Sotto accusa i cellulari con cam

In Australia si sta pensando ad una legge che vieti tout-court l'uso dei telefonini dotati di microcamera negli sporting center, nelle piscine, ospedali e via dicendo. Per rispettare la privacy


Roma – I telefonini dotati di cam con cui è possibile scattare piccole fotografie (peraltro sempre più definite), che stanno spopolando in Europa secondo gli ultimi dati dell’industria di settore, in Australia rappresentano una preoccupazione crescente.

Il prossimo agosto i rappresentanti dei governi regionali di Victoria, Queensland e New South Wales terranno un incontro ufficiale per studiare delle novità legislative per correre al riparo da quelli che sono considerati gravi rischi per la privacy degli individui.

Come si ricorderà i camfonini sono già alle corde in diversi paesi, come in Scozia e a Singapore, in un numero crescente di palestre e sporting center. Il timore che possano essere utilizzati negli spogliatoi per gratificazione personale o, peggio, per trasmettere ad altri immagini rubate a persone mentre si cambiano o fanno la doccia, o per pubblicarle in rete, ha spinto molti gestori di centri sportivi a vietare l’uso di questo genere di apparecchi all’interno delle strutture.

Una tendenza simile sta prendendo piede anche in Australia e secondo le autorità locali è probabilmente venuto il momento di mettere a punto una normativa che valga per tutti e armonizzi il trattamento di questi telefonini nei diversi stati del paese.

Tra le preoccupazioni delle autorità australiane c’è quella di non riuscire a star dietro alle innovazioni della tecnologia mobile che sul piano della privacy sembra porre continuamente nuove sfide…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • asvero panciatici scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    - Scritto da:
    Criminale? Addirittura?
    Prova a vederla in questo modo: tu sei un hacker
    irakeno (solo un esempio) e riesci per 2 giorni
    ad oscurare il sito della
    Casabianca.
    Quando la polizia irakena ti scopre, che pena ti
    becchi?
    Io direi una laurea honoris causa.
    Perche' allora in america deve essere considerato
    un criminale uno che fa la stessa
    cosa?

    Io dico che 3 anni di liberta' vigilata e 1000 (e
    dico MILLE) ore di lavoro sono una pena
    eccessiva.
    Più che paragonare il trattamento dello stesso reati in USA e Iraq, dovresti paragonare il trattamento riservato a questo cretino qui con quello che farebbero, sempre negli USA, a uno che agisse con motivazioni opposte. Sempre considerando che si tratti di un intervento solo propagandistico, non inerenete a questioni di sicurezza nazionale, spionaggio, siti istituzionali etc. Essendo (teoricamente) gli USA di un paese democratico che tutela la libertà di espressione, e trattandosi qui essenzialmente di un reato contro la libertà di espressione e di informazione, il trattamento dovrebbe essere lo stesso a precindere dalla finalità. Dite che sarebbe così? se uno dirottasse il sito della NBC su un sito di propaganda filoislamica avrebbe lo stesso trattamento?
  • Anonimo scrive:
    Re: Giovani malati
    Sei un francese del cazzo amico Chirac, immagino... :@:@(troll)(troll)(troll)
  • oucharri scrive:
    Re: Giovani malati
    infatti non sono in italia, e non verro mai. ma nn t permetti di parlare male di un pupolo di cui nn sai un cazzo. capito!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Giovani malati
    - Scritto da: oucharri
    siete malati, siete ignorante,
    maleducati...ecc parlate male di un popolo
    di cui non sapete niente "musulmani" il
    solito italiano paralano troppo quando nn
    sanno un cazzoooo, popolo di ignorante gente
    quasi del terzo mondo gli ultimi k possono
    parlare in europa siete voi. girate un
    pò il mondo e non state sempre a casa
    a mangiare la pasta k la trovate anche in
    altre parte...pedalare, se non ti piace l'Italia via dai coglioni!
  • oucharri scrive:
    Re: Giovani malati
    siete malati, siete ignorante, maleducati...ecc parlate male di un popolo di cui non sapete niente "musulmani" il solito italiano paralano troppo quando nn sanno un cazzoooo, popolo di ignorante gente quasi del terzo mondo gli ultimi k possono parlare in europa siete voi. girate un pò il mondo e non state sempre a casa a mangiare la pasta k la trovate anche in altre parte...
  • Anonimo scrive:
    Re: al-jazeera
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Qualsiasi danno fatto ai munsulmani è da

    applaudire, esattamante cio che fanno loro

    con noi!!

