SIAE: tutti contro i pirati

Ne parla il commissario Mario Masi che sta lasciando la guida della più contestata realtà istituzionale italiana in materia di diritto d'autore. Parla di internet, della Licenza multimediale e dello scarso interesse per i soldi


Roma – “Internet non è solo un pericolo ma anche una grande opportunità per la SIAE. Un’opportunità perché consente una diffusione ampia e capillare dei contenuti di un’opera, prima impensabile. Un pericolo, perché consente di utilizzare la creatività senza riconoscerle i diritti d’autore e questo è un furto a tutti gli effetti”.

Questo il Mario Masi-pensiero, cioè le dichiarazioni che ieri il commissario straordinario della Società Italiana Autori ed Editori ha pronunciato, alla vigilia della sua uscita dalla SIAE che dall’8 giugno tornerà nell’ amministrazione ordinaria.

Masi in questi tre anni di amministrazione straordinaria della SIAE non ha solo ottenuto importanti risultati sul piano del risanamento, non si è solo occupato della stesura della contestatissima legge sull’editoria, ma ha anche dato impulso alla Licenza multimediale, lo strumento già adottato da decine di operatori con cui la SIAE tenta di legare a sé le attività musicali online, almeno quelle italiane. Secondo Masi, la licenza “consente di mettersi in regola a una cifra piuttosto bassa. Del resto, ci interessa il riconoscimento del diritto piuttosto che la remunerazione economica”.

Quella della gestione del diritto d’autore online è peraltro, secondo Masi, la sfida per la nuova SIAE anche se ha ammesso che ben poco si potrà fare senza una qualche normativa internazionale sulla questione. Normativa peraltro destinata a scontrarsi con la natura ben poco controllabile della rete, canale attraverso il quale in misura sempre maggiore vengono trasmessi materiali al di fuori di qualsiasi controllo, della SIAE o dei produttori.

Secondo Masi “sfruttare l’opera senza riconoscere alcun diritto agli autori equivale ad un vero e proprio furto” ed è per questo che la pirateria online, secondo il commissario uscente, va considerata una priorità. Masi, che in tre anni è sempre parso del tutto impermeabile alla caterva di critiche e polemiche che si sono scatenate sulla SIAE da più parti, ha sottolineato invece i passi avanti compiuti dall’Italia nella tutela del diritto d’autore con la legge passata nel 2000, la 248, “che ha garantito – ha affermato Masi – nuovi e più efficaci strumenti di contrasto alle forze dell’ordine”.

“Le nuove tecnologie – ha affermato nella stessa occasione il segretario generale dei Beni culturali, Carmelo Rocca – hanno di fatto annullato la distinzione tra copia e originale. Anche nel cinema: il software inventato tre anni fa da un ragazzino svedese consente di copiare e, quindi, di far circolare su Internet anche film che prima potevano essere solo visti. L’estate scorsa un tribunale Usa ha sentenziato che quel software è illegale, ma di fatto continua a circolare. Senza che nessuno abbia trovato il modo di neutralizzarlo”. Ci penserà la SIAE?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Provato QTopia
    Salve, volevo dire la mia... questo palmare imho è orribile, cmq ho provato QTopia recentemente e imho è ottimo come GUI per i palmari. Tutto molto imho!
  • Anonimo scrive:
    "l'imminente CeBIT 2003"?
    Oggi è il primo giorno... più imminente di così! ;-P
  • avvelenato scrive:
    linux come il prezzemolo?
    ma davvero linux è la soluzione più adatta per certi tipi di accessori?non è che vogliono venderci qualcosa sfruttando un brand molto trendy?(posso anche sbagliarmi, magari l'elasticità di linux permette di adattarlo anche a sistemi pda...)avvelenato che forse vorrebbe un bel pda
    • Anonimo scrive:
      Re: linux come il prezzemolo?

      ma davvero linux è la soluzione più adatta
      per certi tipi di accessori?
      non è che vogliono venderci qualcosa
      sfruttando un brand molto trendy?

