StarOffice 6 pronta a mostrare le sue grazie

Ancora un mese o poco più e Sun rilascerà la prima beta pubblica della nota suite open source StarOffice 6, una versione ricca di novità


San Francisco (USA) – Mostrata in anteprima durante il LinuxWorld di San Francisco, la nuova versione della suite per l’ufficio open source di Sun, StarOffice 6, sembra ormai pronta per farsi ammirare anche dal grande pubblico.

Sun ha infatti annunciato che la prima beta pubblica di StarOffice 6 arriverà all’inizio di ottobre, mentre la versione definitiva dovrebbe fare capolino sul sito di Sun durante il primo trimestre del 2002.

La versione 6 di StarOffice ha accumulato un notevole ritardo rispetto alle stime iniziali, che ne davano il rilascio per dopo l’estate. Sun ha giustificato la cosa sostenendo che, rispetto alla precedente versione 5.2, le novità e i cambiamenti sono davvero tantissimi e una grande porzione del codice del pacchetto è stato riscritto da zero.

La più grossa novità di questa nuova versione di StarOffice sarà l’adozione del formato XML, uno standard adottato anche da Office XP e ormai unanimemente riconosciuto come base comune per l’interoperabilità fra applicativi e piattaforme differenti.

StarOffice 6 consentirà di salvare da qualunque applicativo sia in formato XML sai nel tradizionale formato binario, semplificando altresì l’importazione e l’esportazione di file fra programmi differenti e curando particolarmente la compatibilità con l’imminente Office XP.

Fortunatamente, pare che dopo le molte critiche rivolte dagli utenti all’attuale interfaccia monolitica, la prossima versione della suite open source sarà maggiormente modulare e consentirà di caricare in memoria solo le componenti realmente necessarie per svolgere un compito, risparmiando così risorse di sistema.

Filtri per aprire i formati che verranno introdotti con Office XP verranno rilasciati da Sun anche per l’attuale StarOffice 5.2, scaricabile qui . Nel frattempo procede anche lo sviluppo di OpenOffice, un progetto open source basato su StarOffice e pubblicato per la maggior parte sotto licenza GPL.

Sun sostiene di aver rilasciato oltre 20 milioni di copie di StarOffice da quando, lo scorso anno, acquistò e rilasciò come open source la suite inizialmente sviluppata dalla tedesca Star Division. Da questa piccola software house Sun rilevò anche la tecnologia StarPortal, oggi alla base di SunOne WebTop , la piattaforma con cui Sun intende sfidare Microsoft.NET e cavalcare il nascente mercato delle applicazioni fornite come servizi Web.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti