Stanca ha una visione. Condivisa

E la propone a Regioni ed Enti locali: cinque punti per trasformare l'Italia in Italy, con nuove dialettiche centro-periferia trapiantate nel cyber-government che verrà. In vista un maxi-incontro per inquadrare il tutto. The Stanca Vision


Roma – Un nuovo rapporto con le Regioni fondato sulla centralità dell’innovazione e sui punti cardine della riforma tecnologica del paese. Questa la “visione”, la chiama proprio così, che il ministro all’Innovazione Lucio Stanca ha voluto ieri proporre alle Regioni e agli Enti locali.

La “visione condivisa” di cui parla Stanca pone le tecnologie al centro ed è emersa nel corso della seconda riunione del Comitato Strategico della Commissione permanente per l’innovazione e le tecnologie, e la sua sostanza verte essenzialmente su cinque aspetti:

– il Sistema pubblico di connettività
“Che consentirà, tra l’altro, di garantire l’inclusione di tutte le P.A. centrali e locali e di assicurare l’interoperabilità e standard comuni di funzionalità e sicurezza”

– disponibilità degli strumenti per l’accesso alla rete degli utilizzatori dei servizi on line
come la Carta Nazionale dei Servizi di cui è già stata avviata la sperimentazione e che entro fine 2003 sarà in possesso di oltre tre milioni di italiani

– i portali locali e nazionali
punti di accesso per l’erogazione dei servizi in rete al cittadino

– sicurezza dei servizi pubblici on line
nell’ottica della nuova architettura di “governo digitale” assume un’importanza centrale

-lo sviluppo di “modelli per l’interoperabilità”
come, ad esempio, il Sistema Informativo del Lavoro, in grado di garantire l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro su tutto il territorio nazionale.

Il prossimo marzo, ha poi concluso Stanca, si avrà il maxi-incontro “Prima Conferenza per l’innovazione nelle Regioni Italiane”, per porre il tema dell’innovazione locale al centro dei lavori della “Conferenza Europea sull’e-Government” che aprirà, a luglio, il semestre di Presidenza italiana dell’Unione Europea.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pippo75 scrive:
    Re: GPL non fa guadagnare??


    Come in ogni ambito cio` che rovina il
    mercato e` il monopolio e nel campo del
    software il monopolio si chiama MS non certo
    GPL.il problema della GPL è il seguente:Io investo 100.000 euro tra istruzione del personale, ricerche, marketing ed altre cose sviluppo un mio programma e lo vendo sotto GPLil mio concorrente compra questo e lo rivende ad un decimo di quanto lo vendo io (con la GPL puo') dato che non ha avuto spese di sviluppo puo' ridurre il prezzo.Cosa succede: io ho rimesso 100.000 euro e a parità di prodoto tu quale comperi, quello che costa 100 oppure quello che costa 10?.Se vorro' sviluppare sotto GPL dovro' tagliare i costi di sviluppo e ricerca, meno sold che vanno all'occupazione.esempio che vedo io:vuoi i sorgenti, benissimo te li vendo (paghi oltre al software anche i sorgenti), ma nella licenza ti dico che non puoi farmi diretta concorrenza, puoi farli modificare da chi vuoi ma non venderlo a fine di lucro e neanche darli in giro in pubblico.Una licenza simile era presente nel delphi, si poteva usare il motore del paradox (e anche del delphi) per tutto quello che si voleva ma non per fare prodotti in concorrenza con Borland.ciao
  • Anonimo scrive:
    GPL non fa guadagnare??
    Qua si legge di tutto. Che la GPL e` come l'AIDS, che rovina ilmercato ed altre bestialita`. La potenza mediatica di MS non e` perniente da sottovalutare visto i tanti e dannosi effetti.Come in ogni ambito cio` che rovina il mercato e` il monopolio e nel campo del software il monopolio si chiama MS non certo GPL.Detto questo la GPL non rovina il mercato, semmai rovina il mercato di MS. I soldi continueranno a girare ma in mano diverse. Lo scopo della GPL e` rendere lo sviluppo del software piu` produttivo (perche` non si riscrive sempre tutto da zero, ma ci si puo` basare su un SW esistente, visto che e` open source). Se si produce software piu` in fretta ci si puo` permettere di fare piu` personalizzazioni e per questo ci si puo` fare pagare e anche bene. Il giro di denaro si puo` spostare da i grandi colossi alle piccole software house unpo' come la dualita` della grande industria verso la piccola industria e l'artigianato. E sappiamo tutti che l'Italia vive grazie alla piccola industria.Salve a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Malinteso


    No, sbagliato. Io dico che con la GPL si
    perde una bella fetta di guadagni rispetto
    al closed. Si guadagna qualcosa lo stesso,
    ma si riduce di molto in modo drastico il
    fatturato del settore e il giro di soldi. (E
    di conseguenza i lavoratori e il beneficio
    sociale per l'economia)
    Questo è quello che ho detto io. Non è la
    stessa cosa!in questa fase storico-economica di globalizzazione capitalistica il continuo aumento di denaro circolante NON aumenta il benessere sociale anzi lo sta diminuendo soprattutto per le tendenze oligopolistiche del grande capitale, la scomparsa del modello fordista in favore di un modello estremamente finanziarizzato...

    E per impedire che possa prendere il
    sopravvento in ambito governativo non per i
    suoi meriti, ma solo perchè GPL.be l'esse GPL garantisce una maggior trasparenza rispetto al CLOSED e permette ai governi di personalizzare a proprio piacimento
    Che con tutti i suoi enormi difetti è come
    andare a letto (involontariamente) con un
    sieropositivo...(scusate ma su 2 piedi non
    mi vengono esempi meno "polemici" e di
    cattivo gusto! ^_^). Per ora sembra che stia
    bene e della malattia nemmeno te ne accorgi;
    poi però quando si ammala è troppo tardi,
    per lui e per te!perche il SW Closed non ha difetti? vedi la differenza in caso di presenza di difetti e' che nel caso "closed" sarebbe come prendere l'aids da una prostituta d'alto borgo pagando di piu per non usare il condom nel caso dell gpl prenderlo da un rapporto occasionale...
    La GPL ha dei bachi enormi come una casa!
    Finchè non iniziate a fare un po' di
    debugging e vi fidate ciecamente e
    acriticamente del suo contenuto, non vi
    accorgerete dell'errorre che state
    compiendo! Quando il bug viene fuori e il
    programma crasha è troppo tardi! In questo
    caso il morto c'è scappato, è troppo tardi
    per rimediare!
    il SW CLOSED e' BUGS-FREE? solo che non te lo puoi aggiustare perche e' illegale anzi ti dico di piu...spesso NON CONVIENE fare controlli accurati sui BUGS perche come disse un master bocconi sulle spese della sicurezza all'indomani del rogo della camera iperbarica(avvenuto in ospedale privato) sono spese IMPRODUTTIVE
    Quantomeno iniziate a valutare l'ipotesi che
    la GPL sia fallata!si lo e' , e' TROPPO POCO restrittiva ed e' difficilmente impugnabile..ma l'idea e' buona
    Potete farlo, solo per un attimo?fatto!
    Rifletteteci su! Non bevetevela senza
    pensarci!
    Manco fosse il Corano rivelato da Dio!
    dio ha rivelato "Il Manifesto" e "Il Capitale" non il Corano scherzo lo so che dio non esiste...:))


    perche' qualcosa scritto sotto GPL non ti

    sottrae nulla, anzi ti aggiunge degli

    strumenti che puoi usare

    No, perchè ti obbliga a sottometterti ai
    suoi termini. Quindi o ti inchini al suo
    volere o rimane autorefrenziale e non esce
    dal suo gruppo. In 2 parole: la GPL serve
    solo a sè stessa! Stop!
    no dice: "se vuoi puoi vendere il mio SW impacchettarlo per bene, compilarlo,ricompilarlo ,modificarlo,debuggarlo aggiungerci bug , fa quel cazzo che ti pare basta che non cambi licenza perche non voglio che il mio codice sia usato dalle major del sw che chiudono la conoscenza e non contribuiscono"(e aggiungo io "mi stanno anche un po sulle palle")

    Il formato è un finto problema! Per il
    formato nons erve a niente la GPL. Se si
    vuole un formato aperto, basta che si
    spingano le ditte software (anche
    obbligandole da parte dei governi) a
    delineare uno standard.ma lo standard DEVE essere gratuito e liberoe se qualcuno non lo adotta o lo adotta come secondario il suo SW, TUTTO il SW di quella SW ..DEVE essere bandito dalla PA ma vedi nell'informatica il formato e' tutto non e' come la vite nell'automobile
    In tutti gli altri settori industriali si fa
    così (in genere si riuniscono le aziende da
    sole, ma nulla vieta di imporlo).
    Esiste una cosa chiamata ISO apposta per
    quello!
    (O svariati altri consorzi, dall'W3C in giù,
    per rimanere all'ambito Internet)
    certo e FrontPage non genera codice (salvo modifiche a manina) conforme W3C quindi MSva bandita dalla PA
    Con la GPL il problema non c'entra NIENTE di
    NIENTE!


    E questo non per un attacco di

    estremismo comunista, ma per il semplice

    fatto che se lo strumento software diventa

    indispensabile, io libero cittadino non
    devo

    essere costretto ad acquistare il prodotto

    di una sola azienda.

    Infatti devo avere la possibilità di poterlo
    comprare da più aziende. C'entra qualcosa
    con la GPL la concorrenza fra aziende?
    si se i formati sono liberi (e' il minimo) io scelgo non in base al fatto che tutti ce l'hanno ma in base alle mie esigenze economiche (il SW proprietario si PAGA)o tecniche e cmq col SW Libero il SW nonLibero puo convivere il tutto nella libera concorrenza ma senza attingere dal codice liberoOpenCurcio "chiamiamo comunismo quella cosa che cambia lo stato di cose esistenti"
  • Nic scrive:
    Re: Futuro a scadenza (x FamosoP)

    Genio, guarda che il 99% di queste aziendine
    fa software closed e ci tiene che riamanga
    tale, visto che non gli fa piacere che il
    loro lavoro vada in giro e che la
    concorrenza possa fregarli offrendo il loro
    stesso prodotto rimaneggiato!Solitamente, dipende dal contratto, quando si scrive software ad-hoc su commissione per risolvere il tal problema si fornisce al cliente tutto il necessario affinchè qualcun'altro possa riprendere da dove eri arrivato. Documentazione, motivazioni delle soluzioni adottate, e anche i sorgenti.Molto spesso è il cliente stesso di un servizio di consulenza complessivo (quindi comprendente software scritto appositamente) che cambiando da un fornitore all'altro per un qualsiasi motivo obbliga il fornitore precedente a dare al fornitore successivo quanto necessario per poter garantire la continuità del lavoro.Di solito è una delle clausole previste dal contratto di fornitura, se il cliente non è un cretino!Mi sa tanto che il mondo di fantasia non lo devi inventare... ce l'hai intorno...
  • Nic scrive:
    Re: Futuro a scadenza (x FamosoP)

    Genio, guarda che il 99% di queste aziendine
    fa software closed e ci tiene che riamanga
    tale, visto che non gli fa piacere che il
    loro lavoro vada in giro e che la
    concorrenza possa fregarli offrendo il loro
    stesso prodotto rimaneggiato!Solitamente, dipende dal contratto, quando si scrive software ad-hoc su commissione per risolvere il tal problema si fornisce al cliente tutto il necessario affinchè qualcun'altro possa riprendere da dove eri arrivato. Documentazione, motivazioni delle soluzioni adottate, e anche i sorgenti.Molto spesso è il cliente stesso di un servizio di consulenza complessivo (quindi comprendente software scritto appositamente) che cambiando da un fornitore all'altro per un qualsiasi motivo obbliga il fornitore precedente a dare al fornitore successivo quanto necessario per poter garantire la continuità del lavoro.Di solito è una delle clausole previste dal contratto di fornitura, se il cliente non è un cretino!
  • Nic scrive:
    Re: Futuro a scadenza (x FamosoP)

    Genio, guarda che il 99% di queste aziendine
    fa software closed e ci tiene che riamanga
    tale, visto che non gli fa piacere che il
    loro lavoro vada in giro e che la
    concorrenza possa fregarli offrendo il loro
    stesso prodotto rimaneggiato!Solitamente, dipende dal contratto, quando si scrive software ad-hoc su commissione per risolvere il tal problema si fornisce al cliente tutto il necessario affinchè qualcun'altro possa riprendere da dove eri arrivato. Documentazione, motivazioni delle soluzioni adottate, e anche i sorgenti.Molto spesso è il cliente stesso di un servizio di consulenza complessivo (quindi comprendente software scritto appositamente) che cambiando da un fornitore all'altro per un qualsiasi motivo obbliga il fornitore precedente a dare al fornitore successivo quanto necessario per poter garantire la continuità del lavoro.Di solito è una delle clausole previste dal contratto di fornitura, se il cliente non è un cretino!
  • Nic scrive:
    Re: Futuro a scadenza (x FamosoP)

    Genio, guarda che il 99% di queste aziendine
    fa software closed e ci tiene che riamanga
    tale, visto che non gli fa piacere che il
    loro lavoro vada in giro e che la
    concorrenza possa fregarli offrendo il loro
    stesso prodotto rimaneggiato!Solitamente, dipende dal contratto, quando si scrive software ad-hoc su commissione per risolvere il tal problema si fornisce al cliente tutto il necessario affinchè qualcun'altro possa riprendere da dove eri arrivato. Documentazione, motivazioni delle soluzioni adottate, e anche i sorgenti.Molto spesso è il cliente stesso di un servizio di consulenza complessivo (quindi comprendente software scritto appositamente) che cambiando da un fornitore all'altro per un qualsiasi motivo obbliga il fornitore precedente a dare al fornitore successivo quanto necessario per poter garantire la continuità del lavoro.Di solito è una delle clausole previste dal contratto di fornitura, se il cliente non è un cretino!
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    (Risposta di Alessandro che non ha ancora voglia di registrarsi)- Scritto da: Ekleptical
    BeOS non è stato AFFATTO affossato dalla
    Microsoft, ma da altre 2 cose:
    1) L'incapacità manageriale e gestionale di
    Gassè (il CEO e fondatore) che già prima che
    partisse il progetto aveva idee ben pocoE qui non si puo` dire niente. Amiga e` stata affossata per lo stesso motivo.
    2) Da Apple, a cui Be aveva proposto il
    sistema. Doveva rimpiazzare il vetusto Mac
    OS (non ricordo più che versione). Erano
    quasi arrivati ad un accordo, poi la Apple
    ha riassunto Steve Jobs che ogni tanto una
    grossa vaccata la deve fare pure lui e gli
    ha detto di no, mettendoli alla porta!Sai chi ha messo Steve Jobs dov'e`?La versione ufficiale e` che sia tornato lui per non vedere morire la sua creatura, quella ufficiosa e` che la NeXT stava andando a rotoli e la MS per pararsi il culo nel processo antitrust abbia rimesso Jobs alla Apple e gli abbia detto: fai un computer cosi` e cosi`, ti lasciamo questa fetta di mercato, sfruttala. [Usa BSD!] (messaggio subliminale)L'importante e` che guadagni un po' di mercato e che non dichiari in tribunale che stiamo adottando tecniche monppolistiche per farti fuori.E infatti la Apple vive nel suo angolino, anzi, sopravvive perche` di utili ne fa pochini per una industria che fa sia software che hardware.
    Da lì inizia il declino! (E il Mac OS èIl declino e` iniziato anche per un altro motivo: BeOS girava perfettamente su hardware CHRP. Cosi` come ci sarebbe girata la nuova versione di AmigaOS e un'altra decina di S.O. tra cui quello di PhaseV.Il CHRP era una piattaforma sviuppata da Apple e Motorola per i PPC.Poi arriva Jobs e dice che i Mac NON SARANNO MAI CHRP-compliant, ma che useranno una ROM closed source e una architettura un po' diversa, che usa un chip diverso per l'interazione tra il bus e il processore e BUM: fallite BeOS, PhaseV, Amiga inc.Non sono falliti gli altri S.O. (open source) che si sono prontamente buttati su Intel per continuare lo sviluppo, ma si parla in tutti i casi di progetti hobbistici.
    Quindi, Microsoft non c'entra un tubo! LaSaro` paranoico, ma da quel che ho visto e letto io in giro, la MS c'entra sempre quando si parla di IT.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    (Sono Alessandro, non ho voglia di registrarmi adesso)
    Il team del BeOS era composto da un
    centinaio di persone! Ha prodotto il SO più
    avanzato tecnicamente (almeno nel desktop)Persone altamente innovative che hanno preso liberamente spunto da innovazioni introdotte da AmigaOS e da S.O. allo stato embrionale e visti solo a livello universitario (ero alla presentazione italiana di BeOS e BeBox, so di cosa sto parlando).Ti ricordo che stiamo parlando del 1992.
    Il team Amiga era composto da ancora meno
    persone ed ha inventato il computer più
    innovativo per l'epoca!Qui siamo al 1984, il team non era team Amiga ma team Lorraine e non era della Commodore.
    La Microsoft paga 4000 perosne per lavorare
    a Windows!Nel 2001...Ti faccio un sunto del tutto:1984: nasce il primo propotipo di Amiga, ci lavorano una decina di persone. Un videogame richiede UN programmatore1990-91: nasce BeOS, ci lavorano una cinquantina di persone, un videogioco richiede un team di una cinquantina di persone.2002: MS ha bisogno di 4000 persone per Windows, un videogioco richiede quasi un migliaio di personeQuesto ti porta alla conclusione (di cui parlavo in un altro messaggio) che per scrivere un S.O. nuovo, adesso, con le potenzialita` di Windows (per quanto mal implementate, ci sono) servono molte persone, ma soprattutto molto tempo.E pensa che alla MS non scrivono nemmeno lo strato di rete del S.O. perche` prendono quello di BSD, quindi avrebbero bisogno di altre 1000 persone... :PCome puo` permettersi il Peru o chiunque altro di stare senza informatizzazione nazionale per 3-4 anni, pegando 5000 persone che rappresentano l'un per diecimila della popolazione e che dovrebbero risollevare l'economia?
    Vuoi dirmi che uno stato non ha soldi per
    pagare 4000 persone?E tu vuoi dirmi che credi veramente che se lo Stato da` lavoro a 4000 persone risolleva l'economia? E vuoi dirmi che uno Stato qualsiasi per risollevare l'economia va a investire direttamente in qualcosa? L'hai dato l'esame di Economia Politica? Beh, io ho nozioni da Scuola Superiore ma so benissimo che questo non puo` accadere. Solo gli Stati comunisti ragionavano cosi` e sono miseramente falliti proprio per questo motivo,.Uno Stato puo` creare volano (e qui ti spiego dove entra in gioco la GPL e come puo` risollevare uno Stato come il Peru) per esempio appaltando la localizzazione di Linux in peruviano, richiedendo alle aziende private una personalizzazione di Gnome per gli uffici pubblici peruviani, facendosi fare un software o facendolo adattare per il sistema postale nazionale.In questo modo raggiunge due risultati:1- innova e rende piu` sicura la PA dal punto di vista informatico2- crea know-how che e` piu` importante dei soldi in un paese del terzo mondoInoltre avrebbe il vantaggio indiretto di disporre di tutte le innovazioni introdotte da altri, che creano ulteriore know-how oltre a portare miglioramenti a tutto il sistema informatico nazionale.Il tutto grazie al fatto che Linux e` sotto GPL. Se dovessero localizzare Windows dovrebbero chiedere per favore alla MS se per piacere potesse per carita` avere la gentilezza misericordiosa di localizzare Windows in peruviano, altrimenti ciccia: reverse engineering, denuncia della MS contro lo Stato Peruviano. Vince MS, Peru in fallimento per pagare la multa.A parte le battute, non guardare il piccolo, quando pensi a una economia nazionale hai a che fare con milioni di persone, centinaia di migliaia di aziende, centinaia di milioni di conseguenze per ogni legge che fai, miliardi di miliardi di interazioni tra le parti.Non puoi pensare che perche` crei 5000 posti di lavoro (temporanei) l'economia si risollevi.
    IBM e HP si sono buttati su Linux perchè gliI motivi sono: milioni di sviluppatori che lo programmano e fanno betatesting e bug-squashing, oltre che auditing "onesto"; moda (Linux va di moda, ora...); diminuzione dei costi di produzione, impiegabili in R&D.
    4000 persone alla Microsoft lo fanno!MS ha un monopolio, impossibile da scalfire in alcun modo se non con software gratis.Questo perche` la MS OBBLIGA i produttori di computer a mettere Windows preinstallato nei PC. O almeno li obbligava, ora pare che con alcuni non possa piu` farlo, ma altri sono costretti ancora a sottostare alla minaccia.
    Apri le pagine gialle della tua città! Ci
    sono varie ditte che fanno software!E che software pensi che facciano? Prettamente verticale: mi serve un programma per calcolare quanto spendo in puttane al mese -
    ecco il software. Mi serve un programma per fare tabelle -
    compra Excel, ti costa meno.
    Nemmeno nel GPL. Tutto ilsoft che usi è fatto all'estero.
    Citami un progetto importante Made In Italy.Galeon (Marco Pesenti Gritti)Ma nel campo della GPL non esistono confini geografici. Ci sono ottimi programmatori del kernel italiani, uno su tutti Andrea Arcangeli. Mentre Alessandro Rubini e` l'autore di uno dei migliori libri di kernel hacking esistenti: Linux Device Drivers.Come vedi, per fortuna, la GPL ha portato alla crescita del Know How in Italia in campo IT. Senza di essa saremmo rimasti alla Olivetti che e` fallita e si limitava a assemblare PC e venderli con Windows, e saremmo rimasti nel misero guscio degli "utilizzatori finali".Spero tu sappia che il Know How nel lungo periodo produce ricchezza.D'altronde l'India deve ringraziare solo il Know How se e` cresciuta come dici tu. Sai che prima dell'esplosione della bolla della New Economy il 30-40% dei tecnici delle suddette aziende esplose erano indiani? E che hanno trovato lavoro grazie soprattutto agli stipendi piu` bassi della norma, ma anche al Know How, ma che lo stavano esportando all'estero senza portare guadagni al loro paese, e che l'India deve praticamente solo ringraziare che la bolla sia esplosa, altrimenti avrebbero visto i loro migliori tecnici continuare ad andare all'estero.


    Fai le reti tutte in WirelessNon avendo una infrastruttura di rete esistente e soprattutto non avendo una legislazione restrittiva come in Italia, le reti wireless sono il modo piu` economico di sviluppare una rete da 0.A patto poi di tenere sotto controllo le emissioni radio, la sovrapposizione delle bande di frequenza, la sicurezza dei dati in transito.
    Il PeruOS no. L'india closed sì, sta
    campando centinaia di migliaia di persone!L'India closed e` closed perche` il governo ha stretto un contratto con Bill Gates (che 3-4 anni fa ha fatto un giretto nei paesi orientali proprio per questo motivo) che fa adottare al paese S.O. MS.l'ho sempre detto io: Bill Gates e` un genio del marketing. Averne uno come lui che lavori per la FSF sarebbe la morte della MS e il dominio del mondo per Linux.Peccato che come tecnico (lui e il suo staff) non siano allo stesso livello...
    Perchè i Linux fan non accettano i fatti?Perche` non ci sono fatti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    - Scritto da: Ekleptical

    Se io scrivo un software sono libero di

    licenziarlo come mi pare e piace.

    Fallo, ma sappi che stai producendo un danno
    all'economia del pianeta!
    Che ti piaccia o no, che te ne freghi o no!
    Il perchè l'ho espresso già in tutte le sue
    varianti qua in giro!



    Oppure vorresti vietare la GPL per legge ?

    Quando hai di fronte un virus, la cura è
    isolarlo e tenerlo lì. Finroa la cura
    funziona.
    Altrimenti credo vada vietato per legge! Non
    si può lasciargli danneggiare tanti cervelli
    ed un intero settore economico!Eccone un altro che ha deciso cosa è bene per il mondo e vuole imporlo agli altri... non bastavano Hitler, Stalin, e via cantando...

    Fa bene il Ministero del'Economia italiana
    (fortemente orientato allo sviluppo di
    ricchezza, per l'impostazione del
    governo!..che lo si critichi o no! ..e io in
    genere sono nella 1! ^_^)
    Nell'ultimo bando ha vietato esplciitametne
    l'Open Source! Credo che da Bush in poi sarà
    una tendenza che si diffonderà a macchia
    d'olio.
    Evidentemente loro hanno capito il pericolo.
    Finchè i governanti la pensano così siamo a
    posto! Il virus rimarrà circoscritto!Sei proprio senza speranza.Keynes e Bush. Il governo italiano e Bill Gates.Forse quelli come te la meritano davvero la guerra che si sta preparando, con il suo corollario di morti di fame ammazzati per profitto (o lucro).
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    Mi sembra chiaro che bisogna guardare il contesto in cui vanno applicati certi strumenti...Anch'io penso che se questo povero Perù è così sfigato da non avere nemmeno delle risorse natuarali da sfruttare e vuole dar pane ai suoi poveri abitanti (potrebbero andare in Brasile? Belle donne, mare, sole... risolto il problema) tramite il software allora non produrrà con la GPL. Magari creerà PeruvianOS 3D . NET, un sistema operativo diverso da quello degli altri concorrenti, magari con interfaccia 3D, e chiuso. Cmq, a mio avviso, qualche parte del SO potrebbe essere rilasciata con qualche licenza open, stile OpenOffice. In questo modo potrebbero sviluppare più rapidamente qualche parte del SO e magari diffonderlo maggiormente fuori dal Perù....Cmq vedo diverso il discorso per paesi ricchi tipo USA o Italia (ancora per poco... tra poco ItalianOS se continua così).Secondo me, nelle pubbliche amministrazioni di questi paesi la GPL è perfettamente adottabile. Non sto parlando di obbligare che ne so, il ministero della difesa ad usare missili GPL, è chiaro che la forma di licenza migliore in questi casi è open (così almeno vedono se i missili non sono programmati per colpire Roma) ma non GPL. Il mio parere è che nella pubblica amministrazione, per motivi di trasparenza, libertà e correttezza nei confronti dei cittadini contribuenti, sia auspicabile l'uso della GPL (ovviamente solo nel caso di software fatto per o da una pubblica amministrazione) , in modo che nessuna ditta possa lucrare sul lavoro pagato dai contribuenti. Per di più si avrebbe anche un risparmio nella produzione di questo software, vantaggio dato dal riuso di software intrinseco nei prodotti GPL. Questi soldi risparmiati potrebbero venire, in questo modo, utilizzati da qualche altra parte, che ne so, per fare il ponte sullo stretto di messina o per costruire un'autostrada sopra il colosseo...Paguro
  • Anonimo scrive:
    Re: Malinteso
    - Scritto da: Anonimo

    tu dici che con

    la GPL non si guadagna, pertanto e' un
    bene

    che ci siano tipi di license closed.

    No, sbagliato. Io dico che con la GPL si
    perde una bella fetta di guadagni rispetto
    al closed. Si guadagna qualcosa lo stesso,
    ma si riduce di molto in modo drastico il
    fatturato del settore e il giro di soldi. (EForse cosi' le ditte inizieranno a realizzareeffettivamente un prodotto che valga il loroprezzo?
    di conseguenza i lavoratori e il beneficio
    sociale per l'economia)
    Questo è quello che ho detto io. Non è la
    stessa cosa!Ti faccio una domanda volutamente "provocatoria":allora il mondo del volontariato negli ospedali sottraelavoro agli infermieri ?Bye :-)
  • Alessandrox scrive:
    Re: Dati reali?
    Stavamo considerando anche i Web Servers....anzi soprattutto.- Scritto da: Ekleptical

    Linux-Windows) e' molto piu' indicativa
    una

    notizia come:

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=41997

    insieme alla semplice considerazione che

    BIND e' il DNS piu' usato...

    E allora? Tutti i server DNS del mondo
    useranno BIND. Supponiamo che sia vero!

    Questo che dimostra? Mi estrapoli da questo
    che tutti i computer usano Linux?
    Fai una statistica e trovi tendenze da una
    percentuale infinitesima del totale?
    Ma secondo te quanti sono i server DNS sul
    totale mondiale dei server?
    Che discorsi fai?

    Io ho presentato statistiche ufficiale del
    più grande istituto di analisi di mercato
    infomratico del mondo, sul totale globale!
    Non una stima tratta da una percentuale
    dello 0,0001% del tutto!

    Perchè i Linuxari si attaccano a tutte le
    cose più infinitesime, presentandole come
    grandi conquiste?
  • Anonimo scrive:
    Re: Futuro a scadenza (x FamosoP)
    cretino ci sono tantissime azxiende che fanno lavori su commissione sotto GPL, eppure vendono lo stesso e campano bene, anche perche' se qualcuno gli prende il codice poi e' a sua volta costretto a metterlo sotto GPL insieme alle eventuali feature e miglioramenti aggiunti, come anche il tuo cervellino puo' capire questo non danneggia nessuno ma e' vantaggioso per tutti
    Poi torna viveve nel tuo fantasioso e
    nicchioso mondo di pinguini e personaggi di
    Toy Story e divertiti!
    Stammi bene e salutami Nonno Puffo quando lo
    vedi!
    Ciao ciao!il bello e' che pensi di aver capito tutto dell' economia del ITmi metti una tristezza...FamosoPorcoDi3Lettere
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    Se io scrivo un software sono libero di
    licenziarlo come mi pare e piace.Fallo, ma sappi che stai producendo un danno all'economia del pianeta!Che ti piaccia o no, che te ne freghi o no!Il perchè l'ho espresso già in tutte le sue varianti qua in giro!
    Oppure vorresti vietare la GPL per legge ?Quando hai di fronte un virus, la cura è isolarlo e tenerlo lì. Finroa la cura funziona.Altrimenti credo vada vietato per legge! Non si può lasciargli danneggiare tanti cervelli ed un intero settore economico!Fa bene il Ministero del'Economia italiana (fortemente orientato allo sviluppo di ricchezza, per l'impostazione del governo!..che lo si critichi o no! ..e io in genere sono nella 1! ^_^)Nell'ultimo bando ha vietato esplciitametne l'Open Source! Credo che da Bush in poi sarà una tendenza che si diffonderà a macchia d'olio.Evidentemente loro hanno capito il pericolo. Finchè i governanti la pensano così siamo a posto! Il virus rimarrà circoscritto!
  • TeX scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    - Scritto da: Ekleptical....
    Peccato che io stessi parlando di discorsi
    un filo più ad ampio respiro!Il discorso a più ampio respiro è ovviamente quello che non hai quotato:Se io scrivo un software sono libero di licenziarlo come mi pare e piace. Indipendentemente dal fatto che la mia scelta sia economicamente giusta o sbagliata. Con buona pace tua, dei programmatori indiani e degli sviluppatori di PeruOS.Oppure vorresti vietare la GPL per legge ?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    Esistono un sacco di programmatori in India
    perchè vengono pagati un tozzo di pane da M$
    & C. come manovalanza della programmazione.
    Per loro un tozzo di pane vuol dire tanto,
    ma i soldi veri stai tranquillo che vanno
    altrove...Sta di fatto che per loro è un netto miglioramento!!Ci campano un botto di persone e si stanno arricchendo! LETTERALMENTE, per i loro standard e anche per i nostri non se la passano affatto male! Mica a tozzi di pane! Auto e vestiti firmati!Con la GPL non vedevano una lira!Vedi te qual'è l'alternativa migliore!Ma chettefrega di loro a te interessa il tuo piccolo orticello!Peccato che io stessi parlando di discorsi un filo più ad ampio respiro!
  • Ekleptical scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    praticamente stroncare il mercato dei
    sistemi operativi in peru e isolarne
    l'amministrazione dal resto del mondo...
    l'economia poi si che viaggia bene.Quelal del software enz'altro. Invece di dare soldi a Bill Gates, rimangono in casa e si moltiplicano.
    sai ci ho pensato, ma perche per far
    impennare l'economia peruviana non si
    mettono a costruire macchine?Perchè il mercato richiede ingenti investimenti, il software no! Semplicissimo! Non esiste settore industriale che chieda meno investimenti!Più banale di così!Letteralmente qualsiasi stato del pianeta se lo può permettere!
    ah, non lo so, il liberista qua eri tumai citato la parola liberismo in tutto il forum! Rileggi pure se non ci credi! Io non ho mai parlato di libersimo, MAI nemmeno una volta!Forse confondi capitalismo con liberismo, ma spero per te di no...perchè altrimenti i libri di economia li hai visti solo in fotografia, altro che copertina!

    Qual'è la ricchezza economica che produce
    in

    Perù l'adozione della GPL.

    io non l'ho mai detto che produce ricchezza
    economica. OHH!! E ci siamo! Quindi fare le cose in GPL al Perù non serve ad un tubo!A qeusto punto lascio al governatore del Perù secgliere fra le 2 opzioni, guarda! :)
    sei tu che hai detto che causa
    meno ricchezza economica, tentando poi di
    giustificare questa balla con una marea di
    boiate.Vallo a dire agli indiani di Bangalore che non esistono e sono una balla! (Non fanno IndiaOS, ovvio, era un esempio estremo (ma valido) ma creano ed ESPORTANO software e pezzi di software in tutto il mondo!Col GPL non avrebbero prodotto nessuan ricchezza! L'hai scritto tu sopra!
  • pippo75 scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico


    Si si, certo, se usi word e ascolti gli
    mp3... ma se sei una azienda che fabbrica
    scarpe e nessuno capisce un tubo di
    informatica, hai bisogno di assistenza.su questo sono d'accordo, e speromeglio che l'assistenza funzioni benepero' lui parlava di togliere il costo ai programmi che si vendono, pagando solo servizi e assistenza, e visto che l'assistenza non è detto che te la dia chi lo fa il programma ma potrebbe essere data da terzi, dovresti spiegare chi paga i programmatori.La MS vende windows (non open source), ma l'assistenza alle ditte la fanno ditte localiche non dipendedono direttamente da MS..
  • TeX scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    - Scritto da: Ekleptical.....
    Ripeto: vallo a dire a centinaia di migliaia
    di Indiani, che creano software, lo
    esportano e ci si stanno arricchendo,Si infatti esiste IndiaOS....Esiste Apache, ma non centra nulla con gli indiani.Almeno non con quelli....SVEGLIA !!!!Esistono un sacco di programmatori in India perchè vengono pagati un tozzo di pane da M$ & C. come manovalanza della programmazione. Per loro un tozzo di pane vuol dire tanto, ma i soldi veri stai tranquillo che vanno altrove...
    Te divertiti con Linux, nel frattempo!Mah... Io mi diverto come mi pare e soprattutto il frutto del mio divertimento o del mio lavoro lo licenzio come mi pare. Che ti piaccia o meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Proposta Oscena (RFC)
    Con l'utile che si ritrova la Microsoft, vuoi che glie ne freghi qualcosa di incassare altri 1000 Miliardi?Secondo me va imposto...Il tuo software e` diffuso? allora libera i formato dei file (doc, per esempio)Altrimenti non lo fara` mai nessuno
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    guarda che di la hai scritto che bastano
    poche centinaia di persone. hai voglia a
    creare occupazione, know how e lavoro...La Microsoft ne impiega 4000 per Windows OS, oltre 10mila per tutto l'andazzo..più tutte le software house che nel piccolo appoggiano la Microsoft...mi cadono le braccia....
    se lo crei closed l'italia non lo caga
    neanche di striscio, quindi per te peruviano
    non cambia niente.Perchè non dovrebbe cagarlo?
    poter riutilizzare le
    modifiche/migliorie/aggiunte apportate
    dall'italia a peruos nel caso l'italia o un
    altro paese decida di usarlo anche per la
    propria infrastruttura informativa.Ok, formuliamo meglio la domanda che se no qua non ci capiamo!Che soldi di guadagno ne ricava il Perù?Stiamo facendo il tutto per ricavare SOLDI per il Perù!E' quello il problema del 3o mondo! La popolazione è povera! Ha bisogno di DENARO!!!

    Quale esattamente, scusa? Mi spieghi il

    passaggio? L'italia scarica PerùOS, lo

    prende, lo modifica e lo mette su
    corretto.

    Dov'è il guadagno del Perù in ciò?

    si ritrova un peruos che funziona meglio,
    risparmiando soldi. Dove'è il guadango del Perù, ripeto!Quali soldi gli arrivano in cassa da quel passaggio?
    , sono gia piu fighi, piu
    evolutiBalle! Non lo sono e tute le statistiche di diffusione lo dimostrano! Il mondo non è composto da idioti ceh si bevono tutti le balel Microsoft! Le aziende non buttano via soldi per la belal faccia di BIll Gates!La maggior parte dei server vvenfuti sono x86, la stragrande maggioranza degli x86 sono Windows. Questa è la realtà del mercato! (se vuoi i dati alla mano te li cerchi negli altri messaggi, che li ho già dati! non posso sempre fare io le ricerche per farvi colmare le vostre lacune)
    ma all'italia conviene ancora di piu
    scrivere italiaos partendo da zero, cosi
    crea posti di lavoro per i poveracci di
    termoli imerese, e poi lo puo vendere anche
    al peru... ah no ops, il peru ha gia
    peruos...Ecchissene! Nello schema Keynesiano non è così importante l'export! Soprattuto in una fase di avvio!
    mi sa che c'e qualcosa che non va nel tuo
    ragionamento, ancora non ci arrivi?Non c'è niente che non va!Ripeto: vallo a dire a centinaia di migliaia di Indiani, che creano software, lo esportano e ci si stanno arricchendo, andando in giro in macchina col portatile collegato al Wireless Local Loop.(Mi sono stufato di dare anceh questi link...cercateli da solo..io l'ho già fatto)Te divertiti con Linux, nel frattempo!
  • ACD scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico

    Se non erro un discorso simile era in voga
    molti annia fa, i programmi costavano poco,
    si pagava l'assistenza, poi sono usciti
    quelli che ti davano un programma migliore a
    costo superiore ma che non richiedeva
    ingenti costi di assistenza................
    come è finita lo avete davanti agli
    occhi,........Si si, certo, se usi word e ascolti gli mp3... ma se sei una azienda che fabbrica scarpe e nessuno capisce un tubo di informatica, hai bisogno di assistenza. Se sei un studio legale, hai bisogno di assistenza anche se ti si stacca il cavo del modem dal computer... Guardati in giro e capirai che non c'e' bisogno di essere geni per poter fornire assistenza a livello medio...
  • ACD scrive:
    Re: Considerazioni sullo "STANDARD"

    La GPL è nata come "riforma del software",
    per arrivare ad imporre solo la GPL come
    modello di sviluppo.
    Quello è lo scopo preciso di Stallman e
    visto che Linus gli da un po' fastidio,
    visto che non è fanatico come lui, sta
    approntando il nuovo Gnu-Hurd che avrà la
    GPL v.3 virale oltre ogni confine, perchè,
    nelle esplicite intenzioni, ci potrà dirare
    solo ed escluisvametne software GPL.
    Intanto utilizzo la GPL... saro' libero di non usarla piu' quando non la vorro' piu'
    Sulle conoscenze non c'è Royalties.Peccato che si voglia cominciare a brevettare gli algoritmi
    La conoscenza infomratica non è Linux! Linux
    no ha aggiunto niente di niente alla
    conoscenza informatica!Ma e' patrimonio informatico mondiale in quanto e' uno strumento liberamente UTILIZZABILE da tutti
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    Ma cosa gliene importa? Lo scop non è creare
    PerùOS in sè! Lo scopo è creare occupazione,
    know-how e lavoro!!!guarda che di la hai scritto che bastano poche centinaia di persone. hai voglia a creare occupazione, know how e lavoro...
    Se lo crei in GPL l'Italia se lo frega e ci
    fa quel tubo che vuole!se lo crei closed l'italia non lo caga neanche di striscio, quindi per te peruviano non cambia niente.
    Che vantaggio ne ricava il Perù!!!!poter riutilizzare le modifiche/migliorie/aggiunte apportate dall'italia a peruos nel caso l'italia o un altro paese decida di usarlo anche per la propria infrastruttura informativa.
    e per il fatto stesso che è

    sotto GPL sarebbero obbligati a rilasciare

    il sorgente di ItaliaOS, quindi il Perù

    avrebbe un ritorno economico.

    Quale esattamente, scusa? Mi spieghi il
    passaggio? L'italia scarica PerùOS, lo
    prende, lo modifica e lo mette su corretto.
    Dov'è il guadagno del Perù in ciò?si ritrova un peruos che funziona meglio, risparmiando soldi.

    vantaggio ad usare un software chiuso come

    PerùOS e tanto vale che resti nella

    finestropoli chiusa che giù c'è!

    Infatti lo scopo è far cresce il Perù, non
    l'Italia! SE l'Italia si torva un soft
    migliore di Windows, più figo ed evoluto, ad
    un prezzo nettaemtne inferiore cosa sono
    scemi a tenersi Windows?sono scemi si, senno avremmo beos nella pubblica amministrazione. anzi, ancora meglio, avremmo linux + *bsd nella pubblica amministrazione, sono gia piu fighi, piu evoluti e costano ancora meno. evidentemente non e semplice come piacerebbe a te...ma all'italia conviene ancora di piu scrivere italiaos partendo da zero, cosi crea posti di lavoro per i poveracci di termoli imerese, e poi lo puo vendere anche al peru... ah no ops, il peru ha gia peruos...mi sa che c'e qualcosa che non va nel tuo ragionamento, ancora non ci arrivi?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    ma per favore... l'unica cosa che viene alla
    luce da tutta sta roba e la tua scarsa
    attitudine alla razionalita...Io ho riportato kili di fatti reali e concreti...L'irrazionale fideista se te, che non hai portato nulla di nulla...
    glissa di qua, glissa di la... io ho
    chiesto perche un peruos gpl derivato da
    codice gpl fa piu male al peru di un peruos
    bsd o closed certo derivato da codice bsd.Ma perchè cavolo devono prendere il BSD? Ma chi se ne frega del BSD? Ma per voi esiste solo Linux e BSD?SIamo messi ben! Vuol dire che non vedremo mia più un sistema operativo nuovo nella storia!Mi spieghi il BeOS cosa c'entra col BSD? Amiga OS col BSD?Non si può partire da zero a fare un sistema?Lo si è fatto sempre, ora arrivate voi e non si inventa più niente di nuovo, si ricicla e basta? Siamo messi bene!!!Questo è il 4o baco della GPL!Scarsa spinta innovativa!! E' un limite prendere una cosa già fatta e migliorarla ad libitum!Non si crea niente di totalmetne nuovo e contro-canone!!!Le cose si possono fare anche da zero, perchè tutto il precendente non piace e non contiene i nuovi principi teorici esistenti quando si è fatto quell'OS!Con la GPL vi abituate alla pappetta perenne....Si vede dalle risposte!!
    e perche, non lo paga se scrive software
    gpl? qua non si parla allora di prendere
    software gpl o bsd e modificarlo, si tratta
    di scrivere codice. Il GPL può essere fregato da tutti! Ci si stronca il mercato!!Se il PerùOS GPL mel o faccio prestare dall'ufficio postale e me lo installo nella mia piccola sgnagherata aziendina non va uan lira a nessuno!!!Se lo faccio pagare 20 euro è tutta grana che gira e l'aziendina di certo in fallimento non va!Ci arrivi a questo concetto ovvio?
    ah, bella questa... di punto in bianco ci
    mettiamo a comprare software closed dal peru
    invece che da microsoft... e perche diavolo?Perchè te lo fa pagare un 10imo è innovativo, veloce, pieno di features non presenti altrove, anceh strutturalmente?E anceh il Perù fa un 100esimo del giro Microsoft, stappano tutti lo champagne!

    Non serve rivenderlo agli altri stati!

    eh certo, lo possiamo imporre per legge ai
    peruviani.Senza parole, guarda...se lo adotta lo stato peruviano son migliaia di copie garantite e protette....mah..concetti così banali...

    Il liberismo va bene per le economie

    sviluppate!

    Finchè non le sviluppi vai di Keynes

    hai appena imposto il monopolio sui sistemi
    operativi in peru. magari non e la stessa
    cosa eh.No ho imposto un monopolio, hoimposto un incentivo statale e un interventismo economico statale per dare uno slancio e una spinta di avvio all'economia. Questo è Keynes!Bah...
    non crei un tubo, crei un sistema operativo
    per l'amministrazione pubblica. ci vuole
    altro per creare una industria interna.Oh, gente, l'esempio del PerùOS era indicativo come esempio di software closed con ampie prospettive di sviluppo!Poi che ti devo dire? Fatti un giro in India!!!! Là intanto girano col Wireless applicando i principi economici closed e fanno campare centinaia di migliaia di persone, in un economia rampante. (se non ci si mettono gli attentati)http://punto-informatico.it/p.asp?i=42181Le vostre sono al solito parole a vanvera....
    piantala con questa puttanata dei soldi che
    arrivano dall'estero, fa solo ridere.L'India esporta software A NASTRO!!!Sono pieni di appalti dall'estero! Molto software oggigiorno contiene parti fatte in India! (anche se non te lo dicono)Al solito, fatti e non villaggio dei Puffi...
    e chiaro che non hai capito niente... il
    peru deve mettersi a fare concorrenza ai
    sistemi operativi di altri stati o di
    aziende proprietarie... questo hai scritto
    nel tuo schema del piffero.Non ho scritto questo schema!!! Ho scritto che da lavoro creando l'OS e tutto il giro che c'è attorno!Anche se non ne vendon una copia all'estero (e l'India dimostra l'esatto opposto!), cmq l'economia gira!Ascolta, per te evidentemente Keynes è il nome di una bibita gassata!I libri di economia aprili ogni tanto, va!E rispndimi alla domanda:Come può la GPL aiutare il 3o mondo!Ma ce la fai o no? La pianti di rimandare?E rispondi citando ualche fatto, se ti va di esagerare!
  • Anonimo scrive:
    Re: Proposta Oscena (RFC)
    XMLCiaoCla
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta Oscena (RFC)
      (Sono Alessandro)- Scritto da: Anonimo
      XMLXML vuol dire tutto e niente.Senza uno schema comune non esiste un formato standard.Gli schemata di OpenOffice sono pubblici, basterebbe usare quelli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta Oscena (RFC)
      (Sono Alessandro)- Scritto da: Anonimo
      XMLXML vuol dire tutto e niente.Senza uno schema comune non esiste un formato standard.Gli schemata di OpenOffice sono pubblici, basterebbe usare quelli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta Oscena (RFC)
      (Sono Alessandro)- Scritto da: Anonimo
      XMLXML vuol dire tutto e niente.Senza uno schema comune non esiste un formato standard.Gli schemata di OpenOffice sono pubblici, basterebbe usare quelli.
  • pippo75 scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico
    - Scritto da: qweasdzxc
    il punto debole del tuo ragionamento non e
    quello, e nel fatto che questi fantomatici
    programmi non erano opensource... ci sono
    programmi commerciali che richiedono piu o
    meno assistenza, ci sono programmi
    opensource che richiedono piu o meno
    assistenza, non scopri niente.Se non ricordo male, quando facevo informatica avevano detto che una volta i programmi li aveva la ditta e quando aveva bisogno si rivolgeva a ditte che programmavano per fare le modifiche e non era necessaro che fosse la ditta che aveva realizzato il programma.per avere i sorgenti non è bisogno che sia open source.Quanto richiede una ditta per modificare un programma scritto da un'altro?Quanto richiede una ditta per fornirti un programma piu' i sorgenti?E senza sorgenti quanto costa il prgramma?ciao
  • Ekleptical scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    un volano per l'economia!! scrivendo un
    sistema operativo (e gia non basterebbe per
    mille ragioni) in un paese privo di computer
    (e se non e il peru e il senegal)!!Ma se lo stato li usa cmq proprio per finanziare...Va beh, io nonho altro da dire se non: fatti un giro a Bangalore!Spiegaglielo tu a centinania di migliaia di persone che loro non esistono e il loro business non c'è!Poi proponigli la favola dei Puffi del GPL, vedrai cosa rispondono!Come al solito, io replico con fatti concreti, voi con aria fritta!Forse è per quello che vi trovate bene con Stallman!

    E chi ha detto che ne abbia?

    e con cosa li paga sti programmatori del
    peruos?Leggi, porca miseria, leggi!!!Il nostro ipotetico Perù non ha risore da vendere all'estero! Ma soldi ne ha! Qualsiasi schifezza di stato del pianeta ha un budget almeno da 7-8 cifre (in Euro).Cmq, ripeto, vallo a dire in India! Intanto lì girano in macchina col Wireless, come scritto qua:http://punto-informatico.it/p.asp?i=42181Te sogna i pinguini del GPL, sogna...E aspetto ancora una tua risposta su come la GPL aiuta il 3o mondo!Mi vuoi rispondere prima o poi?Sei capace di articolare qualche pensiero compiuto?La smetti di fuggire?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    No, non è chiaro per nulla.... cmq se
    rilasciassero PerùOS sotto GPL avrebbero
    n-mila vantaggi. Ad esempio se l'italia si
    accorgesse che PerùOS è fatto bene potrebbe
    prendere il sorgente, adottarlo, farvi
    migliorie...Ma cosa gliene importa? Lo scop non è creare PerùOS in sè! Lo scopo è creare occupazione, know-how e lavoro!!!Se lo crei in GPL l'Italia se lo frega e ci fa quel tubo che vuole!Che vantaggio ne ricava il Perù!!!!Ho fatto una proposta ECONOMICA, non informatica!!! e per il fatto stesso che è
    sotto GPL sarebbero obbligati a rilasciare
    il sorgente di ItaliaOS, quindi il Perù
    avrebbe un ritorno economico.Quale esattamente, scusa? Mi spieghi il passaggio? L'italia scarica PerùOS, lo prende, lo modifica e lo mette su corretto.Dov'è il guadagno del Perù in ciò?
    vantaggio ad usare un software chiuso come
    PerùOS e tanto vale che resti nella
    finestropoli chiusa che giù c'è!Infatti lo scopo è far cresce il Perù, non l'Italia! SE l'Italia si torva un soft migliore di Windows, più figo ed evoluto, ad un prezzo nettaemtne inferiore cosa sono scemi a tenersi Windows?
    Consiglio: in libreria troverai
    (ordinandolo) un libro che si chiama "open
    source" edito da Apogeo, dove i più grandi
    fautori dell'open source spiegano il loro
    punto di vista.Ho letto un sacco di roba di Richard Stallman e un po' di Raymond. La trovo asolutamente carente e piena di lacune concettuali, pratiche ed economiche.
    E' una lettura interessante,
    credimi, e dopo averlo letto io stesso mi
    sono reso conto di come il software chiuso
    sia un modello economico ottimo... ma solo
    per chi lo produce!Il Perù, nel caso di PerùOS!Lo scopo non era tirarne su l'economia?
  • qweasdzxc scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    il punto debole del tuo ragionamento non e quello, e nel fatto che questi fantomatici programmi non erano opensource... ci sono programmi commerciali che richiedono piu o meno assistenza, ci sono programmi opensource che richiedono piu o meno assistenza, non scopri niente.
  • TeX scrive:
    Re: Come si fa a sapere se un programma.
    - Scritto da: Anonimo
    Contiene parti GPL? Esattamente come si fa per controllare se contiene parti con qualsiasi altra licenza.... O perchè prese direttamente (software open source) o tramite reverse engineering (software closed source).
    ... Fra voleva sapere il nome di un buon
    firewall per win, open source.Non lo so. Non uso Windows.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    Paghi una persona invece che nessuna.
    Cosa ti fa pensare che il governo del Perù
    possa finanziare (inutilmente, dato che c'è
    già) un sistema operativo quando la
    creazione e la manutenzione di un sistema
    operativo è troppo dispendiosa per società
    come IBM e HP ?Il team del BeOS era composto da un centinaio di persone! Ha prodotto il SO più avanzato tecnicamente (almeno nel desktop)Il team Amiga era composto da ancora meno persone ed ha inventato il computer più innovativo per l'epoca!La Microsoft paga 4000 perosne per lavorare a Windows!Vuoi dirmi che uno stato non ha soldi per pagare 4000 persone?Ma nemmeno la Repubblica delle Banane è così disgraziata!!IBM e HP si sono buttati su Linux perchè gli conviene per vari motivi, non perchè non potevano permettersi di sviluppare AIX e HP-Unix! Prendi fiaschi per lanterne!
    Se tu conoscessi minimamente l'argomento di
    cui vai blaterando da due gorni a questa
    parte sapresti che se il lavoro nell'IT
    dipendesse dalla creazione di sistemi
    operativi nessuno lavorerebbe nell'IT.4000 persone alla Microsoft lo fanno! (E sono solo parte dell'organico che si occupa del resto..che se non sbaglio viaggia sui 10mila)
    Per
    fortuna non è così, un buon 90% del lavoro è
    la fornitura di servizi.Apri le pagine gialle della tua città! Ci sono varie ditte che fanno software! Vuoi che ti faccia parlare con alcune delle maggiori aziende software/hardware da 'ste parti? Che ovviametne tutte sviluppano anche software?Il 90% è asolutamente una sparata, lontanissima dalla realtà!
    seguito un modello di sviluppo puramente
    closed e *non esiste* una software house
    importanteNemmeno nel GPL. Tutto ilsoft che usi è fatto all'estero. Citami un progetto importante Made In Italy.

    Fai le reti tutte in Wireless, come stanno

    facendo in India!

    Anzi! Prendi l'Inida e Bangalore come caso

    concreto!! Quello esiste e sta funzionando

    da Dio!

    Il tuo schema è puramente concettuale e

    teorico!!!

    Invece il Perù che sviluppa un sistema
    operativo è fattibile :-DIl PeruOS no. L'india closed sì, sta campando centinaia di migliaia di persone! Questo è un fatto.Perchè i Linux fan non accettano i fatti?In tutto questo forum io ho fornito articoli, statistiche, foto, documentazione di ogni tipo.Voi NIENTE di nulla, solo elucubrazione teoriche e astratte.La cosa fa rifletterre!
    Meno Slashdot più Tanenbaum testi dil Tanenbaum non sono libri di economia. Non vedo cosa c'entri, visto che di economia stiamo parlando!
  • pippo75 scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico
    - Scritto da: qweasdzxc

    Se non erro un discorso simile era in voga

    molti annia fa, i programmi costavano
    poco,

    si pagava l'assistenza,

    ah si si mi ricordo anche io, era pieno di
    programmi opensource che costavano poco e si
    pagava l'assistenza...parlanndo con amici, ma anche leggendo su internet nel Ng di os.dibattiti era uscito che le assistenze informatiche viaggiavano e continuano ad andare a colpi da 500 euro ad uscita, dove lavoravo prima c'era un consulente che ogni volta che veniva prendeva in lire 1.000.000 e non è che fosse una cima.


    Per quel che mi riguarda, nel campo informatico,


    e solo in questo, e' una assurdita'


    pretendere di guadagnare dalla vendita del


    software. La gente preferisce prendere un prodotto che costi qualcosa in piu' ma non necessiti di assistenza (o che sia poca), cosi' è dalle mie parti e se non guadagni vendendo......
  • Ekleptical scrive:
    Re: Dati reali?

    Linux-Windows) e' molto piu' indicativa una
    notizia come:
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=41997
    insieme alla semplice considerazione che
    BIND e' il DNS piu' usato...E allora? Tutti i server DNS del mondo useranno BIND. Supponiamo che sia vero!Questo che dimostra? Mi estrapoli da questo che tutti i computer usano Linux?Fai una statistica e trovi tendenze da una percentuale infinitesima del totale?Ma secondo te quanti sono i server DNS sul totale mondiale dei server?Che discorsi fai?Io ho presentato statistiche ufficiale del più grande istituto di analisi di mercato infomratico del mondo, sul totale globale!Non una stima tratta da una percentuale dello 0,0001% del tutto!Perchè i Linuxari si attaccano a tutte le cose più infinitesime, presentandole come grandi conquiste?
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    1) Non ho ancora capito perche' secondo te
    la GPL e' "FALLATA"Per una sfilza di motivi che ho illustrato in tutto il forum.in particolare qua:http: //punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=293420http: //punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=293470
    2) Pensi forse che una azienda peruviana
    possa sviluppare Peru'OS e farci i soldi? Ti
    contraddici da solo: prima dici che non c'e'
    mercatoHo detto che lo finanzia lo stato peruviano!!!Tutto parte dallo stato!Lo stato paga e fa creare!Lo stato i soldi ce li ha, se no non è un paese!!!
    , poi dici che i peruviani possono
    svilupparsi il loro software closed e
    camparci.Se lo stato parte mollando il grano sì! Poi i soldi girano!
    Per non parlare poi del fatto che
    se ogni stato si fa il suo software, non ci
    si riesce a scambiare piu' documenti.Questa poi! Io a casa ho in rete un PC Linux, uno con Windows, BeOS, QNX e Linux ed un Amiga!E i documenti si scambiano lo stesso! Basta usare l'RTF per il docuemnti testo, ad esempio.Basta adottare uno standard supportato!
    Invece lo stato peruviano adotta Linux e
    software sotto GPL nella PA, dopodiche'
    manda i suoi dipendenti a farsi skillare e
    certificare da aziende peruviane che fanno
    formazione.Ma stai ragionando da paese da 3o mondo o da economia sviluppata?E guarda che qui si tratta di pagare migliaia di persone per scrivere software! I tecninci che dici tu ci sono cmq in PeruOS!!La diferenza è che nel caso closed dai lavoro a migliaia di persone in più!!!Ed è quello l'obiettivo!!!
    Puoi insistere finche' vuoi, ma
    intanto, visto che tu sei illuminato e io
    sono un idiota, illustrami qual'e' il grande
    male che la GPL sta creando al mondo.Nessuno, perchè è una nicchia!In compenso il closed sta facendo molto in India!!!E questo è un fatto concreto, non parole ipotetiche!
  • qweasdzxc scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico

    Se non erro un discorso simile era in voga
    molti annia fa, i programmi costavano poco,
    si pagava l'assistenza, ah si si mi ricordo anche io, era pieno di programmi opensource che costavano poco e si pagava l'assistenza...
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

    La risposta è per qweasdzxc , ma visto che
    illustra un altro dei tanti bachi contenuti
    nella GPL, che motivano il perchè non vada
    adottata dagli stati, lo metto come nuovo
    argomento di discussione.ma per favore... l'unica cosa che viene alla luce da tutta sta roba e la tua scarsa attitudine alla razionalita...
    Devono farlo CLOSED!!!! Vatti a leggere
    l'altra risposta e Keynes, per avere un
    quadro più completo!glissa di qua, glissa di la... io ho chiesto perche un peruos gpl derivato da codice gpl fa piu male al peru di un peruos bsd o closed certo derivato da codice bsd.

    venderlo agli altri

    stati non se ne parla, maggior lavoro da

    fare per scriverlo non se ne parla...

