SKY verso la carta dei servizi

Consumatori


Roma – Dopo la decisione del Consiglio di Stato che ha confermato la sentenza del TAR sulla materia, anche la tv satellitare SKY dovrà dotarsi di una Carta dei servizi a garanzia dei consumatori. Una novità che in queste ore viene applaudita dalle associazioni dei consumatori: la Carta significa infatti dover adottare una serie di procedure e di regole pensate per tutelare il cliente verso disservizi, nei rapporti contrattuali e via dicendo.

SKY si era opposta all’imposizione della Carta da parte dell’Autorità TLC appellandosi al TAR e affermando che la delibera dell’Autorità non era legittima. Una contestazione che però è stata bocciata prima dal TAR e poi, come detto, dal Consiglio di Stato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ICT ???? AH AH AH
    Con questa lettera mi sento veramente preso per il c..o !!!Qui NON c'é l'ADSL perché Telecom NON considera "economicamente conveniente" sostituire la centrale, l'ISDN è disponibile da qualche anno e del Digitale Terrestre nessuna traccia (se per questo anche del segnale analogico poche tracce, và bé ....).Grazie per le spiegazioni, Sig. Presidente. Ma se qui non c'é maniera di accedere alle tanto decantate "innovazioni tecnologiche" mi spiega io che ci faccio di questo opuscolo ??? Ah sì, potrei utilizzarlo per accendere il caminetto ...
  • LuVi scrive:
    Scrivete a Stanca
    Questo è quello che gli ho appena scritto.To: L.Stanca@governo.itSubject: Libretto informativo "L'innovazione digitale per le famiglie"L'ho già scaricato, risparmiate questi soldi RUBATI a noi, ed abusati per la vostra RIDICOLA e tardiva campagna elettorale.VERGOGNA.Firma.
  • Anonimo scrive:
    Informazione E' politica!!!
    O no?Oppure bisogna pensare che chi posta in siti che si occupano di IT debba solo essere uno smanettone del cacchio, privo di qualsivoglia opinione che non sia: quale processore è meglio, conoscere la scheda video più potente in circolazione e menate simili?Sveglia ragazzi!! I vari dottor Goebbels di questo governo sono sempre all'opera, e Silvio ne ha di formidabili... erano tutti ex comunisti! Bondi, Ferrara, Liguori, e "compagni". Tutti folgorati sulla via per Arcore.Perchè scandalizzarvi per delle opinioni? Sono punti di vista, avete forse paura di non riuscire a confutarli? O vi dà semplicemente fastidio che qualcuno esprima il proprio pensiero?Viva l'inform-azione!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Informazione E' politica!!!

      O no?Non lo è.Si può dare un'informazione senza darne un'opinione.Si può dare un'informazione e al contempo darne un'opinione.Ma un giornale che informa non può dare l'opinione senza l'informazione.Sull'articolo si sottintende che il libretto è inutile, ma non se ne spiegano i contenuti. Quindi su che basi si dà l'opinione?Non c'entra un fico l'essere o meno smanettoni. C'entra la capacità della redazione di dare informazione e non di fare propaganda per chi li sostiene.
  • Anonimo scrive:
    Ma cos'è questo Punto Inform. o l'unità?
    Occupatevi di ciò per il quale siete letti, non di politica.
    • liberx scrive:
      Re: Ma cos'è questo Punto Inform. o l'un
      - Scritto da: Anonimo
      Occupatevi di ciò per il quale siete letti, non
      di politica.
      Forse dovresti scriverlo anche nei forum dei primi due articoli della home page perche' parlano di politica (piu' sotto ne vedo altri che ancora non ho letto pero')
  • Anonimo scrive:
    sono skifato
    analfabeti informatici che cercano di alfabetizzare?ho il voltastommaco leggendo oggi Pi (apparte l'articolo sulla Lego)
    • Anonimo scrive:
      Re: sono skifato
      - Scritto da: Anonimo
      analfabeti informatici che cercano di
      alfabetizzare?Beh non esageriamo, ok che e' una iniziativa strumentale fatta con le tasse ma Stanca qualcosa di IT sa, mica e' Urbani
  • xtc1998 scrive:
    Non sei informato
    Gentile Manfredini, mi sembra che il suo articolo sia solo una polemica inutile e demagogica.Ma le i ha idea di cosa sia l'e-government? E' un progetto EUROPEO di sviluppo digitale, per avvicinare la pubblica amministrazione al cittadino.Non è un progetto di destra o di sinistra, è un fatto. Se ci fosse stato Prodi al governo sarebbe andato tutto nello stesso modo e la lettera per informare i cittadini l'avrebbe scritta Prodi.Quindi la prego, prima di utilizzare le cose serie, per una sua ridicola polemica politica, cerchi di informare i cittadini della realtà, spiegando che la rivoluzione digitale al servizio del cittadino non è propaganda politica
    • liberx scrive:
      Re: Non sei informato

      Non è un progetto di destra o di sinistra, è un
      fatto. Se ci fosse stato Prodi al governo sarebbe
      andato tutto nello stesso modo e la lettera per
      informare i cittadini l'avrebbe scritta Prodi.Prima delle elezioni? Probabile.Ci sarebbe stato un commento cosi' se fosse stato Prodi? Probabile.
      cerchi di informare i cittadini della realtà,
      spiegando che la rivoluzione digitale al servizio
      del cittadino non è propaganda politicaNon lo vedo scritto. Dove e' scritto? Mi pare che la critica non sia all'E-Government ma alla lettera di Berlusconi.Ma tipo parlare dell'articolo invece di fare propaganda?
    • LuVi scrive:
      Re: Non sei informato
      - Scritto da: xtc1998
      Gentile Manfredini, mi sembra che il suo articolo
      sia solo una polemica inutile e demagogica.

      Ma le i ha idea di cosa sia l'e-government? E' un
      progetto EUROPEO di sviluppo digitale, per
      avvicinare la pubblica amministrazione al
      cittadino.

      Non è un progetto di destra o di sinistra, è un
      fatto. Se ci fosse stato Prodi al governo sarebbe
      andato tutto nello stesso modo e la lettera per
      informare i cittadini l'avrebbe scritta Prodi.

      Quindi la prego, prima di utilizzare le cose
      serie, per una sua ridicola polemica politica,
      cerchi di informare i cittadini della realtà,
      spiegando che la rivoluzione digitale al servizio
      del cittadino non è propaganda politicaGentile xtc, non mi cada dal pero.E' propaganda elettorale, di bassa lega e sfruttando argomenti che, invece, avrebbero dovuto essere affrontati, e meglio, durante l'azione di governo, proprio perchè siamo a 6 giorni dallo scioglimento delle camere.Non pensi che sono tutti fessi come il target ideale di questo libretto.LuVi
  • Anonimo scrive:
    9 --
  • Anonimo scrive:
    Articolo spudoratamente di parte
    sempre a spalare merda quando si parla del berlusca...PI sei alla frutta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Emilio scrive:
      Re: Articolo spudoratamente di parte
      - Scritto da: Anonimo
      sempre a spalare merda quando si parla del
      berlusca...

      PI sei alla frutta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Non sono d'accordo, l'articolo e' assolutamente condivisibile. Se non ci fosse stata anche la lettera di Berlusconi nessuno avrebbe detto nulla. Ma dato che c'e' si sono scoperti e l'articolo ci prende completamente.
  • Anonimo scrive:
    Ci spiegano l'IT ?!
    Ci spiegano l'IT ?! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ci spiegheranno cosa ?!?
    Ci spiegheranno anche come evitare il dilagare del DIGITAL DIVIDE ?!?!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci spiegheranno cosa ?!?

      Ci spiegheranno anche come evitare il dilagare
      del DIGITAL DIVIDE ?!?!Hai perfettamente ragione.Se Punto Informatico, anziché fare propaganda rossa, ci avesse informato sui contenuti del libretto, potremmo avere maggiori possibilità di farci una NOSTRA idea dell'utilità dell'opuscolo.Punto informatico, abbandona la propaganda rossa e torna a fare informazione.Ma la richiesta resterà inascoltata: siamo in campagna elettorale e si sa che devono armarsi.
  • Anonimo scrive:
    E I COMUNISTI FANNO FUD AL 99%
    cdoCi vediamo alle elezioni, VINCERE E VINCEREMO!
    • Anonimo scrive:
      Re: E I COMUNISTI FANNO FUD AL 99%
      - Scritto da: Anonimo
      cdo

      Ci vediamo alle elezioni, VINCERE E VINCEREMO!Certo, compagno.
      • Anonimo scrive:
        Re: E I COMUNISTI FANNO FUD AL 99%
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        cdo



        Ci vediamo alle elezioni, VINCERE E VINCEREMO!

        Certo, compagno. (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: E I COMUNISTI FANNO FUD AL 99%
      - Scritto da: Anonimo
      cdo

      Ci vediamo alle elezioni, VINCERE E VINCEREMO!quoto
    • Anonimo scrive:
      Re: E I COMUNISTI FANNO FUD AL 99%
      - Scritto da: Anonimo
      cdo

      Ci vediamo alle elezioni, VINCERE E VINCEREMO!frase che disse na volta un tuo amico che finì appeso per i piedi a piazzale Loreto...
      • Anonimo scrive:
        Re: E I COMUNISTI FANNO FUD AL 99%
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        cdo



        Ci vediamo alle elezioni, VINCERE E VINCEREMO!

        frase che disse na volta un tuo amico che finì
        appeso per i piedi a piazzale Loreto...Veramente mi riferivo a Oronzo Canà ne "L'allenatore nel pallone", frase cui il presidente della Longobarda rispondeva "Perdere e perderemo"Caspita, sempre a pensare male.. E fattela na razzo di risata ogni tanto! (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: E I COMUNISTI FANNO FUD AL 99%
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          cdo





          Ci vediamo alle elezioni, VINCERE E VINCEREMO!



          frase che disse na volta un tuo amico che finì

          appeso per i piedi a piazzale Loreto...

          Veramente mi riferivo a Oronzo Canà ne
          "L'allenatore nel pallone", frase cui il
          presidente della Longobarda rispondeva "Perdere e
          perderemo"

          Caspita, sempre a pensare male.. E fattela na
          razzo di risata ogni tanto!

          (rotfl)Concordo ! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Pro e Contro.
    "Pubblicità-Progresso" esiste da tempo immemorabile, questa lettera non è molto diversa, ma per deciderne l'utilità o meno ci può essere un solo criterio: quanta informazione utile e/o quanta propaganda inutile contiene.Certo il periodo in cui viene inviata è sospetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pro e Contro.

      "Pubblicità-Progresso" esiste da tempo
      immemorabile, questa lettera non è molto diversa,
      ma per deciderne l'utilità o meno ci può essere
      un solo criterio: quanta informazione utile e/o
      quanta propaganda inutile contiene.
      Certo il periodo in cui viene inviata è sospetto.Il periodo è sospetto? Forse sì. Anche se sicuramente non pteva essere mandata nel 2002 quando la digitalizzazione stava agli albori.Mi chiedo però perché PI non abbia indicato i contenuti del libretto. E se non conosceva i contenuti, perché denigrare la comunicazione a priori? Questo è sospetto. Soprattuto considerando il periodo di campagna elettorale e la fama di PuntoInformatico di essere un giornale con un certo orientamento politico noto a tutti.
  • sylvaticus scrive:
    E-quaquaraqua
    E-quaquaraqua:http://www.landregisteronline.gov.uk/http://www.agenziaterritorio.ithttp://www.catasto.it/
  • Anonimo scrive:
    5 --
    Caro nano, e se io non volessi il libricino, a mie spese tra l'altro, che dovrei fare?
  • Anonimo scrive:
    Meno male
    ... abbiamo qualcuno che pensa per noi.......bravi...finalmente.........In questo opuscolo però si dovrebbe spiegareagli italiani...come mai abbiamo le tariffe più basse, ( sì...sono le più basse di tutta europa vero....?) per collegamenti internet...come mai molte zone non sono coperte....dov' è la libera concorrenza... e via dicendo..Ma quello che scrivo è solo una piccola goccia...nel mare dell' ipocrisia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male

      ... abbiamo qualcuno che pensa per noi...
      ....bravi...finalmente.....
      ....In questo opuscolo però si dovrebbe spiegare
      agli italiani...come mai abbiamo le tariffe più
      basse, ( sì...sono le più basse di tutta europa
      vero....?) per
      collegamenti internet...come mai molte zone non
      sono coperte....dov' è la libera concorrenza... e
      via dicendo..
      Ma quello che scrivo è solo una piccola
      goccia...nel mare dell' ipocrisia...Quoto in pieno.Il caro Mortadella ha fatto una privatizzazione della Telecom pasticciata, vendendo la compagnia telefonica nazionale ai furbetti del quartiere. Così ci ritroviamo con un mercato dell'adsl privo di concorrenza, privo di copertura...e pensare che c'è chi vorrebbe l'iptv....ma dove? COME?? Se nemmeno i cavi reggono la 4Mega?Grazie Mortadella...e dire che dopo i pasticci del 96 rischi di governare di nuovo l'Italia...che farai, regalerai quel che resta dell'Eni all'Unipol?
  • Anonimo scrive:
    Caro Silvio, dopo la calcolatrice...
    Caro Silvio,dopo aver mandato a tutti gli italiani una calcolatrice per entrare nell'euro, questo giro non è che potresti mandarci una pen-drive? Giusto per "entrare nell'era digitale dalla porta usb". (Diioo che slogan ho scritto!!!)Scarlight
    • opazz scrive:
      Re: Caro Silvio, dopo la calcolatrice...
      Da cornice! n'effetti..
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Silvio, dopo la calcolatrice...
      No, ci manderà una nuova calcolatrice basata su pentium M giusto per tenere il conto della povertà galoppante (se puoi calcolarla allora non è ancora disperata quindi non sei povero)
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Silvio, dopo la calcolatrice...
      La porta USB non va bene, si sta creando e cercando di promuovere una porta di nuova generazione, la PSB, che viene dopo la porta che noi tutti conosciamo, la SB, ormai vecchia e non più affidabile. La porta SB dopo vari interventi ha raggiunto i suoi limiti teorici.Comunque non preoccupatevi, la porta PSB, che deriva dalla SB, è perfettamente compatibile con la SB, mancano però alcune specifiche.
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro Silvio, dopo la calcolatrice...
        ... meglio che non gli chiediamo di mandarci + niente - non abbiamo più per gare quello che lui molto gentilmente di manda..... p.s. - io non ho mai ricevuto la famosa calcolatrice per convertire l'euro..... ma sono sicuro che con i soldi che mi hanno spremuto l'ho pagata anche io......
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro Silvio, dopo la calcolatrice...
        ... meglio che non gli chiediamo di mandarci + niente - non abbiamo più soldi per pagare quello che lui molto gentilmente ci manda..... p.s. - io non ho mai ricevuto la famosa calcolatrice per convertire l'euro..... ma sono sicuro che con i soldi che mi hanno spremuto l'ho pagata anche io......
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Silvio, dopo la calcolatrice...

      dopo aver mandato a tutti gli italiani una
      calcolatrice per entrare nell'euro, questo giro
      non è che potresti mandarci una pen-drive?
      Giusto per "entrare nell'era digitale dalla porta
      usb". (Diioo che slogan ho scritto!!!)Non so se ne sei a conoscenza, ma in alcune università già viene fatto.Aggiornati :P
      • dudados scrive:
        Re: Caro Silvio, dopo la calcolatrice...
        - Scritto da: Anonimo
        Non so se ne sei a conoscenza, ma in alcune
        università già viene fatto.
        Aggiornati :PE vogliamo privare il mio povero nonno che l'università non l'ha mai frequentata di accedere alla tecnologia usb-storage?
  • Anonimo scrive:
    Ottimo articolo
    Condito di ironia quanto basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo articolo

      Condito di ironia quanto basta.Quanto basta per apparire agli occhi di qualunque essere pensante come un articolo di propaganda rossa e non di informazione tecnologica. Davvero penoso. Concordo, c'è solo ironia, niente di più.
      • Emilio scrive:
        Re: Ottimo articolo
        - Scritto da: Anonimo

        Condito di ironia quanto basta.
        Quanto basta per apparire agli occhi di qualunque
        essere pensante come un articolo di propaganda
        rossa e non di informazione tecnologica. Davvero
        penoso. Concordo, c'è solo ironia, niente di più.Non credo che una critica intelligente e carica di ironia al Governo sia etichettabile come propaganda rossa. A meno di non voler davvero credere che gli italiani si dividano in due, in chi e' con B e in chi e' con P. Per fortuna credo che la nostra gente sia molto piu' intelligente di cosi'. Anch'io dico ottimo articolo e, anzi, importante denuncia.
  • Anonimo scrive:
    [OT] Perche' invece di parlare di questo
    ...non parliamo del -6% di Fiat, di Goldman Sachs, di Prodi, Rainer Masera e Mario Draghi?http://it.biz.yahoo.com/20012006/92/fiat-bersagliata-dalle-vendite-dopo-mps-san-paolo-dice-addio.htmlUna giornata decisamente no per Fiat (Milano: F.MI - notizie) che, bersagliata dalle vendite sin dai primi scambi della seduta, ha continuato a perdere progressivamente terreno, spingendosi a cedere negli ultimi minuti il 3,7% a quota 7,995, con volumi esplosivi, considerando che sono già passate di mano quasi 30 milioni di azioni. A penalizzare l'andamento dei titoli del Lingotto ha contribuito questa mattina la notizia dell'uscita di Monte Paschi dall'azionariato di Fiat, in seguito alla cessione della sua partecipazione, interamente ceduta a Jp Morgan e Goldman Sachs (NYSE: GS - notizie) . Le vendite però si sono intensificate nel pomeriggio, dopo l'annuncio fatto da San Paolo Imi (Milano: SPI.MI - notizie) , che ha incaricato Banca Imi e Merrill Lynch (NYSE: MER - notizie) di collocare la quota in suo possesso, derivante dal prestito convertendo. Nel dettagli si tratta di 38,7 milioni di azioni, pari al 3,55% del capitale ordinario.http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=875¶metro=economiaMaurizio Blondet 03/01/2006 Il nuovo governatore di Bankitalia Mario DraghiROMA - Mario Draghi a Bankitalia, proveniente dalla Goldman Sachs.Mario Monti uscente dalla Commissione, è stato assunto alla Goldman Sachs.Romano Prodi, futuro presidente del Consiglio, nella sua vita è entrato infinite volte a servizio della Goldman Sachs: era lì che trovava lavoro quando usciva dal settore pubblico italiano.Non sarà un conflitto d'interessi? Un tantino? Poco poco?Ma non si può eccepire. E' vietato.Nel quadro che ha creato Il Corriere dei Montezemolo e del resto del salotto buono, una nuova Mani Pulite (stavolta contro le sinistre arroccate attorno alle COOP), queste nomine e assunzioni ci dicono che non sarà più permesso formulare domande politicamente poco corrette, criticare le scelte degli Illuminatissimi Fratelli.E' la consegna dell'Italia ai poteri forti e alla banca d'affari americana.Chissà che miele secerne la Goldman Sachs per attrarre così importanti maggiordomi dei poteri forti, o che linfa secerne l'Italia, per suscitare le cupidigie della Goldman Sachs: non abbiamo già dato, in privatizzazioni?Gioielli industriali dell'IRI, pagati mille volte dai contribuenti italiani, non sono già stati svenduti tutti per un boccone di pane? Non ha già regalato Ciampi la Nuovo Pignone, leader mondiale, alla sua concorrente americana?E le banche d'affari americane, Goldman Sachs, Merril Lunch e Morgan Stanley, non hanno già incamerato allora - quando la prima Mani Pulite rese impossibile la difesa di quei gioielli, fu per questo che Craxi fu distrutto - 3 mila miliardi in grasse commissioni, per la loro esperienza nelle privatizzazioni?Chissà.Sembra ieri quel 2 giugno 1992, quando il «Britannia», panfilo di sua maestà britannica, arrivò di fronte a Civitavecchia con tutti i banchieri della City a bordo (Warburg e Barclay, Coopers Lybrand, Barino, eccetera) a intimare le condizioni della finanza anglo sullo smantellamento delle partecipazioni statali.Una torta da 100 mila miliardi, come scrisse Massimo Gaggi, giornalista de Il Corriere che era a bordo.Ci andò anche Mario Draghi, d'ora in poi intoccabile e non criticabile governatore di Bankitalia. Allora era direttore del Tesoro.E dovette giustificarsene in audizione parlamentare: «dopo aver svolto l'introduzione me ne andai, e la nave partì senza di me?in questo modo evitai ogni possibile sospetto di commistione».Il Britannia infatti prese il largo.In acque internazionali, su suolo britannico, gli italiani invitati ascoltarono le condizioni.Fatto è che Draghi, nell'introduzione, aveva lodato le privatizzazioni così: «uno strumento per limitare l'interferenza politica?un obbiettivo lodevole»: lo stesso programma de Il Corriere oggi. Allora, il tecnocrate dettava la linea politica.Bastava: poi scese.Restarono, fra gli altri, Rainer Masera (un altro intoccabile), Giovanni Bazoli (Ambroveneto), Beniamino Andreatta: che sarebbe diventato di lì a poco ministro. Nel governo Amato, al Bilancio; nel governo Ciampi agli Esteri, nel governo Prodi alla Difesa.Un coccolone ha impedito al Beniamino tecnocratico di ricoprire altri ministeri, di perfezionare i danni.Gli altri, purtroppo, sono vegeti e pronti.A consegnare l'Italia a Goldman Sachs.continua..
  • Anonimo scrive:
    Ne bastava una sola
    Indirizzata a Bruxelles, nella quale spiegare che l'I-talia non merita un rating così basso.Ai cittadini invece non importa un fico di e-gov visto che il Paese reale è ben altro, il resto rimane molto virtuale ossia aria fritta, come tutte le sue promesse, d'altronde.A coloro che accusano un taglio politico della news (arrivando a giudicare PI un quotidiano di partito) invitandolo ad occuparsi di tecnologia, vorrei far notare che la politica ha ingabbiato le vere svolte tecnologiche, vedi ad es. la legge sul wi-fi, o che rete4 è stata salvata per decreto, abitudine consolidata dai tempi di Craxi coi suoi bei decreti salva-mediaset.Forse non tutti hanno bene in mente che la politica ormai si è totalmete scollata dal suo ruolo (vedi http://www.filosofico.net/politicas.html ) per assumere i connotati di arbitro economico della società.Si badi bene che non ho indicato uno schieramento ma ho parlato di politica in senso generale.La verità (la mia naturalmente) è che tra scandali finanziari, azzeramento della competività, vuoto culturale e sociale, stiamo scavando oltre il fondo.Speriamo bene...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne bastava una sola

      Indirizzata a Bruxelles, nella quale spiegare che
      l'I-talia non merita un rating così basso.
      Ai cittadini invece non importa un fico di e-gov
      visto che il Paese reale è ben altro, il resto
      rimane molto virtuale ossia aria fritta, come
      tutte le sue promesse, d'altronde.
      A coloro che accusano un taglio politico della
      news (arrivando a giudicare PI un quotidiano di
      partito) invitandolo ad occuparsi di tecnologiaE' un invito ad occuparsi di quella che dovrebbe essere la mission di questo giornale. Non è sbagliato. Se tanti si lamentano del fatto che PI faccia campagna elettorale anziché fare informazione è perché PI ha deluso le aspettative di chi cerca on line news sull'informatica e non il solito quotidiano politicizzato.Non discuto che Manfredini possa avere le sue idee politiche (per altro sono chiarissime a tutti), ma PI avrebbe dovuto scegliere collaboratori più oggettivi.Mi spiego: se vuoi dare l'informazione sul prossimo invio di un opuscolo informativo sull'e-gov, per prima cosa dovresti indicarne i destinatari, il costo per la collettività, ma soprattutto dovresti indicarne i contenuti.Non puoi pensare di suggerire di non aprire nemmeno la busta, senza nemmeno far sapere di che parla. Immagino che Manfredini nemmeno abbia idea di quali siano i contenuti di questo opuscolo. Quindi perché essere pregiudizialmente contro? Se non per fare propaganda in favore di una certa parte politica?Stop alla propaganda rossa. Sì a PI come punto di riferimento per l'informazione. Speriamo che PI scelga meglio i propri collaboratori. Altrimenti questo sito, così come il forum sta già diventando, sarà strumento di campagna elettorale per gli opposti schieramenti e non per le discussioni sulle varie tecnoloogie e sulle loro potenzialità.
  • Anonimo scrive:
    faziosi anche qua.....CHE TRISTEZZA!
    Sono veramente sconvolto dopo aver letto l'odio verso Berlusconi che traspariva dall'articolo di Saverio Manfredini.Si stava parlando di tecnologia, l'articolo è richiamato dalla home page di Google, il sito si chiama punto informatico.it; insomma queste battutine, questo dente avvelenato che evidentemente costui nutre verso il presidente del consiglio per una volta poteva tenerselo per sè.Ognuno è libero di esprimersi come vuole, per carità.Ma che senso ha mettersi a fare della (inutile) polemica anche qua?Siamo INVASI a tute le ore e su tutti mezzi di comunicazione di questi scontri che sembrano non avere fine.C'è bisogno di essere schierati, di deridere una iniziativa cmq nuova e che, prima di essere (aspramente) criticata dovrebbe essere spiegata?Che tristezza,,,
    • Anonimo scrive:
      Re: faziosi anche qua.....CHE TRISTEZZA!

      C'è bisogno di essere schierati, di deridere una
      iniziativa cmq nuova e che, prima di essere
      (aspramente) criticata dovrebbe essere spiegata?
      Che tristezza,,,Fammi indovinare, tu non paghi ancora le tasse vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: faziosi anche qua.....CHE TRISTEZZA!
        - Scritto da: Anonimo

        C'è bisogno di essere schierati, di deridere una

        iniziativa cmq nuova e che, prima di essere

        (aspramente) criticata dovrebbe essere spiegata?

        Che tristezza,,,
        Fammi indovinare, tu non paghi ancora le tasse
        vero?A questo rispondo io, anche se non sono l'autore del messaggio cui rispondi:che cazzo c'entra il pagamento delle tasse?Che cazzo c'entra con l'informatica?Punto Informatico aspira ad essere un giornale di informazione tecnologica, non di propaganda ai partiti della sinistra.Ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni senza che tu stia lì a denigrarlo per il fatto che ancora vada a scuola o altro.Allo stesso modo Manfredini può esprimere tutte le opinioni che vuole, ma PRIMA DI TUTTO DEVE fare INFORMAZIONE. E in tutto l'articolo non c'è un passo in cui si spieghino i contenuti del volantino che arriverà nelle case dei cittadini. Quindi, senza aver nemmeno conoscenza dei contenuti, come si fa ad essere già contro il suo invio?Semplice: Manfredini ha utulizzato PI per fare campagna elettorale.
  • Berlusconi scrive:
    E se c'è qualcuno....
    ... che non riceverà questa lettera, gliene invierò una copia per email....
  • Anonimo scrive:
    "il troppo stroppia"
    Perlomeno a Roma si dice(va) così... peccato, peccato perchè PI era un riferimento... ma quando si esagera con la propaganda (occulta, si fa per dire) al punto di stravolgere addiritura i valori tecnici succede che i tecnici se ne accorgono. E si inc...
  • Trollone scrive:
    Il governo ha fatto solo danni all'IT
    Legge Urbani (mp3 e video )Finanziamento al digitale terrestreLegge sull'editoriaLegge sui log (archivio per 5 anni )Legge sulla posta certificata gestita da societa con minimo 1 milione di euroContratto delle poste italiane per comprare windows server 2003 a prezzi scontatiContratto con Microsoft per vedere il codice sorgentevarie ed eventualiIn sostanza non hanno fatto un cazzo hanno solobuttato nel cesso non si sa quanti miliardi.aggiungo che i deputati non leggono le mail
    • Anonimo scrive:
      Re: Il governo ha fatto solo danni all'I
      - Scritto da: Trollone
      Legge Urbani (mp3 e video )
      Finanziamento al digitale terrestre
      Legge sull'editoria
      Legge sui log (archivio per 5 anni )
      Legge sulla posta certificata gestita da societa
      con minimo 1 milione di euro
      Contratto delle poste italiane per comprare
      windows server 2003 a prezzi scontati
      Contratto con Microsoft per vedere il codice
      sorgente
      varie ed eventuali

      In sostanza non hanno fatto un cazzo hanno solo
      buttato nel cesso non si sa quanti miliardi.
      aggiungo che i deputati non leggono le mail
      Per onestà intellettuale bisognerebbe vedere cosa ha fatto il governo precedente e cosa vorrebbe fare in futuro l'attuale opposizione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il governo ha fatto solo danni all'I

        Per onestà intellettuale bisognerebbe vedere cosa
        ha fatto il governo precedente e cosa vorrebbe
        fare in futuro l'attuale opposizione.Per la medesima onestà intellettuale, bisogna dire che la situazione potrebbe peggiorare, con altri 5 anni di berlusconi, proprio perché non ascolta NESSUNO, tranne ovviamente i propri privati interessi.
    • gian_d scrive:
      Re: Il governo ha fatto solo danni all'I
      - Scritto da: Trollone
      aggiungo che i deputati non leggono le mail
      naturale, se nessuno pensa a stamparle...
  • Anonimo scrive:
    Eh guardate l'opposizione quanto è brava
    http://www.dsonline.it/stampa/documenti/dettaglio.asp?id_doc=30775Un documento nullo: "10 punti per l'italia digitale".Ovviamente in formato Word e Powerpoint.Capito? WORD e POWERPOINT.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh guardate l'opposizione quanto è b
      senza parole, davvero... :|
    • jojob scrive:
      Re: Eh guardate l'opposizione quanto è b
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.dsonline.it/stampa/documenti/dettaglio.

