Shareaza: affonderemo i ladri di Shareaza

Il team del celebre client P2P open source passa all'offensiva: nel mirino gli usurpatori di Shareaza, il grande falso. In arrivo anche la versione 3.0. Tutti in pista brandendo la GPL

Roma – Celebrato client P2P , e storica presenza del settore, Shareaza sta combattendo una nuova battaglia: quella per il suo nome. Il suo dominio, infatti, è caduto vittima di appropriazione indebita ma ora, grazie al supporto legale di noti personaggi del mondo del free software , i gestori di Shareaza vogliono riappropriarsi di quello che spetta loro di diritto .

La vicenda è ben nota : Discordia Ltd. , società off-shore con sede legale a Cipro, ha fatto proprio il dominio shareaza.com precedentemente affidato dalla community a un utente della Florida, defilatosi dalla faccenda dopo essere stato denunciato con la richiesta di milioni di dollari in danni.

Secondo la ricostruzione della storia pubblicata sui forum legittimi di Shareaza, Discordia Ltd. non sarebbe altro che la diretta emanazione di iMesh , una volta fiorente network di P2P libero e ora servizio legale venuto a patti con il diavolo i voleri dell’industria discografica.

A peggiorare il tutto, quella che sembra a tutti gli effetti una società-fantoccio ha fatto richiesta all’ufficio brevetti statunitense per registrare come proprietario il marchio e il software Shareaza , nonostante il suddetto sia da sempre un progetto open source liberamente disponibile in rete senza restrizione alcuna se non il rispetto della licenza GNU GPL.

Stante la situazione, la comunità di Shareaza annuncia in questi giorni di aver deciso finalmente di entrare in azione contro chi gli ha rubato dominio e codice , facendo affidamento sul supporto e l’aiuto legale di organizzazioni e personalità da sempre coinvolte nella difesa dei diritti digitali, contro gli assalti monopolistici alle tecnologie e alla Rete: Software Freedom Law Center – capitanata da Eben Moglen EFF e Richard Stallman saranno parte attiva nel tentativo di riottenere il maltolto, fuori e dentro i tribunali statunitensi.

Essendo una semplice comunità non profit, per condurre la propria battaglia legale Shareaza necessita inoltre del supporto monetario dei suoi utenti , ragion per cui è stata attivata una raccolta fondi attraverso il servizio ChipIn di PayPal .

Oltre al contrasto del domain hijacking , il team di Shareaza assicura ad ogni modo di voler combattere anche sul campo che conta di più , vale a dire quello del codice di programma vero e proprio. Al contrario dello Shareaza fittizio che si autodefinisce “un sistema di P2P legale al 100%” e non ridistribuisce in rete le modifiche apportate, il progetto reale ospitato su SourceForge.net andrà incontro, nei giorni e mesi prossimi, a una fase di revisione aperta al contributo di tutti e pensata per ottimizzare e migliorare il supporto ai tre network distribuiti implementati e non solo.

“Shareaza 3.0 sarà una pietra miliare significativa nella lunga storia del programma”, assicurano i coder parlando attraverso TorrentFreak . Modularità dell’implementazione dei protocolli di rete Gnutella, Gnutella2 ed eDonkey 2000, ricostruzione di molte delle caratteristiche del software con in mente la portabilità e soprattutto un supporto al network BitTorrent ricostruito da zero .

