StarOffice fa 7, Gnome Office vagisce

A sfidare l'ormai imminente MS Office 2003 arrivano nuove versioni di StarOffice, che eredita le ultime novità di OpenOffice 1.1, e Gnome Office, che integra fra loro numerosi applicativi free software


Roma – Mentre Microsoft Office si prepara a sbarcare sul mercato nella sua nuova edizione 2003 , nel panorama delle suite per l’ufficio “alternative”, arrivano l’ormai veterana StarOffice , giunta alla versione 7, e la giovane Gnome-Office , ormai alla sua prima release matura.

StarOffice 7 è stata lanciata da Sun nel contesto della conferenza SunNetwork di San Francisco, lo stesso palco da cui il big californiano negli scorsi giorni ha ufficialmente presentato la soluzione Linux-based Java Desktop System di cui StarOffice 7 è un componente chiave.

L’ultima versione della suite di applicativi per l’ufficio di Sun si basa sul codice sorgente del celebre software open source OpenOffice 1.1 (attualmente arrivato alla Release Candidate 4 ), da cui eredita tutte le nuove funzionalità . Rispetto a quest’ultimo, StarOffice include tecnologie licenziate da terze parti quali un più avanzato controllo ortografico, il database Adabas, alcuni font commerciali, diversi filtri aggiuntivi per l’importazione e l’esportazione dei documenti (quali quelli di WordPerfect), template e clipart addizionali. Oltre a questo, StarOffice gode del servizio di supporto e dell’help desk forniti da Sun.

Con StarOffice 7 è ora possibile creare e convertire documenti in formato PDF (Portable Document Format) e Flash, registrare una sequenza di comandi sotto forma di macro, generare il report dell’interrogazione di un database attraverso il Report Wizard; esportare documenti nei formati supportati dai PDA Palm e PocketPC. Fra le altre novità della versione 7 vi è un controllo ActiveX che consente di visualizzare i documenti di StarOffice all’interno di Internet Explorer; un Configuration Manager (presente solo nell’edizione Enterprise) per la registrazione e la gestione centralizzata delle impostazioni di StarOffice su di un server LDAP; l’integrazione della tecnologia CTL (Complex Text Layout) per l’allineamento dei caratteri speciali.

Sun ha inoltre spiegato che la versione aggiornata della propria suite estende le funzioni di accessibilità e migliora il supporto ai formati di MS Office , in particolare l’importazione di testo formattato, grafica e diagrammi.

StarOffice 7, disponibile per Windows, Linux e Solaris, verrà distribuito sul mercato a partire dal 14 ottobre nell’edizione Small Office/Home Office, dal prezzo di 75,95 dollari, ed Enterprise, il cui prezzo varia in base al numero di utenti: una licenza per volume da 25 utenti costa 1.500 dollari. Dalla home page del prodotto è già possibile scaricare una copia di valutazione, anche in italiano, della dimensione di circa 122 MB.

Sun afferma che StarOffice è disponibile presso oltre 60 OEM ed è stato distribuito ad oltre 40 milioni di utenti in tutto il mondo. Questo ne fa, secondo la mamma di Java, “la suite per la produttività open più diffusa al mondo”.

Quasi in contemporanea con l’annuncio di StarOffice 7 il progetto Gnome ha rilasciato la versione 1.0 di Gnome Office. Eccone caratteristiche e componenti.


Gnome Office 1.0 ha potuto raggiungere la maturità soprattutto grazie al recente rilascio di componenti chiave come la versione 2.0 del word processor AbiWord e la versione 1.0 del componente per la connettività ai database Gnome-DB.

A differenza di altre suite open source, come ad esempio OpenOffice, Gnome Office si compone di applicativi sviluppati in seno a team differenti. Compito di questo meta-progetto è quello di coordinare il lavoro dei singoli sviluppatori e team e di fare in modo che tutti i vari componenti della suite, rigorosamente free software, condividano la stessa tecnologia di base e la stessa architettura (denominata Bonobo ): questa caratteristica rende Gnome Office una suite particolarmente eterogenea ma, nel contempo, profondamente integrata con il desktop di Gnome.

GNOME Office include, oltre agli applicativi già visti, il browser Web Galeon, il programma per inviare e ricevere fax Gfax, il visualizzatore di immagini Eye of Gnome, i due software per il disegno vettoriale Sodipodi e Sketch, il noto editor di immagini Gimp, il client e-mail Balsa e il client e-mail/calendar Evolution, il generatore di grafici e diagrammi di flusso Dia, il personal finance manager GnuCash e i tool per il project management MrProject e Toutdoux. Recentemente sono stati aggiunti al progetto anche i principali applicativi di OpenOffice, quali OpenCalc, OpenDraw, OpenWriter e Impress.

Il nuovo AbiWord 2.0 ha ormai raggiunto, secondo gli sviluppatori, un’ottima interoperabilità con gli altri word processor ed in special modo con MS Office, di cui è in grado di importare ed esportare i documenti. Le maggiori novità sono costituite dal supporto alle tabelle, alle note a piè di pagina, alla funzionalità mail-merge, alla connettività con i database, alle funzioni per la revisione del testo e al supporto allo scripting a linea di comando.

Gnumeric 1.2.0 supporta tutte le funzioni di calcolo integrate in MS Excel e aggiunge il supporto ai file XLS criptati e all’importazione dei formati di Applix 5, PlanPerfect, Quattro Pro e OpenOffice.

Gnome-DB 1.0 è invece la prima versione stabile della giovane architettura unificata per l’accesso ai dati sviluppata in seno a Gnome.org. Essa fornisce un’API per la gestione di un’ampia varietà di dati, inclusi gli archivi di PostgreSQL, MySQL, MS SQL Server, Sybase, Oracle, Firebird, IBM DB2 ed mSQL, le sorgenti di dati ODBC e i file in formato XBase, MS Access e SQLite. Gnome-DB consente alle applicazioni che lo supportano, come AbiWord e Gnumeric, di integrare nei documenti testo e dati provenienti da uno qualsiasi dei database su menzionati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi limiti
    - Scritto da: Crazy
    Ciao a Tutti,
    Non e` un problema della Intel il fatto che
    non riesca piu` ad incrementare le velocita`
    di Clock, ma un problema di Fisica,
    purtroppo, i 4Ghz non si possono superare,Ah si?Ferma ferma, spiegami un po' questa cosa.Perche' non si puo'?
    perche` di fatto, si tratterebbe di superare
    la velocita` stessa deli Elettroni.Mi sa che hai le idee un po' confuse.Gli hertz misurano frequenze, non velocita'.
    E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le
    stesse prestazioni di un Processore a 4Ghz a
    32Bit che quindi corrispondono alle
    prestazioni di un Processore ad 1Ghz a
    128Bit.Si certo, e con due commodore 64 fai un commodore 128.No guarda, quel che stai dicendo non sta in cielo e nemmeno in terra.
    L'idea di alzare la Cache e` ovvia, dovendo
    passare piu` quantita` di dati, e`
    necessario aumentare la memoria, Ma no, cosa c'entra.La cache di solito lavora a frequenze maggiori della memoria centrale. Se aumenti la cache diminuisci le probabilita' che il processore abbia bisogno di accedere alla "lenta" memoria centrale.Di solito la cache di primo livello lavora alla frequenza di lavoro del processore. Quella di secondo (ed eventualmente di terzo) non so.
    ma a mio
    avviso non ne valeva la pena di aumentare
    cosi` tanto la Cache su di un processore a
    32Bit.La cache e' fondamentale.
    Io manderei a quel paese la legge di Moore e
    metterei in vendita un Processore a 256Bit,Che avrebbe prestazioni scandalosamente pessime, scalderebbe come un altiforno e di notte si sveglierebbe per venirti a strangolare nel sonno :)-gd
  • Anonimo scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi limiti
    quanta ignoranza in questo thread, gente che dice che la frequenza è la velocità degli elettroni (???), che parla di architetture a 32bit e a 64bit senza sapere cosa sono, ecc....mah, aprite la bocca (o meglio schiacciate i tasti) tanto per fare?tanto per chiarirvi le idee, l'unità di misura Hz misura la FREQUENZA di un segnale, ovvero il numero di pulzazioni contenute in un secondo, ad esempio una frequenza di 100Hz significa che in un secondo ci sono 100 pulsazioni, per farvi capire, un processore con clock da 3GHz significa che vengono generati 3000000000 impulsi a onda quadrail periodo invece è il tempo necessario a compiere una pulsazione, più la frequenza è alta, più il periodo è basso, perchè sono una l'inverso dell'altra: F = 1/Tcome vedete, 32 bit o 64 bit non centrano nienteora la differenza sostanziale tra un architettura a 32bit e a 64bit (prendiamo x86 e IA64 che sono quelle che conosco meglio) sta nella quantità di memoria utilizzabile, con 32bit ci sono al massimo 2^32 byte, con 64bit 2^64 byte, anche se per la 32bit l'intel aveva introdotto il pae per indirizzare 36bit e aumentare la capacità di memoria, poi il fatto che l'ia64 abbia istruzioni diverse non significa niente, prendete l'x86-64 è identica all'x86 (IDENTICA) solo che hanno esteso ogni registro a 64bit, quindi ora ci sono i registri eax e rax, dove eax è a 32bit rax a 64bit, abbiamo una GDT64, ecc...sono state introdotte nuove modalità, tipo il PM64 (Protected Mode a 64bit, modalità nativa), il vecchio PM32 (Protected Mode a 32bit, modalità per il codice a 32bit), e altra roba, meno interessantementre su IA64 è tutto diverso, ma la diversità non centra NIENTE con la grandezza del busprendete un risc qualsiasi a 32bit e un x86, sono entrambi a 32bit, ma sono totalmente diversidetto questo, probabilmente molti di voi rideranno perchè preferiscono credere a quello che gli è stato detto dall'amico di un amico, o magari perchè semplicemente quello che ho scritto va oltre la loro comprensione, ma prima di iniziare a scrivere risposte da presunti ingegneri, sappiate almeno di cosa state parlando!
  • Anonimo scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi lim(artista)
    i 4Ghz non si possono superare, perche` di fatto, si tratterebbe di superare la velocita` stessa deli Elettroni. sei un artista,le lacrime mi solcano il viso dopo aver letto una cosa cosi´bella.chiudo il computer, ufficio e vado a casa.pubblica piu´spesso, grazie
  • lattenero scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi limiti
    Amico mio, te lo dico con simpatia, dando per scontato che buona parte di quanto hai scritto sia stato fatto in buona fede :) Studiare un pò di più.. :)
    • godzilla scrive:
      Re: La Fisica... ed i suoi limiti K
      per quanto ne so io, il Pentium rispetto al Celeron ha solamente più memoria cache. in ogni caso dovresti vedere pure di che generazione di CPU stai parlando... se uno è tualatin e l'altro coppermine per esempio; non so se la CUV4X monta entrambi
      • Crazy scrive:
        Re: La Fisica... ed i suoi limiti K
        Quei due Computer li ho costruiti con gli stessi identici pezzi, ma sinceramente non so le date di Produzione... non sono stato tanto a gaurdarle, le ho guardate al montaggio giusto per essere sivuro di non avere tra le mani pezzi stravecchi..., ma ricordarsi tutto di tutti i Computer che ho fatto... BEh, e` dura
  • Anonimo scrive:
    La Fisica... ed i tuoi limiti
    - Scritto da: Crazy
    Ciao a Tutti,
    Non e` un problema della Intel il fatto che
    non riesca piu` ad incrementare le velocita`
    di Clock, ma un problema di Fisica,
    purtroppo, i 4Ghz non si possono superare,
    perche` di fatto, si tratterebbe di superare
    la velocita` stessa deli Elettroni.Ah si? e di grazia le variazioni di velocità degli elettroni chi le impone? e cosa c'entra codesta velocità con la frequenza?Gli elettroni vanno sempre alla stessa velocità..al limite possono essere limitati dal reticolo cristallino..per questo l'ingegnerizzazionbe dei materiali è molto importante per il futuro dell'informatica e dei circuiti in generale.Cosi,come allo stesso modo è importante lo sviluppo nanotecnologico per riuscire ad ovviare ad effetti parassiti al passaggio di corrente.
    In pratica, il limite di velocita` per
    Archittetture a 32biyt e` stata raggiunto,
    ora, l'unica cosa che si puo` fare e`
    passare ad archittetture con Bus maggiorni,
    64, o addirittura direttamente 128bit.
    E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le
    stesse prestazioni di un Processore a 4Ghz a
    32Bit che quindi corrispondono alle
    prestazioni di un Processore ad 1Ghz a
    128Bit.Questa è geniale...il clock è inversamente proporzionale all'encrypting del bus...
    L'idea di alzare la Cache e` ovvia, dovendo
    passare piu` quantita` di dati, e`
    necessario aumentare la memoria, ma a mio
    avviso non ne valeva la pena di aumentare
    cosi` tanto la Cache su di un processore a
    32Bit.Dovendo passare più quantità di dati?Guarda che la cache è una memoria tampone che contiene istruzioni fetchate
    Io manderei a quel paese la legge di Moore e
    metterei in vendita un Processore a 256Bit,
    sono sicuro che alla Intel gia` lo hanno da
    tempo, solo e` una questione di guadagnarci
    di piu`, quindi fanno uscire un po' alla
    volta i prodotti migliori cosi` la gente
    cerca sempre di starci dietro, probabilmente
    la Intel ha gia` il Processore a 1024Bit in
    Cassaforte, ma chi lo sa?Parole in libertà...a questo punto perchè non un bel bus di10240 bit...? perchè limitarsi a 32 o 64 o a 1024?
    Comunque, creare un Processore per giocare,
    non mi piace moltissimo, dovrebbe essere un
    Processore destinato alle Console, io il
    Computer lo vedo di piu` come uno strumento
    di lavoro, si, va bene, una partitina ogni
    tanto ci sta anche, ma non e` di certo la
    cosa primaria, meno istruzioni di grafica
    contiene il Processore, piu` sara` veloce ad
    elaborare dati, lascerei il compito della
    grafica solo ed esclusivamente alle Schede
    Video che sono provviste di un Processore
    grafico, gia` l'esperienza delle istruzioni
    MMX dovrebbe averci insegnato qualcosa.
    DISTINTI SALUTItu devi essere un troll molto furbo
    • Anonimo scrive:
      Re: La Fisica... ed i tuoi limiti
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Crazy

