Sony investe 20mln di dollari in Palm

Con questa somma la multinazionale entra nella quota di capitale di PalmSource e dà a Palm nuove forze da spendere nella battaglia contro i Pocket PC


Tokyo (Giappone)- Nella battaglia che la vede difendersi dalla minacciosa avanzata dei Pocket PC, Palm può ora contare su di un potente alleato, Sony. Il colosso giapponese ha infatti annunciato di aver stretto con Palm una partnership strategica che la vedrà versare sul conto di PalmSource, l’unità operativa di Palm che si occupa di dare a terzi in licenza Palm OS, 20 milioni di dollari in cambio del 6% della quota azionaria della società.

Palm considera l’accordo come la dimostrazione che la divisione della società in due unità operative autonome sia stata un’ottima idea, tanto che l’azienda sta ora spingendo affinché, nel giro di pochi mesi, PalmSource perda definitivamente i connotati di sussidiaria e diventi una società in tutto e per tutto indipendente da Palm.

Sony, già licenziataria di Palm OS, sistema operativo che impiega nei suoi PDA Clie, potrà sfruttare questo accordo per espandere il proprio business e instaurare con Palm un rapporto di collaborazione tecnica che la porti a partecipare in modo diretto allo sviluppo delle prossime versioni di Palm OS.

Per Palm l’arrivo di Sony rappresenta, secondo alcuni analisti, un’opportunità unica per dare nuovo impulso alla propria attività e spingere l’acceleratore nello sviluppo di Palm OS, un sistema operativo che, sebbene con l’arrivo della versione 5 abbia colmato molta parte di quel gap che lo separava da Windows Pocket PC 2002, a parere di molti deve ancora fare qualche passo avanti in alcuni settori, quali il multimedia.

In passato Palm aveva già annunciato l’intenzione di trovare un socio di minoranza che potesse dare maggiore solidità al suo business: Sony, per molti osservatori, appare il partner ideale.

Nel giorno dell’annuncio le azioni di Palm sono salite di circa il 10%, questo a testimonianza – secondo gli osservatori del mercato – dell’entusiasmo con cui gli investitori hanno accolto la notizia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Quante parole.....
    ...e quanti soldi spesi....Si farebbe di tutto pur di guadagnare, anche speculare sulla vita umana SOPRATTUTTO sulla vita umana!Guidare è relativamente semplice, condividere la strada con gli imprevisti è difficile.Ho letto i commenti di altri e molti lapidariamente affermano che la velocità è un pericolo, che la lentezza è un pericolo, che la strada è un pericolo, ecc... .Molte cose sono pericolose ma a volte necessarie, fondamentalmente VIVERE E' PERICOLOSO!!!Vi faccio un'esempio... Un ambulanza con un ferito a bordo corre per portarlo in ospedale e forse per salvargli la vita ma cosi facendo incrocia sul suo cammino centinaia di persone, macchine, moto e quant'altro voi direte quello è un soccorso ma nella sua corsa per salvare una vita ne mette in pericolo molte altre!!! Allora cosa è giusto????Se un camion dei Vigili del Fuoco corre per un incendio sono tonnellate che si spostano con velocità ed è improbabile che riesca a fermarsi in tempo in caso che un pedone o un'auto gli attraversi la strada. La sirena e il lampeggiane non sono uno scudo contro gli incidenti e non permettono di "volare" in caso di necessità è triste ammetterlo ma è così. Ogniuno di noi pretente l'ambulanza "SUBITO" o la polizia in pochi secondi sul posto ma non si risparmiano i commenti negativi se poi capità l'incidente. Tutti criticano tutti e si è pronti a lapidare chiunque "ammetta" di superare i limiti, siamo tutti puristi finche non si ha fretta perche siamo in ritardo al lavoro o perche la moglie scalpita perchè si fredda la cena e pianta una discussione infinita, siamo esseri umani con infinite necessità e nessun computer potra mai capirci.Certo è ovvio gli incidenti vanno evitati ma è impensabile credere che non succedano più e se il satellite sbaglia? chi paga? Ricordate che la responsabilità comunque vada è di chi guida, quindi satelliti computer ecc... sono soldi buttati.Riparassero le strade, la segnaletica, valutate la pericolosità dei ponti, illuminazione delle gallerie e delle strade e in contemporanea formiamo la coscienza delle persone sin da bimbi inoltre promuoviamo corsi di guida sicura in pista facendo provare gli effetti di una sbandata o di una frenata dul bagnato in modo da preparade le persone anche agli imprevisti e non come capita a determinate persone che solo per un piccolo ostacolo facilmente evitabile frenano in modo inconsulto creando il caos e mettendo a rischio tutti o peggio creando un tamponamento a catena per poi asserire con aria allibita che "gli altri" andavano come pazzi.I discorsi sono tanti e lunghi stà di fatto che tutti questi "giocattoli satellitari" servono solo ad alimentare le grosse Company che creano illusioni di sicurezza.Spendere quei soldi per la ricerca sul cancro salverebbe molte più vite sia ora che negli anni a venire.
  • Anonimo scrive:
    alta soluzione
    Per ridurre questo problema la soluzione che ritengo migliore:Obbligare tutte le auto ad andare al massimo a 100km/hLa ferrari vuole vendere una macchina che va piu' di 100 km/h: non puo' per legge.Hai fretta? parti prima.Siete piloti esperti? mi dite cosa fate a 200 km/h in austostrada se si rompe uno dei seguenti pezzi- freni- braccetti- scoppia una ruotaE' pericoloso anche a 100, ma volete mettere la differenza tra andare a 100 e andare a 200 e sbattere contro qualcosa.Il problema è che gli italiani hanno fretta e non possono perdere tempo, ma quando poi succede l'incidente e ci scappa il morto sono tutti a piangere.Se non la nebbia tutti andassero a 50 km/h quanti morti succederebbero ogni anno?Qualche tempo fa stavo andando nel paese vicino, ero in strada extraurbana, andavo a circa 70 km/h, in fondo ad una discesa in curva uno mi sorpassa ad alta velocità, subito dopo la curva si è trovato la coda del semaforo, per evitarla si è dovuto mettere sull'altra corsia (contromano) ma anche di li venivano macchine, ha evitato un incidente per mircaolo, 300 metri dopo ha ripreso andare come un pistola.ciaop.s. ma i limiti in quanti li rispettano?
    • Anonimo scrive:
      Re: alta soluzione
      in linea di principio sono d'accordo:si stabilisca una velocità oltre la quale E' FOLLE PER CHIUNQUE viaggiare e limitiamo per legge la velocità max permesse dalle centraline.Propendo per un salomonico 190Km/h. Non possono circolare per legge auto che possono superare questa velocità. Se vengono beccate auto modificate vengono immediatamente confiscate. Punto. Rimarranno ancora molti problemi di sicurezza, certo, ma intando togliamo di mezzo una volta per tutte quei pazzi in Porsche e Mercedes che sfrecciano ai 200 orari sentendosi padroni del destino del mondo.Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Perchè il GPS ???
    Qualcuno ha idea a che serva il GPS, quando un'auto conosce perfettamente la propria velocità ??? (Basta vedere che il tachimetro misura una tensione proporzionale alla velocità ...)Vogliono forse archiviare in un sistema tutti i nostri spostamenti ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè il GPS ???
      - Scritto da: mmx
      Qualcuno ha idea a che serva il GPS, quando
      un'auto conosce perfettamente la propria
      velocità ??? (Basta vedere che il tachimetro
      misura una tensione proporzionale alla
      velocità ...)Già. Ma non la propria posizione.Ma puoi sempre limitare la velocità in autostrada a 50 km/h.Oppure permettere i 130 km/h in città...
      Vogliono forse archiviare in un sistema
      tutti i nostri spostamenti ???Il gps riceve, non trasmette...
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè il GPS ???

        Già. Ma non la propria posizione.

        Ma puoi sempre limitare la velocità in
        autostrada a 50 km/h.... non è una cattiva idea ...

