Spam! 30 anni di mail spazzatura

Tutto è cominciato con un messaggio inviato a centinaia di indirizzi su ARPANET. Il resto è storia di tutti i giorni: miliardi di messaggi molesti in circolazione per un giro di affari altrettanto sostenuto

Roma – L’attuale apocalisse da spam ha origine da un nome e cognome ben definiti : Gary Thuerk, distributore di prodotti della oramai estinta società di computer Digital Equipment Corporation , ha spedito il primo messaggio-spazzatura via mail della storia delle tecnologie di rete, inviando il 3 maggio 1978 una nota pubblicitaria riguardo la commercializzazione di nuovi prodotti da parte della suddetta società.

spam I destinatari della missiva erano “solo” 393 , tutti protagonisti come Thuerk dell’allora nascente industria del personal computing americano dotati dell’accesso ad ARPANET , il network voluto dalla Difesa USA e tradizionalmente indicato come il precursore della Internet moderna.

Una faccenda figlia di tempi profondamente diversi dall’oggi informatico, in cui il primo spammer della storia ha adoperato la sua casella di posta per inviare la reclame. Considerando poi che all’epoca ARPANET era poco più che un circolo esclusivo aperto a pochi privilegiati, non stupisce scoprire che le reazioni alla campagna di Thuerk furono tutte molto negative , con tanto di lamentele degli utenti e il forte biasimo degli amministratori del network.

Nulla insomma rispetto all’attuale rassegnazione di ISP e utenti , gli uni costretti e investire denaro per contrastare la piaga e gli altri condannati a subire il profluvio via mail di porcherie senza senso o a setacciare la junk mail per controllare che i filtri anti-spam non abbiano scremato mail legittime.

Dai 393 messaggi iniziali lo spam si è moltiplicato fino a divenire un affare con numeri da capogiro : le stime parlano di un 80%-90% di tutta la posta elettronica inviata in rete composto esclusivamente da pubblicità ossessivo-compulsiva, inviata 120 miliardi di volte al giorno per un giro di denaro nell’ordine di svariati miliardi di dollari.

Una vera e propria spam-war , in cui da un lato vi sono gli spammer tecnologicamente sempre più all’avanguardia e dall’altro le due diverse linee di contrasto al fenomeno, vale a dire quella dei provider e degli utenti domestici o aziendali. Una guerra che costa bei quattrini soprattutto al fronte degli ISP e dei professionisti dell’IT, costretti ad espandere di continuo l’installazione di filtri e tecnologie pensate per il solo scopo di fermare lo spam prima che raggiunga le caselle e-mail: secondo le stime di Ferris Research , il costo della spam-war nel 2008 lieviterà sino a raggiungere i 140 miliardi di dollari in tutto il mondo.

Le spese necessarie agli spammer per perpetrare il loro cyber-crimine tendono al contrario a ridursi esponenzialmente , soprattutto con le nuove frontiere della tecnologia alla base dello spam: oggigiorno la metodologia prediletta dai criminali telematici prevede l’impiego di botnet da centinaia di migliaia di “PC zombie”, sistemi compromessi da malware e controllati da remoto usati come nodi autosufficienti di invio delle mail-spazzatura. Un sistema che risulta difficile da contrastare in virtù del suo essere indipendente da server e centri di controllo specifici con relativi indirizzi IP fissi.