      [cazzate]

      tu devi essere un troll molto furboI troll non si loggano: questo Crazy e' semplicemente idiota.
    • Anonimo scrive:
      Re: La Fisica... ed i tuoi limiti
      - Scritto da: Anonimo
      tu devi essere un troll molto furbo
      Il discorso e' fisicamente corretto (anche se andrebbero raffinate e puntualizzate alcune espressioni). Ma non vale la pena di perdere tempo a farlo, con un saccente come te.
  • shimitar scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi limiti

    perche` di fatto, si tratterebbe di superare
    la velocita` stessa deli Elettroni.Che vuoi dire? 4ghz è una frequenza, non una velocità, pere con patate?Gli elettroni nella CPU vanno sempre alla stessa velocità (a parità di materiale) sia che la cpu giri a 1khz sia che giri a 100ghz.Semmai se la frequenza è troppo elevata occorrerebbe ridurre le dimensioni dei chip.
    ora, l'unica cosa che si puo` fare e`
    passare ad archittetture con Bus maggiorni,
    64, o addirittura direttamente 128bit.Non sai di cosa parli. Il Pentium (si, il primo pentium) aveva un bus di memoria da 64bit... i pentium di oggi immagino che abbiano un bus ALMENO pari a 64bit :)Poi sarebbe del tutto inutile avere un bus di memoria più largo di una riga di cache L2 perchè non verrebbe mai utilizzato appieno.
    E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le
    stesse prestazioni di un Processore a 4Ghz a
    32Bit che quindi corrispondono alle
    prestazioni di un Processore ad 1Ghz a
    128Bit.La matematica è giusta, la teoria sotto discretamente campata in aria. Puoi paragonare la frequenza solamente tra cpu con la stessa architettura. Altrimenti sono dinuovo patate con carote.Una architettura a 64bit (ad esempio: IA64) è radicalmente diversa da una a 32bit (es: IA32) e non puoi paragonarne le frequenze.Sarebbe come dire che il volume occupato da due chili di carote è il doppio del volume occupato da un chilo di mele.
    L'idea di alzare la Cache e` ovvia, dovendo
    passare piu` quantita` di dati, e`
    necessario aumentare la memoriaIntanto hanno aumentato la quantità di cache e non innalzato la frequenza della cache (alzare la quantità di cache è sbagliato in italiano).La quantità di dati comunque non dipende nè dalla velocità della pcu ne dalla velocità o quantità della ram ma solamente dal tipo di applicazioni che vengono fatte girare sulla macchina.Non è un caso, ne una manovra puramente commerciale, quella di dotare gli Xeon di più cache. Un server ne avrà veramente bisogno, un pc casalingo invece non necessariamente e quindi li si può risparmiare sulla cache.mi fermo qui, vado a pranzo
    • Anonimo scrive:
      Re: La Fisica... ed i suoi limiti
      - Scritto da: shimitar


      perche` di fatto, si tratterebbe di
      superare

      la velocita` stessa deli Elettroni.

      Che vuoi dire? 4ghz è una frequenza, non una
      velocità, pere con patate?
      Gli elettroni nella CPU vanno sempre alla
      stessa velocità (a parità di materiale) sia
      che la cpu giri a 1khz sia che giri a
      100ghz.
      Semmai se la frequenza è troppo elevata
      occorrerebbe ridurre le dimensioni dei chip.


      ora, l'unica cosa che si puo` fare e`

      passare ad archittetture con Bus
      maggiorni,

      64, o addirittura direttamente 128bit.

      Non sai di cosa parli. Il Pentium (si, il
      primo pentium) aveva un bus di memoria da
      64bit... i pentium di oggi immagino che
      abbiano un bus ALMENO pari a 64bit :)

      Poi sarebbe del tutto inutile avere un bus
      di memoria più largo di una riga di cache L2
      perchè non verrebbe mai utilizzato appieno.


      E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le

      stesse prestazioni di un Processore a
      4Ghz a

      32Bit che quindi corrispondono alle

      prestazioni di un Processore ad 1Ghz a

      128Bit.

      La matematica è giusta, la teoria sotto
      discretamente campata in aria. Puoi
      paragonare la frequenza solamente tra cpu
      con la stessa architettura. Altrimenti sono
      dinuovo patate con carote.

      Una architettura a 64bit (ad esempio: IA64)
      è radicalmente diversa da una a 32bit (es:
      IA32) e non puoi paragonarne le frequenze.

      Sarebbe come dire che il volume occupato da
      due chili di carote è il doppio del volume
      occupato da un chilo di mele.


      L'idea di alzare la Cache e` ovvia,
      dovendo

      passare piu` quantita` di dati, e`

      necessario aumentare la memoria

      Intanto hanno aumentato la quantità di cache
      e non innalzato la frequenza della cache
      (alzare la quantità di cache è sbagliato in
      italiano).
      La quantità di dati comunque non dipende nè
      dalla velocità della pcu ne dalla velocità o
      quantità della ram ma solamente dal tipo di
      applicazioni che vengono fatte girare sulla
      macchina.
      Non è un caso, ne una manovra puramente
      commerciale, quella di dotare gli Xeon di
      più cache. Un server ne avrà veramente
      bisogno, un pc casalingo invece non
      necessariamente e quindi li si può
      risparmiare sulla cache.

      mi fermo qui, vado a pranzoaaaarghhhh ragazzi... siete tutti dei fenomeni.... neanche mi immaginavo che dietro la mia cpu ci fosse tutta questa roba....ma xchè non vi mettete d'accordo, costruite un processorino straveloce e fate il c**o all' intel, a amd e ai cinesi??? se poi mi fate uno sconticino io ve lo compro subito:)
  • Anonimo scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi limiti
    [CUT]
    Io manderei a quel paese la legge di Moore e
    metterei in vendita un Processore a 256Bit,
    sono sicuro che alla Intel gia` lo hanno da
    tempo, solo e` una questione di guadagnarci
    di piu`, quindi fanno uscire un po' alla
    volta i prodotti migliori cosi` la gente
    cerca sempre di starci dietro, probabilmente
    la Intel ha gia` il Processore a 1024Bit in
    Cassaforte, ma chi lo sa?Puoi avere anche un processore a 1Mbit, ma se poi ci metti sopra Windows...
    • Anonimo scrive:
      Re: La Fisica... ed i suoi limiti

      Puoi avere anche un processore a 1Mbit, ma
      se poi ci metti sopra Windows...Et voilà... il solito commento "accendi diatribe". ... bah...
  • Anonimo scrive:
    Re: coraggio
    - Scritto da: Anonimo
    Se l'intel avesse il coraggio di abbandonare
    il modello cisc dei pentium per adottare
    quello risc, allora ci sarebbe un vero passo
    avanti. Tanto, con quei clock stratosferici,
    sicuramente un software di emulazione
    potrebbe far girare tutto il vecchio
    software (si veda l'esempio dei PowerPc dei
    mac/ibm).
    Oppure se la transmeta prendesse piede...Mah... guarda... io sono un "fan" dei Risc... (non che sia un ingegnere informatico, sono semplicemente un utente sia Mac che PC che apprezza molto i ridotti consumi dei PPC IBM - Motorola e la potenza decente che riescono a sviluppare pur con clockaggi di 1/3 rispetto ai Pentium)... tuttavia ...Il confronto RISC/CISC è molto più sfumato oggi, i processori di Intel sono dei mostri di complessità che hanno un'architettura "ibrida" che riprende molto anche dai RISC, ed in ogni caso bisogna dire (duole dirlo, come appassionato Mac) che fino ad adesso le scelte di Intel hanno pagato eccome, Intel è in grado di sfornare processori 32bit che si fumano i G4 e gareggiano con i G5 64bit, e a parità di prezzi le CPU intel sono decisamente più performanti, in più il pentium è in grado di scalare in frequenza molto più agevolmente dei PPC...Insomma, non so, magari ora sono arrivati a raschiare il barile dell'architettura x86, e i concorrenti si sono ripresi (vedi i nuovi 64bit di AMD e IBM)... ma negli ultimi anni hanno decisamente pagato di più le scelte di Intel :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: coraggio
      - Scritto da: Anonimo
      sia Mac che PC che apprezza molto i ridotti
      consumi dei PPC IBM - Motorola e la potenza
      decente che riescono a sviluppare pur con
      clockaggi di 1/3 rispetto ai Pentium)scusa ma è doverosa la correzione.i mac (g5) vanno come un intel con un clock superiore di un Ghz.i mac vanno come un AMD di pari clock.questo basandomi sui test visti in rete e soprattutto sui test condotti sull'athlon64.
      • Anonimo scrive:
        Re: coraggio
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        sia Mac che PC che apprezza molto i
        ridotti

        consumi dei PPC IBM - Motorola e la
        potenza

        decente che riescono a sviluppare pur con

        clockaggi di 1/3 rispetto ai Pentium)

        scusa ma è doverosa la correzione.

