Sul nuovo touchpad si disegna col dito

Due nuove funzionalità arricchiscono il parco disponibile nei touchpad di Synaptics. Una rivoluzione? Certo c'è quel tocco Apple che trasforma ogni cosa in un frutto da mordere

Roma – Synaptics reinventa il tocco: l’azienda introdurrà sui nuovi notebook due nuove release per la libreria di gesture , movimenti consentiti tramite il touchpad. ChiralRotate e Two-Finger Flick, questi i nomi dei due nuovi arrivati nella famiglia di movenze che il successo dei dispositivi mobili di Apple ha reso popolari, due gesture che si aggiungono ai già noti Pinch , ChiralMotion e Momentum .

il dito La notizia non stupirà i possessori di un melafonino o di un melaplayer multimediale: la suite completa è praticamente identica alle funzionalità rese celebri da iPhone e iPod classic. I due nuovi arrivati vanno a completare la libreria: ChiralRotate , figlio di ChiralMotion, permette di ruotare un’immagine con una semplice rotazione del dito sul pad, lo stesso movimento utilizzato da chi vuol disegnare un cerchio, mentre Two-Finger Flick permette di navigare tra immagini, documenti e applicazioni semplicemente facendo scorrere il dito verso destra o verso sinistra. Inoltre, permette anche di ridurre ad icona o ripristinare finestre o applicazioni muovendo il dito verso l’alto o verso il basso.

Di sicuro queste due nuove abilità saranno molto gradite a chi opera con immagini o grafica, almeno stando a Synaptics : “L’aggiunta delle due nuove gesture è sintomo di come Synaptics voglia portare innovazione e facilitare l’utilizzo di tutti i tipi di software per PC” – dichiara Mark Vena, dirigente dell’azienda statunitense. “Gli utenti sono sempre alla ricerca di modi per fare le cose più in fretta e in maniera più intuitiva, soprattutto se si parla di notebook, e queste nuove gesture sono state create proprio per questo motivo” aggiunge.

Le nuove funzionalità saranno implementate sui nuovi notebook: unico neo, la compatibilità tra gesture e applicazioni. Stando ai produttori, già molte delle applicazioni dedicate a sistemi operativi Microsoft sono compatibili con le nuove gesture, ma si è ancora lontani dalla copertura totale. Inoltre, non è dato sapere se le due nuove feature saranno disponibili solo per i nuovi nati o se è possibile inserire la suite completa in un qualsiasi dispositivo multi-touch. Va anche sottolineato come siano in molti a chiedere l’incremento delle dimensioni dei touch-pad, spesso piccoli e scomodi anche per le operazioni basilari, come ad esempio lo scroll.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Bash scrive:
    OT: Qualcuno consce un pdf reader...
    C'e' qualcuno che conosce un pdf reader in grado di aprire il pdf ruotato di 90 gradi?Da usare con l'eee PC per leggersi i pdf in treno, tenendo l'eee aperto di traverso a mo' di libro.C'e' qualcosa del genere?
    • editor scrive:
      Re: OT: Qualcuno consce un pdf reader...
      - Scritto da: Bash
      C'e' qualcuno che conosce un pdf reader in grado
      di aprire il pdf ruotato di 90
      gradi?

      Da usare con l'eee PC per leggersi i pdf in
      treno, tenendo l'eee aperto di traverso a mo' di
      libro.

      C'e' qualcosa del genere?Mica tanto comodo, ma googlando ho trovato sta' roba quihttp://www.linux.com/feature/53701E' un sistema che da riga di comando ti gira le pagine creando un nuovo file (in realta' e' un toolkit e ci puoi fare un sacco di roba ancora).
    • MegaJock scrive:
      Re: OT: Qualcuno consce un pdf reader...
      Adobe Acrobat ha già l'opzione per ruotare la pagina di 90°. Idem SumatraPDF.E ora sparisci.Sfigato.
    • Streamer scrive:
      Re: OT: Qualcuno consce un pdf reader...
      Bèh, intanto puoi provare col semplice adobe reader, quello con ctrl+l ti fa la schermata del pdf per intero, e poi con ctrl+shift+il tasto meno - (o +) ti ruota la pagina di 90°, credo che ti possa bastare anche così.Per ingrandire la pagina poi basta premere ctrl+"+".Io per leggere faccio così...
    • HotHello scrive:
      Re: OT: Qualcuno consce un pdf reader...
      Se il SO è linux, basta aprire il pdf con evince: hai la possibilità di girare il testo di 90 gradi e leggerlo a tutto schermo.
  • lellykelly scrive:
    più alberi e ossigeno
    spero che falliscano gli editori, è colpa loro dell'effetto serra.e gli scrittori devono trovarsi un lavoro vero.
    • lellykelly scrive:
      Re: più alberi e ossigeno
      tramandare le nozioni oralmente non ha mai dato fastidio a nessuno.stampare milioni di HARMONY è differente da stampare testi utili a diffondere il sapere.
      • Wolf01 scrive:
        Re: più alberi e ossigeno
        Ne riparleremo quando a tuo figlio invece di far studiare storia o letteratura glie la racconteranno oralmente, vedremo quanto si ricorderà una volta arrivato agli esami di matura!EDIT: ah, dimenticavo, vietato prendere appunti, dev'essere completamente orale-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 ottobre 2008 14.11-----------------------------------------------------------
    • dont crash my stones scrive:
      Re: più alberi e ossigeno
      - Scritto da: lellykelly
      spero che falliscano gli editori, è colpa loro
      dell'effetto
      serra.
      e gli scrittori devono trovarsi un lavoro vero.Si, perché secondo te la carta dei libri si fa con gli alberi.Ma lo sai che la cellulosa si usa per fare la carta solo da circa 150 anni?E che la carta di cellulosa e, in genere, di scarsa qualità?La carta dei libri, se non lo sai, si ottiene dal cotone.Con la cellulosa fai la carta igienica.Quindi ne puoi dedurre che il primo responsabile dell'effetto serra sei tu: tutte le volte che vai a cagare, ammazzi un albero.
      • lellykelly scrive:
        Re: più alberi e ossigeno
        beh non proprio... e i pioppi a cosa servono??? io mi ebbi saputo che la carta era fibre di legno + cartone, ma io sicuramente mi sbaglio, qua invece dicono che il cotone può essere una componente:http://it.wikipedia.org/wiki/Carta
  • H5N1 scrive:
    So come ci si sente...
    ...a vedersi sottrarre la propria opera, il frutto di tanto impegno e magari parte del cuore.Purtuttavia non esagererei fino al punto di rinchiudere in carcere chi ha commesso il furto.Mi basterebbe riappropriarmi di ciò che è mio.Certo qui si tratta di vil denaro e cambia tutto!Ma per favore.Prima di far arrestare qualcuno e fargli pagare una multa vorrei vedere il fatturato di lorsignori...AAC
  • Ricky scrive:
    Alfonso Maruccia
    Senti, e' da mesi che continuo a dirvi che i vostri servizi hanno delle parole o frasi PSEUDO CANCELLATE da una riga dritta...dopo di lei c'e' il commento ufficiale.I vostri ripensamenti appaiono in chiaro mentre leggo...non credo che sia cosa voluta, vediamo se questa volta qualcuno mi considera e vi avverte...
  • Tuxer scrive:
    Intanto negli USA la RIAA...
    ...incassa una bella sassata.Vi ricordate della tipa a cui avevano chiesto 222 mila dollari per aver messo in condivisione un file (uno eh, mica 200)?Ebbene: è stata assolta!!http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/scienza_e_tecnologia/musica-digitale/sconfitta-major/sconfitta-major.html?rsshttp://www.minotti.net/2008/10/01/p2p-usa-vs-italia/UhuhHey della FIMI, c'è qualcuno? Cucù!1 - Dissequestrata - per ora - la Baia dei Pirati2 - Bocciata in Europa la dottrina Saràcozà3 - Jammie Thomas non dovrà pagare una lira alla RIAA, e non solo perché non li ha.4 - Bloccato dal garante il tentativo di "estorsione" a danno degli utenti Italiani da parte della Peppernonricordocosa.La vogliamo cambiare assieme la legge Italiana sul diritto d'autore? Urb@ni lo chiamate voi, vero? Si? Il numero di telefono tanto ce l'avete.Buon proseguimento.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Intanto negli USA la RIAA...
      - Scritto da: Tuxer
      ...incassa una bella sassata.