La claudicante offerta sul fronte della gestione dei torrent è da sempre uno dei principali punti deboli di Shareaza, ma ora il team promette di “portare il supporto BT in linea con la moderna scena dei torrent”. Se la battaglia legale è tutta ancora da combattere, quella della tecnologia gli sviluppatori sembrano già sul punto di vincerla.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xcape scrive:
    e io ti copio le chiavi di casa..
    Mi piace il tuo pensiero, "mi scoccio di loggare" (ovviamente sono sarcastico..)Sono perfettamente d'accordo con te - ed è innegabile dato che ci sono sentenze della Corte di Cassazione a supporto - che "duplicare" un file NON è rubare, mancandone i presupposti oggettivi. Ma per tutto il resto proprio NO..Secondo la tua filosofia .. tu mi porti le chiavi di casa tua da duplicare e io me ne faccio una copia per me (non ho rubato, giusto? Sono in regola..). Poi con le chiavi (che mi hai portato tu, ricordi?) entro in casa tua e bivacco (portandomi la spesa altrimenti mi accuseresti di averti rubato il cibo), uso il tuo bagno (non tiro l'acqua, per non rubartela), condivido il letto con te (e chiunque vi sia d'altro - se non sottraggo niente non rubo = condivido - ed è legale, giusto?).. magari scatto qualche foto qua e la e contento le vado a pubblicare su internet.. non m'importa se tu sei d'accordo o meno, io non te lo chiedo..Tralasciando questo OT1) Se io ti porto un pc perché non funziona più, sono ben conscio di dover pagare la tua tariffa e sono LIBERO di non portartelo e di provvedere da me. E' ovvio che se fossi in grado di farlo lo farei da me.. Allo stesso modo perché nessuno si compera la stoffa (magari a pochi euro) e se la cuce da solo invece di comperare nei negozi i vestiti già fatti? (e pagarli carissimi?) O si fa il pane in casa comprando la farina?So dove vendono stoffa e farina (al pari di siti gratuiti) ma non so né fare il pane né cucire i vestiti.. tu?2) Visto che il pc non funziona più e nessuno che conosci può riparatelo, cosa dovresti fare? Buttarlo per evitare che altri scorrazzino per i tuoi files e si facciano copie a tua insaputa? Per "verificare l'integrità" dei dati non è necessario visionarli sai.. altrimenti scandisk e chkdsk manderebbero a schermo ogni singolo file.. E' necessario solo per una mente curiosa e copiarli per una mente malata (che magari, nella sua solitudine, non ha altri modi di poter solleticare la fantasia).e per finire.. dopo averli copiati li masterizzi su una retail per i clienti, che magari vendi.. beh.. COLPEVOLE e LICENZIATO in tronco!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2008 14.05----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2008 14.28-----------------------------------------------------------
    • quoto scrive:
      Re: e io ti copio le chiavi di casa..
      - Scritto da: xcape
      e per finire.. dopo averli copiati li masterizzi
      su una retail per i clienti, che magari vendi..
      beh.. COLPEVOLE e LICENZIATO in
      tronco!Caro xcape, ovviamente l'utente a cui ti riferisci è semplicemente il classico stupido troll necessario in tutti i thread di punto informatico.Chiunque sappia cos'è e come funziona un pc sa che per "trovare" i file occorre cercarli, aprirle copiarli etc etc.Non perderei troppo del nostro prezioso tempo con un trollone del genere.
  • gino scrive:
    REATO
    ma che cazzo! ho letto non so quanti commenti idioti o ignoranti!se un tecnico ti prende un file dal pc e se lo porta via compie un furto bello e buono!mettete che la foto è stata stampata e messa nel cassetto del comodino della camera da lettopensate che la donna delle pulizie, che ha TUTTO IL DIRITTO DI APRIRE ARMADI ECCECC(nel limite di quanto concordato), abbia anche il diritto di portarsi via i vostri gioielli, il vostro portafogli, la vostra foto?
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: REATO
      - Scritto da: gino
      ma che cazzo! ho letto non so quanti commenti
      idioti o
      ignoranti!

      se un tecnico ti prende un file dal pc e se lo
      porta via compie un furto bello e
      buono!

      mettete che la foto è stata stampata e messa nel
      cassetto del comodino della camera da
      letto

      pensate che la donna delle pulizie, che ha TUTTO
      IL DIRITTO DI APRIRE ARMADI ECCECC(nel limite di
      quanto concordato), abbia anche il diritto di
      portarsi via i vostri gioielli, il vostro
      portafogli, la vostra
      foto?Come commento "ignorante" ( derivante dall'ignoranza -
      non conoscenza ), vedo il tuo.L'atto di copiare i file su pennetta, non è una sottrazione di un file da una fonte per portarla su un'altra.Quindi non si tratta di furto.Detto questo, tutte le accuse cadono nel vuoto.
      • Anonimo scrive:
        Re: REATO
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare
        L'atto di copiare i file su pennetta, non è una
        sottrazione di un file da una fonte per portarla
        su
        un'altra.
        Quindi non si tratta di furto.
        Detto questo, tutte le accuse cadono nel vuoto.Spiegami un po' che differenza c'e' con questo altro episodio.Il tecnico del PC, invece delle foto, trova un file "codici per accedere alla banca.txt"lo copia sulla sua chiavetta.Non e' furto.Fa uso di quei dati che ha trovato, esattamente come fa uso della foto che ha trovato.Le foto si guardano, i codici si introducono nei campi di user e password del portale della banca.Tutto regolare, dal tuo punto di vista, vero?
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: REATO
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Mi scoccio di loggare
          Spiegami un po' che differenza c'e' con questo
          altro
          episodio.
          Il tecnico del PC, invece delle foto, trova un
          file

          "codici per accedere alla banca.txt"
          lo copia sulla sua chiavetta.
          Non e' furto.
          Fa uso di quei dati che ha trovato, esattamente
          come fa uso della foto che ha
          trovato.
          Le foto si guardano, i codici si introducono nei
          campi di user e password del portale della
          banca.

          Tutto regolare, dal tuo punto di vista, vero?Al massimo puo' incorrere in "violazione della privacy".Se poi usa i codici per "sottrarre" denaro dal conto della vittima, allora si puo' parlare di "furto" ( non di file, ma dei soldi che versa dal conto della vittima a qualcun altro ).Se invece quei codici li usa solo per "ficcanasare" nei conti della vittima ( senza quindi effettuare operazioni di bonifici e quindi di sottrazione di soldi ), si puo' parlare solo di violazione della privacy e non penso che in USA ci siano leggi a riguardo ( credo, non ne sono sicuro ).Fino a quando non vi ficcherete in testa che "copiare non è rubare", sarete sempre dalla parte del torto, perche' NULLA VIENE SOTTRATTO.Purtroppo questo è il risultato di anni di lotte delle major contro il p2p che hanno paragonato ingiustamente l'atto di COPIARE con l'atto di RUBARE. Ma sono 2 cose BEN DISTINTE.
  • a n o n i m o scrive:
    questa storia mi puzza un po'
    di marketing-op...mo' cerco in giro...
  • Mi scoccio di loggare scrive:
    Mica i tecnici sono responsabili...
    Se io mando a riparare un pc e all'interno i tecnici ci ritrovano materiale che non avrei voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia, mica di chi quelle foto le ha visionate.Stessa cosa se quelle foto le lascio in un parco o in un centro commerciale...mica vado a denunciare il comune o il centro commerciale per aver "condiviso" le mie foto con gli utenti del luogo...
    • Pippo Santoanast aso scrive:
      Re: Mica i tecnici sono responsabili...
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      Se io mando a riparare un pc e all'interno i
      tecnici ci ritrovano materiale che non avrei
      voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,
      mica di chi quelle foto le ha
      visionate.