      (posso anche sbagliarmi, magari l'elasticità
      di linux permette di adattarlo anche a
      sistemi pda...)Infatti sbagli. Linux e' flessibile perche' e' libero.Esempio: esiste un CD bootable (che si chiama Knoppix) che consente SENZA dover partizionare/formattare/installare il proprio HD di avere un sistema Linux completo (compresa l'interfaccia grafica, openoffice e i tool per la connessione ad Internet!) dopo il semplice boot sulla stragrande maggioranza degli Hardware. Ad esso sono immediatamente seguiti altri progetti simili come l'italiano Dynebolic. Perche' MS non ha pensato a qualcosa di simile? Forse perche' a suo parere avrebbe uno scarso mercato? Ecco che in quest'ultimo caso ci si ritrova con un operatore proprietario che pensa al suo tornaconto (normale!) e che - per quanto grande - non possiede le risorse sufficienti per dedicarsi a qualunque tipo di progetto! Ed ecco motivata l'esistenza di porting Linux per PS2 (voluto e benedetto da Sony) e per Xbox (visto male da MS - ma che strano!).E' chiaro che sui PDA c'e' mercato (ECCOME!), ed infatti MS c'e' dentro ormai da anni con il suo Windows CE. E' normale che esista anche una alternativa Libera. Ed ovviamente oggi se si parla di Free Software si parla di Linux! Per la community del Free Software eì molto piu' semplice e meno oneroso usare/adattare del codice gia' scritto che scriverne di nuovo! Considerando, oltre tutto, che l'adattamento non e' un ripiego ma una base comune studiata secondo le esigenze del caso!
  • Anonimo scrive:
    provato: non ve lo consiglio
    spero di far cosa gradita ai frequentatori del forum, in ottica di cambio dei vecchi palmari in dotazione ai nostri agenti, ho provveduto ad analizzare le funzionalita di molti palmari (alcuni non ancora rilasciati) e devo dire che il palmare in questione si è dimostrato non molto appetibile.a parità di costo unitario richiesto esistono palmari molto migliori, inoltre la stabilita non è il suo forte (a dispetto dell'SO impiegato), oltre alle capacità di sincronizzazioni sbandierate ma molto poco agevoli e non sempre precise.Oltre a ciò la connettivita e l'interfacciamento lascia molto a desiderare, alcuni palmari forniscono di tutto usb, wireless (di vario tipo) ecc..Ma la mancanza che ha fatto pendere per altri tipi di palmari e l' assenza quasi totale di sviluppatori per questi dispositivi, necessari al fine di sviluppare alcune tipi di applicazioni custom a noi necessarie.ciao
  • Root5 scrive:
    no no no no
    non ci siamo proprio,,150 MHz 64 MB di RAM, 32 MB di memoria flash display LCD retroilluminato da 160 x 240 pixelporta IrDAinterfaccia seriale slot d'espansione per schede in formato MMC/SDbatteria agli ioni di litioGSM/GPRS integrato ok il resto extratouchscreen ??? naaaa##################################Sistema operativo Microsoft Pocket PC 2002 (italiano) Processore Intel PXA250 XScale a 400Mhz !!!!Memoria ROM 48MB, RAM 64MB Interfacce Speaker, microfono, uscita cuffie Porta infrarossi, USB/Seriale, alimentazione Display Transflective 240x320 3.8" 65.536 colori !!!!!Touchscreen Slot Secure Digital I/O MMCard Batteria ricaricabile 1400 mAh ioni di litio 590,00 ? contro 650 ma lolcerto il mio splendido ipaq non ha (per ora) il gprs integrato ma alla fine importa na seg* ehehe visto che alla necessita é collegato in Bluetooth col mio cellulare.
    • Anonimo scrive:
      Re: no no no no
      - Scritto da: Root5
      non ci siamo proprio,,

      150 MHz
      64 MB di RAM, 32 MB di memoria flash
      display LCD retroilluminato da 160 x 240
      pixel
      porta IrDA
      interfaccia seriale
      slot d'espansione per schede in formato
      MMC/SD
      batteria agli ioni di litio
      GSM/GPRS integrato ok il resto extra

      touchscreen ??? naaaati sei dimenticato che questo e' un telefono.. non un pda..
      ##################################

      Sistema operativo Microsoft Pocket PC 2002
      (italiano)
      Processore Intel PXA250 XScale a 400Mhz !!!!
      Memoria ROM 48MB, RAM 64MB
      Interfacce
      Speaker, microfono, uscita cuffie
      Porta infrarossi, USB/Seriale, alimentazione
      Display Transflective 240x320 3.8" 65.536
      colori !!!!!
      Touchscreen
      Slot Secure Digital I/O MMCard
      Batteria ricaricabile 1400 mAh ioni di litio ti sei dimenticato che quest e' un pda, non un telefono..