      Vi ricordate della tipa a cui avevano chiesto 222
      mila dollari per aver messo in condivisione un
      file (uno eh, mica
      200)?

      Ebbene: è stata assolta!!

      http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/scienza_e

      http://www.minotti.net/2008/10/01/p2p-usa-vs-itali

      Uhuh

      Hey della FIMI, c'è qualcuno? Cucù!

      1 - Dissequestrata - per ora - la Baia dei Pirati

      2 - Bocciata in Europa la dottrina Saràcozà

      3 - Jammie Thomas non dovrà pagare una lira alla
      RIAA, e non solo perché non li
      ha.

      4 - Bloccato dal garante il tentativo di
      "estorsione" a danno degli utenti Italiani da
      parte della
      Peppernonricordocosa.

      La vogliamo cambiare assieme la legge Italiana
      sul diritto d'autore? Urb@ni lo chiamate voi,
      vero? Si? Il numero di telefono tanto ce
      l'avete.

      Buon proseguimento.Quoto al 100%
  • ciko scrive:
    perche' i libri fanno cagare
    Paulo Coelho scrive libri che i vari KEN FOLLET e COMESICHIAMAQUELLODELCODICEDAVINCI non riusciranno mai a scrivere... (anche perche' sicuramente non li scriveranno neanche loro)ovvio che chi scarica un suo libro, lo apprezza e lo vuole in libreria, mentre uno che legge "Angeli e Demoni" dopo la terza pagina cancella il .pdf e accende la tv (almeno cosi' spende il suo tempo in qualcosa di maggiormente culturale...)
    • arduo scrive:
      Re: perche' i libri fanno cagare
      wow chissà quanti libri hai letto tu e quanti pomeriggi hai passato davanti alla tv
      • Giambo scrive:
        Re: perche' i libri fanno cagare
        - Scritto da: arduo
        wow chissà quanti libri hai letto tu e quanti
        pomeriggi hai passato davanti alla
        tvDevi ammettere che in quanto a stronzate "Angeli e Demoni" si avvicina molto al piu' infimo varieta' delle TV italiane :)
        • Call Of Juarez scrive:
          Re: perche' i libri fanno cagare
          - Scritto da: Giambo
          - Scritto da: arduo

          wow chissà quanti libri hai letto tu e quanti

          pomeriggi hai passato davanti alla

          tv

          Devi ammettere che in quanto a stronzate "Angeli
          e Demoni" si avvicina molto al piu' infimo
          varieta' delle TV italiane
          :)Guarda come in tv puoi guardare la defilippi oppure un capolavoro del cinema allo stesso modo puoi leggere i libri di Moccia o Paulo Coehlo
      • Shingo Tamai scrive:
        Re: perche' i libri fanno cagare
        Hai provato a leggerli in lingua originale?Dan Brown e il suo editore per i numerosi dialoghi in italiano si sono affidati alle (in)competenti traduzioni di google. Spendere 100 dollari per un revisore di bozze era impensabile nonostante i milioni di dollari guadagnati da Angeli e demoni e il codice DaVinci.Il risultato e' che ogni 10 pagine e' some svegliarsi all'improvviso perdendo il coinvolgimento.Comunque per tornare all'articolo tutte le volte che ho scaricato un libro poi me lo sono anche comprato cartaceo.Dopotutto portarsi un libro in treno (o al cesso) e' piu' semplice che portarsi un PC.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: perche' i libri fanno cagare
      Ci mancava lo snob che punta il dito sui contenuti quando il discorso verte sulle dinamiche commerciali/sociali.Ma vacca gher
    • di passaggio scrive:
      Re: perche' i libri fanno cagare
      scusa ma lì diventa una questione di gusti personali...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: perche' i libri fanno cagare
      - Scritto da: ciko
      Paulo Coelho scrive libri che i vari KEN FOLLET e
      COMESICHIAMAQUELLODELCODICEDAVINCI non
      riusciranno mai a scrivere... (anche perche'
      sicuramente non li scriveranno neanche
      loro)
      ovvio che chi scarica un suo libro, lo apprezza e
      lo vuole in libreria, mentre uno che legge
      "Angeli e Demoni" dopo la terza pagina cancella
      il .pdf e accende la tv (almeno cosi' spende il
      suo tempo in qualcosa di maggiormente
      culturale...)Ma francamente Angeli e Demoni, pur nettamente inferiore al Codice da Vinci non è un brutto libro, certo non è una bibliografia o un libro culturale, ma per passare rilassati qualche ora non è male.
      • SiN scrive:
        Re: perche' i libri fanno cagare
        - Scritto da: Enjoy with Usscusa, ma...

        Ma francamente Angeli e Demoni, pur nettamente
        inferiore al Codice da Vinci non è un brutto
        libro,se è inferiore al CdV non può che essere un brutto libro...
    • Paolini scrive:
      Re: perche' i libri fanno cagare
      COECACCHIO fa davvero pena.
  • ghostview scrive:
    la via di mezzo
    Comprendo le ragioni del copyright, ma bisognerebbe trovare un'altro sistema alternativo per garantire il diritto d'autore e contemporaneamente non ingrassare sempre e solo coloro che speculano sulla "mente" degli autori.La ridistribuzione del sapere dovrebbe essere più accessibile, ed i prezzi garantire all'autore un certo introito, come sempre ... la giustizia delle cose sta nella via di mezzo.
    • Homo Economicus scrive:
      Re: la via di mezzo
      - Scritto da: ghostview
      Comprendo le ragioni del copyright, ma
      bisognerebbe trovare un'altro sistema alternativo
      per garantire il diritto d'autore e
      contemporaneamente non ingrassare sempre e solo
      coloro che speculano sulla "mente" degli
      autori.
      La ridistribuzione del sapere dovrebbe essere più
      accessibile, ed i prezzi garantire all'autore un
      certo introito, come sempre ... la giustizia
      delle cose sta nella via di
      mezzo.Non ci vuole molto.Basta che gli scrittori di tutto il mondo si rendano conto di essere colleghi, prima che concorrenti.E fondino una Associazione Internazionale che si occupi della distribuzione elettronica delle opere, lasciando tranquillamente il cartaceo agli attuali Editori.Oggi l'Editore pretende l'esclusiva anche per l'edizione elettronica, anche se rifiuta di pubblicarla (parlo per esperienza diretta: ho ricevuto minacce di denuncia e richieste di danni perchè distribuivo un MIO libro sul MIO blog).Ma se gli scrittori si uniscono, gli Editori perderebbero il loro potere contrattuale, e sarebbero loro ad elemosinare le opere agli scrittori e non viceversa.;)
      • ghostview scrive:
        Re: la via di mezzo
        - Scritto da: Homo Economicus
        Oggi l'Editore pretende l'esclusiva anche per
        l'edizione elettronica, anche se rifiuta di
        pubblicarla (parlo per esperienza diretta: ho
        ricevuto minacce di denuncia e richieste di danni
        perchè distribuivo un MIO libro sul MIO
        blog).Beh, questo ha dell'incredibile, siamo arrivati al paradosso, ma su che basi pretendono richiesta di danni?Non è che hai firmato un qualche contratto esclusivo con loro?
        • braincrash.it scrive:
          Re: la via di mezzo
          - Scritto da: ghostview
          Beh, questo ha dell'incredibile, siamo arrivati
          al paradosso, ma su che basi pretendono richiesta
          di danni?Forse un contratto?
          Non è che hai firmato un qualche contratto
          esclusivo con loro?Appunto...
      • Massi cadenti scrive:
        Re: la via di mezzo
        - Scritto da: Homo Economicus
        - Scritto da: ghostview

        Comprendo le ragioni del copyright, ma

        bisognerebbe trovare un'altro sistema
        alternativo

        per garantire il diritto d'autore e

        contemporaneamente non ingrassare sempre e solo

        coloro che speculano sulla "mente" degli

        autori.

