Standard per il microgaming su telefonino

Questo promettono quattro giganti del settore, unitisi per sviluppare una piattaforma aperta per il gioco mobile


Espoo (Finlandia) – E’ una vera e propria santa alleanza quella che da martedì lega l’uno all’altro quattro colossi della telefonia mondiale come Ericsson, Motorola, Nokia e Siemens nella Information and Communication Mobile Group (IC Mobile). Un’alleanza tesa a sviluppare delle specifiche per il gioco su reti mobili che, nel futuro prossimo, permetterà agli utenti di giocare con il proprio telefono cellulare con chiunque altro al mondo disponga di un dispositivo wireless.

Le quattro aziende, riunitesi nel Mobile Games Interoperability (MGI) Forum, sperano di dar vita ad uno standard che porti interoperabilità fra i server di gioco per le reti mobili e che consenta agli sviluppatori di produrre e rilasciare giochi wireless che possano essere distribuiti attraverso molteplici server di gioco e reti wireless, e giocati su differenti dispositivi mobili.

Secondo Thorsten Heins, presidente delle soluzioni di Siemens IC Mobile, sostiene che uno degli obiettivi del forum è quello di “facilitare l’esperienza dei giochi multiplayer, sempre e ovunque, e attraverso una grande varietà di dispositivi e piattaforme”

Heins ha poi spiegato che “il gioco mobile non è solo ‘giocarè, ma comprende una ricca esperienza di intrattenimento che include vari tipi di applicazioni, come la messaggistica ed i servizi su base locale”.

Riguardo alla messaggistica, tre dei membri dello MGI stanno già cooperando con Alcatel per lo sviluppo un’estensione dello standard SMS, l’EMS, di cui si diede annuncio lo scorso mese .

“Motorola crede fortemente che i giochi e gli ambienti di intrattenimento siano la chiave per lo sviluppo di un successo di massa del GPRS e di operatori 3G, produttori e sviluppatori”, ha detto Tim Krauskopf, vice presidente e direttore generale di Motorola.

L’arrivo di uno standard rappresenterebbe un passo importante in un’industria come quella del wireless, che deve fare i conti con una varietà di protocolli, tecnologie, piattaforme e dispositivi spesso e volentieri incompatibili fra loro. Un problema che se non venisse risolto, in futuro potrebbe frenare fortemente il boom delle reti 3G e soffocare il mercato dell’intrattenimento mobile, un settore che, se avrà strada libera, promette invece di rilanciare tutta l’industria del settore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il tuo dio scrive:
    for you
    fuck
  • Anonimo scrive:
    e intanto l'islanda
    nel 2002 mentre il resto d'europa adottera l'eurol'islanda abolirà la carta moneta... tutto carte di creditoche sia l'islanda e non il jap e gli usa il paese + avanzato tecnologicamente?!
    • Anonimo scrive:
      Re: e intanto l'islanda
      - Scritto da: vmlinuz
      nel 2002 mentre il resto d'europa adottera
      l'euro
      l'islanda abolirà la carta moneta... tutto
      carte di credito
      che sia l'islanda e non il jap e gli usa il
      paese + avanzato tecnologicamente?!Sai com'è...L'Islanda è un paese strano, non ci sono alberi a causa del clima, l'Islandese è una lingua antichissima, rimasta invariata nei secoli, Björk è Islandese (è un pò anticonformista come ragazza)...Non mi stupisco che gli Islandesi facciano scelte un pò "bizzarre", sono fatti così!
    • Anonimo scrive:
      Re: e intanto l'islanda
      - Scritto da: vmlinuz
      nel 2002 mentre il resto d'europa adottera
      l'euro
      l'islanda abolirà la carta moneta... tutto
      carte di creditoChe bello andare a comprare il pane la mattina, spendere 4000 di pane e 3000 di commissione :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: e intanto l'italietta
        - Scritto da: chilosa
        - Scritto da: vmlinuz

        nel 2002 mentre il resto d'europa adottera

        l'euro l'islanda abolirà la carta moneta...

        tutto carte di credito
        Che bello andare a comprare il pane la
        mattina, spendere 4000 di pane e 3000 di
        commissione :-)Commissione ?Ma quale commissione ?Forse qualche Bancomat l'avra' ancora, ma le cc non credo proprio: aaa mia pelomeno no c'aaaa
  • Anonimo scrive:
    Gli americani....!
    Il dollaro americano è la moneta più falsificata poichè è la più semplice da falsificare!!Tutti i tagli hanno le stesse dimensioni, gli stessi colori e tra l'altro dei colori molto semplici e uniformi e una carta che fa pena! Se cominciassero a farli come quelli svizzeri (ad esempio) la falsificazione diminuirebbe come minimo dell'80%!Se cominciano a mettere i chip pure sui soldi cash siamo a posto... a parte controlli vari... va a finire che al posto di falsificarli li crakkeranno....
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli americani....!
      Gia': hanno tutti lo stesso formato, la carta sembra quella del Monopoli, i colori e il (semplice) disegno sono gli stessi, la stampa non e' centrata... (credetemi, ne ho visti parecchi)Detto in parole povere, li facciamo meglio in Italia...- Scritto da: XALC
      Il dollaro americano è la moneta più
      falsificata poichè è la più semplice da
      falsificare!!
      Tutti i tagli hanno le stesse dimensioni,
      gli stessi colori e tra l'altro dei colori
      molto semplici e uniformi e una carta che fa
      pena! Se cominciassero a farli come quelli
      svizzeri (ad esempio) la falsificazione
      diminuirebbe come minimo dell'80%!

      Se cominciano a mettere i chip pure sui
      soldi cash siamo a posto... a parte
      controlli vari...
      va a finire che al posto di falsificarli li
      crakkeranno....
  • Anonimo scrive:
    Altre info ?
    E' possibile saperne di più ?Dove posso reperire ulteriori dettagli a proposito di questo chip ?
  • Anonimo scrive:
    Cito...
    Cito dall'articolo.."dispone di una memoria riscrivibile a 128 bit che, secondo l'azienda, consentirà il suo utilizzo anche nell'ambito di altri strumenti di sorveglianza e controllo"Sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo... sorveglianza e controllo...
Chiudi i commenti