Shoah, sulla Rete non si dimentica l'orrore

Il 27 gennaio del 1945 le truppe sovietiche entrarono ad Auschwitz, campo di sterminio nazista in cui trovarono la morte quattro milioni di esseri umani. Su Internet molte le iniziative per Il Giorno della Memoria

Roma – Il primo Giorno della Memoria, sabato 27 gennaio, dedicato ai milioni di persone che perirono nei campi di sterminio nazista, è ricordato in queste ore da numerose iniziative sulla Rete. La data del 27 gennaio è stata scelta dal Parlamento italiano perché quel giorno, nel 1945, le truppe sovietiche fecero il loro ingresso ad Auschwitz, il più noto tra i campi di sterminio voluti dal regime nazionalsocialista tedesco. Le informazioni raccolte su Auschwitz-Birkenau hanno permesso di stabilire che furono uccisi in quei campi 4 milioni di persone.

Il portale ebraico “L’isola della Rugiada Divina” ha allestito alcune pagine dedicate al Giorno della Memoria, con strumenti che consentono rapidamente di accedere alla storia della Shoah, termine ebraico che indica lo sterminio di massa.

La casa editrice Mursia ha scelto di pubblicare sul proprio sito l’elenco dei nomi degli ebrei che furono deportati tra il 1943 e il 1945 dall’Italia e dal Dodecaneso. Sono 10.689 nomi, un elenco già pubblicato ne “Il Libro della Memoria”, volume di Liliana Picciotto Fargion che ha ricevuto il plauso di Simon Wiesnthal. In questi giorni, l’Ambasciata di Israele in Italia ha messo in distribuzione gratuita una serie di videocassette sulla Shoah (qui l’elenco ) di cui è possibile fare richiesta via email.

