Skype, le promozioni aumentano

Saldi di fine estate per l'operatore VoIP, che elargisce minuti di telefonate con varie offerte promozionali. In Francia le chiamate SkypeOut sono gratis fino a fine anno

Roma – Skype ha varato una campagna di marketing piuttosto aggressiva per accalappiare nuovi utenti: da alcuni pacchetti di minuti omaggio, è arrivata a regalare addirittura mesi di telefonate, fino a pensare di premiare con un telefono USB gli utenti più… galanti.

In agosto e settembre , infatti, Skype ha aperto la promozione del martedì, con 20 minuti di bonus per il servizio SkypeOut riservato agli utenti che, nel secondo giorno della settimana, visitano il sito dell’operatore VoIP e cliccano sull’apposito banner.

Ma non si è limitata a questo. Come riferisce HTML.it , infatti, l’azienda ha varato due novità che non mancheranno di essere gradite ai propri utenti.

La prima consiste nel riproporre, per ora solo in Francia, un’iniziativa già pubblicizzata in USA e Canada : chiamate SkypeOut gratuite fino a fine 2006. Agli utenti francesi sarà quindi consentito fruire del servizio SkypeOut gratuitamente, per quasi quatto mesi, per chiamare numeri di telefonia fissa “tradizionale” senza costi aggiuntivi.

La seconda novità (valida anche in Italia) è invece un telefono USB in regalo per chi fa un omaggio floreale. L’iniziativa, che nasce in collaborazione con Fleurop-Interflora prevede infatti il diritto a ricevere in omaggio un telefono USB per coloro che regalano un mazzo di fiori da 35 euro con consegna a domicilio. E se cinque utenti aderiscono a questa stessa offerta, ad ognuno di loro Skype accrediterà un bonus del valore di 30 minuti di telefonate SkyeOut.

Infine, un’ulteriore promozione, frutto dell’appartenenza di Skype al gruppo eBay : fino al 30 settembre, i nuovi utenti che si registreranno presso la casa d’aste online, riceveranno in omaggio un voucher di 90 minuti di chiamate SkypeOut.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Solo una cosa non mi torna
    La versione ufficiale è sicuramente lacunosa in molte parti, quindi, diciamo la verità, sicuramente ci stanno nascondendo qualcosa.Le versione del complotto fa gola a molti, fa quadrare tante cose che non tornano nella versione ufficiale e soddisfa il bisogno di "mistero" che in tanti credono ci sia nel governo americano.Come da titolo, però, una cosa non mi torna: se si vuol credere alla tesi del complotto e se vogliamo credere a tutti i documentari-articoli-interviste e silenzi disponibili un pò ovunque, ma ci rendiamo conto delle centinaia se non migliaia di persone che dovrebbero essere coinvolte?Cos'e', la CIA e l'NSA hanno sterminato tutti quello che avrebbero potuto parlare?O vogliamo credere che da un giorno all'altro controllori di volo e dipendenti di aeroporti hanno deciso di stare zitti e passare il resto della loro vita con un groppo alla gola che non potrà mai andare giù?Quanto devono averli pagati?Se a qualcuno risulta che ci siano stati licenziamenti, omicidi o scamparse di semplici cittadini implicati in questa vicenda mi faccia sapere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo una cosa non mi torna
      Ti potrà sembrare O.T. Ma chiediti:Quanti presidenti, dirigenti, arbitri, giocatori, giornalisti erano coinvolti in Calciopoli? Una delle obiezioni che i miei amici juventini mi facevano ogni qual volta li accusavo di furti era proprio che una cosa del genere avrebbe coinvolto troppa gente...Mi dicevano:Vuoi che un giocatore non parli, quando cambia squadra?Vuoi che un giornalista come Biscardi non gridi al gomblotto? O che un Tosatti non dica niente?E poi un Galliani vuoi che non denunci Moggi e viceversa?...Tornando al 9/11 pensa ad esempio all'aeroporto di Washington Dulles: i 5 dirottatori sono stati tutti fermati, perquisiti col metal detector (che ha suonato), uno non parlava inglese e non aveva il passaporto, (queste info arrivano dal 9/11 commission report)Perché non furono fermati lì? La commissione dice negligenza + fortuna... nessun dipendente è stato licenziato però.. ohibòTutti complici di chi ha organizzato il complotto? Direi di no.Sappiamo però che c'erano delle esercitazioni di dirottamento proprio in quel giorno (ahh il caso...) e magari era arrivato un avvertimento in aeroporto che molto vagamente avvertiva di lasciar passare generici falsi dirottatori x le esercitazioni. (il tutto ovviamente senza specificare chi e quanti).Ovviamente questa è una ipotesi che ho buttato lì (le esercitazioni erano vere) ma, complotto o meno, questi sono saliti e nessuno è risultato responsabile di queste negligenze (anche parecchi altri furono fermati negli altri voli)A.
  • Anonimo scrive:
    I like to watch
    http://www.youtube.com/watch?v=a86Jp2pjXw0The tower collapses and i play with my meatI like to watch
  • Anonimo scrive:
    E' TUTTO IL GIORNO CHE PARLANO....
    .....di 2 palazzi crollati.E' da stamattina alle 7 che ne sento parlare nei nostri telegiornali e non hanno ancora finito adesso.Si può sapere cosa è successo e dove sono crollati sti 2 palazzi per far tanto chiasso?
  • borgio3 scrive:
    Smemory Day
    I primi cinque anni sono passati dalla prima della commedia "Demolition Day".Qual struggente ricordo di una burla a cui ha creduto, o ha voluto credere, gran parte della nostra cultura del mediatico.Due grattacieli sono stati demoliti per avere la scusa di devastare il mediooriente e se ne commemora ancora la giornata, invece di ricordare che da quel giorno, la nostra umanità è sempre più sull'orlo di una crisi di nervi.Invece di ricordare che non c'è alcuna prova che siano stati dei terroristi islamici a causare il fracasso, si commemora la caduta di tre edifici che si vuol credere abbattutti da due aerei.Invece di ricordare che da quel giorno maledetto si sono combattutte due guerre che non sono ancora finite (secondo voi la guerra in Iraq è finita o no?) al fine di rubare del petrolio, si commemorano i quasi tremila morti dell'immane demolizione, dimenticando che con quelle due guerre sono morte oltre mezzo milione di persone e sono state demolite due nazioni, non due edifici.Forse che le vite umane abbiano diritto diverso alla commemorazione ed alla compassione?Anche in italia si commemorerà l'11 settembre, giorno del mio 45 compleanno, ma lo si farà in modo del tutto diverso a seconda dei network. Ecco il palinsesto dei programmi al riguardo.- Il giorno 11 andrà in onda su Raiuno alle 14 e 30 "11 settembre 2001 - Cerimonia di commemorazione del quinto anniversario degli attentati"- Su Raidue andrà in onda alle 21.00 il film "11 settembre 2001" (11 registi per 11 episodi di 11 minuti l'uno)- La buona Raitre fa finta di nulla e condivido il suo distacco- Su Canale 5 - l'ammiraglia di Mediaset - il crespo Mentana fa lo speciale antigiornalistico di Matrix dal titolo nauseante "L'onore e il rispetto" (a chi? Alle vittime irachenafghane!)- Rete 4 - l'antipatica - non si cura di questa data e tra sitcom e telefilm aspetta che passi questo giorno- Italia 1 ... non è un canale televisivo!- La 7 dedica a questo giorno la "docu-fiction" (ma i fatti sono abbastanza fiction da poter essere visionati senza bisogno di attori) "9/11 (The Day the World Changed)Degli altri canali TV non me ne frega nulla, dei satellitari ancora meno.Il bello viene il giorno dopo che, come all'epoca dei fatti sembrava tutto chiaro e finito, vede tutti i canali far finta di nulla ed aver chiuso il caso (come fece Bush additando i colpevoli negli afghani e negli iracheni), mentre l'unica che esce dal coro è Raitre che manda in onda l'unico film controcorrente su quel disastro della verità, "Farenhiet 9/11". Il film, che ho visto, è incompleto e non del tutto chiaro, ma mostra come effettivamente il piano fosse ben preparato e accuratamente soppesato proprio da Bush e dai suoi uomini fedeli (l'ermafrodito Condy, il prostatico Rumsfeld, il pentecostale Ashcroft ed altri).Consiglio a tutti di guardarlo e di vederlo e, dopo aver fatto ciò, di rispondere a queste poche domande :- Il mondo è più sicuro dopo che gli americani hanno devastato Iraq e Afghanistan?- Il crollo delle Torri Gemelle è stato un effetto o una causa?- Pensate di potervi fidare degli attuali sistemi di informazione?
  • Anonimo scrive:
    Uso del cellulare in aereo - falso?
    Come ha fatto molta gente a telefonare dall'aereo se le stazioni raziobase per telefonia cellulare sono puntate verso il basso e irradiano il segnale all'altezza degli edifici?Ricordo che gli aerei volano alti e secondo me non c'è segnale.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Uso del cellulare in aereo - falso?
      - Scritto da:
      Come ha fatto molta gente a telefonare dall'aereo
      se le stazioni raziobase per telefonia cellulare
      sono puntate verso il basso e irradiano il
      segnale all'altezza degli
      edifici?
      Ricordo che gli aerei volano alti e secondo me
      non c'è
      segnale.

      Ciaoinfatti, è una grande balla.
  • Anonimo scrive:
    il concetto è semplice
    Perché non diventiamo tutti islamici?Per conservare la nostra libertà!Perché non vogliamo fare del mondo un grande carcere di sicurezza?Per lo stesso motivo!Chi vuole renderci islamici e chi vuole farci stare in una cella videocontrollata stanno, volenti o nolenti, dalla stessa parte!
    • soulista scrive:
      Re: il concetto è semplice
      - Scritto da:
      Perché non diventiamo tutti islamici?
      Per conservare la nostra libertà!

      Perché non vogliamo fare del mondo un grande
      carcere di
      sicurezza?
      Per lo stesso motivo!

      Chi vuole renderci islamici e chi vuole farci
      stare in una cella videocontrollata stanno,
      volenti o nolenti, dalla stessa
      parte!
      Le nonne direbbero che sono come i ladri: litigano di giorno e vanno a rubare assieme di notte.
      • Anonimo scrive:
        Re: il concetto è semplice

        Le nonne direbbero che sono come i ladri:
        litigano di giorno e vanno a rubare assieme di
        notte.Le nonne infatti sbaglierebbero dire che una cosa è "come" una altra significa (implicitamente) ammettere una certa diversità, tangentopoli ha dimostrato che non sono "come" i ladri, sono proprio direttamante ladri (non come i ladri).
  • drizzt84 scrive:
    11/9 - Treno con 2 ore di ritardo
    Stamattina vado in stazione come tutti i giorni per prendere il treno per andare a lavorare e mi vedo un bel treno bloccato da 2 ore a cesano maderno.Il italia non servono i terroisti, le ferrovie nord fanno gia' abbastanza danni da sole :@
    • Anonimo scrive:
      Re: 11/9 - Treno con 2 ore di ritardo
      - Scritto da: drizzt84
      Stamattina vado in stazione come tutti i giorni
      per prendere il treno per andare a lavorare e mi
      vedo un bel treno bloccato da 2 ore a cesano
      maderno.

      Il italia non servono i terroisti, le ferrovie
      nord fanno gia' abbastanza danni da sole
      :@ :$ :$ :$ :$
  • Anonimo scrive:
    terroristi
    ma quando la capiranno che colpire il POPOLOnon serve.Per far scoppiare la 1^ guerra mondiale basto un solo morto(uccisione di un "capo")
    • Anonimo scrive:
      Re: terroristi
      - Scritto da:
      ma quando la capiranno che colpire il POPOLO
      non serve.

      Per far scoppiare la 1^ guerra mondiale basto un
      solo morto(uccisione di un
      "capo")
      I terroristi sono stronzi perché colpiscono il popolo, ma chi dichiara di combattere i terroristi combattendo invece il popolo è ancora più stronzo. Ergo sono stronzi entrambi, terroristi e guerrafondai.
      • Anonimo scrive:
        Re: terroristi
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ma quando la capiranno che colpire il POPOLO

        non serve.



        Per far scoppiare la 1^ guerra mondiale basto un

        solo morto(uccisione di un

        "capo")


        I terroristi sono stronzi perché colpiscono il
        popolo, ma chi dichiara di combattere i
        terroristi combattendo invece il popolo è ancora
        più stronzo. Ergo sono stronzi entrambi,
        terroristi e
        guerrafondai....ma......ma vi siete mai chiesti chi sono i terroristi?http://it.wikipedia.org/wiki/Al-Qaida[code]«Per quanto ne so io, al-Qā'ida era originariamente il nome di un data-base del governo USA, con i nomi di migliaia di mujāhidīnarruolati dalla CIA per combattere contro i Sovietici in Afghanistan».[/code] ex Ministro degli Esteri britannico Robin Cook tanto per iniziare...ma se si muove un pò la polvere, ne escono di cose...come dire...inquietanti...
  • Anonimo scrive:
    Social journalism:libertà di disinformaz
    Il motivo per cui le vecchie professioni devono continuare ad esistere (devono nel senso che dovremmo pretendere che continuino ad esistere) e a rimanere il punto di riferimento è che l'informazione per essere attendibile deve rimanere in mano a pochi, noti, autorevoli, responsabili (civilmente e penalmente), licenziabili, boicottabili, minacciabili,.... da i quali poter pretendere la maggior approssimazione della verità.La libertà di informazione è un gioco non è una cosa seria. Non è da confondere con la libertà d'opinione.Mille blog di persone sconosciute (mille oggi diecimila domani e poi chissà ) non fanno libertà di informazione ma di disinformazione.Non si può chiedere di rendere conto ad un blogger di quello che ha scritto perchè non è e non vuole essere un professionista che si dedica solo a quel lavoro, non è iscritto a nessun album da cui può rischaire di esser radiato, non è nemmeno necessario che sia una persona reale, potrà permettersi di rimanere completamente anonimo.10.000 irresponsabili, inaffidabili, blogger indipendenti non danno alcuna garanzia di verità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Social journalism:libertà di disinfo
      - Scritto da:
      l'informazione per essere attendibile deve
      rimanere in mano a pochi, noti, autorevoli,
      responsabili (civilmente e penalmente),
      licenziabili, boicottabili, minacciabili,.... Quindi ricattabili e manipolabili?
      La libertà di informazione è un gioco non è una
      cosa seria. Non è da confondere con la libertà
      d'opinione.
      Mille blog di persone sconosciute (mille oggi
      diecimila domani e poi chissà ) non fanno libertà
      di informazione ma di
      disinformazione.Possibile. Eppure già ora TV e giornali politici vestono la stessa notizia con tagli ben diversi. Disinformazione legale? Sta a me decidere se dare più credito a BeppeGrillo, Emilio Fede oppure Pino Lo Sconosciuto...basta capire chiaramente chi scrive la notizia e poter decidere che valore attribuirgli. Già oggi ascoltiamo beoti velinette che straparlano di ogni argomento, senza alcun titolo se non avere un bel fisico che garantisce loro l'accesso ai programmi TV.
      non è iscritto a nessun album
      da cui può rischaire di esser radiato, non è
      nemmeno necessario che sia una persona reale,
      potrà permettersi di rimanere completamente
      anonimo.Ok, lavoriamo su questo aspetto. Sull'utilità di certi albi, purtroppo ormai ho molti dubbi. Andrebbero rifondati per scrollarli un po'.
      10.000 irresponsabili, inaffidabili, blogger
      indipendenti non danno alcuna garanzia di
      verità.Eppure esiste il grosso dubbio di stabilire chi sono gli irresponsabili e chi no. Di solito gli irresponsabili sono "gli altri". (anonimo)
      • Anonimo scrive:
        Re: Social journalism:libertà di disinfo
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        l'informazione per essere attendibile deve

        rimanere in mano a pochi, noti, autorevoli,

        responsabili (civilmente e penalmente),

        licenziabili, boicottabili, minacciabili,....
        Quindi ricattabili e manipolabili? certo

        La libertà di informazione è un gioco non è una

        cosa seria. Non è da confondere con la libertà

        d'opinione.

        Mille blog di persone sconosciute (mille oggi

        diecimila domani e poi chissà ) non fanno
        libertà

        di informazione ma di

        disinformazione.

        Possibile. Eppure già ora TV e giornali politici
        vestono la stessa notizia con tagli ben diversi.
        Disinformazione legale?esatto
        Sta a me decidere se dare più credito a
        BeppeGrillo, Emilio Fede oppure Pino Lo
        Sconosciuto...
        basta capire chiaramente chi scrive la notizia e
        poter decidere che valore attribuirgli. Già oggi
        ascoltiamo beoti velinette che straparlano di
        ogni argomento, senza alcun titolo se non avere
        un bel fisico che garantisce loro l'accesso ai
        programmi
        TV.diciamo che basta capire se la notizia ti piace.

        non è iscritto a nessun album

        da cui può rischaire di esser radiato, non è

        nemmeno necessario che sia una persona reale,

        potrà permettersi di rimanere completamente

        anonimo.

        Ok, lavoriamo su questo aspetto. Sull'utilità di
        certi albi, purtroppo ormai ho molti dubbi.
        Andrebbero rifondati per scrollarli un
        po'.mi riferivo all'idea di poter predere un privilegio, quello di potersi definire giornalista, in caso di comportamento scorretto.

