Sun finanzia la ricerca di E.T.

Il colosso dei server ha rinnovato l'appoggio finanziario a SETI@home, il famoso progetto di calcolo distribuito che si prepara a migrare verso una nuova piattaforma open source più sicura e flessibile


Berkeley (USA) – SETI@home è senza dubbio il progetto di calcolo distribuito peer-to-peer che ha riscosso maggior successo su Internet, questo anche grazie al particolare fascino suscitato nel pubblico dalla ricerca di forme di vita extraterrestri. Nonostante questo, SETI non naviga nell’oro e, per tirare avanti, deve fare affidamento sulla generosità dei privati e dei suoi sponsor. Fra questi ultimi vi è Sun , un colosso che di recente ha accettato di rinnovare il proprio appoggio finanziario a SETI@home così da permettere al progetto di entrare in una nuova fase della sua ricerca.

I fondi messi a disposizione da Sun serviranno infatti a SETI@home per accelerare la transizione del progetto verso una nuova piattaforma open source per il calcolo distribuito chiamata Berkeley Open Infrastructure for Network Computing (BOINC). Questa infrastruttura viene descritta dagli scienziati come un notevole passo avanti rispetto a quella attuale tanto sotto il lato della sicurezza che sotto quello della flessibilità.

BOINC garantirà agli utenti una maggiore protezione contro attacchi esterni grazie alla cifratura dei dati e all’uso della firma digitale, inoltre fornirà interfacce verso i principali linguaggi di programmazione e includerà vari tool per la diagnosi dei problemi e il controllo delle prestazioni.

L’aspetto forse più importante della transizione di SETI@home verso BOINC è però costituito dalla possibilità, per gli utenti, di partecipare a più progetti contemporaneamente utilizzando un solo account e un solo client (tipicamente uno screensaver). La piattaforma sviluppata dall’Università di Berkeley verrà infatti utilizzata da altri progetti di calcolo distribuito, fra cui anche il noto Folding@Home , che simula la concatenazione degli amminoacidi in proteine all’interno di un ambiente tridimensionale. Grazie al nuovo client, per il momento disponibile qui in versione beta, gli utenti potranno anche scegliere la quantità di risorse di calcolo da assegnare ad ogni singolo progetto.

Partito nell’aprile del 1999, il progetto SETI@home oggi vanta quasi 4,8 milioni di partecipanti e una potenza media di calcolo giornaliera di circa 15 Teraflops.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Raffaele scrive:
    Boicottiamo Armani G. e la sua tirannia
    Giorgio Armani VERGOGNAAAAA!!! RESTITUISCI QUELLO CHE HAI RUBATO, DELINQUENTE! IL FATTO DI ESSERE RICCO NON TI ESENTA DAL RISPETTARE I DIRITTI DELL'UOMO! IL MIO COGNOME SONO LIBERO DI USARLO DALLA NASCITA, SANCITO DALLA COSTITUZIONE, E TU NON HAI NESSUN DIRITTO DI CALPESTARE LE LEGGI SOLO PERCHE' HAI I "SOLDI", BUFFONE!!!ORA QUERELAMI PURE! VERRO' A CALCIARE LE TUE CHIAPPE ELEGANTI!
  • Anonimo scrive:
    ABOLIZIONE LEGGE MARCHI
    ABOLIZIONE LEGGE MARCHIhttp://www.petitiononline.com/alm/petition.html
  • Anonimo scrive:
    il sito che fine ha fatto
    qualcuno sa dirmi che fine ha fatto il sito www.armani.it...
  • Anonimo scrive:
    Firme per Giorgio
    E' ovvio che luca ha torto.E' ovvio che ha e sta prendendo in giro anche i firmatari di questa petizione.E' molto facile anche capire perchè e posso dimostrarlo.Si puo' firmare per Giorgio ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Firme per Giorgio
      - Scritto da: Anonimo
      E' ovvio che luca ha torto.
      E' ovvio che ha e sta prendendo in giro
      anche i firmatari di questa petizione.
      E' molto facile anche capire perchè e
      posso dimostrarlo.
      Si puo' firmare per Giorgio ?Non ne ha bisogno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Firme per Giorgio
      - Scritto da: Anonimo
      E' ovvio che luca ha torto.
      E' ovvio che ha e sta prendendo in giro
      anche i firmatari di questa petizione.

      E' molto facile anche capire perchè e
      posso dimostrarlo.

      Si puo' firmare per Giorgio ?Beh... c'è tanta gente che firma assegni o cambiali per Giorgio Armani.... penso che basti ed avanzi....
  • Anlan scrive:
    Ma il Nic ?
    Fino a poco tempo fa vedevo che i record del dominio presso il Nic riportavano CHALLANGED-VALUE (ovvero in contestazione). Adesso non c'è più eppure il registrant è sempre Luca Armani.Boh ...
  • Anonimo scrive:
    sono più di 4000 le firme
    sono oltre 4000 le firme che si possono leggere con i commenti ad oggi pubblicate http://www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?25032003&1 clikkando sul numero si entra nel dettaglio una volta raggiunta la pagina web della petizione
    • Anonimo scrive:
      Re: sono più di 4000 le firme
      - Scritto da: Anonimo
      sono oltre 4000 le firme che si possono
      leggere con i commenti ad oggi pubblicate
      www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?25Hai fatto bene a postare questo memo, e soprattutto il link. Peccato solo che la solidarietà avanzi un po' lentamente. Speriamo cmq che anche questo richiamo possa servire a non far cadere l' iniziativa nel solito dimenticatoio.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: sono 4200 le firme adesso!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      sono oltre 4000 le firme che si possono
      leggere con i commenti ad oggi pubblicate
      www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?254200 con la mia di martedì 13 gennaio! Forza Luca!:-)))
      • Anonimo scrive:
        Re: sono 4200 le firme adesso!!!!!
        Si puo' aprire una petizione per firmare a favore di Giorgio Armani ?Oltre ai giudici ci sono persone in disaccordo col truffaldino luca.
      • Anonimo scrive:
        Re: sono 4200 le firme adesso!!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        sono oltre 4000 le firme che si possono

        leggere con i commenti ad oggi
        pubblicate


        www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?25

        4200 con la mia di martedì 13
        gennaio!
        Forza Luca!
        :)))Sbaglio o la solidarietà batte la fiacca?Va avanti molto lentamente. Come mai?
  • opazz scrive:
    Domanda..
    Ma a presentato o meno l'appello?
  • Anonimo scrive:
    Non comprerò più vestiti
    di lusso
  • Anonimo scrive:
    3039 firme per Luca
    Il fronte della solidarietà avanza.Tieni duro, Luca!!!
  • Anonimo scrive:
    Continua a lottare!!!
    Ti stiamo ammirando Luca, tutti quanti. Sei il davide del 2000!!! Ti prego non mollare (se hai bisogno possiamo unirci e darti una mano) perchè rappresenti il piccolo con i diritti contro il grande con i soldi. Forza!!!! COMBATTI!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Continua a lottare!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ti stiamo ammirando Luca, tutti quanti. Sei
      il davide del 2000!!! Ti prego non mollare
      (se hai bisogno possiamo unirci e darti una
      mano) perchè rappresenti il piccolo con i
      diritti contro il grande con i soldi.
      Forza!!!! COMBATTI!!!come si fa ad unirsi per dare una mano a uno anoressico?(che el mangia no!)
    • visionx scrive:
      Re: Continua a lottare!!! (o forse no?)

      perchè rappresenti il piccolo con i
      diritti contro il grande con i soldi.
      Forza!!!! COMBATTI!!!Il caso e' interessante perhce ha piu' di una chiave di lettura.Anche perche' l'apparente cattivo di turno in realta' ha semplicemente esercitato un suo diritto in quanto (riporto da un altro forum in cui ho proposto la questione):-------------------Il nome della ditta non è
    • visionx scrive:
      Re: Continua a lottare!!! (o forse no?)

      perchè rappresenti il piccolo con i
      diritti contro il grande con i soldi.
      Forza!!!! COMBATTI!!!mi scuso post doppio==================================Modificato dall'autore il 27/12/2003 22.27.00
  • Xavier scrive:
    Luca ha ragione
    Qui sta succedendo qualcosa di enorme... E viene fuori, al solito, da incompetenze e giochetti vari. Prima di tutto, non si può far giudicare una sentenza su internet da chi di internet evidentemente non ne conosce nulla. E qualcosa mi dice che era così. Primo punto, il dominio. E' un .it . I domini .it servono a identificare un dominio di qualcosa (preferibilmente non azienda) che sia situato in italia. I .com a che azzo servono? .com non vuol dire che è americano, irlandese o tedesco, semplicemente che è un sito COMmerciale. Esiste appositamente. Un dominio .it è creato per vari scopi, io che ho il cognome Armani se lo registro per primo ho pienamente il diritto di tenermelo. Altra cosa; non esistono leggi a riguardo. E da qui denoto diverse cose. La prima, che andrebbero create per non far giudicare in materia di internet tramite metafore più che tramite conoscenze, così come è stato fatto. La seconda, che esiste la naming autorithy per regolare le vicende sui domini. E' un organo internazionale, le sue leggi regolano i domini internet ed a quelle ci si riferisce quando si registra un dominio. Autority che dava ragione a Luca, e che qui è stata totalmente ignorata e gli è stato totalmente tolto il suo peso. Mi spiegate a cosa serve allora? Oltretutto, internet è nato libero e con vari scopi, ben lontani da quelli commerciali. Un dominio .it è troppo generico, non può esistere che identifichi soltanto una cosa in un mare di cose che potrebbe identificare. Questo è monopolio. E non è il fatto di monopolizzare un settore commerciale (quello della moda), ma di monopolizzare il settore internet. E' pur sempre un monopolio, e al solito, in italia, non esistono organi decenti a riguardo. Infine quoto un commento che ho letto in queste opinioni; - Scritto da: Anonimo
    Il sig. Giorgio farebbe bene, visto che la
    sua azienda è di tipo commerciale, a
    richiedere il domino Armani.com... e non
    rompesse le palle ad un povero cittadino
    italiano.
    E' che ci ha gia' provato, ma ne e' uscito
    sdentato!!!
    Qualcun'altro, che cmq aveva diritto, l'aveva
    gia' registrato
    e la richiesta della Giorgio Armani Spa x
    farglielo mollare e' finita nel rusco come
    meritava!!! Quindi, meglio provarci con una legislazione scadente e con un timbraio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Luca ha ragione
      LEGGI CI SONO GIà E PREVEDONO L'USO DEL NOME DA CHIUNQUE NE ABBIA DIRITTO ( COSI è PER LUCA ARMANI) MA CON I SOLDI SI COMPRE CHIUNQUE LA STORIA LO INSEGNA.(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Luca ha ragione
      "internet è nato libero e con vari scopi, ben lontani da quelli commerciali"?anche lo sport
  • Anonimo scrive:
    2636 firme !!!
    Al galoppo! Forza Luca!
    • Anonimo scrive:
      Re: 2636 firme !!!
      - Scritto da: Anonimo
      Al galoppo! Forza Luca!Certo che se non mangia risulta difficile andare al galoppo.Però se resiste ancora due o tre mesi magari raggiunge 3500 o anche 4000 firme.
  • Pierluigi Sandonnini scrive:
    Ha provato a cambiare dominio?
    Premesso che il sig. Luca Armani ha registrato per primo il suo dominio e vorrebbe giustamente conservarlo, va comunque osservato che le leggi sono leggi e non possono essere cambiate a proprio uso. Al sig. Luca Armani va tutta la simpatia del popolo di Internet,e anche la mia, per essersi battuto contro un gigante commerciale, ma non credo che la cosa meriti uno sciopero della fame, né la rovina di un'azienda o di una famiglia. Secondo me farebbe meglio a desistere, in fondo c'è una sentenza a obbligarlo, e provare a registrare domini come lucaarmani.it oppure timbrificioarmani.it. Non ci ha mai pensato? Forse in questi casi i tribunali sarebbero più clementi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha provato a cambiare dominio?
      - Scritto da: piersan
      Premesso che il sig. Luca Armani ha
      registrato per primo il suo dominio e
      vorrebbe giustamente conservarlo, va
      comunque osservato che le leggi sono leggi e
      non possono essere cambiate a proprio uso.
      Al sig. Luca Armani va tutta la simpatia del
      popolo di Internet,e anche la mia, per
      essersi battuto contro un gigante
      commerciale, ma non credo che la cosa meriti
      uno sciopero della fame, né la rovina
      di un'azienda o di una famiglia. Secondo me
      farebbe meglio a desistere, in fondo
      c'è una sentenza a obbligarlo, e
      provare a registrare domini come
      lucaarmani.it oppure timbrificioarmani.it.
      Non ci ha mai pensato? Forse in questi casi
      i tribunali sarebbero più clementi.Azzo dici? basta che una qualsiasi azienda con un pacco di soldi e pacchi di avvocati ti denuncino per farti cambiare idea sul quello che è palesemente un tuo diritto?che la fabbrica di9 vestitini si registrasse giorgioarmani.it com net org oppure armanigiorgio ecc ecc... vuole il dominio armani.it?? cacci i soldi, proposta di acquisto, luca armani ha tutto il diritto al dominio e quindi basta!!! a me questa gente fa schifo!! merita di ristrovarsi sul lastrico dall'oggi al domani senza una exlira, e poi potra' capire cosa vuol dire rispettare le regole e campare di lavoro!!A zappare la terra, altro che vestitini!!!!!
      • Luca Rossi scrive:
        Re: Ha provato a cambiare dominio?
        - Scritto da:

        - Scritto da: piersan

        Premesso che il sig. Luca Armani ha

        registrato per primo il suo dominio e

        vorrebbe giustamente conservarlo, va

        comunque osservato che le leggi sono leggi e

        non possono essere cambiate a proprio uso.

        Al sig. Luca Armani va tutta la simpatia del

        popolo di Internet,e anche la mia, per

        essersi battuto contro un gigante

        commerciale, ma non credo che la cosa meriti

        uno sciopero della fame, né la rovina

        di un'azienda o di una famiglia. Secondo me

        farebbe meglio a desistere, in fondo

        c'è una sentenza a obbligarlo, e

        provare a registrare domini come

        lucaarmani.it oppure timbrificioarmani.it.

        Non ci ha mai pensato? Forse in questi casi

        i tribunali sarebbero più clementi.

        Azzo dici? basta che una qualsiasi azienda con un
        pacco di soldi e pacchi di avvocati ti denuncino
        per farti cambiare idea sul quello che è
        palesemente un tuo
        diritto?

        che la fabbrica di9 vestitini si registrasse
        giorgioarmani.it com net org oppure
        armanigiorgio ecc ecc... vuole il dominio
        armani.it?? cacci i soldi, proposta di acquisto,
        luca armani ha tutto il diritto al dominio e
        quindi basta!!! a me questa gente fa schifo!!
        merita di ristrovarsi sul lastrico dall'oggi al
        domani senza una exlira, e poi potra' capire
        cosa vuol dire rispettare le regole e campare di
        lavoro!!

        A zappare la terra, altro che vestitini!!!!!Luca Armani non aveva diritto al dominio. così ha stabilito la sentenza, e così mi sembra giusto che sia.
  • Anonimo scrive:
    Un assurda ingiustizia
    A mio modesto avviso stiamo sfiorando veramente il paradosso.Ora non si è neppure liberi di mantenere e/o registrare un proprio dominio liberamente xkè il proprio cognome vuol essere utilizzato da una multinazionale...Caro Luca, tieni duro. Non mollare.Non è giusto nè la sentenza, neppure il vedersi accollare una spesa spropositata di 15.000mila e passa euro.Che skifo gente.Svegliatevi, fatevi sentire TUTTI.In bocca al lupo,Fabiofabiomelloni@tiscalinet.it.SkullBocks.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un assurda ingiustizia
      - Scritto da: Anonimo

      A mio modesto avviso stiamo sfiorando
      veramente il paradosso.
      Ora non si è neppure liberi di mantenere e/o
      registrare un proprio dominio liberamente
      xkè il proprio cognome vuol essere
      utilizzato da una multinazionale...No..era gia' utilizzato da tempo da un signore che è riuscito a costruirci sopra un discreto "impero"..tutto identificato da quella magica parolina, un marchio da tutelare...
      Caro Luca, tieni duro. Non mollare.
      Non è giusto nè la sentenza, neppure il
      vedersi accollare una spesa spropositata di
      15.000mila e passa euro.E certo...invece è giusto partire dal presupposto che i magistrati scrivano delle cacchiate, che solo chi ha i soldi vince in tribunale, (e tutte le condanne del berlusca, previti e tanta compagnia bella?), e questo tizio, che tanto per far capire la sua buona fede vuole @rmani.it , continui a trattenere un dominio che deve mollare??
      Che skifo gente.
      Svegliatevi, fatevi sentire TUTTI.

      In bocca al lupo,
      Fabio

      fabiomelloni@tiscalinet.it
      .SkullBocks.Ma svegliati te...
      • Anonimo scrive:
        Re: Un assurda ingiustizia
        Una cazzata...è solo un modo per farsi notare..usiamo gli scioperi della fame per delle cose più nobili..grazie
  • Anonimo scrive:
    2196 firme !! Al galoppo !!
    Signor Punto Informatico, faccio una petizione per andare avanti a discutera la questione di Luca Armani fino a che non si risolve in qualche modo: non credo si possa rimanere senza mangiare ancora a lungo.Grazie comunqueGM
    • Anonimo scrive:
      Re: 2196 firme !! Al galoppo !!
      - Scritto da: Anonimo

      Signor Punto Informatico, faccio una
      petizione per andare avanti a discutera la
      questione di Luca Armani fino a che non si
      risolve in qualche modo: non credo si possa
      rimanere senza mangiare ancora a lungo.

      Grazie comunque
      GMSignor Punto Informatico???Mahh :-
  • Anonimo scrive:
    Opinione su nomi, contenuti e marchi
    Allora, ognuno porta le sue motivazioni. in linea di principio per il discorso dominio ritengo che sarebbe giusto restasse all'attuale intestatario che lo ha utilizzato finora non per cybersquatting ma per la propria attivita` commerciale, senza creare la minima allusione a prodotti della Giorgio Armani S.p.A.; alcune argomentazioni contrarie pero` stanno benissimo in piedi.Facciamo un esempio che mi tocca da vicino: ho registrato un dominio "miocognome.it" (non lo riporto per evitare che si dica poi che faccio pubblicita`...) dove il .it tra l'altro sta per information technologies avendo avviato un'attivita` di informatica. Il logo e` stato creato facendo un gioco grafico con le iniziali (sapete, usare TIT magari per stampare delle magliette avrebbe potuto creare reazioni indesiderate :)).Ora, secondo i sostenitori di Giorgio Armani, in funzione di cosa questo dominio non dovrebbe spettarmi dato che "cognome" e` il mio vero cognome e la mia ragione sociale e` "cognome.it di Alessandro Cognome" e che ho gia` speso soldi per produrre brochure, biglietti da visita, carta intestata, logo, ecc.?saluti,Alessandro
    • Anonimo scrive:
      Re: Opinione su nomi, contenuti e marchi
      - Scritto da: Anonimo
      Allora, ognuno porta le sue motivazioni. [...]Caro Alessandro...ognuno porta le sue motivazioni perchè avercela con chi sta meglio di noi è un basso istinto naturale...sembra assai politicamente piu' corretto stare di fianco al "povero Luca" contro la "multinazionale"...Con buona pace di una sentenza e di un magistrato che ha legittimamente deliberato.Tutte chiacchiere su chiacchiere... mentre l'Italia affonda tirata giu' dal suo cittadino piu' ricchi che i suoi furbi concittadini hanno eletto pensando potesse fare i loro interessi (furbi, eh?),il mondo scivola in un conflitto di civiltà,c'e' chi vede questa questione come una salvaguardia di principi della Rete.Pronostico: la sentenza è valida, sarà ovviamente confermata, e Luca Armani pagherà per non averla capita...
  • Anonimo scrive:
    L'unica cosa vera:Luca non ha un sito.
    Dov'è il sito del timbrificio? Dove è il sito? Dove si parla di timbri?A me sembra una colossale presa per il .....Piantiamola e pensiamo alle cose serie.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica cosa vera:Luca non ha un sito.
      - Scritto da: Anonimo
      Dov'è il sito del timbrificio?
      Dove è il sito? Dove si parla di timbri?
      A me sembra una colossale presa per il .....
      Piantiamola e pensiamo alle cose serie.in cauda venenum!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica cosa vera:Luca non ha un sito.
      - Scritto da: Anonimo
      Dov'è il sito del timbrificio?
      Dove è il sito? Dove si parla di timbri?
      A me sembra una colossale presa per il .....
      Piantiamola e pensiamo alle cose serie.Evidentemente nopn sai cosa vuol dire nome a dominio e sito internet.Quindi prima di sparare sentenze inforamti.Se vai a vedere il nome a dominio armani.it scoprirai che e registrato a:domain: armani.itx400-domain: c=it; admd=0; prmd=armani;org: Timbrificio Luca Armaniadmin-c: LA214-ITNICtech-c: FE901-ITNICpostmaster: LA214-ITNICzone-c: FE901-ITNICzone-c: AS13854-ITNICzone-c: ES9657-ITNICnserver: 212.183.164.11 ns.interac.itnserver: 212.183.164.3 ns2.interac.itremarks: Fully Managedmnt-by: INTERACTIVE-MNTcreated: 19971024expire: 20041024changed: ettore@interac.it 20031212source: IT-NICperson: Luca Armaniaddress: Timbrificio Luca Armaniaddress: via Isser, 3address: 24047 Treviglio BGphone: +39 0363 303577fax-no: +39 0363 303577e-mail: luca@armani.itnic-hdl: LA214-ITNICchanged: hostmaster@nic.it 20001213changed: arrigo@interac.it 20030618changed: hostmaster@nic.it 20031212source: IT-NICperson: Fabio Erriaddress: Interactive srladdress: Viale C. Battisti, 3address: 24047 Treviglio (BG)address: Italyphone: +39 0363 302820fax-no: +39 0363 304352e-mail: fabio@interac.itnic-hdl: FE901-ITNICchanged: fabio@interac.it 20001227changed: ettore@interac.it 20010907changed: hostmaster@nic.it 20031219source: IT-NICperson: Savio Arrigoaddress: Interactive srladdress: Viale C. Battisti, 3address: 24047 Treviglio (BG)address: Italyphone: +39 0363 302820fax-no: +39 0363 304352e-mail: arrigo@interac.itnic-hdl: AS13854-ITNICchanged: ettore@interac.it 20020320changed: hostmaster@nic.it 20031219source: IT-NICperson: Ettore Saliniaddress: Interactive srladdress: Viale C. Battisti, 3address: 24047 Treviglio (BG)address: ITALYphone: +39 0363 302820fax-no: +39 0363 304352e-mail: ettore@interac.itnic-hdl: ES9657-ITNICchanged: ettore@interac.it 20010419changed: hostmaster@nic.it 20031219source: IT-NICQuesto non vuol dire che ci debba essere per forza un sito web in attivta'.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica cosa vera:Luca non ha un sit
      Veramente il suo sito io l'avevo visto quando la cosa venne fuori e non era ancora off-line. C'era... quindi evita di sparare c..... senza sapere ciò che dici
  • The FoX scrive:
    Se Windows e' un TM in discussione...
    altrettanto dovrebbe essere "Armani", visto che chi vuole averne l'uso esclusivo in realta' non si chiama Armani ma bensi' Giorgio Armani Spa.E' come se la Ferrari volesse impedire alle Cantine Ferrari diusare il termine "Ferrari" x il loro spumante...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se Windows e' un TM in discussione...
      - Scritto da: The FoX
      altrettanto dovrebbe essere "Armani", visto
      che chi vuole averne l'uso esclusivo in
      realta' non si chiama Armani ma bensi'
      Giorgio Armani Spa.
      E' come se la Ferrari volesse impedire alle
      Cantine Ferrari di
      usare il termine "Ferrari" x il loro
      spumante...Come la maggior parte di chi ha scritto qui non sai di cosa stai parlando...tutte chiacchiere da bar, per essere gentili."Armani" è un marchio registrato della Giorgio Armani s.r.l., la coincidenza tra marchio e chi lo possiede non c'entra nulla...Windows è un TM in discussione perchè in inglese vuol dire finestre...è un marchio "debole", perchè è una parola comune (non così Armani...).Sveglia.
      • The FoX scrive:
        Re: Se Windows e' un TM in discussione...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: The FoX

        altrettanto dovrebbe essere "Armani",
        visto

        che chi vuole averne l'uso esclusivo in

        realta' non si chiama Armani ma bensi'

        Giorgio Armani Spa.

        E' come se la Ferrari volesse impedire
        alle

        Cantine Ferrari di

        usare il termine "Ferrari" x il loro

        spumante...

        Come la maggior parte di chi ha scritto qui
        non sai di cosa stai parlando...tutte
        chiacchiere da bar, per essere gentili.

        "Armani" è un marchio registrato della
        Giorgio Armani s.r.l., la coincidenza tra
        marchio e chi lo possiede non c'entra
        nulla...

        Windows è un TM in discussione perchè in
        inglese vuol dire finestre...è un marchio
        "debole", perchè è una parola comune (non
        così Armani...).

        Sveglia.Risveglia.In un altro post ho detto le tue stesse cose.E cmq, imho, il semplice "armani" puo' non essere sufficentemente identificativo, visto e dimostrato che di "armani" non ce n'e' pochi...Io mi chiamo ad esempio Volpe.Mi posso, secondo te, registrare il cognome come marchio ed anddare in giro ad impedire di vendere pellice di volpe?O impedire ad Adriana Volpe di comparire in tv col suo cognome?
      • Anonimo scrive:
        Re: Se Windows e' un TM in discussione...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: The FoX

        altrettanto dovrebbe essere "Armani",
        visto

        che chi vuole averne l'uso esclusivo in

        realta' non si chiama Armani ma bensi'

        Giorgio Armani Spa.

