Stanca: agli italiani piace l'e-government

Il ministro sostiene che l'82 per cento degli italiani ritiene che i progetti di innovazione tecnologica per la PA sono essenziali. Per i 16enni che vogliono comprare un PC scontato, invece, è ormai solo questione di tempo


Roma – Gli italiani hanno capito cos’è il governo elettronico e trovano importante che i progetti per l’innovazione tecnologica nella Pubblica Amministrazione procedano speditamente. Così il ministro all’Innovazione Lucio Stanca ha fornito non senza una certa soddisfazione i numeri di uno studio secondo cui l’82 per cento degli adulti in Italia considera l’adozione dell’ICT nella PA come la più importante svolta nella qualità dei servizi forniti al cittadino.

Stanca, intervenuto ieri a Francavilla al Mare, ha affermato che “nel corso del 2002 i siti istituzionali e della Pubblica Amministrazione in Italiano hanno registrato la più imponente affluenza di utenti internet d’Europa, il 25 per cento in più rispetto al 2001”. Secondo Stanca “i servizi di e-government crescono in Italia come viene evidenziato dall’ultimo rapporto sui servizi pubblici online in Europa. Dove l’Italia è salita dal 12esimo al 9ono posto, con un incremento del 20 per cento in un anno”.

Stanca attribuisce questi risultati ai quattro punti fondamentali individuati nell’azione di governo: servizi al pubblico, innovazione dei network pubblici, modernizzazione della PA e promozione della competitività”. Secondo Stanca, la PA moderna deve essere aperta 24 ore su 24 7 giorni su 7.

Tutto questo condito dall’impulso che si intende dare all’innovazione negli ospedali e nelle scuole, dove la banda larga arriverà entro la fine dell’anno prossimo in almeno l’80 per cento di tali strutture. Secondo Stanca al risultato contribuirà un mercato delle TLC liberalizzato, affermazione che non ha davvero incontrato il favore di alcune associazioni di consumatori.

Discorso a parte quello dell’impresa, dove secondo Stanca i ritardi sono da ascrivere a numerosi fattori, compresa “la mancanza di una cultura informatica”. Altro discorso ancora più a parte è il contributo per gli italiani che quest’anno compiono 16 anni e intendono comprare un computer: l’attesa non è stata breve ma, assicura Stanca, ora è solo questione di tempo. Poco tempo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Wake up, Micro$oft has got you
    E finalmente l'America potra` fare il porco comodo suo anche dei computer del parlamentograzie al Total Information AwarenessSiamo un popolo di santi navigatori e di poeti,ma di informatica non ne capiamo una mazzaPino Silvestre
  • Anonimo scrive:
    Siamo proprio in Italia...
    La UE rilancia una politica di adozione di software libero, e a noi tocca pagare zio BILL............
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo proprio in Italia...
      La UE è anche quella che ci costringe a produrre meno latte di quello che consumiamo per comprarlo da Francia e Germania.Non tutto quello che fa la UE è buono.- Scritto da: Anonimo
      La UE rilancia una politica di adozione di
      software libero, e a noi tocca pagare zio
      BILL............
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo proprio in Italia...
        - Scritto da: Anonimo
        La UE è anche quella che ci costringe a
        produrre meno latte di quello che consumiamo
        per comprarlo da Francia e Germania.

        Non tutto quello che fa la UE è buono.gia' ... che cazzata scusa..e ci sara' qualche altro stato europeo che produce menoprosciutto o meno pasta o meno olio o meno acciaio o meno idioti per comprarli dall'Italia.Non e' che siamo nella UE solo per farci spillare quattrini eh,ci abbiamo guadagnato.Non foss'altro una prospettiva di pace, una moneta stabile e l'impossibilita' dei nostri governanti di produrre altre voragini nel nostro debito pubblico..
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo proprio in Italia...
          Ciò non toglie che non tutto quello che dice la UE sia per forza positivo.Certamente se non ci fossero stati più vantaggi che svantaggi non saremmo dentro. Ma smettiamola di essere eurointegralisti. Tra l'altro proprio in questo periodo in cui l'UE ha dato una bella prova di insignificanza politica (crisi Iraq).- Scritto da: Anonimo

          gia' ... che cazzata scusa..
          e ci sara' qualche altro stato europeo che
          produce meno
          prosciutto o meno pasta o meno olio o meno
          acciaio o meno idioti per comprarli
          dall'Italia.
          Non e' che siamo nella UE solo per farci
          spillare quattrini eh,
          ci abbiamo guadagnato.
          Non foss'altro una prospettiva di pace, una
          moneta stabile e l'impossibilita' dei nostri
          governanti di produrre altre voragini nel
          nostro debito pubblico..
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...

            Ciò non toglie che non tutto quello che dice
            la UE sia per forza positivo.

            Certamente se non ci fossero stati più
            vantaggi che svantaggi non saremmo dentro.
            Ma smettiamola di essere eurointegralisti.gia', vedi attentati vari all'integrit'a dei prodottitipici italiani....
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo proprio in Italia...
        - Scritto da: Anonimo[...]
        Non tutto quello che fa la UE è buono.E perchè quello che fa la Microsoft si???
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo proprio in Italia...
          Microsoft è un'azienda che fa i propri interessi.L'UE è un organismo che, si suppone, debba fare i nostri.- Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo
          [...]

          Non tutto quello che fa la UE è buono.

          E perchè quello che fa la Microsoft si???
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            Io sono d'accordo, ma questo implica che l'UE è sicuramente meglio di MS.Come dici MS l'unica cosa che gli interessa è fare appunto i propri interessi, di noi non gliene frega un'accidente, l'UE è supposta fare i nostri interessi, e anche se li fa male cerca comunque di farli il che è già di per se stesso lodevole.Per il software è identico, preferisci un software fatto da una ditta che fa unicamente i propri interessi o del soft sviluppato da una comunità che fa gli interessi (o cerca di farli) dei membri della comunità stessa?- Scritto da: Anonimo
            Microsoft è un'azienda che fa i propri
            interessi.

            L'UE è un organismo che, si suppone, debba
            fare i nostri.

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo

            [...]


            Non tutto quello che fa la UE è buono.



            E perchè quello che fa la Microsoft si???
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...

            Per il software è identico, preferisci un
            software fatto da una ditta che fa
            unicamente i propri interessi o del soft
            sviluppato da una comunità che fa gli
            interessi (o cerca di farli) dei membri
            della comunità stessa?da quando redhat o suse fanno i miei interessi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo


            Per il software è identico, preferisci un

            software fatto da una ditta che fa

            unicamente i propri interessi o del soft

            sviluppato da una comunità che fa gli

            interessi (o cerca di farli) dei membri

            della comunità stessa?

            da quando redhat o suse fanno i miei
            interessi?RedHat e SuSE fanno i loro interessi, ma RedHat e SuSE non sono gli unici rappresentanti della comunità OpenSource.I veri rappresentanti dell'OpenSource non sono ne RedHat, ne Mandrake (anche se tutti e due contribuiscono parecchio), ne SuSE, ne IBM, ne HP, ne Sun, ne Dell, ne ...I veri rappresentanti dell'OpenSource siamo noi, la gente che usa l'OpenSource, che fa propaganda per l'OpenSource, che sviluppa o corregge i programmi OpenSource, che risponde in un forum alle critiche all'OpenSource.Io tendo più facilmente a credere di ottenere un miglior impegno e risultato da me stesso e da tutti quelli che collaborano con me piuttosto che da MS o da qualunque altra ditta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo
            Io sono d'accordo, ma questo implica che
            l'UE è sicuramente meglio di MS.
            Come dici MS l'unica cosa che gli interessa
            è fare appunto i propri interessi, di noi
            non gliene frega un'accidente, l'UE è
            supposta fare i nostri interessi, e anche se
            li fa male cerca comunque di farli il che è
            già di per se stesso lodevole.

            Per il software è identico, preferisci un
            software fatto da una ditta che fa
            unicamente i propri interessi o del soft
            sviluppato da una comunità che fa gli
            interessi (o cerca di farli) dei membri
            della comunità stessa?
            Mi sembra un atteggiamento un po' troppo buonista, il tuo.Microsoft, se nel fare i suoi interessi fa anche i miei, prende i soldi anche la prossima volta che decido di fare un acquisto. Se no cambio fornitore e buonanotte al secchio.La UE prende i miei soldi con le tasse A PRESCINDERE. Quindi se fa male il suo lavoro, a me non sta bene la risposta "be', ci hanno provato". Perché. se la UE non fa i miei interessi, non posso dire: "la prossima volta mi rivolgerò alla concorrenza".
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Io sono d'accordo, ma questo implica che

            l'UE è sicuramente meglio di MS.

            Come dici MS l'unica cosa che gli
            interessa

            è fare appunto i propri interessi, di noi

            non gliene frega un'accidente, l'UE è

            supposta fare i nostri interessi, e anche
            se

            li fa male cerca comunque di farli il che
            è

            già di per se stesso lodevole.



            Per il software è identico, preferisci un

            software fatto da una ditta che fa

            unicamente i propri interessi o del soft

            sviluppato da una comunità che fa gli

            interessi (o cerca di farli) dei membri

            della comunità stessa?


            Mi sembra un atteggiamento un po' troppo
            buonista, il tuo.forse.
            Microsoft, se nel fare i suoi interessi fa
            anche i miei, prende i soldi anche la
            prossima volta che decido di fare un
            acquisto. Se no cambio fornitore e
            buonanotte al secchio.Ok, citami un'altro fornitore!I soldi loro li ricevono e basta, sia che facciano un buon lavoro sia che non lo facciano. Sono un monopolio e le tasse le recepiscono pure loro, io ho comperato un PC per installarci Linux, ho dovuto però comperarmi anche Windows XP che era fornito di default. MS quindi vende, si vende e anche molto, ma da li a dire che la gente compera perchè hanno scelto di comperare un buon prodotto credo che ci sia ancora una bella differenza.
            La UE prende i miei soldi con le tasse A
            PRESCINDERE. Quindi se fa male il suo
            lavoro, a me non sta bene la risposta "be',
            ci hanno provato". Perché. se la UE non fa i
            miei interessi, non posso dire: "la prossima
            volta mi rivolgerò alla concorrenza".Eleggi un'altro rappresentante no? Mettiti in politica e fatti eleggere se quelli che ti rappresentano non ti convengono, poi vedrai che nonostante tu sia pieno di ideali verrai comunque travolto dal sistema e comincerai a fare gli interessi del pubblico solo quando potrai farlo. Ma almeno di tanto in tanto riuscirai nell'intento.In fondo anche l'UE è in una specie di situazione di monopolio, sono infatti gli unici a governare l'europa e non ci sono altre scelte, però almeno in quel caso ci sono comunque più voci, più partiti e quindi più ideali, è questa pluralità di idee che rende comunque l'UE migliore di MS.Una cosa sia chiara, preferisco essere governato dall'UE che da MS, quel giorno che Bruxelles passerà sotto il controllo della MS io partirò per la cina.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo

            Ok, citami un'altro fornitore!