        10.000 irresponsabili, inaffidabili, blogger

        indipendenti non danno alcuna garanzia di

        verità.
        Eppure esiste il grosso dubbio di stabilire chi
        sono gli irresponsabili e chi no. Di solito gli
        irresponsabili sono "gli altri".io voglio che i giornalisti si prendano la responsabilità di dire la verità, poichè è verità in qualche modo è verificabile, se risultasse falsa voglio che gli venga tolta quella stessa responsabilità e che venga riportato al livello dei comuni mortali che quella responsabilità non ce l'hanno e di conseguenza non la possono sentire.
    • Anonimo scrive:
      Re: Social journalism:libertà di disinfo
      la tua opinione non cambia i fatti.e per i fatti, vai a vedere in Giappone come funziona la stampa e i media...avrai grossissime sorprese!inoltre:http://www.freedomhouse.org/template.cfm?page=16&year=2005vedi? noi siamo di colore giallo...e nella famosa lista...http://www.freedomhouse.org/template.cfm?page=204&year=2005siamo 77esimi...Botswana e Ghana ci stanno sopra.quindi mi sembra proprio che, almeno in Italia, tu ti sbagli.ciao(amiga)
      • Anonimo scrive:
        Re: Social journalism:libertà di disinfo
        - Scritto da:
        la tua opinione non cambia i fatti.

        e per i fatti, vai a vedere in Giappone come
        funziona la stampa e i
        media...

        avrai grossissime sorprese!

        inoltre:
        http://www.freedomhouse.org/template.cfm?page=16&y

        vedi? noi siamo di colore giallo...

        e nella famosa lista...
        http://www.freedomhouse.org/template.cfm?page=204&
        siamo 77esimi...
        Botswana e Ghana ci stanno sopra.

        quindi mi sembra proprio che, almeno in Italia,
        tu ti
        sbagli.

        ciaodecisamente enigmatico
        • Anonimo scrive:
          Re: Social journalism:libertà di disinfo

          decisamente enigmaticoè la risposta a[ 10.000 irresponsabili, inaffidabili, blogger indipendenti non danno alcuna garanzia di verità. ]da cui si deduce che nemmeno con la nostra libertà (parziale) di stampa, siamo messi meglio.
  • Anonimo scrive:
    Domande sulla versione non ufficilae dei
    1) dove è finito l'aereo di linea che 'non' si è schiantato sul pentagono (e dove sono i passeggeri)?2) perchè quella che, secondo l'ipotesi complottistica, è la più grande bugia del secolo (dopo il comunismo, ovviamente), è stata messa a repentaglio dal 'simulato' schianto di un aereo quando potevano benissimo, *SENZA ALCUN RISCHIO* far precipitare un aereo (che pure è sparito) esattamente come per le twin towers?3) secondo voi gli americani credono che nel resto del mondo non esistano ingegneri dei materiali che sappiano distinguere tra lo schianto di un aereo e l'esplosione di un missile? O fra una implosione organizzata di un grattacielo e un crollo spontaneo?4) Era necessario rischiare di farsi scoprire organizzandosi da soli tanti finti attentati, quando sarebbe bastato lo schianto di *UN* aerao in una delle twin tower, anche senza il crollo, per innescare la reazione del governo USa col consenso popolare?5) Se l'aereo del pentagono fosse caduto nel centro del pentagono qualcuno avrebbe detto che era impossibile farlo cadere lì: troppo preciso.Se fosse caduto nella parte non disabitata, qualcuno avrebbe detto che era organizzato dal governo che sapeva dove erano le persone e voleva colpirle.Fatto sta che, *da qualche parte l'aereo doveva cadere*.E' estremamanete improbabile che un aereo finisca *in qualunque punto tu scelga*, ma è obbligatorio che finisca in qualche punto.Chi garantisce che il pilota *volesse* colpire esattamente quel punto? Magari voleva schiantarsi nell'area centrale.Non mi pare che i due aerei delle Twin T. abbiano avuto problemi a centrare due costruzioni poco più larghe dell'aereo, nonostante viaggiassero a 'bassa' quota e a 800km/h. Certo non avevano una sezione da fare rasoterra ma...forse un pilota che non ha niente da perdere può fare cose che uno sano di mente non riuscirebbe mai neppure ad immaginare?O forse ha avuto solo fortuna?Il fatto che un'azione sia improbabile la rende falsa? Nessuno vincerà mai la lotteria di capodanno ?6) Sarebbe cambiato qualcosa oggi nel panorama internazionale se non ci fosse neppure stato l'attentato al pentagono (fermi restando gli altri)?In soldoni:Se l'ipotesi del complotto è vera (ipotesi) la cosa più semplice non è far sparire un aereo e i suoi passaggeri (in un buco nero?) e sparare un cruiser sul pentagono, ma usare quell'aereo per centrare il pentagono stesso (eventualmente mancandolo).Meno rischi di essere scoperti, meno indizi da nascondere, meno cose da spiegare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domande sulla versione non ufficilae
      Guarda, è pure stato rilasciato, tramite FOIA, il Flight data recorder del volo 77, che si interrompe 2 secondi prima dell'impatto.http://www.youtube.com/watch?v=DzR-q0ijbV0...e io mi chiedo, se effettivamente il boeing ha tirato giù i pali e si è schiantato sul Pentagono, cosa possibilissima (magari non con Hani Hanjour ai comandi).......cosa mi rappresenta quel flight data recorder? (rilasciato ufficialmente dall'NTSB)con l'aereo a 150 metri s.l.m. (Il Pentagono è circa a 15 metri s.l.m.) mentre in quel punto dovrebbe tranciare i pali?Con tutta la buona fede, sinceramente non riesco proprio a capire
    • Anonimo scrive:
      Re: Domande sulla versione non ufficilae
      - Scritto da:
      1) dove è finito l'aereo di linea che 'non' si è
      schiantato sul pentagono (e dove sono i
      passeggeri)?e chi lo sa?si sa solo che a cleveland...http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/fineAA77/fineAA77.html
      5) Se l'aereo del pentagono fosse caduto nel
      centro del pentagono qualcuno avrebbe detto che
      era impossibile farlo cadere lì: troppo
      preciso.
      Se fosse caduto nella parte non disabitata,
      qualcuno avrebbe detto che era organizzato dal
      governo che sapeva dove erano le persone e voleva
      colpirle.
      Fatto sta che, *da qualche parte l'aereo doveva
      cadere*.no, il discorso è (immagina di essere il pilota):A) "ok, sono arrivato fino a qui (ma sti 'mericani non erano i più sicuri der mondo?) e di caccia non ne vedo. mi conviene schiantarmi SOPRA il pentagono cos'ì gli porto via un bel 5o di edificio, hahaha" B) "ok, sono arrivato fino a qui (ma sti 'mericani non erano i più sicuri der mondo?) e di caccia non ne vedo. mi conviene andare a rasoterra (ok, rischio di schiantarmi per terra, ma vuoi mettere il numero!), infilarmi su di una facciata e portagli via si e no un 10mo di edificio, hahaha" per cosa opteresti?tra un'azione più facile/più danni o una iperstrong/pochi danni ?bene, quel giorno (ci vogliono far credere che) è stata scelta ques'ultima opzione.
      6) Sarebbe cambiato qualcosa oggi nel panorama
      internazionale se non ci fosse neppure stato
      l'attentato al pentagono (fermi restando gli
      altri)?

      In soldoni:
      Se l'ipotesi del complotto è vera (ipotesi) la
      cosa più semplice non è far sparire un aereo e i
      suoi passaggeri (in un buco nero?) e sparare un
      cruiser sul pentagono, ma usare quell'aereo per
      centrare il pentagono stesso (eventualmente
      mancandolo).
      Meno rischi di essere scoperti, meno indizi da
      nascondere, meno cose da
      spiegare.infatti, nessuno ha mai detto "missile cruise"...mai sentito parlare di "GLOBAL HAWK"?http://www.af.mil/factsheets/factsheet.asp?fsID=175sono proprio aerei, eh!
      • Anonimo scrive:
        Re: Domande sulla versione non ufficilae
        PS: scordavo, ecco cosa pensano i parenti delle vittime:http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/100dom/100dom2.html
        • Anonimo scrive:
          Re: Domande sulla versione non ufficilae
          - Scritto da:
          PS: scordavo, [...]Scordavi di rispondere ai punti più importanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            PS: scordavo, [...]

            Scordavi di rispondere ai punti più importanti.cos'hai? acidità di stomaco?cmq, la domanda 2 non la capisco, riformula (magari ricordando che una domanda che sottointende la risposta non è una domanda)domanda 3: le 100 domande dei parenti erano un tentativo di risposta, inoltre, come da sempre succede, gli studiosi che non si trovano d'accordo con la versione farlocca ufficiale NON hanno rilievo pubblico, e casomai se lo prendessero, vengono abilmente sputtanati e additati come "amici dei terroristi" "antisemiti" "antiamericani" (come, tra l'altro, tu fai, seppur velatamente)domanda 4: come per la "domanda" 2, include la risposta, quindi non vi è nulla da rispondere. riformula.ciao(amiga)PS: vorrei inoltre informarti che "noi" vogliamo risposte come "voi", ma dal governo americano.Per essere precisi, non è nostro compito fornire risposte, ma fare domande.ad oggi, gli USA non hanno risposto ad un bel fico secco, anche ai parenti delle vittime.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            cos'hai? acidità di stomaco?No.Ho scritto sei domande fondamentali.Se per rispondere, ci si aggrappa a futili particolari di una o due, direi che l'unico che ci perde è chi crede di cavarsela con così poco.
            PS: vorrei inoltre informarti che "noi" vogliamo
            risposte come "voi", ma dal governo
            americano.
            Per essere precisi, non è nostro compito fornire
            risposte, ma fare
            domande.I siti che dicono di avere la risposta (quella complottistica) non la pensano come te.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae

            I siti che dicono di avere la risposta (quella
            complottistica) non la pensano come
            te.

            errore.http://luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1168 [...]Solo in quel momento mi sono ricordato che non sta affatto a noi, normali cittadini, spiegare che cos'è successo quel giorno. Noi non facciamo i detectives di professione, né tanto meno i terroristi o i bombaroli.Il nostro compito, che in questo caso è un diritto/dovere (visto che si tratta di un atto criminale), è semplicemente quello di porre domande, laddove la spiegazione ufficiale faccia palesemente acqua, come nel caso dell'undici settembre.Come saggiamente ha detto qualcuno, qui sul sito, non esiste il "complottismo", esistono soltanto risposte poco chiare. ciao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:

            I siti che dicono di avere la risposta (quella

            complottistica) non la pensano come

            te.
            errore.
            http://luogocomune.net/site/modules/news/article.p
            [...]Solo in quel momento mi sono ricordato
            che non sta affatto a noi, normali cittadini,
            spiegare che cos'è successo quel giorno. Noi non
            facciamo i detectives di professione, né tanto
            meno i terroristi o i
            bombaroli.

            Il nostro compito, che in questo caso è un
            diritto/dovere (visto che si tratta di un atto
            criminale), è semplicemente quello di porre
            domande, laddove la spiegazione ufficiale faccia
            palesemente acqua, come nel caso dell'undici
            settembre.

            Come saggiamente ha detto qualcuno, qui sul sito,
            non esiste il "complottismo", esistono soltanto
            risposte poco
            chiare.

            ciao
            (amiga)Una rondine non fa primavera.Tutti gli altri siti i filmati/documentari citati, nonchè il 90% delle risposte qui sul forum, propugnano delle belle verità assolute.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            [Una rondine non fa primavera.Tutti gli altri siti i filmati/documentari citati, nonchè il 90% delle risposte qui sul forum, propugnano delle belle verità assolute]Io di "verità assolute" vedo solo quelle che ci propugnano i governi :-)Quindi se tu reputi uno dei siti "alternativi" dispensatore di verità assolute e non le condividi, automaticamente diventano letame tutti coloro i quali contestano la versione ufficiale?I primi a farlo sono i parenti delle vittime.. strano vero? Come x Ustica, x la stazione di Bologna, x piazza Fontanza e così via...Troppo strano.. davvero.A.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            Io di "verità assolute" vedo solo quelle che ci
            propugnano i governi
            :-)Se è in buona fede, il governo USa è l'unico che ha poteuto fare indagini, ha avuto accesso a tutte le rilevazioni e così via.Diciamo che ce è in buona fede è l'unico che può dare risposte.
            Quindi se tu reputi uno dei siti "alternativi"
            dispensatore di verità assolute e non le
            condividi, automaticamente diventano letame tutti
            coloro i quali contestano la versione
            ufficiale?Diventano letame tutti coloro che, propongono spiegazioni che non sono in alcun modo più verosimili di quelle ufficiali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            [Se è in buona fede, il governo USa è l'unico che ha poteuto fare indagini, ha avuto accesso a tutte le rilevazioni e così via.Diciamo che ce è in buona fede è l'unico che può dare risposte.]Risposte che non dà, soprattutto ai parenti delle vittime. E dove può essere la buonafede in chi ha insabbiato, cancellato le prove, promosso coloro i quali avevano fallito (se fosse effettivamente stato un fallimento..)?http://fe.pennnet.com/Articles/Article_Display.cfm?Section=ARCHI&ARTICLE_ID=133237&VERSION_NUM=1Stiamo letteralmente trattando lacciaio rimosso dal sito come spazzatura, non come prove cruciali della scena di un incendio la distruzione e la rimozione delle prove deve cessare immediatamente.Il danno strutturale causato dagli aerei e dall'accensione esplosiva del carburante non furono sufficienti a tirare giù le torri. Fire Engineering ha buone ragioni per credere che l' 'investigazione ufficiale' benedetta dalla FEMA è una stupida farsa della quale si possono già essere impossessate forze politiche per portare avanti i propri interessi i quali sono, con un eufemismo, molto distanti da una completa rivelazione Questo era Bill Manning di Fire Engineering[Diventano letame tutti coloro che, propongono spiegazioni che non sono in alcun modo più verosimili di quelle ufficiali.]Inizia a farti le domande e non guardare le risposte..anche perché chi apre i siti e mette in giro le teorie non lo si può conoscere a priori.E poi sei sicuro di aver confutato tutto con la logica?A.
      • Anonimo scrive:
        Re: Domande sulla versione non ufficilae


        1) dove è finito l'aereo di linea che 'non' si è

        schiantato sul pentagono (e dove sono i

        passeggeri)?
        e chi lo sa?
        si sa solo che a cleveland...
        http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.Un'ipotesi. C'è scritto sul sito stesso.Ovvio che, fecendo un'ipotesi puoi spiegare tutto dandolgi il senso che vuoi. Ma anche il contrario di tutto.Mancano le risposte ai punti 2-3-4 che sono estremamante forti .Li ripeto:2) perchè quella che, secondo l'ipotesi complottistica, è la più grande bugia del secolo (dopo il comunismo, ovviamente), è stata messa a repentaglio dal 'simulato' schianto di un aereo quando potevano benissimo, *SENZA ALCUN RISCHIO* far precipitare un aereo (che pure è sparito) esattamente come per le twin towers?3) secondo voi gli americani credono che nel resto del mondo non esistano ingegneri dei materiali che sappiano distinguere tra lo schianto di un aereo e l'esplosione di un missile? O fra una implosione organizzata di un grattacielo e un crollo spontaneo?4) Era necessario rischiare di farsi scoprire organizzandosi da soli tanti finti attentati, quando sarebbe bastato lo schianto di *UN* aerao in una delle twin tower, anche senza il crollo, per innescare la reazione del governo USa col consenso popolare?

        5) Se l'aereo del pentagono fosse caduto nel

        centro del pentagono qualcuno avrebbe detto che

        era impossibile farlo cadere lì: troppo

        preciso.

        Se fosse caduto nella parte non disabitata,

        qualcuno avrebbe detto che era organizzato dal

        governo che sapeva dove erano le persone e
        voleva

        colpirle.

        Fatto sta che, *da qualche parte l'aereo doveva

        cadere*.
        no, il discorso è (immagina di essere il pilota):
        A) "ok, sono arrivato fino a qui (ma sti
        'mericani non erano i più sicuri der mondo?) e di
        caccia non ne vedo. mi conviene schiantarmi SOPRA
        il pentagono cos'ì gli porto via un bel 5o di
        edificio,
        hahaha"
        B) "ok, sono arrivato fino a qui (ma sti
        'mericani non erano i più sicuri der mondo?) e di
        caccia non ne vedo. mi conviene andare a
        rasoterra (ok, rischio di schiantarmi per terra,
        ma vuoi mettere il numero!), infilarmi su di una
        facciata e portagli via si e no un 10mo di
        edificio,
        hahaha"
        per cosa opteresti?
        tra un'azione più
        facile/più danni
        o una
        iperstrong/pochi danni ?Bene. Chi ti dice che lui volesse passare rasoterra?Magari ci è finito senza volerlo, perchè *come spiegato da piloti esperti*, non è facile manovrare in quelle condizioni.Oppure avrà pensato:"sti 'mericani sono i più sicuri der mondo" (cit.)e ha preferito passare rasoterra, sapendo di non avere nulla da perdere.Con le ipotesi puoi spiegare anche il contrario di tutto, come vedi.

        6) Sarebbe cambiato qualcosa oggi nel panorama

        internazionale se non ci fosse neppure stato

        l'attentato al pentagono (fermi restando gli

        altri)?



        In soldoni:

        Se l'ipotesi del complotto è vera (ipotesi) la

        cosa più semplice non è far sparire un aereo e i

        suoi passaggeri (in un buco nero?) e sparare un

        cruiser sul pentagono, ma usare quell'aereo per

        centrare il pentagono stesso (eventualmente

        mancandolo).

        Meno rischi di essere scoperti, meno indizi da

        nascondere, meno cose da

        spiegare.

        infatti, nessuno ha mai detto "missile cruise"...Non perderti nel dettaglio del missile e rispondi al punto 6:Sarebbe cambiato qualcosa oggi nel panorama internazionale se non ci fosse neppure stato l'attentato al pentagono (fermi restando gli altri)?
        • Anonimo scrive:
          Re: Domande sulla versione non ufficilae
          Ti faccio una domanda:Qual è la versione ufficiale di quello che è successo al Pentagono?Qual è la traiettoria che ha seguito il Boeing 757?Quali evidenze supportano questa tesi? (Ovvero che prove ci sono?)A.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            Ti faccio una domanda:

            Qual è la versione ufficiale di quello che è
            successo al
            Pentagono?

            Qual è la traiettoria che ha seguito il Boeing
            757?

            Quali evidenze supportano questa tesi? (Ovvero
            che prove ci
            sono?)

            A.continui a perderti sul dettaglio di *uno* degli attentati e non rispondi ai punti ben più importanti.Gli altri punti evidenziano come l'attentato al pentagonoè del tutto irrilevante ai fini politici e troppo rischioso da falsificare nel modo in cui ci racconta le tesi complottistica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            Sinceramente non me ne frega niente di una generica "versione complottistica"Voglio sapere qual è la versione ufficiale e su quali prove si basa.Tu la conosci? Se s', ti prego di rispondere; in caso contrario non comprendo come tu possa fare il "Salto" e criticare una versione "alternativa" se non conosci l'originale.E' come criticare la teoria della relatività senza conoscere la fisica Newtoniana.A.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            Sinceramente non me ne frega niente di una
            generica "versione
            complottistica"E allora che cazzo rispondi a fare ad un messaggio intitolato "Domande sulla versione non ufficiale"?
            Voglio sapere qual è la versione ufficiale E la chiedi a me?Sai cosa significa "ufficiale"?
            il "Salto" e criticare una versione
            "alternativa" se non conosci
            l'originale.molto semplice.Fatto 100 che qualcosa è successo,-c'e una versione ufficale-ed una serie di versioni coplottisticheSe la versione ufficiale ha delle lacune che la rende, giustamente, sospetta, le versioni coplottistiche che ho letto fin'ora hanno delle gravissime lacune che le rendono totalmente illogiche.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            [E allora che cazzo rispondi a fare ad un messaggio intitolato "Domande sulla versione non ufficiale"?]Semplice: certamente non abbiamo gli elementi per sapere che cosa sia successo. Ma certi elementi ci sono. Ipotizzare un missile o un global hawk o quello che si dice a me non interessa. Io voglio capire se il volo 77 si è schiantato sul pentagono sì o no.[E la chiedi a me?Sai cosa significa "ufficiale"?]Volevo verificare se tu la conoscessi, dal momento che parti in quarta sul perché è falsa una versione alternativa. Non è che dicendo: non può essere stato un missile automaticamente diventa vero che è stato il boeing 757 del volo 77 pilotato da Hani Hanjour, dirottato da 5 arabi armati di taglierino, tutti fermati all'aeroporto perché avevano fatto scattare il metal detector (uno di questi non aveva manco la foto sul passaporto e non parlava inglese), etc. etc.[molto semplice.Fatto 100 che qualcosa è successo,-c'e una versione ufficale-ed una serie di versioni coplottistiche]E poi c'è la verità che non sta in nessuna delle sopra elencate..[Se la versione ufficiale ha delle lacune che la rende, giustamente, sospetta, le versioni coplottistiche che ho letto fin'ora hanno delle gravissime lacune che le rendono totalmente illogiche.]Ma invece di indagare sulle lacune della versione ufficiale si preferisce dire: no quelle complottistiche sono lacunose quindi accettiamo quella ufficiale.Senza conoscerla tra l'altro.. (così mi è parso di capire)A.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            [E allora che cazzo rispondi a fare ad un
            messaggio intitolato "Domande sulla versione non
            ufficiale"?]

            Semplice: certamente non abbiamo gli elementi per
            sapere che cosa sia successo. Ma certi elementi
            ci sono. Ipotizzare un missile o un global hawk o
            quello che si dice a me non interessa. Io voglio
            capire se il volo 77 si è schiantato sul
            pentagono sì o
            no.E vieni a cercare qui la risposta?
            [E la chiedi a me?
            Sai cosa significa "ufficiale"?]

