Siena, nuova offerta di supervelocità

La società comunale che gestisce l'infrastruttura avanzata presente nella città annuncia una nuova offerta di connettività basata sui cable modem. In collaborazione con Telecom Italia


Roma – Navigare in internet con la fibra ottica dieci volte più velocemente rispetto al normale modem a 56k. Questo il profilo con cui si presenta “ClicSi”, l’ultima trovata del Comune di Siena per sfruttare appieno la particolarissima e avanzata infrastruttura che collega l’intera città toscana.

Siena Innovazione, società del Comune che collabora con Telecom Italia per la gestione dei servizi, ha lanciato l’offerta affermando che “i senesi collegati alla città cablata possono da oggi abbonarsi al nuovo servizio e grazie a un cable modem, un semplice apparecchio che si collega al computer e alla presa dell’antenna tv, possono navigare sul web e scaricare file audio e video ad altissima velocità, senza occupare la linea telefonica e a costi competitivi”.

“Con l’attivazione del servizio di connettività internet – ha spiegato il sindaco di Siena Maurizio Cenni – Siena comincia ad utilizzare l’infrastruttura al massimo delle sue potenzialità. Dobbiamo riconoscere a Siena Innovazione il merito di aver messo in piedi in meno di un anno un servizio che apre prospettive importanti anche per l’Amministrazione comunale, impegnata a sperimentare nuove forme di rapporto con i cittadini e di e-democracy”.

Siena, da tempo considerata città simbolo della cablatura , aveva già annunciato alcune importanti novità proprio sul fronte dell’integrazione dei servizi di televisione avanzati con quelli della connettività veloce.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: e io?


    nel giro di 10 minuti. In mezz'ora

    diventeresti un master dell'ecdl...
    10 minuti?
    un corso di Word base dura almeno 8
    ore.....chi lo impara in 10 minuti non lo sa
    usare, CREDE di saperlo usare.
    No, lo sa usare... 8h se insegni a un ignorante di informatica (circa il 70% dei frequentanti dei corsi ECDL).1h per chi sa un minimo di basi10-30m per chi ha buone conoscenze.E' il concetto più che classico che chi sa di più ci mette anche meno a imparare cose nuove collegate a quello che sa - talmente semplice come cosa...
    Fai una ricerca in google i dimmi quanti
    corsi di Word, o Excel, o Access durano meno
    di 8 ore. E non dirmi che sono (siamo) tutti
    ladri.
    Ladri no, ma sono corsi previsti per chi non sa neanche accendere un PC... in pratica io in quelle 8h mi annoierei per 7h e 30m minimo, visto che sarebbero cose che so già o che non richiederebbero più di una occhiata per collegarle a quello che so.E sono "solo" uno studente all'ultimo anno di informatica...
  • Africano scrive:
    Re: Grandioso veramente /post lungo
    - Scritto da: AfricanoVeramente grandioso ho confuso la sigla con una variante attinente al post cui questa non ha direttamente a che fare, un clamoroso ot, ot? Ora stiamo a guardare ai floppy? Certo fare clic sulla notizia era il minimo, non l'ho fatto e non lo vedo un problema.
    - Scritto da: Anonimo

    L'ECDL è una grandiosa cretinata che fa
    solo

    spendere un mucchio di soldi, creando

    inoltre nuovi pecoroni informatici che

    penseranno che l'informatica vuol dire

    Microsoft.

    Considerare l'ECDL come qualcosa che

    certifica il sapere informatico vuol dire

    solo impedire alla gente di passare a

    qualcosa di meno restrittivo.
    Non ho ancora letto la notizia e forse non
    dovrei risponderti ma se è sul tipo di
    quello che immagino ho fatto una
    considerazione e la scrivo. Come l'economia
    non tiene in conto gli analisti e il suo
    sistema empirico non permette controlli e
    guide sicure, altrimenti saremmo in un
    felice grandioso perpetuo periodo di
    sviluppo economico, così l'informatica colle
    leggi esterne a essa. Lo capisce anche un
    bambino che un elemento fondamentale e
    imprescindibile dell'informatica è la
    facilità della copia. Non esiste neanche più
    la copia ma la copia è anche il suo
    sorgente. Esiste un altro sorgente ma è solo
    una confusione di termini. Sconoscere questo
    fatto è capire zero di informatica.
    L'informatica non può in alcun modo seguire
    l'economia delle patate e va per conto suo
    dai controlli e dalle guide fuori a essa.
    Leggi speciali vigono in questo periodo di
    fantastico rinnovamento delle comunicazioni
    e degli scambi, uno a caso: ciò che è
    pubbicato in internet è pubblico e può
    essere nei computer di tutti insieme al suo
    sorgente. Non ci sono limiti precisi alla
    descrizione della rivoluzione che è avvenuta
    sui sistemi normali tradizionali di
    comunicazione e scambio. La considerazione
    originale era semplicemente che l'ecdl
    l'eldc l'dlce e quello che si vuole avranno
    effetto sull'informatica nei limiti della
    loro recepibilità effettiva anzi nessuno è
    in grado di prevedere quanto di queste
    disposizioni produrrà effetti e quanto
    vicini ai disegni anzi ancora l'informatica
    assorbe tutte le regole dentro al suo gran
    frullatore di informatica. Qualcuno è in
    grado di asserire che l'cled possa avere un
    termine di confronto con Informatica?
    Bambini se si pensa che esistano codici
    segreti per modificare l'informatica in
    ecdl. L'ho fatta lunga.
    Ho pure riletto, aggiungo, l'assurdo è che
    in economia si studia e si guida per lo
    sviluppo, presunto male spesso, mentre in
    informatica vorrebbero far accettare leggi
    che frenano lo sviluppo. Si ha paura dello
    sviluppo informatico? Non si sa controllare
    e risulta pericoloso ad alcuni. Pericoloso
    risulta lo sviluppo economico
    dell'informatica perché non si conoscono
    sistemi sicuri per controllarlo senza il
    rischio di perdere posizioni favorevoli.
    Secondo i termini assurdi delle tesi
    economiche applicate un utente medio che
    volesse installare centinaia di programmi
    costruirebbe un computer di un valore enorme
    che potrebbe esistere in pochi esemplari al
    mondo per limiti economici evidenti. La
    maggioranza della popolazione mondiale anche
    se avesse i mezzi per usare un computer non
    potrebbe mai pagare nemmeno una parte dei
    programmi di quel computer e all'opposto non
    una minoranza larga giustificata da limiti
    materiali di disponibilità degli oggetti ma
    una minoranza stretta auto limitatasi nelle
    sue possibilità di sviluppo userebbe dei
    programmi pagati carissimi per motivazioni
    non informatiche. La realtà è che
    l'informatica è in un continuo passaggio di
    stati che la portano da una commistione di
    diffusione con sistemi economici
    tradizionali a un'altra spesso in violazioni
    di leggi e disposizioni che sfrutta molte
    delle potenzialità di riproduzione
    illimitata a quella nuova ma in accordo
    colla natura dell'informatica che non pone
    limite alle copie. La diffusione
    dell'informatica non è stata limitata
    significativamente dai limiti imposti per
    sfruttarla con metodi di economia
    tradizionale, insita nella sua natura è
    sempre stata l'eccezionalità rispetto a
    qualsiasi patata. E siccome molti hanno
    trovato modi efficacissimi di sfruttamento
    economico delle sue eccezionalità trovano
    comodo perpetuare il sistema, ma il sistema
    ha progredito per le violazioni a leggi
    imposte, questo invalida la tesi che uno
    sfruttamento economico tradizionale è
    necessario al suo sviluppo. è incontestabile
    che la diffusione dell'informatica è
    avvenuta e avviene usando bit che non sono
    formalizzati da nessuna licenza, pirateria,
    informatici a peso.cut per avviso
    E se ora rileggo di nuovo?
    Tre riletture e tre aggiunte, bella
    scoperta, non si può rileggere.
    Sono cose note. Quanto? Quanto manca al
    quanto è lo stagno di questo post.

    ***faccio un blog***
  • Africano scrive:
    Re: Grandioso /post lungo
    - Scritto da: Anonimo
    L'ECDL è una grandiosa cretinata che fa solo
    spendere un mucchio di soldi, creando
    inoltre nuovi pecoroni informatici che
    penseranno che l'informatica vuol dire
    Microsoft.
    Considerare l'ECDL come qualcosa che
    certifica il sapere informatico vuol dire
    solo impedire alla gente di passare a
    qualcosa di meno restrittivo.Non ho ancora letto la notizia e forse non dovrei risponderti ma se è sul tipo di quello che immagino ho fatto una considerazione e la scrivo. Come l'economia non tiene in conto gli analisti e il suo sistema empirico non permette controlli e guide sicure, altrimenti saremmo in un felice grandioso perpetuo periodo di sviluppo economico, così l'informatica colle leggi esterne a essa. Lo capisce anche un bambino che un elemento fondamentale e imprescindibile dell'informatica è la facilità della copia. Non esiste neanche più la copia ma la copia è anche il suo sorgente. Esiste un altro sorgente ma è solo una confusione di termini. Sconoscere questo fatto è capire zero di informatica. L'informatica non può in alcun modo seguire l'economia delle patate e va per conto suo dai controlli e dalle guide fuori a essa. Leggi speciali vigono in questo periodo di fantastico rinnovamento delle comunicazioni e degli scambi, uno a caso: ciò che è pubbicato in internet è pubblico e può essere nei computer di tutti insieme al suo sorgente. Non ci sono limiti precisi alla descrizione della rivoluzione che è avvenuta sui sistemi normali tradizionali di comunicazione e scambio. La considerazione originale era semplicemente che l'ecdl l'eldc l'dlce e quello che si vuole avranno effetto sull'informatica nei limiti della loro recepibilità effettiva anzi nessuno è in grado di prevedere quanto di queste disposizioni produrrà effetti e quanto vicini ai disegni anzi ancora l'informatica assorbe tutte le regole dentro al suo gran frullatore di informatica. Qualcuno è in grado di asserire che l'cled possa avere un termine di confronto con Informatica? Bambini se si pensa che esistano codici segreti per modificare l'informatica in ecdl. L'ho fatta lunga.Ho pure riletto, aggiungo, l'assurdo è che in economia si studia e si guida per lo sviluppo, presunto male spesso, mentre in informatica vorrebbero far accettare leggi che frenano lo sviluppo. Si ha paura dello sviluppo informatico? Non si sa controllare e risulta pericoloso ad alcuni. Pericoloso risulta lo sviluppo economico dell'informatica perché non si conoscono sistemi sicuri per controllarlo senza il rischio di perdere posizioni favorevoli. Secondo i termini assurdi delle tesi economiche applicate un utente medio che volesse installare centinaia di programmi costruirebbe un computer di un valore enorme che potrebbe esistere in pochi esemplari al mondo per limiti economici evidenti. La maggioranza della popolazione mondiale anche se avesse i mezzi per usare un computer non potrebbe mai pagare nemmeno una parte dei programmi di quel computer e all'opposto non una minoranza larga giustificata da limiti materiali di disponibilità degli oggetti ma una minoranza stretta auto limitatasi nelle sue possibilità di sviluppo userebbe dei programmi pagati carissimi per motivazioni non informatiche. La realtà è che l'informatica è in un continuo passaggio di stati che la portano da una commistione di diffusione con sistemi economici tradizionali a un'altra spesso in violazioni di leggi e disposizioni che sfrutta molte delle potenzialità di riproduzione illimitata a quella nuova ma in accordo colla natura dell'informatica che non pone limite alle copie. La diffusione dell'informatica non è stata limitata significativamente dai limiti imposti per sfruttarla con metodi di economia tradizionale, insita nella sua natura è sempre stata l'eccezionalità rispetto a qualsiasi patata. E siccome molti hanno trovato modi efficacissimi di sfruttamento economico delle sue eccezionalità trovano comodo perpetuare il sistema, ma il sistema ha progredito per le violazioni a leggi imposte, questo invalida la tesi che uno sfruttamento economico tradizionale è necessario al suo sviluppo. è incontestabile che la diffusione dell'informatica è avvenuta e avviene usando bit che non sono formalizzati da nessuna licenza, pirateria, in termini comuni, che le leggi correnti hanno sempre cercato d'imporre come pratica condannata e che mai è stata condivisa e rispettata dalla maggioranza degli utenti e questi utenti hanno consentito lo sviluppo dell'informatica a dispetto delle pretese dei limiti ufficiali, tollerati perché essi limitati a imporsi sempre dalla natura stessa dell'informatica. L'assurdo: il rispetto delle leggi imposte avrebbe enormemente limitato lo sviluppo informatico e gli stesse vantaggi di quelli che si sono arricchiti commerciandola. Ciò impone a tutti, agli stessi venditori di bit di tenere in gran conto una diffusione fuori dalle regole ufficiali con la variante che contenuti distribuiti precedentemente in modo convenzionale soffrono il cambiamento di mezzo e quelli informatici nati sui computer invece hanno spesso imposto il loro commercio proprio grazie a quelle stesse violazioni. Ho visto programmi che passavano da crack a mancanza di crack a numeri seriali. Un programma, un file, un documento, un contenuto digitale generico neanche può essere chiamato informatico se non è riproducibile. Un dvd, l'informatica è film in dvd? E dei semplici dvd avrebbero potuto passare indenni dal frullatore informatico. Un dvd? A parte che i dvd sono proprio periferia dell'informatica. Non dovevo rileggere, perché ho riletto e l'ho fatta più lunga ancora.Poi l'ho riletta ancora e mi scappata pure filosofia, gli informatici sono di diversi tipi e considerano la loro materia nei modi più differenti, una delle differenze è quella del lato economico, alcuni protestano che l'uso migliore è dipendente da ritorni economici diretti dalla vendita di copie o licenze e altri ignorano ogni automatismo economico tra singola copia e tornaconto, motivi informatici non consentono valutare le copie a peso. Situazioni impensabili in un sistema di oggetti reali affascinano per la loro straordinarietà, chi lamenta di diffusione senza prezzi di materiale analogo ad altro venduto carissimo e chi accusa di tollerare e profittare della diffusione senza prezzo.Questa non era la filosofia, la filosofia è questa: l'aspetto economico dell'informatica ha solo rilevanza economica ma l'informatica e la rete hanno altri interessi oltre l'economia dell'informatica. Tutta questa economia informatica fa perdere solo tempo all'uso delle possibilità informatiche e al suo impiego per lo sviluppo della stessa economia delle patate per la convenienza di commercianti informatici a peso.E se ora rileggo di nuovo?Tre riletture e tre aggiunte, bella scoperta, non si può rileggere.Sono cose note. Quanto? Quanto manca al quanto è lo stagno di questo post.***faccio un blog***
  • Anonimo scrive:
    Grandioso
    L'ECDL è una grandiosa cretinata che fa solo spendere un mucchio di soldi, creando inoltre nuovi pecoroni informatici che penseranno che l'informatica vuol dire Microsoft.Considerare l'ECDL come qualcosa che certifica il sapere informatico vuol dire solo impedire alla gente di passare a qualcosa di meno restrittivo.
  • Anonimo scrive:
    è uno schifo!
    Sebbene io lavori da più di 5 anni in ambito informatico(Analisi con metodologia UML, Programmazione con VB 6 e .NET amministrazione di DB SQL Server e Oracle, amministratore di reti, Conoscenza di Sistemi operativi *nix ecc..)ed abbia anche una Laurea in fisica, non posso partecipare ad un concorso pubblico per amministratore di rete e consulente informatico in una amministrazione provinciale perchè chi ha scritto il bando ha messo come unico requisito essenziale l'ECDL. tutto quello che so io fa curriculum ma posso farmelo valutare solo se prima mi prendo l'ECDL.Non la prenderò mai neanche si mi regalano l'attestato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl generica
    - Scritto da: yoggysot

    -



    Perchè per il computer si?

    Si prende la patente per Win+Office (o

    magari qualcuno anche per
    Linux+OpenOffice),

    e il resto?

    Il resto al 99% di quelli che usa un PC non
    serve. E spesso anche chi deve solo usare
    Win+office ha delle grosse carenze, l'ECDL
    serve IMO proprio a questi.





    Il paragone con la patente d'auto la
    avresti

    se ci fossero licenze EDCL per PC,

    Mainframe, Clusters, ...