      Un documento nullo: "10 punti per l'italia
      digitale".
      Ovviamente in formato Word e Powerpoint.
      Capito? WORD e POWERPOINT.
      Sono d'accordo con te sulla critica al formato dei documenti pubblicati, ma almeno li hai letti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh guardate l'opposizione quanto è b
        - Scritto da: jojob
        Sono d'accordo con te sulla critica al formato
        dei documenti pubblicati, ma almeno li hai letti?Sì e mi sembrano le solite promesse. Comunque la presentazione con powerpoint è fatta da schifo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh guardate l'opposizione quanto è b
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: jojob

          Sono d'accordo con te sulla critica al formato

          dei documenti pubblicati, ma almeno li hai
          letti?

          Sì e mi sembrano le solite promesse. Comunque la
          presentazione con powerpoint è fatta da schifo.Invece Berlusconi le sue promesse le ha mantenute. Cinque anni di merda, tu sei uno di quei poveracci che devo ringraziare, vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh guardate l'opposizione quanto è b
            - Scritto da: Anonimo
            Invece Berlusconi le sue promesse le ha
            mantenute. Cinque anni di merda, tu sei uno di
            quei poveracci che devo ringraziare, vero?No perché non l'ho votato. Detto questo non sono uno di quei fessi che per tifoseria sbava dietro quello che fa la sinistra, tu sei uno di quei poveracci vero?
  • Anonimo scrive:
    Come si fa ....
    Come si fa a respingere al mittente una lettera?Qualcuno conosce la prassi corretta da seguire?Grazie.
  • ilclaudio scrive:
    Articolo ipocrita e fazioso
    Quest'articolo sembra più lo sfogo di un militante frustrato di Rifondazione che il commento di una notizia di attualità a sfondo informatico.Ma Punto Informatico è un quotidiano "informatico" o un organo della sinistra italiana per fare campagna elettorale?Sono sempre più numerosi gli articoli che trattano argomenti politici in modo parziale, superficiale, vile e fazioso.Se la linea editoriale è quella di schierasi dalla parte di uno schieramento politico lo si dica apertamente, in modo che gli iscritti alla mailing-list si possano regolare di conseguenza.claudio :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Articolo ipocrita e fazioso
      PUNTO INFORMATICO ??? MEGLIO: SINISTRA (PSEUDO) INFORMATICA!!!Manfredini CAMBIA MESTIERE!!!...Vai a lavorare x rifondazione o per liberazione !!!...Prova a parlare di politaca che di informatica ne capisci moooolto poco!!!Mi meraviglio della redazione di PUNTO INFORMATICO che stimavo meno di parte!!!...Peccato!...
      • ilclaudio scrive:
        Re: Articolo ipocrita e fazioso
        Vabbè su...gli stai dando anche troppa importanza ;-) Gli articoli di questo tipo sono ridicoli e patetici, ma gli altri mi sembrano utili e interessanti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Articolo ipocrita e fazioso
          - Scritto da: ilclaudio
          Vabbè su...gli stai dando anche troppa importanza
          ;-)
          Gli articoli di questo tipo sono ridicoli e
          patetici, ma gli altri mi sembrano utili e
          interessanti.Diciamo pure che una cosa e' un commento di manfredini e l'altra e' l'attualita'. La distinzione esiste nella stampa credo da almeno 200 anni :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso
            Come direbbe Totò... ma mi faccia il piacere.....Non vi basta le caxxate che questo governo ha fatto per il digitale vero (cioè internet) in questi famosi 5 anni???Non vi ricorda niente un certo Urbani, una certa Carlucci e compagnia cantando? Non basta essere costretti a comprare CD o DVD all'estero perchè qui ce li fanno pagare 5 volte tanto per aiutare la SIAE (poverina).Per loro il DTT è fondamentale (bisogna vedere il grande fratello) mentre l'ADSL è un optional.Non ho nemmeno la forza nelle dita per scrivere tutte le cose oscene che sono venute fuori da questo governo in questi 5 interminabili anni. Vi lascio solo immaginare quello che farò con l'immancabile opuscolo inviato "casualmente" 2 mesi prima delle elezioni!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso

            Come direbbe Totò... ma mi faccia il piacere.....
            Non vi basta le caxxate che questo governo ha
            fatto per il digitale vero (cioè internet) in
            questi famosi 5 anni???Il tuo post dimostra che l'articolo è solo politico.PI ha fatto un articolo che non parla di informatica, ma fa esclusivamente propaganda rossa.
            Non vi ricorda niente un certo Urbani, una certa
            Carlucci e compagnia cantando? Non basta essere
            costretti a comprare CD o DVD all'estero perchè
            qui ce li fanno pagare 5 volte tanto per aiutare
            la SIAE (poverina).Che c'entra con l'articolo?
            Per loro il DTT è fondamentaleLo è per l'Europa. E persino negli Usa, dove si è indicato uno switch di un paio di settimane successivo alla data posta in Italia.Ma PI invece di guardare con obiettività, come al solito fa propaganda rossa.
            mentre l'ADSL è un optional.L'adsl poteva essere sviluppato statalmente, guarda caso un certo Mortadella ha svenduto la Telecom ai furbetti del quartiere, che nemmeno sono stati in grado di tenersela e che l'hanno persa in favore del Tronchetto. Ora, siccome la Telecom non è più statale, non è più compito dello Stato la sua copertura.D'altra parte esistono incentivi per l'adsl, di cui Telecom e gli altri hanno profittato parecchio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Articolo ipocrita e fazioso
      Se Punto Informatico decide di pubblicare questi articoli è libero di farlo. Fa delle scelte. Le stesse scelte che faranno i suoi utenti. Sono un paio di settimane che manco l'appuntamento giornaliero e cosa mi ritrovo? I soliti giornalisti sfigati che non sapendo come riempire la loro vita si divertono a fare rodere il fegato agli altri.Non caghiamoli! E' il solo modo per toglierci di torno questa gente. Se si attenesse alle notizie ed alla fine esprimesse le sue opinioni, non avrei nulla da eccepire. Ma leggermi Liberazione (romanzo di una realtà parallela) in un sito chiamato "Punto Informatico" mi fa molto arrabbiare (e ovviamente mi spinge ad andare alle urne). Che anche questi giornalisti siano pagati da Berlusconi? Fare crescere la rabbia tra gli indecisi per spingerli a votare?Le cose sono due: o la maggior parte dei giornalisti ha poco cervello (o pensano ce li abbiano i propri lettori), o è davvero propaganda al contrario. Sto signorotto pensa di fare guadagnare voti alla sinistra??? Però, che strategia! Un vero fenomeno! Se gli bastano 100 post in più di gente incavolata, devono proprio essere messi male! Forse allora ha ragione Prodi, c'è davvero gente con le pezze al culo!!!Articoli da asilo. Uno va sul web per cercare qualcosa di diverso dai soliti quotidiani di partito, e che si ritrova? La solita sbobba da mandare giù. E poi si mettono a fare tante prediche... predicano bene e razzolano male... che schifo.Questo è un ulteriore esempio di che gente stà a sinistra. Tra un pò vorrete comprarvi una banca? Ed io dovrei incentivarli? Ma andate al diavolo, per un altro paio di settimane posso fare a meno di voi. Credo che con stà storia della par condicio i partiti si buttino sul web. Tra poco si comincia. Speriamo non inquinino in questo modo l'unico spazio semi libero che c'era rimasto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Articolo ipocrita e fazioso

        Se Punto Informatico decide di pubblicare questi
        articoli è libero di farlo. Fa delle scelte.Fa delle scelte contro i suoi lettori.Se vuole fare propaganda elettorale, cambi nome e non si auto-attribuisca la qualifica di essere il migliori giornale di informatica...al massimo potrà qualificarsi come uno dei tanti giornali affiliati alla sinistra.Mi piacerebbe sapere se anziché andare contro Berlusconi, l'articolo ne avesse promosso l'operato. Scommetto che saresti a dire che PI fa parte del regime...vero?Un buon giornale di informaica si sarebbe potuto limitare a dire che il governo sta per inviare un opuscolo ad un certo numero di cittadini, libretto con queste informazioni, il costo del tutto è tot.A quel punto può pure starci il commento personale del giornalista. Ma fare un commento senza nemmeno aver fatto una informazione è semplicemente penoso. Pura propaganda.Che è cosa ben diversa dal fare una scelta editoriale seria e orientata alle tecnologie e all'informazione sulle tecnologie.
      • Emilio scrive:
        Re: Articolo ipocrita e fazioso

        I soliti
        giornalisti sfigati che non sapendo come riempire
        la loro vita si divertono a fare rodere il fegato
        agli altri.Mah, se mi leggo il primo o secondo articolo del sommario che io vedo qui a sinistra mi viene da chiedermi lo sfigato chi sia.
        Sto signorotto pensa di fare
        guadagnare voti alla sinistra??? Sono sorpreso. E' la seconda volta stamattina che rispodno a qualcuno su questa cosa. Ho l'impressione che la propaganda funzioni e che molti pensino che gli italiani siano o con B o con P, quando invece secondo me sanno bene che la palta sta di qua e di la' e si barcamenano come possono. Ergo: un articolo di critica sul governo letto esclusivamente come "propaganda rossa" (l'ha scritto qualcuno a cui ho risposto poco fa) mi fa un po' intenerire, per l'ingenuita' della critica, ma anche preoccupare, perche' magari questi ingenui alla fine votano.
        Questo è un ulteriore esempio di che gente stà a
        sinistra. Tra un pò vorrete comprarvi una banca?Ah scusa non avevo capito: sei talmente intriso di propaganda, guarda che lo dico senza vena polemica, che un articolo di un commentatore su PI di critica al governo diventa che PI e' colluso per l'affare Unipol.Temo che tu abbia gia' superato la maggiore eta' o sbaglio? Dai 18 in su si vota. Brrrrr
        • Anonimo scrive:
          Re: Articolo ipocrita e fazioso
          Ho
          l'impressione che la propaganda funzioni e che
          molti pensino che gli italiani siano o con B o
          con P, quando invece secondo me sanno bene che la
          palta sta di qua e di la' e si barcamenano come
          possono. Ergo: un articolo di critica sul governo
          letto esclusivamente come "propaganda rossa"
          mi fa un po' intenerire, per l'ingenuita' della
          critica, ma anche preoccupare, perche' magari
          questi ingenui alla fine votano.Se sei ingenuo (non credo), pazienza. Se sei di sinistra non va bene. O non conosci PI o sei fazioso. Che ormai troppi articoli di PI siano intrisi di politica da bar è ovvio. Che siano tutti monoparte è appurato. Non è una questione B o P. E' una questione di diffondere un vangelo. Basta, non lo vogliamo. Vogliamo solo informazioni di tecnologia non essere succubi di pubblicità occulte (le stesse che poi PI denuncia). Il problema non è la critica al governo. Il problema è che poi gli ingenui votano! Quelli che si fanno convincere da PI, dai Prodi boys, dai Berlusca boys o i Papa boys.Perchè PI è diventata una mitragliatrice di propaganda? Dato l'alto numero di utenti ha cominciato a fare gola a qualcuno?
          Ah scusa non avevo capito: sei talmente intriso
          di propaganda, guarda che lo dico senza vena
          polemica, che un articolo di un commentatore su
          PI di critica al governo diventa che PI e'
          colluso per l'affare Unipol.Beh, se la battuta della banca non ti è piaciuta mi spiace. La vena polemica comunque per l'affaire Unipol è molto seria. Non tanto per le operazioni che fanno ma perchè da 30 anni i DS (ex PCI) hanno basato la loro filosofia politica sulla (presunta) diversità. Liberissimi di farlo, a patto che sia vero però! Altrimenti DEVONO pagare le conseguenze con i propri uomini, non perchè così è contento mr B ma perchè è dimostrato che hanno preso per il culo in maniera sistematica i loro elettori. Forse tu preferisci fare finta di non sentire, ma non ti conviene se vuoi una sinistra onesta. L'obiettivo non è vincere queste elezioni. E' organizare una coalizione onesta e duratura. Ma dove vogliono andare così conciati? Per quanti anni ancora dobbiamo portarceli dietro?La storia Unipol-BNL (scontro DS-Margherita, non DS-FI) è una resa dei conti. Un paletto. Qualcuno a sinistra (persone oneste) non ci stà più, vuole più pulizia ed ha ragione da vendere. Non perchè così rischia di favorire Berlusconi, ma perchè così la sinistra potrà considerasri più pulita per i prossimi decenni. Quanto ancora ci si porterà dietro i retaggi del passato? Come faccio a chiedere interrogazioni parlamentari al Berlusca se sono poi io a supportare Consorte? I miei elettori sono scemi o dovrebbero incazzarsi con me? Posso ritenermi onesto? Posso millantare una diversità morale? Se per te la propaganda è questa, sei messo proprio male. L'Italia (la gente comune) non ha bisogno di Berlusconi o Prodi. Ha bisogno di più rettitudine, da parte di tutti. E noi dovremmo fare finta di niente perchè non vogliamo rischiare di perdere le elezioni? Ma che vittoria sarebbe? Sarebbe una vera vittoria?Come si fa a parlare del conflitto di interessi di Berlusconi quando alcune cooperative sono più colluse con la politica e le amministrazioni locali di qualsivoglia azienda? Che stiano zitti e si lamentino di altre cose fatte dal governo. Come si fa a protestare ogni condono se poi ci si avvale di tali condoni?! E' una presa in giro dei propri elettori! Come si fa a fare comizi contro gli immobiliaristi se poi sovvenzionano il nostro partito? Gli elettori dovrebbero tacere? E' propaganda di destra? o si sta solo cercando di buttare fumo negli occhi per continuare a tenere chiuse le proprie mani sporche? Quale sinistra vuoi? Quale Paese vuoi?La propaganda la fanno tutti i partiti. Ma non è vero che ogni cosa che dicono sia propaganda. Occorre usare la PROPRIA testa. Sia per le cose che ci fanno piacere, sia, soprattutto, per quelle che non ci fanno piacere. In questo modo gli elettori di sinistra migliorano la sinistra e gli elettori di destra la destra. In questo modo il sistema migliora. Ma se si urlano slogan demonizzatori contro gli altri e si fa finta di non vedere le magagne degli amici... beh, dimmi tu cosa cambia.A differenza di quello che ci voglino fare credere, non casca il mondo se va su uno o l'altro. Noi dobbiamo SEMPRE stare attenti, non solo ora. Cosa vuol dire cambiare politica, alleanze, idee solo in occazione delle elezioni? Sarebbe questo il modo di fare politica? Sarebbe questo il modo di creare alleanze serie e stabili?Forse non hai ben persente la portata economica in ballo per la storia Unipol. Le cooperative (gente buona che crea il 10% del pil italiano che si mette insieme per non farsi schiacciare dai grandi) è stata usata, derubata, tradita da una parte politica per il finaziamento dei partiti (gli italiani non saranno delle aquile, ma non sono scemi! Conorte e soci mica volevano comprasi un isola e fondare un nuovo stato con quella montagna di soldi. E di Consorte ce ne sono tanti, non uno). E' un gioco che va avanti da decenni che deve avere una fine. Le aziende sono aziende, le cooperative cooperative, le grandi banche un'altra cosa e la politica un'altra cosa ancora. Quando però i partiti aiutano cooperative amiche per scalare grandi banche facendo pagare il tutto a gente onesta che lavora, per avere più soldi da spendere in propaganda e millantando purezza morale... come si fa a chiurdere gli occhi? Non tanto da destra, ma da sinistra! Dovrei aiutare chi mi ha derubeto e tradito?Se non credi a me leggiti qualche giornale di sinistra. Se sono uniti contro Berlusconi (e vorrei vedere!) su questa storia non sono per niente uniti. Secondo te hanno subìto anche loro la propaganda di destra da poveri ingenui come dici tu? Ti fanno tenerezza anche loro? Se nemmeno i DS sono uniti al loro interno su questa cosa, forse l'ingenuo non sono io. Forse chi si è fatto raggirare dalla propaganda non sono io.Eppoi anche se mancano pochi mesi alle elezioni, meglio presentarsi puliti con qualche ferita, che sporchi e rabbiosi. Gli elettori ci tengono alle apparenze. Tu chi hai votato? i DS? Chi quelli che si fanno finanziare dalle cooperative... Tu chi hai votato? I DS? Quelli che per onestà hanno pulito i loro panni sporchi davanti a tutti prima delle elezioni, pur di far vedere che sono diversi?... secondo te è la stessa cosa? Meglio cambiare rotta o dire che dietro tutto ci sono i servizi segreti al soldo di Berlusconi?! Questa vicenda stà diventando ridicola per quelli di destra e un ombra sulle elezioni per la sinistra. Sei veramente convinto che si riesca a mettere tutto a tacere? Beh, devi essere proprio ottimista! Ti ricordo però che quando c'è da pensar male, gli italiani non sono secondi a nessuno. Fassino e D'Alema (e quella corrente) hanno le gambe tagliate. Non sono loro a poter portare avanti la bandiera.Ma forse hai ragione tu.Sono solo un ingenuo diciottenne che non ha mai votato e pieno
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso
            Guarda, a me non interessa quanti anni hai, mi interessano le idee. Non sono d'accordo con quasi nulla di quello che hai scritto ma sono felice che uno della tua eta' abbia tanta energia. Spero che imparerai a distinguere tra critica e propaganda. Lo spero per tutti noi vecchietti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso

            Guarda, a me non interessa quanti anni hai, mi
            interessano le idee. Non sono d'accordo con quasi
            nulla di quello che hai scritto ma sono felice
            che uno della tua eta' abbia tanta energia. Spero
            che imparerai a distinguere tra critica e
            propaganda. Lo spero per tutti noi vecchietti.io invece sono d'accordo con praticamente tutto quello che ha scritto.E scusa tanto, ma ci va il prosciutto sugli occhi (o Mortadella) per non vedere che buona parte degli articoli scritti qui è da tempo di parte. L'informazione svanisce in favore della propaganda. Come fai a non vederlo? E a me frega nulla se è propaganda rossa, nera, bianca o verde. E' propaganda. Punto (per dirla con lo slogan della Fiat).Io invece pretendo informazione, da un giornale che ha come obiettivo informare sulle tecnologie (almeno così dice).
    • Anonimo scrive:
      Re: Articolo ipocrita e fazioso
      Inanzitutto chiedo scusa per l'intrusione, non capisco tutto questo parapiglia e presa di posizione politica per un articolo che è, e sottolineo è, un articolo critico nei confronti di ciò che ha fatto il governo in campo tecnologico. D'altronde non è che primeggiamo in europa e nel mondo per la tecnologia, sono un informatico professionista da 20 anni e credo di saperne qualcosa, abbiamo un forte digital-divide con l'europa e altrettanto all'interno dell'italia stessa...L'articolo è critico, punto, fine.Non credo che ci sia da tirar su un polverone del genere.Credo che la professionalità della redazione non si tiri indietro di fronte ad evidenti criticità sia che governi destra o sinistra.P.s. dato che internet è libera chiunque può pubblicare un controarticolo per dimostrare una realtà diversa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Articolo ipocrita e fazioso
        - Scritto da: Anonimo
        Inanzitutto chiedo scusa per l'intrusione, non
        capisco tutto questo parapiglia e presa di
        posizione politica per un articolo che è, e
        sottolineo è, un articolo critico nei confronti
        di ciò che ha fatto il governo in campo
        tecnologico. D'altronde non è che primeggiamo in
        europa e nel mondo per la tecnologia, sono un
        informatico professionista da 20 anni e credo di
        saperne qualcosa, abbiamo un forte digital-divide
        con l'europa e altrettanto all'interno
        dell'italia stessa...
        L'articolo è critico, punto, fine.
        Non credo che ci sia da tirar su un polverone del
        genere.
        Credo che la professionalità della redazione non
        si tiri indietro di fronte ad evidenti criticità
        sia che governi destra o sinistra.

        P.s. dato che internet è libera chiunque può
        pubblicare un controarticolo per dimostrare una
        realtà diversa.quoto tutto
        • ilclaudio scrive:
          Re: Articolo ipocrita e fazioso
          Nessuno mette in dubbio la professionalità della redazione, che anzi io stimo moltissimo.Ma la malafede dell'articolo in questione e di diversi altri articoli, specialmente quelli dello stesso autore, è innegabile.In questi articoli di tecnologico c'è ben poco.Sono articoli "politici" e "propagandistici".A me personalmente non importa molto, perché già so chi votare, ma mi dà molto fastidio imbattermi in "invettive" gratuite e piene di astio, tipiche di un giornale politico (Unità o il Giornale) e non di un giornale che si chiama "Punto Informatico".Buon fine settimana a tutti :-)P.S.Simpatica la definizione che ha dato qualcuno di "Punto rosso" :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso
            - Scritto da: ilclaudio
            In questi articoli di tecnologico c'è ben poco.
            Sono articoli "politici" e "propagandistici".Ciao, sono Andrea, ho risposto al tuo post ieri alle 11:22Mio malgrado debbo prendere atto che vedi troppo politicamente la cosa, vabbè, ne prendo atto e chiudo l'argomento.p.s. forse preferirai leggere questo articolo:http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=59285
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso


            In questi articoli di tecnologico c'è ben poco.

            Sono articoli "politici" e "propagandistici".
            Ciao, sono Andrea, ho risposto al tuo post ieri
            alle 11:22
            Mio malgrado debbo prendere atto che vedi troppo
            politicamente la cosa, vabbè, ne prendo atto e
            chiudo l'argomento.Purtroppo e PI che vede troppo politicamente la cosa. Da una redazione seria ci si aspetta di più.
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso

            politicamente questa me la segno AHAHHA, complimenti per l'arguzia(si sono ironico)
          • Anonimo scrive:
            Re: Articolo ipocrita e fazioso

            Nessuno mette in dubbio la professionalità della
            redazione, che anzi io stimo moltissimo.
            Ma la malafede dell'articolo in questione e di
            diversi altri articoli, specialmente quelli dello
            stesso autore, è innegabile.
            In questi articoli di tecnologico c'è ben poco.
            Sono articoli "politici" e "propagandistici".
            A me personalmente non importa molto, perché già
            so chi votare, ma mi dà molto fastidio imbattermi
            in "invettive" gratuite e piene di astio, tipiche
            di un giornale politico (Unità o il Giornale) e
            non di un giornale che si chiama "Punto
            Informatico".
            P.S.
            Simpatica la definizione che ha dato qualcuno di
            "Punto rosso" :-)Presente...E' mia!E, per chiarire, anche a me piacciono (forse sarebbe opportuno utilizzare l'imperfetto) gli articoli di PI.Quindi spero che la redazione torni indietro allo spirito non elettorale che ha assunto ultimamente.O dobbiamo aspettare la prossima vittoria del nano o del mortadella?
      • Anonimo scrive:
        Re: Articolo ipocrita e fazioso
        - Scritto da: Anonimo
        Inanzitutto chiedo scusa per l'intrusione, non
        capisco tutto questo parapiglia e presa di
        posizione politica per un articolo che è, e
        sottolineo è, un articolo critico nei confronti
        di ciò che ha fatto il governo in campo
        tecnologico. D'altronde non è che primeggiamo in
        europa e nel mondo per la tecnologia, sono un
        informatico professionista da 20 anni e credo di
        saperne qualcosa, abbiamo un forte digital-divide
        con l'europa e altrettanto all'interno
        dell'italia stessa...
        L'articolo è critico, punto, fine.
        Non credo che ci sia da tirar su un polverone del
        genere.
        Credo che la professionalità della redazione non
        si tiri indietro di fronte ad evidenti criticità
        sia che governi destra o sinistra.L'articolo non è semplicemente critico. E' FAZIOSO. Cosa ben diversa. Parla di libretto che deve essere invato dal governo e suggerisce di buttarlo senza nemmeno aprirlo. Ne critica i contenuti, senza spiegare QUALI sono questi contenuti. Fare una critica è cosa ben diversa. E, spero tu capisca, una critica può essere fatta DOPO aver spiegato i fatti, NON senza aver spiegato alcunché.E qui che casca la propaganda politica e finisce l'informazione.Poi che tu sia un informatico e voglia sottolineare i problemi ventennali dell'Italia in questo campo...siamo d'accordo. Ma quando viene fatto qualcosa per valorizzare la digitalizzazione, che pur esiste, la si offusca per fare pubblicità ad una certa coalizione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Articolo ipocrita e fazioso
      Senza considerare che poi in fondo all'articolo c'è un errore: la busta non è a carico del destinatario.
      • otacu scrive:
        Re: Articolo ipocrita e fazioso
        - Scritto da: Anonimo


        Senza considerare che poi in fondo all'articolo
        c'è un errore: la busta non è a carico del
        destinatario.Intendeva dire che è pagato con le tasse....figurati se fosse veramente a carico del destinatario!!!Me la vedo la scena col postino....Postino: Ecco a lei una bella lettera di Berlusconi su quanto è bello internette e su come siamo nell'era digggitale grazie al lavoro del governo. La vuole? Deve pure pagare quest..Italiani in coro: MA vaff.....!!!!Sarebbe da ridere!
        • Anonimo scrive:
          Re: Articolo ipocrita e fazioso

          Postino: Ecco a lei una bella lettera di
          Berlusconi su quanto è bello internette e su come
          siamo nell'era digggitale grazie al lavoro del
          governo. La vuole? Deve pure pagare quest..

          Italiani in coro: MA vaff.....!!!!