      590,00 ? contro 650 ma lol

      certo il mio splendido ipaq non ha (per ora)
      il gprs integrato ma alla fine importa na
      seg* ehehe visto che alla necessita é
      collegato in Bluetooth col mio cellulare.2 apparecchi al prezzo di uno. PDA + Cell (tutto in uno) = 650PDA + Cell (separati) = 590 + diciamo almeno 250?e poi le dimensioni contano ^_^
      • Root5 scrive:
        Re: no no no no

        ti sei dimenticato che questo e' un
        telefono.. non un pda..riporto le prime righe dell´articolo :"La piccola società tedesca Invair Technologies presenterà, presso l'imminente CeBIT 2003, un nuovo modello di PDA della linea Filewalker equipaggiato con una versione embedded di Linux."qui si parla di pda :)
        2 apparecchi al prezzo di uno.
        PDA + Cell (tutto in uno) = 650
        PDA + Cell (separati) = 590 + diciamo almeno
        250?si almeno 590 + 250 confermo.. ma vuoi mettere a confronto caratteristiche e prestazioni?
    • TeX scrive:
      Re: no no no no
      - Scritto da: Root5
      non ci siamo proprio,,......
      590,00 ? contro 650 ma lol

      certo il mio splendido ipaq non ha (per ora)
      il gprs integrato ma alla fine importa na
      seg* ehehe visto che alla necessita é
      collegato in Bluetooth col mio cellulare.e neppure il gps....gprs + gps

      60 Euro.......Se poi non ti servono non te lo comprare e basta.....
      • Root5 scrive:
        Re: no no no no
        - Scritto da: TeX

        - Scritto da: Root5

        non ci siamo proprio,,
        ......

        590,00 ? contro 650 ma lol



        certo il mio splendido ipaq non ha (per
        ora)

        il gprs integrato ma alla fine importa na

        seg* ehehe visto che alla necessita é

        collegato in Bluetooth col mio cellulare.

        e neppure il gps....

        gprs + gps

        60 Euro.......

        Se poi non ti servono non te lo comprare e
        basta.....nemmeno questo ha il gps integrato, da quel che ho potuto capire é un modulo separato.
        • TeX scrive:
          Re: no no no no
          - Scritto da: Root5

          - Scritto da: TeX



          - Scritto da: Root5


          non ci siamo proprio,,

          ......


          590,00 ? contro 650 ma lol





          certo il mio splendido ipaq non ha (per

          ora)


          il gprs integrato ma alla fine importa
          na


          seg* ehehe visto che alla necessita é


          collegato in Bluetooth col mio
          cellulare.



          e neppure il gps....



          gprs + gps

          60 Euro.......



          Se poi non ti servono non te lo comprare e

          basta.....

          nemmeno questo ha il gps integrato, da quel
          che ho potuto capire é un modulo separato.A me invece è sembrato di capiere che sia integrato...Sulla brochure sta scritto "possiede un modulo GPS". Quindi "modulo" sembra doversi intendere come sezione/circuiteria e non come modulo opzionale da aggiungere.In effetti a me servirebbe proprio un simile oggettino per quando vado in mountain bike... Il GPS per il rilievo del percorso, il PDA per eventuali annotazioni e il gprs per emergenza. Il tutto in un oggettino molto compatto e leggero. L'unica cosa è che avrei qualche scrupolo a portarmi 650 Euro in giro per fango e sassi....
          • Root5 scrive:
            Re: no no no no

            A me invece è sembrato di capiere che sia
            integrato...