        E' come se la Ferrari volesse impedire
        alle

        Cantine Ferrari di

        usare il termine "Ferrari" x il loro

        spumante...

        Come la maggior parte di chi ha scritto qui
        non sai di cosa stai parlando...tutte
        chiacchiere da bar, per essere gentili.

        "Armani" è un marchio registrato
        della Giorgio Armani s.r.l., la coincidenza
        tra marchio e chi lo possiede non c'entra
        nulla...

        Windows è un TM in discussione
        perchè in inglese vuol dire
        finestre...è un marchio "debole",
        perchè è una parola comune
        (non così Armani...).

        Sveglia.E sveglia te lo dico io!!se Windows e' termine comune ed e' debole, secondo te un cognome puo' essere un marchio registrato? e' lo stesso??Ma che c'entra quello che dici!!Quante finestre ci sono nel mondo'? quanti armani ci sono nel mondo? Cognome comune?dovrebbero addirittura proibire di registrare il marchio Armani visto che si tratta esplicitamente di un cognome... va bene emporio, giorgino, aquilotto ma Armani e' debole (secondo il tuo precedente punto di vista )
  • The FoX scrive:
    Armani e Ferrari
    Il caro giorgio s'e' registrato "Armani" come marchio, mentre in realta' la ditta si chiama "Giorgio Armani Spa", e vuole impedire a tutti gli altri Armani l'uso del proprio cognome.Pero' si da' il caso che esistano sia LA Ferrari che IL Ferrari.La prima e' una nota casa automobilistica.Il secondo un noto spumante.Xche' nel caso "Armani" la coesistenza non e' contemplata?
    • Anonimo scrive:
      Re: Armani e Ferrari
      - Scritto da: The FoX
      Il caro giorgio s'e' registrato "Armani"
      come marchio, mentre in realta' la ditta si
      chiama "Giorgio Armani Spa", e vuole
      impedire a tutti gli altri Armani l'uso del
      proprio cognome.
      Pero' si da' il caso che esistano sia LA
      Ferrari che IL Ferrari.
      La prima e' una nota casa automobilistica.
      Il secondo un noto spumante.
      Xche' nel caso "Armani" la coesistenza non
      e' contemplata?
      Facile... l'aveva gia' detto Rosi in un suo film (il giorno della civetta) ci sono Uomini, ominicchi e quaquaraqua' :DL'ineffabile giorgio a che categoria appartiene secondo te?
      • The FoX scrive:
        Re: Armani e Ferrari
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: The FoX

        Il caro giorgio s'e' registrato "Armani"

        come marchio, mentre in realta' la ditta
        si

        chiama "Giorgio Armani Spa", e vuole

        impedire a tutti gli altri Armani l'uso
        del

        proprio cognome.

        Pero' si da' il caso che esistano sia LA

        Ferrari che IL Ferrari.

        La prima e' una nota casa automobilistica.

        Il secondo un noto spumante.

        Xche' nel caso "Armani" la coesistenza non

        e' contemplata?



        Facile... l'aveva gia' detto Rosi in un suo
        film (il giorno della civetta) ci sono
        Uomini, ominicchi e quaquaraqua' :D
        L'ineffabile giorgio a che categoria
        appartiene secondo te?Alla categoria del pezzente di turno.E sicuramente molto lo deve ai suoi azzeccagarbugli!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Armani e Ferrari
      - Scritto da: The FoX
      Il caro giorgio s'e' registrato "Armani"
      come marchio, mentre in realta' la ditta si
      chiama "Giorgio Armani Spa", e vuole
      impedire a tutti gli altri Armani l'uso del
      proprio cognome.
      Pero' si da' il caso che esistano sia LA
      Ferrari che IL Ferrari.
      La prima e' una nota casa automobilistica.
      Il secondo un noto spumante.
      Xche' nel caso "Armani" la coesistenza non
      e' contemplata?
      Visto che che ti/vi ripetete mi ripeto anche io.Come la maggior parte di chi ha scritto qui non sai di cosa stai parlando...tutte chiacchiere da bar, per essere gentili. "Armani" è un marchio registrato della Giorgio Armani s.r.l., la coincidenza tra marchio e chi lo possiede non c'entra nulla... Sveglia.
  • pippo75 scrive:
    Avvisate Giorgino
    Un'altro che usa il suo nome, anzi cognomehttp://www.cobraspa.it/rete_ven/Province/novara.htmquinta riga.non vende timbri ma mobili.ciao
  • opazz scrive:
    I casi si susseguono temporalmente..
    In passato mi ricordo che un caso simile fu quello di ANDALA UMTS attuale H3G.Risultato in questo caso? Visto che H3G in Italia ancora non si conosceva vinse il produttore di lampadari..E' proprio vero i soldi fan la differenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: I casi si susseguono temporalmente..
      - Scritto da: opazz
      In passato mi ricordo che un caso simile fu
      quello di ANDALA UMTS attuale H3G.

      Risultato in questo caso? Visto che H3G in
      Italia ancora non si conosceva vinse il
      produttore di lampadari..

      E' proprio vero i soldi fan la differenza.Eccome se fan la differenza!Da sempre, purtroppo, e in barba ad ogni ideologia.
      • opazz scrive:
        Re: I casi si susseguono temporalmente..


        E' proprio vero i soldi fan la differenza.
        Eccome se fan la differenza!
        Da sempre, purtroppo, e in barba ad ogni
        ideologia.Anche se imho in questo caso le ideologie devono entrarci ben poco.. E non me ne capacito..
    • Anonimo scrive:
      Re: I casi si susseguono temporalmente..
      - Scritto da: opazz
      In passato mi ricordo che un caso simile fu
      quello di ANDALA UMTS attuale H3G.

      Risultato in questo caso? Visto che H3G in
      Italia ancora non si conosceva vinse il
      produttore di lampadari..

      E' proprio vero i soldi fan la differenza.Ma rileggi quello che scrivi...se veramente bastassero i soldi il produttore di lampadari avrebbe perso, vista la montagna di quattrini che Andala umts oggi H3g aveva...mah..e c'e' stata anche gente che t'ha risposto...
      • opazz scrive:
        Re: I casi si susseguono temporalmente..

        Ma rileggi quello che scrivi...se veramente
        bastassero i soldi il produttore di
        lampadari avrebbe perso, vista la montagna
        di quattrini che Andala umts oggi H3g
        aveva...Purtroppo in Italia non era una "potenza monetaria" e quindi ha "miseramente" perso.. Ecco che non è una questione di marchi o di logica che ci devi trovare sul dominio che cerchi, bensì chi economicamente più potente la spunta.. Andala UMTS se chiedevi in giro nel 1997 non sapevano manco cos'era.. Ora si..
        mah..e c'e' stata anche gente che t'ha risposto...Non vedo risposte "congrue"..
  • Anonimo scrive:
    nike.it e cnn.it
    Entrambi non sono i siti di cui vi aspettereste di visitare.In particolare:* nike cercò di avere il dominio nike.it, ma essendo già registrato aprì nikeitalia.it, e oggi ha chiuso anche quello e rimanda tutti a nike.com* la cnn cercò anche lei di avere il dominio cnn.it, ma latrattativa fallì e aprì cnnitalia.it. In seguito, grazie ad accordi col possessore del dominio, anche cnn.it puntò al sito di cnn italia.Ora cnn italia ha chiuso :P
    • ryoga scrive:
      Re: nike.it e cnn.it
      Non vedo il nesso.Se quei domini verranno richiesti dagli aventi diritto al nome di marchio registrato, saranno trasferiti in prima battuta e senza problemi.
      • Anonimo scrive:
        Re: nike.it e cnn.it
        - Scritto da: ryoga
        Non vedo il nesso.

        Se quei domini verranno richiesti dagli
        aventi diritto al nome di marchio
        registrato, saranno trasferiti in prima
        battuta e senza problemi.e' che devi ancora capire...gli aventi diritto hanno gia' fatto richiesta senza ottenere nulla visto che cnn.it e' un piccolo provider internet di Milano, nike.it si occupa di lampadine, hotbot.it non e' il motore di rierca ma un negozio di cellulari e cosi' via.tutte fotocopie del caso armani vs armanisolo con risvolti meno drammatici.
        • ryoga scrive:
          Re: nike.it e cnn.it
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: ryoga

          Non vedo il nesso.



          Se quei domini verranno richiesti dagli

          aventi diritto al nome di marchio

          registrato, saranno trasferiti in prima

          battuta e senza problemi.

          e' che devi ancora capire...o che non hai ancora capito tu....Armani vs Armani = 2 persone con lo stesso cognome e con aziende chiamate allo stesso modo ( +/- ).La prima e' una piccola azienda del bresciano ( credo ), la seconda e' una multinazionale.La differenza tra la Cnn e la Cnn, la Nike e la Nike, e' il fatto che mentre queste erano aziende straniere che cercavano di far valere il loro diritto in Italia rispetto ad aziende italiane, Armani vs Armani, e' un'azienda italiana che cerca di ottenere il dominio da un negozio italiano.Ecco perche' la Armani S.p.a. vince rispetto ad una Armani srl.
          tutte fotocopie del caso armani vs armani
          solo con risvolti meno drammatici.Simili, non fotocopie.( Fossi stato nella Camera di Commercio, non avrei permesso comunque la registrazione di aziende chiamate Nike o Cnn )
          • Anonimo scrive:
            Re: nike.it e cnn.it
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: ryoga


            Non vedo il nesso.





            Se quei domini verranno richiesti dagli


            aventi diritto al nome di marchio


            registrato, saranno trasferiti in prima


            battuta e senza problemi.



            e' che devi ancora capire...

            o che non hai ancora capito tu....

            Armani vs Armani = 2 persone con lo stesso
            cognome e con aziende chiamate allo stesso
            modo ( +/- ).
            La prima e' una piccola azienda del
            bresciano ( credo ), la seconda e' una
            multinazionale.

            La differenza tra la Cnn e la Cnn, la Nike e
            la Nike, e' il fatto che mentre queste erano
            aziende straniere che cercavano di far
            valere il loro diritto in Italia rispetto ad
            aziende italiane, Armani vs Armani, e'
            un'azienda italiana che cerca di ottenere il
            dominio da un negozio italiano.

            Ecco perche' la Armani S.p.a. vince rispetto
            ad una Armani srl.


            tutte fotocopie del caso armani vs armani

            solo con risvolti meno drammatici.

            Simili, non fotocopie.
            ( Fossi stato nella Camera di Commercio, non
            avrei permesso comunque la registrazione di
            aziende chiamate Nike o Cnn )Fossi stato la camera di commercio ti saresti attaccato al ... dato che non ha voce in capitolo nella registrazione di dominio! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: nike.it e cnn.it

            Armani vs Armani = 2 persone con lo stesso
            cognome e con aziende chiamate allo stesso
            modo ( +/- ).
            La prima e' una piccola azienda del
            bresciano ( credo ), la seconda e' una
            multinazionale.Per niente! Armani è Armani, l'altra è Timbrificio Armani! Il discorso del cognome è un abile paravento...dietro i diritti ci sono un sacco di strategie.
          • The FoX scrive:
            Re: nike.it e cnn.it
            - Scritto da: Anonimo


            Armani vs Armani = 2 persone con lo stesso

            cognome e con aziende chiamate allo stesso

            modo ( +/- ).

            La prima e' una piccola azienda del

            bresciano ( credo ), la seconda e' una

            multinazionale.
            Per niente! Armani è Armani, l'altra è
            Timbrificio Armani! Il discorso del cognome
            è un abile paravento...dietro i diritti ci
            sono un sacco di strategie.Col cavolo!!!Anche armani e' in realta' Giorgio Armani spa...
          • Anonimo scrive:
            Re: nike.it e cnn.it


            Col cavolo!!!
            Anche armani e' in realta' Giorgio Armani
            spa...l'unica cosa che c'entra il quantitativo di soldi disponibili per avvocati e simili.
          • The FoX scrive:
            Re: nike.it e cnn.it
            - Scritto da: Anonimo




            Col cavolo!!!

            Anche armani e' in realta' Giorgio Armani

            spa...

            l'unica cosa che c'entra il quantitativo di
            soldi disponibili per avvocati e simili.Il mio discorso e' che, essendo la societa' in realta' denominata Giorgio Armani Spa, il solo "ARMANI" non sarebbe un marchio valido e distintivo.Vedi anche caso "Windows"...
          • Anonimo scrive:
            Re: nike.it e cnn.it

            di

            soldi disponibili per avvocati e simili.
            Il mio discorso e' che, essendo la societa'
            in realta' denominata Giorgio Armani Spa, il
            solo "ARMANI" non sarebbe un marchio valido
            e distintivo.
            Vedi anche caso "Windows"...Teoricamente il caso windows è diverso dato che si trattano di due diretti concorrenti (parli di windows vs lindows)
          • The FoX scrive:
            Re: nike.it e cnn.it
            - Scritto da: Anonimo

            di


            soldi disponibili per avvocati e
            simili.

            Il mio discorso e' che, essendo la
            societa'

            in realta' denominata Giorgio Armani Spa,
            il

            solo "ARMANI" non sarebbe un marchio
            valido

            e distintivo.

            Vedi anche caso "Windows"...


            Teoricamente il caso windows è diverso dato
            che si trattano di due diretti concorrenti
            (parli di windows vs lindows)La differenza sta' nel fatto che la debolezza del TM "Windows" e' data dal suo essere un termine di uso comune anche al momento della sua costituzione come TM, quindi non realmente distintivo del prodotto.Nel caso "Armani", la debolezza starebbe nel fatto che il semplice "armani" non puo' essere specificatamente distintivo della ditta Giorgio Armani Spa, esistendo anche altri "Armani"...
          • Anonimo scrive:
            Re: nike.it e cnn.it
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: ryoga


            Non vedo il nesso.





            Se quei domini verranno richiesti dagli


            aventi diritto al nome di marchio


            registrato, saranno trasferiti in prima


            battuta e senza problemi.



            e' che devi ancora capire...

            o che non hai ancora capito tu....

            Armani vs Armani = 2 persone con lo stesso
            cognome e con aziende chiamate allo stesso
            modo ( +/- ).
            La prima e' una piccola azienda del
            bresciano ( credo ), la seconda e' una
            multinazionale.

            La differenza tra la Cnn e la Cnn, la Nike e
            la Nike, e' il fatto che mentre queste erano
            aziende straniere che cercavano di far
            valere il loro diritto in Italia rispetto ad
            aziende italiane, Armani vs Armani, e'
            un'azienda italiana che cerca di ottenere il
            dominio da un negozio italiano.

            Ecco perche' la Armani S.p.a. vince rispetto
            ad una Armani srl.


            tutte fotocopie del caso armani vs armani

            solo con risvolti meno drammatici.

            Simili, non fotocopie.
            ( Fossi stato nella Camera di Commercio, non
            avrei permesso comunque la registrazione di
            aziende chiamate Nike o Cnn )guarda che l'armani modefini e' svizzera....
          • Anonimo scrive:
            Re: nike.it e cnn.it
            Io invece mi domando, ma se al mondo tutti quellicon belle idee come te sparissero oggi stessosai come si starebbe meglio!E' incredibile come esista gente che la pensicosi come te, gli sembri pure giusto, e di solitocomandi pure....devi essere un imprenditore, un parente di armanio uno script impazzito... non ci sono altrepossibilita'...e cmq buona morte a te.Francesco
            Simili, non fotocopie.
            ( Fossi stato nella Camera di Commercio, non
            avrei permesso comunque la registrazione di
            aziende chiamate Nike o Cnn )
  • Anonimo scrive:
    e armanitimbri.it ?
    Non sarebbe più logico?E' ovvio che se vado su armani.it mi aspetto di entrare nel sito dello stilista e non certo della azienda che fa timbri... e quanto odio quando inserendo un url finisco su un sito che non c'entra un piffero.Il sig. Armani può pensare di guadagnare in popolarità, però non si rende conto che chi cercava veramente il sito dello stilista si sente "preso in giro".Questa è la mia opinione.Augh.
    • Anonimo scrive:
      Re: e armanitimbri.it ?
      - Scritto da: Anonimo
      Non sarebbe più logico?
      E' ovvio che se vado su armani.it mi aspetto
      di entrare nel sito dello stilista e non
      certo della azienda che fa timbri... e
      quanto odio quando inserendo un url finisco
      su un sito che non c'entra un piffero.
      Il sig. Armani può pensare di guadagnare in
      popolarità, però non si rende conto che chi
      cercava veramente il sito dello stilista si
      sente "preso in giro".
      Questa è la mia opinione.
      Augh.secondo me hai ragione a meta'.L'esempio che hai portato non ha proprio senso... se digito armani.it e finisco nel sito di un timbrificio di un tal armani, non mi posso di certo lamentare che il nome del dominio e' fuori luogo; centra eccome!Spiegami cosa devo fare se mi chiamo armani.. fare finta di chiamrmi pinco pallo?alessandroE poi
    • Locke scrive:
      Re: e armanitimbri.it ?
      - Scritto da: Anonimo
      Non sarebbe più logico?
      E' ovvio che se vado su armani.it mi aspetto
      di entrare nel sito dello stilista e non
      certo della azienda che fa timbri... e
      quanto odio quando inserendo un url finisco
      su un sito che non c'entra un piffero.E chi sei tu per decidere cosa deve starci in un dominio?Aspetta provo ad entrare nel sito www.sprite.com che sicuramente tratterà di sprite grafici per creare giochi... ehi cos'è questa roba? Una bibita gasata! Che strano non sapevo esistesse... si chiama anche Sprite come quelle dei videgiochi... e la bottiglia è verde come l'incredibile Hulk! Anzi ora vado su www.hulk.it che mi sono ricordato di lui... EEEEEH??? Un redirect a un sito che vende router? ma che roba è questa? Ma non c'entra una mazza!ESERCIZIO - distinguere quale sito ha diritto di esistere e quale è cybersquatting.
      Il sig. Armani può pensare di guadagnare in
      popolarità, però non si rende conto che chi
      cercava veramente il sito dello stilista si
      sente "preso in giro".Chi si sente preso in giro perde 5 secondi della sua vita e cerca meglio il sito dello stilista. Io ci rimango male quando digito www.sonic.it e mi aspetto di andare in un sito del riccio blu della Sega, invece mi trovo un website di un provider. Cosa faccio, scrivo una hate-mail al gestore del sito intimandolo di vendere il dominio alla Sega perchè la sua presenza mi dà fastidio?La pappa pronta non la possono avere tutti...==================================Modificato dall'autore il 22/12/2003 15.45.21
      • ryoga scrive:
        Re: e armanitimbri.it ?
        io ho un po' di febbre e va bene, ma te mi sa che stai proprio male.Confondi nomi di aziende, con nomi di personaggi.Confondi gli "Sprite" ( i vecchi pixel che insieme formavano personaggi ) con le bibite.se vuoi trovare esempi calzanti trovali.Ne sono stati trovati 2 finora ( Berlusconi.it e Telecom.it ) dei quali ho gia' risposto. Magari tu sei + fortunato.
        • Locke scrive:
          Re: e armanitimbri.it ?
          - Scritto da: ryoga

          io ho un po' di febbre e va bene, ma te mi
          sa che stai proprio male.Spiacente, ma non accetto affermazioni di questo tipo da uno che posta su IAC.
          Confondi nomi di aziende, con nomi di
          personaggi.
          Confondi gli "Sprite" ( i vecchi pixel che
          insieme formavano personaggi ) con le
          bibite.Le "confusioni" come le vedi tu erano espressamente volute.Un ignorante che pensa che esiste un solo armani al mondo andrà sicuramente su www.armani.it convinto di vedere lo stilista. Invece vede il timbro e gli prende un infarto.Uno che vuole scaricarsi un trailer del film di Hulk e va su www.hulk.it, si trova su un'altro sito. Anche www.sonic.it che non appartiene alla Sega, ma ad un provider.Se esiste il sito www.font.it, qualcuno potrebbe pensare che esista il sito www.sprite.it per gli sprites di qualche programma per creare i giochi. Come? Chi pensa così è ignorante perchè sanno tutti cos'è la sprite? Ma non è lo stesso discorso di Armani timbrificio - Armani stilista?E se io mi chiamo Eugene Font e voglio registrare il dominio italiano per la mia azienda che si chiama Font, che faccio?
          se vuoi trovare esempi calzanti trovali.

          Ne sono stati trovati 2 finora (
          Berlusconi.it e Telecom.it ) dei quali ho
          gia' risposto. Magari tu sei + fortunato.I miei esempi avevano uno scopo diverso da quelli citati da te. Vuoi almeno un'esempio "a modo tuo"? Ecco qua.www.segasonic.net - sito chiuso tempo fa dalla Sega of Japan perchè chi l'aveva registrato aveva fatto uno dei siti più completi appunto su Sonic the hedgehog. Il sito non è raggiungibile ma usando Google si trova:http://www.google.it/search?hl=it&lr=&ie=UTF-8&oe=UTF-8&q=%22segasonic.net%22Altri esempi?www.fini.it, dimmi se secondo te questo sito corrisponde al produttore di tortellini o al politicante...www.lanciadelta.it, oops non mi pare il sito della lancia delta, tu che dici?
          • Anonimo scrive:
            Re: e armanitimbri.it ?
            Che dico?Dico che fai dei funambolismi.Chi non vuole creare equivociadotta dei domini chiari e inconfondibili, altrimenti quandosuccedono gli inevitabili casinisono c suoi.Semplice, no?
          • ryoga scrive:
            Re: e armanitimbri.it ?
            - Scritto da: Locke

            io ho un po' di febbre e va bene, ma te mi

            sa che stai proprio male.

            Spiacente, ma non accetto affermazioni di
            questo tipo da uno che posta su IAC.Non frequento IAC da diversi anni ( lontano 2000 ) e non vedo come il frequentare o meno quel newsgroup puo' causarti problemi.
            Le "confusioni" come le vedi tu erano
            espressamente volute.:) Giochiamo a rigirare la frittata ogni 2x3?Io parlo di nomi di marchi registrati, non di nomi famosi.Non parlo di superman.it o di chin8.it , parlo di un nome di un'azienda che in tal caso e' uguale al cognome di molti italiani e che per sfortuna di tutti, ora si trova in mezzo ad una causa vedendolo oppressore di un povero cristo che niente aveva di meglio da fare quel giorno che registrarsi il dominio armani.it
            Un ignorante che pensa che esiste un solo
            armani al mondo andrà sicuramente su
            www.armani.it convinto di vedere lo
            stilista. Invece vede il timbro e gli prende
            un infarto.E allora perche' vuoi farlo morire d'infarto? Vendi bare?
            Uno che vuole scaricarsi un trailer del film
            di Hulk e va su www.hulk.it, si trova su
            un'altro sito. Hulk e' un personaggio di fumetti, non un marchio registrato.
            Anche www.sonic.it che non appartiene alla
            Sega, ma ad un provider.Sonic e' un personaggio di un videogioco, non un marchio registrato.
            Se esiste il sito www.font.it, qualcuno
            potrebbe pensare che esista il sito
            www.sprite.it per gli sprites di qualche
            programma per creare i giochi.Esiste ma non si chiama sprite.it, in quanto sprite e' un nome di marchio registrato quali lo sono cocacola e fanta.
            Come? Chi
            pensa così è ignorante perchè sanno tutti
            cos'è la sprite? Ma non è lo stesso discorso
            di Armani timbrificio - Armani stilista?Assolutamente no.Populisticamente parlando, la Sprite e' molto + famosa degli sprite ( anni 80-90 )
            E se io mi chiamo Eugene Font e voglio
            registrare il dominio italiano per la mia
            azienda che si chiama Font, che faccio?Denunci la cosa e ti becchi il dominio perche' i "font" non sono nomi di marchio registrato.
            Vuoi almeno un'esempio "a modo tuo"? Ecco
            qua.

            www.segasonic.net - sito chiuso tempo fa
            dalla Sega of Japan perchè chi l'aveva
            registrato aveva fatto uno dei siti più
            completi appunto su Sonic the hedgehog. Il
            sito non è raggiungibile ma usando Google si
            trova:
            http://www.google.it/search?hl=it&lr=&ie=UTF-Posso credere che segasonic sia stato chiuso perche' il dominio conteneva il nome della casa produttrice del gioco e il nome del gioco?
            www.fini.it, dimmi se secondo te questo sito
            corrisponde al produttore di tortellini o al
            politicante...e' un sito di un'azienda che si chiama fini....nessun illecito.
            www.lanciadelta.it, oops non mi pare il sito
            della lancia delta, tu che dici?Questo e' un redirect.....problemi della Lancia che non vuole il dominio ( molto probabilmente )
          • Anonimo scrive:
            Re: e armanitimbri.it ?


            di Hulk e va su www.hulk.it, si trova su

            un'altro sito.

            Hulk e' un personaggio di fumetti, non un
            marchio registrato.E' un marchio registrato, fidati.
          • ryoga scrive:
            Re: e armanitimbri.it ?
            Attualmente il sito e' in lavorazione ( quella pagina e' una pagina di cortesia.....).Non so a chi appartenga ( mi scoccio di fare un whois )
          • Anonimo scrive:
            Re: e armanitimbri.it ?
            - Scritto da: ryoga
            Attualmente il sito e' in lavorazione (
            quella pagina e' una pagina di
            cortesia.....).
            Non so a chi appartenga ( mi scoccio di fare
            un whois )Non mi importa molto a chi appartenga il sito, e non è che importi molto ai fini del discorso...il fatto è che ho letto tutto il thread e non riesco proprio a capire su cosa si basa il tuo punto di vista (a me sembra un'arrampicata sugli specchi)Mi sembra che tu dica che il signor Luca Armani NON aveva il diritto di registrare il sito...oppure che ce l'aveva ma è obbligato per legge a cederlo se lo rivendica qualcuno gerarchicamente più importante (spa invece di srl?).Argomentazioni del tipo "io mi aspetto di trovare pinco se digito www.pinco.it" siano una c@##ata totale: servono a questo i motori di ricerca, perchè il proprietario di www.pinco.it, qualunque sia, non è scontato (tranne per l'utonto di turno...che impara subito e se non impara peggio per lui).Non capisco infine la differenza tra gli esempi citati (che liquidi in due parole) e quelli citati da te...il concetto è lo stesso...visto che anche se Armani HA un marchio registrato, questo NON è "ARMANI", mentre se il discorso verte sul cognome, per quello hanno pari diritti.Mah!
          • Anonimo scrive:
            Re: e armanitimbri.it ?
            - Scritto da: Locke
            - Scritto da: ryoga



            io ho un po' di febbre e va bene, ma te mi

            sa che stai proprio male.

