SMS di massa per scovare i teppisti

La partita tra Ajax e Feyenoord è finita in tafferugli e la polizia olandese ha mandato 17.000 SMS agli utenti GSM nei paraggi dello scontro: Dateci informazioni sui vandali. Risultato? 100 arresti


Roma – Si sa, Rotterdam è rinomata per essere una città con una agguerrita comunità di ultras ed hooligan: la polizia olandese, forte della collaborazione volontaria dei maggiori operatori di telefonia mobile, ha consegnato alla giustizia 100 tifosi violenti grazie a 17.000 messaggi SMS . I supporter delle squadre di calcio Ajax e Feyenoord, acerrime rivali, si erano scontrati all’uscita dello stadio dopo un match causando danni importanti alla città, ai passanti ed alle stesse forze dell’ordine.

L’idea della polizia, comunica in una nota ufficiale il portavoce Ger de Jong, è stata di appoggiarsi alla struttura della rete GSM per identificare gli autori dei pesanti tafferugli: è bastato che gli operatori di telefonia fornissero i tabulati degli utenti in transito tra le “celle” che costituiscono l’invisibile scacchiere della rete telefonica senza fili.

Attraverso questo semplice espediente di geolocalizzazione , le forze dell’ordine hanno ottenuto una lista di 17.000 numeri, ai quali non era associato il nome degli utenti. Questi sono stati immediatamente raggiunti da un SMS informativo proveniente dal dipartimento di polizia di Amsterdam: “Probabilmente, i colpevoli che hanno visto arrivare l’SMS hanno pensato di essere già nei guai e di avere la polizia alle calcagna”, suggerisce de Jong.

Questo astuto deterrente psicologico , possibile solo grazie all’onnipresenza ed alla pervasività di terminali GSM, è riuscito perfettamente nel suo intento. L’operazione si è conclusa con circa 100 arresti: molti dei soggetti coinvolti negli scontri, affermano le fonti ufficiali, si sarebbero autodenunciati presso le stazioni di polizia.

“Abbiamo applicato un vecchio trucco utilizzato da anni per condurre le indagini”, conclude de Jong: “Prima pubblicavamo appelli sui giornali, adesso lo facciamo attraverso i nuovi media”. Il poliziotto ha più volte sottolineato l’assoluto spirito di collaborazione dimostrato dagli operatori telefonici: “Non sono stati ottenuti nominativi, ma solo numeri”.

Tuttavia l’episodio getta numerosi interrogativi sull’effettiva e potenzialmente pericolosa ambivalenza della tecnologia cellulare impiegata nella comunicazione mobile. Una questione centrale sulla quale l’episodio di Rotterdam è destinato a pesare non poco.

T.L.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Se i VW, allora le softwarehouse...
    Se i viruswriter ci mettono 5 giorni a sfruttare una falla, la softwarehouse deve metterci ***TRE*** giorni a correggerla!E 3 giorni sono sicuramente sufficienti se si ha gia' predisposto una versione ready-to-be-patched da correggere e rilasciare subito.Correggere una vulnerabilita' quasi sempre e' cosa da 2 righe di codice. Si prendano i buffer overflow tanto spesso usati per bucare. Correggerli e' elementare e la correzione e' perfettamente retrocompatibile.
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: Se i VW, allora le softwarehouse...

      Se i viruswriter ci mettono 5 giorni a sfruttare
      una falla, la softwarehouse deve metterci
      ***TRE*** giorni a correggerla!Normalmente si tratta di 5 gg dall'uscita della patch.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
      infatti la patch per zotob era già a posto, bastava avere l'update attivocmq a proposito date un'occhiata qua:http://www.pc-vs-mac.com/data/articoli/dettaglio/70.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
        raramente ho perso così tanto tempo a leggere una cosa più stupida, secondo quell' "articolo" (ma dai, l'ha scritto un ragazzino?) anche tu sei un virus, quindi smettila di danneggiare la gente e non postare mai più quel link, GRAZIE
        • Anonimo scrive:
          Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
          - Scritto da: Anonimo
          raramente ho perso così tanto tempo a leggerevero!
          una
          cosa più stupida,diciamo che ormai preferisci credere nelle leggende o leggere le grandi verità di pi (chi quel grande acher che aveva trovato una falla in tutti i browser? quella falla che permetteva di direzionarti verso un sito diverso da quello che credevi....mi pare 'acciuga' o qualcosa di simile e la falla erano gli eventi muose di jscript)
          secondo quell' "articolo" (ma
          dai, l'ha scritto un ragazzino?no uno molto più obiettivo di te!
          ) anche tu sei un
          virus, quindi smettila di danneggiare la gente e
          non postare mai più quel link, GRAZIEtu oltre che un virus sei pure un trojan percui segui l'esempio da te suggerito...poi lo faccio anche io...poi il resto del mondo ....poi buttiamo i pc nel cabinetto....ma non era meglio che prima cercavi di capire quello che leggevi con occhio meno religioso?
          • Anonimo scrive:
            Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            raramente ho perso così tanto tempo a leggere

            vero!
            verissimo! ho una biblioteca piena di libri tecnici e sono tutti molto interessanti. Quelli della newnes li trovo molto interessanti, e comprendono libri sia di facile lettura che libri più pesantelli che richiedono conoscenze ingegneristiche per essere letti


            una

            cosa più stupida,

            diciamo che ormai preferisci credere nelle
            leggende o leggere le grandi verità di pi (PI lo leggo per stare un po' aggiornato con le novità e per leggere i post stupidi


            secondo quell' "articolo" (ma

            dai, l'ha scritto un ragazzino?

