Sono TDK i DVD antigraffio multiuso

TDK ha perfezionato uno speciale rivestimento trasparente antigraffio che può essere applicato sia ai dischi ottici, come CD e DVD, che ai display LCD dei telefoni cellulari. Una protezione dalle molte proprietà


Garden City (USA) – Chi è allergico alle custodie per telefonino o gioca a freesbie con i propri CD è forse lieto di apprendere che TDK ha messo a punto una nuova tecnologia antigraffio applicabile sia ai dischi ottici che ai display LCD.

Una prima versione di questa tecnologia venne applicata lo scorso anno a dei DVD, chiamati “Armor Plated”, che secondo TDK possono resistere all'”attacco” di una spugna in lana di acciaio e respingere ogni tipo d’inchiostro, anche indelebile. Ma è probabile che la maggior parte degli utenti lascerebbe tranquillamente l’onere di questi test al produttore e si accontenterebbe che i propri CD/DVD resistessero all’uso quotidiano e durassero davvero cent’anni come veniva promesso all’alba del compact disc: sarebbe già un grande risultato.

TDK sostiene di aver affinato la propria protezione antigraffio in modo da renderla ancor più efficace, economica e adatta a vari tipi di materiale plastico, tra cui quello utilizzato nei display LCD.

Il rivestimento protettivo consiste in due strati sovrapposti di particelle di silice, capace di prevenire i graffi, e di una resina a base di fluoro, repellente ad acqua ed inchiostro. Quest’ultimo strato è anche in grado, secondo TDK, di tenere lontano la polvere e ridurre al minimo le impronte digitali. L’azienda ha poi spiegato che il sottilissimo rivestimento è perfettamente trasparente sia alla luce visibile che al laser dei DVD.

Stando a quanto riportato da New Scientist , la tecnologia protettiva di TDK verrà adottata da Sony, Philips e Panasonic nei propri dischi Blu-ray ad alta capacità attesi sul mercato il prossimo anno. Lo speciale rivestimento chimico sostituirà eventuali protezioni fisiche del tipo delle cartridge utilizzate nei DVD-RAM: ovviamente un involucro di plastica rigida è sicuramente più robusto e resistente di una “vernice” trasparente, ma ha lo svantaggio di essere più costoso e poco gradito al mercato consumer, che in passato ha già bocciato media “incappucciati” come CDTV e DVD-RAM.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: I brevetti non stanno simpatici, per
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: malex


    Mi chi l'ha detto che gli sviluppatori
    di

    Linux lavorano gratis? Tu pensi che
    tutti i

    sviluppatori IBM che lavorano su Linux
    non

    siano pagati?

    ma quali sviluppatori linux IBM...???

    IBM prende le distro belle e pronte da suse
    e company... al massimo applica qualche
    modifica per le compatibilità
    drivers-hardwareTu sogni. Ma hai idea di chi sia il gruppo IBM ? A me sembra di no visto che pensi che Suse (ora Novell poi...il che cambia le cose al riguardo) sia una società con esperti Unix superiori a quelli IBM... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: I brevetti non stanno simpatici, per
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Spiegare certe cose a certe
    persone,


    equivale a farle capire a Homer


    Simpson...lascia perdere...



    Almeno Homer Simpson aveva un lavoro.

    La quasi totalità degli
    sviluppatori

    linux, invece, non ce l'ha (perlomeno,
    non

    in quel settore).

    Si vede che evidentemente non gli serve come
    lavoro...non ho mai visto sviluppatori linux
    finiti sotto i ponti comunque.


    Se qualcuno ha dei dati che contrastano
    con

    questa affermazione, li fornisca.

    Non c'è bisogno di smentirla...chi
    sviluppa sotto licenza GPL lo fa
    perchè non vuole essere sempre pagato
    per il suo lavoro.
    Io sviluppo programmi sotto linux (senza
    infrangere licenze), senza licenza GPL e mi
    faccio pagare.
    E mi faccio pagare anche quando sviluppo
    sotto licenza gpl, solo che i committanti si
    comprano anche i sorgenti e ci fanno quello
    che voglionoE sono dei cretini se ti pagano perchè con il GPL non detengono nulla, tieni legalmente in mano tutto tu. Comunque possono sempre cambiare il codice un pò e farti fesso creando delle versioni con codice compilato.. e vallo un pò a debuggare per trovare somiglianze....
  • Anonimo scrive:
    Voglio infilare linux nel mio sito
    Chi mi fa una bella applicazione in PHP open source (gratis ovviamente)?Garantisco che chiamerò l'autore per ogni richiesta di assistenza tecnica e gli farò recuperare il tempo impiegato nello sviluppo originale...Inoltre lascero una nota nel portale con i nomi degli sviluppatori.Si tratta di un portale enciclopedico di circa 120 sezioni suddivise in altre 740 sezioni di secondo livello, area ecommerce, registrazione, download, news, form, chat, web service, oroscopo, meteo, incontri, newsletter... il tutto personalizzato al template grafico che vi fornirò.Nessun copyright è accettato, tutto il materiale dovrà essere consegnato sotto licenza GPLAttendo con ansia le vostre proposte.Grazie per la disponibilità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio infilare linux nel mio sito
      - Scritto da: Anonimo
      Chi mi fa una bella applicazione in PHP open
      source (gratis ovviamente)?Open Source e Free Software non sono sinonimi di gratis.
      Garantisco che chiamerò l'autore per
      ogni richiesta di assistenza tecnica e gli
      farò recuperare il tempo impiegato
      nello sviluppo originale...Il supporto si paga anche per il s/w Open Source.
      Nessun copyright è accettato, tutto
      il materiale dovrà essere consegnato
      sotto licenza GPLInfatti la GPL si basa proprio sulla legislazione relativa al copyright.
      Attendo con ansia le vostre proposte.