        Oppure permettere i 130 km/h in città......neanche questa è una cattiva idea ...

        Il gps riceve, non trasmette...Ho proprio detto una ca...ta ... scusatemi ...devo avere qualche complesso di persecuzione ultimamente .... :-))
  • Anonimo scrive:
    considerazioni
    Ancora una volta, invece di risolvere il problema alla radice, si cerca di fare dei truschini costosi, inefficienti, pericolosi.Ci sono incidenti sulle strade?in Italia gran parte degli incidenti viene archiviato come "errore del guidatore", ma non vengono cercate le cause dell'errore.Per esempio, ci sono curve che cominciano ampie, cosa che porta a prenderle a velocita' piuttosto elevata, e che si "stringono" subito dopo. risultato? gente che esce di strada, testacoda, frontali. Mai nessuno che dica "Controlliamo tutte le strade, per vedere i punti pericolosi ed eliminarli". C'è un buco sulla strada? macche' tapparlo, meglio mettere un cartello di limite dei 30 all'ora, cosi' se la macchina ti piomba in un buco di 20 cm di profondita', la colpa e' sempre tua. Tanta gente supera il limite di velocita'? autovelox, spesso nascosti. In questo modo gli automobilisti rallentano subito prima del velox, e accelerano a velocita' folle subito dopo, "tanto vorrai mica che ci siano due autovelox a poca distanza uno dall'altro".
    • Anonimo scrive:
      Re: considerazioni

      in Italia gran parte degli incidenti viene
      archiviato come "errore del guidatore", ma
      non vengono cercate le cause dell'errore.
      Per esempio, ci sono curve che cominciano
      ampie, cosa che porta a prenderle a
      velocita' piuttosto elevata, e che si
      "stringono" subito dopo. risultato? gente
      che esce di strada, testacoda, frontali.Hai fatto un esempio a dir poco calzante. La scorsa settimana ero lungo una strada che ad un certo punto terminava con un muro, e bisognava girare a sinistra. Arrivo alla fine della strada, un lungo rettilineo, e solo allora mi accorgo che un'altra strada la interseca perpendicolarmente (classico incrocio a T , insomma): nascosta dalla vegetazione, alla mia sinistra ed alla mia destra un'altra strada proseguiva quasi invisibile.L'incrocio, manco a dirlo, NON era segnalato da nessuno dei due lati. Secondo me uno che arriva lì anche solo a 50/60 all'ora si trova decisamente a rischio, ma dopo 300 metri di rettilineo larghi e ben asfaltati non si può pretendere che la gente arrivi lì in seconda a passo d'uomo...Condivido tutto quello che hai scritto.ciaoAgostinoP.S. Ehi, mica sarai il Vertigo di Fidonet? :)
  • Anonimo scrive:
    [ot] zut!
    che gran vacade!dateli a me tutti quei soldi!
  • Anonimo scrive:
    Come al solito...
    ...si pensa che la velocità sia l'elemento principale, per non dire l'unico, del più complesso problema della sicurezza stradale.Viaggio abbastanza per lavoro e sono atterrito dai pericoli che, per causa di altri, continuamente corro. E che sono:- fondi stradali dissestati- illuminazione e segnaletica inadeguate- tracciati stradali pericolosiE poi:- la gente che non sa guidare, e che costituisce un pericolo per sé e per gli altri per imperizia o perché si assume troppi rischi- la gente che guida macchine scassatissime, cariche fino all'inverosimile, con i freni ridotti chissà come, gli specchietti rotti, le gomme a dir poco lisce...Ci sono amplissimi spazi di intervento su ognuno degli elementi che ho descritto... ma invece no. In Italia si parla SOLO del limite di velocità. Io guido bene, sempre sobrio e con ottimi riflessi, un'Alfa 147 nuova ed in condizioni perfette. Posso andare a 200 all'ora e sono molto, MOLTO meno pericoloso del cretino di turno che, con una Uno di 15 anni fa con quattro persone a bordo ed un'intera casa stipata nel portabagagli, viaggia a 140 all'ora con gomme da brividi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito...
      - Scritto da: Agostino
      ...si pensa che la velocità sia l'elemento
      principale, per non dire l'unico, del più
      complesso problema della sicurezza stradale.Certo che non e' l'unico. Pero' conta. O vuoi dire che finche' non verranno risolti gli altri problemidobbiamo fregarcene della velocita' e permettere alla gente di correre quanto vuole? Tra l'altro tutti i problemi che hai elencato sono un ulteriore ragione per moderare la velocita'.
      Io guido bene, sempre
      sobrio e con ottimi riflessi, un'Alfa 147
      nuova ed in condizioni perfette. Posso
      andare a 200 all'ora e sono molto, MOLTO
      meno pericoloso del cretino di turno che,
      con una Uno di 15 anni fa con quattro
      persone a bordo ed un'intera casa stipata
      nel portabagagli, viaggia a 140 all'ora con
      gomme da brividi.Siete pericolosi ENTRAMBI. Ma che razza di discorsi fai? "Io guido bene... con ottimi riflessi... posso andare a 200 all'ora...": ma pensi di essere Superman? Il fatto che quello con la Uno sia piu' o meno pericoloso di te a 200 all'ora non ha senso. Ripeto, siete pericolosi entrambi. (Non dubito certo dei tuoi riflessi, ma a quelle velocita' hai idea di quanto ci vuole per fermarsi???).bye, Andrea
      • Anonimo scrive:
        Re: Come al solito...

        discorsi fai? "Io guido bene... con ottimi
        riflessi... posso andare a 200 all'ora...":
        ma pensi di essere Superman? Il fatto che
        quello con la Uno sia piu' o meno pericoloso
        di te a 200 all'ora non ha senso. Ripeto,
        siete pericolosi entrambi. (Non dubito certo
        dei tuoi riflessi, ma a quelle velocita' hai
        idea di quanto ci vuole per fermarsi???).invece ha proprio ragione lui...e meno pericoloso un guidatore tipo schumacher o il solito pirla che va in giro con la macchina ridotta malissimo e oppure la moglie vicino che rompe le palle ?????un guidatore esperto non e un pericolo ne per se stesso ne per gli altri in quanto conosce i propri limiti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Come al solito...
          - Scritto da: blah
          un guidatore esperto non e un pericolo ne
          per se stesso ne per gli altri in quanto
          conosce i propri limiti...Siamo alla follia...Puoi essere esperto quanto vuoi, ma a 200 all'ora sei PERICOLOSO sia per te che per gli altri. Se un idiota esce a 50 all'ora dalla corsia di destra e si butta in quella di sorpasso pensi di avere maggiori possibilita' di fermarti a 200 all'ora che non a 130?Comunque hai ragione: un guidatore esperto non costituisce un pericolo, perche' non andrebbe a 200 all'ora (proprio perche' conosce i propri limiti...).bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Come al solito...

            Siamo alla follia...grazie...ma lo sapevo...
            Puoi essere esperto quanto vuoi, ma a 200
            all'ora sei PERICOLOSO sia per te che per
            gli altri. Se un idiota esce a 50 all'ora
            dalla corsia di destra e si butta in quella
            di sorpasso pensi di avere maggiori
            possibilita' di fermarti a 200 all'ora che
            non a 130?dipende da che freni hai...in formula uno come fanno a frenare da trecento a novanta ?????
            Comunque hai ragione: un guidatore esperto
            non costituisce un pericolo, perche' non
            andrebbe a 200 all'ora (proprio perche'
            conosce i propri limiti...).mai visto il film taxi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come al solito...
            - Scritto da: blah

            Siamo alla follia...
            grazie...ma lo sapevo...:-)))
            dipende da che freni hai...in formula uno
            come fanno a frenare da trecento a novanta
            ?????Usano cose che noi comuni mortali non potremmo nemmeno immaginare... Comunque la mia domanda si riferiva alla *stessa* auto: converrai che a 130 km/h ci vuole qualche decina di metri in meno che a 200 km/h... eppoi tu mica guidi una formula uno... o si???

