Spam, 22 miliardi di dollari di danni

Solo negli Stati Uniti. C'è da rabbrividire se si prendono per buone le stime dell'Università del Maryland. Il 4 per cento degli impiegati compra via spam


Roma – Una ininterrotta emorragia, un calo insistito della produttività e dunque un aumento continuo dei danni. Tutto questo provoca lo spam alle imprese americane, almeno a guardare il quadro a tinte fosche disegnato dai ricercatori dell’ Università del Maryland .

A loro dire, infatti, ogni anno le aziende americane devono affrontare una perdita di 22 miliardi di dollari per colpa della posta spazzatura che intasa le mailbox dei dipendenti.

Il ragionamento degli studiosi è basato su un sondaggino condotto via telefono su un campione di mille persone. Il 75 per cento di loro ha affermato di ricevere ogni giorno dello spam, mediamente 18,5 messaggi e di perderci sopra quasi 3 minuti tutti i giorni per cancellarli .

Associando questi dati analizzati dal Center for Excellence in Service della Facoltà di Economia dell’Università ai calcoli della Rockbridge Associates Inc. viene fuori che la perdita di produttività basata sul salario medio è di 21,6 miliardi di dollari.

Dati utili? Difficile dirlo, visto che un’analisi di questo tipo sembra presupporre che, a parte quei 3 minuti al giorno, il resto del tempo un impiegato lo utilizzi con finalità produttive. Il che nella vita reale non è sempre vero e, anzi, è spesso vero il contrario.

La vera chicca di uno studio del genere è altrove. Vi si dice infatti che il 14 per cento degli impiegati che ricevono spam in realtà leggono quelle email e ben il 4 per cento ammettono di aver comprato articoli pubblicizzati dallo spam . Non sono però stati fatti i nomi, probabilmente per evitare rappresaglie del popolo antispam.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    veramente sarebbe "ce la vieni a
    menare",

    benchè, visto il tuo italiano,

    menarla a te sarebbe come menarlo a un
    morto

    :D

    Si scrive "benché", non
    "benchè". Anche il tuo italiano non
    è perfetto, perciò non fare
    troppo lo "sborone" :Dlo terrò a mente, anche se francamente mi pare parecchio meno grave.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Per la SIAE "Rubava"
    ma...............li rubava da chi?dal negozio?dalla bancarella?dal computer del vicino?:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|
  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    - Scritto da: Anonimo

    veramente sarebbe "ce la vieni a menare",
    benchè, visto il tuo italiano,
    menarla a te sarebbe come menarlo a un morto
    :DSi scrive "benché", non "benchè". Anche il tuo italiano non è perfetto, perciò non fare troppo lo "sborone" :D
  • Anonimo scrive:
    Ora stanno veramente esagerando
    Essere BOLLATO come ladro (la SIAE lo stà facendo sul proprio sito col francese), mi stà veramente stretto.Io parto dal presupposto che non sto' rubando nulla a nessuno, ma scaricando un brano che un buon sammaritano mi stà gentilmente donando. Sappiamo tutti benissimo che se i prezzi fossero ragionevoli lo si comprerebbe il brano, io non rubo nulla a nessuno, semmai LORO rubano i soldi ai poveracci, e per poveracci metto anche quei poveri artisti che vedono ben poche lire dalla SIAE!
  • Anonimo scrive:
    Per la SIAE "Rubava"
    Preso dal sito SIAE:04-02-2005 Tribunale di Pontoise Rubava brani musicali: professore francese multato Il Tribunale di Pontoise, nella regione parigina, ha condannato ieri un professore di lettere, Alain Oddoz, a una multa di 10.200 euro per avere scaricato da Internet e messo a disposizione di altri utenti, oltre 10.000 brani musicali. Il danaro della multa sarà ridistribuito fra le Società degli autori e dei produttori che si sono costituite parte civile. Secondo il Tribunale "i navigatori di Internet devono prendere coscienza della necessità di proteggere i diritti degli autori, dei produttori e di compositori delle opere del pensiero". La Sacem (la società degli autori, dei compositori e degli editori musicali) ha definito questa decisione molto importante. Per la SIAE siamo tutti LADRI!! AHAHAH I LADRI SAREMMO NOI???' AAAAAAAAAAAHAHAHAHAHAHAH
  • Anonimo scrive:
    Re: donazioni
    anche io voglio darli almeno 10? !!!!!!!!!!!!
  • castigo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: castigo


    3- essere ben consapevoli dei propri
    diritti

    e NON calare le brache davanti al primo

    arrogante con una divisa addosso

    ti suona meglio detta così??