      Grazie per la disponibilità.Pessimo esempio di ironia (o forse sarcasmo?). Solo chi conosce (bene) qualcosa può fare ironia su di essa. Questo, invece, è il classico caso dell'artificiere che salta col proprio ordigno. Un vero spasso!
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio infilare linux nel mio sito
      La paura fa 90 :Dtic-tac, tic-tac, tic-tac.......... (linux)il vento è cambiato, parassiti...:p
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio infilare linux nel mio sito
      - Scritto da: Anonimo
      Chi mi fa una bella applicazione in PHP open
      source (gratis ovviamente)?Ecco un altro che non ha ancora capito la differenza fra gratis e open source...
      • Anonimo scrive:
        Re: Voglio infilare linux nel mio sito
        - Scritto da: Anonimo
        ...
        per imparare loro stessi. Ora si pretende
        che chiunque scrive qualcosa e mette il
        codice pubblico diventi miliardario.STRAROTFL !!!!Sei ridicolo... non solo riesci a ficcare la politica anche dove non c'entra un beneamato cazzo, ma riesci pure a dichiarare nello stesso thread prima che con l'open source non si guadagna un cazzo, e poi ti lamenti quando qualcuno ci guadagna...
  • Anonimo scrive:
    Infilare Linux?
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    Chi sviluppa sotto GPL non
    è


    vero che



    regale il suo lavoro..





    ma conosci bene la GPL?





    per chi lavora sotto GPL, ha senso
    farsi


    pagare solo dal primo acquirente
    (un bel


    pollo)...






    aggiungo che il primo acquirente
    può

    regalare il tuo progetto GPL al mondo

    intero, quindi di fatto difficilmente

    riusciresti a recuperare il costo per lo

    sviluppo di un progetto pluriennale...



    a meno che il primo acquirente non sia
    un

    miliardario pazzo


    ... no il miliardario pazzo COPIA lo stack
    TCP/IP da FreeBSD e lo ficca nei suoi
    prodotti che ti rivende a caro prezzo...
    pollo...sempre con sta storia dello stack... tanto avete solo quella... ahahahaha
  • eagleone scrive:
    OSDL
    NEC e Wind River sono membri dell'OSDL: http://www.osdl.org /nella seguente pagina c'è l'elenco di tutti i membri:http://groups.osdl.org/osdl_members/osdl_roster /E' ovvio e giusto che abbiano il loro tornaconto da Linux, non sono enti di beneficenza, sono aziende, come tutti gli altri membri che fanno parte di questo consorzio (oltre ad alcune università), un po come, per fare un'esempio, molti gruppi differenti nella telefonia mobile fanno parte del consorzio Symbian.Non vedo perchè questa cosa debba sollevare tante flames, boh.... :sEagleone==================================Modificato dall'autore il 03/11/2004 17.13.23
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    Chi sviluppa sotto GPL non è

    vero che


    regale il suo lavoro..



    ma conosci bene la GPL?



    per chi lavora sotto GPL, ha senso farsi

    pagare solo dal primo acquirente (un bel

    pollo)...



    aggiungo che il primo acquirente può
    regalare il tuo progetto GPL al mondo
    intero, quindi di fatto difficilmente
    riusciresti a recuperare il costo per lo
    sviluppo di un progetto pluriennale...

    a meno che il primo acquirente non sia un
    miliardario pazzo... no il miliardario pazzo COPIA lo stack TCP/IP da FreeBSD e lo ficca nei suoi prodotti che ti rivende a caro prezzo... pollo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo
    No, vorrei la frase che ti fa capire che la
    nec non paga chi modifica il software
    originario distribuito sotto licenza GPL.Ma lascia perdere! Non hai ancora capito?!?Questi pensano davvero che NEC, IBM e aziende varie si comprano la mdk con LinuxPro all'edicola sotto casa!E soprattutto, pensano che un sistema embedded lo puo' implementare chiunque, e che non serva pagare programmatori!E' tempo perso :)
  • Anonimo scrive:
    Re: I brevetti non stanno simpatici, per
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Non sarebbe il caso di prevedere, per
    un uso

    commerciale di linux od altro materiale
    open

    source, il pagamento di un compenso alla

    comunità di sviluppatori? Magari
    si

    potrebbe creare una fondazione ad hoc
    ...

    altrimenti va a finire che tutti i
    costi di

    sviluppo vengono scaricati sugli

    sviluppatori che lavorano gratis!

    FINALMENTE UN COMMENTO OGGETTIVO !!!

    ...sono perfettamente d'accordo con teMa scusate, voi siete sviluppatori di Linux?? No? E allora come potete pretendere di decidere cosa devono o non devono fare gli sviluppatori di Linux?? Il codice e' di chi l'ha scritto, quindi saranno anche fattacci loro di con che licenza vogliono distribuirlo e se vogliono o meno essere pagati per quello che fanno!!!!Dico, avete mai sentito Linus disquisire su quanto ammonta il vostro stipendio o su che cosa dobbiate o no fare nel vostro tempo libero??
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti non stanno simpatici, per
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      - Scritto da: Anonimo


      Non sarebbe il caso di prevedere,
      per

      un uso


      commerciale di linux od altro
      materiale

      open


      source, il pagamento di un
      compenso alla


      comunità di sviluppatori?
      Magari

      si


      potrebbe creare una fondazione ad
      hoc

      ...


      altrimenti va a finire che tutti i

      costi di


      sviluppo vengono scaricati sugli


      sviluppatori che lavorano gratis!



      FINALMENTE UN COMMENTO OGGETTIVO !!!



      ...sono perfettamente d'accordo con te

      Ma scusate, voi siete sviluppatori di
      Linux?? No? E allora come potete pretendere
      di decidere cosa devono o non devono fare
      gli sviluppatori di Linux?? Il codice e' di
      chi l'ha scritto, quindi saranno anche
      fattacci loro di con che licenza vogliono
      distribuirlo e se vogliono o meno essere
      pagati per quello che fanno!!!!
      Dico, avete mai sentito Linus disquisire su
      quanto ammonta il vostro stipendio o su che
      cosa dobbiate o no fare nel vostro tempo
      libero??Ma sveglia! Linus Torvalds fino a poco tempo fa lavorava in Transmeta !! Non è uno che si muore di fame.. ma chi pensa che poi abbia tirato fuori Linux per bravura e per mostrare al mondo quanto era bravo (che non è perchè il 99% del lavoro di copiatura dal codice Unix è stato fatto da altri comunque) è proprio ingenuo e puerile. Sveglia che dietro ci sono interessi di miliardi di dollari ! E dietro tutto si muove Bill Gates, poveri illusi !
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    Chi sviluppa sotto GPL non è vero che
    regale il suo lavoro..ma conosci bene la GPL?per chi lavora sotto GPL, ha senso farsi pagare solo dal primo acquirente (un bel pollo)...