    Ma cosa dici????
    Ma la gente lo scrive gratis, secondo te?
    Capsico che sei abituato alla GPL, ma l'idea
    è che lo stato PEruviano paga la gente per
    scirvere il PeruOS closed.
    Chiara la prospettiva?e perche, non lo paga se scrive software gpl? qua non si parla allora di prendere software gpl o bsd e modificarlo, si tratta di scrivere codice.

    e talmente soggetto che 10 anni di
    processi

    antitrust da parte del governo piu potente

    del mondo non gli hanno fatto un baffo.

    Chi sta parlando di processi? Qui si parla
    di provvedimenti governativi!!!
    Se il Ministero delle Finanze italiane
    sceglie
    che entro 2-3 anni si dovrà adottare un
    nuovo OS, fatto in Perù, M$oft s'attacca e
    non c'è ma che tenga!
    E' una decisione governativa! Gli stati a
    questo servono!ah, bella questa... di punto in bianco ci mettiamo a comprare software closed dal peru invece che da microsoft... e perche diavolo? microsoft ha gia belle pronte le soluzioni per l'egovernment, ha gia una forte base di installato, ha gia un sacco di italiani che sa usare i suoi sistemi e non i sistemi peruviani... te sei fuori di testa... completamente.... drogati meno...
    Invece di dire "adottate Linux" dovete
    dirgli "create PeruOS"!!

    Chiaro?chiarissimo. create peruos, che poi lo vendiamo a quei deficienti degli italiani!!! le comiche!!!

    poi non capisco cosa diavolo centri il

    bilancio di un piccolo stato, che devono

    fare, prendere i soldi dell'ultima manovra

    fiscale, mettersi a scrivere un sistema

    operativo closed per poi rivenderlo agli

    altri stati? ma che droga prendete
    cazzo...

    Non serve rivenderlo agli altri stati!eh certo, lo possiamo imporre per legge ai peruviani.
    Checchè ne dicano quei disgraziati del WTO
    (e infatti i loro risultati si vedono in
    Argentina e si stanno vedendo in tutto il
    resto del mondo che ha adottate le loro
    disastrose ricette), la migliore soluzione
    per far crescere l'economia di un paese
    povero è Keynes!!!
    Il liberismo va bene per le economie
    sviluppate!
    Finchè non le sviluppi vai di Keyneshai appena imposto il monopolio sui sistemi operativi in peru. magari non e la stessa cosa eh.

    posto, IN CHE MODO LA GPL DANNEGGIA IL
    TERZO

    MONDO, in che modo la gpl produce meno

    ricchezza della bsd nel terzo mondo...

    Produce meno riccheza del closed. L'ho già
    detto 20mila volte, devo risposndere sempre
    alla stessa domanda?no basterebbe 1 risposta sensata.
    Allora, facciamo un esempio terra terra, che
    se no qua non ci capiamo.
    Siamo nel solito simbolico Perù (porelli,
    sempre loro! :P).
    L'economia è ai primordi. Non ci sono molti
    soldi in giro. Non ci son grosse aziende.
    Non ci sono molte aziendine. In 3 parole,
    pochi in Perù hanno bisogno di reti, pochi
    in Perù hanno bisogno di software custom,
    pochi in Perù hanno bisogno di assistenza.
    Insomma per i tecnici e programamtori Linux
    lavoro non ce n'è!
    Ma il Perù spende soldi per il governo, a
    cui i Sistemi Infomrativi servono cmq,
    mollandoli alla Microsoft!
    Con PerùOS si prendono 2 piccioni con una
    fava: si sbatte fuori dalla porta uan ditta
    USA, che sottrae soldi dal Perù e li butta
    all'esterno e si crea un'industria interna ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
    che cresce, genera ricchezza e chisà dove^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
    può poi arrivare! ^^^^^^^^^^^^^^^^^non crei un tubo, crei un sistema operativo per l'amministrazione pubblica. ci vuole altro per creare una industria interna. quanta gente bisogna impiegare per creare da zero un sistema operativo che funziona? si tratta di un quantitativo significativo, come il numero di operai di un'industria automobilistica? no, non devono produrre 1 milione di automobili, devono produrre 1 copia di un sistema operativo. si tratta di un quantitativo di tecnici specializzati che e possibile reperire in peru? probabilmente no neanche a questo. e in ogni caso una sola di queste 2 condizioni possono verificarsi contemporaneamente, probabilmente nessuna. quindi niente industria, e niente sistema operativo scritto da zero.Il fatto che sia closed e
    si venda PeruWord e PeruExcel ai peruviani(a
    prezzo basso inizialmente, ovvio, così
    risparmiano pure e generano giro di denaro
    che rimane tutto in Perù e se va bene arriva
    pure dall'estero all'interno)piantala con questa puttanata dei soldi che arrivano dall'estero, fa solo ridere. fa sì che ci
    siano ampi fondi da reinvestire e si va via
    di effetto volano.

    E' chiaro lo schema?e chiaro che non hai capito niente... il peru deve mettersi a fare concorrenza ai sistemi operativi di altri stati o di aziende proprietarie... questo hai scritto nel tuo schema del piffero. hai scritto che se scrivi un sistema operativo per la pubblica amministrazione crei una industria interna. ce ne vuole...

    spiega questo, sei tu che hai detto che e

    dannosa per il terzo mondo, dimostra.

    Fatto!seeeeee ti piacerebbe...
    Dimostrami il contrario, son curioso!no io non ho mai detto il contrario, contesto semplicemente le tue boiate, non l'hai capito ancora?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Considerazioni sullo "STANDARD"

    Cio' che turberebbe il
    mercato e la liberta' della gente sarebbe la
    NON possibilita' di scelta fra varie
    opzioni, da le piu' restrittive alle piu'
    libere.Che è l'implicito assunto della GPL e di Stallman, a partire dal prembolo della licenza, alla fine. Quello è il suo spirito e il suo scopo. Che tu lo voglia o no, usando GPL partecipi a quello scopo.La GPL è nata come "riforma del software", per arrivare ad imporre solo la GPL come modello di sviluppo.Quello è lo scopo preciso di Stallman e visto che Linus gli da un po' fastidio, visto che non è fanatico come lui, sta approntando il nuovo Gnu-Hurd che avrà la GPL v.3 virale oltre ogni confine, perchè, nelle esplicite intenzioni, ci potrà dirare solo ed escluisvametne software GPL.Questo è il piano di RSM! Lo dice pure nelel interviste, eslpicitamente.Voi state seguendo il manifesto "politico" di quest'uomo.Ma per voi va tutto bene....Del resto basta leggere le risposte degli altri (non tue) su questo Forum. Ce l'hanno proprio col closed tout-court!!Sta risucendo nel suo intento!Si può urlare e avvertire del pericolo? :)
    Sarebbe altrettanto scandaloso e negativo se
    fossero legali le sole licenze tipo CLOSED o
    se su tutte le conoscenze ci fosse un
    brevetto su cui dover pagare royalties...Sulle conoscenze non c'è Royalties.Le conoscenze sono quelle che trovi sui libri (per capirci), non le implementazioni praticche! Quelle sono private come già detto un paio di thread più sotto.La conoscenza infomratica non è Linux! Linux no ha aggiunto niente di niente alla conoscenza informatica!La conoscena informatico son gli algoritmi, che possono esser eimplementati come vuoi, col linguaggio che vuoi, sul comp che vuoi, sul sistema che vuoi, visto che non sono implementazioni reali, ma scehmi concettuali.Quella è conoscenza inofmratica, il resto è applicazione pratica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del pro
    in tutto questo discorso hai omesso di far notare una cosa...con la GPL alla fine ci hanno guadagnato le aziende, ci hanno (forse) guadagnato i consumatori, l'unico che non ci becca nulla e' l'autore originale.ciao
  • Alessandrox scrive:
    Considerazioni sullo "STANDARD"
    - Scritto da: Ekleptical
    No, non proprio, nel senso che non ce n'è
    bisogno.
    Esiste un'organizzazioen internazionale
    chiamata ISO, che serve per fissare gli
    standard industriali.
    Non c'è bisogno di nessun finanziamento a
    nessuno.
    Si dice semplicemente, gli USA (l'Italia o
    chi vuoi tu), da ora in poi accetteranno
    solo software che usi un formato certificato
    ISO (privo di royalties, ma è quasi
    intrinseco)!Perche' uno standard abbia un senso le sue specifiche devono essere OPEN e non modificabili se non dietro approvazione dell' organismo di standardizzazione.Nel qual caso chi modifica poi e' comunque costretto a rilaciare OPEN la sua modifica.GPL e' nata per un'altra cosa e c'entra solo molto marginalmente con gli standard, per i quali L' ISO e la caratteristica di essere APERTO (sai che vuol dire OSI?) anche secondo me dovrebbe essere sufficente.
    QUESTA è una soluzione corretta al problema
    formato.
    E' questo che dovreste chiedere e premere
    che si faccia!
    Non inutili ed autolesioniste (nel lungo
    periodo in particolare) proposte e petizioni
    per l'obbligo di adozione di massa di Linux
    e GPL!
    Proponete l'ISO!
    Questa è una medicina giusta!
    La GPL non c'entra NIENTE di NIENTE! LA GPL c'entra con un fatto: la caratteristica precipua del modello di sviluppo di Linux in cui molti contribuiscono alla stesura del codice pur non facendo parte di un' organizzazione ben definita; ordunque se ognuno scrivendo un pezzo di codice ci vlesse mettere il proprio copyright non si andrebbe da nessuna parte, il progetto morirebbe; nessuno puo' mettere il proprio "cappello" ad un codice che fa parte di un progetto comune.Senza una licenza come la GPL (e sue derivate meno restrittive) un progetto di sviluppo enorme ( alivello mondiale in pratica) come Linux non potrebbe mantenere la propria integrita' e si finirebbe come per UNIX che partendo da un' unico codice originario ha finito per svilupparsi in tanti dialetti spesso incompatibili tra loro.E' quindi funzionale a questo e a progetti strutturati allo stesso modo.Non ci vedo nulla di "turbante" e scandaloso anche perche' stai pur tranquillo che , pur diiffondendosi non diverra' cosi' pervasiva da far sparire le altre licenze (sarebbe certamente poco auspicabile), compreso quelle CLOSED. Cio' che turberebbe il mercato e la liberta' della gente sarebbe la NON possibilita' di scelta fra varie opzioni, da le piu' restrittive alle piu' libere.Sarebbe altrettanto scandaloso e negativo se fossero legali le sole licenze tipo CLOSED o se su tutte le conoscenze ci fosse un brevetto su cui dover pagare royalties... Per fortuna cosi' non e' e nessuno ne sente il bisogno tranne qualche ... OLIGOPOLIO.... come al solito
  • Marlenus scrive:
    Re: Malinteso
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti devo avere la possibilità di poterlo
    comprare da più aziende. C'entra qualcosa
    con la GPL la concorrenza fra aziende?In questo momento è l'unica (possibile) alternativa all'effetto scala. Se leggi un recente rapporto di McKinsey (www.McKinseyQuarterly.com) scoprirai che è ben conosciuto un effetto di scala che porta le società del software a dominare un mercato o a rimetterci fino all'osso.A causa di questo effetto, il monopolio è più facile in ambito software che negli altri mercati. M$ docet. E in ogni caso finire in mezzo ad una strada per uno sviluppatore software è più facile che in altri campi.GPL è oggi l'unica concorrenza per molte aziende dedite alla raccolta dei profitti fuori di ogni misura. Il che è un bene per loro, è lecito, ma non deve essere immutabile e per sempre, per il bene del mercato.Attendo risposta, ho notato che latiti, mi ignori, segno che non sai come rispondere, caro Ekleptical?
    • Ekleptical scrive:
      Re: Malinteso

      In questo momento è l'unica (possibile)
      alternativa all'effetto scala.Ho già illustrato il mio punto di vista! Non è un'alternativa!E' PEGGIO!!! E' saltare dalla padelal alla brace, da una spina infilatasi in un dito ad una revolverata in fronte!
      GPL è oggi l'unica concorrenzaNon è concorrenza! E' anti-mercato fuori regola.
      Attendo risposta, ho notato che latiti, mi
      ignori, segno che non sai come rispondere,
      caro Ekleptical?Visto che sono l'unica voce che dissente dal coro pasdaran talebano, ho un po' di messaggi a cui rispondere!Mica posso fare solo quello!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    - Scritto da: Ekleptical
    Invece di dire "adottate Linux" dovete
    dirgli "create PeruOS"!!

    Chiaro?No, non è chiaro per nulla.... cmq se rilasciassero PerùOS sotto GPL avrebbero n-mila vantaggi. Ad esempio se l'italia si accorgesse che PerùOS è fatto bene potrebbe prendere il sorgente, adottarlo, farvi migliorie... e per il fatto stesso che è sotto GPL sarebbero obbligati a rilasciare il sorgente di ItaliaOS, quindi il Perù avrebbe un ritorno economico.Ok, potresti obbiettare "ma se fosse chiuso il perù farebbe ancora più soldi, visto che potrebbe VENDERE peràOS all'italia". Si, ma a questo punto l'italia non ha più nessun vantaggio ad usare un software chiuso come PerùOS e tanto vale che resti nella finestropoli chiusa che giù c'è!Consiglio: in libreria troverai (ordinandolo) un libro che si chiama "open source" edito da Apogeo, dove i più grandi fautori dell'open source spiegano il loro punto di vista. E' una lettura interessante, credimi, e dopo averlo letto io stesso mi sono reso conto di come il software chiuso sia un modello economico ottimo... ma solo per chi lo produce! L'open source fa prendere meno soldi ai produttori di software, ma produce più ricchezza tra gli utenti!(e, giusto come nota finale, anche se le software house che producono closed guadagnassero meno non me ne dispiacerebbe: anche se Microsoft avesse guadagnato un decimo sarebbe comunque ricca!)
  • Marlenus scrive:
    Re: Proposta Oscena (RFC)
    - Scritto da: Ekleptical
    Esiste un'organizzazioen internazionale
    chiamata ISO, che serve per fissare gli
    standard industriali.
    Non c'è bisogno di nessun finanziamento a
    nessuno.
    Si dice semplicemente, gli USA (l'Italia o
    chi vuoi tu), da ora in poi accetteranno
    solo software che usi un formato certificato
    ISO (privo di royalties, ma è quasi
    intrinseco)!In linea teorica sono d'accordo con te. In pratica sai quanti anni ci mette l'ISO per approvare uno standard? Se ti va bene non meno di due o tre (e molti griderebbero al miracolo). Non mi sembra la soluzione più adatta, visti i tempi d'evoluzione del software.
    Non inutili ed autolesioniste (nel lungo
    periodo in particolare) proposte e petizioni
    per l'obbligo di adozione di massa di Linux
    e GPL!
    Proponete l'ISO!
    Questa è una medicina giusta!

    La GPL non c'entra NIENTE di NIENTE!

    Stallman ha trovato terreno fertile per
    infilarvi sotto il naso una cosa di cui non
    vi rendete bene conto, spacciandola per
    soluzione di un problema, quando il suo uso
    è tutt'altro!Che dietro la GPL ci sia una diversa filosofia nessuno lo nega. Non darci degli imbecilli che non capiscono cosa c'è scritto. Vuoi dire che Stallman è un comunista? Se vuoi fallo. Ma mi pare che tra le regole del mercato ci sia l'apertura a tutti o no? Neghiamo la libertà alle minoranze? Avranno il diritto di lavorare secondo le regole del libero mercato e vinca il migliore? La supposta viralità della GPL non è altro che il diritto dell'autore di disporre del proprio lavoro come crede. Se non vuoi sottostare alla GPL usa il codice freeware o BSD. Nessuno obbliga la M$ o la Cisco ad usare codice GPL, lo vuoi capire?????
  • pippo75 scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico

    Per quel che mi riguarda, nel campo informatico,
    e solo in questo, e' una assurdita'
    pretendere di guadagnare dalla vendita del
    software. sono completamete d'accordo aggiungo anche- perche' pagare il geometra che mi fa il progetto di casa, la carta e le matite le fornisco io a lui.- Cavolo avro' Fifa 2003 gratis, qui l'assistenza non serve. - Delphi 7 Entrerprise a Zero euro.- Autocad a gratis, poi l'assistenza , basta leggere qualche libro, autodesk al limite chiude o cambia lavoro.Se non erro un discorso simile era in voga molti annia fa, i programmi costavano poco, si pagava l'assistenza, poi sono usciti quelli che ti davano un programma migliore a costo superiore ma che non richiedeva ingenti costi di assistenza................ come è finita lo avete davanti agli occhi,........
  • qweasdzxc scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ekleptical


    perche peruos bsd per te va meglio di

    peruos gpl?


    Ma io dico di farlo closed! Perchè PeruOS,
    adottato per scelta di rlilancio dal governo
    del Perù, è vendibile, è ristretto al Perù e
    cresce quindi in un mercato protetto.
    Sviluppa tutta una serie di software
    dedicati in un mercato protetto.

    La Microsoft non può farci un tubo di nulla,
    visto che il governo Peuviano ha scelto di
    investire i suoi soldi in PeruOS obbligando
    tutti i suoi uffici e chi vuole trattare con ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
    lei ad usare PeruOS. ^^ma che bravo. obblighiamo chiunque abbia a che fare con l'amministrazione del peru a comprare dal peru peruos... per legge... praticamente stroncare il mercato dei sistemi operativi in peru e isolarne l'amministrazione dal resto del mondo... l'economia poi si che viaggia bene.
    Gli stati servono a fare scelte governative,sai ci ho pensato, ma perche per far impennare l'economia peruviana non si mettono a costruire macchine? una bella fabbrica nazionale di automobili, finanziata dallo stato, un sacco di gente occupata in piu, molta piu ricchezza. poi per venderle obblighiamo tutti i peruviani che vogliono usare le strade pubbliche a comprare una macchina peruviana.


    ma il cile ha gia cileos, che se ne fa?

    Ottimo, così il Cile sviluppa la sua
    economia pure lui! Dov'è il porblema?
    CileOs vende ai Cileni, PeruOS vende ai
    peruviani.ah, non lo so, il liberista qua eri tu, se un quasi monopolio garantito dallo stato sui sistemi operativi e il massimo che sai proporre per creare ricchezza, viene da chiedersi cosa hai contro il comunismo.

    glissa meno e rispondi di piu trollone

    Troll ti stai dimostrando tu, visto che, a
    differenza degli altri che cmq qualcosa
    hanno detto, te non hai detto nietne, a
    parte insulti. E insultare e basta, per
    provocare l'altro, è per definizione il
    comportamento da troll!

    Cmq t'ho rispostoce ne vuole di fegato per chiamarla risposta quella!
    sono ancora in attesa di
    una risposta alla mia domanda:
    Qual'è la ricchezza economica che produce in
    Perù l'adozione della GPL.io non l'ho mai detto che produce ricchezza economica. sei tu che hai detto che causa meno ricchezza economica, tentando poi di giustificare questa balla con una marea di boiate.
  • ACD scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    1) Non ho ancora capito perche' secondo te la GPL e' "FALLATA"2) Pensi forse che una azienda peruviana possa sviluppare Peru'OS e farci i soldi? Ti contraddici da solo: prima dici che non c'e' mercato, poi dici che i peruviani possono svilupparsi il loro software closed e camparci. Per non parlare poi del fatto che se ogni stato si fa il suo software, non ci si riesce a scambiare piu' documenti.Invece lo stato peruviano adotta Linux e software sotto GPL nella PA, dopodiche' manda i suoi dipendenti a farsi skillare e certificare da aziende peruviane che fanno formazione. Puoi insistere finche' vuoi, ma intanto, visto che tu sei illuminato e io sono un idiota, illustrami qual'e' il grande male che la GPL sta creando al mondo. Continuo a essere convinto del fatto che l'economia e l'informatica possoùano seguire due strade diverse...
  • Marlenus scrive:
    Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    - Scritto da: Ekleptical
    La risposta è per qweasdzxc , ma visto che
    illustra un altro dei tanti bachi contenuti
    nella GPL, che motivano il perchè non vada
    adottata dagli stati, lo metto come nuovo
    argomento di discussione.



    dove e il problema? spiegami dove salta

    fuori sta maggiore ricchetta che salta
    fuori

    se peruos lo sviluppano a partire da
    codice

    bsd invece che gpl...

    Devono farlo CLOSED!!!! Vatti a leggere
    l'altra risposta e Keynes, per avere un
    quadro più completo!



    venderlo agli altri

    stati non se ne parla, maggior lavoro da

    fare per scriverlo non se ne parla...

    Ma cosa dici????
    Ma la gente lo scrive gratis, secondo te?
    Capsico che sei abituato alla GPL, ma l'idea
    è che lo stato PEruviano paga la gente per
    scirvere il PeruOS closed.
    Chiara la prospettiva?



    e talmente soggetto che 10 anni di
    processi

    antitrust da parte del governo piu potente

    del mondo non gli hanno fatto un baffo.

    Chi sta parlando di processi? Qui si parla
    di provvedimenti governativi!!!
    Se il Ministero delle Finanze italiane
    decide che al bando per i suoi sistemi non
    può partecipare software GPL (coem ha
    fatto), il soft GPL si attacca! Se sceglie
    che entro 2-3 anni si dovrà adottare un
    nuovo OS, fatto in Perù, M$oft s'attacca e
    non c'è ma che tenga!
    E' una decisione governativa! Gli stati a
    questo servono!

    Invece di dire "adottate Linux" dovete
    dirgli "create PeruOS"!!

    Chiaro?



    poi non capisco cosa diavolo centri il

    bilancio di un piccolo stato, che devono

    fare, prendere i soldi dell'ultima manovra

    fiscale, mettersi a scrivere un sistema

    operativo closed per poi rivenderlo agli

    altri stati? ma che droga prendete
    cazzo...

    Non serve rivenderlo agli altri stati!
    Keynes, porca miseria, Keynes!!! Ma te non
    dicevi di aver fatto economia?
    Ma il libro l'hai aperto o l'hai solo
    guardato dall'indice e dalla copertina?

    Checchè ne dicano quei disgraziati del WTO
    (e infatti i loro risultati si vedono in
    Argentina e si stanno vedendo in tutto il
    resto del mondo che ha adottate le loro
    disastrose ricette), la migliore soluzione
    per far crescere l'economia di un paese
    povero è Keynes!!!
    Il liberismo va bene per le economie
    sviluppate!
    Finchè non le sviluppi vai di Keynes!


    posto, IN CHE MODO LA GPL DANNEGGIA IL
    TERZO

    MONDO, in che modo la gpl produce meno

    ricchezza della bsd nel terzo mondo...

    Produce meno riccheza del closed. L'ho già
    detto 20mila volte, devo risposndere sempre
    alla stessa domanda?
    Allora, facciamo un esempio terra terra, che
    se no qua non ci capiamo.
    Siamo nel solito simbolico Perù (porelli,
    sempre loro! :P).
    L'economia è ai primordi. Non ci sono molti
    soldi in giro. Non ci son grosse aziende.
    Non ci sono molte aziendine. In 3 parole,
    pochi in Perù hanno bisogno di reti, pochi
    in Perù hanno bisogno di software custom,
    pochi in Perù hanno bisogno di assistenza.
    Insomma per i tecnici e programamtori Linux
    lavoro non ce n'è!

    Ma il Perù spende soldi per il governo, a
    cui i Sistemi Infomrativi servono cmq,
    mollandoli alla Microsoft!
    Con PerùOS si prendono 2 piccioni con una
    fava: si sbatte fuori dalla porta uan ditta
    USA, che sottrae soldi dal Perù e li butta
    all'esterno e si crea un'industria interna
    che cresce, genera ricchezza e chisà dove
    può poi arrivare! Il fatto che sia closed e
    si venda PeruWord e PeruExcel ai peruviani(a
    prezzo basso inizialmente, ovvio, così
    risparmiano pure e generano giro di denaro
    che rimane tutto in Perù e se va bene arriva
    pure dall'estero all'interno) fa sì che ci
    siano ampi fondi da reinvestire e si va via
    di effetto volano.

    E' chiaro lo schema?



    spiega questo, sei tu che hai detto che e

    dannosa per il terzo mondo, dimostra.

    Fatto!
    Dimostrami il contrario, son curioso!
    Dimmi come la GPL aiuta il Perù, invece!
    Sono tutt'orecchi!Permette a un programmatore peruviano abile abbastanza di prendere gratis il lavoro fatto da altri e venderlo al governo peruviano con le modifiche necessarie. IL governo del perù paga solo le modifiche e non tutto il lavoro, e utilizza i soldi rimanenti per finanziare ogni piccola idea che valga la pena di finanziare (dalla acquacoltura all'irrigazione del deserto di Atacama). Le aziende finanziate con il denaro risparmiato vendono sul mercato i loro prodotti, aumentando la ricchezza (cioè il totale dei beni) sul mercato peruviano. Assumendo e pagando dipendenti alimentano una economia e sfruttano l'effettto moltiplicatore. Solo in settori (anche) diversi dal software. E magari più redditizi nel migliorare le condizioni di vita di persone che potrebbero volere anche altre cose, come del buon cibo, per esempio, invece che del software. In questo modo il perù non toglie lavoro ai programmatori in USA (che lavoreranno per l'USA) e crea aziende in tutti i settori nel suo paese. E' noto che la monocoltura è pericolosa, in economia. Conviene differenziare e puntare su panieri di aziende e settori diversi.Va bene così? Obiezioni?
    • Ekleptical scrive:
      Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo

      Permette a un programmatore peruviano abile
      abbastanza di prendere gratis il lavoro
      fatto da altri e venderlo al governo
      peruviano con le modifiche necessarie.Così paghi una persona invece che 100. Queste sono le proporzioni (ottimistiche).Io volevo creare volano per l'economia!!!
      governo del perù paga solo le modifiche e
      non tutto il lavoro, e utilizza i soldi
      rimanenti per finanziare ogni piccola idea
      che valga la pena di finanziare (dalla
      acquacoltura all'irrigazione del deserto di
      Atacama).E chi ha detto che ne abbia?Guarda che i paesi poveri spesso son tali perchè non è che abbiano molto da vendere! Manca tutto e hanno poco da offrire al resto del mondo!Col software si creano qualcosa, letteralemtne dal nulla, senza bisogno di praticametne nessuan infrastruttura!!Fai le reti tutte in Wireless, come stanno facendo in India!Anzi! Prendi l'Inida e Bangalore come caso concreto!! Quello esiste e sta funzionando da Dio!Il tuo schema è puramente concettuale e teorico!!!
      Va bene così? Obiezioni?Sì, fatte! :PStai ragionando da paese ricco o pieno di risorse! Cosa che non vale per i paesei del 3o mondo! (Per qualcuno sì, ma lì è questione di dittatura, non di economia! ^_^)
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
        - Scritto da: Ekleptical

        Permette a un programmatore peruviano
        abile

        abbastanza di prendere gratis il lavoro

        fatto da altri e venderlo al governo

        peruviano con le modifiche necessarie.

        Così paghi una persona invece che 100.
        Queste sono le proporzioni (ottimistiche).
        Io volevo creare volano per l'economia!!!Paghi una persona invece che nessuna.Cosa ti fa pensare che il governo del Perù possa finanziare (inutilmente, dato che c'è già) un sistema operativo quando la creazione e la manutenzione di un sistema operativo è troppo dispendiosa per società come IBM e HP ?Se tu conoscessi minimamente l'argomento di cui vai blaterando da due gorni a questa parte sapresti che se il lavoro nell'IT dipendesse dalla creazione di sistemi operativi nessuno lavorerebbe nell'IT. Per fortuna non è così, un buon 90% del lavoro è la fornitura di servizi.Nella malaugurata ipotesi tu decidessi di rispondermi con le tue strampalate ed esilarante citazioni e ipotesi rifletti anche sul fatto che in Italia si è sempre seguito un modello di sviluppo puramente closed e *non esiste* una software house importante (ma nemmeno che si avvicina allo stato di *importante*) e tutto il mercato del software gira attorno al gestionale o al sito internet.Sempre che non snippi e quoti tre righe per rispondere in modo arrogante come al solito eh.

        governo del perù paga solo le modifiche e

        non tutto il lavoro, e utilizza i soldi

        rimanenti per finanziare ogni piccola idea

        che valga la pena di finanziare (dalla

        acquacoltura all'irrigazione del deserto
        di

        Atacama).

        E chi ha detto che ne abbia?

        Guarda che i paesi poveri spesso son tali
        perchè non è che abbiano molto da vendere!
        Manca tutto e hanno poco da offrire al resto
        del mondo!

        Col software si creano qualcosa,
        letteralemtne dal nulla, senza bisogno di
        praticametne nessuan infrastruttura!!hahahahahaha :-)R&D secondo te come si crea ? Leggendo i messaggetti nei baci perugina ? Hai la più pallida idea di cosa significhi sviluppare un sistema operativo ? Hai idea di cosa serve per fare un semplice reverse ? Hai idea che un sistema operativo va *testato* ?
        Fai le reti tutte in Wireless, come stanno
        facendo in India!
        Anzi! Prendi l'Inida e Bangalore come caso
        concreto!! Quello esiste e sta funzionando
        da Dio!
        Il tuo schema è puramente concettuale e
        teorico!!!Invece il Perù che sviluppa un sistema operativo è fattibile :-D

        Va bene così? Obiezioni?

        Sì, fatte! :PE ce le siamo godute.
        Stai ragionando da paese ricco o pieno di
        risorse! Cosa che non vale per i paesei del
        3o mondo! (Per qualcuno sì, ma lì è
        questione di dittatura, non di economia!
        ^_^)Meglio tacere, non ho mai letto tante stronzate in vita mia.Meno Slashdot più Tanenbaum
      • qweasdzxc scrive:
        Re: Se attacano la GPL...

        Così paghi una persona invece che 100.
        Queste sono le proporzioni (ottimistiche).
        Io volevo creare volano per l'economia!!!un volano per l'economia!! scrivendo un sistema operativo (e gia non basterebbe per mille ragioni) in un paese privo di computer (e se non e il peru e il senegal)!!

        governo del perù paga solo le modifiche e

        non tutto il lavoro, e utilizza i soldi

        rimanenti per finanziare ogni piccola idea

        che valga la pena di finanziare (dalla

        acquacoltura all'irrigazione del deserto
        di

        Atacama).

        E chi ha detto che ne abbia?e con cosa li paga sti programmatori del peruos?
        Guarda che i paesi poveri spesso son tali
        perchè non è che abbiano molto da vendere!
        Manca tutto e hanno poco da offrire al resto
        del mondo!che si immettano in massa nel mercato dei sistemi operativi! aspetto con gioia guatemalaos!

        Va bene così? Obiezioni?

        Sì, fatte! :P!!!
  • Ekleptical scrive:
    Perchè la GPL danneggia il 3o mondo
    La risposta è per qweasdzxc , ma visto che illustra un altro dei tanti bachi contenuti nella GPL, che motivano il perchè non vada adottata dagli stati, lo metto come nuovo argomento di discussione.
    dove e il problema? spiegami dove salta
    fuori sta maggiore ricchetta che salta fuori
    se peruos lo sviluppano a partire da codice
    bsd invece che gpl...Devono farlo CLOSED!!!! Vatti a leggere l'altra risposta e Keynes, per avere un quadro più completo!
    venderlo agli altri
    stati non se ne parla, maggior lavoro da
    fare per scriverlo non se ne parla... Ma cosa dici????Ma la gente lo scrive gratis, secondo te? Capsico che sei abituato alla GPL, ma l'idea è che lo stato PEruviano paga la gente per scirvere il PeruOS closed.Chiara la prospettiva?
    e talmente soggetto che 10 anni di processi
    antitrust da parte del governo piu potente
    del mondo non gli hanno fatto un baffo.Chi sta parlando di processi? Qui si parla di provvedimenti governativi!!!Se il Ministero delle Finanze italiane decide che al bando per i suoi sistemi non può partecipare software GPL (coem ha fatto), il soft GPL si attacca! Se sceglie che entro 2-3 anni si dovrà adottare un nuovo OS, fatto in Perù, M$oft s'attacca e non c'è ma che tenga!E' una decisione governativa! Gli stati a questo servono!Invece di dire "adottate Linux" dovete dirgli "create PeruOS"!!Chiaro?
    poi non capisco cosa diavolo centri il
    bilancio di un piccolo stato, che devono
    fare, prendere i soldi dell'ultima manovra
    fiscale, mettersi a scrivere un sistema
    operativo closed per poi rivenderlo agli
    altri stati? ma che droga prendete cazzo...Non serve rivenderlo agli altri stati! Keynes, porca miseria, Keynes!!! Ma te non dicevi di aver fatto economia?Ma il libro l'hai aperto o l'hai solo guardato dall'indice e dalla copertina?Checchè ne dicano quei disgraziati del WTO (e infatti i loro risultati si vedono in Argentina e si stanno vedendo in tutto il resto del mondo che ha adottate le loro disastrose ricette), la migliore soluzione per far crescere l'economia di un paese povero è Keynes!!!Il liberismo va bene per le economie sviluppate!Finchè non le sviluppi vai di Keynes!
    posto, IN CHE MODO LA GPL DANNEGGIA IL TERZO
    MONDO, in che modo la gpl produce meno
    ricchezza della bsd nel terzo mondo...Produce meno riccheza del closed. L'ho già detto 20mila volte, devo risposndere sempre alla stessa domanda?Allora, facciamo un esempio terra terra, che se no qua non ci capiamo.Siamo nel solito simbolico Perù (porelli, sempre loro! :P).L'economia è ai primordi. Non ci sono molti soldi in giro. Non ci son grosse aziende. Non ci sono molte aziendine. In 3 parole, pochi in Perù hanno bisogno di reti, pochi in Perù hanno bisogno di software custom, pochi in Perù hanno bisogno di assistenza.Insomma per i tecnici e programamtori Linux lavoro non ce n'è!Ma il Perù spende soldi per il governo, a cui i Sistemi Infomrativi servono cmq, mollandoli alla Microsoft!Con PerùOS si prendono 2 piccioni con una fava: si sbatte fuori dalla porta uan ditta USA, che sottrae soldi dal Perù e li butta all'esterno e si crea un'industria interna che cresce, genera ricchezza e chisà dove può poi arrivare! Il fatto che sia closed e si venda PeruWord e PeruExcel ai peruviani(a prezzo basso inizialmente, ovvio, così risparmiano pure e generano giro di denaro che rimane tutto in Perù e se va bene arriva pure dall'estero all'interno) fa sì che ci siano ampi fondi da reinvestire e si va via di effetto volano.E' chiaro lo schema?
    spiega questo, sei tu che hai detto che e
    dannosa per il terzo mondo, dimostra.Fatto!Dimostrami il contrario, son curioso!Dimmi come la GPL aiuta il Perù, invece!Sono tutt'orecchi!
  • Marlenus scrive:
    Finalmente una bella risposta. Grazie
    Congratulazioni per la spiegazione. La migliore che ho letto, comprese le mie :-)
  • Ekleptical scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    guarda che lui e convinto che beos sia morto
    per colpa della gpl eh...Troll, ho già risposto sotto e prima di te...magari leggi!Ma tu sai solo fare il troll...
  • Ekleptical scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o m


    perche peruos bsd per te va meglio di
    peruos gpl?Ma io dico di farlo closed! Perchè PeruOS, adottato per scelta di rlilancio dal governo del Perù, è vendibile, è ristretto al Perù e cresce quindi in un mercato protetto. Sviluppa tutta una serie di software dedicati in un mercato protetto.La Microsoft non può farci un tubo di nulla, visto che il governo Peuviano ha scelto di investire i suoi soldi in PeruOS obbligando tutti i suoi uffici e chi vuole trattare con lei ad usare PeruOS.Gli stati servono a fare scelte governative, la Microsoft può lobbare, ma uan volta fatte le scelte, le subisce e si attacca!

    ma il cile ha gia cileos, che se ne fa?Ottimo, così il Cile sviluppa la sua economia pure lui! Dov'è il porblema?CileOs vende ai Cileni, PeruOS vende ai peruviani.
    glissa meno e rispondi di piu trollone Troll ti stai dimostrando tu, visto che, a differenza degli altri che cmq qualcosa hanno detto, te non hai detto nietne, a parte insulti. E insultare e basta, per provocare l'altro, è per definizione il comportamento da troll!Cmq t'ho risposto, sono ancora in attesa di una risposta alla mia domanda:Qual'è la ricchezza economica che produce in Perù l'adozione della GPL.Rimango in attesa...
  • Ekleptical scrive:
    Re: Proposta Oscena (RFC)

    Secondo voi e' proponibile un sistema di
    incentivazione della liberalizzazione di un
    formato di file?No, non proprio, nel senso che non ce n'è bisogno.Esiste un'organizzazioen internazionale chiamata ISO, che serve per fissare gli standard industriali.Non c'è bisogno di nessun finanziamento a nessuno.Si dice semplicemente, gli USA (l'Italia o chi vuoi tu), da ora in poi accetteranno solo software che usi un formato certificato ISO (privo di royalties, ma è quasi intrinseco)!Panico generale nell'industria! O non vendono più una copia del software agli stati o si trovano e fissano un bel formato standard aperto a tutti.Problema risolto in un mese e fine della querelle anti Microsoft che vi stimola tanto.QUESTA è una soluzione corretta al problema formato.E' questo che dovreste chiedere e premere che si faccia!Non inutili ed autolesioniste (nel lungo periodo in particolare) proposte e petizioni per l'obbligo di adozione di massa di Linux e GPL!Proponete l'ISO!Questa è una medicina giusta!La GPL non c'entra NIENTE di NIENTE!Stallman ha trovato terreno fertile per infilarvi sotto il naso una cosa di cui non vi rendete bene conto, spacciandola per soluzione di un problema, quando il suo uso è tutt'altro!
  • Marlenus scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    Ma allora insisti! :-
    - Scritto da: Ekleptical
    Allora, tralasciando tutto il resto, veniamo
    al nocciolo della questione.

    Mi pare che il punto fondamentale sia dal
    punto di vista dei fan della GPL: quel che è
    pubblico, o di pubblico dominio tale deve
    restare. Quindi tutto quello che ne viene
    fuori deve essere di publico domnio e così
    via!
    Le software house invece dicono: ciò che è
    pubblico deve essere disponibile per tutti,
    anche per noi che dobbiamo poterlo integrare
    nei nostri prodotti.
    Questa è la contrapposizione, no?

    Ok! Fermatevi un attimo! Non fatevi fregare
    dall'ovvio e seguite un attimo questo
    piccolo ragionamento. Forse capirete perchè
    le software house hanno ragione!!

    Voi dite: il pubblico rimanga pubblico.

    Ok, allora mettiamoci in questa situazione:
    il prof. Jhon Smith e la sua equipe
    universitaria hanno ideato un rivoluzionario
    metodo di propulsione: basta il semplice
    calore di un corpo umano per far muovere un
    mezzo, anche un auto, a buona velocità. Ti
    siedi sulla macchina, giri la chiavetta ed è
    pronta a partire, senza benza, nè emissioni!
    Direi che è l'invenzione del secolo! Fine di
    mille problemi!
    Ora, l'invenzione è pubblica, visto che è
    nata dalla ricerca universitaria pubblica,
    giusto?
    Sono tutti soldi del contribuente, no?
    Quindi, secondo la mentalità GPL, deve
    rimanere pubblica!
    Okkei, io voglio sapere, seguendo questa
    filosofia (il privato non deve poterla
    incamerare e ritutilizare) come esattamente
    questa invenzione verrà a concretizarsi!
    Voglio sapre i passaggi che la porteranno
    nelle case della gente!
    Voglio sapere chi ci progetta l'auto, chi il
    motore vero (evoluzuione delle scoperte del
    prof), chi la distribuisce e che la fa
    arrivare alla gente!
    Non vorrete mica che rimanga uno studio,
    fermo nel laboratorio del profe, no?Sono sicuro che qualcun altro l'avrà detto, ma devo ancora leggere le troppe risposte!Il tuo esempio è una falsa analogia. Fatta la scoperta, bisogna produrre gli oggetti fisici, mentre il software è già prodotto. Quindi in linea di principio risponderti è tempo perso :-)Comunque la mia risposta al caso in questione è semplice: nessuno potrà più brevettare l'invenzione del professore ed impedire ad altri di produrre. Chiunque vuole produrre è libero di farlo. Il guadagno lo fa sulla sua capacità di applicare l'idea e di produrre, non sull'idea di un altro.In pratica chi fa il design migliore o ha la migliore linea produttiva. E guadagna sul VALORE AGGIUNTO non su ciò che è già stato fatto. CHIARO?Ciao. Aspetto la fase 2.
  • Marlenus scrive:
    Re: Proposta Oscena (RFC)
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo voi e' proponibile un sistema di
    incentivazione della liberalizzazione di un
    formato di file?Sarebbe auspicabile.
    Mi spiego: si potrebbe fare
    in modo che le aziende che sviluppano
    software ricevano dallo stato dei
    finanziamenti bonus, in cambio della
    documentazione e del diritto di utilizzo del
    formato dei file utilizzato dal loro
    software senza obbligo di pagamento di
    royalties da parte di nessuno. I
    finanziamenti potrebbero essere
    proporzionali alla diffusione del formato di
    file in questione; esempio: la Microsoft
    decide di rendere utilizzabile da tutti e
    liberamente il formato .doc. Una apposita
    commissione valuta sia la documentazione
    rilasciata dalla Microsoft, sia la
    diffusione del formato doc. In base a
    questo, determina l'entita' del
    finanziamento.A mio parere troppa burocrazia. Commissioni? Ma non ce ne sono già abbastanza?Non basterebbe che lo stato decidesse uno standard (cioè libero, aperto, senza royalties) e comprasse solo software che lo usa? La M$ ha la forza di ignorare anche, diciamo, l'UE?
  • Anonimo scrive:
    Re: Malinteso

    tu dici che con
    la GPL non si guadagna, pertanto e' un bene
    che ci siano tipi di license closed.No, sbagliato. Io dico che con la GPL si perde una bella fetta di guadagni rispetto al closed. Si guadagna qualcosa lo stesso, ma si riduce di molto in modo drastico il fatturato del settore e il giro di soldi. (E di conseguenza i lavoratori e il beneficio sociale per l'economia)Questo è quello che ho detto io. Non è la stessa cosa!
    Questo
    non lo sta negando nessunoIo sì! ^_^
    bensi' per far scomparire la GPL.Non è esatto! Marciano contro la GPL per i suoi seri problemi e buchi concettual-economico-sociali.E per impedire che possa prendere il sopravvento in ambito governativo non per i suoi meriti, ma solo perchè GPL.Che con tutti i suoi enormi difetti è come andare a letto (involontariamente) con un sieropositivo...(scusate ma su 2 piedi non mi vengono esempi meno "polemici" e di cattivo gusto! ^_^). Per ora sembra che stia bene e della malattia nemmeno te ne accorgi; poi però quando si ammala è troppo tardi, per lui e per te!La GPL ha dei bachi enormi come una casa!Finchè non iniziate a fare un po' di debugging e vi fidate ciecamente e acriticamente del suo contenuto, non vi accorgerete dell'errorre che state compiendo! Quando il bug viene fuori e il programma crasha è troppo tardi! In questo caso il morto c'è scappato, è troppo tardi per rimediare!Quantomeno iniziate a valutare l'ipotesi che la GPL sia fallata!Potete farlo, solo per un attimo?Rifletteteci su! Non bevetevela senza pensarci!Manco fosse il Corano rivelato da Dio!
    perche' qualcosa scritto sotto GPL non ti
    sottrae nulla, anzi ti aggiunge degli
    strumenti che puoi usareNo, perchè ti obbliga a sottometterti ai suoi termini. Quindi o ti inchini al suo volere o rimane autorefrenziale e non esce dal suo gruppo. In 2 parole: la GPL serve solo a sè stessa! Stop!Non è un contributo ad un bel niente, fuori da sè!Ci hai mai pensato?
    dovrebbe essere consentita la creazione di
    programmi liberi basati sugli stessi formati
    proprietari, in modo da poter avere unaIl formato è un finto problema! Per il formato nons erve a niente la GPL. Se si vuole un formato aperto, basta che si spingano le ditte software (anche obbligandole da parte dei governi) a delineare uno standard.In tutti gli altri settori industriali si fa così (in genere si riuniscono le aziende da sole, ma nulla vieta di imporlo).Esiste una cosa chiamata ISO apposta per quello!(O svariati altri consorzi, dall'W3C in giù, per rimanere all'ambito Internet)Con la GPL il problema non c'entra NIENTE di NIENTE!
    E questo non per un attacco di
    estremismo comunista, ma per il semplice
    fatto che se lo strumento software diventa
    indispensabile, io libero cittadino non devo
    essere costretto ad acquistare il prodotto
    di una sola azienda. Infatti devo avere la possibilità di poterlo comprare da più aziende. C'entra qualcosa con la GPL la concorrenza fra aziende?Guardate che state utilizzando una soluzione per dei problemi che nulla hanno a che fare con lei!State prendendo uno scrioppo per la tosse, quando avete l'ulcera!Volete curare l'ulcera, prendete i medicinali per l'ulcera, non lo sciroppo perchè è dolce e vi piace tanto!
  • Ekleptical scrive:
    Re: Futuro a scadenza (x FamosoP)

    la maggior parte dei programmatori fanno applicazioni su
    commissione e questi in ogni modo quale che sia la icenza
    vengono pagati lo stesso, Genio, guarda che il 99% di queste aziendine fa software closed e ci tiene che riamanga tale, visto che non gli fa piacere che il loro lavoro vada in giro e che la concorrenza possa fregarli offrendo il loro stesso prodotto rimaneggiato!Poi torna viveve nel tuo fantasioso e nicchioso mondo di pinguini e personaggi di Toy Story e divertiti!Stammi bene e salutami Nonno Puffo quando lo vedi!Ciao ciao!
  • Anonimo scrive:
    Proposta Oscena (RFC)
    Secondo voi e' proponibile un sistema di incentivazione della liberalizzazione di un formato di file? Mi spiego: si potrebbe fare in modo che le aziende che sviluppano software ricevano dallo stato dei finanziamenti bonus, in cambio della documentazione e del diritto di utilizzo del formato dei file utilizzato dal loro software senza obbligo di pagamento di royalties da parte di nessuno. I finanziamenti potrebbero essere proporzionali alla diffusione del formato di file in questione; esempio: la Microsoft decide di rendere utilizzabile da tutti e liberamente il formato .doc. Una apposita commissione valuta sia la documentazione rilasciata dalla Microsoft, sia la diffusione del formato doc. In base a questo, determina l'entita' del finanziamento. In questo modo1) Le aziende possono continuare a vendere il loro software2) Le aziende ricavano un profitto legato alla diffusione del loro software, ulteriore a quello della vendita della licenza d'uso3) Chiunque puo' utilizzare il formato liberalizzato, rendendo in questo modo minore la creazione di altri formati incompatibili.4) L'azienda che sviluppa software puo' integrare all'interno del suo software il supporto per un gran numero di formati di file5) I cittadini guadagnano in liberta' di scelta del software, che viene valorizzato come strumento di manipolazione dell'informazione rappresentata in formati liberi6) Le posizioni di monopolio sono meno dannose perche' consentono a chiunque di sviluppare piccoli software da affiancare a quelli delle aziende dominanti, senza creare incompatibilita'Sono richiesti commenti, critiche, insulti e chi piu' ne ha piu' ne mettaACD
  • Anonimo scrive:
    Re: Futuro a scadenza
    - Scritto da: Ekleptical
    Giustissimo! Quindi la soluzione è eliminare
    il lavoro del programmatore stipendiato
    (orrore!), e conservare solo l'assistenza
    grazie alla GPL che campa solo di servizi!ma ancora stai qui a sparare ste stronzate? Allora idiota vediam s esta volta lo capisci:la maggior parte dei programmatori fanno applicazioni su commissione e questi in ogni modo quale che sia la icenza vengono pagati lo stesso, una minima parte si dedica alle grosse applicazioni di uso comune, questi perlopiu' lavorano per societa' per cui codeste applicazioni sono un investimento dato che portano valore aggiunto a distribuzioni su cui loro venfono servizi; ti e' piu' chiaro ora?--FamosoPorcoDi3Lettere
    In effetti come ho fatto a non vedere la
    genialità della proposta? Un netto
    miglioramento!
    (bah!)in effetti nemmeno io capisco come fai a non vederla, eppure te lo hanno detto 1000 volte, bah!
  • Anonimo scrive:
    Re: Incongruenza
    - Scritto da: Anonimo
    Ci si accanisce contro chi si scambia file
    mp3 di opere musicali prodotte da un artista
    (e quindi di cui costui detiene i diritti
    insieme alle case discografiche) e poi si
    vuole che il codice scritto da un
    programmatore che ha, con diritto, voluto
    rendere pubblico ad altri (a patto che
    questi ultimi facciano lo stesso) vada a
    finire in un prodotto a pagamento di una
    società che probabilmente a poco a che
    vedere con l'autore?Non e' una incongruenza, non del tutto perlomeno.Chiedere di poter utilizzare liberamente qualcosa prodotto da un altro e' piu' che lecito, si tratti di musica o di codice sorgente. Ovviamente lo puoi fare solo se il proprietario e' d'accordo. Se quindi convinci il proprietario a sfruttare il suo prodotto tutto bene, se lo fai senza il permesso invece sbagli.Il confronto andrebbe quindi fatto tra chi copia musica senza autorizzazione e chi (ad esempio) ingloba codice GPL nel suo codice proprietario, non chi chiede di cambiare licenza da GPL a BSD.Marco
  • Anonimo scrive:
    Malinteso
    Ekleptical, forse stiamo tentando di esprimere concetti diversi: tu dici che con la GPL non si guadagna, pertanto e' un bene che ci siano tipi di license closed. Questo non lo sta negando nessuno: il problema e' che Microsoft & Co non stanno premendo per avere la possibilita' di creare software closed (cosa che gia' fanno e continueranno a fare), bensi' per far scomparire la GPL. E questo, concorderai con me, e' un male, perche' qualcosa scritto sotto GPL non ti sottrae nulla, anzi ti aggiunge degli strumenti che puoi usare: l'informatica non e' un fine, e' solo un mezzo: cosa c'e' di male se un medico puo' usare software GPL per curare i suoi pazienti? Cio' detto, sono del parere che va bene avere software closed. Ma quando questo software diventa molto diffuso, diciamo che occupa il 75% dell'installato della sua categoria, dovrebbe essere consentita la creazione di programmi liberi basati sugli stessi formati proprietari, in modo da poter avere una alternativa. E questo non per un attacco di estremismo comunista, ma per il semplice fatto che se lo strumento software diventa indispensabile, io libero cittadino non devo essere costretto ad acquistare il prodotto di una sola azienda. ACD
  • Ekleptical scrive:
    Re: Futuro a scadenza

    Se non ci si inventa un lavoro (e lo spazio
    deve essere per tutti) si fa la fine
    dell'argentina :-(Giustissimo! Quindi la soluzione è eliminare il lavoro del programmatore stipendiato (orrore!), e conservare solo l'assistenza grazie alla GPL che campa solo di servizi!In effetti come ho fatto a non vedere la genialità della proposta? Un netto miglioramento!(bah!)
  • Ekleptical scrive:
    Re: Se attacano la GPL...


    il BeOS, che non è Microsoft, non è GPL
    ed è

    closed source!

    Riesci a concepire questa cosa?
    certo .. peccato che il monopolio M$
    lo abbia messo fuori produzione e che se ne
    stia creando un clone open source che ne
    prendera' il posto ..Questa è una stupidata che sono un Linuxaro che nulla sa di BeOS poteva dire!!!BeOS non è stato AFFATTO affossato dalla Microsoft, ma da altre 2 cose:1) L'incapacità manageriale e gestionale di Gassè (il CEO e fondatore) che già prima che partisse il progetto aveva idee ben poco chiare! Ho ancora una bella intervista su Wired, prima che il BeOS si concretizzasse (quando ancora si parlava del BeBox) nella quale esprime la mission aziendale:G:"venderemo il sistema ai geek"W:"e quando tutti i geek ce l'avranno?"G: "......gliene venderemo un altro"Ah beh! Un pianone coi fiocchi! Futuro assicurato con questa bella partenza! (E infatti...)2) Da Apple, a cui Be aveva proposto il sistema. Doveva rimpiazzare il vetusto Mac OS (non ricordo più che versione). Erano quasi arrivati ad un accordo, poi la Apple ha riassunto Steve Jobs che ogni tanto una grossa vaccata la deve fare pure lui e gli ha detto di no, mettendoli alla porta!Da lì inizia il declino! (E il Mac OS è rimasto la porcheria che era per anni e anni, finchè non si sono dati una svegliata con X. Avevano sul piatto il SO più avanzato che ci sia e l'hanno buttato dalla finestra! Bravi!)Quindi, Microsoft non c'entra un tubo! La denuncia di Gassè (manco ca*ata da nessun tribunale, peraltro) è solo un modo patetico di coprire la sua incapacità!Mi spiace inveire su di lui...alla fien l'idea dell'BeOS è sua.. ^_^ ..però doveva affidarne la gestione a qualcuno ben più ca**uto!L'informatica è piena di ottimi progetti affossati da un management incapace, dall'Amiga in giù!! Purtroppo conoscenze tecnologiche e conoscenze ecnomiche viaggiano su binari totalmente separati. E ogni riferimento a questo forum NON è casuale! :PEvita di parlare di cose che non conosci, grazie!
    www.openbeos.org Non avevo bisogno del link , grazie! Credo di seguire la comunità BeOS un filino più di te, sai com'è!
  • qweasdzxc scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o m

    perche peruos bsd per te va meglio di peruos gpl?
    perche peruos bsd lo puoi rivendere al cile?
    ma il cile ha gia cileos, che se ne fa?
    perche c'e poco software bsd cosi
    devono sviluppare internamente piu roba?
    ma non e vero, c'e piu roba simil-bsd che gpl...glissa meno e rispondi di piu trollone
  • qweasdzxc scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    E allora? Dov'è il problema? Mai sentito
    parlare di Keynes?dove e il problema? spiegami dove salta fuori sta maggiore ricchetta che salta fuori se peruos lo sviluppano a partire da codice bsd invece che gpl... venderlo agli altri stati non se ne parla, maggior lavoro da fare per scriverlo non se ne parla...
    Qualsiasi stato di decenti dimensioni e con
    un economia appena sviluppata ha più soldi
    di Bill Gates. E Bill Gates non è al governo
    in nessun paese del mondo. E' soggetto a
    quello che gli altri decidono.e talmente soggetto che 10 anni di processi antitrust da parte del governo piu potente del mondo non gli hanno fatto un baffo.poi non capisco cosa diavolo centri il bilancio di un piccolo stato, che devono fare, prendere i soldi dell'ultima manovra fiscale, mettersi a scrivere un sistema operativo closed per poi rivenderlo agli altri stati? ma che droga prendete cazzo...
    In ogni caso io sono ancora in attesa di una
    risposta!!!
    Mi spieghi come la GPL dovrebbe portare
    ricchezza nelle economie del 3o mondo?

    Io attendo fiducioso....non svicolare per
    l'ennesima voltaio svincolare? vatti a rileggere le boiate che hai scritto, e la domanda che io ti ho posto, IN CHE MODO LA GPL DANNEGGIA IL TERZO MONDO, in che modo la gpl produce meno ricchezza della bsd nel terzo mondo... spiega questo, sei tu che hai detto che e dannosa per il terzo mondo, dimostra.
  • Anonimo scrive:
    Futuro a scadenza
    Leggetevi il rapporto dell' esercito usa di Ramsfileld del 2001fate i conti in tasca alla nasa 2.9 biliardi di $fate i conti alla boeing +850 milioni di $considerare linux come adattabile ad un orologio o ad un appareccho radiografico e controllabileChi sviluppera' tutto il software per ste cazzate ?Microsoft e dalle ricerche igrassera ancora mettendo in crisi lo stesso governo usa o e' meglio linux che se viene fatta una cosa ci possono quadagare tuttiL'automazione eliminera l'operaio nei prossimi 5 anniforse prima.Fiat e' in crisi il governo e' disposto a finanziare FIAT pero questa volta vuole diventare azionista (a GM non sta bene)E' inervenuta toyota ma fiat a detto no alla vendita di termini imerese Quindi il problema fiat rimane.Se non ci si inventa un lavoro (e lo spazio deve essere per tutti) si fa la fine dell'argentina :-(
  • Ekleptical scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    sarebbe una bella spinta per
    l'economia dover fare tutto in casa... non
    eri tu l'anticomunista? Conosci i termini che usi?Tu ti sentirai pure figo ad insultare la gente, senza proporre nulla di nulla, ma guarda che per un osservatore esterno stai dicendo solo scemenze e vuoto assoluto!Cerca su vocabolario cosa vuol dire comunismo!E poi cerca in Internet chi è KeynesCiao!
  • Ekleptical scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    e se
    volessero stimolare l'economia locale non
    andrebbero a comprare peruos, ma
    svilupperebbero esattamente allo stesso modo
    cileos, boliviaos, colombiaos. o solo il
    peru ha il diritto di sviluppare l'economia
    locale?E allora? Dov'è il problema? Mai sentito parlare di Keynes?
    sono scritte delle boiate, mi dispiace,
    impegnati di piu. ce ne vuole di ingenuita
    per credere che ogni stato del piffero possa
    mettersi a fare concorrenza nel mercato dei
    sistemi operativi a tutti gli altri stati e
    a microsoft. Qualsiasi stato di decenti dimensioni e con un economia appena sviluppata ha più soldi di Bill Gates. E Bill Gates non è al governo in nessun paese del mondo. E' soggetto a quello che gli altri decidono.In ogni caso io sono ancora in attesa di una risposta!!!Mi spieghi come la GPL dovrebbe portare ricchezza nelle economie del 3o mondo?Io attendo fiducioso....non svicolare per l'ennesima volta
  • Anonimo scrive:
    Re: Come si fa a sapere se un programma.
    - Scritto da: Anonimo
    Contiene parti GPL?