            Volevo verificare se tu la conoscessi
            dal
            momento che parti in quarta sul perché è falsa
            una versione alternativa. Allora verifichiamo se la conosci tu.Tra parentesi, anche se io non conoscessi la versione ufficiale ho tutto il diritto di trovare le enormi lacune delle versioni alternative che vengono spacciate come più attendibili in quanto non manipolate dal governo.Al limite sarei parziale nell'analisi, ma tutti i punti che ho evidenziato sono lì che parlano da soli.
            Non è che dicendo: non
            può essere stato un missile automaticamente
            diventa vero che è stato il boeing 757 del volo
            77 pilotato da Hani Hanjour, dirottato da 5 arabi
            armati di taglierino, tutti fermati all'aeroporto
            perché avevano fatto scattare il metal detector
            (uno di questi non aveva manco la foto sul
            passaporto e non parlava inglese), etc.
            etc.Quindi?Io cominico col tagliare via le stronzate più colossali che si sentono in giro, ragionandoci sopra.Sulle cose che non posso spiegare (perchè mi servirebbero prove che nessuno di noi potrà mai ottenere) non dico NULLA.
            [molto semplice.
            Fatto 100 che qualcosa è successo,
            -c'e una versione ufficale
            -ed una serie di versioni coplottistiche]

            E poi c'è la verità che non sta in nessuna delle
            sopra
            elencate..Illuminami su questa verità!
            Ma invece di indagare sulle lacune della versione
            ufficiale si preferisce dire: no quelle
            complottistiche sono lacunose quindi accettiamo
            quella
            ufficiale.Dove l'avrei scritto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            [E vieni a cercare qui la risposta?]Veramente è qualche hanno che la cerco :-)[Allora verifichiamo se la conosci tu.Tra parentesi, anche se io non conoscessi la versione ufficiale ho tutto il diritto di trovare le enormi lacune delle versioni alternative che vengono spacciate come più attendibili in quanto non manipolate dal governo.Al limite sarei parziale nell'analisi, ma tutti i punti che ho evidenziato sono lì che parlano da soli.]Avendo letto il 9/11 commission report direi di conoscerla.Il problema è che non ha nulla a che fare con i documenti ufficiali e con le evidenze video e del flight data recorder.Non possono dirmi che l'aereo ha abbattuto dei pali della luce, entrando nell'edificio quasi in orizzontale, a pochi metri dal suolo, quando il flight data recorder colloca l'aereo 130 metri sopra il Pentagono un secondo e mezzo prima dell'impatto, in rapida discesa, quando dovrebbe stare tranciando i pali viaggiando un angolo molto basso...Ed allora qualcosa non va perché... i danni materiali sono compatibili con un qualcosa che viaggiava a grande velocità e che ha abbattuto questi pali... le testimonianze parlando di diversi aerei nei cieli di Washington e un filmato della CNN mostra un quadrimotore nelle vicinanze PRIMA dello schianto.Quindi forse la realtà è molto più complicata di quello che ci hanno raccontato.
            Non è che dicendo: non
            può essere stato un missile automaticamente
            diventa vero che è stato il boeing 757 del volo
            77 pilotato da Hani Hanjour, dirottato da 5 arabi
            armati di taglierino, tutti fermati all'aeroporto
            perché avevano fatto scattare il metal detector
            (uno di questi non aveva manco la foto sul
            passaporto e non parlava inglese), etc.
            etc.[Quindi?Io cominico col tagliare via le stronzate più colossali che si sentono in giro, ragionandoci sopra.Sulle cose che non posso spiegare (perchè mi servirebbero prove che nessuno di noi potrà mai ottenere) non dico NULLA.]Quella non è la più colossale stronzata che si sente in giro? Te l'ha fornita il governo USA. Ci hai ragionato sopra?[Illuminami su questa verità!]Ti aspetti da me la verità? Secondo te io posso sapere la verità?Non posso dirti cosa è successo ma, dagli elementi, si può escludere cosa NON sia successo.A.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            Ti aspetti da me la verità? Secondo te io posso
            sapere la
            verità?

            Non posso dirti cosa è successo ma, dagli
            elementi, si può escludere cosa NON sia
            successo.

            A.Bene io ho appena fatto lo stesso escludendo la maggior parte delle fantasie complottistiche con pochi ragionamenti... però continui ad attaccarmi come se ti desse fastidio che le ipoesi complottistiche abbiano basi così deboli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae

            Bene io ho appena fatto lo stesso escludendo la
            maggior parte delle fantasie complottistiche con
            pochi ragionamenti... però continui ad attaccarmi
            come se ti desse fastidio che le ipoesi
            complottistiche abbiano basi così
            deboli.quando parli di basi deboli, fantasie etc...dicci: che cosa non ti convince?quali sono queste "basi deboli" di cui parli?e questi "pochi ragionamenti", ce li vorresti esporre?perchè è da tempo oramai che chi ci ha pensato un po' su trovi la Versione Mediatica un po' lacunosa...in moooolti punti.se ci volessi spiegare...ciao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:

            Bene io ho appena fatto lo stesso escludendo la

            maggior parte delle fantasie complottistiche con

            pochi ragionamenti... però continui ad
            attaccarmi

            come se ti desse fastidio che le ipoesi

            complottistiche abbiano basi così

            deboli.

            quando parli di basi deboli, fantasie etc...
            dicci: che cosa non ti convince?
            quali sono queste "basi deboli" di cui parli?
            e questi "pochi ragionamenti", ce li vorresti
            esporre?

            perchè è da tempo oramai che chi ci ha pensato un
            po' su trovi la Versione Mediatica un po'
            lacunosa...in moooolti
            punti.

            se ci volessi spiegare...

            ciao
            (amiga)leggre il thread dei messaggi a cui rispondi è troppo faticoso?
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae

            leggre il thread dei messaggi a cui rispondi è
            troppo
            faticoso?cioè aspetta: quelle 6 domandine (4, per essere precisi) sono tutto il kernel del tuo ragionamento pro tesi ufficiale ?ma veramente? :ociao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:

            leggre il thread dei messaggi a cui rispondi è

            troppo

            faticoso?

            cioè aspetta: quelle 6 domandine (4, per essere
            precisi) sono tutto il kernel del tuo
            ragionamento pro tesi
            ufficiale ?

            ma veramente? :o1) dove ho scritto che è pro tesi ufficiale? (qui mi viene da pensare che la gente non legge minimamente i messaggi)2) rispondi alle "domandine"
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae

            1) dove ho scritto che è pro tesi ufficiale? (qui
            mi viene da pensare che la gente non legge
            minimamente i
            messaggi)dove hai scritto il contrario?
            2) rispondi alle "domandine"http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1640457&id=1639363&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1640289&id=1639363&r=PIanche a me viene da pensare che non leggi...cmq ti faccio anche il riassunto: 1) bho. mica l'ho organizzato io!comunque sono stati segnalati degli atterraggi "strani" a cleveland...http://www.rense.com/general68/says.htm 2) domanda formulata malissimo, al suo interno contiene la risposta...dicesi "domanda pesante" ...cmq, chi ti dice che nelle twint towers si siano schiantati degli aerei "pieni" di gente?ti sei mai informato sulle liste passeggeri?c'è da rimaner a dir poco sorpresi e sconcertati... 3) anche questa domanda è mal posta.Le 100 domande fatte dai parenti delle vittime le hai lette?sai che la maggior parte degli Americani crede sia stato un "inside job"?http://seattlepi.nwsource.com/opinion/284273_conspire08.html?source=mypisai anche i vicini canadesi la pensano così?http://www.cbc.ca/canada/montreal/story/2006/09/07/911poll.html 4) bho. mica l'ho organizzato io!personalmente penso che bisognasse colpire in più punti, per far vedere che "siamo attaccabili in qualsiasi momento"(sic.) 5) ciò non toglie che il pilota abbia fatto la manovra -* più difficile (a detta dei piloti, che l'hanno definita "da professionisti", altro che il brevetto di volo del cesna che aveva il dirottatore) -* più rischiosa (poteva mandare a pu%%ane tutto) -* che faceva meno danni possibili 6) non penso.
            Meno rischi di essere scoperti, meno indizi da
            nascondere, meno cose da spiegare.Ma infinitamente più difficile da ottenere!ciao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:

            1) dove ho scritto che è pro tesi ufficiale?
            (qui

            mi viene da pensare che la gente non legge

            minimamente i

            messaggi)

            dove hai scritto il contrario?quindi tu hai 3 anni.Dove hai scritto il contrario?
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            ok...ma allora vorrei sapere qual'è la tua opinione, visto cheNon ti va bene la versione artificiale Non ti vanno bene le "teorie alternative"...davvero, vorrei capire...ciao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            ok...
            ma allora vorrei sapere qual'è la tua opinione,
            visto
            che
            Non ti va bene la versione artificiale
            Non ti vanno bene le "teorie alternative"...

            davvero, vorrei capire...E' così importante la mia opinione?Per quale motivo?Io credo (e l'ho già scritto) che gli unici che hanno in mano i dati per poter dire qulacosa sono quelli del governo USA.Che poi abbiano detto la verità è un altro discorso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domande sulla versione non ufficilae
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            ok...

            ma allora vorrei sapere qual'è la tua opinione,

            visto

            che

            Non ti va bene la versione artificiale

            Non ti vanno bene le "teorie alternative"...



            davvero, vorrei capire...

            E' così importante la mia opinione?
            Per quale motivo?

            Io credo (e l'ho già scritto) che gli unici che
            hanno in mano i dati per poter dire qulacosa sono
            quelli del governo
            USA.
            Che poi abbiano detto la verità è un altro
            discorso.E credi male! quei dati non li hanno più (volutamente o per "errore") neppure loro hanno spedito le "prove" in cina! :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Domande sulla versione non ufficilae

          4) Era necessario rischiare di farsi scoprire
          organizzandosi da soli tanti finti attentati,
          quando sarebbe bastato lo schianto di *UN* aerao
          in una delle twin tower, anche senza il crollo,
          per innescare la reazione del governo USa col
          consenso
          popolare?fantasticando.. :perche' e' importante che le torri del wtc (3 torri) vengano distrutte ?perche' deve essere distrutta un ala del pentagono ?che cosa c'era in quelle torri e in quella zona del pentagono ?magari documenti, magare montagne di documenti, magari tonnellate di documenti.Perche' e' importante che si schianti/spariscano gli aerei del pentagono e il volo 93 caduto in pensilvania ?Chi c'era su quei voli ? Perche' molti erano dipendenti governativi ? (va beh si e' dalle parti di washington e' normale che ci sia un alta percentuale di militari e dipendenti del governo, no ?!)A volte si usa una fava per prendere piu' di un piccione...guarda caso in quel periodo il pentagono non godeva di una reputazione cosi immacolata, c'erano inchieste del governo per scoprire che fine avevano fatto 9 MILIARDI di $, che sembravano essere stati spartiti tra tutti i dipendenti grazie a 1.8 milioni di carte di credito intestate al pentagonohttp://tinyurl.com/o43schttp://archives.cnn.com/2001/ALLPOLITICS/07/30/pentagon.plastic/index.htmle stavano uscendo un sacco di cose interessanti.quindi magari c'era bisogno di far sparire un sacco di roba compromettente, sia dal pentagono che da altri edifici.Gia che c'erano perche' non prendere la palla al balzo, si viene a sapere di un attentato contro il wtc progettato da al qaeda e lo si sfrutta, lo si migliora, glielo si lascia fare, magari si fanno schiantare un paio di aerei in piu'.boh... http://news.google.com/archivesearch?hl=en
    • Anonimo scrive:
      Re: Domande sulla versione non ufficilae
      Ma cosa vuoi discutere con i complottisti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Domande sulla versione non ufficilae
      - Scritto da: ...
      Meno rischi di essere scoperti, meno indizi da
      nascondere, meno cose da
      spiegare.e meno libri da vendere a milioni di ingenui con la fissa dei complotti...
  • Anonimo scrive:
    E in Italia?
    , io però osservo: ma non l'hanno fatto E così via.Con cadenza settimanale da 5 anni non si parla d'altro..." il cugino del nipote di Al stokazz ha detto che l'italia è nel mirino " io però osservo: un mirino estremamente grande, visto che, se ci fossero terroristi residenti potrebbero far saltare quante palazzine vogliono semplicemente aprendo il rubinetto del metano ed accendendo un fiammifero. Niente armi, niente aerei... nulla.Ora, dopo 5 anni, pongo alla gente una domanda:Chi sono i terroristi italiani?Risposta: * I GIORNALISTI *, mi pare.Bene.Ora viene il bello.I presunti terroristi residenti in Italia hanno ottenuto obiettivi molto importanti senza neppure prendersi la briga di esistere :-hanno terrorizzato l'intera nazione -hanno fatto propaganda delle loro idee (magari da questo nulla nasceranno cellule che realmente faranno attentati in Italia)-hanno ottenuto che gli italiani fossero puniti con leggi restrittive per la libertà.Risultati eccezionali, se pensate che sono ottenuti senza fare nulla e probabilmente senza neppure esistere!
    • Anonimo scrive:
      Re: E in Italia?
      , io però osservo:
      ma non l'hanno
      fatto

      E così via.
      Con cadenza settimanale da 5 anni non si parla
      d'altro...

      " il cugino del nipote di Al stokazz ha detto
      che l'italia è nel mirino "

      io però osservo: un mirino estremamente grande,
      visto che, se ci fossero terroristi residenti
      potrebbero far saltare quante palazzine vogliono
      semplicemente aprendo il rubinetto del metano ed
      accendendo un fiammifero. Niente armi, niente
      aerei...
      nulla.

      Ora, dopo 5 anni, pongo alla gente una domanda:
      Chi sono i terroristi italiani?
      Risposta: * I GIORNALISTI *, mi pare.

      Bene.
      Ora viene il bello.
      I presunti terroristi residenti in Italia hanno
      ottenuto obiettivi molto importanti senza
      neppure prendersi la briga di
      esistere :
      -hanno terrorizzato l'intera nazione
      -hanno fatto propaganda delle loro idee (magari
      da questo nulla nasceranno cellule che realmente
      faranno attentati in
      Italia)
      -hanno ottenuto che gli italiani fossero puniti
      con leggi restrittive per la
      libertà.

      Risultati eccezionali, se pensate che sono
      ottenuti senza fare nulla e probabilmente senza
      neppure
      esistere!
      • Anonimo scrive:
        Servizi per due padroni?
        - Scritto da:
        Compagnero del puebbbblo in Italia non è successo
        nulla poiché i Servizi hanno agito per prevenire.
        Non è detto che con l'attuale radioso Gobierno
        del mortazza le cose vadano
        ugualmente.Quindi la tua idea è che i Servizi segreti italiani siano bravissimi, meglio di USA e GB anche se con meno fondi. Sarebbe bello se fosse vero, io ho delle perplessità legate a limiti umani, non per denigrare i nostri compatrioti.La parte grave è supporre che i Servizi (dello Stato italiano) siano più o meno attenti a seconda del colore del Parlamento che sono incaricati di servire. Perchè, nel caso di un attentato non fermato, le vittime sarebbero solo elettori di centro-sinistra? Oppure la convinzione è che uno stato che tolga ogni vincolo democratico alle azioni di polizia operi magicamente per il miglior bene di tutti? (mi sembra il tono, accetto fin d'ora tue correzioni alla mia interpretazione).
        In Spagna invece qlcosina è successa, ma
        ovviamente è stato un auto-attentato di Aznar per
        potere perdere le
        elezioni!Chi lo dice? L'accusa era al chiarissimo depistaggio tentato in quelle ore (attribuire l'attentato all'ETA per opportunità politica, contro tutti gli indizi che stavano emergendo). A imbroglio politico, la popolazione spagnola ha risposto democraticamente, mandando a casa dei parlamentari nei quali non nutriva più fiducia.Posso non condividere tutte le tesi complottistiche, ma è vero che ai media piace giocare con le urla di "aiuto, emergenza, codice rosso!". Questo conviene a qualcuno? Temo di si, certamente non a noi comuni cittadini.
        - Scritto da:

        E in Italia?

        Non è successo nulla.



        Però i telegiornali:

        " Allarme terrorismo in Italia ", io però

        osservo: non è successo

        nulla...

      • Anonimo scrive:
        Re: E in Italia?
        - Scritto da:
        Compagnero del puebbbblo in Italia1) compagnero a me?non hai la più pallida idea della persona a cui rispondi (anonimo)Io sono per la nuclearizzazione di tutti gli estremisti (con famiglia per evitare vendette).Semplicemente non mi va che, per prevenire qulacosa che non c'è, tolgano i diritti a me.Nuclearizziamoli e riprendiamoci la libertà che mandare un'email senza essere spiati.
        non è successo
        nulla poiché i Servizi hanno agito per prevenire.(rotfl)
        Non è detto che con l'attuale radioso Gobierno
        del mortazza le cose vadano
        ugualmente.
        In Spagna invece qlcosina è successa, ma
        ovviamente è stato un auto-attentato di Aznar per
        potere perdere le
        elezioni!Ci fossero anche 10, 100, 1000 vittime in italia per terrorismo, a parte la nuclearizzazione di cui sopra (che farei a prescindere), preferirei che i soldi destinati ad intercettare tutto e tutti e ad incrociare i dati della fidaty card con quelli del biglietto elettronico ATM fossero destinati a mille altre cause che salverebbero effettivamente la vita di 10,100, 1000 italiani.
        • Anonimo scrive:
          Re: E in Italia?
          - Scritto da: Ah... aggiungo che, come accennato nel primo messaggio, se ci fossero 1, 10 ,100 terroristi in Italia, potrebbero fare innumerevoli vittime senza alcun problema... La palazzine crollate per scoppio da gas metano sono vere (ovviamente sono incidenti) e sarebbe un modo di fare attentati del tutto non prevenibile.Ci sono altre decine di cose che si possono fare senza armi, senza un'organizzazione e senza rischiare nulla (eccetto la propria vita, ovviamente) se si è terroristi senza nulla da pardere.Quindi, la storia dei servizi segreti che possono proteggerci da tutto e da tutti, lasciamola nel libro delle favole del villaggio dei puffi.Ma poi in Italia? ROFTL... 100 a 1 che sarebbe possibile arrivare ad un aereo con un bazooka, semplicemente passando dai campi attorno agli aeroporti, senza che nessuno noti nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: E in Italia?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Ah... aggiungo che, come accennato nel primo
            messaggio, se ci fossero 1, 10 ,100 terroristi in
            Italia, potrebbero fare innumerevoli vittime
            senza alcun problema...

            [...]

            Ci sono altre decine di cose che si possono fare
            senza armi, senza un'organizzazione e senza
            rischiare nulla (eccetto la propria vita,
            ovviamente) se si è terroristi senza nulla da
            pardere.

            [...]

