Su Emule un giro di pedoporno

Lo ha scoperto la Polizia Postale che, in un blitz in un negozio milanese, ha individuato una postazione internet collegata al celebre sistema di file sharing nel quale condivideva materiali illegali. Un arresto, 131 denunce


Milano – Erano in molti a servirsi dei file che metteva in condivisione un negoziante di materiali informatici di Milano che è stato arrestato ieri in una operazione della Polizia Postale, condivisione che avveniva attraverso la celebre piattaforma peer-to-peer Emule .

Il Servizio Polizia Postale, che ha agito insieme al Servizio Centrale Operativo , ha indagato per un anno attorno alla circolazione di contenuti di pornografia infantile in Italia sulle reti del peer-to-peer cercando di risalire alla “fonte”. Questa sarebbe stata individuata proprio nella postazione informatica del commerciante che, quando i cybercop si sono presentati presso il negozio, era ancora collegata ad Emule dove quei file venivano rilasciati.

Il “network” dello scambio di questi materiali riguardava, secondo la Polizia Postale, ben 131 persone residenti in 15 diverse regioni italiane e che sono tutte state denunciate. Moltissimi i computer sequestrati e gli altri supporti sui quali si trovava materiale illegale.

Ieri, intanto, l’associazione Telefono Arcobaleno tra i siti a contenuto pedopornografico individuati nelle ultime ore, ha denunciato anche un sito italiano che è stato sequestrato nelle ore successive per ordine della Procura della Repubblica di Siracusa. Secondo Telefono Arcobaleno, i siti che propongono questo genere di materiali continuano ad aumentare anche in Italia. E si tratta perlopiù di web commerciali che, secondo l’Associazione, alimentano quello che viene definito “pedobusiness”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    bittorrent è IL MALE
    è tutta colpa di bittorrent(troll)e via!
    • Anonimo scrive:
      Re: bittorrent è IL MALE
      - Scritto da: Anonimo
      è tutta colpa di bittorrent(troll)(troll)(troll) (linux)(linux) (win)(win)(win) (apple) (troll) (troll) (linux) (linux) (win) (win) (apple) (troll) (troll) (linux)(linux) (win) (win) (apple) (troll) (troll) (linux) (linux) (win)(win)(win) (apple)(apple)(apple) (troll)(troll)(troll)(linux) (win) (apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: bittorrent è IL MALE
      Se hanno chiuso un sito la colpa e' tutta dell'http. Facci un piacere, evita di usarlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: bittorrent è IL MALE
      Bit torrent è il male e noi siamo i seguaci del diavoloBUAHAHHAHAHAHAAH!!!!
  • Anonimo scrive:
    invece di usarla LORO stessi
    se invece di fare così inserissero l'algoritmo di bittorrent nei loro undousapdeit ... sai il risparmio di banda che si sparerebbero?
  • Anonimo scrive:
    GDF bloccate i dialer e simili
    Ma perchè non vi accanite contro chi realmente froda l'individuo come i dialer o contro chi rompe come i pop up e lo spam....... invece di limitarvi a fare il servizio ai potenti (Microsoft in questo caso) che basta una denuncia per intervenire immediatamente... e per altri casi impiegate anni????Soprattutto quando ancora un giudice deve ancora definire la validità o meno della colpevolzza di un link abusivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: GDF bloccate i dialer e simili
      - Scritto da: Anonimo
      Ma perchè non vi accanite contro chi
      realmente froda l'individuo

      come i dialer o contro chi rompe come i pop
      up e lo spam....

      ... invece di limitarvi a fare il servizio
      ai potenti (Microsoft in questo caso)

      che basta una denuncia per intervenire
      immediatamente...
      e per altri casi impiegate anni????