    complimenti per l'opinione illuminata e
    scevra di pregiudizi :(ma chi sono poi questi MUN-SUL-MANI?
  • Anonimo scrive:
    Re: al-jazeera
    - Scritto da: Anonimo
    Qualsiasi danno fatto ai munsulmani è da
    applaudire, esattamante cio che fanno loro
    con noi!!complimenti per l'opinione illuminata e scevra di pregiudizi :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    ma la sua posizione non è stata così facile, ha dovuto reindirizzare tutto quanto, esclusivamente e riuscire a crearsi una identità non credibile,Conoscenza dell'arabo, conoscenza delle tecniche di faking,La sua operazione si chiama "operation topocane"
  • Anonimo scrive:
    al-jazeera
    Qualsiasi danno fatto ai munsulmani è da applaudire, esattamante cio che fanno loro con noi!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    - Scritto da: Anonimo
    Quello che non mi pare giusto è che un
    programmatore russo che ha scoperto una
    falla di sicurezza nel e-book reader di
    Adobe ha rischiato 25 anni di galera, mentre
    questo se la cava con tutto sommato poco.E' quello Russo che ha preso una pena INDECENTE x cui non doveva neanche essere punito
    Tipo quelli che per dimostrarsi no-global
    spaccano le vetrine dei McDonald.Vero. Quegli Idioti pero' fanno danni mica da ridere...
    Tra parentesi AlJazeera svolge un ruolo
    molto importante e non merita di essere
    presa di mira perchè qualche frescone di
    cracker vuole fare lo spiritoso.Ruolo importante... Io la vedo piu come una televisione del terrorista.Tutti i messaggi dei gran-cazzoni (Balladen, ussein...)son passati da li in nome dell'informazione.Quando ho appreso la notizia io avrei fatto un monumento al Cracker.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    Quello che non mi pare giusto è che un programmatore russo che ha scoperto una falla di sicurezza nel e-book reader di Adobe ha rischiato 25 anni di galera, mentre questo se la cava con tutto sommato poco.E mi sembra che quello che ha fatto non sia giustificabile dal punto di vista del patriottismo.Tipo quelli che per dimostrarsi no-global spaccano le vetrine dei McDonald.Tra parentesi AlJazeera svolge un ruolo molto importante e non merita di essere presa di mira perchè qualche frescone di cracker vuole fare lo spiritoso.Quanto alla pena, la prossima volta magari ci pensa prima di fare cose del genere.Roxy
  • Anonimo scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    Dopo aver letto i vari post...sono convinto di una cosa...se fosse successo il contrario...ossia che qualcuno avesse fatto la stessa cosa con qualche sito americano...molti avrebbero applaudito al gesto, magari giustificando la cosa o dicendo che "gli americani se lo meritano per la loro politica imperialista..."...etc.etc...i soliti discorsi che mi son veramente stancato di sentire...sempre la stessa lagna....Ciò che ha fatto è chiaramente un reato, ma mi sembra assai meno grave di un cracker che entra e danneggia....Credo che la libertà vigilata e le 1000 ore di servizio sociale possano essere una punizione più che adeguata....E' chiaro che sulle pene inflitte per reati informatici ci sarebbe da discutere ad oltranza....le pene in molti casi (America e altri paesi) sono ridicole...25 anni???!!!!qui da noi i pentiti anche se hanno commesso 40 omicidi hanno la libertà vigilata....Quello che mi piacerebbe è che ci fosse un po' più di coerenza nel giudicare....Quante volte nei post di notizie simili a questa mi è capitato di leggere post del tipo "gli sta bene a quelli amministratori che non sanno neanche configurare un server" o "vabbe' tanto è una ragazzata"....o similia....Questa volta invece visto che è stato un americano a far la bravata, allora subito con i soliti discorsi...A volte mi sembra che quelli che fan tanta propaganda e parlano di un mondo dove tutti sono uguali sono i primi a far le discriminazioni, basate su stupidi preconcetti.....spero di non aver annoiato qualcuno con questo mio discorso...ma questo è ciò che penso...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale

    mi immagino
    ora che si useranno 2 pesi e 2 misure, nel
    senso, che questo sedicente acher ha
    rediretto i visitatori di al jaazera da
    un'altra parte, quindi pro america, e che
    visto che ammesso la sua colpevolezza, se la
    cavera' con poca roba in confronto a cio'
    che e' previsto, ma se tale acher avesse
    fatto il contrario? cosa sarebbe successo?
    come minimo lo mandavano a guantanamoEsagerato! Ha solo re-diretto un sito, mica ha fatto un formattone al loro server. 3 anni di libertà vigilata e 1000 ore non pagate ( si tratta di 125 giorni a 8 ore al dì) sono una bella punzione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    - Scritto da: Anonimo
    Criminale? Addirittura?
    Prova a vederla in questo modo: tu sei un
    hacker irakeno (solo un esempio) e riesci
    per 2 giorni ad oscurare il sito della
    Casabianca.
    Quando la polizia irakena ti scopre, che
    pena ti becchi?
    Io direi una laurea honoris causa.
    Perche' allora in america deve essere
    considerato un criminale uno che fa la
    stessa cosa?

    Io dico che 3 anni di liberta' vigilata e
    1000 (e dico MILLE) ore di lavoro sono una
    pena eccessiva.Hanno messo in funzione delle leggi. Ora che le applichino!Se uno dirotta un sito americano finisce in carcere?Allora deve finire in carcere anche questo tizio.Se uno dirotta un sito americano riceve una pacca sulle spalle?Allora deve ricevere una pacca sulle spalle anche questo tizio!Allora si può parlare di giustizia.
  • Rododendro scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    - Scritto da: JosaFat

    - Scritto da: Anonimo

    Criminale? Addirittura?