            Ma poi in Italia?
            ROFTL... 100 a 1 che sarebbe possibile arrivare
            ad un aereo con un bazooka, semplicemente
            passando dai campi attorno agli aeroporti, senza
            che nessuno noti
            nulla.Guarda, una sera io ed altri ci trovammo attorno ad un tavolo a parlar proprio di questo: ma sai QUANTI modi di facilissima realizzazione, e senza la necessità di un martire kamikaze, ci sarebbero per fare attentati belli grossi in Italia ?Io dico che se ci fosse stato veramente qualcuno intenzionato a far strage nel "bel" paese a quest'ora saremmo pieni di morti.Guarda il caso Unabomber: nel suo piccolo quello squilibrato son 10 anni che va in giro seminando ordigni e mietendo vittime. Se invece di ovetti kinder avesse riempito uova di pasqua da 3 kili, tanto per fare il primo esempio stupido che viene in mente, cosa sarebbe successo? Avremmo avuto un Patrioct Act pure in Italia perche' minacciati dagli "islamici cattivi"?Oppure, sai la sorveglianza che c'e' riguardo alle fonti idriche ? ZERO, te lo dico io che ci ho avuto a che fare! Ti assicuro che , se proprio non vuoi attaccare Roma o Milano ma ti accontenti di città medie come un capoluogo di provincia da 300mila abitanti, ci vorrebbe davvero uno sforzo minimo per inondare gli acquedotti con ogni cosa che ti viene i mente! Dall' LSD se sei un terrorista col senso dell'umorismo ( e cmq faresti un sacco di morti anche in quel caso) fino ai piu' disparati veleni.
          • Anonimo scrive:
            Re: E in Italia?
            - Scritto da:
            Io dico che se ci fosse stato veramente qualcuno
            intenzionato a far strage nel "bel" paese a
            quest'ora saremmo pieni di
            morti.E' ovvio.Non riesci a controllare passo passo per tutta la vita nemmeno 100 persone, figuriamoci 50 milioni.
            Guarda il caso Unabomber [...]Esatto.. e questo nonostante l'allerta e il fatto che controllino tutti quelli il cui incrocio dati è compatibile con il profilo del ricercato (alla faccia della giustizia, accusarne 100 per *NON* prenderne uno).
            Oppure, sai la sorveglianza che c'e' riguardo
            alle fonti idriche ? ZERO, te lo dico io che ci
            ho avuto a che fare! Guarda... non volevo dirlo per non dare idee a qualcuno (da qualche parte i pazzi devono pur esserci), ma ho sempre pensato proprio alle fonti idriche.E' inutile che ci raccontino cazzate.I controlli sono, volendo essere buoni, dei contentini per la massa ignorante (ovvero voti), senza volersi spingere oltre (grande fratello).Io, ripeto, non voglio pagare soldi (tasse) per limitare la mia libertà...
    • Anonimo scrive:
      Re: E in Italia?
      - Scritto da:
      E in Italia?
      Non è successo nulla.[cut]
      Risultati eccezionali, se pensate che sono
      ottenuti senza fare nulla e probabilmente senza
      neppure
      esistere! ottime osservazioni, quoto.
  • Anonimo scrive:
    che sono morte 20000 persone
    - Scritto da:
    Possibile che per 2 palazzi crollati in USA si
    sia sconquassato il mondo intero credo che dentro ci fossero delle persone, come me, te, come i tuoi figli o i tuoi amici
    e la cosa va
    avanti ancora adesso e chissà quando
    finirà?"la cosa va avanti" che?
    Ma finiamola per favore!finiamola di fare COSA?di chiarire?mai.
    • Anonimo scrive:
      Re: che sono morte 20000 persone
      - Scritto da:

      - Scritto da:

      Possibile che per 2 palazzi crollati in USA si

      sia sconquassato il mondo intero

      credo che dentro ci fossero delle persone, come
      me, te, come i tuoi figli o i tuoi
      amiciHiroscima e Nagasachi quanti ne hanno "cassati" gli USA? E ancora adesso non hanno finito di TRITARE le PALLE1
      • Anonimo scrive:
        Re: che sono morte 20000 persone
        Tritare le persone, non solo le palle.Quanti morti in Afghanistan? Quanti sfollati?Quanti morti di stenti tra gli sfollati?Quanti morti in Iraq? (iracheni, i morti americani sappiano quanti sono, ce lo ripetono continuamente).Chi lo sa?
  • Anonimo scrive:
    Progetto_per_un_nuovo_secolo_americano
    Questa cosa è ufficiale e si commenta da solahttp://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_per_un_nuovo_secolo_americanoE quale pretesto come l'attacco delle torri gemelle per poter fare qualsiasi cosa in ogni parte del mondo senza il permesso di nessuno?
    • Anonimo scrive:
      Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
      - Scritto da:
      Questa cosa è ufficiale e si commenta da sola

      http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_per_un_nuovo

      E quale pretesto come l'attacco delle torri
      gemelle per poter fare qualsiasi cosa in ogni
      parte del mondo senza il permesso di
      nessuno?lascia perdere...qui su PI troverai solo trollazzi che ti daranno contro...che ci vuoi fare, è così comodo credere nei "buoni" e nei "cattivi" ...non metteranno MAI in dubbio la verità ufficiale (ribattezzata "falsità ufficiale" di recente)...neanche se gli posti 2'000'000'000 di link, ti risponderanno, a pappagallo, "ma guarda che Attivissimo..." ...che gente pessima, :( l'utilizzo medio del loro cervello è 0% ...ciao(amiga)ps: tra l'altro, quella pagina di wikipedia è veramente scritta bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america

        non metteranno MAI in dubbio la verità ufficiale
        (ribattezzata "falsità ufficiale" di
        recente)...Finche' le affermazioni dei complottisti saranno false, parziali e manipolate, come viene sistematicamente dimostrato, http://undicisettembre.blogspot.com/continueremo a prestar fede ai fatti meglio documentati.Rileggi:fatti meglio documentatirileggi benefatti meglio documentatiloschi o chiari che siano. Non e' quindi questione di vedere il mondo diviso in buoni e cattivi come tu poco intelligentemente attribuisci al prossimo forse perche' per sentirti alto devi umuliare gli altri, ma di dare maggior peso a... a cosa?A fatti meglio documentatirileggi benefatti meglio documentati.
        neanche se gli posti 2'000'000'000 di link, ti
        risponderanno, a pappagallo, "ma guarda che
        Attivissimo..." ...Evidentemente perche' date prova di non leggerlo e di fidarvi di fatti poco dumentati o notoriamente inventati, fossero anche 2'000'000'000'000'000'000, se sono privi di basi a che servono? Rumore e perdita di tempo per paranoici.
        che gente pessima, :( l'utilizzo medio del
        loro cervello è 0%Chi ha pochi argomenti insulta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Questa cosa è ufficiale e si commenta da sola




        http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_per_un_nuovo



        E quale pretesto come l'attacco delle torri

        gemelle per poter fare qualsiasi cosa in ogni

        parte del mondo senza il permesso di

        nessuno?

        lascia perdere...
        qui su PI troverai solo trollazzi che ti daranno
        contro...
        che ci vuoi fare, è così comodo credere nei
        "buoni" e nei
        "cattivi" ...
        non metteranno MAI in dubbio la verità ufficiale
        (ribattezzata "falsità ufficiale" di
        recente)...
        neanche se gli posti 2'000'000'000 di link, ti
        risponderanno, a pappagallo, "ma guarda che
        Attivissimo..." ...

        che gente pessima, :( l'utilizzo medio del
        loro cervello è 0%
        ...

        ciao
        (amiga)

        ps: tra l'altro, quella pagina di wikipedia è
        veramente scritta
        bene.lascia perdere...qui su PI troverai solo trollazzi che ti daranno contro...che ci vuoi fare, è così comodo credere nei "buoni" e nei "cattivi"...non metteranno MAI in dubbio il complotto del secolo (ribattezzato "inganno globale")...neanche se gli posti 2'000'000'000 di link, ti risponderanno, a pappagallo, "ma guarda che Luogocomune.net..."...che gente pessima, l'utilizzo medio del loro cervello è 0% ...ciaops: tra l'altro, quella pagina di wikipedia è veramente scritta male.
        • Anonimo scrive:
          Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
          Attivissimo chi? Quello che dà dell'ignorante a destra e manca e poi sostiene che:Il B25 era un aereo di legno e tela,La termodinamica non c'entra nulla con il crollo di un edificioed altre cazzate del genere?Ci son tantissime cose che vengono dette e molte sono assurde e giustamente da far notare... ... ma bollare tutte le osservazioni a priori come fa lui come "fantasie complottiste"...... mi ricordo quando fantasia complottista era sostenere che Moggi controllasse gli arbitri...eheheh Troppa gente coinvolta! Vuoi che non esca niente? Ed i giornalisti come Biscardi vuoi che non gridino al gomblotto? Vuoi che uno furbo così da controllare la serieA poi sia così stupido da parlarne al telefono? Etc. etc. etc.A.
          • Anonimo scrive:
            Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
            - Scritto da:
            Attivissimo chi?

            Quello che dà dell'ignorante a destra e manca e
            poi sostiene
            che:

            Il B25 era un aereo di legno e tela,

            La termodinamica non c'entra nulla con il crollo
            di un
            edificio

            ed altre cazzate del genere?hai mai discusso con lui?io l'ho fatto... e che delusione!certo, le pagine sulla Luna sono fatte benissimo, e lo stimo molto per come sbugiarda le bufale...ma purtroppo è uno che piuttosto di ammettere "ho sbagliato" si lancia da un ponte.
            Ci son tantissime cose che vengono dette e molte
            sono assurde e giustamente da far notare...


            ... ma bollare tutte le osservazioni a priori
            come fa lui come "fantasie
            complottiste"...

            ... mi ricordo quando fantasia complottista era
            sostenere che Moggi controllasse gli
            arbitri...

            eheheh

            Troppa gente coinvolta! Vuoi che non esca niente?
            Ed i giornalisti come Biscardi vuoi che non
            gridino al gomblotto? Vuoi che uno furbo così da
            controllare la serieA poi sia così stupido da
            parlarne al telefono?


            Etc. etc. etc.

            A.sicuramente gli Illuminati trattano tutto ciò come caso ...appunto, che gente pessima!ciao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
            [hai mai discusso con lui?io l'ho fatto... e che delusione!certo, le pagine sulla Luna sono fatte benissimo, e lo stimo molto per come sbugiarda le bufale...ma purtroppo è uno che piuttosto di ammettere "ho sbagliato" si lancia da un ponte.]Ho potuto notare, più che altro, che scalfita la patina di "sicurezza" con cui legittima le sue affermazioni, spesso c'è un generico: ho letto che è così e quindi è così.Alla mia obiezione sulla termodinamica, mi ricordo, fece pubblicare sul blog tutta una disquisizione su cosa fosse l'entropia.. sulle palline colorate nell'urna..In realtà il succo era che ogni trasformazione di energia non converte tutto ma parte viene persa e più una trasformazione è irreversibile più se ne perde.Nel suo mondo in cui la termodinamica non c'entra nulla.. paradossalmente, attingendo a fonti esterne di energia, sarebbe stato possibile, x le torri gemelle, .. riedificarsi.. ehehCmq visto gli attacchi ad personam che fa.. ho smesso di rispettarlo da tempo.A.
          • Anonimo scrive:
            Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
            Dimenticavo, riguardo al Project for a New American Centuryhttp://www.newamericancentury.org/RebuildingAmericasDefenses.pdf"Cyberspace, or Net-War- If outer space represents an emerging medium of warfare, then cyberspace, and in particular the Internet hold similar promise and threat. And as with space, access to and use of cyberspace and the Internet are emerging elements in global commerce, politics and power. Any nation wishing to assert itself globally must take account of this other new 'global commons'". (Project for the New American Century)."The Bush administration announced Thursday that the U.S. government will not hand over control of the Internet to any other organization, a surprise move that could presage an international flap" (Source). The United States Department of Commerce has total authority over the 13 computers that comprise the core of the address directory of the Internet -- the only source of free and honest information that we have left in the world. The president can have the Internet's domain name resolution system shut down literally with a few keystrokes. Sourcehttp://news.com.com/U.S.+to+retain+control+of+Internet+domain+names/2100-1028_3-5770937.htmlA.
          • Anonimo scrive:
            Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
            mi sa che ho a che fare con un iscritto di LC...siamo in 2! :)ciao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
            "mi sa che ho a che fare con un iscritto di LC...siamo in 2!"Siamo da evitare come la peste!A.La democrazia sono due lupi ed un agnello che decidono cosa mangiare a cena.La libertà è un agnello bene armato che contesta il voto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
            - Scritto da:
            "mi sa che ho a che fare con un iscritto di LC...
            siamo in 2!"

            Siamo da evitare come la peste!

            A.
            si...siamo gli untori del morbo! ;)ciao(amiga)(WinterM)
          • Anonimo scrive:
            Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
            già già...A(sh...)
        • Anonimo scrive:
          appunto:
          CVD.
          • Anonimo scrive:
            Re: appunto:
            - Scritto da:
            CVD.Per fortuna hai scelto di non rispondere. Me ne compiaccio.
          • Anonimo scrive:
            Re: appunto:
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            CVD.

            Per fortuna hai scelto di non rispondere. Me ne
            compiaccio. c ome v olevasi d imostrarev. post #2
          • Anonimo scrive:
            Re: appunto:
            - Scritto da:
            CVD.Dimostrare?!? TU?!? Uno che crede a complotti senza prove?AHAHAH per te e' impossibile dimostrare, asteniti!! AHAHHAHAHHAHAHAHAHAHHA HA HA H AH AH AAH A AHAHHAHAHHAHAHAHAHAHHA HA HA H AH AH AAH A AHAHHAHAHHAHAHAHAHAHHA HA HA H AH AH AAH A AHAHHAHAHHAHAHAHAHAHHA HA HA H AH AH AAH A (rotfl) :D (rotfl) :D
          • Anonimo scrive:
            Re: appunto:
            Hai ragione.. perché credere ai complotti senza prove?Il problema è che non ci sono né sono state fornite prove per la versione ufficiale.Gli studi sul WTC sono fondalmentalmente simulazioni al computer (l'acciaio è stato al 99,8% riciclato senza essere saminato)Del crollo del WTC7 ad oggi non c'è una versione ufficialeDel Pentagono non vi è una vera e propria versione"Il volo 77 ha colpito il Pentagono" ma non si dice come dove (ad esempio la rotta sopra Washington D.C. che sarebbe confrontabile con il flight data recordere, le testimonianze ed i danni)Del volo 93 si dice che i dirottatori l'abbiano schiantato a terra (c'è una bella buca a forma di aereo.. molto stile Willy il COyote) ma i rottami sono sparsi per 8 miglia.....e dulcis in fundo Bin Laden non è ricercato dall'FBI per il 9/11 .. perché non ci sono prove (verificalo pure sul sito dell'FBI)A.
    • Anonimo scrive:
      Re: Progetto_per_un_nuovo_secolo_america
      - Scritto da:
      Questa cosa è ufficiale e si commenta da sola

      http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_per_un_nuovo

      E quale pretesto come l'attacco delle torri
      gemelle per poter fare qualsiasi cosa in ogni
      parte del mondo senza il permesso di
      nessuno?Paura vera!Tra l'altro, non so se hai provato, ma prova a sostituire le parole AMERICA e STATI UNITI D'AMERICA del testo con GERMANIA... non ti pare aver già sentito un delirio di onnipotenza dello stesso genere???? :|
  • Anonimo scrive:
    Inganno Globale
    Un film-documentario sull'11 Settembre da non perdere: Inganno Globale, scaricabile qui:http://lc-download.dyndns.org/igby Massimo Mazzucco, webmaster di http://luogocomune.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Inganno Globale
      Anche questo merita, l'hanno girato famliiari delle vittime: 9/11 press for truth.http://video.google.com/videoplay?docid=-1016720641536424083&q=press+for+truth
      • Anonimo scrive:
        Re: Inganno Globale
        - Scritto da:
        Anche questo merita, l'hanno girato famliiari
        delle vittime: 9/11 press for
        truth.
        http://video.google.com/videoplay?docid=-101672064anche 911 in plane site e loose change 2nd meritano ! (geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: Inganno Globale
      Visto di recente. Sicuramente ben fatto e ben documentato.Un must per chi non si beve la versione ufficiale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Inganno Globale
      :-o- Scritto da:
      Un film-documentario sull'11 Settembre da non
      perdere: Inganno Globale, scaricabile
      qui:
      http://lc-download.dyndns.org/ig
      by Massimo Mazzucco, webmaster di
      http://luogocomune.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Inganno Globale
      - Scritto da:
      Un film-documentario sull'11 Settembre da non
      perdere: Inganno Globale, scaricabile
      qui:
      http://lc-download.dyndns.org/ig
      by Massimo Mazzucco, webmaster di
      http://luogocomune.netBasta immondizia per favore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Inganno Globale

        basta immondiziaprima scaricalo e guardalo, poi casomai dai giudizi.
        • Anonimo scrive:
          [ot] - gli utenti di PI...
          - Scritto da:


          basta immondizia

          prima scaricalo e guardalo, poi casomai dai
          giudizi.
          no-no,prima danno il giudizio,poi, se per caso si rendono conto di aver detto una cagata, semplicemente spariscono...
    • Anonimo scrive:
      Re: Inganno Globale
      - Scritto da:
      Un film-documentario sull'11 Settembre da non
      perdere: Inganno Globale, scaricabile
      qui:
      http://lc-download.dyndns.org/ig
      by Massimo Mazzucco, webmaster di
      http://luogocomune.net ma non era di Giulietto Chiesa ?muahuahuahuhauauamuma scusate non ho resistito !(troll1)
    • Anonimo scrive:
      Re: Inganno Globale
      :-o :-o :-ohttp://paoloattivissimo.info/11settembre/index.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: Inganno Globale
        http://paoloattivissimo.info/11settembre/recensioni/ig_recensione.htm
        • Anonimo scrive:
          Re: Inganno Globale
          - Scritto da:
          http://paoloattivissimo.info/11settembre/recensionbasta immondizia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Inganno Globale
            Prima di postare le pagine di PaoloAtti - in arte dj John Sinclair - darei un'occhiata a questi punti...http://maxpiano.altervista.org/globalfakes/911/domande_familiari/poi leggete pure il dj che critica gli altri perchè non hanno titoli adatti per parlare di intelligence e crolli.
  • Anonimo scrive:
    "il che ovviamente non è"
    "Come se monitoraggio e controllo fossero le chiavi per salvare il mondo. Il che, ovviamente, non è."Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a tutti questi problemi, sentiamoli.Posso comprendere benissimo che si abbiano idee differenti e che si reputino sbagliate le ricette altrui, ma quell'ovviamente non lo digerisco.Sarei curioso di sapere come il Sig. Mantellini affronterebbe i problemi legati al terrorismo ed alla sicurezza post-11 Settembre.Da fastidio anche a me il fatto che noi - Occidente libero e auto proclamatosi paladino delle libertà, cosa su cui concordo guardando le alternative - dobbiamo rinunciare ad una parte delle nostre libertà in un momento particolare, ma quale è l'alternativa pratica a breve termine?Un tempo si diceva di "portare il benessere" dove questo non esisteva, il problema è che oggi non abbiamo a che fare con affamati ma con fondamentalisti (non dico "religiosi" di proposito, nessun terrorista può essere "religioso" nel vero senso della parola, imho).Qual è l'alternativa, indigesta a molti dei lettori di PI immagino, di affiancare all'intelligence un maggior numero di telecamere nei luoghi pubblici, ad un aumento del controllo in rete, ad un aumento del controllo in generale?In un mondo ideale la gente non avrebbe bisogno di questo piccolo Grande Fratello, ma nel nostro mondo post 11 Settembre, voi cosa proponete ad un timido avanzamento stile orwelliano?Qualcosa di fattibile mi raccomando..Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno nelle vie del centro, cosa proponete di pari efficacia ma di minor impatto sulle libertà?Ciao.Un pensiero alle vittime dell'11 Settembre 2001.
    • Anonimo scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      Cosa ne dici intanto di cercare di capire cosa è realmente successo l'11/9?Comincia con il vedere Inganno Globale.Potresti arrivare ad interrogarti su chi fomenta il terrorismo ed a chi giova, ed avere delle sorprese.
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da:
        Cosa ne dici intanto di cercare di capire cosa è
        realmente successo
        l'11/9?Che presuntuoso, credi che La Verità sia dentro di te solo per aver visto un video con ipotesi alternative.
        Comincia con il vedere Inganno Globale.Comincia con l'accettare il fatto che non sempre le "verità alternative" sono più vere delle "realtà ufficiali", per quanto più affascinanti per alcuni.
        Potresti arrivare ad interrogarti su chi fomenta
        il terrorismo ed a chi giova, ed avere delle
        sorprese.Ne ho le OO piene di ipotesi di complotti, illuminati che comandano il mondo, torri gemelle distrutte da una mongolfiera con alabarda spaziale.Dai un occhiata al sito di Attivissimo quando hai tempo, non è un tipo prevenuto che monta il puzzle a piacimento per ottenere ciò che si era immaginato e che vuole far diventare "vero".Comunque non hai risposto a nulla di quello scritto nel mio post precedente. :s
        • Anonimo scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"
          "Comunque non hai risposto a nulla di quello scritto nel mio post precedente."Non è che ci voglia da essere dei geni per pensare a ipotesi alternative. In Europa del Nord, dove la gente la favoletta del terrorismo e degli esplosivi liquidi non se le bevono(forse avranno dei servizi antibufala migliori... chissà), la vita va avanti normalmente e non si inventano soluzioni liberticide nella rete e fuori.Ma vediamo, dicci dicci a cosa servirebbero dunque secondo te le restrizioni: in 5 anni ce ne sono state, eppure i terroristi islamici continuano a postare "rivendicazioni" nei "forum islamici" o sbaglio? Ti risulta che qualcuno sia stato individuato? Tipo quelli che hanno rivendicato Madrid e Londra a nome di Al Qaeda ma poi Al Qaeda non c'entrava.......
          • The Animal scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            Le torri gemelle sono state abbattute da un mega rutto di Bush causato da avere ingerito alimenti alieni.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: The Animal
            Le torri gemelle sono state abbattute da un mega
            rutto di Bush causato da avere ingerito alimenti
            alieni.Quando mangio cipolle e fagioli dalla bocca mi esce il Grande Tifone (o Rust Hurricane, per gli amanti del genere mazinghiano). Potrei averle abbattute io durante il sonno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 01.50-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:
            "Comunque non hai risposto a nulla di quello
            scritto nel mio post
            precedente."