            Comunque hai ragione: un guidatore esperto

            non costituisce un pericolo, perche' non

            andrebbe a 200 all'ora (proprio perche'

            conosce i propri limiti...).
            mai visto il film taxi ?No. Cosa c'entra?bye, Andrea
      • Anonimo scrive:
        Re: Come al solito...


        ...si pensa che la velocità sia l'elemento

        principale, per non dire l'unico, del più

        complesso problema della sicurezza

        stradale.

        Certo che non e' l'unico. Pero' conta. O
        vuoi dire che finche' non verranno risolti
        gli altri problemidobbiamo fregarcene della
        velocita' e permettere alla gente di correre
        quanto vuole?No, voglio dire che in Italia quando si parla di incidenti si crocifigge solo la velocità, anziché diffondere una cultura della sicurezza nella sua complessità. Quindi abbiamo centinaia di migliaia di rottami che vanno in giro a 120 all'ora senza rendersi conto di essere delle mine vaganti...
        Tra l'altro tutti i problemi
        che hai elencato sono un ulteriore ragione
        per moderare la velocita'.Chi va in giro con una Uno con le gomme lisce è pericoloso anche a 90 all'ora, quindi il problema non è se porre il limite a 130 o 150 km/h, il problema è far capire alla gente che la sicurezza è anche avere una macchina a posto e conoscere la strada ed i propri riflessi.

        Io guido bene, sempre

        sobrio e con ottimi riflessi, un'Alfa 147

        nuova ed in condizioni perfette. Posso

        andare a 200 all'ora e sono molto, MOLTO

        meno pericoloso del cretino di turno che,
        Siete pericolosi ENTRAMBI. Ma che razza di
        discorsi fai? "Io guido bene... con ottimi
        riflessi... posso andare a 200 all'ora...":
        ma pensi di essere Superman? Il fatto cheEhi, ho scritto che "posso", mica che ci vado. :-)A parte gli scherzi: il problema non è se la velocità è *molta*, il problema è se la velocità è *troppa*.Se corro è perché il mio status di salute, la strada, l'auto e le condizioni del traffico me lo consentono. Saper guidare significa questo, non andare più veloce. Conosco i miei limiti, quelli della mia auto, e sto ben attento a non avvicinarmici. Posso andare a 180 all'ora se posso, ma sto ben attento alla distanza di sicurezza. E puntualmente vengo superato dall'idiota di turno che si mette tra me e la macchina che ho davanti, senza capire che così facendo si gioca lo spazio di frenata...ciaoAgostino
        • Anonimo scrive:
          Re: Come al solito...
          - Scritto da: Agostino
          No, voglio dire che in Italia quando si
          parla di incidenti si crocifigge solo la
          velocità, anziché diffondere una cultura
          della sicurezza nella sua complessità.Piu' che d'accordo.
          Posso andare a 180 all'ora se posso, ma sto
          ben attento alla distanza di sicurezza. E
          puntualmente vengo superato dall'idiota di
          turno che si mette tra me e la macchina che
          ho davanti, senza capire che così facendo si
          gioca lo spazio di frenata...Mi dispiace, ma qui invece non posso essere d'accordo. Non e' questione di distanza di sicurezza, e' questione che velocita' elevate sono pericolose - non in condizioni ideali, beninteso, ma perche' una buca, un animale, o un guasto sono cose che accadono, e nemmeno cosi' infrequentemente. E le conseguenze dipendono quasi esclusivamente dalla velocita'...In fondo, che fretta abbiamo? Io direi che possiamo accontentarci dei nostri 130...
          ciaobye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Come al solito...


            Posso andare a 180 all'ora se posso, ma

            sto ben attento alla distanza di sicurezza.
            Mi dispiace, ma qui invece non posso essere
            d'accordo. Non e' questione di distanza di
            sicurezza, e' questione che velocita'
            elevate"Elevata" è un concetto relativo che dipende dall'auto, dalla strada, dall'autista, ecc.Torniamo sempre allo stesso punto.
            sono pericolose - non in condizioni
            ideali, beninteso, ma perche' una buca, un
            animale, o un guasto sono cose che accadono,Le velocità elevate io le ho prese sempre e solo sulle autostrade, dove buche ed animali non ce ne dovrebbero essere... finora non ne ho incontrati, almeno. :-)Insomma, il discorso è sempre lo stesso: una velocità può essere ritenuta pericolosa o no solo in relazione a tutti gli altri elementi. La mia vecchia Renault 4 era pericolosa a 110 all'ora, la mia Alfa lo è sopra i 180, la Porsche del mio amico Stefano lo è sopra i 200.E' chiaro che andando pianissimo si minimizzano i rischi, con qualunque auto, ma a questo punto diventa un discorso sul sesso degli angeli, tanto vale imporre il limite dei 40 all'ora e si risolve il problema.ciaoAgostino
          • Anonimo scrive:
            Re: Come al solito...

            Insomma, il discorso è sempre lo stesso: una
            velocità può essere ritenuta pericolosa o no
            solo in relazione a tutti gli altri
            elementi.Ma e' proprio questo il punto!!! Non puoi avere il controllo sugli "altri elementi": e' per questo che devi tenerne conto; 200 km/h sono troppi anche per la Porsche del tuo amico. Tu stesso dici che _finora_ non hai mai incontrato buche o animali in autostrada... non ti sembra che potresti essere stato semplicemente fortunato?bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Come al solito...
            Purtroppo la maggior parte di quelli che vanno a 180 non pensano di essere fortunati, pensano di essere bravi, e non c'è verso di fargli cambiare idea, ne ho conosciuto uno che era incredibile, guidava tranquillamente a 170km/h in tangenziale (dove c'è il limite di 90) non ammetteva mai i propri errori e sul lavoro si credeva un dio.Inutile dire che la sua azienda è fallita questa primavera, prendendo di sorpresa solo lui :).A questo genere di persone di poter mettere a rischio la pelle degli altri guidando altre i limiti di velocità mi sa che non passa proprio per la mente.Una buca puo capitare a chiunque prima o poi, e che nessumo mi venga a dire che perdere il controllo della propria auto a 180km/h è meglio che perderlo a 120km/h.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come al solito...


            Insomma, il discorso è sempre lo stesso:

            una velocità può essere ritenuta pericolosa o

            no solo in relazione a tutti gli altri

            elementi.
            Ma e' proprio questo il punto!!! Non puoi
            avere il controllo sugli "altri elementi":
            e' per questo che devi tenerne conto; 200
            km/h sono troppi anche per la Porsche del
            tuo amico.Anche secondo me, ma guai a farglielo notare. :-)
            Tu stesso dici che _finora_ non
            hai mai incontrato buche o animali in
            autostrada... non ti sembra che potresti
            essere stato semplicemente fortunato?Ehi, mica penserai che la mia velocità di crociera sia tipicamente di 180 all'ora? :-)))Non sono uno di quelli che guida a tavoletta, volevo solo far notare che molto spesso in questi discorsi si trascurano tutti gli altri elementi in gioco, preferendo dare la colpa degli incidenti solo alla velocità, ed osservavo che un catorcio con le gomme lisce a 120 all'ora può essere pericoloso quanto e più di una macchina in ottime condizioni che va più veloce.Per quanto riguarda il mio essere stato fortunato... sono stato sì fortunato a non incappare in buche o caprioli, ma se permetti sono stato anche abbastanza intelligente da non mettermi a correre se non in condizioni controllate. Insomma, faccio tutto quello che è in mio potere per non creare condizioni anche solo potenzialmente pericolose. Il resto è destino, e niente mi garantisce che una buca improvvisa sia mortale a 170 all'ora e non lo sia anche a 140 o a 120. Si fa quel che si può, tutto il resto è destino, e non posso guidare tutta la vita in seconda a 30 all'ora solo per paura che un TIR nell'altra corsia mi venga di faccia. Tu stesso hai fatto un ottimo esempio: "se acchiappi un cretino che dalla corsia di emergenza si butta a 50 all'ora su quella di sorpasso dove stai arrivando tu a 180 all'ora, che fai?". La mia risposta è che la domanda non mi compete, perché se vedo un'auto in movimento davanti a me io a 180 all'ora non ci vado manco pagato (e se non la vedo vuol dire che non c'è abbastanza visibilità perché io vada veloce) - non sono di quelli che s'illudono di poter avere tutta la strada che vogliono solo perché hanno un Mercedes e lampeggiano di continuo (e quanti ce ne sono...)ciaoAgostino
          • Anonimo scrive:
            Re: Come al solito...
            Agostino hai perfettamente ragione che la velocità dipende dal mezzo e non è un problema in se,ma nessuno lo capisce.per esempio il mio 50cc fa circa 90km/h ed è perfettamente in grado di reggerli sia come gomme,freni,telaio,ma sarebbe fuorilegge.ho visto vecchie vespe px da 120km/h senza freni che per la legge sono a posto.Ma alla fine il problema di fondo quale è?che i limiti sono troppo bassi,mi riferisco specialmente a quelli sulle strade "normali".i 50 dovrebbero stare solo nei centri abitati invece te li piazzano in strade larghe senza incroci per magari farti 2 o 3 multe...se tutti rispettassero certi limiti ci sarebbero + ingorghi di quanti ce ne sono.Adesso ci manca solo che non si può dare qualche sana accelerata quando le condizioni lo permettono!
  • Anonimo scrive:
    Viva la libertà!!
    Se continua cosi' c'e' da pensare a qualche paese del terzo mondo come nuova patria... almeno li' non ci sono satelliti che decidono quando accelerare e cosa devo mangiare e cellulari che dicono a tutti dove diavolo sono e - se hanno la cam - anche cosa sto facendo.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva la libertà!!