        i mac (g5) vanno come un intel con un clock
        superiore di un Ghz.
        i mac vanno come un AMD di pari clock.
        questo basandomi sui test visti in rete e
        soprattutto sui test condotti sull'athlon64.Sei sicuro di quello che dici?http://www.chaosmint.com/benchmarks/powermac-g5-ps7bench/Dai un'occhiata, la sesta colonna è relativa a un DualAMD Athlon@2200, l'ultima colonna è relativa al DualG5@2000, i valori in rosso sono le prestazioni migliori. Nella maggior parte delle operazioni l'AMD va la metà del G5, l'unico che gli tiene testa è l'AMD Athlon@3000+.
  • Anonimo scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi limiti

    purtroppo, i 4Ghz non si possono superare,
    perche` di fatto, si tratterebbe di superare
    la velocita` stessa deli Elettroni.??? Hz non è una misura di velocità ma di periodose il circuito è più corto il periodo è inferiore a pari velocitàgli hz si aumentano costruendo architetture più complicate ma con un maggior numero di circuiti più veloci, o miniaturizzando, ma qui si va incontro a problemi di correnti parassite, migrazione elettronica, effetti quantistici e quanto altro... le implicazioni fisiche in quella scala di misure non le conosciamo ancora troppo bene!Ma cmq non è necessario aumentare la velocità, si possono fare architetture più intelligenti, con istruzioni più complesse, quindi più potenza a pari velocità... poi bisogna fare anche i programmi che la sfruttino, su questo siamo ancora molto indietro.
    E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le
    stesse prestazioni di un Processore a 4Ghz a
    32Bit che quindi corrispondono alle
    prestazioni di un Processore ad 1Ghz a
    128Bit.mi consenta, questa è una c.gata pazzesca, l'architettura non è solo definita dall'ampiezza del bus.
    L'idea di alzare la Cache e` ovvia, mica tanto, la cache non è solo una memoria di lavoro accelerata... più è grande più è complicato per l'elaboratore recuperare le informazioni che contiene (=ci vuole un elaboratore più furbo)
    cosa primaria, meno istruzioni di grafica
    contiene il Processore, piu` sara` veloce ad
    elaborare dati, lascerei il compito della
    grafica solo ed esclusivamente alle Schede
    Video che sono provviste di un Processore
    grafico, gia` l'esperienza delle istruzioni
    MMX dovrebbe averci insegnato qualcosa.un processore lavora come una macchina scalare, fa calcoli in sequenza, ma può anche lavorare come una macchina vettoriale, caricando un vettore di istruzioni appositamente concepite, come le simd e altivec, con un balzo prestazionale pauroso: in pratica è come avere una macchina diversa che fa cose diverse e in modo diverso, per certi campi (giochi e video, ma non solo, guarda quante applicazioni di lavoro e scientifiche realizzate p.e. per le altivec) questo modo è molto più efficiente.... che poi in certi programmi non venga sfruttato è un discorso, dipende anche se i programmatori trovano conveniente riprogrammare l'applicazione (e se non ha bisogno di più potenza, praticamente la risposta è sempre no per una spesa a fronte di nessun vantaggio evidente), un processore non è mica un unico circuito, se ha anche la possibilità di eseguire istruzioni diverse le altre non sono influenzate e comunque preferisco avere una cpu che supporta anche queste istruzioni al giorno d'oggi.
  • Anonimo scrive:
    Re: La Fisica... ed i suoi limiti
    - Scritto da: Crazy
    Ciao a Tutti,
    Non e` un problema della Intel il fatto che
    non riesca piu` ad incrementare le velocita`
    di Clock, ma un problema di Fisica,
    purtroppo, i 4Ghz non si possono superare,
    perche` di fatto, si tratterebbe di superare
    la velocita` stessa deli Elettroni.
    In pratica, il limite di velocita` per
    Archittetture a 32biyt e` stata raggiunto,
    ora, l'unica cosa che si puo` fare e`
    passare ad archittetture con Bus maggiorni,
    64, o addirittura direttamente 128bit.
    E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le
    stesse prestazioni di un Processore a 4Ghz a
    32Bit che quindi corrispondono alle
    prestazioni di un Processore ad 1Ghz a
    128Bit.
    L'idea di alzare la Cache e` ovvia, dovendo
    passare piu` quantita` di dati, e`
    necessario aumentare la memoria, ma a mio
    avviso non ne valeva la pena di aumentare
    cosi` tanto la Cache su di un processore a
    32Bit.
    Io manderei a quel paese la legge di Moore e
    metterei in vendita un Processore a 256Bit,
    sono sicuro che alla Intel gia` lo hanno da
    tempo, solo e` una questione di guadagnarci
    di piu`, quindi fanno uscire un po' alla
    volta i prodotti migliori cosi` la gente
    cerca sempre di starci dietro, probabilmente
    la Intel ha gia` il Processore a 1024Bit in
    Cassaforte, ma chi lo sa?
    Comunque, creare un Processore per giocare,
    non mi piace moltissimo, dovrebbe essere un
    Processore destinato alle Console, io il
    Computer lo vedo di piu` come uno strumento
    di lavoro, si, va bene, una partitina ogni
    tanto ci sta anche, ma non e` di certo la
    cosa primaria, meno istruzioni di grafica
    contiene il Processore, piu` sara` veloce ad
    elaborare dati, lascerei il compito della
    grafica solo ed esclusivamente alle Schede
    Video che sono provviste di un Processore
    grafico, gia` l'esperienza delle istruzioni
    MMX dovrebbe averci insegnato qualcosa.
    DISTINTI SALUTIMai sentito parlare di set di istruzioni, RISC CISC VLIW, gerarchie di memorie, pipeline, ecc ecc giusto?Ti consiglio "Architettura dei calcolatori: un approccio quantitativo" di Hannessey-PattersonSpariamo meno cazzate per cortesia.
    • Crazy scrive:
      Re: La Fisica... ed i suoi limiti
      Forse non saro` ancora ai tuoi livelli, in quanto, Archittettura degli elaboratori e dei Calcolatori la studio da un anno, ed ho sentito parlare di varie cose, MIPS, RISC etc, non sto ad elencarle.Quello che resta un dato di fatto e` che la Intel, con i suoi Prcessori X86, seguida a ruota dalla AMD, ha la fetta piu` grossa di mercato.Ovvio che con il passare degli anni, i Processori piu` casalinghi, gli X86, si siano appesantiti di istruzioni che purtroppo, con il tempo non si possono eliminare, ma si aggiungeranno alle future, e gli X86 hanno un marasma di istruzioni che ormai non servono piu`, a partire dalle istruzioni Grafiche che oramai, vengono tutte svolte dalle schede Video provviste di Prcessori solo di grafica, ovvio che un Processore dedicato ad una sola cosa, e` nettamente piu` veloce nella sua operazione diq uanto lo possa essere un processore che fa un po' di tutto.L'ideale sarebbe avere solo Processori dedicati nel Computer, ma ci vorrebbe una Scheda Madre con molti, ma molti, Socket, non credi?
      • Anonimo scrive:
        Re: La Fisica... ed i suoi limiti

        siano appesantiti di istruzioni che
        purtroppo, con il tempo non si possono
        eliminare, ma si aggiungeranno alle future,
        e gli X86 hanno un marasma di istruzioni che
        ormai non servono piu`, si possono togliere, ma le applicazioni che hanno la cattiva idea di chiamarle non funzionerebbero! sarebbero tutte da ricompilare e quasi tutte (a parte le più banali) da riottimizzare in assembly in molti pezzi dell'applicazione. in pratica sarebbe come cambiare architettura, con tutti i suoi pro e contro specie commerciali.
        Processore dedicato ad una sola cosa, e`
        nettamente piu` veloce nella sua operazione
        diq uanto lo possa essere un processore che
        fa un po' di tutto.be, una cpu è composta da molte parti, le sezioni che fanno determinate operazioni sono distinte dalle altre, perlomeno tra istruzioni scalari e vettoriali, non credi? ogni sezione lavora come meglio può, l'unico limite operativo è la sincronizzazione con le altre parti, ma non è che aggiungere una sezione che fa una certa cosa faccia andare peggio le altre.
        L'ideale sarebbe avere solo Processori
        dedicati nel Computer, ma ci vorrebbe una
        Scheda Madre con molti, ma molti, Socket,
        non credi?no, il traffico sarebbe eccessivo per una mobo, la soluzione all'unico limite operativo di cui ho accennato sopra l'ha proposta sun, una architettura molto più evoluta cioè più elastica nel sincronizzare le operazioni tra le varie sezioni della cpu e della macchina in genere, a questo punto potrei mettere sullo stesso integrato sezioni che fanno cose diverse senza patemi per sincronizzarle, ma anche mettere sezioni più o meno evolute, fino a vere e proprie cpu o addirittura architetture su un chip e eliminare i colli di bottiglia dei bus su supporti più sfigati del silicio... almeno concettualmente... poi se ci si mette dentro anche la memoria di massa sarebbe l'ideale, per quanto anche l'organizzazione della memoria conta parecchio e una memoria tradizionale solo più veloce non sarebbe la soluzione ottimale, ma questo vuole dire proprio non accontentarsi di nulla... che è proprio la definizione dell'informatico! ;)
      • AlphaC scrive:
        Non ha tutti i torti
        - Scritto da: Crazy
        Forse non saro` ancora ai tuoi livelli, in
        quanto, Archittettura degli elaboratori e
        dei Calcolatori la studio da un anno, ed ho
        sentito parlare di varie cose, MIPS, RISC
        etc, non sto ad elencarle.Allora vai a ripassare perchè ti assicuro che io a quell'esame ho imparato che istruzioni, 64 o 32 bit contano veramente molto poco e 64 bit a parità di frequenza può anche voler dire calo delle prestazioni, soprattutto nel primo periodo di utilizzo in quanto i software forniscono istruzioni a 32bit e indirizzi in memoria a 32bit e devono essere conevrtiti, questo genera un enorme overhead (per questo si parla di architetture ibride). In più l'utilizzo di 64 bit può addirittura risultare inutile, 64 bit per un indirizzo di memoria è una quantità pazzesca per applicazioni da ufficio molto superiore al terabyte. Mi spieghi a che serve? L'unico vantaggio dei 64 bit può essere nel set di istruzioni, anche se non sarà sfruttato a pieno almeno 5 anni dopo la loro introduzione.Quindi non corriamo a braccia aperte verso queste nuove architetture per poi scoprire che le applicazioni girano "poco più veloci di prima se non più lente".Si potranno avere dei vantaggi con il 64 bit ma l'unica maniera per superare i limiti attuali sono i materiali con i quali vengono costruiti i processori. Fatto sta che io non sento la necessità di un processore più veloce, voi si? Io gioco, studio e lavoro con un XP 2000 e 256 Mb di ram ddr e non mi lamento assolutamente!!MI chiedo cosa usiate voi, siete tutti dei grafici tridimensionali?
        Quello che resta un dato di fatto e` che la
        Intel, con i suoi Prcessori X86, seguida a
        ruota dalla AMD, ha la fetta piu` grossa di
        mercato.
        Ovvio che con il passare degli anni, i
        Processori piu` casalinghi, gli X86, si
        siano appesantiti di istruzioni che
        purtroppo, con il tempo non si possono
        eliminare, ma si aggiungeranno alle future,
        e gli X86 hanno un marasma di istruzioni che
        ormai non servono piu`, a partire dalle
        istruzioni Grafiche che oramai, vengono
        tutte svolte dalle schede Video provviste di
        Prcessori solo di grafica, ovvio che un
        Processore dedicato ad una sola cosa, e`
        nettamente piu` veloce nella sua operazione
        diq uanto lo possa essere un processore che
        fa un po' di tutto.
        L'ideale sarebbe avere solo Processori
        dedicati nel Computer, ma ci vorrebbe una
        Scheda Madre con molti, ma molti, Socket,
        non credi?Non ti sei accorto che ormai su un pc sono tutti processori dedicati:southbridge: I/O genericonorthbridge: BUS Memoria + colloquio con la CPU + colloquio con il southbridgeGPU: VideoDSP: Suono FPU: Elaborazione "quasi" pura del datoCPU: Gestione delle precedentiIn un pc si possono distinguere almeno 6 processori differenti e cresceranno ancora perchè è la maniera più intelligente e voloce per aumentare le prestazioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: La Fisica... ed i suoi limiti
        Senti.. fai un favore.. a te e alla societa' informatica.. oltre che a noi e al forum di PI.. per un paio di anni.. limitati a Lurkare.. non capisci un cazzo di reti.. non sai un cazzo di automobili... dimostri di non sapere un cazzo di fisica e di architettura dei calcolatori.. i tuoi post non fanno nemmeno ridere... Quindi.. che scrivi a fare.. (e io per quale motivo ti leggo ancora...).Cya WarfoXP.s. Esistono transistor con capacita di commutazione di 10 Ghz... cos'e'? fanno un corso collettivo di autostima agli elettroni?
    • Anonimo scrive:
      Re: La Fisica... ed i suoi limiti
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Crazy

