Stanca e la rivoluzione del broad band

Dichiarazioni


Roma – “La banda larga sta portando una vera e propria rivoluzione epocale e, al tempo stesso, una sfida di cui pochi nel nostro Paese hanno sinora colto l?essenza e soprattutto le enormi ed ancora inesplorate prospettive. Essa non è solo e semplicemente più velocità e capacità di trasmissione di informazioni, ma rappresenta una drastica discontinuità tecnologica con il passato”.

Così il ministro all’Innovazione Lucio Stanca ha esordito nel suo intervento ad un convegno presso Associazione Civita dal titolo Cultura in gioco: le nuove frontiere di musei, didattica e industria culturale nell’era dell’interattività .

Stanca ha equiparato il momento presente al “passaggio dall?automobile all?aeroplano” spiegando che sono necessari “nuovi modelli non solo di comunicazione e informazione, ma anche di produzione dei contenuti digitali, della loro distribuzione, del nuovo business connesso e persino delle relative regole”.

Sul fronte dei contenuti interattivi, Stanca ha parlato di un “mercato dal potenzale enorme” che può trovare nella banda larga un alleato importante per “smaterializzare innumerevoli prodotti che prima avevano una loro fisicità, dal libro al film, dal brano musicale ai beni culturali – musei, istruzione, etc. – creando le prospettive per una nuova industria, determinando una inedita convergenza tra le Tecnologie dell?Informazione e della Comunicazione, l?ICT, e i media e l?elettronica di consumo. E, quindi, andando ad aprire la porta a nuovi modelli e, contemporaneamente, ponendo temi di cui industria e politica non possono non tenere conto”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DuDe scrive:
    Re: Ci risiamo....
    - Scritto da: Anonimo
    Perfettamente d' accordo con la polemica
    sulla censura del sesso in TV, ma
    perchè si fa sempre il contrappunto
    con le scene di violenza e di guerra in
    televisione?
    Ai miei tempi si insegnava che ai bambini si
    dovrebbe permettere di vedere la miseria e
    la sofferenza del mondo (con l' adeguato
    supporto critico dei genitori), altrimenti
    crederanno che la sofferenza peggiore sia l'
    esclusione dalla casa del grande Fratello,
    oppure che la violenza sia quella che si
    vede nei videogiochi o nei filmetti di serie
    B: un grido, uno spruzzetto di sangue e un
    tizio che casca a terra, bello tranquillo e
    silenzioso; tutto molto pulito, tutto molto
    "pietoso", nei videogiochi per di più
    dopo pochi secondi il cadavere scompare. E'
    questa l' immagine della guerra che si
    affida alle nuove generazioni? Cosa ne
    è del sangue, della sofferenza
    continua dei feriti, della gente che, se le
    va bene, ne esce mutilata (dei 4000 feriti
    americani in Iraq, molti si porteranno
    mutilazioni e menomazioni varie per il resto
    della vita, progressi medici o meno), dei
    danni "collaterali" alla popolazione civile?
    Almeno il telegiornale porta testimonianza
    di cosa è la realtà del mondo
    in cui viviamo.
    I bambini farebbero bene a diventare
    consapevoli anche di questo. Questo mio commento e' un pochetto off-topic, ma riguarda appunto la fruizione di immagini che dovrebbero far vedere cosa diamine succede nel mondo.Durante la guerra nei balcani, tutti noi vedevamo la medesima in TV adeguadamente "filtrata" e , nel mio caso, si vedevo la guerra ma non ne ero pienamente consapevole.2 anni dopo, sono stato in vacanza in quegli stessi luoghi, e andando da spalato a Dubrownik ho notato per strada le buche dei mortai, le sventagliate di mitra sui muri delle case,gli edifici della citta' di Dubrownik bombardati e in via di restauro.Dopo averle viste dal vivo mi son reso quasi conto che questi si stavano sparando a 200 