    Sta cosa mi fa tornare alla mente il caso
    Armani.it e ci ricorda che i principi non
    hanno mai fatto mangiare nessuno,
    soprattutto quando vanno contro le leggi
    dello stato.ah... interessante.... allora mi stai dicendo che le leggi dello stato sono fatte contro i miei diritti, sanciti dalla costituzione?perchè, se ti è sfuggito te lo ricordo, io parlavo di DIRITTI, non di principi ;)fai più attenzione quando leggi, eh?!?!?


    prego, ma ti ricordo che NON siamo in

    america :D

    Infatti qui sotto certi aspetti è
    peggio.
    ma ci sei mai stati in america??
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    W i tecnici!!spero tanto che i tecnici della guardia di finanza siano un po più svegli di come li disegnate. che almeno siano degli smanettoni, computeromani e forse un po hacker.qualche pollo ci sarà ma credete che qualcuno di loro non avrà sentito parlare di AES o cose del genere.Poi AES è una proteszione assoluta, è solo una protezione sufficente!! si può forzare, ma chiaramente ci vuole tanto tempo. non ho idea di quanto tempo ma non ho problemi a credere che se ti vogliono aprire il pc non sono disposti ad attendere un mese!!e poi una partizione da 40gb non usata è un po strana!! sicuramente tenteranno dei controlli, dai non crtedo che ci metteranno mia nonna a controlare i pc, ma qualche tecnico un po piu esperto.cmq W la nonna che non usa il pc!! ne windows ne linux
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    - Scritto da: castigo
    3- essere ben consapevoli dei propri diritti
    e NON calare le brache davanti al primo
    arrogante con una divisa addosso
    ti suona meglio detta così??Sta cosa mi fa tornare alla mente il caso Armani.it e ci ricorda che i principi non hanno mai fatto mangiare nessuno, soprattutto quando vanno contro le leggi dello stato.
    prego, ma ti ricordo che NON siamo in
    america :DInfatti qui sotto certi aspetti è peggio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gogne Mediatiche...
    Ma pizzicato a far cosa? non ha fatto niente di male. La legge e' ingiusta, troviamo il modo di far guadagnare gli artisti, ok, ma i tempi cambiano, bisogna adeguarsi non cercare di fermare il tempo.Quell'uomo e' condannato ingiustamente, e poi secondo me il 75% dei file scaricati non viene ne' ascoltato ne' utilizzato.
  • Anonimo scrive:
    Re: donazioni
    Anch'io, non ho uno stipendio, non sono un ragazzino, ma un 10 ? come minimo per lui li trovo, dopo il maremoto ho scoperto che fare beneficenza puo' costare poco al singolo e ci ho preso gusto.Io voglio poter fumare erba buona senza dare fastidio a nessuno e senza correre rischi legali e senza spendere troppo, e voglio poter scaricare tutto quello che posso trovare anche in una biblioteca, video audio e libri. Non mi pare cosi' pazzesco. Dunque le biblioteche esistono perche' cosi' i libri non li possono leggere in tanti come si potrebbe fare con internet? In biblioteca trovo libri recentissimi e li posso leggere, a casa mi incarcerano....
  • jokanaan scrive:
    Re: donazioni
    - Scritto da: Anonimo
    Ma per favore, mica faceva una copia per uso
    privato. faceva molte copie per uso privato. il concetto, per me, non cambia
    Ha compiuto un reato ed era sicuramente
    cosciente di farlo, ha rischiato ed ha
    perso. FINE

