Speciale/Flat-Rate: le offerte superstiti

Alcuni operatori resistono alla pressione del mercato per la connettività a canone forfetario. Ecco una mappa delle offerte, con i prezzi che tendono a puntare verso l'alto in attesa di un chiarimento definitivo da parte dell'Autorità TLC
Alcuni operatori resistono alla pressione del mercato per la connettività a canone forfetario. Ecco una mappa delle offerte, con i prezzi che tendono a puntare verso l'alto in attesa di un chiarimento definitivo da parte dell'Autorità TLC


Roma – La flat è morta? Mentre le ultime speranze si infrangono in disdette e richieste di rimborso, quale possibilità resta all’utente che vuole rimanere connesso a lungo e non può permettersi un contratto ADSL, del resto disponibile solo in alcune zone d’Italia?

La flat-rate è afflitta da un male incurabile ? Il cancro che oggi divora le flat è profondo e risiede proprio alla base di questa tipologia di connessione. Finora gli operatori hanno potuto offrire connessioni flat rate agli utenti solo grazie a contratti non regolamentati con Telecom Italia, che da tempo si è espressa contro questo modello di connettività.

La sensazione è che solo l’intervento dell’Authority potrebbe ridare vita a questa tipologia di contratto, qualora il garante arrivasse a imporre dall’alto nuove modalità di servizio e tariffe che l’ex monopolista sarebbe in quel caso costretta a offrire agli operatori che intendessero fornire connessioni flat. Non è dato sapere quello che accadrà: ogni previsione ora sarebbe azzardata.

La mappa presente in questo speciale propone l’elenco di alcuni operatori che ancora presentano offerte flat rate; elenco che potrebbe, purtroppo, essere destinato presto a sfoltirsi ancora.

Ma attenzione: esistono due tipologie di offerte flat rate. Da una parte quella sempre più diffusa, un “ripiego possibile” in attesa che si sblocchi la situazione sul piano regolamentare, che prevede un costo fisso per l’usufrutto di un monte ore e dall’altra quella, più rara, che assicura connessioni illimitate (in qualunque momento o solo in certi periodi della giornata) in cambio della corresponsione di un canone mensile.

Un dato è certo: sono pochissimi gli operatori ormai che offrono questa seconda opportunità, con la quale la flat fu lanciata sul mercato in Italia per la prima volta; i prezzi, per l’opzione di flat “full time”, sono comunque spesso pari o superiori a quelli richiesti da un contratto ADSL! I fortunati residenti in centri metropolitani, in cui i servizi di banda larga sono disponibili, dovrebbero quindi valutare attentamente la situazione prima di sottoscrivere contratti flat rate che offrono connessioni illimitate.

Per confrontare le varie offerte flat è anche utile considerare il rapporto modem-utenti dichiarato dall’operatore; il rapporto indica da quante persone è condivisa la stessa porta; se per esempio la proporzione è di uno a cinque vuol dire che se uno di questi cinque utenti è connesso, gli altri troveranno la linea occupata. Altra raccomandazione necessaria, dopo quanto accaduto nei mesi scorsi, è quella di leggere attentamente il contratto che si firma quando si sottoscrive un servizio qualsiasi di connettività.

Ma ecco i provider delle flat “sopravvissute”, in ordine alfabetico.


ACTIVE NETWORK
Quest’operatore, con la sue tariffe ReActive e Reactive Night offre pacchetti di ore di connessione prepagati. E’ fornito un accesso analogico o ISDN allo stesso prezzo e una casella di posta elettronica con spazio illimitato.
Active Network è tra i pochi operatori che offrono una connessione flat che prevede l’assicurazione di una banda minima garantita: 32 kb/s (indifferentemente se si utilizza un modem ISDN o a 56k).