      Soprattutto quando ancora un giudice deve
      ancora definire la validità o meno
      della colpevolzza di un link abusivo.(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: GDF bloccate i dialer e simili
      invece di trovare pedofili e' cose piu' serie....devono pur prendersela con qualcuno........che usa torrent x passatempo!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: GDF bloccate i dialer e simili
      Al momento paiono esserci reati di serie a e b. Una compagnia telefonica in buona fede terrebbe disabilitati i numeri a tariffazione speciale, metterebbe un limite di 30 minuti alle internazionali o robe del genere. In America i teenager beccati dalla polizia hanno dovuto pagare la multa per aver scaricato illegalmente e le majors niente per aver fatto cartello sui prezzi dei cd. Non so cosa farci. Forse, nel momento in cui si va a votare, indipendentemente dal colore, informatevi e chiedete cosa ha intenzione di fare il vostro rappresentante a proposito.
  • Anonimo scrive:
    osservazione stupida...
    l'osservazione sorge spontanea andando sul sito menzionato...nella home page c'è una riga con l'indicazione del server irc e del canale...ora che senso ha chiudere il sito quando ormai tutti sanno che andando sul canale si trovano gli stessi file?...boh :::
    • Anonimo scrive:
      Re: osservazione stupida...
      [offtopic]e visto che ci siamo.... qualcuno conosce un programma irc che funziona via proxy https?[/offtopic]
      • Anonimo scrive:
        Re: osservazione stupida...
        - Scritto da: Anonimo
        [offtopic]

        e visto che ci siamo.... qualcuno conosce un
        programma irc che funziona via proxy https?via https l'IRC???ma che stai dicendo?se vuoi usare IRC su SSL è un contro quello con XCHAT lo puoi fare... ma https non mi sembra che abbia senso
  • Anonimo scrive:
    trackers italiani?
    qualcuno ha qualche indirizzo reale e funzionante, non riesco mai a scaricare roba italiana.grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: trackers italiani?
      http://www.call-kelly.comhttp://www.thumbzilla.comhttp://www.sleazydream.com
      • Anonimo scrive:
        Re: trackers italiani?
        complimenti ai moderatori del forum
        • Anonimo scrive:
          Re: trackers italiani?
          - Scritto da: Anonimo
          complimenti ai moderatori del forumma da quando in qua è illegale mettere un link ad un sito????
          • Anonimo scrive:
            Re: trackers italiani?
            - Scritto da: Anonimo
            ma da quando in qua è illegale
            mettere un link ad un sito????Se sono off topic si
          • Anonimo scrive:
            Re: trackers italiani?
            ma stai zitto finanziere !!!- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ma da quando in qua è illegale

            mettere un link ad un sito????

            Se sono off topic si
          • Anonimo scrive:
            Re: trackers italiani?
            - Scritto da: Anonimo

            ma stai zitto finanziere !!!
            Già, a te sembra normale in una discussione su bitorrent linkare materiale porno su un forum di news come p.i.ok.....sono finanziere anche io allora, ebete.
          • Anonimo scrive:
            Re: trackers italiani?
    • Anonimo scrive:
      Re: trackers italiani?
      - Scritto da: Anonimo
      qualcuno ha qualche indirizzo reale e
      funzionante, non riesco mai a scaricare roba
      italiana.

      graziehttp://www.winmxitalia.it/forum/viewtopic.php?t=9738
  • HellBoy scrive:
    Benvenuti nell'era della intimidazione
    Benvenuti nell'era della intimidazione legale.Non importa se uno ha ragione o no, quello che conta è avere un esercito di avvocati pronti ad azzannare, manco fossero un branco di pitbull.Al di la di considerazioni sulla pirateria e sul copyright, è allarmente come certa gente sia in grado di sfruttare lo spauracchio della legge per piegare ai loro fini chiunque si pari loro avanti.Non è più questione di giustizia, ma si trasforma in una pura questione di denarao. Chi ne ha di più può permettersi di fare la voce grossa contro chi non ne ha affatto, in barba a qualsiasi tipo di legge.Non sapremo mai se Flippy ha ragione o torto, se col suo comportamento ha violato o meno qualche legge. Di certo sappiamo che Microsoft - caso mai ci fosse bisogno di ribadirlo - ha potere a sufficienza a zittirlo, indipendentemente dal fatto di aver torto o ragione.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Benvenuti nell'era della intimidazio
      Benvenuto nel mondo. E' così da sempre. Dove vivevi? Nel villaggio dei puffi?
      • HellBoy scrive:
        Re: Benvenuti nell'era della intimidazio
        Eh già, "benvenuto nel mondo reale".Non ci si fa caso ormai, il forte vince sempre e comunque in barba a qualsiasi tipo di diritto. Lo sfigato straccione del Bronx finisce nel braccio della morte anche se innocente, il magnante di Beverly Hills invece se la spassa alle Maldive, indipendentemente dal fatto che uno sia colpevole e l'altro innocente.Ma se questo è lo stato delle cose - o meglio - se questo deve essere lo stato delle cose, che cosa parliamo a fare? Basta con l'ipocrisia, almeno diciamocelo in faccia.Peccato che le persone chiamate in causa - parlo dei "ricchi magnati di Beverly Hills" - di fronte a simili insinuazioni facciano le offese e ribadiscano di essere candidi come agnellini, vittime di chissà quali ingiustizia e magari bersaglio di chissà quale persecuzione.Salute
        • Anonimo scrive:
          Re: Benvenuti nell'era della intimidazio
          - Scritto da: HellBoy
          Eh già, "benvenuto nel mondo reale".