            no uno molto più obiettivo di te!mah, anche il mio commento ti assicuro che era obiettivissimo, infatti non ho riscontrato nessun commento tecnico, e non c'é nessun cenno al fatto che gli OS *nix sono nati con il concetto di sicurezza per la rete, e al fatto che il codice di linux é aperto, non da ultimo il codice di linux é 1/10 di quello di win, il resto vien da se


            ) anche tu sei un

            virus, quindi smettila di danneggiare la gente
            e

            non postare mai più quel link, GRAZIE

            tu oltre che un virus sei pure un trojan percui
            segui l'esempio da te suggerito...poi lo faccio
            anche io...poi il resto del mondo ....poi
            buttiamo i pc nel cabinetto....mi sembra un po' una stupidata, ma forse non sarebbe poi tanto una cattiva idea...Riprendendo il discorso, secondo me il fatto che win abbia più virus non é dovuto al fatto che sia maggiormente diffuso, ma al fatto che se uno usa win e vuole fare una cosa figa cosa fa? fa un virus o cracca un programma e se la tira con gli amiciMentre se uno usa linux e vuole impressionare gli amichetti trova e coregge una falla, scrive modifica un modulo del kernel e così viaMi é venuta in mente adesso quest'idea, ma penso proprio che non sia cosi stupida e fuori luogo, che ne pensi caro amico virus?ciao
        • Gianluca70 scrive:
          Un altro che legge come gli garba...
          - Scritto da: Anonimo
          raramente ho perso così tanto tempo a leggere una
          cosa più stupidaSe hai argomentazioni piu' intelligenti, falle sapere ai gestori del sito e a noi, con tanto di riferimenti, come raccomandato nelle avvertenze del suddetto sitohttp://www.pc-vs-mac.com/aboutus/avvertenze.htmlLe avevi lette?Pare di no.
          secondo quell' "articolo" (ma
          dai, l'ha scritto un ragazzino?) anche tu sei un
          virus, quindi smettila di danneggiare la gente e
          non postare mai più quel link, GRAZIEHai mai sentito parlare di Ingegneria Sociale?Strano, vista la tua provata preparazione.Prova a cercare "Social Engineering" su google, poi mi racconti quanti riferimenti trovi.http://www.securityfocus.com/infocus/1527 Questo e' il primo di 58 milioni, ma mi dirai che sono tutte stupidateBuona lettura!(E' fastidioso, tanto quanto il tuo modo di porti nei confronti degli altri, ma ho dovuto riadattare un post gia' inviato, ma per te questo e altro)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un altro che legge come gli garba...


            http://www.pc-vs-mac.com/aboutus/avvertenze.html

            Le avevi lette?
            Pare di no.
            Non le avevo lette, hai ragione

            Hai mai sentito parlare di Ingegneria Sociale?
            Strano, vista la tua provata preparazione.
            Prova a cercare "Social Engineering" su google,
            poi mi racconti quanti riferimenti trovi.
            so cos'é, comunque grazie per la dritta :-)e dai, si ride e si scherza, non mi sembrava di (e non volevo assulutamente) essere offensivo, é solo che su PI ci si aspetta di trovare commenti tecnici, un link del genere va meglio su focus, senza nulla togliere al sito, a chi investe il suo tempo e neanche a focus

            (E' fastidioso, tanto quanto il tuo modo di porti
            nei confronti degli altri, ma ho dovuto
            riadattare un post gia' inviato, ma per te questo
            e altro)bhe un post taglia buona parte della comunicazione lasciando spazio a fraintendimenti, cercherò di tenerne conto in futurociao
          • francescor82 scrive:
            [OT] Multipost
            Mi stavo domandando: ci si diverte a rispondere a 3 post con le stesse parole? Quasi quasi provo io. (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Multipost
            poi ci racconti
          • francescor82 scrive:
            Re: [OT] Multipost
            - Scritto da: Anonimo
            poi ci raccontiHo deciso di non farlo, chiedi a chi l'ha già fatto.
          • francescone scrive:
            Articolo banale e mediocre
            Ti chiedo: è lecito avere un'opinione negativa (per quello che importa, non si sta parlando certo di massimi sistemi) sull'articolo in questione, pur avendolo letto tutto e con attenzione? Ed è possibile esprimere tale giudizio senza essere animati da pregiudizi verso un produttore od un altro? A me quell'articolo è sembrato un maldestro tentativo di astroturfing. E non mi sento affatto obbligato ad entrare in contatto con l'autore.==================================Modificato dall'autore il 03/09/2005 1.46.50
      • francescor82 scrive:
        Re: Se i VW, allora le softwarehouse...

