Starcraft 2, occhio alle VGA

Alcuni esemplari si surriscaldano. Proprio nelle scene meno complesse dal punto di vista grafico. Blizzard ha già pronta la soluzione, nel frattempo suggerisce di scrivere due righe a mano

Roma – Considerata la mole delle vendite , si tratta di una lista piuttosto ristretta: eppure qualche problemino Starcraft II pare avercelo , in particolare uno riguardante le performance delle schede grafiche. Colpa, così si deduce, di una disattenzione o una dimenticanza degli sviluppatori in fase di ultimazione del gioco: le scene meno complesse, quelle cioè che implicano meno calcoli per la GPU (ivi compresi i siparietti tra una missione e l’altra), vengono renderizzate alla massima velocità possibile, stressando la VGA inutilmente e portandola al limite . Col risultato di surriscaldarla: per fortuna, la soluzione è a portata di mano.

La faccenda pare aver riguardato molti utenti, arrivati persino sui forum ufficiali del gioco a parlare di schede grafiche irrimediabilmente danneggiate: il problema sarebbe causato da un surriscaldamento eccessivo conseguente all’elaborazione senza freni della grafica . In pratica, non essendo stato fissato un limite al numero di fotogrammi che il motore del gioco può elaborare al secondo (l’occhio umano difficilmente è in grado di percepire differenze oltre i 60FPS, limite per altro legato alla frequenza di refresh della maggior parte degli LCD in circolazione), la macchina viene istruita a elaborare al massimo della sua capacità la grafica: col risultato, quando non ce ne sarebbe neppure motivo, di spingere il conto dei FPS su valori altissimi.

La soluzione proposta da Blizzard consiste nel limitare manualmente il numero di fotogrammi elaborati dal motore di rendering del gioco: nella cartella Documenti occorre individuare la directory Starcraft II , e da lì aprire il file variables.txt . Qui occorre aggiungere le due righe:

frameratecapglue=30
frameratecap=60

per arginare il problema. Nel caso il surriscaldamento si verifichi lo stesso, è possibile diminuire ulteriormente i valori indicati, penalizzando tuttavia l’efficacia e la fluidità del gioco.

Infine, vale la pena aggiungere che – sebbene il problema ci sia e verrà probabilmente arginato in una patch di prossima uscita (in una settimana Blizzard ne ha già prodotte due) – una VGA che vada incontro ancora a un surriscaldamento dopo l’inserimento delle due stringhe suggerite è probabilmente vittima di un sistema di raffreddamento non adeguato . In tal caso , è bene verificare che il proprio PC sia opportunamente allestito per fare fronte allo smaltimento del calore.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aaaaa scrive:
    forse
    non hanno compreso bene cosa vuol dire "hacker" se ci si presenta a questo tipo di conferenze...anche se a quanto sembra qualcuno disposto a passare nell'ombra c'e sempre (d'altrove avere le "autorita'" dalla propria parte puo' essere un prezzo "accettabile" da pagare...)...
    • lordream scrive:
      Re: forse
      no.. non lo è.. non è un buon prezzo
    • collione scrive:
      Re: forse
      capirai che novitàechelon esiste da una novità, dove sarebbe questa novità presunta circa la nuova rete di spionaggio?non sarà che, per renderla un pò più accettabile, hanno rimarchiato echelon e l'hanno affidata in gestione ad una società privata?magari così si riesce pure a sottrarla al controllo del Congresso e possono spiare impunemente tutto e tutti ( tanto poi se li denunci si sa che fine fai )
      • lordream scrive:
        Re: forse
        il codice di echelon è open source e gia rilasciato da tempo.. probabilmente avranno sistemato gli algoritmi per incrociare i dati.. non è illegale detenerli se sono dati pubblici
Chiudi i commenti