    IMO la seprazione la potresti avere con
    Ecdl, studi tecnici (che non ti insegnao ad
    usare office se non ti ci sbatti tu, ho
    degli amici che si laureavano in Ing Info e
    non sapevano inserire un oggetto di Equation
    Editor nella tesi), studi tecnici+stage nel
    campo, ecc....

    Ao AlexSe non ce l'hanno bisogno non vedo perchè dovevano impararla. L'importante è sapere che c'è e essere abbastanza capace da imparare in un tempo ragionevole.Ma per questo la scuola dovrebbe metterci a disposizione i mezzi necessari. È per questo che insisto nel dire che un corso base di informatica è come un corso base in matematica, in storia, in geografia o quant'altro. Deve metterti in grado di capire la materia e di arrangiarti in ogni circostanza e questo Windows o non Windows.Lo si dovrebbe già imparare a scuola cosa sia un computer, come funziona, quali sono i principi della logica booleana ecc. Esattamente come si imparano le basi di qualsiasi altra materia, F=ma in fisica, le operazioni fondamentali in matematica (indifferentemente da quale calcolatrice usi :-) ), chi era Garibaldi e che ha fatto in storia, ... in informatica deve essere la stessa cosa. Imparare Word, Excel e l'uso di Windows lo si può sempre fare quando serve, ma per quello ci vogliono le basi, altrimenti insegni a qualcuno a usare IE e Outlook ma poi la stessa persona (che si crede molto istruita) ti clicca sul primo virus che riceve o invia soldi a un nigeriano che li richiede (articolo letto oggi 12-06-2003 su PI).E chissà quali altre trappole ci saranno in futuro. Cosa vuoi fare? un corso di aggiornamento per spiegare come proteggersi di volta in volta o preferisci che già a scuola i ragazzi imparino come funziona il computer e quali sono i rischi ad esso connessi? E i rischi li puoi capire solo se conosci l'argomento.Adesso mi si ribatterà che la scuola non deve creare degli esperti in informatica. Ma avete veramente una così bassa stima per gli esperti informatici oppure gli esperti informatici sono così mal preparati?La scuola non deve formare dei matematici ma insegnare le basi della matematica, il matematico diplomato lo sarà all'università. La scuola non deve formare degli storici, ma deve insegnare le basi della storia. La scuola non deve formare dei fisici, ma deve insegnare le basi della fisica. Quindi la scuola non deve formare degli informatici ma deve insegnare le basi dell'informatica.E le basi dell'informatica non sono Windows + Word + Excel + IE, ma sono la macchina universale di Turing (bella costruzione della mente ma mai vista in pratica se non in esempi), la logica booleana (come in matematica si insegna l'algebra), le basi della programmazione (come in matematica si impara a risolvere equazioni), ...In seguito, quelli che vorranno usare dei tools specifici sapranno come fare e quelli che vorranno approfondire l'argomento seguiranno un corso all'università.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma siii dai !

    Licenziamo tutti gli informatici veri, tutti
    quelli che hanno anni di esperienza e le
    cose le sanno fare... non diamo lavoro a chi
    le cose le sa fare perche' ci mette la
    passione e l' amore per l' informatica,
    massi' diamo lavoro e privilegiamo tutti gli
    utonti che hanno la ECDL e sanno si e no
    usare excel e word ... me lo concedete senza
    censurarmi un "ma che mondo di merda !" ?ma basta con sta lagna tonto della malora!se sei un informatico come dici non ti preoccupareche il lavoro non te lo toglie nessuno e non haidi certo bisogno della ECDL
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?

    Ho trovato su www.yahoo.com un fotomontaggio
    con Bill Gates che dona la copia di Windows
    Xp Islamic Edition a Bin Laden:che
    differenza c'è?
    Ecdl insegna Microsoft!io ho trovato una foto con mio cuggino cheinsegna spanking a tua cuggina
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?

    In altre parole la famosa e decantata
    superiorità e semplicità delle interfacce M$
    è così vera che occorre un corso
    (finanziato) per fare impare agli impiegati
    l'uso di un WP (ovviamente M$)...
    i miei Complimenti! :-Ddimmi: ma quanto sei Troll ?no perché dire seriamente una cosadel genere è la solita tiritera:H A I M A I V I S T O U N U F F I C I O ?di quelli veri eh, non quelli pieni di Nerds
  • Anonimo scrive:
    Re: ECDL riferimento ufficiale?!?
    geniale....e cosa credi che serva alla _maggior_ partedelle società oggi ? sapere chi sa usare queiprodotti oppure sapere chi sa usare Linux,OpenOffice, programmare sistemi di controlloecc. ?
  • yoggysot scrive:
    Re: Ecdl generica
    -

    Perchè per il computer si?
    Si prende la patente per Win+Office (o
    magari qualcuno anche per Linux+OpenOffice),
    e il resto?Il resto al 99% di quelli che usa un PC non serve. E spesso anche chi deve solo usare Win+office ha delle grosse carenze, l'ECDL serve IMO proprio a questi.

    Il paragone con la patente d'auto la avresti
    se ci fossero licenze EDCL per PC,
    Mainframe, Clusters, ...
    IMO la seprazione la potresti avere con Ecdl, studi tecnici (che non ti insegnao ad usare office se non ti ci sbatti tu, ho degli amici che si laureavano in Ing Info e non sapevano inserire un oggetto di Equation Editor nella tesi), studi tecnici+stage nel campo, ecc....Ao Alex
  • Anonimo scrive:
    Ma siii dai !
    Licenziamo tutti gli informatici veri, tutti quelli che hanno anni di esperienza e le cose le sanno fare... non diamo lavoro a chi le cose le sa fare perche' ci mette la passione e l' amore per l' informatica, massi' diamo lavoro e privilegiamo tutti gli utonti che hanno la ECDL e sanno si e no usare excel e word ... me lo concedete senza censurarmi un "ma che mondo di merda !" ?
  • Anonimo scrive:
    Re: ECDL sempre più riferimento ufficiale ..
    Ah bella cultura ...PC=Windows+Office e basta...
  • Anonimo scrive:
    Re: SI potrebbe...
    infatti...
  • MrFaber scrive:
    Re: EMSOCL


    il bello è che la gente paga per ottenere

    l'ECDL, esattamente come pagherà (o

    dovrebbe

    pagare) per una licenza di MS Office...



    Buffo, vero? :-O

    Beh, non è insolito che un corso di
    formazione costi di più del prodotto o
    servizio che ti insegna ad usare. Ti faccio
    un esempio: Anni fa facevano corsi di 2 gg.
    per insegnare ad utilizzare in modo ottimale
    l'agenda Quo Vadis, che costava 10.000
    lire....
    Se io faccio un corso per insegnare agli
    utenti ad utilizzare IE o Outlook Express
    non dovrei farlo pagare solo perché IE e
    Outlook sono gratuiti?No, certo; ma da qui a dire che gli stai insegnando ad 'usare un computer' ce ne passa!Mi sembra che gli stai semplicemente insegnando ad usare uno specifico software, non 'il computer' ...
  • Anonimo scrive:
    cosa vuol dire saper usare il pc ?
    il vero esperto informatico, se vogliamo essere corretti e completi nella definizione, dovrebbe : essere esperto sia con l'hardware che con il software, tutto l'hardware esistente e tutto il software esistente ;cioè anni e anni di studio ( ma grazie al "monopolio" delle multinazionali non finisco mai di imparare, visto che un pc che compro oggi, fra pochi mesi è "vecchio"... e questo avviene da anni, e i tecnici, gli esperti informatici (software) di questo non si sono mai lamentati.... o sbaglio ??? prescindendo da windows, linux, etc... se faccio un elenco di quanti tipi di processori, ram, h-disk, etc... ci hanno propinato da anni, avremmo bisogno di km di spazio...poi mi chiedo ma chi sbraita contro windows, poi è esperto di visual basic... che lo ha scritto mia nonna...e lo ha regalato al nipote americano bill... )come in ogni settore esistono specializzazioni di basso livello, come l'ecdl e quelle di alto livello, operatori di pc, e programmatori, sistemisti, analisti.... punto !!!il problema è : io azienda, se ho bisogno di un collaboratore esperto in informatica (con il pc...), lo faccio sedere davanti a un computer,le sue certificazioni le metto da parte ... e vedo se sa fare quello di cui ho bisogno !!!poi se questo è anche uno con le palle, tanto meglio !!!(cosi evita di aprire il programmino di tre righe che mi formatta il pc, di cui ho letto in altro post )credo che il vero esperto informatico dipenda dai contesti in cui deve operare e comunque potremmo discutere per anni,nel frattempo il browser con cui sto inviando questo post sarà arrivato alla versione 150.5.7.9.n.m ......forse se spegniamo qualche volta in piu' i pc e accendiamoqualche volta in piu' altre passioni, ne guadagneremmo ...saluti a tutti - stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: senza paraocchi
    perche un camion lo puoi gudare senza patentese hai un terreno (di ovvie dimensioni)puoi provare il camion tranqullamentenon puoi circolarecosa vogliono che chi non ha l'ecdl non possa navigare ?e' assurdo !!!uno puo scriversi un os che fa quello ch gli serve attaccalo a intenet e finisce la storia
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    Ho trovato su www.yahoo.com un fotomontaggio con Bill Gates che dona la copia di Windows Xp Islamic Edition a Bin Laden:che differenza c'è?Ecdl insegna Microsoft!
  • Needful Things scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    Da questo forum emerge che forse avete una
    visione un po' ristretta della realtà.
    Voi siete dei techie, degli intenditori, dei
    gourmet, dei professionisti
    dell'informatica.

    Ma la realtà, là fuori, è ahimè differente.

    Voi siete solo una piccola (percentualmente)
    parte.
    Trovo che la tua analisi sia corretta. Tu sei una persona "con i piedi per terra" ed è appunto per questo che temo in questo forum non sarai capito. Qui la percentuale di utenti "paraocchiati" raggiunge paradossalmente valori che si avvicinano a quelli degli utenti che la pensano diversamente da loro, ma che non scrivono sui forum.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: Needful Things

    - Scritto da: Anonimo


    In altre parole la famosa e decantata

    superiorità e semplicità delle interfacce
    M$

    è così vera che occorre un corso

    (finanziato) per fare impare agli
    impiegati

    l'uso di un WP (ovviamente M$)...

    i miei Complimenti! :-D

    Mah...sarei curioso di sapere come tu usi
    Word. Se devi solo scrivere letterine agli
    amici forse ti basta il notepad, ma se devi
    utilizzarlo in ambito commerciale o scrivere
    relazioni efficaci non solo devi conoscerlo
    bene, ma devi anche saper comunicare.è una curiosità che non potrai mai soddisfare io non (ripeto non) uso word ne ho la minima intenzione di usarlo ... tantomeno poi per le attività da te citate ... mi trovo molto ma molto meglio con altro .... (come il resto della azienda)
  • Needful Things scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: Anonimo
    In altre parole la famosa e decantata
    superiorità e semplicità delle interfacce M$
    è così vera che occorre un corso
    (finanziato) per fare impare agli impiegati
    l'uso di un WP (ovviamente M$)...
    i miei Complimenti! :-DMah...sarei curioso di sapere come tu usi Word. Se devi solo scrivere letterine agli amici forse ti basta il notepad, ma se devi utilizzarlo in ambito commerciale o scrivere relazioni efficaci non solo devi conoscerlo bene, ma devi anche saper comunicare.
  • Anonimo scrive:
    Re: cosa impari con l'ecdl
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    Tutti i nodi vengono al pettine comunque.
    Mi

    divertiro` a vedere le masse di

    lobotomizzati quando al programma X si

    sostituira` Y e questi rincoglioniti che

    pensavano di saper usare un computer si

    accorgeranno di non sapere proprio niente

    Intanto io da 15 anni li sto usando questihmmmh 2003-10=1993, 1993-5=1988 (anche se non è fatto con excel credo sia giusto) .....Per quanto risulta a me all'epoca windows (girava sotto dos) era un tantinello diverso.. per non parlare del resto (word e excel) che proprio non erano neanche lontani parenti (prova a prendere un testo word di quell'epoca e rileggilo adesso che ci facciamo 4 risate) a te serve proprio la patente perchè senza excel non sai neppure fare i conti.....Ti vorrei ricordare che su Windows 95 (alla sua uscita) non c'era neppure explorer (che non esisteva ancora)....E parliamo di 1995 (7 dico 7) anni dopo il 1988A te occorre un calendario, un pezzo di ram (la tua è bacata), una calcolatrice, una penna, meno spocchia e un po più di buonsenso..Non ti hanno mai raccontato la favola di pinocchio? ...Le bugie hanno le gambe corte!15 anni .... ma lascia perdere fra 15 anni l'unica cosa che resterà uguale ad ora nella informatica è la tua incompetenza!
    programmi che tu dici che spariranno (Word,
    Excel)...quando spariranno davvero sarò in
    pensione:-)
  • Needful Things scrive:
    Re: Ecdl all'università!
    - Scritto da: Anonimo

    E' in questo modo che si certificano le
    "abilità informatiche di base"? Se uno
    dimostra di avere conoscenze avanzate non
    dovrebbe forse avere scontatamente quelle di
    base?Non è scontato che chi sa programmare in asp sappia ad esempio fare la "stampa unione" con Word. Ho avuto modo decine di volte di constatarlo personalmente.
  • Anonimo scrive:
    Re: cosa impari con l'ecdl
    - Scritto da: Anonimo

    Tutti i nodi vengono al pettine comunque. Mi
    divertiro` a vedere le masse di
    lobotomizzati quando al programma X si
    sostituira` Y e questi rincoglioniti che
    pensavano di saper usare un computer si
    accorgeranno di non sapere proprio nienteIntanto io da 15 anni li sto usando questi programmi che tu dici che spariranno (Word, Excel)...quando spariranno davvero sarò in pensione:-)
  • Anonimo scrive:
    Re: cosa centra l'ecdl con l'informatica
    - Scritto da: Anonimo

    l'intero corso di laurea di informatica puo
    essere seguito senza conoscere nessun
    programma da ufficioVero. Ed è appunto per questo motivo che serve chi ti insegna Office:-)
  • Anonimo scrive:
    Re: EMSOCL
    - Scritto da: MrFaber
    il bello è che la gente paga per ottenere
    l'ECDL, esattamente come pagherà (o dovrebbe
    pagare) per una licenza di MS Office...

    Buffo, vero? :-OBeh, non è insolito che un corso di formazione costi di più del prodotto o servizio che ti insegna ad usare. Ti faccio un esempio: Anni fa facevano corsi di 2 gg. per insegnare ad utilizzare in modo ottimale l'agenda Quo Vadis, che costava 10.000 lire....Se io faccio un corso per insegnare agli utenti ad utilizzare IE o Outlook Express non dovrei farlo pagare solo perché IE e Outlook sono gratuiti?
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: Anonimo
    In realtà, anche se fosse vero che tu (o una
    persona con 1/10 delle tue conoscenze) non
    sia capace di usare office, lo imparerebbe
    nel giro di 10 minuti. In mezz'ora
    diventeresti un master dell'ecdl...
    10 minuti?un corso di Word base dura almeno 8 ore.....chi lo impara in 10 minuti non lo sa usare, CREDE di saperlo usare.Fai una ricerca in google i dimmi quanti corsi di Word, o Excel, o Access durano meno di 8 ore. E non dirmi che sono (siamo) tutti ladri.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: pigmalion


    esatto. Considerato che nel 90% dei casi

    alle aziende non gliene può fregar di meno

    di ciò che sai fare tu...serve invece chi
    sa

    usare office. Tu hai la tua nicchia.

    (punto).