      Se continua cosi' c'e' da pensare a qualche
      paese del terzo mondo come nuova patria...non credo che ti troveresti meglio..dapertutto c'e la solita pizza...
      almeno li' non ci sono satelliti che
      decidono quando accelerare e cosa devo
      mangiare e cellulari che dicono a tutti dove
      diavolo sono e - se hanno la cam - anche
      cosa sto facendo.....secondo te perche vogliono tirare i popoli fuori dalla poverta ????? proprio per poterli trasformare in consumatori...della loro poverta non frega nulla a nessuno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva la libertà!!
      Sicuramente se ti imboschi in qualche sperduto paesello, ti arriverà la Panda dei Carabinieri :))
  • Anonimo scrive:
    Totalmente d'accordo!
    Finalmente non vedremo piu dei deficenti sfrecciare a 200 km/h dove il limite è 50!Era ora, finalmente un'ottima idea.
    • Anonimo scrive:
      Re: Totalmente d'accordo! (ma va va...! :)
      - Scritto da: LuckyHell
      Finalmente non vedremo piu dei deficenti
      sfrecciare a 200 km/h dove il limite è 50!
      Era ora, finalmente un'ottima idea....ma continuerai a vedere me, con la mia 500 del 1972, che ti passera' di fianco alla impressionante velocita' dei 110Km/h :)Attaccami il GPS al carburatore se ci riesci!Terra2
    • Anonimo scrive:
      Re: Totalmente d'accordo!
      - Scritto da: LuckyHell
      Finalmente non vedremo piu dei deficenti
      sfrecciare a 200 km/h dove il limite è 50!
      Era ora, finalmente un'ottima idea.a si? .... e che fai se mentre sei in macchina una persona che e'con te si sente male...gli viene un infarto e il limite e' di 50 all'ora fino all'ospedale...e anche se la strada e'quasi deserta tu non arrivi in tempo...e' vero che probabilmente salverebbe molte altre vite....ma non e'un sistema perfetto...non sarebbe meglio il controllo stradale e l'educazione ??sei mai stato in svizzera ? com'e' che gli italiani quando sono li'vanno piu'lenti delle lumache ?e non che gli svizzeri siano dei santi....perche' loro quando vengono in italia sono peggio di noi...perche ?te lo dico io....sanno che se superano i limiti li beccano, li fermano e pagano...ma in italia??il fatto di non essere puniti e' quasi un istigazione a delinquere....ti faccio un esempio...ieri non ho dormito un gran che cosi' ho deciso di andare a milano presto, sono uscito alle 7 da casa...(di solito ci vado dopo le 10 e ci metto mezz'ora)non l'avessi mai fatto...un'ora e un quarto di coda....e in piu' mi sentivo pure un imbecille perche' c'erano un sacco di auto che passavano sulla corsia d'emergenza....cosi'tranquillamente...e senza nessuno che le fermasse....e per ogni macchina che passa io mi faccio 1 min in piu' di cosa perche' ovviamente poi si vogliono infilare quando la corsia finisce o ci sono le uscite....e mi sentivo preso per il c??o a tal punto che mi sentivo cretino a non usare anche io la corsia d'emergenza....ma non l'ho fatto....alla fine ho deciso che la prossima volta anche se non dormo col cavolo che esco di casa prima delle 10....infatti sono ancora a casa e tra poco esco....la certezza della punizione....e'fondamentale pereducare....in tutti i settori e non solo in quello stradale....piu' persone lasci impunite piu' altri ne seguiranno sentendosi al sicuro anche se non rispettano le leggi....
      • Anonimo scrive:
        Re: Totalmente d'accordo!
        (cut)
        il fatto di non essere puniti e' quasi un
        istigazione a delinquere....ti faccio un
        esempio...(cut)
        la certezza della
        punizione....e'fondamentale per
        educare....in tutti i settori e non solo in
        quello stradale....
        piu' persone lasci impunite piu' altri ne
        seguiranno sentendosi al sicuro anche se non
        rispettano le leggi....(cut)confermo e a tale proposito richiamo l'attenzione su REPORT, unica trasmissione TV che valga la pena di guardare e videoregistrare, l'ultima puntata era dedicata agli incidenti stradali e dimostrava, dati alla mano, la validità della tesi della certezza della punizione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Totalmente d'accordo!
      Come al solito sarebbe meglio riflettere prima di rispondere.Ci sono molti casi di emergenza in cui e' preferibile superare i limiti di velocita' (e magari farsi anche ritirare la patente) piuttosto che incorrere in problemi pu' gravi.Vuoi qualche esempio:Se, 8 anni fa, avessi rispettato i limiti di velocita', mia figlia sarebba nata sul sedire posteriore della mia auto.Se mi accorgo che il TIR dietro di me non riesce a frenare e mi sta per trasformare in una piadina, schizzo via piu' veloce della luce.E via dicendo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Totalmente d'accordo!
      - Scritto da: LuckyHell
      Finalmente non vedremo piu dei deficenti
      sfrecciare a 200 km/h dove il limite è 50!
      Era ora, finalmente un'ottima idea.Sarà dura dove c'è il limite di 5km/h ( e ce ne sono anche troppi di questi cartelli) visto che la mia al minimo fa i 15.... :-)))Senza scomodare i satelliti basterebbe un vigile... senza considerare che risolvi il solo problema della velocità mentre ad esempio la svolta senza freccia, il saltare fuori dagli stop,le cinture ignorate....
    • Anonimo scrive:
      Re: Totalmente d'accordo!
      - Scritto da: LuckyHell
      Finalmente non vedremo piu dei deficenti
      sfrecciare a 200 km/h dove il limite è 50!
      Era ora, finalmente un'ottima idea.BIP...BIP...BIPWARNING!!!!!!TROLL DETECTED!!!ACTIVATING AUTO-PROTECTION...TROLL IGNORED SUCCESSFULLY...WORK COMPLETE.
  • Anonimo scrive:
    PRO e CONTRO
    PRO: - Riduzione incidenti - Riduzione costi assicurazione - Riduzione inquinamento - Riduzione traffico (imbottigliamenti etc.) - Georeferenziazione veicolo per fini investigativiCONTRO: - Problemi di Privacy - Problemi di Sicurezza (a volte accelerare e megli che frenare) - Problemi di Costi (abbonamenti, manutenzione etc.)Chi ne vuole aggiungere iserisca una risposta,poi valutiamo i pro e i contro e vediamo
    • Anonimo scrive:
      Re: PRO e CONTRO ---- ???????????
      - Scritto da: tom
      PRO:

      - Riduzione incidentiE chi lo dice?Ti assicuro che rischi più quando sorpassi e l'altro id1_ota non mette la freccia e magari svolta a sx che "accelerando" all'impazzata in autostrada.
      - Riduzione costi assicurazioneNon è vera perchè non è vera quella sopra.