            Spiacente, ma non accetto affermazioni di
            questo tipo da uno che posta su IAC.Se ci fosse ancora qualcuno in linea potrei sapere cosa e' IAC ?Un newsgroup ? Ma che vuol dire ?GrazieGM
          • Locke scrive:
            [OT] I.A.C
            - Scritto da: Anonimo

            Se ci fosse ancora qualcuno in linea potrei
            sapere cosa e' IAC ?
            Un newsgroup ? Ma che vuol dire ?It.Arti.CartoniUn newsgroup pieno di feccia, peggio della "cantina" di Mos Eisley. Chiunque lo frequenti per un po' ne rimane marchiato a vita con i loro modi di pensare e di fare. Inutile dire che ho individuato subito Ryoga come membro (o ex-membro, poco importa) di IAC non certo per il nick...Il newsgroup dove se posti un OT su un soggetto importante o posti qualcosa che non interessa agli elite del gruppo, vieni flammato fino alla morte, ma i post per dire "Ciao a tutti me ne vado in vacanza" o quelli in cui si raccontano le proprie vacanze sono perfettamente In Topic, ovviamente se sei tra gli elitari del gruppo, altrimenti vieni flammato.Il newsgroup in cui se parli male del cartone che va di moda in quel periodo vieni flammato (eh si, venne pure il periodo dei Pokèmon...) e se parli di anime veri e seri (vedi Evangelion) ti prendono per scemo, quando è chiaro che nessuno di loro ha capito chiaramente il senso dell'anime.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] I.A.C
            - Scritto da: Locke
            - Scritto da: Anonimo



            Se ci fosse ancora qualcuno in linea
            potrei

            sapere cosa e' IAC ?

            Un newsgroup ? Ma che vuol dire ?

            It.Arti.Cartoni

            Un newsgroup pieno di feccia, peggio della
            "cantina" di Mos Eisley. Chiunque lo
            frequenti per un po' ne rimane marchiato a
            vita con i loro modi di pensare e di fare.
            Inutile dire che ho individuato subito Ryoga
            come membro (o ex-membro, poco importa) di
            IAC non certo per il nick...

            Il newsgroup dove se posti un OT su un
            soggetto importante o posti qualcosa che non
            interessa agli elite del gruppo, vieni
            flammato fino alla morte, ma i post per dire
            "Ciao a tutti me ne vado in vacanza" o
            quelli in cui si raccontano le proprie
            vacanze sono perfettamente In Topic,
            ovviamente se sei tra gli elitari del
            gruppo, altrimenti vieni flammato.

            Il newsgroup in cui se parli male del
            cartone che va di moda in quel periodo vieni
            flammato (eh si, venne pure il periodo dei
            Pokèmon...) e se parli di anime veri e seri
            (vedi Evangelion) ti prendono per scemo,
            quando è chiaro che nessuno di loro ha
            capito chiaramente il senso dell'anime.Grazie, Locke :-)Molto interessante la tua precisazione!Per il momento vado a fiducia, perchè mi sembri un tipo simpatico (e onesto)... poi, se possibile, controllerò di persona... ma, chissa perché, immagino che non sarà molto diverso da come l' hai descritto tu. Ciao! :-)
          • Locke scrive:
            Re: [OT] I.A.C
            - Scritto da: Anonimo

            Grazie, Locke :-)

            Molto interessante la tua precisazione!
            Per il momento vado a fiducia, perchè mi
            sembri un tipo simpatico (e onesto)... poi,
            se possibile, controllerò di persona... ma,
            chissa perché, immagino che non sarà molto
            diverso da come l' hai descritto tu. Può anche darsi che nel frattempo i "pessimi soggetti" se ne siano andati e ora sia tornato a regnare l'ordine (ho molti dubbi su ciò, visto come andavano le cose). Ma mi è bastato vedere quello che accadde l'11 settembre 2001... un tizio fece un post di condoglianze, arrivò uno di quelli fighi dicendo che il post era OT ed iniziò una flame lunga 480 post che coinvolse più o meno tutti gli elitari, il cui pensiero è "Se dici la verità sul nostro conto, devi sicuramente essere un troll" e "Il NG è nostro e decidiamo noi cosa farci"Dai un'occhiata qua se vuoi capire di cosa parlo nello specificohttp://groups.google.it/groups?dq=&hl=it&lr=&ie=UTF-8&oe=UTF-8&threadm=nyqn7.32522%24ul3.1129272%40news.infostrada.it&rnum=1&prev=/groups%3Fq%3Dg:thl2731292216d%26dq%3D%26hl%3Dit%26lr%3D%26ie%3DUTF-8%26oe%3DUTF-8%26as_drrb%3Db%26as_mind%3D29%26as_minm%3D3%26as_miny%3D1995%26as_maxd%3D14%26as_maxm%3D9%26as_maxy%3D2001%26selm%3Dnyqn7.32522%2524ul3.1129272%2540news.infostrada.itMa di casi ce ne sono a decine, guarda questo post... era considerato In Topic... http://groups.google.it/groups?hl=it&lr=&ie=UTF-8&oe=UTF-8&threadm=Xns90E9D36452A2pbxsignature%40127.0.0.1&rnum=1&prev=/groups%3Fq%3Dit.arti.cartoni%2Bvaricella%26ie%3DUTF-8%26oe%3DUTF-8%26hl%3Dit
    • Anonimo scrive:
      Re: e armanitimbri.it ?
      - Scritto da: Anonimo
      Non sarebbe più logico?
      E' ovvio che se vado su armani.it mi aspetto
      di entrare nel sito dello stilista e non
      certo della azienda che fa timbri... e
      quanto odio quando inserendo un url finisco
      su un sito che non c'entra un piffero.
      Il sig. Armani può pensare di guadagnare in
      popolarità, però non si rende conto che chi
      cercava veramente il sito dello stilista si
      sente "preso in giro".
      Questa è la mia opinione.
      Augh.Sono d'accordo con te, "Augh". Mi sembra certamente la scelta più logica, almeno per uno che non voglia fare il furbo.Ma probabilmente (!) non era questa l' intenzione del "povero Sig. Luca".Nino
  • Anonimo scrive:
    tieni duro luca!
    Luca tieni duro!Chi ti capisce è sicuramente con te, chi non ti puo capire ti dirà di lasciare perdere senza capire per cosa stai combattendo!Non lasciamoci schiacciare, Luca sei tutti noi.
    • Anonimo scrive:
      Re: tieni duro luca!
      - Scritto da: Anonimo
      Luca tieni duro!
      Chi ti capisce è sicuramente con te, chi non
      ti puo capire ti dirà di lasciare perdere
      senza capire per cosa stai combattendo!

      Non lasciamoci schiacciare, Luca sei tutti
      noi.aaah, che politicante!
    • ryoga scrive:
      Re: tieni duro luca!
      Ecco bravo, dato che chi lo capisce e' intelligente e chi non lo capisce e' idiota, vai a versargli un 7-8 mila euro ( se puoi anche 20.000 ), perche' il giudice ha detto che per ogni giorno che teneva il sito contro il suo ordine, Luca dovra' versare 5 mila euro al Giorgio.Bravo bravo....sei con lui solo a parole o gli doni anche un po' delle tue banconote? :D
    • exsinistro scrive:
      Re: tieni duro luca!
      - Scritto da: Anonimo
      Luca tieni duro!
      Chi ti capisce è sicuramente con te, chi non
      ti puo capire ti dirà di lasciare perdere
      senza capire per cosa stai combattendo!

      Non lasciamoci schiacciare, Luca sei tutti
      noi.Noi chi? Voi due?==================================Modificato dall'autore il 22/12/2003 15.20.36
      • Anonimo scrive:
        Re: tieni duro luca!
        - Scritto da: exsinistro
        - Scritto da: Anonimo



        Luca tieni duro!

        Chi ti capisce è sicuramente con te, chi

        non

        ti puo capire ti dirà di lasciare perdere

        senza capire per cosa stai combattendo!

        Non lasciamoci schiacciare, Luca sei tutti

        noi.

        Noi chi? Voi due?facciamo tre e non se ne parli piu'.
        • avvelenato scrive:
          Re: tieni duro luca!
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: exsinistro


          - Scritto da: Anonimo





          Luca tieni duro!


          Chi ti capisce è sicuramente con te,
          chi


          non


          ti puo capire ti dirà di lasciare
          perdere


          senza capire per cosa stai combattendo!


          Non lasciamoci schiacciare, Luca sei
          tutti


          noi.



          Noi chi? Voi due?

          facciamo tre e non se ne parli piu'.uhm fino ad ora sono 1653...
          • ryoga scrive:
            Re: tieni duro luca!
            Gli utenti italiani di internet, dovrebbero ammontare a circa 3 milioni..... mi sa mi sa che farebbe meglio a pregare l'intervento di qualche santo....
          • Anonimo scrive:
            Re: tieni duro luca!
            - Scritto da: ryoga
            Gli utenti italiani di internet, dovrebbero
            ammontare a circa 3 milioni..... mi sa mi saOttimo! allora ci sono ancora un sacco di possibili firmatari...basta farglielo sapere :D
          • Anonimo scrive:
            Re: tieni duro luca!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: ryoga

            Gli utenti italiani di internet,
            dovrebbero

            ammontare a circa 3 milioni..... mi sa mi
            sa

            Ottimo! allora ci sono ancora un sacco di
            possibili firmatari...basta farglielo sapere
            :DE aggiungo quasi tutti meno "lecchini" di ryoga! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: tieni duro luca!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: ryoga


            Gli utenti italiani di internet,

            dovrebbero


            ammontare a circa 3 milioni..... mi sa
            mi

            sa



            Ottimo! allora ci sono ancora un sacco di

            possibili firmatari...basta farglielo
            sapere

            :D

            E aggiungo quasi tutti meno "lecchini" di
            ryoga! :De quand'anche avessero firmato (poniamo) almeno 2 milioni di utenti, che cosa succederebbe?Niente, assolutamente niente! O no?
          • Anonimo scrive:
            Re: tieni duro luca!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: ryoga



            Gli utenti italiani di internet,


            dovrebbero



            ammontare a circa 3 milioni..... mi
            sa

            mi


            sa





            Ottimo! allora ci sono ancora un sacco
            di


            possibili firmatari...basta farglielo

            sapere


            :D



            E aggiungo quasi tutti meno "lecchini" di

            ryoga! :D

            e quand'anche avessero firmato (poniamo)
            almeno 2 milioni di utenti, che cosa
            succederebbe?
            Niente, assolutamente niente! O no?Diciamo che se il numero di utenti fosse sufficientemente elevato, ci sarebbe il giornalista che sente odore di notizia e la vicenda acquisterebbe visibilità...e allora non importerebbe più cosa dicono gli avvocati...il signor G.Armani ne avrebbe un discreto danno economico (sotto Natale :-D ) ...se la notizia fosse riportata nella giusta luce ...il che a sua volta porterebbe ad una conclusione più rapida della faccenda. (possibilmente prima che L.Armani si rovini del tutto e possibilmente a suo favore).
          • Anonimo scrive:
            Re: tieni duro luca!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: ryoga




            Gli utenti italiani di internet,



            dovrebbero




            ammontare a circa 3 milioni.....
            mi

            sa


            mi



            sa







            Ottimo! allora ci sono ancora un
            sacco

            di



            possibili firmatari...basta
            farglielo


            sapere



            :D





            E aggiungo quasi tutti meno "lecchini"
            di


            ryoga! :D



            e quand'anche avessero firmato (poniamo)

            almeno 2 milioni di utenti, che cosa

            succederebbe?

            Niente, assolutamente niente! O no?

            Diciamo che se il numero di utenti fosse
            sufficientemente elevato, ci sarebbe il
            giornalista che sente odore di notizia e la
            vicenda acquisterebbe visibilità...e allora
            non importerebbe più cosa dicono gli
            avvocati...il signor G.Armani ne avrebbe un
            discreto danno economico (sotto Natale :-D )
            ...se la notizia fosse riportata nella
            giusta luce ...il che a sua volta porterebbe
            ad una conclusione più rapida della
            faccenda. (possibilmente prima che L.Armani
            si rovini del tutto e possibilmente a suo
            favore).Si, quello che dici è verosimile.Peccato che le adesioni siano soltanto poco più di duemila.Per adesso non sembrano andare al galoppo... tu che dici, miglioreranno?
  • DoubleGJ scrive:
    Secondo me... (By DoubleGJ)
    Secondo me in linea di principio ha diritto al Domiio il signor Luca Armani, il buon senso mi impone di consigliare al signor Luca, nel caso riuscisse ad ottenere il diritto sul dominio, di cederlo alla Armani e farselo pagare il tanto che basta per essere contenti tutti quanti dato che cmq dovrebbe rendersi conto che l'Armani ha avia necessità di quel dominio data la sua importanza, poi dovrebbe registrare un doninio sempre armani con .com o .org o .net o quello che sia per il suo sito. Comunque ho firmato la petizione...buona fortuna.PS: il principio prima di tutto, ma subito dopo il buon sensoPSbis: il tutto perchè comunque a parità di cognome il signor Luca h ragistrato il dominio per primo.
    • avvelenato scrive:
      Re: Secondo me... (By DoubleGJ)
      - Scritto da: DoubleGJ
      Secondo me in linea di principio ha diritto
      al Domiio il signor Luca Armani, il buon
      senso mi impone di consigliare al signor
      Luca, nel caso riuscisse ad ottenere il
      diritto sul dominio, di cederlo alla Armani
      e farselo pagare il tanto che basta per
      essere contenti tutti quanti dato che cmq
      dovrebbe rendersi conto che l'Armani ha avia
      necessità di quel dominio data la sua
      importanza, poi dovrebbe registrare un
      doninio sempre armani con .com o .org o .net
      o quello che sia per il suo sito. Comunque
      ho firmato la petizione
      ...buona fortuna.

      PS: il principio prima di tutto, ma subito
      dopo il buon senso

      PSbis: il tutto perchè comunque a parità di
      cognome il signor Luca h ragistrato il
      dominio per primo.l'hai letto l'intervento di Larry dove ha raccontato di quando Giorgio Armani è entrato nel negozio dei suoi genitori accompagnato da 6mr.smith?a detta di Larry, G. ha chiesto quanto costava un prodotto.. gli è stato risposto "50 euro". E lui ha detto: "troppo caro", e se ne è andato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me... (By DoubleGJ)
        - Scritto da: avvelenato

        l'hai letto l'intervento di Larry dove ha
        raccontato di quando Giorgio Armani è
        entrato nel negozio dei suoi genitori
        accompagnato da 6mr.smith?
        a detta di Larry, G. ha chiesto quanto
        costava un prodotto.. gli è stato risposto
        "50 euro". E lui ha detto: "troppo caro", e
        se ne è andato.Non lo trovo... mi daresti il link per favore? :)
        • avvelenato scrive:
          Re: Secondo me... (By DoubleGJ)
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: avvelenato




          l'hai letto l'intervento di Larry dove ha

          raccontato di quando Giorgio Armani è

          entrato nel negozio dei suoi genitori

          accompagnato da 6mr.smith?

          a detta di Larry, G. ha chiesto quanto

          costava un prodotto.. gli è stato risposto

          "50 euro". E lui ha detto: "troppo caro",
          e

          se ne è andato.
          Non lo trovo... mi daresti il link per
          favore? :)http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=504698
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me... (By DoubleGJ)
      - Scritto da: DoubleGJ
      Secondo me in linea di principio ha diritto
      al Domiio il signor Luca Armani, il buon
      senso mi impone di consigliare al signor
      Luca, nel caso riuscisse ad ottenere il
      diritto sul dominio, di cederlo alla Armani
      e farselo pagare il tanto che basta per
      essere contenti tutti quanti dato che cmq
      dovrebbe rendersi conto che l'Armani ha avia
      necessità di quel dominio data la sua
      importanza, poi dovrebbe registrare un
      doninio sempre armani con .com o .org o .net
      o quello che sia per il suo sito. Comunque
      ho firmato la petizione
      ...buona fortuna.

      PS: il principio prima di tutto, ma subito
      dopo il buon senso

      PSbis: il tutto perchè comunque a parità di
      cognome il signor Luca h ragistrato il
      dominio per primo.perchè il noto stilista non registra ilo dominio nella stessa nazione dove porta i soldi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me... (By DoubleGJ)
        Perchè non se lo piglia nel Gaul, che tanto, si sa, GLI PIACE !?!?!?
      • avvelenato scrive:
        Re: Secondo me... (By DoubleGJ)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: DoubleGJ

        Secondo me in linea di principio ha
        diritto

        al Domiio il signor Luca Armani, il buon

        senso mi impone di consigliare al signor

        Luca, nel caso riuscisse ad ottenere il

        diritto sul dominio, di cederlo alla
        Armani

        e farselo pagare il tanto che basta per

        essere contenti tutti quanti dato che cmq

        dovrebbe rendersi conto che l'Armani ha
        avia

        necessità di quel dominio data la sua

        importanza, poi dovrebbe registrare un

        doninio sempre armani con .com o .org o
        .net

        o quello che sia per il suo sito. Comunque

        ho firmato la petizione

        ...buona fortuna.



        PS: il principio prima di tutto, ma subito

        dopo il buon senso



        PSbis: il tutto perchè comunque a parità
        di

        cognome il signor Luca h ragistrato il

        dominio per primo.


        perchè il noto stilista non registra ilo
        dominio nella stessa nazione dove porta i
        soldi?l'ha già fatto:http://www.armani.ch
  • Anonimo scrive:
    doveroso intervento newglobal.it
    Ho letto le molte e-mail transitate su questo forum e vorrei dire alcune cose nel rispetto delle diverse opinioni.a) è sbagliato registrare cognomi come marchi perchè in questo modo si fanno confliggere due diritti. Nel caso di nomi non esistenti tipo coca-cola invece sono calzanti tutti i ragionamenti fatti relativi alla protezione del marchio.Proprio per questo la nostra associazione pensa di promuovere una proposta di legge per la non registrabilità dei cognomi e nomi oppure per chiarire che chi li usa per scopi commerciali non potrà rivalersi contro chi quei nomi e/o cognomi porta legittimamente.b) Internet è un miscuglio di interessi e valori ed è per questo universale, altrimenti sarebbe un mero sistema di prenotazioni merci online. Premiare l'interesse commerciale su tutto il resto è un suicidio proprio per le aziende che vogliono utilizzare Internet per fare affari, chi comprerebbe un giornale fatto solo di pubblicità? Poche persone. Parimenti chi investirebbe il suo tempo ad apprendere l'uso di Internet e ne sopporterebbe i costi con la connessione per vedersi solo la pubblicità delle aziende?c) La questione di Luca Armani è una questione generale, che supera il caso specifico, se passasse il principio di dominio=marchio e se i tribunali tenessero conto solo delle esigenze delle aziende si avrebbe un effetto domino disastroso su tutta Internet almeno in Italia.Esiste poi una diversa percezione delle cose tra gli avvocati (che giustamente ed onorevolmente difendono la loro zuppa) ed il resto della comunità internet su diverse questioni, ad esempio i domini tipo utenti-delusi-nomeazienda.it (dove al posto di nomeazienda ci mettete quello che volete). Secondo l'idea dominante presso chi si occupa di questioni legali quel tipo di domini non si possono registrare e l'azienda puo' querelarvi, secondo noi operatori della rete uno che digita utenti-delusi... sa bene cosa cerca e perchè va su quel sito.E' solo un esempio ma dietro alla vicenda domini c'è tantissimo movimento in atto e noi qualche "linea del piave" dietro cui arroccarci per difendere Internet dobbiamo pur trovarla.d) Trovo ingiuste le illazioni su Luca Armani che ho avuto modo di conoscere in occasione della assemblea della Naming Authority Italiana. Come spesso accade, quando ci si confronta, si passa dalle questioni in campo alle questioni di principio. Luca mi ha raccontato degli incontri con gli avvocati della controparte che hanno cercato di instillare nel malcapitato (come normalmente si fa, è una questione di mestiere mica di cattiveria non sono così ingenuo) il senso della sua impotenza di fronte a chi è molto superiore a lui.Questa tecnica è però pericolosa, perchè chi si sente schiacciato come un moscerino puo' avere delle reazioni di orgoglio inaspettate. Personalmente capisco il suo senso di frustrazione ed anche il fatto che non accetti di darsi per vinto, anche perchè diciamocelo onestamente non si vive di solo pane, un uomo certe volte vuole anche conservare un po' di dignità, magari non è la scelta più opportuna pero' almeno una volta nella nostra vita abbiamo fatto una scelta inopportuna per affermare la nostra identità o la nostra dignità.Una vicenda che dura sei anni non puo' che logorare specie se tutti ti dicono di lasciar perdere, come è avvenuto fino alla fatidica sentenza. Io Luca lo conosco da quando fu emessa la sentenza e devo dire che aveva forte l'idea di lasciar perdere ed infatti pur avendo seguito con attenzione la sua vicenda ho saputo del suo sciopero della fame al terzo giorno. Confermo che l' idea di mollare tutto era molto forte ed onestamente lo capivo benissimo. Ha sorpreso me per primo questa ritrovata determinazione e soprattutto il fatto di aver scelto un tipo di protesta (lo sciopero della fame) che va fatta con criterio e non semplicemente smettendo di mangiare e bere (ovvero la protesta estrema che si fa solo in casi disperati) infatti la mia prima reazione è stata chiedergli di smettere immediatamente.Oggi che in e per questa battaglia Luca ha perso realmente tutto non ha altra via di scelta che salvare almeno l'onore.Scelta discutibile quanto volete e che forse noi al suo posto non avremmo fatto, pero' almeno personalmente lo capisco.e) boicottare Armaniio credo che il boicottaggio sia una misura estrema (che tra l'altro non amo che se faccio in caso di chiara necessità) da applicare con criterio. In questa fase abbiamo due diverse idee di mondo e di futuro che si scontrano aspramente, il dominio armani.it è il casus belli ma potrei citare anche tantissime altre linee di frizione. Oggi parlare di destra e sinistra (secondo me) non ha piu' molto senso, ad esempio sui brevetti software abbiamo avuto schieramenti trasversali ed ogni volta che si va nelle cose concrete vediamo che gli schieramenti effettivi sono diversi da quelli nominali. Sul dominio queste due idee di futuro hanno trovato un loro naturale campo di battaglia e su questo ognuno si schiererà e dirà la sua. Ovviamente per il boicottaggio devono verificarsi delle condizioni estreme, che vanno oltre la semplice richiesta del dominio. Ad esempio se realmente la Armani SPA chiederà anche un solo euro a Luca Armani oltre il dominio per me questa è una ragione valida per un boicottaggio serio. f) la petizioneQuando mi è stata segnalata da Luca anche io mi sono accorto che andava fatta meglio, però la ho firmata lo stesso perchè in realtà le petizioni servono soltanto per testimoniare di essere da una parte piuttosto che dall'altra. Un po' come il libro con le firme dei visitatori davanti alle esposizioni, testimoniano una attenzione e per questo vi invito a firmarla comunque.salutiEttore Panellapresidente associazione Newglobal.itPSspero di continuare in tarda serata o di rispondere alle questioni ed alle osservazioni che cortesemente e con onestà intellettuale (sia pur di diversa opinione) stanno giungendo, però incombe la bozza del codice dei diritti di proprietà industriale da valutare prima che venga proditoriamente approvatahttp://www.aippi.it/Docs/codex.htme su cui probabilmente ci risentiremo in futuro
    • Anonimo scrive:
      Re: doveroso intervento newglobal.it
      - Scritto da: Anonimo
      Ho letto le molte e-mail transitate su
      questo forum e vorrei dire alcune cose nel
      rispetto delle diverse opinioni.

      a) è sbagliato registrare cognomi come
      marchi perchè in questo modo si fanno
      confliggere due diritti. Nel caso di nomi
      non esistenti tipo coca-cola invece sono
      calzanti tutti i ragionamenti fatti
      relativi alla protezione del marchio.
      Proprio per questo la nostra associazione
      pensa di promuovere una proposta di legge
      per la non registrabilità dei cognomi e nomi
      oppure per chiarire che chi li usa per scopi
      commerciali non potrà rivalersi contro chi
      quei nomi e/o cognomi porta legittimamente.

      guarda non sono andato oltre nelal lettura perche adesso chiudo ie e non voglio più sentire parlare di alcun armani... tanto la gente e' un gregge pronto a gridare NO GLOBAL e vestirsi con indumenti, guidare macchine, mangiare carne , lavorare 8 ore invece di 14, guarire da malattie(con farmaci) , e avere altri benefici economici che probabilmente solo grazie alla globalizzazione ha ricevutovuoi vietare la registrazione di nomi e conognomi? hehehe hai presente quanti sono? e quelli già registrati? ma sopratutto hai presente di quanti sono? l'80% dei marchi trova riscontro in un nome o cognome in una qualsiasi lingua o religione.ma dico c'hai pensato su prima di scrivere?allora perchè intanto che ci sei non fai una proposta di legge che abolisca la guerra..e una per il terrorismo..una che abbassa il prezzo della benzinae magari una che ci assicura il paradiso...magari sono più utili e faciliGrazie, Grazie,.... (per gli applausi)
      • Anonimo scrive:
        Re: doveroso intervento newglobal.it
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ho letto le molte e-mail transitate su

        questo forum e vorrei dire alcune cose nel

        rispetto delle diverse opinioni.



        a) è sbagliato registrare cognomi come

        marchi perchè in questo modo si fanno

        confliggere due diritti. Nel caso di nomi

        non esistenti tipo coca-cola invece sono

        calzanti tutti i ragionamenti fatti

        relativi alla protezione del marchio.