    Miii e la chiami nicchia?!?Rispetto al numero di persone che hanno bisogno di saper usare correttamente Office, si.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Programmare in C, C++, python, php,
    sql,


    fortran77, LaTeX, xml/xslt non mi

    sembrano


    molto di nicchia...IGNORANTE!



    nel campo dell'informatica o sul totale
    del

    mercato del lavoro ? no perché forse a

    qualcuno sfugge che di impiegati "uso
    Office"

    ne servono un fottio, non mi pare che
    servano

    altrettanti "uso C, C++, python, php, sql

    ecc ecc"

    Infatti. E' esattamente ciò che intendevo
    dire.In altre parole la famosa e decantata superiorità e semplicità delle interfacce M$ è così vera che occorre un corso (finanziato) per fare impare agli impiegati l'uso di un WP (ovviamente M$)...i miei Complimenti! :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: godzilla
    ma stai scherzando?
    hai idea di quanto costi un
    professionista di quel calibro invece? che
    esperienza hai in azienda? sei anche tu
    figlio delle dotcom? perché sai prima della
    paginetta web schiumosa e animata c'è un
    server web che la regge... non so se l'hai
    mai letto su "internet for dummies".

    saluti
    godzillaCerto. Ne ho idea. E tu hai idea di quante persone servano per fare "paginette schiumose e animate" rispetto a quelle che devono gestire il server web che le regge?No, non conosco "internet for dummies".Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: Anonimo

    Programmare in C, C++, python, php, sql,

    fortran77, LaTeX, xml/xslt non mi
    sembrano

    molto di nicchia...IGNORANTE!

    nel campo dell'informatica o sul totale del
    mercato del lavoro ? no perché forse a
    qualcuno sfugge che di impiegati "uso Office"
    ne servono un fottio, non mi pare che servano
    altrettanti "uso C, C++, python, php, sql
    ecc ecc"Infatti. E' esattamente ciò che intendevo dire.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    Il concetto di immediatezza e' relativo.
    Trovi Windows immediato solo perche' l'hai
    sempre usato.perfettamente vero. una volta che si è entrati nel modo di pensare di linux, è molto più semplice di windows. basta sapere che per fare qualcosa bisogna seguire la logica e non fare a caso come si fa con windows. inoltre la documentazione è molto più completa e ti tratta molto meno da deficente.
  • Anonimo scrive:
    Re: ECDL riferimento ufficiale?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Volevo semplicemente sottolineare che l'ECDL
    non attesta la capacità di usare il computer
    ma attesta la capacità di saper usare
    prodotti microsoft quali windows, office,
    Internet Explorer e Outlook. Penso che saper
    usare il computer (anche come semplice
    utente non sviluppatore) voglia dire molto
    di più. Ponghyssshhh.non dire queste cose ... in questo forum una cosa così vera e cosi ovvia rischia di farti sembrare un genio!
  • Anonimo scrive:
    ECDL riferimento ufficiale?!?
    Volevo semplicemente sottolineare che l'ECDL non attesta la capacità di usare il computer ma attesta la capacità di saper usare prodotti microsoft quali windows, office, Internet Explorer e Outlook. Penso che saper usare il computer (anche come semplice utente non sviluppatore) voglia dire molto di più. Ponghy
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo


    :| mammia mia ma voialtri siete
    veramente


    da rinchiudere



    Giusto! mettiamoli in galera questi

    vagabondi comunisti che non vogliono
    neppure

    riconoscere a M$ il più ke meritato obolo

    :-D

    macché galera, istituto di igiene mentale
    :|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|Peccato per tua e nostra fortuna c'è la legge Basaglia... (pericolosissimo Komunista addestrato nei campi di fondazione e Stallman)... ma vedrai che prima o dopo ci sarà una proposta sulla istruzione (questa volta obbligatoria!) all'uso e alla comprensione dei messaggi marketing di M$, si chiamerà EMMML (European Master on Microsoft Marketing License) e tutti quelli che non riescono a conseguirlo ... vanno per legge al manicomio giudiziario (l'unico che Basaglia ci ha lasciato).... :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve


    :| mammia mia ma voialtri siete veramente

    da rinchiudere

    Giusto! mettiamoli in galera questi
    vagabondi comunisti che non vogliono neppure
    riconoscere a M$ il più ke meritato obolo
    :-Dmacché galera, istituto di igiene mentale:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo

    No ... insinuo che per qualcuno (su.. dai

    uno sforzo di fantasia.. che ci arrivi
    anche

    tu) siano un ricco piatto di clienti con

    incentivo statale ..

    bel regalino no?

    :| mammia mia ma voialtri siete veramente
    da rinchiudereGiusto! mettiamoli in galera questi vagabondi comunisti che non vogliono neppure riconoscere a M$ il più ke meritato obolo :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    No ... insinuo che per qualcuno (su.. dai
    uno sforzo di fantasia.. che ci arrivi anche
    tu) siano un ricco piatto di clienti con
    incentivo statale ..
    bel regalino no?:| mammia mia ma voialtri siete veramenteda rinchiudere
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo

    se non capisci ripeto volentieri!!!!! con

    parole tue!!!!






    ragazzi stiamo parlando di un esercito
    di


    impiegati.....

    heheheh .. di clienti eheheheh!.....
    yummmh!

    :-D

    o no?

    hehehe hehe!

    ehehhe uuhdfhduas eerhhs

    mi sembri cerebroleso, no continuo a non
    capire, di clienti per chi ? stai insinuando
    che sia un trainer ECDL ?No ... insinuo che per qualcuno (su.. dai uno sforzo di fantasia.. che ci arrivi anche tu) siano un ricco piatto di clienti con incentivo statale ..bel regalino no?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    se non capisci ripeto volentieri!!!!! con
    parole tue!!!!



    ragazzi stiamo parlando di un esercito di

    impiegati.....
    heheheh .. di clienti eheheheh!..... yummmh!
    :-D
    o no?
    hehehe hehe!ehehhe uuhdfhduas eerhhsmi sembri cerebroleso, no continuo a noncapire, di clienti per chi ? stai insinuandoche sia un trainer ECDL ?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo

    heheheh .. di clienti eheheheh!.....
    yyummmh!

    :-D

    ?se non capisci ripeto volentieri!!!!! con parole tue!!!!
    ragazzi stiamo parlando di un esercito di
    impiegati.....heheheh .. di clienti eheheheh!..... yummmh! :-D o no?hehehe hehe!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    heheheh .. di clienti eheheheh!..... yummmh!
    :-D?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    heheheh .. di clienti eheheheh!..... yummmh!
    :-D?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo

    Vai a fare questo discorso? Non credo che

    sarebbero d'accordo di ridurre in questo

    modo l'insegnamento della matematica (e le

    altre materie sono identiche).

    ma cosa c'entra ?

    la scuola ti prepara per poter affrontare
    altre
    discipline ed altri livelli di insegnamento,
    un
    corso professionale è molto pragmatico (e
    per questioni di tempo assolutamente
    incompleto)

    ragazzi stiamo parlando di un esercito di
    impiegati che servono negli uffici, di corsi
    per certificare che abbiano un livello minimo
    di uso del pc, molti dei quali anche se hanno
    imparato la matematica a scuola non si
    ricordano neanche come si fa una proporzione

    suvvia cerchiamo di tornare con i piedi
    per terra, non credo che l'ECDL abbia come
    obiettivo quello di certificare esperti
    informaticiheheheh .. di clienti eheheheh!..... yummmh! :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo

    Vai a fare questo discorso? Non credo che

    sarebbero d'accordo di ridurre in questo

    modo l'insegnamento della matematica (e le

    altre materie sono identiche).

    ma cosa c'entra ?

    la scuola ti prepara per poter affrontare
    altre
    discipline ed altri livelli di insegnamento,
    un
    corso professionale è molto pragmatico (e
    per questioni di tempo assolutamente
    incompleto)

    ragazzi stiamo parlando di un esercito di
    impiegati che servono negli uffici, di corsi
    per certificare che abbiano un livello minimo
    di uso del pc, molti dei quali anche se hanno
    imparato la matematica a scuola non si
    ricordano neanche come si fa una proporzione

    suvvia cerchiamo di tornare con i piedi
    per terra, non credo che l'ECDL abbia come
    obiettivo quello di certificare esperti
    informaticiheheheh .. di clienti eheheheh!..... yummmh! :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: MS-ECDL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    A mio parere il vero problema è che si

    cerchi di rendere l'ECDL, strumento

    "ufficiale" di base per la valutazione di

    una persona
    La ECDL è uno strumento di valutazione. E'
    nata per esserlo.
    La sua importanza consiste nel valutare in
    maniera abbastanza omogenea le competenze di
    base.
    la E iniziale significa che il
    riconoscimento è Europeo!
    Che sia da migliorare è fuor di dubbio ma
    rimane comunque un punto di partenza da non
    sottovalutare.



    ...

    Ah, dimenticavo io ho la World Computer

    Driving Licence (WCDL)... ...non esiste??!

    Beh, con questa si certifica che sapete

    usare i miei programmi... ...ha lo stesso

    valere dell'ECDL, provate a dire di no...
    Sorry, la WCDL non vale niente, perché TU
    non sei riconosciuto come un ente "valido"
    per certificare alcunché!!!E perchè no? io lo riconosco come valido.In fondo neppure la MS non he mai stata ne sarà mai una scuola. Eppure quando si sono inventati le certificazioni sono state riconosciute un po' da tutti no?Quindi lui ha inventato la certificazione WCDL e non vedo perchè non debba esserte riconosciuta. Anzi, dimmi dove la dai che vengo. :-D
    Proprio qui sta la validità (seppur
    limitata) della ECDL: è una base di
    conoscenze comune a livello europeo.
    Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    Vai a fare questo discorso? Non credo che
    sarebbero d'accordo di ridurre in questo
    modo l'insegnamento della matematica (e le
    altre materie sono identiche).ma cosa c'entra ?la scuola ti prepara per poter affrontare altrediscipline ed altri livelli di insegnamento, uncorso professionale è molto pragmatico (eper questioni di tempo assolutamenteincompleto)ragazzi stiamo parlando di un esercito diimpiegati che servono negli uffici, di corsiper certificare che abbiano un livello minimodi uso del pc, molti dei quali anche se hannoimparato la matematica a scuola non siricordano neanche come si fa una proporzionesuvvia cerchiamo di tornare con i piediper terra, non credo che l'ECDL abbia comeobiettivo quello di certificare esperti informatici
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo caro????
    - Scritto da: Anonimo

    Comunque io sarei dell'idea che per saper

    usare un foglio elettronico non basta
    saper

    usare Excel, bisognerebbe insegnare due o

    tre Editors, due o tre fogli elettronici,

    due o tre presentation managers, ...

    Così lo studente vede che ce ne sono
    diversi

    e che le funzioni di base sono sempre le

    stesse anche se si trovano in menu
    diversi.

    Poi libero lui di scegliere quello che
    vuole

    usare a casa, al lavoro, a scuola, ...
    però

    almeno ha la scelta.

    Io immagino che a voi non sia mai capitato
    di avere a che fare con una classe di
    casalinghe e di studenti della facoltà di
    lettere cui dover insegnare "l'informatica".
    E' un esperienza che vi auguro vivamente
    prima di stare qui a disquisire su quanti
    editor insegnare ad usare e su come sia in
    fondo facile far installare a chiunque una
    distribuzione Linux quando non sa nemmeno
    come utilizzare un mouse...

    Se dovesse capitarvi, in bocca al lupo!È veramente più difficile insegnare a una persona a usare il mouse e Word piuttosto che a calcolare la derivata di una funzione? o le declinazioni latine di un verbo?Non credo proprio.Almeno col computer si può fare pratica anche al di fuori dei corsi, cosa che col latino o la matematica non fai.Inoltre immagino che tu hai già insegnato alla casalinga ad installare e configurare Windows.È chiaro che la maggior parte della gente non sa installare Linux e non ha neppure bisogno di saperlo fare, esattamente come la maggior parte della gente non sa installare Windows e non ha neppure bisogno di saperlo fare.Restiamo per favore su ciò che è comparabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo

    Una scuola deve insegnare agli allievi
    come

    si fa ad imparare e deve insegnare le basi

    della conoscenza in modo che lo studente
    sia

    in seguito capace di adattarsi da solo ai

    bisogni della vita (industria o non

    industria che sia).

    a questo ci penserà l'università che ti da
    una
    laurea in quelle discpline, non l'ECDL preso
    con
    un corso professionale che ha tutt'altri
    obiettivi.Per la matematica vale lo stesso discorso, l'università forma i matematici, gli altri hanno bisogno solo di +, -, * e /, e basta!Vai a fare questo discorso? Non credo che sarebbero d'accordo di ridurre in questo modo l'insegnamento della matematica (e le altre materie sono identiche).
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    Pero' gli esami di pratica li fai sulla
    Punto.
    Allora, le scuole di guida dovrebbero avere
    un parco macchine immenso, per comprendere
    tutti i modelli di tutte le marche!Si può usare qualsiasi auto per fare pratica ed esami basta differenziare bene il concetto di "retromarcia" dal concetto di "come si mette la retromarcia nella punto".Se chi ti insegna non ti consente di apprezzare la differenza tra le due cose diventerai capace di guidare solo la punto e probabilmente neanche mai ti verrà il dubbio se in qualche parte del mondo potrebbe essere diverso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl all'università!

    Non mi pare giusto che si debba spendere
    quasi 100 euro per dimostrare a qualcuno che
    so' usare word, excel e via dicendo...No ?Beh io si come trovo giusto che vengano spesiper il TOEFL.Nel mondo ideale non lo troverei giusto, ma datoche tutti scrivono "uso PC e strumenti Office" e"conoscenza lingua Inglese scolastica" quandonon sanno nulla ne dell'uno, ne dell'altro, l'ECDLed il TOEFL mi danno modo di non dovere fareaffidamento all'onesta altrui che spesso non esiste.Le grosse aziende possono anche permettersidi valutare decine di candidati, ma quelle piccolee medie (che sono la realtà economica diquesto paese) spesso non possono farlo.Ah già, ma adesso ci sono le agenzie interinalidove chi dovrebbe valutare questo "uso PC"(o l'Inglese) spesso e volentieri sono i primia non capirci nulla (e prendono pure unabella fetta di soldi).
    trovo indegno che per poter esser ammesso
    all'universita con un punteggio maggiore si
    debba avere la patente ECDL.dipende da che facoltà, IMO
    Dimmi che senso
    ha...molti parlano perche' la patente ce
    l'hanno e si sentono in dovere di
    difenderla, e alcuni dicono che la patente
    serve a quelli che fanno segreteria e che
    non gliene puo' fregar di meno di saper
    programmare..io penso che serva solo per certificare unminimo per il mercato impiegatizio
    ma ti rendi conto che per
    esser AMMESSI alla facolta' di ingegneria
    informatica e' conveniente avere la patente
    europea?!! Da' dei crediti maggiori! Lo
    stesso posto dove secondo te si insegna la
    vera informatica.questo lo trovo indegno anche io, non lotrovo però così scandaloso se diventaun requisito per altre facoltà

    l'informatica, quella vera, si studia in

    sede universitaria

    Errore, l'informatica vera non l'impari a
    scuola. La impari con il sudore e la fatica.
    Nessuno mi ha insegnato cos'e' una rete o
    come funziona lo stack tcp/ip; mi sono preso
    le rfc e me le sono lette..pensi che ne
    saprei allo stesso modo dopo aver ascoltato
    una lezione da un docente?ma per favore...Molte cosa teoriche le impari solo all'università,poi sta a te integrarle se l'argomento ti interessaoppure se ti servono al lavoro.Per esempio all'università ti insegnano la teoria deilock manager, nel mondo del lavoro approfondiscil'argomento studiando come funzionano i lockmanager dei vari rdbms, se ti piace l'argomentoti prendi il libro di Jim Gray (quando sei all'unio quando hai approfondito in sede lavorativa).Difficilmente però se impari come funziona illock manager al lavoro andrai a studiarti laparte toerica (men che meno leggerai Jim Gray)
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    Caro Remo Tabanelli,
    grazie per avermi bocciato nella patente
    europea di educazione civica.Prego non c'è di che (non sarebbe comunque male firmarsi quando si esprimono opinioni... ma questo è solo un parere personalissimo)


    Che tasse pagheresti poi alla Msoft? Non te
    lo dice mica il dottore di prendere l'ECDL,
    e così di prepararti su prodotti Msoft.Quelle derivanti dal fatto che lo stato usa i miei (e anche i Suoi) soldi per finanziare i corsi.