            I soldi loro li ricevono e basta, sia che
            facciano un buon lavoro sia che non lo
            facciano. Sono un monopolio e le tasse le
            recepiscono pure loro, io ho comperato un PC
            per installarci Linux, ho dovuto però
            comperarmi anche Windows XP che era fornito
            di default. Il fatto che tu non sappia che esistono fornitori che ti vendono PC senza sistema operativo, non significa che non ci siano.Se sei un'azienda, ci sono fornitori come IBM che ti danno anche PC senza sistema operativo.Oppure altri come questo:http://www.aginformpc.comche vendono PC per l'utente privato. Sempre senza SO.
            MS quindi vende, si vende e
            anche molto, ma da li a dire che la gente
            compera perchè hanno scelto di comperare un
            buon prodotto credo che ci sia ancora una
            bella differenza.Eh, già. Tutti stupidi, nel mondo.
            In fondo anche l'UE è in una specie di
            situazione di monopolio, sono infatti gli
            unici a governare l'europa e non ci sono
            altre scelte, però almeno in quel caso ci
            sono comunque più voci, più partiti e quindi
            più ideali, è questa pluralità di idee che
            rende comunque l'UE migliore di MS.Sbagli a confrontare UE con MS per quanto riguarda il pluralismo.L'UE va paragonata con il mercato del software. Dove il pluralismo, checché piagnucolino gli anti-MS, c'è eccome.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Ok, citami un'altro fornitore!



            I soldi loro li ricevono e basta, sia che

            facciano un buon lavoro sia che non lo

            facciano. Sono un monopolio e le tasse le

            recepiscono pure loro, io ho comperato un
            PC

            per installarci Linux, ho dovuto però

            comperarmi anche Windows XP che era
            fornito

            di default.

            Il fatto che tu non sappia che esistono
            fornitori che ti vendono PC senza sistema
            operativo, non significa che non ci siano.

            Se sei un'azienda, ci sono fornitori come
            IBM che ti danno anche PC senza sistema
            operativo.

            Oppure altri come questo:

            http://www.aginformpc.com

            che vendono PC per l'utente privato. Sempre
            senza SO.Lo so benissimo, ma a me interessava una macchina particolare, e quella non era fornita senza XP. Perchè devo limitare la scelta a due fornitori solamente perchè gli altri 10 non forniscono che macchine con Windows?Ormai ho scelto la migliore macchina che ho trovato e si da il caso che era fornita con Windows XP e senza possibilità di rifiuto.

            MS quindi vende, si vende e

            anche molto, ma da li a dire che la gente

            compera perchè hanno scelto di comperare
            un

            buon prodotto credo che ci sia ancora una

            bella differenza.

            Eh, già. Tutti stupidi, nel mondo.E perchè stupidi? Non ho mai dato dello stupido a nessuno mi sembra.Essere obbligati a fare qualcosa non significa per forza essere stupidi, altrimenti hai ragione tu, siamo tutti stupidi.Se comperi un PC hai solo due scelte, Windows o uno unix tra cui Linux, i vari BSD e Solaris. Si sa che l'utente medio è spaventato da *nix. Unica scelta obbligata -
            Windows.Se comperi un MacIntosh non hai scelta, MacOS per forza, in seguito Linux per scelta.Attualmente MacIntosh + *nix nel campo dei desktop non rappresentano che meno del 10% dell'utenza, il 90% è Windows. E poi mi parli di una scelta?Che il prodotto sia buono o no, devi comperarlo per poter interagire con tutti visto che la gente non fa che inviare .DOC, .XLS e .WMA vari e che i siti Web sono ottimizzati per IE. Il che non fa che aumentare il numero degli utenti.Windows è in una situazione di monopolio, non di concorrenza, non si può parlare di un buon prodotto perchè si vende e non si può neppure dire che il prezzo sia ragionevole per la qualità del prodotto. Forse si, ma io ci credo poco. La gente lo compera perchè di fatto non ha alcuna alternativa valida (visto che come ha detto qualcuno Windows è uno standard di fatto).

            In fondo anche l'UE è in una specie di

            situazione di monopolio, sono infatti gli

            unici a governare l'europa e non ci sono

            altre scelte, però almeno in quel caso ci

            sono comunque più voci, più partiti e
            quindi

            più ideali, è questa pluralità di idee che

            rende comunque l'UE migliore di MS.

            Sbagli a confrontare UE con MS per quanto
            riguarda il pluralismo.

            L'UE va paragonata con il mercato del
            software. Dove il pluralismo, checché
            piagnucolino gli anti-MS, c'è eccome.Nel mercato dei software il pluralismo c'è, è sufficiente guardare la quantità di aziende attive nell'IT.Nel mercato dei SO invece il pluralismo non c'è, o comunque non è così buono. Nel mercato degli editori di testo MSOffice la fa da padrone, e il pluralismo non c'è in pratica neppure li, lo stesso vale per lo streaming audio/video, dove il mercato era praticamente detenuto da RealAudio e che ora MS comincia a mangiarsi anche quello. Nel mercato dei browsers il pluralismo c'era anche li finchè MS non impose IE, ora grazie anche a Opera e Mozilla/Netscape una certa resistenza stà ricominciando, ma ormai la frittata è fatta. Con il dumping sui prezzi, MS cerca di accaparrarsi anche il mercato dei videogiochi, dove già da parecchio Windows giocava nella corte dei grandi ma che non riusciva comunque a vincere contro Playstation e Nintendo varie.Adesso mi sfuggono altri esempi di "pluralismo" nei mercati del software, mi dispiace.Vorrei ancora aggiungere una cosa, la maggior parte delle aziende dell'IT lavorano usando software MS. In pratica tutto quel bel pluralismo delle piccole aziende che rende così dinamico il mercato del software, avviene all'ombra di mamma MS che se la ride vedendo come tutti si scannino per avere parti di mercato mentre la loro parte non gliela tocca nessuno e che riescono comunque sempre a fare cifre d'affari esorbitanti nonostante il mercato mondiale non sia proprio in ottima salute.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo
            Lo so benissimo, ma a me interessava una
            macchina particolare, e quella non era
            fornita senza XP. Perchè devo limitare la
            scelta a due fornitori solamente perchè gli
            altri 10 non forniscono che macchine con
            Windows?
            Ormai ho scelto la migliore macchina che ho
            trovato e si da il caso che era fornita con
            Windows XP e senza possibilità di rifiuto.Supponiamo che per me la migliore automobile sia la Lancia Lybra. Dentro c'è un'autoradio di serie e le casse Bose di serie.Peccato. Le ho dovute pagare, anche se Bose mi fa schifo.Altro esempio. Secondo me il miglior telefono, dal punto di vista telefonico, è il Nokia. Ma a me Symbian fa schifo. Voglio assolutamente l'interfaccia dello SmartPhone di Microsoft.Peccato. Mi devo comprare un HTC.Come vedi, non si parla solo del mercato dei PC.

            Se comperi un PC hai solo due scelte,
            Windows o uno unix tra cui Linux, i vari BSD
            e Solaris. Si sa che l'utente medio è
            spaventato da *nix.Un motivo ci sarà, no?
            Unica scelta obbligata
            -
            Windows.Prenditela con il mercato che ha deciso che Windows è meglio di OS/2 (non venirmi a raccontare che IBM, poverina, non aveva i mezzi economici per promuovere OS/2 perché è ridicolo).
            Se comperi un MacIntosh non hai scelta,
            MacOS per forza, in seguito Linux per
            scelta.

            Attualmente MacIntosh + *nix nel campo dei
            desktop non rappresentano che meno del 10%
            dell'utenza, il 90% è Windows. E poi mi
            parli di una scelta?La scelta il mercato ce l'aveva e l'ha fatta. Microsoft, sui sistemi PC (perché qui sembra che l'informatica sia solo il PC) ha vinto. IBM con OS/2 ha perso. Così come hanno perso Commodore, Atari, SCO. E prima ancora Texas Instruments e Sinclair.

            Nel mercato dei software il pluralismo c'è,
            è sufficiente guardare la quantità di
            aziende attive nell'IT.
            Nel mercato dei SO invece il pluralismo non
            c'è, o comunque non è così buono. Nel
            mercato degli editori di testo MSOffice la
            fa da padrone, e il pluralismo non c'è in
            pratica neppure li, lo stesso vale per lo
            streaming audio/video, dove il mercato era
            praticamente detenuto da RealAudio e che ora
            MS comincia a mangiarsi anche quello. Nel
            mercato dei browsers il pluralismo c'era
            anche li finchè MS non impose IE, ora grazie
            anche a Opera e Mozilla/Netscape una certa
            resistenza stà ricominciando, ma ormai la
            frittata è fatta. Con il dumping sui prezzi,
            MS cerca di accaparrarsi anche il mercato
            dei videogiochi, dove già da parecchio
            Windows giocava nella corte dei grandi ma
            che non riusciva comunque a vincere contro
            Playstation e Nintendo varie.
            Adesso mi sfuggono altri esempi di
            "pluralismo" nei mercati del software, mi
            dispiace.

            Vorrei ancora aggiungere una cosa, la
            maggior parte delle aziende dell'IT lavorano
            usando software MS. In pratica tutto quel
            bel pluralismo delle piccole aziende che
            rende così dinamico il mercato del software,
            avviene all'ombra di mamma MS che se la ride
            vedendo come tutti si scannino per avere
            parti di mercato mentre la loro parte non
            gliela tocca nessuno e che riescono comunque
            sempre a fare cifre d'affari esorbitanti
            nonostante il mercato mondiale non sia
            proprio in ottima salute.Il business IT mondiale è ogni anno circa 1000 miliardi di dollari (fonte Gartner). Microsoft ha un fatturato annuo di 25 miliardi di dollari. Vale a dire il 2,5%.Quando tu paghi qualsiasi prodotto o servizio (dalle transazioni bancarie, la polizza assicurativa, la telefonata la tua auto, persino il pane che comperi sotto casa) parte dei tuoi soldi va a coprire i costi IT di chi ti fornisce prodotti o servizi.Fare uno spezzatino del mercato dell'IT serve solo ad evidenziare le aree in cui MS ha il 90% del mercato. Che sono, guarda caso, quelle sulle quali la catena produttore IT -consumatore è più corta e diretta. Ci si dimentica del restante 97,5% che paghiamo COMUNQUE noi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Lo so benissimo, ma a me interessava una

            macchina particolare, e quella non era

            fornita senza XP. Perchè devo limitare la

            scelta a due fornitori solamente perchè
            gli

            altri 10 non forniscono che macchine con

            Windows?

