Sony, c'è Vita all'E3

Il colosso giapponese sfrutta il trampolino dell'Electronic Entertainment Expo per ripartire di slancio. Svelato il prezzo della nuova PlayStation portatile e un TV 3D disegnato per la PS3

Roma – Per l’E3 di quest’anno Sony Computer Entertainment aveva promesso uno “show nello show”. Dopo aver tirato le somme sui problemi recenti, l’azienda nipponica guarda avanti e sceglie l’evento losangelino dedicato ai videogame del futuro per presentare una serie di stuzzicanti novità.

I primi a salire sul palco sono stati ovviamente loro, i titoli in arrivo. Resistance 3 e Uncharted 3 guidano la cordata. Sono quasi tutti sequel di “campioni d’incassi” molto attesi dagli appassionati, che girano in esclusiva sulla PlayStation 3. Alcuni di loro sfruttano il controller Move , altri il 3D stereoscopico. Quest’anno però il parco titoli dell’imminente PSP 2 ha rubato la scena alla macchina da salotto Sony.

La console portatile non si chiamerà NGP ma PlayStation Vita . Il portavoce Sony ha mostrato la promettente line-up dei nuovi giochi tascabili e ha ribadito le specifiche hardware di tutto rispetto, tra schermo pollici OLED multitouch WiFi, modulo 3G e doppia fotocamera. Più tardi è stato ufficializzato anche il listino prezzi. PS Vita sarà disponibile a fine anno a 249 euro nella versione solo WiFi. Per il modello con connessione 3G bisognerà sborsare 299 euro.

Confermati anche i vari servizi dedicati alla connettività. A quanto pare, sarà possibile cercare utenti PS Vita che giocano nelle vicinanze, chattare via voce anche con giocatori impegnati in attività diverse dalla nostra e visualizzare i record altrui. Per quanto riguarda la navigazione AT&T sarà il carrier ufficiale negli Stati Uniti.

Durante il lungo keynote, Sony ha mostrato anche un nuovo televisore 3D low cost pensato appositamente per il gemellaggio con PS3. Un display stereoscopico LED da 24 pollici di diagonale, perfetto per “la camera dei ragazzi”, che verrà proposto al prezzo di 499 dollari insieme ad un paio di occhiali attivi che si ricaricano via USB, un cavo video HDMI e una copia del prossimo capitolo della saga Resistance.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Jacopo Monegato scrive:
    riguardo la sostituzione dei file...
    per essere sicuro... mi chiederà se li voglio sostituire? non ho mai comprato un mp3 in vita mia (ne ero tentato ma ho visto che è lo stesso prendere i cd da play.com, aspetto una settimana e spendo uguale), quasi tutto quello che ho (e pian piano sarà tutto) è in aif o flac visto che ho la mania di rippare i cd appena li compro e sinceramente invece di un mp3 a 256 kbps preferirei tenere il mio aif. insomma sarei un po' icacchiato :D
    • francoecicc io scrive:
      Re: riguardo la sostituzione dei file...
      iTunes supporta i file AIFF.Sì, gli AIFF sono i migliori (proprio dal RIP CD), ma iTunes può anche comprimerli in Apple Lossless, simile al FLAC; per risparmiare spazio.Le canzoni acquistate non sono mp3, bensì AAC, codificati a 256kbps VBR, qualitativamente superiori persino agli MP3 320. Non arrivano agli AIFF, ma non ne fanno sentire la mancanza.
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: riguardo la sostituzione dei file...
        non te ha capito -.- ho detto-io la mia roba la tengo in aiff e la voglio così-ho letto che itunes da questa versione (o era icloud? non ricordo, chiedo) sostituisce i file in libreria che ritiene di qualità inferiore con i file provenienti dal suo store, che tu li abbia acquistati o no.-non voglio lo faccia. devo smettere di aggiornare itunes o si può disabilitare?
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: riguardo la sostituzione dei file...
          Non sostituisce nulla, quello che dici tu è iTunes Match, disponibile in futuro solo per gli USA per il momento e a pagamento a $24,66 l'anno quindi dormi tranquillo che i tuoi AIFF rimangono dove stanno ;)
  • ziovax scrive:
    Ancora un volta...
    ...una grande innovazione da eppol.
Chiudi i commenti