Steve Jobs, visionario o tossico?

Pubblicato un dossier FBI di quasi 200 pagine sul founder della Mela. Rivelazioni non del tutto ignote sul suo passato. Le indagini scattarono in vista di una possibile nomina presidenziale

Roma – Un genio visionario e un padre padrone. Un giovane imprenditore dalla discutibile caratura morale, ma anche un ex-figlio dei fiori imbevuto di acido lisergico . Nuove Vecchie rivelazioni sul compianto CEO di Apple Steve Jobs, recentemente pubblicate online in un documento di circa 190 pagine a cura del Federal Bureau of Investigation (FBI).

Ma cosa ci fa un guru high-tech al livello tre delle indagini degli agenti federali a stelle e strisce? Nel 1991, Steve Jobs doveva presentarsi al cospetto dell’allora Presidente George Bush, per un suo eventuale inserimento ai vertici del comitato nazionale di consulenza per il commercio estero .

Un ruolo importante, che avrebbe certamente meritato un corposo fascicolo del Bureau . A farlo salire a galla ci ha ora pensato il quotidiano Wall Street Journal , sfruttando i principi del Freedom of Information Act per costringere i federali a divulgare il dossier dopo la tragica morte di Jobs per un cancro al pancreas.

Ecco allora le ultime rivelazioni sul celebre founder di Apple, molte delle quali già contenute della vendutissima biografia scritta da Walter Isaacson. Jobs aveva già candidamente ammesso la cruciale importanza dell’LSD nella sua vita. Nel documento redatto dai federali, numerose persone avrebbero comunque messo in dubbio la caratura morale del genio visionario .

Una persona bieca, capace di manipolare la realtà a suo piacimento . Solo ed esclusivamente per un tornaconto personale. Fortunatamente , l’FBI ha potuto appurare che Steve Jobs non è mai stato “un comunista” o legato ad “organizzazioni per il rovesciamento del governo statunitense”.

