Si paga il canone RAI per il PC

Chi non possiede un televisore ma dispone di un computer può essere indotto a ritenere di non dover pagare il canone radiotelevisivo. Ma l'interpretazione della normativa attuale racconta un'altra storia

Roma – Gentile redazione di Punto Informatico, tralascio i complimenti di rito per la vs pubblicazione che seguo da molti anni, vi scrivo per la prima volta perché ho un dubbio che mi attanaglia. Parlo del canone radiotelevisivo, quella tassa che da quello che so è tra le meno pagate in Italia perché la odiano tutti.

Da quando ho lasciato casa dei miei e vivo da solo ho rinunciato alla televisione. La trovo vecchia in tutti i sensi , sia per la programmazione che a mio avviso è orrenda, quella RAI come quella di altre emittenti, sia, e soprattutto, perché quello che mi serve come informazione lo trovo su Internet.

Qualche giorno fa mi è arrivata una lettera dai toni perentori da parte dell’Agenzia delle entrate che mi dice che devo pagare il canone e che se non pago commetto un illecito e rischio grosse multe. E però io non seguo i programmi televisivi e non ho nemmeno la tivù per questo motivo e gli altri che ho già detto.

La lettera l’ho cestinata ma poi mi è venuto il dubbio: e se dovessi pagare invece? E se avere un computer fosse equiparabile ad avere una televisione? Vi chiedo lumi su questa faccenda e vi lascio con una domanda: possibile che chi non vuole la televisione, la aborrisce, la trova vecchia e obsoleta, chi usa altri media per i propri interessi ecc debba comunque pagare l’abbonamento alla televisione?

Grazie in anticipo per la risposta e per tutto quello che fate,

Carmelo N.