km da casa mia, be' v'assicuro che la sensazione che ho provato fu tutt'altro che piacevole, pure vedendola in tv non te ne rendi conto o almeno a me successe cosi'.Tornando a superpippa, e' palese che e' stata silurata per compiacere il canguro, da qui a dire che la censura e' giusta ce ne passa, che sia un canale del piffero, puo' essere o non essere vero, ognuno si fa' la sua idea in merito.Quello che mi chiedo, ma quando superpippa chiese l'autorizzazione, quelli all'autority dormivano? o se ne sono sbattuti altamente tanto che vuoi che succeda? poi qualche compare del kanguro ha fatto la voce grossa, e via a chiudere un canale con un nome cosi' esplicito, che solo un trio di scimmiette poteva non per lo meno sospettare di cosa si sarebbe trattato.
  • Anonimo scrive:
    sempre più censura in giro
    c'è sempre più censura in giro ... :(è inquietante ... invece di essere sempre più liberi, siamo sempre più soggiogati da qualcuno che - lui si - si arroga il potere di essere libero di imporre la sua visione, la sua volontà.come nei cybercafé, ormai persino negli usa.
  • Anonimo scrive:
    Quindi il principio di sky è
    se trasmetti in chiaro ok, fai quello che vuoi. Ma tutti sappiamo i limiti normativi della tv in chiaro. Cmq a sky non interessa chi trasmette in chiaro: non è un concorrente diretto di mercato.Il guaio è che superpippa ha provato a chiedere un canale criptato, ma sarebbe rimasta fuori dal pacchetto sky (quindi concorrente). Ovvio sky non lo ha permesso....cioè: se siete criptati (e quindi a pagamento) o siete con me o non potete esistere...bella concorrenza.Il fatto non è che sia superpippa (che in effetti era il canale che era, ma se qlc1 la guardava allora a qlc1 piaceva).Il fatto è che se uno è fuori mercato stia pure li dove sta, se diventa concorrente allora lo facciamo fuori, con la scusa più adatta e solida al caso in questione (in questo caso era facile da trovare).Riflettete: superpippa era in palese violazione da tempo. Perchè l'hanno chiusa in tutta fretta solo ora? Distrazione? Non credo. Di sicuro superpippa non farà una bella fine, ma spero almeno che la sua reazione faccia si che il fattaccio non resti insabbiato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi il principio di sky è
      - Scritto da: Anonimo
      se trasmetti in chiaro ok, fai quello che
      vuoi. Ma tutti sappiamo i limiti normativi
      della tv in chiaro. Cmq a sky non interessa
      chi trasmette in chiaro: non è un
      concorrente diretto di mercato.
      Il guaio è che superpippa ha provato
      a chiedere un canale criptato, ma sarebbe
      rimasta fuori dal pacchetto sky (quindi
      concorrente). Ovvio sky non lo ha
      permesso....cioè: se siete criptati
      (e quindi a pagamento) o siete con me o non
      potete esistere...bella concorrenza.
      Il fatto non è che sia superpippa
      (che in effetti era il canale che era, ma se
      qlc1 la guardava allora a qlc1 piaceva).
      Il fatto è che se uno è fuori
      mercato stia pure li dove sta, se diventa
      concorrente allora lo facciamo fuori, con la
      scusa più adatta e solida al caso in
      questione (in questo caso era facile da
      trovare).
      Riflettete: superpippa era in palese
      violazione da tempo. Perchè l'hanno
      chiusa in tutta fretta solo ora?
      Distrazione? Non credo. Di sicuro superpippa
      non farà una bella fine, ma spero
      almeno che la sua reazione faccia si che il
      fattaccio non resti insabbiato.e vero....ma per alcuni dicono che non è vero, e che sky non c'entra niente
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi il principio di sky è
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        se trasmetti in chiaro ok, fai quello
        che