      Stessa cosa se quelle foto le lascio in un parco
      o in un centro commerciale...mica vado a
      denunciare il comune o il centro commerciale per
      aver "condiviso" le mie foto con gli utenti del
      luogo...E' chiaro che tu il concetto di "privacy" nemmeno sai dove sta di casa, eh?
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        - Scritto da: Pippo Santoanast aso
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare
        E' chiaro che tu il concetto di "privacy" nemmeno
        sai dove sta di casa,
        eh?Io? Se tu mi fornisci delle foto, quelle foto non sono piu' "personali", ma "pubbliche" o almeno sono anche mie.O se trovi dei soldi a terra non li raccogli perche' non sono tuoi?
        • amedeo scrive:
          Re: Mica i tecnici sono responsabili...
          Se chiami l'idraulico per farti una riparzione e questi trova le tue foto porno nel cassetto della cucina, come la metti ? Se porti l'auto dal meccanico per un guasto, questi trova il vibratore che hai nascosto nel cassettino lo fotografa ed espone in bacheca una foto tua, della tua macchina e del vibratore, lo troveresti corretto ?Esiste una cosa chiamata deontologia professionale, un tecnico che deve ripararti il PC non e' autorizzato a ficcare il naso in quello che non lo riguarda ed ancora meno a divulgarlo.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: amedeo
            Se chiami l'idraulico per farti una riparzione e
            questi trova le tue foto porno nel cassetto della
            cucina, come la metti ? Ficcanasava in luoghi non consentiti.Se trovava un profilattico che intasava il tubo di scarico, l'avrebbe raccontato agli amici di sicuro.
            Se porti l'auto dal
            meccanico per un guasto, questi trova il
            vibratore che hai nascosto nel cassettino lo
            fotografa ed espone in bacheca una foto tua,
            della tua macchina e del vibratore, lo troveresti
            corretto
            ?Lo avrebbe detto agli amici.
            Esiste una cosa chiamata deontologia
            professionale, un tecnico che deve ripararti il
            PC non e' autorizzato a ficcare il naso in quello
            che non lo riguarda ed ancora meno a
            divulgarlo.Infatti lui dichiara di non averlo divulgato, ma che qualcuno inconsapevolmente ha copiato il contenuto della pennetta sul cd da ridistribuire ai clienti.Insomma... lui ha acquisito quelle foto perche' stava svolgendo il suo lavoro. E quelle foto non sono ne piu' o ne meno alle conoscenze in cui incappano i vari tecnici mentre svolgono il loro lavoro. E le esperienze dei tecnici vengono spesso rivelate agli amici che poi fanno il passaparola.Ora ci troviamo dinanzi ad un nuovo media ( internet ) e tutto è ingigantito, ma queste cose sono NORMALISSIME.
          • amedeo scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: amedeo

            Se chiami l'idraulico per farti una riparzione e

            questi trova le tue foto porno nel cassetto della

            cucina, come la metti ?
            Ficcanasava in luoghi non consentiti.Non dal momento che abbia dovuto estrarre i cassetti per poter accedere al vano dove lavorare (almeno secondo il tuo modo di pensare...)
          • andrea scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            cose normali?ci vorrebbero troppe pagine per spiegarti quanto tu lontano sia dal buonsenso della vita...il tecnico deve riparare il pc, non sbirciare tra i dati personali del clienteIl fatto poi che quei dati (foto o altro) siano finiti nei cd da distribuire... questo è molto grave.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: andrea
            cose normali?

            ci vorrebbero troppe pagine per spiegarti quanto
            tu lontano sia dal buonsenso della
            vita...Vorresti usare la parola "etico" ma hai già letto le mie risposte a riguardo...dì la verità... :)
            il tecnico deve riparare il pc, non sbirciare tra
            i dati personali del
            clienteguarda caso, i virus possono annidarsi anche tra i dati personali del cliente...
            Il fatto poi che quei dati (foto o altro) siano
            finiti nei cd da distribuire... questo è molto
            grave.Su questo non ci piove...[ot]anche che il mio reddito sia visibile ad un giapponese[/ot]
          • cxar scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            Da questo scambio di battute, una sola cosa si capisce, che i tuoi conoscenti dovrebbero stare attenti a quello che dicono in tua presenza. =)
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: cxar
            Da questo scambio di battute, una sola cosa si
            capisce, che i tuoi conoscenti dovrebbero stare
            attenti a quello che dicono in tua presenza.
            =)E' vero! :)Cosi come è vero che devo star attento a quel che dico in loro presenza :)
    • Uli scrive:
      Re: Mica i tecnici sono responsabili...
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      Se io mando a riparare un pc e all'interno i
      tecnici ci ritrovano materiale che non avrei
      voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,
      mica di chi quelle foto le ha
      visionate.