        Proprio per questo la nostra associazione

        pensa di promuovere una proposta di legge

        per la non registrabilità dei cognomi e
        nomi

        oppure per chiarire che chi li usa per
        scopi

        commerciali non potrà rivalersi contro chi

        quei nomi e/o cognomi porta
        legittimamente.





        guarda non sono andato oltre nelal letturapeccato, me ne dispiaccio
        perche adesso chiudo ie e non voglio più
        sentire parlare di alcun armani... tanto la
        gente e' un gregge pronto a gridare NO
        GLOBAL spero che qualcuno voglia gridare NEW GLOBAL
        e vestirsi con indumenti, almeno nel mio caso è meglio vestirsiguidare
        macchine, mangiare carne , lavorare 8 ore
        invece di 14, guarire da malattie(con
        farmaci) , e avere altri benefici economici
        che probabilmente solo grazie alla
        globalizzazione ha ricevutocerto ed infatti noi siamo favorevolissimi alla globalizzazione, la vorremmo solo migliore e piu' umana

        vuoi vietare la registrazione di nomi e
        conognomi? hehehe hai presente quanti sono?
        e quelli già registrati? ma sopratutto hai
        presente di quanti sono? l'80% dei marchi
        trova riscontro in un nome o cognome in una
        qualsiasi lingua o religione.le leggi non sono retroattive ma valgono per il futuro ovviamente, in ogni caso la proposta non è tanto la non registrazione quanto la impossibilità di inibire ad altri l'uso del proprio cognome o nome.E' naturale che un cambio di questo tipo nella legge sui marchi renderebbe debole la posizione della Armani spa nella causa per il dominio armani.itsalutiEttore Panella
        ma dico c'hai pensato su prima di scrivere?

        allora perchè intanto che ci sei non fai una
        proposta di legge che abolisca la guerra..
        e una per il terrorismo..
        una che abbassa il prezzo della benzina

        e magari una che ci assicura il paradiso...

        magari sono più utili e facili

        Grazie, Grazie,.... (per gli applausi)
        • ryoga scrive:
          Re: doveroso intervento newglobal.it
          - Scritto da: Anonimo
          certo ed infatti noi siamo favorevolissimi
          alla globalizzazione, la vorremmo solo
          migliore e piu' umanaCosa significa per voi globalizzazione?Come mai prima era NO GLOBAL ( quindi NO alla Globalizzazione ) e ora NEW GLOBAL ( quindi Nuova Globalizzazione? )[PRESTARE ATTENZIONE]
          le leggi non sono retroattive ma valgono per
          il futuro ovviamente, in ogni caso la
          proposta non è tanto la non registrazione
          quanto la impossibilità di inibire ad altri
          l'uso del proprio cognome o nome.
          E' naturale che un cambio di questo tipo
          nella legge sui marchi renderebbe debole la
          posizione della Armani spa nella causa per
          il dominio armani.it[/PRESTARE ATTENZIONE]Qualcuno mi diceva che non era legale l'uso che faceva Berlusconi del potere per tagliarsi le leggi su misura.Mi domando se cio' sia illegale solo da una parte o anche dall'altra.P.s. : Fate una proposta di legge che dia a chi non raggiunge i 3000? l'anno un sussidio di 2.000?? Magari il 1° Dicembre in modo da poter festeggiare il S.Natale in armonia.... fareste del bene alla collettivita' e non ad un individuo.
      • Anonimo scrive:
        Re: doveroso intervento newglobal.it
        - Scritto da: Anonimo
        una che abbassa il prezzo della benzinaio farei una petizione per abbassare il prezzo dell'acqua minerale che oramai costa più della benzina !!!
    • ryoga scrive:
      Re: doveroso intervento newglobal.it
      - Scritto da: Anonimo
      a) è sbagliato registrare cognomi come
      marchi perchè in questo modo si fanno
      confliggere due diritti. Nel caso di nomi
      non esistenti tipo coca-cola invece sono
      calzanti tutti i ragionamenti fatti
      relativi alla protezione del marchio.Mah....se uno ha un cognome "qualsiasi" ( che non fa riferimento ad aziende e/o prodotti ) , e' giusto che puo' registrarlo.Nel caso che un'azienda e/o un prodotto voglia registrare con il suo nome un dominio, puo' farlo per evitare perdite di tempo alla collettivita' ( che sono sopra ad ogni cosa ).
      Proprio per questo la nostra associazione
      pensa di promuovere una proposta di legge
      per la non registrabilità dei cognomi e nomi
      oppure per chiarire che chi li usa per scopi
      commerciali non potrà rivalersi contro chi
      quei nomi e/o cognomi porta legittimamente.Mah.... un certo Prezzemolo Antonio che ha registrato il dominio e ci vende pomodori, non puo' perderlo perche' Prezzemolo Gianfranco vende olii. Nessuno li conosce ( entrambi ) e quindi al popolo non interessa a chi va.Purtroppo si cerca di dare regole e leggi ad ogni cosa, questo perche' in Italia ( + che in ogni altra parte del mondo ), ci sono furbi che vogliono approfittare di tutto.
      c) La questione di Luca Armani è una
      questione generale, che supera il caso
      specifico, se passasse il principio di
      dominio=marchio e se i tribunali tenessero
      conto solo delle esigenze delle aziende si
      avrebbe un effetto domino disastroso su
      tutta Internet almeno in Italia.Quindi per non creare questo precedente, diamo ragione a Luca. Cosi domani il tipo che ha registrato il dominio postacelere, potra' liberamente mangiarsi il ***** perche' un'azienda ha "rubato" il dominio legalmente?Bisogna essere "obiettivi" e non giudicare per ipotesi future ( se passa questa causa, siamo rovinati ).
      d) Trovo ingiuste le illazioni su Luca
      Armani che ho avuto modo di conoscere in
      occasione della assemblea della Naming
      Authority Italiana.Ingiuste o non, personalmente, ritengo che abbia mantenuto un dominio "utile" + a fare pubblicita' gratuita che interessi dell'azienda o della famiglia.
      principio. Luca mi ha raccontato degli
      incontri con gli avvocati della controparte
      che hanno cercato di instillare nel
      malcapitato (come normalmente si fa, è una
      questione di mestiere mica di cattiveria non
      sono così ingenuo) il senso della sua
      impotenza di fronte a chi è molto superiore
      a lui.Hai sentito 1 campana. In Italia ( per fortuna ) i giudici sentono 2 campane prima di stabilire quale campana e' la migliore.
      Questa tecnica è però pericolosa, perchè chi
      si sente schiacciato come un moscerino puo'
      avere delle reazioni di orgoglio
      inaspettate. Un dominio da 6.000$ al mese. Questo e' il vero interesse. Altro che orgoglio.
      accetti di darsi per vinto, anche perchè
      diciamocelo onestamente non si vive di solo
      pane, un uomo certe volte vuole anche
      conservare un po' di dignità, magari non è
      la scelta più opportuna pero' almeno una
      volta nella nostra vita abbiamo fatto una
      scelta inopportuna per affermare la nostra
      identità o la nostra dignità.Massi'....lanciamo i sassi dal cavalcavia.....firmiamoli prima di lanciarli....cosi abbiamo fatto un qualcosa nella vita dove tutti ne parleranno.
      onestamente lo capivo benissimo. Ha sorpreso
      me per primo questa ritrovata determinazione
      e soprattutto il fatto di aver scelto un
      tipo di protesta (lo sciopero della fame)
      che va fatta con criterio e non
      semplicemente smettendo di mangiare e bere
      (ovvero la protesta estrema che si fa solo
      in casi disperati) infatti la mia prima
      reazione è stata chiedergli di smettere
      immediatamente.E la seconda? L'hai supportato? -_-
      Oggi che in e per questa battaglia Luca ha
      perso realmente tutto non ha altra via di
      scelta che salvare almeno l'onore.
      Scelta discutibile quanto volete e che forse
      noi al suo posto non avremmo fatto, pero'
      almeno personalmente lo capisco.Problemi suoi e di chi ha "interessi" in un nome a dominio.Io non ci scommetto casa, lavoro e famiglia su un nome a dominio.Quindi o il tipo e' un idiota, o e' un calcolatore che ha visto una forte fonte di guadagno.(Magari domani lo troviamo in politica....giusto Cofferati? ) :)
      e) boicottare Armani
      io credo che il boicottaggio sia una misura
      estrema (che tra l'altro non amo che se
      faccio in caso di chiara necessità) da
      applicare con criterio. Vuoi applicare tutto con criterio giusto?Puoi applicare il boicottaggio? wao....hai il controllo di tutta una popolazione? O hai il potere di non far vendere un determinato prodotto tramite un paio di picciotti in giro per la nazione?Il boicottaggio non ha MAI funzionato perche' la gente se n'e' sempre fregata di cosa diceva un partigiano qualsiasi.
      Ovviamente per il boicottaggio devono
      verificarsi delle condizioni estreme, che
      vanno oltre la semplice richiesta del
      dominio. Ad esempio se realmente la Armani
      SPA chiederà anche un solo euro a Luca
      Armani oltre il dominio per me questa è una
      ragione valida per un boicottaggio serio. Cioe'? Se un giudice ritiene che Luca ha commesso effettivamente dei danni nei confronti di Giorgio, E' GIUSTO che Luca paghi fino all'ultimo euro.O la legge vale solo per chi non e' un tuo compagno?
      però la ho firmata lo stesso perchè in
      realtà le petizioni servono soltanto per
      testimoniare di essere da una parte
      piuttosto che dall'altra.io sono dall'altra
      Un po' come il
      libro con le firme dei visitatori davanti
      alle esposizioni, testimoniano una
      attenzione e per questo vi invito a firmarla
      comunque.no grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: doveroso intervento newglobal.it

        dominio, puo' farlo per evitare perdite di
        tempo alla collettivita' ( che sono sopra ad
        ogni cosa ).Questa dell'utilità per la collettività è ridicola.....(mi piacerebbe sapere quanto ci perderebbe G.Armani se "la collettività" venisse a conoscenza di tutta la storia ....probabilmente più di quanto è disposto)
        Purtroppo si cerca di dare regole e leggi ad
        ogni cosa, questo perche' in Italia ( + che
        in ogni altra parte del mondo ), ci sono
        furbi che vogliono approfittare di tutto.già...e tu ha capito subito che L.Armani è quello furbo e speculatore ....non è facile fregarti
        Quindi per non creare questo precedente,
        diamo ragione a Luca. Cosi domani il tipo
        che ha registrato il dominio postacelere,
        potra' liberamente mangiarsi il *****Se il tipo ha un'azienda con questo nome e vuole utilizzare il sito per pubblicizzare le propria attività ed è arrivato per primo, ha tutti i diritti di tenerselo.
        perche' un'azienda ha "rubato" il dominio
        legalmente?
        Bisogna essere "obiettivi" e non giudicare
        per ipotesi future ( se passa questa causa,
        siamo rovinati ).bisogna essere obiettivi e non giudicare per ipotesi future, pertanto indipendentemente dalle fantasie sulla postacelere bisogna ragionare sul caso presente.Inoltre come la metti l'obbiettività con il tuo giudizio sulla persona di L.Armani?
        Ingiuste o non, personalmente, ritengo che
        abbia mantenuto un dominio "utile" + a fare
        pubblicita' gratuita che interessi
        dell'azienda o della famiglia.Può anche darsi che abbia pensato di approfittare dell'omonimia, resta il fatto che essendo di fatto il suo cognome e la sua azienda, dovrebbe avere il diritto di farlo.
        Hai sentito 1 campana. In Italia ( per
        fortuna ) i giudici sentono 2 campane prima
        di stabilire quale campana e' la migliore.Peccato che le campane che sentono i giudici non siano le stesse che vengono fatte sentire alle parti in causa...ma questo non c'entra nulla.
        Un dominio da 6.000$ al mese. Questo e' il
        vero interesse. Altro che orgoglio.E' bello giudicare la gente con il proprio metro...magari gli altri però sono diversi da noi (a volte migliori, a volte no)
        Massi'....lanciamo i sassi dal
        cavalcavia.....firmiamoli prima di
        lanciarli....cosi abbiamo fatto un qualcosa
        nella vita dove tutti ne parleranno.Questa la dice lunga....ma su di te.
        Problemi suoi e di chi ha "interessi" in un
        nome a dominio.
        Io non ci scommetto casa, lavoro e famiglia
        su un nome a dominio.Fai come ti pare, non importa a nessuno.
        Quindi o il tipo e' un idiota, o e' un
        calcolatore che ha visto una forte fonte di
        guadagno.O forse è diverso da te
        (Magari domani lo troviamo in
        politica....giusto Cofferati? ) :)Non credo...se dovesse vincere la causa potremmo trovarlo ad un talk show (e mi dispiacerebbe per lui)
        Vuoi applicare tutto con criterio giusto?
        Puoi applicare il boicottaggio? wao....hai
        il controllo di tutta una popolazione? O hai
        il potere di non far vendere un determinato
        prodotto tramite un paio di picciotti in
        giro per la nazione?Qua stai dando del mafioso all'autore del post precedente
        Il boicottaggio non ha MAI funzionato
        perche' la gente se n'e' sempre fregata di
        cosa diceva un partigiano qualsiasi.[....]Se la butti in politica non se ne esce più, pertanto taglio.
  • Anonimo scrive:
    Falla finita Luca e lascia il sito allo
    stilista..............................( ....il noto stilista che a me fa 1 p****).
  • Anonimo scrive:
    1653 firme in 2 giorni :-)
    Ancora qualche giorno e facciamo un partito politico...o almeno un referendum....Firma anche tu la petizione per Luca Armani e per la liberta' di Internethttp://www.petitiononline.com/25032003/petition.htmlGM
    • Anonimo scrive:
      Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
      - Scritto da: Anonimo

      Ancora qualche giorno e facciamo un partito
      politico...
      o almeno un referendum....

      Firma anche tu la petizione per Luca Armani
      e per la liberta' di Internet
      http://www.petitiononline.com/25032003/petiti
      GM
      Senza contare che e' stato giu' quasi 12 ore tra sabato e domenica.Sempre io
      • Anonimo scrive:
        Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
        Ma vi siete formattati la capacità di giudizio????Ma firmate contro la pena di morte e non per il timbrificio!!!!!Questo si è prosciugato il conto corrente. Perchè?
        • Anonimo scrive:
          Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
          - Scritto da: Anonimo
          Ma vi siete formattati la capacità di
          giudizio????
          Ma firmate contro la pena di morte e non per
          il timbrificio!!!!!
          Questo si è prosciugato il conto corrente.
          Perchè?Perche' se passa l'idea malsana che internet e' una tecnologia che parte 'dall'alto' e non 'dal basso' si va a fare friggere anche la possibilita' di far sentire la propria voce su altre questioni, come la pena di morte,Ripeto, almeno per me, e' una questione di principio.Per me, e' in ballo internet come la abbiamo conosciuta fino ad oggi.Luca si e' prosciugato il conto (e lo stomaco), io sono 3 giorni che mi sbatto sui forum, tentando di far capire il mio (nostro) punto di vista. 1700 persone hanno votato qui in 36 orehttp://www.petitiononline.com/25032003/petition.html(a proposito:http://italy.indymedia.org/news/2003/12/450388.php)Questa e' Internet che mi piace (che ci piace) e per la quale siamo disposti a fare sacrifici, anche grossi.Questa e' l' Internet che non potete combattere con i tribunali o la polizia di un singolo stato, neanche di tutto l'occidente insieme, perche' per fortuna o purtroppo il mondo e' grande, bello e vario.E' sempre stata cosi' e, tribunali a parte, spero continuera' ad essere.Vedi, queste idee di regolamentazione non sono fondamentalmente sbagliate, ma devono partire, come al solito 'dal basso': se le imponi con la forza dei soldi non ottieni quello che vuoi.E per riuscire ad avere una regolamentazione come quella auspicata dal 'signor' G. Armani ci vorrebbe un GOVERNO MONDIALE, con un UNICA LEGGE. Non c'e' ? Vero, non c'e' ancora, ma arrivera' col tempo (forse), e solo con la volonta' delle persone (tutte) del mondo, mai con la coercizione. Noi probabilmente saremmo gia' morti.In altre parole: non e' la regolamentazione che e' sbagliata, ma il modo e i tempi, che non sono maturi.Se poi c'e' chi risponde che se i tempi non sono maturi li facciamo maturare a colpi di tribunali e multe miliardarie, beh, scusa se si beccano dello (s)fascista (e del berlusconiano).CiaoGMGiustiziereMascherato@hotmail.com
          • ryoga scrive:
            Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
            - Scritto da: Anonimo
            (nostro) punto di vista. 1700 persone hanno
            votato qui in 36 ore
            http://www.petitiononline.com/25032003/petiti

            (a proposito:
            http://italy.indymedia.org/news/2003/12/45038
            GM
            GiustiziereMascherato@hotmail.com:D Quel 25-03-2003 del primo link e' la data in cui e' nata la petizione? Urca.....mancano ancora 9 mesi a Natale....ed io che mi preoccupavo..... :D ( 1700 persone in 9 mesi -tra cui molti duplicati..... in pratica siete la meta' dei miei amici..... )Il secondo link non funziona neanche ( un bel 404 come errore ).Cmq se non sapete stare alla decisione dei giudici, sono problemi vostri.Fossi in Giorgio Armani ( ma forse lui e' troppo impegnato a bersi un bicchierino sullo yatch alle Hawaii) , avrei fatto chiudere immediatamente il sito armani.it e preso possesso dello stesso.Anzi....avrei richiesto anche un bel risarcimento danni.Bye
          • Anonimo scrive:
            Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo

            (nostro) punto di vista. 1700 persone
            hanno

            votato qui in 36 ore


            http://www.petitiononline.com/25032003/petiti



            (a proposito:


            http://italy.indymedia.org/news/2003/12/45038


            GM

            GiustiziereMascherato@hotmail.com


            :D Quel 25-03-2003 del primo link e' la data
            in cui e' nata la petizione?Guarda, fino a 3 giorni fa c'erano si e no 400 firme.
            Urca.....mancano ancora 9 mesi a
            Natale....ed io che mi preoccupavo..... :D (
            1700 persone in 9 mesi -tra cui molti
            duplicati..... in pratica siete la meta' dei
            miei amici..... )

            Il secondo link non funziona neanche ( un
            bel 404 come errore ).
            Sorry. e' un errore di PI (non me ne voglia) che include anche la chiusura della parentesi tonda nell' URL (Hey PI, le parentesi tonde non sono caratteri consentiti negli URL !). L'indirizzo corretto e' senza parentesi tonda finale cioe;http://italy.indymedia.org/news/2003/12/450388.php
            Cmq se non sapete stare alla decisione dei
            giudici, sono problemi vostri.Siamo qui a discuterne. Mi sembra legittimo.Di piu' non si puo' fare.
            Fossi in Giorgio Armani ( ma forse lui e'
            troppo impegnato a bersi un bicchierino
            sullo yatch alle Hawaii) , avrei fatto
            chiudere immediatamente il sito armani.it e
            preso possesso dello stesso.
            Non ne dubito. Che ti devo dire, fortuna che non sei G. Armani....
            Anzi....avrei richiesto anche un bel
            risarcimento danni.
            Mi sembra che lo abbia fatto eccome.

            ByeByeGM
          • Anonimo scrive:
            Re: 1653 firme in 2 giorni :-)

            :D Quel 25-03-2003 del primo link e' la data
            in cui e' nata la petizione?
            Urca.....mancano ancora 9 mesi a
            Natale....ed io che mi preoccupavo..... :D (
            1700 persone in 9 mesi -tra cui molti
            duplicati..... in pratica siete la meta' dei
            miei amici..... )Visto che ho seguito per caso la cosa ti posso dire che quasi tutte quelle 1700 persone si sono effettivamente segnate negli ultimi 2 giorni.
            Il secondo link non funziona neanche ( un
            bel 404 come errore ).Se invece che fare tanto lo strafottente avessi provato a guardare il link, ti saresti accorto che per sbaglio è stata aggiunta una parentesi chiusa di troppo alla fine. A parte quello il link corretto funziona.
            Cmq se non sapete stare alla decisione dei
            giudici, sono problemi vostri.
            Fossi in Giorgio Armani ( ma forse lui e'
            troppo impegnato a bersi un bicchierino
            sullo yatch alle Hawaii) , avrei fatto
            chiudere immediatamente il sito armani.it e
            preso possesso dello stesso.Praticamente è quello che ha fatto...mi sa che siete della stessa pasta (e non è un complimento...)
            Anzi....avrei richiesto anche un bel
            risarcimento danni.Praticamente ha provato a fare anche questo.
            ByeSaluti
          • ryoga scrive:
            Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
            - Scritto da: Anonimo

            1700 persone in 9 mesi -tra cui molti

            duplicati..... in pratica siete la meta'
            dei

            miei amici..... )

            Visto che ho seguito per caso la cosa ti
            posso dire che quasi tutte quelle 1700
            persone si sono effettivamente segnate negli
            ultimi 2 giorni.Ok, sai quanti ne posso tirare su io in meno di 48 ore per il motivo opposto? :)Nessuno comunque dice che il passaparola di chi segue il pensiero politico di indymedia non funzioni.

            Il secondo link non funziona neanche ( un

            bel 404 come errore ).

            Se invece che fare tanto lo strafottente
            avessi provato a guardare il link, ti
            saresti accorto che per sbaglio è stata
            aggiunta una parentesi chiusa di troppo alla
            fine. A parte quello il link corretto
            funziona.Infatti l'ho letto. Sai..stare a leggere tanti commenti, risponderne ad altri etc.etc. ti porta a delle sviste.Comunque non e' un granche' come sito. il sito del pmli e meno inneggiante al partito politico e piu' serio :)

            Cmq se non sapete stare alla decisione dei

            giudici, sono problemi vostri.

            Fossi in Giorgio Armani ( ma forse lui e'

            troppo impegnato a bersi un bicchierino

            sullo yatch alle Hawaii) , avrei fatto

            chiudere immediatamente il sito armani.it
            e

            preso possesso dello stesso.

            Praticamente è quello che ha fatto...mi sa
            che siete della stessa pasta (e non è un
            complimento...)almeno IO accetto una decisione del giudice e non mi metto in piazza a distruggere monumenti o vetrine.

            Anzi....avrei richiesto anche un bel

            risarcimento danni.

            Praticamente ha provato a fare anche questo.L'ha fatto e deve avere un bel po' di soldi.Il tuo eroe ( Luca ) , ora si difende SOLAMENTE per questo motivo. Se viene ritenuto COLPEVOLE, oltre a perdere il dominio, dovra' dare l'equivalente della sua azienda+casa+auto+vestiti+mutande al Sig. Giorgio Armani
          • Anonimo scrive:
            Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
            Sono GM,ti rispondo sulla questione Indymedia.Non sono comunista (almeno finche questo governo mi ci fa diventare per forza).Se ti puo' calmare ho tentato di postare sta cosa anche sui forum del Corriere della Sera, ma, guarda caso, li i forum sono moderati (che e' un modo gentile che sono censurati), quindi non e' stato pubblicato.Non e' colpa mia (e non sono cumunista e neanche sfascia-vetrine) se indymedia pubblica i miei post mentre i Corriere della Sera non lo fa,CiaoGMGiustiziereMascherato@hotmail.comP.S.Comunque se guardi qui, questa faccenda e' uscita sul corriere del 19/12/2003http://www.timbrificio.com/articoli_vari.htmP.S.2Non bisogna per forza essere di parte per esprimere la propria opinione.RiciaoGM- Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo


            1700 persone in 9 mesi -tra cui molti


            duplicati..... in pratica siete la
            meta'

            dei


            miei amici..... )



            Visto che ho seguito per caso la cosa ti

            posso dire che quasi tutte quelle 1700

            persone si sono effettivamente segnate
            negli

            ultimi 2 giorni.

            Ok, sai quanti ne posso tirare su io in meno
            di 48 ore per il motivo opposto? :)
            Nessuno comunque dice che il passaparola di
            chi segue il pensiero politico di indymedia
            non funzioni.



            Il secondo link non funziona neanche (
            un


            bel 404 come errore ).



            Se invece che fare tanto lo strafottente

            avessi provato a guardare il link, ti

            saresti accorto che per sbaglio è stata

            aggiunta una parentesi chiusa di troppo
            alla

            fine. A parte quello il link corretto

            funziona.

            Infatti l'ho letto. Sai..stare a leggere
            tanti commenti, risponderne ad altri
            etc.etc. ti porta a delle sviste.
            Comunque non e' un granche' come sito. il
            sito del pmli e meno inneggiante al partito
            politico e piu' serio :)



            Cmq se non sapete stare alla decisione
            dei


            giudici, sono problemi vostri.


            Fossi in Giorgio Armani ( ma forse lui
            e'


            troppo impegnato a bersi un bicchierino


            sullo yatch alle Hawaii) , avrei fatto


            chiudere immediatamente il sito
            armani.it

            e


            preso possesso dello stesso.



            Praticamente è quello che ha fatto...mi sa

            che siete della stessa pasta (e non è un

            complimento...)

            almeno IO accetto una decisione del giudice
            e non mi metto in piazza a distruggere
            monumenti o vetrine.



            Anzi....avrei richiesto anche un bel


            risarcimento danni.



            Praticamente ha provato a fare anche
            questo.