        cmq a proposito date un'occhiata qua:

        http://www.pc-vs-mac.com/data/articoli/dettaglio/7Pochissime verità, e paraocchi di fronte ad altri aspetti. Per non parlare di quello che si trova già nella prima pagina: A noi però, si sa, ci piace...
        • Anonimo scrive:
          Re: Se i VW, allora le softwarehouse...

          cmq a proposito date un'occhiata qua:


          http://www.pc-vs-mac.com/data/articoli/dettaglio/7
          Da quando si è scoperto che è molto più facile convincere l?utente a eseguire un?operazione che a trovare macchinosi e raramente praticabili sistemi per eseguire un attacco automatico al sistema...si infatti il blaster e il sasser ti domandavano prima di riavviarti il PC :Pmamma mia quante str***ate..
          • Gianluca70 scrive:
            Ma leggi o spizzichi dove t'interessa?
            - Scritto da: Anonimo


            cmq a proposito date un'occhiata qua:






            http://www.pc-vs-mac.com/data/articoli/dettaglio/7



            Da quando si è scoperto che è molto più facile
            convincere l?utente a eseguire un?operazione che
            a trovare macchinosi e raramente praticabili
            sistemi per eseguire un attacco automatico al
            sistema

            ...

            si infatti il blaster e il sasser ti domandavano
            prima di riavviarti il PC :P
            mamma mia quante str***ate..Ma ti sei accorto di dare ragione proprio all'articolo che denigri?Pardon, avresti dovuto leggerlo tutto, troppo difficile, vero?http://www.pc-vs-mac.com/data/articoli/dettaglio/70-7.htmlE non te la detto nessuno che per i worm citati dall'articolo di PI la patch gia' era presente ma ignorata dai piu'?Prova a cercare "Social Engineering" su google, poi mi racconti quanti riferimenti trovi.http://www.securityfocus.com/infocus/1527Questo e' il primo di 58 milioni, ma mi dirai che sono tutte str***ate..Buona lettura!
        • Gianluca70 scrive:
          Non c'e' peggior sordo...
          - Scritto da: francescor82

          cmq a proposito date un'occhiata qua:




          http://www.pc-vs-mac.com/data/articoli/dettaglio/7

          Pochissime verità, e paraocchi di fronte ad altri
          aspetti. Per non parlare di quello che si trova
          già nella prima pagina:

          A noi però, si sa, ci
          piace... Cavolo, che profonda analisi, correllata di dimostrazioni e riferimenti!!Ho idea che tu questa pagina:http://www.pc-vs-mac.com/aboutus/avvertenze.htmlnon l'abbia neanche letta, oppure ti bruciava troppo?"4) tutto ciò che si dirà verrà adeguatamente argomentato. se ci sono argomentazioni migliori, ditecele e le faremo nostre: se invece non vi piacciono le tesi e basta, tenetevelo per voi."Da bravo studente che sei, letta una tesi di cui non condividi le conclusioni, ci porterai argomentazioni sufficienti a ritenere le tue piu' meritevoli di considerazioni.O forse i tuoi docenti si accontentano di un tuo parere quando vai agli esami? Ipse dixit !!!Comunque cadi proprio a fagiolo,con la tua profonda segnalazione di grammatica..."5) siamo umani, possono esserci sviste ed errori: segnalateceli e correggeremo. se non ce li segnalate apposta, sappiate di essere persone tristi."E giusto per puntualizzare da che parte si dichiarano:"1) se per voi non sostenere attivamente che il "mac è il meglio del meglio" significa essere degli adoratori di Bill Gates, andatevene altrove. Vedere il punto 4)2) qui si parlerà principalmente di mac non per una particolare simpatia o antipatia per il mac, ma perchè ce l'abbiamo con la disinformazione. I falsi miti verranno messi in discussione: vedere il punto 1)3) qui non c'è spazio per dogmi e lotte di religione: stiamo parlando di computer, non della madre di qualcuno. se siete estremisti, o abbassate le orecchie o andate altrove."Sono in attesa di argomentazioni a favore del tuo punto di vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'e' peggior sordo...
            Mi permetto di fare qualche considerazione...- Scritto da: Gianluca70
            ...
            2. che insiste nel legare il Social Engineering
            solo al "poorly designed software", e
            specificatamente a delle caratterstiche che
            esistono in Windows e non in altri O.S.Beh, il Social Engineering non è necessariamente legato al software mal progettato......però è certo che alcune cappelle gli danno una mano...
            (l'associazione estensione-applicazione)...e questa è una di quelle. Almeno quando l'estensione fai poi di tutto per nasconderla...
            3. che cita vulnerabilita' vecchie anche di 6
            anni e di cui esiste una patch (tsk tsk, dimmi te
            se non si trovano bugs & patches anche nei
            sistemi *nix, considerando 6 anni di finestra
            temporale...)Il problema non sarebbe la vulnerabilità vecchia di 6 anni per la quale esiste la patch (semmai lo diventa quando l'utente manco si preoccupa di cosa sia una patch...) ma la vulnerabilità vecchia di 6 giorni per la quale esiste l'exploit... e magari esiste pure la patch, ma devi aspettare fino a fine mese perchè sia disponibile...
            4. che tali vulnerabilita' permetterebbero
            l'accesso al sistema compromesso con i soli
            diritti dell'utente collegato (vala' che novita')Il problema è che con Windows quasi tutti lavorano con i permessi di Administrator... semmai c'è da chiedersi il perchè......
            6. lo scrivente all'inizio dell'articolo dice che
            non e' la diffusione dell'O.S. a spiegare la
            diffusione dei virus, ma la "scarsita'" di
            Windows a favorirlaSono due diverse teorie. Probabilmente la verità sta nel mezzo......
            Ma il meglio arriva verso la fine: dopo aver
            stilato un "J'accuse" in piena regola contro
            Windows (sai che fantasia...) e una apologia dei
            sistemi *nix a spada tratta, si avvede (oibo'!)
            che POTREBBE esserci la pecora nera, il "poorly
            configured and used *nix system", ovvero la
            famigerata distribuzione Lindows.

