da standard,
        Microsoft spinge per farlo diventare standard
        solo perchè ha i suoi interessi... ODF è già
        standard iso, perchè non usare
        quello?
        • Anonimo scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          - Scritto da: ....
          Windows è uno standard de-facto... perché usare
          Linux
          allora??

          Lascia la libertà a tutti di usare quello che
          vogliono!!Lasciali perdere, loro predicano di libertà soltanto quando si tratta di Linux...
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Lo so lo so... la loro incoerenza è di giorno in giorno sempre più evidente... vogliono imporre a tutti la "loro" verità...- Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: ....

            Windows è uno standard de-facto... perché usare

            Linux

            allora??



            Lascia la libertà a tutti di usare quello che

            vogliono!!

            Lasciali perdere, loro predicano di libertà
            soltanto quando si tratta di
            Linux...
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Lo so lo so... la loro incoerenza è di giorno in
            giorno sempre più evidente... vogliono imporre a
            tutti la "loro"
            verità...E il brutto è che la vogliono spacciare per libertà!
          • anoninona scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            No, il brutto è che libertà vuol dire poter comprare i computer mettendoci sopra il s.o. che voglio.Quindi se lo compri con linux preinstallato, non cambia niente, visto che non pagandolo, se non ti va, basta cancellarlo e metterne un altro (ovvero buttando via i soldi della licenza).Oppure dover comprare un computer con almeno 2gb di ram perché il s.o. di meno non li VEDE, mentre gli altri s.o. ne usano 1/4 (ovvero 512 mb).E poi lasciamo perdere il fatto di minacciare i paesi poveri (come accaduto in nigeria) se fanno una grossa commessa alla concorrenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Nessuno ti obbliga a comprare computer con Windows.
          • nicola giacobbe scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Mi sembra una sciocchezza, io sto cercando di comprare un computer senza Windows ma non mi e' stato possibile nei negozi della mia citta'. Ho esaminato 9 negozi e poi alla fine l'ho ordinato via web.Punto 1) Nove negozi che non mi vendono un pc senza windows non sono un campione statistico significativo ma valgono come indicazione di quanto sia facile per l'utente medio comprare un PC senza windowsPunto 2) Il suggerimento di acquistarlo comunque e poi rimuovere il Sistema Operativo implica che io debba pagare per componenti che non utilizzo, sebbene non inusuale questa pratica mi risulta molesta e mi piacerebbe evitare l problema in toto.Punto 3) E' possibile comprare un PC usato ma il problema si sposta semplicemente, personalmente non mi piace l'idea che comunque si sia pagato il balzello sull'OS ma questa e' una questione di gusti. In ogni caso se volessi comprare un PC nuovo mi sarebbe difficile.Dalla mia personale esperienza non e' vero che: 'Nessuno ti costringe ad usare windows'; se non una forzatura diretta siamo in presenza almeno di uno stato di fatto macchinoso ed insoddisfacente per coloro che non lo desiderano.
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Guarda sono anni che io chiedo come mai non posso comprare un'auto senza autoradio o un pc senza mouse, ma nessuno mi spiega come mai... però tutti invece a voler comprare un PC senza Windows... quello è un diritto, invece la macchina senza autoradio o il PC senza mouse quello no!Chissà come mai... due pesi due misure (2P2M)- Scritto da: nicola giacobbe
            Mi sembra una sciocchezza, io sto cercando di
            comprare un computer senza Windows ma non mi e'
            stato possibile nei negozi della mia citta'. Ho
            esaminato 9 negozi e poi alla fine l'ho ordinato
            via
            web.
            Punto 1) Nove negozi che non mi vendono un pc
            senza windows non sono un campione statistico
            significativo ma valgono come indicazione di
            quanto sia facile per l'utente medio comprare un
            PC senza
            windows
            Punto 2) Il suggerimento di acquistarlo comunque
            e poi rimuovere il Sistema Operativo implica che
            io debba pagare per componenti che non utilizzo,
            sebbene non inusuale questa pratica mi risulta
            molesta e mi piacerebbe evitare l problema in
            toto.
            Punto 3) E' possibile comprare un PC usato ma il
            problema si sposta semplicemente, personalmente
            non mi piace l'idea che comunque si sia pagato il
            balzello sull'OS ma questa e' una questione di
            gusti. In ogni caso se volessi comprare un PC
            nuovo mi sarebbe
            difficile.
            Dalla mia personale esperienza non e' vero che:
            'Nessuno ti costringe ad usare windows'; se non
            una forzatura diretta siamo in presenza almeno di
            uno stato di fatto macchinoso ed insoddisfacente
            per coloro che non lo
            desiderano.
          • Africano scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Guarda sono anni che io chiedo come mai non posso
            comprare un'auto senza autoradio o un pc senza
            mouse, ma nessuno mi spiega come mai... però
            tutti invece a voler comprare un PC senza
            Windows... quello è un diritto, invece la
            macchina senza autoradio o il PC senza mouse
            quello
            no!
            forse che le autoradio sono tutte della stessa marca o i mouse?forse che le autoradio o i mouse hanno la stessa importanza che l'os?
          • AtariLover scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Africano
            - Scritto da: ....