    State facendo del FUD e bastala verità fa male
    • Anonimo scrive:
      Re: Al denigratore di linux:
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      Chi sviluppa sotto GPL non è
      vero che

      regale il suo lavoro..

      ma conosci bene la GPL?

      per chi lavora sotto GPL, ha senso farsi
      pagare solo dal primo acquirente (un bel
      pollo)...
      aggiungo che il primo acquirente può regalare il tuo progetto GPL al mondo intero, quindi di fatto difficilmente riusciresti a recuperare il costo per lo sviluppo di un progetto pluriennale...a meno che il primo acquirente non sia un miliardario pazzo
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Mi posti per favore la frase dalla quale

    capisci che la Nec non paga i suoi

    dipendenti che lavorano su progetti open

    source?



    Grazie....

    A parte il fatto che auspicare il pagamento
    degli sviluppatori non significa affatto
    denigrare linux, è ovvio che Nec paga
    i suoi dipendenti. E' invece meno probabile
    che dia qualcosa agli sviluppatori originari
    dei software modificati ed utilizzati nei
    suoi apparecchi.Parlate parlate parlate...Guarda che se modifichi il software hai il copyright sulle parti modificate... Chi sviluppa sotto GPL non è vero che regale il suo lavoro..State facendo del FUD e basta
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    - Scritto da: Anonimo

    quando Netscape era a pagamento ed exploder
    gratis nessuno ha gridato allo scandalo e
    alla concorrenza sleale.ti sei appena preso una bella cantonata, la prossima volta evita di sparare cavolate per fare comodo al tuo credo
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano

    non c'è alcuna contraddizione in
    quello che hai appena scritto...

    infatti un prodotto venduto gratis è
    sleale per aziende come MS o Apple

    nella cultura comune, non si osserva infatti
    il famigerato TCO, bensì il prezzo di
    vendita di un prodotto sullo scaffalecioè stai confermando che linux è gratis e costoso allo stesso tempo ?vuoi aggiungere che inquina anche l'aria ?o responsabile dell'effetto serra ?.. non avete proprio ritegno
    • Anonimo scrive:
      Re: E i muli lavorano
      - Scritto da: Anonimo
      cioè stai confermando che linux
      è gratis e costoso allo stesso tempo
      ?
      vuoi aggiungere che inquina anche l'aria ?
      o responsabile dell'effetto serra ?
      .. non avete proprio ritegnoi programmatori linux lavorano come dei muli e lavorano gratis, i consulenti invece si fanno i bei bigliettoni alla faccia di torvaldsora hai capito?Chi ha il merito di linux? I programmatori delle comunità di povere donazioni o i consulenti truffaldini e spesso anche incompetenti?
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ho sentito contraddizioni peggiori e
    nello

    stesso intervento.



    Prima han scritto che linux, essendo
    gratis,

    faceva concorrenza sleale a m$, e poi
    che i

    consulenti linux si fanno pagare

    profumatamente e quindi linux è

    costoso.

    non c'è alcuna contraddizione in
    quello che hai appena scritto...

    infatti un prodotto venduto gratis è
    sleale per aziende come MS o Apple

    nella cultura comune, non si osserva infatti
    il famigerato TCO, bensì il prezzo di
    vendita di un prodotto sullo scaffalequando Netscape era a pagamento ed exploder gratis nessuno ha gridato allo scandalo e alla concorrenza sleale.Se le parti si invertono allora cambiano i pesi e le misure.strano eh ..
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    - Scritto da: Anonimo
    Ho sentito contraddizioni peggiori e nello
    stesso intervento.

    Prima han scritto che linux, essendo gratis,
    faceva concorrenza sleale a m$, e poi che i
    consulenti linux si fanno pagare
    profumatamente e quindi linux è
    costoso.non c'è alcuna contraddizione in quello che hai appena scritto...infatti un prodotto venduto gratis è sleale per aziende come MS o Applenella cultura comune, non si osserva infatti il famigerato TCO, bensì il prezzo di vendita di un prodotto sullo scaffale
  • Anonimo scrive:
    Linux = Carne da macello...
    ...per i soliti avvoltoi
    • eagleone scrive:
      Re: Linux = Carne da macello...
      Spiegheresti il perchè della tua affermazione?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux = Carne da macello...
        - Scritto da: eagleone
        Spiegheresti il perchè della tua
        affermazione?http://punto-informatico.it/p.asp?i=50260Siamo invasi in questo periodo da notizie come queste...Sai quanto è costato Linux a Nec ? Zero euro...E sai quanti poveri programmatori lavorano su linux con la speranza di una qualche donazione? Migliaia e migliaia in tutto il mondo...Questa non è libertà.Basta con tutte ste donazioni del caxxo (misere tra l'altro)... i programmatori devono essere pagati profumatamente, almeno quanto i "consulenti"
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux = Carne da macello...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: eagleone

          Spiegheresti il perchè della tua

          affermazione?

          punto-informatico.it/p.asp?i=50260

          Siamo invasi in questo periodo da notizie
          come queste...

          Sai quanto è costato Linux a Nec ?
          Zero euro...

          E sai quanti poveri programmatori lavorano
          su linux con la speranza di una qualche
          donazione? Migliaia e migliaia in tutto il
          mondo...

          Questa non è libertà.

          Basta con tutte ste donazioni del caxxo
          (misere tra l'altro)... i programmatori
          devono essere pagati profumatamente, almeno
          quanto i "consulenti"Infatti Linux è una mega truffa come l' open source. Ma Linux con GNU/GPL servono a Microsoft per detenere il monopolio.Grazie a Linux non esiste un vero OS concorrente, nessuna industria investe i miliardi di dollari necessari per tirar fuori un OS alternativo con vero supporto industriale per sbaragliare il predominio di Microsoft.Con Linux Microsoft si è tolta dalle scatole l' IBM che aveva OS/2 con una buona fetta di mercato ed OS/3 in fase di sviluppo..
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:

    allora vediamo...

    secondo te, per quale motivo molte aziende
    di elettronica ed elettrodomestici (es. Nec)
    stanno passando a linux senza nemmeno aver
    provato prima le soluzioni proprietarie?