            Ormai ho scelto la migliore macchina che
            ho

            trovato e si da il caso che era fornita
            con

            Windows XP e senza possibilità di rifiuto.

            Supponiamo che per me la migliore automobile
            sia la Lancia Lybra. Dentro c'è un'autoradio
            di serie e le casse Bose di serie.

            Peccato. Le ho dovute pagare, anche se Bose
            mi fa schifo.

            Altro esempio. Secondo me il miglior
            telefono, dal punto di vista telefonico, è
            il Nokia. Ma a me Symbian fa schifo. Voglio
            assolutamente l'interfaccia dello SmartPhone
            di Microsoft.

            Peccato. Mi devo comprare un HTC.

            Come vedi, non si parla solo del mercato dei
            PC.Hai parzialmente ragione. Il parzialmente viene dalla natura dei prodotti che è diversa.Nel caso dell'automobile sarebbe come se i concessionari ti vendessero l'auto con la polizza dell'assicurazione XYZ e che tu non potessi rifiutare quell'assicurazione, ma al limite pagartene un'altra.Non mi pare che sia il caso.Il tuo esempio dell'autoradio + casse sarebbe come se io volessi comperare un PC IBM ma non volessi gli HD Seagate.Si da il caso che se l'hardware funziona io lo prendo così com'è, ma il software pretendo di poterlo scegliere, così come pretendo di poter scegliere l'assicurazione dell'auto che più mi garba.



            Se comperi un PC hai solo due scelte,

            Windows o uno unix tra cui Linux, i vari
            BSD

            e Solaris. Si sa che l'utente medio è

            spaventato da *nix.

            Un motivo ci sarà, no?Si, MS ha il monopolio.

            Unica scelta obbligata

            -
            Windows.

            Prenditela con il mercato che ha deciso che
            Windows è meglio di OS/2 (non venirmi a
            raccontare che IBM, poverina, non aveva i
            mezzi economici per promuovere OS/2 perché è
            ridicolo).IBM aveva tutti i mezzi economici che voleva (e ce li ha ancora), solo che non aveva la volontà.

            Se comperi un MacIntosh non hai scelta,

            MacOS per forza, in seguito Linux per

            scelta.



            Attualmente MacIntosh + *nix nel campo dei

            desktop non rappresentano che meno del 10%

            dell'utenza, il 90% è Windows. E poi mi

            parli di una scelta?

            La scelta il mercato ce l'aveva e l'ha
            fatta. Microsoft, sui sistemi PC (perché qui
            sembra che l'informatica sia solo il PC) ha
            vinto. IBM con OS/2 ha perso. Così come
            hanno perso Commodore, Atari, SCO. E prima
            ancora Texas Instruments e Sinclair.Non è vero. Ti ricordo che sul PC all'epoca in cui si è studiato OS/2 c'era unicamente DOS + Windows 3.11 e OS/2 doveva mantenere la compatibilità con Windows 3.11 (che tutti e ripeto tutti usavano, io compreso).A un certo punto MS ha deciso di abbandonare IBM per motivi suoi (non poteva mantenere il controllo sul software) e di implementare Windows NT e in seguito Windows 95.A questo punto l'utente medio aveva una scelta, continuare nella stessa direzione di prima Windows 3.11

            Windows (NT, 95) oppure virare e prendere OS/2 che copiava le funzionalità di Windows 3.11 con un costo maggiore. Inoltre io mi ricordo che all'epoca l'OS/2 era abbastanza pubblicizzato assieme alle macchine PS/2 (che sebbene non fossero per forza legate, lo erano psicologicamente) che costavano un accidenti.Cosa credi che fa l'utente? credi che sia disposto a spendere di più per un sistema costoso che copia il sistema MS ma che non è sopportato da MS?Pure io ho comperato Windows 95! Ma nel frattempo avevo anche installato Linux che prometteva bene e mi dava un sistema UNIX sul mio PC di casa. Sono quindi evoluto sulle versioni successive di Linux sempre mantenendo Windows 95 poi 98 poi 98 SE per ragioni di interoperabilità. Però poi mi sono fermato li. Non ho nessuna versione superiore di Windows a casa perchè non mi serve, Linux è largamente sufficiente per tutti i miei bisogni.Il mercato ha quindi scelto l'unica scelta logica che potesse essere fatta all'epoca. Scelta di cui si pagano le conseguenze ancora oggi....

            Vorrei ancora aggiungere una cosa, la

            maggior parte delle aziende dell'IT
            lavorano

            usando software MS. In pratica tutto quel

            bel pluralismo delle piccole aziende che

            rende così dinamico il mercato del
            software,

            avviene all'ombra di mamma MS che se la
            ride

            vedendo come tutti si scannino per avere

            parti di mercato mentre la loro parte non

            gliela tocca nessuno e che riescono
            comunque

            sempre a fare cifre d'affari esorbitanti

            nonostante il mercato mondiale non sia

            proprio in ottima salute.

            Il business IT mondiale è ogni anno circa
            1000 miliardi di dollari (fonte Gartner).
            Microsoft ha un fatturato annuo di 25
            miliardi di dollari. Vale a dire il 2,5%.E quanto è il margine di guadagno medio?E ti pare normale che una sola ditta faccia da sola il 2.5% annuo del fatturato annuo a livello mondiale? Fatturato fatto principalmente grazie a Windows e Office?Quante sono le altre ditte che si spartiscono il 97.5% restante? 10000?
            Quando tu paghi qualsiasi prodotto o
            servizio (dalle transazioni bancarie, la
            polizza assicurativa, la telefonata la tua
            auto, persino il pane che comperi sotto
            casa) parte dei tuoi soldi va a coprire i
            costi IT di chi ti fornisce prodotti o
            servizi.Mi pare giusto, e mi pare anche giusto che parte di quei soldi vadano a MS se l'IT è fornito da loro. Non ho mai detto che non si deve pagare chi fornisce un lavoro o un servizio. Dico semplicemente che se si può usare un altro prodotto meno caro o più efficiente lo si deve fare.
            Fare uno spezzatino del mercato dell'IT
            serve solo ad evidenziare le aree in cui MS
            ha il 90% del mercato. Che sono, guarda
            caso, quelle sulle quali la catena
            produttore IT -consumatore è più corta e
            diretta. Ci si dimentica del restante 97,5%
            che paghiamo COMUNQUE noi.Come ho detto non mi disturba pagare se pago per una ragione giusta. Pagare solamente per pagare invece non mi va. Pagare Windows quando so che non lo userò mai mi disturba. Pagare la chiesa quando sono ateo mi disturba. Pagare tasse in un paese estero nel quale non abito, non lavoro, non investo denaro o altro mi disturba (per fortuna non capita, ma mi disturberebbe comunque).Ripeto, pagare non mi disturba se c'è una ragione valida di farlo e se ne ottengo la controparte, qualunque essa sia. Però devo essere io a valutare se la controparte vale i soldi che ho pagato oppure no, non deve essere Bill o qualunque altro manager a deciderlo per me.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo proprio in Italia...
            - Scritto da: Anonimo

            Non è vero. Ti ricordo che sul PC all'epoca
            in cui si è studiato OS/2 c'era unicamente
            DOS + Windows 3.11 e OS/2 doveva mantenere
            la compatibilità con Windows 3.11 (che tutti
            e ripeto tutti usavano, io compreso).
            A un certo punto MS ha deciso di abbandonare
            IBM per motivi suoi (non poteva mantenere il
            controllo sul software) e di implementare
            Windows NT e in seguito Windows 95.Da quel momento se voleva IBM poteva forzare le cose. E ci ha provato.

            Il mercato ha quindi scelto l'unica scelta
            logica che potesse essere fatta all'epoca.
            Scelta di cui si pagano le conseguenze
            ancora oggi.Si pagano le conseguenze? Hai una visione un po' distorta delle cose. Windows era il migliore prodotto ed è ancora un ottimo prodotto, e ancora il migliore in molti campi. E' perfettibile? Certo. Cosa non lo è?


            Il business IT mondiale è ogni anno circa

            1000 miliardi di dollari (fonte Gartner).

            Microsoft ha un fatturato annuo di 25

            miliardi di dollari. Vale a dire il 2,5%.

            E quanto è il margine di guadagno medio?
            E ti pare normale che una sola ditta faccia
            da sola il 2.5% annuo del fatturato annuo a
            livello mondiale? Fatturato fatto
            principalmente grazie a Windows e Office?
            Quante sono le altre ditte che si
            spartiscono il 97.5% restante? 10000?Forse anche di più. Ma non vuol dire che Microsoft ne abbia una parte maggiore di tutte le altre (come la tua oiezione lascia intendere). Vuoi un esempio? IBM: 81 miliardi di dollari. Cioè più del triplo odi MS. Se vuoi basta farsi un giro sui vari siti. Se un'azienda è quotata in borsa, il bilancio è pubblico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo proprio in Italia...


          Non tutto quello che fa la UE è buono.

          E perchè quello che fa la Microsoft si???ROTFLma come fai ad essere cosi' bestia daparagonare la UE a MS
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo proprio in Italia...
      quote latte proscitti.... stiamo parlando di sistemi operativi..... e il governo ha scelto il piu' baggato e instabile dei software....quanti minuti credete che passeranno all'installazione del primo virus o del primo troyan?E la camera dei deputati è solo il primo passo poi il caro vecchio Bill proporrà il suo splendido software alle scule, agli enti pubblici..... e arriverà persino a regalarci le licenze pur di farcelo usare come ha fatto per l'india e chissa' quanti altri paesi.....SIAMO PROPRIO IN ITALIA
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo proprio in Italia...