Il futuro poi non promette nulla di buono: non bastassero già le botnet, lo spam sta diventando un fenomeno di massa sui cellulari , sui siti di social networking quali MySpace e Facebook e nella blogosfera con i cosiddetti “splog”, blog generati in maniera automatizzata con il solo scopo di spargere pubblicità in rete. Dopo trent’anni di attività il fenomeno è insomma più in salute che mai, al punto che gli analisti prevedono che ogni nuovo mezzo e canale di comunicazione dovrà farci i conti , prima o poi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Il mondo Enterprise ai Linari
    Notizia sensazionale!Perché solo un analista come me ci vede una notizia incredibilmente interessante?Avendo lavorato in vari settori delle TLC e bancari ho potuto vedere come Java e Linux/Unix regnino sovrani.Windows è considerato solo un incidente di percorso, comprato in un periodo in cui Micro$oft sventagliava chissà quali vantaggi, e con gli anni invece si è dimostrato anello debole del sistema e sta subendo lente e inesorabili dismissioni.Un paio di esempi tra tutti sono l'immane lavoro in Mondadori di conversione a Solaris/Linux/Java/Oracle di quasi tutte le applicazioni interne della server farm. Ma anche in Intesa Sanpaolo vi garantisco che c'è molto più Linux e Oracle di quanto si immagini e Windows che obbliga al maggior lavoro da parte della gestione operativa di I livello.E Poste Italiane non ha voluto Windows per l'infrastruttura di Poste Mobile.Ne consegue che oggi come oggi, chi conosce bene Linux e sa programmare in Java ha in mano il mondo ICT del futuro. E Windows relegato sempre più nelle PMI periferiche o che ancora non si sono rese conto della fregatura.Gli stipendi più elevati e le competenze maggiori hanno una sola via, che passa per una distro Linux ricca di tutti questi tool e che chiunque abbia le capacità può installare a casa a colpi di apt-get o yum e iniziare a sperimentare senza l'esborso di un centesimo, affidandosi solo alle proprie capacità intellettuali.La base di partenza che consiglio a tutti è una lan casalinga con due macchine dual core abbastanza potenti e ricche di ram per mettere su qualche macchina virtuale.Da li poi con OpenSolaris, Linux, Oracle, Websphere MQ o altro server di message queuing, Glassfish, Java, si può sperimentare tutto ciò che usano le più grandi aziende e banche e presentarsi con gli attributi necessari, che quell'accozzaglia di bit poco versatili e costosi che portano il nome di Windows non potranno mai dare.
    • eron scrive:
      Re: Il mondo Enterprise ai Linari
      - Scritto da: iRoby
      Notizia sensazionale!

      Perché solo un analista come me ci vede una
      notizia incredibilmente
      interessante?

      Avendo lavorato in vari settori delle TLC e
      bancari ho potuto vedere come Java e Linux/Unix
      regnino
      sovrani.

      Windows è considerato solo un incidente di
      percorso, comprato in un periodo in cui Micro$oft
      sventagliava chissà quali vantaggi, e con gli
      anni invece si è dimostrato anello debole del
      sistema e sta subendo lente e inesorabili
      dismissioni.

      Un paio di esempi tra tutti sono l'immane lavoro
      in Mondadori di conversione a
      Solaris/Linux/Java/Oracle di quasi tutte le
      applicazioni interne della server farm. Ma anche
      in Intesa Sanpaolo vi garantisco che c'è molto
      più Linux e Oracle di quanto si immagini e
      Windows che obbliga al maggior lavoro da parte
      della gestione operativa di I
      livello.
      E Poste Italiane non ha voluto Windows per
      l'infrastruttura di Poste
      Mobile.

      Ne consegue che oggi come oggi, chi conosce bene
      Linux e sa programmare in Java ha in mano il
      mondo ICT del futuro. E Windows relegato sempre
      più nelle PMI periferiche o che ancora non si
      sono rese conto della
      fregatura.

      Gli stipendi più elevati e le competenze maggiori
      hanno una sola via, che passa per una distro
      Linux ricca di tutti questi tool e che chiunque
      abbia le capacità può installare a casa a colpi
      di apt-get o yum e iniziare a sperimentare senza
      l'esborso di un centesimo, affidandosi solo alle
      proprie capacità
      intellettuali.