    Perchè vogliono i sorgenti da
    condividere?
    no, perchè linux è il migliore sistema adattabile a qualsiasi esigenzanon credo che rilascino i sorgenti del loro sw
    To dico io... perchè è gratis,meno male che sai tutto tu
    e se qualcosa è gratis, qualcuno da
    qualche parte del mondo viene sfruttato o
    raggirato, credimi.vuoi dire che con windows (che gratis non è) non succede ?cioè io pago windows ma non vengo sfruttato ?incredibile ! e io che credevo il contrario.cioè io uso linux e sono sfruttato, pago windows no.e non me ne rendevo conto.meno male che ci sei tu che capisci tutto
    E questi sono i programmatori delle
    comunità linux che lavorano solo
    esclusivamente per poter trasformare il
    mondo in un'oasi di pace e di amore...diamine !linus torvald e stallman vogliono conquistare il mondo !quando dicevano che il codice e' patrimonio dell'umanità ci stavano solo sfruttandomeno male che ci sei tu che hai capito tutto
    Ma ci vogliamo dare una svegliata?svegliaci tu che sai tuttodacci una guidachi suggerisci ? il filantropo bill gates ?meno male che ci sei tu che hai capito tutto
    • Anonimo scrive:
      Re: Al denigratore di linux:
      - Scritto da: Anonimo


      no, perchè linux è il migliore
      sistema adattabile a qualsiasi esigenza
      non credo che rilascino i sorgenti del loro
      sw
      continua a credere a quello che vuoi... ognuno di noi è libero di scegliere e di voler credere
      • Anonimo scrive:
        Re: Al denigratore di linux:


        no, perchè linux è il
        migliore

        sistema adattabile a qualsiasi esigenza

        non credo che rilascino i sorgenti del
        loro

        sw



        continua a credere a quello che vuoi...
        ognuno di noi è libero di scegliere e
        di voler crederecerto, se una società seglie linux non è mai per motivi tecnici ma solo per "comodo" o perche' "è gratis"cmq quoto il tuo ultimo intervento: "ognuno di noi è libero di scegliere e di voler credere"
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo


    Sei una persona molto ignorante in materia,
    e non meriti nemmeno una risposta. Scrivi
    solo frasi a caso senza sapere ciò
    che stai dicendo.allora vediamo...secondo te, per quale motivo molte aziende di elettronica ed elettrodomestici (es. Nec) stanno passando a linux senza nemmeno aver provato prima le soluzioni proprietarie?Perchè vogliono i sorgenti da condividere?BWAAAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA...To dico io... perchè è gratis, e se qualcosa è gratis, qualcuno da qualche parte del mondo viene sfruttato o raggirato, credimi.E questi sono i programmatori delle comunità linux che lavorano solo esclusivamente per poter trasformare il mondo in un'oasi di pace e di amore...BWAAAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA...Ti sei mai chiesto per quale motivo si chiedono tante donazioni nelle comunità open source...?Caz*o... io dico... e perchè la Nec ($$$) deve sfruttare io lavoro di quei poveri ragazzi illusi per fare il proprio busine$$ ???Ma ci vogliamo dare una svegliata?
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    No, la fiat non nasconde il meccanismo del
    motore a scoppio, e se qualcuno vuole
    mettersi a fabbricare automobili lo fa.
    e si... devi solo ricordarti ogni anno di pagare le royalty alla fiat per i suoi quasi 20 mila brevetti... Non ci credi?Che ingenui che siete oh...
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo



    Mi posti per favore la frase
    dalla

    quale



    capisci che la Nec non paga i
    suoi



    dipendenti che lavorano su

    progetti open



    source?







    Grazie....





    quale frase vorresti leggere...???





    per il 90% la Nec ($$$) si ciuccia

    linux da


    Sourceforge... e aggratis...





    chi sono i pirla?



    No, vorrei la frase che ti fa capire
    che la

    nec non paga chi modifica il software

    originario distribuito sotto licenza
    GPL.



    ahahah... Linux è gratis, punto.

    è ovvio che la Nec paghi i suoi
    impiegati come avrà sempre fatto...
    ma linux non lo ha fatto mica la Nec...Appunto. Nessuno paga il kernel. Perchè dovrebbe farlo la nec?
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Mi posti per favore la frase dalla
    quale


    capisci che la Nec non paga i suoi


    dipendenti che lavorano su
    progetti open


    source?





    Grazie....



    quale frase vorresti leggere...???



    per il 90% la Nec ($$$) si ciuccia
    linux da

    Sourceforge... e aggratis...



    chi sono i pirla?

    No, vorrei la frase che ti fa capire che la
    nec non paga chi modifica il software
    originario distribuito sotto licenza GPL.
    ahahah... Linux è gratis, punto.è ovvio che la Nec paghi i suoi impiegati come avrà sempre fatto... ma linux non lo ha fatto mica la Nec...
  • Anonimo scrive:
    Re: I brevetti non stanno simpatici, per
    - Scritto da: Anonimo

    Spiegare certe cose a certe persone,

    equivale a farle capire a Homer

    Simpson...lascia perdere...

    Almeno Homer Simpson aveva un lavoro.
    La quasi totalità degli sviluppatori
    linux, invece, non ce l'ha (perlomeno, non
    in quel settore).Si vede che evidentemente non gli serve come lavoro...non ho mai visto sviluppatori linux finiti sotto i ponti comunque.
    Se qualcuno ha dei dati che contrastano con
    questa affermazione, li fornisca.Non c'è bisogno di smentirla...chi sviluppa sotto licenza GPL lo fa perchè non vuole essere sempre pagato per il suo lavoro.Io sviluppo programmi sotto linux (senza infrangere licenze), senza licenza GPL e mi faccio pagare.E mi faccio pagare anche quando sviluppo sotto licenza gpl, solo che i committanti si comprano anche i sorgenti e ci fanno quello che vogliono
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Mi posti per favore la frase dalla quale

    capisci che la Nec non paga i suoi

    dipendenti che lavorano su progetti open

    source?



    Grazie....

    A parte il fatto che auspicare il pagamento
    degli sviluppatori non significa affatto
    denigrare linux, è ovvio che Nec paga
    i suoi dipendenti. Al contrario di quanto si affema nei post precedenti.
    E' invece meno probabile
    che dia qualcosa agli sviluppatori originari
    dei software modificati ed utilizzati nei
    suoi apparecchi.No, chi modifica il software viene pagato, chi ne fa la verisone originale probabilmente no.Ma la gpl PREVEDE questo modo di operare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Al denigratore di linux:
      - Scritto da: Anonimo


      No, chi modifica il software viene pagato,
      chi ne fa la verisone originale
      probabilmente no.

      Ma la gpl PREVEDE questo modo di operare....mmmmh, bella sta cosa... chi il furbone che ha inventato sto meccanismo???Ad esempio, la Fiat dovrebbe regalare la Stilo per poi guadagnarci con i centri autorizzati di assistenza tecnica...BWAAAAHAHAHAHAHAAHAHAH !!!Ora capisco perchè tutti vogliono linux..., e certo, non gli costa una chicca... :DLavorare somari, lavorate...
      • Anonimo scrive:
        Re: Al denigratore di linux:
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo





        No, chi modifica il software viene
        pagato,

        chi ne fa la verisone originale

        probabilmente no.