          Non ci si fa caso ormai, il forte vince
          sempre e comunque in barba a qualsiasi tipo
          di diritto. Lo sfigato straccione del Bronx
          finisce nel braccio della morte anche se
          innocente, il magnante di Beverly Hills
          invece se la spassa alle Maldive,
          indipendentemente dal fatto che uno sia
          colpevole e l'altro innocente.

          Ma se questo è lo stato delle cose -
          o meglio - se questo deve essere lo stato
          delle cose, che cosa parliamo a fare? Basta
          con l'ipocrisia, almeno diciamocelo in
          faccia.prenditela con Darwin allora, è la teoria della selezione naturale, i forti sopravvivono i deboli soccombono, così succede da 3.000.000.000 di anni, è la vita che si propagaQuando noi esseri umani non ci saremo + si saranno ancora i topi e le zanzare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Benvenuti nell'era della intimidazio
            - Scritto da: Anonimo

            prenditela con Darwin allora, è la
            teoria della selezione naturale, i forti
            sopravvivono i deboli soccombono,
            così succede da 3.000.000.000 di
            anni, è la vita che si propaga

            Quando noi esseri umani non ci saremo + si
            saranno ancora i topi e le zanzare...Si, ma ogne tanto li deboli, stanchi d'essere trombati, se svegliano incacchiati, cussi' per li forti so' caxxi amari... Ca ce vole un'artra revoluzzione russa o francese e via le capocce dei ricchi...Er Burino
  • Anonimo scrive:
    La mia esperienza...
    Vorrei dire la mia.Io sinceramente non ho mai scaricato file mp3 da P2P semplicemente per 2 motivi:1) Ascolto la radio2) Una mia forma di protesta verso le majorHo scaricato invece software proprietario e nei confronti di questo mi sono comportato in 2 diversi modi:1) Una volta avuta la possibilità di testarlo (spesso non vi sono versioni shareware ed alcune demo sono troppo restrittive) r valutato che fosse attinenete con le mie necessità l'ho acquistato.2) Altre volte l'ho scaricato per pura curiosità e non usandolo l'ho eliminato. 3) Altre volte l'ho tenuto per scopo personale o per banali lavori e poi eliminato (tanto per fare un esempio recentemente ho creato un piccolo dvd per le nozze di un mio amico come ricordo ed ho usato un software ad hoc non licenziato)Cmq sia per me è valsa sempre la regola, che dove il prodotto fosse stato usato per scopi lavorativi, ciò significa che quel software contribuiva al mio redditto grazie ai prodotti con esso creati, di acquistarlo.Spesso però i costi sono esorbitanti e potendo mi sono rviolto altrove a soluzione più economiche.Proprio per questo mio modo di pensare da 1 anno circa ho creato un software veduto in 3 differenti versioni. Differenziate per il settore di appartenenza: semplici utentistudenti, professionisti, aziende con prezzi differenti tra di loro.Propiro per venire incontro agli utenti "comuni" e compatibilmente con il mio lavoro, ho deciso di offrire una versione con meno funzionalità (dove meno non significa più scarse, ma semplicemente non necesseria per tale utenza) offrendo però comunque aggiornamenti, hotfix, servizo tecnico per e-mail, su un forum e telefonico, gratuitamente, ad un prezzo misero neanche 40 euro compresa iva e spese di spedzione, quindi il costo reale del cd è sui 30 euro assicuranbdo inoltre l'upgrade grautito dalla vesrione 1 alla 2.Ora mi sono trovato la versione sul P2P.....io stesso non faccio di certo l'equivalenza sofware scaricato = software non venduto, perchè ciò non è dimostrabile, ma permette che cmq ho un danno da tutto ciò? visto che non sono la Microsoft che posso "tollerare" la pirateria, che non ho inserito volutamente sistemi di protezione che impedissero una copia di back-up, considerato che ritengo questo diritto inviolabile, e non sarebbe stato etico da parte mia fare lo stesso...ho dovuto cedere alla tentazione dei sistemi di attivazione nello stile di Windows (non credo che la protezione sia inviolabile certo....se è stata violata per Windows....ma sono sicuro che non molti si metteranno al lavoro per un'opera di riverse....) questo ha comportato per me un nuovo investimento non indifferente per proteggere il mio lavoro, e per i nuovi utenti un incermento del prezzo al momento....Insomma voglio dire se un software è buono, valido, lo usate per voi, per il vostro lavoro e costa poco, acquistatelo. Se non potete rivolgetevi verso sistemi freeware o opensource. Un'alternativa esiste sempre e comunque.Non voglio fare la paternale dicendo che la pirateria danneggia l'industria e via dicendo perchè in molti casi l'ha spinta e non poco e ci è andata di pari passo..... ma non molte Aziende, sopratutto in Italia, si possono permettere tale fenomeno, e cmq fosse certamente non io.....e questa vuole essere solo una piccola epsrienza che i ha interessato da vicino ed in prima persona.
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia esperienza...
      mai pensato alla gpl come modello di bisness ?per un sw per averlo gpl sono statoi pagati all'azienda 100000$ (blender 3d)e l'azienda--
      ORG lo sviluppa ancora !!!...poi non capisco il fatto di fare sw con meno funzionalita o limitato a seconda dell'utenza
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia esperienza...
      :DCioe' , facci capire, finche' lo fai tu va bene, e' un modo per provare del SW.Ora che lo fanno con il tuo, non va piu' bene...
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia esperienza...