Gentile Carmelo
la risposta è che sì, devi pagare. O almeno questa è l’interpretazione corrente che viene data agli art. 1 e 2 del regio decreto 246 del 21 febbraio 1938 e successive integrazioni e modifiche. Il concetto, infatti, è che debba pagare chiunque possegga “apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive”. Da tempo, infatti, il canone non si applica più soltanto a chi materialmente possiede un televisore.
Il computer, secondo l’interpretazione corrente, è “adattabile”. Anche se quando lo si compra non può materialmente ricevere il segnale radiotelevisivo, il computer può essere facilmente dotato di una scheda tv che lo mette in condizione di “trasformarsi” in televisione a tutti gli effetti. E per questo viene considerato “adattabile”, poco importa se per renderlo tale è necessario ricorrere ad una spesa in più o che di default non venga venduto con questa capacità.
Va detto che la definizione di adattabilità riferita ad un computer, che io sappia, non è ancora stata “collaudata” in tribunale. Ed è un peccato perché, come dici tu, essere obbligati a pagare qualcosa che non si vuole e non si utilizza sembra andare contro i diritti costituzionali del cittadino.
Ma, attenzione, si tratta a tutti gli effetti di una tassa e quindi, a meno che tu non voglia esplicitamente ricorrere contro questa imposizione, con tutte le spese e le scocciature che fare ricorso può comportare, devi senz’altro provvedere al pagamento per essere al riparo da possibili sanzioni.
Un saluto, a presto
Adele Chiodi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    tassiamo i produttori di armi e di auto
    o inibiamo la loro produzione, dato l'uso che si fa poi!
  • Anonimo scrive:
    Estendiamo il concetto...
    Non credo che le major siano così stupide e non credo che i citati opinion makers siano prezzolati dalle major.A questo punto significa che il concetto, il meccanismo proposto e' valido!Bene, allora applichiamolo anche a:- produttori di auto: pagheranno per tutti gli incidenti che accadono - produttori di armi: pagheranno per tutti i morti e feriti da loro causati- le ferramenta pagheranno quando un cliente usa un martello sulla testa di qualcunaltro...e ci sono diversi altri esempi, tutti calzanti...Che ne dite non sarebbe bello e giusto?!
    • Anonimo scrive:
      Re: Estendiamo il concetto...
      Purtroppo gli esempi che porti non calzano per nulla in quanto le auto, le armi e i martelli non sono facilmente replicabili (prova ad assemblare un'auto dal nulla ...) a differenza di un file musicale invece e' assolutamente banale; le major puntano a sostituirsi ai P2P esistenti con un proprio modello di 'pay per use'scarichi un film, canzone, libro e paghi un modesto importo; a questo punto tu sei proprietario della tua copia ma non della sua duplicazione, cosi' potrai ascoltare il tuo brano preferito fino a consumarti il timpano ma non potrai farne omaggio al tuo migliore amico a meno non gli dia la tua copia e tu ne faccia a meno. E' necessario un intervento legislativo organico, uniforme e competente poiche' siamo di fronte ad un dilemma non grave ma su scala planetaria (duplicare un film prendendolo da un ISP in polinesia e' un giochetto, estendere la validita' di una legge oltre confine e' un'impresa...ciao
  • Anonimo scrive:
    Stupidità
    Sarebbe come multare le autostrade per l' uso che ne fanno gli automobilisti, o i produttori di coltelli perchè "qualcuno" potrebbe farne un uso non corretto.... e via dicendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Stupidità
      Diciamo che e' piu' facile fare causa ad un ISP ben identificato che portare in tribunale tutti gli adolescenti di una nazione che si scambiano musica protetta dal diritto d'autore.
  • Anonimo scrive:
    Che Cazzata
    Sarebbe come dire che siccome uno entra in un supermercato e compra un coltello poi esce e ammazza qualcuno...la colpa è del supermercato!!! :$ :| :D(newbie)(newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Cazzata
      Se migliaia di omicidi vengono compiuti con i coltelli venduti dallo stesso supermercato si potrebbe procedere legalmente per incitazione al delitto.
  • Anonimo scrive:
    ABOLIAMO IL COPYRIGHT
    su consiglio apro un nuovo topic..sperando di raccogliere adesioni....leggete il manifesto...questo prova che è serio...ed aderite...perchè più siamo...più forza avremo...A breve metterò on-line anche il sito...per il nome del partito...c'è tempo..anche se volevo chiamarlo aboliamoilcopyright1 - Abolizione o quanto meno la revisione del
    diritto
    d'autore.
    2 - Abolizione della Siae
    3 - equiparare nei negozi di pc la scelta tra
    software libero e quindi gratuito e software a
    pagamento (uno compra il pc e sceglie cosa
    vuole)
    4 - abolizione della legge Urbani
    5 - pressioni sull'Unione Europea perchè non si
    allinei agli USA, ma anzi proponga un regolamento
    dove viene regolamentato il file sharing ad uso
    privato e venga punito il file sharign a scopo di
    lucro.
    6 - Combattere i veri criminali che sono
    l'industri discografica ed i suoi
    esattori.
    7 - Denunciare e trascinare in tribunale le
    associazioni di editori che sistematicamente
    chiedono ai provider di violare la privacy degli
    utenti e denuncia per estorsione delle
    associazioni che inviano lettere minatorie agli
    utenti dicendo che se pagano una multa non si
    procederà in
    giudizio.
    8 - creazione di comitati di utenti che possano
    utilizzare i tribunali per le difese dalle
    denuncie, ma soprattutto per denunciare a loro
    volta i soprusi fatti da persone che si sentono
    al di sopra anche della
    costituzione.
    9 - creazione di un Europa dove il software possa
    essere condiviso, cosi come la
    conoscenza.
    10 - richiedere una revisione verso il basso dei
    prezzi di cd e dvd, dove eliminare l'enorme parte
    di soldi che sotto forma di diritti, vanno
    direttamente alle case
    discografiche.
    11 - far si che gli autori delle canzoni o dei
    film, percepiscano veramente i soldi per il loro
    lavoro e non che per percepire qualche euro un
    giovane artista debba aspettare anni perchè prima
    bisogna ingrassare le file delle persone che
    detengono le sedie del
    potere.

    Nè destra, nè sinistra, solo cittadini che si
    sono rotti di essere spennati un giorno, e poi
    essere rispennati il giorno dopo di quello che
    gli
    resta.


    accetta critiche...suggerimenti e qualsiais cosa
    si voglia fare per migliorare il
    manifesto...ovvio che le critiche devono essere
    costruttive...e chiunque voglia aderire..mim
    mandi una
    mail

    ndc_bn@yahoo.com
    • Anonimo scrive:
      Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
      - Scritto da:
      su consiglio apro un nuovo topic..sperando di
      raccogliere adesioni....leggete il
      manifesto...questo prova che è serio...ed
      aderite...perchè più siamo...più forza
      avremo...

      A breve metterò on-line anche il sito...per il
      nome del partito...c'è tempo..anche se volevo
      chiamarlo
      aboliamoilcopyright

      1 - Abolizione o quanto meno la revisione del

      diritto

      d'autore.

      2 - Abolizione della Siae

      3 - equiparare nei negozi di pc la scelta tra

      software libero e quindi gratuito e software a

      pagamento (uno compra il pc e sceglie cosa

      vuole)

      4 - abolizione della legge Urbani

      5 - pressioni sull'Unione Europea perchè non si

      allinei agli USA, ma anzi proponga un
      regolamento

      dove viene regolamentato il file sharing ad uso

      privato e venga punito il file sharign a scopo
      di

      lucro.