La tariffa ReActive permette l’accesso a Internet in qualsiasi momento della giornata, mentre ReActive Night lo assicura solo dalle 23.30 alle 9.30.
Ecco le opzioni disponibili: con l’offerta ReActive, una scheda da 50 ore costa 49.200 lire, da 100 ore 87.000 lire, da 200 ore 164.400 lire, da 300 ore 238.800 lire, da 550 ore 358.800 lire.
Con la tariffa ReActive Night, invece, una scheda da 200 ore costa 147.600 lire, da 300 ore 214.800 lire, da 550 ore 322.800 lire. Prezzi IVA inclusa.

ARUBA
Numerose le offerte Flat di Aruba che non prevede differenze di prezzo tra connessioni analogiche e digitali e assicura sempre un rapporto modem utenti di 4:1.
NoStop Light : a 60mila lire al mese, si offrono 100 ore al mese di connessione, in modalità analogica o ISDN.
NoStop Pro : a 120mila lire al mese, sono permesse connessioni illimitate. Il canone di questa tariffa è aumentato di recente: prima era di 96mila lire.
NoStop Night : a 13.500 lire al mese sono assicurate connessioni illimitate dalle 1.00 alle 8.00, tutti i giorni.
I contratti di Aruba possono durare anche un solo mese, compresi quelli delle due offerte “ricaricabili” che sono: SempreVerde 50 (50 ore di connessione) e VerdeNight 70 (70 ore di connessione solo dalle 20.00 alle 8.00). Il prezzo stabilito per queste due offerte è di 56mila lire. Prezzi IVA inclusa.

CLIC
Le offerte flat di Clic sono state rinnovate di recente: i nomi delle offerte e le condizioni contrattuali sono cambiate nettamente.
Zoomflat 100 costa 60mila lire al mese IVA inclusa e permette 100 ore di connessione mensili (si noti che prima il prezzo per lo stesso numero di ore era di 53mila lire e ora è stato equiparato a quello previsto dall’offerta di Aruba, che presenta medesime caratteristiche).
TotalFlat costa invece 96mila lire (IVA inclusa) e permette connessioni illimitate (prima il prezzo per quest’offerta, con nome diverso ma dalle caratteristiche identiche, era di 89mila lire).
Entrambe le tariffe assicurano connessioni analogiche o ISDN con rapporto modem-utenti 1:3. Interessante notare la durata dei contratti: solo tre mesi. Utile aspetto da considerare, soprattutto in questo momento di grande incertezza per la flat rate.


COMEG
Comeg permette connessioni ISDN o analogiche, offrendo ai suoi utenti anche 20MB di spazio web e quattro caselle di posta con spazio illimitato. Tutte le tariffe prevedono un prezzo fisso per l’usufrutto di un monte ore prestabilito; l’offerta RC50 permette 50 ore di navigazione a 116mila lire, RC 100 include 100 ore di connessione a 232mila lire; RC 200 offre 200 ore a 464mila lire, mentre con RC 300 300 ore costano 697mila lire. Oppure, Comeg presenta una serie di offerte flat in cui è previsto un monte ore settimanale: per esempio la tariffa MF05 permette 5 ore di connessione alle settimana per 35mila lire al mese, F100 offre 100 ore alla settimana per 550mila lire al mese (ci sono molte opzioni intermedie tra queste due tariffe).

DIGITEL
L’offerta Flat Light di quest’operatore si distingue per l’alto livello di banda minima garantita assicurata: 32 kb/s per connessioni in analogico e 64 kb/s con ISDN. In entrambi i casi il rapporto modem utenti è di 1:5 e il canone mensile è di 70.800 lire (IVA inclusa), per massimo 36 ore di collegamento settimanali. L’abbonamento è annuale.

GETNET
L’offerta G-Flat di quest’operatore garantisce 50 ore di connessione (in analogico o ISDN) al costo di 102mila lire (IVA inclusa). Anche questa tariffa ha subito un forte rincaro ultimamente: poco tempo fa il prezzo previsto per 50 ore era di 60mila lire.

INFOSTRADA
Libero@sogno è la nota semi-flat di quest’operatore, che permette connessioni illimitate dalle 18.30 alle 8.00 dei giorni feriali e 24 ore su 24 nei weekend e nei festivi, a 42mila lire al mese (IVA inclusa). Nelle altre ore il costo di connessione è al minuto, addebitato secondo le tariffe di Pronto 1055.