      La base di partenza che consiglio a tutti è una
      lan casalinga con due macchine dual core
      abbastanza potenti e ricche di ram per mettere su
      qualche macchina
      virtuale.
      Da li poi con OpenSolaris, Linux, Oracle,
      Websphere MQ o altro server di message queuing,
      Glassfish, Java, si può sperimentare tutto ciò
      che usano le più grandi aziende e banche e
      presentarsi con gli attributi necessari, che
      quell'accozzaglia di bit poco versatili e costosi
      che portano il nome di Windows non potranno mai
      dare.sarà... ma questo sito, ove tu trolleggi con tanto delirio, gira su piattaforme microsoftora torna a giocare con bubuntu ;)
      • juri gagarin scrive:
        Re: Il mondo Enterprise ai Linari
        secondo me PI è un drupal mascherato da asp ;-)
      • iRoby scrive:
        Re: Il mondo Enterprise ai Linari
        P.I. è una banca, una TLC, un'industria del primario o dei servizi? Ha server farm da 3000 macchine su cui poter fare statistiche di affidabilità?È una e-zine partita con Windows con pochi utenti e cresciuta pezzetto per pezzetto in maniera custom per cui una migrazione ad un sistema differente non sarebbe indolore e immediata, per cui meglio affinare ciò che c'è già.Stesso discorso per le grandi aziende di cui sopra. Applicazioni custom e verticalizzate sviluppate su Windows sono troppo costose o onerose da portare nell'immediato.In questi casi si tende a smettere di sviluppare, aggiungere funzioni simili a procedure su altri sistemi e lasciare diventare obsoleta quella da sostituire...
        • pippo scrive:
          Re: Il mondo Enterprise ai Linari

          P.I. è una banca, una TLC, un'industria del
          primario o dei servizi? Ha server farm da 3000
          macchine su cui poter fare statistiche di
          affidabilità?
          TREMILA server e chi sono google? :D
          • iRoby scrive:
            Re: Il mondo Enterprise ai Linari
            Spesso i grandi gruppi bancari hanno in serverfarm macchine di altre banche più piccole e danno il servizio di HA e DR a pagamento. Ci sono generatori, gruppi di continuità con volano inerziale e ho visto perfino centrali a gas. E il tutto è ridondato anche su più sedi. Per esempio il gruppo Intesa dopo la fusione con Sanpaolo di Torino tiene macchine ridondanti in entrambi le sedi. Se cade Torino, Parma riesce a continuare ad erogare tutti i servizi in percentuali altissime forse oltre il 90%.Unicredit fa qualcosa del genere nelle due sedi di Milano e Verona.Tra server, mainframe, partizioni e macchine virtuali un gruppo come Intesa Sanpaolo fa circa 3700 hostname unici!
          • pippo scrive:
            Re: Il mondo Enterprise ai Linari

            Spesso i grandi gruppi bancari hanno in
            serverfarm macchine di altre banche più piccole e
            danno il servizio di HA e DR a pagamento. Ci sono
            generatori, gruppi di continuità con volano
            inerziale e ho visto perfino centrali a gas. E il
            tutto è ridondato anche su più sedi. Per esempio
            il gruppo Intesa dopo la fusione con Sanpaolo di
            Torino tiene macchine ridondanti in entrambi le
            sedi. Se cade Torino, Parma riesce a continuare
            ad erogare tutti i servizi in percentuali
            altissime forse oltre il
            90%.

            Unicredit fa qualcosa del genere nelle due sedi
            di Milano e
            Verona.

            Tra server, mainframe, partizioni e macchine
            virtuali un gruppo come Intesa Sanpaolo fa circa
            3700 hostname
            unici!Grazie ;)
          • register scrive:
            Re: Il mondo Enterprise ai Linari
            tremila server sono un nonnulla in una struttura informativa reale. Io lavoro in una banca che ne ha un 15.000. Google ha un numero di server nell'ordine del centinaio di migliaio
      • Pesci grossi e piccoli scrive:
        Re: Il mondo Enterprise ai Linari
        Ah bè sì, mi rendo conto che di fronte all'immensità di PI Intesa Sanpaolo e mondadori sono due piccole piccole imprese locali a gestione famigliare(il fatto che poi associ linux enterprise a Ubuntu rivela tutta la tua conoscenza del mondo GNU/Linux)
      • Miss K Lorina scrive:
        Re: Il mondo Enterprise ai Linari
        Dici che è grazie al fatto che gira su piattaforme Microsoft, che ci ha messo 5 minuti buoni ad aprirmi il tuo intervento e altri 5 per permettermi di risponderti?Bella forza.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Il mondo Enterprise ai Linari
          contenuto non disponibile
        • done scrive:
          Re: Il mondo Enterprise ai Linari
          - Scritto da: Miss K Lorina
          Dici che è grazie al fatto che gira su
          piattaforme Microsoft, che ci ha messo 5 minuti
          buoni ad aprirmi il tuo intervento e altri 5 per
          permettermi di
          risponderti?

