SpaceX completa il terzo lancio da Cape Canaveral

Vettore e capsula riutilizzabili testati con successo. Un lancio che significa molto per le prospettive commerciali e di esplorazione dell'azienda di Elon Musk

Milano – SpaceX si prepara ad andare là dove nessuno è mai giunto prima: il terzo lancio completato con successo di un vettore Falcon e di una capsula Dragon, entrambi destinati a essere “riciclati” in lanci successivi, è stato un successo e ciò dovrebbe garantire ottime prospettive ai piani dell’azienda. Piani fatti di nuovi lanciatori, di un piano di attività commerciale per conto NASA da e verso la Stazione Spaziale Internazionale. E pure, manco a dirlo, di esplorazione del Sistema Solare che – sebbene rinviata – resta una priorità.

Iniziamo dall’ attualità . Il lancio della combinazione di un vettore Falcon e di una capsula Dragon, quest’ultima destinata al rifornimento della ISS, è avvenuto con successo dalla piattaforma 39A di Cape Canaveral: dopo un primo rinvio , lo scorso sabato finalmente il Falcon si è alzato in volo e ha spedito in orbita il suo payload, per poi fare ritorno in perfetto assetto e senza incidenti a terra . Il lanciatore con sistema di atterraggio è uno dei punti di forza della tecnologia SpaceX: questo è il terzo lancio di fila, su tre, che si conclude con successo e segna un importante punto di arrivo per la sperimentazione di questo sistema che dovrebbe ridurre i costi di esercizio per le attività spaziali.

Il lancio dalla piattaforma storica , la stessa dalla quale prese il volo l’Apollo 11 che portò Armstrong e Aldrin sulla Luna, costituisce un momento particolarmente significativo in vista di un’altra sperimentazione che SpaceX punta a cominciare a cavallo tra primavera ed estate: dopo Falcon 9 toccherà a Falcon Heavy , la combinazione di 3 vettori Falcon in un solo vettore che se porterà a termine il lancio diventerà il più potente vettore in circolazione ed operante. Con quel tipo di vettore in gioco SpaceX potrà iniziare a pensare ancora più in grande: un singolo lancio potrà portare più peso in orbita o spingere il suo carico più veloce e più lontano.

Ci sono due possibili sviluppi futuri per tutto questo. Innanzi tutto la Dragon 2 , seconda versione della capsula da lanciare in cima al Falcon: la seconda versione sarà ovviamente più evoluta e, soprattutto, sarà in grado di trasportare esseri umani a bordo. Per arrivare a questo risultato occorrerà garantire una serie di requisiti di sicurezza, naturalmente, e attraversare una sequenza di verifiche e test che NASA imporrà a SpaceX: il supporto e il confronto con l’agenzia spaziale statunitense saranno preziosi per accelerare il processo di sviluppo, in vista di quello che – dopo aver traghettato merci e astronauti da e verso la Stazione Spaziale – sarà il prossimo obiettivo di SpaceX.

Elon Musk e compagni continuano a puntare a Marte : spedire una sonda, una capsula e potenzialmente anche esseri umani sul Pianeta Rosso era un progetto in programma per il 2018, ma ora dall’azienda fanno sapere che tutto subirà un rinvio. L’attenzione è focalizzata su Falcon Heavy e Dragon 2, dunque meglio prendersi tempo per fare le cose per bene: il lancio verso Marte è stato riprogrammato per il 2020, ci sarà più tempo per progettare e perfezionare il sistema di atterraggio (anzi, di ammartaggio) che nel caso di SpaceX prevederà un sistema a reazione che farà adagiare la capsula dolcemente sul suolo marziano.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xte scrive:
    Ottimo, per la bambola
    A quando anche un bando per smart* / IoT*/camere ip ecc con analoghi problemi?Ps quanti anni ancora per imporre il codice pubblico completo di toolchain di build&install semplice ed accessibile?
    • nome e cognome scrive:
      Re: Ottimo, per la bambola
      - Scritto da: xte
      A quando anche un bando per smart* / IoT*/camere
      ip ecc con analoghi
      problemi?

      Ps quanti anni ancora per imporre il codice
      pubblico completo di toolchain di build&install
      semplice ed
      accessibile?Chiaro... che aspettiamo a ricompilare il kernel e installare sistema operativo sulla bambola dei figli?
      • xte scrive:
        Re: Ottimo, per la bambola
        Ovvio che no, la facciamo plug&play (il senso del plug e del play è chiaro no?) poi porti la figlia in azienda, questa vuole l'wifi e siccome tu non sai nulla di IT glielo dai. Risultato? Magari un bal ra+router per fare un mitm generale. Ho volutamente impiegato buzzword.Il punto, fuori dall'ironia, è che ad oggi uno strumento in teoria innocente fa o può fare molte altre cose e visto che l'evoluzione tecnologica è più veloce della comprensione pubblica l'unica è metter dei paletti per legge.
  • prova123 scrive:
    i dispositivi connessi
    "stanno diventando sempre più diffusi nelle abitazioni" dei XXXXXXXX delle persone che si sentono moderne. :D
    • nome e cognome scrive:
      Re: i dispositivi connessi
      - Scritto da: prova123
      <i
      "stanno diventando sempre più diffusi nelle
      abitazioni" </i
      <s
      dei XXXXXXXX </s
      delle persone
      che si sentono moderne.
      :DOh sommo che hai vergato queste parole su pietra usando un cesello, illuminaci...
  • Claudio Pierantoni scrive:
    Non capisco perchè . . .
    ... bisogna concedere l'acXXXXX ad internet a tutto.Oltre allo spionaggio c'è l'occupazione di banda.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: Non capisco perchè . . .
      - Scritto da: Claudio Pierantoni
      ... bisogna concedere l'acXXXXX ad internet a
      tutto.
      Oltre allo spionaggio c'è l'occupazione di banda.Perché vanno di moda, e quando un qualcosa va di moda, non la si mette in discussione, ma le si comperano in massa proprio come le pecore corrono in massa verso l'erba verde per brucarla! (rotfl)
    • nome e cognome scrive:
      Re: Non capisco perchè . . .
      - Scritto da: Claudio Pierantoni
      ... bisogna concedere l'acXXXXX ad internet a
      tutto.
      Oltre allo spionaggio c'è l'occupazione di banda.Chi decide cosa va connesso e cosa no?
      • xte scrive:
        Re: Non capisco perchè . . .
        Sinché la decisione è libera... Nulla da dire, ma quando un domani tutte le bambole, le tv o i frigoriferi saran connessi e magari non funzioneranno senza? Li un problema di libertà e sicurezza lo trovo.
Chiudi i commenti