LTS
L’offerta Internet Flat di quest’operatore è riservata ai clienti dei servizi di telefonia fissa. Il prezzo previsto per una connessione illimitata è di 72mila lire al mese (fino a 64 kb/s), IVA inclusa.

NGI
NGI offre varie tipologie di contratti flat, che permettono connessioni in analogico o digitale. È utilizzato il sistema [AUP[http://f4.ngi.it/aup.asp] che decide automaticamente la disconnessione dell’utente, se, dopo il superamento di un certo limite di ore assicurato dal contratto, la linea risulta sovraffollata. Quindi ogni tariffa garantisce una quota minima di ore di connessione, terminate le quali sarà possibile collegarsi solo se le linee non sono sature.
I contratti sono annuali o trimestrali; l’IVA in tutti i casi è inclusa.
AUP 3 : 864mila lire all’anno, 80.400 al mese, 295.200 al trimestre, per 42 ore minime settimanali di connessione.
AUP 6 : 1.320.000 all’anno, 120.000 lire al mese, 420.000 al trimestre, per 63 ore minime settimanali di connessione.
AUP 9 : 2.640.000 all’anno, 180.000 lire al mese, 630.000 al trimestre, per 84 ore minime settimanali di connessione.
AUP 12 : 2.640.000 all’anno, 240.000 lire al mese, 840.000 al trimestre, per 126 ore minime settimanali di connessione.
AUP 24 : 8.880.000 all’anno, 810.000 lire al mese, 2.775.000 al trimestre, connessione illimitata.
AUP 48 : 17.760.000 all’anno, 1.620.000 al mese, 5.550.000 al trimestre, connessione illimitata a 128 kb/s.
I prezzi previsti da quest’operatore sono tendenzialmente piuttosto altri rispetto alle offerte della concorrenza; NGI, tuttavia, offre uno sconto del 20% a chi decide di abbandonare un contratto flat sottoscritto con un altro provider.



FORFLAT
Quattro tariffe previste da quest’operatore: il rapporto modem utenti previsto è sempre di 1:5.
Child : dalle 14.00 alle 22.30, al prezzo mensile di 65mila lire (IVA inclusa). E’ inclusa una casella di posta elettronica da 10 MB e un servizio di esclusione dei siti vietati ai miniori.
Night : dalle 20.00 alle 8.00 nei giorni feriali e sempre durante il sabato e la domenica, al costo mensile di 24mila lire.
Business : incluse nel prezzo cinque caselle di posta elettronica da 10 MB e la registrazione di un dominio di secondo livello. Il costo mensile previsto da questa tariffa è di 60mila lire per le connessioni solo in modalità analogica, mentre è di 90mila lire se si vuole avere la possibilità di connettersi anche con un modem ISDN (prezzi IVA inclusa).

EPLANET
Quest’operatore presenta una flat full time, senza limiti di tempo (uno dei pochi provider ormai a garantire quest’opportunità) a un prezzo contenuto: 72mila lire al mese IVA inclusa.
L’offerta, riservata agli utenti di servizi di telefonia fissa presentati da quest’operatore, permette connessioni in analogico e digitale; incluso nel prezzo l’utilizzo di cinque caselle di posta elettronica e 100MB di spazio web. Chi sottoscrive questo contratto ottiene anche il rimborso del canone di Telecom.

Wind
WIND presenta da tempo l’offerta Internet Nostop (che permette connessioni illimitate), presentata come opzione aggiuntiva rispetto la tariffa Flat voce ideata per la telefonia fissa.
Internet Nostop costa 50mila lire al mese (IVA inclusa), mentre la tariffa Flat prevede un prezzo mensile di 69mila lire IVA inclusa; quindi, per effettuare chiamate urbane, interurbane e internet illimitate, Wind richiede un canone mensile di 119mila lire IVA inclusa. Con quest’offerta flat è possibile tuttavia solo operare connessioni in modalità analogica.

a cura di Alessandro Longo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 09 2001
Link copiato negli appunti