Silenzio, parla il telefonino

Una ricerca tedesca sostiene di aver sviluppato una tecnologia in grado di leggere il potenziale elettrico dell'attività facciale per riprodurre una conversazione silenziosa

Roma – L’istituto di antropomatica dell’Istituto Tecnologico di Karlsruhe (KIT) ha sviluppato una tecnologia che permetterebbe alle persone di comunicare senza emettere suoni, ma limitandosi a muovere la bocca senza dargli fiato.

La ricerca si è basata sul principio della elettromiografia, cioè l’acquisizione e la registrazione dei potenziale elettrico generato dall’attività muscolare: nel caso in esame l’attività dei muscoli facciali nell’atto della conversazione.

In questo modo, pur non emettendo suono, sarà possibile conversare commutando i segnali dell’attività facciale registrati tramite sensori elettromiografici attaccati al volto.

Le prime applicazioni suggerite sono relative alla conversazione via cellulare : permetterebbe infatti sia di portare avanti conversazioni senza disturbare chi si trova nelle vicinanze (l’esempio tipico è quello degli squilli imprevisti a cinema o teatro), sia di comunicare informazioni riservate senza essere costretti a condividerle con chiunque sia nelle vicinanze.

Tuttavia lo sviluppo certamente più utile sarebbe quello relativo ai difetti o problemi logopedici: potrebbe anche permettere ai muti, o a coloro che avessero subito danni alle corde vocali, di parlare.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luigia Ponepisagi scrive:
    segnalazione
    Forse è solo una svista, ma sembra che, molto italianamente, abbiate dato per scontato che una persona esperta di Cyberlaw sia un uomo. Invece Lilian è un nome femminile.
  • Carlo scrive:
    liberal
    "Mentre la fazione liberal propone ghigliottine ..."E meno male che sono i "liberal", quelli che sostengono che le regole le deve dettare il libero mercato, e invece invocano a gran voce le ghigliottine di Stato a difesa del loro orticello. Complimenti! Ne abbiamo tanti anche a casa nostra di "liberal" come quelli, che scaricano gli oneri sullo Stato ed esportano gli utili altrove, alla faccia del libero mercato.
  • The Real Gordon scrive:
    Guardate che in Italia è peggio...
    800 sterline e non se ne fa più nulla? In Italia con la legge urbani erano passate sanzioni PENALI, poi divenute, a seguito di modifiche, estinguibili con la c.d. "oblazione".Quanto alla possibilità di una corte (quindi non una cosa tipo l'hadopi, una CORTE) di imporre agli ISP di tagliare la connessione a un sito che ospita contenuti protetti, in Italia si è SEMPRE potuto fare, ben prima della urbani.Infine, vorrei far notare che il regno unito non è l'italia, lì la giustizia funziona, ma è anche piuttosto garantista, non è vero che si deve "dimostrare la propria innocenza". Dubito seriamente che un giudice, sulla scorta delle sole dichiarazioni delle majors, condanni un utente a pagare le famose 800 sterline. Immagino che si imporrà come minimo di verificare i log dell'ISP.
    • Valeren scrive:
      Re: Guardate che in Italia è peggio...
      - Scritto da: The Real Gordon
      Infine, vorrei far notare che il regno unito non
      è l'italia, lì la giustizia funziona, ma è anche
      piuttosto garantista, non è vero che si deve
      "dimostrare la propria innocenza". Parliamo della stessa Gran Bretagna dove per legge sei tenuto a comunicare le tue pwd all'autorità senza poterti opporre, altrimenti verrà automaticamente riconosciuta la colpevolezza del reato ascritto ed inflitto il massimo della pena?Perché se ne hanno fondata una seconda allora la tua frase ha senso.
      • The Real Gordon scrive:
        Re: Guardate che in Italia è peggio...
        - Scritto da: Valeren
        - Scritto da: The Real Gordon

        Infine, vorrei far notare che il regno unito non

        è l'italia, lì la giustizia funziona, ma è anche

        piuttosto garantista, non è vero che si deve

        "dimostrare la propria innocenza".