            Guarda sono anni che io chiedo come mai non
            posso

            comprare un'auto senza autoradio o un pc senza

            mouse, ma nessuno mi spiega come mai... però

            tutti invece a voler comprare un PC senza

            Windows... quello è un diritto, invece la

            macchina senza autoradio o il PC senza mouse

            quello

            no!


            forse che le autoradio sono tutte della stessa
            marca o i
            mouse?
            forse che le autoradio o i mouse hanno la stessa
            importanza che
            l'os?Ma più che altro forse che le autoradio NON ti sono CONCESSE IN LICENZA ma vendute?Ma chi usa windows la legge l'EULA? (newbie)(atari)
          • Viker scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Guarda sono anni che io chiedo come mai non posso
            comprare un'auto senza autoradio o un pc senza
            mouse, ma nessuno mi spiega come mai... però
            tutti invece a voler comprare un PC senza
            Windows... quello è un diritto, invece la
            macchina senza autoradio o il PC senza mouse
            quello
            no!

            Chissà come mai... due pesi due misure (2P2M)
            Come scusa? La macchina senza autoradio la trovi benissimo.Anche un PC senza mouse lo trovi senza difficoltà
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Ah sì?? Beh con la stessa facilità con cui compri un PC senza Windows...Vedete che allora il problema non esiste??- Scritto da: Viker
            - Scritto da: ....

            Guarda sono anni che io chiedo come mai non
            posso

            comprare un'auto senza autoradio o un pc senza

            mouse, ma nessuno mi spiega come mai... però

            tutti invece a voler comprare un PC senza

            Windows... quello è un diritto, invece la

            macchina senza autoradio o il PC senza mouse

            quello

            no!



            Chissà come mai... due pesi due misure (2P2M)



            Come scusa? La macchina senza autoradio la trovi
            benissimo.
            Anche un PC senza mouse lo trovi senza difficoltà
          • Nifft scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: ....
            Guarda sono anni che io chiedo come mai non posso
            comprare un'auto senza autoradio o un pc senza
            mouse, ma nessuno mi spiega come mai... però
            tutti invece a voler comprare un PC senza
            Windows... quello è un diritto, invece la
            macchina senza autoradio o il PC senza mouse
            quello
            no!

            Chissà come mai... due pesi due misure (2P2M)Recentemente ho comprato due computer senza monitor, mouse e tastiere, per essere utilizzati in remoto con linux come risorse di calcolo condivise. Ma guarda un po', qual'è l'unica cosa che non sono riuscito a togliere?... dai è semplice...Dopo aver discusso un po' con il rivenditore (di computer HP) l'ho convinto a farmi uno sconto globale equivalente alle 2 licenze windows vista non richieste. La cosa più surreale è stata poi che nelle 2 licenze ho trovato incluso "in omaggio" il downgrade a windows XP! MA VAFF...
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: nicola giacobbe
            Mi sembra una sciocchezza, io sto cercando di
            comprare un computer senza Windows ma non mi e'
            stato possibile nei negozi della mia citta'. Ho
            esaminato 9 negozi e poi alla fine l'ho ordinato
            via
            web.
            Punto 1) Nove negozi che non mi vendono un pc
            senza windows non sono un campione statistico
            significativo ma valgono come indicazione di
            quanto sia facile per l'utente medio comprare un
            PC senza
            windows
            Punto 2) Il suggerimento di acquistarlo comunque
            e poi rimuovere il Sistema Operativo implica che
            io debba pagare per componenti che non utilizzo,
            sebbene non inusuale questa pratica mi risulta
            molesta e mi piacerebbe evitare l problema in
            toto.
            Punto 3) E' possibile comprare un PC usato ma il
            problema si sposta semplicemente, personalmente
            non mi piace l'idea che comunque si sia pagato il
            balzello sull'OS ma questa e' una questione di
            gusti. In ogni caso se volessi comprare un PC
            nuovo mi sarebbe
            difficile.
            Dalla mia personale esperienza non e' vero che:
            'Nessuno ti costringe ad usare windows'; se non
            una forzatura diretta siamo in presenza almeno di
            uno stato di fatto macchinoso ed insoddisfacente
            per coloro che non lo
            desiderano.Puoi sempre fartelo assemblare su misura.
          • Nifft scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Anonimo
            Nessuno ti obbliga a comprare computer con
            Windows.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Nifft
            - Scritto da: Anonimo