          Bella forza.veramente uno dei punti forza di PI è proprio la velocità e la leggerezza del sitoti consiglio vivamente di verificare la tua connessione a internet e in alternativa di iscriverti ad un corso di informatica base
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Il mondo Enterprise ai Linari
      - Scritto da: iRoby
      E Poste Italiane non ha voluto Windows per
      l'infrastruttura di Poste
      Mobile.Infatti il sito bancoposta lavora su .NET ...(troll)
    • mrlucky68 scrive:
      Re: Il mondo Enterprise ai Linari

      E la scalata non la fai solo con conoscenze su Windows.
      Con solo quelle resti un operatore tutta la vita.la scalata la fai se sei bravo.io ero un programmatore Windows. eppure sono diventato responsabile dello sviluppo software di un società linux/java based. sono bravissimo? non tanto, ma quel che conta non è lo strumento ma la tua capacità di risolvere problemi.ecco perchè tutte queste diatribe su win/lin mi ricordano molto i fumetti anni 70 del tipo chi è più forte Superman o Hulk?frank miller, un genio del fumetto moderno, ha risposto dopo 30 anni dicendo che il migliore è batman ;) che se li è mangiati tutti usando la testa invece che i muscoli.scusa la disgressione. ma credo che il concetto sia chiaro: secondo me chi scrive programmi è come uno scrittore. forse usando uno strumento piuttosto che l'altro oggi può fare delle cose in più (e ne perde altre ovviamente), ma quel che conta è quello che ha da dire.
      Non fossilizzarsi tipo io non imparo Oracle
      perché lo odio e mi piace di più MSSQLmi raccomando, lo stesso vale per windows/linux.
    • register scrive:
      Re: Il mondo Enterprise ai Linari
      Linux targato IBM??? A me non risulta esista una distribuzione IBM di Linux. Sulle partizioni virtualizzate dei mainframe gira Red Hat. Semmai e' vero che e' targato IBM il middleware Java. In questi contesti Linux e' usato come sistema operativo di supporto al middleware IBM. Ovvero IBM usa Linux per far girare il suo software Java. E' vero che nelle banche il back-office e' su Mainframe ma i siti di home banking su mainframe non girano; nè i computers delle filiali. In tutte le banche c'e' sempre uno strato di infrastruttura bello grosso che serve per legare i mainframe ai vari servizi web e di filiale. Il numero di server necessario non deve impressionare. La maggiorparte di questi server non serve applicazioni web ma serve ad alimentare i vari servizi di infrastruttura che erogano tutte le varie funzioni aziendali, dalla BI all'analisi di bilancio, al calcolo dei rischi per Basilea, alla gestione delle varie transizioni interbancarie. Giusto per darvi un'idea: pensate sia immediato preparare l'estratto del conto corrente per circa dieci milioni di correntisti? Ancora pensate che l'autenticazione dei dipendenti di una banca giri su mainframe piuttosto che su Active Directory od un altro LDAP? Ed avete idea di quanti dipendenti ha una grande banca italiana?
  • marietto2008 scrive:
    io penso che sia un ottima mossa...
    voi cosa ne pensate ?
    • Giovanni scrive:
      Re: io penso che sia un ottima mossa...
      Non è male.Anche se non mi sembra che Java avesse dei concorrenti. Microsoft non ha mai pensato di seguire il motto della Sun "scrivi una volta esegui ovunque". Se non fosse per Mono la piattaforma .NET funzionerebbe solo su windows.
      • MAH scrive:
        Re: io penso che sia un ottima mossa...
        SILVERLIGHTè pensato per essere "scrivi una volta esegui ovunque"
        • pollo scrive:
          Re: io penso che sia un ottima mossa...
          Silverlight è un concorrete di Flash (vive nel browser e quindi non può essere usato per fare applicazioni client/server, webservices, ecc)...Inoltre al momento MS rilascia il plugin solo per IE e Firefox su piattaforma Win a Mac, Mono ha rilasciato un certo Moonlight per Linux, ma come sempre "rincorre" MS e quindi non garantisce compatibilità al 100%Al momento in questo campo Flash essendo moooolto più compatibile è (e resterà a lungo) il leader.
        • Funz scrive:
          Re: io penso che sia un ottima mossa...
          - Scritto da: MAH
          SILVERLIGHT

          è pensato per essere "scrivi una volta esegui
          ovunque"Parole, parole.Fatti: se su un sito trovo qualche ca*ata in Silverlight, non la posso visualizzare con Linux. Quindi, caro il mio sito, addio senza rimpianti.
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...