            Sulla brochure sta scritto "possiede un
            modulo GPS". Quindi "modulo" sembra doversi
            intendere come sezione/circuiteria e non
            come modulo opzionale da aggiungere.forse hai ragione ma non sono convito :)
            In effetti a me servirebbe proprio un simile
            oggettino per quando vado in mountain
            bike... Il GPS per il rilievo del percorso,
            il PDA per eventuali annotazioni e il gprs
            per emergenza. attenzione perche almeno che tu non vada in bici sulle strade piu comuni non te ne fai gran che... certo magari puoi fare il tuo punto ma a che ti serve? poi mi chiedo che software e mappe utilizzino sempre per la parte gps...a patto che il modulo gps sia integrato quanta autonomia potrebbe avere?? usando il gps e viste le dimensioni secondo me non piu di un paio di ore.. ma forsee ancora... da quel che ho capito il sistema di scrittura é studiato per essere usato con una mano ma mi sembra molto macchinoso... il gprs prenderá bene? boh Il tutto in un oggettino
            molto compatto e leggero.
            L'unica cosa è che avrei qualche scrupolo a
            portarmi 650 Euro in giro per fango e
            sassi....
            ehehehe si ti capisco :) ci sono valide alternative cmq per il tuo prob... orologi con gps o cmq apparecchi dedicati.
          • TeX scrive:
            Re: no no no no
            - Scritto da: Root5.....
            attenzione perche almeno che tu non vada in
            bici sulle strade piu comuni non te ne fai
            gran che... certo magari puoi fare il tuo
            punto ma a che ti serve? poi mi chiedo che
            software e mappe utilizzino sempre per la
            parte gps...Non lo so. In effetti le informazioni in proposito sono abbastanza carenti. Almeno spero che l'oggetto sia fatto meglio della documentazione.... Comunque a me non serve un GPS cartografico. Mi serve solo per memorizzare i punti e poter in seguito ricostruire il percorso effettuato in modo da poter farne un disegno. Mi serve anche poter impostare dei riferimenti in modo da essere sicuro che il percorso che effettuo sia quello giusto. Ma per quanto riguarda la mappa di certo non ho problemi a portarmela dietro stampata si un foglio con una qualità e una risoluzione di certo superiore a quella di qualsiasi GPS cartografico.
            a patto che il modulo gps sia integrato
            quanta autonomia potrebbe avere?? usando il
            gps e viste le dimensioni secondo me non piu
            di un paio di ore.. ma forseDIciamo che spererei in 4 o 5.... Comunque al massimo bisogna portarsi dietro un paio di pile ricaricabili di ricambio, ma di certo non sarebbe comodo....
            e ancora... da quel che ho capito il sistema
            di scrittura é studiato per essere usato con
            una mano ma mi sembra molto macchinoso... In effetti a me sembra molto macchinoso, ma il fatto di poterlo utilizzare con una mano può avere i suoi vantaggi, anche se non i mountain bike, se ci tieni alle tue ginocchia e al PDA stesso. Pensa però ad un alpinista che cammina con una picozza in mano.. Inoltre il sistema adottato permette di scrivere facilmente anche in presenza di vibrazioni e scossoni,.
            il gprs prenderá bene? bohQuesto potrebbe essere un problema, a volte in montagna la ricezione non è proprio il massimo...
            Il tutto in un oggettino

            molto compatto e leggero.

            L'unica cosa è che avrei qualche scrupolo
            a

            portarmi 650 Euro in giro per fango e

            sassi....



            ehehehe si ti capisco :) ci sono valide
            alternative cmq per il tuo prob... orologi
            con gps o cmq apparecchi dedicati.Gli orologi con gps mi sembra abbiano costi analoghi e non so quanto possano interfacciarsi ad un PC per caricare/scaricare i dati. Inoltre ti devi comunque portar dietro un cellulare, e quindi pesi, ingombri e costi sono almeno paragonabili. Gli apparecchi dedicati invece hanno costi che partono dai 250-300 Euro, quindi nel complesso, considerando anche un cellulare, spendi sicuramente meno, però ti ritrovi con 2 apparecchi invece di uno (e non hai il PDA, a meno che non sia integrato nel cellulare).Comunque penso, e spero, che in futuro spunteranno fuori altre soluzioni di questo tipo.
          • Root5 scrive:
            Re: no no no no