            Nessuno ti obbliga a comprare computer con

            Windows.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Non sei capace di trovare computer senza Windows? Mi spiace, ma è soltanto colpa tua.
          • vac scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Tu doe vivi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: vac
            Tu doe vivi?Sul pianeta Terra, non è colpa mia se non sai trovare computer senza Windows.
          • annonnimmo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: anoninona
            No, il brutto è che libertà vuol dire poter
            comprare i computer mettendoci sopra il s.o. che
            voglio.
            Quindi se lo compri con linux preinstallato, non
            cambia niente, visto che non pagandolo, se non ti
            va, basta cancellarlo e metterne un altro (ovvero
            buttando via i soldi della
            licenza).
            Oppure dover comprare un computer con almeno 2gb
            di ram perché il s.o. di meno non li VEDE, mentre
            gli altri s.o. ne usano 1/4 (ovvero 512
            mb).
            E poi lasciamo perdere il fatto di minacciare i
            paesi poveri (come accaduto in nigeria) se fanno
            una grossa commessa alla
            concorrenza.Prendi un lungo respiro. Rileggi quello che hai scritto.Vedi se e' il caso di decidere di cambiare lavoro.
          • anoninona scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            ma ti rendi conto di quello che dici?neghi l'evidenza?l'unico modo di avere un pc senza windows è assemblarselo, e con i laptop non è possibile.altrimenti vieni a casa mia e mi fai vedere come si può.se mi dici che è possibile, ti dò l'indirizzo e ti invito a pranzo.ma scommetto che non ti fai più sentire, oppure te ne esci fuori con delle stronzate...
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            chiama un negozio di PC usando il telefono.Chiedi se ha i noteook asus assemblabili.Ti scegli processore, cpu, ram, e se o senza OS.In alternativa sul mercato ci sono dei Toshiba senza os.PM se vuoi un rivenditore in toscana.Attendo anche l'invito a pranzo.
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Renji Abarai
            chiama un negozio di PC usando il telefono.
            Chiedi se ha i noteook asus assemblabili.
            Ti scegli processore, cpu, ram, e se o senza OS.
            In alternativa sul mercato ci sono dei Toshiba
            senza
            os.
            PM se vuoi un rivenditore in toscana.
            Attendo anche l'invito a pranzo.E vai a dare una mano all'associazione cosnumatori, che hanno decine di cause al riguardo, cosi risparmiano un sacco di soldi e' evidente che ne sai di piu' dei loro avvocati.Anche Microsoft avrebbe bisogno del tuo aiuto, paga ancora un sacco di multe perche' evidentemente nessuno li ha informati delle cose che sai tu.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            oh è un dato di fatto.Avete chiesto notebook senza Os?Vi dico quali, vi do anche il numero di un punto vendita in toscana che vi da dei toshiba.Puoi chiariti le idee?
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Renji Abarai
            oh è un dato di fatto.
            Avete chiesto notebook senza Os?
            Vi dico quali, vi do anche il numero di un punto
            vendita in toscana che vi da dei toshiba.
            Puoi chiariti le idee?E' possibile che sia io che me le devo chiarire insieme a tutti i legislatori europei ed americani, l'associazione consumatori e la stessa microsoft... Evidentemente hanno tutti torto e tu ne sai piu' di tutti loro...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 13.32-----------------------------------------------------------
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            ok avete le fette di prosciutto sugli occhi e te non sai leggere.Avete chiesto dove reperire un notebook senza os e di marca.Io ti ho dato 2 marche e anche la possibilità di avere un numero di un rivenditore.Voi ribadite che è impossibile.Allora attaccati e vivi nelle tue convinzioni.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 14.07-----------------------------------------------------------
          • zuppa scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Mi piacerebbe un lenovo.Purtroppo ancora non lo fanno (quelli della lenovo).Ma la speranza è l'ultima a morire.
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Renji Abarai
            ok avete le fette di prosciutto sugli occhi e te
            non sai leggere.Io ti ho detto tante volte che la situazione non e' assolutamente paritaria, poi sono capace anche io a dimostrare che esistono le mosche bianche, ma non sono assolutamente la regola.
            Avete chiesto dove reperire un notebook senza os
            e di marca.
            Io ti ho dato 2 marche e anche la possibilità di
            avere un numero di un
            rivenditore.
            Voi ribadite che è impossibile.
            Allora attaccati e vivi nelle tue convinzioni.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 15.50-----------------------------------------------------------
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            ho parlato di paritario?Ho ribadito che è possibile trovare dei notebook senza OS.Molti scrivono che è impossibile. Beh dicono una castroneria.E se la gente è condizionata solo da mediaworld o dal supermercato allora che non si lamenti.
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Renji Abarai
            ho parlato di paritario?
            Ho ribadito che è possibile trovare dei notebook
            senza OS.Gia: ti do' ragione, sarebbe piu' corretto scrivere che e' PRATICAMENTE impossibile.
            Molti scrivono che è impossibile. Beh dicono una
            castroneria.
            E se la gente è condizionata solo da mediaworld o
            dal supermercato allora che non si lamenti.Una ditta richiede tra i 3 e i 5 preventivi da parte di negozi in grado di fornire assistenza a livello nazionale; altrimenti non vengono presi neanche in considerazione.C'e' un po' di differenza tra il dire : non li trovi a mediaword e dire li trovi solo in un micronico negozietto in citta' no ?
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...