      ma tieni
      presente che sul web esistono veramente i
      collezionisti di software che scaricano solo
      per il gusto di avere il tale software, che
      in ogni caso non comprerebbero, e che NON
      USANO questi programmi ma li archiviano!
      Almeno in questi casi mi sembra fuori luogo
      parlare di danno perchè quella gente
      comunque non ti darebbe un cent.Esattissimo!Da quando in Italia c'e' la banda larga, sono davvero tanti che scaricano solo per scaricare e per "vantarsi" software di cui non si fanno comunque nulla.Non c'e' ne' lucro', ne' profitto, ne' vantaggio economico.Ho pensate che un ragazzino comprerebbe Autocad 2003?Io personalmente mi comporto cosi':-Le mie versioni di Windows e Office le ho regolarmente acquistate in versione NFR, dato che mi servono anche per dare supporto ai miei clienti. Non sarebbe molto serio lavorare su software che uso tutti i giorni e sui cui do supporto "piratato"-Per lo piu' cerco di usare software freeware, come Irfanview, Burn4Free e molti altri.-Se un software costa una cofra accettabile, e davvero mi serve, lo registro e lo compro: ad esempio Cool Edit me lo sono comprato. Per fare i .pdf, ho registrato PDF995-Qualche volta ho testato software scaricato dalla rete, ma per il software che costa milioni e che magari volevo provare prima di far acquistare a delle Aziende.
    • Locke scrive:
      Re: La mia esperienza...
      - Scritto da: Anonimo

      questo ha comportato per me un nuovo
      investimento non indifferente per proteggere
      il mio lavoro, e per i nuovi utenti un incermento
      del prezzo al momento....Ma perchè vi ostinate ad investire nella protezione del software, quando ormai si sa che i software non saranno MAI protetti?Puoi cercare di limitare i danni utilizzando un metodo di registrazione tramite cd-key, così dai effettivamente il supporto a chi ha comprato regolarmente e fai le pernacchie a chi non lo ha fatto (non si è proprio registrato, ha una cd-key in blacklist perchè la usano più di 3 utenti ecc ecc)
      Insomma voglio dire se un software è
      buono, valido, lo usate per voi, per il
      vostro lavoro e costa poco, acquistatelo.

      Se non potete rivolgetevi verso sistemi
      freeware o opensource. Un'alternativa esiste
      sempre e comunque.E i ragazzini che magari usano Paint Shop Pro per disegnare, ma non ottengono alcun ricavo da questo, cosa dovrebbero fare secondo te?Hai alternative (decenti) a colossi come Paint Shop Pro o Adobe Photoshop?
      Non voglio fare la paternale dicendo che la
      pirateria danneggia l'industria e via
      dicendo perchè in molti casi l'ha
      spinta e non poco e ci è andata di
      pari passo..... Chi ha detto "Sony Playstation"?
      • Anonimo scrive:
        Re: La mia esperienza...