    ... Fra voleva sapere il nome di un buon
    firewall per win, open source.

    byeE comunque per quanto riguarda la prima domanda nessuno è stato in grado di rispondermi esaustivamente.Mi sa che lo chiederò direttamente a Stalmann (anche se il mio inglese è orrido :-)), se lui ha creato la licenza GPL conoscerà sicuramente anche i metodi per scoprire quando questa viene violata :-)Fra
    • qweasdzxc scrive:
      Re: Come si fa a sapere se un programma.
      http://www.xvid.org/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=14&mode=thread&order=0&thold=0in giro c'era un pdf con l'analisi dei binari.
  • Anonimo scrive:
    Re: Incongruenza
    - Scritto da: Anonimo
    Ci si accanisce contro chi si scambia file
    mp3 di opere musicali prodotte da un artista
    (e quindi di cui costui detiene i diritti
    insieme alle case discografiche) e poi si
    vuole che il codice scritto da un
    programmatore che ha, con diritto, voluto
    rendere pubblico ad altri (a patto che
    questi ultimi facciano lo stesso) vada a
    finire in un prodotto a pagamento di una
    società che probabilmente a poco a che
    vedere con l'autore?Purtoppo questo sistema funziona attraverso una regola chiarissima: LA RAPINA, LO SFRUTTAMENTO DELL'UOMO SULL'UOMO e SULLA NATURA.Il bello è che quando tutto questo avveniva in altre parti del mondo, ti dicevano che quelle erano dittature.karl
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    E' meglio lasciar perdere, questi sono presi da delirio liberista; e poi dicono che pericolosi sono gli integralisti islamici. Ormai hanno perso completamente il contatto con la realtà, il loro mondo è la galassia liberista. Ma state tranquilli che si riavranno non appena cadranno dal letto e si sveglieranno.karl
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Anonimo, comunque rimane il fatto che
    le idee di Marx ed Engels si sono dimostrate
    alla prova dei fatti fallimentari ed
    oppressive mentre il liberismo e il
    liberalismo, pur essendo stati formalati un
    secolo prima, attualmente prosperano in
    pressoché tutto il pianeta.Hai ragione il liberismo prospera in tutto il mondo, sono le persone che prosperano un pò meno. La popolazione del pianeta è di circa 6 miliardi di persone, di queste stanno bene si e no un quinto, ovvero i peasi occidentali. Non parliamo poi di come stiamo riducendo il pianeta. La situazione ecologica è diventata ormai esplosiva.Continua a far finta di non vedere che il nostro benessere coincide con lo sfruttamento, da parte nostra, del resto del pianeta. Se sei una persona intelligente certe cose le sai senza che te le dica io. Perciò tu ed altri dovete avere il coraggio di dire che il liberismo va bene per te e che degli altri non te ne frega niente. Questa posizione è più seria e condivisibile, uno può essere d'accordo oppure no, ma per favore smettetela di raccontare la panzana delle magnifiche sorti progressive del capitalismo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Come si fa a sapere se un programma.
    - Scritto da: Anonimo
    Contiene parti GPL?

    ... Fra voleva sapere il nome di un buon
    firewall per win, open source.

    byeGrazie, ti devo una bevuta :-)Fra
  • Anonimo scrive:
    Incongruenza
    Ci si accanisce contro chi si scambia file mp3 di opere musicali prodotte da un artista (e quindi di cui costui detiene i diritti insieme alle case discografiche) e poi si vuole che il codice scritto da un programmatore che ha, con diritto, voluto rendere pubblico ad altri (a patto che questi ultimi facciano lo stesso) vada a finire in un prodotto a pagamento di una società che probabilmente a poco a che vedere con l'autore?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico

    I risultati di una ricerca finanziata con i
    soldi dei contribuenti devono rimanere
    pubblici nel senso che chiunque deve poter
    beneficiare dei risultati senza dover
    versare ulteriori contributiInfatti, è esattamente così che funziona la ricerca pubblica!Se fanno una scoperta in campo pubblico è a disposizione di tutti! Il fatto è che tutti=privati che ci costruiscono qualcosa e la vendono.Solo in un'economia statale (URSS), lo stato costruisce quello che il pubblico inventa...visto che il privato non esiste...
    una fabbrica dei suddetti autoveicoli
    senza pagare royalties a nessuno.E infatti non le paghi! Se no che razza di ricerca pubblica è?Anche perché la ricerca pubblica non è che ti mette a punto il motore e ti consgna il progetto del prodotto finito! Quella è definita Ricerca Applicata e la fanno i privati.La Ricerca Pura e di Base la fa sempre lo stato, invece. Studiano i principi, le leggi di natura, ecc... Tornando al motore, ti sviluppano il principio di funzionamento e provano che funziona con un prototipo (da laboratorio e basta!). Poi passano i risultati a tutti.L'implementazione reale, a partire dal concretizzarla in un motore praticamene utilizzabile in una vettura, è lasciata ai privati!
    A PATTO CHE LE MIE MODIFICHE RIMANGANO
    VISIBILI E REDISTRIBUIBILI IN FORMATO SORGENTE.Ecco, questo non avviene manco per sogno in nessun paese capitalista!Posso porre una domanda semplicissima? Il principio del motore a scoppio è pubblico, no?Tutte le automobili del pianeta lo usano. Il che vuol dire lo prendono, ci costruiscono il motore reale, la macchina e lo vendono. Tutte le modifiche al motore rimangono strettamente private e coperte da brevetto per la sua durata (in teoria). Questo perché dalla teoria alla pratica ci sono un sacco di costi di Research & Development e nessuna azienda al mondo si può permettere di regalarli in giro a tutti!Fallirebbero TUTTE! In moltissimi campi la R&D è la maggiore voce di "spesa" (con la pubblicità! :P).TUTTO quello che viene prodotto è basato su conoscenze e scoperte pubbliche!Le scoperte pubbliche sono quelle che studiate a scuola! :)Applicare il principio GPL a tutto, vuol dire la morte del privato! Chiaro il concetto?Quindi il pubblico lavora per tutti...ma i tutti sono privati!! Io sono un privato, tu sei un privato, la Ferrari è un privato!!!Il pubblico è un collettivo! Il collettivo è applicabile come soggetto pratico solo in un regime comunista, in quanto la produzione è collettivizzata e pubblica!Chiaro anche questo?
    Se invece prendo il
    software, ci faccio le mie modifiche e
    chiudo tutto, sto sottraendo al patrimonio
    informatico mondiale delle risorse.Patrimonio informatico mondiale??Il patrimonio informatico è quello che studi! I linguaggi, le strutture ISO/OSI del networking, il TCP/IP, gli algoritmi, ecc...Quello è patrimonio globale (e libero)!Tutte le implementazioni pratiche sono fatti produttivi industriali! Non c'è NESSUNA differenza concettuale fra software e "roba solida" a questo punto di vista!!!L'aggiungere un nuovo filtro al Gimp non è patrimonio mondiale! Non frega niente a nessuno, a parte te che lo fai e gli utilizzatori del Gimp!Il resto dell'umanità se ne fa un baffo!Non ha NULLA a che vedere con l'arricchimento del patrimonio umano!Al massimo può averne a che vedere l'algoritmo, se è un assoluta novità. Ma l'algoritmo non è la sua implementazione pratica concretizzata in un programmino da compilare in GPL!!! (E se avete fatto un minimo di informatica, dovreste saperlo!!!)L'algoritmo lo puoi prendere e scrivere in C, Assembler, Visual Basic, pure Turbo Pascal se ti piace il retrò! :PL'arricchimento del patrimonio dell'umanità non è il source!! Quello è un atto pratico utile ad un prodotto specifico, che da che mondo è mondo è privato (tranne che in URSS).Il problema, anche leggendo l'impostazione della GPL, è che questi concetti basilari a Richard Stallman sfuggono totalmente! Da lì deriva una licenza folle che parte da presupposti completamente sballati!
    nel campo informatico,
    e solo in questoNo, nemmeno in questo! E' folle la GPL!E qua non ho nemmeno fatto considerazioni economiche, ma puramente filosofiche di impostazione! Gli errori radicali della GPL si trovano su tutto lo spettro del problema!
    , e' una assurdita'
    pretendere di guadagnare dalla vendita del
    software.Ma come fai a dire che è un'assurdità? E' da decenni che si fa! E' arrivato 'sto nerd di RSM, ha sparato la sua teoria sgangherata e si nega la realtà esistente in favore di un'utopia delirante?Ma almeno il buon Marx le sue cose le ha studiate per bene, per tutta la vita! Ci ha riflettuto e ci ha costruito un sistema ben delineato e definito! Poi gliel'hanno messo in pratica in malo modo, ma aveva pensato ad un'organizzazione completa!RSM dice delle castronerie, pretendendo di eliminare il vecchio per sostituirlo con un nuovo totalmente vago e indefinito (vero baratro sul nulla).La cosa strana è che trova gente che gli va dietro, senza neppure riflettere su quello che fa! Evidentemente avrà un carisma particolare col suo barbone, pure lui! :P
    Nel campo
    informatico si possono creare tanti posti di
    lavoro basati sulla fornitura di servizi e
    assistenza tecnica, la vendita del software
    non e' la sola fonte di ricchezza.Non crei un tubo di nulla! E' tutta roba che già c'è e si fa da sempre! L'assistenza, la customizzazione del software e così andando, mica l'avete inventata voi!E' sempre esistita!L'assurdo è che abbiamo attualmente 2 fonti di ricchezza e si pretende di ucciderne 1 e rimanere solo con la seconda! Ma è una perdita o no???Come già detto, A+B
    B da solo, o no???
    vogliono semplicemente prendere le mie
    fatiche, farle apparire come loro, e
    rivenderle a prezzo maggiore a chi le puo'
    usare per risolvere problemi; questo e' puro
    parassitismo) Perchè il parassitismo non c'è nella GPL?Leggendo le risposte qui si desume che il lavoratore Linux medio fa parte di due categorie:a) quello che fa networking (in senso lato), che usa programmi inventati da altri, che si ritrova in mano gratis e si fa pagare per utilizzarli! Non è parassitismo? Qual'è il contributo, anche nella tua visione GPLosa delle cose, di questa gente all'evoluzione del codice? Perché non sono parassiti pure loro?b) gente che prende il software altrui, lo customizza e lo rivende. Se lo prende e lo configura e basta ritorniamo al caso a. Se programma qualcosa in più, lo modifica realmente e lo vende in scatola chiusa (la GPL lo permette, puoi anche non fornire il codice e metterlo a disposizione se vuole per 3 anni...poi 'zzi tuoi se non l'hai richiesto; quindi la GPL non risolve cmq il problema dei vecchi soft obsoleti; posso rispettarla in pieno e se si svegliano tardi, si trovano fregati lo stesso), in parte è parassita, in parte c'ha me
  • Alessandrox scrive:
    Precisazioni
    - Scritto da: Ekleptical

    In TUTTI i link che porti c'e` scritto

    chiaro e tondo "Market share" e "x86

    architecture". Tralascio anche la seconda

    parte a cui ti hanno risposto (il 66% del

    50% e` meno del 40% totale, per fare un

    esempio), e vorrei porre l'attenzione
    sulla

    parola "market" delle statistiche.
    Mbè? Io sto parlando di ECONOMIA e mercato!
    L'economia dfunziona coi soldi, mi pare!
    Non vedo cosa c'entri la base isntallata
    (sulla quale mi dovrei fidare della tua
    percezione peraltro!)La TUA seguente affermazione:"-Trasalisce quando gli si dice che la maggior parte dei server è retta da Windows e Linux è del tutto secondario!www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNews=2124"Non ha nessun carattere economico ma numerico, statisticoE ti e' stata ampiamente confutataChe c'entra l' economia quando si parla di quanti SERVER web hanno Linux e Quanti hanno Windows?Ti faccio notare che un conto e' dire:Sono piu' i server con Linux rispetto a quelli con Windowsun'altro e' dire:Win detiene i 2/3 del mercato e Linux il 13% (che comunque non e' poco considerando che e' in crescita e che si e' posto sul mercato in tempi piu' recenti rispetto a win).Non puoi, in un confronto con Linux, prendere una quantificazione in termini di quote di mercato come indice di una quantificazione in termini di "base installata".
    Se prendi Linux e lo installi su 2 computer
    uno di fianco all'altro o lo installi su 1
    solo non è che cambi molto per l'economia mi
    pare! (a meno che non ti paghino ad ore, ma
    per installazione, ma allora sei un grande!
    ;P)Per l' economia di quella azienda che lo installa direi che cambia abbastanza... se si confronta con l' installazione di altri S.O. a pagamento.
    Credo chea anche il sostenitore più
    esagitato della GPL converrà su qeusto, no?
    :DCertamente, in termini di quote di mercato non cambia nulla ma certamente NON in termini di "base installata".Voglio dire quei 2 server con linux mica stanno li a fare le belle statuine... lavorano, producono... anche se non sono costati nulla.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Precisazioni

      La TUA seguente affermazione:
      "-Trasalisce quando gli si dice che la
      maggior parte dei server è retta da Windows
      e Linux è del tutto secondario!
      www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNews=2124"

      Non ha nessun carattere economico ma
      numerico, statisticoE' isolata dal contesto..che non era quel messaggio! Quel messaggio era una risposta cumulativa in un colpo solo a varie obiezioni che mi erano state fatte.Non andava preso a sè stante, per un nuovo arrivato nella discussione! Era per gli "aficionados"! :)
      Ti faccio notare che un conto e' dire:
      Sono piu' i server con Linux rispetto a
      quelli con Windows
      un'altro e' dire:.......ecc.....In ogni caso cerchiamo di mantenere la discussione su dei dati reali. Perchè se ci metessimo a discutere io e te della velocità di volo degli Pterodattili (assumo che non ne sappia nulla nemmeno tu), possiamo sparare cifre, ma stiamo facendo discorsi inutili, senza fondamento.Per usare (impropriamente) una terminologia Kantiana, cerchiamo di avvicinarci al noumeno, invece di rimanere bloccati nel fenomeno personale di ognuno. L'oggetto dell'analisi è il reale, non il mio o il tuo "mondo mentale"!
      • Alessandrox scrive:
        Dati reali?
        - Scritto da: Ekleptical

        La TUA seguente affermazione:

        "-Trasalisce quando gli si dice che la

        maggior parte dei server è retta da
        Windows

        e Linux è del tutto secondario!www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNews=2124"

        Non ha nessun carattere economico ma

        numerico, statistico
        E' isolata dal contesto..che non era quel
        messaggio! Quel messaggio era una risposta
        cumulativa in un colpo solo a varie
        obiezioni che mi erano state fatte.
        Non andava preso a sè stante, per un nuovo
        arrivato nella discussione! Era per gli
        "aficionados"! :)Ho riportato un tuo messaggio dal threadhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=293252per poterti rispondere nella lista di messaggi di Dicembre.

        Ti faccio notare che un conto e' dire:

        Sono piu' i server con Linux rispetto a

        quelli con Windows

        un'altro e' dire:.......ecc.....
        In ogni caso cerchiamo di mantenere la
        discussione su dei dati reali. Perchè se ci
        metessimo a discutere io e te della velocità
        di volo degli Pterodattili (assumo che non
        ne sappia nulla nemmeno tu), possiamo
        sparare cifre, ma stiamo facendo discorsi
        inutili, senza fondamento.
        Per usare (impropriamente) una terminologia
        Kantiana, cerchiamo di avvicinarci al
        noumeno, invece di rimanere bloccati nel
        fenomeno personale di ognuno. L'oggetto
        dell'analisi è il reale, non il mio o il tuo
        "mondo mentale"!OK pero' converrai che nemmeno l'analisi delle quote di mercato puo' avvicinarsi sufficentemente al dato reale mentre, (e preciso nel caso di un confronto Linux-Windows) e' molto piu' indicativa una notizia come:http://punto-informatico.it/p.asp?i=41997insieme alla semplice considerazione che BIND e' il DNS piu' usato...
  • Anonimo scrive:
    Re: Prodotti con sorgenti
    - Scritto da: Full
    - Scritto da: Archie75

    Mi sono letto tutti i messaggi qui presenti

    Tutti?? Ma hai fatto qualche corso di lettura rapida per caso? :-)Lettura euristica: ho letto il primo messaggio, ultimo ed ho interpolato :-)Scherzi a parte, gli ho letti tutti. L'argomento é decisamente interessantee ho pensato di approfondirlo leggendo le opinioni dei vari lettori di PI.

    (Nel settore industriale la necessità di

    integrarsi con altri dispositivi o
    estendere

    il programma per supportare internamente

    altre funzioni é regola comune)

    A chi lo dici, io nel lontano 1986
    commissionai un programma di gestione del
    magazzino aziendale ad una piccola software
    house, piuttosto che ad un'altra più grande
    che mi avrebbe fatto pagare anche di meno,
    per via del fatto che la prima mi avrebbe
    (dopo mia lunga insistenza e loro vivo
    stupore per una richiesta così "strana" per
    quei tempi) rilasciato il codice sorgente.Io in un caso sono stato costretto ad effettuare unreverse engineering su un protocollo usato da unprodotto non piu' commercializzato... perché la dittain questione é fallita.
    E anche in seguito, per la scelta di tutti
    gli applicativi "verticali" per l'azienda,
    mi sono sempre attenuto alla regola di
    pretendere i codici sorgenti.Infatti non é tuo interesse sviluppare un business da taleprodotto. Per te é uno strumento come può essere un particolaremacchinario. E' un modo di procedere etico e per nulla penalizzante.Il cliente se desidera ulteriori modifiche nel 99% dei casi contatta la ditta originale: chiedere ad una terza ditta di effettuare modifiche é molto costoso, in quanto:- la ditta originale non effettuera' supporto sul prodotto modificato da terzi (anche le case automobilistiche non riconoscono garanzie su vetture riparate da autofficine non autorizzate dalla casa e/o dall'uso di ricambi non originali) - la terza ditta impieghera' più tempo per comprendere il prodotto ed effettuare la modifica richiesta! Tempo -
    $$$ :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: PER LA REDAZIONE
    Risolto!Grazie della segnalazione, in effetti si trattava di un'eccezione ma ora è risolta!!!!Ora vado a caccia di bug... (sai, è quasi ora di pranzo ;)Ciao-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 maggio 2006 11.08-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Che rabbia
    Alla fine il motivo è sempre il denaro. Se neanche i governi comprano più il loro software come fanno? I consumatori stanno cambiando e se nemmeno le amministrazioni comperano i loro prodotti probabilmente in poco tempo si troverebbero sul lastrico. Ovviamente non si farnno di certo mettere in ginocchio da prodotti open source. Poveracci, in fondo anche se sono pluri miliardari avranno anche loro i propri diritti. Forza Open Source!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: karl

    Potresti avere anche ragione su certi

    aspetti. Ma tu non mi conosci, quindi non

    puoi sapere su cosa ho sudato. Detto
    questo

    siccome io non sono un santo e un giorno

    potrei decidere di registrare codice della

    comunità sotto licenza proprietaria, un

    certo Stallman ha deciso...

    Intanto vorrei sapere a cosa serve una
    licenza come la GPL quando chiunque e'
    liberissimo di prendere tutto il codice che
    vuole, modificarlo e chiuderlo senza dire
    nulla a nessuno.


    di scrivere la GPL

    in modo che certe nefandezze (che io
    stesso

    potrei commettere una volta in odore di

    denaro) non vengano commesse.

    "L'occasione fa l'uomo ladro" recita un

    proverbio, con la GPL si elimina
    l'occasione

    e quindi il ladro.

    Se la GPL serve a non fare l'uomo ladro stai
    sicuro che i ladri ci si troveranno molto
    bene...
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: karl
    Potresti avere anche ragione su certi
    aspetti. Ma tu non mi conosci, quindi non
    puoi sapere su cosa ho sudato. Detto questo
    siccome io non sono un santo e un giorno
    potrei decidere di registrare codice della
    comunità sotto licenza proprietaria, un
    certo Stallman ha deciso...Intanto vorrei sapere a cosa serve una licenza come la GPL quando chiunque e' liberissimo di prendere tutto il codice che vuole, modificarlo e chiuderlo senza dire nulla a nessuno.
    di scrivere la GPL
    in modo che certe nefandezze (che io stesso
    potrei commettere una volta in odore di
    denaro) non vengano commesse.
    "L'occasione fa l'uomo ladro" recita un
    proverbio, con la GPL si elimina l'occasione
    e quindi il ladro.Se la GPL serve a non fare l'uomo ladro stai sicuro che i ladri ci si troveranno molto bene...
  • Anonimo scrive:
    Come si fa a sapere se un programma...
    Contiene parti GPL? ... Fra voleva sapere il nome di un buon firewall per win, open source.bye
  • Anonimo scrive:
    Re: PER LA REDAZIONE
    - Scritto da: Anonimo
    ogni volta ke cerco di accedere all'indice
    delle opinioni mi esce qst:

    Microsoft VBScript runtime error '800a0005'

    Invalid procedure call or argument: 'left'

    D:SITOFORUM../_adm/motori/func_comuni.asp,

    buon lavoro ;)Capita anche a me :-)Index
  • Anonimo scrive:
    PER LA REDAZIONE
    ogni volta ke cerco di accedere all'indice delle opinioni mi esce qst:Microsoft VBScript runtime error '800a0005' Invalid procedure call or argument: 'left' D:SITOFORUM../_adm/motori/func_comuni.asp, line 92 buon lavoro ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Pubblico nel Pubblico
    - Scritto da: Anonimo
    I risultati di una ricerca finanziata con i
    (...)
    Ovviamente poi ognuno e' libero di rendere
    disponibile la sua opera d'ingegno come
    vuole, ma per favore non impeditemi, se
    voglio, di rendere le mie fatiche
    sfruttabili da tutti (e con tutti intendo
    dire tutti quelli che se ne possono servire
    per risolvere problemi, non quelli che
    vogliono semplicemente prendere le mie
    fatiche, farle apparire come loro, e
    rivenderle a prezzo maggiore a chi le puo'
    usare per risolvere problemi; questo e' puro
    parassitismo) . Attenzione: chiunque vogliaGià, ma il punto è proprio questo, come accorgersi se un programma closed sia stato compilato partendo da un sorgente che contiene parti di codice GPL?Se si trova una soluzione efficace a questo problema credo che la GPL avrà un successone, altrimenti vedo una prospettiva meno rosea per questo tipo di licenza.Io stesso ho creato un software per il Totocalcio che non è nulla di che, un banale programma come se ne possono trovare a migliaia di migliori nel freeware, che però ha una caratteristica unica al mondo (e lo dico con cognizione di causa, fidati), ossia la procedura di sviluppo colonnare di un sistema realizzata con sole 5 singole istruzioni basic (e quindi con una velocità unica), grazie al fatto che si basa su un approccio diametralmente opposto a quello utilizzato da tutti gli altri software dedicati al Totocalcio.Se potessi avere la certezza che questa piccola porzione di codice non venisse poi implementata in prodotti closed dal prezzo elevatissimo come Automa/Spettro, Totmaker ecc. (o che se ciò accadesse fosse comunque possibile scoprirlo facilmente), ebbene io metterei le 5 istruzioni in questione a disposizione di tutti e sarei felicissimo di farlo.
    rispondere a questo post tenga ben presente
    questo punto: LA PRODUZIONE DI SOFTWARE E'
    DIVERSA DALLA PRODUZIONE DI UN QUALSIASI
    OGGETTO MATERIALE: e' questo che rende
    inutili e dannose (per il progresso) le
    'chiusure' di ogni genere. Data una idea, io
    libero cittadino, se sono bravo, posso
    tradurla in un buon software. In altri campi
    (vedi: automobili), PER PRODURRE UNA
    AUTOMOBILE DEVO ANCHE AVERE MILIARDI PER
    COMPRARE I MACCHINARI ADATTI A PRODURLA.
    Chi non e' in grado di capire questa
    semplice differenza, puo' fare a meno di
    rispondere, in quanto l'intera discussione
    e' basata su questo presupposto.Ovvio, perché, c'è stato qualcuno che per caso ha paragonato la produzione di un bene materiale con la produzione di un software che è una cosa invece infinitamente duplicabile a costo pressoché nullo?Fra
  • Anonimo scrive:
    Re: PI avete cambiato grafica!
    - Scritto da: Anonimo
    senza avvertire?dall'oggi all'indomani...
    un vero choc! :-)
    ciaoIn effetti buona creanza avrebbe consigliato di preavvertire del cambiamento.
  • Anonimo scrive:
    Pubblico nel Pubblico
    I risultati di una ricerca finanziata con i soldi dei contribuenti devono rimanere pubblici nel senso che chiunque deve poter beneficiare dei risultati senza dover versare ulteriori contributi: nell'esempio della macchina che va col calore prodotto dal conducente, devo poter impiantare (avendone le possibilita' economiche e tecniche) una fabbrica dei suddetti autoveicoli senza pagare royalties a nessuno.Con la GPL, nessuno mi vieta di prendere il software, apportare le mie modifiche allo stesso e rivenderlo, A PATTO CHE LE MIE MODIFICHE RIMANGANO VISIBILI E REDISTRIBUIBILI IN FORMATO SORGENTE. In questo modo, chi viene dopo di me puo' fare esattamente lo stesso. Se invece prendo il software, ci faccio le mie modifiche e chiudo tutto, sto sottraendo al patrimonio informatico mondiale delle risorse. Per quel che mi riguarda, nel campo informatico, e solo in questo, e' una assurdita' pretendere di guadagnare dalla vendita del software. Con cio' non voglio certo dire che non sia possibile, ritengo soltanto che sia profondamente ingiusto. Nel campo informatico si possono creare tanti posti di lavoro basati sulla fornitura di servizi e assistenza tecnica, la vendita del software non e' la sola fonte di ricchezza. Ovviamente poi ognuno e' libero di rendere disponibile la sua opera d'ingegno come vuole, ma per favore non impeditemi, se voglio, di rendere le mie fatiche sfruttabili da tutti (e con tutti intendo dire tutti quelli che se ne possono servire per risolvere problemi, non quelli che vogliono semplicemente prendere le mie fatiche, farle apparire come loro, e rivenderle a prezzo maggiore a chi le puo' usare per risolvere problemi; questo e' puro parassitismo) . Attenzione: chiunque voglia rispondere a questo post tenga ben presente questo punto: LA PRODUZIONE DI SOFTWARE E' DIVERSA DALLA PRODUZIONE DI UN QUALSIASI OGGETTO MATERIALE: e' questo che rende inutili e dannose (per il progresso) le 'chiusure' di ogni genere. Data una idea, io libero cittadino, se sono bravo, posso tradurla in un buon software. In altri campi (vedi: automobili), PER PRODURRE UNA AUTOMOBILE DEVO ANCHE AVERE MILIARDI PER COMPRARE I MACCHINARI ADATTI A PRODURLA. Chi non e' in grado di capire questa semplice differenza, puo' fare a meno di rispondere, in quanto l'intera discussione e' basata su questo presupposto.ACD
  • Anonimo scrive:
    PI avete cambiato grafica!
    senza avvertire?dall'oggi all'indomani...un vero choc! :-)ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: karl
    - Scritto da: Stemma

    - Scritto da: karl


    - Scritto da: Ekleptical







    Beh, a che lo salvi Marx siete riamsti



    ancora meno, temo.... :P





    Visti gli ultimi sviluppi pare proprio di no!



    Ultimi sviluppi?

    Hanno per caso inventato la macchina del

    tempo per tornare a fine '800?

    No, ma se parliamo di date i principi del
    capitalismo sono ancora più vecchi. Smith e
    ricardo sono del '700 per cui la tua
    macchina del tempo dovrà essere migliore
    della mia.A parte che nel '700 è stato formulato il liberalismo e il liberismo e non tanto il capitalismo che invece pre-esiste a questi ultimi, e a parte che mi hai affibbiato pregiudizialmente una posizione in merito alla diatriba (e anche se ci hai azzeccato non è mai buona regola farlo durante una discussione), comunque rimane il fatto che le idee di Marx ed Engels si sono dimostrate alla prova dei fatti fallimentari ed oppressive mentre il liberismo e il liberalismo, pur essendo stati formalati un secolo prima, attualmente prosperano in pressoché tutto il pianeta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il progresso


    X Ekleptical, che dice che l'Oligopolio e'

    la forma migliore per l'economia, faccio

    notare che volendo sviluppare un mio

    software e venderlo, in presenza di

    oligopolio vengo subito schiacciato dai
    big,

    che se vedono la possibilita' che il mio

    programma intacchi i loro interressi

    Beh, se ti vai a scontrare con l'oligopolio
    come aziendina dal nulla, francamente sei
    pirla tu! :))

    Se vuoi emergere creati la tua nicchia di
    mercato! Che senso ha fare una cosa che già
    fanno altri più grossi di te e spesso
    meglio? (tralasciamo discussioni tecniche
    off-topic, prendila come cosa GENERALE)
    Non sto parlando di creare un sistema operativo concorrente.Java di Sun e' stato tagliato fuori da microsoft che ha messo fuori la sua versione incompatibile con quella gia' esistente, e lo ha potuto fare grazie alla sua posizione di monopolio.

    Le piccole aziende in

    campo informatico possono fare soldi solo

    fornendo SERVIZI

    Ma infatti il mondo è strapieno di aziendine
    informatiche che fanno software su
    commissione per le ditte!
    Già ci sono, prosperano senza problemi e
    riescono pure ad arricchirsi a volte!
    Tutto questo senza GPL, ma con il closed!!!

    A che mi serve la GPL?Il punto non e' a cosa mi serve la GPL... Il punto e' che ANCHE con la GPL posso fare soldi, pertanto non e' cosi' 'virale' quanto microsoft e compagnia bella vogliono farci credere. E poi il software che fai su commissione per una ditta te lo fai pagare dalla ditta, e quasi certamente non lo venderai a nessun altro... Pertanto, poiche' la GPL NON VIETA la vendita del software, non vedo quale sarebbe la differenza. Anzi, rilasciandolo sotto GPL hai la possibilita' che altri lo utilizzino e magari lo migliorino per te...BY ACDX QUELLI DI PI: COME MAI ADESSO PER USARE IL MIO NICK MI DEVO REGISTRARE? ERA MEGLIO PRIMA...
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ciao
    La soluzione basata su BSD potrebbe essere
    venduta a Cile, Bolivia, Colombia, quella su
    GPL se la prendono gratis perche' deve
    essere disponibile pubblicamenteROTFL! Diventero' ricchissimo vendendo copie di FreeBSD in Bolivia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    La soluzione basata su BSD potrebbe essere
    venduta a Cile, Bolivia, Colombia, quella su
    GPL se la prendono gratis perche' deve
    essere disponibile pubblicamente ... ma
    proprio non ci arrivate?svegliaaaaaa cile bolivia e colombia, sono gia affezionati clienti microsoft, perche dovrebbero comprare l'accrocchio di peruos quando possono usufruire delle stimolanti offerte microsoft per l'e-government? e se volessero stimolare l'economia locale non andrebbero a comprare peruos, ma svilupperebbero esattamente allo stesso modo cileos, boliviaos, colombiaos. o solo il peru ha il diritto di sviluppare l'economia locale?

    veramente sei tu che non hai dimostrato
    che

    ricchezza possa generare in meno nelle

    pubbliche amministrazioni, nelle scuole,

    ecc. provaci dai.

    E' scritto li sopra. sono scritte delle boiate, mi dispiace, impegnati di piu. ce ne vuole di ingenuita per credere che ogni stato del piffero possa mettersi a fare concorrenza nel mercato dei sistemi operativi a tutti gli altri stati e a microsoft.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    La licenza l-gpl non e' stata inventata a
    caso, semplicemente tutti hanno capito che
    GPL = gratis.2 piccioni con una fava, la prima vaccata e che gpl=gratis, la seconda e che lgpl!=gratis...
    Sviluppare software costa e di solo supporto
    non si campa... allora vietiamo agli altri di usare questa malefica licenza.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    Certo, soprattutto quando i termini sono del
    tipo qualsiasi software che usa parte di
    codice GPL deve essere GPL a sua volta... la
    famosa natura virale. virale solo nella tua mente bacataTi sei chiesto come
    mai le librerie di fintux sono state messe
    sotto lesser gpl? Perche' senno tutto il sw
    sviluppato per fintux sarebbe diventato
    automaticamente gpl.sarebbe diventato? ma per favore. il termine esatto e: NON CI SAREBBE STATO. niente sarebbe diventato niente, niente di virale. cosa c'e di virale in qualcosa che non esiste? lo sapete solo voi...che poi non e neanche del tutto vero, si poteva in teoria scrivere codice non gpl linkandolo a librerie non gpl.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    ... bene prendiamo 2 casi allora. il peru
    prende codice bsd, lo sviluppa creando
    soluzioni software proprietarie per la sua
    pubblica amministrazione finanziando
    programmatori e amministratori locali. ci
    siamo?
    secondo caso: il peru prende codice gpl, lo
    sviluppa creando soluzioni software open per
    la sua pubblica amministrazione finanziando
    programmatori e amministratori locali.
    adesso spiegami tu dove sta sta ricchezza in
    piu.La soluzione basata su BSD potrebbe essere venduta a Cile, Bolivia, Colombia, quella su GPL se la prendono gratis perche' deve essere disponibile pubblicamente ... ma proprio non ci arrivate?
    veramente sei tu che non hai dimostrato che
    ricchezza possa generare in meno nelle
    pubbliche amministrazioni, nelle scuole,
    ecc. provaci dai.E' scritto li sopra.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    Voi che siete democratici, non vorrerte mica
    vietarla?Certo, soprattutto quando i termini sono del tipo qualsiasi software che usa parte di codice GPL deve essere GPL a sua volta... la famosa natura virale. Ti sei chiesto come mai le librerie di fintux sono state messe sotto lesser gpl? Perche' senno tutto il sw sviluppato per fintux sarebbe diventato automaticamente gpl.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...


    Ti ho "rapinato del tuo lavoro"...
    te non hai capito niente ...
    io compro _una_ copia del tuo programma e tu
    per
    licenza (GPL) sei obbligato a darmi i
    sorgenti ..
    a sto punto inizio anche io a vendere il
    programma
    che tu hai fatto...
    uno rilascia il codice sotto GPL per poter
    riusare
    le modifiche che gli altri faranno al mio
    lavoro ..
    faccio un investimento in codice e ottengo
    un ritorno sempre in codiceGuarda che invece lui ha capito benissimo. Se tu compri da me un programma che io rilascio sotto GPL sei scemo perche' il sorgente e' *pubblicamente* disponibile. Se compri da me un programma per rivenderlo sei ancora piu' scemo perche' chiunque puo' prenderne il sorgente. Se compri un programma da me per modificarlo e rivenderlo sei ugualmente scemo perche' la licenza GPL ti costringera' a rilasciarne il sorgente.La licenza l-gpl non e' stata inventata a caso, semplicemente tutti hanno capito che GPL = gratis.Sviluppare software costa e di solo supporto non si campa...
  • Anonimo scrive:
    Hai costruito un castello sulle nuvole...

    Mi pare che il punto fondamentale sia dal
    punto di vista dei fan della GPL: quel che è
    pubblico, o di pubblico dominio tale deve
    restare. Quindi tutto quello che ne viene
    fuori deve essere di publico domnio e così
    via!
    Le software house invece dicono: ciò che è
    pubblico deve essere disponibile per tutti,
    anche per noi che dobbiamo poterlo integrare
    nei nostri prodotti.
    Questa è la contrapposizione, no?Secondo me no, ecco perche' dico che stai costruendo castelli per aria. Rileggendo l'articolo ho notato che si parla di uso e promozione dell'open source nelle pubbliche amministrazioni e in particolare nel DoD. Il discorso ricerca e' limitato al DoD. Quindi non e' una questione di una ricerca di un'universita' finanziata dal governo per fornire del codice di base per sviluppi futuri generici. Qui si parla o di usare quello gia' che c'e' nella pubblica amministrazione, o di sviluppare qualcosa di piu' a partire da quello che c'e' gia'. Qui tu potresti obiettare:"Ma perche' lo sviluppo del DoD che e' finanziato dal governo non e' ricerca pubblica finanziata dallo stato?". La risposta e' si, ma e' l'obbiettivo che e' diverso da quello che dici tu. Si usa l'open source anche in licenza GPL e si possono rilasciare i risultati dello sviluppo sotto GPL perche' questo non collide con lo scopo del progetto, che mi sembra sia quello di installare nelle pubbliche amministrazione software con codice aperto comunque per ovvi motivi di interesse nazionale (verifica del codice, rimozioni di backdoor e funzioni non documentate ecc ecc). Quello che voglio dire e' che non esiste una licenza perfetta per qualsiasi tipo di ricerca pubblica. Ad esempio non sarebbe stata sicuramente presa in considerazione una licenza open per tecnologie riguardanti lo sviluppo di nuovi armamenti. Nel caso di una ricerca per lo sviluppo di software riutilizzabile di base di un universita', sicuramente la BSD potrebbe essere preferibile alla GPL.
    Ok! Fermatevi un attimo! Non fatevi fregare
    dall'ovvio e seguite un attimo questo
    piccolo ragionamento. Forse capirete perchè
    le software house hanno ragione!!

    Voi dite: il pubblico rimanga pubblico.

    Ok, allora mettiamoci in questa situazione:
    il prof. Jhon Smith e la sua equipe
    universitaria hanno ideato un rivoluzionario
    metodo di propulsione: basta il semplice
    calore di un corpo umano per far muovere un
    mezzo, anche un auto, a buona velocità. Ti
    siedi sulla macchina, giri la chiavetta ed è
    pronta a partire, senza benza, nè emissioni!
    Direi che è l'invenzione del secolo! Fine di
    mille problemi!
    Ora, l'invenzione è pubblica, visto che è
    nata dalla ricerca universitaria pubblica,
    giusto?
    Sono tutti soldi del contribuente, no?
    Quindi, secondo la mentalità GPL, deve
    rimanere pubblica!
    Okkei, io voglio sapere, seguendo questa
    filosofia (il privato non deve poterla
    incamerare e ritutilizare) come esattamente
    questa invenzione verrà a concretizarsi!Ammetto che per un'azienda crea delle complicazioni sulla gestione di un business, ma quello che dici e' in parte sbagliato. L'azienda con la GPL potrebbe includere nel suo progetto l'invenzione del prof, ma sarebbe costretta a rendere pubblico l'intero progetto della sua automobile. E' una rogna non lo nego, ma non e' esattamente quello che dici tu, cioe' che non lo possono usare.Per come la vedo io la GPL e' solo una licenza. In certi casi e' una buona licenza in altri no. Nel caso delle pubbliche amministrazioni invece ritengo sia una licenza applicabile tranquillamente perche' nel settore pubblico per ovvi problemi di sicurezza il codice non dovrebbe mai essere closed. Se questo e' vero, allora la GPL non provoca danni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per chi ancora NON avesse compreso la differen

    No certo ognuno è libero di scegliere la
    licenza che meglio gli aggrada; perchè voler
    imporre a tutti i costi la licenza GPL?hai letto la notizia? stanno cercando di imporre la licenza bsd oppure software closed, mica la gpl
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    certo .. peccato che il monopolio M$
    lo abbia messo fuori produzione e che se ne
    stia creando un clone open source che ne
    prendera' il posto ..
    www.openbeos.org
    ciaoguarda che lui e convinto che beos sia morto per colpa della gpl eh...
  • Anonimo scrive:
    Re: La vera fine delal GPL...
    - Scritto da: Ekleptical
    ...è una bella introduzione di economia
    politica obbligatoria per tutte le scuole
    superiori!

    Qua è palese che il GPL-aro medio non ne sa
    assolutamente un tubo!!!L'unica cosa palese è che reciti a memoria cose che non capisci.Smettila di studiare le teorie economiche sul bignami perché così continuerai a non capirci un tubo. Leggi qualcosa di più serio.
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo
    - Scritto da: Ekleptical

    non c'e peggior sordo di chi non vuol

    sentire ...

    Ma io sono disponibile a sentire!
    Se qualcuno mi risponde...in mancanza di una
    risposa cosa devo sentire? Il nulla?tu hai sparato solo un sacco di stronzate, a cui non ho il tempo ne la voglia di rispondere punto su punto, ma non ho trovato la risposta alla mia di domanda, perche peruos bsd per te va meglio di peruos gpl? perche peruos bsd lo puoi rivendere al cile? ma il cile ha gia cileos, che se ne fa? perche c'e poco software bsd cosi devono sviluppare internamente piu roba? ma non e vero, c'e piu roba simil-bsd che gpl... eppoi seguendo la tua logica ridicola, perche non vietiamo l'importazione di sistemi elettronici, medicinali ed energia in italia? sarebbe una bella spinta per l'economia dover fare tutto in casa... non eri tu l'anticomunista?
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Stemma
    - Scritto da: karl

    - Scritto da: Ekleptical





    Beh, a che lo salvi Marx siete riamsti


    ancora meno, temo.... :P



    Visti gli ultimi sviluppi pare proprio di
    no!

    Ultimi sviluppi?
    Hanno per caso inventato la macchina del
    tempo per tornare a fine '800?No, ma se parliamo di date i principi del capitalismo sono ancora più vecchi. Smith e ricardo sono del '700 per cui la tua macchina del tempo dovrà essere migliore della mia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: karl
    - Scritto da: Ekleptical



    Beh, a che lo salvi Marx siete riamsti

    ancora meno, temo.... :P

    Visti gli ultimi sviluppi pare proprio di no!Ultimi sviluppi?Hanno per caso inventato la macchina del tempo per tornare a fine '800?
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
    - Scritto da: Ekleptical

    ti saluta tua mamma (ma aveva la bocca
    piena

    e non ho capito bene che diceva ahahahah)

    Ok, tu sei un bambinetto, s'è capita!
    Quanti hanni hai? Ce l'hai la patente? La
    Cresima l'hai fatta?uhm, se fossi un bambinetto per te sarebbe ancora piu' triste.


    si certo come quando parlando di openmosix

    te ne sei uscito con dei link su cluster
    ad

    alta disponibilita'/affidabilita'; tu

    documenti sempre quello che dici peccato
    che

    documenti con roba che non c'azzecca una

    mazza :-)

    http://currentissue.telephonyonline.com/ar/te

    Vai qua, questo era il link che avevo messo!
    Dacci una letta, prima della favola della
    buona notte della mamma!AHAHAHAHAHAH non ci provare non era quello il link che avevi postato, ripiglia il tuo post che ti sbugiardo in un secondo dai :-)

    sara', l'importante e' che non ti

    demoralizzi, l'IT non e' l'unico campo in

    cui puoi lavorare, se ti impegni
    sicuramente

    troverai altro

    Spero non ci lavoriate voi! Quella cì che è
    uan disgrazia!
    Anche perchè il 99% della gente che ci
    lavora non la pensa come voi, grazie a Dio!!
    Sarete voi a trovarvi male, non io!uhm dici? ma dove hai lavorato finora? forse hai parlato coi commerciali e coi markettari
    Credo che 4/5 della gente che ha risposto
    siano smanettoni che non hanno mai lavorato
    in vita loro!no infatti io campo d'aria
    Mi sa che rientri pure tu nell'ambito o ti
    comporti perfettamente come loro!certo certo pero'ora vai a studiare dilettante


    Vota i tuoi balilla e non rompere le
    pa**e


    al resto del mondo pensante!


    Ciao ciao!



    uhm, colpito nel vivo? :-)

    No, francamente è inutile parlare con un
    balilla!
    Non c'è dialogo! Non ne sono capaci,
    strutturalmente, tutto qua!bello, vedo che le generalizazzioni non sono il tuo forte, si vede che hai la mente aperta
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ekleptical

    Beh, a che lo salvi Marx siete riamsti
    ancora meno, temo.... :PVisti gli ultimi sviluppi pare proprio di no!P.S. "Il sonno della ragione genera mostri"
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ekleptical

    Ripeto, leggi! Poi si discute, ma se
    neanche

    leggi te la fai e te la dici!


    Peraltro aggiungo che il mio SO preferito è
    il BeOS, che non è Microsoft, non è GPL ed è
    closed source!
    Riesci a concepire questa cosa?certo .. peccato che il monopolio M$lo abbia messo fuori produzione e che se ne stia creando un clone open source che ne prendera' il posto ..www.openbeos.org ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: GPL et co.
    - Scritto da: Archie75
    Mi sono letto tutti i messaggi qui presentiTutti?? Ma hai fatto qualche corso di lettura rapida per caso? :-)
    relativi all'argomento e credo che ci sia un
    (...)
    Per quanto riguarda invece sull'uso
    "imposto" di prodotti Opensource e GPL in
    particolare nella P.A., il discorso é
    profondamente differente.

    Nella P.A. é secondo me importante prima di
    tutto l'uso ESCLUSIVO di formati aperti e
    documentati, assolutamente NON PROPRIETARI.Innegabile.
    Io cittadino *non voglio* che il mio Stato
    (...)
    Inoltre io cittadino (impresa, etc.) non
    devo essere costretto ad adottare un solo
    strumento proprietario per, ad esempio,
    inviare elettronicamente le mie tasse
    (Unico), fare una richiesta alla Prefettura,
    etc.Altrettanto innegabile.
    Io come cittadino dovrei poter operare una
    (...)
    Inoltre lo Stato, se acquista o commissiona
    un prodotto ad una ditta dovrebbe pretendere
    la consegna dei sorgenti da poter usare solo
    internamente, in caso di necessità di
    modifiche ad hoc personali.
    (Nel settore industriale la necessità di
    integrarsi con altri dispositivi o estendere
    il programma per supportare internamente
    altre funzioni é regola comune)A chi lo dici, io nel lontano 1986 commissionai un programma di gestione del magazzino aziendale ad una piccola software house, piuttosto che ad un'altra più grande che mi avrebbe fatto pagare anche di meno, per via del fatto che la prima mi avrebbe (dopo mia lunga insistenza e loro vivo stupore per una richiesta così "strana" per quei tempi) rilasciato il codice sorgente.E anche in seguito, per la scelta di tutti gli applicativi "verticali" per l'azienda, mi sono sempre attenuto alla regola di pretendere i codici sorgenti.
    Lo Stato idealmente dovrebbe spendere in
    modo oculato i soldi ottenuti tramite le
    tasse (pagate sia dalle imprese che dai
    cittadini).
    Se a parità di funzioni (e garanzie) il
    prodotto X costa meno di Y, deve adottare X.
    Indipendentemente da chi produce X.Sull'argomento "funzioni" (specie per la Pubblica Amministrazione) ci sarebbe molto da dire, comunque innegabile anche questo.
    Le aziende di software con software
    pre-confezionato (per capirci MS e compagni)
    ora devono adattarsi alla nuova situazione.
    Purtroppo in molte occasioni il software
    gratuito, sviluppato da appassionati ha
    dimostrato di essere equivalente o
    addirittura superiore in termini di qualità
    ed affidabilità rispetto a quello prodotto
    da tali aziende.
    E pensare che aziende come MS hanno in
    organico vario personale di alto livello e
    competenza.
    Se li possono permettere :-)
    Ora devono "competere" e dimostrare che il
    loro prodotto ha senso pagarlo il prezzo a
    cui lo vendono. O si adattano o spariscono, è la legge del libero mercato (anche se parlare di libero mercato nel caso di Microsoft è quanto meno risibile).
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ekleptical
    LEGGI quel che scrivo!!
    Ho detto che la cosa migliore sarebbe se lo
    producessero da sè!!!!

    Ripeto, leggi! Poi si discute, ma se neanche
    leggi te la fai e te la dici!ma si , ma che ci vuole ..ho sentito dire che windows sono solo 30 milioni di righe di codice ..' na passegiata di salute ... GNU/linux ci ha messo 10 anni ha divenire quello che e' e ci hanno lavorato migliaia , fose decine di migliaia di persone ...ovviamente poi chiunque non voglia comprare un sistema operativo se lo riscrive da 'se si vede che hai fatto ing,gestionale e non ing.informatica .. l'ing del software e la "software crisis" secondo me non sai neanche cosa sono
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...

    Non cerco nessuna statistica, tu affermi tu
    giustifichi.Io le statistiche te le do e sono le più autorevoli del pianeta..ma per te è inutile !Preferisci chiudere gli occhi, tanto "tu sai".A quel punto che senso ha parlare?
    Se lo dici tu. A me sembra che tu stia
    facendo la figura del saccente studentello,
    cosa che peraltro sei :) Quando diventerai
    produttivo fammi un fischio, magari ti
    assumo, in qualche categoria molto bassa
    ovviamente, dato che non sei un informatico.Mi spiace, infomrati! Il Gestionale può entrare nella categoria degli Ing. Infomratici, secondo la proposta avanzata dall'ordine!Se tu non seilaureato (non ne he idea) è più facile che valga il contrario, visto che non potrai più esercitare la professione! :PP
    Se volevi fare l'informatico studiavi
    informatica, è inutile che tenti di
    invischiarmi nei tuoi sterili pensieri da
    politicante, non abbocco.Bene conosco un solo professionista Linux informatico su una decina, allora! Va bene?
    Io sono un tecnico, non un economista.
    Ne, a differenza di te, ho la pretesa di
    fare l'economista.Non sto facendo l'economista! Sono conoscenze base, niente di trascendentale!Se dico 1+1=2 non sto facendo il matematico!Se poi tu non sia nemmeno che 1+1 fa 2 il porblema è tuo!
    Peccato che il link che hai fornito non
    parli assolutamente di vendita della distro.E' il bilancio ufficiale della Red Hat in uan delle due voci deve essere! O è subscription o l'altra! Altro a bilancio non c'è! Non è che poss tenere fuori i guadagni dal bilancio!! Manco se fossero zero, cmq avrebebro i costi!Poi trai le conclusioni che vuoi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...
      mi fa paura questa gente!Tutto il giorno che sparla e basta sui forum lamentandosi che il sistema economico non va! E ti credo: loro stessi non fanno niente tutto il giorno a parte scrivere sui forum di PI! :(/me che oggi ha dovuto lavorare pure il sabato... :(p.s. la critica non è rivolta a te, ma in generale a tutti quelli che postano spesso sui forum di PI e si lamentano che l'economia va male!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo del futuro...

        p.s. la critica non è rivolta a te, ma in
        generale a tutti quelli che postano spesso
        sui forum di PI e si lamentano che
        l'economia va male!intendevo "la critica non è rivolta SOLO a te"
  • Anonimo scrive:
    GPL et co.
    Mi sono letto tutti i messaggi qui presenti relativi all'argomento e credo che ci sia un po' di confusione su alcuni concetti base.La licenza GPL ha principalmente lo scopo della condivisione della conoscenza (informatica), rendendo disponibili eventuali migliorie a tutti, nessuno escluso. Io sviluppo un programma, lo distribuisco con licenza GPL. Qualcun'altro successivamente lo rielabora e lo ripropone. Magari lo rivende. Pazienza. Come sviluppatore ho deciso automamente di adottare la licenza GPL. Stop.Per quanto riguarda invece sull'uso "imposto" di prodotti Opensource e GPL in particolare nella P.A., il discorso é profondamente differente.Nella P.A. é secondo me importante prima di tutto l'uso ESCLUSIVO di formati aperti e documentati, assolutamente NON PROPRIETARI.Io cittadino *non voglio* che il mio Stato spenda in modo "assurdo" i miei soldi (la mia quota fornita con le tasse) per aggiornare il parco di installato Word ad ogni uscita di versione, che tendenzialmente cambia formato dei file e incidentalmente corregge qualche bug.Avendo lavorato come dipendente pubblico per un periodo ho potuto constatare di persona quali sono i requisiti medi nell'uso di Word et similia: l'uso base.Inoltre io cittadino (impresa, etc.) non devo essere costretto ad adottare un solo strumento proprietario per, ad esempio, inviare elettronicamente le mie tasse (Unico), fare una richiesta alla Prefettura, etc.Io come cittadino dovrei poter operare una scelta in base anche alle mie disponibilità economiche. Prendiamo ad esempio il problema dell'invio del modello Unico per via elettronica.Una volta rese pubbliche le interfaccie per lo scambio dati, dovrei poter scegliere fra:- me lo scrivo da solo- acquisto il prodotto X1 dalla ditta X- acquisto il prodotto Y1 dalla ditta Y, che costa piu' di X1 ma é più veloce nel fare i calcoli- uso un prodotto sotto GPL che ha realizzato Z (individuo o ditta) ed in caso di problemi o mi attacco o chiedo supporto alla ditta, che potrebbe farmelo pagare o meno.Inoltre lo Stato, se acquista o commissiona un prodotto ad una ditta dovrebbe pretendere la consegna dei sorgenti da poter usare solo internamente, in caso di necessità di modifiche ad hoc personali. (Nel settore industriale la necessità di integrarsi con altri dispositivi o estendere il programma per supportare internamente altre funzioni é regola comune)Lo Stato idealmente dovrebbe spendere in modo oculato i soldi ottenuti tramite le tasse (pagate sia dalle imprese che dai cittadini).Se a parità di funzioni (e garanzie) il prodotto X costa meno di Y, deve adottare X. Indipendentemente da chi produce X.Le aziende di software con software pre-confezionato (per capirci MS e compagni) ora devono adattarsi alla nuova situazione. Purtroppo in molte occasioni il software gratuito, sviluppato da appassionati ha dimostrato di essere equivalente o addirittura superiore in termini di qualità ed affidabilità rispetto a quello prodotto da tali aziende.E pensare che aziende come MS hanno in organico vario personale di alto livello e competenza.Se li possono permettere :-)Ora devono "competere" e dimostrare che il loro prodotto ha senso pagarlo il prezzo a cui lo vendono. Spero di essere stato sufficientemente chiaro :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: La vera fine delal GPL...
    Sai, mi sento tirato in causa.... mi laureo in economia a fine anno perfettamente in pari e con una media del 27e qualcosina....non sarà tantissimo (ma ho altri interessi oltre all' economia) ma stai certo che economia politica l' ho data con successo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...

    In TUTTI i link che porti c'e` scritto
    chiaro e tondo "Market share" e "x86
    architecture". Tralascio anche la seconda
    parte a cui ti hanno risposto (il 66% del
    50% e` meno del 40% totale, per fare un
    esempio), e vorrei porre l'attenzione sulla
    parola "market" delle statistiche.Mbè? Io sto parlando di ECONOMIA e mercato! L'economia dfunziona coi soldi, mi pare! Non vedo cosa c'entri la base isntallata (sulla quale mi dovrei fidare della tua percezione peraltro!)Se prendi Linux e lo installi su 2 computer uno di fianco all'altro o lo installi su 1 solo non è che cambi molto per l'economia mi pare! (a meno che non ti paghino ad ore, ma per installazione, ma allora sei un grande! ;P)Credo chea anche il sostenitore più esagitato della GPL converrà su qeusto, no? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...

      Se prendi Linux e lo installi su 2 computer
      uno di fianco all'altro o lo installi su 1
      solo non è che cambi molto per l'economia mi
      pare! (a meno che non ti paghino ad ore, ma
      per installazione, ma allora sei un grande!
      ;P)

      Credo chea anche il sostenitore più
      esagitato della GPL converrà su qeusto, no?
      :Dcome no... ipotesi: invece di comprare 2 pc e stipendiare 2 operatori e spenderci 10 milioni di software americano l'uno, se potesse usare solo software opensource gratuito magari avrebbe i soldi per 3 pc e 3 operatori italiani ad esempio. non cambia proprio nulla per l'economia...
    • Anonimo scrive:
      Non cambiare le carte....
      - Scritto da: Ekleptical

      In TUTTI i link che porti c'e` scritto

      chiaro e tondo "Market share" e "x86

      architecture". Tralascio anche la seconda

      parte a cui ti hanno risposto (il 66% del

      50% e` meno del 40% totale, per fare un

      esempio), e vorrei porre l'attenzione
      sulla

      parola "market" delle statistiche.
      Mbè? Io sto parlando di ECONOMIA e mercato!
      L'economia dfunziona coi soldi, mi pare!
      Non vedo cosa c'entri la base isntallata
      (sulla quale mi dovrei fidare della tua
      percezione peraltro!)La TUA seguente affermazione:"-Trasalisce quando gli si dice che la maggior parte dei server è retta da Windows e Linux è del tutto secondario!www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNews=2124"Non ha nessun carattere economico ma numerico, statisticoE ti e' stata ampiamente confutataChe c'entra l' economia quando si parla di quanti SERVER web hanno Linux e Quanti hanno Windows?Ti faccio notare che un conto e' dire:Sono piu' i server con Linux rispetto a quelli con Windowsun'altro e' dire:Win detiene i 2/3 del mercato e Linux il 13% (che comunque non e' poco considerando che e' in crescita e che si e' posto sul mercato in tempi piu' recenti rispetto a win).Non puoi, in un confronto con Linux, prendere una quantificazione in termini di quote di mercato come indice di una quantificazione in termini di "base installata".
      Se prendi Linux e lo installi su 2 computer
      uno di fianco all'altro o lo installi su 1
      solo non è che cambi molto per l'economia mi
      pare! (a meno che non ti paghino ad ore, ma
      per installazione, ma allora sei un grande!
      ;P)Per l' economia di quella azienda che lo installa direi che cambia abbastanza... se si confronta con l' installazione di altri S.O. a pagamento.
      Credo chea anche il sostenitore più
      esagitato della GPL converrà su qeusto, no?
      :DCertamente, in termini di quote di mercato non cambia nulla ma certamente NON in termini di "base installata".Voglio dire quei 2 server con linux mica stanno li a fare le belle statuine... lavorano, producono... anche se non sono costati nulla.
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...

    - Non sei contrario alle licenze open ma sei
    contrario all'uso delle licenze open nella
    PA?No, nemmeno nella PA! Non ho nessun porblema con l'Open! Non mi pare ce l'abbia nemmeno l'associazione delle software house! (e se anche fosse 'zzi loro! :P)Io ce l'ho con la GPL!Tutto quello che ho detto è sempre stato contro la GPL! Mai accusato l'Open Source in genereale! Sempre e solo la GPL!
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...
      - Scritto da: Ekleptical

      - Non sei contrario alle licenze open ma
      sei

      contrario all'uso delle licenze open nella

      PA?

      No, nemmeno nella PA! Non ho nessun porblema
      con l'Open! Non mi pare ce l'abbia nemmeno
      l'associazione delle software house! (e se
      anche fosse 'zzi loro! :P)

      Io ce l'ho con la GPL!
      Tutto quello che ho detto è sempre stato
      contro la GPL! Mai accusato l'Open Source in
      genereale! Sempre e solo la GPL!Allora, scusa se te lo dico, ma impara a quotare. Io in quel punto stavo parlando di licenze open, non di GPL. Dopo ho fatto il ragionamento sul perché, a parer mio, dovrebbe essere utilizzata la GPL tra le tante licenze OPEN.
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    Ti ringrazio del consiglio ma keynes lo
    conosco piuttosto bene, e pure smith.Ok, ma allora perchè fai la sparata di cui sopra?
    Perciò
    saputello io non ti consiglio link di
    internet ma qualche libro serio vedi i tre
    libri de "Il Capitale" di MarxAh beh, allora!!!Alla fine sempre su comunismo si va a parare sotto sotto, con la GPL!!Messi alle strette tutti finiscono in quella zona del campo!E poi mi si nega il contrario....Vi contraddicete da soli!Si arriva persino a dire "no, ma guarda io non sono comunista, però... cioè..ecco.." e via a mettere una pezza..Almeno tu sei coerente e fedele alla linea fino in fondo! :))Peraltro sei l'unico che può dare la soluzione al mio problemino posto nell'altro thread!Nella tua impostazione è tutto perfettamente incastrato!Poi, discutere di comunismo vs capitalismo è decenni che lo faccio con amici vari comunisti ed è uan discussione un filino lunga, che non mi pare il caso di portare qua! :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    Siete proprio forti, adesso siete voi i
    terzomondisti. Il liberismo salverà il
    mondo. Ormai a questa affermazione siete
    rimasti solo tu e cecchia paone a crederci.Beh, a che lo salvi Marx siete riamsti ancora meno, temo.... :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    Ripeto, leggi! Poi si discute, ma se neanche
    leggi te la fai e te la dici!Peraltro aggiungo che il mio SO preferito è il BeOS, che non è Microsoft, non è GPL ed è closed source!Riesci a concepire questa cosa?
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...


    Dove cavolo ho detto che il Perù deve

    comprare software Microsfot!

    Citami il passaggio, grazie!
    avranno pure bisogno di un sistema
    operativo ,no ?LEGGI quel che scrivo!!Ho detto che la cosa migliore sarebbe se lo producessero da sè!!!!Ripeto, leggi! Poi si discute, ma se neanche leggi te la fai e te la dici!
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    La Bayer (che guardacaso e` la prima che
    viene in mente perche` ha la piu` grossa
    fetta del mercato) e le altre industrie
    farmaceuticheE per quale motivo? Glielo imponi per legge?Ti sfugge che se non spendono soldi per la ricerca in un campo è perchè non ci vedono il ritorno economico?Che motivo avrebbero di produrre la nuova pastiglietta?Se anceh la ricerca giel'hanno fatta altri, non ne avrebebro motivo lo stesso. E' fuori dalla strategia dell'azienda!O glielo imponi o non lo faranno!
    che a quel punto si fanno
    concorrenza su chi riesce a risparmiare di
    piu` nella produzione.Non è così che funzionano le aziende!Se c'è un prodotto a concorrenza perfetta, le aziende FUGGONO come se fosse peste!!!Concorrenza perfetta=smazzo e profitti decresecenti fino allo zero, all'estremo!Tutti tentano di differenziarsi il più possibile per evitare lo scontro concorrenziale puro!O li obbighi o non c'è verso!
    i Meganoidi sul loro sito
    hanno messo l'mp3 delle loro prime tre
    canzoni.Sigh..non è GPL!!! Danno via i loro mp3 a scopo promozionale, come le aziende danno via profumi o detersivi o prodotti vari in assaggio al supermercato!Prova a prendere il pezzo dei Meganoidi, fanne una cover e pubbllicala a sbafo! Vediamo se non hanno qualcosina da ridire e non ti arriva una bella denuncia!!
    O Blair Witch Project che ha fatto lo stesso.Non è GPL....
    Hanno SCELTO di usare una licenza che
    permettesse alla gente di scaricare la loro
    musica gratis.Che non è GPL.. (è chiaro, presumo :P)
    E se anche diventa software di Stato a te
    che ti frega? Cosa te ne importa che alle
    poste ci sia Linux al posto di Windows a far
    andare il display della signorina che prende
    il tuo vaglia, i tuoi soldi e li manda al
    destinatario?Che sarebbe meglio avere un bell'EuroOS da contrappore all'America, invece di usare una soluzione GPL!
    Che ti frega se lo stato ti
    da` un documento in .sxw invece che in .doc?Nulla, ma non c'entra niente col GPL!E' fissazione di uno standard! Come si fa in tutti i settori industriali.Ripeto: cosa c'entra la GPL?
    E la richiesta di MS va contestualizzata:
    nella situazione odierna MS ha il monopolio
    quasi assoluto dei sistemi clientecc..ecc...E chi sta parlando di Microsoft? Qui il discorso è closed contro GPL!Non Microsoft resto del mondo! Io non sto parlando della Microsoft! E' una fra le tante, gorssissima, ma una fra le tante!Closed è anche la dittarela che produce software su commissione per le aziende!Siete voi che c'avete la fissa Microsoft! Io sto parlando di altro...
    A me pare di si`.Ripeto? Che c'entra la GPL con la fissazione degli standard??? Non arrampichiamoci sugli specchi!
    Vedi sopra. Potrebbe essere RTF per il
    testo, ma per tutto il resto?Ci si trova e si fissa e si decide, così funzionano gli standard!Non "prendiamo prodotto x" solo perchè è GPL (uno fra i tanti peraltro) e obblighiamo tutti ad adottarlo..così per chè ci va, a caso!Questo non è fissare gli standard è IMPORLI, senza nessuna motivazione dietro!
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    - Scritto da: Ekleptical
    Leggendo i discorsi dei fan della GPL, i fan
    del p2p e così via mi sorgono dubbi smpre
    più seri sul futuro dell'umanità.Esagerato :-)
    Sarà semplificativo, ma, fino a prova
    contraria, nel capitalismo si lavora, si
    guadagna e si spende. Con la spesa qualcun
    altro guadagna, ragion per cui lavora e poi
    spende e via così.

    Ora, in base all'anda dealineabile dalla
    gente che frequenta questa rivista online
    (che, mi tocco le bolas, spero non sia una
    tendenza reale del mondo!), non c'è nessun
    modo di guadaganre con la proprietà
    intellettuale! Si è sempre sporchi arraffa
    soldi, indegni del Linuxaro che fa tutto per
    passione.
    Oppure dello scroccone p2p, novello Robin
    Hood auto-nominato, che ruba ai ricchi per
    dare al povero (sè stesso). Anzi, quantomeno
    Robin rubava soldi e la grana la rimetteva
    in circolo! Questi la fanno scomparire nel
    nulla e basta!

    Quindi non c'è verso nell'unico settore che
    (una volta) si considera(va) promettente per
    il futuro, per il guadagno.
    (E' inutile che la meniate. A parte Red Hat,
    nessun altro guadagna nell'Open Source!
    Tutti gli altri sono stati salvati dal
    fallimento dall'intervento di IBM, HP e via
    andando, tutta gente che i soldi li ricava
    alla vecchia maniera, altro che Free. E poi,
    beh...la Debian è gratis, quindi meno
    guadagno di così.. ^_^)Sono abbastanza vecchio per avere un elenco sterminato di previsioni pessimistiche sull'economia ogni qual volta appare una novità che cambia i riferimenti del mercato.Previsioni pessimistiche che non hanno motivazione di esistere se non nel misoneismo di chi le esterna.La TV ucciderà la radio, la radio (o i registratori a cassette) non farà vendere più dischi, la TV ucciderà il cinema, i giornali nei supermercati affosseranno le edicole, internet non farà più vendere un libro, gli aerei faranno sparire i treni, l'informatica farà esplodere la disoccupazione, il crollo dell'industria software manderà in rovina l'economia (notare la contraddizione palese tra queste due ultime affermazioni) ecc. ecc.Agli inizi degli anni '70 c'era chi si opponeva anche alla trasmissione in diretta dei Gran Premi di F1 dicendo che nessuno sarebbe più andato a vedere le corse in autodromo.I più lungimiranti (e di mentalità più elastica) intravedevano invece le nuove possibilità di business che ciò avrebbe creato.Risultato: non solo i biglietti venduti per assistere ad un GP sono aumentati sempre di più ma a fianco a questo business se ne è creato uno più cospicuo legato ai miliardari diritti televisivi.Ora invece è il turno di "La GPL distruggerà il capitalismo" e "Il Peer to Peer affosserà l'industria discografica".Vedi, il capitalismo è la forma vincente di economia proprio per la sua intrinseca capacità di adattarsi velocemente alle nuove condizioni di mercato e di inventarsi nuovi business.Anzi, la storia oramai insegna che i migliori profitti si perseguono con la cosiddetta "innovazione di prodotto" più che con l'"innovazione di processo".Un esempio italiano: http://punto-informatico.it/p.asp?i=40505
    Ora, forse non l'avete mai notato, ma
    l'altra fonte di guadagno sono le attività
    industriali, che però non è che se la
    passino molto bene (vedi Fiat!) ultimamente
    e per tutta una serie di ragioni andranno
    sempre peggio! (non per niente l'occupazione
    nell'industria è in perenne calo da anni,
    soprattuto la grande)

    A questo punto, mi chiedo io...ma i soldi
    per far fuzionare la società, in futuro da
    dove verranno secondo 'sta gente?Vedi risposta sopra.
    Forse non ve ne siete accorti nemmeno di
    questo, ma l'avanzare delle forme di lavoro
    "interniali", stage non retribuiti e
    quant'altro, oltre a convenire alle ditte,
    sta diventando per loro una necessità, visto
    che le casse iniziano ad essere vuote!Guarda che la flessibilità del lavoro non è un male, anzi i paesi con la minor disoccupazione sono proprio quelli dove la flessibilità del lavoro è la più alta.
    E se in qualche modo non si riempiono, le
    cose peggioreranno sempre più!
    Senza contare che la GPL col suo
    "appassionato", contrubisce al simpatico
    clima "tu lavora, che poi a pagarti ci
    pensiamo dopo, se ci va"Questa non l'ho capita.
    Io francamente inizio a preoccuparmi! Già
    siamo messi male adesso, ma qua non ci
    riprendiamo più se questa è l'idea di
    progresso che si fa avanti...Il progresso vero si ha con l'abolizione di tutte le "rendite di posizione", sia che siano quelle degli interessi corporativi di un determinato albo, sia che siano quelle di un'azienda che non si sa adeguare alle nuove richieste del mercato, sia che siano quelle di chi vuol tenere ancora in vita un mercato del lavoro rigido.
    Tocchiamoci, come dicevo...
    Forse ho buttato troppa carne al fuoco
    (anche se in realtà ci sarebbe molto altro
    da dire), ma riflettete un attimo
    sull'insieme, grazie!Tranquillo, e ricorda che è la capacità di adattarsi alle mutate condizioni quello che fa sopravvivere una specie animale, un'economia, un'idea ecc.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    Hai ragione sul fatto che la microsoft rispetto ad altri è completamente closed, ma anche se con sfumature diverse, sun ed apple (io sono un ex utente macintosh che per principio ha abbandonato tutto quello che non è GPL) hanno le stesse mire di microsoft, quindi credo che differenze veramente sostanziali non ce ne siano.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: karlo!

    Microsoft era un esempio, potevo mettere
    Apple, Sun ecc.. (evidentemente la prossima
    volta dovrò farlo se no non ci capiamo...)no ..mac os X e solaris contengono codice open source ...(il kernel e gnomne, rispettivamente )non sono 100 % closed source ... (la M$ oggigiorno e' l' unica che venda un s.o completamente closed-source ...e come noi ben sappiamo (!) l'open osurce non genera ricchezza quindi SUN APPLE falliranno miseramente .. o forse no ? ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ekleptical

    A questo punto mi chiedo: ma questo

    ekleptical o vende software Microsoft alla

    pubblica amministrazione

    Dove cavolo ho detto che il Perù deve
    comprare software Microsfot!
    Citami il passaggio, grazie!
    Prova a leggere quello che scrivo, invece di
    inventartelo!Microsoft era un esempio, potevo mettere Apple, Sun ecc.. (evidentemente la prossima volta dovrò farlo se no non ci capiamo...)

    soldi che entrano nelle casse dei stati

    cosiddetti democratici che svenano paesi
    già

    disastrati.

    Soldi che in India, producendo software, gli
    stanno rientrando...

    Ma a voi che ve ne frega dei casi reali del
    mondo? Voi vivete nel vostro coputerino e
    nel vostro strano mondo mentale, senza
    connessioni conla realtà. Siete contenti di
    saper configurare la retina Linux.
    Il resto vi sfugge totalemente...Siete proprio forti, adesso siete voi i terzomondisti. Il liberismo salverà il mondo. Ormai a questa affermazione siete rimasti solo tu e cecchia paone a crederci.
  • Anonimo scrive:
    Il solito esempio..
    di un'azienda che guadagna con la GPL:http://www.microsoft.com/windows/sfu/howtobuy/default.asp
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ekleptical

    Dove cavolo ho detto che il Perù deve
    comprare software Microsfot!
    Citami il passaggio, grazie! avranno pure bisogno di un sistema operativo ,no ?
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    Teoria Keynesiana dell'economia! Molto in
    voga a cicli alterni nel mondo! Roosvelt ci
    ha tirato su gli USA dopo la guerra!

    E allora?E allora preferisco non fare la buca e poi richiuderla prendendo lo stesso lo stipendio. La società avrebbe lo stesso risultato ed io sarei meno stanco.

    (Guarda che hai fatto una magrissima figura,
    con chiunque di economia sappa qualcosa! E'
    una delle teorie più note e famose che
    esistano! Keynes è probabilmente
    l'economista più conosciuto al mondo dopo
    Adam Smith!!!
    Fatti una cultura! In rete troverai un pacco
    di roba su Keynes!!)Ti ringrazio del consiglio ma keynes lo conosco piuttosto bene, e pure smith. Perciò saputello io non ti consiglio link di internet ma qualche libro serio vedi i tre libri de "Il Capitale" di Marx (che io ho letto, perciò...). Lo so che non rientra nei tuoi piani ma dopo tale lettura capiresti come funziona il capitalismo molto meglio di quanto tu abbia imparato da smith e ricardo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    A questo punto mi chiedo: ma questo
    ekleptical o vende software Microsoft alla
    pubblica amministrazione Dove cavolo ho detto che il Perù deve comprare software Microsfot!Citami il passaggio, grazie!Prova a leggere quello che scrivo, invece di inventartelo!
    soldi che entrano nelle casse dei stati
    cosiddetti democratici che svenano paesi già
    disastrati.Soldi che in India, producendo software, gli stanno rientrando...Ma a voi che ve ne frega dei casi reali del mondo? Voi vivete nel vostro coputerino e nel vostro strano mondo mentale, senza connessioni conla realtà. Siete contenti di saper configurare la retina Linux.Il resto vi sfugge totalemente...
  • Anonimo scrive:
    Re: Una domanda...
    - Scritto da: Fra
    ...ma se una software house prende del
    codice rilasciato sotto licenza GPL e lo
    ingloba in un prodotto closed, come si fa a
    scoprire questa violazione della licenza
    GPL?Partendo da un binario, non vedo come sia possibile verificare che contiene codice GPL. Se pero' ho un sospetto, e la base di codice "rubata" e' abbastanza ampia, non dovrebbe essere troppo difficile verificare la cosa tramite un po' di test.. anche se non si avra' la certezza matematica se non in tribunale.Altrimenti dichiaro che ho trovato un enorme buco di sicurezza e guardo quali altre aziende emettono advisory ;).
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo
    anche io l'avevo letta ... pero' in 1984 di george orwell ...e fa proprio quell' esempio ..i beni devono essere prodotti ma non distribuiti,cosi si possono produrre di nuovo ...
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    non c'e peggior sordo di chi non vuol
    sentire ...Ma io sono disponibile a sentire!Se qualcuno mi risponde...in mancanza di una risposa cosa devo sentire? Il nulla?
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    Secondo il tuo discorso allora io potrei
    scavare una buca e poi ricoprirla e poi di
    nuovo scavare e ricoprirla ancora. Creo
    posti di lavoro e ricchezza.
    Ma lascia perdere...Teoria Keynesiana dell'economia! Molto in voga a cicli alterni nel mondo! Roosvelt ci ha tirato su gli USA dopo la guerra!E allora?(Guarda che hai fatto una magrissima figura, con chiunque di economia sappa qualcosa! E' una delle teorie più note e famose che esistano! Keynes è probabilmente l'economista più conosciuto al mondo dopo Adam Smith!!!Fatti una cultura! In rete troverai un pacco di roba su Keynes!!)
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo
    non c'e peggior sordo di chi non vuol sentire ...
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    si sviluppano attorno a peruos anche se
    peruos e gpl.Ma perchè cavolo lo deve essere? Il mondo del software eiste da decenni senza GPL!! Mica l'avete inventato voi!!!Adesso arivate voi e tutto deve essre secondo il vostro crisma?Ma dov'è il vantaggio ad essere GPL del PeruOS?Ma se io vivo in Inghilterra, mi tiro giù PeruOS (è GPL, no? liberamente distribuibile) e ci faccio del software e lo vendo, mi spieghi quale cavolo è il guadagno per il Perù sul software che vendo io inglese, dall'Inghilterra???Il Perù non vede un becco di un quattrino!!! Anzi! Se lo vendo anceh in Perù (probabile) tolgo fondi per le aziende locali e me lo cucco io in UK!
    anzi, nel modello di sviluppo
    gpl si sviluppano PIU aziende e PIU piccole,
    molto meglio per l'economia locale. Falso! Ogni città è piena di piccole ditte software che producono prodotti custom. Tutto closed e lo fanno da decenni!Secondo te i programmatori italiani _stipendiati_ di che campano?Prima di Linux e della GPL manco esistevano?La GPL non ha NESSUNA relazione con le piccole software house commerciali!Dimostrami il contrario! E dimostralo, invece di aprire la bocca a vuoto, sparando sentenze!
    il software sara sempre in concorrenza con
    quello di ziobilli. illuso tu che pensi il
    contrario. o forse vuoi vietare
    l'importazione di qualsiasi software in
    peru? ottima mossa...Se non ci fossero le imposizioni del WTO sarebbe un'ottima cosa! Chiedilo agli Argentini...Se lo stato adotta un sistema prodotto in loco, lo piazza in tutti gli uffici e via andando, zio Billy può fare tutta la concorrenza che vuole, ma se vuoi lavorare per l'amministrazione pubblica (e i soldi come saprai sono tanti) o vai di PeruOS o ti attacchi! E zio Billy rimane fuori dalla porta!Qual'è lo svantaggio?

    Poi per l'interconnessione fra i sistemi

    basta il TCP/IP! L'hanno inventato apposta

    no?

    sisi basta il tcpip, l'hai imparato in un
    bel corsetto a gestionale...Te non hai imparato niente, invece, direi!Quali altri protocolli usi normalmente te?

    Si adotta qualceh formato standard per la

    compatibilità col resto del mondo e voilà
    il

    gioco è fatto!

    un giochetto.Direi di sì! Non è quello che propone RSM? Usare solo formati standard!Lo fa anche PeruWord & so onE allora? Dove'è il problema?
    povero piccolo uomo, vatti a leggere le
    licenze di openoffice e postgrasql... se
    vogliono possono trovare tutto gia fatto
    anche con licenze non gpl, anzi, il software
    open non gpl e molto piu numerosoE che ci guadagano LORO?Chissenefrega se tizio in Australia vende tale software per l'OS GPL! I soldi si tolgono dal Perù e vanno in Australia! Che vantaggio ne ha l'economia Peruviana da 'sta mossa? Me lo spieghi?Al Perù conviene che sia fatto e sviluppato in casa! Una volta cresciuto sarà lei ad esportarlo!
    non per te, visto che il software open non
    gpl abbonda. non te l'hanno insegnato a
    gestionale? peccato.Ciccio, sbassa la cresta!Io l'infomratica non l'ho imparata a GEstionale, ma in 20 anni di smanettaemtneo sul campo!Le ca**ate che sai fare te su Linux le so fare anch'io, quindi finiscila di tirartela per nulla e proproni ARGOMENTAZIONI!Ne sei capace, sì o no?Mi vuoi spiegare quale vantaggio per la crescita economica del Perù, se ne ricava dall'usare Linux? Quale ricchezza produce *IN PERU*?E non menarmela con l'assistenza, che c'è con qualsiasi OS tu scelga! (e se scegli una soluzione nazionale è tutta gente nazionale)Spiega perchè *AL PERU* (stato a caso, ovviaemnte) conviene adottare Linux, invece di un proprio OS propietario!O mi proponi qualcosa e dimostri di avere un cervello, o finiscila, che a vomitare insulti sono buoni tutti!
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Ekleptical
    Okkei, io voglio sapere, seguendo questa
    filosofia (il privato non deve poterla
    incamerare e ritutilizare) Questo dove e' scritto?
    come esattamente
    questa invenzione verrà a concretizarsi!
    Voglio sapre i passaggi che la porteranno
    nelle case della gente!Semplificando una ditta prende il progetto, lo realizza, lo vende. Ogni altra ditta puo' farlo. Cos'e che non ti e' chiaro?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Ekleptical
    Okkei, io voglio sapere, seguendo questa
    filosofia (il privato non deve poterla
    incamerare e ritutilizare) come esattamente
    questa invenzione verrà a concretizarsi!
    Voglio sapre i passaggi che la porteranno
    nelle case della gente!Semplice. Una ditta prende il progetto, lo realizza, lo vende. Ogni altra ditta puo' farlo. Se una ditta scopre un modo per farlo rendere di piu', anche la sua miglioria diventa pubblica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    qui non si tratta di birra e cannesembra un tipico caso da abuso di LSD..
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Ekleptical
    Allora, tralasciando tutto il resto, veniamo
    al nocciolo della questione.[cut]
    Voi dite: il pubblico rimanga pubblico.
    No, si dice : il software creato per o da una PA deve essere rilasciato con licenza GPLSai, una regola della logica dice che se parti dal falso puoi dedurre qualsiasi cosa...
    Ok, allora mettiamoci in questa situazione:
    il prof. Jhon Smith e la sua equipe
    universitaria hanno ideato un rivoluzionario
    metodo di propulsione: basta il semplice
    calore di un corpo umano per far muovere un
    mezzo, anche un auto, a buona velocità. Ti
    siedi sulla macchina, giri la chiavetta ed è
    pronta a partire, senza benza, nè emissioni!
    Direi che è l'invenzione del secolo! Fine di
    mille problemi!
    Ora, l'invenzione è pubblica, visto che è
    nata dalla ricerca universitaria pubblica,
    giusto?
    Sono tutti soldi del contribuente, no?
    Quindi, secondo la mentalità GPL, deve
    rimanere pubblica!
    Okkei, io voglio sapere, seguendo questa
    filosofia (il privato non deve poterla
    incamerare e ritutilizare) come esattamente
    questa invenzione verrà a concretizarsi!
    Voglio sapre i passaggi che la porteranno
    nelle case della gente!
    Voglio sapere chi ci progetta l'auto, chi il
    motore vero (evoluzuione delle scoperte del
    prof), chi la distribuisce e che la fa
    arrivare alla gente!
    Non vorrete mica che rimanga uno studio,
    fermo nel laboratorio del profe, no?Entriamo cmq nel merito:il proffe, che fa parte di un ente pubblico, rilascia questa scoperta sotto GPL. Come ben sai, la macchina è fatta di pezzi materiali, richiede macchinari, spazio di stoccaggio, manodopera etc per essere prodotta. Il software no, è questa la differenza. Nel caso del proffe, solamente avendo a disposizione delle risorse (soldi, macchinari, etc) è possibile trasformare l'idea in un prodotto. Con il software questo ostacolo non si pone. Chiunque può utilizzare l'idea del proffe per costruire il suo motore. Io, pubblica amministrazione, scopro che è più conveniente, oltre che meno inquinante, partire da questa scoperta e crearmi 100000 motori (ricordiamoci che stiamo parlando di software, quindi costo di 1 motore circa uguale a costo di 100000 motori) piuttosto che continuare a pagare la benzina ai vecchi motori (diciamo che ho un ritorno dell'investimento in tot anni). Ovviamente cosa faccio? Sviluppo o non sviluppo?Per di più con il software il singolo cittadino può creare che ne so, le bielle, i pistoni o quant'altro di questo motore. Le stesse ditte possono essere motivate ad implementare qualche parte del motore, fornendo manutenzione ai clienti oppure perché così riesco a trasportare la mia merce in modo più economico.E con il software una volta che hai fatto il motore, track, questo è disponibile per la gente
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    Vaneggi.Io mi chiedo dove finirà il mondo con questo sistema di sviluppo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Ekleptical
    Allora, tralasciando tutto il resto, veniamo
    al nocciolo della questione.

    Mi pare che il punto fondamentale sia dal
    punto di vista dei fan della GPL: quel che è
    pubblico, o di pubblico dominio tale deve
    restare. Quindi tutto quello che ne viene
    fuori deve essere di publico domnio e così
    via!No. Il punto fondamentale è che se uno scrive del codice è liberissimo di licenziarlo come cacchio gli pare. Compreso con la GPL. Piaccia o no alle software house.Tutto il resto sono tonnellate di chiacchiere inutili.L'esempio che hai fatto poi centra come i cavoli a merenda, visto che in un caso si parla di copyright e nell'altro di brevetto. Qualcuno vuole estendere i brevetti anche agli algoritmi, ma ti assicuro che questa idea e molto ma molto più ben vista fra le grosse software house che non fra i fautori dell'open source (che anzi sono fermamente contrari).
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    Quasi! Non è esatto! Ripeto, esempio Apple
    che è fondamentale! A incassare money dal
    lavoro non sono solo programamtori e
    amministratori locali!apple? ma tiriamo direttamente in ballo microsoft allora. tutti quei cari pezzettini di bsd che ammettono di avere preso, e zero codice opensource rilasciato.
    Sono tutta una serie di aziende e software
    house che si sviluppano attorno al nuovo
    PeruOS. si sviluppano attorno a peruos anche se peruos e gpl. anzi, nel modello di sviluppo gpl si sviluppano PIU aziende e PIU piccole, molto meglio per l'economia locale.
    Software che non entra in
    concorrenza con quello del Billy che gira su
    Windwos e quindi ha la possibilità di
    svilupparsi, crescere e creare un volano per
    l'economia! Nasce PeruWOrd, PeruExcel e via
    andando...il software sara sempre in concorrenza con quello di ziobilli. illuso tu che pensi il contrario. o forse vuoi vietare l'importazione di qualsiasi software in peru? ottima mossa...
    Poi per l'interconnessione fra i sistemi
    basta il TCP/IP! L'hanno inventato apposta
    no?sisi basta il tcpip, l'hai imparato in un bel corsetto a gestionale...
    Si adotta qualceh formato standard per la
    compatibilità col resto del mondo e voilà il
    gioco è fatto!un giochetto.
    Non ce n'è bisogno! E' tutto già fatto,
    disponibile in tutto il mondo! Quasi tutto
    lo prendi già com'è! C'è bisogno di
    praticamente zero personale!
    Prendi Linux, PostgreSQL, Open Office, ci
    fai le reti e li installi.povero piccolo uomo, vatti a leggere le licenze di openoffice e postgrasql... se vogliono possono trovare tutto gia fatto anche con licenze non gpl, anzi, il software open non gpl e molto piu numeroso.
    Bastano 4 gatti per fare tutto!
    Non c'è nessun volano per l'economia, perchè
    non c'è nessuan ditta che crea software per
    PerùOS, visto che con la GPL c'è già, basta
    andarselo a pescare!
    E' chiaro il quadro?non per te, visto che il software open non gpl abbonda. non te l'hanno insegnato a gestionale? peccato.

    adesso spiegami tu dove sta sta ricchezza
    in

    piu.

    Fatto!ti piacerebbe...

    veramente sei tu che non hai dimostrato
    che

    ricchezza possa generare in meno nelle

    pubbliche amministrazioni, nelle scuole,

    ecc. provaci dai.

    Fatto anche questo...
    Non è che ci volesse molto, eh?non ci voleva molto per mettere a nudo tutta la tua ignoranza in materia in effetti...
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo
    Secondo il tuo discorso allora io potrei scavare una buca e poi ricoprirla e poi di nuovo scavare e ricoprirla ancora. Creo posti di lavoro e ricchezza.Ma lascia perdere...
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    A questo punto mi chiedo: ma questo ekleptical o vende software Microsoft alla pubblica amministrazione (ed a questo punto lo capisco, ma non lo giustifico) oppure, non voglio insultare nessuno, è proprio tarato.Con questa puttanata del creare ricchezza. Fino adesso il Perù, il Ruanda e tante altre nazioni li sputtanano i soldi in licenze; soldi che entrano nelle casse dei stati cosiddetti democratici che svenano paesi già disastrati.Perciò a questo punto la domanda sorge spontanea: ma su che pianeta vive certa gente?Forse non hanno capito che le interruzioni nei film che passano in televisione è pubblicità e non sprazzi di vita reale.
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè la GPL è un danno per il 3o mondo

    ... bene prendiamo 2 casi allora. il peru
    prende codice bsd, lo sviluppa creando
    soluzioni software proprietarie per la sua
    pubblica amministrazione finanziando
    programmatori e amministratori locali. ci
    siamo?Quasi! Non è esatto! Ripeto, esempio Apple che è fondamentale! A incassare money dal lavoro non sono solo programamtori e amministratori locali!Sono tutta una serie di aziende e software house che si sviluppano attorno al nuovo PeruOS. Software che non entra in concorrenza con quello del Billy che gira su Windwos e quindi ha la possibilità di svilupparsi, crescere e creare un volano per l'economia! Nasce PeruWOrd, PeruExcel e via andando...O credi che nel mondo Windows l'unica a guadagnare sia la Microsoft? O che alla Apple sono rimbambiti?Lo sai che esistono ancora software house per Amiga che campano con quel che fanno?Poi per l'interconnessione fra i sistemi basta il TCP/IP! L'hanno inventato apposta no?Si adotta qualceh formato standard per la compatibilità col resto del mondo e voilà il gioco è fatto!
    secondo caso: il peru prende codice gpl, lo
    sviluppa creando soluzioni software open per
    la sua pubblica amministrazione finanziando
    programmatori e amministratori locali.Non ce n'è bisogno! E' tutto già fatto, disponibile in tutto il mondo! Quasi tutto lo prendi già com'è! C'è bisogno di praticamente zero personale!Prendi Linux, PostgreSQL, Open Office, ci fai le reti e li installi.Bastano 4 gatti per fare tutto!Non c'è nessun volano per l'economia, perchè non c'è nessuan ditta che crea software per PerùOS, visto che con la GPL c'è già, basta andarselo a pescare!E' chiaro il quadro?
    adesso spiegami tu dove sta sta ricchezza in
    piu.Fatto!
    veramente sei tu che non hai dimostrato che
    ricchezza possa generare in meno nelle
    pubbliche amministrazioni, nelle scuole,
    ecc. provaci dai.Fatto anche questo...Non è che ci volesse molto, eh?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Ekleptical

    E chi l'ha mai detto? La GPL non vieta a

    nessuno di prendere le cose altrui, tanto

    meno alle aziende, altrimenti RH, SuSE

    Ma rimane tutto open!!! E tutte le distro
    sono gratuitamente scaricabili!!!Non e` vero. Se la distribuzione mette un valore aggiunto e non lo rilascia come Open Source sono tutti cavoli suoi. La SuSE mica ha reso pubblico il sorgente dell'installer e di alcune utility.
    Come si fa a costruire una macchina senza
    rielaborare il progetto teorico-prototipale
    del motore (e per uso non certo interno!!)??Distingui tra principio/teoria e realizzazione. I motori attuali funzionano tutti sfruttando i principi della termodinamica.Se quello ha trovato il modo di sfruttare il calore umano non e` detto che abbia anche fato il progetto del macchinario che questo calore lo raccoglie.
    Manca un passaggio! La cura è pubblica, ma
    le pasticchete da assumere chi le produce?
    Salti sempre il passaggio fondamentale!!!La Bayer (che guardacaso e` la prima che viene in mente perche` ha la piu` grossa fetta del mercato) e le altre industrie farmaceutiche, che a quel punto si fanno concorrenza su chi riesce a risparmiare di piu` nella produzione.
    Dio ce ne scampi!!!!
    Grazie a Dio non averrà mai! Proponilo a
    musicisti, attori e registi, vedi come ti
    ridono in faccia! Ci hanno già provato a
    proporre licenze simili..non se le ca*a
    nessuno! :)Non ci crederai (ma lo so che ci credi) ma ci sono musicisti che hanno rilasciato pubblicamente i loro lavori, che usavano Napster per renderli pubblici. Giusto per farti un esempio che tu stesso hai trovato, se non sbaglio, i Meganoidi sul loro sito hanno messo l'mp3 delle loro prime tre canzoni.O Blair Witch Project che ha fatto lo stesso.Hanno SCELTO di usare una licenza che permettesse alla gente di scaricare la loro musica gratis. Adesso sono uno dei gruppi piu` famosi d'Italia.Vedi la FDL, che rende pubblico un documento ma pone restrizioni sulla sua modifica. La stessa cosa si puo` fare con la musica, i film e tutte le opere di ingegno.Naturalmente, ripeto, va adattato alla situazione.
    La GPL invece vuole diventare software "di
    stato"! Mi pare molto più preoccupante,
    contanto la filosofia che ci sta dietro!!!Miiiiiiiiiiiiiiii!!!E se anche diventa software di Stato a te che ti frega? Cosa te ne importa che alle poste ci sia Linux al posto di Windows a far andare il display della signorina che prende il tuo vaglia, i tuoi soldi e li manda al destinatario? Che ti frega se lo stato ti da` un documento in .sxw invece che in .doc? Tanto poi tutto e` documentato e puoi interagire con lo Stato con un software QUALSIASI, sia esso Open Source, GPL, Shared Source, BSD. A TE, cittadino o impresa che sia, non te ne frega niente.Alla MS e alla Cisco SI`, e perche`? Perche` se lo stato distribuisce .doc e .xls, i cittadini sono OBBLIGATI a usare Word e Excel per leggerli.Perche` pensi che MS faccia sconti dell'80% alle scuole e agli enti statali? Perche` sa che poi produrranno conoscenze e documentazione incompatibile col resto del mondo tranne che col loro SW!
    E again! Aiutare i cittadini è uguale ad
    aiutare le aziende! Le 2 cose coincidono! Mi
    spieghi come si fa ad aiutare i cittadini
    se, poniamo, tutte le aziende chiudono?No, sono due cose ben diverse. Lo stato deve garantire la pluralita` delle aziende e giuste condizioni di vita per i cittadini, altrimenti non ha senso di esistere.E la richiesta di MS va contestualizzata: nella situazione odierna MS ha il monopolio quasi assoluto dei sistemi client, quindi chiedere allo Stato di evitare il S.O. GPL che e` l'unica alternativa al suo S.O. significa imporre allo stato di usare Sw MS, non significa liberare il mercato, perche` chiunque si metta a programmare un S.O. adesso ci mettera` almeno 5-10 anni per arrivare al livello di Windows come usabilita`, e una qualsiasi azienda NON PUO` permettersi di investire per 10 anni sapendo che quando approdera` sul mercato non avra` speranze perche` il 99% dell'installato sara` di una sola azienda. Nessun imprenditore sano di mente fonderebbe un'azienda cosi`. Ci hanno provato Commodore, Atari, Be in tempi piu` facili per il mercato e sono fallite, ma non perche` il prodotto fosse pessimo, ma per politiche anti-concorrenziali della MS.Lo Stato, in definitiva, NON DEVE IMPORRE l'uso della GPL, come NON DEVE VIETARLO, ma se al suo interno usa software GPL tutti, compresa MS, ne POSSONO essere avvantaggiati.La differenza e` che se non lo usa, solo MS ne viene avvantaggiata, trasformando definitivamente il mercato in monopolio.Contestualizza anche il fatto che sempre piu` gli Stati si stanno muovendo verso la telematicizzazione dei servizi al cittadino. Se lo Stato usa IIS come server Web e estensioni VBScript al modello Unico Online, chi pensi che possa usare il S.O. di sua scelta (puo` essere Linux, Solaris, AmigaOS, MacOS) per presentare la denuncia dei redditi? Nessuno, dovranno tutti comprare S.O. MS. Quindi in Italia significa almeno 10.000.000 di copie di Windows vendute, in USA almeno 80.000.000, nel mondo, in futuro, almeno 2.000.000.000. E sto parlando di UN computer a famiglia. Se conti anche i computer in azienda e chi ha piu` di un computer, sono almeno 8.000.000.000 di copie di Windows vendute. Ho escluso la Cina che si sta opponendo con la Red Flag, ma se 8.000.000.000 di computer usano Windows, cosa puo` fare la Cina se non adeguarsi? Come la manda la dichiarazione di guerra agli USA se Bush ha solo Word e non riesce ad aprire i file .sxw?
    E alla fine sempre lì pariamo, parlando di
    GPL... :DDBisognerebbe comunque distinguere le cose, non "ne parlo assieme, quindi sono la stessa cosa".
    Infatti mica rubano, vendono!Vendono opere intellettuali di altri. Se "altri" concedono di farlo, e` affar loro (BSD). Se "altri" decidono che vogliono comunque usufruire dei vantaggi apportati da modifiche di terzi al loro codice, e` affar loro (GPL). Se "altri" decidono che non vogliono che altri modifichino il loro lavoro, e` affar loro (Closed Source).Non vedo dove stia il problema, se non nella volonta` di togliere dei diritti.
    Al limite sono gli utenti che "rubano" la
    loro roba copiando! :DMS copia codice BSD nello stack TCP di Windows: non ruba.Io copio software MS: rubo.Perche` io povero cristo sto rubando e loro no? Perche` la BSD glielo consente.Se lo stack TCP fosse stato sotto GPL, anche la MS avrebbe rubato.
    No serve a nietne, invece! Basta fissare uno
    standard comeune, come si fa con l'ISO e
    similari! Tutte associazioni che hanno come
    fine il provato!Do you know "esempio"? Parlavo in generale di un formato libero, estensibile, multipiattaforma, quellochevuoi. Non fissarti sul fatto che sia il formato di OpenOffice, pensa all'RTF che e` standardizzato. Solo che non c'e` un
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Ekleptical

    il peru

    dovrebbe preferire soluzioni software

    commerciali perche cosi svilupperebbe

    l'economia locale?

    No, dovrebbe creare software da rivendere,
    così creerebbe ricchezza!
    Magari parte dal BSD e si fa la sua
    soluzione custom come sta facendo Apple!
    Questo genera ricchezza, posti di lavoro e
    tutto il seguito!... bene prendiamo 2 casi allora. il peru prende codice bsd, lo sviluppa creando soluzioni software proprietarie per la sua pubblica amministrazione finanziando programmatori e amministratori locali. ci siamo?secondo caso: il peru prende codice gpl, lo sviluppa creando soluzioni software open per la sua pubblica amministrazione finanziando programmatori e amministratori locali.adesso spiegami tu dove sta sta ricchezza in piu.
    Non hai ancora spiegato che ricchezza possa
    generare in Perù o in Ruanda Linux e la GPL!
    Ci riesci una buona volta o sai solo sparare
    slogan senza la minima argomentazione a
    supporto?veramente sei tu che non hai dimostrato che ricchezza possa generare in meno nelle pubbliche amministrazioni, nelle scuole, ecc. provaci dai.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    il peru
    dovrebbe preferire soluzioni software
    commerciali perche cosi svilupperebbe
    l'economia locale?No, dovrebbe creare software da rivendere, così creerebbe ricchezza!Magari parte dal BSD e si fa la sua soluzione custom come sta facendo Apple! Questo genera ricchezza, posti di lavoro e tutto il seguito!Non hai ancora spiegato che ricchezza possa generare in Perù o in Ruanda Linux e la GPL!Ci riesci una buona volta o sai solo sparare slogan senza la minima argomentazione a supporto?
    ah, quanti anni di studio
    sprecati a gestionale...Si va beh, quando risponderai con qualche argomentazione, invece di insultare e basta, ne riaprliamo va..
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    non per venderlo a terzi ()Ah beh, allora, se le cose stanno solo in questi termini, il problema non si pone!Le software house grandi fanno software da vendere a terzi, non certo su commission!Voi no. Non c'è la minima sovrapposizione fra le 2 cose!Linux non è mai stato in concorrenza con Microsoft e non c'entra niente!Il governo americano non può prendere solo software GPL visto che mica gli serve (tutto) soft su commissione, o li prende tutti e 2 (se vuole alcuni soft in GPL).Perfettaemente ragionevole!Allora perchè ce l'avete tanto con Microsoft, visto che non c'entra niente con voi?Avrebbero molto da lamentarsi le migliaia di piccole ditte software sparse per l'Italia, invece, abituate a vendere e creare software su commissione!Sbagliate bersaglio! Prendetevela con loro, veri e unici bastioni del software custom closed source! :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...


    Voi che siete democratici, non vorrerte
    mica

    vietarla?

    No, basta che non diventi licenza
    "ufficiale" dello stato!
    Tutto qui! E' sufficiente?
    O siete voi a volerla imporre?hai letto la news? no eh? strano perche si parla di qualcuno che vorrebbe che per lo stato fossero ufficiali solo le licenze commerciali... ah, che distrattone...a parte questo, QUALE STATO? il peru dovrebbe preferire soluzioni software commerciali perche cosi svilupperebbe l'economia locale? ah, quanti anni di studio sprecati a gestionale...
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    La propaganda lasciala da parte.Ma porca miseria, non è propoaganda!! Sono FATTI!! O vuoi negarli??Cosa ho detto che rientra sotto il termine propaganda?Se dico "gli esseri umani hanno 2 braccia e due gambe" è propaganda??Mah!
    Di certe
    questioni puoi parlare con degli ignoranti
    ma con chi sa di cosa parli perdi tempo.Va beh, ovvio. Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, è notorio!
    Su
    certi temi ci sono talmente tante cose da
    dire che non basterebbero 1000 anni.1000 o, cmq sarebbe una lunga discussione...purchè si evitino le assurdtià confutate dal mondo reale!
    Voi che siete democratici, non vorrerte mica
    vietarla?No, basta che non diventi licenza "ufficiale" dello stato!Tutto qui! E' sufficiente?O siete voi a volerla imporre?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    ma che fai, danneggi l'economia usando linux, smettila.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    La propaganda lasciala da parte. Di certe questioni puoi parlare con degli ignoranti ma con chi sa di cosa parli perdi tempo.Su certi temi ci sono talmente tante cose da dire che non basterebbero 1000 anni. Detto questo mi ripeto la GPL è una licenza come tante altre, ognuno è libero di usarla oppure no.Voi che siete democratici, non vorrerte mica vietarla?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    vatti a comprare un firewall commerciale,
    trollone... Tu sei un umomo pieno di argomenti e di ragionamenti sorprenenti!Bravo, continua così, che il resto del mondo della GPL se ne frega altamente! Trolloni GPL che non siete altro!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Nic

    Pochi, IBM avrebbe potuto guadagnarci

    molto di più ...

    ... e aggiungo...
    Il tema del discorso era: può una tecnologia
    free aumentare il giro di denaro ?
    Mi sembra che il PC l'abbia fatto eccome!
    Quanti sono oggi che lavorano attorno alla
    sfera del PC ?E viceversa quando la stessa IBM cercò invece di imporre nei PC uno standard chiuso come il BUS MicroChannel (per chi se lo ricorda) fallì miseramente e dopo due anni tale BUS fu abbandonato anche dalla stessa IBM.E l'architettura chiusa è anche il motivo per il quale sulle nostre scrivanie (parlo di desktop e non di server aziendali o workstation grafiche) abbiamo tutti dei PC e non delle Workstation RISC anche se quest'ultime sono enormemente più performanti di qualsiasi PC di fascia alta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per chi ancora NON avesse compreso la differenza
    - Scritto da: Volta&Gabbana
    - Scritto da: Max


    - Scritto da: Volta&Gabbana

    Caro Volta&Gabbana i post vanno riportati

    nella sua interezza altrimenti si perde il

    significato del post stesso...

    Il mio post era in risposta ad un altro
    che

    glorificava i vantaggi della GPL ed io gli

    avevo fatto notare che tutti i vantaggi

    della GPL erano riscontrabili nella BSD.

    Non contesto il principio ma ho leggermente
    modificato quello che ho scritto IO e non
    quello che hai scritto tu e comunque dimmi
    te se, confrontando, il senso e' cambiato...
    Se non e' cambiato nulla non vedo che ci sia
    da eccepire: un riassunto non stravolge
    necessariamente il senso di un testo
    originale no? Lo cambiava ... no ho mai detto che GPL = BSD mentre te rispondevi citando una differenza tra i due.....Cmq niente di grave...


    Avete inteso?


    Ora secondo voi Che male c'e' a voler


    talvolta impedire questo?


    In breve:

    In GPL Mozilla non esisterebbe.
    Non e' vero: Netscape ha scelto un suo tipo
    di licenza inventandoselo: si chiama appunto
    Licenza Netscape.Certo ma secondo te è piu' vicina ad una lincenza GPL oppure ad una BSD?(Ti ricordo che esiste Nescape7)
    A chi non va la GPL non la sceglie punto e
    basta
    Ti suona cosi' strano?No certo ognuno è libero di scegliere la licenza che meglio gli aggrada; perchè voler imporre a tutti i costi la licenza GPL?
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Beh, il Boirolo-Tattara che ho io non ha
    nessun capitolo didcato all'economia
    digitale!!!non ho detto che in quel libro si parla di economia digitale. se ne parla in altri libri, quelli che per te non esistono.
    Non sono al primo anno come te! Sarei verso
    la laurea! E' un po' vecchiotta la mia
    edizione! :)20 anni che smanetti coi computer e ancora non hai la laurea... te la prendi comodina...
    Quel che dice in quel capitolo non l'ho mai
    visto! In compenso ho fatto qualche esamino
    più di te su Innovazione e Tecnologia...ecco mi mancava solo un simpatico studentello di economia o di ingegneria gestionale che viene a vantarsi con me delle sue conoscenze in innovazione e tecnologia, che si vanta di essere capace di configurare un firewall linux, che strabuzza gli occhi di fronte a una applicazione asp via web in pieno 2002...
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      ecco mi mancava solo un simpatico
      studentello di economia o di ingegneria
      gestionale che viene a vantarsi con me delle
      sue conoscenze in innovazione e tecnologia,
      che si vanta di essere capace di configurare
      un firewall linux, che strabuzza gli occhi
      di fronte a una applicazione asp via web in
      pieno 2002...Ma chi cavolo ha strabuzzato gli occhi?Ma te sei schizofrenico? No perchè mi vengono seri dubbi! Continui a farmi dire cose che non ho mai detto! Non è che hai qualche vocina ceh senti da dentro?Io ho detto--
      voi della GPL la menate tanto con il fatto che il soft deve avere il Source (la GPL è nata per quello! altrimenti non l'hai mai letta!)--
      pensa te c'è pieno di gente che non solo non usa programmi di cui non ha il sorgente (e non gliene potrebbe fregare di meno), ma addirittura non ha nemmeno il programma (e non gliene frega niente!)!!!Altro che necessità dell'Open Source!Chiaro?Poi se sei costretto a inventare le mie parole ed auto-risponderti per la pochezza delle tue argomentazioni, mica è colpa mia!Sei verametne un troll, te! Senza appello!
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        Ma chi cavolo ha strabuzzato gli occhi?
        Ma te sei schizofrenico? No perchè mi
        vengono seri dubbi! Continui a farmi dire
        cose che non ho mai detto! Non è che hai
        qualche vocina ceh senti da dentro?altro che vocina, hai detto tante di quelle vaccate che la lista occuperebbe un libro. la piu bella e stata quella sul peruos che dovrebbe usare solo codice non gpl, cosi non potrebbero usare postgresql e openoffice, quella e stata la ciliegina sulla torta... e hai pure glissato alla grande sulla risposta... poi anche quella su openmosix era bella...
        Io ho detto--
        voi della GPL la menate tanto
        con il fatto che il soft deve avere il
        Source (la GPL è nata per quello! altrimenti
        non l'hai mai letta!)--
        pensa te c'è pieno
        di gente che non solo non usa programmi di
        cui non ha il sorgente (e non gliene
        potrebbe fregare di meno), ma addirittura
        non ha nemmeno il programma (e non gliene
        frega niente!)!!!
        Altro che necessità dell'Open Source!

        Chiaro?e chiaro che non hai capito niente di niente, potevi anche dire che c'e tanta gente che il computer non ce l'ha neanche, che bisogno c'e dell'opensource? portare come esempio di assenza di programma una web application dimostra solo la tua pochezza mentale.
        Poi se sei costretto a inventare le mie
        parole ed auto-risponderti per la pochezza
        delle tue argomentazioni, mica è colpa mia!pochezza delle mie argomentazioni? detta da mister "gpl=comunismo" e "gpl danneggia il terzo mondo" e proprio forte... re del troll...
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    Pochi, IBM avrebbe potuto guadagnarci molto
    di più ...... e aggiungo...Il tema del discorso era: può una tecnologia free aumentare il giro di denaro ?Mi sembra che il PC l'abbia fatto eccome!Quanti sono oggi che lavorano attorno alla sfera del PC ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    Peraltro la GPL non è concorrenza, visto che
    non è nemmeno mercato (da via la roba
    gratis, al massimo vendi la prima copia se
    hai cu*o, poi il resto te le scopiazzano
    liberaemtne).vatti a comprare un firewall commerciale, trollone...
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
    - Scritto da: Sarge


    - Scritto da: TeX



    Che tristezza.. ore a fare un collage di
    tutte queste dichiarazioni...
    Poco elegante, e soprattutto OT.

    SalutiMa soprattutto, che lavoro fa ?Voglio farlo anch'io :p
  • Anonimo scrive:
    Re: Per chi ancora NON avesse compreso la differenza
    - Scritto da: Max
    - Scritto da: Volta&Gabbana
    Caro Volta&Gabbana i post vanno riportati
    nella sua interezza altrimenti si perde il
    significato del post stesso...
    Il mio post era in risposta ad un altro che
    glorificava i vantaggi della GPL ed io gli
    avevo fatto notare che tutti i vantaggi
    della GPL erano riscontrabili nella BSD.Non contesto il principio ma ho leggermente modificato quello che ho scritto IO e non quello che hai scritto tu e comunque dimmi te se, confrontando, il senso e' cambiato...Se non e' cambiato nulla non vedo che ci sia da eccepire: un riassunto non stravolge necessariamente il senso di un testo originale no?

    Avete inteso?

    Ora secondo voi Che male c'e' a voler

    talvolta impedire questo?
    In breve:
    In GPL Mozilla non esisterebbe.Non e' vero: Netscape ha scelto un suo tipo di licenza inventandoselo: si chiama appunto Licenza Netscape.
    In GPL OpenOffice non esisterebbeDi nuovo non e' vero: si tratta di scegliere quelle che meglio ci aggradano per lo scopo che ci si prefigge:http://www.openoffice.org/about.htmlA chi non va la GPL non la sceglie punto e bastaTi suona cosi' strano?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Ekleptical

    La storia ti da torto. Fin'ora le cose che

    non sono state brevettate sono diventate
    in

    assoluto le più diffuse.

    Balle atroci!E' già hai proprio ragione... Dico balle!Infatti chi di noi ha mai usato un videoregistratore VHS ? O un televisore con sistema di codifica colore chiamato "PAL" che riceve onde radio modulate con un sistema chiamato "FM" (modulazione di frequenza)!Tutte idee regolarmente brevettate, vero?
    Si chiamava URSS e come già detto più volte,
    non hanno inventato un tubo di utilizzo
    domestico/industriale/servizi...Forse perchè avevano altri problemi da risolvere prima ??
    Un attacco del genere, ribadisco, è un
    attacco al capitalismo!Attacco ?Quale attacco ?Io non sto attaccando proprio niente.Io faccio un giro in un centro commerciale e vedo quali sono i prodotti più diffusi. Nella grande distribuzione è difficile trovare i prodotti di estrema nicchia, si trovano solo prodotti che interessano il grande pubblico.Guarda quanti di quegli oggetti si basano su idee estremamente chiuse e quanti su quelle aperte!E' una constatazione, non un attacco!
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)


    Pochi, IBM avrebbe potuto guadagnarci molto
    di più ...Errore!Se IBM avesse brevettato non avrebbe visto una lira.Ha guadagnato perchè oltre ai suoi nel mondo venivano venduti anche i cloni contribuendo a creare lo standard.Se questo non fosse avvenuto il PC avrebbe fatto la stessa fine dell'Altair(C).
    Allora perchè IBM non rilascia liberi le
    specifiche per gli RS6000/AS400/S390 eccPerchè in quella fascia di prestazioni/prezzo ha già creato lo standard che gli serve.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    Si ma siamo pari perché io posso fare
    altrettanto. Questo significa democrazia.
    Quindi GPL = DemocraziaTutti i paesi democratici del mondo sono dotati dei concetti di difesa del brevetto e "closed copyright" (Che è quelal che Stallman odia e per contrastare la quale ha inventato la GPL), nessuno escluso!Tutti i paesi al mondo nei quali non esiste(va) il concetto di cui sopra sono dittatoriali.Forse commetti un qualche errore di fondo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il progresso

    Se la GPL e' dannosa e virale, come mai per
    avere la multiutenza in windows ho dovuto
    aspettare WindowsXP mentre con Linux la
    avevo gia' da tempo? E' dannosa e virale ECONOMICAMENTE, non tecnicamente...mi cadono le braccia....sarà la milionesima votla che lo dico...
    X Ekleptical, che dice che l'Oligopolio e'
    la forma migliore per l'economia, faccio
    notare che volendo sviluppare un mio
    software e venderlo, in presenza di
    oligopolio vengo subito schiacciato dai big,
    che se vedono la possibilita' che il mio
    programma intacchi i loro interressiBeh, se ti vai a scontrare con l'oligopolio come aziendina dal nulla, francamente sei pirla tu! :))Se vuoi emergere creati la tua nicchia di mercato! Che senso ha fare una cosa che già fanno altri più grossi di te e spesso meglio? (tralasciamo discussioni tecniche off-topic, prendila come cosa GENERALE)
    Le piccole aziende in
    campo informatico possono fare soldi solo
    fornendo SERVIZIMa infatti il mondo è strapieno di aziendine informatiche che fanno software su commissione per le ditte!Già ci sono, prosperano senza problemi e riescono pure ad arricchirsi a volte!Tutto questo senza GPL, ma con il closed!!!A che mi serve la GPL?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Cla



    Un attacco del genere, ribadisco, è un

    attacco al capitalismo!

    Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!

    Delira ...perche' delira secondo te?
    • Anonimo scrive:
      Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
      Questo è l'ultimo post. Poi basta, son stufo.Delira perché se è tanto a favore del libero mercato dovrebbe impedire che esistano dei correttivi del libero mercato volti a favorire rendite di posizione.Te ne elenco alcuni:1) Brevetti, sono correttivi al libero mercato. Artificiosità.2) Leggi o proposte di legge che tutelino certe parti (in questo caso le SW House) nei confronti di altri (l'articolo di cui si discute).3) Barriere all'entrata da parte di stati (Leggi USA) che cercano di sfavorire l'entrata di competitors in certi settori. (Non ti sto a parlare delle barriere doganali agricole dell'europa nei confronti dei paesi del terzo mondo, argomento su cui il fenomeno ha dimostrato di essere davvero ignorante. Si dia ai paesi del terzo mondo la possibilità di competere. Azzeriamo il debito, abbattiamo le barriere doganali che noi abbiamo eretto e vedrai che cazzi ... altro che "Loro non sono in grado di produrre)Questo vuole di essere liberali, non sparare slogan sentit su Rete4. Abbattiamo i privilegi, competiamo sul libero mercato con delle regole uguali per tutti e ne vedrete delle belle. Quello si definisce a difesa di un mercato capitalistico intendendo forse dire "libero mercato" e poi ingessa il mercato con regole, artificiosità che vanno solo a vantaggio di una certa parte.Vuole la libertà totale? Bene, lì si che si gioca adrmi pari. Altro che "si vuole affossare il capitalismo", mai sentita una bestialità più grande. Rendiamolo libero davvero poi vediamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

        Delira perché se è tanto a favore del libero
        mercatoNo, a favore del capitalimso!Mai detto di essere a favore del liberismo! Trovami dove l'ho detto, di grazia! Trovami solo la parola liberismo in qualcuno dei miei messaggi!Buona ricerca! :)
        1) Brevetti, sono correttivi al libero
        mercato. Artificiosità.Esistono in tutti i paesi capitalisti e democratici del mondo.Non esistono solo nei paesi comunisti e dittatoriali.Forse qualcosa ti sfugge...
        2) Leggi o proposte di legge che tutelino
        certe parti (in questo caso le SW House) nei
        confronti di altri (l'articolo di cui si
        discute).Veramente è l'altra parte che vuole un crisma ufficiale di stato!!Se leggi l'articolo le software house voglion che il loro soft sia valutato in base alla tecnica, non che sia favorita la GPL per motivi filosofici!Rileggi la notizia!Peraltro la GPL non è concorrenza, visto che non è nemmeno mercato (da via la roba gratis, al massimo vendi la prima copia se hai cu*o, poi il resto te le scopiazzano liberaemtne).
        (Non ti sto a parlare delle barriere
        doganali agricole dell'europa nei confronti
        dei paesi del terzo mondo, argomento su cui
        il fenomeno ha dimostrato di essere davvero
        ignorante.Ah perchè si è mai accennato a questi problemi?Forse solo nella tua testa!! (E vorrei sapere da dove t'è venuta fuori, visto che non c'entra un tubo di nulla con la GPL!!)
        Quello si definisce a difesa di
        un mercato capitalistico intendendo forse
        dire "libero mercato"Mai detto! Sempre solo nella tua testa!Te le fai e te le dici tutte da solo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
        - Scritto da: Cla
        Questo è l'ultimo post. Poi basta, son stufo.Anche noi.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    ma se
    me la installa un RHCE certo che mi faccio
    dare la garanzia, e se c'é qualche problema
    un contratto di assistenza che in due ore mi
    rimette in piedi tutto ...A dimenticavo la Golf la posso ritirare io e ho due(o tre?) anni di garanzia inclusi nel prezzo.Posso dire lo stesso di un qualsiasi SO(senza pagare nulla più oltre al SO naturalmente)?Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    Visto che Fiat si e' avvantaggiata da questa
    scoperta evitando i rischi dell'R&D il
    prezzo da pagare è la non brevettabilità
    delle invenzioni derivanti.Ok, trasferisciti nell'ex-URSS e blocco sovietico. Li il brevetto non aveva ragion d'essere...ooopss...non c'è più!
    Se non gli va
    bene cazzi suoi, Smith, che è il padre di
    questa invenzione vuole così. Stop.Invece nel modello capitalista funziona così: se tu inventi qualcosa per un'azienda (o lo stato), la proprietà del brevetto non è tua, ma dell'azienda (o dell'università, magari).Ovvaiemtne mantieni il nome sull'invenzione e nessuno può levartelo!Ma sullo sfruttamento non sei parte in causa.La motivazione è che senza i soldi e i laboratori che ti hanno permeso la ricerca, col cavolo che ci arrivavi al risultato!(Oltre che motivazioni economiche-sociali che sembrano continuamente sfuggirvi)
    Senza parlare (ma è un punto focale) dei
    vantaggi derivanti da una conoscenza diffusa
    dell'applicativo. Ti cito solo la
    ripartizione dei costi di R&D tra tutte le
    aziende che lavorano in modo collaborativo
    ecc...La ricerca pubblica serve a quello! Produce conscenza che viene condivisa, riutilizzata e inglobata in produzioni strettamente closed dall'industria privata!Il beneficio è per tutti, visto che tutta l'umanità lavora per "le aziende"!(La tua paga e i soldi del pubblico da dove derivano secondo te?
    Ripeto, l'esempio del TrollMa quale troll!!Basta non essere d'acordo con voi per essere troll! I troll siete voi, che siete totalmente fuori dal mondo reale!!
    Torwald dice che il modello Open va bene
    solo per Software, Ricerca scientifica e
    Biologia in quanto si basa su un modello
    incrementale.Come già detto, intanto inizio da questo poi proseguo sul danno vero della GPL....
    Ti ripeto che questo è un discorso
    completamente astratto in quanto la legge
    italiana sui brevetti prevede altro.Vogliamo discutere cosa prevede la legge italiana sui brevetti! Sono pronto! Io ne so qualcosa, si studia anche quello a Gestionale! :)Te non so se la normativa l'hai mai vista...
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Cla
    Ma quante cazzate mi toccherà leggere ancora?Nessuna basta che smetti di scrivere...Un ulteriore spunto di discussione:Sai che la macchina prima di essere omologata deve superare molte prove(crash test,test inquinamento,test audiometrico, prove dinamiche....) per i sistemi operativi esiste una omologazione e/o una verifica di qualità fatta da un ente preposto...Caro Cla mi sa che hai beccato un esempio non proprio felice....
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)


    Un attacco del genere, ribadisco, è un
    attacco al capitalismo!Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Delira ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Una domanda...
    - Scritto da: Fra
    ...ma se una software house prende del
    codice rilasciato sotto licenza GPL e lo
    ingloba in un prodotto closed, come si fa a
    scoprire questa violazione della licenza
    GPL?
    (A proposito, qualcuno conosce per caso il
    nome di un firewall per Windows OpenSource?)Sarebbe bello anche sapere chi si accolla le spese legali della causa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda...
      Risposta1)I software dovrebbero essere firmati in MD5Risposta 2)Chi ne detiene/detengono la proprietà intellettuale. La GPL tutela la proprietà intellettuale.Documentati Max
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda...
        - Scritto da: Cla
        Risposta1)
        I software dovrebbero essere firmati in MD5Che cos'è?
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda...
          Nessuno mi sa rispondere? :-(
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda...
            - Scritto da: Fra
            Nessuno mi sa rispondere? :-(Pensavo fosse ironico...Comunque basta cercare su google ...ad esempio...http://userpages.umbc.edu/~mabzug1/cs/md5/md5.htmlCiao
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda...
            - Scritto da: Max
            - Scritto da: Fra

            Nessuno mi sa rispondere? :-(

            Pensavo fosse ironico...