      Stessa cosa se quelle foto le lascio in un parco
      o in un centro commerciale...mica vado a
      denunciare il comune o il centro commerciale per
      aver "condiviso" le mie foto con gli utenti del
      luogo...ma che risposta è questa?se mandi il pc a riparare è perchè non funziona e come faresti tu di grazia a eliminare i tuoi file privati se non funzia il pc prima di mandarlo in assistenza??oppure è anche colpa di quella donna non aver salvato le sue foto al di fuori del pc?il pc è una proprieta privata con tutto quello che concerne,l'assistenza è tenuta a riparare il guasto non a ficcanasare nel mio hard disk
      • anonimo scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        Senza contare poi che il tipo non si è limitato a guardare le foto...
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...

        ma che risposta è questa?se mandi il pc a
        riparare è perchè non funziona e come faresti tu
        di grazia a eliminare i tuoi file privati se non
        funzia il pc prima di mandarlo in
        assistenza??Beh... Il tecnico ha di sicuro commesso una sciocchezza, ma la donna, dal canto suo, non brilla certo per intelligenza. Lo sai che stai dando in mano il tuo pc al tecnico e sai che ci sono quelle foto. O le togli o se proprio il pc non parte ci pensi due volte prima di darlo in assistenza. Magari pensava che i pc si riparano solo con i saldatori e il cacciavite.
        oppure è anche colpa di quella donna non aver
        salvato le sue foto al di fuori del
        pc?Beh, diciamo che una certa leggerezza l'ha commessa anche lei. ;)
        il pc è una proprieta privata con tutto quello
        che concerne,l'assistenza è tenuta a riparare il
        guasto non a ficcanasare nel mio hard
        diskSu questo hai ragione, ma magari la geniaccia aveva messo le foto in una cartella chiamata "Foto Di Me Nuda". Penso siano pochi quelli che non darebbero un'occhiata. Chissà quante volte succede ogni giorno questa cosa, solo che stavolta la cosa è emersa perchè il tecnico, mostruosamente distratto, ha "diffuso" le foto nei cd di restore, mi chiedo come abbia fatto a non accorgersene.TAD
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        - Scritto da: Uli
        ma che risposta è questa?se mandi il pc a
        riparare è perchè non funziona Ci sono "pochissimi" casi in cui il pc non parte piu'.Spesso e volentieri lo si manda a riparare per eliminare virus o per aggiustare qualche configurazione di rete o audio...
        e come faresti tu
        di grazia a eliminare i tuoi file privati se non
        funzia il pc prima di mandarlo in
        assistenza??Ci penso su due volte se ho dei dati MOLTO sensibili.Oppure chiamo un tecnico che esegue il lavoro dinanzi a me, in modo da evitargli la possibilità di visionare materiale sensibile...
        oppure è anche colpa di quella donna non aver
        salvato le sue foto al di fuori del
        pc?Questo a prescindere...
        il pc è una proprieta privata con tutto quello
        che concerne,l'assistenza è tenuta a riparare il
        guasto non a ficcanasare nel mio hard
        diskficcanasare il naso nell'hard disk, è compito del tecnico, o pensi che i virus e i malware vengano rimossi in automatico con una speciale schedina data in consegna a chi ottiene la qualifica di "tecnico"?
        • amedeo scrive:
          Re: Mica i tecnici sono responsabili...
          - In genere virus e malware vengono ricercati con strumenti software e non scartabellando per il disco- Esistono dei metodi tipo la rimozione del disco e la verifica tramite un altro PC (mai sentito parlare di adattatori USB ?) magari fornito di software adatti- Il costo di un intervento di assistenza presso un centro e' certamente inferiore al costo di un tecnico presso casa tua che 1) deve farti pagare la chiamata 2) deve farti pagare un costo orario (che sarebbe superiore rispetto all'intervento presso il centro) 3) ha qualche difficolta' a portarsi dietro tutto il materiale necessario all'intervento 4) certamente non gradisce lavorare con qualcuno dietro le spalle che lo controlla- Per stare a seguire il tecnico durante l'intervento devi farlo entrare in casa tua e 1) secondo il tuo ragionamento e' libero di gironzolare per la casa e ficcare il naso dove vuole 2) devi avere disponibilita' a restare a casa per seguire l'intervento (e putroppo molte persone in quegli orari devono essere al lavoro)Come tecnico mi e' capitato di vedere delle cosa molto personali su PC dei clienti ma non mi sono mai sognato 1) di andarle a cercare 'attivamente' 2) di copiare (e quindi dffonderle) 3) di andare anche solo a raccontare in giro che cosa mi e' passato sotto gli occhi. Mi sembra che qualsiasi tecnico serio non dovrebbe discostarsi da queste regole di comportamento.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: amedeo
            - In genere virus e malware vengono ricercati con
            strumenti software e non scartabellando per il
            discoNessuno sa se le foto erano nascoste o meno. Potevano anche trovarsi sul desktop (per intenderci).
            - Esistono dei metodi tipo la rimozione del disco
            e la verifica tramite un altro PC (mai sentito
            parlare di adattatori USB ?) magari fornito di
            software
            adattiLe foto erano salvate sul disco, mica sul processore... -.-
            - Il costo di un intervento di assistenza presso
            un centro e' certamente inferiore al costo di un
            tecnico presso casa tua Vero relativo.Se conosci un qualsiasi smanettone di pc, per 50 euro ti ripara la macchina a domicilio e ti ringrazia pure ( naturalmente si parla di "lavoro a nero" ).Se vai in un centro, solo il controllo costa 25/50 euro e poi c'e' da sostenere i costi per l'intervento...
            che 1) deve farti pagare
            la chiamata 2) deve farti pagare un costo orario
            (che sarebbe superiore rispetto all'intervento
            presso il centro) 3) ha qualche difficolta' a
            portarsi dietro tutto il materiale necessario
            all'intervento 4) certamente non gradisce
            lavorare con qualcuno dietro le spalle che lo
            controllaIn questi casi tocca decidere... se ho materiale riservato, cerco di spendere un po' di piu' e star sicuro che il mio materiale non venga "visto" da occhi indiscreti.
            - Per stare a seguire il tecnico durante
            l'intervento devi farlo entrare in casa tua e 1)
            secondo il tuo ragionamento e' libero di
            gironzolare per la casa e ficcare il naso dove
            vuole Mah... se lo lasci entrare, lo dirigi verso il pc e lo fai sedere...non gli mostri casa...
            2) devi avere disponibilita' a restare a
            casa per seguire l'intervento (e putroppo molte
            persone in quegli orari devono essere al
            lavoro)Parli sempre in ambito lavorativo. Oggi chi non sa togliere un virus? E se non lo sa togliere, possibile che non conosce nessuno ( amico di amici di amici ) in grado di?
            Come tecnico mi e' capitato di vedere delle cosa
            molto personali su PC dei clienti ma non mi sonoIdem
            mai sognato 1) di andarle a cercare 'attivamente'A volte le trovi perche' ti vengono "offerte"
            2) di copiare (e quindi dffonderle) idem
            3) di andare
            anche solo a raccontare in giro che cosa mi e'
            passato sotto gli occhi. Giusto x farsi 4 risate...
            Mi sembra che qualsiasi
            tecnico serio non dovrebbe discostarsi da queste
            regole di
            comportamento.Mah... specialmente per l'ultima... non ho prestato alcun giuramento d'ippocrate et simila ne ricevo lauti compensi per il mio operato, quindi penso di non aver problemi di "privacy".
          • amedeo scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            Per fortuna non tutti conoscono l'amico smanettone che sa togliere i virus, altrimenti rimarrei senza lavoro. Del resto per esperienza trovo che molto spesso gli 'amici smanettoni' sono quelli che fanno i danni peggiori.
            Le foto erano salvate sul disco, mica sul processore... -.-devo dedurne che non hai la piu' pallida idea di cosa sia un adattatore IDE-USB o SATA-USB ?
            In questi casi tocca decidere... se ho materiale
            riservato, cerco
            di spendere un po' di piu' e star sicuro che
            il mio materiale non venga "visto" da occhi indiscreti.
            Parli sempre in ambito lavorativo. Oggi chi non sa togliere
            un virus? E se non lo sa togliere, possibile che non
            conosce nessuno ( amico di amici di amici ) in grado di?deciditi, vuoi spendere di piu' o di meno ? vuoi mettere a disposizione il tuo materiale riservato a qualcuno che sa bene chi sei e come andare poi a raccontarlo a tutti gli amici per farsi quattro risate ?Inoltre si sta proprio parlando di ambito lavorativo, la deontologia non e' pretesa dallo smanettone amico dell'amico ma da un professionista che offre un servizio; nel caso in questione poi, da un dipendente che ha firmato un contratto e che deve seguire delle regole indicate dall'azienda per cui lavora.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: amedeo
            Per fortuna non tutti conoscono l'amico
            smanettone che sa togliere i virus, altrimenti
            rimarrei senza lavoro. Del resto per esperienza
            trovo che molto spesso gli 'amici smanettoni'
            sono quelli che fanno i danni
            peggiori.Non sempre. Poi dipende da quanto gli smanettoni ne capiscano realmente di pc e di che tipologia di danno è in corso...