      6 - Combattere i veri criminali che sono

      l'industri discografica ed i suoi

      esattori.

      7 - Denunciare e trascinare in tribunale le

      associazioni di editori che sistematicamente

      chiedono ai provider di violare la privacy degli

      utenti e denuncia per estorsione delle

      associazioni che inviano lettere minatorie agli

      utenti dicendo che se pagano una multa non si

      procederà in

      giudizio.

      8 - creazione di comitati di utenti che possano

      utilizzare i tribunali per le difese dalle

      denuncie, ma soprattutto per denunciare a loro

      volta i soprusi fatti da persone che si sentono

      al di sopra anche della

      costituzione.

      9 - creazione di un Europa dove il software
      possa

      essere condiviso, cosi come la

      conoscenza.

      10 - richiedere una revisione verso il basso dei

      prezzi di cd e dvd, dove eliminare l'enorme
      parte

      di soldi che sotto forma di diritti, vanno

      direttamente alle case

      discografiche.

      11 - far si che gli autori delle canzoni o dei

      film, percepiscano veramente i soldi per il loro

      lavoro e non che per percepire qualche euro un

      giovane artista debba aspettare anni perchè
      prima

      bisogna ingrassare le file delle persone che

      detengono le sedie del

      potere.



      Nè destra, nè sinistra, solo cittadini che si

      sono rotti di essere spennati un giorno, e poi

      essere rispennati il giorno dopo di quello che

      gli

      resta.





      accetta critiche...suggerimenti e qualsiais cosa

      si voglia fare per migliorare il

      manifesto...ovvio che le critiche devono essere

      costruttive...e chiunque voglia aderire..mim

      mandi una

      mail



      ndc_bn@yahoo.comvai a lavorare ragazzino e poi ne riparliamo
      • Anonimo scrive:
        Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
        ecco...mancava il solito genio della lampada.....scusa se perdo tempo a risponderti...vai a fare il finanziere va...fenomeno e non perdo piu tempo con te..ma solo con persone serie
        • Anonimo scrive:
          Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
          quoto"vai a fare il finanziere" !!bellissimo.(sono d'accordo con l'abolizione dell'assurda proprietà intellettuale, se non si era capito)E che vadano a lavorare quelli che vogliono farsi i SOLDONI con le IDEE. (e di solito degli altri)maledetti....PS:Io LAVORO con le MIE IDEE, LIBERE; guadagno lo stesso, quindi non ditemi di andare a lavorare.saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
            beh..per una persona come quella di prima...altri 200 sono come te...aderisci anche te alla campagna...ho appena aperto un gruppo su yahoo:http://groups.yahoo.com/group/ndc_bn
    • Anonimo scrive:
      Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
      E' interessante il tuo intervento ma a me restano alcuni dubbi di fattibilita':
      1 - Abolizione del diritto d'autore vuol dire mettere alla fame i giovani autori.
      2 - La Siae e' una specie di mafia ma in mancanza gli autori non potrebbero salvaguardare i propri diritti.
      3 - come puo' un negozio di pc vendere un software gratuito (non e' un ente benefico)?
      4 - per abolire la legge Urbani bisogna ripensare il diritto d'autore
      5 - regolamentare il file sharing ad usoprivato non ha senso visto che si scambia privatamente il lavoro fatto da altri.
      7 - I provider sono costretti a violare la privacy degli utenti su richiesta del tribunale le associazioni inviano lettere minatorie prima di procedere con una causa legale ( la cronaca dimostra che lo fanno davvero).
      8 - comitati di utenti che possono difendere i privati gia' esistono e si chiamo 'Comitati difesa consumatori'.
      9 - il software gia' adesso puo' essere condiviso basta solo che l'autore sia d'accordo e questo e' un po' piu' difficile se ha spesso mesi a realizzarlo.
      10 - imporre una revisione verso il basso deiprezzi di cd e dvd e' una ingerenza del governo nei confronti della libera attivita' (tu puoi solo boicottarli rinunciando all'acquisto).
      11 - riformare la Siae in modo che tuteli e non sfrutti i suoi associati.Concludo che se io fossi un artista di talento un po' mi seccherebbe che le mie opere fluiscano in lungo e in largo in rete e a me non venga nulla in tasca o addirittura qualcuno spacci il mio lavoro per suo
      • Anonimo scrive:
        Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
        - Scritto da:
        E' interessante il tuo intervento ma a me restano
        alcuni dubbi di
        fattibilita':

        1 - Abolizione del diritto d'autore vuol dire
        mettere alla fame i giovani
        autori.

        2 - La Siae e' una specie di mafia ma in
        mancanza gli autori non potrebbero salvaguardare
        i propri
        diritti.

        3 - come puo' un negozio di pc vendere un
        software gratuito (non e' un ente
        benefico)?

