Stanford pubblica i suoi corsi. Online. Gratuiti

Il prestigioso ateneo regala alcuni corsi online, liberi, gratuiti e soprattutto identici a quelli impartiti agli iscritti. Per elargire un flusso di conoscenza, a beneficio del mondo intero. Tutto sotto Creative Commons

Roma – La Stanford University, tra i più prestigiosi atenei degli States, con l’aiuto dei finanziamenti di Sequoia Capital si lancia in una serie di corsi online gratuiti , nell’ambito dell’ iniziativa Stanford Engineering Everywhere . Un piano che l’Ateneo ha progettato per dar corso al suo scopo principale: il Technology Transfer , il trasferimento di tecnologie. Un’iniziativa che anche l’Italia insegue faticosamente.

Nell’ambito più strettamente informatico, dal tecnodotto stanfordiano sgorgano i corsi di metodologia , di astrazione e quello sui paradigmi della programmazione . Chi è interessato all’intelligenza artificiale, potrà assistere ad una introduzione in materia di robotica, seguita da un corso sull’elaborazione dei linguaggi naturali e finire con il concetto di machine learning .

Per i più golosi, c’è modo di prepararsi su sistemi lineari e ottimizzazioni: si imparerà cos’è la Trasformata di Fourier e se ne vedranno le applicazioni. Si verrà quindi introdotti ai sistemi lineari dinamici. I più bravini in matematica impareranno, in due distinte sessioni , a confrontarsi con le ottimizzazioni convesse .

Non è prevista alcuna interattività tra studenti e docenti (tra studente e studente sì: tramite Facebook, in una linguetta presente in ogni schermata delle lezioni), non viene riconosciuto alcun credito, non c’è bisogno di alcuna registrazione. I corsi sono esattamente gli stessi di quelli a cui assistono gli studenti iscritti, dunque di identico valore didattico. Rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0 Unported, proprio per incoraggiarne l’uso, il riuso e la diffusione, i corsi sono disponibili – oltre che sul sito dello stesso Ateneo – anche su YouTube , in iTunes , Vyew e in vari tipi di distribuzioni Torrent .

Jim Plummer, preside della Scuola di Ingegneria della Stanford, dice : “Siamo entusiasti di estendere la nostra attività didattica e le opportunità di imparare in tutto il mondo attraverso il programma SEE. Speriamo che il progetto riesca a portare i propri insegnamenti ad un vasto pubblico, a far condividere le idee e far portare a ciascuno i propri contributi alla conoscenza”.

Unico “neo”: occorre conoscere l’inglese. Ma può essere una golosa occasione per perfezionarlo, tanto più che il player può essere in ogni momento fatto arretrare, facendo ripetere parte della lezione. E, per chi volesse custodire in proprio il materiale, ogni scheda-corso permette di scaricare un file ZIP (di qualche centinaio di Megabyte) con tutto il contenuto e le letture della lezione.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Radio 1o1 scrive:
    Chi c'è stato forse può confermare
    SINGAPORE non è affatto un brutto posto, tutto funziona alla perfezione.I Singaporeani sono delle ottime persone, in maggioranza cinesi di origine, sono grandi lavoratori e si muovono per la città come se fossero tanti soldatini, tutti tesi al loro obiettivo monetario.La metropolitana è di un'efficienza disarmante, bastano 4-6 minuti di attesa per prenderla, una suadente voce ti ricorda continuamente di fare attenzione alla tua persona, di fare il tuo dovere come cittadino e controllare che atti di terrorismo come quello dell'11/9 non avvenga anche lì. In metropolitana i video di personaggi sospetti che infilano lo zaino con esplosivo sotto un sedile tengono tutti in allerta e riducono i rischi di attacco. Ricordatevi di non superare la linea gialla quando aspettate la metro: altrimenti MULTA. Ricordate di non mangiare, né bere in metro: altrimenti MULTA.Soffici musiche, centri commerciali presenti nella quasi totalità dei grattacieli, una tranqulla vita pastosa consentono di ai cittadini di Singapore di spendere quanto guadagnano. Così fanno "girare l'economia".Ma la cosa più bella è che Singapore è una fra le più avanzate DEMOCRAZIE del Pianeta, pensate che negli ultimi 30 anni hanno governato un cinese, un suo caro amico (sotto la supervisione del cinese) e ultimamente il figlio del cinese stesso (sotto la supervisione degli altri due). 30 lunghissimi anni di stabilità politica, con partiti d'opposizione quasi inesistenti. Lo stesso partito continua a vincere le elezioni con oltre il 66% dei consensi.Un paradiso.Non fosse che si rischia la pena di morte o il carcere quando si dice qualcosa contro i piani alti......e in Italia si parla di fascismo o dittatura... per governi che durano al massimo 3 anni, con una media di 1 anno e mezzo negli ultimi 50 anni.Qualcuno dovrebbe definire meglio cosa significa dittatura, tutti gli altri dovrebbero cominciare seriamente ad usare nel modo corretto parole come "democrazia", "libertà" e "dittatura".Non prendiamo per violazione della libertà il divieto di rubare musica o film tramite il p2p, non prendiamo per dittatura un governo che stancamente riesce ad arrivare quasi ai 5 anni di legislatura e non prendiamo nemmeno per democrazia dei territori come la Cina e altri (che non potrei nominare) che in realtà sono delle vere dittature.
  • canis solaris scrive:
    come diceva bill gibson...
    Singapore è un parco divertimenti con pena di morte
Chiudi i commenti