          Sarebbe da ridere!Invece cosi' pagano tutti ma non lo sanno :)Cosi' i due autori si beccano persino gli applausi
        • Anonimo scrive:
          Re: Articolo ipocrita e fazioso

          Intendeva dire che è pagato con le tasse....Non hai finito la frase, allora la finisco io...di chi paga le tasse.Il lavoratore dipendente e la persona onesta paga la busta e paga la busta di chi non paga le tasse.Per il povero dipendente la famosa frase di Trilussa sulla statistica funziona al contrario.Ripeto, la busta non è a carico del destinatario.Per farti contento possiamo dire allora che "più di una busta sono a carico di alcuni destinatari"
      • Anonimo scrive:
        FANTASTICA...
        questa dimostra l'intelligenza di chi crede che la busta sia mandata nell'interesse degli italiani :-)))))))))))
    • Anonimo scrive:
      Re: Articolo ipocrita e fazioso
      Cosa diavolo c'è di ipocrita e di fazioso???Quelle dell'articolo sono considerazioni fin troppo obbiettive, l'informatica non è soltanto test su dischi e schede, ma anche capire come l'IT si diffonde e viene gestito dalla parte politica, tu parli come Bondi, non ci si deve occupare di politica, per quello ci sono i geni al governo, destra e sinistra, il tuo problema è il prosciutto sugli occhi; cosa è stato fatto per "informatizzare" l'Italia? regalare qualche spicciolo per comprare i pc per i ragazzini!? tanto valeva regalare una play station, se non gli insegni ad usarlo a cosa gli serve!?!L'ignoranza informatica in Italia è da terzo mondo, il massimo a cui si arriva e la ecdl, una truffa targata UE e Microsoft, non ti insegna niente, è fatta solo per vendere windows e ms office. E' una materia che dovrebbe essere obbligatoria ed insegnata in maniera decente, come del resto l'inglese, ma questa è un altra storia...L'articolo è ironico e intelligente, e se vuoi farti prendere per i fondelli continua a farlo!io continuerò a fare corsi gratis a chiunque me lo chieda e far regalare pc alle scuole dalle aziende per cui lavoro!!!arlock@email.it
  • Anonimo scrive:
    e la PRIMA alfabetizzazione?...
    http://www.repubblica.it/2005/k/sezioni/scuola_e_universita/servizi/analfabetismo/analfabetismo/analfabetismo.html... non è che sia venuta proprio bene...
    • Anonimo scrive:
      Re: e la PRIMA alfabetizzazione?...
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.repubblica.it/2005/k/sezioni/scuola_e_u
      ... non è che sia venuta proprio bene...No, se la gente capisce quello che si dice e legge, l'unto e bisunto è fregato!
  • Anonimo scrive:
    Non dimenticare Urbani!
    Questo governo, che sbandierava Internet tra le tre grandi I, e' il governo che ha decretato che la condivisione di informazione libera (ma invisa alle major e alle multinazionali), sia reato PENALE.Questo governo ha decretato che i ragazzini che si scambiano musica per diletto debbano finire in GALERA per 4 ANNI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non dimenticare Urbani!
      - Scritto da: Anonimo
      Questo governo, che sbandierava Internet tra le
      tre grandi I, e' il governo che ha decretato che
      la condivisione di informazione libera (ma invisa
      alle major e alle multinazionali), sia reato
      PENALE.

      Questo governo ha decretato che i ragazzini che
      si scambiano musica per diletto debbano finire in
      GALERA per 4 ANNI.questo è quello che PI ha voluto far capire nella sua campagna elettorale per i DS, la legge in realtà funziona in modo abbastanza diverso
      • Anonimo scrive:
        Re: Non dimenticare Urbani!

        questo è quello che PI ha voluto far capire nella
        sua campagna elettorale per i DS, la legge in
        realtà funziona in modo abbastanza diversohttp://punto-informatico.it/p.asp?i=52069Non mi pare proprioDS?
  • marcoseverino scrive:
    Il potere di internet
    ... è che tutto rimane, se vi andate a leggere:http://www.forzaitalia.it/silvioberlusconi/contratto.htm vedrete che berlusconi (non so quanti se lo ricordino) ha firmato un contratto con gli italiani.In teoria... dato che: - il tasso di disoccupazione non è dimezzato - le tasse ad oggi non corrispondono a quanto scritto nel contratto2 delle 5 condizioni che poneva per ricandidarsi nel 2006 non sono verificate e quindi Silvio non potrebbe ripresentarsi (citando il C.C.: "Il contratto ha valore di legge tra le parti").oPer chi non credesse che quegli impegni non sono stati mantenuti basta usare il sito stesso di FI: http://www.forzaitalia.it/speciali/impegni_risultati.htmAllora pensavo... se vado in tribunale con il contratto (o la cassetta di porta a porta) posso chiedere che non sia permesso a Berlusconi di presentarsi alle elezioni.Poi sempre pensando ho capito il trucco: questo contratto è nullo perchè contrario alla legge, di livello costituzionale, che impedisce che un contratto privatistico neghi ad un cittadino di esercitare l'elettorato attivo e passivo......Berlusconi mi ha proprio fregato......Dovrò dare il voto a pannella e cantare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il potere di internet

      In teoria... dato che:
      - il tasso di disoccupazione non è dimezzatoMa ci sono oltre 1,5 milioni di lavoratori in più.Contando pure ben 700mila regolarizzazioni, di persone che prima lavoravano senza diritti.
      - le tasse ad oggi non corrispondono a quanto
      scritto nel contrattoInfatti è stato richeisto che venissero abbassate solo le aliquote più basse. Ed è stata alzata la no tax area.Ricordi il putiferio che c'è stato quando voleva abbassare anche le aliquote più alte? Si diceva che avrebbero abbassato le tasse solo ai ricchi...Invece hanno Alzato la platea di cittadini più poveri che non pagano nulla.Sei totalmente OT. I moderatori in questo forum che stanno a fare?
      • marcoseverino scrive:
        Re: Il potere di internet
        - Scritto da: Anonimo

        In teoria... dato che:

        - il tasso di disoccupazione non è dimezzato
        Ma ci sono oltre 1,5 milioni di lavoratori in più.
        Contando pure ben 700mila regolarizzazioni, di
        persone che prima lavoravano senza diritti.Ok, ma il tasso di disoccupazione, pur diminuito (e anche qui ci sarebbe da discutere sul significato di questi dati: la disoccupazione è infatti collegata al numero delle persone IN CERCA di lavoro che sono diminuite costantemente negli ultimi 7 anni), non si è dimezzato come indicato nel contratto.


        - le tasse ad oggi non corrispondono a quanto

        scritto nel contratto
        Infatti è stato richeisto che venissero abbassate
        solo le aliquote più basse. Ed è stata alzata la
        no tax area.
        Ricordi il putiferio che c'è stato quando voleva
        abbassare anche le aliquote più alte? Si diceva
        che avrebbero abbassato le tasse solo ai
        ricchi...Invece hanno Alzato la platea di
        cittadini più poveri che non pagano nulla.
        Benissimo, ma nei suo contratto non indicava questo, bensì la riduzione a 2 aliquote.In ogni caso, la mia famiglia, che facendo i conti secondo il contratto avrebbe risparmiato (e siamo impiegati) in realtà ha visto le tasse aumentare del 3,4% assoluto (dichiarazioni dei redditi alla mano). Ovvero 1,4% in più rispetto al tasso di inflazione.
        Sei totalmente OT. I moderatori in questo forum
        che stanno a fare?Non saprei... inizialmente volevo semplicemente far notare come internet permetta di ricordare cose che altrimenti andrebbero dimenticate nella furia dello scontro politico. Poi seguendo un paio di link ho notato la fregatura che stava dietro al "contratto con gli italiani" .
        • Anonimo scrive:
          Re: Il potere di internet

          Ok, ma il tasso di disoccupazione, pur diminuito
          (e anche qui ci sarebbe da discutere sul
          significato di questi dati: la disoccupazione è
          infatti collegata al numero delle persone IN
          CERCA di lavoro che sono diminuite costantemente
          negli ultimi 7 anni), non si è dimezzato come
          indicato nel contratto.Non si è dimezzato, ma è diminuito. E ben conoscendo la formazione del tasso di disoccupazione, ti ho risposto parlandoti di aumento del numero di occupati. Indicando anche le regolarizzazioni.Quindi la diminuzione del tasso di disoccupazione non è imputabile solo ad una maggiore sfiducia nella ricerca del lavoro, ma anche ad una effettiva maggiore occupazione.


          - le tasse ad oggi non corrispondono a quanto


          scritto nel contratto

          Infatti è stato richeisto che venissero
          abbassate

          solo le aliquote più basse. Ed è stata alzata la

          no tax area.

          Ricordi il putiferio che c'è stato quando voleva

          abbassare anche le aliquote più alte? Si diceva

          che avrebbero abbassato le tasse solo ai

          ricchi...Invece hanno Alzato la platea di

          cittadini più poveri che non pagano nulla.
          Benissimo, ma nei suo contratto non indicava
          questo, bensì la riduzione a 2 aliquote.Infatti l'aver indicato due sole aliquote è stato un errore.Non hanno considerato la possibilità di condizioni economiche europee avverse.Ma al di là del contratto non si può recriminare sia perché non si sono abbassate le aliquote marginali più elevater, sia perché si sono abbassate le tasse ai ricchi. Le due cose sono in netto contrasto. O si vuole la riduzione solo per i più bisognosi o ci si lamenta del non aver lasciato due sole aliquote.
          • marcoseverino scrive:
            Re: Il potere di internet
            - Scritto da: Anonimo

            Ok, ma il tasso di disoccupazione, pur diminuito

            (e anche qui ci sarebbe da discutere sul

            significato di questi dati: la disoccupazione è

            infatti collegata al numero delle persone IN

            CERCA di lavoro che sono diminuite costantemente

            negli ultimi 7 anni), non si è dimezzato come

            indicato nel contratto.
            Non si è dimezzato, ma è diminuito. E ben
            conoscendo la formazione del tasso di
            disoccupazione, ti ho risposto parlandoti di
            aumento del numero di occupati. Indicando anche
            le regolarizzazioni.
            Quindi la diminuzione del tasso di disoccupazione
            non è imputabile solo ad una maggiore sfiducia
            nella ricerca del lavoro, ma anche ad una
            effettiva maggiore occupazione.
            ok, siamo perfettamente d'accordo su questo (non sono infatti tra coloro che considerano il lavoro temporaneo, che fa parte della dinamica occupazionale delle economie moderne, come "disoccupazione mascherata").



            - le tasse ad oggi non corrispondono a
            quanto



            scritto nel contratto


            Infatti è stato richeisto che venissero

            abbassate


            solo le aliquote più basse. Ed è stata alzata
            la


            no tax area.


            Ricordi il putiferio che c'è stato quando
            voleva


            abbassare anche le aliquote più alte? Si
            diceva


            che avrebbero abbassato le tasse solo ai


            ricchi...Invece hanno Alzato la platea di


            cittadini più poveri che non pagano nulla.

            Benissimo, ma nei suo contratto non indicava

            questo, bensì la riduzione a 2 aliquote.
            Infatti l'aver indicato due sole aliquote è stato
            un errore.
            Non hanno considerato la possibilità di
            condizioni economiche europee avverse.
            Ma al di là del contratto non si può recriminare
            sia perché non si sono abbassate le aliquote
            marginali più elevater, sia perché si sono
            abbassate le tasse ai ricchi. Le due cose sono in
            netto contrasto. O si vuole la riduzione solo per
            i più bisognosi o ci si lamenta del non aver
            lasciato due sole aliquote.Infatti io non recrimino perchè sono state abbassate le tasse ai ricchi (misura che può anche essere positiva).Sono invece critico sul fatto che le famose promesse non sono state realizzate... non pensare infatti che io sia di sinistra, anzi...Quello su cui polemizzo è, infatti,che la riforma del sistema fiscale non ha di fatto portato ad un sistema tipo quello indicato nel succitato contratto... è lì il punto di tutto il discorso.Un ulteriore spunto di critica è il fatto che l'impegno è puramente morale, poichè il contratto (essendo nullo per vizio di legittimità) non è mai stato un impegno "legale". E' su questo, al di la della lettura dei dati, perarltro molto difficile sugli altri punti quali:1. la riduzione del crimine (cosa vuol dire sensibile riduzione? accettando per corretti i dati del sito di FI si osserva una diminuzione dei crimini elencati ma non essendoci una definizione precisa di "riduzione forte" il tutto rimane aleatorio) 2. sull'introduzione dei vigili di quartiere (nel mio per certo non c'è e non vivo in una città propiamente piccola), 3. sulla quantità di grandi opere iniziate (dove si può verificare questo dato? in teoria il mezzo tecnico più adeguato sarebbe calcolare gli investimenti stanziati per le grandi opere in rapporto ai 176 miliardi previsti, usando i dati di FI risultano appaltate e accantierate solo il 22% [in termini di valore] e non il 40% come promesso).4. le pensioni: il contratto dice "Pensioni minime a 1 milione" e come si sa su questo è stata fatta la scelta opinabile di aumentare solo alcune pensioni.Concluderei dicendo due parole sulla pressione fiscale, che è il main point del contratto: nel 2000 era: 42,4% oggi è: 41,8%. E ciò principalmente a seguito di un maggiore deficit dello stato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il potere di internet

      Allora pensavo... se vado in tribunale con il
      contratto (o la cassetta di porta a porta) posso
      chiedere che non sia permesso a Berlusconi di
      presentarsi alle elezioni.
      ...
      Poi sempre pensando ho capito il trucco: questo
      contratto è nullo perchè contrario alla legge, di
      livello costituzionale, che impedisce che un
      contratto privatistico neghi ad un cittadino di
      esercitare l'elettorato attivo e passivo...Mica c'è bisogno di arrivare a tanto...il contratto è nullo semplicemente perchè l'ha firmato una sola persona.
      • marcoseverino scrive:
        Re: Il potere di internet
        - Scritto da: Anonimo


        Allora pensavo... se vado in tribunale con il

        contratto (o la cassetta di porta a porta) posso

        chiedere che non sia permesso a Berlusconi di

        presentarsi alle elezioni.

        ...

        Poi sempre pensando ho capito il trucco: questo

        contratto è nullo perchè contrario alla legge,
        di

        livello costituzionale, che impedisce che un

        contratto privatistico neghi ad un cittadino di

        esercitare l'elettorato attivo e passivo...

        Mica c'è bisogno di arrivare a tanto...il
        contratto è nullo semplicemente perchè l'ha
        firmato una sola persona.

        Hair ragione... "Il contratto è un accordo, TRA 2 O PIù PARTI, per far sorgere, modificare, estingure un rapporto avente natura patrimoniale"...... del resto chi lo firmava per "i cittadini italiani"? Forse il presidente? Credo cmq che il berlusca pensasse come firma degli italiani il fatto che gli abbiamo dato la maggioranza per governare (anche se dubito che valga come "firma" sicuramente vale come manifestazione di accordo de facto)
  • Anonimo scrive:
    Manfredini studiati un pò di e-gov
    Illustrare al cittadino le possibilità offerte dalle nuove tecnologie applicate all'amministrazione pubblica (e-gov) è solo meritorio. I paesi che hanno provato ad applicare soluzioni di questo genere ma che non le hanno supportate politicamente hanno fallito. L'e-gov ha dei costi e la pubblicità è uno di questi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini studiati un pò di e-gov

      Illustrare al cittadino le possibilità offerte
      dalle nuove tecnologie applicate
      all'amministrazione pubblica (e-gov) è solo
      meritorio. I paesi che hanno provato ad applicare
      soluzioni di questo genere ma che non le hanno
      supportate politicamente hanno fallito. L'e-gov
      ha dei costi e la pubblicità è uno di questi.Manfredini non sa che è l'e-government...e la disinformazione che viene fatta da PI certo non aiuta a far conoscere ai cittadini quali servizi vengono offerti e quali altri saranno disponibili in futuro.Invece di un articolo politicizzato e di parte, avrei preferito un articolo che descriva puntalmente quali servizi sono stati resi disponibili, in quali città, con quali strumenti tecnologici e possibilmente con quali limiti e potenzialità.Ma si sa, siamo in campagna elettorale E gli organi di informazioni di destra e di sinistra si armano per la discesa in campo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini studiati un pò di e-gov

        Invece di un articolo politicizzato e di parte,
        avrei preferito un articolo che descriva
        puntalmente quali servizi sono stati resi
        disponibili, in quali città, con quali strumenti
        tecnologici e possibilmente con quali limiti e
        potenzialità.Era quello che mi sarei aspettato anch'io dei leggere... :( Ciauz!
        • Anonimo scrive:
          Re: Manfredini studiati un pò di e-gov
          che pena!certo che tutto può essere visto dal punto di vista politico, ma in questo modo non ci sarebbero più riviste di informatica, di ingegneria, di filatelia, di cucina e quantaltro: basterebbe una bella rivista di politica, anzi, si spera, almeno due!un conto è avere un dibattito in un forum, un altro è ospitare un opinionista scandalosamente di parte, e neanche tanto informato (e come potrebbe se si interessa tanto di politica?)da parte mia, l'unica cosa che posso fare è togliere il sito dal bookmarkciaogoog
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini studiati un pò di e-gov
            Non ho capito perchè vi scaldate tanto nel leggere un'opinione che, tra l'altro, è stata espressa in forma tranquilla ed equilibrata. Ma poi, vorrei sapere chi pensa che questa iniziativa del governo possa essere considerata effettivamente un aiuto per la popolazione. Ma andiamo nemmeno la Bella addormentata nel bosco! E' talmente palese considerarla mera propaganda elettorale! E questo al di là degli schieramenti destra e sinistra. Sono altri i provvedimenti da prendere per far crescere l'informatizzazione nel nostro paese. A cominciare da una vera politica riformatrice nella scuola, sui posti di lavoro ecc. Perchè non si rendono obbligatori e gratuiti i corsi di informatica nei posti di lavoro? Perchè con quei soldi spesi per gli opuscoli uniti ai soldi del digitale terrestre non si è pensato ad un buono per un computer in ogni famiglia? Sempre fautore del dialogo porgo cordiali saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini studiati un pò di e-gov
            Sempre fautore del dialogo porgo
            cordiali saluti.Clap clap :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini studiati un pò di e-gov
            - Scritto da: Anonimo
            Non ho capito perchè vi scaldate tanto nel
            leggere un'opinione che, tra l'altro, è stata
            espressa in forma tranquilla ed equilibrata.Passi per il "tranquilla", ma dove la vedi equilibrata? Hai letto l'articolo? E' spaventosamente di parte. O vorrai dirmi che non è contro il ministro, contro Berlusconi e contro il governo in generale?Da un giornale di informatica non mi aspetto un articolo pro/contro il governo, ma un articolo che mi spieghi i pro/contro di una tecnologia, i limiti e le potenzialità di una tecnologia. Magari anche qualche statistica per vedere se effettivamene sia necessario un libretto di istruzioni per l'uso delle nuove tecnologie.Nulla di questo c'è su PI.
            E' talmente palese considerarla mera propaganda
            elettorale!Ma non sta a PI parlarne. Un quotidiano di tecnologia mi dice che viene inviato il libretto, mi dice se è scritto bene, se dà informazioni utili. Non mi può suggerire di non aprire la busta.
            Sono altri i provvedimenti da
            prendere per far crescere l'informatizzazione nel
            nostro paese. A cominciare da una vera politica
            riformatrice nella scuola, sui posti di lavoro
            ecc.Che i compuer ed internet stiano entrando nelle scuole è incontrovertibile.
            Perchè non si rendono obbligatori e gratuiti
            i corsi di informatica nei posti di lavoro?Altra disinformazione. Corsi di informatica gratuiti ci sono. Solitamente vengono fatti dagli enti locali.Basta informarsi.
            Perchè con quei soldi spesi per gli opuscoli
            uniti ai soldi del digitale terrestre non si è
            pensato ad un buono per un computer in ogni
            famiglia? Sempre fautore del dialogo porgo
            cordiali saluti.Ok, "fautore del dialogo", allora ti informo che i buoni per l'acquisto dei pc esistono. E spero che sul libretto di istruzioni la cosa venga indicata. Proprio per quelli che come te ignorano la sua esistenza. Vedi, sicuramente saprai dei buoni per gli studenti. In realtà esistono anche per le famiglie, per i professori. Il problema è che non basta la comunicazione della presenza di questi incentivi tramite la tv. Perché molti nemmeno capiscono di che si parla. Né basta la pubblicià su Internet (tendenzialmente chi usa internet ha già un pc), quindi servono altri mezzi per comunicare la presenza di tali incentivi.Per il dtt ci ha pensato Mediaset, dato che aveva interesse nel farlo, ma per il resto? Per i pc? Per l'adsl? Mica se ne può occupare Mediaset...magari in parte se ne occupano Telecom, Infostrada e simili. Ma è il governo che deve far sapere ai propri cittadini quali incentivi sta mettendo a disposizione della collettività, coi soldi della collettività.Si può discutere se il libretto sia o meno un metodo efficace per trasmettere queste informazioni.Secondo me PI ha aiutato la disinformazione suggerendo di non leggere proprio il libretto.Se devo dirti la mia, non mi dispiace il libretto, ma non sono affatto sicuro che sia utile per tutti. In molti casi dovrebbero essere sindacati/enti locali a far sapere quali vantaggi esistono per il cittadino nello sfruttare servizi digitali al posto di servizi allo sportello.
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini studiati un pò di e-gov
      - Scritto da: Anonimo
      Illustrare al cittadino le possibilità offerte
      dalle nuove tecnologie applicate
      all'amministrazione pubblica (e-gov) è solo
      meritorio. I paesi che hanno provato ad applicare
      soluzioni di questo genere ma che non le hanno
      supportate politicamente hanno fallito. L'e-gov
      ha dei costi e la pubblicità è uno di questi.Anche attribuirsi meriti per tecnologie inesistenti e tacere i disastri combinati con le tecnologie che ci sono e che funzionavano perfettamente è un esempio di e-gov. Vi ricordate l'obbligo di depositare copia cartacea dei siti presso le biblioteche? oppure visto che ci siamo, le proposte dell'on. Gabriella Carlucci di mandare dei virus a chi usa programmi P2P? Ricordiamoci anche che la tassa *ingiustificata* che stiamo pagando sui supporti vergini alla SIAE?Non so, ditemi, non vi sembrano un ottimo esempio di e-gov ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini studiati un pò di e-gov

        Anche attribuirsi meriti per tecnologie
        inesistenti e tacere i disastri combinati con le
        tecnologie che ci sono e che funzionavano
        perfettamente è un esempio di e-gov. Vi ricordate
        l'obbligo di depositare copia cartacea dei siti
        presso le biblioteche? oppure visto che ci siamo,
        le proposte dell'on. Gabriella Carlucci di
        mandare dei virus a chi usa programmi P2P?
        Ricordiamoci anche che la tassa *ingiustificata*
        che stiamo pagando sui supporti vergini alla
        SIAE?


        Non so, ditemi, non vi sembrano un ottimo esempio
        di e-gov ?Si' tutto fa brodo
        • Anonimo scrive:
          Re: Manfredini studiati un pò di e-gov


          Non so, ditemi, non vi sembrano un ottimo
          esempio

          di e-gov ?
          Si' tutto fa brodoGrande argomentazione. Complimenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini studiati un pò di e-gov


        Illustrare al cittadino le possibilità offerte

        dalle nuove tecnologie applicate

        all'amministrazione pubblica (e-gov) è solo

        meritorio. I paesi che hanno provato ad
        applicare

        soluzioni di questo genere ma che non le hanno

        supportate politicamente hanno fallito. L'e-gov

        ha dei costi e la pubblicità è uno di questi.
        Anche attribuirsi meriti per tecnologie
        inesistenti e tacere i disastri combinati con le
        tecnologie che ci sono e che funzionavano
        perfettamente è un esempio di e-gov. Vi ricordate
        l'obbligo di depositare copia cartacea dei siti
        presso le biblioteche? oppure visto che ci siamo,
        le proposte dell'on. Gabriella Carlucci di
        mandare dei virus a chi usa programmi P2P?
        Ricordiamoci anche che la tassa *ingiustificata*
        che stiamo pagando sui supporti vergini alla
        SIAE?
        Non so, ditemi, non vi sembrano un ottimo esempio
        di e-gov ?I programmi p2p utilizzati illegalmente vanno bloccati. Nulla da eccepire in questo (spero anche da parte tua).Per il resto, direi che confondi provvedimenti legislativi (su cui si può discutere) atti alla repressione di comportamenti illeciti (copie pirata, p2p per film/musica illegali...) dai provvedimenti che ivnece hanno l'obiettivo di portare l'Italia ad essere un Paese moderno e digitale.
  • Anonimo scrive:
    L'innovazione tradita
    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4573
  • CoD scrive:
    Controinformazione
    Spero, sinceramente, che qualcuno all'opposizione pernsi di buttar giu' un volantino (leggero e meno costoso) da spedire alle famiglie italiane elencando e spiegando tutte le leggi in materia di limitazione delle liberta' personali che questo governo ha approvato.Il governo ti manda un libretto di istruzioni su come usare il digitale terrestre?L'opposizone ti manda un volantino che ti spiega i problemi di privacy che si nascondono dietro a tutto cio'.Il governo ti manda un libretto di istruzioni su come usare internet?L'opposizone ti manda un volantino che ti spiega tutto quello che non puoi piu' fare perche' "zio pisanu" ti guarda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Controinformazione
      - Scritto da: CoD
      Spero, sinceramente, che qualcuno all'opposizione
      pernsi di buttar giu' un volantino (leggero e
      meno costoso) da spedire alle famiglie italiane
      elencando e spiegando tutte le leggi in materia
      di limitazione delle liberta' personali che
      questo governo ha approvato.Limitazione delle libertà personali? E dove sarebbero?Ogni limitazione delle libertà personali è da considerare incostituzionale. Se ne hai conoscenza, rivolgiti alla magistratura.Ma dubito che tu riesca a trovare qualsiasi cosa.
      Il governo ti manda un libretto di istruzioni su
      come usare il digitale terrestre?Che c'entra il dtt? Si tratta di informazioni sui servizi della Pubblica Amministrazione accessibili attraverso la Carta d'Identità Elettronica e la Carta Nazionale dei Servizi, nonché della nuova Tessera Sanitaria.Tu pensi che basti produrre una card per creare i servizi? E' da 10 anni (due legislature) che al ministero lavorano per l'ammodernamento della PA. Mica si fa in un paio di anni.Se non vedi alcun servizio, probabilmente sei proprio una di quelle persone disinformate che hanno bisogno di un libretto di istruzioni per l'uso.
      • CoD scrive:
        Re: Controinformazione
        La carta dei dirtti fondamentali dell'Unione Europea mi riconosce alcuni diritti inviolabili, come ad esempio:- liberta' di comunicazione- liberta' di spostamento- diritto all'informazione- liberta' di espressioneQuesti diritti sono in netto contrasto con:- il data retention tutt'ora in atto- la conservazione dei registri delle comunicazioni telefoniche tutt'ora in atto- il sistema di controllo degli spostamenti dei cittadini attuato mediante telecamere "occultate" nelle citta', riconoscimenti biometrici di qualunque tipo, tracciamento del segnale dei telefoni cellulari e delle carte di credito.- il controllo pseudo-censorio attuato in nome della sicurezza su tutte le notizie, che vengono date o che io potrei decidere di dare a terziE sono solo alcuni esempi, ovviamente tutti resi legali dalle leggi "di emergenza" anti terrorismo.E non mi venire a parlare dell'e-government perche' quale collaboratore della FSFE mi sono documentato a lungo sull'argomento.Per quanto riguarda il DTT, lo citavo cosi' come esempio, esattamente come viene citato nell'articolo.
        • abbasso scrive:
          Re: Controinformazione
          - Scritto da: CoD
          La carta dei dirtti fondamentali dell'Unione
          Europea mi riconosce alcuni diritti inviolabili,
          come ad esempio:

          - liberta' di comunicazione
          - liberta' di spostamento
          - diritto all'informazione
          - liberta' di espressioneOgni persona ha dei diritti, che sono limitati dai diritti degli altri. In Italia, non esiste legislazione che violi i diritti da te elencati, se non in difesa di diritti di altri.
          E non mi venire a parlare dell'e-government
          perche' quale collaboratore della FSFE mi sono
          documentato a lungo sull'argomento.Uh, un collaboratore di FSE! Allora spiegaci come mai i rappresentatnti italiani dell'FSE dormivano quando nel 2000 l'allora governo decideva di censurare l'informazione in internet obbligando all'iscrizione all'albo dei giornalisti? E perchè non diceva nulla sul caso bollino SIAE del governo ulivista? E perchè ignorava i contatti tra Gates e Veltroni (ma anche Prodi e altri ulivisti), mentre si stracciò le vesti quando Gates parlò in commissione (dopo che nella stessa aveva parlato proprio FSE!)?Depoliticizzatevi e poi tornate a parlare.==================================Modificato dall'autore il 21/01/2006 16.59.34
    • Anonimo scrive:
      Re: Controinformazione