            Sara' l'assonanza nel nome? Nooo
            Sara' la similitudine nelle interfacce? Nooo
            E' perche' e' un linux, che viene eseguito sempre
            nel contesto di root, e' scriteriato e "poor"E infatti è una cazzata...
            come un Windows qualsiasi: strano, stai a vedere
            che i problemi nascono da come si usa uno
            strumento e non dallo strumento per se, per cui
            basterebbe prendere le logiche precauzioniGià... ma perchè allora il 95% degli utenti queste logiche precauzioni non le prendono anche con Windows ? Forse perchè la tanto sbandierata facilità d'uso andrebbe a farsi benedire ?...

            Sai perchè tanti utenti Windows sono soggetti al

            social engineering? Perchè Microsoft, nella sua

            campagna pubblicitaria, fa sembrare tutto

            semplice, non evidenziando mai i problemi legati

            alla sicurezza; dimmi quando, durante

            l'installazione di XP, ti viene consigliato di

            creare un account normale invece di usare quello

            di amministratore.

            Hai ragione, ma allora come considereresti un
            utente Lindows?Prima dovrei conoscerne uno...
          • francescor82 scrive:
            Re: Non c'e' peggior sordo... Parte 2
            (Avevo superato i 7000 caratteri, devo usare 2 post)
            Ma il meglio arriva verso la fine: dopo aver
            stilato un "J'accuse" in piena regola contro
            Windows (sai che fantasia...) e una apologia dei
            sistemi *nix a spada tratta, si avvede (oibo'!)
            che POTREBBE esserci la pecora nera, il "poorly
            configured and used *nix system", ovvero la
            famigerata distribuzione Lindows.(Dovresti usare la penna per scrivere romanzi, non per cercare di impressionare qui sul forum. Comunque a piacere tuo.)
            Sara' l'assonanza nel nome? Nooo
            Sara' la similitudine nelle interfacce? Nooo
            E' perche' e' un linux, che viene eseguito sempre
            nel contesto di root, e' scriteriato e "poor"
            come un Windows qualsiasi: strano, stai a vedere
            che i problemi nascono da come si usa uno
            strumento e non dallo strumento per se, per cui
            basterebbe prendere le logiche precauzioniTe l'ho già detto che non hai capito l'articolo, quindi te lo spiego.Innanzitutto, è vero che i problemi nascono da come si usa uno strumento; tanto per restare in tema informativo, vedi il ping.Secondo: quello che l'autore critica è il fatto che nè Windows nè Lindows consigliano/avvisano/costringono l'utente a non usare l'account di root. E non è banale.
            http://blogs.msdn.com/aaron_margosis/Hmm, dove ho già visto questo link? Ah sì, era quel sito internet dove si doveva andare per scoprire che l'account appena creato è potenzialmente pericoloso e va cambiato.
            E se prendesse piede proprio Lindows? Da oggi
            fino al 06 settembre 2005 lo regalano pure... ;)Le altre distribuzioni GNU/Linux sono per lo più gratuite da molto più tempo, pensa te. Ubuntu ti manda anche i CD a casa per posta.
            E dulcis in fondo, la strenua difesa della
            propria idea:Beh, quando scrivi un articolo alla fine ci metti un riassunto delle idee principali, no?
            Se permetti, io penso che il sito PC-vs-MAC.COM
            abbia espresso molto meno faziosamente dei
            concetti logici e plausibili, che hanno riscontro
            anche in biologia, in statistica e soprattutto
            nei numeri del mercato IT. E in botanica e culinaria no?ps-vs-mac ha volutamente ignorato il fatto che gli account di admin/root non vanno usati per l'uso quotidiano ma Windows non lo dice (non subito, almeno), tanto per citare uno dei problemi. E ha ignorato il problema della diffusione di massa di un unico tipo di software, tanto per citare l'altro.Altro che faziosità, qui è questione di paraocchi.
            Secondo il tuo scrittore, decisamente partigiano
            per espressa affermazione, i Windows sono
            talmente "poor" che dovrebbero essere spazzati
            via da qualche virus prima o poi, ma sono 20 anni
            che ne vedo passare, eppure sono ancora tutti
            qui, anzi di piu' :) Windows 95 ha 10 anni. Cos'è successo nei 10 precedenti? Quello si chiamava DOS, a meno che non vuoi fare rientrare Windows 3.1 o Windows 1.0 nella schiera dei Windows... perché dubito che all'epoca fossero così diffusi come ora.Inoltre, quali sono le frasi che ti fanno pensare che l'autore abbia previsto la fine di Windows? Io non lo vedo da nessuna parte. Non è che volevi solo tirare una frase ad effetto? O è la coda di paglia perchè sei tu a temere la fine di Windows?