            Gli orologi con gps mi sembra abbiano costi
            analoghi e non so quanto possano
            interfacciarsi ad un PC per
            caricare/scaricare i dati. Inoltre ti devi
            comunque portar dietro un cellulare, e
            quindi pesi, ingombri e costi sono almeno
            paragonabili.mio padre si é preso per motivi che non sto qui a spiegare un orologia con gps integrato... funziona molto bene, comunica perfettamente col pc per scambio dati e non necessita di nessun altro apparecchio.. credo che il prob sia di autonomia forse ma se ti interessa ti faccio sapere tuttoFrancesco
          • TeX scrive:
            Re: no no no no
            - Scritto da: Root5.....
            mio padre si é preso per motivi che non sto
            qui a spiegare un orologia con gps
            integrato... funziona molto bene, comunica
            perfettamente col pc per scambio dati e non
            necessita di nessun altro apparecchio..
            credo che il prob sia di autonomia forse ma
            se ti interessa ti faccio sapere tuttoE' il classico Casio ? In effetti sono andato a vedere e si collega al PC. La limitazione è sull'autonomia... Comunque è un bel oggettino....
    • Anonimo scrive:
      Re: no no no no
      - Scritto da: Root5
      Sistema operativo Microsoft Pocket PC 2002
      (italiano)
      Processore Intel PXA250 XScale a 400Mhz !!!!
      Memoria ROM 48MB, RAM 64MB
      Interfacce
      Speaker, microfono, uscita cuffie
      Porta infrarossi, USB/Seriale, alimentazione
      Display Transflective 240x320 3.8" 65.536
      colori !!!!!
      Touchscreen
      Slot Secure Digital I/O MMCard
      Batteria ricaricabile 1400 mAh ioni di litio

      590,00 ? contro 650 ma lolPrendi in considerazione il Dell Axim X5. Quasi le stesse caratteristiche del tuo iPAQ a ? 300,00. E puoi sempre considerare l'acquisto della batteria opzionale da 3400 mAh...Per alcuni (non per me) sara' forse meno bello da vedersi, ma le caratteristiche son quelle! Ne vogliamo parlare? Non vogliatemene, ma io ? 650,00 per questo PDA non li spenderei. Sara' piccolo, sara' bello quanto volete ma, per la stessa cifra, posso permettermi il Dell + scheda Wi-Fi + scheda Bluetooth + batteria opz e mi avanza ancora qualche spicciolo... Non ha GPS, ne' GSM/GPRS (per ora), ma il primo non mi serve e per il secondo posso sempre usare il cell via BT.-- Digital
      • Root5 scrive:
        Re: no no no no

        Prendi in considerazione il Dell Axim X5.
        Quasi le stesse caratteristiche del tuo iPAQ
        a ? 300,00. E puoi sempre considerare
        l'acquisto della batteria opzionale da 3400
        mAh...
        Per alcuni (non per me) sara' forse meno
        bello da vedersi, ma le caratteristiche son
        quelle! Ne vogliamo parlare? assolutamente! conosco il prodotto ed é ottimo!avrei preso il dell se si fossero mossi prima :)

        Non vogliatemene, ma io ? 650,00 per questo
        PDA non li spenderei. Sara' piccolo, sara'
        bello quanto volete ma, per la stessa cifra,
        posso permettermi il Dell + scheda Wi-Fi +
        scheda Bluetooth + batteria opz e mi avanza
        ancora qualche spicciolo... Non ha GPS, ne'
        GSM/GPRS (per ora), ma il primo non mi serve
        e per il secondo posso sempre usare il cell
        via BT.un´altra ottima alternativa...infatti io volevo solo sottolineare il fatto che quel prodotto 650 euro (ivati?) non li vale.. non li vale per le sue limitate caratteristiche tecniche e non li li vale per il suo design ehehe a dirla tutta me pare la vekkia radiolina di mio nonno lol
  • Anonimo scrive:
    Stavo proprio aspettando...
    ...un prodotto esattamente così!
Chiudi i commenti