            Comunque basta cercare su google ...ad
            esempio...

            http://userpages.umbc.edu/~mabzug1/cs/md5/md5Non mi sono spiegato, quello che voglio sapere (oltre al nome di un firewall OpenSource per Windows :-)) è come si fa a scoprire se un prodotto closed contiene codice GPL.Mi è stato risposto che i software dovrebbero essere fimrati in MD5.Ma come diavolo si fa a firmare un sorgente?O meglio, una volta compilato come si fa a sapere che quell'eseguibile è tratto da un sorgente che al suo interno contiene parti di codice GPL?
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda...
            - Scritto da: Fra
            - Scritto da: Max

            - Scritto da: Fra


            Nessuno mi sa rispondere? :-(



            Pensavo fosse ironico...



            Comunque basta cercare su google ...ad

            esempio...




            http://userpages.umbc.edu/~mabzug1/cs/md5/md5

            Non mi sono spiegato, quello che voglio
            sapere (oltre al nome di un firewall
            OpenSource per Windows :-)) è come si fa a
            scoprire se un prodotto closed contiene
            codice GPL.
            Mi è stato risposto che i software
            dovrebbero essere fimrati in MD5.
            Ma come diavolo si fa a firmare un sorgente?
            O meglio, una volta compilato come si fa a
            sapere che quell'eseguibile è tratto da un
            sorgente che al suo interno contiene parti
            di codice GPL?A questa domanda deve risponderti Cla visto che secondo me non è possibile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda...
            Scusa , avevo capito male.Avevo capito, come si certifica la paternità di un codice in GPL.SorryCla
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    La storia ti da torto. Fin'ora le cose che
    non sono state brevettate sono diventate in
    assoluto le più diffuse. Balle atroci!Guarda che un intero insieme di paesi privi del concetto di brevetto esisteva fino a vent'anni fa!!Si chiamava URSS e come già detto più volte, non hanno inventato un tubo di utilizzo domestico/industriale/servizi...(prodotti concreti, non sto criticando la ricerca, pubblica ovuqnue, come già detto milel volte)Non c'è nemmeno lontanamente paragone con l'occidente!!!Un attacco del genere, ribadisco, è un attacco al capitalismo!In nessun paese capitalista al mondo mancano i brevetti! Sono la base fondamentale!!Vedete voi se lo stato capitalista per antonomasia deve adottare un modello sovietico....
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    La storia ti da torto. Fin'ora le cose che
    non sono state brevettate sono diventate in
    assoluto le più diffuse.
    Ti dico... il PC è quello che è perchè IBM
    all'inizio non ci aveva posto il brevetto
    perchè non ci credeva assolutamente.
    Fondamentalmente era free.
    Oseresti dire che non ha generato introiti ?Pochi, IBM avrebbe potuto guadagnarci molto di più ...Allora perchè IBM non rilascia liberi le specifiche per gli RS6000/AS400/S390 ecc ecc?
  • Anonimo scrive:
    Una domanda...
    ...ma se una software house prende del codice rilasciato sotto licenza GPL e lo ingloba in un prodotto closed, come si fa a scoprire questa violazione della licenza GPL?(A proposito, qualcuno conosce per caso il nome di un firewall per Windows OpenSource?)
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    Ci tengo per via del fatto che senza la
    possibilità di brevettare non ci sarebbe
    nulla da brevettare in quanto nessuna
    società si sognerrebe di investire in
    qualcosa che poi sarà costretta a regalare
    ad altri...La storia ti da torto. Fin'ora le cose che non sono state brevettate sono diventate in assoluto le più diffuse. Ti dico... il PC è quello che è perchè IBM all'inizio non ci aveva posto il brevetto perchè non ci credeva assolutamente. Fondamentalmente era free.Oseresti dire che non ha generato introiti ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Max


    Scusami tu mi rilasci un programma con
    sorgenti (anche a pagamento) io posso
    modificarlo a venderlo a mia volta anche a
    pagamento oppure gratuitamente a quel punto
    il tuo sw diventa gratis...

    Quindi diciamo che la GPL

    Per la prima copia gratis
    Dalla seconda alla ennesima = gratis

    Sbaglio?GPL = gratis nel senso che i costi di licenza sono zero .i costi di sviluppo non vengon fatti pagare agli utenti perche' si presuppone che il software sia scritto dagli utenti stessi per le loro esigenze (vedi i miglioramenti che la IBM ha fatto al linux, quali il JFS ). di conseguenza il software GPL e' fatto per essere usato da chi lo scrive o da chi lo commissiona , e non per venderlo come fosse un'auto sul mercato.non per venderlo a terzi ()
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)


    Ci tieni davvero che ognuno si tenga i
    propri segreti ?
    Ci tengo per via del fatto che senza la possibilità di brevettare non ci sarebbe nulla da brevettare in quanto nessuna società si sognerrebe di investire in qualcosa che poi sarà costretta a regalare ad altri...
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    Si ma siamo pari perché io posso fare altrettanto. Questo significa democrazia.Quindi GPL = Democrazia
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...


    PEr inciso io sono un convinto sostenitore

    della teoria GPL = Gratis...
    chissa' perche, lo sospettavo ...Scusami tu mi rilasci un programma con sorgenti (anche a pagamento) io posso modificarlo a venderlo a mia volta anche a pagamento oppure gratuitamente a quel punto il tuo sw diventa gratis...Quindi diciamo che la GPLPer la prima copia gratisDalla seconda alla ennesima = gratisSbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...
    - Scritto da: Max
    Puo succedere anche sotto GPL tu regali il
    codice io lo modifico sempre sotto GPL e poi
    lo vendo...
    Ti ho "rapinato del tuo lavoro"...te non hai capito niente ...io compro _una_ copia del tuo programma e tu per licenza (GPL) sei obbligato a darmi i sorgenti ..a sto punto inizio anche io a vendere il programmache tu hai fatto...uno rilascia il codice sotto GPL per poter riusarele modifiche che gli altri faranno al mio lavoro ..faccio un investimento in codice e ottengo un ritorno sempre in codice

    PEr inciso io sono un convinto sostenitore
    della teoria GPL = Gratis...chissa' perche, lo sospettavo ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    Voglio sapere chi ci progetta l'auto, chi il
    motore vero (evoluzuione delle scoperte del
    prof), chi la distribuisce e che la fa
    arrivare alla gente!
    Non vorrete mica che rimanga uno studio,
    fermo nel laboratorio del profe, no?Chiediti come funzionerebbero le cose se l'Agip producesse combustibili differenti e incompatibili rispetto alla Q8 che a loro volta differiscano da quelli della Shell (i nomi sono scelti assolutamente a caso)!Come paragone è più simile a quello del software!Ci tieni davvero che ognuno si tenga i propri segreti ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    Il
    supermotore, se rilasciato sotto un licenza
    GPL per auto impedisce che Fiat, inglobando
    il motore nell'auto possa brevettare l'auto
    a motore impendendo così ad altri di
    integrare nell'auto il motore inventato da
    Smith. In questo modo, tutte le altre
    aziende che producono auto possono pordurle
    entrando in competizione con Fiat.

    Chiaro no?
    ClaPer niente.Lo scienziato scopre la teoria del viaggiare col calore del corpo umano ma per trasformare una teoria in pratica servono studi assai poco semplici.... chi li paga se poi deve rilasciali a tutti senza la possibilità di creare per se stessa un business?
    • Anonimo scrive:
      Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
      Certo che si, ed è proprio il principio della GPL.Se il punto da cui parte è rilasciato sotto GPL (ripeto, in questo argomento non c'entra una mazza perché il concetto va applicato al software) allora tutto il resto va rilasciato sotto GPL.Intanto Fiat si è avvantaggiata dello studio fatto da Smith, se non lo avesse fatto Smith si sarebbero evidenziati due scenari:1) Fiat e altri non lo avrebbero mai scoperto e saremmo andati avanti a petrolio.2) Fiat avrebbe dovuto investire cifre astronomche per fare R&D su quella scoperta e non è detto che i benefici (ricavi) derivanti dalla scoperta andassero a coprire i costi dell'r&d.Visto che Fiat si e' avvantaggiata da questa scoperta evitando i rischi dell'R&D il prezzo da pagare è la non brevettabilità delle invenzioni derivanti. Se non gli va bene cazzi suoi, Smith, che è il padre di questa invenzione vuole così. Stop.Senza parlare (ma è un punto focale) dei vantaggi derivanti da una conoscenza diffusa dell'applicativo. Ti cito solo la ripartizione dei costi di R&D tra tutte le aziende che lavorano in modo collaborativo ecc...Ripeto, l'esempio del Troll non calza, Torwald dice che il modello Open va bene solo per Software, Ricerca scientifica e Biologia in quanto si basa su un modello incrementale. Ma questo il Troll non lo sa e fa esempi scemi per dimostrare la sua non saccenza.Ti ripeto che questo è un discorso completamente astratto in quanto la legge italiana sui brevetti prevede altro. Ma qui siamo in laboratorio.
    • Marlenus scrive:
      Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
      - Scritto da: Max
      Il

      supermotore, se rilasciato sotto un
      licenza

      GPL per auto impedisce che Fiat,
      inglobando

      il motore nell'auto possa brevettare
      l'auto

      a motore impendendo così ad altri di

      integrare nell'auto il motore inventato da

      Smith. In questo modo, tutte le altre

      aziende che producono auto possono
      pordurle

      entrando in competizione con Fiat.



      Chiaro no?

      Cla

      Per niente.
      Lo scienziato scopre la teoria del viaggiare
      col calore del corpo umano ma per
      trasformare una teoria in pratica servono
      studi assai poco semplici.... chi li paga se
      poi deve rilasciali a tutti senza la
      possibilità di creare per se stessa un
      business?
      Se ti leggi bene la GPL (che comunque non si può applicare a questo caso, come ho già detto altrove, è un esempio troppo sballato) capirai che protegge la teoria, non la pratica aggiuntiva. Se tutto quello che serve per mettere in pratica la teoria non è già contenuto nella teoria (cioè c'è qualcosa di VERAMENTE nuovo) basta brevettare la novità. Altri potranno continuare a usare la teoria, inventandosi altre strade.Ma che sia chiara una cosa: poichè la GPL si applica al prodotto (il software) non all'idea che ci sta alla base (che non è (ancora) brevettabile, per fortuna) nulla impedisce alla software house di farsi il suo prodotto, con i SUOI investimenti, basato sulle stesse IDEE ma non sfruttando TUTTO il lavoro di altri (perchè se c'è un idea nuova, riscrivendo il codice stanno comunque COPIANDO l'idea).Ti convince questa risposta, finalmente?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il progresso
    - Scritto da: ACD
    X Ekleptical, che dice che l'Oligopolio e'...
    Le piccole aziende in
    campo informatico possono fare soldi solo
    fornendo SERVIZI che per essere erogati
    necessitano di persone, che si fanno pagare
    per le prestazioni fornite (come del resto
    succede normalmente: lavoro x, vengo pagato
    y, lavoro 2x, vengo pagato 2y).Perdi tempo a spiegare qualcosa a quel drago.Lui pensa che il software e il ferro sucui gira siano la stesso tipo di cosa, non ha la più pallida consapevolezza del fatto che sarebbecome confondere il buio e la luce.E poi a lui interessa che Microsoft & C continuinoa fare soldi, perchè l'economia così va avanti.Ma l'economia di chi? L'informatica italianaha smesso di rappresentare qualcosa da un pezzo,proprio grazie a zio bill e i suoi amici, e a certa mentalita' da venditori di scaldabagni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    Senti o Premio Nobel del trollaggio.Qui si parla di Software, la GPL si applica al software (ma te la sei letta?)."Il termine "Programma" nel seguito si riferisce ad ogni programma o opera così definita, e l'espressione "opera basata sul Programma" indica sia il Programma sia ogni opera considerata "derivata" in base alla legge sul copyright; in altre parole, un'opera contenente il Programma o una porzione di esso, sia letteralmente sia modificato o tradotto in un'altra lingua."Per quanto riguarda il tuo esempio che non calza una fava ti rispondo così. Il supermotore, se rilasciato sotto un licenza GPL per auto impedisce che Fiat, inglobando il motore nell'auto possa brevettare l'auto a motore impendendo così ad altri di integrare nell'auto il motore inventato da Smith. In questo modo, tutte le altre aziende che producono auto possono pordurle entrando in competizione con Fiat.Chiaro no?ClaP.S. Il tuo esempio, essendo totalmente sballato, può dare adito a mille interpretazioni nella risposta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    Se qualche fan della GPL mi vuole
    cootesemente rispondere, seguendo i dettami
    della sua filosofia, mi fa contento!
    Riflettete e vediamo cosa tirate fuori...
    (E poi ripensate all'articolo...)Divertente...Ho letto un paio di risposte e dopo averti attacato per un giorno intero non sanno rispondere... secondo loro il codice del SW si autogenera....Hai massima solidarieta' da parte mia....
  • Anonimo scrive:
    Re: Se attacano la GPL...

    Credo che se tali multinazionali attaccano
    così tanto la GPL e non la BSD significa che
    Stallaman ha centrato il bersagio. Tutti i
    detrattori della GPL si facciano i loro bei
    programmi e li registrino sotto la licenza
    che vogliono, ma non vengano a rompere il
    c***o a chi non vuole farsi rapinare
    software da sanguisughe che utilizzano il
    lavoro e gli sforzi di tanti per ottenere
    profitti propri.Puo succedere anche sotto GPL tu regali il codice io lo modifico sempre sotto GPL e poi lo vendo...Ti ho "rapinato del tuo lavoro"...PEr inciso io sono un convinto sostenitore della teoria GPL = Gratis...
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    Chi produce? Gli operai.Per fare un'automobile ci vogliiono materie prime strutture e tante altre cose. Un'auto non può essere duplicata con mezzi informatici.Se mi rubano l'auto non posso duplicarne un'altra.Il punto è proprio questo, il software può essere duplicato e la copia sarà esattamente uguale all'originale, non ha bisogno di una ulteriore quantità di lavoro per essere prodotta. Adesso hai capito quanto non hai capito niente di tutta la questione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

      Chi produce? Gli operai.E per chi lavorano?
      Il punto è proprio questo, il software può
      essere duplicato e la copia sarà esattamente
      uguale all'originale, non ha bisogno di una
      ulteriore quantità di lavoro per essere
      prodotta. Adesso hai capito quanto non hai
      capito niente di tutta la questione?Leggiti l'altra sfilza di miei messaggi in questo forum!!Cmq questa "sfida" è solo la fase 1.Poi arriverà la fase 2 della riflessione!E' una procedura quasi Zen che porta alla fine all'illuminazione! :PIntanto distruggo la falsa convinzione della filosofia del pubblico, poi passo al resto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
      - Scritto da: karl
      Chi produce? Gli operai.
      Per fare un'automobile ci vogliiono materie
      prime strutture e tante altre cose. Un'auto
      non può essere duplicata con mezzi
      informatici.
      Se mi rubano l'auto non posso duplicarne
      un'altra.
      Il punto è proprio questo, il software può
      essere duplicato e la copia sarà esattamente
      uguale all'originale, non ha bisogno di una
      ulteriore quantità di lavoro per essere
      prodotta. Adesso hai capito quanto non hai
      capito niente di tutta la questione?Secondo te e' piu' difficile scrivere un nuovo sistema operativo o progettare il nuovo modello della Golf?Senza contare poi tutti gli aggiornamenti, fix e snapz.Sono due cose totalmente diverse e non paragonabili.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

        Secondo te e' piu' difficile scrivere un
        nuovo sistema operativo o progettare il
        nuovo modello della Golf?Sai che sul prodotto finito (la GOLF in questo caso) dai una garanzia.Se linux può andare in Kernel Panic senza conseguenze per il produttore se la mia Golf esplode il signor WolkSwagen si ritrova in una fogna con l'onda.La diro grande ma è più complesso progettare nella sua interezza una macchina(Meccanica,Motore,Elettronica,Aerodinamica,Ergonomia.....)
        • Anonimo scrive:
          Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
          Infatti la storia ti da ragione.Vedi quanti modelli diversi di auto circolano e quanti sistemi operativi (per PC) ci sono ... Ma va va ...Cla
          • Anonimo scrive:
            Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

            Vedi quanti modelli diversi di auto
            circolano e quanti sistemi operativi (per
            PC) ci sono ...
            Conta quante distribuzioni linux ci sono e quante macchine siamo li'.Scusami penserai mica che la macchina viene riprogettata da capo tutte le volte...
          • Anonimo scrive:
            Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
            - Scritto da: Cla
            Infatti la storia ti da ragione.

            Vedi quanti modelli diversi di auto
            circolano e quanti sistemi operativi (per
            PC) ci sono ...

            Ma va va ...

            Cla[Semi OT]Sono due cose radicalmente diverse. Ci arrivate a capire questo ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
          Ma quante cazzate mi toccherà leggere ancora?Se Red Hat mi vende un OS per fargli svolgere un lavoro mission critical certo che me le dà la garanzia! E' lì che sta il valora aggiunto!!!Certo che se installo la distro che ho trovato sulla rivista da solo e poi mi incazzo se crasha sono cazzi miei ... ma se me la installa un RHCE certo che mi faccio dare la garanzia, e se c'é qualche problema un contratto di assistenza che in due ore mi rimette in piedi tutto ...Cla
        • Anonimo scrive:
          Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
          - Scritto da: Max
          Sai che sul prodotto finito (la GOLF in
          questo caso) dai una garanzia.
          Se linux può andare in Kernel Panic senza
          conseguenze per il produttore se la mia Golf
          esplode il signor WolkSwagen si ritrova in
          una fogna con l'onda.Su un qualsiasi OS potrebbe invece girare un sistema di controllo dal quale dipendono centinaia di vite.
          La diro grande ma è più complesso progettare
          nella sua interezza una
          macchina(Meccanica,Motore,Elettronica,AerodinLe automobili sono TUTTE uguali.. ecco la differenza.Puoi cambiare la forma della carrozzeria, rispettando le regole dell'aerodinamica e gli interni in pelle o radica ma alla fine e' sempre la stessa roba riproposta in più salse.. un po come le distribuzioni linux.La catena di montaggio di un' automobile sta alla catena di montaggio che prepara le confezioni dei software con manuali e quant'altro dentro. Con la differenza che in una software house esistono più cervelli operativi mentre in una società che costruisce automobili ci sono più operai.Secondo me oggi sono in grado di fare un auto da zero in pochissimo tempo e da li in poi rimane. Un sistema operativo evolve continuamente implementando nuove tecnologie.Non vedo perchè un sistema operativo non dovrebbe essere venduto a postazione quando chi ci lavora dietro viene stipendiato tutti i mesi e non come spesso si vuol far credere una volta fatto e' finita li e chi ci ha lavorato prende a vita i frutti di quella prima fatica.. un po come fanno quelli che compongono un disco di successo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    - Scritto da: Ekleptical
    Allora, tralasciando tutto il resto, veniamo
    al nocciolo della questione.
    Il nocciolo della questione caro lei è uno soltanto:il software non è un auto, non è un computer, non è una lavatrice, non è un _PRODOTTO_, invecetu come anche le famose multinazionali, continuatea ritenerlo un oggetto off-the-shelf.Quando comincerai a pensare che il software èsolo la base di un servizio, allora capiraidove GPL vuole portare. Sai quale è la differenzatra una azienda di produzione e una di servizi?La prima vende oggetti, la seconda conoscenza,creatività, e valore aggiunto.E a quest'ultima sai quanto gliene frega di commercializzare uno scatolottocon dentro un fesso CDROM e qualche manualee farsene pagare l'uso???? ZERO.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)

    Voglio sapere chi ci progetta l'auto, chi il
    motore vero (evoluzuione delle scoperte del
    prof), chi la distribuisce e che la fa
    arrivare alla gente!Nella fretta ho saltato il passaggio più importante, chi la produce!!Rispondete su questo prima di tutto!
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    La risposta è presto fatta.Il software su cui io ho sudato non voglio che sia rubato dalle software house che lo rivendono come soluzione proprietaria.Se a te non sta bene, regala alla Microsoft, alla Apple ecc. tutte le righe di codice che vuoi.Per quanto mi riguarda la GPL è l'unica licenza che tengo in considerazione. Il resto è aria fritta. P.S. ce ne vuole per dire che le multinazionali del software hanno ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
      - Scritto da: Karl
      La risposta è presto fatta.
      Il software su cui io ho sudato non voglio
      che sia rubato dalle software house che lo
      rivendono come soluzione proprietaria.
      Se a te non sta bene, regala alla Microsoft,
      alla Apple ecc. tutte le righe di codice che
      vuoi.
      Per quanto mi riguarda la GPL è l'unica
      licenza che tengo in considerazione. Il
      resto è aria fritta.

      P.S. ce ne vuole per dire che le
      multinazionali del software hanno ragione.Secondo me se avessi sudato su un qualcosa che potrebbe avere un valore commerciale, e quindi potrebbe interessare ad un software house, ci penseresti bene prima di metterlo sotto GPL.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
        Potresti avere anche ragione su certi aspetti. Ma tu non mi conosci, quindi non puoi sapere su cosa ho sudato. Detto questo siccome io non sono un santo e un giorno potrei decidere di registrare codice della comunità sotto licenza proprietaria, un certo Stallman ha deciso di scrivere la GPL in modo che certe nefandezze (che io stesso potrei commettere una volta in odore di denaro) non vengano commesse."L'occasione fa l'uomo ladro" recita un proverbio, con la GPL si elimina l'occasione e quindi il ladro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
        - Scritto da: Divertito...
        Secondo me se avessi sudato su un qualcosa
        che potrebbe avere un valore commerciale, e
        quindi potrebbe interessare ad un software
        house, ci penseresti bene prima di metterlo
        sotto GPL.Benissimo. Allora non usi la GPL. Tantomeno la BSD.Ma se decidi di usare la GPL sono cacchi tuoi e nessuno ti deve venire a dire nulla.Fermo restando il fatto che se hai scritto del codice sotto GPL nulla ti impedisce di utilizzare lo stesso codice per scrivere un software closed.
  • Anonimo scrive:
    Se attacano la GPL...
    Credo che se tali multinazionali attaccano così tanto la GPL e non la BSD significa che Stallaman ha centrato il bersagio. Tutti i detrattori della GPL si facciano i loro bei programmi e li registrino sotto la licenza che vogliono, ma non vengano a rompere il c***o a chi non vuole farsi rapinare software da sanguisughe che utilizzano il lavoro e gli sforzi di tanti per ottenere profitti propri.Oppure questi signori vogliono decidere sotto quale licenza devo registrare il software sviluppato da me? Strano concetto di democrazia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il progresso
    - Scritto da: ACD
    Ulteriore domanda per i detrattori della GPL:

    Se la GPL e' dannosa e virale, come mai per
    avere la multiutenza in windows ho dovuto
    aspettare WindowsXP mentre con Linux la
    avevo gia' da tempo? Che razza di domanda è?Semplicemente perchè non era ritenuta necessaria...Cosa può centrare la multiutenza con la GPL...
  • Anonimo scrive:
    Rispondere, prego! (Il cuore del problema)
    Allora, tralasciando tutto il resto, veniamo al nocciolo della questione.Mi pare che il punto fondamentale sia dal punto di vista dei fan della GPL: quel che è pubblico, o di pubblico dominio tale deve restare. Quindi tutto quello che ne viene fuori deve essere di publico domnio e così via!Le software house invece dicono: ciò che è pubblico deve essere disponibile per tutti, anche per noi che dobbiamo poterlo integrare nei nostri prodotti.Questa è la contrapposizione, no?Ok! Fermatevi un attimo! Non fatevi fregare dall'ovvio e seguite un attimo questo piccolo ragionamento. Forse capirete perchè le software house hanno ragione!!Voi dite: il pubblico rimanga pubblico.Ok, allora mettiamoci in questa situazione:il prof. Jhon Smith e la sua equipe universitaria hanno ideato un rivoluzionario metodo di propulsione: basta il semplice calore di un corpo umano per far muovere un mezzo, anche un auto, a buona velocità. Ti siedi sulla macchina, giri la chiavetta ed è pronta a partire, senza benza, nè emissioni!Direi che è l'invenzione del secolo! Fine di mille problemi!Ora, l'invenzione è pubblica, visto che è nata dalla ricerca universitaria pubblica, giusto?Sono tutti soldi del contribuente, no?Quindi, secondo la mentalità GPL, deve rimanere pubblica!Okkei, io voglio sapere, seguendo questa filosofia (il privato non deve poterla incamerare e ritutilizare) come esattamente questa invenzione verrà a concretizarsi!Voglio sapre i passaggi che la porteranno nelle case della gente!Voglio sapere chi ci progetta l'auto, chi il motore vero (evoluzuione delle scoperte del prof), chi la distribuisce e che la fa arrivare alla gente!Non vorrete mica che rimanga uno studio, fermo nel laboratorio del profe, no?Se qualche fan della GPL mi vuole cootesemente rispondere, seguendo i dettami della sua filosofia, mi fa contento!Riflettete e vediamo cosa tirate fuori...(E poi ripensate all'articolo...)
  • Anonimo scrive:
    Re: Per chi ancora NON avesse compreso la differenza
    - Scritto da: Volta&Gabbana
    tra GPL e BSD, riporto uno stralcio di
    discussione:

    Scritto da: Max


    Visto che i prod di softtware o chi per
    essi

    contestavano soprattutto la licenza GPL

    direi che la GPL non aggiunge nulla più di

    quello che aggiunge la BSD.

    Sbagliato: la sostanziale differenza tra GPL
    e BSD ) e' che con BSD IO posso prendere il
    codice, modificarlo, inserirlo in un mio
    prodotto e CHUDERLO LI, rendendo poi il
    codice CLOSED, con GPL NO.Caro Volta&Gabbana i post vanno riportati nella sua interezza altrimenti si perde il significato del post stesso...Il mio post era in risposta ad un altro che glorificava i vantaggi della GPL ed io gli avevo fatto notare che tutti i vantaggi della GPL erano riscontrabili nella BSD.
    Avete inteso?
    Ora secondo voi Che male c'e' a voler
    talvolta impedire questo?In breve:In GPL Mozilla non esisterebbe.In GPL OpenOffice non esisterebbe....
  • Anonimo scrive:
    Il progresso
    Ulteriore domanda per i detrattori della GPL:Se la GPL e' dannosa e virale, come mai per avere la multiutenza in windows ho dovuto aspettare WindowsXP mentre con Linux la avevo gia' da tempo? X Ekleptical, che dice che l'Oligopolio e' la forma migliore per l'economia, faccio notare che volendo sviluppare un mio software e venderlo, in presenza di oligopolio vengo subito schiacciato dai big, che se vedono la possibilita' che il mio programma intacchi i loro interressi possono fare in modo che esso non giri sui loro prodotti iperdiffusi (vedi Java). Risultato: io, piccola azienda che ha sviluppato il software, vado in fallimento. Prima di parlare di economia a membro di segugio renditi conto che l'informatica e' un campo leggermente diverso dal resto... Se produco uno sbattiuova, anche se c'e' una azienda che detiene il monopolio sulla vendita di uova, di certo non puo' cambiare le proprieta' fisiche delle uova per renderle incompatibili con il mio sbattiuova, pertanto io continuo a vendere lo sbattiuova. In informatica questo non e' necessariamente vero. Le piccole aziende in campo informatico possono fare soldi solo fornendo SERVIZI che per essere erogati necessitano di persone, che si fanno pagare per le prestazioni fornite (come del resto succede normalmente: lavoro x, vengo pagato y, lavoro 2x, vengo pagato 2y).
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo alle solite....
    - Scritto da: windrak.....
    il succo è: alzi la mano chi vuole fare
    l'ortolano di turno e prendersi la zucchina
    dove non batte il sole?Mi sembra il solito discorso del calabrone che in teoria è troppo pesante per volare...La faccenda comunque è semplice: tu per la tua ditta ritieni che sviluppare software open sia controproducente ? Usa una licenza closed. Nessuno ti verrà mai a dire nulla.Però non andare a criticare chi fa una scelta diversa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...

    Devo sapere tutti i partner di IBM ?
    Quindi quando proverai (e sarà tutta da
    ridere) a cercare lavoro da informatico
    raccontagli tutte le varie chiacchiere che
    hai sentito su LinuxValley, vediamo se ti
    prendono :pMa che cavolo ne sai tu delle mie conoscenze tecniche?Io coi computer ci traffico da 20 anni!Non ho nessun porblema a configurare reti, server e firewall Linux! Ti sto scrivendo da una rete configurata così, proprio da me!Io mi informo e leggo, anche!C'è poco da fare! Per voi il dissenso è inconcepibile! Pensare che uno conosca le cose di cui parlate proprio per averle toccate con mano e non condivida, è un qualcosa che nella vostra testa proprio è rifiutato!
    http://www.isp-planet.com/research/2002/serve

    Posti link che non capisci.
    Poniamo per assurdo che le tue statistiche
    siano vereMa come poniamo per assurdo??????????''Ma sono statistiche ufficiali, stilate da Gartner Dataquest, che è la fonte più autorevole e attendibile al mondo per l'high-tech!!Più di così non so che darti, guarda!!!Rifiuto totale della realtà....
    evince che sicuramente Windows non sta su
    piattaforme IBM, HP e Sun, quindi toglimo un
    30%, se prendiamo per vera la tua
    affermazioneStatistiche ufficiali pure quelle....non è una mia affermazione....
    per cui sulle restanti macchine
    1/3 è Linux... fai due conti, ce la puoi
    fare.E quali conti fai, di grazia? Tanto per sapere?Mica ho detto che Windows ha il 50% dell'assoluto. Ho detto che domina il mercato!Forza Italia è il primo partito con il 30%! Gli altri hanno meno! Questo vuol dire essere primi!I conti sai farli tu? O secondo te tutti i server non x86 sono Linux? Mai sentito parlare di AIX, di Solaris e via andando?Non arrampicarti sugli specchi! Piantala!
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...
      - Scritto da: Ekleptical

      Devo sapere tutti i partner di IBM ?

      Quindi quando proverai (e sarà tutta da

      ridere) a cercare lavoro da informatico

      raccontagli tutte le varie chiacchiere che

      hai sentito su LinuxValley, vediamo se ti

      prendono :p

      Ma che cavolo ne sai tu delle mie conoscenze
      tecniche?
      Io coi computer ci traffico da 20 anni!
      Non ho nessun porblema a configurare reti,
      server e firewall Linux! Ti sto scrivendo da
      una rete configurata così, proprio da me!
      Io mi informo e leggo, anche!Se se, dicono tutti così, poi su Slashdot vanno a parare. Infatti fai il commerciale :PTraffichi da 20 anni sui computer e vai ancora all'università ? Ecco, traffica di meno e studia di più.
      idiozie

      E quali conti fai, di grazia? Tanto per
      sapere?
      Mica ho detto che Windows ha il 50%
      dell'assoluto. Ho detto che domina il
      mercato!Sbagliando, se più della metà è Unix.
      merda da politicante

      I conti sai farli tu? O secondo te tutti i
      server non x86 sono Linux? Mai sentito
      parlare di AIX, di Solaris e via andando?E che *os* sarebbero ? Mi sembrano Unix.Sai quotare dove ho parlato di dominio Linux ?Io ho affermato che la maggior parte dei server non è Windows. Se l'avessi chiesto avrei detto Unix, ma hai dedotto (pestandola come sempre)
      Non arrampicarti sugli specchi! Piantala!Che fai ti arrabbi ? Ma se hai postato tu un link che ti smentiva :DDovrei arrabbiarmi io, mi hai cuttato ancora una volta la cosa della SuSE salvata dalla IBM :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...
    Sono contento che tu abbia tutte queste certezze.Io non ne ho ed è per questo che cerco di mettermi sempre in gioco.P.S. Mi parli di Edison ma tralasci Meucci che grazie al modello brevettuale si è fatto fottere l'invenzione del telefono...P.P.S. Mi parli di economia e mi dici i rivolgermi ad un ingegnere per farmela spiegare ...Bah ... io sinceramente preferisco avere dubbi che tutte le tue certezze ...Cla
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
    - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere
    ti sei scordato la perla piu' bella:

    "No, ma si chiama comnunismo! neè più, ne
    meno!
    Giratela come volete, ma sotto sotto si
    arriva sempre lì!
    La GPL è comnuista! Se è un mal eo un bene
    dipende dai gusti, ma comunista rimane!"Grazie per la segnalazione.... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo alle solite....
    Ma il modo per fare soldi con i programmi rilasciati sotto GPL e' quello di fornire supporto tecnico e curare la formazione del personale del cliente a cui installi il software... In questo modo puoi fare soldi senza dover scrivere una riga di codice, inoltre questo tipo di servizio necessita solo di una buona conoscenza del software da parte di chi offre supporto, non hai bisogno dei 96000 EurI di partenza per sviluppare il prodotto. Tieni poi conto che per vendere un software devi fare davvero un bel lavoro, non e' detto che si riescano a ricoprire i costi di sviluppo. La chiave di tutto sta nel fatto che magari le aziende hanno i soldi per acquistare il software e i soldi per pagare chi gli fornisce assistenza. Ma mentre la prima spesa viene fatta una tantum, la seconda e' un servizio che viene pagato di volta in volta al fornitore di supporto, che pertanto (come e' giusto che sia) piu' lavora, piu' guadagna. Potrei sbagliarmi ma penso che sia piu' facile creare un gruppo di persone che offrano supporto tecnico piuttosto che mettere in piedi un progettone da 96000 EurI
  • Anonimo scrive:
    Reinventare la ruota
    Ekleptical dice: i programmatori vanno pagati ..il software GPL rovina il mercato a chi vuol vendere sw closed .. cio e' male per l'economia .in realta la GPL e la BSD permettono il riuso del codice . L'unica differenza tra le due e' che la bsd permette il riuso del sw closed .ora io sfido chiunque a convincermi che dovrei rilasciare un programma sotto BSD anziche ' sotto GPL se io non voglio dover ricomprare (!) prodotti che contengono il _MIO_ codice. filantropo si , ma fesso no !i programmatori che usano la licenza GPL partono avvantaggiati rispetto ai quelli che scrivono software proprietario , perche hanno a disposizione molto piu' codice per il riuso ,cio che gli evita di dover ,per cosi ,dire ,"reinventare la ruota" ogni volta che scrivono un programma. la rovina del software closed(cosa che ritengo molto improbabile ,tra l'altro)non sara' certo la fine del mondo .l'hardware e le personalizzazioni del software continueranno comunque ad essere prodotti.l'evoluzione della tecnologia continuera' comunque, perche la madre dell'invenzione e' la necessita' , non l'avidita ' .
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...

    Parli di un ovvia catena economica
    consumi-
    produzione-
    ricchezza che conoscono
    anche le scimmie tibetaneBeh, qua sembra che anceh queste basi sfuggano a molti, mica è colpa mia! ^_^
    In campo
    economico, dovresti saperlo bene, se i soldi
    entrano da qualche parte devono anche essere
    uscitiDipende cosa intendi! La ricchezza si crea! I soldi derivano "dal nulla" diciamo (nel senso non da altri soldi). Praticamente crescono spontaneamente..se qualcuno li fa crescere e circolare!
    Qui non esiste l'oligopolio di cui vaneggi.
    Vorrei che esistesse l'oligopolioLo vorrei anch'io! Poter scegliere fra Windows, BeOS e qualche altro SO...a pagamento!!Qua la critica NON è alla Microsoft!! L'articolo NON è sulal Microsoft! Chissene delal Microsoft!L'articolo è sul mondo del closed source contro la GPL! Esattamente e strettaemnte in questi termini!
    Qui non si tratta di discutere se il
    software va pagato o no, è chiaro che nella
    maggioranza dei casi va pagatoIn verità guarda che si discute proprio su questo!! Se leggi un po' noterai che il blocco GPL non vuole che si paghi il software! Ben che vada, lo puoi fare alla priam copia, poi il resto via gratis!Questo dice la GPL, all'atto pratico e questa è la sua disgrazia! Anzi, la disgrazia non è tatno questa, quanto l'obbligo "a catena" di applicazione del modello!
    In quest'ottica Linux viene
    visto come l'unico elemento capace di
    riportare un pò di equilibrioMa quale razza di equilibrio? Quello a ricavo zero dalla vendita?Bell'equilibrio!
    Ogni Stato ha necessità di
    costruire delle infrastrutture informatiche
    di base che non siano di proprietà di una
    multinazionale esteraNon sono per nulla di proprietà della multinazionale...Fornisce loro il software e stop!Se non va bene Microsoft, ok, scegliete un software diverso a pagamento o fatelo sviluppare internamente ad un bel po' di programmatori retribuiti.Così si mette in circolo ricchezza!Altrimenti la ricchezza della vendita sfuma e ti ritrovi solo con l'asistenza (che tanto c'era pure prima)
    Ebbene, bisognerebbe
    risponderti che da un qualche mese a questa
    parte tutti i governi sembrano essere contro
    le licenze di tipo tradizionale, e quindi
    rivolgo a te la tua stessa domanda: si
    sbaglieranno tutti?Sì, visto che non sono manco lontanamente tutti! Appena Bush stroncherà la GPL, vedrai che la tendenza cambierà ovunque! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...

      Si può sempre ricavare denaro
      dall'assistenza.Già lo si fa anche ne closed! Vendita+assistenza!Mica l'ha inventata Linux l'assistenza, no? ^^Fra un po' si arriverà senitre pure questo!
      Quello che
      dicevo è che ci sono campi in cui la licenza
      GPL è buona e giusta, per esempio per le
      applicazioni open source sviluppate dallo
      Stato (gia' pagate dai contribuenti, e
      quindi, giustamente a disposizione di
      tutti).No, è MALE! Già spiegato perchè!!Open Source va bene, closed va bene (meglio se fosse sviluppato sul territorio), GPL va male!
      I grossi
      progetti open, come Mozilla o Open Office
      probabilmente mirano a fare soldi con le
      sovvenzioni stataliAllè! Nuovo assistenzialismo! Pure quello dei programamtori ci mancava! :PP
      sufficiente. Secondo la visione di certi
      analisti il software GPL sarà la base minima
      informatica a disposizione dei cittadini di
      tutto il mondo (O.S., browser, office..)Sì, va beh...mi limito ad un "vedremo", va! :)
      L'alternativa è vedere le nazioni e le
      aziende di tutto il mondo versare milioni di
      euro a un'unica corporazione straniera
      (Microsoft) senza finanziare alcun progetto
      informatico proprioInfatti quest'ultiam sarebeb la vera scelta vincente!!
      Non lo fornisce solamente, magari!
      Stabilisce anche i termini e le condizioni
      d'uso. Certo, ma non la roba che ci produco!!! Alla fien quello interessa allo stato, mica compra Windows per attivare lo screensaver!
      Ma in Europa non sarà lo
      stesso, e neanche nel resto del mondo.Beh...Se pensano di fare concorrenza all'America con un prodotto gratuito che tutti in tutto il mondo anno, è meglio che si sveglino un attimo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...
    L'articolo, sui server cmq citato, parla dei vendor non delle arch. Vero è che le arch. x86 sono le più diffuse anche tra i server, però converrari che un server Sun con al min. 16 Sparc fà tranquillamente il lavoro di qualche 50 server x86.Poi, cmq le statistiche al 2000 (sono sempre un pò indietro), che mi ricordo davano win* al 48,* (non mi ricordo dopo la virgola), quindi win* al 2000 non era la piattaforma server (intesa come numero, visto anche ciò che precedentemente era stato detto per Sparc/x86) più diffusa, a meno che non intendi che avesse la maggioranza relativa.Dal 2000, win* dovrebbe essere sceso, anche e soprattutto per l'amore scoppiato tra IBM, HP (che si è pure assimilata a Compaq), Sun (con Cobalt), etc., con le varie distro Linux (escluse ovv. Debian e Slack). Difatti IBM stessa annunciò che grazie a Linux ha venduto anche in periodi di magra e soprattutto molti server che in origine erano destinati a win*. E a conferma le statisitiche di diffusione di Linux ultime, davano che l'o.s. che principalmente rimpiazzava Linux ultimamente non erano più gli altri UNIX, ma win*. Va però tenuto conto che ciò avviene in un momento di economia stagnante che indubbiamente favorisce Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...

      L'articolo, sui server cmq citato, parla dei
      vendor non delle arch. Vero è che le arch.
      x86 sono le più diffuse anche tra i serverBeh, seguimi il ragionamento...L'x86 è il più diffuso fra i server. Windows ha 2/3 degli x86...Ora, matematicamente converrai che Windows avendo la stragrande maggioranza delal maggioranza, è pressochè sicuro che sia anche il più difuso tout-court! O no?Vuoi dirmi che gli altri, sparpagliati, fanno in tempo a recuperare la differenza con la minor quota?Anche nel PEGGIORE dei casi per Windows la lotta è sul filo di lana!
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...
    - Scritto da: Ekleptical
    Riassumendo un po, qua c'è gente che:
    -E' sedicente esperta Linux e mi insulta se
    gli dico che SuSE e IBM son pappa e ciccia,
    come se avessi detto chissà quale idiozia
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=39761Linux, elisir d'amore per IBM e SuSEE con cio'?Linux fa molto comodo ad IBM che vede in questo un potente grimaldello contro lo strapotere di M$ nei servers di fascia bassa (un AS400 ti costa in vers. base oltre 25mil di lire) e' manna per IBM... che in qualche modo deve cercare allenanze come INtel le ha trovate con RH... mai sentito parlare di alleanze? IBM non sta' facendo il salvataggio di SUSE ma sta' cercando dei partners tecnologici.Poi ovviamente puo' capitare che gli salti in testa di comprarsela visto che e' un' azienda sana e prospera... mica butterebbe via soldi in aziende DECOTTE... che non funzionano. ma hai studiato un po' di economia... Quale azienda investirebbe in' un'altra i cui prodotti non si vendono o sono scadenti?
    -Trasalisce quando gli si dice che la
    maggior parte dei server è retta da Windows
    e Linux è del tutto secondario!
    http://www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNewNon riesco a ritrovare l' articolo...
    -Spara strali quando affermo che
    l'oligopolio è la forma di mercato migliore
    per lo sviluppo dell'economia e spara
    vaccate su concorrenza e altro, senza sapere
    cosa dicono
    [Fonte: andate a casa di qualcuno che studia
    Economia e fatevi prestare un po' di libriCito dallo ZanichelliOligopolio:forma di mercato caratterizzata dall' esistenza, di fronte ad un numero imprecisato di compratori, di un numero limitato di venditori di un dato bene.Spesso gli Oligopoli si risolvono in CARTELLI, perche' cosi' conviene loro...Ordunque E' certamente la forma di mercato migliore per lo sviluppo economico di QUELLE aziende e basta. certo, possono anche generare un' indotto ma le aziende non hanno nessuna garanzia perche' devono sottostare ad un regime di scarsa concorrenza tra i committenti e quindi hanno scarssissimo potere contrattuale.In scenari come questi l' utente finale, il compratore e' fortemente penalizzato e la nascita di nuove imprese concorrenti e' fortemente sfavorita.Rimaniamo nel campo del SW:M$, da quando e' cominciato a crescere l' OPenSource ha cominciato a rivedere e migliorare i propri prodotti ad un ritmo sempre maggiore, l' utente finale ha piu' scelta ed in certi casi puo' ottenere sconti sui prodotti commerciali piu' di quanto potesse prima.IO vedo solo vantaggi, certo per aziende come M$ sono grane ma del resto e' il libero mercato...no? Liberi di scegliere la licenza che piu' ci aggrada e su questo c'e' ben poco da sindacare.
    -Si altera quando gli si dice che in India
    un'intera regione si sta arricchendo
    economicamente grazie al software, perchè
    secondo loro il concetto di aiutare
    un'economia del 3o mondo è diminuirgli i
    costi, invece di creargli ricchezza.
    [Fonte: un motore di ricerca a caso, basta
    metere dentro "India silicon valley" e/o
    "Bangalore"...]va bene, ognuno si scelga il modello che piu' gli piace...
    -Alla richiesta di un'invenzione di uso
    comune pratico, industriale o casalingo (da
    ufficio, ecc..) prodotta in URSS se ne viene
    fuori con lo Sputnik, il MIG e i sottomarini
    nucleari!!!
    (che tutti abbiamo nel garage)Che c'entra l' URSS con le nostre discussioni?Mah... mancanza di argomenti?
    -Non conosce la minima differenza fra
    Ricerca Pura, di Base, Applicata, di R&S,
    ecc... e vaneggia che gli stati capitalisti
    non devono spendere denaro in ricerca, la
    fanno i privati!
    (Vallo a dire agli USA che sono i maggiori
    spender in Ricerca del mondo!!)IO penso che le industrie private (quelle di un certo livello) abbiano abbastanza soldi per farsi la propria ricerca, tuttavia e' lecito che possano anche collaborare con i centri di ricerca pubblici ma allora tutto cio' che viene fatto con risorse pubbliche DEVE essere Open perche' e' fatto con i soldi del contribuente. Sul resto possiamo discutere e metterci daccordo ma su questo non ci sono discussioni. Se i soldi son pubblici anche quello che ne viene deve rimanere pubblico.
    -Non hanno proprio il minimo concetto dello
    scopo e dell'uso della ricerca! Delirano che
    la ricerca la paga il pubblico e tale deve
    rimanere nei suoi sviluppi!
    Forse gli sfugge che persino Edison è
    diventato ricco sfondato vendendo la sua
    cavolo di lampadina!Dipende... le risorse possono essere private o pubbliche, se le paga il pubblico i risultati saranno solo di dominio pubblico, se sono sia pubbliche che private dobbiamo discuterne, trovare un'accordo che sia soddisfacente per tutti (e non solo per una parte). Se un'azienda si paga la propria ricerca poi ne fa quel che vuole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riassumendo... (lezioni di economia per tutti)
      - Scritto da: Ekleptical

      Linux, elisir d'amore per IBM e SuSE

      E con cio'?

      Linux fa molto comodo ad IBM che vede in

      questo un potente grimaldello contro lo

      strapotere di M$ nei servers di fascia
      bassa

      ecc...

      E chi ha detto niente! Qua gli espertoni GPL
      mi contestavano ceh IBM erano pappa e ciccia
      e ho dimostrato il contrario! (va beh, era
      talemtne noto che mi è sembrato asurdo
      doverlo fare...)
      Mica ho criticato la mossa!!non ci provare coglione, tu dicevi che l'IBM ha salvato SuSE daslla bancarotta non che erano semplicemente pappa e ciccia.
      Io uso da sempre la SuSE, perchè dovrei
      lamentarmi? :Dnon avevo dubbi che usassi la SuSE

      Spesso gli Oligopoli si risolvono in

      CARTELLI, perche' cosi' conviene loro...

      Boiate! Invece di prederti lo Zanichelli che
      è un vocabolario, prenditi un libro di
      economia!!!ma tu in che cqazzo di mondo vivi? nel paese delle meraviglie?
      Ora, se anche solo ragioni su queste 2 cose
      iper-semplificate, ti renderai conto del
      perchè l'oligopolio (e varianti) è il top e
      perchè tutto tende e sempre di più a quella
      forma nel mercato moderno!
      Se vuoi apporfondire...libri di economia! :)scommetto che tu sei uno di quei studenti che impara a memoria delle frasi fatte su un libro e poi le ripete a pappagallo senza minimamente chiedersi quali siano concetti e le implicazioni che ci stanno dietro

      Rimaniamo nel campo del SW:

      M$, da quando e' cominciato a crescere l'

      OPenSource

      L'Open Source non è concorrenza, se si
      chiama GPL! E' fuori mercato! Non vende (per
      definizone...o meglio per atto pratico,
      visto che è liberamente duplicabile)! Che
      mercato e che concorrenza è?chi ha detto che l'unico modello possibile e' la vendita del software? si campa benissimo vendendo solo servizi, se un azienda vuole vendere (che poi non te lo vende te lo concede solo in licenza) software ma trova ostacoli perche' un atra azienda il software lo regala e campa sui servizi sono cazzi suoi, il suo modello non e' vincente e morira', fattene una ragione


      no? Liberi di scegliere la licenza che
      piu'

      ci aggrada e su questo c'e' ben poco da

      sindacare.

      Certo, sapendo i danni che si creano al
      sistema economico facendolo!io vedo danni usando il modello che tu sostieni, con la GPL vedo solo vantaggi

      va bene, ognuno si scelga il modello che

      piu' gli piace...

      Trovami un paese che cresce grazie a Linux e
      ne riparliamo...ma sei scemo? lo capisci cosa e' un monopolio?

      IO penso che le industrie private (quelle
      di

      un certo livello) abbiano abbastanza soldi

      per farsi la propria ricerca

      Quel che pensi tu è ininfluente (per il
      presente)! L'economia non va in questo modo.Quel che pensi tu è ininfluente, L'economia non va nel modo che dici tu

      perche' e' fatto con i

      soldi del contribuente.

      Che vengono, fino a prova contraria, dai
      soldi dell'azienda per cui lavora...ricorda
      il cerchio...eccerto perche' tutti devono lavorare per un azienda secondo te

      Se i soldi son

      pubblici anche quello che ne viene deve

      rimanere pubblico.

      Vedi sopra!!!Vedi sopra!!!

      Dipende... le risorse possono essere
      private

      o pubbliche, se le paga il pubblico i

      risultati saranno solo di dominio pubblico
      Infatti lo sono! E ognuno li può usare per
      quel che fa! Se scoprono una nuova
      particella, un nuovo modo di fare una cosa,
      ecc..l'azienda ne trae beneficio e si
      aggiorna! L'AZIENDA!!!
      Che vuol dire rimane nel pubblico, me lo
      spieghi, praticamente, proprio! Io inventovuol dire non usare quella scoperta per un determinato campo applicativo e poi mettere il tutto sotto brevetto rendendo di fatto impossibile la reimplementazione da parte di chiunque
      unsistema per far andare le automobili col
      calore del tizio che si siede sul sedile
      (lasciamo perdere la tecnica..è un esempio
      così inventato! :P) e lo faccio in
      Università, da ricercatore con la mia
      euqipe, ok?
      Tracciami i passaggi successivi "rimanendo
      nel pubblico", vai!un azienda implementa il sistema e lo vende ma NON mette sotto brevetto il sistema impedendo a chi vuole di costruirne uno simile

      Se un'azienda si paga la propria

      ricerca poi ne fa quel che vuole.

      Bah!! La ricerca di base è costosissima!!!
      Nessuna azienda al mondo la fa!
      Letterlametne l'UNICA sul pianeta è la IBM!
      (ce n'era anche un'altra che mi sfugge, poi
      finita lì! mica per scherzo!)be'? cazzi loro non e' un mio problema
    • Anonimo scrive:
      Re: Riassumendo... (lezioni di economia per tutti)
      - Scritto da: V&G

      Ma QUALI CONCORRENTI....
      [...]
      Ma che bel concetto....
      IO me ne strafrego delle tue nozioni
      universitarie... i concetto di LIBERTA' E di
      rispetto per l'altrui dignita' NON SI
      IMPARANO all' universita' ma nella vita, lo
      si capisce intuitivamente e praticamente.
      [...]
      NO perche' nella concorennza saana il
      compratrore PAGA il giusto prezzo!
      Non gli conviene pagare troppo poco perche'
      le aziende non riceverebbero sufficenti
      risorse ma nemmeno pagare troppo perche'
      smetterebbe di comprare, i consumi
      [...]facciamo cosi': i sostenitori della gpl smettano di parlare di ECONOMIA, visto che la gpl non è economicamente valida (se sostenete il contrario è perche non avete la più pallida idea di cosa sia mercato e non avete MAI provato con le vostre forze a entrare in economia con una vostra società).i sostenitori del mercato come principio economico smettano di considerare la gpl come una minaccia al sistema economico attuale ma cerchino il modo migliore per SFRUTTARLA a loro beneficio :)e vissero felici e contenti :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Riassumendo... (lezioni di economia per tutti)

        facciamo cosi': i sostenitori della gpl
        smettano di parlare di ECONOMIA, visto che
        la gpl non è economicamente valida (se
        sostenete il contrario è perche non avete la
        più pallida idea di cosa sia mercato e non
        avete MAI provato con le vostre forze a
        entrare in economia con una vostra società).i detrattori della gpl la smettano di considerarla non economicamente valida visto che non sono in grado di distinguerne le modalita di applicazione e quando fanno i conti la trattano alla stregua di una licenza commerciale!
        i sostenitori del mercato come principio
        economico smettano di considerare la gpl
        come una minaccia al sistema economico
        attuale ma cerchino il modo migliore per
        SFRUTTARLA a loro beneficio :)esatto! bravo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Per chi ancora NON avesse compreso la differenza
    bla bla bla....
    Nessuno perche' sono basati su FALSI
    presupposti, su fraintendimenti (voluti e
    causati dalle majors dell' informatica)su
    BUGIE.No, la critica dei "colossi" non ha niente a che fare con quel che dici! E' una critica ECONOMICA!!!Non riguarda meri aspetti tecnici!!!Ma porca miseraia, ma vi volete rendere conto che avete contro tutta l'industria del software?(E sottolineo industria)Ma ci sarà un motivo o no?Ah! E poi "ognuno deve essere libero di scegliere la sua licenza", vero? Basta che sia GPL! Se no.... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per chi ancora NON avesse compreso la differen
      - Scritto da: Ekleptical
      bla bla bla....Non e' un modo di esprimersi rispettoso in una civile discussione.

      Nessuno perche' sono basati su FALSI

      presupposti, su fraintendimenti (voluti e

      causati dalle majors dell' informatica)su

      BUGIE.
      No, la critica dei "colossi" non ha niente a
      che fare con quel che dici! E' una critica
      ECONOMICA!!!Sbagliato: le critiche sono di entrambi i tipi perche' M$ definiosce VIRALE il codice GPL, critica squisitamente TECNICA, oltre che IDIOTA e assolutamente infondata.
      Non riguarda meri aspetti tecnici!!!Anche quelli certo ma io criticavo l' aspetto tecnico.
      Ma porca miseraia, ma vi volete rendere
      conto che avete contro tutta l'industria del
      software?
      (E sottolineo industria)
      Ma ci sarà un motivo o no?Si, il motivo e' che tutto cio' che risulta un minimo piu' favorevole all' utente finale e' considerato antieconomico dalla grande industria (ma va'... scoperta sensazionale ehh...).E' certamente un punto di vista moooolto di parte.Inoltre cosi' non possono piu' prelevare pezzi di codice, modificarlo quel tanto da renderlo fuori standard se non incompatibile e poi richiuderlo perbenino. Poveretti eh?Mah sai che ti dico... di loro (che hanno tutti gli strumenti economici per cavarsela comunque benissimo) non vedo perche' me ne debba calere minimamente.Se a loro non importa un fico secco della massa di utenti che comprano (da sempre considerati mucchine da mungere) perche' dovrebbe a me importare delle loro sorti?
      Ah! E poi "ognuno deve essere libero di
      scegliere la sua licenza", vero? Basta che
      sia GPL! Se no.... :)GPL, BSD o CLOSED!Ma che vai vaneggiando!Certo e' anche giusto che qualcuno spieghi alle masse le caratteristiche della GPL insieme alla BSD o a quella netscape, giusto per dare la possibilita' di scegliere...Ma da quelo che si evince dai tuoi scritti il concetto di libera scelta ti e' COMPLETAMENTE ESTRANEO. O sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...

    Ti bastano o vuoi altre statistiche?Ecchissenefrega!!Ho parlato si server INTERNET, io?Ho detto SERVER, punto! Tout court!!!Quelli Internet sono solo una parte!!!Vai qua va là:http://www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNews=2124
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...

    Convinto tu che i serveroni IBM fiocchino
    come funghi....Specifico subito: "serveroni IBM con Linux"!Tanto per evitare inutili perdite di tempo sui cavilli...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...
      - Scritto da: Ekleptical

      Convinto tu che i serveroni IBM fiocchino

      come funghi....
      Specifico subito: "serveroni IBM con Linux"!
      Tanto per evitare inutili perdite di tempo
      sui cavilli...Perdite di tempo sui cavilli ?Guarda che HP-UX o AIX confutano in ugual modo la tua asserzione per cui la maggior parte dei server gira su Windows... Mai sentito parlare di Solaris e i *BSD ?
  • Anonimo scrive:
    Per chi ancora NON avesse compreso la differenza
    tra GPL e BSD, riporto uno stralcio di discussione: Scritto da: Max
    Visto che i prod di softtware o chi per essi
    contestavano soprattutto la licenza GPL
    direi che la GPL non aggiunge nulla più di
    quello che aggiunge la BSD.Sbagliato: la sostanziale differenza tra GPL e BSD ) e' che con BSD IO posso prendere il codice, modificarlo, inserirlo in un mio prodotto e CHUDERLO LI, rendendo poi il codice CLOSED, con GPL NO.Avete inteso?Ora secondo voi Che male c'e' a voler talvolta impedire questo?Non vi pare ingiusto il comportamento di colossi come M$ che spesso approfittano delle licenze BSDper copiare, modificare e poi chiudere il codice?GPL, per quanto possa apparire estrema a gli occhi di molti e' L?UNIco modo per impedire questo tipo di saccheggi al codice..Chi la vuole se la tiene e chi non la vuole ne usa un'altra.Inoltre in un pacchetto di SW o in una distribuzione di Linux o in Windows posso tranquillamente far convivere SW con licenza BSD, GPL e Closedsenza particolari problemi, ora ditemi VOI che senso hanno le propagande fasulle di M$ e soci;che senso hanno i divieti imposti dal Governo USA...Nessuno perche' sono basati su FALSI presupposti, su fraintendimenti (voluti e causati dalle majors dell' informatica)su BUGIE.
  • Anonimo scrive:
    Re: I meriti del software GPL
    - Scritto da: Max
    Visto che i prod di softtware o chi per essi
    contestavano soprattutto la licenza GPL
    direi che la GPL non aggiunge nulla più di
    quello che aggiunge la BSD.Sbagliato: la sostanziale differenza tra GPL e BSD (differenza che nessuno ha qui' ancora menzionato) e' che con BSD IO posso prendere il codice, modificarlo, inserirlo in un mio prodotto e CHUDERLO LI, rendendo poi il codice CLOSED, con GPL NO.Inteso?
  • Anonimo scrive:
    Re: Riasusmendo...