            Hai ragione, ma allora come considereresti un
            utente Lindows?Gli consiglierei un'altra distro. E tieni conto che 2 anni fa il LUG locale (di cui faccio parte) ha rinunciato alla sponsorizzazione da parte della Lindows proprio per questo motivo.
            E come suggerisce il sito che ti ho indicato, non
            e' detto che non si possa fare qualche cosa per
            recuperare:Giusto... ma è un sito, non è qualcosa che ti viene detta durante l'installazione. Ah giusto, l'utente compra Windows preinstallato, non lo installa lui. (Vuoi vedere che è per questo che si è diffuso tanto? Ma sto divagando)
            io mi aspetterei di piu' piuttosto
            dai cosidetti professionisti IT, va da se' che
            l'utente casalingo dovrebbe ricevere piu'
            informazioni e cultura, ma come riportava il sito
            PC-vs-MAC, temo che l'asserzione "Le istruzioni
            sono l'ultima cosa che si legge quando tutto il
            resto non funziona" sia purtroppo TROPPO vera.Sorpresa: su questo siamo perfettamente d'accordo! Solo che l'utente casalingo spesso non sa che esistono i siti di assistenza, o i siti dove cercare informazioni. Per questo rimango saldamente della mia idea: un sistema desktop deve FIN DA SUBITO, installazione e anche durante l'uso, guidare l'utente e fargli capire i rischi di quello che sta facendo. A cominciare (lo so, è una fissazione) dagli account di admin.Ma soddisfami una curiosità: onestamente, come si fa a difendere una società che fino a poco tempo fa aveva un mail reader che gestiva gli allegati in quel modo, e che produce un browser che quando scarichi un file, se il server ti dice che il mime type è image/jpeg (o quello che vuoi) ma l'estensione è .exe, tratta il file secondo l'estensione? Avrei capito 5 anni fa, quando ancora le alternative non erano adatte all'utente domestico, ma ora? I soldi li hanno, le capacità e i programmatori anche... cosa manca?Vado a dormire. Se ci sono errori grammaticali/ortografici, è colpa del sonno. :-D
          • francescor82 scrive:
            P.S.
            Ora che sono un poco più sveglio mi sono ricordato di una cosa che volevo aggiungere.Posso avere una piccola rivincita? Se è vero che una situazione di monocultura, con lo stesso software che condivide le stesse vulnerabilità... allora quell'articolo ha detto una verità che era vera 2 anni fa ed è ancora attuale ora, vista la predominanza di Windows, IE ed altri prodotti?
          • Gianluca70 scrive:
            Ma a scuola cosa vi insegnano oggi? 1
            - Scritto da: francescor82


            Ma il meglio arriva verso la fine: dopo aver

            stilato un "J'accuse" in piena regola contro

            Windows (sai che fantasia...) e una apologia dei

            sistemi *nix a spada tratta, si avvede (oibo'!)

            che POTREBBE esserci la pecora nera, il "poorly

            configured and used *nix system", ovvero la

            famigerata distribuzione Lindows.

            (Dovresti usare la penna per scrivere romanzi,
            non per cercare di impressionare qui sul forum.
            Comunque a piacere tuo.)Era solo per ironizzare sull'ideologia dello scrivente :) , che "viene illuminato sulla strada di Damasco" giusto verso la fine del suo "Elogio alla diversita' "E in ogni caso non userei la penna per scrivere romanzi, visto la comodita' dei palm o dei pc ;)Certo che se fare Ingegneria o Informatica per te equivale ad abbandonare la capacita' di scrivere decentemente in Italiano, siamo messi male...
            Te l'ho già detto che non hai capito l'articolo,
            quindi te lo spiego.Modestia al quadrato, vero?Grazie mille, non occorre, ho capito benissimo, l'autore ha usato la leva della diversita' solo per arrivare al suo scopo, che ha chiarito a tutti nell'ultima riga"To mess up a Linux box, you need to work at it; to mess up your Windows box, you just need to work on it. I know which one I'll trust. How about you?"Poteva citare Mac OSX, Unix commerciali come HP-UX, Sun Solaris o il vecchio Digital Tru64, per indicare piattaforme alternative, ma se ne' guardato bene, dato che ha limitato la questione alle piattaforme desktop, poiche' il suo scopo trito e ritrito era quello di argomentare un'altra accusa a MS tirando acqua al mulino di Linux, tutto qui; con questo non voglio dire che non stimi la bonta' dell'O.S. per se, sono le persone accecate dall'ideologia che non reggo :)