            Le foto erano salvate sul disco, mica sul
            processore...
            -.-
            devo dedurne che non hai la piu' pallida idea di
            cosa sia un adattatore IDE-USB o SATA-USB
            ?So cos'e'...ma "smontare" l'hard disk per agganciarlo come hd secondario su un pc pulito non rimuove le foto salvate sul pc, dato che le foto si troveranno (a meno di doppi hd) proprio sull'hd rimontato sul pc "pulito".
            deciditi, vuoi spendere di piu' o di meno ? vuoi
            mettere a disposizione il tuo materiale riservato
            a qualcuno che sa bene chi sei e come andare poi
            a raccontarlo a tutti gli amici per farsi quattro
            risate
            ?In genere i virus e i danni li riparo da solo...Comunque se mi trovassi in simili situazioni, opterei per l'amico di famiglia e seguendo ogni suo movimento. Che vada a raccontare di aver visto una cartella "mie foto nude"...meglio questo che inviare il pc in assistenza e colui che agisce indisturbato puo' farsi copie del mio materiale e poi magari ricattarmi ( potrebbe capitare anche questo se non è già successo... )

            Inoltre si sta proprio parlando di ambito
            lavorativo, la deontologia non e' pretesa dallo
            smanettone amico dell'amico ma da un
            professionista che offre un servizio; Ripeto quello detto in un altro post.La deontologia ( o anche "etica") è una cosa che in ambito lavorativo lascia il tempo che trova per ovvie ragioni ( lasciare una macchina a fare una scansione o una installazione di windows e richiedere 50 euro, non è proprio "etico" dato che il lavoro viene svolto per lo piu' in automatico e senza il mio controllo... )
            nel caso in
            questione poi, da un dipendente che ha firmato un
            contratto e che deve seguire delle regole
            indicate dall'azienda per cui
            lavora.Si è fatto "scovare", ma credo che sia uno standard...dopotutto l'essere umano è curioso di natura...
          • astruso scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...




