Singapore chiude le chat

Ordinando ai provider di rimuovere i messaggi sessualmente espliciti dalle chat, le autorità in pratica impongono la cessazione di un'attività molto popolare. La scusa c'è e sono abusi, violenze e prostituzione


Singapore – Non si smentiscono le autorità di Singapore, tanto attente a cavalcare le nuove tecnologie e agevolare i nuovi mercati quanto caute nel consentire ad uno strumento impossibile da controllare di dilagare senza intervenire.

Ai circa 30 operatori che a Singapore gestiscono servizi avanzati sulle reti della telefonia mobile o internet, come le chat via wap o altre piattaforme, l’Agenzia per lo sviluppo dei Media ha imposto di sottoscrivere un codice di condotta che, secondo il governo dell’isola, dovrebbe mettere fine ad alcuni episodi legati all’uso delle chat telefoniche.

Proprio come in Italia e in molti altri paesi, sono moltissimi gli utenti, soprattutto giovani, che a Singapore entrano nelle chat room elettroniche accessibili via telefonino , ambienti nei quali spesso e volentieri si finisce per dialogare anche a lungo e approfonditamente con perfetti sconosciuti riconoscibili soltanto da un nickname. Chat talvolta piuttosto costose che però esercitano, evidentemente, un fascino notevole su migliaia di utenti.

“L’Agenzia – si legge in una nota diffusa nelle scorse ore – impone questa novità come risposta alle preoccupazioni della polizia relativamente ad un aumento di crimini sessuali legati all’attività in chat da parte di giovani vittime negli ultimi due anni”. A quanto pare questo genere di casi sono stati 14 nel 2003 contro i 10 del 2000.

Il Codice richiede agli operatori di “rimuovere messaggi sessualmente espliciti o offensivi sui propri servizi accessibili dal pubblico”. Una dicitura che, nei fatti, imporrebbe agli operatori non solo di curiosare con perizia negli scambi di messaggi che avvengono via telefono o via internet, con buona pace di ogni ipotesi di privacy, ma che evidentemente spingerebbe fuori da quell’ambiente digitale tutti coloro che lo usano al preciso scopo di dialogare di certi temi, magari per trovare un o una partner.

Non solo, agli operatori viene anche chiesto di fornire una sorta di “numero rosso” al quale deve essere possibile lasciare commenti e segnalazioni sui servizi offerti, di impedire inoltre l’accesso ai servizi ai minori di anni 18, e questo nonostante le “purghe” nelle conversazioni, e di consentire infine ai genitori di impedire l’accesso ai servizi da parte dei bambini.

Tutte misure, dunque, destinate a cancellare le chat telefoniche e internettiane dall’isola.

Il nuovo Codice sarà efficace a partire dal primo giugno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Nulla di sbagliato
    un bel gps su per il c...haihaihai..
  • Anonimo scrive:
    Re: ULLI ULLI.........
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ........CHI GLI HA FATTI SE LI
    TRASTULLI.





    Dalle mie part si dice così.

    Chi "li" ha fatti...
    Ignorante.HI - HOOO......HI - Hooo !!!!!!!!!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: nascondino
    lol
  • sandman scrive:
    nascondino
    immagino i bambini hacker che entrano nel sistema del parco x farsi comunicare dove stan nascosti gli amichetti :D
  • Anonimo scrive:
    Re: ULLI ULLI.........
    - Scritto da: Anonimo
    ........CHI GLI HA FATTI SE LI TRASTULLI.


    Dalle mie part si dice così.Chi "li" ha fatti...Ignorante.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un chip nel culo no?
    - Scritto da: Anonimo
    Non si sa mai, con l' aria che tira..8)8)8)personalmente preferisco altro nel culo
  • Anonimo scrive:
    Re: Nulla di sbagliato