            E se prendesse piede proprio Lindows? Da oggi

            fino al 06 settembre 2005 lo regalano pure... ;)

            Le altre distribuzioni GNU/Linux sono per lo più
            gratuite da molto più tempo, pensa te. Ubuntu ti
            manda anche i CD a casa per posta.Come se non lo sapessi, solo che Lindows, di norma a pagamento, integra tecnologie multimediali proprietarie, ovvero non GPL, che ovviamente sono state pagate ai rispettivi autori e detentori dei diritti per poter essere utilizzate e ridistribuite, e questo infanga l'ideologia... :)



            E dulcis in fondo, la strenua difesa della

            propria idea:

            Beh, quando scrivi un articolo alla fine ci metti
            un riassunto delle idee principali, no?Ehi, all'inizio almeno citava di striscio altri *nix per argomentare le sue idee, alla fine ha rivelato il suo unico obiettivo; come ti ho detto, l'articolo e' costruito appositamente, per arrivare a questo finale eclatante, e' in funzione di questo: vuoi leggere qualcosa di piu' distaccato e teorico (non dico obiettivo) sul Social Engineering?Ti RI-propongo un documento interessante e il sito che lo ospita dovrebbe essere una fonte piu' autorevole :)http://www.securityfocus.com/infocus/1527


            Se permetti, io penso che il sito PC-vs-MAC.COM

            abbia espresso molto meno faziosamente dei

            concetti logici e plausibili, che hanno
            riscontro

            anche in biologia, in statistica e soprattutto

            nei numeri del mercato IT.

            E in botanica e culinaria no?Probabilmente si', ma cerchi la battuta tipo Zelig, inizio a pensare che le argomentazioni scarseggiano...
            ps-vs-mac ha volutamente ignorato il fatto che
            gli account di admin/root non vanno usati per
            l'uso quotidiano ma Windows non lo dice (non
            subito, almeno), tanto per citare uno dei
            problemi. E ha ignorato il problema della
            diffusione di massa di un unico tipo di software,
            tanto per citare l'altro.
            Altro che faziosità, qui è questione di paraocchi.Perfetto, faglielo notare e suggerisci di aggiungerlo alle possibili motivazioni, oppure di chiarire perche' non lo ritengono di grande impatto al problema; hanno pero' scritto che "le istruzioni sono l'ultima cosa che si guarda quando tutto il resto non funziona" e questa frase e' abbastanza generica per contenere un gran numero di accuse specifiche.Per la diffusione di massa di un unico genoma, segui questo ragionamento: dopo gli insetti, gli animali piu' infestanti la Terra sono gli umani; pur essendo la maggior parte di noi suscettibili alle malattie piu' gravi (tifo, colera, peste, epatite, tubercolosi, ebola & AIDS e via dicendo), siamo sopravvissuti ugualmente, ovvero in questo caso le minime diversita' interne alla specie dominante (genetiche e di comportamento) hanno comunque garantito e migliorato la possibilita' di sopravvivenza della specie, malgrado l'alto numero e la gravita' delle malattie a "nostra disposizione", quindi... To be continued...
          • Gianluca70 scrive:
            Ma a scuola cosa vi insegnano oggi? 3

            -Scritto da: francescor82



            Scritto da Gianluca70

            E come suggerisce il sito che ti ho indicato, non

            e' detto che non si possa fare qualche cosa per

            recuperare:

            Giusto... ma è un sito, non è qualcosa che ti
            viene detta durante l'installazione. Ah giusto,
            l'utente compra Windows preinstallato, non lo
            installa lui. (Vuoi vedere che è per questo che
            si è diffuso tanto? Ma sto divagando)Sai che hai ragione? Non ci avevo pensato, sara' perche' i miei PC me li reinstallo sempre io.Pazienta, per le restrizioni di default su utenti e FS e per consigli durante e post installazione, purtroppo hai ragione, ci vorra' Windows Vista.


            io mi aspetterei di piu' piuttosto

            dai cosidetti professionisti IT, va da se' che

            l'utente casalingo dovrebbe ricevere piu'

            informazioni e cultura, ma come riportava il
            sito

            PC-vs-MAC, temo che l'asserzione "Le istruzioni

            sono l'ultima cosa che si legge quando tutto il

            resto non funziona" sia purtroppo TROPPO vera.