        La ridistribuzione del sapere dovrebbe essere
        più

        accessibile, ed i prezzi garantire all'autore un

        certo introito, come sempre ... la giustizia

        delle cose sta nella via di

        mezzo.

        Non ci vuole molto.
        Basta che gli scrittori di tutto il mondo si
        rendano conto di essere colleghi, prima che
        concorrenti.
        E fondino una Associazione Internazionale che si
        occupi della distribuzione elettronica delle
        opere, lasciando tranquillamente il cartaceo agli
        attuali
        Editori.

        Oggi l'Editore pretende l'esclusiva anche per
        l'edizione elettronica, anche se rifiuta di
        pubblicarla (parlo per esperienza diretta: ho
        ricevuto minacce di denuncia e richieste di danni
        perchè distribuivo un MIO libro sul MIO
        blog).

        Ma se gli scrittori si uniscono, gli Editori
        perderebbero il loro potere contrattuale, e
        sarebbero loro ad elemosinare le opere agli
        scrittori e non
        viceversa.

        ;)Infatti i siti come lulu.com hanno un grande successo proprio perché permettono agli scrittori praticamente tutto. Tra cui, ovviamente, la possibilità della versione elettronica (ad un costo nettamente più basso del cartaceo, a volte anche gratis quando il cartaceo è a pagamento).
        • ghostview scrive:
          Re: la via di mezzo
          - Scritto da: Massi cadenti
          Infatti i siti come lulu.com hanno un grande
          successo proprio perché permettono agli scrittori
          praticamente tutto. Tra cui, ovviamente, la
          possibilità della versione elettronica (ad un
          costo nettamente più basso del cartaceo, a volte
          anche gratis quando il cartaceo è a
          pagamento).Questo sì che è interessante!!www.lulu.comAndrò a dare una occhiatina.Grazie per la dritta.
    • Tba scrive:
      Re: la via di mezzo
      Questi si preoccupano dei libri. Bisognerebbe mettere un bonus di 1000,00 per chiunque legga e abbia voglia di leggere, come si fa con i bebé, altro che copyright.
    • nifft scrive:
      Re: la via di mezzo
      - Scritto da: ghostview
      Comprendo le ragioni del copyright, ma
      bisognerebbe trovare un'altro sistema alternativo
      per garantire il diritto d'autore e
      contemporaneamente non ingrassare sempre e solo
      coloro che speculano sulla "mente" degli
      autori.Semplice: pagare solo l'autore.
  • yuma scrive:
    Grande Sunde!!
    "The Pirate Bay al momento possiede il copyright del suo database di torrent" scrive Sunde, e nella propria operazione di tracciamento gli editori avrebbero infranto la policy del sito. Ragion per cui Sunde li ha chiamati "per chiedere loro di fornire maggiori informazioni tecniche, così che possiamo inviargli una fattura se non ci tengono a finire davanti alla corte di un tribunale". Micidiale!!Questi della Baia non sono mica i bambiminkia col loro "sitino" "warez ..ino" hostato in Russia.E' gente seria, informata, con una cultura alle spalle (non del genere che si trova nei dintorni di casa `de Filippa`). E rispondono con le stesse armi con cui vengono attaccati.Pur non essendo un "frequentatore": W I Pirati della Baia.
    • ... scrive:
      Re: Grande Sunde!!
      più che altro in svezia se ci sono leggi, TUTTI hanno il dovere di rispettarlese questi stavano in italia, gli arrivava dentro casa la finanza, sfasciavano tutto, riempivano tutti di botte e li portavano dentro con l'accusa di terrorismo...e poi con la mitica frase "tranquillo che se vogliamo qualcosa la troviamo" facevano quello che volevano...una volta un tizio che conosco finì in mezzo ad un indagine sul p2p, lui non centrava niente, infatti fu prosciolto da ogni accusa, dopo 4 anni gli dissero che poteva riprendersi gli hard disk, quando andò a riprenderseli erano spariti, avevano venduto tutto il giorno del sequestro, quando gli disse che gli avrebbe fatto causa, hanno risposto "guarda è meglio che te ne vai, se vogliamo qualcosa la troviamo, tranquillo"questo è il paese in cui viviamo...mah penso mi trasferirò in svezia prima o poi, o comunque li al nord da qualche parte, si vive decisamente meglio
      • yuma scrive:
        Re: Grande Sunde!!
        - Scritto da: ...
        più che altro in svezia se ci sono leggi, TUTTI
        hanno il dovere di
        rispettarle

        se questi stavano in italia, gli arrivava dentro
        casa la finanza, sfasciavano tutto, riempivano
        tutti di botte e li portavano dentro con l'accusa
        di terrorismo...e poi con la mitica frase
        "tranquillo che se vogliamo qualcosa la troviamo"
        facevano quello che
        volevano...Certamente.La legge Svedese e' dalla loro parte. Ma c'è chi in Italia, paese che scala a ritroso le classifiche delle nazioni più libere del mondo, pensa di poter imporre gli stessi metodi "prepotenti" (per non dire altro) anche in Svezia.Credo che in ogni caso anche noi, italiche genti, abbiamo qualcosa da imparare da loro.
        • XYZ scrive:
          Re: Grande Sunde!!
          - Scritto da: yuma
          - Scritto da: ...

          più che altro in svezia se ci sono leggi, TUTTI

          hanno il dovere di

          rispettarle



          se questi stavano in italia, gli arrivava dentro

          casa la finanza, sfasciavano tutto, riempivano

          tutti di botte e li portavano dentro con
          l'accusa

          di terrorismo...e poi con la mitica frase

          "tranquillo che se vogliamo qualcosa la
          troviamo"

          facevano quello che

          volevano...

          Certamente.

          La legge Svedese e' dalla loro parte.

          Ma c'è chi in Italia, paese che scala a ritroso
          le classifiche delle nazioni più libere del
          mondo, pensa di poter imporre gli stessi metodi
          "prepotenti" (per non dire altro) anche in
          Svezia.

          Credo che in ogni caso anche noi, italiche genti,
          abbiamo qualcosa da imparare da
          loro.Quoto.
      • di passaggio scrive:
        Re: Grande Sunde!!
        e poi con la mitica frase "tranquillo che se vogliamo qualcosa la troviamo"anche xkè le leggi italiane ti impediscono di essere completamente in regola secondo me, dall'ambito di una grossa azienda fino alla guida di un'utilitaria.
      • Bastard scrive:
        Re: Grande Sunde!!
        - Scritto da: ...
        una volta un tizio che conosco finì in mezzo ad
        un indagine sul p2p, lui non centrava niente,
        infatti fu prosciolto da ogni accusa, dopo 4 anni
        gli dissero che poteva riprendersi gli hard disk,
        quando andò a riprenderseli erano spariti,
        avevano venduto tutto il giorno del sequestro,
        quando gli disse che gli avrebbe fatto causa,
        hanno risposto "guarda è meglio che te ne vai, se
        vogliamo qualcosa la troviamo,
        tranquillo"
        Tutto qui? Solo una piccola minaccia? Io l'avrei sganassato* solo per aver osato minacciare la Polizia.Tanto tempo nelle Forze dell'Ordine e ancora non mi sono potuto levare il gusto di picchiare a sangue un nerd. Solo qualche bamboccetto no-global.A proposito, sapete che bel CRAK! fa il manganello quando lo si usa per colpire qualcuno in faccia, proprio in mezzo? E' da sentire.*sganassare: pratica consistente nell'inserire a forza il manganello tra le fauci dell'anarchico-insurrezionalista di turno per poi, con un movimento rotatorio, scardinargli la mandibola. Questa sana e allegra forma di legittima violenza di Stato non è assolutamente imparentata con l'innocuo e didattico "sganassone".
    • pippo75 scrive:
      Re: Grande Sunde!!


