Sul bioterrorismo una scoperta essenziale

Uno scienziato dell'Ulster realizza una tecnologia informatica di analisi del DNA che potrebbe rivelarsi centrale in presenza di un attacco biologico


Londra – Nel clima di crescente tensione internazionale sulla questione irachena e sul terrorismo, giunge dall’Ulster la notizia di una scoperta che viene ritenuta centrale per il contrasto al terrorismo, al bioterrorismo nello specifico.

Stando a quanto dichiarato dall’Università dell’Ulster, un suo ricercatore, Colm Lowery, della facoltà di Scienze biologiche e ambientali, ha scoperto un sistema informatico-biodiagnostico per rilevare in tempi rapidissimi l’eventuale introduzione nell’ambiente di armi biologiche che potrebbero potenzialmente colpire la popolazione civile.

La nuova tecnica di “DNA Finger Printing”, come viene definita dall’Università, sfrutta un insieme di analisi al computer per individuare entro soli 15 minuti un agente biochimico diffuso in un acquedotto cittadino piuttosto che in altri ambienti, analisi che fino ad oggi richiedevano almeno cinque giorni. Questo significa, secondo Lowery, che se adeguatamente preparate, le forze sanitarie potranno agire con molta maggiore efficienza e tempestività, riducendo grandemente i danni e salvando numerose vite.

L’Università ha messo l’accento sul fatto che il lavoro di Lowery, come si può immaginare, è stato apprezzato negli Stati Uniti, tanto che il ricercatore è stato chiamato al Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie di Atlanta, dove lavorerà gomito a gomito con specialisti di tutto il mondo impegnati sul fronte del contrasto al bioterrorismo. “Sarò coinvolto – ha dichiarato Lowery – nel valutare l’attuale stato dell’hardware dell’esercito americano dedicato all’individuazione degli agenti biologici”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • samu scrive:
    un bel miscuglio
    al solito si confonde una cosa per un'altra ..."Vorremmo sapere - ha affermato l'esponente Verde - dove sono state messe precisamente le centraline di cui parla, visto che a Cesano, a Monte Mario, e in tante altre zone di Roma i livelli sono ripetutamente ed abbondantemente superati," ...peccato che a cesano e monte mario le emissioni sono dovute ai ripetitori di radio del vaticano e della televisione, non a quelli dei telefonini ..Forse i verdi in toto, prima di parlare dovrebbero andare a seguire un bel corso di fisica elettromagnetica, e di sistemi di comunicazione prima di parlare ...
    • Anonimo scrive:
      Re: un bel miscuglio
      - Scritto da: samu
      Forse i verdi in toto, prima di parlare
      dovrebbero andare a seguire un bel corso di
      fisica elettromagnetica, e di sistemi di
      comunicazione prima di parlare ...Aggiungerei corsi di chimica, chimica-fisica, fisica generale, chimica alimentare e magari quei bei seminari che erano obbligatori per noi ingegneri elettronici al IV e V anno negli anni '80, tipo "Medicina del lavoro: prevenzione e precauzioni per gli operatori professionalmente esposti a campi elettromagnetici e radiazioni non ionizzanti". Sono sicuro che gli ingegneri EL e TLC li facciano ancora: di sicuro, i verdi NO, perche' continuano a confondere un transatlantico con un ferro da stiro. Potere della superstizione e dell'ignoranza.....
  • Anonimo scrive:
    Il mito dell'elettrosmog
    l'hanno inventato i verdi, non esiste, neppure se ti bombardano mai starai male, non ci sono studi che dicono che ti fa male, il telefonino e' utile pagalo dai.che ipocrisia, ci uccidiamo lentamente con le nuove tecnologie e facciamo finta di non vedere, come se non sapessimo che chi comanda e' il business mica la salute.
    • Akiro scrive:
      Re: Il mito dell'elettrosmog

      l'hanno inventato i verdi, non esiste,non è che se non lo vedi non esiste... ;P
      neppure se ti bombardano mai starai male,
      non ci sono studi che dicono che ti fa male,
      il telefonino e' utile pagalo dai.
      che ipocrisia, ci uccidiamo lentamente con
      le nuove tecnologie e facciamo finta di non
      vedere, come se non sapessimo che chi
      comanda e' il business mica la salute.qui mi sono perso un po'.. il telefonino fa bene secondo te? non fa parte delle nuove tecnologie?secondo me, qualcosa fanno, non so cosa, ma qualcosa succede...se il "buon" Dio (o chi per esso) ci voleva ad onde ci impiantava una bella antennina nel didietro ^^
      • shimitar scrive:
        Re: Il mito dell'elettrosmog
        Mi sembrava che il tono fosse ironico ....Comunque, benchè ci voglia comunque prudenza, è vero che non ci sono prove della dannosità dei cellulari (prove attendibili...)Però ci sono prove decisamete attendibili che il 50hz è innocuo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mito dell'elettrosmog
          - Scritto da: shimitar

          Mi sembrava che il tono fosse ironico ....