      L'opposizone ti manda un volantino che ti spiega
      i problemi di privacy che si nascondono dietro a
      tutto cio'.E tu vedi i problemi di privacy? Le code agli sportelli forse tu non le hai mai fatte, ma io si! Meglio non perdere le mezze giornate per niente. Tutto il nervoso che ho preso per cazzate del genere lo voglio evitare assolutamente. Bisogna sempre valutare i pro ed i contro. E rimane veramente poco da dire. Sei molto poco convincente.
      Il governo ti manda un libretto di istruzioni su
      come usare internet?
      L'opposizone ti manda un volantino che ti spiega
      tutto quello che non puoi piu' fare perche' "zio
      pisanu" ti guarda.Ricordati che le leggi antiterrorismo sono state votate da maggioranza e opposizione insieme (a cui l'opposizione ha fatto aggiungere alcuni punti)... ma forse non lo sapevi...Sulla questione Urbani (quanto mi stà sul culo quell'hobbit) il problema è ben più serio. Tranne qualche partitino che non se lo fila nessuno, tutti gli altri non hanno fatto niente per fermarlo (se non a parole). Sai perchè? Perchè i soldi delle major fanno gola!Perchè in TV i signori della sinistra che sono tanto bravi a trovare gli errori del governo non parlano mai di Urbani??? Ma come, parlano di cazzate (tranne per chi le paga) come le tasse di successione e delle porcate di Urbani nulla? Ma come mai, te lo sei mai chiesto?Credo che il motivo sia semplice: cambiavi il governo ed avevi un Urbani di sinistra. Chi tace acconsente, soprattutto in politica. Purtroppo c'è poco da fare. Meglio non comprare i CD ed i DVD. Almeno i soldi me li tengo. Spendo solo se costretto. Se avranno "roba buona" da vendere, comprerò, altrimenti, niente.Comunque non ti aspettare grosse iniziative dall'Unione. Cosa vuoi che scrivano? Se devono aspettare 6 mesi per mettersi d'accordo su cosa scrivere sul volantino... ora che convinci Bertinotti, Rutelli, Fassino, il correntone, i Verdi... ma che Unione è? Tra Rutelli e Berlusconi cambia il 10%! Tra Rutelli e Fassino il 40%. E tra Rutelli e Bertinotti il 90%! Come possono concordare? Pensi che sulla legge Urbani la pensino tutti uguale? Purtroppo no!
      • Anonimo scrive:
        Re: Controinformazione

        Credo che il motivo sia semplice: cambiavi il
        governo ed avevi un Urbani di sinistra. Chi tace
        acconsente, soprattutto in politica. P(..)in effetti il panorama (politico) e' terribilmente desolante...non si potrebbe scegliere un tizio a caso per la strada e votarlo? anzi votare cosi per l'intero parlamento...:
      • CoD scrive:
        Re: Controinformazione
        - Scritto da: Anonimo
        E tu vedi i problemi di privacy? Le code agli
        sportelli forse tu non le hai mai fatte, ma io
        si! Meglio non perdere le mezze giornate per
        niente. Tutto il nervoso che ho preso per cazzate
        del genere lo voglio evitare assolutamente.
        Bisogna sempre valutare i pro ed i contro. E
        rimane veramente poco da dire. Sei molto poco
        convincente.Non voglio essere convincente, esprimo un parere.Non vedo problemi di privacy, ma diritti in pericolo.Quando si tratta di diritti dei cittadini bisognerebbe essere sempre sul piede di guerra. La democrazia non e' una cosa che una volta conquistata la si tiene sul comodino, va difesa e vanno difesi i diritti acquisiti con essa, perche' ci sara' sempre qualcuno che cerchera' di toglierteli.
        Credo che il motivo sia semplice: cambiavi il
        governo ed avevi un Urbani di sinistra.Sono d'accordo.
        Meglio non comprare i CD ed i
        DVD. Almeno i soldi me li tengo. Spendo solo se
        costretto. Se avranno "roba buona" da vendere,
        comprerò, altrimenti, niente.Anche qui.Purtroppo, per citare un film, "il piu' pulito c'ha la rogna".Non e' che io sia un militante di sinistra, anzi, e' che qui ormai tocca tifare per il meno peggio.Ci fosse ancora il partito di Cicciolina voterei quello :DIl mio intervento "controinformazione" era stato provocato dal fatto che non sopporto piu' l'ipocrisia e l'arroganza della classe politica che pretende anche di venirmi a spiegare che ha fatto il mio bene.Ma quando? In materia di Internet, Diritti Digitali e Liberta' di comunicazione questo governo ha fatto cose allucinanti.E ora mi vedo arrivare una lettera che mi dice che grazie a loro tutto va meglio?E' come se Bush o il governo Cinese mi spedissero una lettera dicendo che grazie a loro oggi internet e' piu' sicura, piu' pulita e piu' ordinata.E' questa faccia tosta che mi fa proprio incavolare.==================================Modificato dall'autore il 21/01/2006 9.48.05
  • Anonimo scrive:
    Evoluzione? Darwin?
    si ma se poi modificano i programmi scolastici e non considerano necessario lo studio della teoria evoluzionistica di Darwin, della storia e altre materie classiche ....e il potenziamento della educazione civica, da sempre bistrattata?su su, per favore, formiamo dei VERI cittadini, rispettiamoli, eleviamoli.
  • Anonimo scrive:
    ALFABETIZZAZIONE ITALIANA?
    Si', non metto in dubbio che tutti i parenti dei politici, da quelli più stretti ai più lontani, per arrivare ai portaborse, siano informatizzati e possano usufruire appieno di tutti i servizi che si trovano al giorn d'oggi.Ma, Caro Silvio,io non ho "subìto" una nuova alfabetizzazione. Vedi, io sono rimasto alfabetizzato al 1998, quando c'erano ancora il modem 56k e la connessione analogica.Vorrei ricordarTi, che l'Italia non è fatta a macchie, quindi sarebbe auspicabile fare (almeno per questa volta), NON una legge ad personam, ma una legge ad populum, in cui venga espressamente affermato che tutti i cittadini (e ci troviamo nel 2006 sai..) hanno uguale diritto di usufruire dei servizi offerti oggi su internet, senza DIFFERENZA DI QUALITA'.
  • danieleNA scrive:
    poste.it
    Nel frattempo, per chi non se ne fosse accorto, le Poste stanno cominciando ad offrire una specie di firma per attestare l'integrità delle e-mail spedite dal loro sito. Per i privati, per il professionale già c'era.
    • Anonimo scrive:
      Re: poste.it
      intanto io un reclamo telematico con 2 solleciti per lettera e 2 telefonici ce l'ho pendente senza risposta da 4 anni...
    • Anonimo scrive:
      Re: poste.it
      - Scritto da: danieleNA
      Nel frattempo, per chi non se ne fosse accorto,
      le Poste stanno cominciando ad offrire una specie
      di firma per attestare l'integrità delle e-mail
      spedite dal loro sito.
      Per i privati, per il professionale già c'era.Se stai parlando della pec guarda com'e' nata e gioisci :(http://punto-informatico.it/p.asp?i=57031
  • danieleNA scrive:
    come funziona? è già in funzione?
    queste sono le cose che - spero - ci spiegheranno in questo opuscoletto o in altri modi.Sui quotidiani di inizio Gennaio vi era la pubblicità a tutta pagina per dire che era cominciata questa nuova era digitale.Ma praticamente?Esempio pratico: io a Giugno devo rinnovare la carta d'identità. Sarà elettronica? come si fa? che ci potrò fare? ammesso che ci possa fare qualcosa, avrò bisogno di hardware / software particolari? costeranno molto?
    • Anonimo scrive:
      Re: come funziona? è già in funzione?
      - Scritto da: danieleNA
      queste sono le cose che - spero - ci spiegheranno
      in questo opuscoletto o in altri modi.
      Sui quotidiani di inizio Gennaio vi era la
      pubblicità a tutta pagina per dire che era
      cominciata questa nuova era digitale.
      Ma praticamente?
      Esempio pratico: io a Giugno devo rinnovare la
      carta d'identità. Sarà elettronica? come si fa?
      che ci potrò fare? ammesso che ci possa fare
      qualcosa, avrò bisogno di hardware / software
      particolari? costeranno molto?
      Non sarà elettronica, non hanno i soldi per farla, ma per queste cazzate si!
      • LaNberto scrive:
        Re: come funziona? è già in funzione?
        A Pisa c'è già. E' una tesserina tipo carta di credito con una foto malamente riportata coi colori sbagliati e qualche ghirigoro qua e là.Quando la presenti in giro ti guardano male.
        • Anonimo scrive:
          Re: come funziona? è già in funzione?
          - Scritto da: LaNberto
          A Pisa c'è già. E' una tesserina tipo carta di
          credito con una foto malamente riportata coi
          colori sbagliati e qualche ghirigoro qua e là.
          Quando la presenti in giro ti guardano male.Pisa fa parte della sperimentazione
    • Anonimo scrive:
      Re: come funziona? è già in funzione?
      - Scritto da: danieleNA
      queste sono le cose che - spero - ci spiegheranno
      in questo opuscoletto o in altri modi.
      Sui quotidiani di inizio Gennaio vi era la
      pubblicità a tutta pagina per dire che era
      cominciata questa nuova era digitale.
      Ma praticamente?
      Esempio pratico: io a Giugno devo rinnovare la
      carta d'identità. Sarà elettronica? come si fa?
      che ci potrò fare? ammesso che ci possa fare
      qualcosa, avrò bisogno di hardware / software
      particolari? costeranno molto?A Torino viene già distribuita la Carta d'Identità Elettronica. Basta farne richiesta. Il costo è sempre lo stesso.Nella CIE è presente un certificato digitale attraverso il quale si può accedere a numerosi servizi completamente gratuiti. E pure chi non può prendere la CIE, può fare richiesta di accesso ai servizi della PPAA, viene rilasciata una carta servizi (non quella nazionale, è un'altra) con cui si accede al sito apposito.www.torinofacile.itIn altre città sono stati fatte sperimentazioni analoghe.L'IT nella pubblica amministrazione non è una buffonata, ma un lavoro di digitalizzazione molto complesso di cui solo ora cominciamo a vedere i frutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: come funziona? è già in funzione?

        www.torinofacile.it
        In altre città sono stati fatte sperimentazioni
        analoghe.A livorno c'è.. come per i cugini di pisa.Io ce l'ho da 1 anno... e non so assolutamente cosa farci... Il problema è che a me già arrivata anche la tessera sanitaria elettronica, che probabilmente duplica la spesa... da una parte o dall'altra probabilmente sono soldi sprecati.Ma il problema maggiore è che se cerchi di informarti sui servizi disponibili, nessuno ti sa spiegare niente, nessuno sa nulla... Questo è il vero problema dell'informazione e dell'informatizzazione... è inutile che inviino volantini a casa, con scritto tante belle frasi, tanto poi fanno solo quello che vogliono e la maggioranza delle persone , che fanno vivere nell'ignoranza, sono ammaliati da 4 chiacchiere tanto sono orgogliosi del loro Sky o del loro digitale terrestre; dei loro super cellulari UMTS per mandare i videomessaggi ... questa è l' IT italiano.In Europa siamo primi per suonerie scaricate e ultimi per investimenti in ricerca... mah?
        L'IT nella pubblica amministrazione non è una
        buffonata, ma un lavoro di digitalizzazione molto
        complesso di cui solo ora cominciamo a vedere i
        frutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: come funziona? è già in funzione?

          Il problema è che a me già arrivata anche la
          tessera sanitaria elettronica, che probabilmente
          duplica la spesa... A me all'ospedale m'hanno detto che serve il libretto cartaceo e che la cosa elettronica serve solo per l'estero
          • Anonimo scrive:
            Re: come funziona? è già in funzione?
            - Scritto da: Anonimo

            Il problema è che a me già arrivata anche la

            tessera sanitaria elettronica, che probabilmente

            duplica la spesa...

            A me all'ospedale m'hanno detto che serve il
            libretto cartaceo e che la cosa elettronica serve
            solo per l'esteroA te han detto una bella cavolata.Perché con la tessera sanitaria verrà monitorata la spesa dei farmaci da parte dei cittadini.Poi è anche vero che sostituirà un modulo che serve per avere assistenza sanitaria all'estero, ma quello direi che è secondario rispetto ai vantaggi che offre qui in Italia.
        • Anonimo scrive:
          Re: come funziona? è già in funzione?


          www.torinofacile.it

          In altre città sono stati fatte sperimentazioni

          analoghe.
          A livorno c'è.. come per i cugini di pisa.
          Io ce l'ho da 1 anno... e non so assolutamente
          cosa farci... Vedi che allora serve anche a te un libretto di istruzioni?I servizi ci sono, ma non sono conosciuti.E spesso nemmeno le amministrazioni locali sono ben informate. Spesso nemmeno sanno che è un pc, figurarsi se sanno come funziona la mail o un database. Purtroppo si combatte contro l'ignoranza.

          L'IT nella pubblica amministrazione non è una

          buffonata, ma un lavoro di digitalizzazione

          molto

          complesso di cui solo ora cominciamo a vedere i

          frutti.
  • avvelenato scrive:
    respinto al mittente
    facciamo tutti così :)
  • Anonimo scrive:
    Appena mi arriva il pacchetto a casa...
    Appena mi arriva il pacchetto a casa, mi prenderò cura personalmente di respingerlo al mittente. E spero che come me facciano in tanti. Almeno che si renda conto di quanti italiani ormai provano fastidio anche solo a sentirlo cianciare le stesse fesserie da ormai 5 lunghissimi anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Appena mi arriva il pacchetto a casa
      concordo in pieno. Spendere soldi pubblici in un modo così idiota non è semplice. Lui ha il controllo, diretto o indiretto, di tutte le maggiori televisioni e di parte della stampa: se proprio gli stesse così a cuore la questione, perchè non utilizzare questi canali di comunicazione? soprattutto per quanto riguarda la tv, sarebbe la prima volta da molto tempo che serve per qualcosa di utile...
  • Eddie_81 scrive:
    Ancora una volta...
    ..soldi butati nel cesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora una volta...
      - Scritto da: Eddie_81
      ..soldi butati nel cesso.L'unto e bisunto è proprio alla frutta se si attacca a tutti i mezzi per1) Rubarci i soldi (con le sue leggi NON HA PAGATO UN MMILIARDO DI ? DI TASSE - 220.000.000 solo per iil Milan. pensate roma e lazio, ci viene quasi fuori una finanziaria)2) Raccontare balle (Tipo quella che i giormali sono tutti contro i lui, quando PER COLPA SUA SUA SIAMO IN PAESE PARZIALMENTE LIBERO)3) Distruggere l'economia (credete veramente che all'estero si fidino di un paese in cui il falso in bilancio non è reato? Negli USA dopo lo scandalo ENRON hanno aumentato le pene sul falso in bilancio sino a 30 anni di galera)etc etc etc
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora una volta...
        già...però quando si parla di Cooperative rosse e UNIPOL è diffamazione e falsità...Quindi: a destra è rubare, a sinistra è diffamare...salvo poi non essere molto diversi gli uni dagli altri...Quando tutti i magistrati sono contro Mediaset e le imprese di Berlusconi è:Berlusconi ladroBerlusconi leggi ad personam (e se fosse stata la sx al governo, non si sarebbe fatta le sue leggi? ma va....)quando si piglia la sx con le mani nel sacco...Berlusconi diffama...ma soprattutto: SMETTIAMOLA CON LA CAMPAGNA DI BERLUSCONI CONTRO LE PERSONE E FACCIAMO POLITICA!AHAHAHAHAHHAHAHAHAHA che memoria corta che ha certa gente :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora una volta...
          una piccola precisazione: gli avvisi di garanzia al banana sono partiti da fatti penalmente rilevanti accertati dagli inquirenti molti dei quali accertati e prescritti o autodepenalizzati e alcuni accertati ma con prove insufficenti per attribuirle a un responsabile, inoltre non mi sembra che le coop si siano fatte delle leggi per pagare meno tasse o avere contributi o falsificare i bilanci o prescrivere i reati degli amministratori, anzi una legge di un paio d'anni fa stabiliva il termine di alcuni privilegi delle coop di consumo mantenendoli però a quelle bancarie e finanziarie grazie alle pressioni di un partito secessionista che ne controlla svariate
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora una volta...

            alcuni accertati ma con prove insufficenti per
            attribuirle a un responsabileLOLAccertati? Se sono accertati è perché esistono prove sufficienti, altrimenti che accertamento sarebbe?Ma i moderatori non ci sono? Cos'è il sito di it.politica?Non vanno cancellati i post completamente OT?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora una volta...
          scusa però....Il pres. del consiglio eralibero per andare dai magistrati a dire cose che non c'entrano nulla...Però quando dova andare a dire cose che riguardavano lui... non aveva tempo!!!!Poi, io è da mesi che cerco di andare da un magistrato per i problemi dei treni e dell'allargamento della copertura per la banda larga....ma non mi riceve nessuno!!!!Anche gli esposti non fanno nulla... La legge è uguale per tutti!!! MAGARI!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora una volta...
            Aggiungo,oltre al poco tempo per presentarsi,il Silvio Nazionale viene contraddetto per le sue esternazioni in procura da ...da chi?se qualcuno ha la risposta la dica...io i tg, i giornali, ecc li leggo la mattina al bagno...comunque qualcuno è andato in procura (qualcuno non certo politicamente rivoluzionario... no non è rutelli o prodazzo)a sottolineare le infondatezze del silviolo
  • Anonimo scrive:
    Al governo abbiamo dei lamer del cazzo
    Ridicoli.
  • Anonimo scrive:
    GUARDATE QUI AHAH
    Lo ammetto: volevo fare una trollata aprendo qui un thread con qualche frase di Berlusconi e dal titolo "VOTA FORZA ITALIA" o qualcosa del genere..Quindi--
    Google--
    Search: Forza ItaliaClicco sul primo risultato e mi compare questa pagina:http://www.forza-italia.it/Pensavo che gli avessero defacciato il sito! :o .Invece leggete bene.. :D .Per carità, viva l'ironia, ma lì rischiano una denuncia sul serio!Ciao (troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: GUARDATE QUI AHAH

      Per carità, viva l'ironia, ma lì rischiano una
      denuncia sul serio! ah ah ah legge ad personam nn ti dice nulla?
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH
        - Scritto da: Anonimo


        Per carità, viva l'ironia, ma lì rischiano una

        denuncia sul serio!


        ah ah ah legge ad personam nn ti dice nulla?ah ah ah no, non lo so
    • Anonimo scrive:
      Re: GUARDATE QUI AHAH
      - Scritto da: casteredandblue
      Lo ammetto:
      volevo fare una trollata aprendo qui un thread
      con qualche frase di Berlusconi e dal titolo
      "VOTA FORZA ITALIA" o qualcosa del genere..

      Quindi--
      Google--
      Search: Forza Italia

      Clicco sul primo risultato e mi compare questa
      pagina:
      http://www.forza-italia.it/

      Pensavo che gli avessero defacciato il sito! :o .

      Invece leggete bene.. :D .

      Per carità, viva l'ironia, ma lì rischiano una
      denuncia sul serio!

      Ciao
      (troll2)Bene bene. Un semplice whois ed ecco di chi è questo bel sito http://www.antoniopalmieri.it/mipresento.php (questo è il risultato del whois http://tinyurl.com/b3amt).Casomai più avanti non dovesse essere più raggiungibile ecco uno snapshot a perenne memoria http://tinyurl.com/8po4eChi volesse scrivergli o contattarlo per esprimergli pieno apprezzamento per il lavoro svolto per il popolo italiano, trova tutto il necessario sul suo sito o tramite whois (http://tinyurl.com/b94h2).Da notare che tutti i dati presenti in questo post sono tutti dati pubblici, accessibili da chiunque sul sito del nic (http://www.nic.it) tramite il Database whois del Registro ccTLD (http://www.nic.it/cgi-bin/Whois/encodedWhois.cgi). Niente spystory o violazione di privacy, dunque.
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH

        Da notare che tutti i dati presenti in questo
        post sono tutti dati pubblici, accessibili da
        chiunque sul sito del nic (http://www.nic.it)
        tramite il Database whois del Registro ccTLD
        (http://www.nic.it/cgi-bin/Whois/encodedWhois.cgi)
        Niente spystory o violazione di privacy, dunque.Opinabile.. La legge sulla privacy, non permette la diffusione dei dati.
        • gerry scrive:
          Re: GUARDATE QUI AHAH
          - Scritto da: Anonimo
          Opinabile.. La legge sulla privacy, non permette
          la diffusione dei dati.A meno che non dai l'autorizzazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: GUARDATE QUI AHAH


            Opinabile.. La legge sulla privacy, non permette

            la diffusione dei dati.
            A meno che non dai l'autorizzazione.Esatto, ma nelle LAR non è contemplata l'informativa e il consenso al trattamento per la diffusione dei propri dati personali.. Quindi il cerchio è bello che chiuso.
          • marchino scrive:
            Re: GUARDATE QUI AHAH

            Esatto, ma nelle LAR non è contemplata
            l'informativa e il consenso al trattamento per la
            diffusione dei propri dati personali.. Quindi il
            cerchio è bello che chiuso.Sbagliato, non lo contemplava, e quindi se il sito non è molto recente (parlo in generale) questi dati non potrebbero esser diffusi. http://www.nic.it/RA/domini/lar/lar-PersoneFisiche-200501.txtPresumibilmente è del Gennaio 2005, quindi un annetto buono..Il NIC dovrebbe adoperarsi per far rifirmare le LAR, ma hai visto mai far una cosa del genere?
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH
        E http://www.forzaitalia.it/ è identica a http://www.forza-italia.it/, ed è pure registrato dalla stessa persona. O si tratta di un'incompetenza madornale del web master, con soltanto quel link su www.forsaitalia.it in calce alla pagina per entrare nel sito dalla pagina http://www.forzaitalia.it/index3.htm. Oppure la home page è stata hackata.Claude
        • Anonimo scrive:
          Re: GUARDATE QUI AHAH
          - Scritto da: Anonimo
          E http://www.forzaitalia.it/ è identica a
          http://www.forza-italia.it/, ed è pure registrato
          dalla stessa persona.

          O si tratta di un'incompetenza madornale del web
          master, con soltanto quel link su
          www.forsaitalia.it in calce alla pagina per
          entrare nel sito dalla pagina
          http://www.forzaitalia.it/index3.htm. Oppure la
          home page è stata hackata.

          ClaudePerchè "incompetenza"?Ha messo in atto la comunicazione politica voluta dal committente con un effetto "shock" alla visualizzazione della pagina.Il mio post verteva sulla sorpresa e sulla legalità della cosa.IMHO il link alla home page tradizionale solo in fondo alla pagina contribuisce ad alimentare lo spiazzamento del visitatore alla visualizzazione della pagina.. Un link ben visibile in alto avrebbe fatto diminuire l'effetto sorpresa e avrebbe fatto leggere meno contenuti dei vari box.Ciao :) .
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: casteredandblue

        Lo ammetto:

        volevo fare una trollata aprendo qui un thread

        con qualche frase di Berlusconi e dal titolo

        "VOTA FORZA ITALIA" o qualcosa del genere..



        Quindi--
        Google--
        Search: Forza Italia



        Clicco sul primo risultato e mi compare questa

        pagina:

        http://www.forza-italia.it/



        Pensavo che gli avessero defacciato il sito! :o
        .



        Invece leggete bene.. :D .



        Per carità, viva l'ironia, ma lì rischiano una

        denuncia sul serio!



        Ciao

        (troll2)

        Bene bene. Un semplice whois ed ecco di chi è
        questo bel sito
        http://www.antoniopalmieri.it/mipresento.php
        (questo è il risultato del whois
        http://tinyurl.com/b3amt).
        Casomai più avanti non dovesse essere più
        raggiungibile ecco uno snapshot a perenne memoria
        http://tinyurl.com/8po4e
        Chi volesse scrivergli o contattarlo per
        esprimergli pieno apprezzamento per il lavoro
        svolto per il popolo italiano, trova tutto il
        necessario sul suo sito o tramite whois
        (http://tinyurl.com/b94h2).
        Ommadonnamia, forzitaliota ed interista??? Mi chiedo cosa abbia fatto di così grave nella sua vita precedente per meritarsi tutto queste due sventure così gravi insieme!
    • TADsince1995 scrive:
      Re: GUARDATE QUI AHAH

      http://www.forza-italia.it/Certo che siamo arrivati proprio in basso, molto in basso...TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH
        - Scritto da: TADsince1995


        http://www.forza-italia.it/

        Certo che siamo arrivati proprio in basso, molto
        in basso...

        TAD... e continuiamo a scavare!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: GUARDATE QUI AHAH
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: TADsince1995




          http://www.forza-italia.it/



          Certo che siamo arrivati proprio in basso, molto

          in basso...



          TAD


          ... e continuiamo a scavare!!!Ma ROTFL :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH
        - Scritto da: TADsince1995


        http://www.forza-italia.it/

        Certo che siamo arrivati proprio in basso, molto
        in basso...

        TADbah, siamo in basso stilisticamente , direi.L'idea di fare satira è propria anche degli altri ... solo che ci vuole stile, ci vuole savoir faire... cosa che a chi ha prodotto questa roba manca.Hanno copiato l'idea di copiare e taroccare ... ma non sono capaci ^_____^
        • Anonimo scrive:
          Re: GUARDATE QUI AHAH



          http://www.forza-italia.it/
          bah, siamo in basso stilisticamente , direi.
          L'idea di fare satira è propria anche degli altri
          ... solo che ci vuole stile, ci vuole savoir
          faire... cosa che a chi ha prodotto questa roba
          manca.
          Hanno copiato l'idea di copiare e taroccare ...
          ma non sono capaciA me sembra che abbiano centrato il punto.Brucia eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: GUARDATE QUI AHAH
            - Scritto da: Anonimo



            http://www.forza-italia.it/


            bah, siamo in basso stilisticamente , direi.

            L'idea di fare satira è propria anche degli
            altri

            ... solo che ci vuole stile, ci vuole savoir

            faire... cosa che a chi ha prodotto questa roba

            manca.

            Hanno copiato l'idea di copiare e taroccare ...

            ma non sono capaci
            A me sembra che abbiano centrato il punto.

            Brucia eh?Mah, a me sembra che il problema è il contrario... tutti si vorrebbe ridere, anche dei politici di SX, peccato a Dx manchi completamente la capacità di fare ironia, è la solita storia, senza cultura non puoi sviluppare ironia, e quindi ci dobbiamo accontentare di comici di Sx, come Bertolino, che tra l'altro è un grande. =)
    • Anonimo scrive:
      Re: GUARDATE QUI AHAH
      Mitici! Voterei forza-italia solo per questa pagina sublime. Poi penso agli altri motivi e non la voto più.
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH
        - Scritto da: Anonimo

        Mitici! Voterei forza-italia solo per questa
        pagina sublime.davvero?voglio dire... buona l'idea e la realizzazione grafica, ma le battute?boh.
        Poi penso agli altri motivi e non
        la voto più.meno male :)altrimenti hanno ragione quelli che dicono che sia sufficiente dirci due stronzate nei mesi precedenti le elezioni per convincerci...quando ci sono ANNI di operato che parlano da soli
        • gian_d scrive:
          Re: GUARDATE QUI AHAH
          - Scritto da: Anonimo
          meno male :)
          altrimenti hanno ragione quelli che dicono che
          sia sufficiente dirci due stronzate nei mesi
          precedenti le elezioni per convincerci...perché, non è così che stanno le cose?
          • Anonimo scrive:
            Re: GUARDATE QUI AHAH
            - Scritto da: gian_d

            - Scritto da: Anonimo


            meno male :)

            altrimenti hanno ragione quelli che dicono che

            sia sufficiente dirci due stronzate nei mesi

            precedenti le elezioni per convincerci...

            perché, non è così che stanno le cose?no, non lo so
        • Anonimo scrive:
          Re: GUARDATE QUI AHAH
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo



          Mitici! Voterei forza-italia solo per questa

          pagina sublime.

          davvero?
          voglio dire... buona l'idea e la realizzazione
          grafica, ma le battute?
          boh.
          Se sei diessino o simpatizzante è naturale che non ti piacciano.Io per esempio non lo sono e ti dico che alcune mi piacciono, quale più, quale meno, altre sono sciape:quella su Consorte è fulminante, quella più lavoro - meno lavoro non sa di niente, poi ce ne sono di insipide, ma anche altre carine, anche se inferiori a quelle dei nostri migliori satirici.
          • Anonimo scrive:
            Re: GUARDATE QUI AHAH
            Da tesserato diessino io direi che sono abbastanza simpatici : Consorte (forse un po' scontata), Partiti (questa mi ha fatto :D ) e OKKupazioni.Naturalmente simpatici solo come slogan, riguardo ai contenuti e all'idea di mettere quella home page al sito del partito di attuale maggioranza relativa ci sarebbe da commentare.Cmq W l'autoironia.PS Ma se su www.dsonline.it avessero fatto una cosa analoga cosa sarebbe successo?
    • Anonimo scrive:
      Re: GUARDATE QUI AHAH
      - Scritto da: casteredandblue
      Lo ammetto:
      volevo fare una trollata aprendo qui un thread
      con qualche frase di Berlusconi e dal titolo
      "VOTA FORZA ITALIA" o qualcosa del genere..