Vittima – era il 1985 – di un attentato dinamitardo poi rivelatosi del tutto fasullo, Jobs avrebbe convinto una sua dipendente di Apple a seguirlo nella nuova avventura NeXT . Salvo poi licenziarla in tronco senza pietà alcuna . Dettagli che non avevano affatto impensierito i federali: tutto sommato, Steve Jobs avrebbe potuto unirsi al comitato di George Bush padre. Ma la nomina non c’è mai stata.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabrizio Pellegrini scrive:
    SEGWAY
    600 KM CON 1,3 DI ELETTRICITà!!!!!!!
  • Surak 2.0 scrive:
    autonomia (?)
    Secondo che parametri è calcolata esattamente? Perchè mi sembra abbastanza probabile che se ci sta sopra una ragazzina di 40 kg, l'autonomia sarà ben maggiore che non se deve portare un tizio da 100.Non è che sia una differenza così modesta come se fosse un auto (con il suo tonnellaggio di base). Presumo però sia basata su un peso medio di un adulto maschio cioè sui 70 kg (poi uno si fa le sue proprorzioni), giusto? Comunque si faranno interessante per diverse cose una volta che i prezzi si dimezzassero
    • tucumcari scrive:
      Re: autonomia (?)
      - Scritto da: Surak 2.0
      Secondo che parametri è calcolata esattamente?
      Perchè mi sembra abbastanza probabile che se ci
      sta sopra una ragazzina di 40 kg, l'autonomia
      sarà ben maggiore che non se deve portare un
      tizio da
      100.
      Non è che sia una differenza così modesta come se
      fosse un auto (con il suo tonnellaggio di base).
      Presumo però sia basata su un peso medio di un
      adulto maschio cioè sui 70 kg (poi uno si fa le
      sue proprorzioni), giusto? Comunque si faranno
      interessante per diverse cose una volta che i
      prezzi si
      dimezzasseroCerto che sarà una media è ovvio!Lo stesso vale anche per il tipo di percorso ovviamente se fai un Km in salita non consumi lo stesso che se fai un Km in discesa o in piano!Mi pare più che ovvio!
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: autonomia (?)
        Certo media, ma volevo sapere il kg preciso. Ci sarà uno standard.Quanto alla distanza è ragionevole suppore che, salvo indicazioni diverse, siano km in pista quindi piani e senza fermate (e senza neanche doversi mettere lì a fare le prove reali ma basate su calcoli).come dicevo... anche poca differenza di peso da risultati diversi
  • OldDog scrive:
    Crisi d'identità.
    Ok, e in Italia come si immatricolano questi mezzi "fuori dalle convenzioni"? Perché farsi sequestrare qualche migliaio di dollari per differenza di vedute tra noi e un agente di polizia stradale non è il massimo. I Segwey in Italia, per esempio, che regole seguono? Quelle delle biciclette a pedalata assistita o quelle dei motorini "cinquantini"?"Quel poliziotto mi ha arrestato per un reato d'opinione""Che vergogna! Com'è sucXXXXX?""Io ero dell'opinione che guidare un Segway in autostrada fosse permesso, lui era di opinione diversa e mi ha ammanettato".
    • Dave scrive:
      Re: Crisi d'identità.
      Beh secondo l'esempio fatto da te la risposta è semplice e ovvia. In autostrada non lo puoi guidare, primo perchè saresti sotto il limite minimo di velocità consentito e secondo perchè sia una bicicletta con pedalata assistita che un "cinquantino" non possono entrarci.Però la tua domanda è davvero importante perchè può valere per altri tipi di esempi più semplici che magari ora non mi vengono in mente.
      • OldDog scrive:
        Re: Crisi d'identità.
        - Scritto da: Dave
        Beh secondo l'esempio fatto da te la risposta è
        semplice e ovvia. In autostrada non lo puoi
        guidare, primo perchè saresti sotto il limite
        minimo di velocità consentito e secondo perchè
        sia una bicicletta con pedalata assistita che un
        "cinquantino" non possono
        entrarci.Voleva essere una battuta: sorry, evidentemente faceva così pena da non essere vista come tale. :(
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Crisi d'identità.
      - Scritto da: OldDog
      Ok, e in Italia come si immatricolano questi
      mezzi "fuori dalle convenzioni"?Probabilmente come ogni altro mezzo completamente elettrico(a parità di caratteristiche, quindi tipo i motorini elettrici che a sua volta sono considerati motorini a tutti gli effetti)
      Perché farsi
      sequestrare qualche migliaio di dollari per
      differenza di vedute tra noi e un agente di
      polizia stradale non è il massimo. I Segwey in
      Italia, per esempio, che regole seguono? Quelle
      delle biciclette a pedalata assistita Scusa eh, dove la vedi la pedalata e l'assistita?
      o quelle
      dei motorini
      "cinquantini"?In attesa di epserti veri, io punterei su questa ipotesi (l'altra porprio non c'azzecca).
      • Fabrizio Pellegrini scrive:
        Re: Crisi d'identità.
        QUELLE DEI PEDONI!!!! NOTO DAL 2006!!!!!!!!!!!1
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: Crisi d'identità.
          - Scritto da: Fabrizio Pellegrini
          QUELLE DEI PEDONI!!!! NOTO DAL 2006!!!!!!!!!!!1Riferimenti?Perchè io ricordo che ci sono stati multe e sequestri dei segway per problemi di diversgenze d'opinioni sull'immatricolamento e dall'altra parte la sicura distinzione tra biciclette elettriche totali e pedalata assistita (ed a prescindere, credo, dalle capacità del mezzo). In rete trovo che in Svizzera sono omologati come motorini elettrici (con tutta uan serie di limitazioni) ed in Francia addirittura sono vietatti eni centri urbani. Per l'Italia non trovo decisioni aggiornate.Credo che ci siano molti ostacoli creati apposta poichè l'uso massiccio di questi oggetti ridurebeb l'uso e l'usura delle auto tardizionali e tutta l'economia che ci gira intorno (dal parcheggio, al benzinaio)
    • Fabrizio Pellegrini scrive:
      Re: Crisi d'identità.
      quelle dei PEDONI!! storia vecchia del 2006!!!!!!!!!!!!!!
      • OldDog scrive:
        Re: Crisi d'identità.
        - Scritto da: Fabrizio Pellegrini
        quelle dei PEDONI!! storia vecchia del
        2006!!!!!!!!!!!!!!Ah, ne sei sicuro? Mi risulta ci sia solo la classica "nicchia" nel codice della strada, in questo caso ricavata da una comunicazione ministeriale, dove i mezzi un po' diversi dai più tradizionali finiscono con il rimanere per anni e anni, senza che la legislazione sia chiara.Non a caso (anche se qui vi è chi non sembra andare al di là dei nomi) ho menzionato le biciclette a pedalata assistita, non perché nel Segway o nel prodotto di cui si parla qui ci siano dei pedali, ma perché si è a cavallo tra un mezzo (ciclomotore) e un altro (bicicletta o monopattino, dipende dal caso).Che un veicolo a tre ruote circoli sul marciapiede equiparato a un pedone, pur muovendosi a velocità ben maggiore, mi lascia assai perplesso.
    • Brainless scrive:
      Re: Crisi d'identità.
      Tutti questi veicoli sono al momento fuorilegge in Italia, circolano senza omologazione e targa solo le biciclette a pedalata assistita secondo la Direttiva Europea 2002/24/CE, ( Max 25Km/h, max 250W, motore azionato a pedali )Si parla di estendere la possibilità di circolazione a questa tipologia di mezzi ( ci sono anche yikebike e Segway ) a tal proposito sono passati alcuni emendamenti interessanti in sede di commissione europea che dovrebbero legalizzare tali mezzi:http://www.etra-eu.com/newsitem.asp?type=3&id=3602107Si parla di un voto della commissione plenaria in primavera che dovrebbe dare il via libera, poi bisognerà aspettare il recepimento in Italia ...Io non avrei fretta di fare acquisti
Chiudi i commenti