      - Riduzione inquinamentoSfiori il ridicolo.
      - Riduzione traffico (imbottigliamenti
      etc.)HAHAHAH, spiegacela.
      - Georeferenziazione veicolo per fini
      investigativiE sarebbe un pro?

      CONTRO:

      - Problemi di Privacyprivacy?Diciamo problemi di LIBERTA'.Diciamo che la macchina è mia e ci faccio quello che voglio rispettando le regole e non voglio che qualcun altro acceleri per me. Altrimenti vado con l'autobus o il treno.
      - Problemi di Sicurezza (a volte
      accelerare e megli che frenare)Una giusta l'hai detta.
      - Problemi di Costi (abbonamenti,
      manutenzione etc.)Insomma quel che "secondo te" togli all'assicurazione, lo dai al governo per questa genialata? Molto utile.Non volevo neanche commentare, questa proposta del governo francese è da lobotomizzati.
    • Anonimo scrive:
      Re: PRO e CONTRO
      - Scritto da: tom

      PRO:

      - Riduzione incidentise metti sotto una persona non c'e` satellite che tenga, cosi` come un frontale tra due auto che viaggiano a 50 Km/h ognuna

      - Riduzione costi assicurazioneMa quando? secondo te le compagnie ridurranno i premi per una cosa cosi`? Non ci credo neanche se lo vedo!

      - Riduzione inquinamentoSecondo te un'auto consuma piu` a 50 all'ora o a 90?

      - Riduzione traffico (imbottigliamenti
      etc.)Effettivamente, se tutti andassero alla stessa velocita` (bassa), non perderesti del tempo imbottigliato, lo perderesti muovendoti

      - Georeferenziazione veicolo per fini
      investigativiEsistono gia` degli antifurti che lo fanno (e ti fanno anche lo sconto sull'assicurazione, a volte)

      CONTRO:

      - Problemi di Privacy

      - Problemi di Sicurezza (a volte
      accelerare e megli che frenare)

      - Problemi di Costi (abbonamenti,
      manutenzione etc.)


      Chi ne vuole aggiungere iserisca una
      risposta,
      poi valutiamo i pro e i contro e vediamo
  • Anonimo scrive:
    CHE TRISTEZZA!
    ... PIU' PASSA IL TEMPO E PIU' CI TOLGONO QUALSIASI LIBERTA'..LA NOSTRA POSIZIONE SARA' RINTRACCIABILE TRAMITE CELLULARE.. LA NOSTRA MACCHINA ANDRA' PER GLI AFFARI SUOI.. QUALUNQUE COSA COMPRIAMO VENIAMO SCHEDATI.. MESSAGGINI.. TELEFONATE.. CAM.. NAVIGAZIONE SU INTERNET.. ETC.ETC.OGNI NOSTRO MOVIMENTO VIENE REGISTRATO.. IO SONO UN INFORMATICO E MI ESALTO SPESSO CON LE NUOVE TECNOLOGIE.. MA E' QUESTO IL MODO PIU' INTELLIGENTE PER SFRUTTARLE?? PENSIAMO MAGARI A FAR FRUTTARE DI PIU' QUESTE COSE LA DOVE VERAMENTE CE NE SAREBBE BISOGNO..
  • Anonimo scrive:
    Vendite
    immagino gia` le leggi del 2011: sconti ed incentivi per comprare questo tipo di auto perche` dall'1/1/2012 quelle normali non potranno piu` circolare...Cosi` si alimenta il mercato, si rinnova il parco auto e si spendono un sacco di soldi per auto nuove che non potranno circolare lo stesso perche` il traffico sara` a livelli tali che la circolazione sara` regolamentata a fasce orarie o a pagamento (1 ora= 10 euro)
  • Anonimo scrive:
    BASTEREBBE...
    ...qualche controllo piu' serio da parte di polizia e vigili...Non so se avete visto REPORT e la situazione Inglese.
    • Anonimo scrive:
      Re: BASTEREBBE...
      - Scritto da: Io&Me
      ...qualche controllo piu' serio da parte di
      polizia e vigili...Non so se avete visto
      REPORT e la situazione Inglese.Il meglio sarebbe proibire la vendita di alcolici negli autogrill. In Inghilterra e' gia' cosi'.
      • Anonimo scrive:
        Re: BASTEREBBE...
        in Inghilterra, oltretutto, gli automobilisti non ci hanno rimesso (con i soldi delle multe si pagano vigili e campagne, con i minori incidenti lo stato spende meno).Mi chiedo quanto costera' questa tecnologia all'utente finale( Sia costo diretto dell'automobile, sia eventuali incentivi statali alla tecnologia). Qui Prodest tutto cio'????
        • Anonimo scrive:
          Re: BASTEREBBE...
          - Scritto da: Io&Me
          in Inghilterra, oltretutto, gli
          automobilisti non ci hanno rimesso (con i
          soldi delle multe si pagano vigili e
          campagne, con i minori incidenti lo stato
          spende meno).Mi chiedo quanto costera'
          questa tecnologia all'utente finale( Sia
          costo diretto dell'automobile, sia eventuali
          incentivi statali alla tecnologia). Qui
          Prodest tutto cio'????Forse a chi vuole sfrutteare tutti i modi e le possiblita di controllare cosa stiamo facendo????
    • Anonimo scrive:
      Re: BASTEREBBE...
      - Scritto da: Io&Me
      ...qualche controllo piu' serio da parte di
      polizia e vigili...Non so se avete visto
      REPORT e la situazione Inglese.Basterebbe anche limitare anche la velocità delle vetture. Perchè fare macchine che vanno a 200 KMH e bloccarle con l'ausilio del satellite? IMHO è assurdo. Tanto vale bloccarle di default.
      • Anonimo scrive:
        Re: BASTEREBBE...
        - Scritto da: ClaudeV8
        Basterebbe anche limitare anche la velocità
        delle vetture. Perchè fare macchine che
        vanno a 200 KMH e bloccarle con l'ausilio
        del satellite? IMHO è assurdo. Tanto vale
        bloccarle di default.Era quello che dicevo al mio babbo quando ero piccolo.Poi ho capito che se la macchina lla fai con un motore scarso diventa un cesso inutilizzabile e se ci metti un limitatore è facile da togliere (scooter docet).
        • Anonimo scrive:
          Re: BASTEREBBE...