        .. e arriverà persino a regalarci
        le licenze pur di farcelo usare come ha
        fatto per l'india e chissa' quanti altri
        paesi.....Non succederà mai, non gli serve, bastacontinuare a "tollerare" una parte delle copie illegali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo proprio in Italia...
        - Scritto da: Anonimo
        E la camera dei deputati è solo il primo
        passo poi il caro vecchio Bill proporrà il
        suo splendido software alle scuole ^^^^^^^Verissimo!!!Viva la SCUOLA PRIVATA!!!Così ogni istituto sarà libero di decidere con la sua testa, senza dover per forza seguire politiche decise da altri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo proprio in Italia...
      sei tu disposto ad insegnare GRATIS linux ad una miriade di impiegati che hanno sempre e solo usato dos o win????
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo proprio in Italia...
        - Scritto da: Anonimo
        sei tu disposto ad insegnare GRATIS linux ad
        una miriade di impiegati che hanno sempre e
        solo usato dos o win????ma non affoghiamo in un bicchier d'acqua.ma con una macchina già pronta all'uso non credo serva un corso universitario per cliccare un'icona e lanciare un'applicazione. Salvo errore anche con win si fa la stessa cosa no? se poi sanno usare dos allora sono anche in grado di usare linux.E se fosse necessario, col risparmio ottenuto dalla non spesa in licenze win, si pagano alcune persone per dare dei corsi a chi proprio non ci arriva da solo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo proprio in Italia...

          ma non affoghiamo in un bicchier d'acqua.

          ma con una macchina già pronta all'uso non
          credo serva un corso universitario per
          cliccare un'icona e lanciare
          un'applicazione. Salvo errore anche con win
          si fa la stessa cosa no? se poi sanno usare
          dos allora sono anche in grado di usare
          linux.ROTFL
          E se fosse necessario, col risparmio
          ottenuto dalla non spesa in licenze win, si
          pagano alcune persone per dare dei corsi a
          chi proprio non ci arriva da solo.ROTFLsi certo, eccolo qua e' arrivato il solitoCT/Deputato da Bar al Lunedi' mattinaa risolvere tutto in due minuti... per diamine!
  • Anonimo scrive:
    RICHARD STALMANN 25 MARZO
    Io ero uno di quelli che vedeva, nella conferenza del 25 marzo di Richard Stalmann (tenutasi al senato!!!) un bagliore di luce!!Ed invece niente!!! Bill Colpisce ancora!!!-Con il suo codice segreto-con le sue incompatibilità a versioni precedenti-con le sue necessità di hardware sempre più veloci-con il suo copyright-con i suoi bug...-con i nostri $$$ !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: RICHARD STALMANN 25 MARZO
      ma voi dareste ad un parlamentare italiano linux? a mio avviso è tanto se sanno lanciare il solitario, purtroppo.
      • Anonimo scrive:
        Re: RICHARD STALMANN 25 MARZO
        In fondo usare un desktop windows oppure uno Linux è lo stesso (anzi meglio un desktop Linux!) Per quanto riguarda la semplicità d'uso!Ma il bello è che vengono spesi parecchi soldi per insegnare ,ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni, ad usare prodotti Micro$!Poichè esiste una valida alternativa sia dal punto di vista della sicurezza che della stabilità, ad ohni prodotto Micro$...... non vedo il perchè si debba continuare su questa strada!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: RICHARD STALMANN 25 MARZO

          In fondo usare un desktop windows oppure uno
          Linux è lo stesso (anzi meglio un desktop
          Linux!)
          Per quanto riguarda la semplicità d'uso!ah si! proprio.....
          Ma il bello è che vengono spesi parecchi
          soldi per insegnare ,ai dipendenti delle
          pubbliche amministrazioni, ad usare prodotti
          Micro$!giusto, per linuzzo invece la formazionecosta 'na pizza e du bire
          Poichè esiste una valida alternativa sia dal
          punto di vista della sicurezza che della
          stabilità, ad ohni prodotto Micro$...
          ... non vedo il perchè si debba continuare
          su questa strada!!!torna sui libri va...
  • NeutrinoPesante scrive:
    Quanto ci costa?
    Poiche' si tratta di soldi pubblici, lo stato dovrebbe essere obbligato a divulgare esattamente quanto e' stato pagato per quante licenze di che cosa.Almeno poi ogni cittadino potra' fare le sue valutazioni personali partendo da un dato oggettivo.So perfettamente che tutto cio' non succedera'.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto ci costa?
      Hai perfettamente ragione.E penso anche che trattandosi di soldi pubblici, lo stato dovrebbe perlomeno tenere conto delle soluzioni alternative a costi inferiori (OpenSource vi dice qlcs?)... Ma non voglio inveire contro i deputati: tanto non capiscono una mazza, a loro basta spendere! :-@
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto ci costa?
        Il problema è che l'alternativa di cui parli non è 2a costi inferiori".Il costo di una piattaforma non è solo nel costo del software. Anzi il cost del software pesa sul costo della piattaforma solo per il 5% (fonte Gartner Group).I costi grossi sono sulla manutenzione, sulla formazione, e altro.Tu dici che i deputati non capiscono una mazza. Ti sei mai chiesto se per caso quello che non capisce una mazza sei tu?- Scritto da: Anonimo
        Hai perfettamente ragione.
        E penso anche che trattandosi di soldi
        pubblici, lo stato dovrebbe perlomeno tenere
        conto delle soluzioni alternative a costi
        inferiori (OpenSource vi dice qlcs?)... Ma
        non voglio inveire contro i deputati: tanto
        non capiscono una mazza, a loro basta
        spendere! :-@
        • spino scrive:
          Re: Quanto ci costa?
          - Scritto da: Anonimo
          Il problema è che l'alternativa di cui parli
          non è 2a costi inferiori".

          Il costo di una piattaforma non è solo nel
          costo del software. Anzi il cost del
          software pesa sul costo della piattaforma
          solo per il 5% (fonte Gartner Group).

          I costi grossi sono sulla manutenzione,
          sulla formazione, e altro.

          Tu dici che i deputati non capiscono una
          mazza. Ti sei mai chiesto se per caso quello
          che non capisce una mazza sei tu?Infatti.Se si afferma che i deputati non capiscono una mazza (visti anche i casini fatti da Cossiga con XP) mi immagino quanta esperienza possano avere con linux et simili... :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci costa?
          - Scritto da: Anonimo
          Il problema è che l'alternativa di cui parli
          non è 2a costi inferiori".

          Il costo di una piattaforma non è solo nel
          costo del software. Anzi il cost del
          software pesa sul costo della piattaforma
          solo per il 5% (fonte Gartner Group).

          I costi grossi sono sulla manutenzione,
          sulla formazione, e altro.

          Tu dici che i deputati non capiscono una
          mazza. Ti sei mai chiesto se per caso quello
          che non capisce una mazza sei tu?Quindi ciò che tu mi dici è che i deputati sono perfettamente abili con lo strumento Windows+Office e che cambiare anche solamente da MSOffice a OpenOffice.org necessiterebbe una loro rieducazione con grande spesa da parte della PA, mentre adottando MSOffice si sfruttano le loro competenze già acquisite.Lasciami dubitare. Non penso che i nostri ministri abbiano grandi competenze nel campo informatico e che in ogni caso sarà necessaria una loro formazione.A questo punto perchè non risparmiare almeno su Office prendendo un'alternativa libera?
          - Scritto da: Anonimo

          Hai perfettamente ragione.

          E penso anche che trattandosi di soldi

          pubblici, lo stato dovrebbe perlomeno
          tenere

          conto delle soluzioni alternative a costi

          inferiori (OpenSource vi dice qlcs?)... Ma

          non voglio inveire contro i deputati:
          tanto

          non capiscono una mazza, a loro basta

          spendere! :-@
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            La formazione è anche per coloro che gestiscono e danno supporto.- Scritto da: Anonimo

            Lasciami dubitare. Non penso che i nostri
            ministri abbiano grandi competenze nel campo
            informatico e che in ogni caso sarà
            necessaria una loro formazione.
          • Perisher scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: Anonimo
            La formazione è anche per coloro che
            gestiscono e danno supporto.No, quella formazione tocca alle aziende che forniscono e danno supporto. Solo che lì sì che ci sono manovre strane!Se un fornitore non è in grado di supportare i sistemi che tu possiedi, beh, cambi fornitore... Perisher
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto ci costa?
      - Scritto da: NeutrinoPesante
      Poiche' si tratta di soldi pubblici, lo
      stato dovrebbe essere obbligato a divulgare
      esattamente quanto e' stato pagato per
      quante licenze di che cosa.Non lo hanno mai fatto, neppure per le tasse. Perche' dovrebbero farlo per questo. Per lorsignori e' una questione di stile.
      Almeno poi ogni cittadino potra' fare le sue
      valutazioni personali partendo da un dato
      oggettivo.Anche il fatto che le cifre vengano poco divulgate e' un dato in se' oggettivo e rivelatore, del quale dovremmo tutti tenere conto.
      So perfettamente che tutto cio' non
      succedera'.

      SalutiCiaopi_n@
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto ci costa?
        - Scritto da: Anonimo

        In fondo perchè preoccuparsi delle barriere
        architettoniche?
        Come con il software proprietario, gli
        edifici come sono ora sono più che
        soddisfacenti per il 90% della popolazione,
        il 10% restante che si adegui comperando il
        necessario per superare le barriere
        architettoniche. Non credi?

        In fondo lo stato deve unicamente occuparsi
        di accontentare il 90% dei suoi cittadini,
        il 10% restante non è che una minoranza e
        come ogni minoranza va semplicemente
        ignorata.Non hai capito. Ti sto solo dicendo che un servizio che copre il 90% dell'utenza è, rispetto agli altri, un OTTIMO servizio.Cominciamo a occuparci di servizi che coprono meno di quella percentuale. Ti garantisco che si metterebbero a posto moooolte cose prima di questa.
    • Akiro scrive:
      Re: Quanto ci costa?
      si sarebbe bello, sarebbe anke stupendo che seguissero i nostri desideri...ma pensan più che altro a mantenere (e scaldare) il posto.
    • Anonimo scrive:
      Il bilancio è pubblico[Quanto ci costa?]
      - Scritto da: NeutrinoPesante
      Poiche' si tratta di soldi pubblici, lo
      stato dovrebbe essere obbligato a divulgare
      esattamente quanto e' stato pagato per
      quante licenze di che cosa.Aspetti che finisca l'anno.Ti scarichi il bilancio dei costi del Parlamneto.Trovi la voce che ti interessa.Sempre pronti a brontolare, mai a sbattersi dieci minuti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto ci costa?
      Per chi è scontento di questa decisione:Se ha votato per l'attuale maggioranza di governo, basterà cambi voto alle prossime elezioni.Se non ha votato per la maggioranza di governo, avrà un motivo in più per continuare a votare per l'altro schieramento.E' vero, la frittata è fatta, ma che volete fare (ormai) ?A proposito, ma secondo voi la visita di Zio bill del 31 Gennaio era solo una visita di cortesia ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto ci costa?
        - Scritto da: Anonimo
        Per chi è scontento di questa decisione:

        Se ha votato per l'attuale maggioranza di
        governo, basterà cambi voto alle prossime
        elezioni.Solo per questo?Nel 2001 non ho visto cartelli con sopra scritto "Un impegno concreto: meno Windows per tutti."Francamente sono più interessato ad altre decisioni, come quella di oggi con la quale è passata la riforma dell'IRPEF.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto ci costa?

      Poiche' si tratta di soldi pubblici, lo
      stato dovrebbe essere obbligato a divulgare
      esattamente quanto e' stato pagato per
      quante licenze di che cosa.vedi bilancio
      Almeno poi ogni cittadino potra' fare le sue
      valutazioni personali partendo da un dato
      oggettivo.