    Sul fatto che non puoi accettare che lo
    stato italiano paghi per corsi su tali
    prodotti è affar tuo: lamentati con chi non
    è riuscito a imporre altri standard.
    Lamentati con chi non ha bloccato per tempo
    le politiche commerciali Msoft.
    Ora la situazione è questa: negli uffici gli
    utenti medi usano quei prodotti, che ti
    piaccia o meno.Evidentemente (come può succedere a tutti) non mi sono spiegato bene il fatto che i prodotti di Microsoft siano i più diffusi è irrilevante, così come è irrilevante il fatto che i prodotti siano di Microsft è irrilevante.La mia obiezione resterebbe la stessa anche se i corsi fossero basati su open office o Linux.Un corso che predende di dare le basi di informatica insegna l'informatica e non l'uso di un prodotto.In nessun paese del mondo le darebbero (è la stessa cosa) una patente per fiat Punto e una patente per Golf ...
    Cambia la realtà con una lotta franca e
    onesta, dura e senza paura.
    Mettiamoci anche, visto il clima quasi
    talebanico, "MS-Fasci okkio al kranio"Non mi sento affine ai talebani tantomeno penso ad equivalenze del tipo da Lei indicate mi pare però che il suo approccio denunci una coscienza (mi permetta l'espressione) non limpidissima ... basta così poco per essere talebani o fascisti e via dicendo ?Riservi pure queste espressioni per circostanze e persone più adatte del sottoscritto.


    L'argomento delle valvole philips è poi
    fallace:
    a parità di specifiche è credo ininfluente
    usare valvole philips o quant'altro, ma cosa
    chiederesti ai laboratori didattici, di non
    fornirsi di valvole prodotte da
    multinazionali o forse di usare solo valvole
    politically correct?
    Ma sì, prendiamo delle valvole prodotte a
    Cuba, già che ci siamo.Non so se fanno le valvole a cuba ma personalmente credo che sia poco importante ...Come imprenditore mi aspetto che la persona che assumo sappia cosa è e a cosa serve una valvola non che sappia utilizzare la valvola (cubana o olandese che sia).Sempre come imprenditore credo anche che questo sia un bene (o valore) per la mia azienda e anche per i suoi lavoratori.Lei invece parla di fidel castro...Complimenti ! è sicuramente un grande contributo alla formazione nel settore informatico!

    Grazie comunque per la lezione di educazione
    civica e sul concetto di res publica.

    E' bello sapere che puoi esprimere il tuo
    parere, giusto o sbagliato che sia, senza
    temere che venga usato contro di te un
    argomento ad hominem.Non è colpa mia se il concetto di istruzione "pubblica" sta nella nostra costituzione oltre che nella nostra storia e cultura.Una persona che come Lei si dice attenta ai "dati di fatto" dovrebbe almeno avere il buon gusto di prenderne atto!

    Che cosa vuoi sapere delle mie idee tu?Ovviamente niente altro che quello che Lei (non io) ha scritto che mi pare assolutamente chiaro e ben leggibile da chiunque.Mi pare sia Lei a parlare di idee (peraltro non pertinenti) e di cuba, talebani e fascisti.Non vorrà mica dire che l'ho scritto io?


    Ti saluto, Buon CittadinoLa pregherei comunque se vuole rispondere di usarmi la cortesia di farmi sapere con chi sto parlandoGrazieRemo Tabanelli
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl all'università!

    ma ROTFL ma smettila va che non hai
    neppure idea di chi ti puoi trovare qui
    dentro, il punto è semplicemente che
    dovremmo prendere la ECDL, con tutte
    le sue limitazioni, per quello che è con
    un po' di pragmatismo piantandola di
    fare accademia su come dovrebbe essere.Non mi pare giusto che si debba spendere quasi 100 euro per dimostrare a qualcuno che so' usare word, excel e via dicendo...trovo indegno che per poter esser ammesso all'universita con un punteggio maggiore si debba avere la patente ECDL. Dimmi che senso ha...molti parlano perche' la patente ce l'hanno e si sentono in dovere di difenderla, e alcuni dicono che la patente serve a quelli che fanno segreteria e che non gliene puo' fregar di meno di saper programmare...ma ti rendi conto che per esser AMMESSI alla facolta' di ingegneria informatica e' conveniente avere la patente europea?!! Da' dei crediti maggiori! Lo stesso posto dove secondo te si insegna la vera informatica.
    l'informatica, quella vera, si studia in
    sede universitariaErrore, l'informatica vera non l'impari a scuola. La impari con il sudore e la fatica. Nessuno mi ha insegnato cos'e' una rete o come funziona lo stack tcp/ip; mi sono preso le rfc e me le sono lette..pensi che ne saprei allo stesso modo dopo aver ascoltato una lezione da un docente?ma per favore...
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?

    Programmare in C, C++, python, php, sql,
    fortran77, LaTeX, xml/xslt non mi sembrano
    molto di nicchia...IGNORANTE!nel campo dell'informatica o sul totale delmercato del lavoro ? no perché forse aqualcuno sfugge che di impiegati "uso Office"ne servono un fottio, non mi pare che servanoaltrettanti "uso C, C++, python, php, sql ecc ecc"
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?


    so amministrare server linux e relativi

    servizi (da apache/php e
    database+unixodbc a

    ldap, passando per dns, ftp e tutto il

    cucuzzaro, anche in ipv6) anche con

    clustering con openmosix e beowulf. So

    programmare in C, C++, python, php, sql,

    fortran77, LaTeX, xml/xslt, bash.



    Pero' non so usare office e windows...

    quindi non so usare un computer.

    esatto. Considerato che nel 90% dei casi
    alle aziende non gliene può fregar di meno
    di ciò che sai fare tu...serve invece chi sa
    usare office. Tu hai la tua nicchia.
    (punto).Programmare in C, C++, python, php, sql, fortran77, LaTeX, xml/xslt non mi sembrano molto di nicchia...IGNORANTE!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    Bravissimo, finalmente uno che ha centrato
    il problema. I linuxiani devono capire che
    per usare un computer puoi non (voler)
    essere un informatico, ma semplicemente un
    utente (e non utonto, piantatela di
    offendere!) Ho provato Linux e continuerò a
    provarlo, ma lungi dall'essere semplice ed
    immediato nell'utilizzo quanto windows.Il concetto di immediatezza e' relativo. Trovi Windows immediato solo perche' l'hai sempre usato.
  • Anonimo scrive:
    Re: l'ecdl con l'informatica

    continuo a non vedere la correlazione fra
    un'applicativo da ufficio e un qualunque
    campo della scienza informaticaE infatti non c'e'. Ma prova a spiegarlo a qualche intelligentone che frequenta questo forum! :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: senza paraocchi gradi
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo te un laureato, magari dottorato, in
    informatica dovrebbe proprio prendere
    l'ECDL? ***faccio presente che anche un avvocato deve sapere come si scrive un documento, dove leggere il mittente ( a sinistra) e dove il destinatario ( a destra)******ai praticanti in studio insegnano anche questo, solo che sanno anche entrare nel merito delle carte, non restano alla sola presentazione, dove invece restano le dattilografe***
  • Anonimo scrive:
    Re: E. W. Dijkstra

    "L'Informatica riguarda i computer tanto
    quanto l'astronomia riguarda i telescopi"Dijkstra alle volte è un pò estremista, vedi"a formula is worth a thousand pictures"ineccepibile accademicamente, ma unpò di buon pragmatismo nel mondo nonaccademico alle volte non fa male :-)
  • Anonimo scrive:
    E. W. Dijkstra
    "L'Informatica riguarda i computer tanto quanto l'astronomia riguarda i telescopi"
  • Anonimo scrive:
    Re: ECDL sempre più riferimento ufficiale ..
    l'importante è che si cominci ad organizzare una cultura informatica di massa.poi gli interessati approfondiranno per conto loro....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl all'università!

    Tu sei uno convinto di essere un informatico
    perchè sai formattare un documento word? e
    perchè sai navigare?
    Conosci l'informatica vera?ma ROTFL ma smettila va che non haineppure idea di chi ti puoi trovare quidentro, il punto è semplicemente chedovremmo prendere la ECDL, con tuttele sue limitazioni, per quello che è conun po' di pragmatismo piantandola difare accademia su come dovrebbe essere.l'informatica, quella vera, si studia insede universitaria
  • ACD scrive:
    Re: cosa impari con l'ecdl

    ma tu pensi che lo scopo ultimo nella vita
    di una segretaria o di uno studente
    qualsiasi sia quello di conoscere l'essenza
    ultima dell'informatica oppure quello di
    fare le proprie quattro cose, uscire
    dall'ufficio e poi cominciare a vivere
    davvero?Forse non vi rendete conto che buona parte di chi ottiene l'ECDL e' destinata a non saper piu' fare un C***o quando le interfacce dei programmi cambiano di una virgola. Il punto e' che ti insegnano a utilizzare una determinata interfaccia senza spiegarti quali sono gli elementi che rimangono fissi negli anni o nei decenni...
  • nop scrive:
    Re: Ecdl all'università!
    - Scritto da: Anonimo

    e che centra Office con l'informatica?

    nulla, si parla appunto di scrivanie,
    raccoglitori,
    macchine da scrivere, fotocopiatori e ficus

    ma piantala vaTu sei uno convinto di essere un informatico perchè sai formattare un documento word? e perchè sai navigare?Conosci l'informatica vera?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    Caro Remo Tabanelli,grazie per avermi bocciato nella patente europea di educazione civica.Che tasse pagheresti poi alla Msoft? Non te lo dice mica il dottore di prendere l'ECDL, e così di prepararti su prodotti Msoft.Sul fatto che non puoi accettare che lo stato italiano paghi per corsi su tali prodotti è affar tuo: lamentati con chi non è riuscito a imporre altri standard.Lamentati con chi non ha bloccato per tempo le politiche commerciali Msoft.Ora la situazione è questa: negli uffici gli utenti medi usano quei prodotti, che ti piaccia o meno.Cambia la realtà con una lotta franca e onesta, dura e senza paura.Mettiamoci anche, visto il clima quasi talebanico, "MS-Fasci okkio al kranio"L'argomento delle valvole philips è poi fallace:a parità di specifiche è credo ininfluente usare valvole philips o quant'altro, ma cosa chiederesti ai laboratori didattici, di non fornirsi di valvole prodotte da multinazionali o forse di usare solo valvole politically correct?Ma sì, prendiamo delle valvole prodotte a Cuba, già che ci siamo.Grazie comunque per la lezione di educazione civica e sul concetto di res publica.E' bello sapere che puoi esprimere il tuo parere, giusto o sbagliato che sia, senza temere che venga usato contro di te un argomento ad hominem.Che cosa vuoi sapere delle mie idee tu?Ti saluto, Buon Cittadino
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl all'università!
    - Scritto da: Anonimo

    e che centra Office con l'informatica?

    nulla, si parla appunto di scrivanie,
    raccoglitori,
    macchine da scrivere, fotocopiatori e ficusAppunto Office, o meglio i programmi di Office Automation, rappresentano una parte del vasto mondo del software. Ed un informatico potrebbe svolgere brillantemente la sua carriera senza usare alcun programma di Office Automation (magari perchè con Tex e LaTex fa tutto).Se il corso è di Informatica la conoscenza degli applicativi non è un requirement (come dire che per fare un corso java devo conoscere Jdeveloper); se il corso è di segrataria devo conoscere "appena-appena" un prodotto di Office Automation per applicare i concetti che mi verranno insegnati (impaginazione, interlinea, mail-merge, etc...).Diciamo che più di una patente sui prodotti serve una patente sull'approccio al computer ed ai programmi che ci girano per non restare "impanicato" se il menù si trova in basso invece che in alto.Questa è la mia opinione da 2centKino
  • Anonimo scrive:
    Re: cosa centra l'ecdl con l'informatica
    Cavolo ogni tanto qualcuno che scrive cose sensate in questi forum c'e'!! :)Riporto una frase del grande E. W. Dijkstra (per favore se qualcosa avesse la tentazione di scrivere "ma chi è?" si astenga perchè potrei avere un infarto!)"L'Informatica riguarda i computer tanto quanto l'astronomia riguarda i telescopi"Con cio' ho detto tutto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un informatico può "dare" l'ECDL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Suppongo dietro certificazione. Ma non

    dietro ECDL. Quindi per chi trolla sotto

    dicendo che ecc.ecc., rendetevi conto
    delle

    menate che dite!
    ???
    evidentemente ci sono anche informatici che
    non sanno esprimersi in Italiano...
    Ritenta. Anzi no.Fortunatamente ci sono ancora in italia pochissime aziende che assumono in base alle capacità in ambito informatico...Cmq ho scritto il post di fretta, significa: "se un informatico è abilitato ad esaminare i candidati dell'ecdl, perchè venite a dire che " ecc ecc
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl all'università!

    e che centra Office con l'informatica?nulla, si parla appunto di scrivanie, raccoglitori,macchine da scrivere, fotocopiatori e ficusma piantala va
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    Una scuola deve insegnare agli allievi come
    si fa ad imparare e deve insegnare le basi
    della conoscenza in modo che lo studente sia
    in seguito capace di adattarsi da solo ai
    bisogni della vita (industria o non
    industria che sia).a questo ci penserà l'università che ti da unalaurea in quelle discpline, non l'ECDL preso conun corso professionale che ha tutt'altri obiettivi.
  • Anonimo scrive:
    ECDL sempre più riferimento ufficiale ..
    ma de che ?Solo perchè esistono vincoli di "amicizia" tra i alcuni dirigenti della regione Piemonte e i fautori di questa associazione diinformatici (che io non riconosco e non mi ci immedesimo pur esercitando la libera professione nella IT da 15 anni)e solo un problema economico i tipi vogliono soldini e ne prendono tanti danno qualche briciola ai professori che fanno i corsi e suvvia senza pensare che m$ sta creando una generazione di lobotomizzati che pensando al computer vedono solo Intel inside e il bollino argenteo con scritto sopra microsoft....Che schifo .......
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo caro????
    - Scritto da: Anonimo

    Comunque io sarei dell'idea che per saper

    usare un foglio elettronico non basta
    saper

    usare Excel, bisognerebbe insegnare due o

    tre Editors, due o tre fogli elettronici,

    due o tre presentation managers, ...

    Così lo studente vede che ce ne sono
    diversi

    e che le funzioni di base sono sempre le

    stesse anche se si trovano in menu
    diversi.

    Poi libero lui di scegliere quello che
    vuole

    usare a casa, al lavoro, a scuola, ...
    però

    almeno ha la scelta.

    Io immagino che a voi non sia mai capitato
    di avere a che fare con una classe di
    casalinghe e di studenti della facoltà di
    lettere cui dover insegnare "l'informatica".
    E' un esperienza che vi auguro vivamente
    prima di stare qui a disquisire su quanti
    editor insegnare ad usare e su come sia in
    fondo facile far installare a chiunque una
    distribuzione Linux quando non sa nemmeno
    come utilizzare un mouse...

    Se dovesse capitarvi, in bocca al lupo!Mi è capitata una classe di insegnanti di scuola media inferiore: PAURA!!!!Dopo avergli spiegato cos'è il mouse, come funziona, come si pulisce (devono imparare anche a "gestire" l'aula) gli dico: "adesso provate a spostare il puntatore sullo schermo".E una: "non si muove!"Chiaramente lo stava muovendo per aria...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl insegna solo microsoft,che sbaglio!

    Perchè non s'introduce l'insegnamento anche
    di altri programmi, di altre piattaforme?perché, che ti piaccia o no, ad oggi è la piattaformapiù diffusa
    Perchè dare per scontato che ci sarà sempre
    e solo winslow?...quando altre piattaforme saranno più diffusesaranno presi gli opportuni provvedimenti
    Mi auguro che un giorno qualcuno si accorga
    dello sbaglio...sarebbe uno sbaglio se qualcuno mi arrivacon l'ECDL e poi non sa utilizzare gli strumentiche ho in azienda
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?