            è pensato per essere "scrivi una volta esegui

            ovunque"

            Parole, parole.
            Fatti: se su un sito trovo qualche ca*ata in
            Silverlight, non la posso visualizzare con Linux.

            Quindi, caro il mio sito, addio senza rimpianti.Pensa, io faccio la stessa cosa con flash e vivo felice ;)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: pippo
            Pensa, io faccio la stessa cosa con flash e vivo
            felice ;)Quindi non hai mai visto i filmati di YouTube?
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...


            Pensa, io faccio la stessa cosa con flash e vivo

            felice ;)

            Quindi non hai mai visto i filmati di YouTube?No, mi sono perso qualcosa? :D
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...



            Pensa, io faccio la stessa cosa con flash e
            vivo


            felice ;)



            Quindi non hai mai visto i filmati di YouTube?
            No, mi sono perso qualcosa? :DP.S. se proprio devo me li scarico su hd e li guardo con mplayer: ottimo programma, portabilissimo e non mi risulta scritto in giava ;)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: pippo



            Pensa, io faccio la stessa cosa con flash e

            vivo



            felice ;)





            Quindi non hai mai visto i filmati di YouTube?

            No, mi sono perso qualcosa? :D
            P.S. se proprio devo me li scarico su hd e li
            guardo con mplayer: ottimo programma,
            portabilissimo e non mi risulta scritto in giava ;)Lo conosco, e lo uso anche io in mille modi creativi (es. gli stream real audio sul sito della rai...Ma si parlava di flash, non java.Su YouTube, c'è qualche filmatino interessante, soprattutto vecchie canzoni e scene di vecchi film...
          • ninjaverde scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            ? Mi stupisco un pò, io vedo Yotube con Firefox su Linux (Suse 10.3).Forse non hai scaricato qualche plugin?Ci sono ben poche cose che ho un pò di difficoltà a vedere. Ad ogni modo la cosa non è importante....
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: ninjaverde
            ? Mi stupisco un pò, io vedo Yotube con Firefox
            su Linux (Suse 10.3).
            Forse non hai scaricato qualche plugin?Mancherà il flash player.
          • ninjaverde scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            Ci dovrebbe essere: integrato con Firefox, visto che uso Firefox per aprire i filmati di Yotube.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            contenuto non disponibile
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...



            Quindi non hai mai visto i filmati di YouTube?

            No, mi sono perso qualcosa? :D

            Sì, il fatto che in internet dovresti scegliere i
            contenuti invece di incapponirti sulle
            tecnologie.Infatti, se il tuo sito non è visibile è un problema TUO, non mio ;)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            contenuto non disponibile
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...


            Infatti, se il tuo sito non è visibile è un

            problema TUO, non mio

            ;)

            Il sito (se valido) farà un sacco di soldi con la
            gente normale (ovvero il
            99%).
            Tu di fatto non scegli i contenuti di cui fruire
            ma li fai scegliere ad una tua precedente
            decisione tecnico/ideologica che non ha nulla a
            che vedere con la bontà dei contenuti
            stessi.

            L'unico a perderci (è evidente) sei tu, perchè il
            mondo (quello determinato dal 99% di cui sopra)
            non
            cambierà.Perdere cosa i video su youtube?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            contenuto non disponibile
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...


            Perdere cosa i video su youtube?

            "il saggio indica la luna e lo stolto guarda il
            dito"
            (cit.)

            edit:
            1) Hai scritto che ci perderà il sito e questo è
            falso: ci perdi tu perchè non puoi *SCEGLIERE*
            quel sito mentre il sito può contare sul 99%
            delle persone, ovvero quelle che non si fanno
            monaci
            informatici.
            2) Youtube non è l'unico ad usare flash per fare
            qualcosa, ma questo tu non lo puoi sapere
            perchè...
            .... non hai Guarda che io la scelta l'ho fatta... A monte.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            contenuto non disponibile
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...