            Non è che ci voglia da essere dei geni per
            pensare a ipotesi alternative. In Europa del
            Nord, dove la gente la favoletta del terrorismo e
            degli esplosivi liquidi non se le bevono(forse
            avranno dei servizi antibufala migliori...
            chissà), la vita va avanti normalmente e non si
            inventano soluzioni liberticide nella rete e
            fuori.
            Ma vediamo, dicci dicci a cosa servirebbero
            dunque secondo te le restrizioni: in 5 anni ce ne
            sono state, eppure i terroristi islamici
            continuano a postare "rivendicazioni" nei "forum
            islamici" o sbaglio? Ti risulta che qualcuno sia
            stato individuato? Tipo quelli che hanno
            rivendicato Madrid e Londra a nome di Al Qaeda ma
            poi Al Qaeda non
            c'entrava.......Quindi la tua proposta è "Non fare nulla"? Non te la commento, ero aperto ad ogni alternativa ma questa non la commento neppure.Un paese con una minaccia (reale, concretizzasi in paesi vicini) dovrebbe semplicemente sbattersene i OO e far finta di nulla?Son contento che in Parlamento nessuno, ripeto nessuno, che io sappia, abbia la tua idea e voglia metterla in pratica.E se per fortuna nostra qui non è accaduto nulla, puoi escludere che ciò sia avvenuto anche per dissuasione per via dei controlli maggiori?E per il futuro? Puoi escludere che questi mezzi non contribuiranno a sventare un attacco? Io, nuovamente, no.
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            In Europa del Nord non fanno nulla? Ohibò, visto che fra l'altro a libertà non scherzano Osama starà per distruggerli tutti: dai piani della ricina fino al TATP, le armi non gli mancano, vero ?
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: casteredandblue

            - Scritto da:

            "Comunque non hai risposto a nulla di quello

            scritto nel mio post

            precedente."



            Non è che ci voglia da essere dei geni per

            pensare a ipotesi alternative. In Europa del

            Nord, dove la gente la favoletta del terrorismo
            e

            degli esplosivi liquidi non se le bevono(forse

            avranno dei servizi antibufala migliori...

            chissà), la vita va avanti normalmente e non si

            inventano soluzioni liberticide nella rete e

            fuori.

            Ma vediamo, dicci dicci a cosa servirebbero

            dunque secondo te le restrizioni: in 5 anni ce
            ne

            sono state, eppure i terroristi islamici

            continuano a postare "rivendicazioni" nei "forum

            islamici" o sbaglio? Ti risulta che qualcuno sia

            stato individuato? Tipo quelli che hanno

            rivendicato Madrid e Londra a nome di Al Qaeda
            ma

            poi Al Qaeda non

            c'entrava.......

            Quindi la tua proposta è "Non fare nulla"?

            Non te la commento, ero aperto ad ogni
            alternativa ma questa non la commento
            neppure.

            Un paese con una minaccia (reale, concretizzasi
            in paesi vicini) dovrebbe semplicemente
            sbattersene i OO e far finta di
            nulla?

            Son contento che in Parlamento nessuno, ripeto
            nessuno, che io sappia, abbia la tua idea e
            voglia metterla in
            pratica.

            E se per fortuna nostra qui non è accaduto nulla,
            puoi escludere che ciò sia avvenuto anche per
            dissuasione per via dei controlli
            maggiori?

            E per il futuro? Puoi escludere che questi mezzi
            non contribuiranno a sventare un attacco? Io,
            nuovamente,
            no.te non hai imparato nulla dalla storia di questo paese, dai servizi deviati agli inciuci con chichessia che hanno caratterizzato un'intera classe politica che si crogiolava all'ombra di leggi speciali varate contro il terrorismo negli anni delle BR
          • Johnny Winter scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            Ho letto che viene citata l'europa per quanto riguarda il terrorismo....facendo differenza rispetto all'america per sostenere l'idea dello scontro di civiltà proposto dall'america e creato ad hoc come dice (o lascia intuire) Inganno globale dalla stessa amministrazione americana.Chi scrive questo è molto disinformato.Dimentica intanto tutti gli arresti in spagna ed i processi che hanno portato a mettere in galera anche il reporter di aljazeera che procurava i servizi di alqaeda alla rete mediorientale (purtroppo i terroristi di Ococha piuttosto che farsi catturare si son fatti esplodere).Dimentica gli arresti a londra sia recenti degli esplosivi con liquido sia passati degli attentati (compreso il terrorista che si era rifugiato dal fratello a Roma).Inoltre dimentica lo scandalo germania italia per la liberazione con l'amnistia di un mediorientale da loro considerato un terroristaDimentica che l'inchiesta tedesca sugli attentatori del 911 portava a Daki (qui liberato ed espulso)Come al solito sugli argomenti riguardanti il terrorismo e il 911 c'è sempre + ignoranza che sapienza.In compenso il moralismo ed il benpensantismo di pari passo con quanto accennato si precano sempre da una delle due parti.
          • Anonimo scrive:
            [ot] -queto post tagliatelo pure
            - Scritto da: Johnny Winter
            Cerrrto Movisol.
            A sto punto arrestiamo Prodi Ciampi e l'allegra
            compagnia.[cut lot of stuff]
            e questo tralasciando i giornalisti di
            parte (Fede Santoro
            ecc...)
            mammamia!mai letto tutto in una volta tante fallacce!qui si va sputtanado chiunque, tu discuti di persone e non di fatti!sevh'e anley, attendibilità zero!
        • Anonimo scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"
          Dai un occhiata al sito di Attivissimo quando hai tempo, non è un tipo prevenuto che monta il puzzle a piacimento per ottenere ciò che si era immaginato e che vuole far diventare "vero".E' vero.. basta con questi vaneggiamenti da complottisti. E' stata fatta una ricerca ufficiale per stabilire le cause del crollo del World Trade Center che le ha stabilite senza ombra di dubbio. Anche se hanno potuto solo analizzare pochi pezzi di acciaio dei palazzi (2 campioni di colonne centrali per torre) e nonostante queste fossero lontane da dove si è verificato il crollo sono riusciti lo stesso, con complessi modelli al computer, a stabilire le cause del crollo.Ed ora questi complottisti vogliono dire che hanno usato esplosivi ed altre cazzate.. siamo seri!Il Nist dice chiaramente che gli aerei hanno accumulato gli armadietti dell'ufficio al centro dell'edificio, dove ci son le colonne portanti, e poi hanno grattato via le protezioni antincendio dalle colonne stesse. I modelli lo dicono! Altro che le speculazioni del cavolo di professori di filosofia... (wtc.nist.gov)I modelli al computer non mentono.E poi si sono corretti.. Dopo 3 anni hanno detto che effettivamente la teoria ufficiali precedenti sul crollo (il pancake) era una cazzata....visto che non sono prezzolati dalla CIA? E poi sempre a dire che ci han messo troppo poco. Il Nist risponde anche a questo:Since the stories below the level of collapse initiation provided little resistance to the tremendous energy released by the falling building mass, the building section above came down essentially in free fall, as seen in videos E' stata la tremendous energy, capito? Questi sono ingegneri e sanno quello che dicono. PUNTO.E poi basta con sta storia che non ci sono prove di questa teoria e che sono simulazioni al computer.. gli accusatori siete voi e finché non mi mostrate una trave d'acciaio con tracce di esplosivo io credo alla versione ufficiale.Siete come quelli che continuano a dire che a Ustica l'aereo l'ha abbattuto un missile......cospirazionisti del cavolo... lo sanno tutti che sono stati i palestinesi con una bomba.. l'ha detto anche Cossiga.
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da:
        Cosa ne dici intanto di cercare di capire cosa è
        realmente successo
        l'11/9?
        Comincia con il vedere Inganno Globale.Gia', la solita immondizia.
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da:
        Cosa ne dici intanto di cercare di capire cosa è
        realmente successo
        l'11/9?

        Comincia con il vedere Inganno Globale.Ed ecco le dimostrazioni, corredate da materiale molto documentato, di come quelli di Inganno Globale e degli altri siti immondizia del genere, prendono per i fondelli i lettori con tesi strampalate, mai verificate adeguatamente e invenzioni.http://undicisettembre.blogspot.com/
    • Anonimo scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      Resta ignoto il perchè ci debba essere una telecamera che debba spiarci 24 ore su 24 a discrezione del governo.A Londra ce ne sono oltre 4 milioni: ma stranamente quelle del 7/7 non funzionavano...Sarebbe ora di rendersi conto che il Governo che spia non lo fa per la sicurezza ma per il controllo: ed i padri fondatori Statunitensi avvertivano che chi avrebbe sacrificato la libertà per la sicurezza temporanea non avrebbe avuto - e meritato - nè l'una nè l'altra.MA questo ai "crazies" ora al Governo (erano realmente soprannominati cosi negli anni '80, i neocon) ed ai "crazies" che danno il benvenuto alle misure Orwelliane non interessa...
    • Anonimo scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      - Scritto da: casteredandblue
      "Come se monitoraggio e controllo fossero le
      chiavi per salvare il mondo.


      Il che, ovviamente, non è."

      Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a
      tutti questi problemi,
      sentiamoli.
      Non farci caso, questi tizi di PI sono come quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa NON si deve fare e capaci al massimo a proporre "soluzioni" utopiche e irrealizzabili, quelle rare volte che si sforzano a provarci.Difficile far capire loro che la tecnologia che tanto venerano non é lo scopo ultimo della società ma soltanto una parte, e come tale deve piegarsi alle esigenze della maggioranza.Così, se la maggioranza decide che preferisce una maggiore sicurezza alla "libertà" di postare scemenze sul web nascondendosi nell'anonimato, peggio per loro. La mandino giù e stiano zitti.
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da:

        - Scritto da: casteredandblue

        "Come se monitoraggio e controllo fossero le

        chiavi per salvare il mondo.





        Il che, ovviamente, non è."



        Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a

        tutti questi problemi,

        sentiamoli.



        Non farci caso, questi tizi di PI sono come
        quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa NON si
        deve fare e capaci al massimo a proporre
        "soluzioni" utopiche e irrealizzabili, quelle
        rare volte che si sforzano a
        provarci.

        Difficile far capire loro che la tecnologia che
        tanto venerano non é lo scopo ultimo della
        società ma soltanto una parte, e come tale deve
        piegarsi alle esigenze della
        maggioranza.

        Così, se la maggioranza decide che preferisce una
        maggiore sicurezza alla "libertà" di postare
        scemenze sul web nascondendosi nell'anonimato,
        peggio per loro. La mandino giù e stiano
        zitti.Ha parlato Riccardo Cuor di Leone! E dicci, dall'alto del tuo pulpito non senti lieve lieve il senso di colpa farsi sotto, quando usi a tradimento lo stesso anonimato che rimproveri agli altri? (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"
          - Scritto da: Santos-Dumont

          - Scritto da:



          - Scritto da: casteredandblue


          "Come se monitoraggio e controllo fossero le


          chiavi per salvare il mondo.








          Il che, ovviamente, non è."





          Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una
          ricetta
          a


          tutti questi problemi,


          sentiamoli.






          Non farci caso, questi tizi di PI sono come

          quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa NON
          si

          deve fare e capaci al massimo a proporre

          "soluzioni" utopiche e irrealizzabili, quelle

          rare volte che si sforzano a

          provarci.



          Difficile far capire loro che la tecnologia che

          tanto venerano non é lo scopo ultimo della

          società ma soltanto una parte, e come tale deve

          piegarsi alle esigenze della

          maggioranza.



          Così, se la maggioranza decide che preferisce
          una

          maggiore sicurezza alla "libertà" di postare

          scemenze sul web nascondendosi nell'anonimato,

          peggio per loro. La mandino giù e stiano

          zitti.

          Ha parlato Riccardo Cuor di Leone! E dicci,
          dall'alto del tuo pulpito non senti lieve lieve
          il senso di colpa farsi sotto, quando usi a
          tradimento lo stesso anonimato che rimproveri
          agli altri?
          (rotfl)ANONIMATO = TOR o tecnologie analoghe.Postare senza nickname su PI non equivale ad essere anonimi per la polizia/magistratura, che è il punto focale della questione. Se poi il tizio a cui hai risposto è anonimo per te non frega niente a nessuno.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            - Scritto da: Santos-Dumont



            - Scritto da:





            - Scritto da: casteredandblue



            "Come se monitoraggio e controllo fossero le



            chiavi per salvare il mondo.











            Il che, ovviamente, non è."







            Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una

            ricetta

            a



            tutti questi problemi,



            sentiamoli.









            Non farci caso, questi tizi di PI sono come


            quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa NON

            si


            deve fare e capaci al massimo a proporre


            "soluzioni" utopiche e irrealizzabili, quelle


            rare volte che si sforzano a


            provarci.





            Difficile far capire loro che la tecnologia
            che


            tanto venerano non é lo scopo ultimo della


            società ma soltanto una parte, e come tale
            deve


            piegarsi alle esigenze della


            maggioranza.





            Così, se la maggioranza decide che preferisce

            una


            maggiore sicurezza alla "libertà" di postare


            scemenze sul web nascondendosi nell'anonimato,


            peggio per loro. La mandino giù e stiano


            zitti.



            Ha parlato Riccardo Cuor di Leone! E dicci,

            dall'alto del tuo pulpito non senti lieve lieve

            il senso di colpa farsi sotto, quando usi a

            tradimento lo stesso anonimato che rimproveri

            agli altri?

            (rotfl)

            ANONIMATO = TOR o tecnologie analoghe.
            Postare senza nickname su PI non equivale ad
            essere anonimi per la polizia/magistratura, che è
            il punto focale della questione. Se poi il tizio
            a cui hai risposto è anonimo per te non frega
            niente a
            nessuno.Ma quale punto focale. Qui abbiamo un tizio che come minimo a livello superficiale critica gli anonimi da anomimo. Che poi usi TOR o altro sono giustamente fatti suoi, ma visto che siamo in una comunità (PI) dove la scelta tra anonimato e registrazione è concessa, inveire in quel modo contro l'anonimato è il classico bue che dà del cornuto all'asino.
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da:



            - Scritto da: Santos-Dumont





            - Scritto da:







            - Scritto da: casteredandblue




            "Come se monitoraggio e controllo fossero
            le




            chiavi per salvare il mondo.














            Il che, ovviamente, non è."









            Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una


            ricetta


            a




            tutti questi problemi,




            sentiamoli.












            Non farci caso, questi tizi di PI sono come



            quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa
            NON


            si



            deve fare e capaci al massimo a proporre



            "soluzioni" utopiche e irrealizzabili,
            quelle



            rare volte che si sforzano a



            provarci.







            Difficile far capire loro che la tecnologia

            che



            tanto venerano non é lo scopo ultimo della



            società ma soltanto una parte, e come tale

            deve



            piegarsi alle esigenze della



            maggioranza.







            Così, se la maggioranza decide che
            preferisce


            una



            maggiore sicurezza alla "libertà" di postare



            scemenze sul web nascondendosi
            nell'anonimato,



            peggio per loro. La mandino giù e stiano



            zitti.





            Ha parlato Riccardo Cuor di Leone! E dicci,


            dall'alto del tuo pulpito non senti lieve
            lieve


            il senso di colpa farsi sotto, quando usi a


            tradimento lo stesso anonimato che rimproveri


            agli altri?


            (rotfl)



            ANONIMATO = TOR o tecnologie analoghe.


            Postare senza nickname su PI non equivale ad

            essere anonimi per la polizia/magistratura, che
            è

            il punto focale della questione. Se poi il tizio

            a cui hai risposto è anonimo per te non frega

            niente a

            nessuno.

            Ma quale punto focale. Qui abbiamo un tizio che
            come minimo a livello superficiale critica gli
            anonimi da anomimo. Che poi usi TOR o altro sono
            giustamente fatti suoi, ma visto che siamo in una
            comunità (PI) dove la scelta tra anonimato e
            registrazione è concessa, inveire in quel modo
            contro l'anonimato è il classico bue che dà del
            cornuto
            all'asino.E' inutile che insisti. Anonimato su PI != Anonimato in rete, ed il punto della questione è l'anonimato in rete, non l'assenza di nick su PI.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            E' inutile che insisti. Anonimato su PI !=
            Anonimato in rete, ed il punto della questione è
            l'anonimato in rete, non l'assenza di nick su PI.
            E' comunque una mossa altamente codarda. Se non ti va giù, non posso farci niente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 02.00-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont
            - Scritto da:



            E' inutile che insisti. Anonimato su PI !=

            Anonimato in rete, ed il punto della questione è

            l'anonimato in rete, non l'assenza di nick su
            PI.



            E' comunque una mossa altamente codarda. Se non
            ti va giù, non posso farci
            niente.E quindi? Non c'entra una mazza con il discorso di partenza.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da:





            E' inutile che insisti. Anonimato su PI !=


            Anonimato in rete, ed il punto della
            questione
            è


            l'anonimato in rete, non l'assenza di nick su

            PI.






            E' comunque una mossa altamente codarda. Se non

            ti va giù, non posso farci

            niente.

            E quindi? Non c'entra una mazza con il discorso
            di
            partenza.Continua a pensarlo pure, non è affar mio.
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da:



            - Scritto da: Santos-Dumont


            - Scritto da:







            E' inutile che insisti. Anonimato su PI !=



            Anonimato in rete, ed il punto della

            questione

            è



            l'anonimato in rete, non l'assenza di nick
            su


            PI.









            E' comunque una mossa altamente codarda. Se
            non


            ti va giù, non posso farci


            niente.



            E quindi? Non c'entra una mazza con il discorso

            di

            partenza.

            Continua a pensarlo pure, non è affar mio.Si parlava di anonimato in rete. Hai tirato fuori l'assenza di nick su PI. Dimostrami che la seconda implica la prima e ti darò ragione. Però lo devi argomentare bene, in modo logico (dubito che tu lo sappia fare), sicuramente non facendo attacchi personali a destra e a manca.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            - Scritto da: Santos-Dumont



            - Scritto da:





            - Scritto da: Santos-Dumont



            - Scritto da:









            E' inutile che insisti. Anonimato su PI !=




            Anonimato in rete, ed il punto della


            questione


            è




            l'anonimato in rete, non l'assenza di nick

            su



            PI.