            Inoltre si sta proprio parlando di ambito

            lavorativo, la deontologia non e' pretesa dallo

            smanettone amico dell'amico ma da un

            professionista che offre un servizio;

            Ripeto quello detto in un altro post.
            La deontologia ( o anche "etica") è una cosa che
            in ambito lavorativo lascia il tempo che trova
            per ovvie ragioni ( lasciare una macchina a fare
            una scansione o una installazione di windows e
            richiedere 50 euro, non è proprio "etico" dato
            che il lavoro viene svolto per lo piu' in
            automatico e senza il mio controllo...
            )


            nel caso in

            questione poi, da un dipendente che ha firmato
            un

            contratto e che deve seguire delle regole

            indicate dall'azienda per cui

            lavora.

            Si è fatto "scovare", ma credo che sia uno
            standard...dopotutto l'essere umano è curioso di
            natura...La deontologia nata come dottrina dei doveri la vedo meglio come un complesso di norme etico-sociali che disciplinano l'esercizio della professione.Questo pero' impone che sia separata dalle opinioni ...
          • astruso scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: amedeo
            Per fortuna non tutti conoscono l'amico
            smanettone che sa togliere i virus, altrimenti
            rimarrei senza lavoro. Del resto per esperienza
            trovo che molto spesso gli 'amici smanettoni'
            sono quelli che fanno i danni
            peggiori.



            Le foto erano salvate sul disco, mica sul
            processore...
            -.-
            devo dedurne che non hai la piu' pallida idea di
            cosa sia un adattatore IDE-USB o SATA-USB
            ?
            Eh eh he tu hai quindici anni al massimo.[snip snip]
            Inoltre si sta proprio parlando di ambito
            lavorativo, la deontologia non e' pretesa dallo
            smanettone amico dell'amico ma da un
            professionista che offre un servizio; nel caso in
            questione poi, da un dipendente che ha firmato un
            contratto e che deve seguire delle regole
            indicate dall'azienda per cui
            lavora.Belle parole, bellissime.Ora caro chi definisce la deontologia di un tecnico informatico?Ancora piu' semplice, quale istituzione, gruppo morale, associazione, spiccata personalita', quale J. Bentham italiano ha definito un complesso di norme etico-sociali che disciplinano l'esercizio della professione di cui stiamo parlando?Se parli di deontologia sara' ben cristallizzata da qualche parte no?o parli di quello che tu supponi sia la deontologia di questa professione.Dove hai trovato documentazione relativa?Links?Altrimenti e' facile parlare di cose che poi si rivelano piu' grandi di te...
          • Xendorf scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: astruso[snip]
            Se parli di deontologia sara' ben cristallizzata
            da qualche parte
            no?"Non fare ad altri ciò che non vuoi essere fatto a te"Questa è la mia "deontologia": ho riparato molti PC sia come tecnico sia come amico e in alcuni casi, quando ad esempio DOVEVO cercare i documenti per copiarli su altro supporto (dato che quello del cliente/amico stava per "tirare le cuoia") e quando finivo o riconsegnavo la copia dei dati all'altra persona o la distruggevo.
    • .... scrive:
      Re: Mica i tecnici sono responsabili...
      Ma cosa dici?? Lo leggi nei forum di Linux?? Un rapporto professionale è già di suo coperto dalla confidenzialità!!- Scritto da: Mi scoccio di loggare
      Se io mando a riparare un pc e all'interno i
      tecnici ci ritrovano materiale che non avrei
      voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,
      mica di chi quelle foto le ha
      visionate.

      Stessa cosa se quelle foto le lascio in un parco
      o in un centro commerciale...mica vado a
      denunciare il comune o il centro commerciale per
      aver "condiviso" le mie foto con gli utenti del
      luogo...
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        - Scritto da: ....
        Ma cosa dici?? Lo leggi nei forum di Linux?? Un
        rapporto professionale è già di suo coperto dalla
        confidenzialità!!

        In che clausola è scritto negli interventi di assistenza tecnica?
        • amedeo scrive:
          Re: Mica i tecnici sono responsabili...
          Non mi sembra di aver mai letto nelle clausole di assistenza qualcosa del tipo: 'tutti i dati contenuti nel disco divengono di nostra proprieta' in forma di copia con diritto di duplicazione e diffusione'.
        • amedeo scrive:
          Re: Mica i tecnici sono responsabili...
          Quando porti a sviluppare delle foto parti dal principio che il negozio abbia il diritto di duplicarsele e farne quello che vuole ? o ogni volta fai firmare (dato che quello che firmi tu non vale per loro) una dichiarazione in cui si impegnano a non appropriarsene ?
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: amedeo
            Quando porti a sviluppare delle foto parti dal
            principio che il negozio abbia il diritto di
            duplicarsele e farne quello che vuole ? o ogni
            volta fai firmare (dato che quello che firmi tu
            non vale per loro) una dichiarazione in cui si
            impegnano a non appropriarsene
            ?Proprio per questo motivo, se faccio scatti "riservati" non vado dal fotografo ma le stampo da me.Chi hai dinanzi è una persona che puo' essere o meno "leale", ma se non voglio correre rischi non rischio...
    • Akiro scrive:
      Re: Mica i tecnici sono responsabili...
      come battuta non è male.Secondo te se lasci qualsiasi cosa sul pc diventa automaticamente di loro proprietà?esiste un etica, ma forse ti sfugge...
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        - Scritto da: Akiro
        come battuta non è male.
        Secondo te se lasci qualsiasi cosa sul pc diventa
        automaticamente di loro
        proprietà?