    La tua è una provocazione interessante, ma
    abbastanza fuori luogo.esatto, ma quando c'é da aprire un flame quiescono da tutti gli interstizi
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    Come no tutto perfettamente vero (forse) ...io però ho un problema... io posso pagare le tasse allo stato italiano ma alla Microsoft proprio no!E tantomeno posso accettare che lo stato mi faccia finanziare corsi che si concludono nella capiente tasca di Mr. Ballmer o Bill G.Microsoft (fino a prova contraria) è una azienda di diritto privato e per giunta neppure italiana o europea.Se vuole finaziamenti pubblici diventi pure una azienda pubblica (USA, se vuole i finanziamenti dai cittadini americani o Europea o Italiana, se vuole i finanziamenti dal sottoscritto).La leadership di mercato è del tutto ininfluentre in questo contesto ..Non mi risulta che negli istituti tecnici si faccia la formazione solo sulle valvole Philips solo perchè la Philips è leader di mercato nelle tecnologie dei tubi elettronici a vuoto!Caro professore Lei capirà (forse) l' informatica ma dovrebbe andarsi a studiare (come si faceva una volta anche alle elementari) un pò di "educazione civica".Prenda la "patente di educazione civica" chissà che non le risulti più chiaro il senso che ha l'espressione "res pubblica"....Mi faccia (a me, alei stesso e a tutti noi) questo favore!Remo Tabanelli
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?

    esatto. Considerato che nel 90% dei casi
    alle aziende non gliene può fregar di meno
    di ciò che sai fare tu...serve invece chi sa
    usare office. Tu hai la tua nicchia.
    (punto).hai perfettamente ragione, peccato checome al solito questa banda di trollonitaleban-informatici vedono solo i loro5 mq in cui vivonosveglia! l'ECDL non serve per qualificaregli esperti informatici, ma per certificareun minimo il buon vecchio "uso computer"dei CV.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un informatico può "dare" l'ECDL
    - Scritto da: Anonimo
    Suppongo dietro certificazione. Ma non
    dietro ECDL. Quindi per chi trolla sotto
    dicendo che ecc.ecc., rendetevi conto delle
    menate che dite!???evidentemente ci sono anche informatici che non sanno esprimersi in Italiano...Ritenta. Anzi no.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?

    ma stai scherzando?
    hai idea di quanto costi un
    professionista di quel calibro invece? che
    esperienza hai in azienda? sei anche tu
    figlio delle dotcom? perché sai prima della
    paginetta web schiumosa e animata c'è un
    server web che la regge... non so se l'hai
    mai letto su "internet for dummies".Ciao sono un altro, ma devo sempre venirea bacchettarti: cosa c'entra quanto costa ?Inoltre ti ricordo che l'ECDL ha tutt'altrotarget che quello di trovare esperti informatici.Oppure tu sei uno di quelli che si consideranodegli esperti e manda il curriculum alleagenzie interinali ?
  • Anonimo scrive:
    Re: MS-ECDL
    - Scritto da: Anonimo
    A mio parere il vero problema è che si
    cerchi di rendere l'ECDL, strumento
    "ufficiale" di base per la valutazione di
    una persona La ECDL è uno strumento di valutazione. E' nata per esserlo.La sua importanza consiste nel valutare in maniera abbastanza omogenea le competenze di base.la E iniziale significa che il riconoscimento è Europeo!Che sia da migliorare è fuor di dubbio ma rimane comunque un punto di partenza da non sottovalutare.
    ...
    Ah, dimenticavo io ho la World Computer
    Driving Licence (WCDL)... ...non esiste??!
    Beh, con questa si certifica che sapete
    usare i miei programmi... ...ha lo stesso
    valere dell'ECDL, provate a dire di no...Sorry, la WCDL non vale niente, perché TU non sei riconosciuto come un ente "valido" per certificare alcunché!!!Proprio qui sta la validità (seppur limitata) della ECDL: è una base di conoscenze comune a livello europeo.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Un informatico può "dare" l'ECDL
    Suppongo dietro certificazione. Ma non dietro ECDL. Quindi per chi trolla sotto dicendo che ecc.ecc., rendetevi conto delle menate che dite!
  • Anonimo scrive:
    Re: senza paraocchi
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    La ECDL serve alle segretarie, non ai

    progettisti.

    ma bisogna cominciare dal basso per arrivare
    in alto....

    come faccio a creare un prodotto se non
    conosco le caratteristiche di quelli già
    esistentiqua proprio andiamo di signora banalità! Secondo te un laureato, magari dottorato, in informatica dovrebbe proprio prendere l'ECDL? ROTFL, spero che non diventi mai ministro al MIUR!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    E' come se , sul libricino degli esami della
    patente di guida ci fosse il capitolo "
    Guida della Fiat Punto". Credi che
    l'antitrust non direbbe niente? Oppure la
    domandina: come si mette la retro? Risposta:
    avanti a sinistra, è chiaro, nella Punto!Pero' gli esami di pratica li fai sulla Punto.Allora, le scuole di guida dovrebbero avere un parco macchine immenso, per comprendere tutti i modelli di tutte le marche!
  • Anonimo scrive:
    MS-ECDL
    A mio parere il vero problema è che si cerchi di rendere l'ECDL, strumento "ufficiale" di base per la valutazione di una persona rispetto ad un altra ad esempio nei concorsi pubblici.Mio malgrado, nonostante sia un amministatore di server Linux, continuo a far corsi per il conseguimento dell'ECDL (senza averla presa, per motivi "ideologici") e non discuto la scelta di svolgere il programma su piattaforma Windows (90% di utenza, come qualcuno dice). Discuto sul fatto che non essendoci la possibilità di svolgere gli esami finali con programmi alternativi l'ECDL non può essere fattore discriminante (chi dice che è possibile ottenere la certificazione sotto Linux o OS/2 c'ha mai provato?!, a parte la quasi totale assenza di test center abilitati, comunque c'è l'obbligo di legarsi a qualche applicativo specifico (vedi StarOffice). e se io le stesse cose le faccio con Vi o Emacs o KOffice o OpenOffice, o altro?!).Ah, dimenticavo io ho la World Computer Driving Licence (WCDL)... ...non esiste??! Beh, con questa si certifica che sapete usare i miei programmi... ...ha lo stesso valere dell'ECDL, provate a dire di no...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve


    In primo luogo il syllabus ecdl permette di

    raggiungere una certa omogeneità nella

    preparazione degli studenti che, vi posso

    assicurare, hanno ancora conoscenze scarse

    (molto) e soprattutto non sistematizzate.
    Si, ok, ma perchè non utilizzare OpenOffice
    o Kde? In fondo a questi studenti bisogna
    spiegare come funziona la posta elettronica,
    no come funziona Outlook, bisogna spiegare
    come funzionano i sistemi a finestre, no
    Windows...http://linfe.it/OpenLab/NoteFormazione/openECDL
  • Anonimo scrive:
    Re: senza paraocchi
    - Scritto da: Anonimo
    La ECDL serve alle segretarie, non ai
    progettisti. ma bisogna cominciare dal basso per arrivare in alto....come faccio a creare un prodotto se non conosco le caratteristiche di quelli già esistenti
  • dragonet scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    Bravissimo, finalmente uno che ha centrato il problema. I linuxiani devono capire che per usare un computer puoi non (voler) essere un informatico, ma semplicemente un utente (e non utonto, piantatela di offendere!) Ho provato Linux e continuerò a provarlo, ma lungi dall'essere semplice ed immediato nell'utilizzo quanto windows.
  • Anonimo scrive:
    Re: parificazione
    - Scritto da: Anonimo

    anzitutto può esserci la parificazione,

    eppoi non precipitiamo le cose............

    La parificazione de che? Ma sai di cosa stai
    parlando?fare il corso da un privato, ma l'esame presso la scuola pubblica, da privatista, perchè no?
  • Anonimo scrive:
    Re: cosa impari con l'ecdl

    voi lobotomizzati da MS credete che la
    situazione attuale di monopolio durera`
    molto? E` una cosa passeggera, come tutto
    nel mondo dell'informatica.
    Fra un po di anni di MS non si sentira piu
    parlare.
    Avremo un esercito di incompetenti
    lobotomizzati che al di fuori del loro
    programma MS non sanno fare un accidente.fa sempre piacere constatare che ci sono nel mondo persone rispettose dell'altrui lavoro!ma tu pensi che lo scopo ultimo nella vita di una segretaria o di uno studente qualsiasi sia quello di conoscere l'essenza ultima dell'informatica oppure quello di fare le proprie quattro cose, uscire dall'ufficio e poi cominciare a vivere davvero?per favore, restiamo con i piedi per terra!anche io per lavoro passo 12 ore al giorno tra consulenze e menate varie, e tutto in campo informatico, ma la vita vera sta da un'altra parte.
  • Anonimo scrive:
    Re: l'ecdl con l'informatica

    cioè come essere ingegnere meccanico alla
    FIAT e non avere la patente?
    in teoria si, ma in pratica cosa bislacca
    sarebbe.......mi spiace ma la risposta non e` pertinentecontinuo a non vedere al correlazione fra un'applicativo da ufficio e un qualunque campo della scienza informaticaarchitettura hardware, linguaggi di programmazione, algoritmi, sicurezza, sistemi operativi, calcolo numerico, simulazione.. non trovo proprio, cosa dovrebbe centrare un applicativo da ufficio, con cose del genere, proprio non comprendo come possa esserne poi un requisito, per quanto mi sforzi sinceramente proprio non VEDO il nesso!perche` non inserire anche un programma a caso fra i gestionali? prendiamo l'azienda leader in italia per i gestionali e ficchiamolo nel ecdl ! oppure, perche` non un po di CAD ? anche quello e` molto usato nelle aziende no, allora mettiamolocio` nonostante continuerei a non vedere il nesso fra programmi applicativi e informatica, proprio non capisco perche` uno che vuole studiare l'informatica debba per forza conoscere l'applicativo X e Y
  • Anonimo scrive:
    Re: cosa impari con l'ecdl
    - Scritto da: Anonimo
    voi lobotomizzati da MS credete che la
    situazione attuale di monopolio durera`
    molto? E` una cosa passeggera, come tutto
    nel mondo dell'informatica.
    Fra un po di anni di MS non si sentira piu
    parlare.
    Avremo un esercito di incompetenti
    lobotomizzati che al di fuori del loro
    programma MS non sanno fare un accidente.


    Mitica l'informatica dell'ecdl, davvero.calma che pure tu col tempo salterai, se non sei ingegnere informatico
  • Anonimo scrive:
    Re: l'ecdl con l'informatica


    l'intero corso di laurea di informatica puo

    essere seguito senza conoscere nessun

    programma da ufficio
    cioè come essere ingegnere meccanico alla
    FIAT e non avere la patente?
    in teoria si, ma in pratica cosa bislacca
    sarebbe.......... come fare l'ingegnere all'Iveco e non avere la patente per guidare i camion? Ne conosco qualcuno ...La ECDL serve alle segretarie, non ai progettisti.Come la patente C serve ai camionisti, non agli ingegneri.
  • Anonimo scrive:
    cosa impari con l'ecdl
    Secondo voi in realta` cosa impari?Niente.Di niente.voi lobotomizzati da MS credete che la situazione attuale di monopolio durera` molto? E` una cosa passeggera, come tutto nel mondo dell'informatica.Fra un po di anni di MS non si sentira piu parlare.Avremo un esercito di incompetenti lobotomizzati che al di fuori del loro programma MS non sanno fare un accidente.Migliaia di anni uomo spesi a progettare le interfacce grafiche sono stati inutili.Perche` ancora non hanno capito questi poveretti che bisogna insegnare ad usare un computer, non ad usare IL programma X, IL programma Y.Queste conoscenze specifiche di un certo programma sono totalmente inutili all'istante in cui tale programma cessera` di essere leader del mercato.Tutto quest'intero affare dell'ECDL non ha nulla a che fare con la formazione. E` solo un grosso meccanismo ideato per fare soldi e in seconda istanza per fare concorrenza sleale sul mercato informatico.Tutti i nodi vengono al pettine comunque. Mi divertiro` a vedere le masse di lobotomizzati quando al programma X si sostituira` Y e questi rincoglioniti che pensavano di saper usare un computer si accorgeranno di non sapere proprio nienteMa del resto poi, me la rido gia` anche ora. In qualunque posto che non sia dotato di un responsabile IT competente, e` un continuo di problemi ridicoli, contrattempi, perdite di dati, causati dai worm. Ogni volta fatico a non ridere in faccia alla persona. Che mondo idiota. Almeno una volta c'erano i virus, ahah oggi con la grande diffusione dell'informatica facile by Microsoft, se io scrivo un programma di 3 linee che formatta l'harddisk e lo mando a qualsiasi impiegato, quello lo esegue.Mitica l'informatica dell'ecdl, davvero.
  • Anonimo scrive:
    Re: l'ecdl con l'informatica
    - Scritto da: Anonimo
    vorrei tanto sapere qual'e` l'associazione
    logica fra ecdl, certificazione su programmi
    da lavoro impiegatizio, e la scienza
    informatica

    non centra assolutamente nulla

    l'intero corso di laurea di informatica puo
    essere seguito senza conoscere nessun
    programma da ufficiocioè come essere ingegnere meccanico alla FIAT e non avere la patente?in teoria si, ma in pratica cosa bislacca sarebbe.......
  • akira72 scrive:
    Re: ECDL gran bufala
    ma lo sapete quanto costa essere accreditato per il rilascio di certificazioni MOS?circa 4000 euro. altro che gratis..................
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo caro????
    Sono quello che ha dato inizio al thread e concordo pienamente: io tengo da moltissimi anni lezioni all'università e proprio non avete idea che cosa ci arriva in regalo dalle superiori.Mi viene in mente Blade Runner "Ho visto cose che voi umani..."Tutto questo disquisire, a mio parere, mi sembra velleitario.Un approccio più pragmatico non guasterebbe. ma tant'e', contenti voi...
  • Anonimo scrive:
    cosa centra l'ecdl con l'informatica
    vorrei tanto sapere qual'e` l'associazione logica fra ecdl, certificazione su programmi da lavoro impiegatizio, e la scienza informaticanon centra assolutamente nullal'intero corso di laurea di informatica puo essere seguito senza conoscere nessun programma da ufficioe non mi importa niente se si tratti di microsoft o mianonnaSofte` semplicemente una boiata e basta
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo[CUT]
    E' anche vero che l'open source non si
    ferma (fortunatamente) solo a OpenOffice, ma
    vi vedete uno studente medio installarsi a
    casa un bello slackware e altri ammenniccoli
    e lottare per fare funzionare la baracca?
    Sapete cosa direbbe?
    "Io non sono uno studente di informatica, ma
    di lettere (o lingue, o giurisprudenza, o
    scienze politiche, ecc.). Io voglio
    scrivere, fare di conto, presentare,
    navigare, inviare posta, non voglio
    diventare un informatico..."Una mia amica in crisi mistica da relazione conflittuosa con Word mi ha chiesto una valida alternativa a Word per includere agevolmente formule matematiche. Gli hanno prestato un portatile con debian e LaTex e questa bimba ha imparato LaTex. Questa ragazza fa Psicologia, ma quando ne ha avuto necessita' ha imparato LaTex ed ora non vuole usare altro per scrivere.E' ovvio, se uno conosce un programma e gli fai: o guarda ne ho anche un altro, provalo! I ragazzi per quale motivo dovrebbero smazzarsi alla prima differenza che incontrano?
    E ora, se volete, picchiatemi pureNoo, non penso che verrai picchiato ;-P
    Saluti a tuttiSaluti anche a te, Krecker
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo caro????

    Comunque io sarei dell'idea che per saper
    usare un foglio elettronico non basta saper
    usare Excel, bisognerebbe insegnare due o
    tre Editors, due o tre fogli elettronici,
    due o tre presentation managers, ...
    Così lo studente vede che ce ne sono diversi
    e che le funzioni di base sono sempre le
    stesse anche se si trovano in menu diversi.
    Poi libero lui di scegliere quello che vuole
    usare a casa, al lavoro, a scuola, ... però
    almeno ha la scelta.Io immagino che a voi non sia mai capitato di avere a che fare con una classe di casalinghe e di studenti della facoltà di lettere cui dover insegnare "l'informatica".E' un esperienza che vi auguro vivamente prima di stare qui a disquisire su quanti editor insegnare ad usare e su come sia in fondo facile far installare a chiunque una distribuzione Linux quando non sa nemmeno come utilizzare un mouse...Se dovesse capitarvi, in bocca al lupo!
  • Anonimo scrive:
    Re: ma de che?

    anzitutto può esserci la parificazione,
    eppoi non precipitiamo le cose............La parificazione de che? Ma sai di cosa stai parlando?
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?