          Era quello che dicevo al mio babbo quando
          ero piccolo.
          Poi ho capito che se la macchina lla fai con
          un motore scarso diventa un cesso
          inutilizzabile e se ci metti un limitatore è
          facile da togliere (scooter docet).falso,se faccio una macchina, diciamo con un motore da 75 CV, e gli monto rapporti corti, otterrò una macchina che in vel. max raggiungerà i 130 km/h e avrà buone caratteristiche di ripresa, spunto e accelerazione.ps, consumerebbe anche meno di quelle normali.ma ai produttori di auto (e agli aquirenti) non gliene frega nulla
          • Anonimo scrive:
            Re: BASTEREBBE...
            ahah una macchina da 75 cv con i rapporti corti che consuma meno??ma dove??a 130 il motore frullerebbe al massimo regime quindi consumeresti e inquineresti di + che con una macchina rapportata lunga che a 130 sta alla metà dei giri disponibili!
          • Anonimo scrive:
            Re: BASTEREBBE...
            Un'auto con rapporti corti che consuma meno delle normali? ma scherzi? vorrebbe dire, con un diesel, andare ai 130 in autostrada ai 4500 giri, invece che a 3000, con consumi e usure maggiori
    • Anonimo scrive:
      Re: BASTEREBBE...
      Ho l'impressione che la propaganda continui a fare bene il proprio lavoro, e si stia estendendo a nuovi campi, leggendo questi commenti.Solo tre cose:- perchè un passeggero di un auto (o di un pullman) guidato da altri dovrebbe rinunciare agli alcolici in autostrada?- sicurezza attiva: ci sono situazioni in cui una bella accelerata salva una vita, basti pensare ad un bambino che esce correndo da un angolo cieco a meno di 10 metri... il sistema satellitare saprà distinguere questi casi, oppure la perdita della vita del bambino è "accettabile" per quelli che (forse) saranno salvati da questo meccanismo? - Sintetizzando: è giusto punire chi si comporta bene per evitare (forse) che qualcuno si comporti male? O non sarebbe meglio punire i colpevoli e lasciare in pace gli innocenti?E' possibile limitare il male con divieti infiniti o sarebbe meglio premiare il bene e punire SOLO il male?Mi piacerebbe sentire la vostra risposta.Marlenus2k@hotmail.spamvietato.com (togliere spamvietato.)
      • Anonimo scrive:
        Re: BASTEREBBE...
        Quello di vietare gli alcolici agli autogrill credo sia una cavolata. Se uno vuole bere, si puo' portare l'alcool da casa....Sicurezza attiva: noto che buona parte delle persone che scrivono non hanno la + pallida idea di che cosa sia la sicurezza. Andate a qualche conferenza sul traffico e sulla sicurezza, leggete statistiche e documenti, non solo sulle prestazioni e consumi di un detrminato autoveicolo, ma anche su come si comporta in caso di urto (non solo i crash-Test).Le macchine (almeno le leggi ed i test dicono così) sono fatte affinchè un urto a bassa velocità, provochi meno danni possibili alle persone, fa niente se l'auto si sfasci. Però chi compra la macchina di solito non vede i paraurti o il cofano morbidi come un vantaggio, ma considera la casa produttrice dei taccagni.Sicuramente punire chi sbaglia è giusto, ma le multe sono inique... Chi possede un Ferrari, se gli fanno una multa perchè andava a 160Km/h, sai che spesa, ma se uno che possiede una seicento scassata, passa con il giallo/rosso e viene multato, magari per 2 mesi non potrà più permettersi di andare al cinema.
        • Anonimo scrive:
          Re: BASTEREBBE...
          - Scritto da: CyberAlby[...]
          ... Chi possede un
          Ferrari, se gli fanno una multa perchè
          andava a 160Km/h, sai che spesa, ma se uno
          che possiede una seicento scassata, passa
          con il giallo/rosso e viene multato, magari
          per 2 mesi non potrà più permettersi di
          andare al cinema.Scusa ma non ci vedo niente di male: se uno decide di passare con il rosso commette un'infrazione e se dopo non puo' piu' andare al cinema per 2 mesi puo' solamente predere a calci nel didietro se stesso. Il codice della strada e' uguale per tutti. L'importo delle multe e' commisurato all'infrazione, non al costo dell'autoveicolo.Basterebbero solamente piu' controlli e non ci sarebbe piu' ne gente che va oltre i 130 ne gente che passa con il rosso.
          • Anonimo scrive:
            Re: BASTEREBBE...
            - Scritto da: cc


            - Scritto da: CyberAlby
            [...]

            ... Chi possede un

            Ferrari, se gli fanno una multa perchè

            andava a 160Km/h, sai che spesa, ma se uno

            che possiede una seicento scassata, passa

            con il giallo/rosso e viene multato,
            magari

            per 2 mesi non potrà più permettersi di

            andare al cinema.

            Scusa ma non ci vedo niente di male: se uno
            decide di passare con il rosso commette
            un'infrazione e se dopo non puo' piu' andare
            al cinema per 2 mesi puo' solamente predere
            a calci nel didietro se stesso. Il codice
            della strada e' uguale per tutti. L'importo
            delle multe e' commisurato all'infrazione,
            non al costo dell'autoveicolo.
            Basterebbero solamente piu' controlli e non
            ci sarebbe piu' ne gente che va oltre i 130
            ne gente che passa con il rosso.
            Non posso che essere daccordo con cyberalby.La multa come deterrente può funzionare solo se ti rende la vita difficile ed è evidente che se non è commisurata ai guadagni di chi la paga NON può raggiungere questo scopo: se guido una Ferrari non avrò nessuna difficoltà a gettare 300? dal finestrino, ma se guido una Panda quei 300? dovrò sottrarli al pagamento delle bollette...o mio figlio dovrà rinunciare alle scarpe nuove per altri due mesi.Basterebbe, credo, comminare le multe in base alla dichiarazione dei redditi di chi commette l'infrazione ma già mi immagino tutti gli escamotage che verranno usati per intestare le auto a nullatenenti, senza considerare che, qui in Italia, le tasse non le pagano proprio quelli che possono permettersi una Ferrari...
      • Anonimo scrive:
        Re: BASTEREBBE...

        - perchè un passeggero di un auto (o di un
        pullman) guidato da altri dovrebbe
        rinunciare agli alcolici in autostrada?ti do' pienamente ragione.due anni fa un camionista inglese s'è sbronzato in un autogrill e poi è finito contro una colonna di auto ferme a un casello.e' vero che si puo' portare da casa l'alcol, ma togliamo comunque la possibilita' di procurarsene.non muore nessuno se in autogrill, a pranzo ci si prende invece di una bottiglia di vino, una sana bottiglia d'acqua.
        - Sintetizzando: è giusto punire chi si
        comporta bene per evitare (forse) che
        qualcuno si comporti male? O non sarebbe
        meglio punire i colpevoli e lasciare in pace
        gli innocenti?
        E' possibile limitare il male con divieti
        infiniti o sarebbe meglio premiare il bene e
        punire SOLO il male?

        Mi piacerebbe sentire la vostra risposta.meglio piazzare un po' di poliziotti sulle strade, togliendoli da quegli uffici a compilare pratiche, e punendo severamente chi sgarra.
        • Anonimo scrive:
          Re: BASTEREBBE...
          - Scritto da: Vertigo

          - perchè un passeggero di un auto (o di un

          pullman) guidato da altri dovrebbe

          rinunciare agli alcolici in autostrada?

          ti do' pienamente ragione.
          due anni fa un camionista inglese s'è
          sbronzato in un autogrill e poi è finito
          contro una colonna di auto ferme a un
          casello.
          e' vero che si puo' portare da casa l'alcol,
          ma togliamo comunque la possibilita' di
          procurarsene.
          non muore nessuno se in autogrill, a pranzo
          ci si prende invece di una bottiglia di
          vino, una sana bottiglia d'acqua.Stesso discorso allora ai ristoranti ai pub alle discoteche, a casa(magari dopo esci!)Anzichè vietare la vendita le forze di polizia che girano per gli autogril a ti fanno la prova del palloncino quando ti stai allontanando..

          - Sintetizzando: è giusto punire chi si

          comporta bene per evitare (forse) che

          qualcuno si comporti male? O non sarebbe

          meglio punire i colpevoli e lasciare in
          pace

          gli innocenti?

          E' possibile limitare il male con divieti

          infiniti o sarebbe meglio premiare il
          bene e

          punire SOLO il male?