      W I Pirati della Baia.io preferirei dire W gli autori di opere che ogni giorno si impegnano nel loro lavoro.Purtroppo molti di questi non hanno fortuna.Di sicuro non tifo per quelli che campano sulle copie pirata.
      • jubbe scrive:
        Re: Grande Sunde!!
        - Scritto da: pippo75
        Di sicuro non tifo per quelli che campano sulle
        copie
        pirata.E allora prenditela con chi ogni giorno vende i cd tarocco nelle strade di tutta italia. Non con chi scambia nelle reti P2P o ha un tracker torrent.Quelli sono i Pirati.
  • Enjoy with Us scrive:
    Stronzata megagalattica!
    Attualmente non esistono dispositivi decenti per leggere un libro in formato elettronico, i lettori E-Ink (e non ne capisco il perchè!) ancora sono estremamente costosi e scarsamente diffusi e nessuno che io conosca ama leggere lo schermo di un PC di un notebook o ancora di un PDA!Quindi come si può affermare che il P2P possa portare ad un calo delle vendite editoriali?Se ci può essere un fondamento in campo audio/video questo manca assolutamente (per ora) in campo cartaceo!Magari i cali di cui si lamentano sono legati come al solito ai prezzi da rapina richiesti!Vi pare mai possibile che un best seller cartonato costi non meno di 18 euro? Anche se magari ha solo 100 paginette!Ho notato diversi post di risposta di utenti che leggono con PDA/notebook libri in formato elettronico!Ovviamente anche Io ho provato a scaricare alcuni titoli e ho provato a leggerli con questi sistemi, ma l'esperienza per me è stata tutt'altro che gratificante! Dirò di più arrivato a metà di un noto Triller ho dovuto stampare il resto del libro per non rovinarmi il piacere della lettura! Cosa che ovviamente non ha molto senso e che Io ho fatto solo perchè il libro mi aveva preso!Mestamente quindi sono tornato al sistema classico in attesa di lettori più decenti, tipo sti benedetti Reader con E-Ink che però sono ancora troppo costosi (300 e più euro!)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2008 13.41-----------------------------------------------------------
    • lellykelly scrive:
      Re: Stronzata megagalattica!
      esistono i libretti formato economico, che hanno lo stesso contenuto dei libroni, ma costano meno. se mi costa uno 5 euro, non sto a scaricarmi il pdf, stamparlo e graffettarlo... mi compro un libro economico...
    • marko scrive:
      Re: Stronzata megagalattica!
      non è vero, su molti smartphone si leggono benissimo.
      • Lats scrive:
        Re: Stronzata megagalattica!
        - Scritto da: marko
        non è vero, su molti smartphone si leggono
        benissimo.Prova a farti una lettura di un'ora e pass, come capita a me quando leggo i romanzi e poi ne riparliamo.
        • marko scrive:
          Re: Stronzata megagalattica!
          fatto. Ne riparliamo?
          • Wolf01 scrive:
            Re: Stronzata megagalattica!
            non tutti hanno gli occhi uguali, alcuni si stancano prima, altri fanno fatica a leggereNo è perchè lo sai fare fare tu allora lo devono saper fare tuttiIo sono un gran lettore e sono un programmatore, ma piuttosto di leggere sullo schermo qualcosa preferisco stamparmelo e leggermelo sulla carta, visto che arrivato alla sera ho gli occhi che vanno per i cavoli loroPeccato che per quello che costano toner, cartucce e carta non sia materialmente possibile farlo costantemente, ma solo con quello che ti serve di più in quel momento e non ne puoi proprio fare a meno
          • pippo scrive:
            Re: Stronzata megagalattica!

            non tutti hanno gli occhi uguali, alcuni si
            stancano prima, altri fanno fatica a
            leggere
            No è perchè lo sai fare fare tu allora lo devono
            saper fare
            tutti
            Io sono un gran lettore e sono un programmatore,
            ma piuttosto di leggere sullo schermo qualcosa
            preferisco stamparmelo e leggermelo sulla carta,
            visto che arrivato alla sera ho gli occhi che
            vanno per i cavoli
            loroMai sentito parlare di regolazione di luminosità e contrasto? :D
          • Wolf01 scrive:
            Re: Stronzata megagalattica!
            Mai sentito parlare di "No è proprio una cosa diversa"?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Stronzata megagalattica!
        - Scritto da: marko
        non è vero, su molti smartphone si leggono
        benissimo.In qualsiasi caso non raggiungi il contrasto che si con carta ed inchiostro, l'unico sistema paragonabile è quello dell'E-ink, peccato per i costi non ancora popolari. Poi lo smartphone utilizzato come lettore avrà un'autonomia ridotta, penso che la maggior parte dei modelli non superi le 5-6 ore, quindi con il rischio poi di ritrovarsi con le batterie scariche a meno di non averne di scorta.Aspetta poi di avere 45-50 anni e di incominciare ad avere un pò di presbiopia che poi ne riparliamo!Qui comunque il punto è un'altro!Il punto è che è solo una insignificante parte dei lettori che usa libri elettronici, sappiamo tutti che la stragrande maggioranza è ancorata a torto o a ragione al libro cartaceo! Quindi che già adesso ci siano degli editori che inizino a lamentarsi dei danni dovuti al P2P sul loro business mi sembra quantomeno prematuro!
    • Felipe Ramos scrive:
      Re: Stronzata megagalattica!
      In effetti... Leggersi un PDF è una palla mostruosa. Ma penso lui intendessi i libri più tecnici, tipo la serie "for dummies" o cavolate simili, oppure i libri universitari.
      • Lats scrive:
        Re: Stronzata megagalattica!