        4 - per abolire la legge Urbani bisogna
        ripensare il diritto
        d'autore

        5 - regolamentare il file sharing ad uso
        privato non ha senso visto che si scambia
        privatamente il lavoro fatto da
        altri.

        7 - I provider sono costretti a violare la
        privacy degli utenti su richiesta del tribunale
        le associazioni inviano lettere minatorie prima
        di procedere con una causa legale ( la cronaca
        dimostra che lo fanno
        davvero).

        8 - comitati di utenti che possono difendere i
        privati gia' esistono e si chiamo 'Comitati
        difesa
        consumatori'.

        9 - il software gia' adesso puo' essere
        condiviso basta solo che l'autore sia d'accordo e
        questo e' un po' piu' difficile se ha spesso mesi
        a
        realizzarlo.

        10 - imporre una revisione verso il basso dei
        prezzi di cd e dvd e' una ingerenza del governo
        nei confronti della libera attivita' (tu puoi
        solo boicottarli rinunciando
        all'acquisto).

        11 - riformare la Siae in modo che tuteli e non
        sfrutti i suoi
        associati.
        Concludo che se io fossi un artista di talento un
        po' mi seccherebbe che le mie opere fluiscano in
        lungo e in largo in rete e a me non venga nulla
        in tasca o addirittura qualcuno spacci il mio
        lavoro per
        suoLa triste e crudele voce della verità...
      • Anonimo scrive:
        Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
        come ho scritto prima il mio è un manifesto...dove si possano mettere a confronto delle idee...se non si comincia da qulche parte...finiremo noi per agarla...per quanto riguarda la siae...fidati che i giovani autori non vedono un euro...e queti signori si arricchiscono...renditi conto...quando si fa una festa ppolare e si suona magari qualcosa di molto vecchio...renditi conto...per questo dico...eliminare la siae..poi...abolire la urbani....e fare una legge decente...non una legge dove se scambio vecchio scarpone finisco dentro...software libero e software a pagamento...io vado in un negozio di pc..e quando compro il pc...devo sentirmi dire dal rivenditore:...vuole microsoft..pagando tot di licenza...o vuole linux e quindi il pc costa cosi come da listino?...questo....vorrei vedere e senire...poi sono aperto al confronto
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT
        - Scritto da:
        E' interessante il tuo intervento ma a me restano
        alcuni dubbi di
        fattibilita':

        1 - Abolizione del diritto d'autore vuol dire
        mettere alla fame i giovani
        autori.I giovani o vecchi autori possono farsi pagare per i concerti dal vivo. Ma vedi anche il punto 10.

        2 - La Siae e' una specie di mafia ma in
        mancanza gli autori non potrebbero salvaguardare
        i propri
        diritti.Non ci sarebbero più diritti intesi come proibizione di copia/condivisione. Rimarrebbero quelli che riconoscono la paternità individuale o collettiva sull'opera.

        3 - come puo' un negozio di pc vendere un
        software gratuito (non e' un ente
        benefico)?La licenza GPL non inibisce la vendita. Inibisce le limitazioni sul diritto di chi compra a copiare e rivendere a sua volta.Un negozio potrebbe ottenere un lucro offrendo una confezione differente, manuali cartacei, etc.

        4 - per abolire la legge Urbani bisogna
        ripensare il diritto
        d'autoreCertamente.

        5 - regolamentare il file sharing ad uso
        privato non ha senso visto che si scambia
        privatamente il lavoro fatto da
        altri.Non necessaariamente, pensa alle Creative Commons.

        7 - I provider sono costretti a violare la
        privacy degli utenti su richiesta del tribunale
        le associazioni inviano lettere minatorie prima
        di procedere con una causa legale ( la cronaca
        dimostra che lo fanno
        davvero).Nulla impedisce di classificare quelle lettere come intimidazione perseguibile per legge.

        8 - comitati di utenti che possono difendere i
        privati gia' esistono e si chiamo 'Comitati
        difesa
        consumatori'.Penso volesse riferirsi alle class action.

        9 - il software gia' adesso puo' essere
        condiviso basta solo che l'autore sia d'accordo e
        questo e' un po' piu' difficile se ha spesso mesi
        a
        realizzarlo.Scusa ma ritieni che tutto il free software venga sviluppato in qualche settimana di sforzi intensivi da nerd cantinari?! Hai una visione veramente riduttiva del fenomeno!

        10 - imporre una revisione verso il basso dei
        prezzi di cd e dvd e' una ingerenza del governo
        nei confronti della libera attivita' (tu puoi
        solo boicottarli rinunciando
        all'acquisto).Non lo sarebbe se eliminasse le attuali imposte e se vigilasse impedendo la formazione di cartelli.