            L'ha fatto e deve avere un bel po' di soldi.
            Il tuo eroe ( Luca ) , ora si difende
            SOLAMENTE per questo motivo. Se viene
            ritenuto COLPEVOLE, oltre a perdere il
            dominio, dovra' dare l'equivalente della sua
            azienda+casa+auto+vestiti+mutande al Sig.
            Giorgio Armani
          • ryoga scrive:
            Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
            - Scritto da: Anonimo
            Sono GM,
            ti rispondo sulla questione Indymedia.
            Non sono comunista (almeno finche questo
            governo mi ci fa diventare per forza).:) ci sono cose che non piacciono neanche a me di questo governo e non le accetto perche' e' del mio schieramento politico ( sia ben chiaro ).
            Se ti puo' calmare ho tentato di postare sta
            cosa anche sui forum del Corriere della
            Sera, ma, guarda caso, li i forum sono
            moderati (che e' un modo gentile che sono
            censurati), quindi non e' stato pubblicato.i forum con censure non li ho mai seguiti
            Non e' colpa mia (e non sono cumunista e
            neanche sfascia-vetrine) se indymedia
            pubblica i miei post mentre i Corriere della
            Sera non lo fa,non facevo riferimento a questo. Indymedia, sembra un sito di un gruppo comunista.Speravo di trovare un articolo + dettagliato ( in modo da avere altre informazioni ), ma invece sembrava una notizia ansa.

            P.S.
            Comunque se guardi qui, questa faccenda e'
            uscita sul corriere del 19/12/2003
            http://www.timbrificio.com/articoli_vari.htmMi chiedo ( tanto perdera' sicuramente e gli verranno tolte le penali ), se al Luca conviene tutto cio' e non conviene cercare di rimediare al danno fatto.....
            P.S.2
            Non bisogna per forza essere di parte per
            esprimere la propria opinione.Assolutamente. Basta farle col cervello e non con la bandiera :)
      • Anonimo scrive:
        Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
        - Scritto da: Anonimo

        Firma anche tu la petizione per Luca Armani

        e per la liberta' di Internet



        http://www.petitiononline.com/25032003/petiti

        Senza contare che e' stato giu' quasi 12 ore
        tra sabato e domenica.A me sembrano poche, e sicuramente non serviranno a nulla(e cmq non sono d'accordo)Bye
        • Anonimo scrive:
          Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Firma anche tu la petizione per Luca
          Armani


          e per la liberta' di Internet






          http://www.petitiononline.com/25032003/petiti



          Senza contare che e' stato giu' quasi 12
          ore

          tra sabato e domenica.

          A me sembrano poche, e sicuramente non
          serviranno a nulla
          (e cmq non sono d'accordo)

          ByeNemmeno io sono d'accordo.Una tempesta in un bicchier d' acqua!
    • Anonimo scrive:
      Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
      - Scritto da: Anonimo

      Ancora qualche giorno e facciamo un partito
      politico...
      o almeno un referendum....QUESTO ERA IL VERO (e unico) OBIETTIVO !!! Altro che marchi, domini e timbri!
    • Anonimo scrive:
      Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
      - Scritto da: Anonimo

      Ancora qualche giorno e facciamo un partito
      politico...
      o almeno un referendum....
      Per il referendum ci vuole mezzo milione di firme in 90 giorni, direi che la media e' un po' bassina :-DGianluca
    • Anonimo scrive:
      Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
      Votato anche io, devono morire quei ricconi "sfondati"....:@
      • ryoga scrive:
        Re: 1653 firme in 2 giorni :-)
        - Scritto da: Anonimo
        Votato anche io, devono morire quei ricconi
        "sfondati"....:@Scusa.....tu perche' hai votato?( Verifico per controllare se sai di che si parla e si vota o se hai votato giusto perche' hai visto un tuo amico fare cio' )
        • Anonimo scrive:
          Re: 1653 firme in 2 giorni :-)

          ( Verifico per controllare se sai di che si
          parla e si vota o se hai votato giusto
          perche' hai visto un tuo amico fare cio' )Io ho votato perchè ho letto l'articolo, ci ho pensato, ho seguito la discussione, vi ho partecipato, ho pensato ancora se era il caso di mettere in mezzo la mia email, poi ho deciso che comunque è un piccolo sforzo ed è giusto farlo (per me), pertanto ho votato.Cosa c'è di strano che in 3 giorni 2000 persone abbiano votato per questa cosa? Devi trovare delle giustificazioni? Guarda che non sono necessariamente 2000 imbecilli, anche considerando che i post più ragionevoli in questo thread sono - IMHO - quelli pro Luca :)
  • Anonimo scrive:
    E basta con queste prese in giro!
    Va beh, ragazzi, questo qui è un rompiballe che vuol solo farsi pubblicità. Oltretutto con una sentenza avversa va proprio a aprirsi un altro dominio analogo... allora i guai se li cerca proprio con il lanternino. Non potrebbe registrarsi una cosa tipo www.lucaarmani.it e vivere tranquillo? Ma chi è Don Chisciotte che lotta contro i mulini a vento?
    • Anonimo scrive:
      Re: E basta con queste prese in giro!
      - Scritto da: Anonimo
      Va beh, ragazzi, questo qui è un rompiballe
      che vuol solo farsi pubblicità. OltretuttoHa perso tutto.
      con una sentenza avversa va proprio a
      aprirsi un altro dominio analogo... allora i
      guai se li cerca proprio con il lanternino.E' un suo inalienabile diritto, quello alla propria identita'.
      Non potrebbe registrarsi una cosa tipo
      www.lucaarmani.it e vivere tranquillo? MaNo. Ha fatto bene. Non si puo' dare ragione sempre e comunque a chi e' piu' forte solo perche' ha piu' soldi e potere: i diritti, purtroppo, vanno difesi con ogni mezzo, con le unghie e con i denti, in questa societa' di merda dove gente come te ritiene che basta non infastidire e non ostacolare le grosse multinazionali quando queste si muovono contro i piu' deboli per far valere i loro interessi commerciali a scapito del comune senso... di giustizia.Massima solidarieta' a Luca Armani.
      chi è Don Chisciotte che lotta contro i
      mulini a vento?
      • Anonimo scrive:
        Re: E basta con queste prese in giro!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Va beh, ragazzi, questo qui è un
        rompiballe

        che vuol solo farsi pubblicità. Oltretutto

        Ha perso tutto.


        con una sentenza avversa va proprio a

        aprirsi un altro dominio analogo...
        allora i

        guai se li cerca proprio con il
        lanternino.

        E' un suo inalienabile diritto, quello alla
        propria identita'.


        Non potrebbe registrarsi una cosa tipo

        www.lucaarmani.it e vivere tranquillo? Ma

        No. Ha fatto bene. Non si puo' dare ragione
        sempre e comunque a chi e' piu' forte solo
        perche' ha piu' soldi e potere: i diritti,
        purtroppo, vanno difesi con ogni mezzo, con
        le unghie e con i denti, in questa societa'
        di merda dove gente come te ritiene che
        basta non infastidire e non ostacolare le
        grosse multinazionali quando queste si
        muovono contro i piu' deboli per far valere
        i loro interessi commerciali a scapito del
        comune senso... di giustizia.

        Massima solidarieta' a Luca Armani."Massima solidarietà a Luca Armani" che (soprattutto!) è diventato il nuovo alfiere della sinistra!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: E basta con queste prese in giro!


        Massima solidarieta' a Luca Armani.
        e la solidarieta' per tutti gli altri Armani?Chi dice che Luca Armani deve possedere il dominio armani.it? Anche Renzo Armani potrebbe rivendicare il suo diritto all'identita'!Ma per favore... mai sentito parlare di cybersquatting?!
        • Anonimo scrive:
          Re: E basta con queste prese in giro!
          - Scritto da: Anonimo




          Massima solidarieta' a Luca Armani.


          e la solidarieta' per tutti gli altri Armani?
          Chi dice che Luca Armani deve possedere il
          dominio armani.it? Anche Renzo Armani
          potrebbe rivendicare il suo diritto
          all'identita'!

          Ma per favore... mai sentito parlare di
          cybersquatting?!no. di che cosa si tratta?
          • avvelenato scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            Massima solidarieta' a Luca Armani.




            e la solidarieta' per tutti gli altri
            Armani?

            Chi dice che Luca Armani deve possedere il

            dominio armani.it? Anche Renzo Armani

            potrebbe rivendicare il suo diritto

            all'identita'!



            Ma per favore... mai sentito parlare di

            cybersquatting?!

            no. di che cosa si tratta?si tratta di quando uno si diverte a registrare domini di nomi famosi allo scopo di rivenderli a caro prezzo.non mi sembra questo il caso.
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            Ma per favore... mai sentito parlare di


            cybersquatting?!



            no. di che cosa si tratta?

            si tratta di quando uno si diverte a
            registrare domini di nomi famosi allo scopo
            di rivenderli a caro prezzo.grazie per il chiarimento.
            non mi sembra questo il caso.
      • Anonimo scrive:
        Re: E basta con queste prese in giro!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Va beh, ragazzi, questo qui è un
        rompiballe

        che vuol solo farsi pubblicità. Oltretutto

        Ha perso tutto.


        con una sentenza avversa va proprio a

        aprirsi un altro dominio analogo...
        allora i

        guai se li cerca proprio con il
        lanternino.

        E' un suo inalienabile diritto, quello alla
        propria identita'.Ma quale identità!!!Non si sta parlando di un privato cittadino che registra un dominio per pubblicare le foto delle vacanze. In quel caso avrebbe stravinto Luca Armani.Ma si sta parlando di una causa fra due aziende incentrata sulla legittimità dell'utilizzo da parte di Luca Armani del marchio "armani".Purtroppo per Luca Armani l'azienda che l'ha trascinato in tribunale ha un marchio importante e conosciuto in tutto il mondo, questa la porta (a causa della legge) ad avere ragione su tutti i frontiNon capisco come mai gli avvocati di Luca Armani non l'abbiano messo in guardia su questo punto... forse per spillargli i soldi e basta :(Quindi BASTA!!! Il punto non è lo scippo della propria identità!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E basta con queste prese in giro!
      - Scritto da: Anonimo
      Va beh, ragazzi, questo qui è un rompiballe
      che vuol solo farsi pubblicità. Oltretutto
      con una sentenza avversa va proprio a
      aprirsi un altro dominio analogo... allora i
      guai se li cerca proprio con il lanternino.
      Non potrebbe registrarsi una cosa tipo
      www.lucaarmani.it e vivere tranquillo? Ma
      chi è Don Chisciotte che lotta contro i
      mulini a vento?O piuttosto, non è uno che ha tentato di fareil furbetto, facendo di un caso "commerciale"una caso quasi "politico"?I sinistri che lo appoggiano sembrerebberoproprio confermare questo "sospetto".....Ma è poi davvero solo un sospetto???
      • Anonimo scrive:
        ci sono rimasto male
        quando ho visitato il link all'altro sito...timbrificio.come un'altro che ha un timbrificio non è leso nel diritto a registrare il dominio "timbrificio"?
      • Anonimo scrive:
        Re: E basta con queste prese in giro!
        Hai ragione da vendere. Io me lo immagino questo poveretto che non vende più nemmeno un timbro a causa del cattivaccio Giorgione nazionale che gli nega il "diritto di identità"!!!!!! Ne ho lette di sciempiaggini in questo forum ma questa....Siamo seri, siamo seri siamo seri!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: E basta con queste prese in giro!
          - Scritto da: Anonimo
          Hai ragione da vendere. Io me lo immagino
          questo poveretto che non vende più nemmeno
          un timbro a causa del cattivaccio Giorgione
          nazionale che gli nega il "diritto di
          identità"!!!!!!
          Ne ho lette di sciempiaggini in questo forum
          ma questa....

          Siamo seri, siamo seri siamo seri!!!!!Dicevo appunto... tutto fa brodo per i signori sinistri.Ogni pretesto (anche quello più banale) è buono per scatenare polemiche strumentali. Altro che "domini"... pffff
        • avvelenato scrive:
          ot: E basta con queste prese in giro!
          - Scritto da: Anonimo
          Hai ragione da vendere. Io me lo immagino
          questo poveretto che non vende più nemmeno
          un timbro a causa del cattivaccio Giorgione
          nazionale che gli nega il "diritto di
          identità"!!!!!!
          Ne ho lette di sciempiaggini in questo forum
          ma questa....

          Siamo seri, siamo seri siamo seri!!!!!senti, se pensi che più di 10k euro siano pochi, perché non mi fai un bonifico bancario?ti dò le coordinate in pvt.per la cronaca, io penso che luca armani sia stato fin troppo calmo, fosse successa una cosa del genere a mio padre o a me avrebbero fatto fatica a contare cadaveri.
          • Anonimo scrive:
            Re: ot: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Anonimo

            Hai ragione da vendere. Io me lo immagino

            questo poveretto che non vende più nemmeno

            un timbro a causa del cattivaccio
            Giorgione

            nazionale che gli nega il "diritto di

            identità"!!!!!!

            Ne ho lette di sciempiaggini in questo
            forum

            ma questa....



            Siamo seri, siamo seri siamo seri!!!!!

            senti, se pensi che più di 10k euro siano
            pochi, perché non mi fai un bonifico
            bancario?
            ti dò le coordinate in pvt.


            per la cronaca, io penso che luca armani sia
            stato fin troppo calmo, fosse successa una
            cosa del genere a mio padre o a me avrebbero
            fatto fatica a contare cadaveri.firmato:Avvelenato, che quando si inkazza ne ammazza sette e ne storpia quattorci.;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: ot: E basta con queste prese in giro!
            Miiiii, l'avessero fatto a mme o a mio cuggino avremmo fatto una straaaage, miiiii
        • Anonimo scrive:
          Re: E basta con queste prese in giro!

          Hai ragione da vendere. Io me lo immagino
          questo poveretto che non vende più nemmeno
          un timbro a causa del cattivaccio Giorgione
          nazionale che gli nega il "diritto di
          identità"!!!!!!
          Ne ho lette di sciempiaggini in questo forum
          ma questa....Ovviamente imbarcarsi in una causa legale di questa portata diventa una cosa troppo onerosa anche per un piccolo timbrificio. Detto questo nini, lui ha registrato il SUO dominio prima del Giorgione Nazionale (TM) e pertanto ha ragioni da vendere. Le discussioni stanno a zero. Cosi' funziona internet e questo _NON_ e' un caso di cyberscquatting. Per cui andate a fare i meschini troll che si incazzano per i "sinistri" che impestano il forum difendendo queste questioni di principio che tanto non cambia molto,
          Siamo seri, siamo seri siamo seri!!!!!Voi troll? Macche', per voi equivarrebbe a morire.
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo
            Ovviamente imbarcarsi in una causa legale di
            questa portata diventa una cosa troppo
            onerosa anche per un piccolo timbrificio.Quindi fai il masochista e ti fai del male da solo....giusto?
            Detto questo nini, lui ha registrato il SUO
            dominio prima del Giorgione Nazionale (TM) e
            pertanto ha ragioni da vendere.Ed io che pensavo che registrare il nome di un marchio fosse illegale....corro a registrarmi un marchio famoso e se qualcuno mi dice qualcosa, gli passo i tuoi dati per eventuali azioni legali ok? :D :D :D
            Le
            discussioni stanno a zero. Cosi' funziona
            internet e questo _NON_ e' un caso di
            cyberscquatting.Per amore di Dio! Il Luca voleva solo il suo dominio....il suo piccolo e bello dominio. Non voleva venderlo per 50.000?....no...questo non diciamolo....non voleva trarne profitto ( in ogno senso, non solo carta valuta ) per tutto il tempo che c'era questa discussione ( infatti prima chi l'avrebbe ca*ato il Sig. Luca? ora invece lo conosce mezza italia ).
            Per cui andate a fare i
            meschini troll che si incazzano per i
            "sinistri" che impestano il forum difendendo
            queste questioni di principio che tanto non
            cambia molto,Se noi siamo i Troll....tu chi saresti? :)

            Siamo seri, siamo seri siamo seri!!!!!

            Voi troll? Macche', per voi equivarrebbe a
            morire.Faresti + bella figura.
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo

            Ovviamente imbarcarsi in una causa legale
            di

            questa portata diventa una cosa troppo

            onerosa anche per un piccolo timbrificio.

            Quindi fai il masochista e ti fai del male
            da solo....giusto?


            Detto questo nini, lui ha registrato il
            SUO

            dominio prima del Giorgione Nazionale
            (TM) e

            pertanto ha ragioni da vendere.

            Ed io che pensavo che registrare il nome di
            un marchio fosse illegale....corro a
            registrarmi un marchio famoso e se qualcuno
            mi dice qualcosa, gli passo i tuoi dati per
            eventuali azioni legali ok? :D :D :D


            Le

            discussioni stanno a zero. Cosi' funziona

            internet e questo _NON_ e' un caso di

            cyberscquatting.

            Per amore di Dio! Il Luca voleva solo il suo
            dominio....il suo piccolo e bello dominio.
            Non voleva venderlo per
            50.000?....no...questo non diciamolo....non
            voleva trarne profitto ( in ogno senso, non
            solo carta valuta ) per tutto il tempo che
            c'era questa discussione ( infatti prima chi
            l'avrebbe ca*ato il Sig. Luca? ora invece lo
            conosce mezza italia ).


            Per cui andate a fare i

            meschini troll che si incazzano per i

            "sinistri" che impestano il forum
            difendendo

            queste questioni di principio che tanto
            non

            cambia molto,

            Se noi siamo i Troll....tu chi saresti? :)



            Siamo seri, siamo seri siamo seri!!!!!



            Voi troll? Macche', per voi equivarrebbe a

            morire.

            Faresti + bella figura.Ottima replica, Ryoga. :-)Approvo e sottoscrivo pienamente.Nino
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            Grazie :)
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: ryoga
            Grazie :)Guardali a darsi man forte l'uno con l'altro. Patetici, poi voi non sareste troll nevvero? ahahah poveretti.
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: ryoga

            Grazie :)

            Guardali a darsi man forte l'uno con
            l'altro. Patetici, poi voi non sareste troll
            nevvero? ahahah poveretti.
            Tu chi sei la fata turchina?Ho solo ringraziato 1 persona che m'ha fatto i complimenti.Ah...dimenticavo....tu ed i tuoi vi ringraziate a colpi di clava :)
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!


            Guardali a darsi man forte l'uno con

            l'altro. Patetici, poi voi non sareste
            troll

            nevvero? ahahah poveretti.



            Tu chi sei la fata turchina?Bimbi. ma allora siete molto giovani eh? :) che tenerezza questi trollini in fasce (o fasci?)
            Ho solo ringraziato 1 persona che m'ha fatto
            i complimenti.ahahah si fanno i complimenti tra loro, uno spasso.
            Ah...dimenticavo....tu ed i tuoi vi
            ringraziate a colpi di clava :)I miei? :) Ma nini io ballo da sola. Non ho bisogno del branchetto che mi sorregga quando le motivazioni sono pretestuose e fallate. Fareste piu' bella figura a tacere.kisses
          • steve81 scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!


            Ovviamente imbarcarsi in una causa legale di

            questa portata diventa una cosa troppo

            onerosa anche per un piccolo timbrificio.
            Quindi fai il masochista e ti fai del male
            da solo....giusto?Beh, direi che spera di ottener giustizia :)

            Detto questo nini, lui ha registrato il SUO

            dominio prima del Giorgione Nazionale (TM) e

            pertanto ha ragioni da vendere.
            Ed io che pensavo che registrare il nome di
            un marchio fosse illegale....corro a
            registrarmi un marchio famoso e se qualcuno
            mi dice qualcosa, gli passo i tuoi dati per
            eventuali azioni legali ok? :D :D :DLUI si chiama armani, quindi ha registrato il SUO cognome, non un marchioSarebbe Cybersquatting (l'ho scritto giusto?) nel caso non fosse il suo cognome, ma pare che all'anagrafe sia registrato come "Armani" :).
            Per amore di Dio! Il Luca voleva solo il suo
            dominio....il suo piccolo e bello dominio.
            Non voleva venderlo per
            50.000?....no...questo non diciamolo....non
            voleva trarne profitto ( in ogno senso, non
            solo carta valuta ) per tutto il tempo chequando fai affermazioni, porta anche le fontise dici che voleva farci soldi, scrivi ALMENO dove l'hai letto:)senno' sembra solo che vuoi far polemica INUTILMENTE :)
      • avvelenato scrive:
        Re: E basta con queste prese in giro!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Va beh, ragazzi, questo qui è un
        rompiballe

        che vuol solo farsi pubblicità. Oltretutto

        con una sentenza avversa va proprio a

        aprirsi un altro dominio analogo...
        allora i

        guai se li cerca proprio con il
        lanternino.

        Non potrebbe registrarsi una cosa tipo

        www.lucaarmani.it e vivere tranquillo? Ma

        chi è Don Chisciotte che lotta contro i

        mulini a vento?

        O piuttosto, non è uno che ha tentato di fare
        il furbetto, facendo di un caso "commerciale"
        una caso quasi "politico"?
        I sinistri che lo appoggiano sembrerebbero
        proprio confermare questo "sospetto".....
        Ma è poi davvero solo un sospetto???a me sembra che sia proprio te a buttarla tutta sul politico.qua non c'entra la politica, c'entra solo un povero cristo cornuto e mazziato.ma in mancanza di opinioni, si cerca di denigrare la parte avversa buttando tutto sugli sterili confronti dx vs sx.
        • Anonimo scrive:
          Re: E basta con queste prese in giro!
          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: Anonimo



          O piuttosto, non è uno che ha tentato di

          fare

          il furbetto, facendo di un caso

          "commerciale"

          una caso quasi "politico"?

          I sinistri che lo appoggiano sembrerebbero

          proprio confermare questo "sospetto".....

          Ma è poi davvero solo un sospetto???

          a me sembra che sia proprio te a buttarla
          tutta sul politico.Non credo proprio, leggiti i commenti di chine sta facendo una battaglia ideologica
          qua non c'entra la politica, c'entra solo un
          povero cristo cornuto e mazziato.

          ma in mancanza di opinioni, si cerca di
          denigrare la parte avversa buttando tutto
          sugli sterili confronti dx vs sx.Non sono d'accordo, caro amico. Chi sta trasformando il caso "commerciale" in caso"etico" sono proprio i sinistri del forum.Che c'entrano petizioni, partito, referendume appelli all' unità degli oppressi (???) controgli oppressori? "Luca sei tutti noi" non è forseuno slogan che sa di (bassa) politica?
          • avvelenato scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato



            - Scritto da: Anonimo





            O piuttosto, non è uno che ha tentato
            di


            fare


            il furbetto, facendo di un caso


            "commerciale"


            una caso quasi "politico"?


            I sinistri che lo appoggiano
            sembrerebbero


            proprio confermare questo
            "sospetto".....


            Ma è poi davvero solo un sospetto???



            a me sembra che sia proprio te a buttarla

            tutta sul politico.

            Non credo proprio, leggiti i commenti di chi
            ne sta facendo una battaglia ideologica


            qua non c'entra la politica, c'entra solo
            un

            povero cristo cornuto e mazziato.



            ma in mancanza di opinioni, si cerca di

            denigrare la parte avversa buttando tutto

            sugli sterili confronti dx vs sx.

            Non sono d'accordo, caro amico. Chi sta
            trasformando il caso "commerciale" in caso
            "etico" sono proprio i sinistri del forum.
            Che c'entrano petizioni, partito, referendum
            e appelli all' unità degli oppressi (???)
            contro
            gli oppressori? "Luca sei tutti noi" non è
            forse
            uno slogan che sa di (bassa) politica?semplicemente ci sentiamo affini a chi un giorno potrebbe registrare il marchio "Avvelenato" e farmi causa...prima che a qualcuno venga qualche strana idea...dovesse succedere una cosa simile..volano rotule come frisbiee...
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato
            semplicemente ci sentiamo affini a chi un
            giorno potrebbe registrare il marchio
            "Avvelenato" e farmi causa...Stai confondendo un nome a dominio con un nick.
            prima che a qualcuno venga qualche strana
            idea...dovesse succedere una cosa
            simile..volano rotule come frisbiee...Strano concetto di giustizia :)
          • avvelenato scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: avvelenato

            semplicemente ci sentiamo affini a chi un

            giorno potrebbe registrare il marchio

            "Avvelenato" e farmi causa...

            Stai confondendo un nome a dominio con un
            nick.


            prima che a qualcuno venga qualche strana

            idea...dovesse succedere una cosa

            simile..volano rotule come frisbiee...

            Strano concetto di giustizia :)strano, ma funzionale :)
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: ryoga



            - Scritto da: avvelenato


            semplicemente ci sentiamo affini a chi
            un


            giorno potrebbe registrare il marchio


            "Avvelenato" e farmi causa...



            Stai confondendo un nome a dominio con un

            nick.




            prima che a qualcuno venga qualche
            strana


            idea...dovesse succedere una cosa


            simile..volano rotule come frisbiee...



            Strano concetto di giustizia :)

            strano, ma funzionale :)si, per un ammazza7-storpia14 ;-)miiiiii, una stragge faccio....
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato


            Non sono d'accordo, caro amico. Chi sta

            trasformando il caso "commerciale" in caso

            "etico" sono proprio i sinistri del forum.

            Che c'entrano petizioni, partito,

            referendum

            e appelli all' unità degli oppressi (???)

            contro

            gli oppressori? "Luca sei tutti noi" non è

            forse

            uno slogan che sa di (bassa) politica?

            semplicemente ci sentiamo affini a chi un
            giorno potrebbe registrare il marchio
            "Avvelenato" e farmi causa...Forse tu sei in buona fede, ma altre persone non danno proprio l' impressione di accontentarsi "solo" della solidarietà umana.Vadano a raccontarla a qualcun altro!
            prima che a qualcuno venga qualche strana
            idea...dovesse succedere una cosa
            simile..volano rotule come frisbiee...Già, dimenticavo che tu ne ammazzi sette e ne storpi quattordici, come ha detto qualcuno.Nino
          • avvelenato scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            prima che a qualcuno venga qualche strana

            idea...dovesse succedere una cosa

            simile..volano rotule come frisbiee...