      Ciao a Tutti,

      Non e` un problema della Intel il fatto
      che

      non riesca piu` ad incrementare le
      velocita`

      di Clock, ma un problema di Fisica,

      purtroppo, i 4Ghz non si possono superare,

      perche` di fatto, si tratterebbe di
      superare

      la velocita` stessa deli Elettroni.

      In pratica, il limite di velocita` per

      Archittetture a 32biyt e` stata raggiunto,

      ora, l'unica cosa che si puo` fare e`

      passare ad archittetture con Bus
      maggiorni,

      64, o addirittura direttamente 128bit.

      E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le

      stesse prestazioni di un Processore a
      4Ghz a

      32Bit che quindi corrispondono alle

      prestazioni di un Processore ad 1Ghz a

      128Bit.

      L'idea di alzare la Cache e` ovvia,
      dovendo

      passare piu` quantita` di dati, e`

      necessario aumentare la memoria, ma a mio

      avviso non ne valeva la pena di aumentare

      cosi` tanto la Cache su di un processore a

      32Bit.

      Io manderei a quel paese la legge di
      Moore e

      metterei in vendita un Processore a
      256Bit,

      sono sicuro che alla Intel gia` lo hanno
      da

      tempo, solo e` una questione di
      guadagnarci

      di piu`, quindi fanno uscire un po' alla

      volta i prodotti migliori cosi` la gente

      cerca sempre di starci dietro,
      probabilmente

      la Intel ha gia` il Processore a 1024Bit
      in

      Cassaforte, ma chi lo sa?

      Comunque, creare un Processore per
      giocare,

      non mi piace moltissimo, dovrebbe essere
      un

      Processore destinato alle Console, io il

      Computer lo vedo di piu` come uno
      strumento

      di lavoro, si, va bene, una partitina ogni

      tanto ci sta anche, ma non e` di certo la

      cosa primaria, meno istruzioni di grafica

      contiene il Processore, piu` sara` veloce
      ad

      elaborare dati, lascerei il compito della

      grafica solo ed esclusivamente alle Schede

      Video che sono provviste di un Processore

      grafico, gia` l'esperienza delle
      istruzioni

      MMX dovrebbe averci insegnato qualcosa.

      DISTINTI SALUTI


      Mai sentito parlare di set di istruzioni,
      RISC CISC VLIW, gerarchie di memorie,
      pipeline, ecc ecc giusto?

      Ti consiglio "Architettura dei calcolatori:
      un approccio quantitativo" di
      Hannessey-Patterson

      Spariamo meno cazzate per cortesia.d'accordissimo.E aggiungerei di dare un'occhiatina a: "Architettura dei Computer - Un Approccio Strutturato" dell' ottimo Tanenbaum... l'edizione italiana è a cura di Roberto BisianiCiao ! - Cyberneticus -
      • Anonimo scrive:
        Re: La Fisica... ed i suoi limiti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        - Scritto da: Crazy


        Ciao a Tutti,


        Non e` un problema della Intel il fatto

        che


        non riesca piu` ad incrementare le

        velocita`


        di Clock, ma un problema di Fisica,


        purtroppo, i 4Ghz non si possono
        superare,


        perche` di fatto, si tratterebbe di

        superare


        la velocita` stessa deli Elettroni.


        In pratica, il limite di velocita` per


        Archittetture a 32biyt e` stata
        raggiunto,


        ora, l'unica cosa che si puo` fare e`


        passare ad archittetture con Bus

        maggiorni,


        64, o addirittura direttamente 128bit.


        E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le


        stesse prestazioni di un Processore a

        4Ghz a


        32Bit che quindi corrispondono alle


        prestazioni di un Processore ad 1Ghz a


        128Bit.


        L'idea di alzare la Cache e` ovvia,

        dovendo


        passare piu` quantita` di dati, e`


        necessario aumentare la memoria, ma a
        mio


        avviso non ne valeva la pena di
        aumentare


        cosi` tanto la Cache su di un
        processore a


        32Bit.


        Io manderei a quel paese la legge di

        Moore e


        metterei in vendita un Processore a

        256Bit,


        sono sicuro che alla Intel gia` lo
        hanno

        da


        tempo, solo e` una questione di

        guadagnarci


        di piu`, quindi fanno uscire un po'
        alla


        volta i prodotti migliori cosi` la
        gente


        cerca sempre di starci dietro,

        probabilmente


        la Intel ha gia` il Processore a
        1024Bit

        in


        Cassaforte, ma chi lo sa?


        Comunque, creare un Processore per

        giocare,


        non mi piace moltissimo, dovrebbe
        essere

        un


        Processore destinato alle Console, io
        il


        Computer lo vedo di piu` come uno

        strumento


        di lavoro, si, va bene, una partitina
        ogni


        tanto ci sta anche, ma non e` di certo
        la


        cosa primaria, meno istruzioni di
        grafica


        contiene il Processore, piu` sara`
        veloce

        ad


        elaborare dati, lascerei il compito
        della


        grafica solo ed esclusivamente alle
        Schede


        Video che sono provviste di un
        Processore


        grafico, gia` l'esperienza delle

        istruzioni


        MMX dovrebbe averci insegnato qualcosa.


        DISTINTI SALUTI





        Mai sentito parlare di set di istruzioni,

        RISC CISC VLIW, gerarchie di memorie,

        pipeline, ecc ecc giusto?



        Ti consiglio "Architettura dei
        calcolatori:

        un approccio quantitativo" di

        Hannessey-Patterson



        Spariamo meno cazzate per cortesia.


        d'accordissimo.

        E aggiungerei di dare un'occhiatina a:
        "Architettura dei Computer - Un Approccio
        Strutturato" dell' ottimo Tanenbaum...
        l'edizione italiana è a cura di Roberto
        Bisiani

        Ciao !

        - Cyberneticus -Preferisco di 10 volte Un Approccio Strutturale Libro che rulezza !!!so ogni riga di quel libro a memoria !!! molto bello il paragonetra il 68000 e l'architettura 386.ovvero come fare fallimento rendendo incompatibili 2 cose praticamente uguali LOLOLOLOLOLOLOLOL asdasdda ko la parte sulle architetture parallele.belli anche i programmini di esempio in pascal (esiste ancora ?) anche se avrei preferito qualcosa di più generico , magari uno pseudocodice più parlato.
  • Anonimo scrive:
    No compro cpu Intel, hanno il serial key
    1)Non acquisto cpu Intel dal 1990, cioè dal mio primo pc.Qualche anno dopo infatti l'Intel ebbe la bella idea di introdurre nelle loro cpu un numero identificativo (praticamenteindelebile!!! ....anche se l'Intel ed altri dicono il contrario!).L'Intel diceva e dice per favorire il commercio elettronico,ma purtroppo elimina la privacy delle persone!SE LE PERSONE POSSONO ESSERE CONTROLLATECOL SERIAL KEY DELLE CPU STATE PUR SICURI CHE LO SONO DA MOLTO TEMPO.2)Le cpu AMD costano meno e vanno meglio.3)Anche se le cpu Intel costassero meno ed andassero meglio comprerei lo stesso AMD, o meglio ancora cpucinesi!
    • Anonimo scrive:
      Re: No compro cpu Intel, hanno il serial

      SE LE PERSONE POSSONO ESSERE CONTROLLATE
      COL SERIAL KEY DELLE CPU STATE PUR SICURI
      CHE LO SONO DA MOLTO TEMPO.Un mucchio di stronzate e, per di più, in caps...Ma lo sai che su quasi tutte le schede madri l'opzione di indentificazione del numero del processore è disattivata di default? E lo sai che anche se fosse attivata potresti sempre disattivarla?Torna a letto, non sei ancora del tutto sveglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: No compro cpu Intel, hanno il serial
        Ahahahahha compro AMD anch'io e basta. AMD meglio in tutti i sensi
      • Anonimo scrive:
        Re: No compro cpu Intel, hanno il serial
        - Scritto da: Anonimo

        SE LE PERSONE POSSONO ESSERE CONTROLLATE

        COL SERIAL KEY DELLE CPU STATE PUR SICURI

        CHE LO SONO DA MOLTO TEMPO.

        Un mucchio di stronzate e, per di più, in
        caps...

        Ma lo sai che su quasi tutte le schede madri
        l'opzione di indentificazione del numero del
        processore è disattivata di default? E lo
        sai che anche se fosse attivata potresti
        sempre disattivarla?Ahmmm, ......mi scusi molto Sig. Super-esperto di schede madri...............................Già che c'è mi potrebbe vendere qualche scheda figliadi circa 18-19 anni, bionda, occhi azzurri, taglia 90-60-90???P.S. Prima legge di Murphy:Se qualcosa può andar male, lo farà.
    • Anonimo scrive:
      Re: No compro cpu Intel, hanno il serial
      Anche io non compro piu' cpu intel.L'ultimo è stato un pentium 133 nel 1996 se non sbaglio.Anche se non lo faccio per lemotivazioni farneticanti che tu sostieni.
    • AlphaC scrive:
      Non ha tutti i torti
      - Scritto da: Anonimo
      1)Non acquisto cpu Intel dal 1990, cioè dal
      mio primo pc.
      Qualche anno dopo infatti l'Intel ebbe la
      bella idea di
      introdurre nelle loro cpu un numero
      identificativo (praticamente
      indelebile!!! ....anche se l'Intel ed altri
      dicono il contrario!).
      L'Intel diceva e dice per favorire il
      commercio elettronico,
      ma purtroppo elimina la privacy delle
      persone!
      SE LE PERSONE POSSONO ESSERE CONTROLLATE
      COL SERIAL KEY DELLE CPU STATE PUR SICURI
      CHE LO SONO DA MOLTO TEMPO.Il cpuid, come l'id dei periferici sono normali prassi nella produzione, servono per poter constatare la provenienza di un prodotto per la garanzia ed altri servizi, sono anche norme cee tra l'altro. Il fatto che nei prodotti informatici questi vengano segnalati sulla confezione e anche sul firmware è un dettaglio. Prima di tutto perchè se vai in un negozio e compri qualcosa, mettiamo con la carta di credito, il negoziante scarica il prodotto dal magazzino, ma non segnala quasi mai il numero di serie, quindi quel codice prodotto non è legato a te in nessuna maniera, e se anche lo fosse ci si dovrebbe sbattere un bel pò per arrivare a te, e non senza mandati. In più non vedo come attraverso la rete possano essere comunicati i numeri di serie: tramite modifiche al codice che si occupa del tcp/ip, fattibile, ecco perchè in generale preferisco le soluzioni open source, tramite programmi "troiani"? Una volta che hai un troiano nel pc preoccuparsi del cpuid è il meno....Evitiamo di gridare sempre al grande fratello perchè poi quando sarebbe veramente il caso di farlo non ci crede più nessuno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ha tutti i torti
        - Scritto da: AlphaC

        - Scritto da: Anonimo

        1)Non acquisto cpu Intel dal 1990, cioè
        dal

        mio primo pc.