    Tu hai la tua nicchia.Viva la "nicchia", che Dio la benedica!:-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo caro????
    - Scritto da: Anonimo
    Beh, un mio amico si è beccato la domanda:
    "come può usare excel una casalinga?"
    La risposta naturale sarebbe stata "a
    nulla", però ovviamente non andava bene, lui
    ha risposto
    "per fare la lista delle persone che devono
    buttare la spazzatura" (come non usare excel
    per questo motivo!! Chi di voi a casa già
    non lo fa da anni??)
    Chiaramente la risosta andava bene, ma mi
    domando, dopo una domanda ed una risposta
    del genere ho certificato che lo studente sa
    usare excel? A voi l'ardua risposta!!No, ma almeno hai capito che l'utilizzatore sa situare Excel in un contesto di uso quotidiano. In pratica non ti capiterà di aver davanti qualcuno che sa dove cliccare per aggiungere una colonna al foglio ma che quando gli chiedi a cosa può servire Excel ti risponde "boh, al test lo abbiamo usato per calcolare il bilancio di un libero professionista, ma a cos'altro lo puoi usare non ne ho idea".
    Saluti


    P.S. Mi rendo conto che in mezzo qualche
    domanda seria ci sarà, ma quante??Comunque io sarei dell'idea che per saper usare un foglio elettronico non basta saper usare Excel, bisognerebbe insegnare due o tre Editors, due o tre fogli elettronici, due o tre presentation managers, ...Così lo studente vede che ce ne sono diversi e che le funzioni di base sono sempre le stesse anche se si trovano in menu diversi. Poi libero lui di scegliere quello che vuole usare a casa, al lavoro, a scuola, ... però almeno ha la scelta.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    Da questo forum emerge che forse avete una
    visione un po' ristretta della realtà.
    Voi siete dei techie, degli intenditori, dei
    gourmet, dei professionisti
    dell'informatica.

    Ma la realtà, là fuori, è ahimè differente.

    Voi siete solo una piccola (percentualmente)
    parte.

    Lavoro per una università molto grande del
    nord Italia e ho a che fare ogni anno con
    qualche migliaio di matricole.
    Organizziamo corsi e esami basati proprio
    sul syllabus ecdl.

    In primo luogo il syllabus ecdl permette di
    raggiungere una certa omogeneità nella
    preparazione degli studenti che, vi posso
    assicurare, hanno ancora conoscenze scarse
    (molto) e soprattutto non sistematizzate.
    In secondo luogo il syllabus ecdl non fa
    altro che fotografare una realtà.

    Durante i corsi si usano prodotti microsoft
    e i test di profitto si basano su prodotti
    msoft perchè la realtà è quella: 90% del
    mondo usa msoft.

    Mi aspetto il classico detto "mangiate
    **rda, 100 bilioni di mosche non possono
    sbagliare"

    Secondo me sarebbe come abbandonare
    l'insegnamento dell'inglese e proporre
    un'altra lingua in sostituzione, per esempio
    il sanscrito, che è si' piu' difficile, ma
    vuoi mettere, ha una duttilità, una
    eleganza e una ricchezza che l'inglese si
    scorda.

    Tutto questo e' molto bello, ma nel mondo, a
    parte pochi intenditori, il sanscrito non lo
    usa nessuno, vogliono che sappiate
    l'inglese... E magari solo quello
    commerciale.

    L'ECDL è questo e basta: una specie di
    inglese di base.

    E voi, gourmet dell'informatica, siete
    pronti ad affermare che per un principiante
    è bene imparare ad usare un pc con linux e
    staroffice?

    Quando andranno a lavorare, in un piccolo
    ufficio, in una fabbrichetta, ecc. cosa
    credete che troveranno installato sul loro
    pc?

    Fino quando i prodotti OpenSource non
    saranno una valida alternativa e avranno una
    diffusione limitata, sarebbe errato
    impostare corsi su tali prodotti.

    E' vero pero' che bisogna far vedere che il
    mondo (per fortuna) non è solo Msoft.

    Nei nostri corsi si ricorda costantemente
    che esistono alternative ai prodotti msoft e
    commerciali in genere e invitiamo caldamente
    gli studenti a provarle (abbiamo i cd già
    pronti con OpenOffice e li distribuiamo agli
    studenti che vogliano provarlo).
    Mi dispiace, ma il 90% non lo ha apprezzato.

    E' anche vero che l'open source non si
    ferma (fortunatamente) solo a OpenOffice, ma
    vi vedete uno studente medio installarsi a
    casa un bello slackware e altri ammenniccoli
    e lottare per fare funzionare la baracca?
    Sapete cosa direbbe?
    "Io non sono uno studente di informatica, ma
    di lettere (o lingue, o giurisprudenza, o
    scienze politiche, ecc.). Io voglio
    scrivere, fare di conto, presentare,
    navigare, inviare posta, non voglio
    diventare un informatico..."


    E ora, se volete, picchiatemi pure

    Saluti a tuttiVisto che fai il rapporto con l'inglese io continuo sulla falsa riga.Il 90% della popolazione usa l'addizione, la sottrazione, forse la moltiplicazione e la divisione. La radice quadrata, il logaritmo, l'integrale e la derivata non le si usa mai (o almeno a me non è capitato da qualche anno). Quindi perchè mai all'università si insegnano ste robe? in fondo basterebbe insegnare unicamente ciò che il 90% della gente ha bisogno e che l'industria richiede.Da quando ho terminato la scuola la storia non mi mai servita e così al 90% della popolazione. Quindi perchè mai insegnare la storia.Il latino poi...Si potrebbe fare un discorso simile per la geografia anche se ultimamente mi è stato utile sapere dove si trovava ll'Irak. :-)Non mi pare che una scuola debba limitare i suoi insegnamenti a ciò che è strettamente utile o usato dal 90% della gente o richiesto dall'industria, si può fare eccezione per una scuola professionale anche se penso che un po' di cultura generale non faccia male neppure li.Una scuola deve insegnare agli allievi come si fa ad imparare e deve insegnare le basi della conoscenza in modo che lo studente sia in seguito capace di adattarsi da solo ai bisogni della vita (industria o non industria che sia).L'informatica non è Windows, non è Word, non è IE6. L'informatica è una maniera di pensare, esattamente come la matematica non è +, -, * o / ma un modo di pensare. Ed è questo modo di pensare che va insegnato, in seguito se lo studente si troverà di fronte a Windows, Linux, BSD, MacOS o chissà che altro si arrangerà da solo perchè avrà capito i principi di base.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    L'inglese non appartiene ad una
    multinazionale monopolista extracomunitaria.
    Per parlare l'inglese non sei obbligato a
    pagare una costosa licenza.
    Il dizionario di inglese non viene
    ridefinito ogni 2 anni secondo l'arbitrio di
    una multinazionale monopolista al solo scopo
    di forzare un mercato lucrativo in cui tutti
    quanti sono costretti a spendere per
    imparare i nuovi significati.

    Mi spiace, il tuo paragone è ridicolo e
    l'impatto culturale e politico della
    standardizzazione verso l'inglese è ben
    diverso dall'appiattimento verso microsoft.
    Queste sono cose di cui una azienda privata
    in cerca di lavoratori può anche fregarsene,
    ma lo stato no, lo stato ha dei precisi
    obiettivi e doveri.Il discorso si sta allargando, passando da un discorso sull'utilità dell'ecdl alle solite tiritere sul monopolio msoft.Più che lecito, visto che di un forum si tratta, ma fuori oggetto.Passiamo, già che ci siamo, a parlare del ruolo di questa orribile società nella globalizzazione. Sono agenti del capitale anche loro....Di certificazioni (anche se relativamente all'ecdl mi fa' un po' senso usare questo termine) si parla.Parlami dei costi per i vari TOEFL e compagnia bella e del materiale usato dal loro syllabus.Non mi risulta che siano esempi di multiculturalità e politically correctness...L'ecdl attesta (con i limiti che hanno *tutte* le certificazioni, statali o meno) un insieme di conoscenze.E basta. saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: munehiro
    anche con
    clustering con openmosix e beowulf. io invece amministro lo schema Tolkien.:D
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo me sarebbe come abbandonare
    l'insegnamento dell'inglese e proporre
    un'altra lingua in sostituzione, per esempio
    il sanscrito, che è si' piu' difficile, ma
    vuoi mettere, ha una duttilità, una
    eleganza e una ricchezza che l'inglese si
    scorda.L'inglese non appartiene ad una multinazionale monopolista extracomunitaria.Per parlare l'inglese non sei obbligato a pagare una costosa licenza.Il dizionario di inglese non viene ridefinito ogni 2 anni secondo l'arbitrio di una multinazionale monopolista al solo scopo di forzare un mercato lucrativo in cui tutti quanti sono costretti a spendere per imparare i nuovi significati.Mi spiace, il tuo paragone è ridicolo e l'impatto culturale e politico della standardizzazione verso l'inglese è ben diverso dall'appiattimento verso microsoft. Queste sono cose di cui una azienda privata in cerca di lavoratori può anche fregarsene, ma lo stato no, lo stato ha dei precisi obiettivi e doveri.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma de che?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Suppongo che sara' superiore alle

    certificazioni Cisco, Sun, MCSE etc...

    Vedrai te se un CCIE cisco non si vedra'

    soffiare il posto da un corsista regionale

    con ECDL :-)))))))))))))))))))))))))))



    hola

    crack

    anzitutto può esserci la parificazione,
    eppoi non precipitiamo le cose............Cacchio, io scherzavo, ma se mi prendete sul serio comincio a preoccuparmi.holacrack
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl businnes per prof dopolavoristi

    Scusi il sarcasmo ma non posso proprio
    accettare che l'informatica si riduca ad una
    suite ..L'ECDL non è solo Office, si insegna anche la famosa informatica di base. Se poi lei mi dice che questo aspetto non è sufficientemente approfondito nell'ECDL, allora sono d'accordo con lei.Penso infatti che la strada giusta sia quella di integrare (e non sostituire) i corsi universitari di informatica di base con l'ECDL.
  • Anonimo scrive:
    CISCO
    - Scritto da: Anonimo
    Suppongo che sara' superiore alle
    certificazioni Cisco, Sun, MCSE etc...
    Vedrai te se un CCIE cisco non si vedra'
    soffiare il posto da un corsista regionale
    con ECDL :-)))))))))))))))))))))))))))Una CISCO e una ECDL non sono nemmeno lontanamente paragonabili.Per prendere una certificazione CISCO occorrono conoscenze e competenze assai superiori.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    Sì, e diciamo che esistono le licenze
    education, che esistono i programmi e i SO
    dati in bundle con i pc, Il fatto che siano in bundle non vuol dire che non si paghino. Anzi, è proprio il contrario.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    anziche' la conoscenza di Microsoft Word,
    prevedesse la conoscenza di un word
    processor WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Excel,
    prevedesse la conoscenza di un foglio di
    calcolo,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    PowerPoint, prevedesse la conoscenza di un
    applicazione qualunque per generare e
    proiettare slide,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    FrontPage, prevedesse la conoscenza di un
    editor HTML WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Outlook,
    prevedesse la conoscenza di un PIM e un MUA,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Windows,
    prevedesse la conoscenza di un sistema
    operativo con filemanager, interfaccia
    grafica a finestre e uso del mouse,Ok, allora facciamo l'ECDL teorica? Visto che i prodotti MS non possiamo neanche farli vedere agli studenti (perchè adesso va di moda dare contro alla MS) allora gli spieghiamo "un word processor WYSWYG" qualsiasi ma ... quale?Su un software dovranno pure esercitarsi questi poveri studenti no? E allora si ritorna al solito discorso: preferisco farli esercitare su un software che poi troveranno in azienda nel 90% dei casi!PS Una considerazione di carattere generale: questo è un forum aperto a tutti, non solo a tecnici(ssimi) informatici. Sarebbe quindi, secondo il mio modesto parere, opportuno evitare sigle criptiche che solo il 30% dei visitatori capisce (vedi PIM, MUA, WYSIWYG che si scrive correttamente così ecc.)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl all'università!

    Complimenti per il tuo cv informatico, però
    sono costretto a dare ragione alla
    commissione esaminatrice. Il fatto che tu
    sia un perfetto sys admin o un mago di php
    non comporta necessariamente che tu sappia
    usare i programmi di Office, le due cose non
    sono strettamente legate.Tutt'al più di potrei dare ragione se l'esame prevedesse l'uso di tabelle pivot, di uso simultaneo di cartelle excel con fonte dati Odbc, etc.La realtà invece è ben diversa: tutto l'esame, e sottolineo tutto, si è svolto nei cinque minuti di colloquio con un assistente di laboratorio che si è limitato a chiedermi di scrivere un elenco di libri con relativi prezzi e di mettere in qualche cella delle formule tipo media, somma, etc.
    Sarebbe stato invece scandaloso se ti
    avessero detto una cosa del tipo "qui non
    c'è scritto che lei sa l'html". Se conosci
    il php non puoi non conoscere almeno le basi
    di html, queste sì che sono due cose
    strettamente collegate.Questa è un'altra storia: si dà il caso che ci sia anche un altra idoneità obbligatoria (penso ormai a tutti i corsi di laurea, visto che il mio si inscrive in lettere e filosofia...): il laboratorio di scrittura digitale (creazione di ipertesti). Nemmeno lì è bastato il mio cv e il mio portfolio (una sessantina di siti tra cui svariati con più di 200.000 pv/g).Sono sempre più convinto che gli esaminatori facciano ormai parte del carrozzone, e che se gli esami ci sono devono essere fatti, senza prevedere corsie preferenziali per i più preparati. Può piacere o non piacere (e come si è capito a me non piace) ma tant'è.
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo caro????
    Beh, un mio amico si è beccato la domanda:"come può usare excel una casalinga?"La risposta naturale sarebbe stata "a nulla", però ovviamente non andava bene, lui ha risposto "per fare la lista delle persone che devono buttare la spazzatura" (come non usare excel per questo motivo!! Chi di voi a casa già non lo fa da anni??)Chiaramente la risosta andava bene, ma mi domando, dopo una domanda ed una risposta del genere ho certificato che lo studente sa usare excel? A voi l'ardua risposta!!SalutiP.S. Mi rendo conto che in mezzo qualche domanda seria ci sarà, ma quante??
  • nop scrive:
    Re: Ecdl all'università!

    Complimenti per il tuo cv informatico, però
    sono costretto a dare ragione alla
    commissione esaminatrice. Il fatto che tu
    sia un perfetto sys admin o un mago di php
    non comporta necessariamente che tu sappia
    usare i programmi di Office, le due cose non
    sono strettamente legate.e che centra Office con l'informatica?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    anziche' la conoscenza di Microsoft Word,
    prevedesse la conoscenza di un word
    processor WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Excel,
    prevedesse la conoscenza di un foglio di
    calcolo,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    PowerPoint, prevedesse la conoscenza di un
    applicazione qualunque per generare e
    proiettare slide,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    FrontPage, prevedesse la conoscenza di un
    editor HTML WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Outlook,
    prevedesse la conoscenza di un PIM e un MUA,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Windows,
    prevedesse la conoscenza di un sistema
    operativo con filemanager, interfaccia
    grafica a finestre e uso del mouse,Ok, allora facciamo l'ECDL teorica? Visto che i prodotti MS non possiamo neanche farli vedere agli studenti (perchè adesso va di moda dare contro alla MS) allora gli spieghiamo "un word processor WYSWYG" qualsiasi ma ... quale?Su un software dovranno pure esercitarsi questi poveri studenti no? E allora si ritorna al solito discorso: preferisco farli esercitare su un software che poi troveranno in azienda nel 90% dei casi!PS Una considerazione di carattere generale: questo è un forum aperto a tutti, non solo a tecnici(ssimi) informatici. Sarebbe quindi, secondo il mio modesto parere, opportuno evitare sigle criptiche che solo il 30% dei visitatori capisce (vedi PIM, MUA, WYSIWYG che si scrive correttamente così ecc.)
  • Anonimo scrive:
    Ma che vuol dire?
    Ma chi usa tutto quando lavora?Anche io so' un sacco di cose e uso occasionalmente excel, anche facendo delle macro........ma se non lo uso regolarmente le dimentico.....ma perchè si dovrebbe saper tutto?
  • Anonimo scrive:
    Re:Ecdl bufala per bufali
    è giusto dire che i corsi vanno organizzati secondo precise direttive delle autorità competenti per dare a tutti una preparazione generale, qualunque O.S. si usibasta vedere il programma del corso per distinguere chi fa corsi seri da chi ti da una istruzione troppo specificama per tanti è più facile studiare poche cose e sperare bene...
  • Anonimo scrive:
    E' una vergogna
    La scuola deve insegnare l'informatica senza far pagare altre cose a parte che tra l'altro sono assolutamnete di base e che tra l'altro si dimenticano subito se non usate.Insomma la cara microsoft ha trovato un altro modo per prenderci in giro........
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl businnes per prof dopolavoristi
    - Scritto da: Anonimo
    Per sua informazione i corsi ECDL vengono
    tenuti anche e soprattutto nelle scuole
    superiori e nelle Università (in alcune
    delle quali hanno sostituito o integrato gli
    esami di informatica di base). Non si tratta
    quindi solo di inutili corsi serali come
    dice lei.Altola' lei i sta dicendo che la suite msoffice e informatica di base !!!!!Aiutooooooooooooooooooooooooooooooooooooooqualcuno si e bevuto il cervelloScusi il sarcasmo ma non posso proprio accettare che l'informatica si riduca ad una suite ..
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl all'università!