    Alexper me non dovrebbe esser reato ciò che gli viene imputato.come già ti è stato risposto, facciamo (noi, mica tu) vedere alle majors che siamo in tanti e che non ci spaventiamo, non andiamo a nascondere i nostri files o a cancellare il nostro share, piuttosto che utilizzare esotici programmi crittografici. Quando si stuferanno di denunciare persone a macchinetta, lo stato si accorgerà che per dare soldi a questi papponi discografici ha castigato i suoi cittadini inutilmente, costringendoli a morigerare ancor più i consumi, e allora si renderà conto che l'unica via percorribile è la revisione del concetto di (C).
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non li fermiamo faremo la stessa
    esempio pratico, questo è il mio attuale indirizzo ip 151.41.176.28vai a questo link http://www.dnsstuff.com/tools/whois.ch?ip=151.41.176.28e vedrai che appartiene ad infostrada
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non li fermiamo faremo la stessa
    forse mi sbaglio.... ma per beccare un utente italiano gli basta l'indirizzo ipuna volta visto il tuo indirizzo risalgono al tuo internet provider.dopotutto ogni provider ha un numero di indirizzi chep uò assegnare ai propri utenti. se scoprono che quell'inidirizzo è di telecom italia beh allroa sei italiano, se è di telecom italia france allora è francesae e cosi via...è la maniera più semplice che mi viene in mente , ciao
  • 3p scrive:
    Re: Sequestri e pubblicità
    - Scritto da: Anonimo
    non ci sono mai stati...Beh dài almeno una volta se qcuno in alto rompeva le palle un po' troppo gli tagliavano la testa...
  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    qualche notizia in più
    farebbe

    sempre


    comodo.


    che programma usava?



    Secondo me i classici winmx e kazaa che

    usano tutti quelli che ancora non hanno

    capito una mazza di filesharing.

    Per carità, bisogna essere esperti
    per usare programmi di file sharing.... tra
    poco anche mia nonna riuscirà a
    usarli questi programmi, e tu c'è la
    vieni a menare con la tua presunta
    "ESPERIENZA"?veramente sarebbe "ce la vieni a menare", benchè, visto il tuo italiano, menarla a te sarebbe come menarlo a un morto :D

    Ma mi facci er piacere mi facci!!
    8)
  • castigo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    - Scritto da: In_darkness
    Concordo pienamente con l'ultimo commento.
    Troppi si credono dei dritti, degli assi,
    delle persone capaci di fottere ogni tipo di
    controllo e controllore.
    Svegliamoci. Non è cosi.
    Le soluzioni sono due:

    1- Smetterla di fare sharing illegale.
    2- Continuare a farlo sperando che non si
    venga beccati.3- essere ben consapevoli dei propri diritti e NON calare le brache davanti al primo arrogante con una divisa addossoti suona meglio detta così??

    Mi permetto di dare a tutti un consiglio,
    leggete il seguente libro: "Giro di vite
    contro gli Hacker" di Bruce Sterling.

    Grazie.prego, ma ti ricordo che NON siamo in america :D
  • Anonimo scrive:
    NON CONDIVIDETE
    ...cercate di farlo in modi diversi, se proprio volete musica aggratiseModi alternativi:- registrazione musica in streaming- Bit Torrent (condividi mentre scariche solo parte di un file)E se proprio dovete condividere..... Mute e Ants.E poi fatevi qualche ricerca con la grande G e vedrete che si trova di tutto senza fatica eccessiva. Un esempio? Per gli amanti della disco e della musica 120 bpm e downbeat fate una ricerca con "dj sets mp3" e vedrete.................
  • Anonimo scrive:
    Re: Sequestri e pubblicità
    in francia ha sede la vivendi , consociata della universalovvio che le pressioni sui politici francesi sono maggiori che da noi , dove dopo un manciata di soldi elargiti al cinema ( e quindi a un certo qualcuno proprietario della maggiorparte delle sale cinematografiche) alla fine tutti sono contenti...non è un caso che finora in italia i sequestri si siano avuti più che altro verso i gestori di server.
  • Anonimo scrive:
    Re: copia privata

    Senza possedere l'originale è "solo"
    illecito amministrativo. Ovvero multona ma
    almeno niente galera.Chi te l'ha detto? hai letto la legge? Io si. E' chiarissima: la copia privata è consentita.
  • Anonimo scrive:
    Re: copia privata
    - Scritto da: Anonimo


    Ti inchiappettano per i cd copiati...

