Stampa 3D per microbatterie

Ricercatori statunitensi realizzano una batteria microscopica agli ioni di litio con la stampa tridimensionale, un prototipo con caratteristiche simili a quelle attualmente presenti sul mercato

Roma – La stampa 3D non è soltanto polemiche e armi fatte in casa , e dall’Università di Harvard – in partnership con l’Università dell’Illinois – arriva la conferma delle notevoli potenzialità della nuova tecnologia nel campo degli accumulatori energetici microscopici.

I ricercatori hanno infatti realizzato una batteria-prototipo non più grande di un granello di sabbia , con una forma a pettine e composta da strati sovrapposti di una pasta composta di ossido metallico di litio. Una volta “posata” dal microscopico ugello (0,3 millimetri) della stampante 3D, la pasta si solidifica in fretta e al primo pettine viene intrecciata una seconda posa.

I due pettini funzionano da elettrodi, e il setup si completa con l’immersione del dispositivo in un piccolo contenitore pieno di una soluzione elettrolitica. Il risultato, sostengono i ricercatori, è una batteria di dimensioni estremamente ridotte ma che ha le stesse performance delle batterie commerciali in quanto a livelli di carica, ciclo vitale e densità energetica accumulabile.

Nel valutare i possibili scenari applicativi del loro ritrovato, gli scienziati statunitensi parlano di insetti micro-robotici dotati di fonti di energia autonome e di micro-computer in formato capsula sguinzagliati a fini diagnostici o terapeutici nel corpo di un paziente.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tamy scrive:
    assurdo
    sta cosa è una patacca a me non mi è mai arrivato nessun avviso e non mi lascia ricrear l'email -.-
  • Ivo Tardivo scrive:
    Flickr
    Intanto quando si esce da flickr, non viene più chiesto se si vuole anche uscire da yahoo... e si rimane loggati e la gente non lo sa... e...Ecco. Se mi date un cencino pulisco io.
    • sgabbione lo sbirro scrive:
      Re: Flickr
      01/10
    • Perfect Me scrive:
      Re: Flickr
      Babbeo, se deselezioni il "ricordami di me" quando entri in flickr... quando esci da flickr non vieni più tracciato da yahoo.Ma che usi a fare flickr? ormai con due soldi puoi farti lo spazio web tutto tuo senza pubblicità... boh...
  • Aniello Caputo scrive:
    ma che me ne frega a me di iahu
    ma che me ne frega a me di iahu
  • Ciccio scrive:
    Boh
    Boh, questa cosa non mi convince tanto. Yahoo potrebbe informare i servizi principali (i giganti del web) del cambio di proprietario, ma ci saranno comunque tanti servizi che potrebbero appoggiarsi a quell'indirizzo email per newsletter o per il "recupero password", che finirebbero al nuovo intestatario dell'account.Mah!
Chiudi i commenti