          Comunque, benchè ci voglia comunque
          prudenza, è vero che non ci sono prove della
          dannosità dei cellulari (prove
          attendibili...)infatti.... sin'ora tutte le cosiddette "prove" dellapericolosita' delle microonde si basano su confrontialla rampazzo, tipo "nel forno a microonde la robacuoce, quindi il telefonino cuoce il cervello" che e'come dire che siccome se ti casca addosso un elefante resti schiacciato, tenere il gatto in braccio ti fracassera' le gambe........
  • Anonimo scrive:
    Siccome
    Siccome abbiamo i limiti più restrittivi d' Europa sulle emissioni elettromagnetiche (e chissà poi perchè), è giusto mettere più antenne, visto che hanno meno potenza. Ben venga il decreto Gasparri, altrimenti non telefoneremmo più e non avremmo copertura, solo perchè alcuni cittadini in questo periodo sono particolarmente ossessionati dalle antenne dei telefonini che fanno male. Visto che non ci sono prove della pericolosità delle antenne dei telefonini vediamo di concentrarci su altre cose più dannose e ce ne sono molte.PS: molte volte il telefonino salva la vita nelle emergenze non diamogli sempre contro.
    • leonardo() scrive:
      Re: Siccome
      - Scritto da: Anonimo
      Siccome abbiamo i limiti più restrittivi d'
      Europa sulle emissioni elettromagnetiche (e
      chissà poi perchè), è giusto mettere più
      antenne, visto che hanno meno potenza. Vallo a dire a quelli che si trovano tra capo e collo le emissioni di Radio Maria e poi mi dici. Magari le antenne per i telefonini non producono llo stesso effetto, ma di certo bene non fanno.
      Ben
      venga il decreto Gasparri, altrimenti non
      telefoneremmo più e non avremmo copertura,
      solo perchè alcuni cittadini in questo
      periodo sono particolarmente ossessionati
      dalle antenne dei telefonini che fanno male.Si chiamano emicranie, non ossesioni. C'era pure un articoletto di PI di qualche tempo fa che ne parlava, se non sbaglio...
      Visto che non ci sono prove della
      pericolosità delle antenne dei telefonini
      vediamo di concentrarci su altre cose più
      dannose e ce ne sono molte.Non sottovaluterei gli effetti dell'elettrosmog, anche se non son provati. E non i azzarderei a dire che non c'e' pericolo alcuno.

      PS: molte volte il telefonino salva la vita
      nelle emergenze non diamogli sempre contro.Molte altre volte la negligenza di chi ne fa uso causa l'efetto contrario, il che non è poi mica tanto bello.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siccome

        Vallo a dire a quelli che si trovano tra
        capo e collo le emissioni di Radio Maria e
        poi mi dici. Magari le antenne per i
        telefonini non producono llo stesso effetto,
        ma di certo bene non fanno.Radio Maria penso esca con una potenza molto più elevata delle bts dei telefonini e le radio se vogliamo sono molto meno utili dei telefonini quindi magari iniziamo a levare quelle di antenne.Il telefonino è un servizio di pubblica utilità e di emergenza, la radio no.
        Si chiamano emicranie, non ossesioni. C'era
        pure un articoletto di PI di qualche tempo
        fa che ne parlava, se non sbaglio...Se ti riferisci alle emicranie di quell'uomo che abitava vicino ad una bts se leggevi bene i commenti all'articolo capivi che erano dovuti al ronzio del trasformatore e non alle onde elettromagnetiche.
        Non sottovaluterei gli effetti
        dell'elettrosmog, anche se non son provati.
        E non i azzarderei a dire che non c'e'
        pericolo alcuno.Magari c'è un piccolissimo pericolo ma è tollerabile visto il beneficio che porta il telefonino, sai quante vite ha già salvato grazie alle chiamate d'emergenza?Ci sono pericoli molto più grandi per cose che non portano beneficio, iniziamo a sistemare quelle.




        PS: molte volte il telefonino salva la
        vita

        nelle emergenze non diamogli sempre
        contro.
        Molte altre volte la negligenza di chi ne fa
        uso causa l'efetto contrario, il che non è
        poi mica tanto bello.La negligenza delle persone nell'uso dei mezzi è grandissima, ma mica per questo devi colpevolizzare il mezzo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siccome
      Tanto per iniziare non è vero che abbiamo i limiti più restrittivi d'Europa.....Secondo, almeno nel caso dei telefonini, il numero delle antenne è elevato non per la bassa potenza imposta (sempre ammesso che sia vero... ) ma per le caratteristiche tecniche del sistema GSM a 1800MHz che in pratica richiede antenne molto ravvicinate per assicurare la continuità della copertura.Inoltre, data la particolare conformazione del nostro paese, assicurare la copertura tra montagne, vicoletti, etc. etc. è estremamente difficile, quindi antenne, antenne, antenne...Niente è buono o cattivo in assoluto, tutto dipende dall'uso che se ne fa...La radio di per se può essere usata per nobilissimi scopi (aumentare la cultura, l'informazione e di riflesso la libertà di un popolo) ma che succede se le antenne della radio che "liberano" un popolo dall'ignoranza ne danneggiano un altro ? (la soluzione mi pare ovvia, mettere le antenne su una montagna lontano dai centri abitati..... Ma non sempre è cos' semplice.... certo, sarebbe più semplice se non ci fossero anche altri scopi, politico-economici dietro....)Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Siccome
        siamo 7 volte + restrittivi rispetto a quanto raccomandato dall' Oms.se non siamo i + restrittivi ( e ti lascio il beneficio del dubbio) lo siamo comunque tantissimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siccome
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che non ci sono prove della
      pericolosità delle antenne dei telefonini
      vediamo di concentrarci su altre cose più
      dannose e ce ne sono molte.Visto che sei tanto sicuro perche' non ti offri volontario e ne fai installare una a casa tua?Poi se fra trent'anni ti sarai ammalato potrai sempre dire... beh quella volta non c'erano prove della loro pericolosita'!
Chiudi i commenti