        11 - riformare la Siae in modo che tuteli e non
        sfrutti i suoi
        associati.
        Concludo che se io fossi un artista di talento un
        po' mi seccherebbe che le mie opere fluiscano in
        lungo e in largo in rete e a me non venga nulla
        in tasca o addirittura qualcuno spacci il mio
        lavoro per
        suoTi seccherebbe in quanto ancorato a modelli di produzione obsoleti, che prevedono un lucro potenzialmente illimitato quale ricompensa alla tua produzione. Qualsiasi altro lavoratore viene ricompensato una volta sola per il suo lavoro, perché l'artista _deve_ essere differente?Se hai presente il meccanismo adottato per rendere free il software Blender, è lo stesso che potrebbe essere adottato per _qualsiasi_ produzione. Si lancia una sottoscrizione pubblica attribuendo un valore forfettario all'opera, chi vuole si impegna a fornire un contributo e una volta raggiunta la soglia prefissata all'autore viene pagato il pattuito; l'opera viene quindi resa disponible su un canale di distribuzione libero, senza limitazioni. Un autore giovane dovrebbe esordire con valori forfettari bassi aumentandoli progressivamente al crescere della notorietà.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 luglio 2006 03.27-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: ABOLIAMO IL COPYRIGHT


      3 - equiparare nei negozi di pc la scelta tra

      software libero e quindi gratuito e software a

      pagamento (uno compra il pc e sceglie cosa

      vuole)libero != gratuito!!!
  • xWolverinex scrive:
    Si tornera' al 56K..
    .. se passera' questa legge e gli ISP saranno ritenuti responsabili (il che e' come dire ritenere l'anas responsabile se uno stupro avviene lungo l'autostrada... e via tutti a stuprare minorenni nelle piazzole di sosta... non facciamo scherzi quella dopo ancona nord e' mia l'idea l'ho avuta io !) allora l'unico modo che gli isp avranno per rendersi "intoccabili" dalle parassiterie richieste sara' chiudere le porte p2p classiche. la conseguenza sara' un abbandono in massa delle adsl (dai.. sinceri.... davvero vi servono 4 o 20mb per la posta?? :D ) e un ritorno al 56k. Perderanno gli isp, perderanno le etichette (chi comprera' da iTunes o simili con un 56k?) e perderanno soprattutto gli utenti. Poi se qualcuno vorra' andare a mettere qualche quintale di tritolo sotto la siae, fimi et similia, io mettero' la mia parte di C4.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si tornera' al 56K..
      Io invece dico un altra cosa...caro wolverine...che invece di starsene con le mani in mano...ho deciso che anche in Italia ci sarà un partito che si presenterà alle prossime europee...se si farà in tempo...a breve metterò su anche un sito..il nome non è ancora definitivo...ma la mia idea era di chiamarlo ABOLIAMOILCOPYRIGHT..od almeno il sito si chiamerà così....la cosa è seria...e chiunque voglia collaborare può contattarmi...Che la cosa sia seria ne prova il manifesto che ho deciso di scrivere:1 - Abolizione o quanto meno la revisione del diritto d'autore.2 - Abolizione della Siae3 - equiparare nei negozi di pc la scelta tra software libero e quindi gratuito e software a pagamento (uno compra il pc e sceglie cosa vuole)4 - abolizione della legge Urbani5 - pressioni sull'Unione Europea perchè non si allinei agli USA, ma anzi proponga un regolamento dove viene regolamentato il file sharing ad uso privato e venga punito il file sharign a scopo di lucro.6 - Combattere i veri criminali che sono l'industri discografica ed i suoi esattori.7 - Denunciare e trascinare in tribunale le associazioni di editori che sistematicamente chiedono ai provider di violare la privacy degli utenti e denuncia per estorsione delle associazioni che inviano lettere minatorie agli utenti dicendo che se pagano una multa non si procederà in giudizio.8 - creazione di comitati di utenti che possano utilizzare i tribunali per le difese dalle denuncie, ma soprattutto per denunciare a loro volta i soprusi fatti da persone che si sentono al di sopra anche della costituzione.9 - creazione di un Europa dove il software possa essere condiviso, cosi come la conoscenza.10 - richiedere una revisione verso il basso dei prezzi di cd e dvd, dove eliminare l'enorme parte di soldi che sotto forma di diritti, vanno direttamente alle case discografiche.11 - far si che gli autori delle canzoni o dei film, percepiscano veramente i soldi per il loro lavoro e non che per percepire qualche euro un giovane artista debba aspettare anni perchè prima bisogna ingrassare le file delle persone che detengono le sedie del potere.Nè destra, nè sinistra, solo cittadini che si sono rotti di essere spennati un giorno, e poi essere rispennati il giorno dopo di quello che gli resta.accetta critiche...suggerimenti e qualsiais cosa si voglia fare per migliorare il manifesto...ovvio che le critiche devono essere costruttive...e chiunque voglia aderire..mim mandi una mailndc_bn@yahoo.com
      • xWolverinex scrive:
        Re: Si tornera' al 56K..
        ottimo, aggiungerei solo una forte spinta per l'adozione di sw open nelle pubbliche amministrazioni, magari segmentata in 2 passi, prima mantenendo sistemi closed e cambiando le suite office con quelle open, i browser con quelli open e i c lient di posta con le versioni alternative. In un secondo momento anche i s.o.
        • Anonimo scrive:
          Re: Si tornera' al 56K..
          beh...un ottima idea..ma quella proponevo di metterla in un programma..più organico..diciamo che il manifesto è come lo spot televisivo..deve attirare le persone...una volta che le persone aderiscono al progetto di massima, si scende nelle cose più tecniche....come la tua proposta che sicuramente andrà messa poi nel programma...io cmq mi aspetto adesioni, per il semplice fatto che...deve essere l'ora in cui l'utente cornuto e mazziato dalle stesse persone che dovrebbero fare i suoi interessi...alzi la testa e dica..stop...adesso me so rotto li .....hehehee
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: Si tornera' al 56K..
          - Scritto da: xWolverinex
          ottimo, aggiungerei solo una forte spinta per
          l'adozione di sw open nelle pubbliche
          amministrazioni, magari segmentata in 2 passi,
          prima mantenendo sistemi closed e cambiando le
          suite office con quelle open, i browser con
          quelli open e i c lient di posta con le versioni
          alternative. In un secondo momento anche i
          s.o.Spingere magari affinche i servizi online offerti dallo stato siano realizzati con software libero. Qui in Brasile ormai si viaggia a gonfie vele in quella direzione, esempio:http://www.pr.gov.br/detranSito del Dipartimento di Transito del Paranà.Altri siti governativi che testimoniano la spinta verso l'adozione:http://www.softwarelivre.gov.brhttp://www.softwarelivreparana.org.brhttp://www.celepar.pr.gov.brNon governativo:http://www.softwarelivre.org-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 luglio 2006 03.48-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Si tornera' al 56K..
        - Scritto da:
        Io invece dico un altra cosa...caro
        wolverine...che invece di starsene con le mani in
        mano...ho deciso che anche in Italia ci sarà un
        partito che si presenterà alle prossime
        europee...se si farà in tempo...a breve metterò
        su anche un sito..il nome non è ancora
        definitivo...ma la mia idea era di chiamarlo
        ABOLIAMOILCOPYRIGHT..od almeno il sito si
        chiamerà così....la cosa è seria...e chiunque
        voglia collaborare può
        contattarmi...
        Che la cosa sia seria ne prova il manifesto che
        ho deciso di
        scrivere:

        1 - Abolizione o quanto meno la revisione del
        diritto
        d'autore.
        2 - Abolizione della Siae
        3 - equiparare nei negozi di pc la scelta tra
        software libero e quindi gratuito e software a
        pagamento (uno compra il pc e sceglie cosa
        vuole)
        4 - abolizione della legge Urbani
        5 - pressioni sull'Unione Europea perchè non si
        allinei agli USA, ma anzi proponga un regolamento
        dove viene regolamentato il file sharing ad uso
        privato e venga punito il file sharign a scopo di
        lucro.
        6 - Combattere i veri criminali che sono
        l'industri discografica ed i suoi
        esattori.
        7 - Denunciare e trascinare in tribunale le
        associazioni di editori che sistematicamente
        chiedono ai provider di violare la privacy degli
        utenti e denuncia per estorsione delle
        associazioni che inviano lettere minatorie agli
        utenti dicendo che se pagano una multa non si
        procederà in
        giudizio.
        8 - creazione di comitati di utenti che possano
        utilizzare i tribunali per le difese dalle
        denuncie, ma soprattutto per denunciare a loro
        volta i soprusi fatti da persone che si sentono
        al di sopra anche della
        costituzione.
        9 - creazione di un Europa dove il software possa
        essere condiviso, cosi come la
        conoscenza.
        10 - richiedere una revisione verso il basso dei
        prezzi di cd e dvd, dove eliminare l'enorme parte
        di soldi che sotto forma di diritti, vanno
        direttamente alle case
        discografiche.
        11 - far si che gli autori delle canzoni o dei
        film, percepiscano veramente i soldi per il loro
        lavoro e non che per percepire qualche euro un
        giovane artista debba aspettare anni perchè prima
        bisogna ingrassare le file delle persone che
        detengono le sedie del
        potere.