          Mi piacerebbe sentire la vostra risposta.

          meglio piazzare un po' di poliziotti sulle
          strade, togliendoli da quegli uffici a
          compilare pratiche, e punendo severamente
          chi sgarra.D'accordo!
  • Anonimo scrive:
    Sono sempre più convinto che
    di imbecilli, su questo pianeta, ce ne sia una percentuale molto alta. Diciamo che quelli con una logica che funziona sono in numero mooolto basso.
  • Anonimo scrive:
    computer che regola la benzina...
    speriamo non sia di una marca ben nota...e poi ? aerei che controllano tutto via computer, via i piloti ????un giorno i computer decideranno che ci sono troppi uomini e ne faranno fuori un po...tipo terminator o matrix...
  • Anonimo scrive:
    Capita a volte...
    di aver bisogno di accelerare per concludere in tempo un sorpasso sbagliato senza prendere quello di fronte, per non farsi beccare dall'ubriaco che ti sta per tamponare e al contempo non doversi gettare nell'altra corsia, per correre in ospedale con la moglie che ha le doglie...Ai primi morti causati da questa tecnologia forse qualcuno ci penserà? Speriamo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Capita a volte...
      - Scritto da: Piratone perplesso
      di aver bisogno di accelerare per concludere
      in tempo un sorpasso sbagliato senza
      prendere quello di fronte, per non farsi
      beccare dall'ubriaco che ti sta per
      tamponare e al contempo non doversi gettare
      nell'altra corsia, per correre in ospedale
      con la moglie che ha le doglie...

      Ai primi morti causati da questa tecnologia
      forse qualcuno ci penserà? Speriamo...Ma 'sti geni avranno mai guidato un'auto? In Liguria un cretino stava per farmi fuori (ero in moto) e se non avesse avuto il riflesso di dare gas!!! e togliersi dai co6lioni avrei fatto compagnia alla stella mercedes sul suo cofano...
      • Anonimo scrive:
        Re: Capita a volte...

        Ma 'sti geni avranno mai guidato un'auto? In
        Liguria un cretino stava per farmi fuori
        (ero in moto) e se non avesse avuto il
        riflesso di dare gas!!! e togliersi dai
        co6lioni avrei fatto compagnia alla stella
        mercedes sul suo cofano...Se spendono tutti quei soldi è probabile che abbiano già preso in considerazione queste possibilità.Ad esempio togliere il gas in modo progressivo a una macchina che viaggia ai 200 all'ora per più di un minuto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Capita a volte...
          In macchina ci sono io e l'acceleratore lo gestisco io!Non dico di voler per forza infrangere i limiti, ma di situazioni in cui serve "pestare" ce ne sono troppe e certe volte è meglio tenere giù che alzare.Se è il satellite a decidere che devo alzare e poi vado a fermarmi contro un muro o contro un'altra macchina, beh... Ah, una cosa... in galleria come mi rallentate? o i satelliti mi vedono anche in galleria?(non credo!)
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte...
            A parte che una volta mi capitò di essere inseguito da un camionista che evidentemente guidava da 16 ore perchè dopo che lo sorpassai (e andava tipo a 70) si incazzò e mi cominciò a rincorrere.Bah, se il satellite mi avesse fatto rallentare quello mi avrebbe sorpassato costretto afermare inchiavicato di mazzate...
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            Ma siete tutti fuori???Ma state dicendo che andare veloci è meno pericoloso di andare piano????Mah roba da matti!Scusate ma avete fatto degli esempi davvero stupidi!L'ubriaco che vi tampona???Gas per riuscire a fare sorpassi sbagliati???Questo si che e' pericoloso!Andate ai 50 dove c'e' il limite dei 50 e vedrete che di sorpassi azzardati non ne dovrete fare nemmeno uno.Ma invece che dire cazzate dicendo che un'accelerata vi ha salvato la vita, non pensate mai a quanti incidenti mortali invece ci sono stati proprio a causa di un'accelerata???Quanti frontali avvengono a causa dell'alta velocita'?Se vi fosse morto qualcuno di caro non la pensereste cosi'.Ragionate qualche volta va...Pirati del ca**o, voi si che siete pericolosi
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            Assolutamente d'accordo. La gente non vuole ammettere i propri errori, e per giustificarsi tira fuori storie al limite del ridicolo. Se e' per questo, esistono casi in cui le cinture hanno fatto piu' male che bene. Ma QUANTI sono?La verita' e' che la gente corre troppo. E quando prende una multa o viene fermata ha pure il coraggio di protestare!!! La nostra "cultura della sicurezza" fa schifo, ecco tutto.Nemmeno io sono d'accordo con il sistema ipotizzato nell'articolo, che sembra davvero troppo limitante. Ma d'altra parte ne sappiamo ben poco, e fino al 2010 c'e' tempo. Se fosse strutturato in maniera intelligente potrebbe essere un sistema valido.E a chi insiste col tirare fuori la storia della "liberta'" dico solo una cosa: che razza di liberta' e' quella di mettere in pericolo la vita degli altri?!?!?bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            non fatemi ridere!il mezzo è mio e me lo gestisco io!eppoi vorrei sapere perchè un giorno voglio andare a girare in pista ho il mezzo limitato e mi tocca smontare tutto per togliere il limitatore!il pericolo son quelli che girano ubriachi,eppoi se è pericoloso andare forte nei centri urbani è pure vero che in certe strade senza incroci e larhissime rispettare i limiti è impossibile o perlomeno ridicolo!se mai questa cosa si farà,io sarò il primo a manomettere l'apparato!
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            - Scritto da: scsi3
            non fatemi ridere!il mezzo è mio e me lo
            gestisco io!eppoi vorrei sapere perchè un
            giorno voglio andare a girare in pista ho
            il mezzo limitato e mi tocca smontare tutto
            per togliere il limitatore!il pericolo son
            quelli che girano ubriachi,eppoi se è
            pericoloso andare forte nei centri urbani è
            pure vero che in certe strade senza incroci
            e larhissime rispettare i limiti è
            impossibile o perlomeno ridicolo!se mai
            questa cosa si farà,io sarò il primo a
            manomettere l'apparato!Ma perche' commentate quello che non ho detto??? Chi vuole impedirti di girare in pista? Ho detto che il sistema cosi' com'e' presentato non mi convince. Troppo limitante.Un guidatore ubriaco e' pericoloso. Un guidatore sobrio a 200 all'ora pure. E non mi importa se lo e' di piu' o di meno, sono pericolosi entrambi.bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            Ma andate tutti e due a quel paese.DI SOLITO GUIDO PIANO, ma mi è successo un paio di volte di salvarmi per aver accelerato.Pensare prima di parlare? Anche mio padre, anziano, guida davvero pianissimo, ma una volta accelerando riuscì ad evitare un pazzo che andava a 180 nell'altra corsia mentre lui faceva un sorpasso A VELOCITA' REGOLARE.Fare di tutta l'erba un fascio è da fascisti... ho solo detto che a volte serve accelerare, che il controllo del mezzo deve stare in mano di chi guida. Se non siete d'accordo mettete in mano ad un satellite e un complicatissimo sistema software le vostre vite va, che almeno non rompete le balle qui...
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            Scritto da: Rompiballe!
            Fare di tutta l'erba un fascio è da
            fascisti... ho solo detto che a volte serve
            accelerare, che il controllo del mezzo deve
            stare in mano di chi guida. Se non siete
            d'accordo mettete in mano ad un satellite e
            un complicatissimo sistema software le
            vostre vite va, che almeno non rompete le
            balle qui...Ma almeno hai letto quello che ho scritto? Anch'io ho criticato il sistema, non ho mai detto che accelerare sia inutile, ne' voglio che il controllo dell'auto passi in mano ad un satellite o che so io.bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            - Scritto da: Rompiballe!

            Pensare prima di parlare? Anche mio padre,
            anziano, guida davvero pianissimo, ma una
            volta accelerando riuscì ad evitare un pazzo
            che andava a 180 nell'altra corsia mentre
            lui faceva un sorpasso A VELOCITA' REGOLARE.hem, scusa ma:Tuo padre non avrebbe dovuto accelerare ed evitare nessuno se il "pazzo" non avesse potuto andare a 180, no? forse l'esempio è sbagliato... :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            No perchè ci può sempre essere chi il dispositivo non ce l'ha... soprattutto in fase di sperimentazione...
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            - Scritto da: LuckyHell
            Ma siete tutti fuori???
            Ma state dicendo che andare veloci è meno
            pericoloso di andare piano????Senti, per prima cosa quello fuori mi sa che sei tu. Mi ritengo abbastanza responsabile per decidere IO se accelerare o no, e ti assicuro che ho imparato a suon di multe a rispettare i limiti di velocità quindi non sono assolutmente d'accordo su questa ridicola iniziativa.
            Se vi fosse morto qualcuno di caro non la
            pensereste cosi'.E se a te fosse morto qualcuno perchè grazie al tuo ingegnoso sistema non sei arrivato in tempo all'ospedale la penseresti diversamente...anzi la penseresti nel modo opposto :)
            Ragionate qualche volta va...Ragiona tu invece prima di prendere posizioni così decise
            Pirati del ca**o, voi si che siete pericolosiPirata sarai tu, io so guidare nei limiti della sicurezza
          • Anonimo scrive:
            Re: Capita a volte... ???????
            - Scritto da: Gallone
            - Scritto da: LuckyHell

            Ma siete tutti fuori???