      Quindi--
      Google--
      Search: Forza Italia

      Clicco sul primo risultato e mi compare questa
      pagina:
      http://www.forza-italia.it/

      Pensavo che gli avessero defacciato il sito! :o .

      Invece leggete bene.. :D .

      Per carità, viva l'ironia, ma lì rischiano una
      denuncia sul serio!bahnon sono nemmeno lontanamente simpatiche come quelle della storica raccolta del mitico Mark Bernardini (guardate come si sono vendicati... http://markbernardini.boom.ru/noberluska.htm )insomma, non fanno manco ridere ... bella l'idea, discreta impaginazione e buoni gli ingombri nei manifestini taroccati... ma contenuto zero.Ottimi comunicatori, quando si tratta di imbellettare.... ma non hanno mordente perchè non hanno un bel niente da dire che valga la pena, nemmeno per ridere :)Ovvero: non sono capaci :)Sono addirittura più bravi quelli di sinistra a far ridere su sé stessi, carichi di delusione ... vedi Grillo o il seguito della Dandini... fanno più ridere loro (su sé stessi) dei loro detrattori.
    • gian_d scrive:
      Re: GUARDATE QUI AHAH
      - Scritto da: casteredandblue

      Per carità, viva l'ironia, ma lì rischiano una
      denuncia sul serio!

      Ciao
      (troll2)ma quale denuncia, è solo un tentativo maldestro di fare satira politicamaldestro perché a parte un paio di chicche le altre sono proprio battute terra terra
      • Anonimo scrive:
        Re: GUARDATE QUI AHAH
        - Scritto da: gian_d
        maldestro perché a parte un paio di chicche le
        altre sono proprio battute terra terraBeh, dai, ce ne sono un tre che vale la pena
  • Anonimo scrive:
    INCREDIBILE!
    Non ho parole... Siamo proprio alla frutta.Che vergogna.Speriamo solo che sia l'ultima volta che si vedano questi siparietti vergognosi, e che il nano vada a casa (o in carcere, dove dovrebbe stare gia' da anni) per sempre.
  • Anonimo scrive:
    Manfredini...basta la firma ormai
    Ma questo è un sito che dovrebbe parlare di tecnologia, giusto?Sono sul sito di Punto Informatico, giusto?Com'è che qui si leggono sempre più spesso articoli politici, articoli politicizzati, articoli di parte?La faziosità di questo articolo è spaventosa.Manfredini è oramai noto per i suoi articoli...Basta con gli attacchi politici, noi utenti ne abbiamo le tasche piene. Se vogliamo informazione politica ci rivolgiamo a siti che trattano la politica.Qui ESIGIAMO articoli che trattino di tecnologia, hardware e telefonia.Lasciamo la politica ad osservatori più autorevoli nel campo.Se proprio volete parlare di politica, aprite una sezione apposita dove Manfredini, il saggio, possa sfogarsi quanto vuole.E speriamo che il mio post non venga censurato, visto che sono perfettamente IT, non volgare e visto che chiedo apertamente che PI torni a fare il suo mestiere e non propaganda politica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini...basta la firma ormai
      dissento.. una utenta utonta che pensa che la comunicazione (e l'informatica) sia politica
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini...basta la firma ormai
        - Scritto da: Anonimo
        dissento.. una utenta utonta che pensa che la
        comunicazione (e l'informatica) sia politicaOh mamma!Che sei una di quelle che distinguono tra il mondo mac per i sinistroidi e il mondo win per i destroidi?Le tecnologie non hanno a che vedere con la politica.Quando si tratta di tecnologia si indicano limiti e potenzialità di un certo prodotto. Non si fanno disquisizioni su quale schieramento sia peggiore. Né si deride uno schieramento gratuitamente. Questo è un quotidiano politico? NO. Gli utenti che vogliono politica vanno su siti di politica. Qui si tratta di informatica, telefonia e simili. Non c'entrano nulla le storie di Prodi, Berlusconi, Consorti, Grissini, Fini o chi per essi.
        • avvelenato scrive:
          Re: Manfredini...basta la firma ormai
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          dissento.. una utenta utonta che pensa che la

          comunicazione (e l'informatica) sia politica
          Oh mamma!
          Che sei una di quelle che distinguono tra il
          mondo mac per i sinistroidi e il mondo win per i
          destroidi?

          Le tecnologie non hanno a che vedere con la
          politica.
          Quando si tratta di tecnologia si indicano limiti
          e potenzialità di un certo prodotto. Non si fanno
          disquisizioni su quale schieramento sia peggiore.
          Né si deride uno schieramento gratuitamente.
          Questo è un quotidiano politico? NO. Gli utenti
          che vogliono politica vanno su siti di politica.
          Qui si tratta di informatica, telefonia e simili.
          Non c'entrano nulla le storie di Prodi,
          Berlusconi, Consorti, Grissini, Fini o chi per
          essi.Tutto è politica. Politica è discutere dei problemi della società, delle possibili soluzioni, e del modo di applicare tali soluzioni.Quindi anche i problemi tecnologici rientrano nel "politica". E la politica tecnologica del governo è stata molto confusa -dico così per non farmi icsare-.Su questo sito basta cercare le parole Stanca e piovono i vaffanculo. Per non parlare di Urbani. Ma lasciando perdere il secondo... cosa si è fatto, tecnologicamente parlando, nell'italia? Apparte il digitale terrestre intendo. Nulla?Bene: mi sembra sia perfettamente in topic che un giornale di tecnologia denunci che un politico cerchi di spacciarsi per benefattore tecnologico quando in realtà ha curato tutto meno che gli interessi del paese, tra cui quello della crescita tecnologica.La ricerca? Il digital divide? L'incentiva a formati aperti e all'incremento dell'interoperabilità tra formati e apparecchi elettronici?Una cazzata molto semplice come regolamentare il drm, come si sta facendo in Francia, per garantire libero mercato (non sono loro i liberalisti? non sono loro quelli di destra?)?Se non ti sembra it, c'hai proprio le fette di prosciutto sugli occhi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai


            Non c'entrano nulla le storie di Prodi,

            Berlusconi, Consorti, Grissini, Fini o chi per

            essi.
            Tutto è politica.Allora trasformiamo PI in PuntoPolitica o PuntoRosso.Secondo te per parlare di IT è assolutamente necessario tirare in ballo Prodi? Oppure Tremonti? O Fassino? O ferse è meglio parlare di tecnologia?Sono cose distinte.
            Apparte il digitale terrestre intendo. Nulla?Nulla? Guarda che sei completamente disinformato.Ti cito un solo esempio:www.torinofacile.itMa servizi come questo sono presenti in molte città.Sono state fatte sperimentazioni utilizzando molti denari pubblici. Certo che la digitalizzazione di un carrozzone burocratico come l'Italia non si fa in un paio di anni. Il lavoro di ammodernamento della PA va avanti dal 96-98. Prima che vengano offerti servizi direttamente alpubblico bisogna informatizzare gli uffici, i database e approntare misure di sicurezza.Solo ora si cominciano
            Bene: mi sembra sia perfettamente in topic che un
            giornale di tecnologia denunci che un politico
            cerchi di spacciarsi per benefattore tecnologico
            quando in realtà ha curato tutto meno che gli
            interessi del paese, tra cui quello della
            crescita tecnologica.E' esattamente questo l'errore. Un giornale di tecnologia che non ha conoscenze politiche e che non conosce i fatti può semplicemente dare opinioni politiche personali e di parte. Tanto da convincere te e altri che sono poco informati sulla realtà.L'innovazione nella PA negli ultimi anni è stata enorme. Prova a fare un giro sul sito del MIT (il ministero, non l'università), se vuoi informazioni su quel che è stato fatto vai lì. Oppure prova a cercare info sulla CNS o sulla CIE, giusto per darti qualche chiave di ricerca.
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai
            - Scritto da: Anonimo


            Non c'entrano nulla le storie di Prodi,


            Berlusconi, Consorti, Grissini, Fini o chi per


            essi.

            Tutto è politica.
            Allora trasformiamo PI in PuntoPolitica o
            PuntoRosso.
            Secondo te per parlare di IT è assolutamente
            necessario tirare in ballo Prodi? Oppure
            Tremonti? O Fassino? O ferse è meglio parlare di
            tecnologia?
            Sono cose distinte.


            Apparte il digitale terrestre intendo. Nulla?
            Nulla? Guarda che sei completamente disinformato.
            Ti cito un solo esempio:
            www.torinofacile.itNon ascrivere a Berlusconi meriti che non ha, perchè ci pensa già lui ad arrogarsi i meriti altrui e a scaricare le sue colpe personali (o del suo governo) sui mille governi che lo hanno preceduto.Pane al pane e vino al vino. Torinofacile.it è una iniziativa del Comune di Torino, forse hai portato l'esempio senza nemmeno curarti di visitare la home page del sito di cui parlavi??? E, sai, Torino è amministrata dal centrosinistra, ma non conta, conta solo che sia comunque un'istituzione non direttamente riconducibile a San Silvio.
            Ma servizi come questo sono presenti in molte
            città.
            Sono state fatte sperimentazioni utilizzando
            molti denari pubblici. Certo che la
            digitalizzazione di un carrozzone burocratico
            come l'Italia non si fa in un paio di anni. Il
            lavoro di ammodernamento della PA va avanti dal
            96-98. Prima che vengano offerti servizi
            direttamente alpubblico bisogna informatizzare
            gli uffici, i database e approntare misure di
            sicurezza.
            Solo ora si cominciano
            Ripeto, le città e i comuni sono una cosa, le iniziative governative un'altra, su questo campo il governo, QUESTO GOVERNO, è indietro anni luce rispetto a quanto hanno saputo fare istutuzioni con budget molto più limitati.


            Bene: mi sembra sia perfettamente in topic che
            un

            giornale di tecnologia denunci che un politico

            cerchi di spacciarsi per benefattore tecnologico

            quando in realtà ha curato tutto meno che gli

            interessi del paese, tra cui quello della

            crescita tecnologica.
            E' esattamente questo l'errore. Un giornale di
            tecnologia che non ha conoscenze politiche e che
            non conosce i fatti può semplicemente dare
            opinioni politiche personali e di parte. Tanto da
            convincere te e altri che sono poco informati
            sulla realtà.Un giornale di tecnologia deve potere dire la sua sugli spot pubblicitari del governo in materia di tecnologia, perchè solo chi capisce di tecnologia può dare un giudizio assennato, l'articolo non parla di politica, l'articolo parla di quante chances in materia di tecnologia si sono sprecate in questi 5 anni.
            L'innovazione nella PA negli ultimi anni è stata
            enorme. Prova a fare un giro sul sito del MIT (il
            ministero, non l'università), se vuoi
            informazioni su quel che è stato fatto vai lì.
            Oppure prova a cercare info sulla CNS o sulla
            CIE, giusto per darti qualche chiave di ricerca.Cosa è stato fatto che possa davvero entrare nel vissuto della gente? L'unica cosa che un cittadino può fare è consultare i propri contributi inps su inps.it, peccato che questa possibilità fosse già stata introdotta dal precedente governo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai



            Apparte il digitale terrestre intendo. Nulla?

            Nulla? Guarda che sei completamente
            disinformato.

            Ti cito un solo esempio:

            www.torinofacile.it
            Non ascrivere a Berlusconi meriti che non haTrovami il punto in cui ho indicato che sia un merito di Berlusconi. Ti sfido...La digitalizzazione avviene di concerto tra amministrazioni locali e centrale.
            Torinofacile.it è
            una iniziativa del Comune di Torino, forse hai
            portato l'esempio senza nemmeno curarti di
            visitare la home page del sito di cui parlavi?Veramente lo uso da parecchio tempo.

            Ma servizi come questo sono presenti in molte

            città.Appunto. Quindi evitiamo di dire che questi servizi non esistono. Semplicemente non si conoscono. Ed è compito del governo farli conoscere.
            Ripeto, le città e i comuni sono una cosa, le
            iniziative governative un'altra, su questo campo
            il governo, QUESTO GOVERNO, è indietro anni luce
            rispetto a quanto hanno saputo fare istutuzioni
            con budget molto più limitati.E su che basi lo affermi? Guarda che i progetti vengono cofinanziati dal governo e dagli enti locali. Informati.
            Un giornale di tecnologia deve potere dire la sua
            sugli spot pubblicitari del governo in materia di
            tecnologia, perchè solo chi capisce di tecnologia
            può dare un giudizio assennato, l'articolo non
            parla di politica, l'articolo parla di quante
            chances in materia di tecnologia si sono sprecate
            in questi 5 anni.No. Un giornale dovrebbe dire anche i contenuti di queste pubblicità. Per lasciare anche al lettora la possibilità di farsi un'idea. Oppure preferisci che sia PI a plasmare i tuoi pensieri?
          • sandcreek scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai

            Secondo te per parlare di IT è assolutamente
            necessario tirare in ballo Prodi? No Prodi no. Ma se parliamo di innovazione in Italia tocca per forza parlare di Urbani.
            Nulla? Guarda che sei completamente disinformato.Leggo su PI:http://punto-informatico.it/p.asp?i=57106http://punto-informatico.it/p.asp?i=55784http://punto-informatico.it/p.asp?i=57084ehttp://punto-informatico.it/p.asp?i=55084http://punto-informatico.it/p.asp?i=43969http://punto-informatico.it/p.asp?i=41465Ma ce ne sono molti altri. Diciamo che si poteva informare anche su PI.
            E' esattamente questo l'errore. Un giornale di
            tecnologia che non ha conoscenze politiche e che
            non conosce i fatti può semplicemente dare
            opinioni politiche personali e di parte. Ma quali fatti? Che finanziare il DTT e' bene? O che mandare in galera chi usa il P2P e' positivo?Di parte qui mi pare ci sia solo tu.
            L'innovazione nella PA negli ultimi anni è stata
            enorme. Prova a fare un giro sul sito del MIT (il
            ministero, non l'università), se vuoi
            informazioni su quel che è stato fatto vai lì.
            Oppure prova a cercare info sulla CNS o sulla
            CIE, giusto per darti qualche chiave di ricerca.Cercali qui su PI troverai un sacco di roba (e molta positiva, che parla delle cose fatte. Evidentemente non basta).
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai

            Ma quali fatti? Che finanziare il DTT e' bene? O
            che mandare in galera chi usa il P2P e' positivo?
            Di parte qui mi pare ci sia solo tu.E il finanziamento all'acquisto dei pc? E il finanziamento dell'adsl? E i progetti di e-gov?Diciamo che non se ne parla mai...ma che ci sono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai
            - Scritto da: Anonimo

            Ma quali fatti? Che finanziare il DTT e' bene? O

            che mandare in galera chi usa il P2P e'
            positivo?

            Di parte qui mi pare ci sia solo tu.
            E il finanziamento all'acquisto dei pc? E il
            finanziamento dell'adsl? E i progetti di e-gov?
            Diciamo che non se ne parla mai...ma che ci sono.Non mi parlare di ADSL per favore... Mi censurerebbero.Per i finanziamenti di acquisto del pc... Mah, potevano evitarselo, cosa utile a poche persone. Prima di finanziare degli elaboratori dovrebbero fare molte altre cose sempre in campo tecnologico. Lascio alla tua curiosità/intelligenza il capire cosa, magari rifletti un po'.
        • Anonimo scrive:
          Re: Manfredini...basta la firma ormai
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          dissento.. una utenta utonta che pensa che la

          comunicazione (e l'informatica) sia politica
          Oh mamma!
          Che sei una di quelle che distinguono tra il
          mondo mac per i sinistroidi e il mondo win per i
          destroidi?

          Le tecnologie non hanno a che vedere con la
          politica.Non ha a che fare con la politica fornire dei contributi per l'acquisto di un pc?Non ha a che fare con la politica regolamentare le offerte di telecom? (è politica, anche se effettuata da un'autorità super partes come l'agcom)Non ha a che fare con la politica decidere se il singolo cittadino ha il diritto di avere un hotspot wi-fi o meno?Non ha a che fare con la politica se viene dato un incentivo a chi acquista un apparecchio per vedere la tv digitale terrestre, e la maggior parte di questi apparecchi con le caratteristiche adatte a ricevere i contributi li produce il fratello del presidente del consiglio?Non ha a che fare con l'informatica se, sotto le elezioni, un politico manda a casa un libricino in cui scrive come è stato bravo a portare innovazione in questo campo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai



            dissento.. una utenta utonta che pensa che la


            comunicazione (e l'informatica) sia politica

            Oh mamma!

            Che sei una di quelle che distinguono tra il

            mondo mac per i sinistroidi e il mondo win per i

            destroidi?

            Le tecnologie non hanno a che vedere con la

            politica.
            Non ha a che fare con la politica fornire dei
            contributi per l'acquisto di un pc?No. E' cosa ben diversa.Un contro è dire fare informazione dicendo che ci sono certi incentivi e che vi si può accedere secondo determinate modalità. Altro conto è dare un giudizio politico sugli incentivi, sulla digitalizzazione della PA senza fornire ai lettori la minima indicazione su dove informarsi. Qui passa l'idea per cui negli ultimi dieci anni non è avvenuto alcun ammodernamento della PA. Che è una colossale cazzata.Un esempio? Vai sul sito del MIT (il ministero) e informati.
            Non ha a che fare con la politica regolamentare
            le offerte di telecom? (è politica, anche se
            effettuata da un'autorità super partes come
            l'agcom)Distingui informazione politica faziosa e/o di parte da informazione tecnologica.Se fai informazione tecnologica dici cosa è stato deciso a livello di antitrust, se vuoi dare giudizi di parte fai politica. Sono cose diverse.
            Non ha a che fare con la politica se viene dato
            un incentivo a chi acquista un apparecchio per
            vedere la tv digitale terrestre, e la maggior
            parte di questi apparecchi con le caratteristiche
            adatte a ricevere i contributi li produce il
            fratello del presidente del consiglio?Ancora sta puttanata? Hai presente che è il 2% del mercato? Hai la vaga idea di cosa sia una quota di mercato...se no...lascia perdere discorsi che non conosci.
            Non ha a che fare con l'informatica se, sotto le
            elezioni, un politico manda a casa un libricino
            in cui scrive come è stato bravo a portare
            innovazione in questo campo?Ha a che fare con la politica, non con l'informatica, il denigrare un avversario politico (Berlusconi) per una decisione del MIT di inviare informazioni su cosa è stato fatto negli ultimi 10 anni per la digitalizzazione della PPAA.
          • dacho scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai

            Un contro è dire fare informazione dicendo che ci
            sono certi incentivi e che vi si può accedere
            secondo determinate modalità.Per quello basta un sito di ressegne stampa e/o di notizie in sintesi (vedere copiati, o quasi, sui giornali titoli e testi dell'ANSA ci ha abituati ad un'informazione forse un po' troppo didascalica)..
            Altro conto è dare
            un giudizio politico sugli incentivi, sullaDire che la spesa per il DTT sia stata esagerata, tenuto conto delle sperequazioni e dei disservizi di Telecom, è un giudizio: un qualcosa di più rispetto ad una tabellina che metta insieme i dati del DTT con quello dei buchi nella copertura ADSL senza dire nulla (pur essendo di per sè sufficientemente esplicito). Io da un giornalista mi aspetto un commento (magari anche di parte), che mi dia un "plus" rispetto alla notizia in se, per la quale spesso basterebbe una riga e mezza..Altrimenti mi leggerei solo le headlines dell'AGI o dell'ANSA (sperando che siano affidabili).
            digitalizzazione della PA senza fornire ai
            lettori la minima indicazione su dove informarsi.Se fossi un giornalista farei un articolo con dei dati e dei commenti, aspettandomi che non ci sia un popolo bue che mi legge acriticamente (ovvero senza avere alcun background). Se al lettore la "mia" sintesi dei dati ed i "miei" commenti va bene, continuerà a leggermi, altrimenti andrà a leggere qualcosa d'altro..P.I. non ha nessun obbligo di fare informazione istituzionale e può scegliere di pubblicare ciò che vuole. Se non ti sta bene non leggerlo più, o leggi solo ciò che è conforme alla tua idea di giornalismo..
            Qui passa l'idea per cui negli ultimi dieci anni
            non è avvenuto alcun ammodernamento della PA.Avendo una visione critica io (e così come me in tanti) non ho avuto questa percezione. Forse perchè la mia prospettiva (magari "tarata") si concentra su quelle che io, come lettore e come elettore, considero delle priorità ancora insoddisfatte, e non su ciò che è stato fatto (della cui esistenza sono comunque al corrente). Non sono un analista che deve valutare in modo neutrale, sono un cittadino che vuole le cose che possono interessargli, e come cittadino sono lettore di un giornale (P.I.) che - chissà perché - ospita articoli che suscitano il suo interesse..
            Che
            è una colossale cazzata.
            Un esempio? Vai sul sito del MIT (il ministero) e
            informati.Ebbeh? Vai sul sito http://www.comune.trieste.it e dimmi tu, perchè io ho ancora bisogno del manualetto, come stamparmi uno stato di famiglia (o qualche altro documento, magari più importante) senza uscire di casa. A me quello interessa, come elettore, e come lettore sono contento che vi sia un giornale che ospita la mia insoddisfazione.
            Distingui informazione politica faziosa e/o di
            parte da informazione tecnologica.
            Se fai informazione tecnologica dici cosa è stato
            deciso a livello di antitrust, se vuoi dare
            giudizi di parte fai politica. Sono cose diverse.Se fai informazione tecnologica su questo argomento fai informazione "istituzionale": parli delle tariffe e dei servizi, delle novità e delle strategie aziendali. Il giornalista, se così lo si potrebbe ancora chiamare, non fa altro che riportare dati altrui e sintetizzarli.Se dai giudizi, allora fai giornalismo perchè assieme ai dati fornisci delle interpretazioni, dei commenti..
            Ancora sta puttanata? Hai presente che è il 2%
            del mercato? Hai la vaga idea di cosa sia una
            quota di mercato...se no...lascia perdere
            discorsi che non conosci.Si, e che il giorno dello "scandaletto" Silvio ha chiamato Paolo (o viceversa, non ricordo; tanto sono "puttanate") semplicemente "cadendo dalle nuvole" e decidendo di abbandonare quella linea di produzione.. Paolo non è in cima alle mie (e di tanti altri italiani) preoccupazioni, è Silvio che da ieri vende sul DTT un GF6 a 39 euro dopo essersi creato un "canale" a spese degli italiani..
            Ha a che fare con la politica, non con
            l'informatica, il denigrare un avversario
            politico (Berlusconi) per una decisione del MIT
            di inviare informazioni su cosa è stato fatto
            negli ultimi 10 anni per la digitalizzazione
            della PPAA.Vedi, se fossimo un paese più serio qualcuno avrebbe detto semplicemente che è "sospetta" un'operazione del genere (l'invio di un manualetto PIU' lettera del presidente del consiglio) a pochi mesi dalle elezioni e dopo una campagna elettorale basata sull'idea che "gli Italiani stanno meglio, è solo che non se ne sono accorti..". Puzza di campagna elettorale..E.. Volendo ripendere le parole del Silvio che, non più di un mese fa, sosteneva che la politica è un po' come "vendere dei prodotti", con la sua bella strategia di marketing, viene da pensare che, a mandare 'sto manualetto prima delle elezioni, si faccia una bella CONCORRENZA SLEALE, il cui argomento è proprio quella tecnologia su cui vorresti si facesse più neutralità possibile..La mia opinione è che, oltre alla concorrenza sleale, ci sia un bel po' di pubblicità ingannevole (sempre prendendo in prestito la visione "markettara" della politica che ha il nostro bel leader del governo) ma è solo un'opinione, la mia e di tante persone.Ringrazio P.I. per aver esposto questo tipo di opinioni, forse per me (e per tanti) già sviluppate anche prima dell'articolo in questione, ma sempre utili a chi ancora ha voglia di farsene di nuove (non istituzionalizzate, e nemmeno neutrali).
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai

            Dire che la spesa per il DTT sia stata esagerata,
            tenuto conto delle sperequazioni e dei disservizi

            digitalizzazione della PA senza fornire ai

            lettori la minima indicazione su dove
            informarsi.
            Se fossi un giornalista farei un articolo con dei
            dati e dei commentiE i dati offerti dall'articolo quali sono?Manfredini nemmeno sa di che parla.
            P.I. non ha nessun obbligo di fare informazione
            istituzionale e può scegliere di pubblicare ciò
            che vuole. Se non ti sta bene non leggerlo più, o
            leggi solo ciò che è conforme alla tua idea di
            giornalismo..Certo...ma può fare disinformazione di parte e faziosa.E tanti pecoroni che leggono pure. Senza farsi un'idea più oggettiva della realtà.E' perfettamente legale. Ma è amorale.

            Qui passa l'idea per cui negli ultimi dieci anni

            non è avvenuto alcun ammodernamento della PA.
            Avendo una visione critica io (e così come me in
            tanti) non ho avuto questa percezione.Forse perché la tua visione non è critica?
            Se fai informazione tecnologica su questo
            argomento fai informazione "istituzionale": parli
            delle tariffe e dei servizi, delle novità e delle
            strategie aziendali. Il giornalista, se così lo
            si potrebbe ancora chiamare, non fa altro che
            riportare dati altrui e sintetizzarli.Esatto. E che c'è di male nel farlo? Indicati i dati si può pure fare un'analisi critica. Ma non si può dare il proprio punto di vista parziale e limitato senza dare al lettore la possibilità di farsi una propria idea.Perché non è stato indicato il contenuto del libretto?Perché suggerire di buttare la busta se nemmeno se ne conosce il contenuto? Rispondi un po'...Manfredini!
            Puzza di campagna elettorale..Assolutamente d'accordo. PI è in campagna elettorale e si comporta di conseguenza. Manfredini!! Eh!
            Ringrazio P.I. per aver esposto questo tipo di
            opinioni, forse per me [cut] già
            sviluppate anche prima dell'articolo in
            questione, ma sempre utili a chi ancora ha voglia
            di farsene di nuove (non istituzionalizzate, e
            nemmeno neutrali).Ah, bene! Allora preferisci che la tua testa sia plasmata a loro immagine e somiglianza senza che tu possa avere oltre che alla disinformazione di sinistra anche dei dati su cui ragionare da te? Ne prendo atto.E dimmi un po', testa plasmata, su che basi si può affermare che il libretto non abbia un contenuto informativo utile per i cittadini? Su che basi (senza conoscere il contenuto) puoi affermare che sia propaganda?
          • dacho scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai

            E i dati offerti dall'articolo quali sono?
            Manfredini nemmeno sa di che parla.Dicevo, appunto, che non si può star sempre a /quotare/ tutte le informazioni necessarie ad intellegere un articolo..Certo sarebbe interessante, ma ogni articolo sarebbe lungo un'enciclopedia..
            Certo...ma può fare disinformazione di parte e
            faziosa.Questo è relativo, ed è giusto che tu pensi che P.I. sia fazioso, non meno di quanto sia giusto che P.I. continui così..
            E tanti pecoroni che leggono pure. Senza farsi
            un'idea più oggettiva della realtà.
            E' perfettamente legale. Ma è amorale.Personalmente ritengo amorale farsi pubblicità (se il manualetto arrivasse dopo le elezioni, allora forse cambierei opinione..) a spese del cittadino..
            Forse perché la tua visione non è critica?Legittima questa tua affermazione. La mia, invece, è che criticamente parlando, mi trovo d'accordo con quanto pubblicato da P.I..
            Esatto. E che c'è di male nel farlo? Indicati i
            dati si può pure fare un'analisi critica. Ma non
            si può dare il proprio punto di vista parziale e
            limitato senza dare al lettore la possibilità di
            farsi una propria idea.Potrei risponderti RTFM, anzi RAHB (read an history book, per generalizzare il più possibile), se ti serve ogni volta ripetere l'Ipotesi per fare la Dimostrazione..
            Perché non è stato indicato il contenuto del
            libretto?Perchè - sarcasticamente - ne abbiamo giàricevuti di simili per l'euro (l'odiosa calcolatrice) e per la sanità (l'odioso Sirchia).
            Perché suggerire di buttare la busta se nemmeno
            se ne conosce il contenuto? Rispondi un
            po'...Manfredini!Non suggerisce ex-cathedra di buttare la busta, ammette che si comporterà come molti italiani (me compreso) stufi di essere presi spesso per ignoranti e sempre per idioti..