            Guarda che io la scelta l'ho fatta... A monte.

            Sbagli enormemente.
            Tu non hai scelto nulla riguardante i contenuti.
            Tu hai fatto una scelta meramente tecnologica.

            Ora la tua scelta (che non riguardava i
            contenuti) ti si ritorce contro perchè (se dici
            il vero) non puoi nemmeno spaere quali e quanti
            contenuti ti
            perdi.

            ma d'altra parte, ripeto, nessuno perde nulla (a
            parte te), quindi continua pure così
            (rotfl)Va beh, me lo segno sulla mia macchina da scrivere invisibile ;)
          • Funz non loggato scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: pippo

            Quindi, caro il mio sito, addio senza rimpianti.
            Pensa, io faccio la stessa cosa con flash e vivo
            felice
            ;)Non sono così integralista ;)A me basta che ci sia un plugin funzionante
    • vavava scrive:
      Re: io penso che sia un ottima mossa...
      - Scritto da: marietto2008
      voi cosa ne pensate ?Dicono che la OpenJDK sarà più lenta della versione close, anche se di poco. Infatti non lo stanno "liberando" ma riscrivendo quelle parti importanti per il copyright di SUN che darà sia la OpenJDK che la JDK close.Comunque è una bella tirata alla MS anche perchè .NET NON è Mono, sono 2 prodotti simili di ditte diverse che non si parlano fra loro, anzi Mono su Windows (porting in futuro) promettono che sarà più potente di .NET !Ciao
      • gino scrive:
        Re: io penso che sia un ottima mossa...
        - Scritto da: vavava
        - Scritto da: marietto2008

        voi cosa ne pensate ?

        Dicono che la OpenJDK sarà più lenta della
        versione close, anche se di poco. Infatti non lo
        stanno "liberando" ma riscrivendo quelle parti
        importanti per il copyright di SUN che darà sia
        la OpenJDK che la JDK
        close.
        e se riscrivendo il codice fosse più veloce? come fai a dirlo se non lo testi?
        Comunque è una bella tirata alla MS anche perchè
        .NET NON è Mono, sono 2 prodotti simili di ditte
        diverse che non si parlano fra loro, anzi Mono su
        Windows (porting in futuro) promettono che sarà
        più potente di .NET
        !

        Ciao1) mono funziona già su windows2) che non si parlino non mi sembra proprio, vedi moonlight
        • pippo scrive:
          Re: io penso che sia un ottima mossa...

          e se riscrivendo il codice fosse più veloce? come
          fai a dirlo se non lo
          testi?Veloce e java nella stessa frase? :D
          • Ale scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            e basta con questi luoghi comuni vecchi come il mondo !Se non sai le cose stai zitto e vai a studiartele !Ma possibile che OGNI volta si citi Java c'e' SEMPRE un genio che tira fuori questo argomento ? Ma le vacanze scolastiche non erano finite ?
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...

            e basta con questi luoghi comuni vecchi come il
            mondo
            !Forse perchè non lo sono? :D
            Se non sai le cose stai zitto e vai a studiartele
            !
            Ma possibile che OGNI volta si citi Java c'e'
            SEMPRE un genio che tira fuori questo argomento ?Finchè sarà vero...
          • awkward scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: Ale
            e basta con questi luoghi comuni vecchi come il
            mondose lo dici tu.io ogni volta che apro eclipse mi viene voglia di tagliarmi le vene...
          • FDG scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: awkward
            io ogni volta che apro eclipse mi viene voglia di
            tagliarmi le vene...Si, ma stai parlando di _Eclipse_-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 aprile 2008 17.26-----------------------------------------------------------
          • pippo75 scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: Ale
            Ma possibile che OGNI volta si citi Java c'e'
            SEMPRE un genio che tira fuori questo argomento ?P.S. Guarda qua:http://sourceforge.net/projects/clucene/
          • pollo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            Questi sono lioghi comuni del passato! ;)Ormai Java (e anche .NET) hanno delle ottimizzazioni tali da essere molto più veloci di quello che ci si possa immaginare (sono solo lenti in fase di startup, per via della compilazione jit).http://www.kano.net/javabench/Inoltre per architetture server hanno un alto livello di scalabilità (ad esempio, la tua applicazione, passando da una macchina P4 a un quadriprocessore Itanium, riesce a sfruttarne le caratteristiche senza dover reingrgnerizzarla).
          • Poletti scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            Ma lasciatelo stare ... probabilmente è uno che crede di essere fico perchè conosce una riga di Assembly (e badate bene che ritengo una "spruzzata" di Assembly basilare anche per ogni programmatore di "alto livello").. il problema è che lui sa solo quella!
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...