        Ma penso lui intendessi i libri più
        tecnici, tipo la serie "for dummies" o cavolate
        simili, oppure i libri
        universitari.Anche in quel caso diventa difficile.
      • marko scrive:
        Re: Stronzata megagalattica!
        - Scritto da: Felipe Ramos
        In effetti... Leggersi un PDF è una palla
        mostruosa. Ma penso lui intendessi i libri più
        tecnici, tipo la serie "for dummies" o cavolate
        simili, oppure i libri
        universitari.può darsi, io parlo di saggi e romanzi, si leggono benissimo. I libri "tecnici", possono adattarsi alle dimensioni dei display, se possibile, e comunque ora esistono i nuovi schermi pieghevoli, sottilissimi, con quelli sarà la fine dei libri come li conosciamo, anche e soprattutto in campo scolastico.
    • XYZ scrive:
      Re: Stronzata megagalattica!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Attualmente non esistono dispositivi decenti per
      leggere un libro in formato elettronico, i
      lettori E-Ink (e non ne capisco il perchè!)
      ancora sono estremamente costosi e scarsamente
      diffusi e nessuno che io conosca ama leggere lo
      schermo di un PC di un notebook o ancora di un
      PDA!
      Quindi come si può affermare che il P2P possa
      portare ad un calo delle vendite
      editoriali?
      Se ci può essere un fondamento in campo
      audio/video questo manca assolutamente (per ora)
      in campo
      cartaceo!
      Magari i cali di cui si lamentano sono legati
      come al solito ai prezzi da rapina
      richiesti!
      Vi pare mai possibile che un best seller
      cartonato costi non meno di 18 euro? Anche se
      magari ha solo 100
      paginette!Vero, E questo spiega anche la mancanza di e-reader decenti.La difesa del mercato, naturalmente.Con un e-reader a 60 probabilmente il mercato del "best-seller" (e signori miei, anche qua siamo poveri di qualità) si dimezzerebbe come minimo.Non dico che ne sarei entusiasta, ma di certo aiuterebbe gli "editori" a capire l'evoluzione (peraltro inevitabile) del loro mercato.E molti autori a uscire finalmente dal cieco oscurantismo dettato dalle modiste ed unilaterali "preferenze di mercato" che attualmente attanagliano il mondo della carta stampata, del cinema e soprattutto della musica...Molti diranno, e gli autori? Come sarà possibile tutelarli?Qua vale lo stesso discorso valido per gli autori in campo "musicale" (e parlo da iscritto, suo malgrado, SIAE), una struttura di distribuzione e commercializzazione decentralizzata, o case editrici "indipendenti", se vogliamo, che garantiscano in maniera equa il giusto compenso per l'autore a fronte del giusto prezzo per il "libro" sia in formato elettronico che cartaceo.I libri, d'altronde, piu di ogni altra cosa, stonano con il formato digitale, e chi avrà usufruito della libera copia digitale, ne vorrà di certo una cartacea.Senza contare poi alla spinta creativa che tutto ciò porterebbe agli autori emergenti, che potranno, in sostanza, arrivare al grande pubblico, eludendo il "Cerbero" del grande (e assolutamente inutile) editore.
      • marko scrive:
        Re: Stronzata megagalattica!
        il fatto è che con gli e-book gli autori non avranno più bisogno degli editori.
        • XYZ scrive:
          Re: Stronzata megagalattica!
          - Scritto da: marko
          il fatto è che con gli e-book gli autori non
          avranno più bisogno degli
          editori.Esattamente. Ed è esattamente questa la chiave di lettura della faccenda.Come già succede da anni in Musica con il concetto di Indie Label (e che le Major cercano di screditare con tutte le loro forze, rinnegando l'Indie riempiendo il mercato e i suoi canali di prodotti di scarsa qualità)Spero vivemente che questo succeda anche nel mercato del libro. Ci rendiamo conto del grave oscurantismo culturale in cui riversiamo a causa dei comportamenti speculativi di questi titani?Cinema Usa & Getta passato come "top del top"..Musica di poco conto passata per "Movimento sociale e musicale più attuale"..Libri Modisti e di scarso valore passati per "top della cultura e dell'innalzamento culturale"...E chi lotta perchè le cose cambino (e l'unico modo che abbia un rilevante spessore è la libera condivisione di "ciò che è serio" e non unilateralmente propinato dal gigante di turno)..è un criminale.
    • pippo scrive:
      Re: Stronzata megagalattica!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Attualmente non esistono dispositivi decenti per
      leggere un libro in formato elettronico, i
      lettori E-Ink (e non ne capisco il perchè!)
      ancora sono estremamente costosi e scarsamente
      diffusi e nessuno che io conosca ama leggere lo
      schermo di un PC di un notebook o ancora di un
      PDA!Piacere Pippo, adesso puoi dire che ne conosci uno.Leggo tantissimo sul notebook, devo dire pero' che effettivamente non amo la cosa, il buon vecchio cartaceo e' piu' comodo, non scalda le gambe (e qualcosa li' in mezzo) ha un sistema di navigazione comodissimo che mouse e tasti manco se lo sognano, tuttavia gli ebook costano parecchio meno (e qualche volta niente) rispetto ai rispettivi cartacei che, peraltro, non saprei dove mettere se non uscendo io di casa con tutti i mobili.Comunque grandi quelli di Pirate Bay, questi rompi dei dententori del copyright forse vinceranno alla fine ma intanto diamo battaglia, spero moltissimo in lettori di e-book comodi, maneggevoli e a prezzo.
      • Shu scrive:
        Re: Stronzata megagalattica!
        - Scritto da: pippo
        - Scritto da: Enjoy with Us

        e nessuno che io conosca ama leggere lo

        schermo di un PC di un notebook o ancora di un

        PDA!
        Piacere Pippo, adesso puoi dire che ne conosci
        uno.Due con me.
        Leggo tantissimo sul notebook, devo dire pero'
        che effettivamente non amo la cosa, il buon
        vecchio cartaceo e' piu' comodo, non scalda le
        gambe (e qualcosa li' in mezzo) ha un sistema di
        navigazione comodissimo che mouse e tasti manco
        se lo sognano, Io invece preferisco leggerli sul palmare che in cartaceo per diversi motivi:- pesa meno, quindi affatico meno il braccio- ce ne stanno molti nella memory card, quindi se ne finisco uno a metà di un viaggio in treno, ne posso iniziare un altro- posso tenere una mano in tasca quando fa freddo, visto che ho i tastini a portata di pollice per girare pagina- posso leggere al buio, senza disturbare mia moglie che dorme- possono essere a colori senza costare un patrimonio- il palmare non scalda. :)Le fregature:- i pdf sono normalmente in a4 o al massimo in a5, e su uno schermo 480x640 non si leggono bene, bisogna scrollare anche in orizzontale, quindi bisogna ripiegare su altri formati "reflowable".- ci sono troppi ebook in formati insulsi (alias chiusi o protetti da DRM) tipo il lit o il formato sony o quello del kindle. Come in tutti gli altri campi, le protezioni favoriscono la pirateria e svantaggiano l'acquirente onesto.- per leggere manuali a volte sono scomodi perché è complicato "tenere il segno col dito" mentre vai a vedere un altro capitolo del libro. In compenso per i romanzi sono ottimi. Speriamo che i software di lettura migliorino e permettano di semplificare queste operazioni.
        tuttavia gli ebook costano
        parecchio meno (e qualche volta niente) rispetto
        ai rispettivi cartacei che, peraltro, non saprei
        dove mettere se non uscendo io di casa con tutti
        i
        mobili.Infatti. :)
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Stronzata megagalattica!
          - Scritto da: Shu
          - Scritto da: pippo


          - Scritto da: Enjoy with Us



          e nessuno che io conosca ama leggere lo


          schermo di un PC di un notebook o ancora di un


          PDA!


          Piacere Pippo, adesso puoi dire che ne conosci

          uno.

          Due con me.


          Leggo tantissimo sul notebook, devo dire pero'

          che effettivamente non amo la cosa, il buon

          vecchio cartaceo e' piu' comodo, non scalda le

          gambe (e qualcosa li' in mezzo) ha un sistema di

          navigazione comodissimo che mouse e tasti manco

          se lo sognano,

          Io invece preferisco leggerli sul palmare che in
          cartaceo per diversi
          motivi:

          - pesa meno, quindi affatico meno il braccio
          - ce ne stanno molti nella memory card, quindi se
          ne finisco uno a metà di un viaggio in treno, ne
          posso iniziare un
          altro
          - posso tenere una mano in tasca quando fa
          freddo, visto che ho i tastini a portata di
          pollice per girare
          pagina
          - posso leggere al buio, senza disturbare mia
          moglie che
          dorme
          - possono essere a colori senza costare un
          patrimonio

          - il palmare non scalda. :)

          Le fregature:

          - i pdf sono normalmente in a4 o al massimo in
          a5, e su uno schermo 480x640 non si leggono bene,
          bisogna scrollare anche in orizzontale, quindi
          bisogna ripiegare su altri formati
          "reflowable".
          - ci sono troppi ebook in formati insulsi (alias
          chiusi o protetti da DRM) tipo il lit o il
          formato sony o quello del kindle. Come in tutti
          gli altri campi, le protezioni favoriscono la
          pirateria e svantaggiano l'acquirente
          onesto.
          - per leggere manuali a volte sono scomodi perché
          è complicato "tenere il segno col dito" mentre
          vai a vedere un altro capitolo del libro. In
          compenso per i romanzi sono ottimi. Speriamo che
          i software di lettura migliorino e permettano di
          semplificare queste
          operazioni.


          tuttavia gli ebook costano

          parecchio meno (e qualche volta niente) rispetto

          ai rispettivi cartacei che, peraltro, non saprei

          dove mettere se non uscendo io di casa con tutti

          i

          mobili.