            Puzza di campagna elettorale..
            Assolutamente d'accordo. PI è in campagna
            elettorale e si comporta di conseguenza.
            Manfredini!! Eh!
            Ah, bene! Allora preferisci che la tua testa sia
            plasmata a loro immagine e somiglianza senza che
            tu possa avere oltre che alla disinformazione di
            sinistra anche dei dati su cui ragionare da te?
            Ne prendo atto.Bravo, prendi atto di quel che vuoi!
            E dimmi un po', testa plasmata, su che basi si
            può affermare che il libretto non abbia un
            contenuto informativo utile per i cittadini? SuPerchè se voglio sapere quanto pagare di ICI (od altro) continuo a non avere un sito comunale con queste (e molte altre) informazioni.. Spiegare che bravi sono stati a farci spendere per il DTT od altre cose (di cui magari beneficiano altri cittadini grazie a progetti pilota) non mi interessa più di tanto (e c'è la coda dietro a me)..
            che basi (senza conoscere il contenuto) puoi
            affermare che sia propaganda?Per il semplice fatto che l'arrivo del manualetto è previsto per prima del 9 aprile. A me (ed a qualsiasi giudizio critico) basta questo..
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai


            E i dati offerti dall'articolo quali sono?

            Manfredini nemmeno sa di che parla.
            Dicevo, appunto, che non si può star sempre a
            /quotare/ tutte le informazioni necessarie ad
            intellegere un articolo..
            Certo sarebbe interessante, ma ogni articolo
            sarebbe lungo un'enciclopedia.. Ma non viene indicato NULLA, né un link, né qualunque altra cosa.Non arrampicarti sugli specchi, Manfredini è ben noto per questi articoli. Ha commentato qualcosa che non conosce, che non ha visto. Altrimenti dov'è questo libretto? Che c'è scritto per dire che è inutile?

            Certo...ma può fare disinformazione di parte e

            faziosa.
            Questo è relativo, ed è giusto che tu pensi che
            P.I. sia fazioso, non meno di quanto sia giusto
            che P.I. continui così.Penoso (PI). Alla faccia dell'informazione che vogliono fare. E' solo disinformazione. Anzi, mancanza totale di informazione. Pensa se tutti gli articoli si riducessero a commenti di commenti, senza indicare i fatti e i contenuti.

            E tanti pecoroni che leggono pure. Senza farsi

            un'idea più oggettiva della realtà.

            E' perfettamente legale. Ma è amorale.
            Personalmente ritengo amorale farsi pubblicità
            (se il manualetto arrivasse dopo le elezioni,
            allora forse cambierei opinione..) a spese del
            cittadino..Guarda che avviene in tutte le campagne elettorali.E le campagne sono sempre a spese del cittadino.O non ricordi che il rapporto deficit/pil ha sforato il 3% nel 2001 proprio a causa di queste campagne elettorali (quella volta della sinistra).

            Esatto. E che c'è di male nel farlo? Indicati i

            dati si può pure fare un'analisi critica. Ma non

            si può dare il proprio punto di vista parziale e

            limitato senza dare al lettore la possibilità di

            farsi una propria idea.

            Perché non è stato indicato il contenuto del

            libretto?
            Perchè - sarcasticamente - ne abbiamo giàricevuti
            di simili per l'euro (l'odiosa calcolatrice) e
            per la sanità (l'odioso Sirchia).Guarda caso anche Sirchia era un tecnico. E anche lui ha fatto molto per lo Stato. Purtroppo è stato cacciato per beghe interne ad AN.E, come mi confermi, è impossibile valutare qualcosa che non esiste ancora. Quindi PI ha sbagliato.

            Perché suggerire di buttare la busta se nemmeno

            se ne conosce il contenuto? Rispondi un

            po'...Manfredini!
            Non suggerisce ex-cathedra di buttare la busta,
            ammette che si comporterà come molti italiani (me
            compreso) stufi di essere presi spesso per
            ignoranti e sempre per idioti..Anche qui ci si arrampica sugli specchi, lo suggerisce eccome! E tu, forse per informarti meglio, dovresti leggerlo. Almeno potresti avere una valutazione critica e più personale del libretto, senza farti plasmare il cervello dal povero Manfredini.

            E dimmi un po', testa plasmata, su che basi si

            può affermare che il libretto non abbia un

            contenuto informativo utile per i cittadini? Su
            Perchè se voglio sapere quanto pagare di ICI (od
            altro) continuo a non avere un sito comunale con
            queste (e molte altre) informazioni..Chedi al tuo comune.Nel mio 'sta cosa esiste da anni e anni.Anzi, prima si davano le istruzioni per il conto, ora il conto di quanto pagare è fatto interattivamente dal comune stesso.
            Spiegare
            che bravi sono stati a farci spendere per il DTT
            od altre cose (di cui magari beneficiano altri
            cittadini grazie a progetti pilota) non mi
            interessa più di tanto (e c'è la coda dietro a
            me)..I progetti pilota servono proprio a vedere se qlc funziona. I progetti fatti nel mio comune sono molto utili e proprio perché sono stati sperimentati con successo potranno essere estesi ad altri comuni. E' giusto che sia così.Molto peggio sarebbe il finanziamento di un singolo progetto che poi può andare male.Ribadisco, hai bisogno di informarti e non di circondarti di preconcetti come dimostri da quel che scrivi.Ora puoi pure andare qui:www.padigitale.ituno dei molti siti da cui prendere atto dell'esistenza dell'ammodernamento della PA.
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini...basta la firma ormai
        SQUALLIDO PUNTO IN FORMATICO!!!UNO COME MANFREDINI MANDATELO A RACCOGLIERE POMODORI (QUANDO E' STAGIONE)...VERGOGNA!!!VI GIOCATE LA REPUTAZIONE DEFINITIVAMENTE CON UNO COME LUI A SCRIVERE ROBACCIA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini...basta la firma ormai
      Punto Informatico è come dovrebbero essere tutti i giornali e gli stumenti di comunicazione, ovvero LIBERO. Ha l'opinione che gli pare, dice quel cacchio che gli pare e non tappa la bocca a nessuno solo per fare un piacere al padrone...Se non ti sta bene, vatti a leggere il TGCOM: lì sono "allineati per benino", come piace a te, no? Ci sono anche un sacco di donnine; anzi, praticamente solo quelle.Vai vai!, non sentiremo la tua mancanza...Bravo Manfedini, grazie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini...basta la firma ormai
        - Scritto da: Anonimo
        Punto Informatico è come dovrebbero essere tutti
        i giornali e gli stumenti di comunicazione,
        ovvero LIBERO. Ha l'opinione che gli pare, dice
        quel cacchio che gli pare e non tappa la bocca a
        nessuno solo per fare un piacere al padrone...Libero di far passare notizie faziose e di parte per far passare idee che non sono comprovate dai fatti?PuntoRosso...altro che PuntoInformatico.
        Se non ti sta bene, vatti a leggere il TGCOM: lì
        sono "allineati per benino", come piace a te, no?Ma chi parla di allineamento a questo o a quel partito.Se per parlare di telefonia, si mettessero in luce tutti i traffici che hanno portato Prodi a svendere Telecom Italia e a cederne il controllo per l'irrisoria somma di 50milioni (dico...prova a guardare il loro fatturato, poi ti renderai conto che 50milioni sono bruscolini), secondo te si fa informazione? E perché questa cosa viene taciuta in questo sito? Sarà che è cosa scomoda ad una certa parte politica?
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini...basta la firma ormai
      - Scritto da: Anonimo
      Ma questo è un sito che dovrebbe parlare di
      tecnologia, giusto?
      Sono sul sito di Punto Informatico, giusto?
      Com'è che qui si leggono sempre più spesso
      articoli politici, articoli politicizzati,
      articoli di parte?
      La faziosità di questo articolo è spaventosa.Ottima rosicata. In pratica mette a nudo quello che anche tu sai essere vero, e visto che viene dai tuoi amichetti, te la prendi con chi riporta il fatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini...basta la firma ormai


        Ma questo è un sito che dovrebbe parlare di

        tecnologia, giusto?

        Sono sul sito di Punto Informatico, giusto?

        Com'è che qui si leggono sempre più spesso

        articoli politici, articoli politicizzati,

        articoli di parte?

        La faziosità di questo articolo è spaventosa.
        In pratica mette a nudo quello
        che anche tu sai essere vero, e visto che viene
        dai tuoi amichetti, te la prendi con chi riporta
        il fatto.In pratica non mette a nudo proprio nulla. Semplicemente tira in ballo questioni che non sono comprovate dai fatti.PuntoInformatico non si è minimamente informato. Manfredini nemmeno. Se avessero voluto in qualche modo informarsi su cosa è stato fatto per la digitalizzazione della pubblica amministrazione, forse non avrebbero potuto scrivere una serie di falsità come quelle che abbiamo letto.Solo che chi è disinformato crede ciecamente a tutto quello che legge qui. Provate ad informarvi direttamente dagli organi ufficiali del Ministero per l'Innovazione Tecnologica, provate ad utilizzare da voi tutti i servizi cui la Carta d'Identità Elettronica e la Carta Nazionale dei Servizi permettono di accedere. Poi ne riparliamo.Giusto un esempio? www.torinofacile.itInformatevi prima di scrivere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Distinguere, prego

          Provate ad informarvi
          direttamente dagli organi ufficiali del Ministero
          per l'Innovazione Tecnologica, provate ad
          utilizzare da voi tutti i servizi cui la Carta
          d'Identità Elettronica e la Carta Nazionale dei
          Servizi permettono di accedere. Poi ne
          riparliamo.
          Giusto un esempio? www.torinofacile.it
          Informatevi prima di scrivere.scrivo da Torino ed ho lavorato per il csi piemonte che è il consorzio di enti locali che organizza da molti anni tutto (o quasi) cio' che in Piemonte è informatica per la PA...Questa è un'iniziativa locale, come tutti i siti che il comune, provincia e regione hanno fatto negli anni, offrendo un serizio cittadino tra i primi (anche se non il primo) in Italia, infatti le carte di identità elettroniche le avrebbero già date a tutti da un pezzo se il ministero dell'interno (che è l'unico autorizzato a rilasciarle) le avesse loro fornite per personalizzarle. Funziona come con quelle normali, la zecca le stampa e l'anagrafe del comune ci scrive sopra...Quindi l'innovazione partita dalla periferia non va a buon fine perchè l'amministrazione centrale (si legge governo) è lento, qui tutti i servizi locali importanti sono informatizzati e pronti a proseguire.Questi sono i fatti, facilmente controllabili.
          • Anonimo scrive:
            Re: Distinguere: Funziona anche la CIE
            - Scritto da: Anonimo


            Provate ad informarvi

            direttamente dagli organi ufficiali del
            Ministero

            per l'Innovazione Tecnologica, provate ad

            utilizzare da voi tutti i servizi cui la Carta

            d'Identità Elettronica e la Carta Nazionale dei

            Servizi permettono di accedere. Poi ne

            riparliamo.

            Giusto un esempio? www.torinofacile.it

            Informatevi prima di scrivere.
            Questa è un'iniziativa locale, come tutti i siti
            che il comune, provincia e regione hanno fatto
            negli anni, offrendo un serizio cittadino tra i
            primi (anche se non il primo) in Italia, infatti
            le carte di identità elettroniche le avrebbero
            già date a tutti da un pezzo se il ministero
            dell'interno (che è l'unico autorizzato a
            rilasciarle) le avesse loro fornite per
            personalizzarle.Infatti ho fatto un esempio. E, fossi informato, sapresti che i soldi con cui è stato finanziato il progetto sono anche dell'amministrazione statale.E saprai anche che i risultati conseguiti a livello locale vengono gratuitamente messi a disposizione delle altre amministrazioni locali. Ma lavoravi per il CSI...quindi qualche minima informazione ti sarà stata data.E saprai anche che ai servizi di TorinoFacile non si accede soltanto con la carta servizi rilasciata dal Comune, ma anche con la Carta d'Identità Elettronica. C'è interoperabilità. A quanto ho letto il problema è con la CNS.
          • Anonimo scrive:
            Re: Distinguere: Funziona anche la CIE

            Infatti ho fatto un esempio. E, fossi informato,
            sapresti che i soldi con cui è stato finanziato
            il progetto sono anche dell'amministrazione
            statale.Bisogna essere piu' precisi... non funziona proprio così.Si fa un "progetto di ammodernamento" con una serie di grosse voci, diciamo che una si chiama"innovazione informatica" e si presenta il tutto.Dallo stato centrale arrivano piu' o meno dei soldi per finanziare l'ammodernamento.Parte la commissione che decide quali progetti tecnici far rientrare nella voce finanziata e poi si iniziano i lavoriAlla fine tutti ci mettono sopra il cappello.I finanziamenti dello stato centrale sono, caro amico, una costante in tutte le iniziative periferiche (anche le olimpiadi ricevono un po' di soldi dallo stato ed un po' dalla Comunità Europea), e tu sai che le costanti si possono trascurare in un'analisi, perchè sono ininfluenti (sono sia da una parte che dall'altra).Cosa incide veramente? La quantità di impegno locale, la capacità di gestire cio' che arriva e l'impegno dello stato nel "tallonare" le amministrazioni periferiche...Le conclusioni le lascio a chi legge.Buona giornata signori
          • Anonimo scrive:
            Re: Distinguere: Funziona anche la CIE


            Infatti ho fatto un esempio. E, fossi informato,

            sapresti che i soldi con cui è stato finanziato

            il progetto sono anche dell'amministrazione

            statale.
            Si fa un "progetto di ammodernamento" con una
            serie di grosse voci, diciamo che una si chiama
            "innovazione informatica" e si presenta il tutto.
            Dallo stato centrale arrivano piu' o meno dei
            soldi per finanziare l'ammodernamento.Quindi ammetti che vi è compartercipazione alle spese.
            La quantità di impegno
            locale, la capacità di gestire cio' che arriva e
            l'impegno dello stato nel "tallonare" le
            amministrazioni periferiche...
            Le conclusioni le lascio a chi legge.Le conclusioni sono un servizio che io uso e che funziona. E' un po' lento. Sì, lo è. Ma funziona. E la lentezza di qualche secondo di attesa è ben ripagata dall'idea di giornate non più perse in lunghe code negli uffici comunali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Distinguere: Funziona anche la CIE

            Quindi ammetti che vi è compartercipazione alle
            spese.Hai preso un pezzo e lo hai estratto dal contesto, tipico.Diceva anche:
            Alla fine tutti ci mettono sopra il cappello.
            I finanziamenti dello stato centrale sono, caro amico,
            una costante in tutte le iniziative periferiche (anche le
            olimpiadi ricevono un po' di soldi dallo stato ed un po'
            dalla Comunità Europea), e tu sai che le costanti si
            possono trascurare in un'analisi, perchè sono
            ininfluenti (sono sia da una parte che dall'altra).
            Cosa incide veramente? La quantità di impegno
            locale, la capacità di gestire cio' che arriva e
            l'impegno dello stato nel "tallonare" le amministrazioni
            periferiche...
            Le conclusioni le lascio a chi legge.Contento tu.Ciao Robinwood
          • Anonimo scrive:
            Re: Distinguere: Funziona anche la CIE


            Quindi ammetti che vi è compartercipazione alle

            spese.
            Hai preso un pezzo e lo hai estrattoLeggi sotto

            Alla fine tutti ci mettono sopra il cappello.

            I finanziamenti dello stato centrale sono, caro
            amico,
            una costante in tutte le iniziative
            periferiche (anche le
            olimpiadi ricevono un po'
            di soldi dallo stato ed un po'
            dalla Comunità
            Europea), e tu sai che le costanti si
            possono
            trascurare in un'analisi, perchè sono

            ininfluenti (sono sia da una parte che
            dall'altra).Infatti si parla di compartecipazione alle spese. E' cosa normale. L'hai detto pure tu.Ripeto, quindi ammetti che anche il governo ha effettuato dei finanziamenti.

            Cosa incide veramente? La quantità di impegno

            locale, la capacità di gestire cio' che arriva e

            l'impegno dello stato nel "tallonare" le
            amministrazioni
            periferiche...No. Quel che conta, permettimi di dire, è che il cittadino possa usufruire del servizio. A me frega niente di chi si è fatto il mazzo. A me cittadino importa che dopo aver pagato le tasse possa fruire dei servizi che sono stati finanziati coi miei soldi. Il resto sono dietrologie su chi ha fatto meglio cosa.TorinoFacile è stata un'ottima iniziativa che limita le code allo sportello.
        • Anonimo scrive:
          Re: Manfredini...basta la firma ormai
          Ok, torino facile, bella cosa. Ma io che abito a Milano, che a Torino stiano bene, mi fa piacere, ma non me ne fo un gran che. Che questo governo abbia badato a tutelare i pochi a scapito di molti è visibile. D'accordo, sono tutte fotu*te coincidenze! (anche il 2%, come il fatto della vendita dei diritti sui film Mediaset andasse alle società dei figli e poi riacquistate a prezzi galattici, giusto per fregare gli azionisti, come è una coincidenza che con le leggi fiscali Mediaset abbia ottenuto enormi benifici, coincidenza anche che la legge Gasparri, abbattendo i limiti della legge Mammi, abbia casualemente favorito Mediaset, facendole guadagnare miliardi di ?, coincidenze vero? Se se, dormi pure va). Per il DTT, lo sgravio è con i soldi fiscali e STRANAMENTE Mediaset offre l'ira di Dio di servizi. E la RAI? Ma dove è la RAI? Coincidenza? Che cosa offre la RAI? Anzi, cosa lasciano (indovina chi? Chi vuole che non ci sia concorrenza?) offrire? Meglio per voi che non si parli di politica qui dentro, come non se ne parla nei giornali, come non se ne parla quando il Vs. Premier incomincia a parlare. Leggo oggi lo slogan "più soldi ai pensionati e più soldi alle famiglie"... dopo 5 anni di governo, quando lo stoppino si è esaurito si ricorda della popolazione! Coincidenza! Ah! W le coincidenze! W Previti, W lo scudo fiscale! Leggi per tutti gli italiani. E cossiga? Meglio un premier ladroche fa guadagnare? Quindi, meglio prostituirsi con Silvio, che restare sani con qualcun altro? Ma per favore, non parliamo di politica. Almeno, per salvare la VOSTRA faccia! telekom Serbia? Chi era il testimone? Dove è finito? Tutta la vicenda? Cicogna? Mortadella? Ranocchio? hahahaha
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai

            Ok, torino facile, bella cosa. Ma io che abito a
            Milano, che a Torino stiano bene, mi fa piacere,
            ma non me ne fo un gran che.Direi che a Milano state pure meglio.Lì è partita direttamente la CNS. Qui invece er problemi tecnici la carta TorinoFacilissima non è compatibile con la Carta Nazionale dei Servizi, ma solo con la CIE.
            Che questo governo
            abbia badato a tutelare i pochi a scapito di
            molti è visibile.Innanzitutto nell'ammodernamento della PA non entra in gioco solo l'amministrazione centrale, ma anche (e soprattutto) le amministrazioni locali.In questi anni si sono avute numerose sperimentazioni in molte città italiane. Torino è una. Forse nemmeno la migliore nel campo.E, per un accordo tra gli enti locali, i risultati di queste sperimentazioni "locali" potranno essere gratuitamente rese accessibili anche alle altre amministrazioni.Guarda che si va avanti da 10 anni. Io mica voglio tirare acqua al mulino del c-dx. La digitalizzazione non si completa in poco tempo. Soprattutto se consideri tutta la burocrazia che c'è in Italia.Poi se vuoi lamentarti della politica, a me frega niente. io sto ai fatti e ai servizi che vengono forniti.Giusto perché hai citato il dtt. Prova a dare un'occhiata ai servizi offerti su tale piattaforma dagli enti locali della Lombardia. Io, non essendo di Milano, posso vedere poco (su La7) ma dovresti cercare su rai3.Così confrontiamo servizi diversi.Da me in via sperimentale c'è la possibilità di richiedere assistenza per gli anziani e di prenotare visite mediche.
          • Anonimo scrive:
            Politica e tecnologia.
            Non ritengo sia corretto voler sempre separare gli argomenti. La tecnologia ed il suo sviluppo sono anche influenzate da scelte politiche, oltre che da scelte di mercato o altri diversi fattori. Quando ciò avviene chi parla di tecnologia ha il diritto e dovere di esprimere il suo assenso o dissenso sulla politica e le sue scelte.Che il governo abbia operato sulle questioni applicate alla tecnologia informatica bene o male è chiaramente soggettivo.A mia memoria e conoscenza in generale sono molto deluso dalle scelte fatte in questo quinquennio.Mi vengono in mente le scelte relative alla pec; le diverse modifiche relative alla legislazione sulle firme elettroniche che ne hanno indebolito la validità e generato molta confusione; le scelte sulla gestione delle cns - ts e cie (carta nazionale dei servizi - tessera sanitaria e carta d'identità elettronica) che hanno portato all'emissione parziale (non sono tutte disponibili ne lo sono singolarmente x tutti) di diverse carte, che utilizzano standard diversi e che potevano essere unificate; le leggi sulla data retention; la legge sulla privacy e la barzelletta del dps; la gasparri che oltre alle questioni televisive (d.t.) ha anche "blindato" il wifi; l'immobilità (a dir poco) nei confronti del monopolista telecom italia (svenduto si a suo tempo dalla sinistra, ma tutelato in ogni modo da quando è andato nelle mani amiche di Tronchetti) a tutto discapito dei consumatori; la urbani ... Mi fermo. Attenderò, lo ammetto, scettico l'ennesimo volantino, lo leggerò (chi sà che qualcosa di nuovo non si scopra) e poi magari potremo in futuro commentarne tutti insieme i contenuti, grazie ad un articolo che spero verrà pubblicato su P.I., quotidiano che parla di informatica e di poltica quando quest'ultima si occupa della prima. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Politica e tecnologia.

            Non ritengo sia corretto voler sempre separare
            gli argomenti.Questo è vero. Ma bisogna saper separare le proprie preferenze politiche partigiane dallo spiegare agli utenti come è una tecnologia, quali limità ha e quali potenzialità offre. Non si può parlare sempre male della Telecom sono perché Prodi ha fatto una privatizzazione pasticciata che ha trasformato un monopolio pubblico in un monopolio privato. Però si può parlare male della Telecom quando fa qualcosa contro gli utenti.Le cose sono separabili.
            Che il governo abbia operato sulle questioni
            applicate alla tecnologia informatica bene o male
            è chiaramente soggettivo.
            A mia memoria e conoscenza in generale sono molto
            deluso dalle scelte fatte in questo quinquennio.Guarda, mi trovi in totale disaccordo. Più che altro l'ammodernamento della amministrazione pubblica è cominciato nella scorsa legislatura di centro sinistra. Le idee erano buone già allora e sono state portate avanti dal ministro Stanca, che, ricordiamo, è un tecnico, non un politico.
            le
            scelte sulla gestione delle cns - ts e cie (carta
            nazionale dei servizi - tessera sanitaria e carta
            d'identità elettronica) che hanno portato
            all'emissione parziale (non sono tutte
            disponibili ne lo sono singolarmente x tutti) di
            diverse carte, che utilizzano standard diversi e
            che potevano essere unificate;Su questo sono parzialmente d'accordo con te.Troppe tessere generano confusione nei cittadini.Ma avere tessere diverse è anche un vantaggio. Nel senso che se si aspetta di avere una piattaforma unitaria per tutti, in pratica non si parte mai. Basta qualche modifica legislativa, qualche modifica ai servizi che si deve ricominciare dal principio.Approntando invece più tessere, si sono sviluppati servizi autonomamente e si giunge gradatamente a verificare quali sono più efficaci.
            grazie ad un articolo che spero verrà pubblicato
            su P.I., quotidiano che parla di informatica e di
            poltica quando quest'ultima si occupa della
            prima.Già...ma PI non dovrebbe dare giudizi politici. Parliamoci chiaro. PI è assolutamente di parte, non fa informazione libera dalla campagna elettorale.Forse terminate le elezioni saranno contenti e torneranno a fare informazione sulle tecnologie e non campagna elettorale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Politica e tecnologia.
            - Scritto da: Anonimo

            Non ritengo sia corretto voler sempre separare

            gli argomenti.
            Questo è vero. Ma bisogna saper separare le
            proprie preferenze politiche partigiane dallo
            spiegare agli utenti come è una tecnologia, quali
            limità ha e quali potenzialità offre. Non si può
            parlare sempre male della Telecom sono perché
            Prodi ha fatto una privatizzazione pasticciata
            che ha trasformato un monopolio pubblico in un
            monopolio privato. Però si può parlare male della
            Telecom quando fa qualcosa contro gli utenti.
            Le cose sono separabili.


            Che il governo abbia operato sulle questioni

            applicate alla tecnologia informatica bene o
            male

            è chiaramente soggettivo.