      So perfettamente che tutto cio' non
      succedera'.dio mio come siete naive...quando sara' l'ora di linuzzo la IBM si becchera'la super-commessona, passando da un monolitoUSA ad un monolito USAoppure credete che faranno delle cooprosse per supportare il tutto :D
  • Anonimo scrive:
    Forza sognatori!
    Ricominciate a fare lettere, petizioni, lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi aperti, chiedere commissioni. Intanto gli altri si assicurano gli strumenti per *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la vostra amata commissione, che ai vostri occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne riparliamo tra tre anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza sognatori!

      Ricominciate a fare lettere, petizioni,
      lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da
      pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi
      aperti, chiedere commissioni. Intanto gli
      altri si assicurano gli strumenti per
      *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la
      vostra amata commissione, che ai vostri
      occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne
      riparliamo tra tre anni. Vista l'accoglienza che il nostro amatissimo presidente del consiglio ha fatto a gates cosa ci potevamo aspettare!!! Tra monopolisti ci si intende molto bene. E IO PAGOOOO !!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!

        E IO PAGOOOO !!!!!!!!!!anche io pago, e mi sta beneo la democrazia vale solo quandole cose sono come dici tu ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza sognatori!
      Non si tratta di sognare, si tratta di far capire al POPOLO quanto denaro pubblico viene letteralmente BUTTATO VIA! E non solo in ambito di informatizzazione... purtroppo...E cmq ci sono già parecchi governi al mondo che usano Linux, in Germania un intero Ministero sta passando a Linux... e noi qui, a guardare... e come dei fessi a credere che Gates sia Dio!!! :-@
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!
        Visti i numeri dell'economia tedesca, devo dire che non mi stupisce per niente che antepongano il valore "ideologico" a quello economico.Anche per quanto riguarda i SO. Mi ricorda molto la scelta del piano agricolo di Mao: l'orzo è pianta borghese, il riso è proletario. Per cui: tutti a coltivare riso, anche dove non ci sono le condizioni climatiche. L'effetto: una carestia che ha fatto milioni di morti.Aspettiamo i numeri della scelta ideologica tedesca. Rideremo con calma in seguito.- Scritto da: Anonimo
        E cmq ci sono già parecchi governi al mondo
        che usano Linux, in Germania un intero
        Ministero sta passando a Linux...
        • Anonimo scrive:
          Re: Forza sognatori!
          - Scritto da: Anonimo
          Visti i numeri dell'economia tedesca, devo
          dire che non mi stupisce per niente che
          antepongano il valore "ideologico" a quello
          economico.

          Anche per quanto riguarda i SO. Mi ricorda
          molto la scelta del piano agricolo di Mao:
          l'orzo è pianta borghese, il riso è
          proletario. Per cui: tutti a coltivare riso,
          anche dove non ci sono le condizioni
          climatiche. L'effetto: una carestia che ha
          fatto milioni di morti.

          Aspettiamo i numeri della scelta ideologica
          tedesca. Rideremo con calma in seguito.L'unica carestia potrebbe sembrare, sembra, quella intellettuale dei pro-microsoft, ma ormai abbiamo capito che siete tutti stipendiati microsoft (impiegati...???...) e dovreste vergognarvi a comportarvi in modo così viscido, a prescindere da qualunque cosa. Ora capite perchè la gente vi odia?Comunque le prove sono queste:-Sono arrivate lettere di microsoft a punto informatico e pubblicate, quindi leggete il quotidiano e sicuramente partecipate al forum.-Più che spesso (spero non anche volentieri) punto informatico ospita le vostre campagne banner (che poi a me fanno una più schifo dell'altra).-In alcuni post avete ammesso di essere dipendenti o di diventarlo entro un certo periodo di tempo.Siete un cancro per la società e anche per il mio portafogli, non compra roba vostra (0) ma mi tocca pagare lo stesso per quei fessi dei politicanti...Sono indignato
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            Bravo, indignati!Adesso rispondi anche, o ti limiti a piagnucolare?Anche se le risposte arrivano da un pro-microsoft (dipendente???), ma hanno un senso logico, mi sembra controproducente per la causa anti-MS rispondere con una sequela di insulti senza costrutto.- Scritto da: Anonimo
            L'unica carestia potrebbe sembrare, sembra,
            quella intellettuale dei pro-microsoft, ma
            ormai abbiamo capito che siete tutti
            stipendiati microsoft (impiegati...???...) e
            dovreste vergognarvi a comportarvi in modo
            così viscido, a prescindere da qualunque
            cosa. Ora capite perchè la gente vi odia?

            Comunque le prove sono queste:

            -Sono arrivate lettere di microsoft a punto
            informatico e pubblicate, quindi leggete il
            quotidiano e sicuramente partecipate al
            forum.
            -Più che spesso (spero non anche volentieri)
            punto informatico ospita le vostre campagne
            banner (che poi a me fanno una più schifo
            dell'altra).
            -In alcuni post avete ammesso di essere
            dipendenti o di diventarlo entro un certo
            periodo di tempo.

            Siete un cancro per la società e anche per
            il mio portafogli, non compra roba vostra
            (0) ma mi tocca pagare lo stesso per quei
            fessi dei politicanti...

            Sono indignato
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            - Scritto da: Anonimo
            Bravo, indignati!Si, mi indigno
            Adesso rispondi anche, o ti limiti a
            piagnucolare?Quand'è che ho piagnucolato?
            Anche se le risposte arrivano da un
            pro-microsoft (dipendente ;), ma hanno un
            senso logico, mi sembra controproducente per
            la causa anti-MS rispondere con una sequela
            di insulti senza costrutto.Non esiste una causa anti-microsoft, esiste una causa contro i soldi buttati nel cesso... Soprattutto i miei.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            - Scritto da: Anonimo

            Non esiste una causa anti-microsoft, esiste
            una causa contro i soldi buttati nel
            cesso... Soprattutto i miei.
            Allora ringrazia che abbiano fatto un accordo con MS e non con qualche improbabile azienda di Open/Free/Sa'lcazzo di proprietà del cugino del sottosegretario che avrebbe riempito la Camera di software spazzatura, ma tutto assolutamente Open.
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Non esiste una causa anti-microsoft,
            esiste

            una causa contro i soldi buttati nel

            cesso... Soprattutto i miei.


            Allora ringrazia che abbiano fatto un
            accordo con MS e non con qualche improbabile
            azienda di Open/Free/Sa'lcazzo di proprietà
            del cugino del sottosegretario che avrebbe
            riempito la Camera di software spazzatura,
            ma tutto assolutamente Open.Ci credi che non so più cosa rispondere? Io ci rinuncio, sono sconvolto che da qualche parte nel mondo ci sia tu che scrivi della tua idiozia e chiusura mentale completa, ma tutto sommato, perchè perdere tempo con te? Ciao
          • cico scrive:
            Re: Forza sognatori!

            Ci credi che non so più cosa rispondere? Io
            ci rinuncio, sono sconvolto che da qualche
            parte nel mondo ci sia tu che scrivi della
            tua idiozia e chiusura mentale completa, ma
            tutto sommato, perchè perdere tempo con te?
            CiaoAllora perdine ancora meno di tempo, evitaanche di trollare cosi' ne perdiamo menopure noialoha
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Non esiste una causa anti-microsoft,
            esiste

            una causa contro i soldi buttati nel

            cesso... Soprattutto i miei.


            Allora ringrazia che abbiano fatto un
            accordo con MS e non con qualche improbabile
            azienda di Open/Free/Sa'lcazzo di proprietà
            del cugino del sottosegretario che avrebbe
            riempito la Camera di software spazzatura,
            ma tutto assolutamente Open.Forse, ma almeno i soldi sarebbero rimasti in Italia. :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            - Scritto da: Anonimo
            Forse, ma almeno i soldi sarebbero rimasti
            in Italia. :-)Con questo ragioonamento, allora, meglio alla mafia che a MS.
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!

            Quand'è che ho piagnucolato?infatti non piagnucoli, offendi gratuitamente
            Non esiste una causa anti-microsoft, esiste
            una causa contro i soldi buttati nel
            cesso... Soprattutto i miei.aridaje con la storia dei soldi...
          • cico scrive:
            Re: Forza sognatori!

            Sono indignatoSei solo un rozzo ed offensivo troll caro mio,io mi ritrovo spesso a difendere MS ma tiassicuro che non prendo il becco di unquattrino.
        • Giambo scrive:
          Re: Forza sognatori!
          - Scritto da: Anonimo
          Anche per quanto riguarda i SO. Mi ricorda
          molto la scelta del piano agricolo di Mao:
          l'orzo è pianta borghese, il riso è
          proletario. Per cui: tutti a coltivare riso,
          anche dove non ci sono le condizioni
          climatiche. L'effetto: una carestia che ha
          fatto milioni di morti.Eccolo li' ! Linux == Comunismo == milioni di morti.Ti manca ancora un passaggio o due e potrai concludere il tuo brillante ragionamento con "... che si mangio' il topo che al mercato mio padre compro'".
          Aspettiamo i numeri della scelta ideologica
          tedesca. Rideremo con calma in seguito.Aspettiamo, si :-)Ci sara' una ragione per la quale la Germania in questo campo e' piu' avanzata dell'Italia, no ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            - Scritto da: Giambo

            Eccolo li' ! Linux == Comunismo == milioni
            di morti.
            Veramente non ho fatto io l'accostamento. E' casuale che i ragionamenti, nei quali l'ideologia prevale sul senso pratico, coincidano.
            Aspettiamo, si :-)
            Ci sara' una ragione per la quale la
            Germania in questo campo e' piu' avanzata
            dell'Italia, no ?Ci sarà anche un motivo per cui l'attuale dirigenza politica tedesca (la stessa che punta sul Sistema Operativo ideologicamente puro, non necessariamente su quello con il rapporto prezzo/efficienza migliore) sta mandando del culo l'economia tedesca?
          • Giambo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            - Scritto da: Anonimo

            Aspettiamo, si :-)

            Ci sara' una ragione per la quale la

            Germania in questo campo e' piu' avanzata

            dell'Italia, no ?

            Ci sarà anche un motivo per cui l'attuale
            dirigenza politica tedesca (la stessa che
            punta sul Sistema Operativo ideologicamente
            puro, non necessariamente su quello con il
            rapporto prezzo/efficienza migliore) sta
            mandando del culo l'economia tedesca?Aspettiamo, si ... Se poi la Germania fara' il tonfo, e si trascinera' dietro mezza Europa, potremo dire che la colpa e' del Pinguino Rosso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!