            Ma lasciatelo stare ... probabilmente è uno che
            crede di essere fico perchè conosce una riga di
            Assembly (e badate bene che ritengo una
            "spruzzata" di Assembly basilare anche per ogni
            programmatore di "alto livello").. il problema è
            che lui sa solo
            quella!Certo, fidati :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            contenuto non disponibile
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...

            Questi sono lioghi comuni del passato! ;)

            Ormai Java (e anche .NET) hanno delle
            ottimizzazioni tali da essere molto più veloci di
            quello che ci si possa immaginare (sono solo
            lenti in fase di startup, per via della
            compilazione
            jit).A già ;)
            Inoltre per architetture server hanno un alto
            livello di scalabilità (ad esempio, la tua
            applicazione, passando da una macchina P4 a un
            quadriprocessore Itanium, riesce a sfruttarne le
            caratteristiche senza dover
            reingrgnerizzarla).Forse volevi dire ricompilare ;)
          • pollo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: pippo
            Forse volevi dire ricompilare ;)No no... intendevo proprio reingegnerizzare (ricompilare era sottinteso), tipo nuove istruzioni del processore, hyperthreading, clustering, blade-servers, ecc
          • FDG scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: pollo
            No no... intendevo proprio reingegnerizzare
            (ricompilare era sottinteso), tipo nuove
            istruzioni del processore, hyperthreading,
            clustering, blade-servers, eccAl di la che anch'io mal sopporto la ripetizione del luogo comune "java è lento", perché non vuol dire assolutamente nulla (In cosa? Come? Perché? E' sempre vero? Costi/Benefici?), posso comunque citare un paio di cose che su java costano di più in termini di performance: accesso ad array, visto che ogni accesso è validato per evitare un out of bound; allocazione oggetti (un possibile work around è quello di usare pool di oggetti).Comunque, mi sento in obbligo di avvertire i frequentatori del forum dei rischi dovuti alla ripetizione della frase "java è lento". Il 47% dei soggetti che ripetono questa frase si ammalano precocemente di Alzheimer, il 24% sono soggetti al Cretinismo.
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...

            Ormai Java (e anche .NET) hanno delle
            ottimizzazioni tali da essere molto più veloci di
            quello che ci si possa immaginare (sono solo
            lenti in fase di startup, per via della
            compilazione
            jit).

            http://www.kano.net/javabench/
            Ovviamente questo è l'unico che hai trovato, ed è datato 2003!!! :DSiete mitici!!!
          • pollo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            Ti do questo articolo da leggere... in particolare il paragrafo "Conclusions: Why is "Java is Slow" so Popular?".http://www.idiom.com/~zilla/Computer/javaCbenchmark.htmlCmq se molti benchmark sono del 2003 e in quel periodo Java risultava veloce (o più veloce) del codice nativo, immaginati adesso dopo le varie ottimizzazioni!
          • pippo scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...

            Ti do questo articolo da leggere... in
            particolare il paragrafo "Conclusions: Why is
            "Java is Slow" so
            Popular?".
            http://www.idiom.com/~zilla/Computer/javaCbenchmar
            Insisto, forse perchè è vero?
            Cmq se molti benchmark sono del 2003 e in quel
            periodo Java risultava veloce (o più veloce) del
            codice nativo, immaginati adesso dopo le varie
            ottimizzazioni!Veramente tutti i link che ho trovato puntano sempre a quello ;)P.S. non pensare che i compilatori C siano rimasti a guardare ;) ne avete ancora di strada da fare...
      • CSOE scrive:
        Re: io penso che sia un ottima mossa...