            Gia: ti do' ragione, sarebbe piu' corretto
            scrivere che e' PRATICAMENTE
            impossibile.Ti sto dimostrando il contrario.Non NEL negozietto ma NEI NEGOZI SPECIALIZZATI DI INFORMATICA.
            C'e' un po' di differenza tra il dire : non li
            trovi a mediaword e dire li trovi solo in un
            micronico negozietto in citta' no
            ?Si.Infatti sia come assistenza, che come servizi, che come disponibilità, i negozi esperti mangiano in testa a mediaworld.Sembra che ora esistano solo quelli.
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Renji Abarai

            Gia: ti do' ragione, sarebbe piu' corretto

            scrivere che e' PRATICAMENTE impossibile.
            Ti sto dimostrando il contrario.
            Non NEL negozietto ma NEI NEGOZI SPECIALIZZATI DI
            INFORMATICA.Se fosse cosi' non ci sarebbero tante denunce dell'associazione consumatori in corso.

            C'e' un po' di differenza tra il dire : non li

            trovi a mediaword e dire li trovi solo in un

            micronico negozietto in citta' no ?
            Si.
            Infatti sia come assistenza, che come servizi,
            che come disponibilità, i negozi esperti mangiano
            in testa a mediaworld.Eppure non ci sono negozi che siano in grado di rispondere alle condizioni che ti citavo e che sono quelli che ogni ditta pretende per considerare dei preventivi : 3 - 5 offerte diverse da parte di gruppi in grado di fornire assistenza a livello nazionale e meglio se anche internazionale.
            Sembra che ora esistano solo quelli.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: krane
            Se fosse cosi' non ci sarebbero tante denunce
            dell'associazione consumatori in
            corso.
            tutta di gente che pena di essere informatizzata e poi va a prendere il pc nei supermercati.Meriterebbe 4 calci nelle gengive.
            Eppure non ci sono negozi che siano in grado di
            rispondere alle condizioni che ti citavo e che
            sono quelli che ogni ditta pretende per
            considerare dei preventivi : 3 - 5 offerte
            diverse da parte di gruppi in grado di fornire
            assistenza a livello nazionale e meglio se anche
            internazionale.
            Che tu lo prenda da Mediaworld o in un negozietto non cambia una cippa in termine di garanzia.Vale lo scontrino fiscale per rivalersi della garanzia della casa prodruttrice (parlando di notebook).Se invece parli di assistenza software non mi dire che ci sono quelli di Mediaworld e MarcoPolo che vanno a farla che ti rido in faccia!
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Renji Abarai
            - Scritto da: krane

            Se fosse cosi' non ci sarebbero tante denunce

            dell'associazione consumatori in corso.
            tutta di gente che pena di essere informatizzata
            e poi va a prendere il pc nei supermercati.
            Meriterebbe 4 calci nelle gengive.Ma certo: il tuo sistema e' quello giusto e gli altri si foXXano.