            Aspettiamo, si :-)
            Ci sara' una ragione per la quale la
            Germania in questo campo e' piu' avanzata
            dell'Italia, no ?una ragione c'e'e linux non c'entra una favaloro INVESTONO in formazione scolastica e ricercaloro INVESTONO in hi-techSiemens non e' mica un'azienda polacca....ecco perche' l'Italia e' indietroanche se si usasse linux o qualsiasi altro software open, saremmo sempre costretti ad importare know howtanti saluti
          • cico scrive:
            Re: Forza sognatori!

            una ragione c'e'
            e linux non c'entra una fava
            loro INVESTONO in formazione scolastica e
            ricerca
            loro INVESTONO in hi-tech
            Siemens non e' mica un'azienda polacca....

            ecco perche' l'Italia e' indietro
            anche se si usasse linux o qualsiasi altro
            software open, saremmo sempre costretti ad
            importare know howgia'... ecco perche' trovare un programmatoredegno di questo nome e' diventata una missioneimpossibile e le aziende che li hanno se litengono stretti a suon di soldoni e benefit...
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!

        Non si tratta di sognare, si tratta di far
        capire al POPOLO quanto denaro pubblico
        viene letteralmente BUTTATO VIA! E non solo
        in ambito di informatizzazione...
        purtroppo...Nella mia ingenuità penso che prima di fare qualsiasi contratto abbiano verificato cosa gli costava di più, può darsi che abbiamo molte licenze da aggiornare e personale già preparato nel mondo MS e altre soluzioni gli sarebbero costatre maggiormente, non credi? o forse sei prevenuto?
        E cmq ci sono già parecchi governi al mondo
        che usano Linux, in Germania un intero
        Ministero sta passando a Linux... e noi qui,
        a guardare... e come dei fessi a credere che
        Gates sia Dio!!! :-@Ma molti no, molti usano MS. Se poi le tue scelte si basano associando i manager dell'azienda al prodotto (GATES-OFFICE) allora dovresti rinunciare a tante cose nella vita, ad esempio non comprare più aspirina, benzina, la maggior parte dei prodotti di marca e non tifare più Milan....
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!
        - Scritto da: Anonimo
        Non si tratta di sognare, si tratta di far
        capire al POPOLO quanto denaro pubblico
        viene letteralmente BUTTATO VIA! E non solo
        in ambito di informatizzazione...
        purtroppo...

        E cmq ci sono già parecchi governi al mondo
        che usano Linux, in Germania un intero
        Ministero sta passando a Linux... e noi qui,
        a guardare... e come dei fessi a credere che
        Gates sia Dio!!! :-@ Talmente bravi, i tedeschi, a fare i conti che hanno grossi problemi di deficit, tanto che l'UE gli ha mandato un avvertimento.
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!

        Non si tratta di sognare, si tratta di far
        capire al POPOLO quanto denaro pubblico
        viene letteralmente BUTTATO VIA! E non solo
        in ambito di informatizzazione...
        purtroppo...Siamo alle solite...Tu lo considererai denaro buttato, io propriono, almeno finche' linuzzo non sara' un po' piu' utilizzato
        • Anonimo scrive:
          Re: Forza sognatori!
          Ma non sarà mai "più utilizzato" finché qualcuno non lo utilizzerà, non ti pare?In pratica quello che dici tu è "nessuno lo usa quindi è normale che nessuno lo usa, altrimenti lo userebbero".Quello che dico io è cominciate ad usarlo, poi vi renderete conto che è un buon prodotto e continuerete ad usarlo. Chiaramente non è adatto a tutto, ma neppure Windows lo è. E se si vuole risparmiare (soprattutto se gli utilizzatori sono incompetenti) allora Linux è la scelta migliore. Amministrazione delegata a sysadmin competenti e all'utilizzatore non resta che occuparsi del proprio lavoro.Con Windows invece anche l'ultimo dei deficienti deve improvvisarsi amministratore, e questo anche se il PC è installato in una struttura statale. Senza contare il problema dei Virus e dei Troyan nonchè delle false manipolazioni. Inutile dirmi che gli utenti non hanno che non eseguire programmi sconosciuti, tanto si sa che non lo fanno. L'utente standard non fa attenzione perchè l'informatica la vede solamente come qualcosa di marginale e poco importante e non si rende conto che nella società odierna è qualcosa di più fondamentale. Quindi resta vulnerabile.Con Linux invece non installi applicazioni se non hai i diritti, non installi quindi Virus e Troyan anche perchè non basta fare click o visionare una pagina HTML perchè questi si installino. Inoltre di Virus e Troyan per Linux ce ne sono meno (anche se rischia di essere una situazione temporanea).Per questioni di tranquillità dell'utilizzatore io consiglierei Linux, o *BSD o qualsiasi altro sistema *nix, ma sicuramente non Windows. A meno che l'utente non sia già completamente a suo agio con Windows, a questo punto se ne può anche riparlare.Per i tool di produttività invece MSOffice va abolito e bisogna adottare un tool che rispetta gli standard come OpenOffice.org.Lasciamo inoltre perdere tutto il supporto a distanza che su Linux esiste fin dalle prime versioni mentre con Windows è una cosa recentissima e neppure completa.- Scritto da: Anonimo

          Non si tratta di sognare, si tratta di far

          capire al POPOLO quanto denaro pubblico

          viene letteralmente BUTTATO VIA! E non
          solo

          in ambito di informatizzazione...

          purtroppo...

          Siamo alle solite...
          Tu lo considererai denaro buttato, io proprio
          no, almeno finche' linuzzo non sara' un po'
          piu'
          utilizzato
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza sognatori!
      - Scritto da: Anonimo

      Ricominciate a fare lettere, petizioni,
      lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da
      pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi
      aperti, chiedere commissioni. Intanto gli
      altri si assicurano gli strumenti per
      *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la
      vostra amata commissione, che ai vostri
      occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne
      riparliamo tra tre anni.heheheheLe solite allusioni sul fatto che chi usa Unix non lavora :DVabbè, fa nulla, ne il tuo poco intelligente commento ne il fatto che un branco di mediocri utilizzi strumenti mediocri :)Ah, parlare di Pubblica Amministrazione è differente che parlare di Senato.In Senato si scrivono lettere, la PA ha bisogno di qualcosina in più.Addio gsam
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!

        hehehehe
        Le solite allusioni sul fatto che chi usa
        Unix non lavora :DPerché ? nn è vero !?Tu vedi per caso qualche "omino" che la mattina rebootta una macchina unix ?!Unix rimane in piedi anche per anni ... quindi l' "omino" rebootta-macchinenn ha un posto di lavoro in campo "unix". ;)
    • Anonimo scrive:
      Beato chi ci crede
      Ogni nazione ha il governo che si merita.Ogni governo ha il (chiamiamolo così) sistema operativo che si merita.In questo senso, tutto appare perfetto e molto più chiaro adesso.
      Ne riparliamo tra tre anni.Sempre che il governo duri altri tre anni...Buona fortuna (in ogni senso)!
      • Anonimo scrive:
        Re: Beato chi ci crede
        - Berlusconi: e' *evidente* che il presidente del consiglio di un paese civile non puo' possedere 3 televisioni, assicurazioni, etc. etc.- Bill Gates: e' *evidente* che ha creato e sfruttato una posizione di monopolio (ma anche codice segreto, incompatibilità a versioni precedenti, necessità di hardware sempre più veloci, copyright, bug, etc.)Sono convinto che i sostenitori dell'uno e dell'altro molto spesso coincidano. O sono in malafede, o hanno veramente i paraocchi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Beato chi ci crede
          Oppure, semplicemente, hanno un concetto di *evidenza* un po' diverso dalla tua. Tu confondi *evidente* con *questionabile*.- Scritto da: Anonimo
          Sono convinto che i sostenitori dell'uno e
          dell'altro molto spesso coincidano. O sono
          in malafede, o hanno veramente i paraocchi.
          • Anonimo scrive:
            Re: terribile
            Sto scrivendo questo commento da un pc con FreeBSD 4.8 RC che posso utilizzare solamente perchè esistono SO alternativi (a MS).Non voglio neanche mettere in campo questioni ideologiche o tecniche, vorrei solamente chiedere a chi ha scritto il post originario: ma ti fa cosi schifo avere una alternativa?...
          • Anonimo scrive:
            Re: Beato chi ci crede

            Oppure, semplicemente, hanno un concetto di
            *evidenza* un po' diverso dalla tua. Tu
            confondi *evidente* con *questionabile*.E tu non sai quotare (oltre ad avere le fette di salame sugli occhi).
          • Anonimo scrive:
            Re: Beato chi ci crede
            - Scritto da: Anonimo
            E tu non sai quotare (oltre ad avere le
            fette di salame sugli occhi).Rispondi o ti limiti a criticare le politiche di quoting?
          • Anonimo scrive:
            Re: Beato chi ci crede


            E tu non sai quotare (oltre ad avere le

            fette di salame sugli occhi).
            Rispondi o ti limiti a criticare le
            politiche di quoting?c'e' poco da rispondere con argomentazioni del genere. Se cio' che e' "evidente" per un altro e' "questionabile"...
        • Anonimo scrive:
          Re: Beato chi ci crede
          - Scritto da: Anonimo
          - Berlusconi: e' *evidente* che il
          presidente del consiglio di un paese civile
          non puo' possedere 3 televisioni,
          assicurazioni, etc. etc.
          - Bill Gates: e' *evidente* che ha creato e
          sfruttato una posizione di monopolio (ma
          anche codice segreto, incompatibilità a
          versioni precedenti, necessità di hardware
          sempre più veloci, copyright, bug, etc.)

          Sono convinto che i sostenitori dell'uno e
          dell'altro molto spesso coincidano. O sono
          in malafede, o hanno veramente i paraocchi.Coincidono al cento per cento purtroppo. E sono tanti. Per questo l'Italia non è un paese civile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Beato chi ci crede
            Siete liberi di andarvene
          • Litomysl scrive:
            Re: Beato chi ci crede
            - Scritto da: Anonimo
            Siete liberi di andarveneGià fatto. Shoenen guten Tag noch.
          • Anonimo scrive:
            Re: Beato chi ci crede
            - Scritto da: Anonimo
            Siete liberi di andarveneMa perchè non te ne vai tu, stronzo?A risposta da cogli one mi adeguo, sorry...
          • Anonimo scrive:
            Re: Beato chi ci crede
            Emigra.Rompicoglioni = n-1.- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Berlusconi: e' *evidente* che il

            presidente del consiglio di un paese
            civile

            non puo' possedere 3 televisioni,

            assicurazioni, etc. etc.

            - Bill Gates: e' *evidente* che ha creato
            e

            sfruttato una posizione di monopolio (ma

            anche codice segreto, incompatibilità a

            versioni precedenti, necessità di hardware

            sempre più veloci, copyright, bug, etc.)