        Hai alternative (decenti) a colossi come
        Paint Shop Pro o Adobe Photoshop?PSP non costa poi tanto. Io in futuro onesto in cui non c'è la pirateria lo userei al posto di photoshop
  • Anonimo scrive:
    Basta con la pirateria
    Sono un programmatore e non è giusto che piratate i miei programmi, io lavoro per anni chiuso in uno scantinato a mangiare gallette e voi mi ricompensate così.... GRAZIE!
    • Africano scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      be' da uno che è programmatore e che pretende di vendere il digitale, che per sua natura non ha limiti di duplicazione, a peso, è quel che meriti.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Basta con la pirateria

        be' da uno che è programmatore e che
        pretende di vendere il digitale, che per sua
        natura non ha limiti di duplicazione, a
        peso, è quel che meriti.Bella questa! Quindi il programmatore non può guadagnare col suo lavoro? Anzi, non è neppure un lavoro?
        • Africano scrive:
          Re: Basta con la pirateria
          - Scritto da: Ekleptical

          be' da uno che è programmatore e
          che

          pretende di vendere il digitale, che
          per sua

          natura non ha limiti di duplicazione, a

          peso, è quel che meriti.

          Bella questa! Quindi il programmatore non
          può guadagnare col suo lavoro? Anzi,
          non è neppure un lavoro?"quindi"? ti pare un quindi quello? 2 + 2 = 4 quindi le patate non hanno la buccia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      - Scritto da: Anonimo
      Sono un programmatore e non è giusto
      che piratate i miei programmi, io lavoro per
      anni chiuso in uno scantinato a mangiare
      gallette e voi mi ricompensate
      così.... GRAZIE!Che programma hai realizzato ?altrimenti sei un (troll)(troll)(troll) (troll)(troll) (troll)(troll)(troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll)(troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll)(troll)(troll) (troll)(troll)(troll) (troll)(troll)(troll)(linux) (win) (apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      E secondo te coloro che scaricano i programmi ...se non avessero l'opzione di averli gratis li comprerebbero ? forse l'1 per cento..
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      - Scritto da: Anonimo
      Sono un programmatore e non è giusto
      che piratate i miei programmi, io lavoro per
      anni chiuso in uno scantinato a mangiare
      gallette e voi mi ricompensate
      così.... GRAZIE!LOL!E' perche' sviluppi per Linux che sei chiuso in uno scantinato!Lavora su Windows e potrai lavorare in lussuosi uffici e avere una segretaria top model!
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        - Scritto da: Anonimo
        E' perche' sviluppi per Linux che sei chiuso
        in uno scantinato!
        Lavora su Windows e potrai lavorare in
        lussuosi uffici e avere una segretaria top
        model!in minigonna of course...
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con la pirateria
    • Locke scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      - Scritto da: Anonimo

      Sono un programmatore e non è giusto
      che piratate i miei programmi, io lavoro per
      anni chiuso in uno scantinato a mangiare
      gallette e voi mi ricompensate
      così.... GRAZIE!Di grazia, buon messere, quali software hanno le vostre mani sviluppato negli anni trascorsi? E a quanto denaro li vendevate? Orsù, solo per sapere se uno dei suoi programmi è stato copiato dal mio disco di metallo, ance se ho forti dubbi in quanto sul mio apparecchio computerizzato non utilizzo programmi fatti da dilettanti e per di più shareware... Freeware is the key.
    • Anonimo scrive:
      troll detected...
      (troll) (troll) (troll) (troll) (troll)troll detected...
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      - Scritto da: Anonimo
      Sono un programmatore e non è giusto
      che piratate i miei programmi, io lavoro per
      anni chiuso in uno scantinato a mangiare
      gallette e voi mi ricompensate
      così.... GRAZIE!Per chi lavori? MS,macromedia,adobe,avid,zucchetti,indipendente?O ti identifichi o rimani un trollone.Inoltre non ho mai visto un programmatore morire di fame. Quelli bravi,in un modo o nell' altro, campano.Aggiunta:1)se lavori per una grossa multinazione del software non credo tu faccia la fame, perchè lo stipendio è quello e basta (ovvio che varia a seconda della posizione): o ti assumono o non ti assumono2)sei un indipendente e fai programmi su misura: tieni d'occhio i tuoi clienti. I programmi che si vedono sul p2p sono quelli delle grosse corporation: mai visto il prog di contabiità dell'ing. rossi in share3)non sei un programmatore ma parli in loro vece: nessuno ti ha delegato, quindi pensa al tuo vero lavoro
Chiudi i commenti