            E' comunque una mossa altamente codarda. Se

            non



            ti va giù, non posso farci



            niente.





            E quindi? Non c'entra una mazza con il
            discorso


            di


            partenza.



            Continua a pensarlo pure, non è affar mio.

            Si parlava di anonimato in rete. Hai tirato fuori
            l'assenza di nick su PI. Dimostrami che la
            seconda implica la prima e ti darò ragione. Però
            lo devi argomentare bene, in modo logico (dubito
            che tu lo sappia fare), sicuramente non facendo
            attacchi personali a destra e a
            manca.Sarebbe bello risolvere tutto con la logica, specialmente quella che fa comodo, quando la premessa logica non è. Secondo te l'intervento che ho criticato era un esempio di logica? Qual era il movente dell'intervento?
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da:



            - Scritto da: Santos-Dumont





            - Scritto da:







            - Scritto da: Santos-Dumont




            - Scritto da:











            E' inutile che insisti. Anonimato su PI
            !=





            Anonimato in rete, ed il punto della



            questione



            è





            l'anonimato in rete, non l'assenza di
            nick


            su




            PI.















            E' comunque una mossa altamente codarda.
            Se


            non




            ti va giù, non posso farci




            niente.







            E quindi? Non c'entra una mazza con il

            discorso



            di



            partenza.





            Continua a pensarlo pure, non è affar mio.



            Si parlava di anonimato in rete. Hai tirato
            fuori

            l'assenza di nick su PI. Dimostrami che la

            seconda implica la prima e ti darò ragione. Però

            lo devi argomentare bene, in modo logico (dubito

            che tu lo sappia fare), sicuramente non facendo

            attacchi personali a destra e a

            manca.

            Sarebbe bello risolvere tutto con la logica,
            specialmente quella che fa comodo, quando la
            premessa logica non è. Secondo te l'intervento
            che ho criticato era un esempio di logica? Qual
            era il movente
            dell'intervento?CVD non l'hai fatto, hai risposto al carlona e continui ad insistere nell'errore. Parli di gomme da masticare quando il discorso verte sulle lasagne al forno e te ne vanti. Fai pure, di sicuro non ti seguirò, mi bastava avere la conferma di questo.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:
            CVD non l'hai fatto, hai risposto al carlona e
            continui ad insistere nell'errore. Parli di gomme
            da masticare quando il discorso verte sulle
            lasagne al forno e te ne vanti. Fai pure, di
            sicuro non ti seguirò, mi bastava avere la
            conferma di
            questo.Ma allora sei un fan degli acronimi! (cylon)Visto che ci tieni tanto: - Scritto da: casteredandblue
            "Come se monitoraggio e controllo fossero le
            chiavi per salvare il mondo.


            Il che, ovviamente, non è."

            Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a
            tutti questi problemi,
            sentiamoli.
            Non farci caso, questi tizi di PI sono come quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa NON si deve fare e capaci al massimo a proporre "soluzioni" utopiche e irrealizzabili, quelle rare volte che si sforzano a provarci.Difficile far capire loro che la tecnologia che tanto venerano non é lo scopo ultimo della società ma soltanto una parte, e come tale deve piegarsi alle esigenze della maggioranza. Così, se la maggioranza decide che preferisce una maggiore sicurezza alla "libertà" di postare scemenze sul web nascondendosi nell'anonimato, peggio per loro. La mandino giù e stiano zitti. ****************+In primis, per come la vedo io (una visione che deve moltissimo al defunto Marshall McLuhan), la tecnologia non si piega a nessuna volontà essendo un'estensione del nostro corpo con le sue peculiarità indipendenti da qualsiasi sforzo conscio. Non posso né voglio entrare in dettagli perché mi porterebbe via troppo tempo e francamente ho anche altre cose da fare che non sia rispondere sul forum, mi limito a consigliarti, se hai tempo e voglia di leggerlo, il libro "Understanding Media" del suddetto massmediologo.Quella in carattere sottolineato del messaggio originale è una frase priva innanzitutto di ogni spirito democratico. E' un dato assodato, che spero non mi chiederai di argomentare, che il valore reale della democrazia si dimostra nella tutela delle minoranze ancor più che in quella delle maggioranze. Sorvolando sullo spirito democratico che informa tale frase, essa recita: "Se la maggioranza decide che preferisce una maggiore sicurezza alla "libertà" di postare scemenze sul web nascondendosi nell'anonimato, peggio per loro." Implica che lo scrivente si schieri dal lato della maggioranza facendone proprie le istanze e attengiandosi a censore di chi, al contrario, attribuisce un valore non trascurabile all'anonimato (e che sia per postare "scemenze" o altro, lo lascio al giudizio esclusivo dell'interessato). Insomma, da un lato ci si erge a campione della maggioranza stigmatizzando gli anonimi e scemi che dovranno piegarsi alla vox populi, dall'altro con "esemplare coerenza" si lancia il proclama dall'altro di un nick "anonimo". La differenza tra anonimato completo, conseguito con TOR e simili, o anonimato relativo solamente a PI - nel presupposto che tutti i nostri IP siano mantenuti registrati al momento del post - è nel nostro contesto, e nel merito della mia risposta, del tutto IRRILEVANTE.Mi auguro che stavolta la risposta sia stata esauriente. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont
            Insomma, da un lato
            ci si erge a campione della maggioranza
            stigmatizzando gli anonimi e scemi che dovranno
            piegarsi alla vox populi, dall'altro con
            "esemplare coerenza" si lancia il proclama
            dall'altro di un nick "anonimo". La differenza
            tra anonimato completo, conseguito con TOR e
            simili, o anonimato relativo solamente a PI - nel
            presupposto che tutti i nostri IP siano mantenuti
            registrati al momento del post - è nel nostro
            contesto, e nel merito della mia risposta, del
            tutto
            IRRILEVANTE.Non è irrilevante, sono due cose completamente diverse e tu continui a metterle assieme. Chi è favorevole all'annullamento dell'anonimato nei confronti delle forze dell'ordine può essere perfettamente favorevole ad un utilizzo tramite nick anonimo dei forum e delle risorse Internet, non indicando a TE la sua identità, ma volendo lasciarla disponibile ad eventuali soggetti autorizzati, ed anzi, imponendo che questo avvenga sempre e comunque.Quindi rimane non avere nessun senso lamentarsi perché non ha utilizzato un nick quando ciò di cui si discuteva era l'anonimato in Internet.
            Mi auguro che stavolta la risposta sia stata
            esauriente.
            ;)Si, ma rimane lacunosa.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            - Scritto da: Santos-Dumont

            Insomma, da un lato

            ci si erge a campione della maggioranza

            stigmatizzando gli anonimi e scemi che dovranno

            piegarsi alla vox populi, dall'altro con

            "esemplare coerenza" si lancia il proclama

            dall'altro di un nick "anonimo". La differenza

            tra anonimato completo, conseguito con TOR e

            simili, o anonimato relativo solamente a PI -
            nel

            presupposto che tutti i nostri IP siano
            mantenuti

            registrati al momento del post - è nel nostro

            contesto, e nel merito della mia risposta, del

            tutto

            IRRILEVANTE.

            Non è irrilevante, sono due cose completamente
            diverse e tu continui a metterle assieme. Chi è
            favorevole all'annullamento dell'anonimato nei
            confronti delle forze dell'ordine può essere
            perfettamente favorevole ad un utilizzo tramite
            nick anonimo dei forum e delle risorse Internet,
            non indicando a TE la sua identità, ma volendo
            lasciarla disponibile ad eventuali soggetti
            autorizzati, ed anzi, imponendo che questo
            avvenga sempre e
            comunque.

            Quindi rimane non avere nessun senso lamentarsi
            perché non ha utilizzato un nick quando ciò di
            cui si discuteva era l'anonimato in Internet.Questa è la tua interpretazione del messaggio iniziale. Ora, non potendo sapere realmente (non faccio parte delle forze "dell'ordine") se il messaggio originale era tuo o se ti limiti a commentarlo, devo presumere che siate due anonimi diversi e che la mia interpretazione, che individua un concetto di anonimità dello scrivente in senso lato anziché con la distinzione che fai tu, sia altrettanto plausibile della tua. Per me chi ha scritto quel messaggio senza manifestarsi almeno (e non è grande cosa) con un'identità virtuale che lo renda individuabile anche in seguito agli altri interlocutori, è una persona priva di coraggio delle proprie azioni, qualcuno che si nasconde dietro al gregge per compiere le nefandezze che mai avrebbe il coraggio di compiere isolatamente. Qui non c'entra la logica ma il carattere.


            Mi auguro che stavolta la risposta sia stata

            esauriente.

            ;)

            Si, ma rimane lacunosa.Non mi pare proprio. E per inciso faccio notare che ti sei ben guardato dal commentare contro o a favore la mia frase sulla mancanza di spirito democratico dello scrivente, che alla fine di tutta la retorica è l'unico fattore che realmente conti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 settembre 2006 05.36-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da:
        Non farci caso, questi tizi di PI sono come
        quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa NON si
        deve fare e capaci al massimo a proporre
        "soluzioni" utopiche e irrealizzabili, quelle
        rare volte che si sforzano a
        provarci.Su Slashdot però è anche pieno di ottusi neocon creazionisti che non aspettano nient'altro che vedere uno stato di polizia che controlli tutto quanto.Qui ce ne sono meno, grazie al cielo, ma vedo che sono in crescita.D'altra parte la mamma degli sciocchi...
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"

        Non farci caso, questi tizi di PI sono come
        quelli di Slashdot: bravi solo a dire cosa NON si
        deve fare e capaci al massimo a proporre
        "soluzioni" utopiche e irrealizzabili, quelle
        rare volte che si sforzano a
        provarci.

        Difficile far capire loro che la tecnologia che
        tanto venerano non é lo scopo ultimo della
        società ma soltanto una parte, e come tale deve
        piegarsi alle esigenze della
        maggioranza.

        Così, se la maggioranza decide che preferisce una
        maggiore sicurezza alla "libertà" di postare
        scemenze sul web nascondendosi nell'anonimato,
        peggio per loro. La mandino giù e stiano
        zitti.Non so se sei Johnny Winter, che a quanto pare, fortunatamente e saggiamente ha deciso di restare un po' piu' in silenzio... cmq pare ovvio incontrovertibilmente a tutti che le tue idee in materia di sicurezza salveranno l'umanità. Da cosa non si sa, e secondo me non lo sai nemmeno tu.Cmq, l'importante è essere convinti. Mai un dubbio. Forza!
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      - Scritto da: casteredandblue
      "Come se monitoraggio e controllo fossero le
      chiavi per salvare il mondo.


      Il che, ovviamente, non è."

      Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a
      tutti questi problemi,
      sentiamoli.

      Posso comprendere benissimo che si abbiano idee
      differenti e che si reputino sbagliate le ricette
      altrui, ma quell'ovviamente non lo
      digerisco.

      Sarei curioso di sapere come il Sig. Mantellini
      affronterebbe i problemi legati al terrorismo ed
      alla sicurezza post-11
      Settembre.

      Da fastidio anche a me il fatto che noi -
      Occidente libero e auto proclamatosi paladino
      delle libertà, cosa su cui concordo guardando le
      alternative - dobbiamo rinunciare ad una parte
      delle nostre libertà in un momento particolare,
      ma quale è l'alternativa pratica a breve
      termine?

      Un tempo si diceva di "portare il benessere" dove
      questo non esisteva, il problema è che oggi non
      abbiamo a che fare con affamati ma con
      fondamentalisti (non dico "religiosi" di
      proposito, nessun terrorista può essere
      "religioso" nel vero senso della parola,
      imho).In primo luogo ti consiglio di cercare l'etimologia di religione e religioso su www.etimo.it: potresti avere una sorpresa.Subito dopo ti invito a considerare l'ipotesi che il fanatismo alligni come un'erbaccia dove incontra terreno fertile. E' ben difficile trovare fondamentalisti laddove le esigenze primarie di sopravvivenza sono soddisfatte. Infatti questa erbaccia attecchisce abbondantemente negli USA, che celano la loro reale condizione dietro una cortina di menzogne caldeggiata dall'USIA:http://tinyurl.com/oz32oPer finire, sono tra quelli che malgrado tutte le "rassicurazioni ufficiali" e le "prove" addotte si rifiutano di accettare quella che ritengono una vicenda quantomeno sospetta se non montata ad arte per dare il là a una serie di operazioni militari in Medio Oriente altrimenti non giustificabili.Ergo: per quanto mi riguarda, il (auto)terrorismo non è nato certo l'11/9 anzi, potrei individuarne un momento topico nell'affondamento del Maine, 11/02/1898:http://tinyurl.com/lvckj
      Qual è l'alternativa, indigesta a molti dei
      lettori di PI immagino, di affiancare
      all'intelligence un maggior numero di telecamere
      nei luoghi pubblici, ad un aumento del controllo
      in rete, ad un aumento del controllo in
      generale?
      In un mondo ideale la gente non avrebbe bisogno
      di questo piccolo Grande Fratello, ma nel nostro
      mondo post 11 Settembre, voi cosa proponete ad un
      timido avanzamento stile
      orwelliano?Non esistono "piccoli" Grandi Fratelli. Non si può barattare la libertà né a piccole né a grandi dosi.
      Qualcosa di fattibile mi raccomando..In base a quali premesse, fattibile?Fattibile, per un iracheno ingiustamente aggredito nella sua terra, è prendere le armi e rispondere per le rime all'invasore. Fattibile è, per un libanese, appoggiare gli Hezbollah quali unica forza capace di contrastare gli invasori sionisti.
      Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno
      nelle vie del centro, cosa proponete di pari
      efficacia ma di minor impatto sulle
      libertà?

      Ciao.

      Nulla. Siamo sopravvissuti benissimo senza essere scandagliati per un sacco di tempo, non vedo ragioni credibili (all'infuori della propaganda interessata) per desistere dai miei diritti.

      Un pensiero alle vittime dell'11 Settembre 2001.Idem, e un altro rivolto ai VERI terroristi che hanno premeditato l'eccidio per poter meglio orchestrare i loro loschi traffici globali. Con un pensiero extra per i poveri civili libanesi massacrati dall'esercito sionista.
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        Cioé per te soluzione, riducendo ai minimi termini = eliminiamo la fame nel mondo. Fattibile, eh.
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"
          - Scritto da:
          Cioé per te soluzione, riducendo ai minimi
          termini = eliminiamo la fame nel mondo.
          Fattibile,
          eh.E' il primo passo, non necessariamente conclusivo, ed è (ed era, tecnicamente) già fattibile decenni fa.
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da:

            Cioé per te soluzione, riducendo ai minimi

            termini = eliminiamo la fame nel mondo.

            Fattibile,

            eh.

            E' il primo passo, Scusa, sono ingenuo, la pensavo più facile.
            non necessariamente
            conclusivo, ed è (ed era, tecnicamente) già
            fattibile decenni
            fa.Certamente, e babbo natale esiste.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            - Scritto da: Santos-Dumont



            - Scritto da:


            Cioé per te soluzione, riducendo ai minimi


            termini = eliminiamo la fame nel mondo.


            Fattibile,


            eh.



            E' il primo passo,

            Scusa, sono ingenuo, la pensavo più facile.Beati i poveri di spirito, perché loro sarà il regno dei cieli. (cylon)

            non necessariamente

            conclusivo, ed è (ed era, tecnicamente) già

            fattibile decenni

            fa.

            Certamente, e babbo natale esiste.Certo, l'ho conosciuto al centro commerciale e mio figlio ci ha scattato una foto insieme. Buonanotte.
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da:



            - Scritto da: Santos-Dumont





            - Scritto da:



            Cioé per te soluzione, riducendo ai minimi



            termini = eliminiamo la fame nel mondo.



            Fattibile,



            eh.





            E' il primo passo,



            Scusa, sono ingenuo, la pensavo più facile.

            Beati i poveri di spirito, perché loro sarà il
            regno dei cieli.
            (cylon)
            Lo so perfettamente che sei un CdP, non serve che lo ribadisci ogni volta.


            non necessariamente


            conclusivo, ed è (ed era, tecnicamente) già


            fattibile decenni


            fa.



            Certamente, e babbo natale esiste.

            Certo, l'ho conosciuto al centro commerciale e
            mio figlio ci ha scattato una foto insieme.
            Buonanotte.Salutamelo la prossima volta che lo vedi.
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da: Santos-Dumont

        - Scritto da: casteredandblue

        "Come se monitoraggio e controllo fossero le

        chiavi per salvare il mondo.





        Il che, ovviamente, non è."



        Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a

        tutti questi problemi,

        sentiamoli.



        Posso comprendere benissimo che si abbiano idee

        differenti e che si reputino sbagliate le
        ricette

        altrui, ma quell'ovviamente non lo

        digerisco.



        Sarei curioso di sapere come il Sig. Mantellini

        affronterebbe i problemi legati al terrorismo ed

        alla sicurezza post-11

        Settembre.



        Da fastidio anche a me il fatto che noi -

        Occidente libero e auto proclamatosi paladino

        delle libertà, cosa su cui concordo guardando le

        alternative - dobbiamo rinunciare ad una parte

        delle nostre libertà in un momento particolare,

        ma quale è l'alternativa pratica a breve

        termine?



        Un tempo si diceva di "portare il benessere"
        dove

        questo non esisteva, il problema è che oggi non

        abbiamo a che fare con affamati ma con

        fondamentalisti (non dico "religiosi" di

        proposito, nessun terrorista può essere

        "religioso" nel vero senso della parola,

        imho).

        In primo luogo ti consiglio di cercare
        l'etimologia di religione e
        religioso su www.etimo.it: potresti avere
        una
        sorpresa.Spero si sia capito che non mi va di associare termini che si rifanno ad una qualunque religione ad un terrorista. A me fa senso vedere il terrorista prima dell'attentato rivolgersi al proprio dio, così come mi fa senso che nella storia qualcuno abbia evangelizzato con la violenza.Qualunque dio sputerebbe in faccia ad uno stronzo che medita violenza di questo tipo.
        Subito dopo ti invito a considerare l'ipotesi che
        il fanatismo alligni come un'erbaccia dove
        incontra terreno fertile. E' ben difficile
        trovare fondamentalisti laddove le esigenze
        primarie di sopravvivenza sono soddisfatte.Questa era la tesi classica, non falsa ma non più del tutto vera, vedi terroristi di base in Inghilterra, middle class, alcuni ricchi etc.
        Infatti questa erbaccia attecchisce
        abbondantemente negli USA, che celano la loro
        reale condizione dietro una cortina di menzogne
        caldeggiata
        dall'USIA:
        http://tinyurl.com/oz32oQui non ti rispondo conoscendo il tuo anti americanismo perchè non si andrebbe da nessuna parte, scusami..
        Per finire, sono tra quelli che malgrado tutte le
        "rassicurazioni ufficiali" e le "prove" addotte
        si rifiutano di accettare quella che ritengono
        una vicenda quantomeno sospetta se non montata ad
        arte per dare il là a una serie di operazioni
        militari in Medio Oriente altrimenti non
        giustificabili.
        Ergo: per quanto mi riguarda, il (auto)terrorismo
        non è nato certo l'11/9 anzi, potrei individuarne
        un momento topico nell'affondamento del Maine,
        11/02/1898:
        http://tinyurl.com/lvckj


        Qual è l'alternativa, indigesta a molti dei

        lettori di PI immagino, di affiancare

        all'intelligence un maggior numero di telecamere

        nei luoghi pubblici, ad un aumento del controllo

        in rete, ad un aumento del controllo in

        generale?