    La copia privata è permessa. E non
    è richiesto il possesso
    dell'originale. (vale per audio e video -
    non per il software).
    Senza possedere l'originale è "solo" illecito amministrativo. Ovvero multona ma almeno niente galera.
  • Anonimo scrive:
    copia privata

    Ti inchiappettano per i cd copiati...La copia privata è permessa. E non è richiesto il possesso dell'originale. (vale per audio e video - non per il software).
  • In_darkness scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    Concordo pienamente con l'ultimo commento.Troppi si credono dei dritti, degli assi, delle persone capaci di fottere ogni tipo di controllo e controllore.Svegliamoci. Non è cosi.Le soluzioni sono due:1- Smetterla di fare sharing illegale.2- Continuare a farlo sperando che non si venga beccati.Mi permetto di dare a tutti un consiglio, leggete il seguente libro: "Giro di vite contro gli Hacker" di Bruce Sterling.Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: aes256
    - Scritto da: Anonimo[cut]
    3. i due sistemi devono essere installati IN
    MODO DA NON DARSI FASTIDIO A VICENDA. Questo
    è molto importante perchè i
    s.o. microsoft tendono a sparpagliare pezzi
    in tutte le partizioni accessibile. Per fare
    questo, si trovano molte informazioni in
    rete. E' perfettamente fattibile, ma serve
    un po' di esperienza.[cut] Io ho fatto un'installazione pulita di xp (con sp1+postfix) sul'hd master (A) che quindi ho ghostato su slave (B). Quindi (A) è diventato slave e (B) è diventato master. (B) è in un cassetto estraibile IDE.E' raccomandabile far partire di tanto in tanto anche (A) per discorsi di log e date.;)
  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    qualche notizia in più farebbe
    sempre

    comodo.

    che programma usava?

    Secondo me i classici winmx e kazaa che
    usano tutti quelli che ancora non hanno
    capito una mazza di filesharing.Per carità, bisogna essere esperti per usare programmi di file sharing.... tra poco anche mia nonna riuscirà a usarli questi programmi, e tu c'è la vieni a menare con la tua presunta "ESPERIENZA"?Ma mi facci er piacere mi facci!!8)
  • Anonimo scrive:
    Re: donazioni
    Ma siccome questo reato per me reato non dovrebbe essere (come per esempio non dovrebbe eserlo la detenzione di droghe leggere) sarebbe bello annientare il clima di paura che vogliono creare: sis,colpitene pure uno per educarne mille,tanto quell'uno avra' l'apoggio degli altri mille e non finira' comunque nei guai (almeno economici) :)
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    i cd ormai non rischio piu di crearli al massimo quando bussano mi mangio il player :DSnOwMaN
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    - Scritto da: Anonimo
    in fase di dibattimento posso sempre
    dichiarare che avevo una macchina zombie che
    era appena stata ripulita.....
    mp3.... cosa sono..non sapevo di
    averli....dev'essere stato lo zombie


    e poi che provino senza ragionevole dubbio a
    dimostrare che non e' vero

    SnOwMaNHai ragione, ma sai, che sfiga, accanto al PC c'era un cd contenente proprio qualcuno di quegli mp3......che lo zombi abbia masterizzato a tua insaputa?
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    in fase di dibattimento posso sempre dichiarare che avevo una macchina zombie che era appena stata ripulita.....mp3.... cosa sono..non sapevo di averli....dev'essere stato lo zombiee poi che provino senza ragionevole dubbio a dimostrare che non e' veroSnOwMaN
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    - Scritto da: cico
    se le forze dell'ordine, con tutto quello
    che hanno già da fare, se si
    scomodano per venirti a trovare per la
    musica o i film hanno già in mano
    chili di log che provano la tua
    attività illecitaConcordo pienamente!
    molto più pratico dal loro punto di
    vista che venire a farti le pulci su cosa
    hai o non hai sull'hard diskQuesti sono ragazzini ingenui che vedono troppi films... ;-)Quello che hai scritto, non solo è sacrosanto ma addirittura ovvio!
  • Anonimo scrive:
    Re: donazioni
    Ma per favore, mica faceva una copia per uso privato. Ha compiuto un reato ed era sicuramente cosciente di farlo, ha rischiato ed ha perso. FINEAlex
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    Prova ad immaginare se io finanziere venissi a casa tua a sequestrarti il pc.Ora immagina che se son venuto a casa tua è perchè ho un mandato e quindi buona parte delle prove, costituite dai logs e quant'altro, già le ho.Prima di sequestrarti l'hard disk accendiamo il pc assieme, e vediamo che c'è dentro. Poi lo portiamo via e lo diamo in pasto ai nostri tecnici.Ammesso e non concesso che i nostri ingenieri informatici siano così ingenui e fessi da non ipotizzare che tu abbia adottato un sistema per crittare i dati o abbia occultato il pc che utilizzi per scaricare (magari un portatile, o un pc in rete messo in soffitta), viste le considerazioni precedenti che hanno prodotto il mandato, credi veramente che non ti metteremmo a soqquadro tutta la casa e/o non riusciremmo a farti parlare?Pensi davvero di essere più scaltro di chi queste cose le fa per mestiere e di gente come te ne vede tutti i giorni?Mah... contento te... ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...