E in queste ore viene dedicato al Giorno della Memoria un numero monografico di DIARIO consultabile su Web o acquistabile su supporto cartaceo tradizionale. Il Centro di Documentazione Ebraica Contemporaneo, infine, ha realizzato una sezione decisamente completa sulla Shoah e sul Giorno della Memoria, un “quaderno di lavoro per le scuole” da utilizzare per ricordare le vittime dell’orrore nazista.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    NON BISOGNEREBBE SCARICARE GLI MP3
    Ragazzi non SCARICATE gli mp3tanto questa estate il napster sara' ha pagamentoINTANTO SCARICATE VELOCI!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    l 'mp3
    mp3 e' uno strumento che non serve ha niente
    • Anonimo scrive:
      Re: l 'mp3
      - Scritto da: cazzo
      mp3 e' uno strumento che non serve ha(!!!???) nientese serve o no, ne potremmo parlare.intanto a te urge di più un bel tomo di grammaticasenza polemica.....con i migliori saluti
  • Anonimo scrive:
    michele coppo, togli il prosciutto dai tuoi occhi
    Chi aquista i cd originali è sottomesso, perchè si lascia rubare dalle case discografice 30-40.000LORO SONO LE VERE LADRE!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Chi scarica MP3 e' UN LADRO
    Chiaramente.Ed e' anche un INCOMPETENTE.L'MP3 DISTRUGGE il campionamento con un algoritmo vergognosamente lossy.NON rubate, ma COMPRATE i CD.Se rubate e continuate a rubare, secondo voi chi produrra' piu' musica? i musicisti lo faranno solo per la gloria?Certo che e' difficile farvelo entrare in quelle testoline comuniste, eh?Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi scarica MP3 e' UN LADRO
      Perchè secondo te chi vende un CD del costo, tutto compreso, di 1.500 lire, e lo rivende a 39.000/40.000 come si chiama??Leggi quanto sotto !!!!Inchiesta della Commissione Europea sul prezzo dei CdL'indagine della Commissione Europea sul mercato discografico non si è fermata alla negazione dell'assenso alla fusione tra Warner ed Emi. E' invece andata oltre, utilizzando le informazioni, acquisite allora per scongiurare la minaccia di un attentato alla libera concorrenza, per verificare la regolarità del meccanismo che determina il prezzo dei dischi. E da oggi la Commissione ha aperto una nuova inchiesta per capire se le cinque major Universal, Sony, Bmg, Warner ed Emi abbiano trovato il modo di mettersi d'accordo per tenere alto il listino dei Cd. Un dubbio che accompagna da tempo i consumatori e che alla Federal Trade Commission statunitense era venuto già un anno fa.A ufficializzare l'apertura dell'inchiesta è stata Amelia Torres, portavoce del commissario europeo alla concorrenza, Mario Monti. "La Commissione europea - ha detto la Torres - sta indagando sui rapporti verticali, in altri termini sui contratti fra le maggiori case discografiche mondiali e venditori, per vedere se le case discografiche stiano attuando le stesse o simili pratiche per i prezzi al dettaglio in Europa". "Politiche - continua la portavoce - che puntano a tenere i prezzi alti". Come si diceva, fondamentale è stata "la conoscenza acquisita dalla Commissione in questo settore" attraverso il caso Time Warner-Emi, informazioni sulla base delle quali la "Commissione ha ritenuto adeguato avviare un'inchiesta in Europa". L'iniziativa non è stata sollecitata dai consumatori, ma è partita dalla stesso organismo europeo che ha poi avuto contatti con le associazioni dei consumatori. "Siamo a uno stadio molto iniziale - ha proseguito Amelia Torres - la Commissione sta ancora raccogliendo fatti e cifre: non abbiamo nessuna prova che i gruppi siano colpevoli di pratiche anti-concorrenza in Europa".I cinque gruppi discografici, unitamente a cinque rivenditori online e a 13 "tradizionali", hanno ricevuto per lettera l'espressa richiesta di informazioni, alla quale dovranno rispondere nel giro di un paio di mesi. Sulla base dei dati raccolti, ha detto la Torres, la Commissione "arriverà alla conclusione". Cosa che non avverrà prima di "uno o due anni". La speranza è che i tempi lunghi, necessari per un'accertamento di questa portata, siano ripagati da risultati convincenti. Sino ad oggi la Commissione Europea non ha mai lesinato esemplari punizioni quando le prove in suo possesso lasciavano trasparire chiare irregolarità. E che non succeda quanto avvenne proprio in Italia alcuni anni fa, quando l'antitrust denunciò il "monopolio oligopolistico" delle major e accertò l'esistenza di pratiche che attentavano alla regolare dinamica dell'andamento dei prezzi. Allora le case discografiche pagarono salate multe, ma non si riuscì a fare in modo che il prezzo dei dischi scendesse o fosse quanto meno frutto di un calcolo economico davvero trasparente. Di sicuro, non hanno mai convinto pienamente le circostanziate argomentazioni che le major hanno elencato ogni qual volta si è cercato di fare chiarezza sul perché la stampa di Cd costi in media 1.500 lire a copia e il prodotto arrivi poi sul mercato al prezzo attuale di 38/40.mila lire. (p.g.)- Scritto da: Michele Coppo
      Chiaramente.
      Ed e' anche un INCOMPETENTE.
      L'MP3 DISTRUGGE il campionamento con un
      algoritmo vergognosamente lossy.

      NON rubate, ma COMPRATE i CD.

      Se rubate e continuate a rubare, secondo voi
      chi produrra' piu' musica? i musicisti lo
      faranno solo per la gloria?

      Certo che e' difficile farvelo entrare in
      quelle testoline comuniste, eh?

      Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi scarica MP3 e' UN LADRO
      Ma finiscila per cortesia con queste caxxate di rubare i soldi ai "poveri artisti".....I musicisti continueranno a produrre musica, perche' i produttori ci guadagneranno sempre cifre sconsiderate, sai chi e' che ci guadagna piu' di tutti in questa giostra!?!?!?La siae....Lei si che ruba davvero su tutto e tutti....E' giusto pagare un cd 34 sacchi, quando il musicista magari guadagna 1000 o 2000 lire, il produttore dalle 10000 alle 15000, e il resto alla siae, manco li scrivesse lei tutti i brani che nascono...E non controbattere dicendo, che e' un musicista pagando la siae e' tutelato, perche' e' un emerita caxxata.....ciao caroLA MUSICA DEVE ESSERE PER TUTTI E GRATIZZZZZ- Scritto da: Michele Coppo
      Chiaramente.
      Ed e' anche un INCOMPETENTE.
      L'MP3 DISTRUGGE il campionamento con un
      algoritmo vergognosamente lossy.

      NON rubate, ma COMPRATE i CD.

      Se rubate e continuate a rubare, secondo voi
      chi produrra' piu' musica? i musicisti lo
      faranno solo per la gloria?

      Certo che e' difficile farvelo entrare in
      quelle testoline comuniste, eh?

      Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi scarica MP3 e' UN LADRO
      Il vero musicista, compone musica perche sente il bisogno di farlo. Io da ormai 2 anni a questa parte non ascolto piu musica commerciale, Ascolto solo e soltanto musica composta da giovani e talentuosissimi autori che mettono i loro pezzo online gratuitamente. Lo fanno per passione, forse per la gloria chi lo sa.. Io solo in quella musica ci sento dentro delle emozioni, cio che l'autore ti vuole trasmettere, al contrario di quasi tutti gli artisti commerciali che ormai buttano sul mercato canzoni sciape, senza anima, prodotte con l'unico scopo di fare soldi.PS: W i Moduli musicali! (IT, XM, MOD)(Volete un esempio? sentite questo giovane olandese di 19 anni cosa riesce a fare col suo Pentium 200 mmx...http://www.traxinspace.com/Artists/MusicDirectory.asp?ArtistID=9231http://www.mp3.com/contraptionè musica techno-trance, e happy hardcore.)Saluti- Scritto da: Michele Coppo
      Se rubate e continuate a rubare, secondo voi
      chi produrra' piu' musica? i musicisti lo
      faranno solo per la gloria?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi scarica MP3 e' UN LADRO
      Mio caro michele coppo,adesso ti faccio cadere una bella tegola in testa, visto che di cognome fai coppo (guardacaso un tipo di tegola). Che ti piaccia oppure no, la notizia che da quest'estate, napster sarà a pagamento non fermerà gli utenti degli mp3, o pagheranno oppure troveranno altri sistemi (e ti assicuro che non sono pochi).D'altra parte ognuno ha il diritto di esprimere il proprio pensiero, siamo in democrazia (almeno credo), e come se non bastasse gli stessi mp3 sono un ottimo veicolo pubblicitario per gli stessi cantanti. Io stesso ho comprato due o tre cd ascoltando i singoli di lancio con gli mp3. E ora cosa mi dici? Perdi la baldanza, non fai paura a nessuno e poi mi sembri il tipo che ha ascoltato qualche mp3 di pessima qualità e poi si lamenta con le lacrime di coccodrillo. Già un mp3 a 112kbps è abbastanza decente, lo standard è 128 kbps, ma ce ne sono anche a 144, 160 e addirittura 192 kbps. In ogni caso la qualità, anche scendendo leggermente sotto i 112 è ottima e ti accorgi della differenza dal cd con un orecchio molto sensibile oppure con apparecchi sofisticatissimi dal prezzo proibitivo. Oltretutto avendo un masterizzatore te li puoi in ogni momento registare su cd liberando spazio prezioso sul disco fisso, oppure con un lettore mp3 portatile li puoi memorizzare lì e te li ascolti come un walkman con una stabilità assoluta.Medita, tegolina, medita.- Scritto da: Michele Coppo
      Chiaramente.
      Ed e' anche un INCOMPETENTE.
      L'MP3 DISTRUGGE il campionamento con un
      algoritmo vergognosamente lossy.

      NON rubate, ma COMPRATE i CD.

      Se rubate e continuate a rubare, secondo voi
      chi produrra' piu' musica? i musicisti lo
      faranno solo per la gloria?

      Certo che e' difficile farvelo entrare in
      quelle testoline comuniste, eh?

      Michele Coppo
  • Anonimo scrive:
    Lasciate stare MP3 e comprate i CD!!
    Ma dico io, perche' mai dovete ascoltare quelle schifezze di MP3, con quelle musichette gracchianti fatte con algoritmi lossy che DISTRUGGONO un suono pulito?Lasciate stare MP3 e compratevi i CD originali...Ah, gia', ma voi siete il popolo del "tutto gratis", quelli che il software non lo comprano, quelli che la musica non la comprano, ma che poi usano (copiati) sia software che musica.E le automobili, che fate, le comprate o rubate anche quelle?Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate stare MP3 e comprate i CD!!
      Sembrerebbe che la vita non ti sorrida molto, ho forse ha l'aspetto di un ghigno :-((Comprati i CD, ascolta quello che ti pare, fai pure quello che vuoi, ma x favore non rompere con lamentele inutili.Don't Worry be Happy.- Scritto da: Michele Coppo
      Ma dico io, perche' mai dovete ascoltare
      quelle schifezze di MP3, con quelle
      musichette gracchianti fatte con algoritmi
      lossy che DISTRUGGONO un suono pulito?