        In un mondo ideale la gente non avrebbe bisogno

        di questo piccolo Grande Fratello, ma nel nostro

        mondo post 11 Settembre, voi cosa proponete ad
        un

        timido avanzamento stile

        orwelliano?

        Non esistono "piccoli" Grandi Fratelli. Non si
        può barattare la libertà né a piccole né a grandi
        dosi.Pura utopia, permettimi.Baratti la "libertà" a piccole dosi ogni giorno, vuoi per la sicurezza, vuoi per la comodità e per mille altre cose. E quando non vuoi, devi, perchè chi ti sta intorno preferisce mettersi un antifurto satellitare in macchina ed essere visualizzabile su una mappa pagando meno di assicurazione piuttosto che essere un po più "libero", farsi fottere la macchina, non recuperarla e pagare un'assicurazione più salata; preferisce avere le telecamere in centro città; preferisce usare il telepass perchè comodo, anche se i suoi spostamenti sono tracciabili; e così via con cellulari e altre mille cose.. se vuoi sentirti libero devi andare nella giungla o per assurdo crearti un villaggio stile "The Village" (un film).. perchè una società più complessa ha, per quanto visto finora, bisogno di un minimo di controllo per continuare a vivere, imho.

        Qualcosa di fattibile mi raccomando..

        In base a quali premesse, fattibile?Fattibile nel senso di realizzabile, non utopico.Fattibile è,
        per un libanese, appoggiare gli Hezbollah quali
        unica forza capace di contrastare gli invasori
        sionisti.lascio stare, scusami..

        Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno

        nelle vie del centro, cosa proponete di pari

        efficacia ma di minor impatto sulle

        libertà?



        Ciao.





        Nulla. Siamo sopravvissuti benissimo senza essere
        scandagliati per un sacco di tempo, non vedo
        ragioni credibili (all'infuori della propaganda
        interessata) per desistere dai miei
        diritti.CaXXo ma voi sosterrete sta tesi fino a quando (speriamo mai) avremo l'inferno in casa?Se mai avvenisse (spero di no) scommetto che troveresti un altro motivo per portare avanti la tesi del "meglio non fare nulla", vero? Sincero.. :DBisogna prevenire imho.

        Un pensiero alle vittime dell'11 Settembre 2001.
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"
          - Scritto da: casteredandblue[CUT]

          Spero si sia capito che non mi va di associare
          termini che si rifanno ad una qualunque religione
          ad un terrorista. A me fa senso vedere il
          terrorista prima dell'attentato rivolgersi al
          proprio dio, così come mi fa senso che nella
          storia qualcuno abbia evangelizzato con la
          violenza.
          Qualunque dio sputerebbe in faccia ad uno stronzo
          che medita violenza di questo
          tipo.Questa è una tua personale idea di religione che non riflette il concetto generale. Essere religioso significa tenere in considerazione i "numi celesti", cosa che tutti i sedicenti religiosi fanno, giustificando tutto e il contrario di tutto in nome di un mandato superiore a priori. Got mit Uns, In Hoc Signo Vinces, etc.[CUT]
          Questa era la tesi classica, non falsa ma non più
          del tutto vera, vedi terroristi di base in
          Inghilterra, middle class, alcuni ricchi
          etc.Contesto la generalità di questa affermazione.Il brasiliano Charles de Menezes non era terrorista e l'hanno brutalmente assassinato senza giustificazione. Contesto l'esistenza di un terrorismo islamico in UK, al contrario ritengo l'attentato alla metropolitana una montatura al pari dell'11/9.

          Infatti questa erbaccia attecchisce

          abbondantemente negli USA, che celano la loro

          reale condizione dietro una cortina di menzogne

          caldeggiata

          dall'USIA:

          http://tinyurl.com/oz32o

          Qui non ti rispondo conoscendo il tuo anti
          americanismo perchè non si andrebbe da nessuna
          parte,
          scusami..Effettivamente è lungo da leggere, ma l'analisi di Kleeves (che negli USA ci è vissuto) è spietata e ignorarla non ne cambia il valore di testimonianza.

          Non esistono "piccoli" Grandi Fratelli. Non si

          può barattare la libertà né a piccole né a
          grandi

          dosi.

          Pura utopia, permettimi.
          Baratti la "libertà" a piccole dosi ogni giorno,
          vuoi per la sicurezza, vuoi per la comodità e per
          mille altre cose. E quando non vuoi, devi, perchè
          chi ti sta intorno preferisce mettersi un
          antifurto satellitare in macchina ed essere
          visualizzabile su una mappa pagando meno di
          assicurazione piuttosto che essere un po più
          "libero", farsi fottere la macchina, non
          recuperarla e pagare un'assicurazione più salata;
          preferisce avere le telecamere in centro città;
          preferisce usare il telepass perchè comodo, anche
          se i suoi spostamenti sono tracciabili; e così
          via con cellulari e altre mille cose.. se vuoi
          sentirti libero devi andare nella giungla o per
          assurdo crearti un villaggio stile "The Village"
          (un film).. perchè una società più complessa ha,
          per quanto visto finora, bisogno di un minimo di
          controllo per continuare a vivere,
          imho.Ti do ragione su una cosa: il cellulare. Ma se un giorno sapessi che viene attivamente usato per monitorarmi, me ne sbarazzerei all'istante e senza remore. Sono vissuto senza cellulare per 34 anni della mia vita senza grandi problemi.Vivo per scelta e per sorte in una società meno assillata da questi patemi, casomai mi stancassi ho sempre i villaggi dei Guaranì a un tiro di schioppo: chiederò ospitalità. :DE' chiaro che in ogni società esiste una limitazione della libertà intesa come libertà assoluta (sono libero di uccidere il mio vicino per aumentare le dimensioni del mio fondo? La società è libera di ignorare il fatto che vengo ingiustamente imprigionato e deportato a Guantanamo?), ma almeno idealmente sono limitazioni dettate dalla ragione e concordate tra pari. Ora, certe limitazioni come le telecamere nei centri abitati _forse_ soddisfano il primo criterio ma certamente non soddisfano il secondo. Scrivo "forse" perché ad un vantaggio corrispondono degli svantaggi: se un teppista mi rapina dalla sua pronta individuazione me ne deriva un vantaggio; se la telecamera mi riprende mentre entro nella sede di un partito politico o di una clinica specializzata nel trattamento del cancro, i dati registrati sono potenzialmente forieri di vari problemi con il datore di lavoro, con organi di controllo spioni istituzionalizzati, etc.Inoltre non possiamo dimenticare l'impatto di certi eventi topici sulla pubblica opinione, eventi che conducono una parte della gente a chiedersi legittimamente: "Cui prodest?".Nessuno mi ha personalmente chiesto se approvassi o no queste misure restrittive, come non l'ha chiesto personalmente agli altri cittadini italiani o di altri paesi suppostamente "assediati". Ma per chidercelo, il concetto di soceità dovrebbe cambiare radicalmente e qui il discorso si allargherebbe a dismisura, dovendoti esporre l'idea di federazione anarchica. Francamente non mi sembra il caso né l'ora. :)



          Qualcosa di fattibile mi raccomando..



          In base a quali premesse, fattibile?

          Fattibile nel senso di realizzabile, non utopico.

          Fattibile è,

          per un libanese, appoggiare gli Hezbollah quali

          unica forza capace di contrastare gli invasori

          sionisti.

          lascio stare, scusami..Nema problema. [CUT]
          CaXXo ma voi sosterrete sta tesi fino a quando
          (speriamo mai) avremo l'inferno in
          casa?Non c'é nessun inferno in casa e se l'Italia smette di impicciarsi in ogni conflitto dell'area mediorientale vedrai che la pace continuerà. Finché andiamo dietro a Bush & Co. il rischio non potrà che aumentare, sarà sempre più interessante per gli USA organizzarci un affodamento del Maine in casa per giustificare un maggiore coinvolgimento. @^
          Se mai avvenisse (spero di no) scommetto che
          troveresti un altro motivo per portare avanti la
          tesi del "meglio non fare nulla", vero? Sincero..
          :DFino a prova contraria finora non è successo NULLA e NULLA mi fa pensare che sia dipeso dai "cervelloni della polizia", come li chiamarebbe il defunto Frank Zappa. Se fossi credente, cosa che non sono, accenderei un cero a qualche santo o ringrazierei Allah per la sua misericordia per non averci ancora coinvolto nelle rappresaglie di qualche (per lo più giustamente) esagitato.
          Bisogna prevenire imho.Se vuoi la pace prepara la guerra. Impero romano, sappiamo com'é finita. (cylon)
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: Santos-Dumont
            ... il concetto generale. Essere
            religioso significa tenere in considerazione i
            "numi celesti", cosa che tutti i sedicenti
            religiosi fanno, giustificando tutto e il
            contrario di tutto in nome di un mandato
            superiore a priori. Got mit Uns, In Hoc Signo
            Vinces,
            etc.Per essere religioso non è necessario essere credenti.Ogni uomo è religioso, ogni uomo si interroga sul mistero della vita. Quando impreca per una disgraszia o quando si sorprende per una gioia.Non è la fede a fare anche di te un uomo religioso, ma la tua ragione.
            se l'Italia smette di impicciarsi in ogni conflitto dell'area
            mediorientale vedrai che la pace continuerà.Anche se so che firmerò la mia condanna ad entrare nella polemica mi sento in obbligo di rispondere pure a questo.Per quante responsabilità tu possa imputare all'italia nell'"invasione" dell'iraq, la pace non si guadagna standosene in pace.Se tu vedi litigare due tuoi amici saresti un idiota se non ti frapponessi, e magari fossi anche costretto a smollare qualche sganassone per farli rinsavire. Perchè se il giorno dopo venissi a sapere che per sbaglio causa uno spintone uno dei due fosse banalmente morto sbattendo la testa ti rimproveresti non poco l'indolenza, la pigrizia, la non voglia di immischiarsi in un problema non tuo che sapevi di non essere in grado di risolvere ma solo di sbollire un po.Solo perchè si è conscienti di non essere sufficientemente giusti, imparziali, buoni...quello che ti pare, per poter porre fine ad un problema, non significa, che il proprio apporto sia inutile, se non addirittura indispensabile, per quanto non risolutorio e definitivo.Tutto ciò per dire che la pace data dallo stare in pace è solo un'illusione data dall'oblio, non si può ignorare un problema sperando solo che questo problema non ci raggiunga personalmente, per quanto spinoso e perricoloso possa essere.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            - Scritto da: Santos-Dumont


            ... il concetto generale. Essere

            religioso significa tenere in considerazione i

            "numi celesti", cosa che tutti i sedicenti

            religiosi fanno, giustificando tutto e il

            contrario di tutto in nome di un mandato

            superiore a priori. Got mit Uns, In Hoc Signo

            Vinces,

            etc.

            Per essere religioso non è necessario essere
            credenti.
            Ogni uomo è religioso, ogni uomo si interroga sul
            mistero della vita. Quando impreca per una
            disgraszia o quando si sorprende per una
            gioia.
            Non è la fede a fare anche di te un uomo
            religioso, ma la tua
            ragione.Ovviamente come ateo (e forte dell'etimologia del termine) non sono d'accordo. Con la mia ragione ho lottato per anni contro l'indottrinamento religioso imperante in Italia; grazie a una famiglia non particolarmente pervicace e alla mia innata resistenza all' autorità irrazionale (ringraziamo Russel per la definizione) mi sono liberato dai lacciuoli di SMC (Santa Madre Chiesa) e di ogni altro culto. Indubbiamente questa scelta crea problemi a non finire, ma come dichiara il Satana di Milton meglio regnare all'inferno che servire in paradiso .

            se l'Italia smette di impicciarsi in ogni
            conflitto
            dell'area

            mediorientale vedrai che la pace continuerà.

            Anche se so che firmerò la mia condanna ad
            entrare nella polemica mi sento in obbligo di
            rispondere pure a
            questo.

            Per quante responsabilità tu possa imputare
            all'italia nell'"invasione" dell'iraq, la pace
            non si guadagna standosene in
            pace.
            Se tu vedi litigare due tuoi amici saresti un
            idiota se non ti frapponessi, e magari fossi
            anche costretto a smollare qualche sganassone per
            farli rinsavire.La premessa è inaccettabile, ossia che quanto valido per i rapporti interpersonali sia estendibile su larga scala ai rapporti tra popoli e nazioni. Ma fingiamo per amor di discussione che sia possibile. No, io lascio che si menino per bene, quando poi sono a terra stremati gli vado vicino e gli rido in faccia, suggerendogli (in virtù della mia consolidata pigrizia) di adottare futuramente strumenti di dialogo fondati più sull'1% di ispirazione e meno sul 99% di traspirazione. Una scazzottata raramente conduce agli esiti tragici che suggerisci.
            Perchè se il giorno dopo venissi a sapere che per
            sbaglio causa uno spintone uno dei due fosse
            banalmente morto sbattendo la testa ti
            rimproveresti non poco l'indolenza, la pigrizia,
            la non voglia di immischiarsi in un problema non
            tuo che sapevi di non essere in grado di
            risolvere ma solo di sbollire un
            po.Chi sarebbe responsabile?!? Non accetto questo tipo di raziocinio (che peraltro sottende il tipico senso di colpa cattolico), ognuno di noi è grande a sufficienza per prendersi la responsabilità delle proprie azioni. Una posizione quale quella che descrivi la riterrei ragionevole solo nel dirimere una lite tra bambini, altrimenti trattasi solo di un caso di paternalismo. Il paternalismo tra nazioni è una faccia della dittatura.
            Solo perchè si è conscienti di non essere
            sufficientemente giusti, imparziali,
            buoni...quello che ti pare, per poter porre fine
            ad un problema, non significa, che il proprio
            apporto sia inutile, se non addirittura
            indispensabile, per quanto non risolutorio e
            definitivo.Sfondi una porta aperta, non sono certo tipo da tirarmi indietro per timore del fallimento o della mia "insufficienza". Anzi, ti dirò che in ultima analisi ritengo tutti noi già perfetti nel senso di perfezione in cammino, considero l'errore semplicemente un percorso errato in meno da scegliere tra quelli disponibili.
            Tutto ciò per dire che la pace data dallo stare
            in pace è solo un'illusione data dall'oblio, non
            si può ignorare un problema sperando solo che
            questo problema non ci raggiunga personalmente,
            per quanto spinoso e perricoloso possa
            essere.E' solo una questione di "stomaco", se mi passi il termine. C'è chi ha una propensione interventista o votata all'attacco, chi invece privilegia il non interventismo e la difesa. Il sottoscritto appartiene alla seconda categoria per vocazione. Non intendo passare il mio tempo limitato su questo pianeta a preoccuparmi di eventi che probabilmente non si verificheranno mai. Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"

          Pura utopia, permettimi.
          Baratti la "libertà" a piccole dosi ogni giorno,
          vuoi per la sicurezza, vuoi per la comodità e per
          mille altre cose. E quando non vuoi, devi, perchè
          chi ti sta intorno preferisce mettersi un
          antifurto satellitare in macchina ed essere
          visualizzabile su una mappa pagando meno di
          assicurazione piuttosto che essere un po più
          "libero", farsi fottere la macchina, non
          recuperarla e pagare un'assicurazione più salata;
          preferisce avere le telecamere in centro città;
          preferisce usare il telepass perchè comodo, anche
          se i suoi spostamenti sono tracciabili; e così
          via con cellulari e altre mille cose.. se vuoi
          sentirti libero devi andare nella giungla o per
          assurdo crearti un villaggio stile "The Village"
          (un film).. perchè una società più complessa ha,
          per quanto visto finora, bisogno di un minimo di
          controllo per continuare a vivere,
          imho.La libertà è un diritto costituzionale non dovrebbe essere tolta con delle leggi normali, ma con delle leggi speciali autorizzate dalla magistratura per periodi di tempo limitati. E poi rinunciare alla libertà conservando la libertà di non continuare a farlo è diverso che rinunciare per sempre.
    • Anonimo scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      - Scritto da: casteredandblue
      "Come se monitoraggio e controllo fossero le
      chiavi per salvare il mondo.


      Il che, ovviamente, non è."

      Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a
      tutti questi problemi,
      sentiamoli.

      Posso comprendere benissimo che si abbiano idee
      differenti e che si reputino sbagliate le ricette
      altrui, ma quell'ovviamente non lo
      digerisco.Io credo che non sia necessario avere una soluzione per constatare il fallimento di un'altra soluzione.E questo è evidente, logico.Che tu lo digerisca o meno.Se con i tuoi occhi vedi, con i giornali hai testimonianza, con gli esperti hai analisi... ma di un RISULTATO ... beh, questo è vero o falso a prescindere dalla presentazione di una alternativa.
    • soulista scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      - Scritto da: casteredandblue
      Da fastidio anche a me il fatto che noi -
      Occidente libero e auto proclamatosi paladino
      delle libertà, cosa su cui concordo guardando le
      alternative - dobbiamo rinunciare ad una parte
      delle nostre libertà in un momento particolare,
      ma quale è l'alternativa pratica a breve
      termine?Io non ho paura dei terroristi. A me spaventa di più un Tony Blair che dichiara di non pensarci due volte a passare sopra i diritti umani in nome della sicurezza; mi spaventa il clima di diffidenza che si é creato tra le persone, il rifugiarsi in internet per sfuggire ai rapporti umani reali (pieni di pericoli); mi spaventa il "grande fratello" e non mi riferisco alla CIA, alla NSA, al CCD-CDU, agli AC/DC... ma ai nostri vicini, pronti a denunciare ogni nostro comportamento sospetto.Il pretendere una ricetta a breve termine contro il terrorismo é pura utopia, perchè il terrorismo nasce da secoli e secoli di odio e avidità e da governi che non hanno mai saputo gestire la politica e l'economia in tempo di pace.L'idea del complotto nasce perchè chi ci governa non agisce in modo trasparente, perchè c'é troppa gente morta senza un perchè, perchè ci sono troppe domande senza risposta... non abbiamo in mano le prove, ma SAPPIAMO che c'é qualcosa che non va', quando vediamo in televisione quelle facce pulite, quei sorrisi a trentadue denti, quei proclami trionfalistici e demagogici...Vuoi commemorare le vittime del 11 settembre? Cominciamo dai milioni di morti causati da una guerra mondiale, la prima, che é iniziata senza i popoli la volessero; che dire della seconda guerra mondiale, provocata da un pazzoide, finanziato, appoggiato e protetto da tutte le potenze mondiali? Passiamo anche per le centinaia di migliaia di morti causati dal terrorismo armato dalla CIA nel sudamerica... mi si sta inacidedo il sangue, ma voglio anche ricordarti le vittime del Vajont e dello tsunami nel sud-est asiatico: anche loro sono vittime di qualche persona senza scrupoli che preferisce risolvere il problemi passando sopra ad un po' di persone, piuttosto che lavorare per migliorarne le condizioni.Tutte queste sono vittime del 11 settembre-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 11.33-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da: soulista
        Vuoi commemorare le vittime del 11 settembre?
        Cominciamo dai milioni di morti causati da una
        guerra mondiale, la prima, che é iniziata senza i
        popoli la volessero; che dire della seconda
        guerra mondiale, provocata da un pazzoide,
        finanziato, appoggiato e protetto da tutte le
        potenze mondiali? Passiamo anche per le centinaia
        di migliaia di morti causati dal terrorismo
        armato dalla CIA nel sudamerica... mi si sta
        inacidedo il sangue,
        Tutte queste sono vittime del 11 settembreChissà perchè mancano sempre le vittime dei regimi comunisti, non volete proprio prenderne coscienza.E poi prendere sempre le parti dell'uno o dell'altro non avete mai un proprio personale pensiero che parta dalla vostra esperienza, incarnate fedelmente l'uno o l'altro estremo sembra una sfilata di moda perchè non c'è niente di originale in tutto ciò non dovete far altro che imitare i portabandiera dell'ideologia che avete abbraccaito, senza il minimo spirito autocritico, siete già stati costretti a scegliere cosa è vero e cosa no dall'ideologia che vi è caduta addosso e vi sovrasta. Non vi viene mai in mentre di dubitare, di se, di chi la pensa come se. Siete dei sentimentali non dei razionalisti figli della rivoluzione francese, vi schierate subito a testa china a favore di chi siete innamorati.
        • soulista scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"
          - Scritto da:
          Chissà perchè mancano sempre le vittime dei
          regimi comunisti, non volete proprio prenderne
          coscienza.
          E poi prendere sempre le parti dell'uno o
          dell'altro non avete mai un proprio personale
          pensiero che parta dalla vostra esperienza,
          incarnate fedelmente l'uno o l'altro estremo
          sembra una sfilata di moda perchè non c'è niente
          di originale in tutto ciò non dovete far altro
          che imitare i portabandiera dell'ideologia che
          avete abbraccaito, senza il minimo spirito
          autocritico, siete già stati costretti a
          scegliere cosa è vero e cosa no dall'ideologia
          che vi è caduta addosso e vi sovrasta. Non vi
          viene mai in mentre di dubitare, di se, di chi la
          pensa come se. Siete dei sentimentali non dei
          razionalisti figli della rivoluzione francese, vi
          schierate subito a testa china a favore di chi
          siete
          innamorati.le vittime dei regimi comunisti non sono vittime del "11 settembre", nemmeno le vittime dei regimi nazi-fascisti.Quelle del 11 settembre sono le vittime l'ipocrisia delle nostre democrazie, che parlano di libertà, uguaglianza e fraternità e poi agiscono in nome di un dio tutto loro, passando sopra i diritti dei più deboli.Tu sei sorpassato: parli ancora di ideologie quando si capisce chiaramente che non esistono più... e forse non sono mai esistite. Sono esistiti pensatori illuminati e scienziati e profeti, attivisti e anche generali che hanno cercato di creare un mondo migliore e sono esistiti politici, dittatori e conquistadores che hanno preso le idee, interpretate nel modo in cui volevano e in nome di queste sterminato popolazioni.Le persone intelligenti non appartengono a nessuna ideologia, quelle ignoranti si fanno etichettare ed etichettano con gusto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 13.01-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: soulista
            le vittime dei regimi comunisti non sono vittime
            del "11 settembre", nemmeno le vittime dei regimi
            nazi-fascisti.