    Se vi fosse, e questa era la mia premessa,
    un modo per far si' che le letture siano a
    disposizione solo su richiesta del
    magistrato tu capisci cosa questo
    significherebbe per rapimenti, sequestri e
    quant'altro.
    Ovvio che se il meccanismo diventa un modo
    per sapere in diretta sempre dov'e' chiunque
    le cose cambiano.
    Ma allora rifiutiamo anche la Carta di
    identità elettronica, quella di
    credito e via dicendo.sii cambierebbe molto, anziche' dire speriamo che ce lo ridiano vivo, le famiglie dovrebbero dire speriamo che ce lo diano vivo e con tutte e due le braccia, infatti se io ti rapissi non avendo niente da perdere procederei alla rimozione immediatamente..
    Scusa hai ragione tu, sono sicuramente un
    autolesionista persino sfigato.sarai anche stalinista se va bene, con questa fissa da controllo totale,prima sara' un braccialetto per i poppanti, perche' sfruttare le paure irrazionali dei genitori e' molto facile, poi sara' sottopelle perche' e' piu' sicuro, poi sara' illegale rimuoverlo perche' non hai motivo di farlo se non hai niente da nascondere, poi se un giorno mai la democrazia (ha ha) vacillera' sara' gia' tutto pronto..una volta ci voleva il permesso del magistrato per un'intercettazione telefonica, c'era un controllo, pero' ci voleva troppo tempo per ottenerla, c'era troppa burocrazia, e adesso non e' piu' necessaria, non e' che la tua posizione non sia ragionevole ed equilibrata, il problema e' che non ci si puo' fidare delle persone che ci rappresentano, ma questo non nel 2984, gia' oggi.
  • illegalinstruct scrive:
    Re: Nulla di sbagliato
    - Scritto da: TieFighter

    Non sono d'accordo che i vantaggi in

    sicurezza siano tali da superare tutte
    le

    rogne che questi cip potrebbero dare,
    solo

    dal punto di vista pratico:

    Beh non ho detto questo, la cosa inquieta,
    pero' e' inquietante anche la poca sicurezza il rimedio proposto e' peggiore del male ..inoltre molti criminali sono clandestini entrati illegalmente in italia , che non avrebbero il chip

    1) dovresti impiantarlo a tutti,
    immigrati

    compresi (e come si fa con i
    clandestini ?)

    Non ho parlato di un impianto obbligatorio
    ovviamente. Se la motivazione, per esempio,
    e' anti-sequestro, un riccone potrebbe
    decidere di utilizzarlo.
    L'obbligo di impiantare qualcosa mi sembra
    pericoloso. Ma penso che molti genitori
    sarebero felici di farlo sui figli, se
    questo non avesse conseguenze mediche. Poi a
    18 anni uno potrebbe decidere di
    toglierselo.



    4) i dati sugli spostamenti dovrebbero

    essere protetti con la massima cura
    (cara

    rimango in ufficio per una riunione...)

    Questo ovviamente. Anzi, secondo me non
    dovrebbero proprio esserci. Qualora servisse
    ad un magistrato rintracciare un individuo
    allora e solo allora potrebbe tracciarlo.



    Io sono favorevole ad un'impianto
    temporaneo

    come un braccialetto, può essere

    utile per ritrovare il pupo ma nulla di

    permanente

    Si ma se uno glielo leva mentre lo rapisce
    che fai?
    e secondo te il chip non glielo possono levare ? mica ci vuole una laurea in chirurgia ..
  • TieFighter scrive:
    Re: Nulla di sbagliato

    Non sono d'accordo che i vantaggi in
    sicurezza siano tali da superare tutte le
    rogne che questi cip potrebbero dare, solo
    dal punto di vista pratico:Beh non ho detto questo, la cosa inquieta, pero' e' inquietante anche la poca sicurezza
    1) dovresti impiantarlo a tutti, immigrati
    compresi (e come si fa con i clandestini ?)Non ho parlato di un impianto obbligatorio ovviamente. Se la motivazione, per esempio, e' anti-sequestro, un riccone potrebbe decidere di utilizzarlo.L'obbligo di impiantare qualcosa mi sembra pericoloso. Ma penso che molti genitori sarebero felici di farlo sui figli, se questo non avesse conseguenze mediche. Poi a 18 anni uno potrebbe decidere di toglierselo.
    4) i dati sugli spostamenti dovrebbero
    essere protetti con la massima cura (cara
    rimango in ufficio per una riunione...)Questo ovviamente. Anzi, secondo me non dovrebbero proprio esserci. Qualora servisse ad un magistrato rintracciare un individuo allora e solo allora potrebbe tracciarlo.
    Io sono favorevole ad un'impianto temporaneo
    come un braccialetto, può essere
    utile per ritrovare il pupo ma nulla di
    permanenteSi ma se uno glielo leva mentre lo rapisce che fai?
  • Anonimo scrive:
    Re: Nulla di sbagliato
    hai mai pensato che sei gia' tracciato?cellulare.....bancomat.....telecamere sorveglianza....Bye.
  • illegalinstruct scrive:
    Re: Nulla di sbagliato