        Parliamo della stessa Gran Bretagna dove per
        legge sei tenuto a comunicare le tue pwd
        all'autorità senza poterti opporre, altrimenti
        verrà automaticamente riconosciuta la
        colpevolezza del reato ascritto ed inflitto il
        massimo della
        pena?Il diritto non è ambito in cui deformare le parole a proprio piacimento. Non esiste nessuna legge che dica ciò che dici tu, e quella a cui ti riferisci (meglio, a cui ti VORRESTI riferire) dice una cosa completamente diversa. Non ho neanche voglia di spiegarti la differenza.
        • Valeren scrive:
          Re: Guardate che in Italia è peggio...
          Sforzati ed aiutami.O vuoi che sia io a spiegarti il RIPA?Parte terza, articolo 49E non è una cosa completamente diversa.E' esattamente quello che ho scritto ed è la realtà dei fatti.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Guardate che in Italia è peggio...
            - Scritto da: Valeren
            Sforzati ed aiutami.
            O vuoi che sia io a spiegarti il RIPA?
            Parte terza, articolo 49
            E non è una cosa completamente diversa.
            E' esattamente quello che ho scritto ed è
            la realtà dei
            fatti.No. Tu hai scritto:
            Parliamo della stessa Gran Bretagna dove per
            legge sei tenuto a comunicare le tue pwd
            all'autorità senza poterti opporre, altrimenti
            verrà automaticamente riconosciuta la
            colpevolezza del reato ascritto ed inflitto il
            massimo della
            pena?http://www.opsi.gov.uk/acts/acts2000/ukpga_20000023_en_8#pt3-pb1-l1g49Nulla di cui tu hai scritto è vero. Non rivelare la password costituisce un reato a se stante, che nulla ha a che vedere col "massimo della pena" del reato di cui uno è accusato. Non solo, le condizioni per infliggere la pena sono restrittive, prima fra tutte il fatto che bisogna dimostrare l'esistenza stessa di dati cifrati, cosa impossibile, salvo non lo dica l'indagato stesso (e allora è proprio un fesso). Il principio base della crittografia moderna è proprio quello di rendere statisticamente indistinguibili dati criptati da dati casuali.Ma non c'era bisogno di leggersi il documento. Semplicemente è impossibile condannare di default un imputato che si rifiuta di testimoniare contro se stesso, è incostituzionale secondo qualunque costituzione occidentale.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Guardate che in Italia è peggio...
            Che palle, col neretto era illeggibile, correggo:
            - Scritto da: Valeren

            Sforzati ed aiutami.

            O vuoi che sia io a spiegarti il RIPA?

            Parte terza, articolo 49

            E non è una cosa completamente diversa.

            E' esattamente quello che ho scritto ed è

            la realtà dei

            fatti. No. Tu hai scritto:

            Parliamo della stessa Gran Bretagna dove per

            legge sei tenuto a comunicare le tue pwd

            all'autorità senza poterti opporre, altrimenti

            verrà automaticamente riconosciuta la

            colpevolezza del reato ascritto ed inflitto il

            massimo della

            pena?http://www.opsi.gov.uk/acts/acts2000/ukpga_2000002 Nulla di cui tu hai scritto è vero. Non rivelare la password costituisce un reato a se stante, che nulla ha a che vedere col "massimo della pena" del reato di cui uno è accusato. Non solo, le condizioni per infliggere la pena sono restrittive, prima fra tutte il fatto che bisogna dimostrare l'esistenza stessa di dati cifrati, cosa impossibile, salvo non lo dica l'indagato stesso (e allora è proprio un fesso). Il principio base della crittografia moderna è proprio quello di rendere statisticamente indistinguibili dati criptati da dati casuali. Ma non c'era bisogno di leggersi il documento. Semplicemente è impossibile condannare di default un imputato che si rifiuta di testimoniare contro se stesso, è incostituzionale secondo qualunque costituzione occidentale. Discorso diverso se si DIMOSTRA che sta occultando delle prove. Quel "dimostra" con la crittografia diventa un po' complicato.
      • Pinguino emigrato scrive:
        Re: Guardate che in Italia è peggio...
        Parliamo della stessa Gran Bretagna dove CD e DVD originali costano dalle 3 alle 8 sterline, per cui tanto vale comprarli.
        • affogasassi scrive:
          Re: Guardate che in Italia è peggio...
          o forse di una gb parallela loldella serie regalatevi un mac:http://www.lockerz.com/signup/4BxTvcaDYSXpfwYljUZVDSIPKkWB-6CwA0aMOb0i7DlpcnlwykP75eT3g
        • Lord Kap scrive:
          Re: Guardate che in Italia è peggio...
          - Scritto da: Pinguino emigrato
          Parliamo della stessa Gran Bretagna dove CD e DVD
          originali costano dalle 3 alle 8 sterline, per
          cui tanto vale comprarli.Infatti. E il sito dove mi approvvigiono te li spedisce pure a casa senza spese aggiuntive.-- Saluti, Kap
          • Pietro scrive:
            Re: Guardate che in Italia è peggio...
            E non ce lo dici il nome di questo sito?
          • Lord Kap scrive:
            Re: Guardate che in Italia è peggio...
            - Scritto da: Pietro
            E non ce lo dici il nome di questo sito?Volevo evitare lo spam, comunque è http://www.play.com-- Saluti, Kap
          • Pietro scrive:
            Re: Guardate che in Italia è peggio...
            Grassie! :D
    • harvey scrive:
      Re: Guardate che in Italia è peggio...
      La differenza sostanziale e' che in italia le leggi non vengono applicate, in Gran Bretagna si
      • ninjaverde scrive:
        Re: Guardate che in Italia è peggio...
        - Scritto da: harvey
        La differenza sostanziale e' che in italia le
        leggi non vengono applicate, in Gran Bretagna
        siBeh, in Italia sì e a volte no....Forse dipende dalla Luna :s chissà....O da come si sveglia il giudice di turno, se la moglie ha fatto sciopero...oppure ha incontrato....un nuovo amore.... :O se ama le poesie, ed allora libera il mafioso condannato a diversi anni.... (perche' magari è un assassino, ma poetico) :|-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 marzo 2010 13.06-----------------------------------------------------------
  • Enjoy with Us scrive:
    Beh meglio questo che le disconnessioni!
    Tanto ci vuol poco a spostare tutto su server di paesi terzi, così sono tutti contenti, Lo stato che può aver detto di aver fatto la sua parte nell'impedire la pirateria e i fruitori della rete che potranno continuare a fare file sharing alla faccia della major... non ne saranno contente le major... ma quanto mi dispiace!
    • ruppolo scrive:
      Re: Beh meglio questo che le disconnessioni!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Tanto ci vuol poco a spostare tutto su server di
      paesi terzi, così sono tutti contenti, Lo stato
      che può aver detto di aver fatto la sua parte
      nell'impedire la pirateria e i fruitori della
      rete che potranno continuare a fare file sharing
      alla faccia della major... non ne saranno
      contente le major... ma quanto mi
      dispiace!Da quando in qua i ladri sono passati da "pirati" a "fruitori della rete"?
      • OldDog scrive:
        Re: Beh meglio questo che le disconnessioni!
        - Scritto da: ruppolo