    Un'altra cosa, come fanno a darti 3 anni (o
    qualsiasi condanna) se non hanno fisicamente
    trovato le prove del reato? In italia ci
    sono assassini il liberta' per insufficienza
    di prove, come fanno a condannare uno se gli
    trovano il computer immacolato?Ti inchiappettano per i cd copiati...
  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    l'hanno beccato mentre spacciava mp3 all'ingresso della scuola
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...

    Non credo accendano semplicemente il
    computer sequestrato e cercano cosa c'e'
    dentro tramite "risorse del computer",
    smonteranno l'hdd e con tool appositi
    andranno a leggere il contenuto del suddetto
    in una certa modalità raw. Si, appunto, troveranno nell'mbr una partizione, scanneranno fisicamente il disco per vedere cosa contengono i singoli bit che ne fanno parte e verdanno che sono dati casuali, è la stessa cosa che troverebbero se tu avessi fatto una partizione vuota e avessi usato un qualunque programma di secure deletion per rendere irrecupreabili i dati precedenti (non come una semplice singola formattazione a basso livello, servono più passaggi), cosa tra l'altro molto consigliabile se acquisti un hd usato che potrebbe essere stato di un "pericoloso pirata" che lo ha lasciato sporco di informazioni che sono state sovrascritte una singola misera volta... o anche solo formattate con la formattazione veloce e non sovrascritte...BTW se anche ti limitassi a tenere file criptati e condividerli, in poche righe si fanno softwarilli per creare dati casuali... indistinguibili da file crittati... chi ti impedisce di creare sequanze di dati casuali e spedirle ai tuoi amici o renderle pubblicamente disponibili?Solo perchè è strano ti arresterebbero?
  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    Senza ironia, tu che hai capito che cosa usi? :)
  • Anonimo scrive:
    Re: aes256
    non è facile da spiegare in poche righe1. il sw si chiama DriveCryptPlusPack. Consiglio la versione 2.6.2. Occorre un pc con hard disk preparato in questo modo:- una prima partizione con un windows qualsiasi- una seconda partizione con windows 2000 o xp- un gestore di boot come powerboot che si installi nella traccia zero (al posto del MBR standard) che permetta di avviare l'uno o l'altro "mascherando" (rendere HIDDEN) l'altra partizione. Meglio se permette di definire una partizione di boot di default che parta sempre in assenza di input dell'utente. Powerboot attualmente non si trova facilmente e la ditta che lo vendeva è chiusa, ma su certi siti warez dovrebbe esserci ancora.3. i due sistemi devono essere installati IN MODO DA NON DARSI FASTIDIO A VICENDA. Questo è molto importante perchè i s.o. microsoft tendono a sparpagliare pezzi in tutte le partizioni accessibile. Per fare questo, si trovano molte informazioni in rete. E' perfettamente fattibile, ma serve un po' di esperienza.4. Installare DCPP in windows 2000/xp (quello che si vuole criptare). Non funziona con win98.5. Installare l'opzione BOOTAUTH di DCPP. Questo si installa nella traccia zero sovrascrivendo powerboot. 6. Criptare la partizione con DCPP. a questo punto CREARE IL DISCHETTO DI AVVIO DI EMERGENZA DI DCPP.7. Riavviare il sistema. Attenzione: a volte, se la partizione criptata non è la prima del disco fisso, BOOTAUTH non funziona. Ma va bene lo stesso.8. Reinstallare Powerboot (o il gestore di boot preferito), in modo da sovrascrivere BOOTAUTH. Così ogni traccia della presenza di software di crittografia è eliminata. Resta solo il dischetto di emergenza.9. Ora per avviare la partizione criptata procedere come segue: inserire il dischette, fare il boot da dischetto, inserire la password. Poi quando parte il gestore di boot dal disco rigido, selezionare la partizione criptata.10. Fare la prova opposta: resettare, avviare direttamente da disco fisso, selezionare la partizione criptata: riceverete un bel messaggio tipo "sistema operativo mancante".11. Configurare il boot manager in modo che, di default, faccia partire la partizione in chiaro.12. Ricordarsi di far sparire il dischetto in caso di problemi. In ogni caso, esso appare come non formattato se viene letto da dos o windows. Però se viene analizzato bene, si può trovare che è stato creato da DriveCrypt.Fatto!
  • Anonimo scrive:
    Re: aes256
    - Scritto da: kubu