    E' in questo modo che si certificano le
    "abilità informatiche di base"? Se uno
    dimostra di avere conoscenze avanzate non
    dovrebbe forse avere scontatamente quelle di
    base?Complimenti per il tuo cv informatico, però sono costretto a dare ragione alla commissione esaminatrice. Il fatto che tu sia un perfetto sys admin o un mago di php non comporta necessariamente che tu sappia usare i programmi di Office, le due cose non sono strettamente legate.Sarebbe stato invece scandaloso se ti avessero detto una cosa del tipo "qui non c'è scritto che lei sa l'html". Se conosci il php non puoi non conoscere almeno le basi di html, queste sì che sono due cose strettamente collegate.
  • Anonimo scrive:
    Re: ECDL gran bufala
    Invece i certificatori MOS lavorano gratis?Non lo sapevo, sono veramente dei santi!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl insegna solo microsoft,che sbag
    Lo ripeto per l'ennesima volta: l'ECDL ESISTE GIA' anche con Linux come OS, OpenOffice come suite per l'ufficio e Netscape come browser.Il perchè tutti fanno corsi basati su software MS mi sembra lampante: se io dovessi scegliere, formerei del personale in grado di usare il software che poi si ritroverà in azienda, cioè il software MS.Inutile formare la gente su FreeBSD se poi non lo usa nessuno!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo

    L'ECDL è questo e basta: una specie di

    inglese di base.

    in quanto presidente di un'azienda,
    preferisco selezionare personalmente il
    nuovo personale e mai mi affiderei alla
    presenza del ECDL nel cv di un candidato per
    giudicarne la consocenza dell'uso di base
    del computer.non ho mai detto questo, è solo un elemento che va comprovato da altri fattori.E lo stesso vale con le attestazioni di conoscenza di lingue straniere: ti baseresti sul mero CV?Io, se fossi presidente di un'azienda, non lo farei, nemmeno se uno mi sbandierasse un TOEFL.
    mi dispiace dirtelo, ma sei in clamoroso
    errore;
    L'ECDL sarebbe paragonabile a un corso di
    inglese di base se

    anziche' la conoscenza di Microsoft Word,
    prevedesse la conoscenza di un word
    processor WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Excel,
    prevedesse la conoscenza di un foglio di
    calcolo,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    PowerPoint, prevedesse la conoscenza di un
    applicazione qualunque per generare e
    proiettare slide,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    FrontPage, prevedesse la conoscenza di un
    editor HTML WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Outlook,
    prevedesse la conoscenza di un PIM e un MUA,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Windows,
    prevedesse la conoscenza di un sistema
    operativo con filemanager, interfaccia
    grafica a finestre e uso del mouse,

    e cosi' via.mi dispiace, ma io penso che in questo caso sei in errore tu: sarebbe come prevedere un corso di inglese basato solo su esempi astratti e slegati dalla realtà e non presi dalla quotidianità.Così io saprei dire "uer iis ze buuk? ze buuk iis on ze teibol" ma se devo redigere una proposta commerciale magari ho qualche problema.Cosa facciamo, dei corsi su prototipi ideali di applicazioni?Su un meta-sistema operativo?Su un meta-elaboratore di testi?Su un meta-foglio di calcolo?OpenOffice per esempio scimmiotta per molti versi Office (vedi il modulo PowerPoint-like), così come alcuni MUA (ahi ahi ahi, questo acronimo mi fa supporre che sei techie) Open Source, che si vantano di essere simili a quella Outlook.
    Office è la suite d'ufficio piu' diffusa e,
    per alcuni versi, anche un buon prodotto;
    questo però non giustifica che la conoscenza
    di funzionalità comuni a tutte le suite
    d'ufficio debba passare per 'sapere usare
    MSOFFICE',Ma, visto che è la più diffusa e che il resto tende a confrontarsi con essa, non è forse meglio insegnare ad usare questa?Poi se devi-vuoi usare qualcos'altro ti sarai fatto un modello mentale di come funziona in genere lquel tipo di applicazione, no?
    a meno che che tu non giudichi necessario
    saper scegliere il pupazzetto animato
    dell'help online come prerequisito di un
    buon operatore al PC.Ma veramente una delle prime cose che facciamo è proprio insegnare a disabilitare queste stupidate...Così come descriviamo in termini non proprio lusinghieri alcune scelte d'interfaccia (usiamo p.e. la famosa definizione affibbiata all'interfaccia XP "Fisher-Price interface")E, BTW, non credo che siamo dei fenomeni: non conosco "agenti Msoft" tra i formatori ecdl che ho incontrato.Tutti quelli che conosco usano un approccio critico al syllabus, ricordando costantemente agli studenti che il mondo non è solo msoft.saluti
  • Anonimo scrive:
    Ecdl all'università!
    So amministrarare server WindowsNT e Windows2000 e relativi servizi (iis, .net, ftp, dns, etc.). So programmare in VB (VB6, VbScript e .NET), C#, Asp, Php, Sql, Xml/Xsl, Wsh, JavaScript, Lingo. Sono Dba su MsSql, MySql e IB.Ho fatto alla regione un corso come tecnico dei sistemi multimediali, ho aperto una società che si preoccupa di consulenza informatica dal 1998, ma...Quest'anno ho deciso di iscrivermi all'università, approfittando delle nuove lauree triennali e... sorpresa: viene richiesta la ECDL sotto il nome di "Abilità informatiche di base"!Vista la possibilità di poter risultare idoneo presentando certificati idonei, mi presento fiducioso alla commissione esaminatrice con tanto di diploma di perito informatico, di diploma di specializzazione come tecnico multimediale, di iscrizione alla CCIAA che attesta che pratico la professione da 5 anni (a volte anche come insegnante...).Inutile dirvi che non sono risultato idoneo poiché «da nessuna parte è scritto che lei sappia inviare un'e-mail, scrivere un foglio excel o fare una presentazione in Power Point».E' in questo modo che si certificano le "abilità informatiche di base"? Se uno dimostra di avere conoscenze avanzate non dovrebbe forse avere scontatamente quelle di base?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl businnes per prof dopolavoristi
    Per sua informazione i corsi ECDL vengono tenuti anche e soprattutto nelle scuole superiori e nelle Università (in alcune delle quali hanno sostituito o integrato gli esami di informatica di base). Non si tratta quindi solo di inutili corsi serali come dice lei.
  • Anonimo scrive:
    ecdl anche in open source
    riporto con più evidenza quello che ha segnalato l'amico Leonardo suhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=376256- Scritto da: leonardo()

    - Scritto da: MrFaber

    Non capisco perché non hanno chiamato il

    patentino con un più realistico 'EMSOCL'

    (European MicroSoft Office Computer

    License)...



    Alla fine di questo si tratta!



    Che indecenza...

    già. Forse però qualcuno ha cominciato a
    ragionare, o sta cercando semplicemente di
    salvarcsi la faccia:

    http://linfe.it/OpenLab/NoteFormazione/openEC

    dovrebbero essere moduli aggiuntivi che
    parlano di Linux, KDE, OpenOffice (scusate,
    ma data l'ora di leggereli per bene non ne
    ho proprio voglia..:))
  • Anonimo scrive:
    Re: ma allora la certificazione MOS?
    il pezzo di carta serve al datore di lavoro come prima scrematura, sta a te avere più carte in mano...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    AssurdoIl paragone con l'inglese è assurdoIl paragone più calzate visto che si tratta di patente è un'altroE' come se , sul libricino degli esami della patente di guida ci fosse il capitolo " Guida della Fiat Punto". Credi che l'antitrust non direbbe niente? Oppure la domandina: come si mette la retro? Risposta: avanti a sinistra, è chiaro, nella Punto!
  • Anonimo scrive:
    Re: ma de che?
    - Scritto da: Anonimo
    Suppongo che sara' superiore alle
    certificazioni Cisco, Sun, MCSE etc...
    Vedrai te se un CCIE cisco non si vedra'
    soffiare il posto da un corsista regionale
    con ECDL :-)))))))))))))))))))))))))))

    hola
    crackanzitutto può esserci la parificazione, eppoi non precipitiamo le cose............
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    Da questo forum emerge che forse avete una
    visione un po' ristretta della realtà.
    Voi siete dei techie, degli intenditori, dei
    gourmet, dei professionisti
    dell'informatica.Mmmh, non credo che siamo tutti così, io ho preso pure la patente (dell'auto) :-D

    Ma la realtà, là fuori, è ahimè differente.

    Voi siete solo una piccola (percentualmente)
    parte.sì, ok, ma in costante ed evidente ascesa...

    Lavoro per una università molto grande del
    nord Italia e ho a che fare ogni anno con
    qualche migliaio di matricole.
    Organizziamo corsi e esami basati proprio
    sul syllabus ecdl.

    In primo luogo il syllabus ecdl permette di
    raggiungere una certa omogeneità nella
    preparazione degli studenti che, vi posso
    assicurare, hanno ancora conoscenze scarse
    (molto) e soprattutto non sistematizzate.Si, ok, ma perchè non utilizzare OpenOffice o Kde? In fondo a questi studenti bisogna spiegare come funziona la posta elettronica, no come funziona Outlook, bisogna spiegare come funzionano i sistemi a finestre, no Windows...
    In secondo luogo il syllabus ecdl non fa
    altro che fotografare una realtà.

    Durante i corsi si usano prodotti microsoft
    e i test di profitto si basano su prodotti
    msoft perchè la realtà è quella: 90% del
    mondo usa msoft.ma allora l'ecdl serve per certificarti per prodotti microsoft! ho già detto sopra come dovrebbe essere...

    Mi aspetto il classico detto "mangiate
    **rda, 100 bilioni di mosche non possono
    sbagliare"????

    Secondo me sarebbe come abbandonare
    l'insegnamento dell'inglese e proporre
    un'altra lingua in sostituzione, per esempio
    il sanscrito, che è si' piu' difficile, ma
    vuoi mettere, ha una duttilità, una
    eleganza e una ricchezza che l'inglese si
    scorda.L'inglese è patrimonio culturale di tutti, inoltre ci sono altre lingue (= c'è concorrenza); l'informatica non può essere paragonata alle lingue!!!! lo sanno i tuoi studenti quanto costa una licenza di windows e microsoft office? LO HANNO COMPRATO PER FARE LE PROVE SUL LORO PC DI CASA????!?!?

    Tutto questo e' molto bello, ma nel mondo, a
    parte pochi intenditori, il sanscrito non lo
    usa nessuno, vogliono che sappiate
    l'inglese... E magari solo quello
    commerciale.

    L'ECDL è questo e basta: una specie di
    inglese di base.

    E voi, gourmet dell'informatica, siete
    pronti ad affermare che per un principiante
    è bene imparare ad usare un pc con linux e
    staroffice?no, io voglio che un principiante impari a lavorare con un foglio elettronico, che gli si spieghi come funziona, NON VOGLIO CHe IMPARI EXCEL A MEMORIA

    Quando andranno a lavorare, in un piccolo
    ufficio, in una fabbrichetta, ecc. cosa
    credete che troveranno installato sul loro
    pc?E se sanno cos'è un foglio elettronico, come funziona e a cosa serve lo sapranno usare, qualunque sia

    Fino quando i prodotti OpenSource non
    saranno una valida alternativa e avranno una
    diffusione limitata, sarebbe errato
    impostare corsi su tali prodotti.sotto molti aspetti sono già molto validi (se non migliori), da quando è uscito OpenOffice (e già prima con StarOffice) lo usavo e non ho avuto alcun tipo di problemi

    E' vero pero' che bisogna far vedere che il
    mondo (per fortuna) non è solo Msoft.

    Nei nostri corsi si ricorda costantemente
    che esistono alternative ai prodotti msoft e
    commerciali in genere e invitiamo caldamente
    gli studenti a provarle (abbiamo i cd già
    pronti con OpenOffice e li distribuiamo agli
    studenti che vogliano provarlo).
    Mi dispiace, ma il 90% non lo ha apprezzato.perchè sono dei deficienti ai quali non è stato insegnato cos'è un foglio elettronico ma gli è stato insegnato solo cos'è EXCEL!!!!

    E' anche vero che l'open source non si
    ferma (fortunatamente) solo a OpenOffice, ma
    vi vedete uno studente medio installarsi a
    casa un bello slackware e altri ammenniccoli
    e lottare per fare funzionare la baracca?perchè slackware?!!??! usa mandrake, redhat, suse...
    Sapete cosa direbbe?
    "Io non sono uno studente di informatica, ma
    di lettere (o lingue, o giurisprudenza, o
    scienze politiche, ecc.). Io voglio
    scrivere, fare di conto, presentare,
    navigare, inviare posta, non voglio
    diventare un informatico..."e tutto questo lo fai FACILMENTE e SENZA PROBLEMI anche con una distribuzione linux (in più ti metti al riparo da virus e schermi blu)


    E ora, se volete, picchiatemi pureno, siamo in un forum che serve per scambiarsi opinioni, per picchiarti ti aspetto fuori... :-)

    Saluti a tutticiaoLeone2000 (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo caro????
    La mia ragazza è stata obbligata a sostenere il corso ecdl per dare un esame di informatica...in alcune domande si è costretti a ricordarsi a memoria l'esatto ordine delle voci del menù "strumenti" di word !!!L'impostazione è questa...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecdl insegna solo microsoft,che sbaglio!
    *in teoria* si dovrebbero poter certificare con l'ecdl anche l'uso di netscape e openoffice.In pratica, non lo sa quasi nessuno e non succede mai.
  • Anonimo scrive:
    Re: gran bufalo
    beata ignoranza eh?
  • Cirio scrive:
    Re: Troppo caro????

    Fino quando i prodotti OpenSource non
    saranno una valida alternativa e avranno una
    diffusione limitata, sarebbe errato
    impostare corsi su tali prodotti.il corso NON si deve impostare su un prodotto specifico ma su concetti GENERALI.che grassetto si faccia con ctrl g o cliccando su un bottone fucsia, e che sto bottone sia nel terzo o nel quinto menu NON DEVE FAR DIFFERENZA.Ci si lamenta tanto xke se cambi la posizione delle icone la gente si perde... ecco perche'!!!
  • Anonimo scrive:
    PER LA REDAZIONE
    Avete scritto"L'intesa segue le tracce di analoghi accordi già in vigore in Lombardia e Veneto, accordi che rendono l'ECLD "
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    - Scritto da: Anonimo
    Insegnate anche che i programmi Microsoft si
    devono pagare, e non si devono copiare per
    fare le prove sul PC di casa?