            Sono convinto che i sostenitori dell'uno e

            dell'altro molto spesso coincidano. O sono

            in malafede, o hanno veramente i
            paraocchi.

            Coincidono al cento per cento purtroppo. E
            sono tanti. Per questo l'Italia non è un
            paese civile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Beato chi ci crede
        I contratti che ha la PA italiana sono stati firmati dal gov. Prodi e dal gov. Dalema.Tra l'altro Prodi suggellò l'accordo con il famoso abbraccio a Bil Gates
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza sognatori!
      Mio padre ha fatto fare un preventivo per la sua azienda (29 postazioni in tutto) per un aggiornamento totale delle macchine, dagli s.o. alle suite office: totale circa 17.800 euro's (questo e' il prezzo *scontato* grazie al volume di licenze da acquistare).Non voglio sapere cosa costa al contribuente questo scempio della Camera per far si' che i deputati scrivano un .doc o un .xls con il software originario invece che con le alternative che stanno a meta' tra il gratuito e il risparmio notevole (s.o. e suite office compatibile gratuiti ma pagando giustamente l'assistenza alla fililale italiana della casa madre, tanto per fare un possibile scenario, come potrebbe essere con una RedHat o una partecipante a UnitedLinux).Una piccola precisazione: nell'azienda di mio padre NON possono passare a linux per il semplice motivo che, per lavoro, devono utilizzare spesso piccoli applicativi dell'INPS, INAIL, FISCO e altri enti statali (distribuiti sui rispettivi siti) scritti ESCLUSIVAMENTE per windows....fate voi come siamo messi....
      • TeX scrive:
        Re: Forza sognatori!
        - Scritto da: Anonimo.....
        Una piccola precisazione: nell'azienda di
        mio padre NON possono passare a linux per il
        semplice motivo che, per lavoro, devono
        utilizzare spesso piccoli applicativi
        dell'INPS, INAIL, FISCO e altri enti statali
        (distribuiti sui rispettivi siti) scritti
        ESCLUSIVAMENTE per windows....
        fate voi come siamo messi....Beh, OpenOffice è disponibile anche per Windows. Intanto è già un bel risparmio....
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!
        - Scritto da: Anonimo
        Una piccola precisazione: nell'azienda di
        mio padre NON possono passare a linux per il
        semplice motivo che, per lavoro, devono
        utilizzare spesso piccoli applicativi
        dell'INPS, INAIL, FISCO e altri enti statali
        (distribuiti sui rispettivi siti) scritti
        ESCLUSIVAMENTE per windows....
        fate voi come siamo messi....Una soluzione c'è: tieni winzozz su UN solo pc (che usi per i moduli e i sw del fisco, più varie ed eventuali ;-)))Sugli altri 28 ci installi linux... e il gioco è fatto!!!pieggi
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!
        Ecco un caso (raro) in cui la PA riesce a proteggere l'utente.- Scritto da: Anonimo

        Una piccola precisazione: nell'azienda di
        mio padre NON possono passare a linux per il
        semplice motivo che, per lavoro, devono
        utilizzare spesso piccoli applicativi
        dell'INPS, INAIL, FISCO e altri enti statali
        (distribuiti sui rispettivi siti) scritti
        ESCLUSIVAMENTE per windows....
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza sognatori!

      Ne riparliamo tra tre anni.Signori cracker, signori hackerper i prossimi tre anni la rete della camera sarà interamente XP. Sin dai tempi di BO2K avete iniziato ad apprendere come controllare un pc Win remoto in totale segretezza, trasparenza e riservatezza.Oggi avete di fronte a voi una intera rete omogenea di sistemi MS. Oggi avete di fronte a voi una intera schiera di impiegati muniti di Outlook e pronti ad aprire qualunque zip gli spediate, purchè contenga un giochino reputato divertente o sconcio. Oggi avete di fronte a voi quanto di più divertente potevate immaginare: si aprono per voi scenari stupendi dove il closed source della tecnologia utilizzata vi aprirà la via all'open source dei documenti archiviati.Signori hacker, cracker, mascalzoni e delinquenti la scelta del governo, lo ripetiamo durerà tre anni. Il governo, insomma, vi ha fatto un regalino.Buon divertimento.
    • KerNivore scrive:
      Re: Forza sognatori!
      - Scritto da: Anonimo

      Ricominciate a fare lettere, petizioni,
      lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da
      pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi
      aperti, chiedere commissioni. Intanto gli
      altri si assicurano gli strumenti per
      *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la
      vostra amata commissione, che ai vostri
      occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne
      riparliamo tra tre anni.Spero che tu sia un azionista microsoft, senno non saprei come altro giustificare, se non con la follia, il tuo entusiasmo per questo spreco di denaro pubblico (che tra l'altro finiscono pure tutti fuori dall'UE).
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!
        Spreco? Perché spreco?- Scritto da: KerNivore
        Spero che tu sia un azionista microsoft,
        senno non saprei come altro giustificare, se
        non con la follia, il tuo entusiasmo per
        questo spreco di denaro pubblico (che tra
        l'altro finiscono pure tutti fuori dall'UE).

        • Anonimo scrive:
          Re: Forza sognatori!
          - Scritto da: Anonimo
          Spreco? Perché spreco?


          - Scritto da: KerNivore

          Spero che tu sia un azionista microsoft,

          senno non saprei come altro giustificare,
          se

          non con la follia, il tuo entusiasmo per

          questo spreco di denaro pubblico (che tra

          l'altro finiscono pure tutti fuori
          dall'UE).Inutile, questo qui non sa nemmeno quotare, figurati capire una argomentazione cosi' semplice...si chiede "Spreco? Perché spreco?"...
          • Anonimo scrive:
            Re: Forza sognatori!
            Invece la domanda è plausibile.Considerando che IBM dice che Linux non è gratuito (anche se si affretta ad aggiungere che vale la spesa) mentre Microsoft (ovvio) e Gartner Group insieme ad altri analisiti (meno ovvio) dicono che Linux e il software free hanno un costo di esercizio superiore a quello Microsoft, mi chiedo dove sia lo spreco.Anzi tutto lascia supporre che sia un risparmio.- Scritto da: Anonimo

            Inutile, questo qui non sa nemmeno quotare,
            figurati capire una argomentazione cosi'
            semplice...si chiede "Spreco? Perché
            spreco?"...
          • Perisher scrive:
            Re: Quanto ci costa?

            Anzi tutto lascia supporre che sia un
            risparmio.Costa meno? Diciamo che hanno costi comparabili, per amor di discussione.Pero' se controlliamo altri fattori:-Linux non porta ad esportare capitaliNon si acquista dall'estero. Le aziende di consulenza sull'open source ci sono in Italia.Le licenze non si acquistano.-Linux non fa dipendere da un fornitoreNon ti piace il supporto? L'assistenza? Cambi supporto/assistenza senza cambiare prodotto...-Linux non puo' contenere BackdoorSe pare poco... Tutto il software opensource per definizione non ha questo problema.Non ho nemmeno citato il denaro, in questi tre fattori. Secondo me ognuno, da solo, e' decisivo nel far preferire ad un governo, a qualsiasi livello, il software Open Source. Perisher
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: Perisher


            Anzi tutto lascia supporre che sia un

            risparmio.

            Costa meno? Diciamo che hanno costi
            comparabili, per amor di discussione.
            Pero' se controlliamo altri fattori:

            -Linux non porta ad esportare capitali
            Non si acquista dall'estero. Le aziende di
            consulenza sull'open source ci sono in
            Italia.
            Le licenze non si acquistano.Già. Peccato, però, che i nomi in cima alla lista dei venditori di soluzioni Linux siano IBM (americana) e RedHat (americana). Secondo te, con Stanca (ex-CEO IBM Italia) dove si sarebbe andati?

            -Linux non fa dipendere da un fornitore
            Non ti piace il supporto? L'assistenza?
            Cambi supporto/assistenza senza cambiare
            prodotto...Per quanto riguarda il supporto e l'assistenza vale anche per MS.Per quanto riguarda il prodotto: e se è Linux a non piacerti?

            -Linux non puo' contenere Backdoor
            Se pare poco... Tutto il software opensource
            per definizione non ha questo problema.Visto che parliamo di PA, con il programma di disclosure del sorgente di Microsoft per le PA questa obiezione non ha senso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: Anonimo[cut]

            -Linux non puo' contenere Backdoor

            Se pare poco... Tutto il software opensource

            per definizione non ha questo problema.
            Visto che parliamo di PA, con il programma
            di disclosure del sorgente di Microsoft per
            le PA questa obiezione non ha senso.Non mi vorrai mica far credere che il fatto di "vedere ma non toccare" il codice di Windows ti ponga veramente al riparo dalla eventuale presenza di backdoor ?Chi ti assicura che il codice che Microsoft ti fa vedere sia effettivamente quello che una volta compilato "generi" i binari che fai girare tutti i giorni sul tuo PC se non vi è la possibilità di compilarsi il codice in proprio ?Ma va !
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: Anonimo
            Non mi vorrai mica far credere che il fatto
            di "vedere ma non toccare" il codice di
            Windows ti ponga veramente al riparo dalla
            eventuale presenza di backdoor ?
            Chi ti assicura che il codice che Microsoft
            ti fa vedere sia effettivamente quello che
            una volta compilato "generi" i binari che
            fai girare tutti i giorni sul tuo PC se non
            vi è la possibilità di compilarsi il codice
            in proprio ?Se la mettiamo su questo piano di paranoia, chi ti garantisce che il compilatore ti compili il kernel senza aggiungerci delle routine di backdoor?Mi sa che ogni PA dovrebbe scriversi il proprio SO in Assembler. Già, però chi mi garantisce che dentro il processore...
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: Anonimo[cut]
            Se la mettiamo su questo piano di paranoia,
            chi ti garantisce che il compilatore ti
            compili il kernel senza aggiungerci delle
            routine di backdoor?Ma di che kernel parli ? Comunque la sicurezza di cui parli si ottiene quando anche il compilatore è opensource ! E guarda caso....
            Mi sa che ogni PA dovrebbe scriversi il
            proprio SO in Assembler. Già, però chi mi
            garantisce che dentro il processore...Grande cavolata....
          • KerNivore scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: Anonimo
            Se la mettiamo su questo piano di paranoia,
            chi ti garantisce che il compilatore ti
            compili il kernel senza aggiungerci delle
            routine di backdoor?me lo dice il sorgente del compilatore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: KerNivore
            me lo dice il sorgente del compilatore.E chi compila il compilatore?
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: KerNivore


            me lo dice il sorgente del compilatore.