    - Scritto da: Anonimo

    DriveCrypt Plus Pack cripta con AES con

    chiave a 256bit.

    Inoltre, genera una chiave random che
    viene

    a sua volta criptata con la tua
    password. Se

    tu perdi il dischetto di avvio, che
    contiene

    la chiave random, nemmeno conoscendo la

    password sarai in grado di decriptare la

    partizione. Quindi puoi tranquillamente

    rivelare la password - tanto, non
    sapranno

    che farsene.

    Vorrei capire meglio.
    Come funzionerebbe la cosa?
    Io tengo la partizione in chiaro per il p2p,
    se citofona la gdf devo: spegnere il pc
    riavviarlo con il dischetto per criptare la
    partizione?
    Scusate la domanda ma non ho mai provato un
    software del genereNo è il contrario:Se vuoi accedere alle partizioni criptate DEVI usare il dischetto al boot.Se citofona la gdf devi spegnere il computer e far sparire il dischetto. Alla riaccensione senza dischetto le partizioni criptate saranno illeggibili
  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    - Scritto da: Anonimo
    qualche notizia in più farebbe sempre
    comodo.
    che programma usava?Secondo me i classici winmx e kazaa che usano tutti quelli che ancora non hanno capito una mazza di filesharing.
  • cico scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...

    Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci
    di accedere al processo e' considerata
    un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3
    anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro
    le sbarre.Basta usare i volumi hidden di Truecrypt.In pratica crei un volume criptato dove metti dei file che fai finta di voler proteggere, poi crei un volume nascosto in questo primo volume e lo usi per mettere quelli che non vuoi che vedanoi volumi sono tutti inizializzati a valori random e non esistono header per capire se un file è un volume on no e se c'é un volume dentro un volumequando ti imponogono di rivelare la password tu gli dai quella che apre il volume esterno, loro guardano, vedono dei file leciti, non hanno modo di dire se c'é un'altro volume all'internoopen source su http://truecrypt.sourceforge.comcomunque secondo me questi attrezzi lasciano un pò il tempo che trovanose le forze dell'ordine, con tutto quello che hanno già da fare, se si scomodano per venirti a trovare per la musica o i film hanno già in mano chili di log che provano la tua attività illecitamolto più pratico dal loro punto di vista che venire a farti le pulci su cosa hai o non hai sull'hard diskil tool rimane comunque un interessante progetto
  • Anonimo scrive:
    Re: come lo hanno beccato?
    - Scritto da: Anonimo
    qualche notizia in più farebbe sempre
    comodo.
    che programma usava?paura eh ?
  • kubu scrive:
    Re: aes256
    - Scritto da: Anonimo
    DriveCrypt Plus Pack cripta con AES con
    chiave a 256bit.
    Inoltre, genera una chiave random che viene
    a sua volta criptata con la tua password. Se
    tu perdi il dischetto di avvio, che contiene
    la chiave random, nemmeno conoscendo la
    password sarai in grado di decriptare la
    partizione. Quindi puoi tranquillamente
    rivelare la password - tanto, non sapranno
    che farsene.Vorrei capire meglio.Come funzionerebbe la cosa?Io tengo la partizione in chiaro per il p2p, se citofona la gdf devo: spegnere il pc riavviarlo con il dischetto per criptare la partizione?Scusate la domanda ma non ho mai provato un software del genere
  • Anonimo scrive:
    aes256
    DriveCrypt Plus Pack cripta con AES con chiave a 256bit.Inoltre, genera una chiave random che viene a sua volta criptata con la tua password. Se tu perdi il dischetto di avvio, che contiene la chiave random, nemmeno conoscendo la password sarai in grado di decriptare la partizione. Quindi puoi tranquillamente rivelare la password - tanto, non sapranno che farsene.
  • AndreaMilano scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    Signori, quelli della Polizia Postale sono si dei poliziotti ma non sono una sottospecie non commerciabile di tonno pinna gialla!Non credo accendano semplicemente il computer sequestrato e cercano cosa c'e' dentro tramite "risorse del computer", smonteranno l'hdd e con tool appositi andranno a leggere il contenuto del suddetto in una certa modalità raw. Ovviamente se avete cryptato la partizione con AES a "ventordicimila" bit e non fornite la psw sarà difficile che trovino modo di accedere a quei dati ma... non facciamoli più babbei di quanto in realtà siano...
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    - Scritto da: Anonimo

    Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci
    di accedere al processo e' considerata
    un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3
    anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro
    le sbarre.E se uno gli dice: "ci sono le foto intime di me con la mia ragazza ma abbiamo dimenticato la password"? ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    - Scritto da: Anonimo

    Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci
    di accedere al processo e' considerata
    un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3
    anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro
    le sbarre.Ma se il disco risulta semplicemente una unita' non formattata, come se fosse una partizione vergine, che ne sanno se ci sono dei dati criptati?Un'altra cosa, come fanno a darti 3 anni (o qualsiasi condanna) se non hanno fisicamente trovato le prove del reato? In italia ci sono assassini il liberta' per insufficienza di prove, come fanno a condannare uno se gli trovano il computer immacolato?
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci di accedere al processo e' considerata un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3 anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro le sbarre.
  • Anonimo scrive:
    come lo hanno beccato?
    qualche notizia in più farebbe sempre comodo.che programma usava?
  • Anonimo scrive:
    Re: No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...

    Impariamo a difenderci. Il bello dei bit
    è che sono tutti uguali. Non si
    possono trovare impronte digitali sui bit, e
    non si può neppure fare l'identikit
    di un bit. Essi assumono un significato
    quando sono disposti in un certo ordine.
    Cambiando l'ordine, il significato svanisce.Ciao, questo e' molto interessante e avevo posto una domanda del genere qualche tempo fa. Cioe' se uno si compra un disco da 120 giga e se lo cripta, se arriva un controllo e non trovano nulla (anche se hanno tracciato l'ip e da parte loro hanno dei log dove si evince chiaramente che dal tuo ip sono partiti dei dati illegali) uno e' soggetto ad essere condannato lo stesso o si salva?Possono obbligarti a fornire i dati per decriptare il disco e vedere che c'e' dentro?Ciao e grazie per le info
  • Anonimo scrive:
    No DriveCrypt? Ahi, Ahi, Ahi...
    "... condannato per aver condiviso 30 gigabyte di file musicali, quantificati in 10mila pezzi. Il suo PC è stato sequestrato... "Che sarebbe successo se il suo PC fosse risultato perfettamente pulito? Glielo avrebbero restituito con tante scuse, ammettendo l'errore, addossando la colpa a qualche scambio di indirizzi IP o malfunzionamento della rete.Impariamo a difenderci. Il bello dei bit è che sono tutti uguali. Non si possono trovare impronte digitali sui bit, e non si può neppure fare l'identikit di un bit. Essi assumono un significato quando sono disposti in un certo ordine. Cambiando l'ordine, il significato svanisce.Fuori i legaioli da Internet. Internet è un posto per i tecnici, non per gli avvocati.bleah.
  • Anonimo scrive:
    Misura esatta???
    Leggo:"Oggi la legge francese sul diritto d'autore è estremamente severa e ricorda da vicino quella italiana fondata sulla Legge Urbani. Per i grandi condivisori, quelli che con il file sharing mettono a disposizioni notevoli quantità di musica, le norme transalpine prevedono fino a tre anni di carcere e multe fino a 300mila euro."Notevoli quantità di musica? Posso sapere esattamente la quantità che si può condividere senza incorrere in sanzioni? Perché ne vorrei condividere esattamente un bit in meno... e spargere la voce ai miei amici in modo che ognuno condivida alla stessa maniera brani diversi, così da ottenere tutti insieme un grande disco fisso virtuale di decine e decine di gigabyte di bella musica fresca fresca e poter fare le pernacchie alle major :D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Più che legge severa....
    è la vita!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sequestri e pubblicità
    non ci sono mai stati...
  • Anonimo scrive:
    Re: Gogne Mediatiche...
    studia la grammatica o vai a zappare italiano!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sequestri e pubblicità
    - Scritto da: Anonimo
    " Il suo PC è stato sequestrato e gli
    è stato ordinato di pagare a sue
    spese spazi pubblicitari su due giornali per
    diffondere la notizia della sentenza."