            Eppure non ci sono negozi che siano in grado di

            rispondere alle condizioni che ti citavo e che

            sono quelli che ogni ditta pretende per

            considerare dei preventivi : 3 - 5 offerte

            diverse da parte di gruppi in grado di fornire

            assistenza a livello nazionale e meglio se anche

            internazionale.
            Che tu lo prenda da Mediaworld o in un negozietto
            non cambia una cippa in termine di garanzia.Strano, pensavo tu lavorassi in una grande azienda, ma e' evidente che non conosci come funzionano le cose.
            Vale lo scontrino fiscale per rivalersi della
            garanzia della casa prodruttrice (parlando di
            notebook).
            Se invece parli di assistenza software non mi
            dire che ci sono quelli di Mediaworld e MarcoPolo
            che vanno a farla che ti rido in faccia!Mi ricordi un po' quel pezzo de "la guida galattica dell'autostoppista" in cui i terrestri si lamentavano della costruzione dell'autostrada e i Vorlon si stupivano perche' eppure erano anni che la costruzione era stata BEN E VISIBILMENTE SEGNALATA.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: krane
            Ma certo: il tuo sistema e' quello giusto e gli
            altri si
            foXXano. Io un alternativa la propongo, non vuoi accettarla, ti attacchi. Vivi tra le tue 4 mura.
            Strano, pensavo tu lavorassi in una grande
            azienda, ma e' evidente che non conosci come
            funzionano le
            cose.Io lavoro per una grande azienda, e assieme ad altre società proponiamo noi stessi i preventivi anche per gare europee.E secondo te andiamo per Mediaworld e catene commerciali?Ci si appoggia a enti diversi per le forniture e a sistemisti e tecnici del luogo o vicini di dove si svolge la gara per l'assistenza e le installazioni.Ma un giorno imparerai che l'informatica non si fa in cantina.


            Vale lo scontrino fiscale per rivalersi della

            garanzia della casa prodruttrice (parlando di

            notebook).

            Se invece parli di assistenza software non mi

            dire che ci sono quelli di Mediaworld e
            MarcoPolo

            che vanno a farla che ti rido in faccia!

            Mi ricordi un po' quel pezzo de "la guida
            galattica dell'autostoppista" in cui i terrestri
            si lamentavano della costruzione dell'autostrada
            e i Vorlon si stupivano perche' eppure erano anni
            che la costruzione era stata BEN E VISIBILMENTE
            SEGNALATA.Sono contento che ti ricordi frammenti della tua infanzia per altro non pertinenti con l'argomento.
          • arpo scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...

            Ma un giorno imparerai che l'informatica non si
            fa in
            cantina.Mi sa che è meglio che cambi vocaboli.Di "Informatica" se ne abusa troopo.L'informatica e' una scienza ed in quanto tale si fa nei centri di ricerca e nelle università.Non certo vendendo pezzi di silicio e software di sistema ed applicativo scadenti.
          • krane scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: Renji Abarai
            - Scritto da: krane

            Ma certo: il tuo sistema e' quello giusto e gli

            altri si foXXano.
            Io un alternativa la propongo, non vuoi
            accettarla, ti attacchi. Vivi tra le tue 4
            mura.E io ti sto dicendo che l'alternativa che proponi non e' un'alternativa valida ne' per l'utenza dell'utilizzatore medio ne' per quella professionale.

            Strano, pensavo tu lavorassi in una grande

            azienda, ma e' evidente che non conosci come

            funzionano le cose.
            Io lavoro per una grande azienda, e assieme ad
            altre società proponiamo noi stessi i preventivi
            anche per gare europee.Bhe, anche noi, ma qui si parlava di chi la offre a noi assistenza, non di quella che offriamo noi agli altri.
            E secondo te andiamo per Mediaworld e catene
            commerciali ?Andate nel negozietto sotto casa ?
            Ci si appoggia a enti diversi per le forniture e
            a sistemisti e tecnici del luogo o vicini di dove
            si svolge la gara per l'assistenza e le
            installazioni.A si ? Quindi se un consulente in una qualsiasi citta' deve rivolgersi al piu' vicino negozietto ?Serio: non c'e' che dire....Noi se non ci fanno assistenza onsite come minimo in tutta italia non li cachiamo neanche pensa.
            Ma un giorno imparerai che l'informatica non si
            fa in cantina.Parla proprio quello che manda i consulenti nei negozietti a chiedere se gli danno assistenza (rotfl)


            Vale lo scontrino fiscale per rivalersi della


            garanzia della casa prodruttrice (parlando di


            notebook).


            Se invece parli di assistenza software non mi


            dire che ci sono quelli di Mediaworld e


            MarcoPolo che vanno a farla che ti rido in


            faccia!