            Già, dimenticavo che tu ne ammazzi sette e
            ne storpi quattordici, come ha detto
            qualcuno.

            Ninoè vero, sono una persona cattiva, tra poco ci stanno per vendere gli appartamenti (finora di proprietà di un'importante azienda italiana, nei quali si è vissuto in affitto per decine d'anni), e arriva qualcuno a fregarci il patrimonio.. e quindi non avremmo i soldi per pagare la casa.. e quindi.. beh fatti due conti.scusa se mi arrabbio... mi metto dalla parte dei poveri cristi.
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato

            è vero, sono una persona cattiva, tra poco
            ci stanno per vendere gli appartamenti
            (finora di proprietà di un'importante
            azienda italiana, nei quali si è vissuto in
            affitto per decine d'anni), e arriva
            qualcuno a fregarci il patrimonio.. e quindi
            non avremmo i soldi per pagare la casa.. e
            quindi.. beh fatti due conti.
            scusa se mi arrabbio... mi metto dalla parte
            dei poveri cristi.La tua rabbia è comprensibile, ne hai giustificato motivo.Anche la difesa delle parti deboli è causa giusta e nobile, tuttavia non sempre i deboli sono onesti perchè "deboli". Non ti pare?Nino
    • Anonimo scrive:
      Re: E basta con queste prese in giro!
      Massimo rispetto per Luca Armani che non rinuncia a rivendicare il suo diritto all'identita'.(linux)Fede(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: E basta con queste prese in giro!

        Massimo rispetto per Luca Armani che non
        rinuncia a rivendicare il suo diritto
        all'identita'.ho capito male o si chiama LUCA Armani? o si chiama "Armani e basta"?Perchè non registra lucaarmani?Perchè magari oltre ad "armani" e a "timbrificio" non registra anche il dominio "luca"? Si chiama Luca, no?
        • Anonimo scrive:
          Re: E basta con queste prese in giro!
          - Scritto da: Anonimo

          Massimo rispetto per Luca Armani che non

          rinuncia a rivendicare il suo diritto

          all'identita'.
          ho capito male o si chiama LUCA Armani? o si
          chiama "Armani e basta"?
          Perchè non registra lucaarmani?
          Perchè magari oltre ad "armani" e a
          "timbrificio" non registra anche il dominio
          "luca"? Si chiama Luca, no?ma come Luca non lo cagherebbe nessuno
      • Anonimo scrive:
        Re: E basta con queste prese in giro!
        - Scritto da: Anonimo
        Massimo rispetto per Luca Armani che non
        rinuncia a rivendicare il suo diritto
        all'identita'.

        (linux)Fede(linux)Che dicevo?L.Armani vs G.Armani = (linux) vs (win) = sin vs dxAltro che scontro sui domini, questa è solo politica camuffata (e pure male).
        • avvelenato scrive:
          Re: E basta con queste prese in giro!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Massimo rispetto per Luca Armani che non

          rinuncia a rivendicare il suo diritto

          all'identita'.



          (linux)Fede(linux)


          Che dicevo?

          L.Armani vs G.Armani = (linux) vs (win) =
          sin vs dx

          Altro che scontro sui domini, questa è solo
          politica camuffata (e pure male).come al solito, la lotta del piccolo contro le prevaricazioni dei potenti. Hanno così tanto denaro che gli esce persino quando defecano, e va a togliere + di10k euro ad un povero cristo?
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Massimo rispetto per Luca Armani che
            non


            rinuncia a rivendicare il suo diritto


            all'identita'.





            (linux)Fede(linux)





            Che dicevo?



            L.Armani vs G.Armani = (linux) vs (win) =

            sin vs dx



            Altro che scontro sui domini, questa è

            solo

            politica camuffata (e pure male).

            come al solito, la lotta del piccolo contro
            le prevaricazioni dei potenti. Hanno così
            tanto denaro che gli esce persino quando
            defecano, e va a togliere + di10k euro ad un
            povero cristo?Il povero cristo ha voluto fare il furbo. Avrebbe fatto meglio a immaginare quanto gli sarebbe costato un braccio di ferro con chi è molto più potente di lui. La pulce ha voluto sfidare il cane, e gli è andata male. Il resto è solo politica da Indymedia!
          • avvelenato scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo






            Massimo rispetto per Luca Armani che

            non



            rinuncia a rivendicare il suo
            diritto



            all'identita'.







            (linux)Fede(linux)








            Che dicevo?





            L.Armani vs G.Armani = (linux) vs
            (win) =


            sin vs dx





            Altro che scontro sui domini, questa è


            solo


            politica camuffata (e pure male).



            come al solito, la lotta del piccolo
            contro

            le prevaricazioni dei potenti. Hanno così

            tanto denaro che gli esce persino quando

            defecano, e va a togliere + di10k euro ad
            un

            povero cristo?

            Il povero cristo ha voluto fare il furbo.
            Avrebbe fatto meglio a immaginare quanto gli
            sarebbe costato un braccio di ferro con chi
            è molto più potente di lui. La pulce ha
            voluto sfidare il cane, e gli è andata male.

            Il resto è solo politica da Indymedia!"ha voluto fare il furbo" una cippa lessa.L'authority che nel 95 mi pare gli concesse il nome, glielo concesse, punto.Quindi non si può certo considerarlo colpevole di cybersquatting. E proprio per questo, al di là della presa di posizione sul legittimo proprietario del dominio (ogni decisione, sia di lasciarlo a luca, sia di darlo a giorgio, ha un suo senso), trovo assolutamente scandaloso che luca venga trattato come un criminale.Per come la vedo io, il tribunale avrebbe dovuto riconoscere a giorgio il dominio, e a luca un rimborso spese pari a quelle necessarie per un nuovo dominio, più le spese legali.
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato
            "ha voluto fare il furbo" una cippa lessa.
            L'authority che nel 95 mi pare gli concesse
            il nome, glielo concesse, punto.e' normale. Luca Armani aveva firmato una Lettera di Assunzione della Responsabilita', dove tra le altre cose, affermava di non violare nessun marchio.
            Quindi non si può certo considerarlo
            colpevole di cybersquatting. Appropriazione indebita di dominio avente nome a marchio registrato? ( e' piuttosto lungo scriverlo....preferisco chiamarlo cybersquatting ) anche in merito ad un'altra vicenda che diro' + in basso
            assolutamente scandaloso che luca venga
            trattato come un criminale.Chi infrange la legge e' un criminale. O sei 0 o sei 1 . O sei innocente o sei colpevole. non esistono i giudizi a "mezza botta" :D
            Per come la vedo io, il tribunale avrebbe
            dovuto riconoscere a giorgio il dominio, e a
            luca un rimborso spese pari a quelle
            necessarie per un nuovo dominio, più le
            spese legali.Giorgio Armani propose 750? + dominio a Luca Armani, il quale rifiuto' aspettandosi una cifra + elevata ( ecco quindi che cadiamo nel cybersquatting ).Detto questo, credo che non ci sia altro da aggiungere.
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: avvelenato

            "ha voluto fare il furbo" una cippa lessa.

            L'authority che nel 95 mi pare gli
            concesse

            il nome, glielo concesse, punto.

            e' normale. Luca Armani aveva firmato una
            Lettera di Assunzione della Responsabilita',
            dove tra le altre cose, affermava di non
            violare nessun marchio.


            Quindi non si può certo considerarlo

            colpevole di cybersquatting.

            Appropriazione indebita di dominio avente
            nome a marchio registrato? ( e' piuttosto
            lungo scriverlo....preferisco chiamarlo
            cybersquatting ) anche in merito ad un'altra
            vicenda che diro' + in basso


            assolutamente scandaloso che luca venga

            trattato come un criminale.

            Chi infrange la legge e' un criminale. O sei
            0 o sei 1 . O sei innocente o sei colpevole.
            non esistono i giudizi a "mezza botta" :D


            Per come la vedo io, il tribunale avrebbe

            dovuto riconoscere a giorgio il dominio,
            e a

            luca un rimborso spese pari a quelle

            necessarie per un nuovo dominio, più le

            spese legali.

            Giorgio Armani propose 750? + dominio a Luca
            Armani, il quale rifiuto' aspettandosi una
            cifra + elevata ( ecco quindi che cadiamo
            nel cybersquatting ).

            Detto questo, credo che non ci sia altro da
            aggiungere.No, qualcosa da aggiungere c'è: "criminale" è un termine troppo grave per un illecito civile o amministrativo, comunque che non contempla violenza. Esistono varie sfumature anche nei gradi di giudizio.Il criterio "o sei 0 o sei 1" va bene per le scienze esatte, non per le scienze sociali e umane.Mi dispiace, Rioga, su questa drasticità da matematico non sono d'accordo. Hai fatto bene a fare il programmatore!Nino
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo
            cut
            Mi dispiace, Rioga, su questa drasticità da
            matematico non sono d'accordo. Hai fatto
            bene a fare il programmatore!

            NinoMi sa che sbagli! a giudicare dai suoi interventi su altri forum anche in quello (programmazione) non pare particolarmente "portato"... :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            cut


            Mi dispiace, Rioga, su questa drasticità

            da

            matematico non sono d'accordo. Hai fatto

            bene a fare il programmatore!



            Nino

            Mi sa che sbagli! a giudicare dai suoi
            interventi su altri forum anche in quello
            (programmazione) non pare particolarmente
            "portato"... :DNon sono del ramo e quindi non esprimo giudizi che non mi competono. La mia osservazione, ben lungi dall' essere polemica e men che meno offensiva, intendeva soltanto evidenziare l' eccessiva drasticità di un criterio "binario" (aut-aut) applicato a casi umani. Cosa, imho, non accettabile.E questo vale in generale per tutti, non solo per Ryoga.E -beninteso- per tutti i contendenti, non solo nel caso specifico dei due Armani.Scusa l' apparente retorica, non è mia intenzione far lezione a nessuno. Ho solo espresso un mio personale parere.NinoNino
          • Anonimo scrive:
            Re: Ops... chiedo scusa
            per la doppia firma.Un banale errore dovuto a distrazione.Nino
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato

            "ha voluto fare il furbo" una cippa lessa.Il furbo l' ha voluto fare, dài, giocando sull' equivoco del nome che poteva benimmaginare avrebbe sollevato un contenzioso.Altrimenti avrebbe scelto un dominio meno"equivocabile" (armanitimbri, ad es. sarebbestato logicissimo e l' avrebbe messo al riparoda qualsiasi ipotetica futura contestazione).Quindi, o ha voluto giocare sull' equivoco (!)oppure è stato di un' ingenuità comunque difficile da credere per chi è in commercio.
            L'authority che nel 95 mi pare gli concesse
            il nome, glielo concesse, punto.
            Quindi non si può certo considerarlo
            colpevole di cybersquatting. E proprio per
            questo, al di là della presa di posizione
            sul legittimo proprietario del dominio (ogni
            decisione, sia di lasciarlo a luca, sia di
            darlo a giorgio, ha un suo senso), trovo
            assolutamente scandaloso che luca venga
            trattato come un criminale.Nessuno finora ha mai detto che è un "criminale".Non fare anche tu il fazioso!
            Per come la vedo io, il tribunale avrebbe
            dovuto riconoscere a giorgio il dominio, e a
            luca un rimborso spese pari a quelle
            necessarie per un nuovo dominio, più le
            spese legali.Adesso sei già più ragionevole. Questa potrebbe essere una interessantee discutibile (nel senso non polemico deltermine) via di possibile compromesso.[Quando non fai l' ammazza7-storpia14non ragioni neanche male!]Nino
          • avvelenato scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato



            "ha voluto fare il furbo" una cippa lessa.

            Il furbo l' ha voluto fare, dài, giocando
            sull' equivoco del nome che poteva ben
            immaginare avrebbe sollevato un contenzioso.
            Altrimenti avrebbe scelto un dominio meno
            "equivocabile" (armanitimbri, ad es. sarebbe
            stato logicissimo e l' avrebbe messo al
            riparo
            da qualsiasi ipotetica futura contestazione).
            Quindi, o ha voluto giocare sull' equivoco
            (!)
            oppure è stato di un' ingenuità comunque
            difficile da credere per chi è in commercio.
            io credo più all'ingenuità, unita da un senso della giustizia che sicuramente a molti manca (c'è gente su questo forum che fa il tifo per giorgio solo perché è da fessi mettersi contro i più forti ), e da regolamenti abbastanza nebbiosi che mettono sicuramente dubbi anche a chi legalmente di questo si occupa.

            L'authority che nel 95 mi pare gli
            concesse

            il nome, glielo concesse, punto.

            Quindi non si può certo considerarlo

            colpevole di cybersquatting. E proprio per

            questo, al di là della presa di posizione

            sul legittimo proprietario del dominio
            (ogni

            decisione, sia di lasciarlo a luca, sia di

            darlo a giorgio, ha un suo senso), trovo

            assolutamente scandaloso che luca venga

            trattato come un criminale.

            Nessuno finora ha mai detto che è un
            "criminale".
            Non fare anche tu il fazioso!beh, ma quanto deve rimborsare il luca a giorgio, apparte i 5keuri al giorno?te lo dico io: le spese legali e procedurali, che ammontano a più di 10k euro.


            Per come la vedo io, il tribunale avrebbe

            dovuto riconoscere a giorgio il dominio,
            e a

            luca un rimborso spese pari a quelle

            necessarie per un nuovo dominio, più le

            spese legali.

            Adesso sei già più ragionevole.
            Questa potrebbe essere una interessante
            e discutibile (nel senso non polemico del
            termine) via di possibile compromesso.
            non me ne intendo di leggi,e lascio che siano gli altri a disquisire sulla leicità o meno del giudizio. Però prendo in considerazione l'ipotesi che il dominio spetti davvero a Giorgio Armani (ipotesi che penso sia mostruosa, però possibile)Davvero si vuole PUNIRE un cittadino per essersi messo contro un grosso marchio? non penso sia giusto, penso che Luca sia in buonafede.ergo: il giorgio i suoi avvocati se li paghi da solo.
            [Quando non fai l' ammazza7-storpia14
            non ragioni neanche male!]

            Ninohehe grazieovviamente questo dell' ammazza7 ecc è un ruolo-macchietta nella quale mi piàce immedesimarmi con autoironia. Se fossi davvero così mica andrei a sbandierarlo a destra e a manca sui forum! Anzi in realtà di natura sono molto più calmo dei miei coetanei.(comunque è chiaro che nei forum l'ironia e l'autoironia sono scarsamente comprensibili... ne prenderò atto.) avvelenato che non ha mai storpiato nessuno. o quasi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Avvelenato: domanda.
            Una domanda: che cosa ti rende tanto sicuro che Luca Armani abbia agito in buona fede, da ingenuo?Non mi sento di escluderlo a priori, come ho detto non mi piacciono i criteri "binari" (aut-aut) ma francamente mi sembra poco probabile una tale ingenuità (e una tale ignoranza del web) da parte di chi è in commercio. Mi domando: come fa un "pesce piccolo" a non prevedere le conseguenze di un conflitto con una possibile parte avversa molto, troppo potente? Mi sembra una cosa tanto ovvia! Eccessiva fiducia nelle leggi? Mah, francamente non ho mai creduto che la bilancia sia sempre "esattamente" in equilibrio,e stento a credere che qualcuno possa esserne pienamente convinto.Don Chisciotte contro i famosi mulini? Mah, ne esistono ancora di Don Chisciotte?Non è forse più probabile (e credibile) che il troppo fiducioso Luca abbia voluto giocare ad un gioco troppo grande per lui?Ti saluto, Avvelenato.Nino
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Avvelenato: domanda.
            - Scritto da: Anonimo
            Una domanda: che cosa ti rende tanto sicuro
            che Luca Armani abbia agito in buona fede,
            da ingenuo?
            Non mi sento di escluderlo a priori, come ho
            detto non mi piacciono i criteri "binari"
            (aut-aut) ma francamente mi sembra poco
            probabile una tale ingenuità (e una tale
            ignoranza del web) da parte di chi è in
            commercio.
            Mi domando: come fa un "pesce piccolo" a non
            prevedere le conseguenze di un conflitto con
            una possibile parte avversa molto, troppo
            potente? Mi sembra una cosa tanto ovvia!
            Eccessiva fiducia nelle leggi? Mah,
            francamente non ho mai creduto che la
            bilancia sia sempre "esattamente" in
            equilibrio,
            e stento a credere che qualcuno possa
            esserne pienamente convinto.
            Don Chisciotte contro i famosi mulini? Mah,
            ne esistono ancora di Don Chisciotte?
            Non è forse più probabile (e credibile) che
            il troppo fiducioso Luca abbia voluto
            giocare ad un gioco troppo grande per lui?

            Ti saluto, Avvelenato.

            Nino

            non son avvelenato (ne di nome ne di fatto) ma le tue fanfaluche sono risibili!Vediamo un pochino.. se leggi la sentenza scoprirai che il giudice afferma letteralmente che il criterio di decisione e' basato sul fatto che uno e' piu' conosciuto dell'altro.Si da il caso che il mio cognome sia relativamente poco comune..nonostante questo esistono 2 domini (.it e .com) che hanno il mio cognome e sono registrati da 2 oscure aziende artigiane.Se si fa una ricerca su google o su altri motori di ricerca il mio cognome compaiono (per motivi che non e' il caso qui di elencare) molto prima dei puntatori alle pagine delle 2 oscure aziende.Se il criterio indicato nella sentenza fosse corretto io avrei (essendo di gran lunga piu' "noto") il diritto di chiedere ai due (o perlomeno a quello .it) di pagarmi i danni?Nota bene la mia attivita' e quella della succitata azienda non hanno nulla a che fare!Sarebbe moralmente corretto o giusto da parte mia mettere in difficolta' l'oscuro ma onesto artigiano?Saro' un "povero pirla" ma credo proprio di no!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Avvelenato: domanda.
            - Scritto da: Anonimo

            Vediamo un pochino.. se leggi la sentenza
            scoprirai che il giudice afferma
            letteralmente che il criterio di decisione
            e' basato sul fatto che uno e' piu'
            conosciuto dell'altro.

            Si da il caso che il mio cognome sia
            relativamente poco comune..
            nonostante questo esistono 2 domini (.it e
            .com) che hanno il mio cognome e sono
            registrati da 2 oscure aziende artigiane.
            Se si fa una ricerca su google o su altri
            motori di ricerca il mio cognome compaiono
            (per motivi che non e' il caso qui di
            elencare) molto prima dei puntatori alle
            pagine delle 2 oscure aziende.
            Se il criterio indicato nella sentenza fosse
            corretto io avrei (essendo di gran lunga
            piu' "noto") il diritto di chiedere ai due
            (o perlomeno a quello .it) di pagarmi i
            danni?

            Nota bene la mia attivita' e quella della
            succitata azienda non hanno nulla a che
            fare!
            Sarebbe moralmente corretto o giusto da
            parte mia mettere in difficolta' l'oscuro ma
            onesto artigiano?
            Saro' un "povero pirla" ma credo proprio di
            no!La tua spegazione è chiara, ma rimane il fatto che Luca poteva prevedere -quando ha registrato il dominio- che poi sarebbe intervenuto Giorgio a trombarlo, no? Era così difficile prevederlo? Questo indipendentemente dal merito (tecnico o etico) della questione.
          • avvelenato scrive:
            Re: Per Avvelenato: domanda.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Vediamo un pochino.. se leggi la sentenza

            scoprirai che il giudice afferma

            letteralmente che il criterio di decisione

            e' basato sul fatto che uno e' piu'

            conosciuto dell'altro.



            Si da il caso che il mio cognome sia

            relativamente poco comune..

            nonostante questo esistono 2 domini (.it e

            .com) che hanno il mio cognome e sono

            registrati da 2 oscure aziende artigiane.

            Se si fa una ricerca su google o su altri

            motori di ricerca il mio cognome compaiono

            (per motivi che non e' il caso qui di

            elencare) molto prima dei puntatori alle

            pagine delle 2 oscure aziende.

            Se il criterio indicato nella sentenza
            fosse

            corretto io avrei (essendo di gran lunga

            piu' "noto") il diritto di chiedere ai due

            (o perlomeno a quello .it) di pagarmi i

            danni?



            Nota bene la mia attivita' e quella della

            succitata azienda non hanno nulla a che

            fare!

            Sarebbe moralmente corretto o giusto da

            parte mia mettere in difficolta' l'oscuro
            ma

            onesto artigiano?

            Saro' un "povero pirla" ma credo proprio
            di

            no!

            La tua spegazione è chiara, ma rimane il
            fatto che Luca poteva prevedere -quando ha
            registrato il dominio- che poi sarebbe
            intervenuto Giorgio a trombarlo, no? Era
            così difficile prevederlo? Questo
            indipendentemente dal merito (tecnico o
            etico) della questione.beh e allora? sentendosi dalla parte della ragione e ingenuamente credendosi al riparo dalle grinfie della Giorgio Armani Modafine s.p.a. non se ne è curato.
          • avvelenato scrive:
            Re: Per Avvelenato: domanda.
            - Scritto da: Anonimo
            Una domanda: che cosa ti rende tanto sicuro
            che Luca Armani abbia agito in buona fede,
            da ingenuo?
            Non mi sento di escluderlo a priori, come ho
            detto non mi piacciono i criteri "binari"
            (aut-aut) ma francamente mi sembra poco
            probabile una tale ingenuità (e una tale
            ignoranza del web) da parte di chi è in
            commercio.
            Mi domando: come fa un "pesce piccolo" a non
            prevedere le conseguenze di un conflitto con
            una possibile parte avversa molto, troppo
            potente? Mi sembra una cosa tanto ovvia!
            Eccessiva fiducia nelle leggi? Mah,
            francamente non ho mai creduto che la
            bilancia sia sempre "esattamente" in
            equilibrio,
            e stento a credere che qualcuno possa
            esserne pienamente convinto.
            Don Chisciotte contro i famosi mulini? Mah,
            ne esistono ancora di Don Chisciotte?
            Non è forse più probabile (e credibile) che
            il troppo fiducioso Luca abbia voluto
            giocare ad un gioco troppo grande per lui?

            Ti saluto, Avvelenato.

            Nino

            apparte che penso la fede buona o cattiva di luca conti poco:penso onestamente che se avesse avuto intenzioni da cybersquatter, avrebbe cercato un accordo economico col signor giorgio, cercando di spillargli più milioni possibili.il signor giorgio però è un pidocchioso come pochi. E' lo stesso che ha offerto 750 dollari al signor Ar.Mani per il dominio armani.com, quando questo ne ha chiesti 2000 a titolo risarcimento danni per biglietti da visita da buttare via.poi si tratta di convinzioni, non certo di scienze esatte: così come oggi nessun credente può dimostrare l'esistenza di Dio, beh, non posso certo dimostrare che Luca sia un buono. Ci credo, punto.(e la cosa fondamentale, anche se fosse un cattivo, la prospettiva di un giorno subìre le angherie di qualsiasi proprietario di marchio ultraricco giusto per condividerne il cognome, mi raccapriccia parecchio.)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Avvelenato: domanda.
            - Scritto da: avvelenato
            - Scritto da: Anonimo

            Una domanda: che cosa ti rende tanto
            sicuro

            che Luca Armani abbia agito in buona fede,

            da ingenuo?

            Non mi sento di escluderlo a priori, come
            ho

            detto non mi piacciono i criteri "binari"

            (aut-aut) ma francamente mi sembra poco

            probabile una tale ingenuità (e una tale

            ignoranza del web) da parte di chi è in

            commercio.

            Mi domando: come fa un "pesce piccolo" a
            non

            prevedere le conseguenze di un conflitto
            con

            una possibile parte avversa molto, troppo

            potente? Mi sembra una cosa tanto ovvia!

            Eccessiva fiducia nelle leggi? Mah,

            francamente non ho mai creduto che la

            bilancia sia sempre "esattamente" in

            equilibrio,

            e stento a credere che qualcuno possa

            esserne pienamente convinto.

            Don Chisciotte contro i famosi mulini?
            Mah,

            ne esistono ancora di Don Chisciotte?

            Non è forse più probabile (e credibile)
            che

            il troppo fiducioso Luca abbia voluto

            giocare ad un gioco troppo grande per lui?



            Ti saluto, Avvelenato.



            Nino






            apparte che penso la fede buona o cattiva di
            luca conti poco:

            penso onestamente che se avesse avuto
            intenzioni da cybersquatter, avrebbe cercato
            un accordo economico col signor giorgio,
            cercando di spillargli più milioni
            possibili.

            il signor giorgio però è un pidocchioso come
            pochi. E' lo stesso che ha offerto 750
            dollari al signor Ar.Mani per il dominio
            armani.com, quando questo ne ha chiesti 2000
            a titolo risarcimento danni per biglietti da
            visita da buttare via.

            poi si tratta di convinzioni, non certo di
            scienze esatte: così come oggi nessun
            credente può dimostrare l'esistenza di Dio,
            beh, non posso certo dimostrare che Luca sia
            un buono. Ci credo, punto.
            (e la cosa fondamentale, anche se fosse un
            cattivo, la prospettiva di un giorno subìre
            le angherie di qualsiasi proprietario di
            marchio ultraricco giusto per condividerne
            il cognome, mi raccapriccia parecchio.)ecco... buona l'ultima milanesott lascia perdere il resto ... che sia buono o cattivo poco interessa e' una questione (purtroppo) diversa ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Avvelenato: domanda.
            - Scritto da: avvelenato
            - Scritto da: Anonimo

            Una domanda: che cosa ti rende tanto
            sicuro

            che Luca Armani abbia agito in buona fede,

            da ingenuo?

            Non mi sento di escluderlo a priori, come
            ho

            detto non mi piacciono i criteri "binari"

            (aut-aut) ma francamente mi sembra poco

            probabile una tale ingenuità (e una tale

            ignoranza del web) da parte di chi è in

            commercio.