    Scusa hai ragione tu, sono sicuramente un
    autolesionista persino sfigato.

    secondo me semplicemente tu il chip incorporato ce l'hai gia' ,ma nel cervello ... a proposito di fantascienza : WE' RE THE BORG .RESISTENCE IS FUTILE .YOU'LL BE ASSIMILATED .p.s: i chip collegalibili al cervello (o meglio , alla rete neurale naturale che ci ha dato amdre natura) li stanno sperimentando in questi giorni ... li leggi i giornali ?
  • shevathas scrive:
    Re: Nulla di sbagliato
    - Scritto da: TieFighter
    Puo' essere inquietante e un po' lo e',
    visto soprattutto le castronerie che certi
    autori di fantascienza ci hanno propinato
    per anni, ma un GPS inserito in ciascuno di
    noi, consultabile soltanto a certe
    condizioni, magari dietro autorizzazione
    giudiziaria, renderebbe il paese piu'
    sicuro.Non sono d'accordo che i vantaggi in sicurezza siano tali da superare tutte le rogne che questi cip potrebbero dare, solo dal punto di vista pratico:1) dovresti impiantarlo a tutti, immigrati compresi (e come si fa con i clandestini ?)2) dovrebbero essere inclonabili e i dati devono essere aggiornati (altrimenti la mala non si farà scrupolo di usare chip "puliti" magari del nonnino morto tre giorni prima)3) dovrebbero essere ineliminabili dal corpo (altrimenti a cosa servono ?)4) i dati sugli spostamenti dovrebbero essere protetti con la massima cura (cara rimango in ufficio per una riunione...)5) senza considerare le altre questioni di ordine etico e morale
    Ovviamente sono favorevole ad un impianto
    nei bambini, sempreche' non provochi alcun
    danno fisico.Io sono favorevole ad un'impianto temporaneo come un braccialetto, può essere utile per ritrovare il pupo ma nulla di permanente
  • Anonimo scrive:
    Re: Nulla di sbagliato
    secondo me stò tiefaiter si da i voti da solo
  • TieFighter scrive:
    Re: Nulla di sbagliato

    non vedo perche' i criminali dovrebbero
    essere gli unici ad andare in giro senza
    essere tracciati, dal momento che loro
    troverebbero il modo di farlo, renderebbe
    solo piu' controllabile le persone normali,
    chiediti: a chi serve una cosa del genere?Se vi fosse, e questa era la mia premessa, un modo per far si' che le letture siano a disposizione solo su richiesta del magistrato tu capisci cosa questo significherebbe per rapimenti, sequestri e quant'altro.Ovvio che se il meccanismo diventa un modo per sapere in diretta sempre dov'e' chiunque le cose cambiano.Ma allora rifiutiamo anche la Carta di identità elettronica, quella di credito e via dicendo.
    una gps nel gomito vitanaturaldurante
    e' una perversione da comando, siccome tu
    non hai l'aria di occupare un posto di
    responsabilita' nella societa' sei anche
    autolesionista.Scusa hai ragione tu, sono sicuramente un autolesionista persino sfigato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Nulla di sbagliato
    - Scritto da: TieFighter
    Puo' essere inquietante e un po' lo e',
    visto soprattutto le castronerie che certi
    autori di fantascienza ci hanno propinato
    per anni, hai dei motivi per essere un'inguaribile ottimista o ti sei alzato col piede giusto?ma un GPS inserito in ciascuno di
    noi, consultabile soltanto a certe
    condizioni, magari dietro autorizzazione
    giudiziaria, renderebbe il paese piu'
    sicuro.non vedo perche' i criminali dovrebbero essere gli unici ad andare in giro senza essere tracciati, dal momento che loro troverebbero il modo di farlo, renderebbe solo piu' controllabile le persone normali, chiediti: a chi serve una cosa del genere?
    Ovviamente sono favorevole ad un impianto
    nei bambini, sempreche' non provochi alcun
    danno fisico.sei un protonazista, per fortuna i danesi sono una democrazia illuminata nordeuropea, un braccialetto per permettere piu' liberta' di movimento ad un bambino in un parco e' bene, una gps nel gomito vitanaturaldurante e' una perversione da comando, siccome tu non hai l'aria di occupare un posto di responsabilita' nella societa' sei anche autolesionista.ciao.
  • TieFighter scrive:
    Nulla di sbagliato
    Puo' essere inquietante e un po' lo e', visto soprattutto le castronerie che certi autori di fantascienza ci hanno propinato per anni, ma un GPS inserito in ciascuno di noi, consultabile soltanto a certe condizioni, magari dietro autorizzazione giudiziaria, renderebbe il paese piu' sicuro.Ovviamente sono favorevole ad un impianto nei bambini, sempreche' non provochi alcun danno fisico.
  • BlueSky scrive:
    Re: Un chip nel culo no?

