SoftMaker, cioè Word per Linux

Una software house tedesca ha rilasciato una nuova versione del proprio word processor per Linux e Windows che, a suo dire, offre la migliore compatibilità con MS Word di tutta la concorrenza. Ma non è... gratis
Una software house tedesca ha rilasciato una nuova versione del proprio word processor per Linux e Windows che, a suo dire, offre la migliore compatibilità con MS Word di tutta la concorrenza. Ma non è... gratis


Nuernberg (Germania) – “Immaginate che Microsoft porti Microsoft Office su Linux. Immaginate di installare Microsoft Word sul vostro Pocket PC o il vostro Handheld PC”, scrive SoftMaker . Un’eventualità che, secondo la piccola società tedesca, non ha possibilità di verificarsi sia perché “Microsoft Office è legato a Microsoft Windows, e tale rimarrà”, sia perché “è troppo grande e sovrabbondante per i piccoli dispositivi, e anche questo non cambierà”.

Per lucrare su questa situazione SoftMaker ha sviluppato TextMaker, un word processor già disponibile per i sistemi operativi Windows e Windows CE ed ora arrivato anche in versione per Linux. TextMaker 2002 è il primo componente di una suite a cui, nell’arco dell’anno, SoftMaker ha intenzione di aggiungere progressivamente nuove applicazioni.

“Ci sono altri word processor e suite per l’ufficio per Linux, ma sono troppo lenti, voluminosi e complicati da usare o non forniscono un adeguato insieme di funzionalità o filtri di qualità accettabile per l’importazione e l’esportazione di file in formato Microsoft Word DOC”, scrive SoftMaker in un comunicato.

Secondo l’azienda tedesca, TextMaker fornisce la più alta compatibilità con i formati di Office di qualsiasi altro prodotto concorrente coniugando, nel frattempo, leggerezza, facilità d’uso e un generoso insieme di funzionalità che, a detta di SoftMaker, “non faranno rimpiangere Word”.

TextMaker deve pagare lo scotto di essere closed source, una caratteristica assai poco apprezzata dalla comunità di utilizzatori di Linux, e di avere un costo pari a 50 euro: questo lo pone in netto svantaggio rispetto agli altri word processor gratuiti disponibili per Linux. Per guadagnare la fiducia degli utenti, soprattutto quelli professionali, TextMaker dovrà dimostrare di essere effettivamente una spanna avanti ai prodotti free e di valere i soldi che costa.

Come si è detto, SoftMaker sta lavorando ad una suite che, oltre a TextMaker, conterrà tutte le tipiche applicazioni per l’ufficio, come foglio di calcolo, database e groupware: il prodotto verrà rilasciato per Windows, Windows CE e Linux, compresa una versione capace di girare su di un application server ed essere utilizzata attraverso Internet o una LAN.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 05 2003
Link copiato negli appunti