        Nè destra, nè sinistra, solo cittadini che si
        sono rotti di essere spennati un giorno, e poi
        essere rispennati il giorno dopo di quello che
        gli
        resta.


        accetta critiche...suggerimenti e qualsiais cosa
        si voglia fare per migliorare il
        manifesto...ovvio che le critiche devono essere
        costruttive...e chiunque voglia aderire..mim
        mandi una
        mail

        ndc_bn@yahoo.comApri un nuovo topic con questo mex ed un bel titolo in grande! Ti auguro di farcela!
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: Si tornera' al 56K..
        - Scritto da:
        Nè destra, nè sinistra, solo cittadini che si
        sono rotti di essere spennati un giorno, e poi
        essere rispennati il giorno dopo di quello che
        gli
        resta.Pia illusione. Ogni punto del programa "in fieri" trasuda politica, non te ne rendi conto?

        accetta critiche...suggerimenti e qualsiais cosa
        si voglia fare per migliorare il
        manifesto...ovvio che le critiche devono essere
        costruttive...e chiunque voglia aderire..mim
        mandi una
        mail

        ndc_bn@yahoo.comScusa se non riscrivo tutto, ma credo che potrei essere utile grazie a questo:http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1576308&id=1573817&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: Si tornera' al 56K..
      Ti ci metteri la firma e anche la firma dei miei amici e parenti e anche il sangue per questa iniziativa. Ma quanti credi che ti daranno retta?Sono troppo potenti per essere anche solo spaventati da un'iniziativa del genere..Ti auguro tuttavia di farcela con tutto il cuore..
      • Anonimo scrive:
        Re: Si tornera' al 56K..
        guarda la mia mail c'è scritta...chi vuole aderire a solo da iscriversi al gruppo di yahoo..in cui ho messo il manifesto...l'indirizzo e sotto il titolo aboliamo il copyright
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Si tornera' al 56K..
      - Scritto da: xWolverinex
      .. se passera' questa legge e gli ISP saranno
      ritenuti responsabili (il che e' come dire
      ritenere l'anas responsabile se uno stupro
      avviene lungo l'autostrada... e via tutti a
      stuprare minorenni nelle piazzole di sosta... non
      facciamo scherzi quella dopo ancona nord e' mia
      l'idea l'ho avuta io !) allora l'unico modo che
      gli isp avranno per rendersi "intoccabili" dalle
      parassiterie richieste sara' chiudere le porte
      p2p classiche. la conseguenza sara' un abbandono
      in massa delle adsl (dai.. sinceri.... davvero vi
      servono 4 o 20mb per la posta?? :D ) e un ritorno
      al 56k. Tranquillo che l'ADSL serve comunque. Qualche giorno fa per aggiornate Dapper Drake ho dovuto scaricare 120 mega di patch, oggi altri 20 per la nuova versione del kernel. E quando mi passa con il 56k?! :D
      Perderanno gli isp, perderanno le
      etichette (chi comprera' da iTunes o simili con
      un 56k?) e perderanno soprattutto gli utenti. Poi
      se qualcuno vorra' andare a mettere qualche
      quintale di tritolo sotto la siae, fimi et
      similia, io mettero' la mia parte di
      C4.Mi prenoto per la miccia.
  • Anonimo scrive:
    senza p2p mezza internet scompare
    a molti non frega nulla di altro.tutto qui.infrastrutture, soldi... tutto per dare connettività e banda al p2p: i clienti.
  • Anonimo scrive:
    O tassano o rendono illegale...
    Troppo comodo tassare e continuare a rendere illegali i download di musica... piu' giusto sarebbe un accordo nel quale si magari si paga in piu' ma almeno la roba che scarichi e' comunque legalizzata... Come qui in Italia... la tassa sui supporti vergini... adesso sono tassati, allora lasciami masterizzare!!
    • Anonimo scrive:
      Re: O tassano o rendono illegale...
      molto probabilmente c'è un conflitto di interessi tra provider e industriali della musica
  • Wakko Warner scrive:
    Agli "industriali" della musica
    Quand'è che vi cercherete un lavoro vero? (newbie)Chessò... un lavoro dove magari dobbiate anche lavorare per guadagnarvi il pane.
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli "industriali" della musica
      - Scritto da: Wakko Warner
      Quand'è che vi cercherete un lavoro vero? (newbie)
      Chessò... un lavoro dove magari dobbiate anche
      lavorare per guadagnarvi il
      pane.UP
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Agli "industriali" della musica
        - Scritto da:

        - Scritto da: Wakko Warner

        Quand'è che vi cercherete un lavoro vero?
        (newbie)

        Chessò... un lavoro dove magari dobbiate anche

        lavorare per guadagnarvi il

        pane.