          Infatti. :)Appunto ancora la lettura elettronica al posto del cartaceo non è ottimale e la massima parte degli utenti preferiscono ancora il libro classico! E questi Svedesi che stanno a piangersi addosso! Cosa succederà quando gli Ebook saranno una realtà per la maggior parte dei lettori? Si suicidano?
        • Mr.God scrive:
          Re: Stronzata megagalattica!
          - Scritto da: Shu
          - Scritto da: pippo


          - Scritto da: Enjoy with Us



          e nessuno che io conosca ama leggere lo


          schermo di un PC di un notebook o ancora di un


          PDA!


          Piacere Pippo, adesso puoi dire che ne conosci

          uno.

          Due con me.I cojoni vanno sempre in coppia!
    • nome&cognom e scrive:
      Re: Stronzata megagalattica!
      io mi leggo gli e-book sullo schermo del pc o del notebook, con un bello zoom e la giusta illuminazione che mi affaticano meno la vista che un libro cartaceo. su un pda non saprei, la vedo dura.
  • 0verture scrive:
    Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
    Così capisce quanto lavoro ci sta dietro e non mi riferisco a passare allo scanner le pagine...
    • Zomfg scrive:
      Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
      basta che non rosichi!Daje Brokep sei sempre il meglio!
      • 0verture scrive:
        Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
        Il giorno che non ci saranno più scrittori ci penseranno i parassiti della tua specie a sostituirli sempre ammesso che per mancanza di libri non siano degli assoluti analfabeti.
        • marto tortio scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          - Scritto da: 0verture
          Il giorno che non ci saranno più scrittori ci
          penseranno i parassiti della tua specie a
          sostituirli sempre ammesso che per mancanza di
          libri non siano degli assoluti
          analfabeti.Il giorno che non ci saranno più scrittori, ci saranno solo Scrittori con la S maiuscola, che non scrivono solo per denaro ma per dare cultura reale!
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: marto tortio
            - Scritto da: 0verture

            Il giorno che non ci saranno più scrittori ci

            penseranno i parassiti della tua specie a

            sostituirli sempre ammesso che per mancanza di

            libri non siano degli assoluti

            analfabeti.
            Il giorno che non ci saranno più scrittori, ci
            saranno solo Scrittori con la S maiuscola, che
            non scrivono solo per denaro ma per dare cultura
            reale!Quotissimo.
          • 0verture scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Eggià ma questi Scrittori "con la S maiuscola", credi che spuntino fuori, col loro bel carico di cultura, come i cavoli dal terreno ?Lo Scrittore "con la S maiuscola" si è guadagnato quella S dopo anni (decenni) di duro lavoro ed ogni volta che scrive un libro compie approfonditi e ricorsivi controlli per essere sicuro di non aver scritto panzane o anche solo roba che si contraddica da sola.Gli si vuole riconoscere qualcosa a codesti personaggi o si è proprio convinti che neppure questo spetta a loro ?
          • nanashi san scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: 0verture
            Eggià ma questi Scrittori "con la S maiuscola",
            credi che spuntino fuori, col loro bel carico di
            cultura, come i cavoli dal terrenoChe strano. In passato succedeva, evidentemente gli EDITORI hanno fatto inaridire il terreno con il loro eccessivo sfruttamento.
          • 0verture scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Cambiare editore ?Se passi ad esempio in un'università ti accorgerai che al loro interno ospitano cooperative che offrono percentuali nettamente maggiori agli autori (che non sono solo i professori che lavorano lì) ed in ogni caso senza tirare in ballo quei posti, ci sono fior di piccoli editori che di fronte ad un testo valido sanno ricompensarlo il giusto.Certo che se lo scrittore va dalla zanichelli che pubblica 5000 titoli al mese credendo così di arrivare più lontano, non deve stupirsi ne tanto meno lamentarsi se prende mezzo euro su un prezzo di copertina di 20 e passa.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Cambiare editore? dopo aver firmato un contratto che ti lega per 5 titoli, come fai a cambiare editore?PAGHI TU LA PENALE?"ma io non sono mica pirla" direbbe Mourinho.
          • 0verture scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ehm... il contratto si legge prima di firmare...Uno scrittore, dal momento che scrive, non è esentato dal leggere e capire cosa scrivono gli altri.Legami, percentuali, compensi, è tutto scritto nero su bianco. Magari, oltre a saper leggere, saper fare le 4 operazioni è un tantino consigliabile e per concludere, un minimo di modestia che non sono tutti S. King, la Rowling o chi vuoi te, quindi non sta scritto da nessuna parte che al primo colpo scaleranno le classifiche di vendita...Se non riescono a mettere insieme queste cose allora non sono le cime che si credono e meritano di finire nella bambagia
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHTu non hai mai visto un editore neanche col binocolo, vero?Articolo il mio pensiero.Quando tu scrivi il tuo primo libro, accetti un contratto modesto. E se il libro spacca? e se diventi un sinonimo di King e Rowling messi assieme?Sei legato per i prossimi 4 titoli. Probabilmente, però, non ti permetteranno di pubblicare il quinto (sennò per il sesto saresti libero), e quindi sei legato a vita ad un editore.Ma dico, l'hai mai visto tu in faccia un editore?Quante limousine credi che abbiano me "las ketchup" (paragone infimo) che hanno sfondato con UNA canzone e poi non si sono più fatte sentire?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2008 09.45-----------------------------------------------------------
          • MegaLOL scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Infatti King, la Rowling, Barker, Koontz & Co. hanno potuto pubblicare solo 4 libri ciascuno così l'editore se li poteva tenere legati a vita a far niente.Sei così poco intelligente che una patata marcia ti batterebbe al livello zero di Brain Trainer. Seppellisciti nel letame, magari qualcosa di commestibile spunterà.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ma fanciullo, guarda che se sfondi davvero poi sono loro i primi a ricoprirti d'oro pur di non farti andar via.... ma quanti sono a sfondare e fare un successone per 2 - 3 libri di seguito?Lo vedo anch'io che Ricky Martin è ricco sfondato, non sono scemo. Ma non bisogna pensare che ce ne siano tanti e non bisogna pensare che siano i migliori.Fare esempi così è proprio un'ingenuità...
          • MegaLOL scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ad ogni post dimostri la tua idiozia. Esistono clausole di rescissione, sono presenti in ogni contratto, al tuo editore non importa tenerti legato per 4 titoli se non sfondi. Il loro scopo è fare soldi, non renderti la vita impossibile.Ovviamente tu passi il tuo tempo a inventarti situazioni inesistenti. Datti all'idroponica, cioè annegati in un bicchiere.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Il post che sto inserendo non contiene offese e volgarità.Il contratto che sto firmando posso scioglierlo in qualsiasi momento senza problemi.La luna è fatta di formaggio.
          • dont crash my stones scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: nanashi san
            - Scritto da: 0verture

            Eggià ma questi Scrittori "con la S maiuscola",

            credi che spuntino fuori, col loro bel carico di

            cultura, come i cavoli dal terreno

            Che strano. In passato succedeva, evidentemente
            gli EDITORI hanno fatto inaridire il terreno con
            il loro eccessivo
            sfruttamento.Succedeva un cavolo.Moravia pubblicò il suo primo libro pagando di tasca sua.
          • Marco D scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: marto tortio
            - Scritto da: 0verture

            Il giorno che non ci saranno più scrittori ci

            penseranno i parassiti della tua specie a

            sostituirli sempre ammesso che per mancanza di

            libri non siano degli assoluti

            analfabeti.
            Il giorno che non ci saranno più scrittori, ci
            saranno solo Scrittori con la S maiuscola, che
            non scrivono solo per denaro ma per dare cultura
            reale!E che vivranno di aria e di elemosina tra i tossici delle stazioni
          • Faustino scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: marto tortio
            - Scritto da: 0verture