    Io non ho capito: innanzitutto il pc non
    è una pistola, glielo ridanno? Non ne
    può comprare uno nuovo? Qui girano
    voci che se te lo sequestrano non lo rivedi
    più, qualcuno che ne sa qualcosa
    può illuminarmi?

    Quanto alla pubblicità sui giornali:
    perchè mai deve avvenire un pubblico
    sputtanamento di questo tipo, francamente
    non lo concepisco. Ladri, stupratori,
    assassini, si coprono bellamente le facce
    davanti alle telecamere, non li ho mai visti
    finire sui giornali in spazi appositi. Certo
    che i francesi quanto ad idiozia ci fanno
    proprio concorrenza...

    LIBERTE', EGALITE'...
    LECCAMENT DE CUL alle MAJORE'!!!non ci sono più i francesi di una volta...
  • jokanaan scrive:
    donazioni
    vorrei fare una donazione a quel povero disgraziato, esiste un sito che si occupa di raccogliere fondi a suo favore?
  • Anonimo scrive:
    Gogne Mediatiche...
    La vera vergogna...A me sta bene che chi venga "pizzicato" debba pagare una multa: persino il più "scaricone" converrà che è giusto.Sul sequestro del pc, se non fosse che poi se lo tengono x sempre (capiscc'amme...)Ma la gogna mediatica è una vera vergogna, è roba da medioevo: costretto a tenere il proprio nome insieme a quelli di ladri, spacciatori, etc... neanche avessi ucciso qualcuno, rovinato una famiglia, esserti macchiato della colpa più infame.A spese tue.Mentre altri si fanno le proprie legge sul falso in bilancio...Vabbè, viva l'Italia, paese di santi, poeti, navigatori e (censura)
  • Ics-pi scrive:
    Re: Sequestri e pubblicità
    Io comprerei 2 prime pagine per dire:SCARICARE FA BENE,VIVA IL PITUPI.altro che autodenunciarmi.
  • Anonimo scrive:
    Sequestri e pubblicità
    " Il suo PC è stato sequestrato e gli è stato ordinato di pagare a sue spese spazi pubblicitari su due giornali per diffondere la notizia della sentenza."Io non ho capito: innanzitutto il pc non è una pistola, glielo ridanno? Non ne può comprare uno nuovo? Qui girano voci che se te lo sequestrano non lo rivedi più, qualcuno che ne sa qualcosa può illuminarmi?Quanto alla pubblicità sui giornali: perchè mai deve avvenire un pubblico sputtanamento di questo tipo, francamente non lo concepisco. Ladri, stupratori, assassini, si coprono bellamente le facce davanti alle telecamere, non li ho mai visti finire sui giornali in spazi appositi. Certo che i francesi quanto ad idiozia ci fanno proprio concorrenza...LIBERTE', EGALITE'... LECCAMENT DE CUL alle MAJORE'!!!
  • Anonimo scrive:
    Se non li fermiamo faremo la stessa fine
    Che il caso Francese sia preso d'esempio, stanno tentando di infilare la fregatura sulle modifiche quindi non statevene buoni a fregarvene (tanto passo al criptato ... tanto non pigliano me ...) che poi ci troviamo queste schifezze di mezzo, protestate anche voi con i mezzi che avete.
  • Anonimo scrive:
    Re: Più che legge severa....
    - Scritto da: Anonimo
    Legge pro Majors con qualche analogia a
    leggi pro - "nostro primo ministro" ! Non
    c'è limite alla legge del mercato !
    :|E comunque per quanto facciano sempre leggi più severe e restrittive le persone saranno sempre più disposte a condividere che comprare! 8)
  • Anonimo scrive:
    Più che legge severa....
    Legge pro Majors con qualche analogia a leggi pro - "nostro primo ministro" ! Non c'è limite alla legge del mercato ! :|
Chiudi i commenti