        esiste un etica, ma forse ti sfugge...Proprio per una questione di "nulla è sottratto ma solo duplicato", non diventa di loro proprietà, ma non puoi negare che loro possono utilizzarla o duplicarsela.L'etica poi è quella cosa che in ambito lavorativo vale quanto i 2 euro cent.Altrimenti per "etica" non chiederesti 50 euro ( o piu' ) per rimuovere un virus attraverso una scansione *gratuita* online.Puoi anche arrampicarti dicendo che i 50 euro sono la "consulenza", ma se volevi esser realmente "etico" le indicavi il sito dove indirizzarsi per la scansione *gratuita* online.
        • amedeo scrive:
          Re: Mica i tecnici sono responsabili...
          Giusto, allora metti su un'azienda che offra tale servizio, poi ti passiamo l'URL di qualche negozio on-line dove potrai gratuitamente vedere tante belle cose da mangiare (il fatto poi di comprarle e nutrirti e' pero' un problema tuo). La prossima volta che devi far riparare la macchina, chiedi al meccanico dove comprare le chiavi invece di lasciargliela.Guarda che il fatto che di sapersi collegare ad un sito che offre la scansione online non rende una persona un gran tecnico ma al massimo uno smanettone che a volte riesce a combinare qualcosa.La maggior parte della gente non sarebbe in grado neanche di fare quello, nonostante le indicazioni (a meno di rimanere al telefono e spiegare loro passo passo cosa fare); ho diversi clienti che nonostante una laurea (per cui dovrebbero avere un livello culturale medio alto) rimangono spiazzati al semplice messaggio 'il computer deve essere riavviato per completare l'aggiornamento' dato dall'antivirus e mi farebbero perdere piu' tempo al telefono rispetto ad andare fino da loro a risolvere personalmente i problemi.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            Quindi non potete in alcun modo parlare di etica.Avviare la scansione o l'installazione di Windows, comporta una perdita di tempo pari a 2 minuti.Altri 5 minuti netti quando ti chiede il layout di tastiera, l'impostazione della rete etc.etc.Per installare i relativi driver, invece necessiti di al massimo 20 minuti.Siamo abbondantemente sotto i 30 minuti netti ( con i driver...che spesso non vengono installati e lasciati quelli di default ).Pertanto, se il cliente è fortunato, ha pagato 50 euro (minimo) per 27 minuti di lavoro.Se e' mediamente sfortunato, ha pagato 50 euro per 7 minuti di lavoro.Dato che questo non lo ritengo "etico", non farmi la morale se da tecnico copio 1 file che trovo sul pc..perche' non sono "etico" neanche quando gli chiedo tanti soldi per pochi minuti di lavoro.
          • gino scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            far pagare un botto può non essere eticoma pigliargli un file privato(può essere la foto della moglie nuda come il suo estratto conto) è un REATO PENALE
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: gino
            far pagare un botto può non essere etico
            ma pigliargli un file privato(può essere la foto
            della moglie nuda come il suo estratto conto) è
            un REATO
            PENALEChe tipo di REATO PENALE? :)Giusto x curiosità...Ah...e comunque anche chi "facilita" l'atto di commettere il reato rischia ( in maniera minore ma comunque rischia ) se non erro...
        • Akiro scrive:
          Re: Mica i tecnici sono responsabili...

          Proprio per una questione di "nulla è sottratto
          ma solo duplicato", non diventa di loro
          proprietà, ma non puoi negare che loro possono
          utilizzarla o duplicarsela.no, posso negare eccomeportano il pc per un guasto non per passare dati a dei tecnici.inoltre non è che per riparare qualcosa serve guardare le foto sul pc e scaricarsele sulla chiavetta.
          L'etica poi è quella cosa che in ambito
          lavorativo vale quanto i 2 euro
          cent.si, nel mondo degli arrivisticerto che se per te non fa nulla approfittarsene del prossimo...grazie a dio qualche ladro lo prendono ogni tanto.
          Puoi anche arrampicarti dicendo che i 50 euro
          sono la "consulenza", ma se volevi esser
          realmente "etico" le indicavi il sito dove
          indirizzarsi per la scansione *gratuita*
          online.ti svelerò un segreto, ci sono persone che fanno fatica anche ad usare il mouse... e ci sono persone che vengono pagate per pulire il pc.ed è tutto lecito ed etico, fidati!
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Mica i tecnici sono responsabili...
            - Scritto da: Akiro

            Proprio per una questione di "nulla è sottratto

            ma solo duplicato", non diventa di loro

            proprietà, ma non puoi negare che loro possono

            utilizzarla o duplicarsela.

            no, posso negare eccome
            portano il pc per un guasto non per passare dati
            a dei
            tecnici.
            inoltre non è che per riparare qualcosa serve
            guardare le foto sul pc e scaricarsele sulla
            chiavetta.Quindi mi stai parlando di etica.