        Ma la gpl PREVEDE questo modo di
        operare.

        ...mmmmh, bella sta cosa... chi il furbone
        che ha inventato sto meccanismo???

        Ad esempio, la Fiat dovrebbe regalare la
        Stilo per poi guadagnarci con i centri
        autorizzati di assistenza tecnica...

        BWAAAAHAHAHAHAHAAHAHAH !!!

        Ora capisco perchè tutti vogliono
        linux..., e certo, non gli costa una
        chicca... :D

        Lavorare somari, lavorate...No, la fiat non nasconde il meccanismo del motore a scoppio, e se qualcuno vuole mettersi a fabbricare automobili lo fa.Non mi pare che ci sia un centro assistenza per il kernel linux...se tu lo conosci, indicamelo.Non mi pare che AbulÉdu, ASLinux, Astaro, Ayrsoft, Censornet, Chinese 2000, ClarkConnect, Cosix, ELX, EnGarde, ESware, Freedows, Icepack, Kore, Libranet, Lycoris, Mandrakelinux, O-Net, OpenNA, Red Flag, Securepoint, SmoothWall, Sorcerer, SUSE, Thiz, TrianceOS, Turbolinux, Vine, Xandros, Yellow Dog, YourESale,Red Hat,Athene, BearOps, Flonix, HispaFuentes, Holon, KRUD, Linare, Linspire, Media Lab, Miracle, Voodoo, Omoikane, Pie Box, Sun JDS siano completamente gratis.......Sei una persona molto ignorante in materia, e non meriti nemmeno una risposta. Scrivi solo frasi a caso senza sapere ciò che stai dicendo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Al denigratore di linux:
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Mi posti per favore la frase dalla quale

    capisci che la Nec non paga i suoi

    dipendenti che lavorano su progetti open

    source?



    Grazie....

    A parte il fatto che auspicare il pagamento
    degli sviluppatori non significa affatto
    denigrare linux, è ovvio che Nec paga
    i suoi dipendenti. E' invece meno probabile
    che dia qualcosa agli sviluppatori originari
    dei software modificati ed utilizzati nei
    suoi apparecchi.d'accordissimo
  • Anonimo scrive:
    Re: I brevetti non stanno simpatici, però ..
    - Scritto da: Anonimo
    Non sarebbe il caso di prevedere, per un uso
    commerciale di linux od altro materiale open
    source, il pagamento di un compenso alla
    comunità di sviluppatori? Magari si
    potrebbe creare una fondazione ad hoc ...
    altrimenti va a finire che tutti i costi di
    sviluppo vengono scaricati sugli
    sviluppatori che lavorano gratis!FINALMENTE UN COMMENTO OGGETTIVO !!!...sono perfettamente d'accordo con te
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    - Scritto da: Anonimo
    PS. Questo è solo un commento
    ironico, non è mia intenzione
    scatenare un flame...Potevi farlo evitando di scrivere stronzate.P.S. Ti rispondo senza loggarmi per evitare di far salire questo thread inutile.paulatz no loggato
  • Anonimo scrive:
    È da un pò a dire la verità ...
    Che sui prodotti embedded di un sacco di marche c'è linux.Forse questo è uno dei motivi per cui al Bias (a Milano) quest'anno c'era il DIVIETO DI PINGUINO e un sacco di biechi omini M$ che ti inseguivano con le copie gratuite ( da registrare) di Win CE .:)Occorrerebbe fare un documentario come quello che facevano negli anni 60 in America , quando l'industria voleva sostenere lo zinco che era inquinante.Avevo visto in TV alcuni di questi documentari e si faceva vedere la vita di tutti i giorni di un tizio e quello che non sarebbe esistito se non ci fosse stato lo zinco.Se si facesse con Linux (giusto per rompere un pò le scatole a quelli dei brevetti) ne vedremmo delle belle .
  • malex scrive:
    Re: I brevetti non stanno simpatici, per

    Non sarebbe il caso di prevedere, per un uso
    commerciale di linux od altro materiale open
    source, il pagamento di un compenso alla
    comunità di sviluppatori? Magari si
    potrebbe creare una fondazione ad hoc ...
    altrimenti va a finire che tutti i costi di
    sviluppo vengono scaricati sugli
    sviluppatori che lavorano gratis!Mi chi l'ha detto che gli sviluppatori di Linux lavorano gratis? Tu pensi che tutti i sviluppatori IBM che lavorano su Linux non siano pagati?Se una grossa azienda sceglie Linux per metterlo sui propri prodotti è perché è gia pronto, lo possono modificare a piacere, non devono pagare royalties a nessuno. Sono solo obbligati ad accettare le licenze open source. Nel caso della GPL, ad esempio, se fanno delle modifiche al kernel sono obbligati a renderle pubbliche, così controibuiscono anche loro allo sviluppo di Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti non stanno simpatici, per
      - Scritto da: malex

      Non sarebbe il caso di prevedere, per
      un uso

      commerciale di linux od altro materiale
      open

      source, il pagamento di un compenso alla

      comunità di sviluppatori? Magari
      si

      potrebbe creare una fondazione ad hoc
      ...

      altrimenti va a finire che tutti i
      costi di

      sviluppo vengono scaricati sugli

      sviluppatori che lavorano gratis!

      Mi chi l'ha detto che gli sviluppatori di
      Linux lavorano gratis? Tu pensi che tutti i
      sviluppatori IBM che lavorano su Linux non
      siano pagati?
      Se una grossa azienda sceglie Linux per
      metterlo sui propri prodotti è
      perché è gia pronto, lo
      possono modificare a piacere, non devono
      pagare royalties a nessuno. Sono solo
      obbligati ad accettare le licenze open
      source. Nel caso della GPL, ad esempio, se
      fanno delle modifiche al kernel sono
      obbligati a renderle pubbliche, così
      controibuiscono anche loro allo sviluppo di
      Linux.Spiegare certe cose a certe persone, equivale a farle capire a Homer Simpson...lascia perdere...
      • Anonimo scrive:
        Re: I brevetti non stanno simpatici, per
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: malex


        Non sarebbe il caso di prevedere,
        per

        un uso


        commerciale di linux od altro
        materiale

        open


        source, il pagamento di un
        compenso alla


        comunità di sviluppatori?
        Magari

        si


        potrebbe creare una fondazione ad
        hoc

        ...


        altrimenti va a finire che tutti i

        costi di


        sviluppo vengono scaricati sugli


        sviluppatori che lavorano gratis!