      Lasciate stare MP3 e compratevi i CD
      originali...

      Ah, gia', ma voi siete il popolo del "tutto
      gratis", quelli che il software non lo
      comprano, quelli che la musica non la
      comprano, ma che poi usano (copiati) sia
      software che musica.

      E le automobili, che fate, le comprate o
      rubate anche quelle?

      Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate stare MP3 e comprate i CD!!
      carissimo se le case discografiche abbassasero i prezzi zi sarebbe meno pirateria in giro chi e' disposto a spendere 40000 lire per della musica che rimarra in giro qualche mese?e poi la qualita' degli mp3 e ottima altro che scarsa io ne scarico tantissimi e gli ascolto con uno stereo di tutto rispettow mp3 e chi lo ha inventatoabasso le case discografiche e le tasse alte sui cd
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate stare MP3 e comprate i CD!!
      Caro Michele, mi fa piacere sapere che in Italia vi siano persone che come te hanno soldi da regalare. Devi però renderti conto che non tutti hanno disponibilità economica illimitata... Comunque sia finchè la legge Italiana permetterà a noi poveretti di scaricare MP3 gratis non puoi permetterti di chiamarci ladri. Scaricare MP3 non è un reato, ascoltare musica è un diritto di tutti.
  • Anonimo scrive:
    era ora ke li facessero: li comprerò subito
    finora li cercavo ma non c'era nessun costruttore che li faceva, ora sono usciti anche i walkmanbellissimo!
  • Anonimo scrive:
    A me non sembrano così eccessivamente cari...
    ... in fin dei conti, se escludiamo gli eccessi dei casi che raggiungono i 1000$ e li sorpassano, dalla pagina linkata nell'articolo si vedono un sacco di apparecchi che si mantengono intorno ai 3-400 dollari.(VI PREGO CORREGGETEMI SE SBAGLIO, TANTO PER RENDERMI CONTO IN TAL CASO DI ESSERE UN ILLUSO)Certo, sono 800 mila lire, ma un caricatore da 10 cd della Sony costa circa lo stesso: l'mp3 occupa meno spazio e dà la possibilità di ascoltare anche più brani di quelli che si ascoltano con il tradizionale sistema dei cd. Bisogna tenere presente poi che i cd con tutte le canzoni all'interno di nostro gradimento sono pochissimi: certo, il cd posso sempre farmelo io, ma allora devo avere un masterizzatore, che, per quanto possa essermi utile per un sacco di altre faccende, ha sempre un costo da aggiungere almeno parzialmente alla spesa per l'impianto stereo dell'auto. tra l'altro ho visto in quel sito un apparecchio che legge un cd,sia esso audio o mp3: la descrizione dice che si possono ascoltare fino a 180 brani mp3 ad una compressione di 128k (mi pare l'equivalente di 10 cd audio,no?). Il prezzo? 140$Ebbene sì, circa 300.000 lire; sarà anche una marca del tubo, però mi sembra indice della disponibilità di valide alternative al classico cd audio. D'altra parte, se si vuole roba di marca, la si paga profumatamente anche per il classico cd audio.Spero di non avervi tediato troppo con la lunghezza di questo postSalutoni a tuttiPonZ
  • Anonimo scrive:
    Ma non sarebbe meglio...
    ...e anche più semplice fare in modo che la radio/CD legga anche CD con gli MP3?L'idea di avere un HD in auto mi pare alquanto malsana (oltre che scomoda)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non sarebbe meglio...

      L'idea di avere un HD in auto mi pare
      alquanto malsana (oltre che scomoda)In effetti un HD mal si presta a sopportare le vibrazioni e le sollecitazioni dovute all'asfalto... Dovrebbe essere un HD speciale o "ammortizzato" e ciò non può far altro che far lievitare il prezzo di una tale tecnologia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non sarebbe meglio...
      Malsana????? Scomoda??????A me sembra che meglio di un hard disk non ci sia nulla!!!!Un disco rigido ti permette di avere a disposizione una enorme quantità di brani (ce ne stanno circa 180 in un cd da 650 mb.....immaginate in un hard disk da 30 Gb!!!!)ed è molto più comodo perchè ti permette di sostituire o aggiungere brani semplicemente portandoti a casa il disco fisso così da collegarlo al pc senza bisogno di fare cd! In più modelli come il Neo 35 già in commercio (anche se a prezzi ancora troppo elevati....)ti permettono di prendere l'intera "autoradio" ad mp3 e portarla sul tuo pc dove, con un apposito adattore, puoi collegarla in un istante senza problemi! Credo che sia qualcosa di fantastico in semplicità e funzionalità!ciao ciao- Scritto da: q
      ...e anche più semplice fare in modo che la
      radio/CD legga anche CD con gli MP3?
      L'idea di avere un HD in auto mi pare
      alquanto malsana (oltre che scomoda)