        Qualche anno dopo infatti l'Intel ebbe la

        bella idea di

        introdurre nelle loro cpu un numero

        identificativo (praticamente

        indelebile!!! ....anche se l'Intel ed
        altri

        dicono il contrario!).

        L'Intel diceva e dice per favorire il

        commercio elettronico,

        ma purtroppo elimina la privacy delle

        persone!

        SE LE PERSONE POSSONO ESSERE CONTROLLATE

        COL SERIAL KEY DELLE CPU STATE PUR SICURI

        CHE LO SONO DA MOLTO TEMPO.

        Il cpuid, come l'id dei periferici sono
        normali prassi nella produzione, servono per
        poter constatare la provenienza di un
        prodotto per la garanzia ed altri servizi,
        sono anche norme cee tra l'altro. Il fatto
        che nei prodotti informatici questi vengano
        segnalati sulla confezione e anche sul
        firmware è un dettaglio. Prima di tutto
        perchè se vai in un negozio e compri
        qualcosa, mettiamo con la carta di credito,
        il negoziante scarica il prodotto dal
        magazzino, ma non segnala quasi mai il
        numero di serie, quindi quel codice prodotto
        non è legato a te in nessuna maniera, e se
        anche lo fosse ci si dovrebbe sbattere un
        bel pò per arrivare a te, e non senza
        mandati. In più non vedo come attraverso la
        rete possano essere comunicati i numeri di
        serie: tramite modifiche al codice che si
        occupa del tcp/ip, fattibile, ecco perchè in
        generale preferisco le soluzioni open
        source, tramite programmi "troiani"? Una
        volta che hai un troiano nel pc preoccuparsi
        del cpuid è il meno....
        ......http://www.newbie.it
    • Anonimo scrive:
      Re: No compro cpu Intel, hanno il serial key
      - Scritto da: Anonimo
      1) [cazzate]E ki e', il fratello di Crazy?1- L' ID dei processori Intel e' sempre stato disabilitato x default.2- Mi spieghi dove sarebbe il registro ke associa l' ID ai tuoi dati personai e (specialmente) ki e' ke lo compila?!L' ID _sarebbe_ servito effettivamente x tracciare l' utente, ma in forma del tutto anonima, un po' come i cookie.
      • The FoX scrive:
        Re: No compro cpu Intel, hanno il serial key
        - Scritto da: Anonimo
        1- L' ID dei processori Intel e' sempre
        stato disabilitato x default.Sbagliato!Nei primi PIII, con cui fu introdotto ("ufficialmente"?), eraabilitato di default e non era previsto nessun metodo direttoper disabilitarlo.Solo dopo la campagna di proteste per i rischi alla privacyIntel rilascio' un programmino per spegnerlo e nei BIOS delle mobo fu' introdotta una voce che svolge la stessa funzione.Ma era un po' che non se ne parlava e con le CPU oierne non so' come siamo messi (se male o a 90...).
        2- Mi spieghi dove sarebbe il registro ke
        associa l' ID ai tuoi dati personai e
        (specialmente) ki e' ke lo compila?!
        L' ID _sarebbe_ servito effettivamente x
        tracciare l' utente, ma in forma del tutto
        anonima, un po' come i cookie.Fai un acquisto on-line con la tua carta di credito e l'ID acceso e, Zac, fatta l'associazione...
    • Anonimo scrive:
      No cpu Intel, hanno il serial killer
      :P :P :P
  • Crazy scrive:
    La Fisica... ed i suoi limiti
    Ciao a Tutti,Non e` un problema della Intel il fatto che non riesca piu` ad incrementare le velocita` di Clock, ma un problema di Fisica, purtroppo, i 4Ghz non si possono superare, perche` di fatto, si tratterebbe di superare la velocita` stessa deli Elettroni.In pratica, il limite di velocita` per Archittetture a 32biyt e` stata raggiunto, ora, l'unica cosa che si puo` fare e` passare ad archittetture con Bus maggiorni, 64, o addirittura direttamente 128bit.E` un processore da 2Ghz a 64Bit ha le stesse prestazioni di un Processore a 4Ghz a 32Bit che quindi corrispondono alle prestazioni di un Processore ad 1Ghz a 128Bit.L'idea di alzare la Cache e` ovvia, dovendo passare piu` quantita` di dati, e` necessario aumentare la memoria, ma a mio avviso non ne valeva la pena di aumentare cosi` tanto la Cache su di un processore a 32Bit.Io manderei a quel paese la legge di Moore e metterei in vendita un Processore a 256Bit, sono sicuro che alla Intel gia` lo hanno da tempo, solo e` una questione di guadagnarci di piu`, quindi fanno uscire un po' alla volta i prodotti migliori cosi` la gente cerca sempre di starci dietro, probabilmente la Intel ha gia` il Processore a 1024Bit in Cassaforte, ma chi lo sa?Comunque, creare un Processore per giocare, non mi piace moltissimo, dovrebbe essere un Processore destinato alle Console, io il Computer lo vedo di piu` come uno strumento di lavoro, si, va bene, una partitina ogni tanto ci sta anche, ma non e` di certo la cosa primaria, meno istruzioni di grafica contiene il Processore, piu` sara` veloce ad elaborare dati, lascerei il compito della grafica solo ed esclusivamente alle Schede Video che sono provviste di un Processore grafico, gia` l'esperienza delle istruzioni MMX dovrebbe averci insegnato qualcosa.DISTINTI SALUTI
  • Anonimo scrive:
    coraggio
    Se l'intel avesse il coraggio di abbandonare il modello cisc dei pentium per adottare quello risc, allora ci sarebbe un vero passo avanti. Tanto, con quei clock stratosferici, sicuramente un software di emulazione potrebbe far girare tutto il vecchio software (si veda l'esempio dei PowerPc dei mac/ibm).Oppure se la transmeta prendesse piede...
    • Anonimo scrive:
      Re: coraggio
      - Scritto da: Anonimo
      Se l'intel avesse il coraggio di abbandonare
      il modello cisc dei pentium per adottare
      quello risc, allora ci sarebbe un vero passo
      avanti. Tanto, con quei clock stratosferici,
      sicuramente un software di emulazione
      potrebbe far girare tutto il vecchio
      software (si veda l'esempio dei PowerPc dei
      mac/ibm).
      Oppure se la transmeta prendesse piede...se esistesse ancora questa distinzione rigida Cisc/Risc avresti ragione...ma le architetture non sono più cosi diversificate da anni ed ognuna comprende molteplici soluzioni risc....
    • TaGoH scrive:
      fatto
      - Scritto da: Anonimo
      Se l'intel avesse il coraggio di abbandonare
      il modello cisc dei pentium per adottare
      quello risc, allora ci sarebbe un vero passo
      avanti. Tanto, con quei clock stratosferici,
      sicuramente un software di emulazione
      potrebbe far girare tutto il vecchio
      software (si veda l'esempio dei PowerPc dei
      mac/ibm).
      Oppure se la transmeta prendesse piede...Ma caro Anonimo, questo è stato fatto da anni ormaidal pentium Pro in poi il core dei Pentium e similarinon è + CISC come del resto non lo sono gli AMD dalK6 in poi.Esiste una piccola porzione di die con i decodificatoriCISC che traduce in istruzioni RISC per il core del chip.quindi il traduttore esiste già, ma fatto in HW è veloce,via software è lentissimo :(Xche pensi che l'architettura IA64 è cosi lenta in modalità IA32? xche lo fa un software e non un hardware!ciao
  • Anonimo scrive:
    Intel prende spunti ....
    ... dall'industria del porno?Pentium IV superdotato ... nome in codice ROCCO !!! Per caso lo vendono in boundle con un joystick ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel prende spunti ....
      - Scritto da: Anonimo
      ... dall'industria del porno?
      Pentium IV superdotato ... nome in codice
      ROCCO !!!
      Per caso lo vendono in boundle con un
      joystick ???ROTFL !!!!!!!!!!!! LMAO !!!!!!!!!!!!!!!!!! :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Nessuna novità
    Si tratta solo di un restiling, una mossa commerciale per controbattere l'imminente uscita, il 23 settembre dell'athlon64.Di sicuro costerà di più dei 640$ del P4 3.2Ghz che tra parentesi da noi costa la belleza di 800?Riguardo alle presunte prestazioni dedicate ai gamers incalliti, di certo non sarà qualche mb di cache L3 a fare la differenza, date un occhiata alle prestazioni che in questo campo ha l'Athlon64...se uno vuole un sistema al top per i giochi d'ora in poi dovrà pensare a prendersene uno visto che stando ai test, è uno dei campi in cui si comporta meglio distanziando di non poco l'attuale p4 3.2ghz nonostante abbia ben 1.2ghz di frequenza effettiva in meno.Tutto questo non potrà che far bene alla concorrenza
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna novità
      - Scritto da: Anonimo
      Si tratta solo di un restiling, una mossa
      commerciale per controbattere l'imminente
      uscita, il 23 settembre dell'athlon64.Condivido fino a un certo punto, in certi ambiti cache on die così sostanziose sono molto utili.Ho paura però che questi ambiti siano per il momento comunque riservati ai server, piuttosto che non a mega PC per utenti singoli.
      Di sicuro costerà di più dei 640$ del P4
      3.2Ghz che tra parentesi da noi costa la
      belleza di 800?