            Mi ricordi un po' quel pezzo de "la guida

            galattica dell'autostoppista" in cui i terrestri

            si lamentavano della costruzione dell'autostrada

            e i Vorlon si stupivano perche' eppure erano

            anni che la costruzione era stata BEN E

            VISIBILMENTE SEGNALATA.
            Sono contento che ti ricordi frammenti della tua
            infanzia per altro non pertinenti con
            l'argomento.Come no : Non l'hai letto ammettilo...
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            ok vedo che parlare con te è come parlare con gli africani (con tutto il rispetto ma mi serve qualche lingua sconosciuta).D'altra parte una volta il pc si comprava proprio nel negozietto.E i vari negozi sparsi in tutta italia se gli proponi un contratto di assistenza di una gara che si è volta li vicino è ben felice di farlo.Assistenza onsite e vendita piazzata.Se io ti faccio l'offerta Hardware e ti dico che l'assistenza te la fa un tecnico qualificato che è nel paese di fianco a casa tua penso che ti baci i gomiti.ma ancora ci discuto con te?
          • hiccup scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            ahi ahi ahi qui Renji Abarai mi sa che ha finalmente rivelato che non e' un vero informatico.Capperi non me lo aspettavo, forse e' solo anzianotto ed indurito dalla vita ;-)Oramai dove lavoro la mancata conoscenza della guida causa licenziamento in tronco (scherzo, ma qui ti guardano male)
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            poverino non ne hai mica colpa dai!
          • hiccup scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            yeah you got it!non ce la fai piu' vero?
          • loll scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Il negozietto spedisce anche?Mi dai il numero che mi servono una decina di pc e nb per me e i miei colleghi?p.snon scherzo, mi servirebbe davvero.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            mandami pm e ci mettiamo d'accordo.
          • kisuke urahara scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            .. incredibile cme due parole perfettamente concrete abbiano bloccato una serie infinita di stupidaggini, vero Renji ;) io l'ho già preso il NB, altrienti mi facevo vivo!!
          • Blackstorm scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: anoninona
            No, il brutto è che libertà vuol dire poter
            comprare i computer mettendoci sopra il s.o. che
            voglio.
            Quindi se lo compri con linux preinstallato, non
            cambia niente, visto che non pagandolo, se non ti
            va, basta cancellarlo e metterne un altro (ovvero
            buttando via i soldi della
            licenza).
            Oppure dover comprare un computer con almeno 2gb
            di ram perché il s.o. di meno non li VEDE, mentre
            gli altri s.o. ne usano 1/4 (ovvero 512
            mb).Non che c'entri molto, ma prima di scrivere vaccate, fai le prove. Vista gira con 512 mega di ram. Io ci ho provato. Tu? Parli per sentito dire, o hai il filo diretto con il solito guttman (che ricordiamo essere un pirla di dimenisoni apocalittiche)?
          • Uno di passaggio scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Lasciate perdere entrambi, perché il sistema operativo fine a se stesso non va "interscambiato" con altri... e poi Linux e Mac fanno di tutto per aumentare la loro compatibilità con reti e sistemi Windows (eterogenei in generale) mentr Windows riesce a non essere compatibile con se stesso, metti una macchina Windows NT su una rete con sole Active Directory, poi ne riparliamo... M$ vuole dettare le regole e basta.. ed è giusto così, perché è a fini commerciali e nessuno pretende che facciano tutto il contrario... ma almeno che non dicano che il loro software è migliore perché il più utilizzato, semmai è il più utilizzato perché una volta era l'unico ma la pacchia è finita...- Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: ....

            Windows è uno standard de-facto... perché usare

            Linux

            allora??



            Lascia la libertà a tutti di usare quello che

            vogliono!!

            Lasciali perdere, loro predicano di libertà
            soltanto quando si tratta di
            Linux...
        • vac scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          "De facto" sì,"standard no".Se fosse standard perché ho uno scanner che funziona solo con winsoz 98?
          • lroby scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: vac
            "De facto" sì,
            "standard no".

            Se fosse standard perché ho uno scanner che
            funziona solo con winsoz
            98?Se funziona con il 98 allora funziona anche con il MELROBY
          • vac scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Scusa l'imprecisione:Il driver è per 95, funziona anche con 98SE e probabilmente con "me"Il punto è che non funziona con 2000, XP e Vista.Ma probabilmente lo sapevi già, volevi solo fare della polemica vero?
          • lroby scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: vac
            Scusa l'imprecisione:
            Il driver è per 95, funziona anche con 98SE e
            probabilmente con
            "me"
            Il punto è che non funziona con 2000, XP e Vista.

            Ma probabilmente lo sapevi già, volevi solo fare
            della polemica
            vero?Polemica?? nou, vedila solo come una piccola precisazione ;)LROBY
          • Blackstorm scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            - Scritto da: vac
            "De facto" sì,
            "standard no".