            L'etica poi è quella cosa che in ambito

            lavorativo vale quanto i 2 euro

            cent.

            si, nel mondo degli arrivisti
            certo che se per te non fa nulla approfittarsene
            del prossimo...
            grazie a dio qualche ladro lo prendono ogni tanto.Ladro = qualcuno che sottrae qualcosa a qualcun altro.Condivisore = qualcuno che condivide qualcosa da qualcun altro senza sottrarre nulla a nessuno.E' la teoria del p2p, facilmente applicabile anche in questo sistema...

            Puoi anche arrampicarti dicendo che i 50 euro

            sono la "consulenza", ma se volevi esser

            realmente "etico" le indicavi il sito dove

            indirizzarsi per la scansione *gratuita*

            online.

            ti svelerò un segreto, ci sono persone che fanno
            fatica anche ad usare il mouse... e ci sono
            persone che vengono pagate per pulire il
            pc.
            ed è tutto lecito ed etico, fidati!Ma non per questo, per 7 minuti di lavoro netto ( quello di inserire il cd, avviare l'installazione, rispondere a 3 domande banali e rimuovere il cd ) chiedi 50 euro netti ( minimo ). Questo non è etico, quindi non parlarmi di deontologia laddove non la applichi quando richiedi il pagamento.
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Mica i tecnici sono responsabili...
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      Se io mando a riparare un pc e all'interno i
      tecnici ci ritrovano materiale che non avrei
      voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,
      mica di chi quelle foto le ha
      visionate.
      "segreto professionale" , ne mai sentito parlare?
      Stessa cosa se quelle foto le lascio in un parco
      o in un centro commerciale...mica vado a
      denunciare il comune o il centro commerciale per
      aver "condiviso" le mie foto con gli utenti del
      luogo...mele con pere.
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        - Scritto da: a n o n i m o
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare

        Se io mando a riparare un pc e all'interno i

        tecnici ci ritrovano materiale che non avrei

        voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,

        mica di chi quelle foto le ha

        visionate.



        "segreto professionale" , ne mai sentito
        parlare?certo, ma se le metti in un disco di cui devo "verificarne" l'integrità mi dici come faccio a non visionarle?Se poi le copio è un discorso a parte ed è dettato dal buon senso di chi ci lavora... c'e' chi lo fa e chi no.Se non voglio correre rischi, non lascio quel materiale sul pc o al massimo faccio eseguire l'operazione con me presente.
    • colpe e non colpe scrive:
      Re: Mica i tecnici sono responsabili...
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      Se io mando a riparare un pc e all'interno i
      tecnici ci ritrovano materiale che non avrei
      voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,
      mica di chi quelle foto le ha
      visionate.no, e' colpa del tecnico. Se lasci la tua auto con le porte aperte, le chiavi sul quadro ed il motore acceso, i ladri che ti rubano la macchina compiono un reato e vanno perseguiti. Ovviamente poi l'assicurazione non ti risarcisce perche' sei un coglione, ma questo non vuol dire che e' colpa tua.
      • krane scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        - Scritto da: colpe e non colpe
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare

        Se io mando a riparare un pc e all'interno i

        tecnici ci ritrovano materiale che non avrei

        voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,

        mica di chi quelle foto le ha

        visionate.

        no, e' colpa del tecnico. Se lasci la tua auto
        con le porte aperte, le chiavi sul quadro ed il
        motore acceso, i ladri che ti rubano la macchina
        compiono un reato e vanno perseguiti. Ovviamente
        poi l'assicurazione non ti risarcisce perche' sei
        un coglione, ma questo non vuol dire che e' colpa
        tua.E le cache, i dati temporanei ed i programmi di undelete per i files cancellati come si inseriscono nella tua metafora automobilistica ?
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Mica i tecnici sono responsabili...
        - Scritto da: colpe e non colpe
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare

        Se io mando a riparare un pc e all'interno i

        tecnici ci ritrovano materiale che non avrei

        voluto far visionare a nessuno, la colpa è mia,

        mica di chi quelle foto le ha

        visionate.

        no, e' colpa del tecnico. Se lasci la tua auto
        con le porte aperte, le chiavi sul quadro ed il
        motore acceso, i ladri che ti rubano la macchina
        compiono un reato e vanno perseguiti. Ovviamente
        poi l'assicurazione non ti risarcisce perche' sei
        un coglione, ma questo non vuol dire che e' colpa
        tua.Il ladro viene punito perche' "sottrae" un bene per impossessarsene.Nella fattispecie "files" non si puo' punire una persona perche' si "copia" un file, perche' non c'e' "sottrazione" di bene.Per tale motivo e per aver messo a disposizione del tecnico la possibilità di trovare materiale "privato" ( senza violare alcun tipo di accesso ), la colpa di tutto ricade sulla signora e non sul tecnico.Il concorso di colpa deve esistere sempre, non solo in determinate circostanze.Se io sono uno stupido e lascio il mio pc con tutte le porte aperte e il mio pc diventa "zombie", non devo rispondere di eventuali danni a terzi? E perche'?
Chiudi i commenti