Sony chiude una fabbrica giapponese

Sony chiude una fabbrica giapponese

Chiusura per il centro di Minokamo, specializzato in ottiche fotografiche, con il conseguente licenziamento di 840 dipendenti. Altri 2mila faranno la stessa fine entro la fine dell'anno
Chiusura per il centro di Minokamo, specializzato in ottiche fotografiche, con il conseguente licenziamento di 840 dipendenti. Altri 2mila faranno la stessa fine entro la fine dell'anno

In un recente comunicato Sony ha annunciato la chiusura della propria fabbrica di Minokamo, nella prefettura giapponese di Gifu. Specializzato nella produzione di lenti – dalle reflex ai nuovi dispositivi mobile – il centro di Minokamo chiuderà i battenti entro la fine del prossimo marzo, con il conseguente licenziamento dei suoi 840 dipendenti .

Secondo la roadmap stabilita dal colosso nipponico, una parte della produzione – quella relativa ai dispositivi mobile – verrà trasferita verso le altre fabbriche acquisite dopo l’inglobamento di Sony-Ericsson , mentre il resto delle attività verrà definitivamente terminato.

Continua così il piano di ristrutturazione annunciato ai vertici dell’azienda del Sol Levante, per ridurre il totale della forza lavoro globale di circa 10mila persone. Altri 2.000 dipendenti verranno tagliati alla fine dell’anno fiscale in corso , permettendo a Sony di raggiungere l’obiettivo fissato: un risparmio di 30 miliari di yen (quasi 290 milioni di euro) all’anno. ( M.V. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 10 2012
Link copiato negli appunti