    Sì, e diciamo che esistono le licenze education, che esistono i programmi e i SO dati in bundle con i pc, che esistono le alternative open source per chi non vuole spendere.
  • Anonimo scrive:
    Ecdl businnes per prof dopolavoristi
    Non mi stanchero mai di dire che e' solo una megabufalae serve solo a far fare soldi agli pseudoinsegnati che in molti casi essendo a scuola non fanno un tubo e pensano solo ai propi affari.L'informatica DEVE essere insegnata a scuola e non in corsi serali fatti da prof incapaci e che hanno imparato a memoria come si usa word o excel.Ormai sono minimo 15 anni che l'informatica fa parte integrante del mondo del lavoro .. chi voleva imparare qualcosa lo ha gia fatto con i propi mezzi... l'Ecdl e solo un inutile foglio di carta dato a caro prezzo a persone che non hanno e nessuno gli ha spiegato cosa sia in realta l'informatica. (quanti operai ho visto perdere tempo in questi corsi e poi sbatterselo sulle sulle palle visto che il pc che usano in azienda ha solo programmi fatti ad hoc .e penso che in casa loro come la mia non esistano le possibiltà economiche di acquistare una suite di programmi come Msoffice....Percio Insegnanti della Ecdl lavorate piu a scuola con le nuove leve ... e insegnate a chi viene a fare i corsi da voi che l'informatica non vuol dire solo Msoffice.. fatelo per la vostra coscienza..
  • Anonimo scrive:
    SI potrebbe...
    fare in modo che esistano più ECDL come per la patente auto.L'ECDL A per i sistemi NTL'ECDL B per i Win9XLa C per LinuxLa D per AppleLa E per Unix...e così via, così per i colloqui di lavoro uno può chiedere il tipo di patente che serve e sai già chi ti arriva.Magari non assumo un camionista per fare il pony express.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    Ma perché scusa tu ti presenteresti per un lavoro di segreteria/operatore di terminale dove si richiede l'ECDL.L'ECDL non è fatta fatta per chi deve realizzare cluster con linux o per i programmatori mi pare chiaro...Non confondiamo un jpg allegato con l'uso di un tool grafico e non confondiamo la navigazione con la gestione dei web server e il settaggio del php.La tua è una provocazione interessante, ma abbastanza fuori luogo.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    Confermo.Ogni tanto, nella mia azienda, mi fanno selezionare dei curriculum, e la sola presenza di una certificazione ecdl viene vista come segnale del fatto che quella persona non ha mai usato un computer. Puo essere sbagliato ma, prove alla mano, nel 98% dei casi è proprio così. Nel rimanente 2%, la certificazione è fasulla.- Scritto da: Anonimo

    L'ECDL è questo e basta: una specie di

    inglese di base.

    in quanto presidente di un'azienda,
    preferisco selezionare personalmente il
    nuovo personale e mai mi affiderei alla
    presenza del ECDL nel cv di un candidato per
    giudicarne la consocenza dell'uso di base
    del computer.

    mi dispiace dirtelo, ma sei in clamoroso
    errore;
    L'ECDL sarebbe paragonabile a un corso di
    inglese di base se

    anziche' la conoscenza di Microsoft Word,
    prevedesse la conoscenza di un word
    processor WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Excel,
    prevedesse la conoscenza di un foglio di
    calcolo,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    PowerPoint, prevedesse la conoscenza di un
    applicazione qualunque per generare e
    proiettare slide,

    anziche' la conoscenza di Microsoft
    FrontPage, prevedesse la conoscenza di un
    editor HTML WYSWYG,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Outlook,
    prevedesse la conoscenza di un PIM e un MUA,

    anziche' la conoscenza di Microsoft Windows,
    prevedesse la conoscenza di un sistema
    operativo con filemanager, interfaccia
    grafica a finestre e uso del mouse,

    e cosi' via.

    Office è la suite d'ufficio piu' diffusa e,
    per alcuni versi, anche un buon prodotto;
    questo però non giustifica che la conoscenza
    di funzionalità comuni a tutte le suite
    d'ufficio debba passare per 'sapere usare
    MSOFFICE',

    a meno che che tu non giudichi necessario
    saper scegliere il pupazzetto animato
    dell'help online come prerequisito di un
    buon operatore al PC.

    Tommaso Perna
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    In realtà, anche se fosse vero che tu (o una persona con 1/10 delle tue conoscenze) non sia capace di usare office, lo imparerebbe nel giro di 10 minuti. In mezz'ora diventeresti un master dell'ecdl...Diciamo che chi chiede l'ecdl come requisito, non ha bisogno di gente che sa "usare il computer" ma di impiegati che sappaimo mandare un'email, fare 3 conti con excel, scrivere una relazione con word, e al limite fare una query in access.- Scritto da: munehiro
    so amministrare server linux e relativi
    servizi (da apache/php e database+unixodbc a
    ldap, passando per dns, ftp e tutto il
    cucuzzaro, anche in ipv6) anche con
    clustering con openmosix e beowulf. So
    programmare in C, C++, python, php, sql,
    fortran77, LaTeX, xml/xslt, bash.

    Pero' non so usare office e windows...
    quindi non so usare un computer.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io? [TROLL]

    esatto. Considerato che nel 90% dei casi
    alle aziende non gliene può fregar di meno
    di ciò che sai fare tu...serve invece chi sa
    usare office. Tu hai la tua nicchia.
    (punto).SPETTACOLO!!!!sei un troll, non sai neanche cosa dire...leone2000
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve

    L'ECDL è questo e basta: una specie di
    inglese di base.in quanto presidente di un'azienda, preferisco selezionare personalmente il nuovo personale e mai mi affiderei alla presenza del ECDL nel cv di un candidato per giudicarne la consocenza dell'uso di base del computer.mi dispiace dirtelo, ma sei in clamoroso errore;L'ECDL sarebbe paragonabile a un corso di inglese di base seanziche' la conoscenza di Microsoft Word, prevedesse la conoscenza di un word processor WYSWYG,anziche' la conoscenza di Microsoft Excel, prevedesse la conoscenza di un foglio di calcolo,anziche' la conoscenza di Microsoft PowerPoint, prevedesse la conoscenza di un applicazione qualunque per generare e proiettare slide,anziche' la conoscenza di Microsoft FrontPage, prevedesse la conoscenza di un editor HTML WYSWYG,anziche' la conoscenza di Microsoft Outlook, prevedesse la conoscenza di un PIM e un MUA,anziche' la conoscenza di Microsoft Windows, prevedesse la conoscenza di un sistema operativo con filemanager, interfaccia grafica a finestre e uso del mouse,e cosi' via.Office è la suite d'ufficio piu' diffusa e, per alcuni versi, anche un buon prodotto; questo però non giustifica che la conoscenza di funzionalità comuni a tutte le suite d'ufficio debba passare per 'sapere usare MSOFFICE',a meno che che tu non giudichi necessario saper scegliere il pupazzetto animato dell'help online come prerequisito di un buon operatore al PC.Tommaso Perna
  • Anonimo scrive:
    Appunti
    L'ECDL è un attestato che serve principalmente per poter avere una base di valutazione comune delle conoscenze di base di una persona in relazione al mercato (in questo caso ahimé M$). I professionisti non c'entrano, vengono valutatied esaminati in base a ben altri parametri.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ECDL invece serve
    Insegnate anche che i programmi Microsoft si devono pagare, e non si devono copiare per fare le prove sul PC di casa?
  • Anonimo scrive:
    L'ECDL invece serve
    Da questo forum emerge che forse avete una visione un po' ristretta della realtà.Voi siete dei techie, degli intenditori, dei gourmet, dei professionisti dell'informatica.Ma la realtà, là fuori, è ahimè differente.Voi siete solo una piccola (percentualmente) parte.Lavoro per una università molto grande del nord Italia e ho a che fare ogni anno con qualche migliaio di matricole.Organizziamo corsi e esami basati proprio sul syllabus ecdl.In primo luogo il syllabus ecdl permette di raggiungere una certa omogeneità nella preparazione degli studenti che, vi posso assicurare, hanno ancora conoscenze scarse (molto) e soprattutto non sistematizzate.In secondo luogo il syllabus ecdl non fa altro che fotografare una realtà.Durante i corsi si usano prodotti microsoft e i test di profitto si basano su prodotti msoft perchè la realtà è quella: 90% del mondo usa msoft.Mi aspetto il classico detto "mangiate **rda, 100 bilioni di mosche non possono sbagliare"Secondo me sarebbe come abbandonare l'insegnamento dell'inglese e proporre un'altra lingua in sostituzione, per esempio il sanscrito, che è si' piu' difficile, ma vuoi mettere, ha una duttilità, una eleganza e una ricchezza che l'inglese si scorda.Tutto questo e' molto bello, ma nel mondo, a parte pochi intenditori, il sanscrito non lo usa nessuno, vogliono che sappiate l'inglese... E magari solo quello commerciale.L'ECDL è questo e basta: una specie di inglese di base.E voi, gourmet dell'informatica, siete pronti ad affermare che per un principiante è bene imparare ad usare un pc con linux e staroffice?Quando andranno a lavorare, in un piccolo ufficio, in una fabbrichetta, ecc. cosa credete che troveranno installato sul loro pc?Fino quando i prodotti OpenSource non saranno una valida alternativa e avranno una diffusione limitata, sarebbe errato impostare corsi su tali prodotti.E' vero pero' che bisogna far vedere che il mondo (per fortuna) non è solo Msoft.Nei nostri corsi si ricorda costantemente che esistono alternative ai prodotti msoft e commerciali in genere e invitiamo caldamente gli studenti a provarle (abbiamo i cd già pronti con OpenOffice e li distribuiamo agli studenti che vogliano provarlo).Mi dispiace, ma il 90% non lo ha apprezzato.E' anche vero che l'open source non si ferma (fortunatamente) solo a OpenOffice, ma vi vedete uno studente medio installarsi a casa un bello slackware e altri ammenniccoli e lottare per fare funzionare la baracca?Sapete cosa direbbe?"Io non sono uno studente di informatica, ma di lettere (o lingue, o giurisprudenza, o scienze politiche, ecc.). Io voglio scrivere, fare di conto, presentare, navigare, inviare posta, non voglio diventare un informatico..."E ora, se volete, picchiatemi pureSaluti a tutti
  • leonardo() scrive:
    Re: EMSOCL
    - Scritto da: MrFaber
    Non capisco perché non hanno chiamato il
    patentino con un più realistico 'EMSOCL'
    (European MicroSoft Office Computer
    License)...

    Alla fine di questo si tratta!

    Che indecenza...già. Forse però qualcuno ha cominciato a ragionare, o sta cercando semplicemente di salvarcsi la faccia:http://linfe.it/OpenLab/NoteFormazione/openECDLdovrebbero essere moduli aggiuntivi che parlano di Linux, KDE, OpenOffice (scusate, ma data l'ora di leggereli per bene non ne ho proprio voglia..:))
  • leonardo() scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: Anonimo

    esatto. Considerato che nel 90% dei casi
    alle aziende non gliene può fregar di meno
    di ciò che sai fare tu...serve invece chi sa
    usare office. Tu hai la tua nicchia.
    (punto).Spero vivamente che tu stia scherzando..
  • leonardo() scrive:
    Re: Grandioso...
    - Scritto da: Anonimo

    SELECT * FROM users WHERE ecdl = 'yes' AND
    clue
    0

    0 rows returnedLOL :)
  • MrFaber scrive:
    Re: EMSOCL
    - Scritto da: Anonimo

    Non capisco perché non hanno chiamato il

    patentino con un più realistico 'EMSOCL'

    (European MicroSoft Office Computer

    License)...



    Alla fine di questo si tratta!



    Che indecenza...

    E ti sembra poco? Alla fine è questo che
    serve alla stragrande maggioranza degli
    utenti.Ciò non toglie che il nome risulta fuorviante, in quanto fa credere che chi abbia il 'patentino' sappia usare un 'computer', mentre sa forse forse utilizzare il pacchetto Microsoft Office.Onestamente mi sembra solo una gran pubblicità ad uno dei prodotti MS di punta; il bello è che la gente paga per ottenere l'ECDL, esattamente come pagherà (o dovrebbe pagare) per una licenza di MS Office...Buffo, vero? :-O
  • Anonimo scrive:
    Re: EMSOCL
    pero come si fa un accesso remoto non lo spiego piu !!!
  • Anonimo scrive:
    Grandioso...
    Così vedremo un'ulteriore aumento di "utenti" che non sono capaci di allegare una .jpeg ad un messaggio di e-mail senza includerla in un documento Uord, mandano in giro informazioni riservate comprese nelle "bozze" degli stessi documenti Uord, e cliccano su tutto anche se ci fosse scritto sopra "IO SONO UN VIRUS" in caratteri Arial Black da 96 punti.Che spasso.
    SELECT * FROM users WHERE ecdl = 'yes' AND clue
    00 rows returnedFD
  • godzilla scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: munehiro

    so amministrare server linux e relativi

    servizi (da apache/php e
    database+unixodbc a

    ldap, passando per dns, ftp e tutto il

    cucuzzaro, anche in ipv6) anche con

    clustering con openmosix e beowulf. So

    programmare in C, C++, python, php, sql,

    fortran77, LaTeX, xml/xslt, bash.



    Pero' non so usare office e windows...

    quindi non so usare un computer.

    esatto. Considerato che nel 90% dei casi
    alle aziende non gliene può fregar di meno
    di ciò che sai fare tu...serve invece chi sa
    usare office. Tu hai la tua nicchia.
    (punto).ma stai scherzando?hai idea di quanto costi un professionista di quel calibro invece? che esperienza hai in azienda? sei anche tu figlio delle dotcom? perché sai prima della paginetta web schiumosa e animata c'è un server web che la regge... non so se l'hai mai letto su "internet for dummies".salutigodzilla
  • godzilla scrive:
    Re: EMSOCL
    - Scritto da: Anonimo

    E ti sembra poco? Alla fine è questo che
    serve alla stragrande maggioranza degli
    utenti.forse.
  • pigmalion scrive:
    Re: e io?

    esatto. Considerato che nel 90% dei casi
    alle aziende non gliene può fregar di meno
    di ciò che sai fare tu...serve invece chi sa
    usare office. Tu hai la tua nicchia.
    (punto).Miii e la chiami nicchia?!?
  • Anonimo scrive:
    Ecdl insegna solo microsoft,che sbaglio!
    Secondo me, anche se da una parte è vero che insegna a "padroneggiare" i programmi difatto più usati, è profondamente sbagliato il principio secondo cui in pratica si riducono i 6/7 degli esami a una sorta di certificazione microsoft...Perchè non s'introduce l'insegnamento anche di altri programmi, di altre piattaforme?Perchè dare per scontato che ci sarà sempre e solo winslow?...Mi auguro che un giorno qualcuno si accorga dello sbaglio...Max M
  • Anonimo scrive:
    Re: EMSOCL
    - Scritto da: MrFaber
    Non capisco perché non hanno chiamato il
    patentino con un più realistico 'EMSOCL'
    (European MicroSoft Office Computer
    License)...

    Alla fine di questo si tratta!

    Che indecenza...E ti sembra poco? Alla fine è questo che serve alla stragrande maggioranza degli utenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: e io?
    - Scritto da: munehiro
    so amministrare server linux e relativi
    servizi (da apache/php e database+unixodbc a
    ldap, passando per dns, ftp e tutto il
    cucuzzaro, anche in ipv6) anche con
    clustering con openmosix e beowulf. So
    programmare in C, C++, python, php, sql,
    fortran77, LaTeX, xml/xslt, bash.

    Pero' non so usare office e windows...
    quindi non so usare un computer.esatto. Considerato che nel 90% dei casi alle aziende non gliene può fregar di meno di ciò che sai fare tu...serve invece chi sa usare office. Tu hai la tua nicchia. (punto).
  • Anonimo scrive:
    e io?
    so amministrare server linux e relativi servizi (da apache/php e database+unixodbc a ldap, passando per dns, ftp e tutto il cucuzzaro, anche in ipv6) anche con clustering con openmosix e beowulf. So programmare in C, C++, python, php, sql, fortran77, LaTeX, xml/xslt, bash.Pero' non so usare office e windows... quindi non so usare un computer.
  • MrFaber scrive:
    EMSOCL
    Non capisco perché non hanno chiamato il patentino con un più realistico 'EMSOCL' (European MicroSoft Office Computer License)...Alla fine di questo si tratta!Che indecenza...
  • Anonimo scrive:
    Vabbe'
    Suppongo che sara' superiore alle certificazioni Cisco, Sun, MCSE etc... Vedrai te se un CCIE cisco non si vedra' soffiare il posto da un corsista regionale con ECDL :-)))))))))))))))))))))))))))hola crack
  • Anonimo scrive:
    ECDL gran bufala
    E' davvero scandaloso come funziona questa ecdl.Alla fine a loro interessa solo poter dare le autorizzazioni a chi può divenire "certificatore ecdl " per fare soldi.....e pure tanti
Chiudi i commenti