        Windows (porting in futuro) promettono che sarà
        più potente di .NET !C'ho una putenza nei bracci non indifferente!
    • dany scrive:
      Re: io penso che sia un ottima mossa...
      - Scritto da: marietto2008
      voi cosa ne pensate ?.NET ci è arrivato prima
      • rodryz scrive:
        Re: io penso che sia un ottima mossa...
        - Scritto da: dany
        - Scritto da: marietto2008

        voi cosa ne pensate ?

        .NET ci è arrivato prima...arrivato dove, scusa ?
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: io penso che sia un ottima mossa...
        - Scritto da: dany
        - Scritto da: marietto2008

        voi cosa ne pensate ?

        .NET ci è arrivato primaDove?E' open source?
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: io penso che sia un ottima mossa...
      - Scritto da: marietto2008
      voi cosa ne pensate ?Ovviamente non può che far piacere, anche se non è una notizia sorprendente: è in linea con la 'politica' che Sun sta seguendo da molti anni, ormai, con un'accelerazione negli ultimi tempi.
    • paoloholzl scrive:
      Re: io penso che sia un ottima mossa...

      voi cosa ne pensate ?Meglio tardi che mai.Volete veramente creare una rivoluzione?Fate un bel convertitore (VB6-
      Java) ...Ovviamente so che è un po come convertire una banana in un termosifone, in ogni caso qualcosa si potrebbe fare.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: io penso che sia un ottima mossa...
        contenuto non disponibile
        • paoloholzl scrive:
          Re: io penso che sia un ottima mossa...

          Il runtime id VB6 esiste da sempre, quindi è
          facilmente convertibile, ma di fatto chi usa VB6
          chiama spesso direttamente le api di sistema
          oppure utilizza componenti scritte in svariati
          linguaggi (ocx, activex ,
          ....).In realtà i componenti di norma usati sono davvero pochi.
          Comunque di base sarebbe fattibile, ma questa
          strada è già percorsa da MS stessa nella
          direzione di
          VB.netInfatti, la Microsoft sa benissimo che il suo patrimonio di sviluppatori sta lì, sono gli sviluppatori Java che a mio parere lo devono capire, se vogliono fare 'adepti' un convertitore (per quanto non siano mai di norma un gran che) potrebbe essere un ottimo invito.
          E comunque, anche chi usava VB6 preferisce
          evolversi in C# che è più pulito di
          VB.netMolti si spostano dove è più facile.E molti non si spostano proprio ..
        • old programmer ... scrive:
          Re: io penso che sia un ottima mossa...
          ehm, qualcosa di simile l'hanno già fatto purtroppo :(Si chiama "Instant Developer" (troll). Lo trovate in questo sito: www.progamma.itSono degli esaltati che hanno tirato fuoriun nuovo sparagestionali che ricorda (perfinoin peggio) il Visual Basic... brrrrrr :|ps. Confermo che vb.net è una ciofeca... già solola sintassi è confusionale (in quanto vorrebberiprendere concetti da altri linguaggi manon ci riesce ;))
    • valentino Rioni scrive:
      Re: io penso che sia un ottima mossa...
      ottima, meglio tardi che mai ;)
    • wonth scrive:
      Re: io penso che sia un ottima mossa...
      - Scritto da: marietto2008
      voi cosa ne pensate ?che java fa cagare, che sia closed, che sia open
      • FDG scrive:
        Re: io penso che sia un ottima mossa...
        - Scritto da: wonth
        - Scritto da: marietto2008

        voi cosa ne pensate ?

        che java fa cagare, che sia closed, che sia openOttimi argomenti, mi hai convinto!Uahahahahahaha...
        • pippo scrive:
          Re: io penso che sia un ottima mossa...


          - Scritto da: marietto2008


          voi cosa ne pensate ?



          che java fa cagare, che sia closed, che sia open

          Ottimi argomenti, mi hai convinto!

          Uahahahahahaha...Hai poco da ridere...
          • Lulu scrive:
            Re: io penso che sia un ottima mossa...
            - Scritto da: pippo


            - Scritto da: marietto2008



            voi cosa ne pensate ?





            che java fa cagare, che sia closed, che sia
            open



            Ottimi argomenti, mi hai convinto!



            Uahahahahahaha...
            Hai poco da ridere...A Pippo, ti si è impallato il Server Windows....vallo a riavviare dai, in fretta!!!AHAHAHAHAHAHA
Chiudi i commenti