      Riguardo alle presunte prestazioni dedicate
      ai gamers incalliti, di certo non sarà
      qualche mb di cache L3 a fare la differenza,sono d'accordo: se l'XBOX monta un PIII con la cache dimezzata e i produttori di chip video si fanno concorrenza come e più di INTEL e AMD un motivo ci sarà.
      date un occhiata alle prestazioni che in
      questo campo ha l'Athlon64...se uno vuole un
      sistema al top per i giochi d'ora in poi
      dovrà pensare a prendersene uno visto che
      stando ai test, è uno dei campi in cui si
      comporta meglio distanziando di non poco
      l'attuale p4 3.2ghz nonostante abbia ben
      1.2ghz di frequenza effettiva in meno.Io, sinceramente, per i giochi penso sia sempre meglio una console: forse non giocherò a Quake III con risoluzione 2048x1536@100Hz e 100 frame al secondo, ma non posso spendere 3-4000Euri di PC con un P4 a 3Ghz e 2Mb Cache on die o un Athlon 64 per sparare a un mostro digitale.Tanto, non prendiamoci in giro, alla fine finisce che, per non rovinare la configurazione, per lavorare si recupera un PC più vecchio.
      Tutto questo non potrà che far bene alla
      concorrenza
      Sono pienamente daccordo.
  • Anonimo scrive:
    A lavorare !
    Ma sul serio...veramente c'è gente che spende più di 500 euro per un processore come il P4?A me sembra improponibile.. basta acquistare qualsiasi processore minore Intel o AMD che sia per avere tutte le prestazioni che si vogliono...
    • Anonimo scrive:
      Re: A lavorare !
      - Scritto da: Anonimo
      Ma sul serio...veramente c'è gente che
      spende più di 500 euro per un processore
      come il P4?
      A me sembra improponibile.. basta acquistare
      qualsiasi processore minore Intel o AMD che
      sia per avere tutte le prestazioni che si
      vogliono...perchè è extreme edition :))
  • Anonimo scrive:
    Misteriose istruzioni
    Mi vengono in mente le estensioni MMX che vennero pubblicizzate anni fa come una vera innovazione (uscì anche un gioco dedicato, chi se lo ricorda?). A posto siamoooo...
    • Goul_duKat scrive:
      Re: Misteriose istruzioni
      - Scritto da: Anonimo
      Mi vengono in mente le estensioni MMX che
      vennero pubblicizzate anni fa come una vera
      innovazione (uscì anche un gioco dedicato,
      chi se lo ricorda?). A posto siamoooo...POD !!! era il primo gioco che lancio' sul mercato MMX e 3DFX ;-) bei tempi ...ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Misteriose istruzioni
      - Scritto da: Anonimo
      Mi vengono in mente le estensioni MMX che
      vennero pubblicizzate anni fa come una vera
      innovazione (uscì anche un gioco dedicato,
      chi se lo ricorda?). A posto siamoooo...Ma non le hanno tolte le estensioni, semplicemente non le pubblicizzano più
      • Anonimo scrive:
        Re: Misteriose istruzioni

        Ma non le hanno tolte le estensioni, semplicemente non
        le pubblicizzano più E tantomeno le utilizzano, visto che non sono istruzioni di casa nVidia o Ati... ormai le uniche a regolare il mercato dei videogiochi
        • Anonimo scrive:
          Re: Misteriose istruzioni
          - Scritto da: Anonimo
          E tantomeno le utilizzano, visto che non
          sono istruzioni di casa nVidia o Ati...
          ormai le uniche a regolare il mercato dei
          videogiochiIo quando codifico uso l'opzione mmx quindi per qualcosa vengono utilizzate
    • Anonimo scrive:
      Re: Misteriose istruzioni
      Non sono un addetto ai lavori, la mia esperienza è quindi un po' limitata. Ma ho maneggiato recentemente con quel tipo di macchine, ed ho avuto modo di fare un confronto tra un P166 @ 200, ed un vero P200 MMX. Il secondo lascia il P166 molto, ma molto dietro. Il confronto è stato realizzato osservando la velocità di codifica da wave a mp3, con lo stesso programma, lo stesso file e lo stesso codec.Saluti,Piwi
      • Goul_duKat scrive:
        Re: Misteriose istruzioni
        - Scritto da: Anonimo
        Non sono un addetto ai lavori, la mia
        esperienza è quindi un po' limitata. Ma ho
        maneggiato recentemente con quel tipo di
        macchine, ed ho avuto modo di fare un
        confronto tra un P166 @ 200, ed un vero P200
        MMX. Il secondo lascia il P166 molto, ma
        molto dietro. Il confronto è stato
        realizzato osservando la velocità di
        codifica da wave a mp3, con lo stesso
        programma, lo stesso file e lo stesso codec.sei rimasto indietro 4-5 anni mi sa ... ci sono state evoluzioni mega da ll'ora ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Misteriose istruzioni

          sei rimasto indietro 4-5 anni mi sa ... ci
          sono state evoluzioni mega da ll'ora ...Cosa c'entra, era un esempio, non fermarti davanti al fatto, cerca di leggere più in profondità!
          • Anonimo scrive:
            Re: Misteriose istruzioni
            Esattamente. E, a prescindere da questo, per scrivere una tesi di laurea, un 486 è più che sufficiente, alla faccia di tutta l'evoluzione di questi ultimi dieci anni !Salutipiwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Misteriose istruzioni
            - Scritto da: Anonimo
            [...] per scrivere una tesi di laurea, un 486 è più che
            sufficiente [...]Se e' x questo potresti farla pure a mano o con la macchina da scrivere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Misteriose istruzioni
            Vabbè, non esageriamo, adesso :)Bye piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: Misteriose istruzioni
          - Scritto da: Goul_duKat
          sei rimasto indietro 4-5 anni mi sa ... ci
          sono state evoluzioni mega da ll'ora ...-_-'Ke commento cretino.X testare l' efficenza delle MMX l' unica cosa importante e' ke le 2 macchine siano identike, eccettuato x la presenza delle istruzioni MMX su 1 sola delle 2.E con un test del genere non puoi certo usare 2 processori a 3 GHz, dato ke entrambi sarebbero dotati delle SSE (Athlon XP) o delle SSE2 (P4, Athlon 64)......
          • Goul_duKat scrive:
            Re: Misteriose istruzioni
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Goul_duKat

            sei rimasto indietro 4-5 anni mi sa ... ci

            sono state evoluzioni mega da ll'ora ...

            -_-'
            Ke commento cretino.

            X testare l' efficenza delle MMX l' unica
            cosa importante e' ke le 2 macchine siano
            identike, eccettuato x la presenza delle
            istruzioni MMX su 1 sola delle 2.
            E con un test del genere non puoi certo
            usare 2 processori a 3 GHz, dato ke entrambi
            sarebbero dotati delle SSE (Athlon XP) o
            delle SSE2 (P4, Athlon 64)......ed invece di sbagli ... per testare la bonta' delle istruzioni testi lo stesso programma sulla stessa macchina, una volta con il compilato ottimizzato mmx e la volta dopo quello ottimizzato per sole istruzioni I386 e le confronti a parita' di clock e di architettura ;-)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Misteriose istruzioni
        - Scritto da: Anonimo
        Non sono un addetto ai lavori, la mia
        esperienza è quindi un po' limitata. Ma ho
        maneggiato recentemente con quel tipo di
        macchine, ed ho avuto modo di fare un
        confronto tra un P166 @ 200, ed un vero P200
        MMX. Il secondo lascia il P166 molto, ma
        molto dietro. Il confronto è stato
        realizzato osservando la velocità di
        codifica da wave a mp3, con lo stesso
        programma, lo stesso file e lo stesso codec.

        Saluti,
        PiwiSe non ricordo male il grosso gap prestazionale era anche dato dalla cache L1 che passava negli MMX da 16 a 32 KB....CiaoAndrea
    • Anonimo scrive:
      Re: Misteriose istruzioni
      - Scritto da: Anonimo
      Mi vengono in mente le estensioni MMX che
      vennero pubblicizzate anni fa come una vera
      innovazione Il set MMX è composto da istruzioni di tipo SIMD (Single Instruction Multiple Data) che permettono principalmente di velocizzare la manipolazione di grandi moli di dati simili. Sono state pomposamente chiamate Multimedia Extension, ma hanno effetto reale solo in casi grafici ben specifici, e nella elaborazione di sorgenti video e audio (questioni queste ultime che oggi sono spesso meglio affrontate direttamente dall'hardware grafico/sonoro che tramite le estensioni MMX).Le MMX funzionavano solo su dati interi (2 interi da 32 bit per volta). Questo era il loro limite principale, e di questo si è accorta anche Intel che ha prontamente inventato le SSE (dette anche MMX2), che si portano appresso 8 nuovi registri da 128bit, e lavorano contemporaneamente con 4floating point da 32 bit ciascuno Sia le MMX che le MMX2 sono implementate anche nei processori attuali, per motivi di compatibilità.Per quanto riguarda la grafica (e i giochi) comunque, è molto più importante la scheda video del processore. Le nuove schede NVidia hanno un pixel processor, che permette di far eseguire al processore della scheda video 16 o 32 diverse istruzioni (per esempio blendig, masking, meshing, o lightning) per ciascun pixel.Morale: per i videogiochi, delle eventuali istruzioni nuove del processore non servirebbero quasi a niente.
      • avvelenato scrive:
        Re: sì ma da qui a definirle inutili..
        beh non sono state inutiliil gioco citato, per esempio (pod) era un bel giocoai tempi se non erro le schede grafiche accelerate in 3d erano anche abbastanza una novità.. se non sbaglio il primo gioco a supportare accelerazione 3d era hellbender o qualcosa del genere (microsoft, cmq qualcosa style descent2)era normale pensare di migliorare nel trattamento dei dati multimediali il processore.
  • Anonimo scrive:
    A quel prezzo...
    ...mi prendo una MB Tyan Socket 462 doppio processore e 2 Athlon MP! E forse mi avanzano pure dei soldi!Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?
    • Anonimo scrive:
      Re: A quel prezzo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...mi prendo una MB Tyan Socket 462 doppio
      processore e 2 Athlon MP! E forse mi
      avanzano pure dei soldi!
      Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?Devi aggiungerci l'IVA e comunque è il prezzo del "vecchio" modello......leggi meglio l'articolo. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: A quel prezzo...
        - Scritto da: Anonimo
        Devi aggiungerci l'IVA e comunque è il
        prezzo del "vecchio" modello......leggi
        meglio l'articolo. ;)Ma che differenze ci sono tra avere un biprocessore come diceva quello prima e un pentium come questo? (a parte il prezzo)
        • Anonimo scrive:
          Re: A quel prezzo...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Devi aggiungerci l'IVA e comunque è il

          prezzo del "vecchio" modello......leggi

          meglio l'articolo. ;)

          Ma che differenze ci sono tra avere un
          biprocessore come diceva quello prima e un
          pentium come questo? (a parte il prezzo)che comprando un pentium come questo prendi un gran fregatura
        • Anonimo scrive:
          Re: A quel prezzo...
          - Scritto da: Anonimo
          Ma che differenze ci sono tra avere un
          biprocessore come diceva quello prima e un
          pentium come questo? (a parte il prezzo)col biprocessore1) sei più figo2) spendi meno3) vai più forte
        • shimitar scrive:
          Re: A quel prezzo...
          Che con il doppio processore ne hai benefici solamente se le applicazioni sono scritte apposta, o se usi spesso più applicazioni succhia-cpu in parallelo.I giochi, a che mi risulti, non supportano doppie cpu.Con quest'altra cpu invece ne hai benefici comunque, a patto che ci siano davvero dei benefici.qumentare le cache a dismisura servirà pure in teoria, ma per via della località del codice bisogna poi vedere se l'incremento di prestaxioni è veramente sensibile o meno.Alla fine, dipende dalle applicazioni anche qui ma in maniera molto più ingestibile.
    • Locke scrive:
      Re: A quel prezzo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...mi prendo una MB Tyan Socket 462 doppio
      processore e 2 Athlon MP! E forse mi
      avanzano pure dei soldi!
      Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?Hah! Io con 620 ? mi sono preso uno Shuttle X (i pc-cubo) con processore a 2500 mhz e me lo sono portato all'NGI Lan 2003 =)Al diavolo l'Intel e i suoi inutili processori
      • spino scrive:
        Re: A quel prezzo...
        - Scritto da: Locke

        - Scritto da: Anonimo

        ...mi prendo una MB Tyan Socket 462 doppio

        processore e 2 Athlon MP! E forse mi

        avanzano pure dei soldi!

        Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?

        Hah! Io con 620 ? mi sono preso uno Shuttle
        X (i pc-cubo) con processore a 2500 mhz e me
        lo sono portato all'NGI Lan 2003 =)

        Al diavolo l'Intel e i suoi inutili
        processorilo stavo vedendo in questi giorni...molto bello e fetish...sai darmi qualche indirizzo dove comprarlo?
        • Anonimo scrive:
          Re: A quel prezzo...
          - Scritto da: spino

          - Scritto da: Locke



          - Scritto da: Anonimo


          ...mi prendo una MB Tyan Socket 462
          doppio


          processore e 2 Athlon MP! E forse mi


          avanzano pure dei soldi!


          Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?



          Hah! Io con 620 ? mi sono preso uno
          Shuttle

          X (i pc-cubo) con processore a 2500 mhz e
          me

          lo sono portato all'NGI Lan 2003 =)



          Al diavolo l'Intel e i suoi inutili

          processori

          lo stavo vedendo in questi giorni...molto
          bello e fetish...sai darmi qualche indirizzo
          dove comprarlo?In frutteria! Si usa per tenerci le pere..... ;)La brutta, orrenda copia del Cube Apple sarebbe "molto bello e fetish"? Si, come Cicciolina è vergine... :)
          • spino scrive:
            Re: A quel prezzo...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: spino



            - Scritto da: Locke





            - Scritto da: Anonimo



            ...mi prendo una MB Tyan Socket 462

            doppio



            processore e 2 Athlon MP! E forse mi



            avanzano pure dei soldi!



            Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?





            Hah! Io con 620 ? mi sono preso uno

            Shuttle


            X (i pc-cubo) con processore a 2500
            mhz e

            me


            lo sono portato all'NGI Lan 2003 =)





            Al diavolo l'Intel e i suoi inutili


            processori



            lo stavo vedendo in questi giorni...molto

            bello e fetish...sai darmi qualche
            indirizzo

            dove comprarlo?


            In frutteria! Si usa per tenerci le
            pere..... ;)
            La brutta, orrenda copia del Cube Apple
            sarebbe "molto bello e fetish"?
            Si, come Cicciolina è vergine... :)Ma quale copia...di cosa? di quella macchina apple che costava un fottio? di quella macchina la cui plastica si crepava, manco a dirlo, alla fine della garanzia? di quella macchina che uscita di produzione dopo neanche 2 anni di vita non viene + supportata e se ti si rompe la devi buttare al cesso?... se parli di quella, allora cicciolina è veramente vergine! :)PSTorna a giocare col tuo plasticone, che ora ha copiato i case in alluminio dal mondo dei bandoni grigi... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: A quel prezzo...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?Fra l' altro quei 640 euro sono x la ver "povera" del P4 3.2 GHz......
      • Anonimo scrive:
        Re: A quel prezzo...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Ma che scheziamo? 640$ per una CPU?

        Fra l' altro quei 640 euro sono x la ver
        "povera" del P4 3.2 GHz......"Fra l'altro" sono 640 Dolllari a cui va aggiunta l'IVA e l'inevitabile aumento per il mercato europeo.....diciamo che tra una cosa e l'altra il P4 "povero" ti costa quasi 1000 Euro, la versione nuova pompata (per gli stupidi) costerà addirittura di più....
  • Anonimo scrive:
    Alla frutta?
    Il Pentium è arrivato alla fine della sua carriera?Ormai è un po' che Intel è ferma a 3,2GHz, prima aumentava la frequenza di clock a ritmi elevatissimi, ora per la prima volta presenta un nuovo Pentium con lo stesso clock del precedente e per pomparlo arriva ad aumentare la cache L3 a 2MB......come faceva la Apple con i G4 di Motorola quando non sapevano più come andare avanti con lo sviluppo del processore.....Oltretutto sarà disponibile tra 2 mesi, si allunga ancora di più il periodo in cui Moore viene sconfessato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla frutta?
      Il problema secondo me e' un' altro ... alla soglia dei 4 Ghz purtroppo gli elettroni si muovono troppo lentamente...Ora il collo di bottiglia e' la velocita' della luce ... d' ora in poi per aumetare le prestazioni di una CPU ci si potra' solo basare su miglioramenti dell' architettura e sfruttando il parallelismo di + core...
      • Goul_duKat scrive:
        Re: Alla frutta?
        - Scritto da: Anonimo
        Il problema secondo me e' un' altro ... alla
        soglia dei 4 Ghz purtroppo gli elettroni si
        muovono troppo lentamente...
        Ora il collo di bottiglia e' la velocita'
        della luce ... d' ora in poi per aumetare le
        prestazioni di una CPU ci si potra' solo
        basare su miglioramenti dell' architettura e
        sfruttando il parallelismo di + core...diciamo che si muovono troppo lentamente in strati di alluminio e o rame ... quando incominceranno ad usare altri conduttori o sistemi la frequenza salira' ancora ...ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla frutta?
          ma assolutamente si....l'ingegnerizzazione dei materiali è appena agli inizi e pensate che ci si fermi proprio ora che viene il bello?in questo modo,eliminando gli effetti parassiti, si può salire quanto vi pare..altro che 4GhzTra l'altro il futuro non credo sia il clock più spinto quanto archiettture molto più complesse di quelle che vediamo attualmente
        • TaGoH scrive:
          Re: Alla frutta?

          diciamo che si muovono troppo lentamente in
          strati di alluminio e o rame ... quando
          incominceranno ad usare altri conduttori o
          sistemi la frequenza salira' ancora ...

          ciaocerto, se vedi x esempio i chip delle schede a 10Gigabitvedrai che la loro frequenza è molto superiore!ovviamente non sono in silicio ma in arsenurio di gallio(spero di averlo scritto giusto, non crocefiggietemi! ;) )
          • Anonimo scrive:
            Re: Alla frutta?
            ma il problema resta sempre, la grandezza del chip ... piu' questo e' piccolo (e qui centra molto anche la complessita' dello stesso) piu' la strada che devono fare gli elettroni dentro di esso si accorcia, quindi ci si puo' spingere piu' in su con la frequenza, ma una cpu e' per forza complessa, i chip di silicio delle cpu mediamente e' sempre di 1 cm quandrato, aumentando l' integrazione i transistor si sono rimpiccioliti, la complessita' delle cpu sono aumentate ma i chip sono sempre di circa 1 CM ... purtroppo i transistor non si possono fare + piccoli di un tot, a un certo punto non hai abbastanza atomi perche' possano funzionare quindi non puoi rimpicciolirli ancora, e appunto siamo arrivati a questo limite ... essendo il chip cpu di una data dimensione non lo si riesce a far andare a frequenze sopra i 4Ghz ... facile dire ceh i chip di rete fanno a 10 gigabit .. sono chippetti che confrontati con una cpu sono semplicissimi piccoli, magari 2 millimetri quadrati e per questo vanno a frequenze superiori, l' arseniuro di gallio non centra proprio nulla, le giunzioni nell' arseniuro di gallio hanno solo la caratteristica di avere tempi di risposta molto inferiori al silicio potendo quindi spingerli a frequenze a cui il silicio non puo' arrivare, ma non accelerano il moto degli elettroni che e' una costante, un ipotetico p4 fatto con arseniuro di gallio avrebbe le stesse limitazioni di frequenza di quello in silicio dato dalle lunghezze dei conduttori interni e non dal materiale ..In parole povere se hai un' auto e fai i 100 Km/ora su una strada dritta .. in un' ora fai 100 km .. sia che il manto stradale sia asfalto sia terra nuda...
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla frutta?
          la resinstenza elettrica di un conduttore influisce sul numero di elettroni che passano e quelli che vengono fermati... parlando tecnico limitano la "corrente" non la velocita' con cui gli elettroni si muovono che e' sempre la stessa, ossia quella della luce..valore assoluto e immutabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla frutta?
        - Scritto da: Anonimo
        Il problema secondo me e' un' altro ... alla
        soglia dei 4 Ghz purtroppo gli elettroni si
        muovono troppo lentamente...
        Ora il collo di bottiglia e' la velocita'
        della luce ... d' ora in poi per aumetare le
        prestazioni di una CPU ci si potra' solo
        basare su miglioramenti dell' architettura e
        sfruttando il parallelismo di + core...Questa non l'avevo mai sentita...un fisico ti prenderebbe a sassate sul cranio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla frutta?
          - Scritto da: Anonimo
          Questa non l'avevo mai sentita...un fisico
          ti prenderebbe a sassate sul cranio.
          Invece basterebbe prendere un preparatore atletico agli elettroni lenti e svogliati e le prestazioni migliorerebbero notevolmente
          • Anonimo scrive:
            Re: Alla frutta?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Questa non l'avevo mai sentita...un fisico

            ti prenderebbe a sassate sul cranio.



            Invece basterebbe prendere un preparatore
            atletico agli elettroni lenti e svogliati e
            le prestazioni migliorerebbero notevolmenteanche portarli in aereo invece di farli andare a piedi non sarebbe male
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla frutta?
        - Scritto da: Anonimo
        Il problema secondo me e' un' altro ... alla
        soglia dei 4 Ghz purtroppo gli elettroni si
        muovono troppo lentamente...
        Ora il collo di bottiglia e' la velocita'
        della luce ... Non alla velocità della luce, a quella non ci sono ancora arrivati :-).Cominciano però ad esserci interferenze quantistiche fra elettroni, interferenze che possono essere evitate utilizzando materiali diversi e/o temperature molto più basse.L'idea del multiprocessore nei desktop in realtà è molto buona, a basso costo si aumentano le prestazioni di parecchio.Il vero collo di bottiglia sono però i supporti di archiviazione di massa, troppo lenti, bisogna abbandonare i supporti magnetici per aumentare le prestazioni e per ora le uniche candidate sono le memorie flash...d' ora in poi per aumetare le
        prestazioni di una CPU ci si potra' solo
        basare su miglioramenti dell' architettura Sono proprio questi che hanno portato ai problemi quantistici di cui sopra, sopratutto l'aumento dei transistor/mm^2 e lo spessore del chip.
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla frutta?

          lenti, bisogna abbandonare i supporti
          magnetici per aumentare le prestazioni e per
          ora le uniche candidate sono le memorie
          flash...Sbagliato.Mai sentito parlare delle Fram?Sono memorie attualmente in sviluppo che pur basandosi su meccanismi magnetici ottengono : -permanenza delle informazioni in assenza di alimentazione -consumi ridotti -velocità di accesso equivalenti alle sramed altre cosucce da far impallidire le attuali soluzioni commerciali.Con tali memorie si potrebbe addirittura eliminare l'hardisk, o quantomeno delegarlo unicamente come mezzo di storage vista l'alta capacità, e far partire il computer direttamente dalla memoria che conterrebbe il sistema operativo ,applicazioni e file, istantaneamente disponibili appena si dà corrente al computer.Questa si che sarebbe una rivoluzione eccezzionale.Preferirei barattare il P4 a 3,2 GHz con un PII 500 MHz dotata di Fram.Poter accendere il computer come un televisore, senza alcuna attesa per caricare le applicazioni; un sogno ancora per molto tempo, purtroppo.Bisognerà attendere che tutte le attuali tecnologie siano sfruttate per permettere all'industria di recuperare tutti gli investimenti, purtroppo.Per saperne di più www.lithium.it/home.asp
          • AlphaC scrive:
            Non ha tutti i torti
            - Scritto da: Anonimo

            lenti, bisogna abbandonare i supporti

            magnetici per aumentare le prestazioni e
            per

            ora le uniche candidate sono le memorie

            flash...