    E poi quello che non capisce sono io?
    Ah beh....esatto!! non capisci niente di niente, sei solo un trollone convinto pure di avere ragione!
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...

      esatto!! non capisci niente di niente, sei
      solo un trollone convinto pure di avere
      ragione!Il troll sei TU!Qua le mie "provocazioni" sono fatti reali e concreti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Riasusmendo...

        Il troll sei TU!
        Qua le mie "provocazioni" sono fatti reali e
        concreti...fatti non pugnette!! vai a dormire che e meglio, questo mondo comunista infestato dalla gpl e dai no global non ti merita!
  • Anonimo scrive:
    Riasusmendo...
    Riassumendo un po, qua c'è gente che:-E' sedicente esperta Linux e mi insulta se gli dico che SuSE e IBM son pappa e ciccia, come se avessi detto chissà quale idioziahttp://punto-informatico.it/p.asp?i=39761-Trasalisce quando gli si dice che la maggior parte dei server è retta da Windows e Linux è del tutto secondario!http://www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNews=2124-Spara strali quando affermo che l'oligopolio è la forma di mercato migliore per lo sviluppo dell'economia e spara vaccate su concorrenza e altro, senza sapere cosa dicono[Fonte: andate a casa di qualcuno che studia Economia e fatevi prestare un po' di libri]-Si altera quando gli si dice che in India un'intera regione si sta arricchendo economicamente grazie al software, perchè secondo loro il concetto di aiutare un'economia del 3o mondo è diminuirgli i costi, invece di creargli ricchezza.[Fonte: un motore di ricerca a caso, basta metere dentro "India silicon valley" e/o "Bangalore"...]-Alla richiesta di un'invenzione di uso comune pratico, industriale o casalingo (da ufficio, ecc..) prodotta in URSS se ne viene fuori con lo Sputnik, il MIG e i sottomarini nucleari!!!(che tutti abbiamo nel garage)-Non conosce la minima differenza fra Ricerca Pura, di Base, Applicata, di R&S, ecc... e vaneggia che gli stati capitalisti non devono spendere denaro in ricerca, la fanno i privati!(Vallo a dire agli USA che sono i maggiori spender in Ricerca del mondo!!)-Non hanno proprio il minimo concetto dello scopo e dell'uso della ricerca! Delirano che la ricerca la paga il pubblico e tale deve rimanere nei suoi sviluppi!Forse gli sfugge che persino Edison è diventato ricco sfondato vendendo la sua cavolo di lampadina![Fonte: andante dall'amico di economia di prima, però dovete esere più fortunati! Dovete accertarvi che sia verso gli ultimi anni e faccia esami sul rapporto economia/tecnologia o andate da un Ing.Gestionale e fatei passare i libri di economia degli ultimi 2 anni]E poi quello che non capisce sono io?Ah beh....
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...
      - Scritto da: Ekleptical
      Riassumendo un po, qua c'è gente che:

      -E' sedicente esperta Linux e mi insulta se
      gli dico che SuSE e IBM son pappa e ciccia,
      come se avessi detto chissà quale idiozia
      http://punto-informatico.it/p.asp?i=39761Non lavorando su SuSE non vedo cosa mi possa interessare. Ti ho chiesto un link che dimostrasse la tua affermazione per cui SuSE è stata salvata da IBM ma non l'hai saputo fornire. Io sto ancora aspettando
      -Trasalisce quando gli si dice che la
      maggior parte dei server è retta da Windows
      e Linux è del tutto secondario!
      http://www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNewArticolo che afferma che Windows è il sistema operativo più usato su server intel-based.Mancano soltanto tutte le altre piattaforme, ma non preoccuparti, prima o poi vedrai un server vero oltre ai serverini dell'aziendina. Presente le visite guidate che fanno fare alle scuole medie/superiori ?Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Riasusmendo...

        Non lavorando su SuSE non vedo cosa mi possa
        interessare.Siamo onesti e seri! Tu hai detto che SuSE e IBM erano estranei! Io ho detto che erano pappa e ciccia. Da lì è partito il resto!La castroneria era tua!Vuoi proprio fare magra figura al 100% su tutta la linea? sarei un po' stufo di cercare link per te! Il Web lo sai usare pure tu, no? :)
        Articolo che afferma che Windows è il
        sistema operativo più usato su server
        intel-based.
        Mancano soltanto tutte le altre piattaforme,
        ma non preoccuparti, prima o poi vedrai un
        server vero oltre ai serverini
        dell'aziendina.Se se, cuccati le ultime statistiche sul mercato server nel frattempo:http://www.isp-planet.com/research/2002/servers_020502.html
        • Anonimo scrive:
          Re: Riasusmendo...
          - Scritto da: Ekleptical

          Non lavorando su SuSE non vedo cosa mi
          possa

          interessare.

          Siamo onesti e seri! Tu hai detto che SuSE e
          IBM erano estranei! Io ho detto che erano
          pappa e ciccia. Da lì è partito il resto!
          La castroneria era tua!Ho detto che non mi risultava.Sai, gli informatici non improvvisati solitamente hanno conoscenze tecniche, sono quelli improvvisati che arrancano per i vari slashdot e affini tentando di acquisire qualche conoscenza.Devo sapere tutti i partner di IBM ?Quindi quando proverai (e sarà tutta da ridere) a cercare lavoro da informatico raccontagli tutte le varie chiacchiere che hai sentito su LinuxValley, vediamo se ti prendono :p
          Vuoi proprio fare magra figura al 100% su
          tutta la linea? sarei un po' stufo di
          cercare link per te! Il Web lo sai usare
          pure tu, no? :)Al di la del fatto che tagli le parti dei miei post che ti fanno comodo, ti invito ancora una volta a postare qualcosa che parli del modo in cui BIM avrebbe salvato SuSE.Pvviamente bel cuttone anche qui :)

          Articolo che afferma che Windows è il

          sistema operativo più usato su server

          intel-based.

          Mancano soltanto tutte le altre
          piattaforme,

          ma non preoccuparti, prima o poi vedrai un

          server vero oltre ai serverini

          dell'aziendina.

          Se se, cuccati le ultime statistiche sul
          mercato server nel frattempo:
          http://www.isp-planet.com/research/2002/servePosti link che non capisci.Poniamo per assurdo che le tue statistiche siano vere, dal link che hai postato si evince che sicuramente Windows non sta su piattaforme IBM, HP e Sun, quindi toglimo un 30%, se prendiamo per vera la tua affermazione per cui sulle restanti macchine 1/3 è Linux... fai due conti, ce la puoi fare.Ovviamente anche questa è tutta da ridere, ma tento di venire incontro alle tue capacità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...
      - Scritto da: EklepticalBlah blah .. Sono due giorni che stai dando fiato alle trombe parlando a sproposito di economia, GPL, oligopolio... Quando avrai finito con i tuoi sproloqui senza senso forse potremo tornare a parlare di argomenti pratici e del motivo per cui Linux ottiene il sostegno (se non altro morale) di così tanti utenti, tra i quali tu sei l'unico escluso. Parli di un ovvia catena economica consumi-
      produzione-
      ricchezza che conoscono anche le scimmie tibetane e guardando il tuo dito ti dimentichi ciò che stai indicando. In altre parole, quando parli della lezione che l'Italia non avrebbe compreso, spiegami da dove dovrebbero uscire queste fantomatiche migliaia di euro che l'utente italiano dovrebbe spendere in software per alimentare il settore e creare altrettanto fantomatici posti di lavoro. In campo economico, dovresti saperlo bene, se i soldi entrano da qualche parte devono anche essere usciti, e tu fai l'errore madornale della BSA quando parla di mancati introiti per TOT milioni di dollari, senza evidenziare che non avrebbe *mai* potuto vendere software per quella cifra in quanto i consumatori non ne sono fisicamente in possesso. M$ Office costa 650 euro, Windows XP 350. Non sono prezzi imposti dalla legge prezzo/valore ma il cartello di un monopolista che gonfia artificialmente i prezzi in assenza di concorrenza. Qui non esiste l'oligopolio di cui vaneggi. Vorrei che esistesse l'oligopolio quando vado a scegliere un Notebook e mi ritrovo con Windows incluso obbligatoriamente su tutti i PC con tanto di derisorio link "piracy/how_to_tell" quasi a voler accusare chiunque non usa Windows di pirateria. Nel campo dei software, dei CD musicali e dei videogame abbiamo visto un aumento spropositato dei prezzi nel corso degli ultimi anni. Nel software abbiamo l'oligopolio, nelcampo della musica (vedi SIAE in Italia) e dei videogame, relativamente al settore console (vedi multe antitrust a Nintendo) esistono i cartelli che sostituiscono i monopoli. Un videogame in Italia costa più che in Giappone e un CD la stessa cifra e quei falsificatori della BSA e della RIAA non trovano di meglio da dire che "in Giappone e in Gran Bretagna c'e' una tendenza inferiore che nel resto del mondo a ricorrere al software o alla musica pirata", ma certo!! In Giappone uno stipendio da fame ammonta a 2000 euro e un videogioco costa 5800 yen, i ragazzi fanno prima a comprarlo che a piratarlo!Qui non si tratta di discutere se il software va pagato o no, è chiaro che nella maggioranza dei casi va pagato, qui si discute della cifra e dei termini delle licenze, dei cartelli, dei monopoli, dei diritti dei consumatori, che spesso, troppo spesso vengono presi sottogamba nel nostro Paese e anche in Europa (ben diversamente che negli USA). In quest'ottica Linux viene visto come l'unico elemento capace di riportare un pò di equilibrio e di concorrenza in un mercato che negli ultimi anni stava prendendo una deriva decisamente monopolistica, un monopolio di stampo sovietico, per te che denigri giustamente le dittature comuniste.Trovo inoltre grottesco il tuo marchiare la GPL come satana: l'informatica non è più una tecnologia "opzionale" senza la quale si può sopravvivere. Ogni Stato ha necessità di costruire delle infrastrutture informatiche di base che non siano di proprietà di una multinazionale estera ma siano a libera disposizione di tutti i cittadini come la scrittura o la parola. In questi casi le licenze tipicamente commerciali non sono un'incentivo allo sviluppo, ma un freno. Hai detto che tutta l'industria è contro la licenza GPL. Ebbene, bisognerebbe risponderti che da un qualche mese a questa parte tutti i governi sembrano essere contro le licenze di tipo tradizionale, e quindi rivolgo a te la tua stessa domanda: si sbaglieranno tutti?Alberto Scala
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...
      - Scritto da: Ekleptical
      -Spara strali quando affermo che
      l'oligopolio è la forma di mercato migliore
      per lo sviluppo dell'economia e spara
      vaccate su concorrenza e altro, senza sapere
      cosa dicono
      [Fonte: andate a casa di qualcuno che studia
      Economia e fatevi prestare un po' di libri]Prima precisazione: tu usi l'aggettivo "migliore" quando ti riferisci all'oligopolio ed è questo che probabilmente fa incazzare la gente. Forse, se avessi utilizzato "dominante" o "emergente" la gente si sarebbe incazzata di meno. A poche persone piace avere a che fare con dei cartelli, e se a te piace cosi' tanto mi raccomando: ringrazia il tuo assicuratore quando gli pagherai la polizza.Seconda precisazione: a volte l'utilizzo di una licenza piuttosto che un'altra non è una questione di prezzo, in particolar modo se si parla di pubblica amministrazione. Se viene scritto del software da o per un ente pubblico, mi sembra giusto, anche nei confronti dei contribuenti (ovvero noi), che quel software sia disponibile con licenza OPEN (e fin qui ci siamo, mi sembra). Per di più, a me, contribuente, da fastidio che una ditta possa LUCRARE, senza dar niente in cambio, qualcosa prodotto con i soldi di TUTTI. Per questo nel caso di una pubblica amministrazione sarebbe da preferire la GPL, e non solo per questioni economiche.
      -Alla richiesta di un'invenzione di uso
      comune pratico, industriale o casalingo (da
      ufficio, ecc..) prodotta in URSS se ne viene
      fuori con lo Sputnik, il MIG e i sottomarini
      nucleari!!!
      (che tutti abbiamo nel garage)Ne vuoi una? Quello stupido monitor CRT che hai davanti ai tuoi occhi. E poi non dirmi che il satellite artificiale non ha rivoluzionato la vita delle persone comuni... indovina dove viene usato... nelle telecomunicazioni! Se ti guardi comodo comodo a casa le regate di Luna Rossa è anche perché qualcuno ha inventato lo Sputnik E' chiaro che in generale nell'ex-URSS si sono indirizzate le risorse principalmente per invezioni militari, spaziali o aereonautiche...E poi ti ricordo che avevi scritto:" Se non ti sta bene c'è sempre il (non)modello sovietico! (Che casualmente non ha prodotto un tubo di nulla in termini di invenzioni e innovazione!)"Spero che dal punto di vista della ricerca scientifica tu non abbia niente da obiettare, visto che ci sono stati diversi nobel russi, mi sembra l'ultimo sia stato un paio di anni fa in fisica, per delle ricerche sui semiconduttori...Se secondo te questo tipo di ricerca non produce innovazione...
      E poi quello che non capisce sono io?
      Ah beh....No, fai semplicemente il saccente e l'arrogante
      • Anonimo scrive:
        Re: Riasusmendo...

        Prima precisazione: tu usi l'aggettivo
        "migliore" quando ti riferisci
        all'oligopolio ed è questo che probabilmente
        fa incazzare la gente.Beh, lo è...se studiaste economia...
        A poche
        persone piace avere a che fare con dei
        cartelliAAARGHHHH!!!!! Oligopolio NON VUOL DIRE CARTELLO!!!!Aprite un libro di economia!!Spero che nessun econmista legga mai questo forum! Si suicida, di fronte alle castronerie che state dicendo!!!
        Se
        viene scritto del software da o per un ente
        pubblico, mi sembra giusto, anche nei
        confronti dei contribuenti (ovvero noi), che
        quel software sia disponibile con licenza
        OPEN (e fin qui ci siamo, mi sembra)PER NULLA!!!!! Leggi poco più sopra...anzi, metto un bel thread definitivo sull'argomento, così iniziate a riflettere un attimo sul funzionamento delle cose!
        Ne vuoi una? Quello stupido monitor CRT che
        hai davanti ai tuoi occhi.ùA me risulta che il televisore a colori sia stato inventato negli USA, circa negli anni 50, se non vado errato!Hai informazioni in senso contrario?
        E poi ti ricordo che avevi scritto:
        " Se non ti sta bene c'è sempre il
        (non)modello sovietico! (Che casualmente non
        ha prodotto un tubo di nulla in termini di
        invenzioni e innovazione!)"

        Spero che dal punto di vista della ricerca
        scientifica tu non abbia niente da
        obiettareE infatti chi ha detto niente alla ricerca russa?Trovami una sola mia frase in questo senso!La ricerca è pubblica ovunque!
        No, fai semplicemente il saccente e
        l'arroganteQuantomeno con giusta causa...avete lacune da paura!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Riasusmendo...
          - Scritto da: Ekleptical

          Prima precisazione: tu usi l'aggettivo

          "migliore" quando ti riferisci

          all'oligopolio ed è questo che
          probabilmente

          fa incazzare la gente.

          Beh, lo è...se studiaste economia...Scusa se te lo dico... ma anche da ignorante quasi completo, ritengo quasi impossibile che un sistema sia migliore di qualsiasi altro... i parametri da tenere in considerazione per giudicare migliore in senso assoluto un sistema piuttosto che un altro penso siano troppi... Mi sembra anche abbastanza ovvio: quando fai un modello matematico astrai la realta' per estrapolare solo alcune caratteristiche, quelle che ti interessa studiare. Escludi a priori un sacco di informazione che non ti interessa studiare.E cmq avere la certezza che un sistema sia il MIGLIORE...Secondo me sei una di quelle persone che pensa che una mela cade perché esiste una legge (fisica) che lo dice...


          A poche

          persone piace avere a che fare con dei

          cartelli

          AAARGHHHH!!!!! Oligopolio NON VUOL DIRE
          CARTELLO!!!!
          Aprite un libro di economia!!
          Spero che nessun econmista legga mai questo
          forum! Si suicida, di fronte alle
          castronerie che state dicendo!!!Sarà diverso, ma i cartelli (intesi come quelli delle assicurazioni in italia) possono esistere solo in condizione di oligopolio... o sbaglio?Nel caso di concorrenza perfetta potrebbe esistere un cartello delle assicurazioni? Nel caso di monopolio? Altri casi?

          Se

          viene scritto del software da o per un
          ente

          pubblico, mi sembra giusto, anche nei

          confronti dei contribuenti (ovvero noi),
          che

          quel software sia disponibile con licenza

          OPEN (e fin qui ci siamo, mi sembra)

          PER NULLA!!!!! Leggi poco più sopra...anzi,
          metto un bel thread definitivo
          sull'argomento, così iniziate a riflettere
          un attimo sul funzionamento delle cose!Ti ricordo tra le tue frasi:"Io (e tutte le ditte che camapno e producono ricchezza vendendo software) ce l'ho con la GPL, non con l'Open tout-court!"Quindi non eri contrario alle licenze Open o sbaglio?Allora spiegami perché un ente pubblico quando commissiona del software dovrebbe:- Legarsi le mani in caso debba modificare il software in futuro. Nel caso di software Closed la ditta che lo produce diviene l'unica in grado di apportare modifiche al software- Non sapere in che modo vengono trattati i dati inseriti dal programma. Uno ha anche il diritto di essere un po' paranoico in questi casi... andare in fiducia non è una grande cosaRiassumendo:- Non sei contrario alle licenze open ma sei contrario all'uso delle licenze open nella PA?


          Ne vuoi una? Quello stupido monitor CRT
          che

          hai davanti ai tuoi occhi.ù

          A me risulta che il televisore a colori sia
          stato inventato negli USA, circa negli anni
          50, se non vado errato!
          Hai informazioni in senso contrario?Forse la tv a colori... la tv è stata inventata da uno scozzese, da quel che mi ricordo. Il tubo a raggi catodici della tv da un russo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...
      Ti risponderò cautamente per punti, così come te li hai impostati:- Sul primo non c'è dubbio, non vedo chi possa aver negato rapporti commerciali tra IBM e Suse;- Sul secondo ho da obiettare, in quanto il link che te hai pastato parlava SOLO di macchine con architettura Intel e te, spero, sai benissimo che questo tipo di architettura su sistemi di networking non ha l'egemonia che detiene sui desktop...anzi...- Sulla terza, se permetti, mi viene da ridere, non entrerò nel merito, in quanto è il mio campo e non vorrei annoiarti, ma solo affermare che esiste una migliore forma di mercato sulle altre farebbe suicidare all'istante qualsiasi economista!- Qua sintetizzo, senza software possono fare software, con il software possono fare tutto il resto... può bastare credo, no?- Non vedo cosa possa entrarci con la notizia, comunque al volo me ne vengono in mente un paio che hai sicuramente davanti agli occhi: la penna e il laser.- In questo sono daccordissimo, ma proporrei di andarlo a dire a Tremonti e alla Moratti che tra un paio di mesi si vendono anche le università ai privati. Cmq quanto agli USA, vorrei ricordarti che le statistiche generalmente non si fanno in assoluto, ossia: gli USA spendono 10 euro di ricerca all'anno ma il loro P.I.L. è di 1000 euro, la Danimarca spende 5 euro in ricerca ma il suo P.I.L. è 50. Mi verrebbe da dire che è la Danimarca a spendere di più in ricerca... cmq non è importante.- L'ultimo punto sinceramente non l'ho capito, secondo me è contraddittorio, ma sono le 4 del mattino sono tornato 1 ora fa, magari è colpa mia..BuonanotteStefano -
    • Anonimo scrive:
      Re: Riasusmendo...
      - Scritto da: Ekleptical
      -Trasalisce quando gli si dice che la
      maggior parte dei server è retta da Windows
      e Linux è del tutto secondario!
      http://www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNewRispondo solo a questa.In TUTTI i link che porti c'e` scritto chiaro e tondo "Market share" e "x86 architecture". Tralascio anche la seconda parte a cui ti hanno risposto (il 66% del 50% e` meno del 40% totale, per fare un esempio), e vorrei porre l'attenzione sulla parola "market" delle statistiche.Quelle statistiche includono solo le distribuzioni VENDUTE di Linux. Io qui in azienda ho 5 server con Linux e uno con Solaris che guardacaso sono stati tutti scaricati da Internet (Solaris e` free per uso non commerciale, e quel server non e` commerciale). Pensa a tutti quelli con FreeBSD, OpenBSD, ClosedBSD, NetBSD, Debian, Slackware, RH e MDK che si trovano sulle riviste, e quelle (aggiungendo anche SuSE e Caldera) che uno compra una volta e installa 20 volte. Tutti questi non vengono considerati nel conto perche` si conta la percentuale di mercato e non di base installata.Quella e` praticamente impossibile calcolarla. Ci hanno provato con i server web e salta fuori che i 2/3 dell'installato sono Apache, e che IIS e` sul 10-20% (oscilla), mentre Apache sta guadagnando terreno. So che Apache funziona anche sotto Windows, ma secondo il tuo ragionamento, quelli che compaiono nelle statistiche di mercato come acquirenti di prodotti linux si rispecchiano su quelli che sono acquirenti di Windows e che usano quello che trovano: IIS, senza sbattersi a installare Apache, quindi direi che il 60% dell'installato web-server NON e` MS. Estendendo per "usanza statistica" questo ragionamento, puo` darsi che circa il 20-30% dei server siano MS, e che il restante 70-80% non lo sia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    http://currentissue.telephonyonline.com/ar/te

    Vai qua, questo era il link che avevo messo!
    Dacci una letta, prima della favola della
    buona notte della mamma!toh, un link del 98 in cui parlano di cluster ad alta affidabilita...avrai messo sotto pressione google... e per fortuna che hai una formazione universitaria, hai fatto un bell'esame sulla ricerca e usi linux da 5 anni, e non sai neanche dove si usa mosix/openmosix/beowulf...
  • Anonimo scrive:
    Io sono veramente contento
    Se arrivano a tanto, vuol dire che sono davvero spaventati dal free software. E gli stati europei questa paura la fiutano, e cercano di comprenderne le ragioni.E se i governi europei si interessano all'argomento e cercano di capire (sorry ma sul governo americano non scommetterei una cicca, loro si che sono fissati con "salva le aziende senza ragionare") il free software fa un passo avanti gigantesco.Io sono contento, e' un gran momento: prima ti ignorano, poi ridono di te, poi ti combattono...
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    esulando dal libro, all'economia di rete, o
    digitale, in cui valgono regole diverse.Le regole dell'economia digitale non sono scritte su nessun libro perchè sono tutte panzane inventate per abbindolare i polli venture capitalists!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      Le regole dell'economia digitale non sono
      scritte su nessun libro perchè sono tutte
      panzane inventate per abbindolare i polli
      venture capitalists!quindi tu mi vieni a fare il dotto citando un libro scritto da un autore che non e daccordo con te? ti ho sopravvalutato anche quando ti ho paragonato a un lombrico, non c'e niente da fare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        quindi tu mi vieni a fare il dotto citando
        un libro scritto da un autore che non e
        daccordo con te? ti ho sopravvalutato anche
        quando ti ho paragonato a un lombrico, non
        c'e niente da fare...Beh, il Boirolo-Tattara che ho io non ha nessun capitolo didcato all'economia digitale!!!Non sono al primo anno come te! Sarei verso la laurea! E' un po' vecchiotta la mia edizione! :)Quel che dice in quel capitolo non l'ho mai visto! In compenso ho fatto qualche esamino più di te su Innovazione e Tecnologia...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    - Scritto da: Ekleptical

    le pagine gialle si limitano alla sola

    citta' di residenza

    Prendi tutte le pagine Gialle di tutte le
    città e rifai il giro!
    Ho detto la tua città senza sapere quale
    sia! una vale l'altra, il risultato non
    cambierà!ma che vuoi dimostrare? che i prodotti closed sono piu' diffusi? vogliamo anche scoprire l'acqua calda gia' che ci siamo?


    Ma quale cavolo di monopoliooooo?????



    uhm ma dove vivi? c'e' stata pure una

    sentenza e una condanna in merito.

    Che ha condannato tutti i piccoli produttori
    di software d'Italia?
    Guarda che non sto parlano di Microsoft!!!
    SEi totalemtne fuori tema!!vedi la realta' a compartimenti stagni ove non esistono interazioni, purtroppo per te le cose non stanno cosi', un monopolio del genere ha pesanti conseguenze in goni ambito del IT

    non frega perche' non essendo addentro al

    problema non ne capiscono i vantaggi

    Forse non gliene frega proprio niente per la
    loro atività! Ti sfugge questa possiblità?forse no?

    no mi sta' sulle palle il web

    BASTA! Io non ho altro da aggiungere qua!!
    Francamente mi hai rotto le pa**e!perche' mi sta' sulle palle il web? se dicevo che mi stava sulle palle jabber era diverso?
    Sei ignornate, supponente, ti credi il piùignorante? e perche'? perche' non la penso come te?
    figo del mondo non sapendo un ca**o di nullaquello che io so' tu non lo puoi sapere
    e mi hai francamente rooto i co**ioni!punto sul vivo? :-)
    Fatti una cultura e vai a lavorare,
    bamboccio!!uhm veramente gia lavoro e non sono piu' bamboccio da un bel pezzo :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Se voleve contribuire montate Linux!!
    Bhe io al lavoro uso Open office e faccio el stesse cose che fai te con M$ office e cosi' per tutto il resto e a casa mi trastullo con quake 3, unreal tiurnametn 2003 e the Sims senza dove appesantire la macchine con nessun antivirus o cazzate varie, facendo aggiornamenti automatici on line di tanto in tanto e senza mai blokki .. quando windows fara' tutto questo.. bhe non lo comprero' lo stesso perche' linux mi costa meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se voleve contribuire montate Linux!!
    Intanto delle distribuzioni "commerciali" tu paghi l' assistenza i libri e manuali che ti danno e la scatola, ma i CD in se sono liberamente scaricabili da internet prima cosa .. seconda cosa se anche compri una distro il servizio e supporto tecnico che ti viene dato e di gran lunga superiore a quello che M$ da per windows che e' praticamente inesistente .. terza cosa ti sfido a trovare una distro che costa di + di windows XP ... la piu' costosa costa meno di 1 terzo di XP ...perche' devi parlare senza sapere le cose ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Ma che pu**anate!! E già, il problema in
    Africa è la mancanza della gestione
    informatica dell'amminsitrazione! Hai
    perfettametne ragione, tu e il Berlusca!!hai detto tu che la gpl fa male al terzo mondo.a parte questo, se pensi che in africa non avranno mai bisogno di un sistema informativo... beh, si, nella tua ingenuita lo puoi anche pensare...

    meglio regalargli le scatolette di

    win2000pro, o meglio fornire competenze

    iniziali e soluzioni aperte, in modo da

    incentivare la produzione locale di
    servizi

    e software?

    No, meglio che imparino a produrre software
    closed che possono vendere al resto del
    mondo, visto che servizi fornibili
    dall'Africa ne vedo poco!
    Non è comodo pagare un tecnico che mi viene
    da Nairobi per ampliare la mia rete!

    Connetti i neuroni!connettili tu i 2 neuroni cazzo, prima parli di oligopolio, adesso vuoi che i paesi africani facciano concorrenza col software closed ai giganti del software...

    vatti tu a informare quanto bene stanno i

    contadini indiani alle prese con ogm,

    Che cappero c'entra questo???

    Gli infomratici in Iindia se la stanno
    passando BENE! C'è uno sviluppo eccezinale
    con nuove aziende che spuntano in
    continuazione!!!
    Stanno creando un sacco di soldi e di
    ricchezza!si, scrivendo sistemi operativi...quando riuscirai a dimostrare che l'economia (anche solo settoriale) di un paese genera maggiori benefici per la popolazione se si usa un modello di sviluppo closed rispetto all'open facci un fischio.
    Ma è palese che la conoscenza non è uan
    qualità del GPLaro!!!conoscenza? ha parlato quello che e rimasto impressionato dopo avere visto una applicazione in asp via web... se taci ti risparmi brutte figure, ascoltami.
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    uhm io voto rauti e sono mooooolto a destra,
    posso essere linuxaro lo stesso o nella tua
    idea di linuxaro non rientro e mi tocca
    cambiare OS e vedute sul software?Secondo me dovrebebro espelelrti dal partito, scinerametne! :)
    come anche la vita e' un danno per te
    mettendoti ogni giorno di fronte alla tua
    idiozia e ignoranzaAscolta, cretino!Io ho sempre replicato citando libri, fonti e informazioni!Tu sai solo insultare e negare la realtà!Gli unici ad aver fatto la figura delle zappe ignoranti siete voi!Vota i tuoi balilla e non rompere le pa**e al resto del mondo pensante!Ciao ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
      - Scritto da: Ekleptical
      Secondo me dovrebebro espelelrti dal
      partito, scinerametne! :)non vedo perche' i SL e le idee della destra sociale non sono incompatibili, anzi (forse tu per destra hai in mente berlusconi)

      come anche la vita e' un danno per te

      mettendoti ogni giorno di fronte alla tua

      idiozia e ignoranza

      Ascolta, cretino!ti saluta tua mamma (ma aveva la bocca piena e non ho capito bene che diceva ahahahah)
      Io ho sempre replicato citando libri, fonti
      e informazioni!si certo come quando parlando di openmosix te ne sei uscito con dei link su cluster ad alta disponibilita'/affidabilita'; tu documenti sempre quello che dici peccato che documenti con roba che non c'azzecca una mazza :-)
      Tu sai solo insultare e negare la realtà!
      Gli unici ad aver fatto la figura delle
      zappe ignoranti siete voi!sara', l'importante e' che non ti demoralizzi, l'IT non e' l'unico campo in cui puoi lavorare, se ti impegni sicuramente troverai altro
      Vota i tuoi balilla e non rompere le pa**e
      al resto del mondo pensante!
      Ciao ciao!uhm, colpito nel vivo? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        sara', l'importante e' che non ti
        demoralizzi, l'IT non e' l'unico campo in
        cui puoi lavorare, se ti impegni sicuramente
        troverai altrosperiamo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        ti saluta tua mamma (ma aveva la bocca piena
        e non ho capito bene che diceva ahahahah)Ok, tu sei un bambinetto, s'è capita!Quanti hanni hai? Ce l'hai la patente? La Cresima l'hai fatta?
        si certo come quando parlando di openmosix
        te ne sei uscito con dei link su cluster ad
        alta disponibilita'/affidabilita'; tu
        documenti sempre quello che dici peccato che
        documenti con roba che non c'azzecca una
        mazza :-)http://currentissue.telephonyonline.com/ar/telecom_consider_cluster_server/Vai qua, questo era il link che avevo messo! Dacci una letta, prima della favola della buona notte della mamma!
        sara', l'importante e' che non ti
        demoralizzi, l'IT non e' l'unico campo in
        cui puoi lavorare, se ti impegni sicuramente
        troverai altroSpero non ci lavoriate voi! Quella cì che è uan disgrazia!Anche perchè il 99% della gente che ci lavora non la pensa come voi, grazie a Dio!!Sarete voi a trovarvi male, non io!Credo che 4/5 della gente che ha risposto siano smanettoni che non hanno mai lavorato in vita loro!Mi sa che rientri pure tu nell'ambito o ti comporti perfettamente come loro!

        Vota i tuoi balilla e non rompere le pa**e

        al resto del mondo pensante!

        Ciao ciao!

        uhm, colpito nel vivo? :-)No, francamente è inutile parlare con un balilla!Non c'è dialogo! Non ne sono capaci, strutturalmente, tutto qua!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      Ascolta, cretino!
      Io ho sempre replicato citando libri, fonti
      e informazioni!ah, ancora la storia del libro di economia? non basta mica scopiazzare una frase da un libro per dimostrare di essere intelligenti, bisogna anche capire... nell'industria del software soprattutto mi chiedo quanto possano applicarsi le nozioni scritte nel birolo-tattara, applicate ad un'economia industriale su larga scala, quando lo stesso autore ha dedicato meta di un corso, esulando dal libro, all'economia di rete, o digitale, in cui valgono regole diverse.
  • Anonimo scrive:
    Re: E io pago

    - Vantaggio? Devo amministrare i soldi dei
    cittadini, cerco il miglior rapporto
    qualità/prezzoNO! Così si governa un'azienda, non uno stato!!Lo stato non cerca la masima convenienza, ma il massimo beneficio per tutti!!Eliminata la base, tutto il resto della torre crolla.. :)
    Insomma paghiamo il finanziamento per la
    ricerca e questi ci fanno il loro $W che poi
    RIpaghiamo per la seconda volta quando lo
    acquisteremo nei negozi?
    Ho capito male o ... ?Sì, eè proprio così che funziona il mondo da quando esiste il capitalismo!Ti sconvolge scoprire l'acqua calda???
    • Anonimo scrive:
      Re: E io pago

      NO! Così si governa un'azienda, non uno
      stato!!
      Lo stato non cerca la masima convenienza, ma
      il massimo beneficio per tutti!!il massimo beneficio per tutti chi, per i cittadini dello stato o per i dipendenti microsoft? seguendo il tuo assurdo ragionamento, ogni stato dovrebbe scriversi da solo un sistema operativo per la pubblica amministrazione, cosi da lavoro a piu gente, chissenefrega se costa di piu.

      Insomma paghiamo il finanziamento per la

      ricerca e questi ci fanno il loro $W che
      poi

      RIpaghiamo per la seconda volta quando lo

      acquisteremo nei negozi?

      Ho capito male o ... ?

      Sì, eè proprio così che funziona il mondo da
      quando esiste il capitalismo!
      Ti sconvolge scoprire l'acqua calda???non sai neanche di cosa parli, stai zitto. la conosci la differenza tra ricerca pubblica e ricerca privata? evidentemente no.
      • Anonimo scrive:
        Re: E io pago

        non sai neanche di cosa parli, stai zitto.
        la conosci la differenza tra ricerca
        pubblica e ricerca privata? evidentemente
        no. Io ci ho fatto un esame su queste robe, caro mio!Te neanche sai cos'è la ricerca di bae, pura, applicata, ecc... immagino...
    • Anonimo scrive:
      Re: E io pago

      Sì, eè proprio così che funziona il mondo da
      quando esiste il capitalismo!
      Ti sconvolge scoprire l'acqua calda???Certo io pago royalties quando compro un framaco del quale ho già pagato la ricerca attraverso i finanziamenti pubblici regalati alle imprese che gudagnano miliardi alla faccia della comunità.Non scopriamo l'acqua calda, queste cose le persone intelligenti le denunciano da sempre. Piuttosto è grave che certi personaggi vengano qui a dirciche sono giuste. E poi attaccate la GPL. Grazie a Stallman parassiti e sfruttatori della società sono messi in condizione di non nuocere (almeno nel campo del software).
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo alle solite....

    diciamo che un giorno mi alzo e decido di
    fondare una società e basare il mio core
    business su soluzioni software proprietarie
    (nel senso intelletuale) in licenza gpl.Guarda, non è una prospettiva mentale presente nel GPL!!! Ne GPL recuperi quello che hanno fatto gli altri e aggiungi! (basta leggere le risposte)Il fatto che l'economia sia estranea alle conoscenze GPLose sarà una provocazione, ma mi pare aderente alla realtà!! ^_^
    ......
    per farla breve, il costo totale sarà di
    96'260.Non conosco nessuan azienda Linux con tutti quei dipendenti!!!Se qualcuno qua ci lavora, lo dica! Seriamente!Esiste qualcuno qui, fra quelli che difendono la GPL, che lavori per una ditta? Cioè, sia assunto, da qualcuno stabilmente per fare qeul che fa?Scommetto che sono quasi tutti in proprio come azienda individuale o al massimo snc o srl con un amico/due!Proprio non è un ordine di pensiero della GPL.Non è cattiveria...così stanno le cose! ^_^(Le eccezioni non mancheranno, ma confermano la ragola, al solito)Inutile aggiungere altro!!! :)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite....
      - Scritto da: Ekleptical
      Guarda, non è una prospettiva mentale
      presente nel GPL!!! Ne GPL recuperi quello
      che hanno fatto gli altri e aggiungi! (basta
      leggere le risposte)Se c'è già si fa così.
      Non conosco nessuan azienda Linux con tutti
      quei dipendenti!!!

      Se qualcuno qua ci lavora, lo dica!
      Seriamente!Il mio staff è composto da circa 30 persone.
      Esiste qualcuno qui, fra quelli che
      difendono la GPL, che lavori per una ditta?
      Cioè, sia assunto, da qualcuno stabilmente
      per fare qeul che fa?Io.
      Scommetto che sono quasi tutti in proprio
      come azienda individuale o al massimo snc o
      srl con un amico/due!Assolutamente no.Mantengo i server e mi occupo dello sviluppo dell'applicazione che fa interoperare le varie sedi della ditta per cui lavoro.
      Proprio non è un ordine di pensiero della
      GPL.

      Non è cattiveria...così stanno le cose! ^_^
      (Le eccezioni non mancheranno, ma confermano
      la ragola, al solito)
      Inutile aggiungere altro!!! :)))Si infatti, hai detto delle stronzate anche questa volta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...


    e non ho voglia di pescare le fonti, cmq

    lette sulle riviste Linuxare! E MSoft era

    ben più di Linux!

    Probabilmente c'è qualcosa anceh

    nell'archivio di PI, cercando....

    Non ricordo nulla di simile.
    Cmq mi spiace ma non esiste, proprio come
    confronto :)Sono senza parole...Gaurda, visto che son buono, prova a mettere le paroline "mercato windows linux" in google e ti basta il "mi sento fortunato".Ti manderà alla seguente pagina:http://www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNews=2124LEGGILA!!Citando un famoso film di Verdone "ma manco le basi del mestiere tuo sai"! :PP(E faccio notare la fonte, non certo organo M$oft)

    Ufff..Guarda che IBM è pappa e ciccia con

    SuSE!!!
    Non vedo però il salvataggio di cui parli. VA beh, non ho voglai di cercare ulteriormente...sicneramente..informati! :))Anzi! Bastava cercare su PI!http://punto-informatico.it/p.asp?i=39761LEGGI!!!Guarda che stai facendo una pessima figura, sai? ^_^
    Se hai
    qualche prova più concreta di una fotoAncora di più?? Che vuoi, la lista scritta e firmata dal CEO SuSE del loro organico???
    Opinioni. Fatti!! Chiedi a Richard Stallman che l'ha inventata la GPL...o leggi le sue simpatiche interviste!
    http://www.linuxplanet.com/linuxplanet/opinio

    E' uno scherzo ? Come puoi dire che la
    Ximian non genera profitti ?Va beh...neghiamo la relatà! Chiedevi fonti e te le ho date! Ed è LinuxPlanet, mica Microsoft.com!!!Se poi non ti basta manco quello e vuoi negare la realtà, posso farci poco!
    Guarda che se una società non genera
    profitti fallisce, c'è poco da fare...Ok! Ci risentiamo fra un anno e ne ridiscutiamo, d'accordo? :)))
    http://www.redhat.com/about/presscenter/2001/

    Invece è chiarissimo: o non hai capito o ti
    sei accorto di aver detto un corbelleria ^^E qual'è la corbelleria, me la spieghi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...
      - Scritto da: Ekleptical


      e non ho voglia di pescare le fonti,
      cmq


      lette sulle riviste Linuxare! E MSoft
      era


      ben più di Linux!


      Probabilmente c'è qualcosa anceh


      nell'archivio di PI, cercando....



      Non ricordo nulla di simile.

      Cmq mi spiace ma non esiste, proprio come

      confronto :)

      Sono senza parole...
      Gaurda, visto che son buono, prova a mettere
      le paroline "mercato windows linux" in
      google e ti basta il "mi sento fortunato".
      Ti manderà alla seguente pagina:
      http://www.linuxvalley.it/news/news.php?IdNew

      LEGGILA!!
      Citando un famoso film di Verdone "ma manco
      le basi del mestiere tuo sai"! :PP
      (E faccio notare la fonte, non certo organo
      M$oft)Eh no, già la seconda volta che mi dici che non so fare il mio lavoro: mi tocca bastonarti :)Che link credi di aver trovato ? L'hai letto almeno ? Ripeti con me: I-N-T-E-L B-A-S-E-D :)Capisco che nel tuo piccolo mondo fatto di serverini e piccole software house sia tutto Intel, ma il mercato server è dominato da IBM, HP, SUN. Più altri simpatigi gingilli come gli Alpha ad esempio, che di tanto in tanto si vedono ancora.Apprezzo il tentativo comunque, mi piace ridere :)


      Ufff..Guarda che IBM è pappa e ciccia
      con


      SuSE!!!

      Non vedo però il salvataggio di cui
      parli.

      VA beh, non ho voglai di cercare
      ulteriormente...sicneramente..informati! :))
      Anzi! Bastava cercare su PI!
      http://punto-informatico.it/p.asp?i=39761
      LEGGI!!!Letto: dove IBM ha salvato SuSE ? Me lo vuoi far vedere o continui a darmi link di fruttuose collaborazioni e investimenti, che tra l'altro confutano completamente la tua tesi ?Se non fornisci un link significativo la discussione finisce qui.
      Guarda che stai facendo una pessima figura,
      sai? ^_^ Praticamente salvata e "comprata" da IBM.... Questa è la tua affermazione, sto aspettando le prove.Ah, lo studentello che mi fa fare una figuracia deve ancora nascere :-)

      Se hai

      qualche prova più concreta di una foto

      Ancora di più?? Che vuoi, la lista scritta e
      firmata dal CEO SuSE del loro organico???Cioè tu deduci il numero di dipendenti da una foto ? E in che occasione avrebbero potuto farla quella foto ? Hanno fatto un SuSE meeting in cui tutti i dipendenti della sede tedesca si sono incontrati con quelli della sede italiana con quelli della sede di Los Alamos ???

      Opinioni.

      Fatti!! Chiedi a Richard Stallman che l'ha
      inventata la GPL...o leggi le sue simpatiche
      interviste!Ma chissenefrega ?
      http://www.linuxplanet.com/linuxplanet/opinio



      E' uno scherzo ? Come puoi dire che la

      Ximian non genera profitti ?

      Va beh...neghiamo la relatà! Chiedevi fonti
      e te le ho date! Ed è LinuxPlanet, mica
      Microsoft.com!!!
      Se poi non ti basta manco quello e vuoi
      negare la realtà, posso farci poco!hahahaha, un link di due anni fa a Ximian appena formata è una prova ? Ah, se eviti i cuttoni mi fai un favore.

      Guarda che se una società non genera

      profitti fallisce, c'è poco da fare...

      Ok! Ci risentiamo fra un anno e ne
      ridiscutiamo, d'accordo? :)))LoL, dal 99 senza fare profitti e sono ancora in piedi ? :D Ridicolo.
      http://www.redhat.com/about/presscenter/2001/



      Invece è chiarissimo: o non hai capito o
      ti

      sei accorto di aver detto un corbelleria
      ^^

      E qual'è la corbelleria, me la spieghi? che campa in buona sulla distribuzione, visto che è lo standard e le ditte la comprano "originale" per installarla!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo del futuro...

        Che link credi di aver trovato ? L'hai letto
        almeno ? Ripeti con me: I-N-T-E-L B-A-S-E-DL'ho letto, l'ho letto!
        Capisco che nel tuo piccolo mondo fatto di
        serverini e piccole software houseI serverini e le piccole house ce li hanno tutte le aziende medio-piccole, ossia la maggioranza!Trovami una statistica sul numero di severoni e ne riparliamo!Guarda, ti dirò poi che l'azienda in cui lavora mio padre è una delle maggiori multinazionali farmaceutiche del pianeta. E che usano per l'Intranet? Microsoft Exchange!Convinto tu che i serveroni IBM fiocchino come funghi....
        Se non fornisci un link significativo la
        discussione finisce qui.Infatti è meglio finirla!! Leggiti le news in giro per il mondo riguardo SuSE, i suoi problemi finanziari, la crisi radicale, la partnership con IBM e l'improvviso fiorire di fondi della società!Non posso fare 3 ore di ricerca per te, dandoti 100 link vari....Chiama la SuSE, fatti dare i bilanci pre-IBM e quelli dopo, ok?
        Questa è la tua affermazione, sto aspettando
        le prove.Guarda che la tua affermazione di partenza era "non consco nessun legame fra SUSE e IBM. IBM supporta Red Hat"....da lì è partito tutto!!Direi che ti ho smentito nel modo più totale possibile, è inutile che giri la frittata!
        Ah, lo studentello che mi fa fare una
        figuracia deve ancora nascere :-)Già fatta, mi spiace per te! :PStai solo peggiorando la situazione! :P
        Cioè tu deduci il numero di dipendenti da
        una foto ? E in che occasione avrebbero
        potuto farla quella foto ?Vai sul cavolo di sito SuSE una buona volta!!!!E leggiti la didascalia! Poi ne riparliamo, ok?(Semrpe che ci sia ancora! Era per l'uscita della 8.0!! Spero non l'abbiano tolta con la 8.1 e che da qualche parta sia rimasta...)

        Fatti!! Chiedi a Richard Stallman che l'ha

        inventata la GPL...o leggi le sue
        simpatiche

        interviste!

        Ma chissenefrega ? Ah beh..allora...se non ti interessa usare una cosa creata con uno scopo ben preciso dichiarato fin dall'origine e te ne freghi dello scopo, di chii l'ha ideata e perchè, allora è inutile parlare...fai la marionetta di RSM felice e contento!


        Guarda che se una società non genera


        profitti fallisce, c'è poco da fare...



        Ok! Ci risentiamo fra un anno e ne

        ridiscutiamo, d'accordo? :)))

        LoL, dal 99 senza fare profitti e sono
        ancora in piedi ? :D Ridicolo.LOL! Amazon (e un botto di società Internet) è adnata avanti MOLTI più anni, senza il becco di un profitto! Ha iniziato a guadagnare quest'anno o l'anno scorso!!Te hai poche e vaghe idee di cose voglia dire "venture capital"....
        che campa in buona sulla distribuzione,
        visto che è lo standard e le ditte la
        comprano "originale" per installarla!Beh, il 50% mi pare più che sufficiente!Non sarà la maggior parte, lo ammetto, ma mi pare una quota piuttosto rilevante!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mondo del futuro...
          - Scritto da: Ekleptical

          Che link credi di aver trovato ? L'hai
          letto

          almeno ? Ripeti con me: I-N-T-E-L
          B-A-S-E-D
          L'ho letto, l'ho letto!


          Capisco che nel tuo piccolo mondo fatto di

          serverini e piccole software house

          I serverini e le piccole house ce li hanno
          tutte le aziende medio-piccole, ossia la
          maggioranza!Non hai la minima conoscenza del mercato, mi spiace.
          Trovami una statistica sul numero di
          severoni e ne riparliamo!Non cerco nessuna statistica, tu affermi tu giustifichi.
          Guarda, ti dirò poi che l'azienda in cui
          lavora mio padre è una delle maggiori
          multinazionali farmaceutiche del pianeta. E
          che usano per l'Intranet? Microsoft
          Exchange!Ti dirò che l'azienda per cui lavoro io come responsabile è una delle maggiori multinazionali del nord italia ed è cliente IBM.
          Convinto tu che i serveroni IBM fiocchino
          come funghi....Cosa c'entra il fatto che fiocchino come funghi ? Stai parlando di economia, di soldi, un server IBM costa come 200 serverini intel-based.Tra l'altro tutti i soldi che IBM elargisce salvando SuSE ecc dove li trova ? La Sun ?Girà per un po' di sale server poi ne riparliamo, per ora resti uno studentello che si è improvvisato informatico :)

          Se non fornisci un link significativo la

          discussione finisce qui.

          Infatti è meglio finirla!! Leggiti le news
          in giro per il mondo riguardo SuSE, i suoi
          problemi finanziari, la crisi radicale, la
          partnership con IBM e l'improvviso fiorire
          di fondi della società!
          Non posso fare 3 ore di ricerca per te,
          dandoti 100 link vari....
          Chiama la SuSE, fatti dare i bilanci pre-IBM
          e quelli dopo, ok?No, hai fornito diversi link, nessuno dei quali è risultato soddisfacente. Se li avessi avuti li avresti postati. Ergo, non esistono finchè non fornisci prove.

          Questa è la tua affermazione, sto
          aspettando

          le prove.

          Guarda che la tua affermazione di partenza
          era "non consco nessun legame fra SUSE e
          IBM. IBM supporta Red Hat"
          ....da lì è partito tutto!!
          Direi che ti ho smentito nel modo più totale
          possibile, è inutile che giri la frittata! Che fai ? Ti arrabbi perchè ho quotato le tue stesse parole ? Finiti gli argomenti ?Aspetto il link.

          Ah, lo studentello che mi fa fare una

          figuracia deve ancora nascere :-)

          Già fatta, mi spiace per te! :P
          Stai solo peggiorando la situazione! :PSe lo dici tu. A me sembra che tu stia facendo la figura del saccente studentello, cosa che peraltro sei :) Quando diventerai produttivo fammi un fischio, magari ti assumo, in qualche categoria molto bassa ovviamente, dato che non sei un informatico.

          Cioè tu deduci il numero di dipendenti da

          una foto ? E in che occasione avrebbero

          potuto farla quella foto ?

          Vai sul cavolo di sito SuSE una buona
          volta!!!!
          E leggiti la didascalia! Poi ne riparliamo,
          ok?
          (Semrpe che ci sia ancora! Era per l'uscita
          della 8.0!! Spero non l'abbiano tolta con la
          8.1 e che da qualche parta sia rimasta...)Non l'ho trovata: link ?
          idiozie
          Mah, hai stancato con la tua filosofia spicciola.Se volevi fare l'informatico studiavi informatica, è inutile che tenti di invischiarmi nei tuoi sterili pensieri da politicante, non abbocco.Ah, per ora la marionetta guadagna un bel po' di soldi, tu ?
          LOL! Amazon (e un botto di società Internet)
          è adnata avanti MOLTI più anni, senza il
          becco di un profitto! Ha iniziato a
          guadagnare quest'anno o l'anno scorso!!
          Te hai poche e vaghe idee di cose voglia
          dire "venture capital"....Io sono un tecnico, non un economista.Ne, a differenza di te, ho la pretesa di fare l'economista.

          che campa in buona sulla distribuzione,

          visto che è lo standard e le ditte la

          comprano "originale" per installarla!
          Beh, il 50% mi pare più che sufficiente!
          Non sarà la maggior parte, lo ammetto, ma mi
          pare una quota piuttosto rilevante!!!!Peccato che il link che hai fornito non parli assolutamente di vendita della distro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo del futuro...

        Che link credi di aver trovato ? L'hai letto
        almeno ? Ripeti con me: I-N-T-E-L B-A-S-E-D
        :)
        Capisco che nel tuo piccolo mondo fatto di
        serverini e piccole software house sia tutto
        Intel, ma il mercato server è dominato da
        IBM, HP, SUN. Più altri simpatigi gingilli
        come gli Alpha ad esempio, che di tanto in
        tanto si vedono ancora.Aggiungo la botta finale!!Sinceramente ci ho rifelttutto e mi sono infomrato per vedere che non avesi detto una vaccata in leggerezza! Effettivaemtne fino a qualceh anno fa le cose andavano come diceviOra NO!Questa è la statisctica più aggiornata che ho trovato:http://www.isp-planet.com/research/2002/servers_020502.htmlTutti quelli che citi tu sono cascati dal 3o posto in giù!!!(Il Gartner Group vuole qualche migliaio di $ per leggere le ultimissime "forecast" nuove di pacca!! Non mi pareva il caso! :P)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mondo del futuro...
          - Scritto da: Ekleptical
          Aggiungo la botta finale!!
          Sinceramente ci ho rifelttutto e mi sono
          infomrato per vedere che non avesi detto una
          vaccata in leggerezza! Effettivaemtne fino a
          qualceh anno fa le cose andavano come dicevi
          Ora NO!
          Questa è la statisctica più aggiornata che
          ho trovato:
          http://www.isp-planet.com/research/2002/serve

          Tutti quelli che citi tu sono cascati dal 3o
          posto in giù!!!

          (Il Gartner Group vuole qualche migliaio di
          $ per leggere le ultimissime "forecast"
          nuove di pacca!! Non mi pareva il caso! :P)ahahahahahahla 'botta finale' :DDDDIl link che hai fornito dimostra che:1) al 100%, Windows non è sul 29.2% dei server, per il semplice fatto che non ci gira.2) compaq di chi è ?3) Secondo te come mai tante aziende passano da una macchina multiprocessore a... un pentium ?hint:http://www.isp-planet.com/research/2002/servers_020502.html Buona fortuna :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...

            http://www.isp-planet.com/research/2002/serveooooops :Dhttp://www.dell.com/us/en/esg/topics/products_clstr_pedge_clustering.htm
    • Anonimo scrive:
      sei esaurito
      se per te "ibm collabora con suse" significa "ibm salva suse" sei esaurito..e cmq anke leggendo l'articolo su pi:[..]"Siamo lieti di collaborare con SuSE per la sua posizione di leader di mercato nella fornitura dei prodotti e servizi Linux che i clienti corporate richiedono.[..] giustamente un'azienda "leader di mercato" significa ke sta fallendo, e se diventa partner di ibm allora significa ke ibm la sta salvando..ma kome kaspita lo vedete il mondo????
  • Anonimo scrive:
    Re: Botte piena e moglie ubriaca ...
    Francamente mi sembra che queste argomentazioni siano viziate nell'origine:non esiste un assioma open source=gratis, nètantomeno sviluppare software open=lavorare gratis.Se credete che tutto il software open source checircola sia stato sviluppato da appassionati benefattori o ricchi annoiati siete fuori strada.Egualmente è stolto pensare che RedHat, SuSe o Mandrake mettano solo insieme dei pezzi e li vendano in una scatola. Il fatto poi che alcuneinnovazioni di una società sono riutilizzabili daaltre è vero ma non mi sembra che questo sia necessariamente un fatto così "distruttivo".Il fatto che una società abbia sviluppato o migliorato un certo sofware è un concreto valoreaggiunto sul piano dell'assistenza, nella garanzia di futuri miglioramenti o personalizzazioni.Questo ad una società "rende".O credete che la RedHat viva sule vendite delleversioni pacchettizzate dei prodotti?Non si creda che il software closed con licenzea postazione sia l'unico modello di business.E' solo *un* modello, che va bene per certe cosema meno per altre. Al di là di tutte le paranoiefilosofiche o pseudo-economistiche, la veritàIMHO è che open e closed possano coesistere inambiti diversi: open per sistema operativo base,applicazioni base e standard, e closed per applicazioni molto specifiche, sviluppate su commissione o prettamente professionali "chiaviin mano".Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    come ho già detto, la GPL è un
    danno per il 3o mondoti manca pure il senso del pudore oltre a un bel po di neuroni...
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      ti manca pure il senso del pudore oltre a un
      bel po di neuroni...Prova a connetterli tu e dimmi come può aiutare a produrre reddito nel 3o mondo! PErchè questo è il porblema lì! Non c0è lavoro e non ci son soldi!Sono molto curioso!Vai, sono tutt'orecchi!(Poi informati sull'India, dove con il software si stano tirando su!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
        - Scritto da: Ekleptical

        ti manca pure il senso del pudore oltre a
        un

        bel po di neuroni...

        Prova a connetterli tu e dimmi come può
        aiutare a produrre reddito nel 3o mondo!
        PErchè questo è il porblema lì! Non c0è
        lavoro e non ci son soldi!
        Sono molto curioso!

        Vai, sono tutt'orecchi!

        (Poi informati sull'India, dove con il
        software si stano tirando su!)informati tu, sottospecie di uomo di neandertal. il nostro primo ministro lo sai cosa e andato a dire a johannesburg in sudafrica qualche mese fa? che e un dovere degli stati occidentali fornire ai paesi in via di sviluppo una infrastuttura informatica gia pronta per le esigenze della loro pubblica amministrazione, sanita, ecc... meglio regalargli le scatolette di win2000pro, o meglio fornire competenze iniziali e soluzioni aperte, in modo da incentivare la produzione locale di servizi e software? ah, ma per te sarebbe meglio lasciare che si arrangino (il che in realta significherebbe sottostare allo strozzinaggio delle software house occidentali come e piu degli stati occidentali, oppure elemosinare finche possibile copie gratis, oppure ancora legalizzare la pirateria come voleva fare un ministro malese...e la malesia non e certo lo stato che se la passa peggio, figurarsi gli altri...). gia che ci siamo lasciamo che si arrangino anche per tutto il resto, facciamoci restituire seduta stante i debiti dal brasile e dagli altri per incentivare la loro economia, smettiamola di lasciar andare in giro per il mondo sti fottuti medici senza frontiere cosi possono finalmente sviluppare la sanita locale, che la smettano di chiedere i medicinali per l'aids a basso costo a discapito dei poveri industriali farmaceutici, se li paghino cosi sviluppano l'economia locale.vatti tu a informare quanto bene stanno i contadini indiani alle prese con ogm, carestie, debiti arretrati, l'anno scorso c'e stato il record mondiale di suicidi in india. ma si sa, si stanno tirando su scrivendo sistemi operativi da zero, se gli arriva un sistema operativo gratuito si danneggia l'economia locale.mi chiedo se la liberta di parola di cui godiamo valga veramente il pesante prezzo da pagare delle assurdita che ad esempio oggi ti e stato possibile proferire in questo forum.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

          informati tu, sottospecie di uomo di
          neandertal. il nostro primo ministro lo sai
          cosa e andato a dire a johannesburg in
          sudafrica qualche mese fa? che e un dovere
          degli stati occidentali fornire ai paesi in
          via di sviluppo una infrastuttura
          informatica gia pronta per le esigenze della
          loro pubblica amministrazione, sanita,
          ecc...Ma che pu**anate!! E già, il problema in Africa è la mancanza della gestione informatica dell'amminsitrazione! Hai perfettametne ragione, tu e il Berlusca!!
          meglio regalargli le scatolette di
          win2000pro, o meglio fornire competenze
          iniziali e soluzioni aperte, in modo da
          incentivare la produzione locale di servizi
          e software?No, meglio che imparino a produrre software closed che possono vendere al resto del mondo, visto che servizi fornibili dall'Africa ne vedo poco!Non è comodo pagare un tecnico che mi viene da Nairobi per ampliare la mia rete!Connetti i neuroni!
          vatti tu a informare quanto bene stanno i
          contadini indiani alle prese con ogm,Che cappero c'entra questo???Gli infomratici in Iindia se la stanno passando BENE! C'è uno sviluppo eccezinale con nuove aziende che spuntano in continuazione!!!Stanno creando un sacco di soldi e di ricchezza!Ma è palese che la conoscenza non è uan qualità del GPLaro!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...

    Per uno Stato il decentramento economico e`
    solo un bene.Quello che conteso non è il decentramento, ma la morte di un settotre economico chiamato "produzione e vendita del software".Qui non è che si vuole spezzare la FIAT, REnault o quel che vuoi! Qui si vuole farle fuori e dirle di regalare le auto, che poi si campa sulle assicurazioni!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo alle solite....
    - Scritto da: windrak
    - un progetto per un sistema di e-learningAnche tu? No dai ...
    a) tenere un margine basso (e quindi
    guadagnare relativamente poco) per non far
    pagare troppo il cliente (per non andare
    fuori mercato) e proporre ad altri futuri
    clienti i moduli sviluppati durante la
    creazione dei 2 progetti precedenti.

    b) venderli in un unica soluzione con
    margine altissimo (che mi porterebbe fuori
    mercato) per coprire in un colpo solo tutti
    i costi sopportati e finanziare con il
    guadagno progetti futuri.

    Allora... in 3 righe, solo sul modello GPL1) Sbagli l'approccio, di solito un progetto sotto GPL nasce da una forma collaborativa. Questo vuol dire che ti può costare Zero (in termini monetari) e che può essere portato avanti da persone che apriranno N aziende su quell'applicativo2) Non devi basarti sul Vendere quell'applicativo ma nel dire. Ti piace? Fa questo e quello. Se vuoi che te lo installo as it is (e te lo faccio io perché lo conosco come le mie tasche) ti costa x, poi gli diamo un bel vestito grafico (ti costa y) e se vuoi personalizzazioni ti costa z. E' così che si fa ... non vendedno l'applicativco "standard". Almeno se basi il tuo business sulla GPL e sui servizi.3) Può anche essere che un cliente ti commissioni un progettone che poi si rilascia sotto GPL, dunque tu ti trovi i costi di R&d e avviamento già pagati (e capita spesso). Di solito la contropartita è che tu gli faccia uno sconto a patto che rilasci sotto GPL. In quel modo tu puoi rivenderlo N Volte.CiaoCla
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite....
      - Scritto da: Cla

      - un progetto per un sistema di
      e-learning

      Anche tu? No dai ...visto che va di moda... :)
      [...]
      1) Sbagli l'approccio, di solito un progetto
      sotto GPL nasce da una forma collaborativa.
      Questo vuol dire che ti può costare Zero (in
      termini monetari) e che può essere portato
      avanti da persone che apriranno N aziende su
      quell'applicativozero è una parola un po' grossa... diciamo che abbatterei di brutto i costi vivi d'esercizio poichè impegnerei meno risorse hw per lo sviluppo, ma cmq le N aziende in outsourcing le devo pagare... oppure mi sto rivolgendo ad un gruppo di ragazzini "croce rossa" che oggi ci sono e domani sono spariti nel nulla fagocitati da società closed?
      2) Non devi basarti sul Vendere
      quell'applicativo ma nel dire. Ti piace? Fa
      questo e quello. Se vuoi che te lo installo
      as it is (e te lo faccio io perché lo
      conosco come le mie tasche) ti costa x, poi
      gli diamo un bel vestito grafico (ti costa
      y) e se vuoi personalizzazioni ti costa z.ok, questa è una forma di pacchettizzazione del prodotto che esiste anche nel mondo closed, ma non mi risolve i problemi di costo che cmq ho...
      3) Può anche essere che un cliente ti
      commissioni un progettone che poi si
      rilascia sotto GPL, dunque tu ti trovi i
      costi di R&d e avviamento già pagati (e
      capita spesso). Di solito la contropartita è
      che tu gli faccia uno sconto a patto che
      rilasci sotto GPL. In quel modo tu puoi
      rivenderlo N Volte.e non mi conviene... almeno non mi sembra, io ho sviluppato tecnologie proprietarie che dovrei rilasciarle gpl (che ho pagato, vuoi in outsourcing vuoi internamente) che qualcuno potrà usare e VENDERE senza pagare nessuno?bho? continuo a non capire come possa esistere il paradigma "vendo senza comprare"... non sta in piedi.sbagliero'... cia
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite....

      3) Può anche essere che un cliente ti
      commissioni un progettone che poi si
      rilascia sotto GPLGuarda che non sta lavorando su commissione!!!Ha un porgetto che pensa di vendere!!!E' tutt'un'altra faccenda...
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    non capisco, cosa cambia nell' economia di
    una nazione se invece di essere poche ditte
    a produrre tanto sono tante ditte a produrre
    poco,Cambia che la ditta grande in qualceh modo regge alle crisi e se la cava (la FIAT è fallimentare in sè, ormai, non c'entra).Tante piccole = massima soggezione alle fluttuazioni, alta mobilità e totale incertezza!!La piccola può fallire da un momento all'altro!Questa è la differenza!Poi è questione di gusti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
      La Corea ci ha insegnato esattamente il contario.5 aziende immense. Indotto derivante solo da quelle 5 aziende. Fallita la Daewoo crisi economica da pil sotto zero e milionate di disoccupati.Mai sentito il concetto di suddivisione del rischio?Fallisce una aziuenda piccola nel lascia a casa 5, ne fallisce una grande ne lascia a casa 5.000CiaoCla
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
      - Scritto da: Ekleptical

      non capisco, cosa cambia nell' economia di

      una nazione se invece di essere poche
      ditte

      a produrre tanto sono tante ditte a
      produrre

      poco,

      Cambia che la ditta grande in qualceh modo
      regge alle crisi e se la cava (la FIAT è
      fallimentare in sè, ormai, non c'entra).
      Tante piccole = massima soggezione alle
      fluttuazioni, alta mobilità e totale
      incertezza!!
      La piccola può fallire da un momento
      all'altro!
      Questa è la differenza!

      Poi è questione di gusti...ti sfugge il fatto che se fallisce la grossa ditta e' un bel colpo all'economia, se invece fallisce la piccola nel quadro generale non crea grossi sconvolgimenti, e' come un cluster openmosix (stavolta documentati in merito:-) con tanti nodi ognuno dei quali e' una piccola macchina, se ne va' giu' uno la differenza di prestazioni del cluster non ne risente troppo, se invece il cluster e' composto da pochi nodi ma molto potenti, se ne va' giu' uno le prestazioni totali si degradano di brutto.
  • Anonimo scrive:
    Siamo alle solite....
    dunque vorrei fare un ragionamento il più possibile libero da faziosità... mi piacerebbe sentire il parere di ekleptical, gsam e gli altri...diciamo che un giorno mi alzo e decido di fondare una società e basare il mio core business su soluzioni software proprietarie (nel senso intelletuale) in licenza gpl.Ho 2 killer app da portare a termine: - un sistema per la gestione completa di una intranet aziendale (messaggistica, eventi, chat, ...) - un progetto per un sistema di e-learningprevedo che per la intranet mi ci vorrà un team di 10 persone (divise fra sviluppatori, grafici, commerciali, responsabili) impegnate per 3 mesi.per l'e-learning mi ci vorranno un'altra decina di persone per altrettanti mesi.quindi ho: 20 persone a 30 euro/ora per 3 mesi, fanno 5760 euro circa.il costo d'esercizio della mia società (affitto locale, energia elettrica, consumo materiali, ...)è di 30.000 euro/mese.avrò poi dei costi non prevedibili che diciamo oscilleranno tra i 300 euro e i 1000 euro.per farla breve, il costo totale sarà di 96'260.Qui sorge il problema, per commerciare i prodotti ho due possibilità: a) tenere un margine basso (e quindi guadagnare relativamente poco) per non far pagare troppo il cliente (per non andare fuori mercato) e proporre ad altri futuri clienti i moduli sviluppati durante la creazione dei 2 progetti precedenti. b) venderli in un unica soluzione con margine altissimo (che mi porterebbe fuori mercato) per coprire in un colpo solo tutti i costi sopportati e finanziare con il guadagno progetti futuri.nel caso di codice closed-copyright, vanno bene tutte e due le soluzioni (la b è un tantino rischiosa...), mentre nel caso dell'open-gpl la soluzione A me la fumo con la cartina, visto che il giorno dopo la pubblicazione dei miei progetti nei canali open qualcuno provvederà a scaricare i sorgenti modificarli e proporli senza alcuno sforzo a dei loro potenziali clienti....il succo è: alzi la mano chi vuole fare l'ortolano di turno e prendersi la zucchina dove non batte il sole?
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite....
      fai una cosa simile a quello che hanno fatto ste 4 ditte.http://phpgroupware.org/commercialsupport/sempre che phpgroupware eventualmente modificato o integrato faccia al caso, senno cerchi altro, magari progetti open basati su zope o altro da cui partire. discorso analogo per l'elearning. non esiste che tu consideri per entrambi i casi (closed o gpl) gli stessi costi iniziali, costi fissi e tempi di sviluppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite....
      - Scritto da: windrak
      dunque vorrei fare un ragionamento il più
      possibile libero da faziosità... mi
      piacerebbe sentire il parere di ekleptical,
      gsam e gli altri...

      diciamo che un giorno mi alzo e decido di
      fondare una società e basare il mio core
      business su soluzioni software proprietarie
      (nel senso intelletuale) in licenza gpl.
      Ho 2 killer app da portare a termine:

      - un sistema per la gestione completa di
      una intranet aziendale (messaggistica,
      eventi, chat, ...)

      - un progetto per un sistema di e-learning

      prevedo che per la intranet mi ci vorrà un
      team di 10 persone (divise fra sviluppatori,
      grafici, commerciali, responsabili)
      impegnate per 3 mesi.

      per l'e-learning mi ci vorranno un'altra
      decina di persone per altrettanti mesi.Cutto qui le cazz**e che hai sparato. Se il sistema per la intranet aziendale ce l'hai gia' (e ce l'hai gia') sotto GPL tu non lo devi riscrivere.Se ogni azienda riscrivesse tutto da zero non ci sarebbe il vantaggio dell'open-source. Per l'e-learning per esempio puoi customizzare l'applicativo di Cla e venderlo ai tuoi clienti.Ci arrivi ora? Hai capito dov'e' il guadagno? Con questo non voglio dire che si guadagna di piu' cosi' che col modello closed, solo farti capire che se ci si guadagna con la GPL e' per via del fatto di poter riutilizzare codice altrui (evitando di ripetere gli stessi errori).
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Se questo a te non sta bene, si vede che non
    hai interesse a fare del consumatore un
    soggetto forte.Beh, c'è uno che produce e uno che consuma!Se quello che produce lo si stronca, alla lunga anche chi consuma ne trae danno (se lavorava per il produttore sul brevissimo! :D)
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Di che concorrenza parli?
    Concorrenza perfetta? Se intendi quella sei
    in errore in quanto non porta a "Profitto
    Zero" ma ad un profitto minimo che consente
    di rimanere sul mercato.Nope!Pag.143 di Economia e Tecnologia, CEDAM"Ammetendo il line di principio che nel lungo peirodo tutte le imprese abbiano raggiuno la stessa funzione di produzione e di offerta...l'euqilibri si stabilisce nel punto dove la curva di domanda incontra la curva di offerta nel cpunto corrispondente al costo medio minimo; in tal esituazione il prezzo di mercato è pari al costo medio minimo e il profitto è nullo"Riprendi i libri, va là! :)Visto che stiamo parlando del "futuro" e quindi più lungo period di così non si può, mi pare perfetto!
    A profitto zero o
    minore a zero l'azienda esce dal mercato,
    il resto delle aziende sui prendono il
    margine di profitto e si stabilizzano di
    poco sopra, è una condizione di equilibrio
    non di profitto zero.Balle! E' equilibiro a profitto zero!Poi se vuoi lo puoi considerare una tendenza "al limite", diciamo, ma sempre a zero tende!!
    Quante aziende vendono
    commodities in concorrenza (qualsi) perfetta
    e sono sul mercato? Tante.Ed è il sistema migliore? Tirare a campare tutti, che se la minima cosa va male si va a spasso?Ah, va beh, allora....
    Di che concentrazione parli? E su che
    mercato? Mi sembra di sentire parlare un
    libro.Beh, io ho studiato... Te mi pare anche, ma forse hai dimenticato qualcosa....
    Secondo te esisterà mai
    concentrazione in un mercato di servizi? E'
    praticamente impossibile.Vodafone, Wind e Tim di dice qualcosa?Più oligopolio di quello!!!
    Già ti vedo dopo aver letto il mio post a
    rispolverare un libro dicendo "speriamo di
    non aver detto una cazzata" e cercare
    qualche pagina che sostenesse la tua teoria.Nope! Non ho bisogno di conferme! LE cose me le ricordo, grazie! Semplicemente mi danno fastidio i finti sapientoni.
    Guarda che qui la magra figura la fai tu.
    Vatti a leggere un po' quante aziende di
    consulenza di Software ci sonoTante, al 99% closed source, peraltro. O sbaglio? Così ritorniamo un minimo InTopic!
    , Quante
    assicurazioniPOCHE! Fusioni continue!
    , Quante bancheAncora meno! Si stanno fondendo tutte!
    e dimmi se c'é
    Oligopolio.Direi di sì!Torna sulla Terra, non stiamo parlando di Marte!
  • Anonimo scrive:
    Re: La vera fine delal GPL...
    Applicativi Web PHP + Mysql o PostgresSQLIntranet, Siti con CMS ecc, Adattamenti di portali con PHPNuke, Ezpublish, e poi ho fatto con altri un applicativo di elearning distribuito sotto GPL, ci hanno scritto un articolo un mesetto fa ...Ho scelto la GPL per una serie di motivi. Ne cito solo un paio1)Il fatto di rendere più indipendente il cliente non vincolandolo ad un solo fornitore. Se infatti lui dovesse scoprire che non sono in grado di fare un lavoro perché troppo "inesperto" o perché non c'é feeling ecc il lavoro che ha già acquistato può passare di mano senza troppi formalismi. Questo secondo me è un sistema di tutela dei miei clienti. E ti garantisco che una volta spiegato al cliente questo argomento diventa una leva di Marketing molto importante.2) Il non dover rincorrere eventuali copiature del codice. A volte tutelare il proprio lavoro diventa più costoso (a suon di avvocati) che lasciarlo circolare liberamente.Stavo pensando di scrivere un manualetto o di aprire un sito sul modello di business open source ... se ci cliccate lo faccio davvero :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera fine delal GPL...
      - Scritto da: Cla
      Applicativi Web PHP + Mysql o PostgresSQL
      Intranet,Immagino che siano software prodotto a richiesta del cliente?
      • Anonimo scrive:
        Re: La vera fine delal GPL...
        Intendi un progetto su commissione?Si, anche quello. Anche se poi tento di far spostare il cliente su soluzioni almeno in parte già realizzate. Questo gli consente di risprmiare sul budget e di riuscire a trarre valore da altre esperienze che ho già fatto sullo stesso applicativo (es PHPcollab) o da case history di altri clienti che hanno già fatto quell'esperienza.Altri invece sono progetti scritti da zero in quanto le esigenze sono troppo particolareggiate ...Cla
      • Anonimo scrive:
        Re: La vera fine delal GPL...
        - Scritto da: Max


        - Scritto da: Cla

        Applicativi Web PHP + Mysql o PostgresSQL

        Intranet,

        Immagino che siano software prodotto a
        richiesta del cliente?Ti ricordo che il 90% dei programmatori lavora su prodotti a richiesta del cliente. Solo le grandi software house si possono permettere di fare diversamente.
        • Anonimo scrive:
          Re: La vera fine delal GPL...


          Immagino che siano software prodotto a

          richiesta del cliente?

          Ti ricordo che il 90% dei programmatori
          lavora su prodotti a richiesta del cliente.Certo il problema è se l'applicativo è riutilizzabile oppure no...
          Solo le grandi software house si possono
          permettere di fare diversamente.Forse perchè loro non regalano il loro software?
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera fine delal GPL...
      - Scritto da: Cla
      Applicativi Web PHP + Mysql o PostgresSQL
      Intranet, Siti con CMS ecc, Adattamenti di
      portali con PHPNuke, Ezpublish, e poi ho
      fatto con altri un applicativo di elearning
      distribuito sotto GPL, ci hanno scritto un
      articolo un mesetto fa ...
      Notare che a differenza di quello che pensa molta gente, non ci ha perso nulla con l'open source: ha avuto "gratis" il codice sorgente di phpnuke e altri mostri del genere, e se fa una modifica e' vero, la deve rendere disponibile, pero' chi puo' dire che non gli e' convenuto ricevere in cambio di questo patto il codice sorgente (e la maturita') di phpnuke a sua completa disposizione senza doverlo riscrivere (senza la stessa esperienza) completamente da capo?
  • Anonimo scrive:
    Re: La vera fine delal GPL...
    Senti una bella cosa ... io rialscio TUTTI i miei lavori sotto GPL. Fatturo il 30% in formazione, il 20% in Assistenza e il 50% nello sviluppo di nuovi applicativi.-
    Pago le tasse-
    Godo di credibilità nei confronti dei miei interlocutori-
    Vivo decentemente-
    COnosco l'economia politica, la politica economica e l'economia industriale meglio di te :-)) (4 esami dati ad economia e commercio in cattolica, Politica 1, Politica2, Economia Industriale, Politica Economica) e non l'esamucolo di economia gestionale.Cosa c'é di male in questo?????????????Che cavolo vuoi????????????????????????Perché non posso rilasciare sotto GPL??Io sono contento così, la finisci di scassarmi i maroni?
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera fine delal GPL...
      a volte l'ideologia capitalista frigge il cervello..l'economia prima di tutto ! e chiunque dice qualcosa contro il "mercato" e' un "anarchico da centro sociale"
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera fine delal GPL...
      - Scritto da: Cla
      Senti una bella cosa ... io rialscio TUTTI i
      miei lavori sotto GPL. Fatturo il 30% in
      formazione, il 20% in Assistenza e il 50%
      nello sviluppo di nuovi applicativi.
      Tanto per curiosità che tipo di software sviluppi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Leggiti un po' i commenti vari! Alla fine
    dei conti tutti qua vagheggiano un mondo
    migliore, non più capitalista, quando non
    comunista vero e proprio, con riferimenti
    espiciti a Marx e quant'altro!
    Messi alle strette siete tutti finiti a
    parare lì! Leggi (Se non ti rompi le ba**e
    prima.. :D)Ecco, ci siamo arrivati. Adesso chi non vuole un mondo egoista con soprusi di una popolazione sull'altra e senza i disastri causati da uno sviluppo economico senza regole è un comunista.Mi immagino che salti di gioia avrai fatto quando gli USA non hanno ratificato il protocollo di Kyoto o quando i Giapponesi non hanno accettato di smettere di dar la caccia alle balene ecc.. ecc... ecc... tanto in nome del profitto possiamo fare tutto ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      Mi immagino che salti di gioia avrai fatto
      quando gli USA non hanno ratificato il
      protocollo di Kyoto o quando i Giapponesi
      non hanno accettato di smettere di dar la
      caccia alle balene ecc.. ecc... ecc... tanto
      in nome del profitto possiamo fare tutto ...E siamo all'ennesimo no-global che alla fine giace in tutti i Linuxari!!! Forse AN ha proprio ragione, leggendo la HP di PI di oggi!La cosa strana è che sono anni luce da AN e mi sono simpatici i no-global e No Logo mi è pure piaciuto un sacco!I casi della vita! :D(postilla: come ho già detto, la GPL è un danno per il 3o mondo, come lo è la Microsoft, sia chiaro! quindi non c'è mancanza di coerenza)
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
        - Scritto da: Ekleptical
        E siamo all'ennesimo no-global che alla fine
        giace in tutti i Linuxari!!! Forse AN ha
        proprio ragione, leggendo la HP di PI di
        oggi!uhm io voto rauti e sono mooooolto a destra, posso essere linuxaro lo stesso o nella tua idea di linuxaro non rientro e mi tocca cambiare OS e vedute sul software?
        La cosa strana è che sono anni luce da AN e
        mi sono simpatici i no-global e No Logo mi è
        pure piaciuto un sacco!io invece sono piu' a destra di AN e allora?
        I casi della vita! :Dma anche sticazzi (in romano vuol dire chissenefrega)
        (postilla: come ho già detto, la GPL è un
        danno per il 3o mondo, come lo è la
        Microsoft, sia chiaro! quindi non c'è
        mancanza di coerenza)come anche la vita e' un danno per te mettendoti ogni giorno di fronte alla tua idiozia e ignoranza
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
    - Scritto da: Ekleptical
    Leggiti un po' i commenti vari! Alla fine
    dei conti tutti qua vagheggiano un mondo
    migliore, non più capitalista, quando non
    comunista vero e proprio, con riferimenti
    espiciti a Marx e quant'altro!
    Messi alle strette siete tutti finiti a
    parare lì! Leggi (Se non ti rompi le ba**e
    prima.. :D)ok non puoi fare finta, non ci arrivi proprio: la GPL delinea un ben preciso modello commerciale che non e' il comunismo , la GPL basa i profitti sulla vendita di servizi, tale modello da' vita ad aziende medio piccole (non multinazionali) che generano occupazione localmente (e non portano denaro al estero), come conseguenza di cio' si ha una migliore livellamento nella distribuzione della ricchezza (ma non e' evidentemente comunismo perche'tale livellamento non e' frutto di un organizazzione centralizzata e imposta, ma solo conseguenza del modello commerciale adottato).
  • Anonimo scrive:
    E io pago
    Dall'articolo di P.I. - Vantaggio? Devo amministrare i soldi dei cittadini, cerco il miglior rapporto qualità/prezzo, humm... vediamo, questa offerta... SW Closed, diritti vari, $ 1'000'0...000'000, vediamo che dice quest'altro... SW Open, beh per una questione delicata come quella della difesa... segreti militari... certo, poter verificare in prima persona quello che fa il SW mi sembra più che sensato! Vediamo però quanto costa... AGGRATISSE??? AZZ!Ma che vogliono 'sti qua dell'ISC? Mi chiedono una vagonata di $oldi e chiedono dei vantaggi su una cosa gratis? Mi piacerebbe sapere cosa contengono quelle loro teste ma purtroppo sono Closed! - insomma vogliono essere liberi di copiare il codice creato da altri e pure guadagnarci sopra! Cosa che peraltro combattono da sempre.

    Insomma paghiamo il finanziamento per la ricerca e questi ci fanno il loro $W che poi RIpaghiamo per la seconda volta quando lo acquisteremo nei negozi?Ho capito male o ... ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Ipotizzando che tutte le azienda passino,
    volenti o nolenti, alla GPL, non potrebbe
    che essere B2
    A+B1 (levo il "molto
    maggiore" che e' opinabile)Il che vuol dire che i costi di assistenza sarebbero allucinanti! Praticaemtne quello che guadagni in un anno dovresti chiederlo in un mese, per recuperare!Forse a quel punto la gente ci ripensa e torna al closed! O si compra un set completo di cornetti di plastica anti-sfiga e li tocca ogni giorno, sperando che il server on abbia il mionimo problema o che non ci sia nessun cambiamento da fare per anni e anni!
    Irrealistica la premessa, dici? Beh, ma e'
    proprio di questo che si sta discutendo. No, è proprio sballata, non è irrealistica!Pechè c'è un errore fondamentale in quel che dici! L'assistenza la può fare chiunque abbia le conoscenze!Se devo fare un'assistenza, un'installazione o quel che è, in senso lato, su un server Microsoft, mi basta la certificazione Microsoft (se serve, volendo...). Sulla mia assistenza Msoft non guadagna un euro! Come nessuno tranne te la guadagna sulla tua assistenza attuale, se lavori per cono tuo!Quindi, vedila come vuoi, ma uccidi e metti totalmente a spasso chiunque voglia fare la professione (PAGATA) di programamatore!Punto e stop!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
      - Scritto da: Ekleptical

      Ipotizzando che tutte le azienda passino,

      volenti o nolenti, alla GPL, non potrebbe

      che essere B2
      A+B1 (levo il "molto

      maggiore" che e' opinabile)

      Il che vuol dire che i costi di assistenza
      sarebbero allucinanti! essendo gli unici, dovrebbero in ogni caso essere tali da garantire il profitto delle aziende (le quali cercherebbero di tenersi stretto sempre piu' il proprio cliente con offerte di servizi/assistenze che solo loro sono in grado di garantire ad un livello x di qualita')(cut)
      Quindi, vedila come vuoi, ma uccidi e metti
      totalmente a spasso chiunque voglia fare la
      professione (PAGATA) di programamatore!
      Punto e stop!al di la' di tutto, ho semplicemente provato a ipotizzare come potrebbe trasformarsi il mondo informatico con solo licenze di tipo GPL: lungi da me lo stabilire se sarebbe un bene o un male
  • Anonimo scrive:
    Re: Closed = Elefante Colabrodo
    Si vadano a guardare le statistiche
    sulla velocita` di rilascio delle fix quando
    viene scoperta una falla sulla sicurezza
    (*).Attento che una statistica vera ed ufficiale non esiste per il fatto che non viene a volte specificato il giorno in cui la falla è stata riscontrata...Inoltre ci sono casi in cui la fix ci mette lo stesso tempo che nei sW closed ...Riporto come esempio un bug di PHP scoperto a gennaio e non ancora fixatohttp://botanicus.net/dw/txt.php?DW020203-PHP.txt.asc
    A lorsignori conviene osannare BSD perche`
    non intacca la loro politica di produzione
    del software. Non c'e` niente di male nella
    licenza BSD come non c'e` niente di male
    nella GPL. Se non vi piace la GPL _NON
    USATELA_. Non e` poi cosi` complicato. Per
    favore non impedite a chi vuole usare la GPL
    di poterla usare.
    Infatti i maggiori progetti(escluso Linux) la GPL non la usano: Mozilla,OpenOffice,Apache,Freebsd....
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    - Scritto da: Ekleptical
    Leggi un po': "The Integrated Platform for
    e-business initially supports SuSE Linux
    Enterprise Server" (e BASTA!)e tu da questo ci leggi che IBM ha salvato SuSE dal fallimento? hai una bella fantasia, complimenti

    La GPL è una licenza, se poi la vedi come

    politica sono francamente fatti tuoi.

    E' una licenza che nasce con un fine
    "politico" (in senso lato), concepito da
    RSM! Non puoi negarmi questo! E' negare la
    storia!
    Non è una semplice licenza: è
    l'"imposizione" di una filosofia!ma chi ti impone nulla? qualcuno ti impone di usarla per i software che scrivi tu? a me pare che sia tu che voglia imporre alla gente di non usarla (io per il software scritto da me stabilisco le MIE condizioni d'uso e redistribuzione qualsiasi esse siano), lo sai che questa non e' democrazia vero? per lo stesso principio io potrei spaccarti il culo a picconate, visto che la pensi in maniera diversa da me.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...
      - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere
      - Scritto da: Ekleptical

      storia!

      Non è una semplice licenza: è

      l'"imposizione" di una filosofia!

      ma chi ti impone nulla? qualcuno ti impone
      di usarla per i software che scrivi tu? a me
      pare che sia tu che voglia imporre alla
      gente di non usarla (io per il software
      scritto da me stabilisco le MIE condizioni
      d'uso e redistribuzione qualsiasi esse
      siano), lo sai che questa non e' democrazia
      [...]l'unica cosa che mi viene da dirti è.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...

      ma chi ti impone nulla? qualcuno ti impone
      di usarla per i software che scrivi tu? a me
      pare che sia tu che voglia imporre alla
      gente di non usarlaNon voglio impedirti di usarla!Voglio farti capire cosa comporta a pieno!E uno stato capitalista come gli USA dovrebbe cosntrastare 'sta roba, non col carcere, ma con la semplice informazione!!!Altro che Open Source nel pubblico!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo del futuro...
        - Scritto da: Ekleptical

        ma chi ti impone nulla? qualcuno ti impone

        di usarla per i software che scrivi tu? a
        me

        pare che sia tu che voglia imporre alla

        gente di non usarla

        Non voglio impedirti di usarla!
        Voglio farti capire cosa comporta a pieno!
        E uno stato capitalista come gli USA
        dovrebbe cosntrastare 'sta roba, non col
        carcere, ma con la semplice informazione!!!
        Altro che Open Source nel pubblico!!contrastare? e perche'? perche' a te non piace e fai illazioni sui possibili disastri che comporterebbe una sua adozione massiccia? lo capisci che non hai uno straccio di prova a sostegno d quanto affermi vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mondo del futuro...

          contrastare? e perche'? perche' a te non
          piace e fai illazioni sui possibili disastri
          che comporterebbe una sua adozione
          massiccia?Beh, come minimo va tenuta sotto osservazione, per le sue premesse pericolose e non certo aiutata dallo stato!!!
          lo capisci che non hai uno
          straccio di prova a sostegno d quanto
          affermi vero?Lo straccio di prova non l'avete VOI sul business del futuro GPLoso!!!Il business attuale è indiscutibile!!Qua siamo al colmo che l'utopia è più attendibile della reltà!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...
            - Scritto da: Ekleptical

            contrastare? e perche'? perche' a te non

            piace e fai illazioni sui possibili
            disastri

            che comporterebbe una sua adozione

            massiccia?

            Beh, come minimo va tenuta sotto
            osservazione, per le sue premesse pericolose
            e non certo aiutata dallo stato!!!continui a fare illazioni senza uno straccio di prova



            lo capisci che non hai uno

            straccio di prova a sostegno d quanto

            affermi vero?

            Lo straccio di prova non l'avete VOI sul
            business del futuro GPLoso!!!
            Il business attuale è indiscutibile!!indiscutibile? io vedo solo un mercato asfittico a causa di un monopolio che abusa della sua posizione; ricorda che il capitalismo si fonda sul libero mercato, se cosi' non e' (e con un situazione del genere non si puo' parlare di libero mercato) il capitalismo non e' piu' tale
            Qua siamo al colmo che l'utopia è più
            attendibile della reltà!!!vedi solo quello che vuoi vedere
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
    si potrebbe fare un altro bel sito ekleptical and friends come quello di ziobill, mi pare che di materiale ce ne sia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      si potrebbe fare un altro bel sito
      ekleptical and friends come quello di
      ziobill, mi pare che di materiale ce ne sia.Ziobill spara proclami da troll provocatore.Io propongo riflessioni. Sono contrario alla GPL e lo esprimo.Sembra proprio che sia un fatto inconcepibile ed inaccettabile!!! E che basti questo per essere il nemico pubblico!Scusate, ma voi non avete nietne contro la GPL, nessuan cirtica, niente di niente?Cos'è, la Bibbia o una fede mistica, per cui il verbo va accettato senza riserve?Ci fosse uno che dice qualcosa anceh vagament a sfavore! O GPL o morte, sembra il vostro motto...Mah!Fortunatamente si sa come la pensa Bush e a chi darà ascolto alla fine....una cosa buona in tutto il suo mandato la farà alla fine, per quanto incredibile! Persino lui riesce a sorprendere, pensate! :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        Io propongo riflessioni. Sono contrario alla
        GPL e lo esprimo.E io non sono contrario. Mi vuoi lasciare la libertà di rilasciare i miei lavori sotto quella licenza? Oppure ti rode non poter usare il mio codice?
        Scusate, ma voi non avete nietne contro la
        GPL, nessuan cirtica, niente di niente?
        Cos'è, la Bibbia o una fede mistica, per cui
        il verbo va accettato senza riserve?No, ma è quella più vicina al mio modo di pensare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

          E io non sono contrario. Mi vuoi lasciare la
          libertà di rilasciare i miei lavori sotto
          quella licenza? Oppure ti rode non poter
          usare il mio codice?Cosa vuoi che me ne freghi? Io mica faccio il programamtore? :)Non ho fatto nessuan critica tecnica alla GPL (che senso ha??), ma una critica sociale-economica!Nel lungo periodo è un danno! Io la vedo così, controesempi zero, praticaemente! Praticametne tutte dittine marginali con bilanci a 4 cifre (in euro)
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

            Nel lungo periodo è un danno! Io la vedo
            così, controesempi zero, praticaemente!
            Praticametne tutte dittine marginali con
            bilanci a 4 cifre (in euro)Se facciamo 5 cifre sarei felicissimo.Tutte microaziende, nessuna crisi fiat, poco inquinamento.Sarà perché vivo in brianza ma io l'aria di cui parli tu la respiro. Ed è il modello di Business che rende di più al mondo. Il PIL del nord italia (non voglio fare il razzista eh!) batte il Pil americano anno per anno, è sempre al riparo da crisi, e quando la Fiat Licenza noi assumiamo. Tutte aziende piccolissime. Sarebbe fantasticoCiaoCla
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
            - Scritto da: Ekleptical

            E io non sono contrario. Mi vuoi lasciare
            la

            libertà di rilasciare i miei lavori sotto

            quella licenza? Oppure ti rode non poter

            usare il mio codice?

            Cosa vuoi che me ne freghi? Io mica faccio
            il programamtore? :)

            Non ho fatto nessuan critica tecnica alla
            GPL (che senso ha??), ma una critica
            sociale-economica!
            Nel lungo periodo è un danno! Io la vedo
            così, controesempi zero, praticaemente!
            Praticametne tutte dittine marginali con
            bilanci a 4 cifre (in euro)non capisco, cosa cambia nell' economia di una nazione se invece di essere poche ditte a produrre tanto sono tante ditte a produrre poco, se alla fine la somma di quello che si produce e' sempre la stessa? io trovo che la GPL livelli e distribuisca meglio sia il lavoro ce la produzione di ricchezza, in questo vedo solo vantaggi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
        - Scritto da: Ekleptical
        Scusate, ma voi non avete nietne contro la
        GPL, nessuan cirtica, niente di niente?si tratta di una licenza che viene incontro a molte esigenze dei consumatori.io, da consumatore di prodotti informatici, posso ritenermi molto soddisfatto del potere che la licenza GPL mi conferisce.Se questo a te non sta bene, si vede che non hai interesse a fare del consumatore un soggetto forte. E questo è lo stesso interesse che manifestano certi operatori dell'ICT, che temono di perdere semplicemente fette molto rilevanti di mercato.
        Cos'è, la Bibbia o una fede mistica, per cui
        il verbo va accettato senza riserve?affatto. Tanto è vero che la licenza GPL è stata sottoposta a modifiche, a critiche e cambiamenti migliorativi con gli anni (siamo alla versione 2 della GPL).
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
        - Scritto da: Ekleptical

        si potrebbe fare un altro bel sito

        ekleptical and friends come quello di

        ziobill, mi pare che di materiale ce ne
        sia.
        Ziobill spara proclami da troll provocatore.

        Io propongo riflessioni. Sono contrario alla
        GPL e lo esprimo.
        Sembra proprio che sia un fatto
        inconcepibile ed inaccettabile!!! E che
        basti questo per essere il nemico pubblico!
        Scusate, ma voi non avete nietne contro la
        GPL, nessuan cirtica, niente di niente?
        Cos'è, la Bibbia o una fede mistica, per cui
        il verbo va accettato senza riserve?

        Ci fosse uno che dice qualcosa anceh
        vagament a sfavore! O GPL o morte, sembra il
        vostro motto... GPL o morte.. :) sono in pochi a pensarla cosi, il mondo e' fatto di gente che lavora perche' non tutti possono permettersi di farsi mantenere. Non ti fare smontare da 4 gatti che si accaniscono a definirti un troll come ZioBill.Sono sicuro che altri 1000 la pensano come te ma non hanno nemmeno voglia di perdere del tempo a rispondere a quei 4 gatti.... che sono sempre gli stessi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        Ziobill spara proclami da troll provocatore.tu invece purtroppo sei davvero convinto di quello che dici.
        Io propongo riflessioni. Sono contrario alla
        GPL e lo esprimo.sei un trollone che non si rende nemmeno conto di esserlo, la categoria piu triste.
        Sembra proprio che sia un fatto
        inconcepibile ed inaccettabile!!! E che
        basti questo per essere il nemico pubblico!assolutamente no, non sei un nemico, sei uno che non ha capito niente, e si sta cercando di fartelo notare. e insegni pure? poi uno si chiede come mai l'italia va a rotoli.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

          assolutamente no, non sei un nemico, sei uno
          che non ha capito niente, e si sta cercando
          di fartelo notare. e insegni pure? poi uno
          si chiede come mai l'italia va a rotoli.Ho capito! Per cui Gates, Cisco e compagnia bella sono tutti impazziti e sparano trollate a raffica!Okkei, siete de coccio!! I Talebani vi fanno un baffo in termini di "fedeltà alla linea"!
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

            Ho capito! Per cui Gates, Cisco e compagnia
            bella sono tutti impazziti e sparano
            trollate a raffica!

            Okkei, siete de coccio!! I Talebani vi fanno
            un baffo in termini di "fedeltà alla linea"!non sono semplici trollate. si tratta di fud. sai cosa e? sono trollate dettate da motivazioni economiche e di marketing. l'ha inventato ibm. si tratta di fud talmente palesemente falso che le loro dichiarazioni si contraddicono puntualmente le une con le altre, fud del quale i documenti non ufficiali che escono da microsoft spiegano l'esistenza e che in sostanza smentiscono tecnicamente. l'opinione che io ho di chi crede al fud e davvero bassa, pari allo stadio evolutivo del lombrico, percio se ti rivolgo ancora la parola ritieniti sopravvalutato.
  • Anonimo scrive:
    Re: La vera fine delal GPL...
    - Scritto da: Ekleptical
    ...è una bella introduzione di economia
    politica obbligatoria per tutte le scuole
    superiori!

    Qua è palese che il GPL-aro medio non ne sa
    assolutamente un tubo!!!le medie si fanno su un campione statisticamente rilevante, mentre tu non hai fornito alcun dato per dimostrare quanto affermiIn definitiva, per ora, piuttosto che della "fine della GPL", si tratta solo di constatare la tua inadempienza in merito a questa tua affermazione
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera fine delal GPL...
      - Scritto da: zap
      le medie si fanno su un campione
      statisticamente rilevante, mentre tu non hai
      fornito alcun dato per dimostrare quanto
      affermi

      In definitiva, per ora, piuttosto che della
      "fine della GPL", si tratta solo di
      constatare la tua inadempienza in merito a
      questa tua affermazione l'adoro quando parla forbito :o)
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Gente! ANDATE A STUDIARE ECONOMIA!!! C'è
    poco altro da dire!!!

    PAg.127 di "Produzione e Mercato", ed.
    Molino, uno dei testi più usati in assoluto
    al primo anno di Economia/Ing.Gestionale o
    roba economica in generale:straordinario, il mio stesso libro. magari abbiamo avuto pure lo stesso insegnante. fa impressione vedere quanto poco tu abbia capito, visto che ti permetti di andare in giro a scrivere bestialita tipo:
    Qua si passa dal guadaganre con software+servizi
    a servizi e basta! E' un impoverimento o no?
    E' maggiore A+B o B da solo (con A ben lontano
    dall'esser nullo :D)?
    Basta la matematica delle elmentari per rendersi
    conto che qualcosa non va!"senza tenere conto ad esempio del costo e del tempo di sviluppo, della commercializzazione, della barriera costituita dagli investimenti iniziali, e di mille altri fattori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      straordinario, il mio stesso libro. magari
      abbiamo avuto pure lo stesso insegnante.Spero di no, perchè il mio avrebbe rabbrividito di fronte a oscenità come "l'oligopolio? Ma non farmi ridere!" poche righe più sopra.Mi sa che ti conviene rileggerlo, se pensi anche tu che sia la concorrenza perfetta (come molti qua, scommetto..tutta gente che non si è accorta che TUTTO è un oligopolio, in qualsiasi settore...dovreste mettere Marte al posto del pinguino come simbolo, perchè è da lì che sembrate venire!)Senza contare oligopolio coincide con cartello e altri orrori....
      senza tenere conto ad esempio del costo e
      del tempo di sviluppo, della
      commercializzazione, della barriera
      costituita dagli investimenti iniziali, e di
      mille altri fattori.Ok, teniamone conto, cambia qualcosa?Cosa esattamente?Mi vuoi venire a dire pure tu che l'assistenza e "personalizzazione" (l'unica cosa su cui pare si campi con la GPL) compenserà la perdita del software commerciale, cosniderando i prezzi che ha soprattutto?Togli pure tutti i fattori che vuoi e fatti 2 conti, va!Bill Gates ha più soldi di molti stati da solo!! Ed è solo uno di una ditta! Fatti 2 conti e considera tutte le barriere e gli investimenti che vuoi. Fatti i netti e prova a confrontare!!Ripeto, io miliardari (o futuri tali) nella GPL non ne vedo! Tirano tutti a campare! E se tutti tirano a campare e basta, soldi per investimenti non è che ce ne siano molti, con tutte le conesguenze del caso che saprai...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        Ripeto, io miliardari (o futuri tali) nella
        GPL non ne vedo! Tirano tutti a campare! E
        se tutti tirano a campare e basta, soldi per
        investimenti non è che ce ne siano molti,
        con tutte le conesguenze del caso che
        saprai...Ok, forse i miliardi no, ma la faccenda degli investimenti non è molto seria... Micro$ produce miliardi a palate ma non è che i suoi prodotti si presentino così spropositatamente più avanzati rispetto ad una qualsiasi distribuzione di Linux.Ne deduco che, nonostante l'oligopolio e palle varie, tutti questi investimenti in cosa li hanno fatti? Sicuramente non in ricerca e sviluppo... Non è che il surplus che dovrebbe finire in ricerca lo zio Bill e compagni se lo mettono un po' in tasca e con il resto ci pagano gli avvocati? mah, mah, mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
        - Scritto da: Ekleptical
        Spero di no, perchè il mio avrebbe
        rabbrividito...--------------------------------------------------Prima di appassionarti all'oligopolio, perché non fai un ripasso della grammatica italiana. Poi basta leggere un dizionario, non è necessario un testo di economia o d'ingegneria gestionale:OLIGOPOLIO: Mercato in cui un numero ristretto d'imprese controlla la produzione.MONOPOLIO: Forma di mercato in cui esiste una sola impresa in grado di produrre e di vendere una determinata merce non sostituibile con altri prodotti.Basta che un'impresa abbia almeno il 70% di un determinato segmento di mercato è si ha monopolio.Basta che l'impresa che detiene una simile percentuale ponga ostacoli all'ingresso di altri operatori in quel segmento di mercato e si ha abuso da posizione dominante sul mercato.Infatti si sono uniti i monopolisti e abusatori della Microsoft con gli aspiranti tali della Cisco.Ma quale marte. Qui siamo di fronte ad aziende che vogliono controllare il mondo. Io faccio il software (Microsoft), tu fai l'hardware (Dell e HP), l'altro fa l'infrastruttura di rete (Cisco). Questo mondo di merda controllato da 4 persone a te può anche piacere, a me e a tanti altri non piace, anzi c'inquieta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    Mi scuserai ma trovo troppo incoerenti le tue affermazioni. Prima difendi il diritto d'autore (che comprende il diritto di escludere che qualcuno guadagni dal suo lavoro, se i diritti sono miei, non possono essere usurpati dal editore X). Poi dici che chi sviluppa, gratuitamente o no non è importante, sotto GPL non ha il diritto di impedirne l'uso alle società che vorrebbero fare soldi con il lavoro di chi non pagano. Per me è incoerenza. Mi spiego meglio tra le citazioni del tuo scritto. Continua a leggere. Ma non vedo la differenza tra la società che prende il codice (lavoro) di qualcuno e senza dargli un soldo lo usa per i suoi prodotti (profitto) e chi si scarica un MP3 da un sistema p2p per il suo profitto. Entrambi derubano l'autore.- Scritto da: Ekleptical

    Quindi il risparmio è improduttivo? Va

    eliminato?

    No, per carità! Ma che sia un risparmio
    dovuto a costi che si abbassano, non che si
    annullano!Io intendevo il risparmio: mettere da parte dei soldi per gli imprevisti, per gli investimenti futuri, per appagare la propria paura del futuro, per mantenere costanti i consumi in periodi di vacche magre.
    In quel caso la ditta ci guadagna, ma sono
    soldi, che prima si spendevano, che vanno
    persi!
    Certo, potresti investirli in altro, ma
    stronchi il settore del software e connessi,
    che potrebbe dare parecchi posti di lavoro
    in futuro, certo motli più che la grande
    industria!
    Questo è il mio grosso dubbio! :)Seguendo questo ragionamento, chiunque nel tempo libero fa formaggio, va a raccogliere i funghi, cura l'orticello mina il sistema economico ed è causa di disoccupazione.E' il vecchio paradosso dell'uomo che sposa la sua cameriera e diminuisce il PIL!!!Vengo accusato da molti amici per la mia visione economicista della vita, ma tu mi batti proprio!!!!Mamma mia come funziona bene l'indottrinamento filosofico. Io cerco di misurare in denaro anche quei beni intangibili come il piacere di una passeggiata in un bosco con la morosa o il silenzio, ma tu trasmetti l'impressione di credere che solo il denaro sia importante. Ho capito male?



    C'è una notevole differenza tra guadagnare

    per vivere

    Guadagnando per vivere l'economia non va
    avanti, come ben saprai! Se non hai fondi da
    investire (=hai guadaganto ben di più di
    quanto ti era "necessario") va tutto a carte
    48!Scusa ma il credito commerciale, il sistema della borsa, il venture capital a cosa servono?



    il restante 96% a qualcuno che lo usa per

    rubargli la libertà con il potere del
    denaro

    che piega la legge.

    Quale libertà? La libertà di scroccare il
    lavoro altrui? Immagino sia ricnosciuta
    dalla Dichiarazione dei Diritti del'Uomo!Quì vedo incoerenza. Se lo fa un poveraccio che non ha i soldi per pagarsi la musica che ascolta, è un ladro che scrocca il lavoro altrui.Se lo fa la M$ con il codice di FreeBSD, è libertà d'impresa?Io mi riferisco alle libertà che vogliono abolire per legge, o con mezzucci simil-Palladium.Ora purtroppo sono di fretta, ma mi piacerebbe discutere delle origini del copyright e di cosa vietava e a chi. Credo ti stupirebbe la mia posizione (che del resto ho copiato bellamente da RMS). La mia mail è acclusa, togli spamvietato e ne riparliamo se vuoi.

    E quali leggi piegate? Guarda che sono le
    stesse dai tempi del fascio, quando hanno
    introdotto il diritto d'autore (VOLUTO dagli
    AUTORI, Verga in primis!)! Non è che ci
    siano stati molti cambiamenti a quella
    legge!Esatto. Voluto dagli autori per impedire agli editori di rubargli il lavoro. Poi è stato usato in altre direzioni. Piegare la legge si diceva.



    Bella propaganda. Una "necessità". Credo
    che

    tu non abbia mai bazzicato la direzione

    generale di una multinazionale, vero?

    Beh, sfortunatament no, in effetti! Sono un
    po' giovane, direi! :)Anch'io. Ma c'è posto anche per schiavi scelti nelle stanze del potere. Non contano nulla, ma vedono e capiscono e imparano.



    Certo

    che se la scelta è disinvestire in Italia

    (lentamente, con una strategia che è

    conosciuta con il nome di
    sfruttamento..ecc...
    Interessante spiegazione! Sei il primo che
    di economia ne capsice qualcosa in questo
    forum! :)Ho studiato, che ti credi :)



    Più le industrie si concentrano, meno è la

    concorrenza.

    Beh, come saprai, si ritiene che la migliore
    struttura di mercato sia l'oligopolio, non
    la concorrenza, isto che garantisce margini
    sufficienti per investire e innovare,
    garantendo al contempo quella competizione
    che cmq porta a "darsi da fare", diciamo! :)QUesta è una tua valutazione. Neppure nelle mie più recondite paure ho mai pensato che l'oligopolio sia la migliore struttura di mercato.A meno che si non parli di perfezione riferità alla capacità di manipolare il mercato (con mezzi come la differenziazione e i prezzi fissi). Ultimamente vedo poche innovazioni di prodotto, molta aria fritta (differenzazione).Le vere innovazioni sono spesso estemporanee, supportate sì dagli investimenti, ma più dal genio, che è molto mal visto nelle strutture aziendali. Te lo posso assicurare. Se non li fanno internare è solo perchè li manipolano, vanificandone spesso la capacità d'innovazione vera, che è sempre rischiosa e il rischio è TABU in azienda. Solo il padrone può rischiare. E nelle grandi aziende il padrone non c'è. Gli azionisti e il management sono cose diverse.

    E faccio notare che la GPL non è
    conocrrenza, è competizione sleale a costo
    zero!!! (Cosa che teroicamente non si ha
    nemmeno nella estrema fase della concorrenza
    teorica, dove il profitto va a 0, non i
    ricavi!!)Sleale? Occhio alle parole. E poi non è a costo zero. Io lavoro con un azienda che fa software open source (l'ho scelta io). E la paghiamo profumatamente. Hanno scelto di liberalizzare il loro lavoro per beneficiare del lavoro di altri che si finanziano nello stesso modo, con la consulenza.In questo modo migliaia di professionisti hanno creato un azienda virtuale di dimensioni tali da impensierire la M$. Senza usare trucchi di marketing o la forza commerciale per schiacciare i concorrenti. Lavorano, guadagnano, si sono dovuti associare per non essere ammazzati dallo strapotere di altri.Non fanno che bene al mercato.Non capisco la tua posizione, vuoi sembrare liberale, appoggiare il libero mercato, poi però decidi che chi infastidisce deve starne fuori. Qusto è monopolismo.



    Certo poichè

    chi detiene la fetta più grande aumenta la

    dimensione della sua fetta più di quanto

    diminuisce la torta, lui ci guadagna. Ma
    il

    sistema crolla.

    Il punto è che la GPL la fetta "vendita
    software"..pufff..la fa sparire come per
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...

      Poi dici che
      chi sviluppa, gratuitamente o no non è
      importante, sotto GPL non ha il diritto di
      impedirne l'uso alle società che vorrebbero
      fare soldi con il lavoro di chi non pagano.No, non è il mio punto! Io non voglio impedirti di usare la GPL! Voglio farti capire che è maligna nella sua essenza filosofica (ed è il motivo per cui è nata).E vorrei invitare la gente a rfilettere su quella che non è una semplice licenza, ma un grimaldello per un certo tipo di impostazione del mondo dell'infomratica, non tanto e solo dal punto di vista dello sviluppo del codice, ma dal punto di vista delle su conseguenze economiche!E trovo assurdo che uno stato, tornando all'articolo, debba assumere per standard una filosofia contraria a sè stessa!Questo dice l'articolo! Questo dicono tutti quelli che col software closed (e hardware) ci fanno soldi e generano ricchezza.
      Mamma mia come funziona bene
      l'indottrinamento filosofico.Guarda, a dire la verità sono l'ultimissimo dei fan del capitalismo (ma per nulla della sponda avversa!!). La cosa che socncerta è che molti usano la GPL senza rendersi bene conto di quello che stanno facendo, nel lungo periodo!Poi se volete rivoluzionare il mondo fate pure. Ma non mi pare abbiate molti programmi, visto che delegate sempre agli altri col famoso "nuovo modello di business", sempre da trovare!
      Io cerco di
      misurare in denaro anche quei beni
      intangibili come il piacere di una
      passeggiata in un bosco con la morosa o il
      silenzio, ma tu trasmetti l'impressione di
      credere che solo il denaro sia importante.Sono lontanisimo dal modello Yuppie!! :DDDSono molto più sull'artistoide, personalmente!! :DD
      Scusa ma il credito commerciale, il sistema
      della borsa, il venture capital a cosa
      servono?Mah, gli ultimi nel settore infomratico, direi a farsi fregare i soldi come polli! ^_^
      Se lo fa la M$ con il codice di FreeBSD, è
      libertà d'impresa?Se il BSD glielo consente sì! (Ammetto di non averne mai letto la licenza, ma so che cosnente usi commerciali)
      Credo
      ti stupirebbe la mia posizione (che del
      resto ho copiato bellamente da RMS).Per me è un delirio...ognuno ha i suoi gusti! :P
      QUesta è una tua valutazione. Neppure nelle
      mie più recondite paure ho mai pensato che
      l'oligopolio sia la migliore struttura di
      mercato.Beh, è l'unica che consente di avere soldi da investire in R&S!Piuttosto che tirare a campare o avere il monopolista che fa quelc he vuole, mi pare che non ci sia molta scelta! :=)
      Le vere innovazioni sono spesso
      estemporanee, supportate sì dagli
      investimenti, ma più dal genio, che è molto
      mal visto nelle strutture aziendali.Beh, questo è un discorso lungo, su cui sarei anceh d'accordo, probabilmente, a giudicare dalle premesse....
      Lavorano, guadagnano, si sono dovuti
      associare per non essere ammazzati dallo
      strapotere di altri.
      Non fanno che bene al mercato.Secondo me sì, perchè rilasciandolo in GPL potrebbero non venderne più una copia di quello che hano fatto! O un altro potrebbe spuntare dal nulla a fargli concorrenza, col LORO stesso lavoro!! E' persino peggio del Billy che ruba al BSD!!
      Non sono d'accordo. La vendita software
      prende altre forme. Non si paga per una cosa
      che già esiste, ma per un servizio che si
      da'.Allora, o vendi software o non lo vendi! Se vendi servizi non è sofwtare, ma servizi! Delle due l'una! :)
      GPL non è aggratis. Può esserlo. Ma non è
      affare tuo decidere. L'autore decide cosa
      fare del suo lavoro. Il diritto a regalare
      esiste, o vogliamo vietare anche questo?Se metti in GPL perdi ogni diritto, a parte il fatto che nel soft ci sia il tuo nome! Questo è l'unico diritto che STallman concepsice nei suoi limiti mentali!Tutto il resto è donato alla causa!Se pensi il contrario forse non l'hai letta bene!
  • Anonimo scrive:
    La vera fine delal GPL...
    ...è una bella introduzione di economia politica obbligatoria per tutte le scuole superiori!Qua è palese che il GPL-aro medio non ne sa assolutamente un tubo!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    Non ho mai detto che con Linux non si può
    guadagnare! Leggi quello che scrivo, invece
    di mettermi le parole in bocca!
    Ho detto che è un'impauperimento, che si
    guadagna MENO, che CALA il giro di soldi,
    che se prima vendi A (soft)+B(assistenza) e
    poi vendi solo B, mi pare evidente che
    prendi di meno!!!vediamola cosi' ora: vendi A (soft)+B1(assistenza) con GPL: vendi solo B2, con B2

    A+B1
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

      ora: vendi A (soft)+B1(assistenza)

      con GPL: vendi solo B2, con B2

      A+B1BALLE! Chiedi alla Microsoft o a Oracle quanto ti fanno pagare per l'assistenza, anche solo telefonica! O per i manuali per diventare MCSE o MCP!Qui il caso è:closed -
      A1+B1=C1GPL-
      B2 con B2


      B2
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
        - Scritto da: Ekleptical

        ora: vendi A (soft)+B1(assistenza)



        con GPL: vendi solo B2, con B2

        A+B1

        BALLE! Chiedi alla Microsoft o a Oracle
        quanto ti fanno pagare per l'assistenza,
        anche solo telefonica! O per i manuali per
        diventare MCSE o MCP!

        Qui il caso è:
        closed -
        A1+B1=C1
        GPL-
        B2 con B2 chiedi ad Oracle quanto costa un suo db!)

        Risultato finale C1



        B2Hai idea di quanto chiedono SAP e Oracle (e Bull e Origin...) per personalizzarti un'applicazione o un database? Anche questo rientra nell'assistenza, non certo solo l'help desk telefonico!!!Appurato questo, la mia ipotesi (estrema, d'accordo) e' che il costo di A1 non venga piu' fatto pagare da nessuna azienda.Ipotizzando che tutte le azienda passino, volenti o nolenti, alla GPL, non potrebbe che essere B2
        A+B1 (levo il "molto maggiore" che e' opinabile)Irrealistica la premessa, dici? Beh, ma e' proprio di questo che si sta discutendo. IF.. THEN: se la GPL diventasse universale, tutte le aziende camperebbero sull'assistenza/sviluppo/personalizzazione, e se le farebbero pagare molto bene ;)
  • Anonimo scrive:
    Closed = Elefante Colabrodo
    Evidentemente, se la stanno facendo sotto. Ormai la battaglia per i server web e` vinta da Apache. Tutti i server OpenSource sono migliori dal punto di vista della sicurezza di quelli Microsoft. Vogliono una scelta sui meriti. Si vadano a guardare le statistiche sulla velocita` di rilascio delle fix quando viene scoperta una falla sulla sicurezza (*). I meriti tecnici in questo campo sono dalla parte dei server OpenSource. E` inutile sbraitare. L'OpenSource ce l'ha piu`lungo.A lorsignori conviene osannare BSD perche` non intacca la loro politica di produzione del software. Non c'e` niente di male nella licenza BSD come non c'e` niente di male nella GPL. Se non vi piace la GPL _NON USATELA_. Non e` poi cosi` complicato. Per favore non impedite a chi vuole usare la GPL di poterla usare.(*) Prima di scrivere che non e` vero, informatevi please.
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

    "Beh, come saprai, si ritiene che la
    migliore struttura di mercato sia
    l'oligopolio, non la concorrenza,Ahhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!! Ekleptical, ma dove cavolo hai studiato economia politica e economia industriale??????????Davvero dimmelo ... A me (e al resto del mondo) risulta diversamente. Mi risulta anche che i cartelli (Che nient'altro sono che forme di Oligopolio Cooperativo [Teoria del prigioniero e tutte quelle cose ... ci hanno fatto anche un film]) siano combattute dall'Antitrust. Che poi abbiano assolto Microsoft non vuol dire che una teoria economica venga stravolta.Pure le teorie economiche stravolgono adesso ...Bah!...
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
      - Scritto da: Cla

      "Beh, come saprai, si ritiene che la

      migliore struttura di mercato sia

      l'oligopolio, non la concorrenza,

      Ahhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!! Ekleptical, ma
      dove cavolo hai studiato economia politica e
      economia industriale??????????Ma dove l'hai studiata TU l'economia!! Ma l'hai studiata??Ti hanno mai spiegato che la concorrenza porta al profitto ZERO? Prendi le formuline e i grafichetti e ci arrivi anche da te!O è meglio il monopolio?Gente! ANDATE A STUDIARE ECONOMIA!!! C'è poco altro da dire!!!PAg.127 di "Produzione e Mercato", ed. Molino, uno dei testi più usati in assoluto al primo anno di Economia/Ing.Gestionale o roba economica in generale:"Nella moderna realtà economica l'oligopolio dunque non appare come un caso teorica particolare, ma come la forma di mercato più frequente, se pure variametne configurata"Devo aggiungere altro?Se vuoi c'è la variazione sul tema chiamata Concorrenza Monopoistica, uguale poche ditte che fanno prodotti diversificati per non entrare in diretto e brutale contrasto gli uni con gli altri.Ma sempre pochi sono!La concentrazione (senza esagerare al monopolio) è l'essenza dell'economia attuale!Gente, STUDIATE STUDIATE STUDIATE!!!State facendo una magra figura!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        Ma dove l'hai studiata TU l'economia!! Ma
        l'hai studiata??
        Ti hanno mai spiegato che la concorrenza
        porta al profitto ZERO?Di che concorrenza parli?Concorrenza perfetta? Se intendi quella sei in errore in quanto non porta a "Profitto Zero" ma ad un profitto minimo che consente di rimanere sul mercato. A profitto zero o minore a zero l'azienda esce dal mercato, il resto delle aziende sui prendono il margine di profitto e si stabilizzano di poco sopra, è una condizione di equilibrio non di profitto zero. Quante aziende vendono commodities in concorrenza (qualsi) perfetta e sono sul mercato? Tante.
        Devo aggiungere altro?
        Se vuoi c'è la variazione sul tema chiamata
        Concorrenza Monopoistica, uguale poche ditte
        che fanno prodotti diversificati per non
        entrare in diretto e brutale contrasto gli
        uni con gli altri.
        Ma sempre pochi sono!