        vuoi. Ma tutti sappiamo i limiti
        normativi

        della tv in chiaro. Cmq a sky non
        interessa

        chi trasmette in chiaro: non è un

        concorrente diretto di mercato.

        Il guaio è che superpippa ha
        provato

        a chiedere un canale criptato, ma
        sarebbe

        rimasta fuori dal pacchetto sky (quindi

        concorrente). Ovvio sky non lo ha

        permesso....cioè: se siete
        criptati

        (e quindi a pagamento) o siete con me o
        non

        potete esistere...bella concorrenza.

        Il fatto non è che sia superpippa

        (che in effetti era il canale che era,
        ma se

        qlc1 la guardava allora a qlc1 piaceva).

        Il fatto è che se uno è
        fuori

        mercato stia pure li dove sta, se
        diventa

        concorrente allora lo facciamo fuori,
        con la

        scusa più adatta e solida al
        caso in

        questione (in questo caso era facile da

        trovare).

        Riflettete: superpippa era in palese

        violazione da tempo. Perchè
        l'hanno

        chiusa in tutta fretta solo ora?

        Distrazione? Non credo. Di sicuro
        superpippa

        non farà una bella fine, ma spero

        almeno che la sua reazione faccia si
        che il

        fattaccio non resti insabbiato.

        e vero....ma per alcuni dicono che non
        è vero, e che sky non c'entra nienteGuardate che Sky (anche per il discorso dei decoder) è messa bene.. nel senso che è la commissione europea che gli ha dato tutte le autorizzazioni.Quando Sky comprò sia Tele+ che Stream fece in modo che la commissione europea accertasse che in italia non c'era posto per 2 televisioni satellitari e quindi a seguito di questo ricevette il permesso di poter fare come piu gli piaceva (compreso cambiare i decoder e passare dal seca2 all'NDS).Ora non lamentiamoci.Se abbiamo qualcosa da dire diciamola a chi in europa poteva fare e non ha fatto ... magari lamentiamoci anche con chi, essendo italiano ed essendo alla presidenza della commissione, non ha fatto nulla consentendo quello che difatto è un monopolio
  • Anonimo scrive:
    un link dove si parla di questa storia
    sul sito di fiorello cortina, qualcuno ha aperto una discusione...ovviamente ci sono anche i (troll) del moigehttp://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2258&forum=4&viewmode=flat&order=ASC&start=20
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci risiamo....
    - Scritto da: Anonimo
    Perfettamente d' accordo con la polemica
    sulla censura del sesso in TV, ma
    perchè...Quoto tutto in pieno!Salutoni da GiGiO
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci risiamo....
    Perfettamente d' accordo con la polemica sulla censura del sesso in TV, ma perchè si fa sempre il contrappunto con le scene di violenza e di guerra in televisione?Ai miei tempi si insegnava che ai bambini si dovrebbe permettere di vedere la miseria e la sofferenza del mondo (con l' adeguato supporto critico dei genitori), altrimenti crederanno che la sofferenza peggiore sia l' esclusione dalla casa del grande Fratello, oppure che la violenza sia quella che si vede nei videogiochi o nei filmetti di serie B: un grido, uno spruzzetto di sangue e un tizio che casca a terra, bello tranquillo e silenzioso; tutto molto pulito, tutto molto "pietoso", nei videogiochi per di più dopo pochi secondi il cadavere scompare. E' questa l' immagine della guerra che si affida alle nuove generazioni? Cosa ne è del sangue, della sofferenza continua dei feriti, della gente che, se le va bene, ne esce mutilata (dei 4000 feriti americani in Iraq, molti si porteranno mutilazioni e menomazioni varie per il resto della vita, progressi medici o meno), dei danni "collaterali" alla popolazione civile?Almeno il telegiornale porta testimonianza di cosa è la realtà del mondo in cui viviamo.I bambini farebbero bene a diventare consapevoli anche di questo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci risiamo....
    - Scritto da: Anonimo
    No al sesso in tv , ma le immagini delle
    guerre con morti e sangue si, eh ???
    L' ipocrisia dei benpensanti NON HA FINE.....Gia.... e poi poveri genitori che hanno dei rapresentanti fascionazisti come il moige......
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione di principio....
    - Scritto da: Anonimo
    Superpippa fa ca**re, siamo d'accordo.....
    Ma qua c'è in gioco ben altro.....
    Troppo comodo ( e pericoloso ) censurare o
    chiudere canali e siti che hanno nel loro
    palinsesto programmi e articoli non graditi
    ai soliti noti...
    Oggi Superpippa, domani Newglobal.it e poi
    alla fine chissà....pure PUNTO
    INFORMATICO???

    NO AI NUOVI TORQUEMADA.......!!
    E questo che mi fa inc@zzare! Ma ci sono alcuni che sono contenti di questa censura purtroppo.
  • Anonimo scrive:
    Questione di principio....
    Superpippa fa ca**re, siamo d'accordo.....Ma qua c'è in gioco ben altro.....Troppo comodo ( e pericoloso ) censurare o chiudere canali e siti che hanno nel loro palinsesto programmi e articoli non graditi ai soliti noti...Oggi Superpippa, domani Newglobal.it e poi alla fine chissà....pure PUNTO INFORMATICO???NO AI NUOVI TORQUEMADA.......!!
  • Anonimo scrive:
    Ci risiamo....
    No al sesso in tv , ma le immagini delle guerre con morti e sangue si, eh ???L' ipocrisia dei benpensanti NON HA FINE.....
Chiudi i commenti