SIAE, online il database

Il catalogo delle opere musicali amministrate dall'associazione di autori ed editori sbarca su web. Liberamente consultabile, ma non linkabile
Il catalogo delle opere musicali amministrate dall'associazione di autori ed editori sbarca su web. Liberamente consultabile, ma non linkabile

L’elenco di tutte le canzoni, le canzonette, i brani e le composizioni italiane e straniere i cui diritti sono riscossi da SIAE , è consultabile via web: l’associazione ha messo a disposizione dei navigatori un catalogo da esplorare liberamente, alla ricerca di indicazioni precise sulla paternità della musica posseduta, ascoltata o riprodotta.

Il database, si legge sulla pagina introduttiva che illustra le caratteristiche del servizio e le condizioni d’uso , “contiene informazioni relative alle opere musicali amministrate dalla SIAE, comprese le opere straniere amministrate in Italia dalla SIAE”. Al suo interno figurano quindi i dati necessari a stabilire chi ha scritto le parole e la musica di una canzone, e quale etichetta abbia pubblicato quel brano in Italia o all’estero: in ogni caso “La mancata presenza di un’opera in questo database non esclude tuttavia che la stessa possa comunque essere un’opera protetta”.

L’utilizzo delle informazioni, seppure libero, richiede l’accettazione e il rispetto di alcune condizioni. La prima riguarda la questione pecuniaria: “SIAE non si assume alcuna responsabilità in relazione a perdite economiche, danni o rischi che possano derivare, direttamente o indirettamente, dall’utilizzo delle informazioni e dei dati contenuti nel presente database, così come per qualsiasi omissione od errore in esso presente”.

Altra puntualizzazione riguarda l’eventuale riutilizzo delle informazioni altrove, dentro o fuori il web: “Il database delle Opere Musicali SIAE è disponibile per l’accesso e la consultazione, ma (…) non può in nessun caso essere né integralmente né parzialmente copiato, distribuito, reimpiegato o ripubblicato, modificato, estratto, sottoposto a collegamenti ipertestuali o incorporato in altri database, senza preventiva autorizzazione scritta da parte della SIAE”.

Infine, per poter accedere ai dati forniti occorre prendere atto delle condizioni poste alla consultazione e accettarle . In ogni caso, “Non potrà essere presentato alcun reclamo di qualsiasi natura contro la SIAE, i suoi dipendenti, gli associati e mandanti o le Società straniere a seguito dell’utilizzo delle informazioni” contenute nel database.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 09 2008
Link copiato negli appunti