            Il giorno che non ci saranno più scrittori ci

            penseranno i parassiti della tua specie a

            sostituirli sempre ammesso che per mancanza di

            libri non siano degli assoluti

            analfabeti.
            Il giorno che non ci saranno più scrittori, ci
            saranno solo Scrittori con la S maiuscola, che
            non scrivono solo per denaro ma per dare cultura
            reale!PWNED!
        • nonimo scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          Gli scrittori non spariranno MAI, al massimo potrebbero sparire gli scrittori di professione( cosa di cui dubito),restano sempre gli scrittori che lo fanno come hobby, e anche come semplice hobby si possono scrivere veri capolavori! Kafka ti dice qualcosa?
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: nonimo
            Gli scrittori non spariranno MAI,E neanche i musicisti, e neanche attori e registi, e neanche i programmatori.Chi dice il contrario mente sapendo di mentire.
          • 0verture scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ah certo Kafka ne ha fatte di pubblicazioni scientifiche e storiche...
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Kafka che ha fatto la letteratura tedesca e se studi la letteratura tedesca non puoi non studiare Kafka?QUEL KAFKA?Quello stesso Kafka che fa vendere ogni anno migliaia di copie e che morì di FREDDO, non avendo i soldi per il riscaldamento pur avendo un lavoro e il diritto d'autore su mezza letteratura tedesca?Se ti metti a denigrare Kafka, allora puoi anche smettere di scrivere.Ps. La letteratura scientifica è quella che più ci rimette a causa del diritto d'autore, proprio perché si tratta di letteratura TROPPO COSTOSA e TROPPO VOLATILE, nel senso che "è già vecchia dopo poco tempo", tipicamente al momento di essere venduta è già vecchia.
          • 0verture scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ah non sapevo che ogni anno dovevano riscrivere i testi di matematica, fisica e chimica. Ero convinto che la gravità di newton fosse ancora la nostra ma si vede che si aggiorna con le edizioni e le ristampe dei libri...
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Beh, a sentire gli editori SI'!Sì, visto che ogni anno se ne escono con una ristampa per non far vendere i libri di testo usati, no?E' disonestà, questa?Ps. I testi scolastici probabilmente ce ne sono di ancora validissimi che sono già fuori dalla protezione del diritto d'autore (70 anni dopo la morte dell'autore). Ma quelli sono testi scolastici, non SCIENTIFICI. Anche il libro di fisica scolastico, benché fisica sia una scienza, è un libro scolastico e non scientifico.
          • Bash scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            "Elementi di geometria" di Euclide (Euclide, il matematico greco, quello morto da qualche secolo), e' uno dei libri piu' letti al mondo, tanto per citare un testo scientifico che potrebbe ragionevolmente dirsi intramontabile.
          • Anonimo Veneziano scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: nonimo
            Gli scrittori non spariranno MAI, al massimo
            potrebbero sparire gli scrittori di professione(
            cosa di cui dubito),restano sempre gli scrittori
            che lo fanno come hobby, e anche come semplice
            hobby si possono scrivere veri capolavori! Kafka
            ti dice
            qualcosa?Vero, ma sai, non è PI, se non ospita qualche troll che spara a cavolo.
        • lellykelly scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          e i film e la musica e i sw e tutto quello che viene scambiato? però gli mp3 li tiri giu eh...sai quanti pdf hoi io? di più! ha ha ha !
        • lellykelly scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          perchè non pubblicano tutto parallelamente in braille? sono tutti dei discriminatori questi scrittori!
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          - Scritto da: 0verture
          Il giorno che non ci saranno più scrittori ci
          penseranno i parassiti della tua specie a
          sostituirli sempre ammesso che per mancanza di
          libri non siano degli assoluti
          analfabeti.Ma tu dimmi seriamente chi mai legge a scrocco libri in formato doc pdf ecc... Ancora non ci sono lettori adeguati (E-Ink!) a prezzi ragionevoli!In futuro magari sarà così ma oggi assolutamente no! Quindi questi lamenti Svedesi sono chiramente legati ad altre cause!
          • lellykelly scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            io ho tirato giu abbastanza ebook, ma di stamparli non se ne parla proprio, e neppure di leggerli a video.se è un libretto combini, ma un romazo o qualcosa di grosso la vedo dura...
        • Andonio scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          Infatti, basta dare un po' di soldi a qualcuno che subito si mette a scrivere un libro. Peccato che un'opera dell'ingegno che merita di essere retribuita sia tutta un'altra cosa. Al massimo cosi'puo' uscire un libercolo il cui successo dura una stagione e poi viene dimenticato o usato come carta da riciclare.La malafede degli editori, ed anche di certi autori, si vede dai libri di testo nelle scuole: cambiare il titolo di qualche paragrafo e far uscire una nuova edizione per impedire agli studenti di vendere i libri usati ta di loro e per intascare DI NUOVO i diritti. Come la chiami questa?Per passare ad altro, anzi per restare in tema, dato che e' mancato Paul newman, e mi piaceva il film "La Stangata", ho pensato di scaricarlo; pero' data la mia onesta' mi e' venuto qualche scrupolo: sara' giusto NON pagare i diritti? Poi, pensandoci bene ho fatto uin elenco dei soldi che ho gia' speso per quel film:1) L'ho visto al cinema quando e' uscito, pagando il biglietto in cui e' compreso il diritto d'autore.2) Quando l'hanno trasmesso in RAI - ho pagato il canone TV e la RAI ha versato alla SIAE3) Il DVD vergine che ho usato era caricato col pizzo compensa-copia alla SIAEE allora, qiuante volte devo pagare? O come dice Toto': e io pago!!!L'ho scaricato senza altri scrupoli.
          • Bash scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: Andonio
            Poi,
            pensandoci bene ho fatto uin elenco dei soldi che
            ho gia' speso per quel
            film:
            1) L'ho visto al cinema quando e' uscito, pagando
            il biglietto in cui e' compreso il diritto
            d'autore.
            2) Quando l'hanno trasmesso in RAI - ho pagato
            il canone TV e la RAI ha versato alla
            SIAE
            3) Il DVD vergine che ho usato era caricato col
            pizzo compensa-copia alla
            SIAE
            E allora, qiuante volte devo pagare? O come dice
            Toto': e io
            pago!!!
            L'ho scaricato senza altri scrupoli.Io invece ho preso il dvd, in edizione speciale, e l'ho pagato 9.90.E per quel prezzo, oltre al film, e qualche interessante extra, c'e' compreso anche l'audio originale (con la voce vera di Paul Newman).A conti fatti forse ho speso meno di te.
        • soulista scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          - Scritto da: 0verture
          Il giorno che non ci saranno più scrittori ci
          penseranno i parassiti della tua specie a
          sostituirli sempre ammesso che per mancanza di
          libri non siano degli assoluti
          analfabeti.Se un giorno per mer... colpa del P2P non ci saranno più scrittori, musicisti, attori e registi vuol dire che l'arte non é mai esistita, ma solo puro profitto da una parte e puro consumismo dall'altra.Sono gli editori a soffocare l'arte.
        • anonimo scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          - Scritto da: 0verture
          Il giorno che non ci saranno più scrittori ci
          penseranno i parassiti della tua specie a
          sostituirli sempre ammesso che per mancanza di
          libri non siano degli assoluti
          analfabeti.Io dubito che la gente si scarichi i romanzi e se li legga sul monitor oppure li stampi. Il romanzo è comodo e bello così in formato cartaceo come te lo vende la libreria.Per me invece gli ebook sul p2p che vanno molto invece sono quelli dei libri tecnici, visto che costano parecchio, diventano obsoleti in fretta e magari uno è interessato solo a qualche capitolo che si stampa.
          • anonimo scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: 0verture

            Il giorno che non ci saranno più scrittori ci

            penseranno i parassiti della tua specie a

            sostituirli sempre ammesso che per mancanza di

            libri non siano degli assoluti

            analfabeti.


            Io dubito che la gente si scarichi i romanzi e se
            li legga sul monitor oppure li stampi. Il romanzo
            è comodo e bello così in formato cartaceo come te
            lo vende la
            libreria.