            Sorpresa: su questo siamo perfettamente
            d'accordo! Solo che l'utente casalingo spesso non
            sa che esistono i siti di assistenza, o i siti
            dove cercare informazioni. Per questo rimango
            saldamente della mia idea: un sistema desktop
            deve FIN DA SUBITO, installazione e anche durante
            l'uso, guidare l'utente e fargli capire i rischi
            di quello che sta facendo. A cominciare (lo so, è
            una fissazione) dagli account di admin.Ma se l'utente e' casalingo, come hai ipotizzato tu, che sia Windows o *nix si ritrovera' sempre con un sistema pre-installato, quindi qualsiasi avviso in fase di setup dell'O.S. sara' bellamente sconosciuto ai piu': da qui urge fare alfabetizzazione informatica a 360°, a prescindere dall'O.S. e come dici tu urge migliorare le segnalazioni e il supporto post installazione.Ad ogni modo, ma per guidare un auto, non bisogna forse prendere una Patente di Guida? Forse che ti insegnano ad guidare solo una Fiat o solo una Mercedes?No, quindi per guidare un PC ci vuole un minimo di competenza: l'ECDL mi fa alquanto ribrezzo, sia per il programma in se' sia per alcune entita' che lo gestiscono, devo solo sperare nella scuola dell'obbligo e in corsi gratuiti/a pagamento da parte di enti esterni.Tu che fai parte di un LUG, spieghi solo l'utilizzo di Linux o tieni anche lezioni teoriche sulla struttura di un O.S. multi-user e multi-tasking, e come deve essere declinata una politica di sicurezza e controllo degli accessi a seconda dell'O.S. utilizzato?

            Ma soddisfami una curiosità: onestamente, come si
            fa a difendere una società che fino a poco tempo
            fa aveva un mail reader che gestiva gli allegati
            in quel modo, e che produce un browser che quando
            scarichi un file, se il server ti dice che il
            mime type è image/jpeg (o quello che vuoi) ma
            l'estensione è .exe, tratta il file secondo
            l'estensione? Avrei capito 5 anni fa, quando
            ancora le alternative non erano adatte all'utente
            domestico, ma ora? I soldi li hanno, le capacità
            e i programmatori anche... cosa manca?La FSF va per i 22 annihttp://lists.linux.it/pipermail/rolug/2004-January/005386.htmlLinux stesso e' apparso ufficialmente nel 1991http://linuxtoday.com/news_story.php3?ltsn=2005-07-03-002-26-NW-CY-EVIo ho cominciato a vederne le prime distro complete tra il 1995 e il 1996 (Slackware), quando ancora dovevi calcolarti e impostare manualmente le frequenze operative del tuo monitor, se non volevi friggerlo alla prima utilizzazione delle modalita' SVGA.Quindi Linux non e' piu' cosi' giovane come fa comodo dire, e' un progetto che parte da circa 20 anni fa, avendo come base gli Unix commerciali in campo da piu' di 30 anni.14 anni fa ha visto la luce, ma se ancora 5 anni fa non c'erano alternative per l'utente domestico, se pure 2 anni fa c'era chi predicava la diversita' perche' la monocultura e' a rischio disastri o estinzione, ti ribalto la domanda, cosa impedisce ora la proliferazione con "snowball effect" come asseriva 9 anni fa Eric Reymond ( http://www.ibiblio.org/ ) ?Forse pero' si compiaceva troppo dell'effetto "palla di neve" avuto tra gli sviluppatori, tralasciando quello NON altrettanto travolgente tra gli utenti finali.Stai tranquillo, la presenza di Linux ha certamente stimolato la "specie dominante" a reagire, tecnicamente creando "anticorpi" :) ovvero versioni sempre piu' robuste e paradossalmente vicine alla struttura del "nemico".Io non difendo l'azienda in se', al massimo il mio interesse e il mio lavoro visto che sono in massima parte legati alle tecnologie MS, ma mi ritengo abbastanza in grado di valutare obiettivamente tutte le alternative possibili, a seconda del risultato richiesto.20 anni fa internet non era a disposizione di tutti, ora si', quindi mi aspetterei che i piu' giovani siano molto piu' preparati e obiettivi di quanto lo sia io: molto spesso, invece, scopro che e' solo una battaglia di ideologie e paraocchi, peccato...Vorra' dire che avro' lavoro ancora per un bel pezzo... :)
          • francescor82 scrive:
            E' che non ci sei tu come insegnante!
            (Ora tutti si aspettano un post di 4 pagine, eh? :-D)No, sarò breve, molto breve.
            Certo che se fare Ingegneria o Informatica per te
            equivale ad abbandonare la capacita' di scrivere
            decentemente in Italiano, siamo messi male...Mai pensato questo, ma l'ironia in quel caso mi sembrava del tutto sprecata.
            Grazie mille, non occorre, ho capito benissimo,
            l'autore ha usato la leva della diversita' solo per
            arrivare al suo scopo, che ha chiarito a tutti
            nell'ultima rigaIl tuo post era incentrato su tutto tranne che sulla diversità, quindi si poteva tranquillamente pensare che tu non avessi compreso il significato dell'articolo.[A proposito di Lindows]
            e questo infanga l'ideologia...Per quel che ne so, anche Mandriva include (a pagamento) prodotti non GPL, ma nessuno ha mosso critiche. Le (mie) critiche a Lindows infatti non sono per l'infangamento dell'ideologia ma per la scelta di essere troppo aderente ad alcuni aspetti caratterizzanti Windows, tra cui i famosi permessi degli utenti.Non ho capito il tuo paragone con il genoma umano, in gran parte perchè non ho sufficienti conoscenze. Quello che vuoi dire è che sono sufficienti quelle minime differenze per garantire la sopravvivenza?E ricordo anch'io i primi giochi su dischetto, e relativi virus. Ho avuto la fortuna di avere un computer a casa abbastanza presto, era l'88 credo, quindi non molto dopo che hai cominciato tu. Certo, i ricordi non sono sempre nitidissimi come possono essere i tuoi, visto che tu eri più grande (16 anni quando hai iniziato, ad interpretare la tua firma). Per avere Internet invece ho dovuto attendere parecchio di più, e lo stesso dicasi per interfacce grafiche di qualche tipo. Sono cresciuto con il DOS, e l'unico rimpianto è di non essere nato qualche anno prima. :-D
            No, quindi per guidare un PC ci vuole un minimo di
            competenza: l'ECDL mi fa alquanto ribrezzo, sia per
            il programma in se' sia per alcune entita' che lo
            gestiscono, devo solo sperare nella scuola
            dell'obbligo e in corsi gratuiti/a pagamento da
            parte di enti esterni.Non parlarmi dell'ECDL, l'ho conseguita quando ero ancora incosciente. :-D Più che i programmi, io critico il (nuovo) metodo di esame, che ti costringe ad imparare a memoria dove si trovano le opzioni più disparate.
            Tu che fai parte di un LUG, spieghi solo l'utilizzo di
            Linux o tieni anche lezioni teoriche sulla struttura di un
            O.S. multi-user e multi-tasking, e come deve essere
            declinata una politica di sicurezza e controllo degli
            accessi a seconda dell'O.S. utilizzato? Come LUG non teniamo lezioni, e (soprattutto per mancanza di tempo) ci limitiamo ad insegnare l'utilizzo di Linux, eventualmente approfondendo alcuni di quei concetti (multi-tasking) ma sempre nell'ambito Linux.Discorso analogo per l'esame di Sistemi Operativi, dove ad una (breve) base teorica è seguita una parte pratica attraverso lo studio del codice Linux (o almeno delle sue parti principali); non soltanto quindi teoria ma anche come questa sia poi implementata.Quanto all'effetto snowball e alla mancata preparazione di giovani d'oggi, magari mi sbaglio ma la attribuisco al fatto che il computer non è più una novità, spesso lo si dà per scontato e non attira più tanto. Si usa quello che si trova preinstallato e si è contenti. Il fatto che Internet sia disponibile ai più non significa necessariamente o automaticamente essere più obiettivi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
        - Scritto da: Anonimo
        http://www.pc-vs-mac.com/data/articoli/dettaglio/70.htmlROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
      - Scritto da: Anonimo
      Correggere una vulnerabilita' quasi sempre e'
      cosa da 2 righe di codice. beata ignoranza
      • Anonimo scrive:
        Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
        Ciccio io faccio il programmatore da 18 anni, tu che fai per dare aria alla bocca?
      • Anonimo scrive:
        Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Correggere una vulnerabilita' quasi sempre e'