    A parte le speculazioni, viviamo circondati
    da delinquenti e proteggere i bambini con un
    cippettino sottopelle e' sicuramente una
    buona idea.Gia'... peccato che la stragrande maggioranza dei reati contro i minori sono commessi dai genitori stessi o persone molto vicine alla famiglia. E che le autorita' giudiziarie, nei confronti di questi, sono abbastanza "comprensivi". Ergo... e' una misura invasiva all'inverosomile, che creera' piu' danni che benefici.Mi vengono in mente quei cani che, per non essere identificati dopo un abbandono in mezzo alla strada, vengono orribilmente mutilati...
  • Anonimo scrive:
    Re: Un chip nel culo no?
    Si, peccato che avrebbe loro provocato non pochi guai e dolore. Come lo tolgono il chippettino?! pensi che il terrorista ci vada di fino? mi sa proprio di no!
  • Anonimo scrive:
    Re: Un chip nel culo no?
    Ai poveracci sequestrati dai terroristi forse avrebbe fatto comodo, e sta pur certo che tra un po' cominceranno a darsi da fare anche qui.Comunque si puo' scegliere, a te la privacy a me la pelle...
  • Anonimo scrive:
    ULLI ULLI.........
    ........CHI GLI HA FATTI SE LI TRASTULLI.Dalle mie part si dice così.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un chip nel culo no?
    - Scritto da: Anonimo
    Non si sa mai, con l' aria che tira..8)8)8)Con l'aria che tira nel mio gufo il chip finisce dritto nelle fogne al primo cappuccino. In effetti a me il cappuccino fa un certo effetto
  • Anonimo scrive:
    Re: Un chip nel culo no?
    - Scritto da: Anonimo
    A parte le speculazioni, viviamo circondati
    da delinquenti e proteggere i bambini con un
    cippettino sottopelle e' sicuramente una
    buona idea.I troll coevi son diventati stucchevoli e privi di fantasia, dhe'!Saranno tutti sti chip sottopelle che si fanno infilare su per il gufo? pardon, cervello?
  • Anonimo scrive:
    Re: Un chip nel culo no?
    A parte le speculazioni, viviamo circondati da delinquenti e proteggere i bambini con un cippettino sottopelle e' sicuramente una buona idea.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un chip nel culo no?
    - Scritto da: Anonimo
    Non si sa mai, con l' aria che tira..8)8)8)per quello ci hanno gia pensato, lo usano per fare un esame allo stomacoi e intestino !!!le cose si fanno per gradi:intanto abituano la gente a mettere il chip sui figli per dargli un po di sicurezza (100 % falsa)poi abitueranno la gente a infilare i chip NEL braccio per non doversi piu portare dietro documenti ecc....(chi non lo fa lo guardano come "un troglodita") e in quel momento ci faranno fessi (e contenti)IL chip se lo mettano i politici cosi possiamo seguirli da casa e vedere se andreotti si incontra con riina !!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Un chip nel culo no?
    Non si sa mai, con l' aria che tira..8)8)8)
Chiudi i commenti