            Mi domando: come fa un "pesce piccolo" a
            non

            prevedere le conseguenze di un conflitto
            con

            una possibile parte avversa molto, troppo

            potente? Mi sembra una cosa tanto ovvia!

            Eccessiva fiducia nelle leggi? Mah,

            francamente non ho mai creduto che la

            bilancia sia sempre "esattamente" in

            equilibrio,

            e stento a credere che qualcuno possa

            esserne pienamente convinto.

            Don Chisciotte contro i famosi mulini?
            Mah,

            ne esistono ancora di Don Chisciotte?

            Non è forse più probabile (e credibile)
            che

            il troppo fiducioso Luca abbia voluto

            giocare ad un gioco troppo grande per lui?



            Ti saluto, Avvelenato.



            Nino






            apparte che penso la fede buona o cattiva di
            luca conti poco:

            penso onestamente che se avesse avuto
            intenzioni da cybersquatter, avrebbe cercato
            un accordo economico col signor giorgio,
            cercando di spillargli più milioni
            possibili.

            il signor giorgio però è un pidocchioso come
            pochi. E' lo stesso che ha offerto 750
            dollari al signor Ar.Mani per il dominio
            armani.com, quando questo ne ha chiesti 2000
            a titolo risarcimento danni per biglietti da
            visita da buttare via.

            poi si tratta di convinzioni, non certo di
            scienze esatte: così come oggi nessun
            credente può dimostrare l'esistenza di Dio,
            beh, non posso certo dimostrare che Luca sia
            un buono. Ci credo, punto.
            (e la cosa fondamentale, anche se fosse un
            cattivo, la prospettiva di un giorno subìre
            le angherie di qualsiasi proprietario di
            marchio ultraricco giusto per condividerne
            il cognome, mi raccapriccia parecchio.)Ok, grazie per il chiarimento.Nino
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: avvelenato
            come al solito, la lotta del piccolo contro
            le prevaricazioni dei potenti. Hanno così
            tanto denaro che gli esce persino quando
            defecano, e va a togliere + di10k euro ad un
            povero cristo?10.000 k? La sentenza e' di qualche mese fa. Il tipo deve versare 5K per ogni giorno = diverse migliaia di Euro.Sai com'e'...la LEGGE E' UGUALE PER TUTTI. e un piccolo non puo' permettersi di ignorarla nei confronti del grande solo perche' e' piccolo e avra' tanti compagni pronto a difenderlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: avvelenato

            come al solito, la lotta del piccolo
            contro

            le prevaricazioni dei potenti. Hanno così

            tanto denaro che gli esce persino quando

            defecano, e va a togliere + di10k euro ad
            un

            povero cristo?


            10.000 k? La sentenza e' di qualche mese fa.
            Il tipo deve versare 5K per ogni giorno =
            diverse migliaia di Euro.

            Sai com'e'...la LEGGE E' UGUALE PER TUTTI. e
            un piccolo non puo' permettersi di ignorarla
            nei confronti del grande solo perche' e'
            piccolo e avra' tanti compagni pronto a
            difenderlo.appunto... tanti "compagni" pronti a difenderlo!
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            un piccolo non puo' permettersi di
            ignorarla

            nei confronti del grande solo perche' e'

            piccolo e avra' tanti compagni pronto a

            difenderlo.

            appunto... tanti "compagni" pronti a
            difenderlo!Ok....ma adesso il compagno da difendere ha bisogno di soldi per pagarsi una causa. Siete voi disposti a sborsar soldi per affrontare la causa dal finale incerto?O sostenete i vostri compagni solo a suon di parole?
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!

            Ok....ma adesso il compagno da difendere ha
            bisogno di soldi per pagarsi una causa.
            Siete voi disposti a sborsar soldi per
            affrontare la causa dal finale incerto?

            O sostenete i vostri compagni solo a suon di
            parole?Il massimo sostegno che possono fare è un girotondo!:-D
          • ryoga scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo

            O sostenete i vostri compagni solo a suon
            di

            parole?

            Il massimo sostegno che possono fare è un
            girotondo!
            :-DIo ho finito di fare il girotondo il giorno in cui uscii dall'asilo :)*certa gente non vuol mai crescere* :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo


            O sostenete i vostri compagni solo a
            suon

            di


            parole?



            Il massimo sostegno che possono fare è un

            girotondo!

            :-D

            Io ho finito di fare il girotondo il giorno
            in cui uscii dall'asilo :)

            *certa gente non vuol mai crescere* :D;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: Anonimo


            Ok....ma adesso il compagno da difendere

            ha

            bisogno di soldi per pagarsi una causa.

            Siete voi disposti a sborsar soldi per

            affrontare la causa dal finale incerto?



            O sostenete i vostri compagni solo a suon

            di

            parole?

            Il massimo sostegno che possono fare è un
            girotondo!
            :-DAl di là della battuta, purtroppo è una tragica verità.Io cmq non ci trovo niente da ridere.Nino
          • Anonimo scrive:
            Re: E basta con queste prese in giro!
            - Scritto da: ryoga

            Ok....ma adesso il compagno da difendere ha
            bisogno di soldi per pagarsi una causa.
            Siete voi disposti a sborsar soldi per
            affrontare la causa dal finale incerto?

            O sostenete i vostri compagni solo a suon di
            parole?Qui sono perfettamente d' accordo con te, Ryoga.Parlare è facile, agire... un po' meno!E la solidarietà "a parole" (molto bella, non c'è dubbio) in questo caso non so quanto possa servire.Nino
    • Anonimo scrive:
      Re: E basta con queste prese in giro!
      Mi auguro che qualche colosso economico riesca ad apporre il proprio copyright sul bu?o del tuo cu?o e disporne a suo piacimento.Se la cosa non ti aggrada, poi non venire a rompere.
  • Anonimo scrive:
    Solidarietà ma...
    mi chiedo: come mai spesso ci troviamo in forum che parlano dei dominii in generale dei posts sull'argomento? A volte mi chiedo se non ci siano un manipolo di persone (forse una) che passa la giornata a posta sull'argomento.Vogliamo aria fresca!:)
    • Anonimo scrive:
      Re: Solidarietà ma...
      - Scritto da: Anonimo
      mi chiedo: come mai spesso ci troviamo in
      forum che parlano dei dominii in generale
      dei posts sull'argomento? A volte mi chiedo
      se non ci siano un manipolo di persone
      (forse una) che passa la giornata a posta
      sull'argomento.

      Vogliamo aria fresca!:)PROOT !!Ecco l'aria fresca.Ehy, e' una battuta !! Scusa la scurrilita', ma non ho resistito....CiaoL'unica persona che posta come un matto e si risponde da solo (sono tutti miei i post :-)).
  • Anonimo scrive:
    http://telecom.it :-)
    Ho trovato un' altro indirizzo curioso.http://telecom.itAccidenti, si sono scordati di registrare il marchio ???GM
    • ryoga scrive:
      Re: http://telecom.it :-)
      - Scritto da: Anonimo

      Ho trovato un' altro indirizzo curioso.

      http://telecom.it

      Accidenti, si sono scordati di registrare il
      marchio ???

      GM:) Ci trova un'azienda chiamata Telecom e guarda caso, il dominio non spetta a TelecomItalia per un semplice motivo.Entrambe le aziende hanno lo stesso nome MA la proprietaria del dominio attuale si e' mossa prima e quindi ha il diritto al dominio.
      • Anonimo scrive:
        Re: http://telecom.it :-)

        :) Ci trova un'azienda chiamata Telecom e
        guarda caso, il dominio non spetta a
        TelecomItalia per un semplice motivo.
        Entrambe le aziende hanno lo stesso nome MA
        la proprietaria del dominio attuale si e'
        mossa prima e quindi ha il diritto al
        dominio.ah non perche' l'azienda di telecomunicazioni si chiama telecomitalia s.p.a. e non semplicemente telecom, per cui non vanta alcun diritto di marchio? :)
        • ryoga scrive:
          Re: http://telecom.it :-)
          - Scritto da: Anonimo
          ah non perche' l'azienda di
          telecomunicazioni si chiama telecomitalia
          s.p.a. e non semplicemente telecom, per cui
          non vanta alcun diritto di marchio? :) No, perche' l'azienda che ha registrato il dominio si chiama Telecom.Comunque, anni prima del 97, credo che l'attuale Telecom Italia si chiamava solo Telecom......
  • Anonimo scrive:
    Assurdo il contrario...
    A parte il fatto che un dominio www.@rmani.it non credo sia registrabile proprio come "sintassi" (e quindi non so quanto possano centrare i "legali" di giorgio armani in questo caso). A me pare che si stia facendo tanto (troppo) rumore per nulla."Armani" è un marchio registrato e riconosciuto a livello mondiale, mi pare normale che venga tutelato.E' più importante la tutela del cognome? Forse, ma nessuno mette in dubbio che Luca Armani possa utilizzare il suo cognome in domini come www.timbriarmani.it, www.lucarmani.it, www.timbrificioarmani.it, domini che peraltro sarebbero più significativi per la sua attività. Qualcuno potrà dire che anche Giorgio Armani potrebbe fare la stessa cosa registrando www.giorgioarmani.it o www.modarmani.it, ma se "armani" esiste come marchio registrato, ed è di proprietà di Giorgio Armani, a parità di cognome e possesso di un marchio, mi pare che la polemica sia inutile.Oltretutto continuo a non capire che senso ha per il signor Luca Armani, registrare il dominio www.armani.it: è palese che chi digiti tale indirizzo è interessato all'armani della moda, quindi trovarsi un sito di timbri non potrà che farlo innerosire. Viceversa chi cerca timbri non andrà certamente su tale dominio...Sarò malfidente, ma l'unico motivo che vedo nel registarare il dominio di un marchio già conosciuto è quello di farsi pubblicità gratis e/o sperare di ricavare qualcosa dalla vendita del dominio stesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo il contrario...

      "Armani" è un marchio registrato e
      riconosciuto a livello mondiale, mi pare
      normale che venga tutelato.
      Certo...è normale che venga tutelato..nelle specifiche attività per le quali viene utilizzato ed è stato registrato. Perchè ad es. Armani non chiede una royalty a tutte le attività che si chiamano Armani in italia ? Ce ne sono svariate decine...non dovrebbero tutelare anche in quel caso il suo marchio ? Perchè NON PUO', perchè registrare un nome non dà un diritto assoluto sul suo utilizzo, ma solo nella specifica categoria/e maerceologica per la quale si è registratoSe io oggi registro il nome Armani Timbri ( anche se non mi chiamo Armani nota bene ) non si può in alcun modo dire che Giorgio ha + diritto di me all'uso del nome Armani..ha + diritto di me nell'uso del nome Armani nel settore abbigliamento, cosmetici, occhiali etc etc, io ho + diritto di lui nel settore timbri. Il dominio a che settore appartiene ? A nessuno, non è il nome che identifica il settore, ma il contenuto del sito. Giorgio Armani ha diritto a che nessuno usi un sito ( che si chiamai armani.it, garmani.it o tuttomoda.it non importa ) con il suo nome e/o marchio promuovendo prodotti in concorrenza con lui o ingenerando confusione nell'utente ( ad es. produco monitor Armani usando lo stesso lettering ddel suo logo...non si può , anche se Armani non fa monitor e non ha registrato il marchio per i monitor ) CiaoGiorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo il contrario...
      - Scritto da: Anonimo
      A parte il fatto che un dominio
      www.@rmani.it non credo sia registrabile
      proprio come "sintassi" (e quindi non so
      quanto possano centrare i "legali" di
      giorgio armani in questo caso). A me pare
      che si stia facendo tanto (troppo) rumore
      per nulla.

      "Armani" è un marchio registrato e
      riconosciuto a livello mondiale, mi pare
      normale che venga tutelato.
      Vallo a dire al signor Ar Mani di Vancouver che ha registrato ARMANI.COM e ha vinto la causa (anche a causa di una miserevole offerta di 750 dollari)
      E' più importante la tutela del cognome?
      Forse, ma nessuno mette in dubbio che Luca
      Armani possa utilizzare il suo cognome in
      domini come www.timbriarmani.it,
      www.lucarmani.it, www.timbrificioarmani.it,
      domini che peraltro sarebbero più
      significativi per la sua attività. Qualcuno
      potrà dire che anche Giorgio Armani potrebbe
      fare la stessa cosa registrando
      www.giorgioarmani.it o www.modarmani.it, ma
      se "armani" esiste come marchio registrato,
      ed è di proprietà di Giorgio Armani, a
      parità di cognome e possesso di un marchio,
      mi pare che la polemica sia inutile.

      Oltretutto continuo a non capire che senso
      ha per il signor Luca Armani, registrare il
      dominio www.armani.it: è palese che chi
      digiti tale indirizzo è interessato
      all'armani della moda, quindi trovarsi un
      sito di timbri non potrà che farlo
      innerosire. Sara' palese per te che ti bevi tutti gli spot pubblicitari che vedi in tv. Non e' assolutamente cosi' palese come tu dici, almeno tra le persone che pensano con la propria testa e non con quella dei pubblicitari.
      Viceversa chi cerca timbri non
      andrà certamente su tale dominio...
      No ? e perche' ? Se sul biglietto da visita o sulla carta intestata ci mette il suo dominio, chi ci va cerca il timbrificio.Secondo te, chi cerca TELECOM.IT, cosa ci trova ?
      Sarò malfidente, ma l'unico motivo che vedo
      nel registarare il dominio di un marchio già
      conosciuto è quello di farsi pubblicità
      gratis e/o sperare di ricavare qualcosa
      dalla vendita del dominio stesso.Sai malfidente, perche' ha regstrato il suo cognome di nascita.GM
      • Anonimo scrive:
        Re: Assurdo il contrario...
        - Scritto da: Anonimo
        Sara' palese per te che ti bevi tutti gli
        spot pubblicitari che vedi in tv. Non e'
        assolutamente cosi' palese come tu dici,
        almeno tra le persone che pensano con la
        propria testa e non con quella dei
        pubblicitari.Sinceramente la TV la guarderò si e no per 3 o 4 ore alla settimana, non ho mai comprato abiti di armani (i cui prezzi trovo assurdi) e in genere non presto attenzione a nessuna griffe.

        Viceversa chi cerca timbri non

        andrà certamente su tale dominio...

        No ? e perche' ? Se sul biglietto da visita
        o sulla carta intestata ci mette il suo
        dominio, chi ci va cerca il timbrificio.Se ho il biglietto da visita e conosco già il sig. Luca Armani, vado sul dominio da lui indicato qualunque esso sia.Se io tizio qualunque ho bisogno di timbri, non mi metto certo a digitare www.armani.it

        Sarò malfidente, ma l'unico motivo che vedo

        nel registarare il dominio di un marchio già

        conosciuto è quello di farsi pubblicità

        gratis e/o sperare di ricavare qualcosa

        dalla vendita del dominio stesso.

        Sai malfidente, perche' ha regstrato il suo
        cognome di nascita.Secondo il tuo ragionamento allor Giorgio Armani non avrebbe potuto registrare il marchio "armani" in quanto non è l'unico ad avere questo cognome...Bah... tutto fumo per nulla
    • vegeta scrive:
      Re: Assurdo il contrario...
      ma dico siamo impazziti.solo perchè armani lo stilista è più famoso, un altro imprenditore o un qualsiasi armani che abbia un'attività commerciale, non ha il dirittto di registrare il proprio nome come dominio?il signor armani(lo stilista) registri giorgioarmani.it o la prossima volta arrivi prima.questo episodio dimostra come i ricchi vengano tutelati dalla legge.

      Oltretutto continuo a non capire che senso
      ha per il signor Luca Armani, registrare il
      dominio www.armani.it: è palese che chi
      digiti tale indirizzo è interessato
      all'armani della moda, quindi trovarsi un
      sito di timbri non potrà che farlo
      innerosire. Viceversa chi cerca timbri non
      andrà certamente su tale dominio...

      Sarò malfidente, ma l'unico motivo che vedo
      nel registarare il dominio di un marchio già
      conosciuto è quello di farsi pubblicità
      gratis e/o sperare di ricavare qualcosa
      dalla vendita del dominio stesso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Assurdo il contrario...
        - Scritto da: vegeta
        ma dico siamo impazziti.solo perchè armani
        lo stilista è più famoso, un altro
        imprenditore o un qualsiasi armani che abbia
        un'attività commerciale, non ha il dirittto
        di registrare il proprio nome come
        dominio?il signor armani(lo stilista)
        registri giorgioarmani.it o la prossimaEhm.... lo ha già fatto.... insieme ad altre decine o centinaia di domini.... Immagino siano tutti marchi registrati....
        • vegeta scrive:
          Re: Assurdo il contrario...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: vegeta

          ma dico siamo impazziti.solo perchè armani

          lo stilista è più famoso, un altro

          imprenditore o un qualsiasi armani che
          abbia

          un'attività commerciale, non ha il
          dirittto

          di registrare il proprio nome come

          dominio?il signor armani(lo stilista)

          registri giorgioarmani.it o la prossima

          Ehm.... lo ha già fatto.... insieme ad altre
          decine o centinaia di domini.... Immagino
          siano tutti marchi registrati....allora vada a quel paese....il dominio lo prende chi arriva prima non è proprietà privata!
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo il contrario...
      In questi casi dovrebbe valere il diritto di precedenza: poichè infatti entrambi hanno titolarità (che comunque è un concetto non compreso nella legislazione che regola, anzi che non regola la registrazione di nomi a dominio) al dominio, non si capisce perchè la Armani casa di moda, che non si è premurata di registrare tempestivamente il dominio armani.it, debba impossessarsene vantando unicamente una maggiore risonanza del marchio. Questa interpretazione porta a situazioni paradossali e mi pare lesiva dei diritti di chi a suo tempo ha avuto maggiore interesse verso internet.In Italia purtroppo la legislazione in materia è quasi nulla, le istituzioni che regolano queste questioni hanno poco di trasparente ed il diritto, come quasi sempre in questo paese, cede il passo all'arbitrio. Siamo nella palta fino al collo, speriamo solo che nessuno faccia l'onda.
      • Anonimo scrive:
        Re: Assurdo il contrario...
        - Scritto da: Anonimo
        In questi casi dovrebbe valere il diritto di
        precedenza:cioè a chi è nato prima?
        poichè infatti entrambi hanno
        titolarità (che comunque è un concetto non
        compreso nella legislazione che regola, anzi
        che non regola la registrazione di nomi a
        dominio) al dominio, non si capisce perchè
        la Armani casa di moda, che non si è
        premurata di registrare tempestivamente il
        dominio armani.it, debba impossessarsene
        vantando unicamente una maggiore risonanza
        del marchio. Questo vale ammesso che sia possibile registrare un dominio che è già un marchio registrato, perché "armani" era già un marchio registrato prima che il Sig.Luca Armani decidesse di registrare www.armani.itCiao
        • vegeta scrive:
          Re: Assurdo il contrario...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          In questi casi dovrebbe valere il diritto
          di

          precedenza:

          cioè a chi è nato prima?


          poichè infatti entrambi hanno

          titolarità (che comunque è un concetto non

          compreso nella legislazione che regola,
          anzi

          che non regola la registrazione di nomi a

          dominio) al dominio, non si capisce perchè

          la Armani casa di moda, che non si è

          premurata di registrare tempestivamente il

          dominio armani.it, debba impossessarsene

          vantando unicamente una maggiore risonanza

          del marchio.

          Questo vale ammesso che sia possibile
          registrare un dominio che è già un marchio
          registrato, perché "armani" era già un
          marchio registrato prima che il Sig.Luca
          Armani decidesse di registrare www.armani.it

          Ciaoma ke idiozia...che armani sia un marchio registrato non impone automaticamente che i sito gli spetti di diritto.se lo stilista vince credo che torneremo all'epoca dei feudi...il + rico ha sempre ragione...
  • Anonimo scrive:
    Diritto di nascita per entrambi
    Secondo me la sentenza del tribunale di bergamo e' un evidente esempio di sudditanza psicologica nei confronti della giorgio armani spa. Io non credo che giorgio armani abbia piu' diritto di luca armani ad utilizzare il dns armani.it, ma neppure che luca armani abbia piu' diritto di pincopallo armani ad utilizzare lo stesso dns solo perche' e' arrivato prima di altri. Secondo me sarebbe cosa di buon senso che nel caso in cui ci fossero piu' entita' in grado di rivendicare la paternita' di un dominio, e nel caso in cui tutte abbiano ragione nel farlo, non si dovrebbe favorire o danneggiare ne' l'una ne' l'altra, indipendentemente dal potere economico delle parti; in conseguenza di cio', io credo che una soluzione equa potrebbe essere che il dominio conteso venisse sempre accompagnato dal nome in modo da renderlo inequivocabilmente unico (es: lucaarmani.it; giorgioarmani.it; pincopalloarmani.it) evitando così ogni malinteso. L'indirizzo www.armani.it non verrebbe così utilizzato da nessuno. Per cio' che riguarda la registrazione di un marchio, secondo me e' assurdo avere la possibilita' di registrare una parola che certamente e' largamente diffusa nella popolazione di un Paese; ha senso registrare il marchio giorgio armani, ma certamente no solo armani: e' un'evidente offesa per tutti coloro che dalla nascita si chiamano armani di cognome. I nostri legislatori potrebbero anche cercare di prevenire quando e' palesemente possibile, e non chiudere il recinto sempre e solo quando i buoi sono gia' scappati.Io non mi occupo di legge e quindi posso essere facilmente contraddetto dalle leggi e dai regolamenti che non conosco. Credo comunque nell'intelligenza e nel buon senso delle persone, e sono convinto che la legge, le nostre leggi, dovrebbero essere frutto del buon senso e dell'esperienza della storia civile di un popolo. Invece sono spesso il risultato di improbabili acrobazie mentali che poco hanno a che vedere col buon senso e che solo gli addetti ai lavori (avvocati e magistrati) fingono di capire e condividere. Auguro a luca che la sua vicenda si risolva presto, preferibilmente con una sentenza giusta. Come detto, secondo me il dominio armani.it appartiene a entrambi per diritto di nascita.nefer17@libero.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritto di nascita per entrambi

      cio', io credo che una soluzione equa
      potrebbe essere che il dominio conteso
      venisse sempre accompagnato dal nome in modo
      da renderlo inequivocabilmente unico (es:
      lucaarmani.it; giorgioarmani.it;
      pincopalloarmani.it) evitando così ogni
      malinteso. L'indirizzo www.armani.it nonE se ci sono 2 luca armani ? Propongo il codice fiscale !Non c'è alcun DIRITTO ad avere un dominio, nè a dusare il proprio nome per la propria attività commerciale. Quando inizi un'attività commerciale puoi decidere di chiamarla come ti pare, mica è obbligatorio usare il proprio nomeCiaoGiorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritto di nascita per entrambi
      - Scritto da: Anonimo... Come detto, secondo me il dominio
      armani.it appartiene a entrambi per diritto
      di nascita.

      nefer17@libero.itnon sono daccordo, il primo che lo registra lo fa suo, che poi entrambi avevano il diritto di registrarlo poichè c'è un caso di omonimia, ma ripeto chi registra prima dovrebbe avere suo il dominio IMHO,
    • Africano scrive:
      Re: Diritto di nascita per entrambi
      praticamente per altre strade sono arrivato alla tua stessa conclusione, fa piacere che non si stanno pensando cose assurde o quantomeno che non si è soli a pensarle.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=505746ciao==================================Modificato dall'autore il 23/12/2003 0.27.03
  • Anonimo scrive:
    LUCA HAI ROTTO I C....O
    smettila chi diavolo vuoi che scrivendo armani.it intenda cercare il tuo sito?Adeguati alle legge dei più forti e stai zitto
    • exsinistro scrive:
      Re: LUCA HAI ROTTO I C....O
      - Scritto da: Anonimo
      Ma smettila chi diavolo vuoi che scrivendo
      armani.it intenda cercare il tuo sito?

      Adeguati alle legge dei più forti e stai
      zittoDirei adeguati al buon senso.
  • Anonimo scrive:
    lucaarmani.it
    ma non faceva prima a registrare lucaarmani.it, risparmiava soldi e salute...
    • Anonimo scrive:
      Re: lucaarmani.it
      - Scritto da: Anonimo
      ma non faceva prima a registrare
      lucaarmani.it, risparmiava soldi e salute...Già, ma in questo caso non avrebbe potuto farsi pubblicità sfruttando un argomento 'forte'.Paga a caro prezzo, ma in questo modo si è fatto conoscere.In fondo, non era questo che voleva?
      • The FoX scrive:
        Re: lucaarmani.it
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        ma non faceva prima a registrare

        lucaarmani.it, risparmiava soldi e
        salute...