    Prova a vederla in questo modo: tu sei un

    hacker irakeno (solo un esempio) e riesci

    per 2 giorni ad oscurare il sito della

    Casabianca.America contro IRAQ, e' guerra. Ogni colpo "contro" e' legittimato dalla guerra stessa, follia pura, ma e' cosi'.Ma che c'entra Al jazeera ? Non e' nemmeno irakena. Solo perche' faceva vedere immagini VERE (ma sgradite agli americani), doveva essere censurata?E che, stiamo sotto dittatura mondiale?Il reato commesso, perche' di reato si tratta, puo' anche essere considerata una ragazzata, tenendo presente l'eta' (neanche tanto piccola, in verita') del giovane hacker.Ma rimane la gravita' dell'atto di censura, ingiustificato e vergognoso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Patriota? io lo definisco criminale

      Ma rimane la gravita' dell'atto di censura,
      ingiustificato e vergognoso.Ma ti rendi conto di cosa stai dicendo???Se questo e' ingiustificato e vergognoso cos'e' allora la guerra che gli hanno fatto?Per evidenti scopi economici hanno rovesciato un regime non amico invadendo e bombardando.3 anni all'hacker.A Bush? ergastolo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Giovani malati
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Si piegano sotto il peso della propaganda

    USA. Se andate in America in questo
    periodo

    vi renderete conto di cosa parlo

    Purtroppo quest'anno ho gia' un impegno.
    Dovro' rinunciare al piacere di sapere di
    cosa parli.Anch'io, per ovvi motivi in ferie non so ancora se andare a Cuba od in Messico ...se leggi fra le righe capirai bene cosa intendo dire.
  • JosaFat scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    - Scritto da: Anonimo
    Criminale? Addirittura?
    Prova a vederla in questo modo: tu sei un
    hacker irakeno (solo un esempio) e riesci
    per 2 giorni ad oscurare il sito della
    Casabianca.Per essere maggiormente analogo, potremmo dire il sito della CNN, o dell' ABC. Sicuramente la Casa Bianca sarebbe un reato più grave.
    Quando la polizia irakena ti scopre, che
    pena ti becchi?
    Io direi una laurea honoris causa.Diciamo che forse in Iraq non esiste ancora una legislazione sui crimini informatici...
    Perche' allora in america deve essere
    considerato un criminale uno che fa la
    stessa cosa?

    Io dico che 3 anni di liberta' vigilata e
    1000 (e dico MILLE) ore di lavoro sono una
    pena eccessiva.
    Eccessiva non so, sicuramente non è una passeggiata di salute. Il tizio a cui hai risposto evidentemente è di quelli che è favorevole all'ergastolo per i cracker.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    Criminale? Addirittura?Prova a vederla in questo modo: tu sei un hacker irakeno (solo un esempio) e riesci per 2 giorni ad oscurare il sito della Casabianca.Quando la polizia irakena ti scopre, che pena ti becchi?Io direi una laurea honoris causa.Perche' allora in america deve essere considerato un criminale uno che fa la stessa cosa?Io dico che 3 anni di liberta' vigilata e 1000 (e dico MILLE) ore di lavoro sono una pena eccessiva.
  • JosaFat scrive:
    Re: Patriota? io lo definisco criminale
    Beh, alla fine non è che ha ammazzato nessuno... tre anni di libertà vigilata con mille ore di lavoro non pagato è una pena mica da riderci sopra... mi pare tutto sommato che in questo caso prevalga il buon senso. Oppure ritieni che redirigere i visitatori di un sito (non istituzionale, fra l'altro) su un altro, palesemente finto, sia da punire con il taglio della mano?
  • Anonimo scrive:
    Re: Giovani malati
    - Scritto da: Anonimo
    Si piegano sotto il peso della propaganda
    USA. Se andate in America in questo periodo
    vi renderete conto di cosa parloPurtroppo quest'anno ho gia' un impegno.Dovro' rinunciare al piacere di sapere di cosa parli.
  • Anonimo scrive:
    Giovani malati
    Si piegano sotto il peso della propaganda USA. Se andate in America in questo periodo vi renderete conto di cosa parlo
  • DuDe scrive:
    Patriota? io lo definisco criminale
    A parte che pure quei geni di N.S. dovrebebro inventarsi qualcosa di piu' sicuro che user id e password, mi immagino ora che si useranno 2 pesi e 2 misure, nel senso, che questo sedicente acher ha rediretto i visitatori di al jaazera da un'altra parte, quindi pro america, e che visto che ammesso la sua colpevolezza, se la cavera' con poca roba in confronto a cio' che e' previsto, ma se tale acher avesse fatto il contrario? cosa sarebbe successo? come minimo lo mandavano a guantanamoDon Buro, com'e' st'america? N'grande paeseTratto da vacanze in america
Chiudi i commenti