            A mia memoria e conoscenza in generale sono
            molto

            deluso dalle scelte fatte in questo quinquennio.
            Guarda, mi trovi in totale disaccordo. Più che
            altro l'ammodernamento della amministrazione
            pubblica è cominciato nella scorsa legislatura di
            centro sinistra. Le idee erano buone già allora e
            sono state portate avanti dal ministro Stanca,
            che, ricordiamo, è un tecnico, non un politico. Scusami ma non ti seguo. Su cosa siamo in disaccordo? Io non avevo criticato la gestione P.A., argomento troppo complesso e che non conosco bene. Ho elencato una serie di leggi a mio parere deludenti.Non concordi con gli altri esempi che avevo fatto?Poi ti dirò proprio perche Stanca è un tecnico mi ha deluso maggiormente.

            le

            scelte sulla gestione delle cns - ts e cie
            (carta

            nazionale dei servizi - tessera sanitaria e
            carta

            d'identità elettronica) che hanno portato

            all'emissione parziale (non sono tutte

            disponibili ne lo sono singolarmente x tutti) di

            diverse carte, che utilizzano standard diversi e

            che potevano essere unificate;
            Su questo sono parzialmente d'accordo con te.
            Troppe tessere generano confusione nei cittadini.
            Ma avere tessere diverse è anche un vantaggio.
            Nel senso che se si aspetta di avere una
            piattaforma unitaria per tutti, in pratica non si
            parte mai. Basta qualche modifica legislativa,
            qualche modifica ai servizi che si deve
            ricominciare dal principio.
            Approntando invece più tessere, si sono
            sviluppati servizi autonomamente e si giunge
            gradatamente a verificare quali sono più
            efficaci.Sai al di la della confusione del cittadino credo che il "danno" maggiore sia sui costi affrontati e che saranno da affrontare. Produrre oggi più tessere con specifiche diverse e per servizi differenti, per poi unificarle in futuro ,credo sia uno spreco (economico). Considerando che alcune di esse (T.S.) oggi non sono praticamente utilizzate anche se emesse ... Non lo sò, personalmente (riallacciandomi a quanto scritto prima) da un tecnico mi aspetterei proprio uno stop a progetti separati e che in futuro dovranno convergere (spero), non un "intanto partiamo" che poi....Credo che una riscrittura di tali progetti (ben sapendo che si allungheranno i tempi) che puntasse a fornire un'unica card avrebbe diminuito i costi complessivi, integrando anche altre significative funzionalità (firma elettronica x esempio).


            grazie ad un articolo che spero verrà pubblicato

            su P.I., quotidiano che parla di informatica e
            di

            poltica quando quest'ultima si occupa della

            prima.
            Già...ma PI non dovrebbe dare giudizi politici.
            Parliamoci chiaro. PI è assolutamente di parte,
            non fa informazione libera dalla campagna
            elettorale.
            Forse terminate le elezioni saranno contenti e
            torneranno a fare informazione sulle tecnologie e
            non campagna elettorale.Se p.i. ritiene le scelte fatte errate e le condanna è di parte? Se fosse d'accordo e le elogiasse sarebbe di parte? Obbiettivamente è riduttivo parlare di campagna elettorale. Nell'articolo si "deride" l'opuscolo informativo, però io ricordo articoli che criticavano aspramente la legge fatta da centro sinistra sulle testate giornalistiche on-line. Credo che non criticare l'uso di tali opuscoli oggi sia più fazioso che non farlo. Non è il primo caso in se, anche se forse è il primo relativamente all'IT e se non si può critare per i probabili/possibili contenuti (che oggi non si conoscono e non si sà in che stile saranno presentati), quanto meno per i costi a carico dei contribuenti e per la scelta dei tempi di invio direi di si.Poi quando lo avremo in mano potremmo anche divertirci a "litigare" sui contenuti. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Politica e tecnologia.

            Scusami ma non ti seguo. Su cosa siamo in
            disaccordo? Io non avevo criticato la gestione
            P.A., argomento troppo complesso e che non
            conosco bene. Ho elencato una serie di leggi a
            mio parere deludenti.
            Non concordi con gli altri esempi che avevo fatto?
            Poi ti dirò proprio perche Stanca è un tecnico mi
            ha deluso maggiormente.Se non conosci la complessità della gestione della PA, né il grande lavor che è stato fatto da Stanza e dai suoi collaboratori (sottolineo Stanca, non Berlusconi, Prodi, Fini o altri, ma un tecnico), come cavolo fai ad essere deluso???Vedi, come ho già avuto modo di scrivere, i servizi al cittadino sono l'ultima fase della digitalizzazione, che parte a livello burocratico, nella semplificazione delle procedure. Si devono poi informatizzare gli uffici e alfabetizzare il personale (spesso di bassa istruzione e anziano). La cosa richiede anni e anni. E solo ora possiamo vedere i grandi passi avanti fatti. Solo ora possiamo cominciare a conoscere quali servizi vengono e verranno offerti ai cittadini e quali sempificazioni esistono (ad esempio la mail con valore legale).
            Sai al di la della confusione del cittadino credo
            che il "danno" maggiore sia sui costi affrontati
            e che saranno da affrontare.Questo è sbagliato. Vuoi mettere la differenza tra in conservare tutte le carte in archivi e la possibilità di digitalizzare tutto? Ti pare cosa da poco? Ti pare che non si risparmi nulla?Secondo te perché le banche sono state le prime a dotarsi di sistemi informativi? Si fanno grossi investimenti, ma sono tutti ripagati.
            Non lo sò, personalmente (riallacciandomi a
            quanto scritto prima) da un tecnico mi aspetterei
            proprio uno stop a progetti separati e che in
            futuro dovranno convergere (spero), non un
            "intanto partiamo" che poi....Sai perché il comunismo è crollato su se stesso?Per l'impossibilità di pianificare e programmare tutto.Qui non si parla di comunismo per fortuna, ma progetti separati e più semplici hanno più possibilità di essere portati avanti se fatti singolarmente. Magari da singole amministrazioni comunali con finanziamenti centrali/locali.E' questione di sempicità. Ad esempio. Poni che tutti abbiano la CIE in tutta Europa. Poi si fa un accordo con gli Usa, magari all'Onu per avere un archivio col dna di tutti. Che si fa? Si butta la vecchia CIE e se ne produce un'altra che contenga anche il dato mancante? Per dirti, ci sono problemi complessi che solo spezzettati possono essere portati avanti.Che crei, pure a me piacerebbe avere una tessera unica.Ad esempio, poco tempo fa mi è arrivata la tessera del pulman con chip. Perché non utilizzare la CIE pure per quello? Perché non utilizzare la CIE anche per l'inserimento dei dati della patente? Perché è troppo complicato, perché ci sono enti diversi che gestiscono attività diverse e se si aspetta che avvenga l'interoperabilità fra tutti...praticamente non si partirebbe mai. Senza contare che col tempo nascono nuove tecnologie e che quelle vecchie su cui si è basato tutto potrebbero essere superate.Spero di averti fatti un po' capire la complessità della situazione.
            Se p.i. ritiene le scelte fatte errate e le
            condanna è di parte?Per me lo è essenzialmente per aver dato un giudizio sul lòibretto senza averlo letto. E se l'ha letto, perché non renderne noti i contenuti anche a noi? In modo da farci un'opinione personale? E' questa la faziosità dell'articolo. Il voler suggerire di non aprire la busta...senza nemmeno spiegarne i motivi.
            Se fosse d'accordo e le
            elogiasse sarebbe di parte?Non deve elogiare/denigrare. Io non ho una mia idea sul libretto. Perché non l'ho letto.Se PI l'ha letto, prima mi dica i contenuti, poi posso anche accettare un suo giudizio. Magari lo confronterò col mio (che mi devo fare). Ma senza dati, mi dici che idea posso avere? Devo fidarmi della loro opinione?
            Nell'articolo si "deride" l'opuscolo informativo,Senza citare espressamente di che parla.
            Poi quando lo avremo in mano potremmo anche
            divertirci a "litigare" sui contenuti. ;)Esatto. Come fa PI a denigrare senza conoscere?Ti dico, per me non è utile a tutti un libretto che spiega l'IT. E' da vedere la capacità degli italiani (spesso analfabeti) di capire cose scritte su un pezzo di carta...ma obiettivamente, che altri mezzi può usare un governo per informare su nuovi servizi? La tv? Sicuri che basti uno slogan da qualche secondo in una pubblicità? Internet? Che tendenzialmente è usata da chi già dovrebbe conoscere certe cose. Il libretto?Diciamo che un'insieme dei tre tipi di comuncazione è meglio di uno singolo.
        • sandcreek scrive:
          Re: Manfredini...basta la firma ormai
          Aaaancura tu? Vabbe' oggi faccio il difensore di pihttp://punto-informatico.it/cerca.asp?s=%22innovazione+italia%22&B=CERCA&r=PIgiusto una chiave di ricerca per capire che qui di quella roba si e' parlato ecc eccMa davvero pensi siano tutte rose e fiori? Che i soldi siano stati spesi al meglio? Che le classifiche internazionali dove siamo dietro a molti paesi siano fatte tutte da complottisti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai

            Ma davvero pensi siano tutte rose e fiori? Che i
            soldi siano stati spesi al meglio? Che le
            classifiche internazionali dove siamo dietro a
            molti paesi siano fatte tutte da complottisti?Ti rispondo io. Nessuno ha parlato di classifiche. Tu pensi che un numero possa far risaltare la complessità di un sistema?I numeri si cambiano come si vuole. E' ingenuo non saperlo...Altrimenti mi spieghi com'è possibile ce il rapporto deficit/pil sia stato rivisto di recente per l'ultimo anno della legislatura di c-sx? E poi si scopre che dallo 0.8 stavamo oltre il 3%...già allora. I numeri si cambiano, basta saperli usare. Così per l'inflazione, che per alcuni sta al 100%, per altri sotto il 2%, per altri ancora al 13%. Ad onor di cronaca, il dato ufficiale è sotto il 2%...
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini...basta la firma ormai

      Basta con gli attacchi politici, noi utenti ne
      abbiamo le tasche piene. Se vogliamo informazione
      politica ci rivolgiamo a siti che trattano la
      politica.noi ? parla per te.
      Qui ESIGIAMO articoli che trattino di tecnologia,
      hardware e telefonia.esigi ? ma lo paghi PI ?
      Lasciamo la politica ad osservatori più
      autorevoli nel campo.la politica e' di tutti, per tutti, caroivan
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini...basta la firma ormai


        Basta con gli attacchi politici, noi utenti ne

        abbiamo le tasche piene. Se vogliamo
        informazione

        politica ci rivolgiamo a siti che trattano la

        politica.
        noi ? parla per te.Punto Informatico è un quotidiano di politica o di tecnologia? Informatica sta per automazione dell'informazione. Non per Politica faziosa/di parte.Chi vuole politicva di parte può rivolgersi ai quotidiani on line del Giornale o dell'Unità.

        Qui ESIGIAMO articoli che trattino di
        tecnologia,

        hardware e telefonia.
        esigi ? ma lo paghi PI ?Cosa c'entra la gratuità?Se uno fa un giornale di tecnologia e poi mette on line notizie prettamente politiche, non fa bene il suo mestiere.

        Lasciamo la politica ad osservatori più

        autorevoli nel campo.
        la politica e' di tutti, per tutti, caroCaro dillo ai tuoi amichetti. Non a me. Ignori il buon comportamento da tenere in un forum? Non mi conosci. Non hai la possibilità di prenderti certe confidenze.La politica è di tutti. Ma se si fa un quotidiano di informazione tecnologica, non si fa un quotidiano ricco di articoli di parte per fare campagna elettorale ai furbetti del quartiere.
        • jojob scrive:
          Re: Manfredini...basta la firma ormai
          - Scritto da: Anonimo


          Basta con gli attacchi politici, noi utenti ne


          abbiamo le tasche piene. Se vogliamo

          informazione


          politica ci rivolgiamo a siti che trattano la


          politica.

          noi ? parla per te.
          Punto Informatico è un quotidiano di politica o
          di tecnologia? Informatica sta per automazione
          dell'informazione. Non per Politica faziosa/di
          parte.
          Chi vuole politicva di parte può rivolgersi ai
          quotidiani on line del Giornale o dell'Unità.



          Qui ESIGIAMO articoli che trattino di

          tecnologia,


          hardware e telefonia.

          esigi ? ma lo paghi PI ?
          Cosa c'entra la gratuità?
          Se uno fa un giornale di tecnologia e poi mette
          on line notizie prettamente politiche, non fa
          bene il suo mestiere.



          Lasciamo la politica ad osservatori più


          autorevoli nel campo.

          la politica e' di tutti, per tutti, caro
          Caro dillo ai tuoi amichetti. Non a me. Ignori il
          buon comportamento da tenere in un forum? Non mi
          conosci. Non hai la possibilità di prenderti
          certe confidenze.

          La politica è di tutti. Ma se si fa un quotidiano
          di informazione tecnologica, non si fa un
          quotidiano ricco di articoli di parte per fare
          campagna elettorale ai furbetti del quartiere.Bravo, fatti restituire i soldi dell'abbonamento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai


            La politica è di tutti. Ma se si fa un
            quotidiano

            di informazione tecnologica, non si fa un

            quotidiano ricco di articoli di parte per fare

            campagna elettorale ai furbetti del quartiere.
            Bravo, fatti restituire i soldi dell'abbonamento.Che cazzata hai detto?Tu paghi per ste 4 cavolate? Povero te.
        • Anonimo scrive:
          Re: Manfredini...basta la firma ormai

          Chi vuole politicva di parte può rivolgersi ai
          quotidiani on line del Giornale o dell'Unità.la politica e' per forza di parte. altrimenti e' solo esposizione di fatti


          Qui ESIGIAMO articoli che trattino di

          tecnologia,


          hardware e telefonia.

          esigi ? ma lo paghi PI ?
          Cosa c'entra la gratuità?e con che diritto esigi qualcosa da PI allora ?
          Se uno fa un giornale di tecnologia e poi mette
          on line notizie prettamente politiche, non fa
          bene il suo mestiere.concordo. ma io non mi sento comunque in diritto di esigere alcunche' lo stesso
          La politica è di tutti. Ma se si fa un quotidiano
          di informazione tecnologica, non si fa un
          quotidiano ricco di articoli di parte per fare
          campagna elettorale ai furbetti del quartiere.l' autore ha espresso fatti e opinioni personali. e' cosi' male, anche in un quotidiano informatico ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai


            Chi vuole politicva di parte può rivolgersi ai

            quotidiani on line del Giornale o dell'Unità.
            la politica e' per forza di parte. altrimenti e'
            solo esposizione di fattiInfatti. PuntoInformatico o fa politica di parte o fa informazione. Perché non dire i co0ntenuti del libretto?Perché sputtanarlo senza conoscerne i contenuti?Se non per fare propaganda rossa?

            Se uno fa un giornale di tecnologia e poi mette

            on line notizie prettamente politiche, non fa

            bene il suo mestiere.
            concordo. ma io non mi sento comunque in diritto
            di esigere alcunche' lo stessoSe uno ti dà un servizio, gratuito o meno che sia, tu esigi che quel servizio sia reale.
            l' autore ha espresso fatti e opinioni personali.
            e' cosi' male, anche in un quotidiano informatico
            ?L'autore ha espresso opinioni personali, ma nessun fatto a supporto. Ha sparlato di un libretto che non ha letto. E se l'ha letto non ci ha fornito alcun elemento per avere una NOSTRA opinione distinta dalla sua. Ha persino suggerito du buttare la busta senza farcelaleggere...quasi avesse paura del suo contenuto.Dove sono i fatti? Che opinione si può avere su qualcosa che non si conosce? Se non una opinione partigiana, rossa in questo caso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini...basta la firma ormai

      Qui ESIGIAMO articoli che trattino di tecnologia,
      hardware e telefonia.Ah pero'. E su che basi esigi?
      Lasciamo la politica ad osservatori più
      autorevoli nel campo.Anch'io penso che dovrebbero fare senza essere disturbati. Mai parlare col manovratore, lasciatelo fare, tanto ne sa di piu'.
      E speriamo che il mio post non venga censurato,
      visto che sono perfettamente IT, non volgare e
      visto che chiedo apertamente che PI torni a fare
      il suo mestiere e non propaganda politica.L'hai scritto ore fa e ancora sta qui. Come mai la coda di paglia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini...basta la firma ormai


        E speriamo che il mio post non venga censurato,

        visto che sono perfettamente IT, non volgare e

        visto che chiedo apertamente che PI torni a fare

        il suo mestiere e non propaganda politica.
        L'hai scritto ore fa e ancora sta qui. Come mai
        la coda di paglia?Certo che sì. Qui quello che non piace, che è contro il regime viene censurato. Spostato su altro forum in cui è complicato l'accesso.Qui si esige correttezza, non disinformazione rossa.
        • Emilio scrive:
          Re: Manfredini...basta la firma ormai
          Anch'io allora mi rivolgo alla redazione :) Continuate cosi' e non dimenticatevi di denunciare anche dopo le elezioni le varie urbanate di destra e di sinistra, perche' per leggere che tutto va bene (in qualsiasi legislatura, di B o di P) gia' ci sono montagne di stampa che vivono di contributi pubblici. Un sentito ringraziamento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Manfredini...basta la firma ormai
            - Scritto da: Emilio

            Anch'io allora mi rivolgo alla redazione :)
            Continuate cosi' e non dimenticatevi di
            denunciare anche dopo le elezioni le varie
            urbanate di destra e di sinistra, perche' per
            leggere che tutto va bene (in qualsiasi
            legislatura, di B o di P) gia' ci sono montagne
            di stampa che vivono di contributi pubblici. Un
            sentito ringraziamento.Allora apriamo una sezione nuova al fianco di PI, Hw, Telefonia e Download.Critiche al governo (se vincerà il nano)Critiche all'opposizione (se vincerà il mortadella).Almeno chi se ne sbatte le scatole della propaganda, potrà godersi gli articoli in topic con la mission di Punto Informatico (fare informazione tecnologica) e chi vorrà farsi seghe mentali con la politica propagandata dal Giornale e dall'Unità avrà un luogo in più in cui farsi le proprie pippe.Ma teniamo ben distinte le due cose.La propaganda è una cosa, l'informazione è un'altra.
    • Anonimo scrive:
      Re: Manfredini...basta la firma ormai
      - Scritto da: Anonimo
      Ma questo è un sito che dovrebbe parlare di
      tecnologia, giusto?
      Sono sul sito di Punto Informatico, giusto?
      Com'è che qui si leggono sempre più spesso
      articoli politici, articoli politicizzati,
      articoli di parte?forse perche e' molto ingenuo pensare che non ci sia politica nell innovazione tecnologicala politica , dal latino, e' la "scienza delle cose pubbliche"come puoi parlare di tecnologia senza parlare e far politica, e viceversa ?e' una domanda seria eh ;)ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Manfredini...basta la firma ormai
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ma questo è un sito che dovrebbe parlare di

        tecnologia, giusto?

        Sono sul sito di Punto Informatico, giusto?

        Com'è che qui si leggono sempre più spesso

        articoli politici, articoli politicizzati,

        articoli di parte?
        forse perche e' molto ingenuo pensare che non ci
        sia politica nell innovazione tecnologica

        la politica , dal latino, e' la "scienza delle
        cose pubbliche"
        come puoi parlare di tecnologia senza parlare e
        far politica, e viceversa ?Vuoi forse dire che non sei in grado di distinguere fra un articolo che parla di tecnologia benchmark e simili da uno che parla di quanto sia basso Berlusconi?Vuoi forse dire che non sei in grado di distinguere un articolo di informatica da uno che non parla di informatica, ma fa soltanto propaganda rossa?Mi spiace per te.
    • Anonimo scrive:
      Da Lettore .....
      Mi intrometto in questa discussione da lettore riassumendo in pochi punti cosa ne penso :- La tecnologia deve essere semplice e deve venir inconsapevolmente usata dalle persone.- La tecnologia deve coinvolgere tutti non essere usata per coinvolgere.- La tecnologia è uno strumento per sviluppare ed evolversi.- La tecnologia deve essere supportata da risorse mentali non da risorse simil €.Chi non ha capito questi basi, non ha capito il problema.
    • Akiro scrive:
      Re: Manfredini...basta la firma ormai
      ma come, non vedi la tecnologia nell'articolo?bhe ovvio... è pari al livello italiano ; )vota chi vuoi, però cerca di esser meno prevenuto.
  • Anonimo scrive:
    Basta sparlare del governo!
    Costa 7 milioni d'euro l'opuscolo?Si vede che è fatto bene!
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta sparlare del governo!
      - Scritto da: Anonimo
      Costa 7 milioni d'euro l'opuscolo?
      Si vede che è fatto bene!torna lla sede di forza italia...magari con il tuo notebook win95. tanto lo sfondo azzurro con le nuvolette di ms e berlusca sono le stesse..
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta sparlare del governo!
        - Scritto da: Anonimo
        torna lla sede di forza italia...magari con il
        tuo notebook win95. tanto lo sfondo azzurro con
        le nuvolette di ms e berlusca sono le stesse..Il sito di Forza Italia intanto gira su Linux. Il sito dell'Unità su Windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta sparlare del governo!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          torna lla sede di forza italia...magari con il

          tuo notebook win95. tanto lo sfondo azzurro con

          le nuvolette di ms e berlusca sono le stesse..

          Il sito di Forza Italia intanto gira su Linux. Il
          sito dell'Unità su Windows.L'unita' almeno PAGA
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta sparlare del governo!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            torna lla sede di forza italia...magari con il


            tuo notebook win95. tanto lo sfondo azzurro
            con


            le nuvolette di ms e berlusca sono le stesse..



            Il sito di Forza Italia intanto gira su Linux.
            Il

            sito dell'Unità su Windows.

            L'unita' almeno PAGAROTFL, e' vero!
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta sparlare del governo!



            Il sito di Forza Italia intanto gira su Linux.

            Il


            sito dell'Unità su Windows.

            L'unita' almeno PAGA
            ROTFL, e' vero!Ma ancora con sta cazzata?Ma i moderatori esistono? Oppure tolgono solo quello che gli fa comodo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta sparlare del governo!

            Il sito di Forza Italia intanto gira su Linux.ah ah chi la configurato bondi? cocchitto? volonte'?ah ah ah ah ah ah(troll4)
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta sparlare del governo!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            torna lla sede di forza italia...magari con il


            tuo notebook win95. tanto lo sfondo azzurro
            con


            le nuvolette di ms e berlusca sono le stesse..



            Il sito di Forza Italia intanto gira su Linux.
            Il

            sito dell'Unità su Windows.

            L'unita' almeno PAGAPaga con le mazzette di Consorte... testa di legno!
          • gerry scrive:
            Re: Basta sparlare del governo!
            - Scritto da: Anonimo
            L'unita' almeno PAGANaaaa.... Paga lo stato italiano:http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/contributi_editoria/
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta sparlare del governo!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          torna lla sede di forza italia...magari con il

          tuo notebook win95. tanto lo sfondo azzurro con

          le nuvolette di ms e berlusca sono le stesse..

          Il sito di Forza Italia intanto gira su Linux. Il
          sito dell'Unità su Windows.E' vero.E questo è grave...
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta sparlare del governo!
      BELLA PENSATA!guarda, ti offro questa matita: costa 300 euro.se il tuo ragionamento "costa tanto? si vede che è fatto bene!" fosse minimamente sensato, dovresti comprarla istantaneamenteperò non lo fai.Perchè? sai anche tu che la tua affermazione era faziosa, per proteggere gli interessi di una persona che tu hai votato: infatti il ragionamento da te fatto è solo capzioso e manca di consequenzialità logicacomplimenti per esserti ingannato da solo
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta sparlare del governo!
        I contributi per il 2003 sono stati resi pubblici, ne cito alcuni, ?La Padania?: quattro milioni di euro; ?L?Unità?: sei milioni e ottocentomila euro; ?Il Foglio?: tre milioni cinquecentomila euro; ?Opinioni Nuove ? Libero Quotidiano?: cinque milioni trecentomila euro; ?Avvenire?: cinque milioni novecentomila euro; ?Il Manifesto?: quattro milioni quattrocentomila euro; ?Sportsman ? Cavalli e Corse?: due milioni cinquecentomila euro.Nella finanziaria 2006 nulla è cambiato.Bravi!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta sparlare del governo!
          Dallo stato sembra prendere più soldi l'unità.Dalle mazzette, penso che quelle di consorte non riescano a essere comparabili alle mazzette date da S.B.
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta sparlare del governo!
        - Scritto da: Anonimo
        BELLA PENSATA!
        guarda, ti offro questa matita: costa 300 euro.
        se il tuo ragionamento "costa tanto? si vede che
        è fatto bene!" fosse minimamente sensato,
        dovresti comprarla istantaneamente

        però non lo fai.L'opuscolo non costa 300 euro, quindi non spariamo cazz***. Allora non informiamo la gente, teniamo tutti nell'ignoranza perché costa dei soldi farlo.Ci sono opuscoli e opuscoli, se questo ha una qualità molto alta costerà un filino di più. Ma non sono questi i problemi del paese, anzi uno stato che informa va incoraggiato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta sparlare del governo!
      - Scritto da: Anonimo
      Costa 7 milioni d'euro l'opuscolo?
      Si vede che è fatto bene!Guardate che secondo me era ironico! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta sparlare del governo!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Costa 7 milioni d'euro l'opuscolo?

        Si vede che è fatto bene!

        Guardate che secondo me era ironico!
        :)Guarda che da quando c'è l'euro con 7 milioni non ci compri mica tante cose.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta sparlare del governo!

          Guarda che da quando c'è l'euro con 7 milioni non
          ci compri mica tante cose.Ho sentito che ti prendi a malapena una pizza ma devi portarti da casa le bibite e bere di nascosto altrimenti sfori il budget...
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta sparlare del governo!
      - Scritto da: Anonimo
      Costa 7 milioni d'euro l'opuscolo?
      Si vede che è fatto bene!ecco un'altro volantino di campagna elettorale come la volta scorsa, peccato che siamo sempre noi a pagare la loro pubblicità non voluta.per l'altro volantino era stata lanciata una iniziativa in cui chi aderiva doveva rimandare al mittente la lettera come segno di protesta.credo che lo farò e spero che lo facciano molti altri!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta sparlare del governo!
        - Scritto da: Anonimo
        ecco un'altro volantino di campagna elettorale
        come la volta scorsa, peccato che siamo sempre
        noi a pagare la loro pubblicità non voluta.Il governo dopo un lavoro di anni ha creato qualcosa di assolutamente innovativo, ma sarebbe tutto lavoro sprecato senza una dovuta informazione ai cittadini. Quindi cosa sono 7 milioni di euro per far conoscere l'innovazione del Governo ai cittadini?ps: un altro senza apostrofo
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta sparlare del governo!

        ecco un'altro volantino di campagna elettorale
        come la volta scorsa, peccato che siamo sempre
        noi a pagare la loro pubblicità non voluta.
        per l'altro volantino era stata lanciata una
        iniziativa in cui chi aderiva doveva rimandare al
        mittente la lettera come segno di protesta.
        credo che lo farò e spero che lo facciano molti
        altri!!Forse prima di rispedirlo, ti converrebbe leggerlo.Probabilmente imparerai qualcosa sui passi avanti fatti dall'Italia nel suo ammodernamento.Tanto hai occhio critico e saprai senza dubbio dividere la propaganda dai contenuti informativi.
    • Akiro scrive:
      Re: Basta sparlare del governo!

      Costa 7 milioni d'euro l'opuscolo?
      Si vede che è fatto bene!ah, a parole son bravi tutti ;P
  • gian_d scrive:
    ROTFL
    Un articolo veramente spassoso :D
  • Anonimo scrive:
    BERLUSCONI USA WINDOWS
    Mentre quello sfigato di borgezio ubuntu linux...bonga bonga
    • Anonimo scrive:
      Re: BERLUSCONI USA WINDOWS
      cioe'??????............ma forse hai ragione!
      • Anonimo scrive:
        BERLUSCONI USA LINUX
        SBERLUKONIX la distro forzista basata su knoppix! ps curata personalmente dal magico trio sforzista...bondi, chcchitto e vico
        • Anonimo scrive:
          Re: BERLUSCONI USA LINUX
          - Scritto da: Anonimo
          SBERLUKONIX la distro forzista basata su knoppix!

          ps curata personalmente dal magico trio
          sforzista...bondi, chcchitto e vicoE' la distro ufficiale della P2 ?
    • Anonimo scrive:
      Re: BERLUSCONI USA WINDOWS
      - Scritto da: Anonimo
      Mentre quello sfigato di borgezio ubuntu
      linux...bonga bonga Ignurant Borghezio usa Fnestre!
    • Anonimo scrive:
      Re: BERLUSCONI USA WINDOWS
      ma non per i server, guarda un po' quà :-)http://toolbar.netcraft.com/site_report?url=http://www.forzaitalia.itmetre per la cronaca ulivo.it e unioneweb.it freebsd, mentre rifondazione.it windows nt 4.0 (nt4:VERGOGNAAA)
  • Anonimo scrive:
    Ricomincia con gli schemini!
    Come a porta a porta!
  • Anonimo scrive:
    Semplicemente propaganda
    Mi fa piacere che il PresDelCons si accoppi con una grande figura come Stanca, il cui valore è emerso forte e chiaro ai tempi della legge Urbani:http://chartitalia.blogspot.com/2004/10/i-temini-della-commissione-e-content.htmlhttp://chartitalia.blogspot.com/2004/10/la-stanca-commissione-per-le-content.html
  • Anonimo scrive:
    ah ho capito... ci spiega...
    l'ITl'inculata totalehttp://promo.resetmultimedia.com
    • Anonimo scrive:
      Re: ah ho capito... ci spiega...

      l'IT
      l'inculata totaleTranquillo, Manfredini è solito fare propaganda, anziché informazione sulla tecnologia.
      • avvelenato scrive:
        Re: ah ho capito... ci spiega...
        - Scritto da: Anonimo

        l'IT

        l'inculata totale
        Tranquillo, Manfredini è solito fare propaganda,
        anziché informazione sulla tecnologia.Quale tecnologia?
        • Anonimo scrive:
          Re: ah ho capito... ci spiega...
          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: Anonimo


          l'IT


          l'inculata totale

          Tranquillo, Manfredini è solito fare propaganda,

          anziché informazione sulla tecnologia.