        La concentrazione (senza esagerare al
        monopolio) è l'essenza dell'economia
        attuale!Di che concentrazione parli? E su che mercato? Mi sembra di sentire parlare un libro. Secondo te esisterà mai concentrazione in un mercato di servizi? E' praticamente impossibile.E poi non hanno mai trovato un indice decente per misurare la concentrazione (Gini, Eifendhal ecc sono solo degli abbozzi) e tu vieni qui a farmi la lezione? Già ti vedo dopo aver letto il mio post a rispolverare un libro dicendo "speriamo di non aver detto una cazzata" e cercare qualche pagina che sostenesse la tua teoria.
        Gente, STUDIATE STUDIATE STUDIATE!!!
        State facendo una magra figura!!!Guarda che qui la magra figura la fai tu. Vatti a leggere un po' quante aziende di consulenza di Software ci sono, Quante assicurazioni, Quante banche e dimmi se c'é Oligopolio. Anche se poi in italia le assicurazioni, grazie alle associazioni di categoria riescono a far cartello lo stesso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Botte piena e moglie ubriaca ...
    - Scritto da: Ekleptical
    Se non ti sta bene c'è sempre il
    (non)modello sovietico! (Che casualmente non
    ha prodotto un tubo di nulla in termini di
    invenzioni e innovazione!)Una volta avevo, letto su Focus, che i Mig erano costruiti con una speciale lega di acciaio. Tale lega era leggermente più pesante del materiale usato dagli Usa per i costruire i loro caccia. Oltre a questo, la lega in acciaio costruita dai russi era molto + economica di quella costruita dagli Usa.Da questo esempio, chi è che ha costruito qualcosa di innovativo ?

    Anche perchè la ricerca è finanziata dal
    pubblico e il pubblico da dove dervia, se
    non dai soldi prodotti dal lavoro della
    gente che si fa pagare per quel che fa (e
    idem le ditte per cui lavorano). E' un
    circolo virtuoso che si autoalimento! E il
    pubblico non è n entità astratta!Come dimostrato (anche ) dalle case farmaceutiche, che spendono soldi in ricerca
    L'unico VERO e solo modello di business che
    esiste da sempre è quello di "faccio un
    lavoro e mi pagano". Altro non è mai
    esistito! Come fanno gli amministratori di sistema che scelgono *nix.
    Al massimo quelli di Linux sono risuciti a
    inventare il nuovo modello "non fo una lira
    di mia,
  • Anonimo scrive:
    Re: La conclusione e'
    Che Io ho ragione...E i fatti mi cosano !Fatti non pugnette !
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi del 3o mondo
    - Scritto da: Ekleptical
    Vaccata atroce!
    Il modello della conoscenza diffusa,
    gratuita e senza copyright è GIA' stato
    sperimentato! Si chiamava URSS e similari!
    Non hanno inventato un tubo di nulla!A parte tutto il resto, che comunque non condivido, qua dimostri dell'ignoranza, e te lo avevano anche fatto notare in un altro thread. In URSS, se non lo sai, sono esistiti degli scienziati, oltre che dei tecnici, che hanno portato innovazione e progresso. In matematica ad esempio, ci sono state persone del calibro di Kolmogorov, e nomi importanti li puoi trovare anche in altre scienze. Per la tecnica la prima cosa che mi viene in mente sono i vettori spaziali, le sonde, etc.
    (Vedi Mr.Beghelli che c'ha fatto dal nulla
    una ditta bella grande con idee semplici e
    innovative.. VENDENDLOE ovviamente!)Lasciamo stare il signor Beghello che vende prodotti inutili. Un esempio è il telesalvalavista o come si chiama beghello. Ha chiesto a delle università italiane di testare la sua efficacia, queste hanno scoperto che non serviva a NIENTE, lui ha continuato a vendere il prodotto scrivendo "Da studi risulta che il nostro prodotto riduce l'affaticamento degli occhi"
    Ripeto: corso di economia OBBLIGATORIO per
    legge a tutti i GPLari!! Questa è l'unica
    vera proposta seria che devono fare gli USA!
    :))Per certe persone invece un corso di storia delle scienze non farebbe male...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    - Scritto da: Ekleptical


    - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere

    http://www.abctella.it/article.php?sid=294

    Fonte autorevolissima, già dal nome
    dell'URL!!!che c'entra? riporta solo il contenuto di un intervista, l'essere di parte in questo caso e' irrilevante

    Per esempio nel campo del software solo il

    10 per cento della forza lavoro

    1) Stima sparata così da un sito
    militante=attendibilità ZERO!
    Dammi una fonte più autorevole e imparziale
    e ci crederò!se ci pendi bene e' ovio che sia cosi' quanti sono i software di largo consumo? e quanti sono quelli commissionati per un ben preciso scopo? ovvio che i secondi sono molti piu' dei primi
    2) Non si tiene conto di tutto l'immenso
    indotto del closed, dall'MCP al supermercato
    che ti vende il computer. (E che di certo
    non ti fa assistenza!)e allora? questo non ha nulla a che vedere con la precedente affermazione
    Tutto il resto è fuffa propagandistica!sai a dirti la verita' un po mi fai pena, ma d'altronde non tutti nascono con le stesse capacita' intellettive e quindi non tutti possono afferrare la realta' delle cose, mi dispiace.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...

      che c'entra? riporta solo il contenuto di un
      intervista, l'essere di parte in questo caso
      e' irrilevanteMa come è irrilevante? E' un'intervista a Richard Stallman, mica ad Alan Greenspan!!!Ti basi sui dati e le affermazioni di Berlusconi per giudicare l'operato del suo partito? (sostituite Berlsuconi con chi vi pare! ^_^)Ma ti pare un discorso sensato?Non è un'intervista! E' propaganda!! RSM non fa altro da mane a sera!
      se ci pendi bene e' ovio che sia cosi'
      quanti sono i software di largo consumo? e
      quanti sono quelli commissionati per un ben
      preciso scopo? ovvio che i secondi sono
      molti piu' dei primiDietro i primi c'è MOLTO più lavoro dei secondi!Ripeto, l'organico della Msoft USA un paio d'anni fa era su cifre a 4 zeri!!Non dico che le piccole ditte di soft non abbiano il loro peso, per carità!Ma non è che siano così strabordanti, anzi!!(E stiamo contando solo ma MSoft! Dovremmo contare tutto il closed software, che va dalla Adobe, Aplle, alle di ditte di videogiochi, ecc...ecc...)
      sai a dirti la verita' un po mi fai pena, ma
      d'altronde non tutti nascono con le stesse
      capacita' intellettive e quindi non tutti
      possono afferrare la realta' delle cose, mi
      dispiace.Guarda, te hai già fimostrato di essere un saccente che in realtà se la tira senza spaere poi molto! (Se vai a ripescare al forum ti avevo pure risposto sul cluster a migrazione di processi, che se avessi letto i link, era proprio quello di cui parlavano gli articoli che ti avevo suggerito!)Ovvio che è inuitle parlare con gente simile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo del futuro...
        - Scritto da: Ekleptical
        Ma come è irrilevante? E' un'intervista a
        Richard Stallman, mica ad Alan Greenspan!!!
        Ti basi sui dati e le affermazioni di
        Berlusconi per giudicare l'operato del suo
        partito? (sostituite Berlsuconi con chi vi
        pare! ^_^)certto certo ma intanto non rispondi a tono ai contenuti del intervista, ma ti limiti solo a bollarla come irrilevante perche' di parte.
        Ma ti pare un discorso sensato?si
        Non è un'intervista! E' propaganda!! RSM non
        fa altro da mane a sera!potrei dire lo stesso di te

        se ci pendi bene e' ovio che sia cosi'

        quanti sono i software di largo consumo? e

        quanti sono quelli commissionati per un
        ben

        preciso scopo? ovvio che i secondi sono

        molti piu' dei primi

        Dietro i primi c'è MOLTO più lavoro dei
        secondi!NO c'e' molto piu' lavoro se paragoni i singoli software, ma se fai il conto delle persone totali e delle ore totali non c'e' paragone
        Ripeto, l'organico della Msoft USA un paio
        d'anni fa era su cifre a 4 zeri!!embe'?
        Non dico che le piccole ditte di soft non
        abbiano il loro peso, per carità!hanno sicuramente piu' peso delle grandi ditte
        Ma non è che siano così strabordanti, anzi!!
        (E stiamo contando solo ma MSoft! Dovremmo
        contare tutto il closed software, che va
        dalla Adobe, Aplle, alle di ditte di
        videogiochi, ecc...ecc...)certo certo intanto ci sono moooolti piu' coder che fanno software su commissione che coder che ne fanno di largo consumo.

        sai a dirti la verita' un po mi fai pena,
        ma

        d'altronde non tutti nascono con le stesse

        capacita' intellettive e quindi non tutti

        possono afferrare la realta' delle cose,
        mi

        dispiace.

        Guarda, te hai già fimostrato di essere un
        saccente che in realtà se la tira senza
        spaere poi molto! (Se vai a ripescare al
        forum ti avevo pure risposto sul cluster a
        migrazione di processi, che se avessi letto
        i link, era proprio quello di cui parlavano
        gli articoli che ti avevo suggerito!)NO idiota tu parlavi di cluster ad alta affidabilita'/disponibilita' (come LVS ad esempio) i cluster a migrazione di processi (come OpenMosix) sono tutt'altro, cazzo ma studia o non sparare cazzate.
        Ovvio che è inuitle parlare con gente simile.concordo :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mondo del futuro...

          certto certo ma intanto non rispondi a tono
          ai contenuti del intervista, ma ti limiti
          solo a bollarla come irrilevante perche' di
          parte.Mi pare di aver già risposto abbondantemetne in altra sede! :)

          Non è un'intervista! E' propaganda!! RSM
          non

          fa altro da mane a sera!

          potrei dire lo stesso di teLa differenza è che io non lavoro per Microsoft e tantomeno l'ho fondata e francamente di tutti i soldi di Billy non saprei proprio che farmene.La differenza è che io ti sto scrivendo da dietro un comp collegato ad Internet grazie ad un firewall Linux, configurato a mano da me con Samba, DHCP, DNS e tutti i crismi del caso...Io l'obbiettività cerco di mantenerla!Voi siete per la GPL tout-court, inappellabilmente e senza nessuna possibilità di riflessione!
          hanno sicuramente piu' peso delle grandi
          ditteQua stiamo confondendo! Il problema non è piccolo-grande! Ma closed-open!E' pieno di piccole ditte che fanno software a pagamento assolutamente closed! Anzi! Praticamente tutte fanno così!! I software su commissione li PAGHI e i sorgenti NON LI VEDI, nel 99% dei casi!!!Mettile insieme a tutte le grandi e poi riconfronta! Non mi verrai a dire che il solo Linux (l'unico GPL) ha più mercato di tutto il resto messo assieme?Ma ti rendi conto?????
          NO idiota tu parlavi di cluster ad alta
          affidabilita'/disponibilita' (come LVS ad
          esempio) i cluster a migrazione di processi
          (come OpenMosix) sono tutt'altro, cazzo ma
          studia o non sparare cazzate.Guarda che se leggevi TUTTI E DUE i link il 2o parlava proprio di Cluster a process migration, genio!!!Se leggevi, invece di fare il presuntuoso inutile!
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...
            - Scritto da: Ekleptical
            Mi pare di aver già risposto abbondantemetne
            in altra sede! :)non lo hai fatto, ne abbondantemente ne superficialmente



            Non è un'intervista! E' propaganda!!
            RSM

            non


            fa altro da mane a sera!



            potrei dire lo stesso di te
            La differenza è che io non lavoro per
            Microsoft e tantomeno l'ho fondata e
            francamente di tutti i soldi di Billy non
            saprei proprio che farmene.ti faccio presente che RMS non piglia piu' soldi se tu o io usiamo prodotti GPL
            La differenza è che io ti sto scrivendo da
            dietro un comp collegato ad Internet grazie
            ad un firewall Linux, configurato a mano da
            me con Samba, DHCP, DNS e tutti i crismi del
            caso...be'? e allora? con questo vuoi dirmi che non sei di parte? anche la M$ usa codice BSD (oltre ad usare freebds sui suoi dns) ma poi sputa sopra gli *nix dicendo che son dinosauri e windows e' meglio
            Io l'obbiettività cerco di mantenerla!
            Voi siete per la GPL tout-court,
            inappellabilmente e senza nessuna
            possibilità di riflessione!strano potrei dire la stessa cosa di te

            hanno sicuramente piu' peso delle grandi

            ditte

            Qua stiamo confondendo! Il problema non è
            piccolo-grande! Ma closed-open!
            E' pieno di piccole ditte che fanno software
            a pagamento assolutamente closed! Anzi!
            Praticamente tutte fanno così!! I software
            su commissione li PAGHI e i sorgenti NON LI
            VEDI, nel 99% dei casi!!!appunto vedi che sono piu' le ditte che producono software su commissione? il che vuol dire che si puo' benissimo usare codice GPL per fare questo tipo di lavori
            Mettile insieme a tutte le grandi e poi
            riconfronta! Non mi verrai a dire che il
            solo Linux (l'unico GPL) ha più mercato di
            tutto il resto messo assieme?
            Ma ti rendi conto?????ma chi l'ha detto? ma hai letto quello che ho scritto?

            NO idiota tu parlavi di cluster ad alta

            affidabilita'/disponibilita' (come LVS ad

            esempio) i cluster a migrazione di
            processi

            (come OpenMosix) sono tutt'altro, cazzo ma

            studia o non sparare cazzate.

            Guarda che se leggevi TUTTI E DUE i link il
            2o parlava proprio di Cluster a process
            migration, genio!!!
            Se leggevi, invece di fare il presuntuoso
            inutile!si buonanotte ridammi il link del tuo post (del TUO POST non degli articoli) e poi vediamo di sbugiardarti
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...

            ti faccio presente che RMS non piglia piu'
            soldi se tu o io usiamo prodotti GPLMALE, se parliamo non di GPL in genere, ma di GCC ed Emacs, ma non c'è verso di fartelo capire.. ^_^
            appunto vedi che sono piu' le ditte che
            producono software su commissione? il che vuol
            dire che si puo' benissimo usare codice GPL per
            fare questo tipo di lavoriMa perchè cavolo devono usare la GPL???NON la usano attualmente!!!Il mondo del software campa sul closed, non sulle GPL!!!!Un mio amico negoziante ha una soluzione di nota grande azienda, che non è nemmeno in esecuzione sul suo computer, funziona tutto via Web, con applicazione basata su ASP e Windows 2000 Server!!Lì manco gli danno il programma, altro che il codice!!Ed è una soluzione diffusissima, per i negozi di infomratica!!
            si buonanotte ridammi il link del tuo post
            (del TUO POST non degli articoli) e poi
            vediamo di sbugiardartiORa non ne ho il tempo, dopo lo recupero!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...
            - Scritto da: Ekleptical

            ti faccio presente che RMS non piglia piu'

            soldi se tu o io usiamo prodotti GPL

            MALE, se parliamo non di GPL in genere, ma
            di GCC ed Emacs, ma non c'è verso di fartelo
            capire.. ^_^ma li segui i discorsi cui partecipi?? si parlava di GPL e di essere di parte o meno

            appunto vedi che sono piu' le ditte che

            producono software su commissione? il che
            vuol

            dire che si puo' benissimo usare codice GPL
            per

            fare questo tipo di lavori

            Ma perchè cavolo devono usare la GPL???
            NON la usano attualmente!!!molti la usano, usare la GPL in questi casi e' utilissimo per diversi motivi:1) la ditta che ti commissiona il software ti paga lo stesso quale che sia la licenza con cui lo rilasci2) se la metti sotto GPL hai il vantaggio di avere correzzioni, bugfix, aggiunta di feature da parte della comunita' del free software (che se non lo sai non e' costituita da 4 gatti ma da tantissimi coder), in questo modo la societa' per cui sviluppi il software e' piu' contenta e tu non ti devi sbattere per fare da te l'auditing del codice e tutto il resto ma ti limit a fornire assistenza alla ditta in questione.
            Il mondo del software campa sul closed, non
            sulle GPL!!!!campa su entrambi, attualmente piu' sul closed per motivi strettamente legati al monopolio e all'abuso di esso
            Un mio amico negoziante ha una soluzione di
            nota grande azienda, che non è nemmeno in
            esecuzione sul suo computer, funziona tutto
            via Web, con applicazione basata su ASP e
            Windows 2000 Server!!embe'? si puo' fare lo stesso con un database postresql o mysql remoto e delle pagine php che accedono ad esso
            Lì manco gli danno il programma, altro che
            il codice!!e allora?
            Ed è una soluzione diffusissima, per i
            negozi di infomratica!!non vuol dire nulla, in un mercato dominato da un monopolio non sempre la soluzione piu' diffusa e' la migliore

            si buonanotte ridammi il link del tuo post

            (del TUO POST non degli articoli) e poi

            vediamo di sbugiardarti
            ORa non ne ho il tempo, dopo lo recupero!!aspetto :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...

            molti la usano, usare la GPL in questi casi
            e' utilissimo per diversi motivi:POCHI la usano, non molti!!!Apri le pagine Gialle Aziende, cerca sviluppo software e chiamale una per una. Chiedi quali di loro sviluppano in GPL! Fai questa prova, ti prego!Torna sul pianeta Terra!!
            2) se la metti sotto GPL hai il vantaggio di
            avere correzzioni, bugfix, aggiunta di
            feature da parte della comunita' del free
            software (che se non lo sai non e'
            costituita da 4 gatti ma da tantissimi
            coder)Io uso regolarmente Linux da almeno 4-5 anni, ciccio (e il computer da 20!)!!! Vuoi un bel CD con una distro col kernel 1.0?? Ho pure quella, comprata all'epoca!Abbassa la cresta e non parlare come se io fossi un ingorante zappatore!Piantala!!!
            campa su entrambi, attualmente piu' sul
            closed per motivi strettamente legati al
            monopolio e all'abuso di essoMa quale cavolo di monopoliooooo?????Il soft custom per le aziende è fatto da una miriade di piccole aziende specializzate, cazzarola! Non dalla Microsoft!Non c'è NULLA di più lontano dal monopolio! Ed è tutto closed!!!

            Lì manco gli danno il programma, altro che

            il codice!!

            e allora?va beh.....non ho parole! Tu la meni con la GPL che domina il mondo e la gente è contenta di non avere neppure il software, figurarsi i sorgenti!!! Non frega una mazza a nessuno dei sorgenti, a parte voi GPLari!!!
            non vuol dire nulla, in un mercato dominato
            da un monopolio non sempre la soluzione piu'
            diffusa e' la miglioreMa monopolio 'sti beep!!!I gestionali mica li fa la Microsoft! Non è software Microsoft!!!Bah....

            ORa non ne ho il tempo, dopo lo recupero!!

            aspetto :-)Non te lo sai cercare da te? Non sei un espertone del web?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...
            - Scritto da: Ekleptical

            molti la usano, usare la GPL in questi
            casi

            e' utilissimo per diversi motivi:

            POCHI la usano, non molti!!!
            Apri le pagine Gialle Aziende, cerca
            sviluppo software e chiamale una per una.
            Chiedi quali di loro sviluppano in GPL! Fai
            questa prova, ti prego!
            Torna sul pianeta Terra!!le pagine gialle si limitano alla sola citta' di residenza, in generale la GPL la usano molti, poi sem mi dici che in proporzione a chi usa licenze chiuse son pochi dato che siamo in una situazione di monopolio e abuso del medesimo allora hai ragione son pochi

            2) se la metti sotto GPL hai il vantaggio
            di

            avere correzzioni, bugfix, aggiunta di

            feature da parte della comunita' del free

            software (che se non lo sai non e'

            costituita da 4 gatti ma da tantissimi

            coder)

            Io uso regolarmente Linux da almeno 4-5
            anni, ciccio (e il computer da 20!)!!! Vuoi
            un bel CD con una distro col kernel 1.0?? Ho
            pure quella, comprata all'epoca!
            Abbassa la cresta e non parlare come se io
            fossi un ingorante zappatore!
            Piantala!!!?? ma che hai la coda di paglia? chissenefrega da quanto tempo usi GNU/Linux nel tuo discorso non tenevi presente questo aspetto e io l'ho riportato; i latini dicevano "escusatio non petita, accusatio manifesta", fosse il tuo caso :-)

            campa su entrambi, attualmente piu' sul

            closed per motivi strettamente legati al

            monopolio e all'abuso di esso

            Ma quale cavolo di monopoliooooo?????uhm ma dove vivi? c'e' stata pure una sentenza e una condanna in merito.
            Il soft custom per le aziende è fatto da una
            miriade di piccole aziende specializzate,
            cazzarola! Non dalla Microsoft!
            Non c'è NULLA di più lontano dal monopolio!
            Ed è tutto closed!!!ma tu vedi tutto a compartimenti stagni?? lo sai vero che se il 95% del mercato prodotti chiusi allora il managerino del azienda X scegliera' di usare un prodotto chiuso non capendone bene vantaggi e svantaggi?


            Lì manco gli danno il programma, altro
            che


            il codice!!



            e allora?

            va beh.....non ho parole! Tu la meni con la
            GPL che domina il mondo e la gente èmai detto
            contenta di non avere neppure il software,
            figurarsi i sorgenti!!! Non frega una mazza
            a nessuno dei sorgenti, a parte voi
            GPLari!!!non frega perche' non essendo addentro al problema non ne capiscono i vantaggi

            non vuol dire nulla, in un mercato
            dominato

            da un monopolio non sempre la soluzione
            piu'

            diffusa e' la migliore

            Ma monopolio 'sti beep!!!
            I gestionali mica li fa la Microsoft! Non è
            software Microsoft!!!
            Bah....leggi sopra


            ORa non ne ho il tempo, dopo lo
            recupero!!



            aspetto :-)

            Non te lo sai cercare da te? Non sei un
            espertone del web?no mi sta' sulle palle il web, ha contribuito a rovinare la rete (anche se di per se' sarebbe un servizio utile, ma purtroppo in mano ad utonti e markettari ha generato una montagna di immondizia) che c'e' fai marcia indietro? posta sto link e vediamo le cazzate che hai detto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo del futuro...

            le pagine gialle si limitano alla sola
            citta' di residenzaPrendi tutte le pagine Gialle di tutte le città e rifai il giro!Ho detto la tua città senza sapere quale sia! una vale l'altra, il risultato non cambierà!

            Ma quale cavolo di monopoliooooo?????

            uhm ma dove vivi? c'e' stata pure una
            sentenza e una condanna in merito.Che ha condannato tutti i piccoli produttori di software d'Italia?Guarda che non sto parlano di Microsoft!!! SEi totalemtne fuori tema!!
            non frega perche' non essendo addentro al
            problema non ne capiscono i vantaggiForse non gliene frega proprio niente per la loro atività! Ti sfugge questa possiblità?
            no mi sta' sulle palle il webBASTA! Io non ho altro da aggiungere qua!!Francamente mi hai rotto le pa**e!Sei ignornate, supponente, ti credi il più figo del mondo non sapendo un ca**o di nulla e mi hai francamente rooto i co**ioni!Fatti una cultura e vai a lavorare, bamboccio!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche Cisco?
    - Scritto da: Ciscu?
    Non capisco bene che c'entri Cisco con
    questa battaglia per il closed source (che
    peraltro condivido). Non dovrebbe
    fregargliene nulla....Infatti, non capisco nemmeno io che cazzo c' entri Cisco in questa storia del wc-closed.Forse ci sarà implicato qualche suo dipendente italiano mazzettato.
  • Anonimo scrive:
    Re: bimbi belli
    - Scritto da: munehiro


    - Scritto da: massimiliano grimandi

    guardate che il mondo del software non
    sarà

    mai nelle mani dell'open source



    l'open source diventerà ancora più

    importante di quanto già non sia
    (nonostante

    tutto) ma pensare che il software "non

    libero" scomparirà è una pura illusione

    software libero debba per forza essere
    castrato. Tu vuoi usare solo software
    closed? vabe'... peggio per te. Non "peggio per te". "Libero di farlo".
    closed o open che sia. Pensi che se linux
    fosse stato closed oggi esisterebbe ancora,
    data la politica delle case sviluppatrici di
    software? guarda beos.Guarda macosx. Il kernel e' open, ma qui non c'entra una mazza.

    cesso... penso si possano definire standard
    (di conseguenza _aperti_, perche' checche'XML. Fa schifo, ma e' uno standard.Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
    Un post meraviglioso!Sono senza parole! :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: La conclusione...

    La conclusione è una sola: hanno paura!ti invidioperche' hai la verita'io invece ho molti dubbispecie quando vedo un documento peruviano sull'open source (e contro il software commerciale) venire spacciato come prova di forza del software free e open, mentre un documento che dice l'esatto contrario (ovviamente proveniente dall'altra sponda) e' segno di debolezza della controparte.E' quantomeno sintomo di incoerenza questo modo di ragionare.Non vi pare?
    • Anonimo scrive:
      Re: La conclusione...
      - Scritto da: maks

      La conclusione è una sola: hanno paura!
      ti invidio
      perche' hai la verita'
      io invece ho molti dubbi
      specie quando vedo un documento peruviano
      sull'open source (e contro il software
      commerciale) venire spacciato come prova di
      forza del software free e open, mentre un
      documento che dice l'esatto contrario
      (ovviamente proveniente dall'altra sponda)
      e' segno di debolezza della controparte.
      E' quantomeno sintomo di incoerenza questo
      modo di ragionare.No: perche' qui si stanno confrontando pere con patate, ovvero due filosofie totalmente diverse (neanche opposte proprio distanti).Quindi e' da considerare che se per una delle due parti una cosa puo' essere sintomo di forza, per l'altra quella stessa cosa e' sintomo di debolezza.
      • Anonimo scrive:
        Re: La conclusione...

        No: perche' qui si stanno confrontando pere
        con patate, ovvero due filosofie totalmente
        diverse (neanche opposte proprio distanti).

        Quindi e' da considerare che se per una
        delle due parti una cosa puo' essere sintomo
        di forza, per l'altra quella stessa cosa e'
        sintomo di debolezza.quindi se MS dice "a noi la GPL non sta bene perche' (in soldoni) no possiamo commprarci quel codice" e' debole...se invece uno qualsiasi dice "a me il closed fa schifo perche' non posso modificarlo come voglio" e' forte...vi rendete conto che sono entrambe pretese assurde?ci sono due parti che pretendono ognuna di dire all'altra cosa dovrebbe fare, e cosa e' giusto e cosa non lo e'..vuoi codice da comprare?evita GPLvuoi modificarti il software?evita il cosed..e si vive tutti in pace..a me sembrano discorsi da deficenti e questi documenti carta straccia (per non dire da culo)...beati voi che avete tanta voglia di leggere degli spot commerciali e avete anche la forza di riconoscervici...ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: La conclusione...
          - Scritto da: maks

          No: perche' qui si stanno confrontando

          pere con patate, ovvero due filosofie

          totalmente diverse (neanche opposte proprio

          distanti).

          Quindi e' da considerare che se per una

          delle due parti una cosa puo' essere

          sintomo di forza, per l'altra quella stessa

          cosa e' sintomo di debolezza.Hai ragione, mi sono espresso male, avrei dovuto dire:E' da considerare che se per una delle due parti una cosa puo' essere considerata sintomo di forza, per l'altra quella stessa cosa POTREBBE RAPPRESENTARE un sintomo di debolezza.
          quindi se MS dice "a noi la GPL non sta bene
          perche' (in soldoni) no possiamo commprarci
          quel codice" e' debole...
          se invece uno qualsiasi dice "a me il closed
          fa schifo perche' non posso modificarlo come
          voglio" e' forte...
          vi rendete conto che sono entrambe pretese
          assurde?Si, certo, infatti non era quello che intendevo dire....
          ci sono due parti che pretendono ognuna di
          dire all'altra cosa dovrebbe fare, e cosa e'
          giusto e cosa non lo e'..Mha, mi sembra che quella che pretende di dire cosa fare e' M$, la GPL vuole solo essere lasciata in pace.
          vuoi codice da comprare?
          evita GPL
          vuoi modificarti il software?
          evita il cosed..Su questo siamo tutti daccordo.
          e si vive tutti in pace..
    • Anonimo scrive:
      Re: La conclusione...
      - Scritto da: maks

      La conclusione è una sola: hanno paura!

      ti invidio
      perche' hai la verita'
      io invece ho molti dubbi
      specie quando vedo un documento peruviano
      sull'open source (e contro il software
      commerciale) venire spacciato come prova di
      forza del software free e open, mentre un
      documento che dice l'esatto contrario
      (ovviamente proveniente dall'altra sponda)
      e' segno di debolezza della controparte.
      E' quantomeno sintomo di incoerenza questo
      modo di ragionare.
      Non vi pare?No. Anche perchè il documento peruviano che citi non proveniva dall'altra sponda ma dal cliente...
      • Anonimo scrive:
        Re: La conclusione...

        No. Anche perchè il documento peruviano che
        citi non proveniva dall'altra sponda ma dal
        cliente...e che cosa cambia?il cliente nel suo particolare interesse ritiene che l'open per lui sia megliobenissimo!da qui ad astrarne una regola generica per cui l'open e' *sempre* meglio per *tutti* ce ne passa..come dire che siccome MS dice che la GPL non va bene perche' lei non puo' comprarsi quel codice, equivale a dire che tutto il codice GPL e' inutile, che francamente mi sembra una cazzata...ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Licenza di piratare
    - Scritto da: maks

    Quale responsabilità si prende la
    Microsoft?

    La puoi citare se qualcuno ti buca il
    server?

    scusate, ma ragionare vi sembra troppo?
    cosa c'entrano i bug?
    ho parlato di responsabilita' per i danni?
    ho parlato di problemi di assistenza.
    Se io *compro* l'assistenza da MS e qualcosa
    va storto, loro *devono* mandarmi l'omino a
    risolvere il problema o *se ne assumono la
    responsabilita'* in caso di mancata
    risoluzione.AHAHAHAHAHAHAHAHAHCos'è una barzelletta???Ma le licenze commerciali le leggioppure apri la confezione e rimaniconvinto che hai comprato il programmae che siccome hai pagato, hai dei diritti?Non è mica hardware, le garanzie sulsw sono totalmente sfumate: il clientesi assume la responsabilita' di avereacquistato la licenza d'uso sapendoche il prodotto è adeguato ai suoi scopi.NO WARRANTIES grossi come una casa...
    Se io potessi modificare i sorgenti di SQL
    server a mio piacimento, cosa pensi che
    farebbe MS?
    e come si potrebbe stabilire se il problema
    dipende da me o da loro?
    Figurati, non dipende MAI da loro e se c'èun bug plateale ti dicono, sì abbiamosegnalato il problema allo sviluppoe produrremo una patch. Si' ma quando?Le faremo sapere...
    non parlo di bug, che per natura sono
    imprevedibili, ma di problemi di natura
    tecnica, tipo, sql server mi manda offline
    un db all'improvviso... perche' non torna
    piu' online?
    io non voglio saperlo, e per questo chiamo
    il tecnico.Il tecnico di MS? Mai visto uno...Perchè MSfa assistenza tecnica on-site? E da quandoe soprattutto, per chi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Licenza di piratare

      AHAHAHAHAHAHAHAHAH

      Cos'è una barzelletta???

      Ma le licenze commerciali le leggi
      oppure apri la confezione e rimani
      convinto che hai comprato il programma
      e che siccome hai pagato, hai dei diritti?
      ah ho capitonon sai leggereo sei un mailer automaticoio lo so che voi a casa col vostro XP piaratato pensate di comprendere il mondo...e magari non concepite che un'azienda possa PAGARE per avere un'assistenza...che non vuol dire comprare il software ed essere garantiti.. vuol dire proprio PAGARE un tizio della casa produttrice che sta li e si smazza i problemi del prodotto che ti hanno venduto...e ne risponde, stanne certo!
      Non è mica hardware, le garanzie sul
      sw sono totalmente sfumate: il cliente
      si assume la responsabilita' di avere
      acquistato la licenza d'uso sapendo
      che il prodotto è adeguato ai suoi scopi.
      NO WARRANTIES grossi come una casa...

      certoma siccome io compro il prodotto solo se mi garantisci cio' che io ti chiedo (scritto nero su binaco e firmato), e mi garantisci che a fronte di un extra X terrai una o piu' persone in sede h24, se quella persona non e' in grado o non c'e' o mi crea un danno, ne rispondi eccome...

      Se io potessi modificare i sorgenti di SQL

      server a mio piacimento, cosa pensi che

      farebbe MS?

      e come si potrebbe stabilire se il
      problema

      dipende da me o da loro?



      Figurati, non dipende MAI da loro e se c'è
      un bug plateale ti dicono, sì abbiamo
      segnalato il problema allo sviluppo
      e produrremo una patch. Si' ma quando?
      Le faremo sapere...
      okintanto mi metti su con le tue manine un sistema equivalente che mi permetta di funzionare di nuovo...non ci metto certo una risorsa mia a perdere tutto quel tempo...purtroppo non avete idea di cosa voglia dire enterprise raga'...pensi che se compri un AS400 il costo maggiore sia l'hardware?o e' l'assistenza onsite?

      non parlo di bug, che per natura sono

      imprevedibili, ma di problemi di natura

      tecnica, tipo, sql server mi manda offline

      un db all'improvviso... perche' non torna

      piu' online?

      io non voglio saperlo, e per questo chiamo

      il tecnico.

      Il tecnico di MS? Mai visto uno...Perchè MS
      fa assistenza tecnica on-site? E da quando
      e soprattutto, per chi?ma dove lavori?la fanno eccome se la fanno!sveglia ci...ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Licenza di piratare
        - Scritto da: maks

        AHAHAHAHAHAHAHAHAH



        Cos'è una barzelletta???



        Ma le licenze commerciali le leggi

        oppure apri la confezione e rimani

        convinto che hai comprato il programma

        e che siccome hai pagato, hai dei diritti?




        ah ho capito
        non sai leggere
        o sei un mailer automatico
        io lo so che voi a casa col vostro XP
        piaratato pensate di comprendere il mondo...
        e magari non concepite che un'azienda possa
        PAGARE per avere un'assistenza...
        che non vuol dire comprare il software ed
        essere garantiti.. vuol dire proprio PAGARE
        un tizio della casa produttrice che sta li e
        si smazza i problemi del prodotto che ti
        hanno venduto...
        e ne risponde, stanne certo!
        Sì certo che so leggere, e leggo che "Ogni garanzia implicita sul software e sull'hardware Microsot è limitata rispettivamentea 90 giorni e un (1) anno""Il produttore del PC garantisce che (a) il SOFTWARE funzionerà in sostanziale conformita'con il materiale scritto di accompagnamentoper un periodo di 90 giorni dalla datadi acquisto; e (b) ogni componente HARDWARE Microsoft annesso al SOFTWARE sara' privodi difetti di materiale e di fabbricazionesotto uso e servizio normali, per un periododi un anno dalla data di acquisto ecc..."Tu cosa capisci da questo? Io capisco cheil sistema operativo è garantito per 90 giornidurante i quali il funzionamento 'normale' lodefinisce non si sa bene chi. Certo non il licenziatoPiu' sotto si legge un'altra perla:"Il produttore del PC (con il quale è bundledil sistema operativo in questione, NdA) nonriconosce alcuna garanzia, espressa o implicitacomprese tra l'altro la garanzia di commerciabilita' e idoneita' a un fine particolare,relativamente al software, al materiale scrittodi accompagnamento e a ogni hardware annesso."e cosi' via affastellando...E la tiritera è pari pari su qualsiasilicenza; ci sono legioni di uffici legalitirati in ballo apposta per sollevare il produttore di sw da qualsiasi responsabilita',grazie a clausole vaghe e vessatorie.E tanto per chiarire io uso solo sw licenziato,il resto è free software, non roba piratata.
        certo
        ma siccome io compro il prodotto solo se mi
        garantisci cio' che io ti chiedo (scritto
        nero su binaco e firmato), e mi garantisci
        che a fronte di un extra X terrai una o piu'
        persone in sede h24, se quella persona non
        e' in grado o non c'e' o mi crea un danno,
        ne rispondi eccome...
        ah ah ah ah guarda che MS si solleva da responsabilita' nel momento stesso in cui accetti le sue garanzie capestro.Altro che nero su bianco e firme... Tantochi ti vende il sw NON e' Microsoft, maun distributore al massimo, se nonl'ultimo dei rivenditori.Se parliamo di software non di scaffaleè un altro paio di maniche, ma mi sa chestavamo parlando di altro (multinazionali,microsoft, oracle, ecc. Mica l'ACME srldi Vigevano che si barcamena a venderele porcate che Zio Bill & C si inventanoogni 6 mesi o i suoi prodotti che devono- ahi loro - girarci sopra). L'assistenza standard di accompagnamentoal prodotto la conosco da un pezzo: laclassica assistenza da numero verde,ovvero a livello dei miei calzini.


        Se io potessi modificare i sorgenti di
        SQL


        server a mio piacimento, cosa pensi che


        farebbe MS?


        e come si potrebbe stabilire se il

        problema


        dipende da me o da loro?






        Figurati, non dipende MAI da loro e se c'è

        un bug plateale ti dicono, sì abbiamo

        segnalato il problema allo sviluppo

        e produrremo una patch. Si' ma quando?

        Le faremo sapere...



        ok
        intanto mi metti su con le tue manine un
        sistema equivalente che mi permetta di
        funzionare di nuovo...
        non ci metto certo una risorsa mia a perdere
        tutto quel tempo...
        purtroppo non avete idea di cosa voglia dire
        enterprise raga'...
        pensi che se compri un AS400 il costo
        maggiore sia l'hardware?
        o e' l'assistenza onsite?
        E che ha a che fare l'hardware o l'assistenzasul software con il costo di licenza di quel software?L'assistenza seria (quella vera, non la signorinache ti porta in giro dietro un numero verde) te la fanno pagare comunquea parte, e allora? Dove sta la differenzacon il free software? Se voglio usare MySQL posso farlo tranquillamente senzapagare licenze di sorta. Se vogliol'assistenza di MySQL Inc. la pago, se nomi arrangio da solo oppure contattola comunita' degli utenti.Se voglio usare MS SQL, pago la licenza di uso per quello e per il sistema operativo.Se voglio l'assistenza la pago a parte idem, se no mi arrangio da solo e NON contattola comunita' degli utenti perche' graziea MS gli utenti MS non hanno alcuna cultura della condivisione del know-how. QUESTA è la differenza.


        non parlo di bug, che per natura sono


        imprevedibili, ma di problemi di natura


        tecnica, tipo, sql server mi manda
        offline


        un db all'improvviso... perche' non
        torna


        piu' online?


        io non voglio saperlo, e per questo
        chiamo


        il tecnico.



        Il tecnico di MS? Mai visto uno...Perchè
        MS

        fa assistenza tecnica on-site? E da quando

        e soprattutto, per chi?

        ma dove lavori?
        la fanno eccome se la fanno!
        sveglia ci...
        Aridanghete, peccato che pagare l'assistenzasul software non ha nulla a che fare conil pagare la licenza d'uso del software.
      • Anonimo scrive:
        Re: Licenza di piratare
        - Scritto da: maks
        ah ho capito
        non sai leggere
        o sei un mailer automatico
        io lo so che voi a casa col vostro XP
        piaratato pensate di comprendere il mondo...
        e magari non concepite che un'azienda possa
        PAGARE per avere un'assistenza...Amico mio... E che c'entra tutto questo con la GPL? Non la vuoi usare? Sei una SoftHouse? Allora sviluppati il TUO software cone le TUE conoscenze e vendilo in CLOSE... Che hai da menartela?
  • Anonimo scrive:
    Re: Licenza di piratare
    Quale responsabilità si prende la Microsoft?La puoi citare se qualcuno ti buca il server?, parlo di
    aziende, dove arriva l'omino microsoft con
    la valigetta.
    Dove finisce la mia responsabilita e dove
    inizia la loro?
    Fossi una software house, ti assumeresti
    questo rischio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Licenza di piratare

      Quale responsabilità si prende la Microsoft?
      La puoi citare se qualcuno ti buca il server?scusate, ma ragionare vi sembra troppo?cosa c'entrano i bug?ho parlato di responsabilita' per i danni?ho parlato di problemi di assistenza.Se io *compro* l'assistenza da MS e qualcosa va storto, loro *devono* mandarmi l'omino a risolvere il problema o *se ne assumono la responsabilita'* in caso di mancata risoluzione.Se io potessi modificare i sorgenti di SQL server a mio piacimento, cosa pensi che farebbe MS?e come si potrebbe stabilire se il problema dipende da me o da loro?non parlo di bug, che per natura sono imprevedibili, ma di problemi di natura tecnica, tipo, sql server mi manda offline un db all'improvviso... perche' non torna piu' online?io non voglio saperlo, e per questo chiamo il tecnico.ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    - Scritto da: Ekleptical

    Comunista ??? Comunismo ???

    Che c'entrato ? Qui si parla di finanza:

    Vendi ? Sei dentro.

    Non vendi ? Hai puntato su un

    prodotto/metodo fallimentare sei fuori.

    Mai sentito paralre di "concorrenza sleale"?Molto spesso riguardo a M$.

    Legge della Jungla pura e semplice.
    Non è capitalismo! Nemmeno nelle
    impostazioni più estreme e liberali!E il capitalismo cos'e' la risposta a tutte le domande ???

    E' solo legge della Jungla: e' gia'

    successo ai dinosauri, agli indiani

    d'america, cosi' va il mondo: il sistema

    meno efficente muore di fronte a quello

    piu' efficente.
    Peccato che il "più efficiente" campi sulle
    spalle di altro, vecchio stampo, visto che
    non è efficiente per niente! E' solo
    "volontariato", non è neppure capitalismo!Ripeto: Perche' la gente compra le bottiglie d'acqua se cel'ha dal rubineto gratis ??Perche' va dal parrucchiere se con un coltello ti radi aggratis ?Perche' vado in una clinica se la mia vicina mi porta il brodino e mi misura la febbre agGgratis ???Forse perche' mi offrono qualcosa in piu' di quello che ho gratis !Se una compagnia da miliardi non e' in grado di fare di meglio di quello che un ragazzotto brufoloso fa a tempo perso... Bhe forse sarebbe meglio mettere il ragazzo brufoloso a capo dell'azienda; invece dell'imprenditore paciarotto con tanta esperienza in tutti altri campi.

    Ti assicuro che il numero e' Molto piu'

    alto di quanto tu pensi.
    Sempre insignificante rispetto ai lavoratori
    del closed.Bhe, allora trovami delle cifre se sei tanto convinto.



    Ma alla fine io i soldi me li faccio



    grazie a lui e non grazie a Bill.


    Bill ne fa girare 1000 volte tanti e


    questo è un bene per tutti!

    A questo non credo, spiace.
    Beh, studia economia, così funziona, mi
    spiace per te! :)Se funziona cosi' allora perche' hai tanta paura ???Lasciaci morire come sei sicuro che succedera' no ?!?

    Guarda che l'economia esisteva anche 30

    anni fa quando non esistevano Internet e GPL.

    Com'e' che allora la gente non andava in

    giro a lamentarsi ???
    Che c'entra? E' la GPL il male (uno dei,
    ovviametne! IL per l'ambito software)! Se
    prima non esisteva di cosa dovevano
    lamentarsi????Continui a sembrarmi un fabbricante di candele ai tempi della prima distribuzione dell'elettricita'.

    Se avete tanta paura di non riuscire a

    farvi i soldi con Internet e l'informatica

    non fateveli e tornate a zappare.
    E il futuro che is prospetta per tutti i
    programmatori, infatti!Personalmente non credo, forse e' quello che succedera' a coloro che non riescono a guardare al di la' della propria piccola finestra :)
  • Anonimo scrive:
    Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
    "Ora, forse non l'avete mai notato, ma l'altra fonte di guadagno sono le attività industriali, che però non è che se la passino molto bene (vedi Fiat!) ultimamente e per tutta una serie di ragioni andranno sempre peggio! (non per niente l'occupazione nell'industria è in perenne calo da anni, soprattuto la grande)A questo punto, mi chiedo io...ma i soldi per far fuzionare la società, in futuro da dove verranno secondo 'sta gente?"Quindi la colpa della crisi della FIAT è di Linux..."Verametne campo di informatica, facendo l'insegnante "di computer", per il momento!"E' proprio vero che chi sa fare fa, e chi non sa fare insegna."E ci sono possibilità più che concrete (praticamente dipende solo dal mio sì) che a breve diventi un commerciale-tecnico per un'aziendina di un amico che propone soluzioni Linux, per quanto possa sembrarti strano! :D"MA COME ?!?!?!? E' tutto il giorno che stai sfracagnando gli zibidei a tutti con il fatto che con Linux non si può guadagnare e ora si scopre che un TUO amico ha un'azienda che propone soluzioni Linux e guadagna abbastanza da assumerti !!!"Come il proliferare di condomini che espongono il cartello "No pubblicità in questo palazzo."...(Per la cronaca io mi sono oposto in riunione di condominio a quel cartelo! La pubblicità LA VOGLIO! :P)"Scommetto che ora ti ritrovi in buca anche la pubblicità ricevuta da tutti gli altri condomini... e magari anche qualcos'altro..."No, ma nemmeno alla chiusura totale dell'individuo al marketing, euqivalente ad un suicidio economico della società, che si tramuta in un danno radicale per l'individuo stesso!.......
    Ah dimenticavo, dammi la tua e-mail, ho 400
    proposte interessanti da inviarti.E' già intasata da una decina di mail di spam al giorno. Le cancello in 10 secondi e finisce lì!"Cioè se dici che non vuoi lo spam o la pubblicità in buca vuoi la "chiusura totale dell'individuo al marketing, euqivalente ad un suicidio economico della società, che si tramuta in un danno radicale per l'individuo stesso", invece se cancelli lo spam in 10 secondi o butti la pubblicità nel cesso allora va bene...."Se gli hobbysti invece rimangono a vita hobbysti senza soldi ed eliminano una fonte di guadagno e ricchezza per tutti, questo è un MALE, non un bene!! E' un impoverimento generale, che danneggia tutti! Non c'è NIENTE di buono!!!"Gli hobbysti avranno presumibilmente altre fonti di guadagno... e poi vogliamo vietare l'uso del computer agli hobbysti ? Una cosa del tipo: "Se ci guadagni bene, altrimenti smamma.." ? Mettiamo una bella patente ?"Bill Gates ha fatto diventare milionari un tot di gente (praticametne tutti i primi dipendenti M$soft!) e da lavoro a decine di migliaia di persone!"Siamo tutti contenti per aver contribuito a far arricchire BG e soci...Ma proporlo come esempio positivo del libero mercato mi sembra un tantino eccessivo..."A me sembra più positivo per la società quest'ultimo, al di là dei metodi più o meno discutibili! Poi fate voi... Se per voi lavorare guadagando, perchè no addirittura BENE, è un deltitto, contenti voi...."Quindi nel libero mercato l'importante è il fine (arricchirsi) e non il mezzo (il rispetto delle leggi sulle quali si basa lo stesso libero mercato) ? Interessante teoria..."Il punto è che lo stato non può finanziare e appoggiare 4 hobbysti a discapito di migliaia di dipendenti!"Domanda: ma se 4 hobbysti (ovviamente a tempo perso) fanno un prodotto complessivamente analogo a quello di migliaia di dipendenti, non è che alla M$ siano un pochettino inefficienti ?"Cent'anni fa il mondo era più povero, si viveva peggio e si lavorava 12 ore al giorno in miniera!"Poi sono tutti andati a lavorare alla Microsoft..."NO!! Non ha trovato un sistema migliore! Vende a csoto zero! Non sa se e quanto comperà! Mi fa solo concorrenza sleale!"Ehm...questa dove la ho già sentita ?"
    Quindi il risparmio è improduttivo? Va
    eliminato?..No, per carità! Ma che sia un risparmio dovuto a costi che si abbassano, non che si annullano!"Ehm, questa francamente è al di sopra delle mie capacità di comprensione.... ma mi serve per citare quella dopo..."E allora? Perchè prima non li vendevano????Qua si passa dal guadaganre con software+servizi a servizi e basta! E' un impoverimento o no?E' maggiore A+B o B da solo (con A ben lontano dall'esser nullo :D)?Basta la matematica delle elmentari per rendersi conto che qualcosa non va!"Ma tu non eri quello che diceva che il risparmio non va eliminato ?!?!?"Quale libertà? La libertà di scroccare il lavoro altrui? Immagino sia ricnosciuta dalla Dichiarazione dei Diritti del'Uomo!"No. E' riconosciuta dalla Dichiarazione dei Diritti della Microsoft, che secondo te dovrebbe poter scroccare tranquillamente...."Beh, come saprai, si ritiene che la migliore struttura di mercato sia l'oligopolio, non la concorrenza, isto che garantisce margini sufficienti per investire e innovare, garantendo al contempo quella competizione che cmq porta a "darsi da fare", diciamo! :)"Questo lo ritieni solo tu...."Mai sentito paralre di "concorrenza sleale"?"Quella per la quale la M$ è stata processata ?"La definizone è: "Molta gente mangia sfruttando Linux, senza pagare il lavoro che ci sta dietro, perchè 'sti fessi non vogliono"Così va bene!"Ma così non girano i soldi ? Quindi quando dicevi che con la GPL i soldi non giravano raccontavi palle ? "Beh, io preferirei che li investissero in un settore che può garantire un futuro, invece che accumularli in cassaforte o spostarli sulle fabriche nella Filippine... poi vedi te..."Non lo so... Dove investe i soldi Bill Gates ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
      ti sei scordato la perla piu' bella:"No, ma si chiama comnunismo! neè più, ne meno!Giratela come volete, ma sotto sotto si arriva sempre lì!La GPL è comnuista! Se è un mal eo un bene dipende dai gusti, ma comunista rimane!"
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....

        ti sei scordato la perla piu' bella:

        "No, ma si chiama comnunismo! neè più, ne
        meno!
        Giratela come volete, ma sotto sotto si
        arriva sempre lì!
        La GPL è comnuista! Se è un mal eo un bene
        dipende dai gusti, ma comunista rimane!"Leggiti un po' i commenti vari! Alla fine dei conti tutti qua vagheggiano un mondo migliore, non più capitalista, quando non comunista vero e proprio, con riferimenti espiciti a Marx e quant'altro!Messi alle strette siete tutti finiti a parare lì! Leggi (Se non ti rompi le ba**e prima.. :D)
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Ekleptical per le perle che ci doni....
      - Scritto da: TeX Che tristezza.. ore a fare un collage di tutte queste dichiarazioni...Poco elegante, e soprattutto OT.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    - Scritto da: Ekleptical

    Cent'anni fa non c'era l'IT e, pensa un

    po', tutti facevano business lo stello.
    Cent'anni fa il mondo era più povero, si
    viveva peggio e si lavorava 12 ore al giorno
    in miniera!
    Non arrampicarti sugli specchi, dai!Sembra di sentire un fabbricante di candele ai tempi della rivoluzione dell'elettricita'.

    Se e' per questo un cancro puo' anche

    ringforzare una specie eliminandone gli

    elementi con mutazioni maligne.
    Sì, certo, come no....

    E se lui facesse fallire te, vorrebbe dire

    che ha trovato un sistema migliore del

    tuo.
    NO!! Non ha trovato un sistema migliore!
    Vende a csoto zero! Non sa se e quanto
    comperà!
    Mi fa solo concorrenza sleale!
    Magari mi fa fallire, ma dopo fallisce pure
    lui!
    E poi che famo?Riapriamo, se hai ragione tu. Vi assumera' poi lui non essendo fallito se ho ragione io.


    Certo! Soprattutto se ho un'azienda che


    vendendo lavatrici da lavoro a


    100inaia di persone! Forse si

    lamenterebbero anche loro?No, danno del gaggio al proprio datore di lavoro e vanno a lavorare per quello che ha avuto la tecnica piu' giusta.

    Ca**i tuoi: da quando in qua un

    imprenditore si lamenta perche' un altro ha

    avutol'idea giusta al posto suo ?
    E' tutto da dimostrare che lo sia! Non è
    l'idea vincente, è il prezzo inesistente!
    E i ca**i non son solo miei, ma dei miei 100
    operai!I tuoi 100 operai se li assumera' l'altro, cvhe vendera' non il prodotto, che regala, ma i servizi ad esso legati.

    Come e' successo ai dinosauri il sistema

    meno efficente perira'.
    C'erano i mammiferi pronti a rimpiazzarlo!
    Qua c'è solo il vuoto!Questo lo dici tu, che forse non vedi al di la' della tua finestra; a me quello che tu chiami vuoto da' da mangiare.

    Vedremo.
    Sincerametne spero di no! :)Ed io ovviamente spero di si :)

    Perche' altrimenti potremmo uscire dagli

    schemi inventandoci qualcosa di nuovo che

    freghi i vostri bei business ben

    collaudati
    Sì, come la New Economy!Quella e' un esempio di tentativo di vecchio modello applicato alla rete, che ovviamente e' stato un flop. Ma questo gli informatici di vecchia data l'hanno sempre detto.
    RSM non lavora! Anzi, non ha mai lavorato un
    minuto in vita sua! Cerca pure su Internet,
    non troverai un tubo!
    Campa con lo stipendio(?) che li passa la
    FSF e con i soldi che gli mollano
    invitandolo a dire le sue panzane in giro
    per il mondo!Allora non lavorano neanche Costanzo, Fede, Bush, Berlusconi e l'intera categoria dei commerciali.
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi del 3o mondo

    E non mi si
    venga a dire che la tecnologia debba essere
    posta davanti alla scienza, negando ogni
    realtà oggettiva.Ma quale relatà oggettiva?Sono due cose separate e colegate allos tesso tempo!E' un fatto che in occidente le scoperte e le inovazioni si sono tradotte in benessere e mezzi pratici. In URSS sono rimasti studi confinati nelle università.Io preferisco la 1!!!
    Essa dovrebbe essere una
    scienza
    che studia i fenomeni basati sullo scambio e
    quindi dovrebbe osservare, sintetizzare,
    teorizzare, ma non fornire giudizi gratuiti
    sulla bontà di un sistema rispetto ad un
    altro.Infatti l'altro si è fregato da solo, davanti alla storia...
    Non è detto inoltre che non si possano
    sviluppare nuovi tipi di economia ad oggi
    sconosciuti basati su altri assiomi.E chi lo nega?Cmq faccio notare che, da quel che emerge in questo forum, i Linuxari andrebbero considerati come la più grande associazione sovversiva e "turbatrice dell'organizzazione economica" che si sia mai vista!A Catania dovrebbero far partire arresti per tutti! :P(che poi mi siano simpatici o meno i no global è secondario... è una battua! :P)
    Il
    fatto è proprio questo, quello su cui è
    aperta un'accesa polemica e su cui oggi ci
    troviamo a confrontarci: la new economy. Che
    cos'è ?Io porrei un'altra domanda, pià fondamentale! Esiste? Mi pare che priam biosgna rispondere a questo! :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...
    - Scritto da: Ekleptical
    Sarà semplificativo, ma, fino a prova
    contraria, nel capitalismo si lavora, si
    guadagna e si spende. Con la spesa qualcun
    altro guadagna, ragion per cui lavora e poi
    spende e via così.Dunque, se ho ben capito tutto dipende dal far girare i soldi,Quindi quando guadagno soldi con il mio lavoro, devo, spenderli perpoter far girare l'economia.Logicamente, non spenderli tutti: una parte dello stipendio lo devo risparmiare, per eventuali necessità future.Cio non toglie che almeno una parte di soldi li devo spendere: un po'per il cibo, un po per i vestiti, macchina nuova, vacanze, e cosi via.Comunque per mettere in moto l'economia la soluzione migliore, dovrebbe, essere quella di spendere il più possibile.Tutti dovrebbero fare così: in questo modo è molto più facile che il prezzo dei prodotti calino e di conseguenza che la maggior parte dei prodotti siano alla portata del maggior numero di persone. Tutti dovrebbero dare il buon esempio a spendere. A cominciare dai miliardari. Se invece di tenere da parte i soldi che hanno, li investissero per la costruzione di aziende, fabbriche, in modo tale da poter assumere il maggior numero di persone, cosi questi operai avranno uno stipendio, che spenderanno e rimetteranno in moto l'economia.Come dicevo perchè tutti i miliardari, o milionari, non iniziano a dare il buon esempio ed assumono operai, anche se poi non fanno nulla, ma solo per mettere in moto l'economia?Se è vero che Schumacker guadagna 80 miliardi di £ l'anno, non potrebbe spenderne anche solo 40 per assumere operai e fargli fare qualche cosa, al solo fine di mettere in moto l'economia?Lo stesso dicasi per chiunque guadagni molto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il mondo del futuro...

    Eccallllaaaaa' .. beccata ..
    ecco il tipo approccio femminile alla vita
    ..
    :-)
    la ferrari, la villa in montagna .. le
    maldive ..
    eh eh eh eh , mi sa che te sei parecchio
    vuota ..
    ma parecchio proprio .. ROTFL! La cosa grave è che sono un uomo! :DDDCmq era un esempio per la parte "aversa", non la mia filosofia
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo del futuro...
      - Scritto da: Ekleptical

      Eccallllaaaaa' .. beccata ..

      ecco il tipo approccio femminile alla vita

      ..

      :-)

      la ferrari, la villa in montagna .. le

      maldive ..

      eh eh eh eh , mi sa che te sei parecchio

      vuota ..

      ma parecchio proprio ..

      ROTFL! La cosa grave è che sono un uomo! :DDDQuesto e' ancora piu' preoccupante .. :-)

      Cmq era un esempio per la parte "aversa",
      non la mia filosofiache fai .. giochi in corner ?
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi del 3o mondo
    ekleptical, sei un ignorante della forza del treno.Penso che qualsiasi altra considerazione sia una perdita di tempo, come lo è stata finora la tua educazione.