            E chi compila il compilatore?Vedi che avevo ragione ? (vedi post sottostante)Certa gente non ci arriva proprio !!!Ciao !
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci costa?
            Secondo me siete voi due che non avetecapito bene cosa voleva dire.Chi assicura che il kernel usato per ildeployment non abbia backdoorinserite _da chi_ lo ha compilato ?La questione e' sempre la stessa:avere i sorgenti non significaautomaticamente meno bug/piu' sicurezza
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza sognatori!
      - Scritto da: Anonimo

      Ricominciate a fare lettere, petizioni,
      lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da
      pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi
      aperti, chiedere commissioni. Intanto gli
      altri si assicurano gli strumenti per
      *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la
      vostra amata commissione, che ai vostri
      occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne
      riparliamo tra tre anni.Il problema e' che ci sono persone che sanno scegliere, altre seguono la massa come delle pocore. La Camera dei Deputati non e' nel primo gruppo di persone :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!

        Il problema e' che ci sono persone che sanno
        scegliere, altre seguono la massa come delle
        pocore. La Camera dei Deputati non e' nel
        primo gruppo di persone :-)il problema e' che ci sono persone che pensano che scegliere nel modo giusto significhi SEMPRE e COMUNQUE andare contro corrente...se si SCEGLIE windows, o non si sa scegliere o si e' scelto malein ogni caso la liberta' di scelta vi va bene solo quando si sceglie come voiquesto a prescindere dal fatto che io avrei scelto altro rispetto a windowsfate pena
        • Anonimo scrive:
          Re: Forza sognatori!
          - Scritto da: Anonimo

          Il problema e' che ci sono persone che
          sanno

          scegliere, altre seguono la massa come
          delle

          pocore. La Camera dei Deputati non e' nel

          primo gruppo di persone :-)

          il problema e' che ci sono persone che
          pensano che scegliere nel modo giusto
          significhi SEMPRE e COMUNQUE andare contro
          corrente...

          se si SCEGLIE windows, o non si sa scegliere
          o si e' scelto male
          in ogni caso la liberta' di scelta vi va
          bene solo quando si sceglie come voi
          questo a prescindere dal fatto che io avrei
          scelto altro rispetto a windows

          fate penafate pena a chi ?. . . .a tua sorella magariIo sono in una struttura MS Certified ma non per questo scelgo Windows a priori senza guardarmi intorno, con il tuo post dimostri solamente la tua ignoranza ed arroganzaCiao
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza sognatori!
      - Scritto da: Anonimo

      Ricominciate a fare lettere, petizioni,
      lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da
      pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi
      aperti, chiedere commissioni. Intanto gli
      altri si assicurano gli strumenti per
      *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la
      vostra amata commissione, che ai vostri
      occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne
      riparliamo tra tre anni.Bene! Ci stiamo adeguando alla politica del guerrafondaio Bush: ruba ai poveri per dare ai ricchi. Le nuove aliquote irpef fanno parte dello stesso piano e magic bill (sic) deve guadagnare un altro trilione di dollari entro la fine dell'anno, porello. Non a caso il testo del provvedimento fiscale e' disponibile solo in formato msword.Viva l'Italia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza sognatori!
        - Scritto da: Anonimo

        Bene! Ci stiamo adeguando alla politica del
        guerrafondaio Bush: ruba ai poveri per dare
        ai ricchi. Le nuove aliquote irpef fanno
        parte dello stesso piano Quest'anno sono partiti a fare sconti ai redditi più bassi e la vulgata sinistra diceva "demagogia".Adesso che gli sconti si estendono ai redditi più alti, diventa "rubare ai poveri per dare ai ricchi".Siete dei fenomeni voi sinistri.
        • Anonimo scrive:
          Re: Forza sognatori!

          Quest'anno sono partiti a fare sconti ai
          redditi più bassi e la vulgata sinistra
          diceva "demagogia".
          quali sconti?IO PAGAVO GIA' MENO DEL 23%non ho figli, non sono sposato, sono libero professionista, vivo a casa con i miei...insomma, dall'anno prossimo paghero' di piu'...bello sconto mi hanno fatto...
  • Anonimo scrive:
    Cosa d'intende per "standardizzazione"!?
    Che Office XP Professional adotta per default formati di files standard ?Non mi risulta proprio.Oppure, per "standardizzazione" s'intende l'uniformare le svariate e eventualmente differenti versioni di Office utilizzate attualmente da tutti gli apparati della Camera ? (e si sa bene che ogni versione di Office adotta versioni di files non compatibili tra loro! dico non compatibili all'"indietro")Insomma: Office Xp adotta formati standard e aperti (sappiamo bene che ciò non è assolutamente vero) oppure la Camera ha scoperto adesso che le versioni nuove di Office da 6/7 anni a questa parte servono solo per rendere i files delle nuove Suites INCOMPATIBILI con le vecchie !!??E per giunta, per migliorare all'inconveniente, ha pensato bene di buttare via, di bruciare, di SPUTARE sul danaro di tutti noi contribuenti ad acquistare le nuove versioni di Office !!!??????
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa d'intende per "standardizzazione"!?
      a parte questo il problema èproviamo a chiedere una semplice domanda a tutti i nostri parlamentari "cosa è Excel?"ci sarebbe da ridere ...... per non piangere naturalmentel'unica statistica certa è che tra i nostri parlamentari ci sono 54 pregiudicati (lol .... incredibile ma vero ... una volta i politici divantavano pregiudicati ..... ora i pregiudicati diventano politici ... non c'è che dire scegliamo bene chi ci rappresenta)ma per il resto non esiste una cultura del computer .... ma considerando l'età media degli stessi non c'è poi molto da stupirsi .... il computer è cmq una rivoluzione molto moderna e troppo dinamicae da che mondo e mondo è difficile prendere decisioni buone se non si conosce accuratamente l'argomento, speriamo nelle prossime generazioni .... vedere bambini di 4 anni(lol ... mio nipote) scambiarsi email mi dà molta fiducia per il futuro(almeno in questo campo)
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa d'intende per "standardizzazione"!?
        Alla conferenza stampa di fine anno scorso, il governo ha presentato l'elenco dei provvedimenti approvati dall'inizio della legislatura.Era un foglio Excel. Forse, almeno questi, cosa sia un foglio Excel lo sanno.- Scritto da: Anonimo
        a parte questo il problema è
        proviamo a chiedere una semplice domanda a
        tutti i nostri parlamentari "cosa è Excel?"
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa d'intende per "standardizzazione"!?

      (e si sa bene che ogni versione di
      Office adotta versioni di files non
      compatibili tra loro! dico non compatibili
      all'"indietro")
      Questo è errato, documentati meglio.In ogni caso, visto che hanno un contratto che prevede l'aggiornamento del software sappi che tra pochi mesi Office supporterà XML quindi stai tranquillo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa d'intende per "standardizzazione"!?
        - Scritto da: Anonimo

        (e si sa bene che ogni versione di

        Office adotta versioni di files non

        compatibili tra loro! dico non compatibili

        all'"indietro")



        Questo è errato, documentati meglio.

        In ogni caso, visto che hanno un contratto
        che prevede l'aggiornamento del software
        sappi che tra pochi mesi Office supporterà
        XML quindi stai tranquillo.C'è poco da stare tranquilli visto che da analisi fatte sembrerebbe che lo standard XML per i documenti Office non è completamente rispettato.Voglio proprio vedere se riuscirò ad aprire un documento XML scritto con MSOffice usando OpenOffice.org o StarOffice o qualunque altro editor commerciale o non.Solo allora ne riparleremo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa d'intende per "standardizzazione"!?

          C'è poco da stare tranquilli visto che da
          analisi fatte sembrerebbe che lo standard
          XML per i documenti Office non è
          completamente rispettato.Sempre a reiterare le solite falsita'....mi sembra che queste famose "analisi"si basassero su un articolo nel qualel'autore evidenziava problemi a suadetta poco rilevanti
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa d'intende per "standardizzazione"!?
      Mai sentito parlare di standard de iure e standard de facto?E poi, comunque, Office XP usa anche XML. Il quale è standard de iure.- Scritto da: Anonimo

      Che Office XP Professional adotta per
      default formati di files standard ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa d'intende per "standardizzazion
        - Scritto da: Anonimo
        Mai sentito parlare di standard de iure e
        standard de facto?Si, qui a Napoli è uno standard di facto girare senza casco con il motorino! Ciò non toglie che io continuo a battermi contro i mulini a vento che la cosa è sbagliata! :(
        E poi, comunque, Office XP usa anche XML. Il
        quale è standard de iure.Si, supporta ANCHE xml. Ma il default qualè?Come dire "si, la tua fiat venduta con il vibratore integrato sul sedile supporta anche la modalità vibratore-spento"... ma sai com'è, è un dato di fatto che l'utente non vuole leggersi il manuale ed imparare come disabilitare il vibratore... ne consegue che il 90% degli utilizzatori resta inculato senza rendersene conto! :(Scusa il tono sgarbato, ma sono anni che vengono spiegate queste cose... tu sei il classico gnorri che due anni fa diceva "si, ma word supporta anche RTF", si, bravo pollo, quante persone conosci che salvavano in RTF? Sai quante ne conosco io? ZERO!
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa d'intende per "standardizzazion

          Si, qui a Napoli è uno standard di facto
          girare senza casco con il motorino! Ciò non
          toglie che io continuo a battermi contro i
          mulini a vento che la cosa è sbagliata! :(che a te non vada bene uno standardde facto perche' vuoi solo cose open suLinux non significa che lo standard defacto sia un male, girare senza cascocon il motorino e' un male invecei soliti esempi inutili...
          pollo, quante persone conosci che salvavano
          in RTF? Sai quante ne conosco io? ZERO!sai quante persone se ne farebbero qualchecosa di salvare in RTF ? poco piu' di zero
  • Tony Sarnano scrive:
    I consigli di Magic Bill
    Certo... ricordate quando Magic Bill è venuto in visita al Senato, e il Sig. Presidente Cav. Silvio "tre i" Berlusconi si è vantato di approfittare per chiedere qualche dritta sull'informatizzazione degli organismi statali.E te pareva...:-(
  • Anonimo scrive:
    Enterprise Agreement
    in fin dei conti l'importante è che la Camera dei Deputati almeno per i prossimi tre anni pianifichi le spese per il software, ma più importante è che CONTINUI A SPENDERE, alla faccia di quante versioni, service pack, security update e ammennicoli dovranno installare e alla faccia della compatibilità dei formati dei fileGRAZIE, AVANTI COSI'!!!
  • Anonimo scrive:
    0wn3d
    Total Information AwarenessCosì tutta la camera potrà essere meglio controllata dalla NSA.Mica gli bastano solo le conversazioni telefoniche del quartier generale dell'UE...
  • Anonimo scrive:
    Palladium
    ora sotto col solito flame.
Chiudi i commenti