            Sbagliato.
            Mai sentito parlare delle Fram?
            Sono memorie attualmente in sviluppo che pur
            basandosi su meccanismi magnetici ottengono
            :
            -permanenza delle informazioni in
            assenza di alimentazione
            -consumi ridotti
            -velocità di accesso equivalenti alle
            sram
            ed altre cosucce da far impallidire le
            attuali soluzioni commerciali.
            Con tali memorie si potrebbe addirittura
            eliminare l'hardisk, o quantomeno delegarlo
            unicamente come mezzo di storage vista
            l'alta capacità, e far partire il computer
            direttamente dalla memoria che conterrebbe
            il sistema operativo ,applicazioni e file,
            istantaneamente disponibili appena si dà
            corrente al computer.
            Questa si che sarebbe una rivoluzione
            eccezzionale.
            Preferirei barattare il P4 a 3,2 GHz con un
            PII 500 MHz dotata di Fram.
            Poter accendere il computer come un
            televisore, senza alcuna attesa per caricare
            le applicazioni; un sogno ancora per molto
            tempo, purtroppo.
            Bisognerà attendere che tutte le attuali
            tecnologie siano sfruttate per permettere
            all'industria di recuperare tutti gli
            investimenti, purtroppo.Ho già letto di altre soluzioni, ma il fatto rimane che le uniche commercializzate sono le flash, e quindi si spendono più soldi e si ha maggiore evoluzione solo quando hai vantaggio nel breve e medio termine. Costa meno fare delle flash compatibili con le precedenti ma veloci "solo" il doppio che non cambiare architettura e compatibilità utilizzando chip diversi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla frutta?
        - Scritto da: Anonimo
        Il problema secondo me e' un' altro ... alla
        soglia dei 4 Ghz purtroppo gli elettroni si
        muovono troppo lentamente...
        Ora il collo di bottiglia e' la velocita'
        della luce ... d' ora in poi per aumetare le
        prestazioni di una CPU ci si potra' solo
        basare su miglioramenti dell' architettura e
        sfruttando il parallelismo di + core...Il problema è la memoria.Avere un processore a 5 ghz che fetcha 4 istruzioni alla volta non ti serve un fico secco se non hai una RAM diciamo almeno a 2 ghz.La funzione di 3 strati di cache, pipeline non bloccanti ecc, è quella di saltare gli accessi lenti alla memoria. Vallo a dire a Von Neumann (che per primo pensò alla cache decenni fa) che 2 mb in più su L3 non servono a nulla.Penso che questo p4 rispetto al fratellino magro pompi molto di più.Il futuro è sì multicore ma anche set di istruzione VLIW. Attualmente AMD ha esteso la ciofecca CISC x86 a 64 bit e i suoi processori useranno quel set.Intel invece con IA64 (vedi Itanium 2) ha creato un set di istruzioni VLIW a 64 bit. Il che vuol dire responsabilità di schedulazione del codice lasciata al compilatore. Scalabilità nativa per multicore. Parallellismo nativo e tanto tanto altro.Intel sta già su un altro pianeta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla frutta?
          - Scritto da: Anonimo
          Intel sta già su un altro pianeta.Si, certo, certo, però i soldii se li fa con il P4 consumer.Pentium Pro, Itanium I, Itanium II, sono stati dei flop commerciali...
          • Anonimo scrive:
            Re: Alla frutta?


            Intel sta già su un altro pianeta.

            Si, certo, certo, però i soldii se li fa
            con il P4 consumer.
            Pentium Pro, Itanium I, Itanium II, sono
            stati dei flop commerciali...L'innovazione costa
          • Anonimo scrive:
            Re: Alla frutta?
            Si certo.. in termini veramente pesanti parlando di Itanium.A prescindere dal costo del processore (veramente alto), ci sono da considerare.. i costi di migrazione a IA64 (S.o. ad Hoc, ricompilazione di tutti i programmi per sfruttare VLIW).... Il Sistema di sviluppo IA64 costa (server incluso) 15000 Euro... COnsideriamo pure tutto il tempo che se ne va'... Chi me la fa fare di investire su una soluzione cosi' costosa?...Meglio Opteron che rimane + ammortizzabile nell'immediato permettendo di far girare codice 32 bit ad ottima velocita' e di scalare a 64 quando lo si ritiene opportuno..Cya WarfoX
          • Anonimo scrive:
            Re: Alla frutta?

            L'innovazione costacom'è che quando questa frase la dice un utente mac in meno di un secondo lo mandate a cagare?il G5 è la soluzione desktop più interessante del momento... poche storie...
          • Anonimo scrive:
            Re: Alla frutta?
            - Scritto da: Anonimo
            com'è che quando questa frase la dice un
            utente mac in meno di un secondo lo mandate
            a cagare?X' la gran massa degli utenti Mac sono utenti consumer, non certo aziende.Un' azienda probabilmente sa cosa farsene di quello ke compra, mentre un utente privato butto via i propri soldi senza sapere realmente come sfruttarli.Se cosi' non fosse il computer se lo farebbe assemblare su misura, secondo le proprie esigenze effettive.
          • Anonimo scrive:
            Re: Alla frutta?

            X' la gran massa degli utenti Mac sono
            utenti consumer, non certo aziende.thò... pensa un pò... a me pareva il contrario...
            Un' azienda probabilmente sa cosa farsene di
            quello ke compra, mentre un utente privato
            butto via i propri soldi senza sapere
            realmente come sfruttarli.
            Se cosi' non fosse il computer se lo farebbe
            assemblare su misura, secondo le proprie
            esigenze effettive.guarda che le aziende italiana e la pubblica amministrazione usa PC solamente perchè all'epoca olivetti ci ha mangiato un pochino sù assieme ai politicanti di allora... mac viene usato nei settori creativi, da sempre a livelli professionali... è dagli anni 80 che apple fà pc professionali... e solo da 5-6 che fà anche macchine consumer...al solito quando i pc user parlano di apple... dicono sempre un sacco di cazzate... mha... continuate a giocare coi vostri bandoni di latta...
          • Anonimo scrive:
            MAC TROLL DETECTED
            - Scritto da: Anonimo

            L'innovazione costa

            com'è che quando questa frase la dice un
            utente mac in meno di un secondo lo mandate
            a cagare?

            il G5 è la soluzione desktop più
            interessante del momento... poche storie...non rompete il cazzo col G5.qui si parla di INTEL, al massimo di AMD
          • Anonimo scrive:
            Re: PC TROLL DETECTED
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            L'innovazione costa



            com'è che quando questa frase la dice un

            utente mac in meno di un secondo lo
            mandate

            a cagare?



            il G5 è la soluzione desktop più

            interessante del momento... poche
            storie...

            non rompete il cazzo col G5.

            qui si parla di INTEL, al massimo di AMDinvece di parlare volgare ammetti che la apple per ora è avanti e taci.Non solo la apple domani se il costo di aumentare la frequenza di un processore si rivelerebbe troppo alto può costruire macchine multi processore consumer con applicazioni consumer dedicate all'utilizzo della doppia cpu e quadrupla cpu. in oltre la strada risc 64 sembra ottima e presto potrebbero arrivare novita nell'altivec del g5, l3, processore,ecc da far impallidire i picci.
          • Anonimo scrive:
            Re: PC TROLL DETECTED
            - Scritto da: Anonimo
            invece di parlare volgare ammetti che la
            apple per ora è avanti e taci.
            Non solo la apple domani se il costo di
            aumentare la frequenza di un processore si
            rivelerebbe troppo alto può costruire
            macchine multi processore consumer con
            applicazioni consumer dedicate all'utilizzo
            della doppia cpu e quadrupla cpu. in oltre
            la strada risc 64 sembra ottima e presto
            potrebbero arrivare novita nell'altivec del
            g5, l3, processore,ecc da far impallidire i
            picci.ho macchine SMP da 5 anni in casa e non ho MAI speso più di 3 milioni di lire.... tu per avere un SMP devi spendere il doppio quasi...cmq se cè qualcuno che deve stare zitto sei tu per i seguenti 3 motivi:1-Sei OT2-Sei un troll3-Scrivi un italiano pessimo
  • Anonimo scrive:
    Viva la concorrenza !!!
    E' favoloso, peccato che negli SO dei PC non sia così e l'unica concorrenza la facciano un gruppo di volontari
    • AlphaC scrive:
      Re: Viva la concorrenza !!!
      Di chi parli? Spero tu non pensi che i "volontari" siano quelli di linux perchè allora io non mi spiego come facciano a vivere i dipendenti di suse, red-hat, mandrake, mysql, apache,kernel... . Gli unici volontari sono quelli di Debian al massimo, ma anche alcuni di loro vengono pagati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva la concorrenza !!!
        - Scritto da: AlphaC
        Di chi parli? Spero tu non pensi che i
        "volontari" siano quelli di linux perchè
        allora io non mi spiego come facciano a
        vivere i dipendenti di suse, red-hat,
        mandrake, mysql, apache,kernel... . Gli
        unici volontari sono quelli di Debian al
        massimo, ma anche alcuni di loro vengono
        pagati.Scusa, ma il fatto che chi sviluppa software opensource venga pagato ti da fastidio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Viva la concorrenza !!!
          Spero che guadagnino un sacco di soldi, solo che definirli "volontari" è un po' eccessivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva la concorrenza !!!
            Peccato che chi lavora in redhat,mandrake,ecc.ecc.. micca e' pagato a sviluppare il kernel.. In linea di massima tutti gli sviluppatori del kernel lavorano su linux per pura passione...Saluti GazziNet
          • Parliamone scrive:
            Re: Viva la concorrenza !!!
            - Scritto da: Anonimo
            Peccato che chi lavora in
            redhat,mandrake,ecc.ecc.. micca e' pagato a
            sviluppare il kernel..
            In linea di massima tutti gli sviluppatori
            del kernel lavorano su linux per pura
            passione...Ma Alan Cox non lavora per Red Hat?Ci sono kernel hacker che lavorano per le aziende commerciali. E le stesse aziende formano e finanziano il consorzio Open Source per cui lavora Torvalds.In linea di massima tutti gli sviluppatori del kernel vengono pagati per farlo [cit.]
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva la concorrenza !!!
            - Scritto da: Anonimo
            Spero che guadagnino un sacco di soldi, solo
            che definirli "volontari" è un po'
            eccessivo.meglio chiamarli muli...
          • Africano scrive:
            Re: Viva la concorrenza !!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Spero che guadagnino un sacco di soldi,
            solo

            che definirli "volontari" è un po'

            eccessivo.

            meglio chiamarli muli...i muli non disarcionano il cavaliere (muliere? :D ) per andare per la loro strada.
        • Anonimo scrive:
          Re: Viva la concorrenza !!!
          - Scritto da: Anonimo
          Scusa, ma il fatto che chi sviluppa software
          opensource venga pagato ti da fastidio?Non da fastidio, pero' non son certo volonatiri.I volonatori sono ben altri, ed a loro magari potrebbe anke dar fastidio ke vengano definite "volontarie" delle persone ke lavorano x denaro (giustamente).
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva la concorrenza !!!
      - Scritto da: Anonimo
      E' favoloso, peccato che negli SO dei PC non
      sia così e l'unica concorrenza la facciano
      un gruppo di volontariNel mondo degli OS, l'unico valido è win
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva la concorrenza !!!

        Nel mondo degli OS, l'unico valido è winAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAGino Bramieri era un dilettante in confronto a te...
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva la concorrenza !!!

        Nel mondo degli OS, l'unico valido è wingrammaticalmente corretto... Unica Correzione:Basta che togli l'ultima parola e la sostituisci con "MacOS X"
        • Anonimo scrive:
          Re: Viva la concorrenza !!!
          - Scritto da: Anonimo

          Nel mondo degli OS, l'unico valido è win

          grammaticalmente corretto...
          Unica Correzione:
          Basta che togli l'ultima parola e la
          sostituisci con "MacOS X"E ke, 'na gara di troll?!
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva la concorrenza !!!
      - Scritto da: Anonimo
      Viva la concorrenza !!!Se ci fosse veramente concorrenza Intel non si sognerebbe certo di cagar fuori un processore ke costa come un G5 (cioe' uno sproposito) pur non essendo minimamente paragonabile ad esso come prestazioni.La verita' e' ke AMD viene lasciata vivere solo x' Intel non vuole finire come MS.
Chiudi i commenti