        Da quando in qua i ladri sono passati da "pirati"
        a "fruitori della rete"?a) Per definizione neutra sono "fruitori della rete", giacché sia il comune cittadino che il ladro in fuga sono, alla guida di un auto sono fruitori della rete stradale...b) La difesa del diritto d'autore ha raggiunto forzature e storpiature incredibili, non tutelando affatto l'equo riconoscimento economico dell'opera intellettuale, ma andando a calpestare diritti come quello di tutelare il bene acquistato, condividere l'uso di un bene comprato, rivenderlo, non doversi PRESUMERE COLPEVOLE perché acquista un dispositivo di memorizzazione o una connessione a banda larga...A dirla tutta sarebbe ora di cambiare il nome di questi da "Pirati" a "Corsari", dotati di regolare "patente di corsa" da parte nostra di cittadini spregiati da chi abusa dei propri agganci politici per fare il proprio cavolo.Ovviamente non difendiamo di chi lucra rivendendo o plagiando le opere, ma neppure possiamo tollerare chi MODIFICA ad uso proprio la legge per conservare lucro da un modello di business cambiato alle radici dalla tecnologia.
      • panda rossa scrive:
        Re: Beh meglio questo che le disconnessioni!
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Tanto ci vuol poco a spostare tutto su server di

        paesi terzi, così sono tutti contenti, Lo stato

        che può aver detto di aver fatto la sua parte

        nell'impedire la pirateria e i fruitori della

        rete che potranno continuare a fare file sharing

        alla faccia della major... non ne saranno

        contente le major... ma quanto mi

        dispiace!

        Da quando in qua i ladri sono passati da "pirati"
        a "fruitori della
        rete"?La vogliamo finire di usare termini impropri a caso?Che c'entra "ladri" in questo contesto?Ladro e' chi entra in casa tua, ti porta via l'apple e tu resti senza.
        • Steve Robinson Hakkabee scrive:
          Re: Beh meglio questo che le disconnessioni!

          Ladro e' chi entra in casa tua, ti porta via
          l'apple e tu resti
          senza. Quello non è un ladro ma un eroe!
      • misteri scrive:
        Re: Beh meglio questo che le disconnessioni!
        chi lo saloldella serie regalatevi un mac:http://www.lockerz.com/signup/4BxTvcaDYSXpfwYljUZVDSIPKkWB-6CwA0aMOb0i7DlpcnlwykP75eT3g
      • E. Purator scrive:
        Re: Beh meglio questo che le disconnessioni!
        Scaricare non è rubare e non dovrebbe essere un reato.Chi dice che "scaricare = rubare" è un XXXXX.- Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Tanto ci vuol poco a spostare tutto su server di

        paesi terzi, così sono tutti contenti, Lo stato

        che può aver detto di aver fatto la sua parte

        nell'impedire la pirateria e i fruitori della

        rete che potranno continuare a fare file sharing

        alla faccia della major... non ne saranno

        contente le major... ma quanto mi

        dispiace!

        Da quando in qua i ladri sono passati da "pirati"
        a "fruitori della
        rete"?
    • Valeren scrive:
      Re: Beh meglio questo che le disconnessioni!
      Meglio mica troppo: ad una qualunque major basta caricare 30 secondi di un suo pessimo film o video per far sparire un intero servizio dal paese.Ad Atene si chiamava ostracismo, ma almeno sceglieva il popolo.
Chiudi i commenti