            Se fosse standard perché ho uno scanner che
            funziona solo con winsoz
            98?Perchè i produttori non hanno rilasciato i driver. Sai, i sistemi operativi si evolvono, a volte. So che saresti più felice se XP e Vista avessero ancora l'architettura del 98, ma non è così. Mica tutti i sistemi operativi sono identici da 40 anni.
    • Banana joe scrive:
      Re: Come bloccare l'innovazione...
      MS vuole che l'ISO metta il SUO Marchio sul formato OOXML. C'entra una beata sega con la tua voglia di concorrenza.E' come se i cinesi arrivassero con una bella bottiglia dai francesi e dicessero "toh chiamatecelo champagne". E la notizia odierna sarebbe che si ritengono soddisfatti quando gli esperti francesi non siano riusciti ad assaggiare la loro roba per giudicarla. OOXML MMMMM fenomenale. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • .... scrive:
        Re: Come bloccare l'innovazione...
        Due pesi due misure, ma la incoerenza dei cantinari è sempre più evidente...- Scritto da: Banana joe
        MS vuole che l'ISO metta il SUO Marchio sul
        formato OOXML. C'entra una beata sega con la tua
        voglia di
        concorrenza.

        E' come se i cinesi arrivassero con una bella
        bottiglia dai francesi e dicessero "toh
        chiamatecelo champagne". E la notizia odierna
        sarebbe che si ritengono soddisfatti quando gli
        esperti francesi non siano riusciti ad assaggiare
        la loro roba per giudicarla. OOXML MMMMM
        fenomenale.
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • RObba scrive:
          Re: Come bloccare l'innovazione...
          Cavoli con pensieri cosi profondi sarà dura non controbattere...Vabbe...Cmq da chi si dimentica quale società è stata più volte multata per abuso di posizione dominante(e questa non è una mia opinone) suona strano sentir parlare di incoerenza e libertà...Secondo quale logica a me sfuggente?Ancora incapaci di verificare un cosi macroscopico dato?Microsoft nella sua carriera quanti formati a lei concorrenziali ha deriso/assorbito/distrutto?Dai non è un ente benefico, raramente a permesso l'evoluzione che non fosse a suo vantaggio...Esempi?Nemmeno ho voglia di ricordarli,sarebbe inutile...Visto il livello qualitativo dei pro Ms direi che non vi è peggior sordo di chi non vuol ascoltare...Nel mentre continuo a rifiutare i formati che non sono standard(ok i doc ormai lo sono di fatto)e se qlcuno protesta(successo anche quello) gli faccio notare come l'errore sia suo e non mio...Finora ha funzionato...Meglio un pdf o un rtf piuttosto che mettersi a 90 all'ignoranza...- Scritto da: ....
          Due pesi due misure, ma la incoerenza dei
          cantinari è sempre più
          evidente...




          - Scritto da: Banana joe

          MS vuole che l'ISO metta il SUO Marchio sul

          formato OOXML. C'entra una beata sega con la tua

          voglia di

          concorrenza.



          E' come se i cinesi arrivassero con una bella

          bottiglia dai francesi e dicessero "toh

          chiamatecelo champagne". E la notizia odierna

          sarebbe che si ritengono soddisfatti quando gli

          esperti francesi non siano riusciti ad
          assaggiare

          la loro roba per giudicarla. OOXML MMMMM

          fenomenale.

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • nello gala scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Non solo da quotare, ma da salvare !E da inserire in tutti i prossimi articoli marketta su office.....- Scritto da: RObba
            Cavoli con pensieri cosi profondi sarà dura non
            controbattere...
            Vabbe...
            Cmq da chi si dimentica quale società è stata più
            volte multata per abuso di posizione dominante(e
            questa non è una mia opinone) suona strano sentir
            parlare di incoerenza e
            libertà...
            Secondo quale logica a me sfuggente?
            Ancora incapaci di verificare un cosi
            macroscopico
            dato?
            Microsoft nella sua carriera quanti formati a lei
            concorrenziali ha
            deriso/assorbito/distrutto?
            Dai non è un ente benefico, raramente a permesso
            l'evoluzione che non fosse a suo
            vantaggio...
            Esempi?
            Nemmeno ho voglia di ricordarli,sarebbe inutile...
            Visto il livello qualitativo dei pro Ms direi che
            non vi è peggior sordo di chi non vuol
            ascoltare...
            Nel mentre continuo a rifiutare i formati che non
            sono standard(ok i doc ormai lo sono di fatto)e
            se qlcuno protesta(successo anche quello) gli
            faccio notare come l'errore sia suo e non
            mio...
            Finora ha funzionato...
            Meglio un pdf o un rtf piuttosto che mettersi a
            90
            all'ignoranza...

            - Scritto da: ....

            Due pesi due misure, ma la incoerenza dei

            cantinari è sempre più

            evidente...