            Per me invece gli ebook sul p2p che vanno molto
            invece sono quelli dei libri tecnici, visto che
            costano parecchio, diventano obsoleti in fretta e
            magari uno è interessato solo a qualche capitolo
            che si
            stampa.*ho scritto di fretta scusate per gli invece e tutto il resto
        • ullala scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          - Scritto da: 0verture
          Il giorno che non ci saranno più scrittori ci
          penseranno i parassiti della tua specie a
          sostituirli sempre ammesso che per mancanza di
          libri non siano degli assoluti
          analfabeti.Gli autori (per tua informazione) esistono (e... felicemente) da ben prima che esistessero gli editori e, ti faccio una previsione da vero mago, continueranno (altrettanto felicemente) ad esistere anche quando gli editori saranno un ricordo del passato come i dinosauri... se ti può consolare (come mago ho i miei limiti) ... non sono tuttavia certo che dei suddetti editori sarà possibile (come per i dinosauri e i trilobiti) rintracciare i fossili nel futuro!
    • Guybrush scrive:
      Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
      - Scritto da: 0verture
      Così capisce quanto lavoro ci sta dietro e non mi
      riferisco a passare allo scanner le
      pagine...Be'... dopo una volta che:1) scarichi il testo2) Lo reimpagini 3) Lo stampi su A3 fronte-retro-quad4) Tagli le pagine5) Fai la copertina6) Fai rilegare il tutto ti accorgi che:1) Per 1-2 euro in piu' avevi gia' il libro bell'e pronto2) Realizzato in modo da rendere la lettura comoda (spaziatura e dimensione dei caratteri, dimensione del volume, materiali migliori)3) la prossima volta il libro te lo compri e vivi felice.GT
      • 0verture scrive:
        Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
        Esatto...
        • 0verture scrive:
          Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
          Una demo ? Come sarebbe una "demo" di un libro di matematica ? Spiega un po' te che sai...Secondo me sarebbe una raccolta di una manciata di nozioni sull'insiemistica che potresti mettere insieme anche sulla più scadente wikipedia del globo (la nostra). Di certo mettere degli stralci presi qua e là sarebbe logicamente un omicidio dell'argomento trattato visto che è risaputo che le cose andrebbero studiate con un certo metodo ed ordine.Una demo la puoi fare per un libro di barzellette su Totti ma guarda un po', ti basterebbe aspettare buona domenica e qualcosa te lo leggerebbero lì senza pubblicare altra carta (nel caso specifico, straccia)
          • Leonida scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ma infatti lui non parlava di libri di testo scolastici, parlava di romanzi o saggi (e di quelli puoi pubblicare benissimo il primo capitolo, ho visto un caso simile giusto qualche mese fa, con un giornale che ha pubblicato le prime 2-3 paginette di un romanzo come assaggio per i lettori).
          • 0verture scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Lo sai che la sovra copertina, in genere tiene proprio quello che cerchi ?
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ma dai, e io che ero convinto che ci fosse da una parte la biografia dell'autore e dall'altra la pubblicità degli altri libri dell'editore...
          • 0verture scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ma che libri leggi ? Harmony ?
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Ah, se la mettiamo sul personale... topolino ;-)
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            Una demo, cioè il primo di 20 capitoli pubblicato su internet, sarebbe un ottimo esempio di apertura mentale: finalmente posso vedere come è fatto un libro PRIMA di comprarlo (perché imbustato nella libreria).Esattamente come accade per i libri scaricati da internet, visto che l'hardware non permette una fruizione decente della letteratura.
          • marko scrive:
            Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
            ma chi li vuole stampare? Si leggono benissimo sui palmari.
    • lellykelly scrive:
      Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
      è, perchè è lui che le scannerizza, tutte quante! magari lo sta facendo proprio ora...è sempre la stessa storia, dare la colpa ai coltellai e non agli assassini...permettere la condivisione di files è da punire con la camera a gas, produrre armi è da elogiare perchè porta introiti!auz
    • Lats scrive:
      Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
      - Scritto da: 0verture
      Così capisce quanto lavoro ci sta dietro e non mi
      riferisco a passare allo scanner le
      pagine...Comincia tu, saresti il tipo adatto per scrivere un manuale su come Trollare su Punto Informatico.....Più seriamente, e per chi non vuol fare il troll, credo che pensare che TPB o comunque il file sharing possa far diminuire gli introiti alle case editrici sia solo pretestuoso e per capirlo basta provare a leggere un intero libro in pdf o in .doc: la lettura al computer va bene solo per testi brevi, oppure per leggere pochi capitoli (e comunque devono essere brevi), poi si inizia a perdere la concentrazione. Per le letture lunghe la carta è ancora insostituibile, certo un pdf si può stampare, ma avete provato a stampare un manuale o un romanzo di centinaia di pagine sulla vostra stampante? Credo che la mia Inkjet non c'è la farebbe. Risultato: il libro te lo compri oppure, se ti serve e non hai soldi, te lo fotocopi ed è quello che succede con i testi universitari, ma anche lì il problema si risolverebbe se le case editrici abbassassero i prezzi.
    • Call Of Juarez scrive:
      Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
      Perchè non provi tu.Io ho scritto un libro. Ti assicuro che se io ogni copia che ho venduto di quel libro, l'avessi venduta online in pdf a 50 centesimi a copia, oppure l'avessi messa gratis su un sito dove prima di scaricarla ti vedevi qualche banner pubblicitario, avrei sicuramente guadagnato molto di piu che darlo in mano a un editore che l'ha venduto a 15.90 a copia..
    • unoduetre scrive:
      Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
      - Scritto da: 0verture
      Così capisce quanto lavoro ci sta dietro e non mi
      riferisco a passare allo scanner le
      pagine...che bisogno c'è di scaricare quando l'iscrizione in una biblioteca ti costa 5 all'anno o a volte è anche gratis...trovi anche quotidiani e mensili...se poi sei lento a leggere e non ci stai dentro in un mese.. prendi topolino :)
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma perchè non se li scrive Brokep i libr
        - Scritto da: unoduetre
        - Scritto da: 0verture

        Così capisce quanto lavoro ci sta dietro e non
        mi

        riferisco a passare allo scanner le

        pagine...

        che bisogno c'è di scaricare quando l'iscrizione
        in una biblioteca ti costa 5 all'anno o a volte
        è anche
        gratis...
        trovi anche quotidiani e mensili...

        se poi sei lento a leggere e non ci stai dentro
        in un mese.. prendi topolino
        :)ah le biblioteche, mi ricordo a Modena dove in un centro commerciale della Coop avevano piazzato una biblioteca comunale, un sogno, facevo la spesa, ritiravo 4 libri (il massimo) e poi li riconsegnavo dopo 2-3 settimane!Peccato che non sia così dappertutto e che invece della biblioteca nel centro commerciale ci trovi la Feltrinelli o simili!Io di solito i libri comunque li prendo dalle bancherelle dell'usato 2-3 euro al massimo per le edizioni cartonate, se non mi piacciono poi li rivendo o su Ebay o ai mercatini dell'usato, dove almeno 1 euro lo recupero!
  • Massi cadenti scrive:
    Colpirli con le loro stesse armi
    Io amo Brokep (love)(love)(love)(love) p) p) p) p)
    • Ilpiccolo scrive:
      Re: Colpirli con le loro stesse armi
      chiedigli la mano
    • Wolf01 scrive:
      Re: Colpirli con le loro stesse armi
      Eheh, tutti possono colpire lui e lui no?Se rubi ad un ladro quello può denunciarti tranquillamente e anzi, probabilmente sarebbe anche nella ragione almeno per quanto riguarda il torto subitoAnche se Sunde non è un ladro, e la baia è semplicemente un motore di ricerca per link completamente legali, e siccome il possesso di file .torrent non mi sembra che sia illegale, in quanto una lista di file in un .txt non è coperta da copyrightPurtroppo per loro, questi bravi editori, si può immaginare una bella multozza, in quanto quello che hanno fatto si può considerare furto con scasso, visto che loro considerano furto la semplice copia di un file
Chiudi i commenti