        Mi chi l'ha detto che gli sviluppatori
        di

        Linux lavorano gratis? Tu pensi che
        tutti i

        sviluppatori IBM che lavorano su Linux
        non

        siano pagati?

        Se una grossa azienda sceglie Linux per

        metterlo sui propri prodotti è

        perché è gia pronto, lo

        possono modificare a piacere, non devono

        pagare royalties a nessuno. Sono solo

        obbligati ad accettare le licenze open

        source. Nel caso della GPL, ad esempio,
        se

        fanno delle modifiche al kernel sono

        obbligati a renderle pubbliche,
        così

        controibuiscono anche loro allo
        sviluppo di

        Linux.


        Spiegare certe cose a certe persone,
        equivale a farle capire a Homer
        Simpson...lascia perdere...Povero Homer, non denigrarlo troppo: non sarà una cima ma alla luuuunga le cose le intuisce, mentre altri sono ancora piùduri di comprendonio....[O.T.] Oggi in merito a questo ho fatto la proposta al mio capo di un corso con titolo:"Il neurone, questo sconosciuto. Uso dello stesso per comprendere il mondo" :$In origine avevo messo i neuroni, ma il capo mi ha fatto osservare che il neurone era anche troppo.....
      • Anonimo scrive:
        Re: I brevetti non stanno simpatici, per

        Spiegare certe cose a certe persone,
        equivale a farle capire a Homer
        Simpson...lascia perdere...Almeno Homer Simpson aveva un lavoro.La quasi totalità degli sviluppatori linux, invece, non ce l'ha (perlomeno, non in quel settore).Se qualcuno ha dei dati che contrastano con questa affermazione, li fornisca.
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti non stanno simpatici, per

      Mi chi l'ha detto che gli sviluppatori di
      Linux lavorano gratis? Tu pensi che tutti i
      sviluppatori IBM che lavorano su Linux non
      siano pagati?Secondo te linux è sviluppato soltanto da IBM? Gli sviluppatori IBM saranno magari strapagati, ma si avvalgono del lavoro di migliaia di programmatori che non beccano un centesimo. Se tu scopri una vulnerabilità in un prodotto open source, la correggi e la segnali ad ibm, pensi che ti diano qualche soldo?
      Se una grossa azienda sceglie Linux per
      metterlo sui propri prodotti è
      perché è gia pronto, lo
      possono modificare a piacere, non devono
      pagare royalties a nessuno.appunto ...
      Sono solo
      obbligati ad accettare le licenze open
      source. Nel caso della GPL, ad esempio, se
      fanno delle modifiche al kernel sono
      obbligati a renderle pubbliche, così
      controibuiscono anche loro allo sviluppo di
      Linux.perchè dovrebbero modificare il kernel, con costi aggiuntivi?e se lo fanno (xchè non trovano la soluzione già fatta), a chi potrà mai essere utile una versione del kernel ottimizzata per i cellulari?
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti non stanno simpatici, per
      - Scritto da: malex
      Mi chi l'ha detto che gli sviluppatori di
      Linux lavorano gratis? Tu pensi che tutti i
      sviluppatori IBM che lavorano su Linux non
      siano pagati?ma quali sviluppatori linux IBM...???IBM prende le distro belle e pronte da suse e company... al massimo applica qualche modifica per le compatibilità drivers-hardware
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti non stanno simpatici, per
      - Scritto da: malex

      Non sarebbe il caso di prevedere, per
      un uso

      commerciale di linux od altro materiale
      open

      source, il pagamento di un compenso alla

      comunità di sviluppatori? Magari
      si

      potrebbe creare una fondazione ad hoc
      ...

      altrimenti va a finire che tutti i
      costi di

      sviluppo vengono scaricati sugli

      sviluppatori che lavorano gratis!

      Mi chi l'ha detto che gli sviluppatori di
      Linux lavorano gratis? Tu pensi che tutti i
      sviluppatori IBM che lavorano su Linux non
      siano pagati?
      Se una grossa azienda sceglie Linux per
      metterlo sui propri prodotti è
      perché è gia pronto, lo
      possono modificare a piacere, non devono
      pagare royalties a nessuno. Sono solo
      obbligati ad accettare le licenze open
      source. Nel caso della GPL, ad esempio, se
      fanno delle modifiche al kernel sono
      obbligati a renderle pubbliche, così
      controibuiscono anche loro allo sviluppo di
      Linux.Non sai di cosa parli. IBM è una dei promotori degli standard Unix, ha finanziato la ricerca dei veri Unix per i propri server e per le proprie versioni. IBM ha una tradizione Unix decennale con AIX. Linux lo hanno adottato per i server di fascia bassa per risparmiare soldi il più possibile e fregare i clienti vendendogli prodotti inferiori a costi minori perchè quasi nessuno vuole più pagare le licenze grazie alla follia Linux.
  • The Raptus scrive:
    VxWorks ??? !!!!
    Che costa miliardi, che èil migliore sul mercato oggi "passa" a Linux???QUesta è l'ultima cosa che immaginavo di vedere. Allora QNX, GreenHills ed altri che fanno? agricoltori ???Davvero molto strano: VxW, che faceva pagare anche la licenza sul venduto, era comunque più avanti di Linux: dava il supporto (beccati un problema: Vx ti risolve subito, Linux? te lo smazzi tu, e ci metti gorni, voglio vedere come fai a risparmiare sulle pur anche esose tascke di WIndRiver!). Adesso? cosa succederà ???Davvero per me è una notizia da fine del mondo!
    • Anonimo scrive:
      Re: VxWorks ??? !!!!
      Allora prendi una camomilla.
    • Anonimo scrive:
      Re: VxWorks ??? !!!!
      Aspetta, Io ho contattato per motivi profssionali, l'azienda in questione .... In realtà MontaVista, da diversi anni a questa parte, sviluppa diverse piattaforme per diversi mercati e una di queste è Linux.Ovviamente e come sempre, non è che ti danno una distribuzione su CD ma ti fanno pagare 25.000 $ (che sono paragonabili a qualche mese/uomo di lavoro) per una distribuzione custom, che è realtime e che si adatta perfettamente alla soluzione che tu cerchi.Ovviamente ti danno i loro drivers e le loro tecnologie che però sono Linux Based e chiaramente la loro assistenza, il tutto Open Source e customizzato per il tuo prodotto.La filosofia è quella di rivolgersi direttamente ai grandi produttori di chip (non c'è solo NEC c'è anche il MIPS di Toshiba e ARM di INTEL) che ti forniscono il processore che nell'ambito embedded è già compreso di hardware.Poi lo stesso produttore ti dice :Qui ci potete mettere CE , oppure vi potete customizzare un Linux oppure se volete c'è già la soluzione MontaVista che è stata adattata all'hardware interno del chip e costa X , se montate questa avete la GARANZIA di Toshiba/NEC/INTEL e Montavista sul software.Quindi nel momento in cui decidi di usare la piattaforma MIPS di Toshiba per creare 100.000 pezzi di un prodotto Toshiba/NEC/INTEL stessa ti consiglia (non ti obbliga a usare) MontaVista Linux , che in realtà è già stato sviluppato per quel chip e per l'hardware integrato. Tu ci metti qualche interfaccia e hai già pronto il router o il sistema di controllo realtime (perchè il loro Linux è Realtime). Per i produttori di hardware è comodo, te lo assicuro e costa veramente poco rispetto allo sviluppo e al mettersi a posto Linux a mano. Per quello che mi riguarda la mia azienda ha comunque preferito mettersi a posto Linux a mano, infatti non aveva nemmeno bisogno di una soluzione realtime. Il nostro prodotto funziona bene.PS : Molte delle cose che usiamo tutti i giorni usano Linux real time e non, perfino i satelliti per le trasmissioni radiotelevisive contengono una versione di Linux per il controllo dei transponder .... solo che non lo sappiamo.
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    - Scritto da: Anonimo
    Ho sentito contraddizioni peggiori e nello
    stesso intervento.