            - Scritto da: Banana joe


            MS vuole che l'ISO metta il SUO Marchio sul


            formato OOXML. C'entra una beata sega con la
            tua


            voglia di


            concorrenza.





            E' come se i cinesi arrivassero con una bella


            bottiglia dai francesi e dicessero "toh


            chiamatecelo champagne". E la notizia odierna


            sarebbe che si ritengono soddisfatti quando
            gli


            esperti francesi non siano riusciti ad

            assaggiare


            la loro roba per giudicarla. OOXML MMMMM


            fenomenale.


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • .... scrive:
            Re: Come bloccare l'innovazione...
            Ti stupisco... anch'io sono d'accordo con questo, finché però lo stipendio me lo paga con la paghetta la mamma...- Scritto da: RObba
            Cavoli con pensieri cosi profondi sarà dura non
            controbattere...
            Vabbe...
            Cmq da chi si dimentica quale società è stata più
            volte multata per abuso di posizione dominante(e
            questa non è una mia opinone) suona strano sentir
            parlare di incoerenza e
            libertà...
            Secondo quale logica a me sfuggente?
            Ancora incapaci di verificare un cosi
            macroscopico
            dato?
            Microsoft nella sua carriera quanti formati a lei
            concorrenziali ha
            deriso/assorbito/distrutto?
            Dai non è un ente benefico, raramente a permesso
            l'evoluzione che non fosse a suo
            vantaggio...
            Esempi?
            Nemmeno ho voglia di ricordarli,sarebbe inutile...
            Visto il livello qualitativo dei pro Ms direi che
            non vi è peggior sordo di chi non vuol
            ascoltare...
            Nel mentre continuo a rifiutare i formati che non
            sono standard(ok i doc ormai lo sono di fatto)e
            se qlcuno protesta(successo anche quello) gli
            faccio notare come l'errore sia suo e non
            mio...
            Finora ha funzionato...
            Meglio un pdf o un rtf piuttosto che mettersi a
            90
            all'ignoranza...

            - Scritto da: ....

            Due pesi due misure, ma la incoerenza dei

            cantinari è sempre più

            evidente...









            - Scritto da: Banana joe


            MS vuole che l'ISO metta il SUO Marchio sul


            formato OOXML. C'entra una beata sega con la
            tua


            voglia di


            concorrenza.





            E' come se i cinesi arrivassero con una bella


            bottiglia dai francesi e dicessero "toh


            chiamatecelo champagne". E la notizia odierna


            sarebbe che si ritengono soddisfatti quando
            gli


            esperti francesi non siano riusciti ad

            assaggiare


            la loro roba per giudicarla. OOXML MMMMM


            fenomenale.


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Nifft scrive:
      Re: Come bloccare l'innovazione...
      - Scritto da: ....
      ...in fondo qui si è sempre parlato di
      concorrenza come una (giusta) opportunità di
      confronto e di
      crescita...

      ...purtroppo qualcuno vuole concorrenza su tutto
      tranne che sugli standard... chissà
      perché...Non sei il solo a pensarla così, c'è anche la M$...Chissà perché invece il resto del mondo la pensa diversamente...Se la storia insegna qualcosa, quando si parla di formati aperti...
    • BlueSky scrive:
      Re: Come bloccare l'innovazione...
      - Scritto da: ....
      ...in fondo qui si è sempre parlato di
      concorrenza come una (giusta) opportunità di
      confronto e di crescita...

      ...purtroppo qualcuno vuole concorrenza su tutto
      tranne che sugli standard... chissà
      perché...Perché MS vuole solo poter continuare ad imporre il proprio formato e mantenere il lockin finora acquisito.
  • .... scrive:
    Come bloccare l'innovazione...
    ...in fondo qui si è sempre parlato di concorrenza come una (giusta) opportunità di confronto e di crescita......purtroppo qualcuno vuole concorrenza su tutto tranne che sugli standard... chissà perché...
    • Pippo scrive:
      Re: Come bloccare l'innovazione...
      - Scritto da: ....
      ...in fondo qui si è sempre parlato di
      concorrenza come una (giusta) opportunità di
      confronto e di
      crescita...

      ...purtroppo qualcuno vuole concorrenza su tutto
      tranne che sugli standard... chissà
      perché...Perché in realtà i linari sono per la concorrenza soltanto quando si parla di open source.Insomma la solita incoerenza...
      • markit scrive:
        Re: Come bloccare l'innovazione...
        Non capisco come tu possa stare dalla parte di chi ti vuole danneggiare, ma contento te, o troll o masochista :)
Chiudi i commenti