Sony vola nel blu masterizzato di blu

Il colosso giapponese ha tolto i veli al primo masterizzatore di dischi Blue-ray, il nuovo standard candidato a soppiantare l'attuale formato DVD
Il colosso giapponese ha tolto i veli al primo masterizzatore di dischi Blue-ray, il nuovo standard candidato a soppiantare l'attuale formato DVD


Yokohama (Giappone) – A circa sette mesi di distanza dal varo dello standard Blue-ray da parte del DVD Forum, Sony ha mostrato al pubblico il primo masterizzatore basato sul nuovo formato di dischi ottici. Quest’unità legge e scrive il nuovo formato di DVD avvalendosi – da qui il nome Blue-ray – di un laser di colore blu: questo laser ha una frequenza più elevata di quello rosso utilizzato dagli odierni lettori e masterizzatori di DVD, una caratteristica che gli permette di leggere e scrivere fino a 27 GB di dati su di un solo lato di un disco ottico da 12 cm. Il drive lavora ad una velocità di 1x che, per la specifiche Blue-ray, equivale ad un transfer rate di 36 Mbps.

Sony ha sottolineato che il suo è ancora un prodotto sperimentale, dunque non ancora maturo per sbarcare sul mercato: il suo arrivo nei negozi, almeno quelli giapponesi, non dovrebbe però essere troppo lontano.

Il masterizzatore presentato da Sony non ha un fattore di forma adatto per essere installato all’interno di un computer: l’unità, della dimensione di un lettore di DVD domestico, integra anche un decoder per la TV satellitare e, come si può intuire, si rivolge al mercato home.

Quello dei videoregistratori digitali e dei decoder per la TV ad alta definizione sembra dunque uno dei mercati più promettenti per la nuova generazione di DVD riscrivibili, un mercato dove Sony, Philips e gli altri promotori di questo standard dovranno però fare i conti con i formati alternativi, come quello recentemente proposto da NEC e Toshiba, e con l’attuale generazione di dischi riscrivibili.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 09 2002
Link copiato negli appunti