      Ciao
  • Anonimo scrive:
    Ok tutto bellissimo ..
    Ottima idea ma si trovano in italia ?E se si qualcuno ha idea di dove possanoessere acquistate ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ok tutto bellissimo ..
      - Scritto da: Marco
      Ottima idea ma si trovano in italia ?
      E se si qualcuno ha idea di dove possano
      essere acquistate ?A parte che se hai quardato, sul sito c'è il link "Buy".però se vai sui newsgroup: it.comp. .MP3 Lì trovi gente che ha acquistato e che dà i commenti.... secondo me però i prezzi sono ancora altini.
  • Anonimo scrive:
    Andate a vedere qui!
    andate a www.mp3car.com, dedicato solamente ai lettori MP3 per auto... a parte alcune americanate...Da commenti sui news sembra che il modello fatto dall'aiwa non vada per nulla bene.C'è un modello, L'SSI NEO, andatevi a vedere il sito del produttore... diciamo che se costassero un po' di meno....
  • Anonimo scrive:
    Cos'è, la Clio Mp3?
    Fanno la pubblicità di una Clio mi pare con un lettore Mp3, in auto la qualità Mp3 è più che sufficiente. Grande idea!Bye, Sandro.
  • Anonimo scrive:
    Abbaglio
    A meno che queste autoradio non possano avere molta ma molta memoria per l'mp3 credo proprio che questo formato possa avere si e no un presente come formato per il car audio. Considerando il costo delle memorie poi nemmeno quello...
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbaglio
      Ahem, questi car stereo con mp3 incorporato avranno hard disk o leggeranno cd riscrivibili pieni di mp3. oggi un hd da 15 giga costa 150mila, riempiendolo di mp3 ci stanno dentro circa 250 ore di audio, cosa vuoi di più? e soprattutto chi ha bisogno della ram?- Scritto da: dr650se@iol.it
      A meno che queste autoradio non possano
      avere molta ma molta memoria per l'mp3 credo
      proprio che questo formato possa avere si e
      no un presente come formato per il car
      audio. Considerando il costo delle memorie
      poi nemmeno quello...
      • Anonimo scrive:
        Re: Abbaglio
        - Scritto da: AlexGatti
        Ahem, questi car stereo con mp3 incorporato
        avranno hard disk o leggeranno cd
        riscrivibili pieni di mp3. oggi un hd da 15
        giga costa 150mila, riempiendolo di mp3 ci
        stanno dentro circa 250 ore di audio, cosa
        vuoi di più? e soprattutto chi ha bisogno
        della ram?Un bel CD rom zeppo di mp3 dovrebbe avere una decina di ore di musica, considera poi che la misica adesso è gratis e in futuro sarà probabilmente (poco) pagata e si capisce la convenienza.A quando un Alpine con lettore Mp3?
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbaglio

      A meno che queste autoradio non possano
      avere molta ma molta memoria per l'mp3 E chi ti obbliga di metterci delle Flash? Quelle son comode per il lettori portatili, visto che ci puoi ballare il tiptap ed i relativi lettori ingombrano un quarto di un lettore CD.Nelle auto gia ora i lettori CD non perdono un colpo: che ne dici di un bel cambia-CD a MP3? Ci faresti stare una dozzina di ore di musica, e in un attimo lo sostituisci con un'alto caricatore.Guarda, sinceramente non aspetto altro, e spero che li facciano compatibili con i controlli delle vecchie autoradio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Abbaglio
        Visto l'amore che la Sony dimostra verso l'Mp3 in generale dubito che svilupperà un modello in grado di leggere mp3... O ne approfitteranno gli altri costruttori... (Kenwood-Alpine-Piooner...) sempre che anche loro non siano partner di case discografiche... oppure questi car hifi resteranno solo un sogno... avete pensato al perché non ci sono lettori mp3 portatili "di marca"? il motivo è lo stesso....
Chiudi i commenti