        Arbeit macht frei
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Agli "industriali" della musica
      - Scritto da: Wakko Warner
      Quand'è che vi cercherete un lavoro vero? (newbie)
      Chessò... un lavoro dove magari dobbiate anche
      lavorare per guadagnarvi il
      pane.Lavorare lavorano. Ma lavorano una volta e ricevono "ad libitum", contrariamente alla maggior parte degli altri comuni mortali che per sbarcare li lunario vendono a buon mercato il bene più prezioso, ossia il tempo di vita concessogli da madre natura.
  • Anonimo scrive:
    non ho parole
    Pensa te.....non sanno più cosa fare. Poi chiedono agli ISP di fare da spia.....Ti rendi per Telecom Italia, che denuncia tramite la RIIA un utente che ha scaricato il film.....E magari la notizia appare su tutti i maggiorni quotidiani? Come minimo tutti quelli che hanno un contratto adsl con Telecom disdicono appena letto l'articolo.....Risultato: La RIIA si becca si e no 5000 euro.....E la Telecom? FALLITA.....Approposito quanto costa un film...se lo compero? 30 euro? Non è che la RIIA sia da intendersi come società per delinquere con finalità di strozzini? con tassi pari al 16000%Chi ringraziano? LA RIIA!!!...Belin....!!E se invece mettessero a disposizione fiel mp3 a 9 centesimi? MP3 allo stato puro.. e non imbastardato con protezioni e cavolate varie....Penso che, se si attua questa politica...spariscano dal mondo p2p moltissimi mp3....Giusto...????Patetico....da parte della RIIA arrampicarsi su specchi....unti di olio...
  • Anonimo scrive:
    senti chi parla...
    Dico solo una cosa... Tra le Major spiccano due nomi... Sony e Pioneer... Tra i maggiori produttori di masterizzatori (che nel 95% dei casi sono usati per duplicare materiale pirata) spiccano due nomi... Sony e Pioneer... C'è qualcosa che non quadra... E' come se il Vaticano che condanna la pornografia si mettesse a produrre una rivista tipo Playboy!
  • SardinianBoy scrive:
    Chi non scarica alzi il mouse
    Come da titolo: chi non ha mai scaricato una canzone o un film..ecc..alzi il mouse?!Nessuno ? Ok, perfetto, allora i providers non avranno nulla da temere, gli abbonamenti al servizio adsl ci saranno sempre. AMEN ! :D :D :D :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non scarica alzi il mouse
      Io ho tutto pirta figurati un pò che mi frega :p
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi non scarica alzi il mouse
        - Scritto da:
        Io ho tutto pirta figurati un pò che mi frega :pTorna a lavare per terra.
        • SardinianBoy scrive:
          Re: Chi non scarica alzi il mouse
          - Scritto da: segafault

          - Scritto da:

          Io ho tutto pirta figurati un pò che mi frega :p
          ..hahahahahha! Beh...ti credo.Io a oggi sono arrivato a 1243 cd, tra musica e film e qualche software.In questo momento mi stò divertendo co i torrents,le serie televisive più che altro.! :D :D :D :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Le MAJOR
    Associazioni MAFIOSE legalizzate che devono essere messe fuorilegge.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Le MAJOR
      - Scritto da:
      Associazioni MAFIOSE legalizzate che devono
      essere messe
      fuorilegge.Secondo me basterebbe un po' di sana concorrenza.È vergognoso che a questi signori sia permesso di fare il buono e il cattivo tempo a piacere con il loro schifoso monopolio.
  • gatsu99 scrive:
    ovvio
    si tratta ovviamente delle sola possibilità degliISP di negare con forza eventuali responsabilità in sede civile e penale.Del resto non ci vuole ungenio per capire che gli ISP fossero correi di furto di proprietà intelletuali i danni da pagare sarebbero a dir poco astronomici,senza contare che denuniciare i loro stessi utenti di certo non sarebbe una buona pubblicità
    • Anonimo scrive:
      Re: ovvio
      Credo che gli ISP la spunteranno sempre, denunciare per queste cose l'ISP è come denunciare le poste italiane perchè i maiali si scambiano immagini pedo via posta.
    • Anonimo scrive:
      Re: ovvio
      Sinceramente il dubbio mi era venuto, nelle pubblicita' televisive i provider magnificano con quanta velocita' gli utenti possano scaricare musica video e filmati da internet (a pagamento, secondo la pubblicita). Se non ci fossero i p2p non so quanta gente anelerebbe alle linee piu' veloci...Rimane il fatto che questi riaa e soci, hanno proprio rotto... se una azienda va male, fallisce, loro invece la spuntano sempre...Federico
Chiudi i commenti