            Ma state dicendo che andare veloci è meno

            pericoloso di andare piano????

            Senti, per prima cosa quello fuori mi sa che
            sei tu. Mi ritengo abbastanza responsabile
            per decidere IO se accelerare o no, e ti
            assicuro che ho imparato a suon di multe a
            rispettare i limiti di velocità quindi non
            sono assolutmente d'accordo su questa
            ridicola iniziativa.


            Se vi fosse morto qualcuno di caro non la

            pensereste cosi'.

            E se a te fosse morto qualcuno perchè grazie
            al tuo ingegnoso sistema non sei arrivato in
            tempo all'ospedale la penseresti
            diversamente...anzi la penseresti nel modo
            opposto :)


            Ragionate qualche volta va...

            Ragiona tu invece prima di prendere
            posizioni così decise


            Pirati del ca**o, voi si che siete
            pericolosi

            Pirata sarai tu, io so guidare nei limiti
            della sicurezza
            Ma come, se hai detto poco sopra che hai appreso le regole della strada a suon di multe??? Io pensavo le insegnassero prima a scuola guida? o no?Pensi di apprendere a guidare con prudenza, e nel rispetto degli altri dopo aver accumulato un po di incidenti?????Siamo proprio italiani :(
          • Anonimo scrive:
            Leggete e rispondete!
            oh deh, ma il caso in cui uno deve correre in ospedale proprio non vi entra in zucca?Controllo della propria vita, in modo da poter fare scelte che potrebbero apparire sbagliate ad una analisi superficiale ma non lo sono, vi disgusta così tanto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete e rispondete!
            - Scritto da: Deh
            oh deh, ma il caso in cui uno deve correre
            in ospedale proprio non vi entra in zucca?

            Controllo della propria vita, in modo da
            poter fare scelte che potrebbero apparire
            sbagliate ad una analisi superficiale ma non
            lo sono, vi disgusta così tanto?Come gia' detto, il sistema cosi' com'e' non mi piace proprio per questo motivo.Ma immaginiamo che funzioni: per casi del genere si potrebbe comunque trovare una soluzione, per esempio un "pulsante di emergenza" che escluda il sistema e nel contempo avvisi una centrale di polizia, che cosi' potrebbe eventualmente "scortare" il malato, e comunque verificare che l'esclusione del sistema sia avvenuta per un motivo legittimo...Ok...ok... non prendero' il Nobel per questo, ma era tanto per dire che una soluzione in grado di accontentare tutti potrebbe esistere... quanto a trovarla... be', se ne discute apposta, no?bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete e rispondete!
            1- Le ambulanze(che chissa perchè hanno appositi sistemi di segnalazione quando trasportano dei pazienti gravi) e le eliambulanze dalle tue parti non esistono?Prima di metterti alla guida telefoneresti ad un pronto soccorso per sentire se ti conviene spostare il paziente e portarlo tu al pronto soccorso(caso rarissimo se non impossibile)? Spero di si.Certo se ti dicono che non hanno ambulanze disponibili e li vicino hai l'ospedale puoi anche correre il rischio e portalo tu ma sempre nei limiti di velocità e con prudenza.2- Non ti sentirai micca autorizzato ad mettere in pericolo gli altri automibilisti mettendoti alla guida, presumo in stato di forte agitazione (sopratutto se è un tuo caro a star male)guidando all'impazzata?????Premessi questi punti, trovo la proposta del satellite una discreta ca..ata, meglio obbligare gli automobilisti a rispettare il codice della strada facendo piovere multe e ritiri della patente, si sà gli italiani sono duri di comprendonio, e scarsi nel rispetto del prossimo.Perchè gli inglesi hanno 3000 morti all'anno in incidenti stradali e noi italiani più di 8000, a voi non scoccia essere sempre gli ultimi nelle classifiche europee, a me si.
    • Anonimo scrive:
      Re: Capita a volte...
      e capita molto più spesso di prendersi dei rischi perchè si pigia troppo sull'acceleratore.Non capisco certo il motivo di questi satelliti. Basterebbe un limitatore di velocità sulle auto, magari tarato in modo intelligente, per permetterti i sorpassi. Se uno va su una strada con il limite dei 90 a 70, e tu vuoi legittimamente sorpassarlo, è molto più sicuro pigiare sull'acceleratore al massimo, e al rientro portarsi sui 90 di limite.Basterebbe limitare a 150 la velocità di un'auto in autostrada (tanto, qui non serve sorpassare a tutta birra, non c'è nessuno che viene dall'altra parte, magari tramite dei sensori tipo telepass che ti abilitano quella velocità quando ci entri.Fuori, dai centri, invece, autolimite ai 110....quando si entra in città.... limite dei 60
      • Anonimo scrive:
        Re: Multe
        Non passerà mai il progetto!!!.Sapete quanti ? entrano nelle casse dellostato grazie alle contravvenzioni rilevate agli automobilisti.I velox e le ditte che li producono?I vigili a spasso?.Il mercato delle auto sportive e prestantiverrebbe a crollare (BmW M3,Audi S3 ecc..Molte volte capita di distrarsi ala guida e quindi di superare i limiti,basta un buca di troppo e dai 50 siamo già a 70/80km/h,ma per ovviare basta il cruise control.
      • Anonimo scrive:
        Re: Capita a volte...
        Questo è mooolto sensato. Basterebbe anche un affare che bippa. A me capita di superara i limiti per distrazione, e francamente sentire un piccolo bip che mi avverte (e sarebbe banale farlo) mi basterebbe a rallentare.Così anche una cazz di fotocellula per accendere i fari ? Sono un tecnocrate ? :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Capita a volte...
          Concordo pienamente.Comunque ce ne sarebbero di sistemi semplici semplici per aiutare gli automobilisti.Intanto per evitare che qualche pazzo vada in autostrada a 240Km/H basterebbe fare un semplicissimo controllo sull'ora di entrata in casello e sull'ora di uscita per calcolare la velocita' media di viaggio,e dare le relative multe.Se poi uno ha il telepass....Poi un'altro proposta che vorrei fare è quella di togliere quei cavolo di semafori lampeggianti di notte, molti non rallentano nemmeno e ho visto piu di un incidente in questi incroci. Basterebbe mettere dei rilevatori e dove viene rilevata la presenza di auto far si che il semaforo sia verde automaticamente, quando magari dall'altra parte non c'e' nessuno.Poi ci sarebbero molte altre cose...
        • Anonimo scrive:
          Re: Capita a volte...
          - Scritto da: Tecnocrate
          Questo è mooolto sensato. Basterebbe anche
          un affare che bippa. A me capita di superara
          i limiti per distrazione, e francamente
          sentire un piccolo bip che mi avverte (e
          sarebbe banale farlo) mi basterebbe a
          rallentare.Io ce l'ho, e lo tengo sempre attivato. Appena raggiungo i 160, il coso inizia a bippare. Tra i motori sempre più silenziosi e gli occhi fissi sulla strada, non si può essere sicuri di accorgersi sempre della velocità che si sta raggiungendo.A pensarci bene, un attrezzo del genere dovrebbe essere obbligatorio su tutte le auto, e non disattivabile. Non credo costi molto!ciaoAgostino
Chiudi i commenti