            Quelle del 11 settembre sono le vittime
            l'ipocrisia delle nostre democrazie, che parlano
            di libertà, uguaglianza e fraternità e poi
            agiscono in nome di un dio tutto loro, passando
            sopra i diritti dei più
            deboli.credevo che il comunismo agisse per le stesse ragioni e negli stessi modi, scusami.
            Tu sei sorpassato: parli ancora di ideologie
            quando si capisce chiaramente che non esistono
            più... e forse non sono mai esistite. eh già.non so cosa pensi che sia una ideologia ma guarda che non è cos' complicato. brutalmente e rozzamente poteri definirla un insieme di pensieri di convinzioni che esrvono per misurare la realtà, aprioristicamente, un po quello che fa ognuno di noi quando si alza alla mattina e inizia a vivere, perchè nessuno tutte le mattine ha voglia di scoprire se è davvero il detentore della verità. Solo che certe volte queste idee si diffondono, certi ci fondano un movimento, un partito sopra perchè pensano che anche gli altri debbano pensarla come loro, a volte non è proprio un partito è più una dittatura ma che cambia, il succo è importante.
            Sono
            esistiti pensatori illuminati e scienziati e
            profeti, attivisti e anche generali che hanno
            cercato di creare un mondo migliore e sono
            esistiti politici, dittatori e conquistadores che
            hanno preso le idee, interpretate nel modo in cui
            volevano e in nome di queste sterminato
            popolazioni.Ridurre i mali della storia a dei personaggi è molto pericoloso, non prendere in considerazione che un'ideologia, può essere pericolosa a priori, ma credere che il problema sia solo la modalità con cui viene applicata dalle persone che la abbracciano, è una bella illusione all'americana, per cui i cattivi poverini sono nati cosi ( chissà perchè ci si ostina ancora a cercare il gene della cattiveria ) e per loro non c'è niente da fare, la redenzione è un'illusione chi è nato cattivo merita appunto la pena di morte.
            Le persone intelligenti non appartengono a
            nessuna ideologia, quelle ignoranti si fanno
            etichettare ed etichettano con
            gusto.davvero pensi di essere immune a pregiudizi, o forse escludi anche te dalla categoria astratta delle persone intelligenti
          • soulista scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            Le persone intelligenti non appartengono a

            nessuna ideologia, quelle ignoranti si fanno

            etichettare ed etichettano con

            gusto.

            davvero pensi di essere immune a pregiudizi, o
            forse escludi anche te dalla categoria astratta
            delle persone
            intelligentivolevo articolare una risposta... ma poi ho pensato che sta polemica te la sei creata da solo e non voglio entrare nel tuo incubo: ne ho già di miei.Comunque si. Io sono immune da pregiudizi.Buonanotte.
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: soulista

            - Scritto da:



            Le persone intelligenti non appartengono a


            nessuna ideologia, quelle ignoranti si fanno


            etichettare ed etichettano con


            gusto.



            davvero pensi di essere immune a pregiudizi, o

            forse escludi anche te dalla categoria astratta

            delle persone

            intelligenti

            volevo articolare una risposta... ma poi ho
            pensato che sta polemica te la sei creata da solo
            e non voglio entrare nel tuo incubo: ne ho già di
            miei.

            Comunque si. Io sono immune da pregiudizi.
            be quest'ultima affermazione vanifica ogni tua parola, se non sei sufficientemente umile da ammettere che tu vivi in funzione di pregiudizi significa che non hai coscienza di te stesso piu di quanta non ne abbia un bimbo.
          • soulista scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da:

            - Scritto da: soulista



            - Scritto da:





            Le persone intelligenti non appartengono a



            nessuna ideologia, quelle ignoranti si fanno



            etichettare ed etichettano con



            gusto.





            davvero pensi di essere immune a pregiudizi, o


            forse escludi anche te dalla categoria
            astratta


            delle persone


            intelligenti



            volevo articolare una risposta... ma poi ho

            pensato che sta polemica te la sei creata da
            solo

            e non voglio entrare nel tuo incubo: ne ho già
            di

            miei.



            Comunque si. Io sono immune da pregiudizi.



            be quest'ultima affermazione vanifica ogni tua
            parola, se non sei sufficientemente umile da
            ammettere che tu vivi in funzione di pregiudizi
            significa che non hai coscienza di te stesso piu
            di quanta non ne abbia un
            bimbo.Tu ragioni in funzione della tua testa... il che mi pare un limite enorme.
    • Anonimo scrive:
      y86g6rd65rf78yh9uiuhkughjdisdoufgrtiuyih

      ma quale è l'alternativa pratica a breve
      termine?Ammettiamo che l'aids non abbia una cura, ma non ammettiamo di rinchiudere tutti i sieropositivi in celle d'isolamento. Perché lo stesso non deve avvenire con il terrorismo? Il terrorismo è una malattia psicologica (chiunque ne sia l'autore, islamici o lobby "segrete") e va curata più con la prevenzione e la comprensione delle cause che con le sedie elettriche o la demonizzazione (lo stesso "cospirazionismo" non serve se va oltre la giusta idea di tenere gli occhi aperti) L'idea di fare del mondo un grande carcere perché siano preventivamente colpiti tutti i reati non è la cosa più intelligente da fare, perché ci toglie proprio quello che il terrorismo colpisce (la libertà). Buttare il bambino con la scusa dell'acqua sporca significa essere volutamente o meno dalla parte dei terroristi (dell'acqua sporca) Sia i terroristi che il braccio della legge vuole toglierci la libertà, questo spiega le idee cospirazioniste (anche se non le giustifica come atto di fede)
      Qual è l'alternativa, indigesta a molti dei
      lettori di PI immagino, di affiancare
      all'intelligence un maggior numero di telecamere
      nei luoghi pubblici, ad un aumento del controllo
      in rete, ad un aumento del controllo in
      generale?L'aumento del controllo in rete, per essere efficace, dovrebbe estendersi a tutto il pianeta. E' assurdo controllare solo l'italia, mentre dal pakistan o dall'iran si possono montare server per scambiarsi informazioni liberamente.

      In un mondo ideale la gente non avrebbe bisogno
      di questo piccolo Grande Fratello, ma nel nostro
      mondo post 11 Settembre, voi cosa proponete ad un
      timido avanzamento stile
      orwelliano?

      Qualcosa di fattibile mi raccomando..Se la soluzione è peggiore del problema anche nulla.

      Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno
      nelle vie del centro, cosa proponete di pari
      efficacia ma di minor impatto sulle
      libertà?Nessuna telecamera, così uno crede di non essere spiato e non diventa bravo a nascondersi
    • Anonimo scrive:
      La politica può fare meglio di così
      - Scritto da: casteredandblue
      "Come se monitoraggio e controllo fossero le
      chiavi per salvare il mondo.
      Da fastidio anche a me il fatto che noi -
      Occidente libero e auto proclamatosi paladino
      delle libertà, cosa su cui concordo guardando le
      alternative - dobbiamo rinunciare ad una parte
      delle nostre libertà in un momento particolare,
      ma quale è l'alternativa pratica a breve
      termine?Andare alle cause e lottare per eliminare quelle, non accumulare "potere" contro milioni di cittadini normali, abusando - i fatti lo hanno già dimostrato - di mezzi d'indagine quali telecontrolli e intercettazioni.Non è una stranezza che ci sia un potere separato dalle forze di polizia che, in condizioni ordinarie, autorizza o nega le indagini a tappeto o contro persone non realisticamente sospette. Purtroppo le leggi "speciali e antiterrorismo" bypassano le tutele democratiche raccontandoci che così saremo più sicuri...

      Un tempo si diceva di "portare il benessere" dove
      questo non esisteva, il problema è che oggi non
      abbiamo a che fare con affamati ma con
      fondamentalisti (non dico "religiosi" di
      proposito, nessun terrorista può essere
      "religioso" nel vero senso della parola,
      imho).Ma i fondamentalisti non vivono su Marte. Se esiste un ampio sostegno alle loro azioni ci sono evidenti ragioni che andrebbero combattute. Non poti ogni singola malerba spunta sul terreno, ma lavori il terreno affinchè non attecchiscano. Saggezza contadina che servirebbe anche oggi.

      Qualcosa di fattibile mi raccomando..

      Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno
      nelle vie del centro, cosa proponete di pari
      efficacia ma di minor impatto sulle
      libertà?L'efficacia di certe misure è tutta da dimostrare. Una seria intelligence sul campo ha molta più efficacia.Resta il fatto che il controllo politico delle risorse e la loro utilizzazione sostenibile fanno molto a prezzo minore. Riduciamo le pressioni per l'accesso all'energia, alla sanità, all'istruzione. Evitiamo di sfruttare certe popolazioni per risparmiare in casa nostra (off-shoring), insomma facciamo un discorso politico serio a livello globale e smettiamola di sparare al primo popolo scomodo per metterlo a tacere. Se vuoi ne riparliamo con calma e metodo. Ora non posso dilungarmi in questo post.Ciao
      Un pensiero alle vittime dell'11 Settembre 2001.Questo lo condivido, e lo estendo alle vittime innocenti di ogni strage.
    • puffetta scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      - Scritto da: casteredandblue
      "Come se monitoraggio e controllo fossero le
      chiavi per salvare il mondo.


      Il che, ovviamente, non è."

      Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a
      tutti questi problemi,
      sentiamoli.

      Posso comprendere benissimo che si abbiano idee
      differenti e che si reputino sbagliate le ricette
      altrui, ma quell'ovviamente non lo
      digerisco.

      Sarei curioso di sapere come il Sig. Mantellini
      affronterebbe i problemi legati al terrorismo ed
      alla sicurezza post-11
      Settembre.

      Da fastidio anche a me il fatto che noi -
      Occidente libero e auto proclamatosi paladino
      delle libertà, cosa su cui concordo guardando le
      alternative - dobbiamo rinunciare ad una parte
      delle nostre libertà in un momento particolare,
      ma quale è l'alternativa pratica a breve
      termine?

      Un tempo si diceva di "portare il benessere" dove
      questo non esisteva, il problema è che oggi non
      abbiamo a che fare con affamati ma con
      fondamentalisti (non dico "religiosi" di
      proposito, nessun terrorista può essere
      "religioso" nel vero senso della parola,
      imho).

      Qual è l'alternativa, indigesta a molti dei
      lettori di PI immagino, di affiancare
      all'intelligence un maggior numero di telecamere
      nei luoghi pubblici, ad un aumento del controllo
      in rete, ad un aumento del controllo in
      generale?

      In un mondo ideale la gente non avrebbe bisogno
      di questo piccolo Grande Fratello, ma nel nostro
      mondo post 11 Settembre, voi cosa proponete ad un
      timido avanzamento stile
      orwelliano?

      Qualcosa di fattibile mi raccomando..

      Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno
      nelle vie del centro, cosa proponete di pari
      efficacia ma di minor impatto sulle
      libertà?

      Ciao.




      Un pensiero alle vittime dell'11 Settembre 2001.Un pensiero a tutte le vittime del capitalismo e non solo a quelle dell'11 settembre.Io non propongo niente, esprimo solo la mia idea:Siamo nel 21esimo secolo in un mondo globalizzato controllato dalle industrie e vigilato dagli Stati. In un epoca dove la tecnologia unisce tutti gli Stati e più che aspettarci guerre dagli stati, dopo i fatti dell'11 settembre, ci si aspetta attacchi da chiunque intenda organizzarsi contro gli Stati. Gli Stati dominanti intendono combattere contro questo rischio usando metodi restrittivi nei confronti della libertà di ognuno di noi in modo da avere più controllo contro un nemico ignoto, ma non la capacità di fermarlo. Per farlo entrano nella nostra privacy e adesso al rischio si aggiunge anche la restrizione.A questo punto se il "rischio" esisterà sempre e siamo tutti a rischio, le restrizioni servono? Possono anche servire ma non sempre potranno fermare per cui ci troviamo a sceglire il grado di rischio ma non la sicurezza in cambio della nostra privacy.Personalmente preferisco che esista solo il rischio e non la restrizione con tutti i cazzi e mazzi che ne deriva e che gli Stati ritornino alla politica della diplomazia.
    • Anonimo scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      - Scritto da: casteredandblue
      Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno
      nelle vie del centro, cosa proponete di pari
      efficacia ma di minor impatto sulle
      libertà?Efficacia? ti risulta per caso che le telecamere presenti in TUTTE le banche abbiano fatto terminare le rapine?Chissà perchè "qualcuno" si ostina acontinuare a pagare guardie giurate e assicurazioni?Abbiamo la telecamera no?
    • Anonimo scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"
      - Scritto da: casteredandblue
      "Come se monitoraggio e controllo fossero le
      chiavi per salvare il mondo.


      Il che, ovviamente, non è."

      Ovviamente il Sig. Mantellini avrà una ricetta a
      tutti questi problemi,
      sentiamoli.

      Posso comprendere benissimo che si abbiano idee
      differenti e che si reputino sbagliate le ricette
      altrui, ma quell'ovviamente non lo
      digerisco.

      Sarei curioso di sapere come il Sig. Mantellini
      affronterebbe i problemi legati al terrorismo ed
      alla sicurezza post-11
      Settembre.E' semplice: basta smetterla di bombardare le case altrui, smetterla di finanziare ed armare i terroristi quando fa comodo, smetterla di accogliere gli immigrati a calci nel culo ed infine aspettare una cinquantina d'anni che tutto il veleno che abbiamo sparso per il mondo si sia finalmente dissolto.
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"

        infine aspettare una cinquantina d'anni che tutto
        il veleno che abbiamo sparso per il mondo si sia
        finalmente
        dissolto.
        mhhh 50? ... secondo me non bastano!
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"


        E' semplice: basta smetterla di bombardare le
        case altrui, smetterla di finanziare ed armare i
        terroristi quando fa comodo, smetterla di
        accogliere gli immigrati a calci nel culo ed
        infine aspettare una cinquantina d'anni che tutto
        il veleno che abbiamo sparso per il mondo si sia
        finalmente
        dissolto.
        Naaah, ammazziamoli tutti e buonanotte.
    • reXistenZ scrive:
      Re: "il che ovviamente non è"

      In un mondo ideale la gente non avrebbe bisogno
      di questo piccolo Grande Fratello, ma nel nostro
      mondo post 11 Settembre, voi cosa proponete ad un
      timido avanzamento stile
      orwelliano?

      Qualcosa di fattibile mi raccomando..

      Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno
      nelle vie del centro, cosa proponete di pari
      efficacia ma di minor impatto sulle
      libertà?

      Ciao.

      Un pensiero alle vittime dell'11 Settembre 2001.Hai proprio perso il senso della misura. L'11 settembre 2001 sono morte 3/4mila persone. Le vittime scatenate dalla guerre che ne sono seguite sono cento volte tanto.E tu hai il coraggio di legittimare un sistema che oltre a provocare criminalmente morte e distruzione in tutto il mondo, spia la vita di milioni di persone (facendone pagare i costi a questi), per prevenire cosa (?), qualche altro migliaio di morti? Anzi, hai anche il coraggio di chiedere un'alternativa credibile?
      • Anonimo scrive:
        Re: "il che ovviamente non è"
        - Scritto da: reXistenZ

        In un mondo ideale la gente non avrebbe bisogno

        di questo piccolo Grande Fratello, ma nel nostro

        mondo post 11 Settembre, voi cosa proponete ad
        un

        timido avanzamento stile

        orwelliano?



        Qualcosa di fattibile mi raccomando..



        Per una telecamera che vi riprende 24h al giorno

        nelle vie del centro, cosa proponete di pari

        efficacia ma di minor impatto sulle

        libertà?



        Ciao.



        Un pensiero alle vittime dell'11 Settembre 2001.

        Hai proprio perso il senso della misura. L'11
        settembre 2001 sono morte 3/4mila persone. Le
        vittime scatenate dalla guerre che ne sono
        seguite sono cento volte
        tanto.falso.
        E tu hai il coraggio di legittimare un sistema
        che oltre a provocare criminalmente morte e
        distruzione in tutto il mondo, spia la vita di
        milioni di persone (facendone pagare i costi a
        questi), per prevenire cosa (?), qualche altro
        migliaio di morti?si, ed io con lui

        Anzi, hai anche il coraggio di chiedere
        un'alternativa
        credibile?
        si.argomentazioni zero.accendi il cervello, spegni l'ideologia che hai in quella testolina.
        • reXistenZ scrive:
          Re: "il che ovviamente non è"
          L'11

          settembre 2001 sono morte 3/4mila persone. Le

          vittime scatenate dalla guerre che ne sono

          seguite sono cento volte

          tanto.

          falso.Dimmele tu quante sono.

          E tu hai il coraggio di legittimare un sistema

          che oltre a provocare criminalmente morte e

          distruzione in tutto il mondo, spia la vita di

          milioni di persone (facendone pagare i costi a

          questi), per prevenire cosa (?), qualche altro

          migliaio di morti?

          si, ed io con luiNon pensavo certo che fosse il solo.

          Anzi, hai anche il coraggio di chiedere

          un'alternativa

          credibile?



          si.

          argomentazioni zero.Mi inchino di fronte alle tue.
          accendi il cervello, spegni l'ideologia che hai
          in quella
          testolina.E poi? Devo scoreggiare per farti contento del tutto?
          • Anonimo scrive:
            Re: "il che ovviamente non è"
            - Scritto da: reXistenZMa lascialo perdere, scrive da una stanza imbottita.
Chiudi i commenti