        cosa da 2 righe di codice.

        beata ignoranzaquoto.e quoto anche chi dice che e' un articolo fatto coi piedi. Veramente, sembra fatto da uno che ha cominciato a studiare sicurezza 3 mesi fa, senza cattiveria.Virus troiani poi, bha.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Se i VW, allora le softwarehouse...


          quoto.

          e quoto anche chi dice che e' un articolo fatto
          coi piedi. Veramente, sembra fatto da uno che ha
          cominciato a studiare sicurezza 3 mesi fa, senza
          cattiveria.

          Virus troiani poi, bha.....(sono quello di questo post, faccio notare ai signori di pc-vs-mac , prima che inizino a tirare fuori il loro punto 4, che solo uno che non ha studiato sicurezza confonderebbe virus con trojan, visto che sono 2 categorie completamente diverse - oltre al fatto che e' una traduzione infima)
          • francescor82 scrive:
            Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
            - Scritto da: Anonimo



            quoto.



            e quoto anche chi dice che e' un articolo fatto

            coi piedi. Veramente, sembra fatto da uno che ha

            cominciato a studiare sicurezza 3 mesi fa, senza

            cattiveria.



            Virus troiani poi, bha.....

            (sono quello di questo post, faccio notare ai
            signori di pc-vs-mac , prima che inizino a tirare
            fuori il loro punto 4, che solo uno che non ha
            studiato sicurezza confonderebbe virus con
            trojan, visto che sono 2 categorie completamente
            diverse - oltre al fatto che e' una traduzione
            infima)Ottima osservazione
          • Anonimo scrive:
            Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
            LOl ma raga .. qua si finisce sempre a botte -.-
          • francescor82 scrive:
            Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
            - Scritto da: Anonimo
            LOl ma raga .. qua si finisce sempre a botte -.-Ma non è vero, stai zitto che se no ti meno! (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Se i VW, allora le softwarehouse...
            ...e che palle!viruz, troian, vindovs qua, mac di là, linucs e meglio, no è peggio......e che palle!

            LOl ma raga .. qua si finisce sempre a botte -.-è proprio vero...che cacchio, peace and love(love);stiamo parlando di macchine, mica di politica!è ovvio che le persone abbiano diversi pareri!shdx (c64)PS: la maestra alle elementari mi insegnò a dire "...non mi piace" e non "...che schifo" proprio x rispettare le opinioni di altri...
Chiudi i commenti