    Prima han scritto che linux, essendo gratis,
    faceva concorrenza sleale a m$, e poi che i
    consulenti linux si fanno pagare
    profumatamente e quindi linux è
    costoso.Esatto! Prima linux è più costoso dei sistemi proprietari perchè i consulenti sono cari, adesso gli stessi consulenti sono dei pirla perchè non si fanno pagare e lavorano come dei muli!Incredibile....
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    Ho sentito contraddizioni peggiori e nello stesso intervento.Prima han scritto che linux, essendo gratis, faceva concorrenza sleale a m$, e poi che i consulenti linux si fanno pagare profumatamente e quindi linux è costoso.
  • Anonimo scrive:
    Al denigratore di linux:
    Mi posti per favore la frase dalla quale capisci che la Nec non paga i suoi dipendenti che lavorano su progetti open source?Grazie....
    • Anonimo scrive:
      Re: Al denigratore di linux:
      Lascia perdere.Qui appena vedono "linux" smettono di leggere la notizia, corrono nel forum, e scrivono qualcosa a caso.Le frasi son sempre le stesse e devono contenere le parole "cantinaro", "sfruttamento del lavoro", "gratis", "dipendenti non pagati" e bla bla bla.... probabilmente sono messaggi subliminali che appaiono durante le schermate blu ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Al denigratore di linux:
      - Scritto da: Anonimo
      Mi posti per favore la frase dalla quale
      capisci che la Nec non paga i suoi
      dipendenti che lavorano su progetti open
      source?

      Grazie....quale frase vorresti leggere...???per il 90% la Nec ($$$) si ciuccia linux da Sourceforge... e aggratis...chi sono i pirla?
      • Anonimo scrive:
        Re: Al denigratore di linux:
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Mi posti per favore la frase dalla quale

        capisci che la Nec non paga i suoi

        dipendenti che lavorano su progetti open

        source?



        Grazie....

        quale frase vorresti leggere...???

        per il 90% la Nec ($$$) si ciuccia linux da
        Sourceforge... e aggratis...

        chi sono i pirla?No, vorrei la frase che ti fa capire che la nec non paga chi modifica il software originario distribuito sotto licenza GPL.
      • Anonimo scrive:
        Re: Al denigratore di linux:
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Mi posti per favore la frase dalla quale

        capisci che la Nec non paga i suoi

        dipendenti che lavorano su progetti open

        source?



        Grazie....

        quale frase vorresti leggere...???

        per il 90% la Nec ($$$) si ciuccia linux da
        Sourceforge... e aggratis...

        chi sono i pirla?Il kernel si 'ciuccia' da www.kernel.org. Questo risponde alla tua domanda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Al denigratore di linux:
      - Scritto da: Anonimo
      Mi posti per favore la frase dalla quale
      capisci che la Nec non paga i suoi
      dipendenti che lavorano su progetti open
      source?

      Grazie....A parte il fatto che auspicare il pagamento degli sviluppatori non significa affatto denigrare linux, è ovvio che Nec paga i suoi dipendenti. E' invece meno probabile che dia qualcosa agli sviluppatori originari dei software modificati ed utilizzati nei suoi apparecchi.
    • eagleone scrive:
      Re: Al denigratore di linux:
      - Scritto da: Anonimo
      Mi posti per favore la frase dalla quale
      capisci che la Nec non paga i suoi
      dipendenti che lavorano su progetti open
      source?