          Quale tecnologia?Forse parlava del digitale terrestre interattivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ah ho capito... ci spiega...




            l'IT



            l'inculata totale


            Tranquillo, Manfredini è solito fare
            propaganda,


            anziché informazione sulla tecnologia.

            Quale tecnologia?
            Forse parlava del digitale terrestre interattivo.Perché si dovrebbe parlare di Digitale Terrestre Interattivo? Esiste un'infinità di piattaforme. Ognuna ha la sua base di utenti. Parlare di tecnologia non vuol dire parlare di politica. Altrimenti cresceranno solo ragazzini che vedono la realtà attraverso una lente partigiana.
          • Anonimo scrive:
            Re: ah ho capito... ci spiega...

            Ognuna ha la sua base di utenti. Parlare di
            tecnologia non vuol dire parlare di politica.
            Altrimenti cresceranno solo ragazzini che vedono
            la realtà attraverso una lente partigiana.Temo tu proprio non sappia ne' cosa sia ne',soprattutto, a cosa serva la politica
        • Anonimo scrive:
          Re: ah ho capito... ci spiega...
          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: Anonimo


          l'IT


          l'inculata totale

          Tranquillo, Manfredini è solito fare propaganda,

          anziché informazione sulla tecnologia.

          Quale tecnologia?La sua idea di tecnologia, la DTT
          • Anonimo scrive:
            Re: ah ho capito... ci spiega...




            l'IT



            l'inculata totale


            Tranquillo, Manfredini è solito fare
            propaganda,


            anziché informazione sulla tecnologia.

            Quale tecnologia?
            La sua idea di tecnologia, la DTTMa che sei la stessa persona che scrive dieci articoli?Chi ha parlato di dtt?Si parla di tecnologie in genere.
        • Anonimo scrive:
          Re: ah ho capito... ci spiega...



          l'IT


          l'inculata totale

          Tranquillo, Manfredini è solito fare propaganda,

          anziché informazione sulla tecnologia.
          Quale tecnologia?Ma conosci l'italiano? O si deve scrivere in inglese?Informazione tecnologica indica l'informazione su tutte le tecnologie. La politica, non è una tecnologia.
          • avvelenato scrive:
            Re: ah ho capito... ci spiega...
            - Scritto da: Anonimo



            l'IT



            l'inculata totale


            Tranquillo, Manfredini è solito fare
            propaganda,


            anziché informazione sulla tecnologia.

            Quale tecnologia?
            Ma conosci l'italiano? O si deve scrivere in
            inglese?
            Informazione tecnologica indica l'informazione su
            tutte le tecnologie. La politica, non è una
            tecnologia.Tutte le tecnologie, comprese quelle che non ci sono per volontà politica.
          • Anonimo scrive:
            Re: ah ho capito... ci spiega...


            Tutte le tecnologie, comprese quelle che non ci
            sono per volontà politica.:) non fare il complicato, parli con un ingegnere probabilmente. devi essere piu' lineare :)
  • Anonimo scrive:
    queta news è una polveriera
    per troll, spammers, comunisti vs berlusconiani, rosso contro nero, ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: queta news è una polveriera
      - Scritto da: Anonimo
      per troll, spammers, comunisti vs berlusconiani,
      rosso contro nero, ecc... E mi sa fatta pure di proposito 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: queta news è una polveriera
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        per troll, spammers, comunisti vs berlusconiani,

        rosso contro nero, ecc...

        E mi sa fatta pure di proposito 8)cercherò di non farmi censurare...:MA CA**O!!! sarà fatta anche a mo di polveriera ma noi geek dove ci dobbiamo sfogare??? noi che la luce del sole ci da fastidio e non si va mai al bar???a parte gli scherzi, qui non c'è colore politico che regga. quì c'è solo un evidenza: SETTE MILIONI DI EURO BUTTATI AL CESSO!!! (immaginate un urlo a squarcia gola tipo che dopo hai la voce roca)che se ne fa mio nonno (gia forzaitaliano purtroppo) a 84 anni della letterina che spiega il digitale (tanto il dtt l'ha già comprato... non ha capito a cosa serve ma l'ha comprato...)per poter scrivere sui giornali (i loro) che hanno fatto qualcosa per l'italia (ormai loro) non si fermano a spendere SETTE MILIONI di euro (questi nostri) per nulla...risultato?chi votava forza italia continua... chi non lo votava non cambia idea... gastrite del sottoscritto qunado riceverà la mail... aumentata
        • Anonimo scrive:
          Re: queta news è una polveriera
          veramente un bel post, sottoscrivo
        • Anonimo scrive:
          Re: queta news è una polveriera

          chi votava forza italia continua... chi non lo
          votava non cambia idea... gastrite del
          sottoscritto qunado riceverà la mail... aumentataTanto per far contenti quelli che si lamentano se si parla di politica:io sto osservando dei fatti.In America Latina, ex regno di dittatori e della destra più abbietta, le cose stanno cambiando.Morales in Colombia, Bachelet in Cile, Chavez in Venezuela, DaSilva in Brasile...Ma sarà mai possibile che solo da noi non si cambi?No, non è possibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera

            Tanto per far contenti quelli che si lamentano se
            si parla di politica:
            io sto osservando dei fatti.
            In America Latina, ex regno di dittatori e della
            destra più abbietta, le cose stanno cambiando.
            Morales in Colombia, Bachelet in Cile, Chavez in
            Venezuela, DaSilva in Brasile...
            Ma sarà mai possibile che solo da noi non si
            cambi?
            No, non è possibile.Si è possibile, il nano sta preparando il colpo di stato
          • citrullo scrive:
            Re: queta news è una polveriera
            - Scritto da: Anonimo


            chi votava forza italia continua... chi non lo

            votava non cambia idea... gastrite del

            sottoscritto qunado riceverà la mail...
            aumentata

            Tanto per far contenti quelli che si lamentano se
            si parla di politica:
            io sto osservando dei fatti.
            In America Latina, ex regno di dittatori e della
            destra più abbietta, le cose stanno cambiando.
            Morales in Colombia, Bachelet in Cile, Chavez in
            Venezuela, DaSilva in Brasile...
            Ma sarà mai possibile che solo da noi non si
            cambi?
            No, non è possibile.Scusa, piccola correzione, Morales è presidente della Bolivia e tutti gli Indios lo hanno acclamato. Anche gli indiani del Nord America gli hanno fatto gli auguri.
    • Anonimo scrive:
      Re: queta news è una polveriera

      per troll, spammers, comunisti vs berlusconiani,
      rosso contro nero, ecc... Questa NON è una news, bensì semplice propaganda politica.Manfredini è solito scrivere articoli del genere.Proprio non sanno distinguere la tecnologia dalla politica, l'informazione dalla propaganda faziosa.C'è dell'incredibile. Soprattutto quando la propaganda gratuita viene da un quotidiano on line che nulla dovrebbe avere a che fare con la politica...
      • Anonimo scrive:
        Re: queta news è una polveriera
        No, questa news è importante.
        • Anonimo scrive:
          Re: queta news è una polveriera

          No, questa news è importante.E quale sarebbe, di grazia, la notizia fondamentale da trasmettere?La propaganda di sinistra? Punto Informatico orma si è specializzata in notizie costruite ad hoc per trasmettere contenuti politici al posto di contenuti informatici.Tra un po' potranno cambiare nome in Punto Politica?Punto Rosso? Chissà che altro...senza dubbio Manfredini potrà dirci se il suo articolo voleva parlare solo di tecnologia o se aveva come obiettivo la propaganda politica.Manfredini, sono pronto a ritirare le accuse. Spiegaci un po' che tipo di articolo avevi intenzione di scrivere. Possibilmente senza censurare chi come me, con modi garbati, ti fa notare lo scivolamento OT (verso le X ROSSE, direi) del tuo articolo.
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera
            - Scritto da: Anonimo

            No, questa news è importante.
            E quale sarebbe, di grazia, la notizia
            fondamentale da trasmettere?
            La propaganda di sinistra? no, semplicemente: il governo si vanta di quello di cui non dovrebbe affatto vantarsi, cioè di aver magnato per un anno sulle nuove tecnologie (vedi portale internet culturale).Se hai qualcosa da ridire sul serio su questo articolo, perché non spieghi qual è il tuo punto di vista e mandi a PI un bel pezzo su com'è bello quest'opuscolo stampato con i nostri soldi?
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera



            No, questa news è importante.

            E quale sarebbe, di grazia, la notizia

            fondamentale da trasmettere?

            La propaganda di sinistra?
            no, semplicemente: il governo si vanta di quello
            di cui non dovrebbe affatto vantarsi, cioè di
            aver magnato per un anno sulle nuove tecnologieIl tuo post è l'esempio lampante di quanto sostengo.Se su un sito di tecnologia si comincia a sparlare di politica, la gente disinformata come te rischia di crederci. PuntoInformatico non ha fatto i compiti per casa, prima di scrivere non si è informato a sufficienza.Se l'avesse fatto, avrebbe scoperto che la CIE è in distribuzione ormai da anni. Io la possiedo dal 2002.Tramite il certificato digitale che contiene permette l'accesso ad una serie di servizi offerti dagli enti locali ed in futuro permetterà anche il voto elettronico.
            (vedi portale internet culturale).Invece di leggere solo sul portale di PI prova a controllare quali servizi sono disponibili.Se poi non ne sei in grado ti fornisco io qualche link.Un consiglio? puoi cominciare dal MIT per acculturarti un po'.Quanto al libretto che spiega come accedere ai servizi digitali della PA, ritengo che il tuo post sia anche qui illuminante. Proprio per la totale disinformazione che alberga in te e in moltissime altre persone (lo dico garbatamente, ma dimostri tu che è così ignorando la realtà), un libretto che vi insegni quali servizi sono accessibili forse ti/vi sarà utile per evitare di lamentarvi "all'italiana" senza sapere nulla di quello che viene fatto da 10 anni a questa parte per l'ammodernamento del Paese.
          • dacho scrive:
            Re: queta news è una polveriera

            Se su un sito di tecnologia si comincia a
            sparlare di politica, la gente disinformata comeCon la stessa logica verrebbe da chiedersi perchè la politica si occupi di tecnologia, e nella fattispecie del perchè, senza curarsi..:a) delle strategie tecnologiche degli altri paesi (di cui il DTT, ad es., fa "parte", senza dimenticare il resto);b) dei parametri tecnolocici sui quali l'Italia viene giudicata indietro rispetto ad altri;c) della sussistenza di problemi strutturali (il sostanziale monopolio di Telecom) che vincolano lo sviluppo tecnologico;d) etc....la politica decida di investire su un solo "canale" senza fare alcunché per quelli restanti (e già ben rodati)..Personalmente credo che, come in ogni cosa, quando un argomento tocca la collettività si sta parlando proprio di politica, e quindi PI fa bene ad ospitare interventi in tal senso (e farlo proprio in clima elettorale).In altri paesi, in cui l'approccio alla politica è molto meno "infaziosito" (volontariamente), sono gli stessi sostenitori di questo o quell'altro schieramento a criticare il modo in cui certe faccende vengono gestite dai "loro". Figuriamoci quelli degli schieramenti opposti...Altrimenti la politica (intesa anche come la scelta elettorale di ogni singolo cittadino) si riduce al cieco tifo per una o per l'altra squadra..
            Se l'avesse fatto, avrebbe scoperto che la CIE è
            in distribuzione ormai da anni. Io la possiedo
            dal 2002.Io dall'ottobre 2001 (chiosco del Comune di Trieste allo SMAU di Milano..), e c'è il rischio che quest'anno debba rinnovarla con una cartacea... Come saprai, dato che sei informato, tutti gli accordi per la "produzione" della CIE sono abbastanza mal messi in questo momento e, anche se la risoluzione (positiva) è attesa (o forse già arrivata, questo sono io a non saperlo), non c'è certezza certa (quella del senno di poi).
            Tramite il certificato digitale che contiene
            permette l'accesso ad una serie di servizi
            offerti dagli enti locali ed in futuro permetterà
            anche il voto elettronico.E che vuol dire? Che puoi visionare lo status di una procedura burocratica (concessioni edilizie, ad es.) connettendoti al sito del tuo comune ed immettendovi username e password? Questo (che sarebbe proprio utile, vero e-government) proprio no. Devi ancora recarti fisicamente presso gli uffici, inviare raccomandate, etc., e questo non mi pare molto "e-"...Sul voto elettronico faccio solo una considerazione: si vota ogni tot "anni", la maggior parte delle incombenze burocratiche (dal versamento IVA/INPS/IRPEF/etc., che potrebbe avvenire - perchè no? - tramite carta di credito, a tutti i procedimenti di "informazione" da e verso i pubblici uffici) possono avere cadenze enormemente più ravvicinate... E qui, infatti, c'è il vuoto assoluto..

            (vedi portale internet culturale).
            Invece di leggere solo sul portale di PI prova a
            controllare quali servizi sono disponibili.
            Se poi non ne sei in grado ti fornisco io qualche
            link.
            Un consiglio? puoi cominciare dal MIT per
            acculturarti un po'.Io invece vorrei avere un form presso il mio comune (di F.I., peraltro) dove poter pagare con la C.C. la tassa sui rifiuti, o l'ICI, o quantomeno avere informazioni su come e quanto pagarla. Queste informazioni ce le hanno, eppure devo chiedere alla mia Amministrazione Stabili quale è il valore del mio appartamento (ormai lo so)..Sai dirmi dove trovare questa importante (davvero) funzionalità presso http://www.comune.trieste.it ?
            un libretto che vi insegni quali servizi sono
            accessibili forse ti/vi sarà utile per evitare di
            lamentarvi "all'italiana" senza sapere nulla di
            quello che viene fatto da 10 anni a questa parte
            per l'ammodernamento del Paese.Nessuno dice che non sia stato fatto niente, di certo è stato fatto meno che in altri paesi (sono stato recentemente in Rep.Ceca e persino li..). Non vedo il motivo di spendere valangate di euro per "informare" il popolo di servizi che costituiscono una parte definibile ancora come embrionale per un vero sistema di e-government che sia davvero utile.Il "sospetto" è, invece, che si tratti della solità pubblicità sull'operato (comuque scarso, a vedere i ratings internazionali) del governo a spese della colettività.. Del resto lo stesso Silvio ha affermato, con non so che coraggio, che "l'Italia sta meglio, solo che non lo sa; è un nostro obbligo informarla", e questo spirito sta animando tutta la campagna dall'estate a questa parte.
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera
            - Scritto da: dacho

            Se su un sito di tecnologia si comincia a

            sparlare di politica, la gente disinformata come

            Con la stessa logica verrebbe da chiedersi perchè
            la politica si occupi di tecnologia, e nella
            fattispecie del perchè, senza curarsi..:
            a) delle strategie tecnologiche degli altri paesi
            (di cui il DTT, ad es., fa "parte", senza
            dimenticare il resto);Il dtt infatti entrerà in Usa entro l'inizio del 2009, data simile per altri Paesi europei tra cui l'Italia. Dimostrami se sbaglio...
            b) dei parametri tecnolocici sui quali l'Italia
            viene giudicata indietro rispetto ad altri;Indicali allora.
            c) della sussistenza di problemi strutturali (il
            sostanziale monopolio di Telecom) che vincolano
            lo sviluppo tecnologico;E chi ha fatto questo pasticcio? Diciamo il nome? Prodi. Che ha regalato il controllo di Telecom agli amici degli amici per soli 50milioni. Bruscolini.
            ..la politica decida di investire su un solo
            "canale" senza fare alcunché per quelli restanti
            (e già ben rodati)..Ricordo che in Giappone avevano fatto una cosa simile. Miliardi spesi per un progetto poi fallito.Non si può andare avanti su un solo progetto.E quale canale useresti? Su che basi?
            Personalmente credo che, come in ogni cosa,
            quando un argomento tocca la collettività si sta
            parlando proprio di politica, e quindi PI fa bene
            ad ospitare interventi in tal senso (e farlo
            proprio in clima elettorale).Ma non con articoli di parte. Che non informano, ma disinformano. Ha letto i contenuti del libretto? Perché non ce li espone invece di dirci quasi di buttare la busta senza aprirla? Che informazione sarebbe?

            Se l'avesse fatto, avrebbe scoperto che la CIE è

            in distribuzione ormai da anni. Io la possiedo

            dal 2002.
            Io dall'ottobre 2001 (chiosco del Comune di
            Trieste allo SMAU di Milano..), e c'è il rischio
            che quest'anno debba rinnovarla con una
            cartacea... Come saprai, dato che sei informato,
            tutti gli accordi per la "produzione" della CIE
            sono abbastanza mal messi in questo momento e,
            anche se la risoluzione (positiva) è attesa (o
            forse già arrivata, questo sono io a non
            saperlo), non c'è certezza certa (quella del
            senno di poi).Conosco altre persone che l'hanno presa in queste settimane...fai tu.

            Tramite il certificato digitale che contiene

            permette l'accesso ad una serie di servizi

            offerti dagli enti locali ed in futuro
            permetterà

            anche il voto elettronico.
            E che vuol dire? Che puoi visionare lo status di
            una procedura burocratica (concessioni edilizie,
            ad es.) connettendoti al sito del tuo comune ed
            immettendovi username e password? Questo (che
            sarebbe proprio utile, vero e-government) proprio
            no. Devi ancora recarti fisicamente presso gli
            uffici, inviare raccomandate, etc., e questo non
            mi pare molto "e-"...Ma ti credi che i servizi nascano dall'oggi al domani? La digitalizzazione di uno Stato intero, soprattutto dell'Italia, con tutta la sua burocrazia, richiede anni e anni. Si sta lavorando bene. Da 10 anni a questa parte, questo per dire che non è questione di destra o sinistra. Almeno su questo fronte hanno lavorato entrambi gli schieramenti.
            Io invece vorrei avere un form presso il mio
            comune (di F.I., peraltro) dove poter pagare con
            la C.C. la tassa sui rifiuti, o l'ICI, oA Torino si può fare...
          • Adfc scrive:
            Re: queta news è una polveriera
            - Scritto da: Anonimo
            E quale sarebbe, di grazia, la notizia
            fondamentale da trasmettere?É esattamente la stessa domanda che mi sono posto. L'autore dell'articolo non spiega quali saranno i contenuti del libretto, elenca semplicemente sue supposizioni sull'inutilità del contenuto. Questa sarebbe informazione? Un'articolo così è comprensibile sul sito dell'Unità, non dovrebbe esserlo qui.Con questo non voglio dire che sicuramente approverò l'iniziativa del libretto su internet, solo che vorrei leggerlo prima di esprimere un opinione; perchè a molti sembra impossibile comportarsi così? Forse l'autore dell'articolo ha anche letto il libretto, ma non si è preoccupato di informarne del contenuto i suoi lettori; ne ha solo solleticato la vena polemica, mi pare quindi corretto definirlo di parte.Un'ultima osservazione: se vogliamo un Governo che renda partecipi i cittadini, non possiamo lamentarci a priori se per fare ciò spende dei soldi. E comunque meglio soldi spesi così che per creare posti di lavoro socialmente utili ma fondamentalmente inutili.
          • Emilio scrive:
            Re: queta news è una polveriera

            Questa sarebbe informazione?Io leggo sopra "commento", quindi penso sia un commento. L'informazione la fa Stanca con il suo opuscolo. Ma la presenza anche della lettera di Berlusconi davvero non ti dice niente?
            Un'ultima osservazione: se vogliamo un Governo
            che renda partecipi i cittadini, non possiamo
            lamentarci a priori se per fare ciò spende dei
            soldi. E comunque meglio soldi spesi così che per
            creare posti di lavoro socialmente utili ma
            fondamentalmente inutili.Ma perche' non limitarsi al libretto?
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera
            - Scritto da: Emilio

            Questa sarebbe informazione?

            Io leggo sopra "commento", quindi penso sia un
            commento. L'informazione la fa Stanca con il suo
            opuscolo. Ma la presenza anche della lettera di
            Berlusconi davvero non ti dice niente?No. PI dice di voler fare informazione. Non si può mica nascondere dietro il termine "commento".Una redazione come si deve, affianca i contenuti, i dati e i fatti con un commento.Una redazione seria non piazza un commento senza indicare i fatti, altrimenti PI fa propaganda rossa, non informazione. Cosa diversa.
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera

            Una redazione seria non piazza un commento senza
            indicare i fatti, altrimenti PI fa propaganda
            rossa, non informazione. Cosa diversa.Forse se tu avessi dato un'occhiatina all'arkivio prima di postare non avresti scritto una castroneria del genere. Io mi leggo il Sole tutti i giorni e sinceramente non mi aspetto di trovare solo editoriali pro confindustria... (ed e' una ragione per cui lo compro)
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera


            Una redazione seria non piazza un commento senza

            indicare i fatti, altrimenti PI fa propaganda

            rossa, non informazione. Cosa diversa.
            Forse se tu avessi dato un'occhiatina all'arkivio
            prima di postare non avresti scritto una
            castroneria del genere. Io mi leggo il Sole tutti
            i giorni e sinceramente non mi aspetto di trovare
            solo editoriali pro confindustria.Io invece mi aspetto di trovare articoli SERI.Articoli che indichino i fatti, non solo dei commenti del primo arrivato, che nemmeno si è informato sullo stato dell'arte.Mi spiace che la redazione di PI abbia subito questo scivolone da parte di Manfredini.Ma è grazie a noi utenti che potranno migliorare.Noi vogliamo informazione, non la campagna elettorale della sinistra e della destra.
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera

            Mi spiace che la redazione di PI abbia subito
            questo scivolone da parte di Manfredini.
            Ma è grazie a noi utenti che potranno migliorare.
            Noi vogliamo informazione, non la campagna
            elettorale della sinistra e della destra.Concordo sullaseconda frase. Non sulla prima, perche' la critica non e' campagna elettorale, campagna e' la lettera di Berlusconi (e la sua sovraesposizione mediatica...)
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera


            Mi spiace che la redazione di PI abbia subito

            questo scivolone da parte di Manfredini.

            Ma è grazie a noi utenti che potranno
            migliorare.

            Noi vogliamo informazione, non la campagna

            elettorale della sinistra e della destra.
            Concordo sullaseconda frase. Non sulla prima,
            perche' la critica non e' campagna elettorale,
            campagna e' la lettera di Berlusconi (e la sua
            sovraesposizione mediatica...)La sovraesposizione mediatica è ben bilanciata dal non aver partecipato ad alcun dibattito per anni e anni (da prima ancora del 2001), sei giovane e magari non ricordi.Quanto al presente, mi pare che anche altri personaggi come Rutelli siano presenti in tutte le trasmissioni, da Il processo di Biscardi a Otto e mezzo, al Maurizio Costanzo, a Matrix, a Ballarò, Porta a Porta e così via. Quindi evitiamo la demagogia.Quanto al libretto, non è possibile additarlo come campagna elettorale senza nemmeno averne letti i contenuti. Farlo E' demagogia. Farlo è CAMPAGNA ELETTORALE di quella che qualcuno ha chiamato Punto Rosso e non Punto Informatico.
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera

            Quanto al libretto, non è possibile additarlo
            come campagna elettorale Se chiudi gli occhi e non vuoi leggere che oltre al libretto c'e' anche la lettera di Silvio alle famiglie fai pure. Io li tengo aperti e sono pronto a votare.
      • Anonimo scrive:
        Re: queta news è una polveriera
        - Scritto da: Anonimo

        per troll, spammers, comunisti vs berlusconiani,

        rosso contro nero, ecc...
        Questa NON è una news, bensì semplice propaganda
        politica.
        Manfredini è solito scrivere articoli del genere.
        Proprio non sanno distinguere la tecnologia dalla
        politica, l'informazione dalla propaganda
        faziosa.
        C'è dell'incredibile. Soprattutto quando la
        propaganda gratuita viene da un quotidiano on
        line che nulla dovrebbe avere a che fare con la
        politica...Perché quell'opuscolo non è propaganda politica?Se anche quella di PI lo fosse, NON CI RUBANO 7.000.000 ? PER FARLA.Nota per te anche parlare delle cazzate di urbani alloa è propaganda
        • Anonimo scrive:
          Re: queta news è una polveriera

          Perché quell'opuscolo non è propaganda politica?
          Se anche quella di PI lo fosse, NON CI RUBANO
          7.000.000 ? PER FARLA.Ma come, fare informazione non è un diritto di TUTTI?Se c'è ancora un sacco di gente che è ignorante, nel senso che ignora totalmente l'insieme dei servizi digitali che vengono offerti dalla PA, forse un libretto d'istruzioni per l'uso vi potrà essere utile.Informati. La CIE è in distribuzione da anni. E i servizi che nel 2002-2003 erano praticamente inesistenti oggi sono numerosi. Se non li conosci, sei proprio uno di quelli che dovrebbe leggere il libretto.
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera
            - Scritto da: Anonimo

            Perché quell'opuscolo non è propaganda politica?

            Se anche quella di PI lo fosse, NON CI RUBANO

            7.000.000 ? PER FARLA.
            Ma come, fare informazione non è un diritto di
            TUTTI?

            Se c'è ancora un sacco di gente che è ignorante,
            nel senso che ignora totalmente l'insieme dei
            servizi digitali che vengono offerti dalla PA,
            forse un libretto d'istruzioni per l'uso vi potrà
            essere utile.

            Informati. La CIE è in distribuzione da anni. E i
            servizi che nel 2002-2003 erano praticamente
            inesistenti oggi sono numerosi. Se non li
            conosci, sei proprio uno di quelli che dovrebbe
            leggere il libretto.Hei hei hei... abbiamo qui il figlio di Stanca in persona, nonchè nipote di zio Bill (Gates).Senti, tu che invece sei così ben informato, a quando una lettera del nostro amato presidente con in attachment una licenza di Windows XP Media Center Edition con la Mediaset Premium card in omaggio?
          • Anonimo scrive:
            Re: queta news è una polveriera



            Perché quell'opuscolo non è propaganda
            politica?


            Se anche quella di PI lo fosse, NON CI RUBANO


            7.000.000 ? PER FARLA.

            Ma come, fare informazione non è un diritto di

            TUTTI?

            Se c'è ancora un sacco di gente che è ignorante,

            nel senso che ignora totalmente l'insieme dei

            servizi digitali che vengono offerti dalla PA,

            forse un libretto d'istruzioni per l'uso vi
            potrà

            essere utile.

            Informati. La CIE è in distribuzione da anni.

            I servizi che nel 2002-2003 erano praticamente

            inesistenti oggi sono numerosi. Se non li

            conosci, sei proprio uno di quelli che dovrebbe

            leggere il libretto.
            Hei hei hei... abbiamo qui il figlio di Stanca in
            persona, nonchè nipote di zio Bill (Gates).Come stai cadendo in basso.La Carta d'Identità Elettronica è in distribuzione in alcune città da diversi anni. Io l'ho avuta nel 2001.Altri, come ho letto qui l'hanno ricevuta nel 2002 e miei parenti l'hanno presa da pochi mesi.Vedi, non è distributita in tutta Italia in tutte le anagrafi.Perché per far questo ci vuole tempo e denaro (mi pare oltre 10000 euro per ogni postazione in ogni anagrafe), non sono bruscolini.Leggi il libretto e informati.
    • otacu scrive:
      Re: queta news è una polveriera
      - Scritto da: Anonimo
      per troll, spammers, comunisti vs berlusconiani,
      rosso contro nero, ecc... Vero ma sai quante risate mi sono fatto a leggere tutte le discussioni?Ogni giorno dovrebbero essercene così!stra LOL
Chiudi i commenti