Sony: sulle batterie ci siamo mossi in ritardo

Sony: sulle batterie ci siamo mossi in ritardo

L'azienda ammette che le forti richieste dei vari produttori l'hanno costretta ad abbreviare i tempi di produzione. Da qui il bailamme e il richiamo di milioni di batterie
L'azienda ammette che le forti richieste dei vari produttori l'hanno costretta ad abbreviare i tempi di produzione. Da qui il bailamme e il richiamo di milioni di batterie

Tokyo – Engadget lo definisce come “il più colossale understatement” dell'anno e di certo le dichiarazioni rilasciate dal presidente Sony Ryoii Chubachi al quotidiano finanziario giapponese Mainchi Shimbun stanno sollevando una certa attenzione.

Chubachi ha parlato del caso delle batterie per portatili Sony risultate difettose, una questione che ha costretto il colosso nipponico a richiamare quasi 10 milioni di pezzi già distribuiti a numerosi propri clienti, tutti grandi produttori di notebook. Una vicenda che ha tenuto banco per settimane e che secondo Chubachi ha sofferto del fatto che Sony “si è mossa a rilento”.

“L'azienda – ha dichiarato – avrebbe dovuto investigare le cause del problema con le batterie più rapidamente. Le preoccupazioni sulle batterie si sono diffuse come conseguenza” della mancata azione. Un problema che a Sony è costato più di 51 miliardi di yen, una cifra pari a circa 334 milioni di euro, e che pesa grandemente sui bilanci dell'azienda.

Il motivo dei problemi sta probabilmente nella fretta. Chubachi ha ammesso che la grande richiesta da parte dei produttori ha costretto l'azienda a moltiplicare il lavoro e comprimere i tempi di produzione. Da qui alla distribuzione di batterie difettate il passo è stato breve.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 12 2006
Link copiato negli appunti