      Grazie....Dovrebbe postare anche le frasi da cui deduce che non vengano pagati gli sviluppatori e tutto il personale di Red Hat, SuSE, Mandrake, e altre distribuzioni, compresa la recente Ubuntu, dove Mark Shuttleworth, per questo progetto, ha reclutato gli sviluppatori di Debian (di cui è un'ottima derivazione) pagandoli profumatamente, oppure coloro che lavorano per l'OSDL (compreso Torvalds), o ancora tutti gli sviluppatori che IBM, HP, e moltissime altre aziende hanno messo a lavorare full time all'adattamento a Linux di tantissimo software esistente e alla creazione di nuovo, oppure degli stipendi di moltissimi sistemisti che si occupano di Linux, ecc, ecc, ecc...E' triste constatare che esiste ancora gente che si arrampica sugli specchi facendo, a mio avviso volutamente, perchè non posso pensare che siano così ignoranti (nel senso di "non sapere"), confusione tra "free" e "gratis", oggi, nel 2004!Devo anche dire, da utilizzatore di Linux oramai da diversi anni, e come membro attivo della comunità open source, che purtroppo esiste ancora una minoranza (che per altro è per fortuna molto ridotta) di idi@ti anche nel mondo open source che vedono tutto ciò che è commerciale come una cosa cattiva e da combattere, questi sono i peggiori nemici dello stesso mondo open source, sono quelle categorie di persone che allontanano i nuovi utilizzatori anzichè avvicinarli, che anzichè cercare un dialogo con coloro che pensano che il modello open source non sia un buono si chiudono in una cerchia che loro pensano sia per i pochi eletti, mentre non sanno che quella è una cerchia per "pochi idi@ti", sono persino peggiori dei denigratori o di quelle aziende (o forse sarebbe meglio dire "quell'azienda"... una a caso! ;)) a cui questo nuovo modo di concepire l'informattica da fastidio.Su queste persone mi scaldo particolarmente, perchè personalmente e per passione mi piace far conoscere il mondo di Linux e la filosofia open source, attenzione, faccio notare che ho scritto "conoscere", poi l'utilizzo sarà una scelta, è giusto che nulla venga imposto, e mi guardo sempre bene dal denigrare il mondo closed, Windows, MS, ecc, ritengo che se si voglia valorizzare qualcosa sia giusto elevare la stessa cosa sopra le altre, e non abbassare le altre cose per far sembrare la prima più grande, capito il concetto? Però queste persone spesso rovinano questo lavoro, ripeto, peggio di chi è contro lo stesso open source.Saluti.Eagleone
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    - Scritto da: Anonimo
    E mentre i muli lavorano come degli automi
    anonimi, la Nec se la ride e si cucca il
    pinguino aggratis... e si fa pure i milioni
    Ma scusa...fino a ieri chi sviluppava su linux era uno sfigato fanca**ista senza lavoro che viveva in cantina....adesso è diventato un impiegato automa supersfruttato della Nec?????????????Inoltre fino a ieri non esistevano grandi industrie che utilizzavano linux...adesso che lo fanno, QUALCUNO sostiene che tale azienda NON PAGHI i suoi dipendenti perchè tanto linux è gratis...mh....Mettiamoci d'accordo....In ogni caso, io resto della mia idea: chi denigra linux lo fa solo perchè NON lo sa usare.E adesso non scrivete biate del tipo: "uso linux da 40 anni e sono passato windows Me perchè non ce la facevo più...."
  • Anonimo scrive:
    Re: Ridicolo
    E' davvero divertente vedere quanto ti rode.Non parlare di cose che sono oltre la tua comprensione.
  • Anonimo scrive:
    Ridicolo
    Open-Source, Free-Software, sistemi personalizzabili e modulabili:entrano dappertutto eppure non ho mai visto un dispositivo che costasse meno di un altro.Inoltre, visto il presunto TCO inferiore al software proprietario, chi lo usa dovrebbe essere più concorrenziale nel mercato, avete visto aziende che hanno abbassato o mantenuto fermi i prezzi da quando usano Linux? Ah si, è vero, adesso però sono più sicure e possiamo vedere il codice...
  • Anonimo scrive:
    Re: I brevetti non stanno simpatici, però ..
    - Scritto da: Anonimo
    Non sarebbe il caso di prevedere, per un uso
    commerciale di linux od altro materiale open
    source, il pagamento di un compenso alla
    comunità di sviluppatori? Magari si
    potrebbe creare una fondazione ad hoc ...
    altrimenti va a finire che tutti i costi di
    sviluppo vengono scaricati sugli
    sviluppatori che lavorano gratis!Ma stai scherzando? è il loro modello di business regalare il frutto del loro lavoro! pensano che visto che lo hanno fatto loro saranno chiamati dalla Nec a fare i capi progetto, mi sa che vale per vermanete poche persone questa speranza
  • Anonimo scrive:
    Re: OTTIMO E ABBONDANTE
    - Scritto da: Anonimo
    Brava NEC!Sì, brava: continua ad arricchirti senza spendere una lira in sviluppo, perchè tanto c'è chi lavora gratis!
    • Anonimo scrive:
      Re: OTTIMO E ABBONDANTE
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      Brava NEC!

      Sì, brava: continua ad arricchirti
      senza spendere una lira in sviluppo,
      perchè tanto c'è chi lavora
      gratis!Lui non dichiara nulla!
  • Anonimo scrive:
    I brevetti non stanno simpatici, però ..
    Non sarebbe il caso di prevedere, per un uso commerciale di linux od altro materiale open source, il pagamento di un compenso alla comunità di sviluppatori? Magari si potrebbe creare una fondazione ad hoc ...altrimenti va a finire che tutti i costi di sviluppo vengono scaricati sugli sviluppatori che lavorano gratis!
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano

    E mentre i muli lavorano come degli automi
    anonimi, la Nec se la ride e si cucca il
    pinguino aggratis... e si fa pure i milioni

    Teorema di informatica:

    Programmatore_del_2004 = Pirla²

    ---
    PS. Questo è solo un commento
    ironico, non è mia intenzione
    scatenare un flame...se incontrassero un dirigente Nec che gira su una macchina da 200 mila euro con un paio di fighe da capogiro... Magari quello che ha pensato di usare la comunità open source per tutti i loro dispositivi... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: E i muli lavorano
      - Scritto da: Anonimo


      E mentre i muli lavorano come degli
      automi

      anonimi, la Nec se la ride e si cucca il

      pinguino aggratis... e si fa pure i
      milioni



      Teorema di informatica:



      Programmatore_del_2004 = Pirla²



      ---

      PS. Questo è solo un commento

      ironico, non è mia intenzione

      scatenare un flame...

      se incontrassero un dirigente Nec che gira
      su una macchina da 200 mila euro con un paio
      di fighe da capogiro... Magari quello che ha
      pensato di usare la comunità open
      source per tutti i loro dispositivi... :)alien ha già trovato la sua figa, lulla
  • Anonimo scrive:
    Re: E i muli lavorano
    - Scritto da: Anonimo
    E mentre i muli lavorano come degli automi
    anonimi, la Nec se la ride e si cucca il
    pinguino aggratis... e si fa pure i milionivero
    Teorema di informatica:

    Programmatore_del_2004 = Pirla²vero
    ---
    PS. Questo è solo un commento
    ironico, non è mia intenzione
    scatenare un flame...vero
  • Anonimo scrive:
    E i muli lavorano
    E mentre i muli lavorano come degli automi anonimi, la Nec se la ride e si cucca il pinguino aggratis... e si fa pure i milioniTeorema di informatica:Programmatore_del_2004 = Pirla²---PS. Questo è solo un commento ironico, non è mia intenzione scatenare un flame...
  • Anonimo scrive:
    Re: OTTIMO E ABBONDANTE
    - Scritto da: Anonimo
    Brava NEC!Sa alienasa.
  • Anonimo scrive:
    OTTIMO E ABBONDANTE
    Brava NEC!
Chiudi i commenti