        Già, ma in questo caso non avrebbe potuto
        farsi pubblicità sfruttando un argomento
        'forte'.
        Paga a caro prezzo, ma in questo modo si è
        fatto conoscere.
        In fondo, non era questo che voleva?Se lui non avesse avuto i requisiti x registrare il dominio, lui non avrebbe potuto registrarlo.Fine.Gli avvocati del giorgino hanno fatto i furbi usando il grimaldello i una legge marchi fatta male (nel migliore dei casi), o peggio, fatta a favore del solo potere economico (nel caso piu' probabile!!!).Certo che Luca poteva avere altre scelte, ma lui non ha scelto nulla che non potesse scegliere.
        • Anonimo scrive:
          Re: lucaarmani.it
          - Scritto da: The FoX
          Gli avvocati del giorgino hanno fatto i
          furbi usando il grimaldello i una legge
          marchi fatta male (nel migliore dei casi), o
          peggio, fatta a favore del solo potere
          economico (nel caso piu' probabile!!!).Se dici che la legge marchi è fatta malevuol dire che la conosci.Mi puoi dare qualche link specifico dovesi possono leggere i capitoli equivoci diquesta legge?Grazie e ciao.
  • Anonimo scrive:
    Sciopero della Fame
    era questo il motivo del forum non le solite polemiche.Non frega niente a nessuno che Luca e' da 6 giorni in sciopero della fame per l'indifferenza delle persone???Ryoga tu che continui a colpevolizzarlo non pensi che sia un disperato??? Non pensi che le tue parole di disprezzo lo feriscano??So che non ti importa ma e' pur sempre una persona e nessuno dovrebbe essere trattato cosi'.Bhe so che fino a quando qualcosa non ti tocca personalmente non ti interessa realmente ma prima di parlare collega lo spinotto al cervello e pensa che non tutti a questo mondo sono disonesti e che credere in qualcosa ti fa sopravvivere!!!!!!ciao.
    • ryoga scrive:
      Re: Sciopero della Fame
      - Scritto da: Anonimo
      era questo il motivo del forum non le solite
      polemiche.Ah....beh....ognuno e' libero di farsi del male da solo.Siamo ancora in democrazia no?
      Non frega niente a nessuno che Luca e' da 6
      giorni in sciopero della fame per
      l'indifferenza delle persone???frega niente a nessuno che ci sono milioni di senza tetto che non hanno la possibilita' di mangiare?
      Ryoga tu che continui a colpevolizzarlo non
      pensi che sia un disperato??? Disperato perche' gli vogliono togliere il nome del dominio?Suvvia ragazzo...la vita e' fatta di cose + importanti.
      Non pensi che le tue parole di disprezzo lo
      feriscano??Non pensi che il suo atteggiamento a "vittima" ferisca tanti altri?
      So che non ti importa ma e' pur sempre una
      persona e nessuno dovrebbe essere trattato
      cosi'.Cioe'? dobbiamo dargli il sostegno perche' per lui quel dominio e' tutto?*Toglietemi tutto ma non il mio dominio* ?
      Bhe so che fino a quando qualcosa non ti
      tocca personalmente non ti interessa
      realmente ma prima di parlare collega lo
      spinotto al cervello e pensa che non tutti a
      questo mondo sono disonesti e che credere in
      qualcosa ti fa sopravvivere!!!!!!Spe' mi stai dicendo che non sto ragionando?Uhm....sono molto + obiettivo di altri che per puro sentimento politico si mettono a dar ragione a chi ha torto marcio.Il tribunale gli ha dato contro. Il nome a dominio non puo' essere assegnato a lui, in quanto Giorgio Armani ha un'azienda a quel nome e quindi si va contro la legge sui marchi.Quindi dopo aver fatto tutte le riflessioni del caso ( portando in esame anche la LAR -lettera assunzione responsabilita'- ), mi vieni a dire che non sto ragionando? Suvvia....qui e' il bue che da del cornuto all'asino!Perche' non si registra www.timbrificioarmani.it?Perche' deve tenere un nome a dominio che e' come il suo cognome e poi sponsorizzare (
      • Anonimo scrive:
        Re: Sciopero della Fame

        Perche' non si registra
        www.timbrificioarmani.it?
        Perche' deve tenere un nome a dominio che e'
        come il suo cognome e poi sponsorizzare
        (
        • ryoga scrive:
          Re: Sciopero della Fame
          - Scritto da: Anonimo
          Mentre la ditta di Giorgio si chiama
          "Giorgio Armani S.p.a.? quindi hanno
          registrato giorgioarmani.it
          In teoria nessuno dei due ha mai registrato
          la "Armani spa" che non credo manco esista,
          quindi nessuno ha ragione......Non lo so per certo, ma puo' darsi, e sai quanto costa ad Armani Giorgio registrare il marchio Armani? :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Sciopero della Fame
            - Scritto da: ryoga

            la "Armani spa" che non credo manco
            esista,

            quindi nessuno ha ragione......

            Non lo so per certo, ma puo' darsi, e sai
            quanto costa ad Armani Giorgio registrare il
            marchio Armani? :)Quando lo registrerà (se non lo ha già registrato) avrà il dominio.Fino ad allora dare un giudizio in tal senso solo perchè "lui ha più soldi dell'altro" è assurdo e degno di una logica berlusconiana.
          • ryoga scrive:
            Re: Sciopero della Fame
            - Scritto da: Anonimo
            Quando lo registrerà (se non lo ha già
            registrato) avrà il dominio.
            Fino ad allora dare un giudizio in tal senso
            solo perchè "lui ha più soldi dell'altro" è
            assurdo e degno di una logica berlusconiana.mai ragionato sulla questione del "piu' soldi = dominio suo".Ho ragionato sul fatto "Piu' conosciuto, quindi e' normale si dia il dominio a lui ".
          • Anonimo scrive:
            Re: Sciopero della Fame
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: ryoga
            Quando lo registrerà (se non lo ha già
            registrato) avrà il dominio.Marchio comunitario n. 504282 del 01/04/1997: ARMANIIl dominio e' stato registrato solo posteriormente nello stesso anno.Quindi il titolare dle marchio ha ragione, giusto?Gianluca
      • ryoga scrive:
        Re: Sciopero della Fame
        - Scritto da: Anonimo

        Secondo te, il timbrificio, ce la fa a

        guadagnare 6.000$ netti al mese con il suo

        lavoro?



        Non hai visto il sito di Luca Armani.L'ho visitato.
        Non ha banner, non ha pretese di alcun tipo
        se non vendere timbri.Ci vogliono 5 minuti per toglierli e fare la parte del santerellino. Poi ci vogliono 5 minuti per rimetterli e riprendere il proprio traffico.


        Credi davvero che avrebbe venduto piu'


        timbri.



        Per la legge dei grandi numeri, anche uno

        0.1% di clienti guadagnati = 5 clienti

        guadagnati al giorno, quindi + vendite di

        sicuro.Rispondi a questa.
        Non e' vero. Ti faccio la metafora delle
        azioni in borsa: ci sono quelle
        'speculative' che ti rendono (o ti fanno
        perdere) moltissimo, e ci sono poi quelle
        piu' tranquille, che ti danno meno reddito
        ma piu' sicuro.
        Uno lavora 'per sopravvivere' (visto che la
        spesa al supermercato e l'affitto della casa
        non la paga lo stato), l'altro lavora per
        speculare.Se uno deve mettersi un'azienda (con tutti i problemi ) per "sopravvivere"........
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciopero della Fame
      Saro' impopolare ma sono d'accordo con Ryoga, ovvero:- il dominio non e' tutto dalla vita, esistono altre cose, la vita, la salute, i figli, ecc.- ci sono problemi piu' importanti di cui occuparsi e per cui fare uno sciopero della fame, i milioni di morti per fame o per esempio- come ha il diritto al dominio il sig. Luca, cosi' ce l'hanno tutti gli altri armani (e ce ne sono parecchi, c'e' pure un senatore). Il problema di base quindi e' che non e' giusto che ci sia un solo dominio armani.it disponibile perche' questo lede il diritto all'identita' personale di tutti gli altri centomila armani - il sign. Luca ha tutto il diritto di fare uno sciopero della fame, ma e' affar suo e non mi commuove particolarmente.- certo che se Luca e' arrivato primo e le regole dicono che chi primo arriva primo alloggia, Giorgio ha fatto una porcata a far valere la forza bruta, quindi dovremmo tutti evitare di comprare i suoi profumi, vestiti, scarpe ecc., almeno per fargli capire che e' stato un po' troppo birichino.detto questo un senso senso mi dice che il buon Luca si sta giocando una partita molto grossa qui, e non per il "diritto all'identita'" quanto piuttosto in termini pubblicitari.ci credo poco alle battaglie di principio quando ci sono di mezzo attivita' commerciali.
      • ryoga scrive:
        Re: Sciopero della Fame
        - Scritto da: Anonimo
        Saro' impopolare ma sono d'accordo con
        Ryoga, ovvero:Grazie per il sostegno :)
        detto questo un senso senso mi dice che il
        buon Luca si sta giocando una partita molto
        grossa qui, e non per il "diritto
        all'identita'" quanto piuttosto in termini
        pubblicitari.Diciamo che la sentenza del tribunale di Bergamo, se viene accolta anche in appello, rende la famiglia di Luca Armani praticamente in mutande ( "Chi troppo vuole nulla stringe" )
        ci credo poco alle battaglie di principio
        quando ci sono di mezzo attivita'
        commerciali.Per fortuna che essite qualcun altro che non ha i paraocchi....Ciao :)
        • Anonimo scrive:
          dico la mia


          ci credo poco alle battaglie di principio

          quando ci sono di mezzo attivita'

          commerciali.Ciao P. Chan ;) , volevo anche io associarmi a questo 3ad di quelli che non credono alla "innocenza" di questa operazione...Innanzitutto se il soggetto avesse voluto registrare il suo nome avrebbe registrato lucaarmani e non armani, se avesse voluto promuovere la sua attività commerciale avrebbe registrato timbrificioarmani e non armani... se avesse voluto dedicare un sito al cognome armani (p.e. di araldica o simile) avrebbe avuto qualche appiglio ma il sito è di natura commerciale.Posso essere in principio daccordo con le regole di naming dei domini, chi prima arriva meglio alloggia, ma se si tratta di nomi che non abbiano rilevanza commerciale o giuridica... be, credo che questo principio generale abbia i suoi limiti...per esempio, non posso sottrarre un marchio commerciale, il nome di un organismo giusridico, non posso nominare un sito in modo offensivo verso una religione o etnia o con una frase che sia istigazione a delinquere, alla violenza o alla intolleranza...In sostanza, credo che il principio del naming valga solo quando non ci possano essere contenziosi di natura più specifica, inerenti alla tipologia di siti, alla base.Dato che entrambe i siti sono di natura commerciale devono valere le regole che disciplinano i marchi commerciali, quindi se Armani il sarto è più conosciuto di Armani il timbrificio il generico dominio armani dovrebbe essere a disposizione dell'azienda più conosciuta per il semplice fatto che è più probabilmente ricercato come emporio che come timbrificio! Quindi destinarlo in un modo corrisponde alle aspettative del pubblico, nel modo contrario serve a generare maggiore pubblicità e traffico a proprio vantaggio diretto o indiretto a discapito del pubblico che cade nell'errore. Le due aziende hanno inoltre la possibilità di registrare domini più attinenti al loro marchio!La polemica in questo specifico caso mi sembra del tutto sterile perchè:- Luca Armani può comunque tutelare il suo nome e la sua attività- i due soggetti in contradittorio hanno incontrovertibilmente entrambi natura commerciale, quindi non c'è alcun dubbio (come ci sarebbe se contro Emporio Armani ci fosse p.e. un sito non commerciale e senza scopo di lucro sull'araldica del cognome Armani) che il contenzioso vada risolto con le regole che disciplinano l'uso dei marchi e nomi nel commercio!- un soggetto è incontrovertibilmente maggiormente noto al pubblico come "Armani" del secondo.Mi sembra che tirare in ballo il denaro anzichè, giustamnte, la fama, sia del tutto pretestuoso per contestare questa sentenza, è una battaglia persa in partenza, e giustamente comunque si cerchi di leggere la vicenda.
          • ryoga scrive:
            Re: dico la mia
            Grazie anche per il tuo supporto :)Questo forum sembrava tutto contro di me....ma invece.... :)Forse da grande dovevo fare il giudice o l'avvocato.....e non il programmatore :(Ciao ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: dico la mia
            - Scritto da: ryoga
            Grazie anche per il tuo supporto :)

            Questo forum sembrava tutto contro di
            me....ma invece.... :)...invece hai piu' sostenitori di quanto pensi! Tutte le persone di buon senso non possonoche concordare con te. Gli altri sono giacobini faziosi e in malafede.
            Forse da grande dovevo fare il giudice o
            l'avvocato.....e non il programmatore :(

            Ciao ;)Cmq rimani sempre un programmatoresensato e non fazioso.Ciao, Ryoga! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciopero della Fame
      dai che questi giorni di natale mangero' anche per te
  • Anonimo scrive:
    http://www.berlusconi.it :-)
    Ragazzi, ho trovato questohttp://www.berlusconi.it/Secondo voi uno che digita berlusconi.it ci vuole trovare il bassotto piu' famoso del west o un' altra cosa ?Armani e' piu' influente di Berlusconi ?Mah...Firma la petizione per la liberta' di Internet:http://www.petitiononline.com/25032003/petition.htmlGM
    • ryoga scrive:
      Re: http://www.berlusconi.it :-)
      - Scritto da: Anonimo

      Ragazzi, ho trovato questo

      http://www.berlusconi.it/

      Secondo voi uno che digita berlusconi.it ci
      vuole trovare il bassotto piu' famoso del
      west o un' altra cosa ?Dalla serie "rispettiamo le regole"..... dimmi tu questo tipo se ha qualche "diritto" ad avere quel sito : domain: berlusconi.itx400-domain: c=it; admd=0; prmd=berlusconi;org: Dacom s.r.l.descr: Dacom s.r.l.admin-c: AT219-ITNICtech-c: TH10640-ITNICpostmaster: TH10640-ITNICzone-c: TH10640-ITNICnserver: 213.155.209.2 ns1.telvia.itnserver: 213.155.209.10 ns2.telvia.itnserver: 193.205.245.8 dns2.nic.itmnt-by: TELVIA-MNTcreated: 19990916expire: 20040916changed: hostmaster@telvia.it 20021014source: IT-NICperson: Alessandro Tripiaddress: C.da Davara Str. Prov. 14 n.2address: 95032 Belpasso Ha una societa' chiamata "Berlusconi"? Ha il cognome "Berlusconi"?Aspetta che il vero Berlusconi pretenda il suo diritto e vedi se questo non sara' un'altro "martire" .....
      • Anonimo scrive:
        Re: http://www.berlusconi.it :-)


        Ragazzi, ho trovato questo

        http://www.berlusconi.it/Hai! Ma che ora anche Silvio non si metta a fare lo sciopero della fame perchè gli hanno rubato il diritto all'e-cognome? ;)Buon Natale!
        • ryoga scrive:
          Re: http://www.berlusconi.it :-)
          :) Non ho capito il tuo post.Se Silvio Berlusconi ( o qualunque Berlusconi ), si mette a richiedere il dominio.it, nel giro di 1 mese, il dominio viene trasferito in quanto il proprietario del dominio non ha nessun riferimento con quel dominio.
          • Anonimo scrive:
            Re: http://www.berlusconi.it :-)
            - Scritto da: ryoga
            :) Non ho capito il tuo post.

            Se Silvio Berlusconi ( o qualunque
            Berlusconi ), si mette a richiedere il
            dominio.it, nel giro di 1 mese, il dominio
            viene trasferito in quanto il proprietario
            del dominio non ha nessun riferimento con
            quel dominio.
            Non mi sembra di sbagliare che se registro il marchio 'Berlusconi' (posso registrare qualunque marchio se non sbaglio), Berlusconi (l'aime' politico) se la piglia in saccoccia....GM
          • ryoga scrive:
            Re: http://www.berlusconi.it :-)
            - Scritto da: Anonimo

            Non mi sembra di sbagliare che se registro
            il marchio 'Berlusconi' (posso registrare
            qualunque marchio se non sbaglio),
            Berlusconi (l'aime' politico) se la piglia
            in saccoccia....

            GMEsatto. se la prende in saccoccia e non puo' far nulla ( se non denunciarti per diffamazione SE lo diffami ).
  • Gallone scrive:
    Grande Luca, sei tutti noi!
    Un gesto così è solo da apprezzare, è di un uomo coraggioso e con orgoglio, e non da disprezzare discutendo sul fatto che possa prendersi un altro dominio.SONO I PRINCIPI CHE CONTANO NON IL DOMINIO IN SE
    • ryoga scrive:
      Re: Grande Luca, sei tutti noi!
      gia' gia'.....sono i principi......chissa' perche' ma credo che tutto cio' sia rivolto per avere solo pubblicita' ( anche in questo preciso momento mentre ne stiamo parlando )
      • Parliamone scrive:
        Re: Grande Luca, sei tutti noi!
        - Scritto da: ryoga
        gia' gia'.....sono i principi......chissa'
        perche' ma credo che tutto cio' sia rivolto
        per avere solo pubblicita' ( anche in questo
        preciso momento mentre ne stiamo parlando )Scusa, ma che pubblicità si può mai fare su scala nazionale un timbrificio! Neppure grosso, AFAIK, poco più che un'impresa individuale. I timbri non sono beni di consumo, non li compra chiunque, e chi li compra non se li fa spedire dall'altra parte dell'italia, ma si rivolge ai 5/6 timbrifici in zona.IMHO tutta questa pubblicità non sussiste.Chiarisco ora una volta per tutte la mia opinione sul fatto.1) IMHO il danno commerciale paventato da G.Armani non esiste: è un timbraio, non un sarto: che clientela può avergli rovinato? Al massimo dovevano ridigitare l'indirizzo cambiando il dominio in .com (come chi, in cerca di articoli informatici digita www.essedi.com anziché www.essedi.it, e si trova sul sito di un corriere... O si fregano clienti l'un l'altro)2) Il principale responsabile della faccenda rimane il vuoto normativo nella questione naming authority vs. legge sui marchi. Credo ci siano pochi dubbi3) Sono rimasto sconcertato dall'ammontare della somma che Luca sarà costretto a pagare a Giorgio: ammesso e non concesso che Giorgio abbia più diritto di usare il dominio Armani.it che non Luca, sarebbe bastato, a rigor di logica, una sentenza che obbligasse Luca a cambiare indirizzo (timbrificioarmani.it, ad esempio) e Giorgio a mettere, per i primi tot mesi, un link che da armani.it puntasse a timbrificioarmani.it. Ma questa è stata una conseguenza inevitabile dell'equiparazione dei nomi di dominio ai marchi di fabbrica: hai taroccato un marchio e paghi i danni
        • Parliamone scrive:
          Re: Grande Luca, sei tutti noi!
          - Scritto da: ryoga

          1) IMHO il danno commerciale paventato da

          G.Armani non esiste: è un timbraio, non un

          sarto: che clientela può avergli rovinato?

          Non esiste infatti, ma puo' richiedere danni
          di immagine.Danni d'immagine? Che danni ne avrebbe ricavato l'immagine dello stilista? Personalmente la trovo un'idea un po' tirata per i capelli
          il .com e' gia' registrato. Nel .it esistono
          delle restrizioni che il Sig. Luca ha
          firmato ma se n'e' fregato.Del tipo che se registri un dominio col tuo cognome (quindi non è cybersquatting) che, guarda caso, corrisponde a un marchio famoso possono non solo togliertelo (ci può stare) ma farti pagare fior di palanche?
          Esatto. Ma la N.A. non e' riconosciuta dalla
          legge come un organo statale e quindi le
          proprie normative, sono circoscritte ad un
          piccolo pubblico.Fuor di dubbio. La mia obiezione non è sulla non applicazione dei regolamenti della N.A., ma sulla IMHO estensione ai domini della legge sui marchi
          Quando uno commette un reato ( chiamiamolo
          cosi quello di Luca ), ne paga la pena.
          Chi ruba 1 euro da un ragazzino e viene
          preso, o chi ruba 100 euro da un passante e
          viene preso, paga una pena (
          identica...almeno in teoria ) per il crimine
          commesso.Il succo della questione è il "chiamiamolo così"
          Oggi che valgono + i diritti di autore che i
          prodotti, mi guarderei bene dall'infrangere
          uno. potrei ritrovarmi in strada senza uno
          straccio addosso.Alt. Quando Luca Armani ha registrato il sito, non sapeva di infrangere nessuna legge (perché in effetti, leggi o sentenze in merito non ve n'erano) nè di violare alcun marchio. E' un caso ben diverso da chi, ad esempio, si mette a commercializzare la Goga Gola. Non ha registrato il dominio Timbrificioarmani.it? Perché avrebbe dovuto? Armani.it è molto più semplice da ricordare, e non andava incontro (allora, prima della sentenza) a nessun reato
          Esatto.
          Credo che Luca, ora, si sia pentito di
          quello che ha fatto e cerca di lottare per
          non pagare cio' che il giudice gli ha
          imposto. Pentito? E di cosa? Sinceramente non vedo nulla di cui pentirsi. Certo, probabilmente se avesse una macchina del tempo e potesse tornare al giorno in cui ha registrato il dominio, sceglierebbe timbrificioarmani.it. Ma "pentirsi" mi sembra un'espressione un po' troppo forte.E rimango dell'idea che la pena pecuniaria inflitta sia, oltre che ingiusta, assolutamente spropositata.Il tutto, ovviamente, imho
          • ryoga scrive:
            Re: Grande Luca, sei tutti noi!
            - Scritto da: Parliamone
            Danni d'immagine? Che danni ne avrebbe
            ricavato l'immagine dello stilista?
            Personalmente la trovo un'idea un po' tirata
            per i capelliImmagina :tutte le grandi marche, hanno un nome di dominio semplice, breve e facile da ricordare. Armani (Giorgio), non lo ha e al suo posto c'e' quello di una piccola baracca. Eccoti il danno d'immagine.
            Del tipo che se registri un dominio col tuo
            cognome (quindi non è cybersquatting) che,
            guarda caso, corrisponde a un marchio famoso
            possono non solo togliertelo (ci può stare)
            ma farti pagare fior di palanche?Nella LAR C'e' scritto chiaramente che il nome a dominio non e' un nome di un'entita' governativa e non e' un nome di un marchio di cui non si ha diritto. Possibile che Armani (Luca) non sapeva che esisteva un certo Giorgio? In 40 anni non ne ha MAI sentito parlare?
            Fuor di dubbio. La mia obiezione non è sulla
            non applicazione dei regolamenti della N.A.,
            ma sulla IMHO estensione ai domini della
            legge sui marchiPurtroppo ( e lo sottolineo ), Internet e' divenuto un mezzo di comunicazione dove sono presenti oltre agli individui, anche societa' e aziende. Entrate loro, sono entrate anche le loro leggi.

            Quando uno commette un reato ( chiamiamolo

            cosi quello di Luca ), ne paga la pena.

            Il succo della questione è il "chiamiamolo
            così"Se un giudice da torto al Luca, significa che ha commesso un reato, un illecito, un qualcosa che e' andato contro la legge.
            Alt. Quando Luca Armani ha registrato il
            sito, non sapeva di infrangere nessuna legge
            (perché in effetti, leggi o sentenze in
            merito non ve n'erano) nè di violare alcun
            marchio.Il primo che ha rubato nella storia, pensava di essere nel giusto, o pensava di aver trovato un metodo di guadagno semplice frutto della sua mente? Oppure sapeva di andare contro al "buonsenso" e che non era proprio giusto cio' che faceva?
            E' un caso ben diverso da chi, ad
            esempio, si mette a commercializzare la Goga
            Gola. Non ha registrato il dominio
            Timbrificioarmani.it? Perché avrebbe dovuto?
            Armani.it è molto più semplice da ricordare,
            e non andava incontro (allora, prima della
            sentenza) a nessun reatoQuindi ora e' andato contro un reato. Perche' non paga cio' che deve pagare e la smette di fare il bimbo?
            Pentito? E di cosa? Sinceramente non vedo
            nulla di cui pentirsi. Certo, probabilmente
            se avesse una macchina del tempo e potesse
            tornare al giorno in cui ha registrato il
            dominio, sceglierebbe timbrificioarmani.it.
            Ma "pentirsi" mi sembra un'espressione un
            po' troppo forte.Minc*a ora la parola "pentirsi" viene attribuita alla mafia.... eccheccavolo......avete un sinonimo a portata di mano o devo scrivere " se avesse una macchina del tempo non farebbe piu' una cosa del genere"?
            E rimango dell'idea che la pena pecuniaria
            inflitta sia, oltre che ingiusta,
            assolutamente spropositata.Infatti io cercherei di limitare i danni piuttosto che andare ancora contro il giudice e farlo ink* ancora di +
          • Parliamone scrive:
            Re: Grande Luca, sei tutti noi!
            - Scritto da: ryoga
            Immagina :
            tutte le grandi marche, hanno un nome di
            dominio semplice, breve e facile da
            ricordare. Armani (Giorgio), non lo ha e al
            suo posto c'e' quello di una piccola
            baracca. Eccoti il danno d'immagine.Non vedo nessun danno d'immagine. Tra l'altro, se non erro, Armani ha già il dominio .com, che è quello che conta per avere visibilità a livello mondiale. Opinioni, comunque
            Purtroppo ( e lo sottolineo ), Internet e'
            divenuto un mezzo di comunicazione dove sono
            presenti oltre agli individui, anche
            societa' e aziende. Entrate loro, sono
            entrate anche le loro leggi.Purtroppo. Ma tant'è
            Se un giudice da torto al Luca, significa
            che ha commesso un reato, un illecito, un
            qualcosa che e' andato contro la legge.Può anche essere che la discrezionalità del giudice (che colmale lacune normative) abbia portato a una sentenza sbagliata.
            Il primo che ha rubato nella storia, pensava
            di essere nel giusto, o pensava di aver
            trovato un metodo di guadagno semplice
            frutto della sua mente? Oppure sapeva di
            andare contro al
          • ryoga scrive:
            Re: Grande Luca, sei tutti noi!
            - Scritto da: Parliamone
            Non vedo nessun danno d'immagine. Tra
            l'altro, se non erro, Armani ha già il
            dominio .com, che è quello che conta per
            avere visibilità a livello mondiale.
            Opinioni, comunqueE per gli italiani? dobbiamo anche noi far riferimento al sito armani.com, o possiamo far riferimento anche ad armani.it? sai com'e'....sono un nazionalista e mi piacciono i siti.it
            Può anche essere che la discrezionalità del
            giudice (che colmale lacune normative) abbia
            portato a una sentenza sbagliata.Puo' darsi, ma credo che il giudice non ha deciso in 5 minuti
          • Parliamone scrive:
            Re: Grande Luca, sei tutti noi!
            - Scritto da: ryoga
            E per gli italiani? dobbiamo anche noi far
            riferimento al sito armani.com, o possiamo
            far riferimento anche ad armani.it? sai
            com'e'....sono un nazionalista e mi
            piacciono i siti.it it.armani.com, come fanno tutti i siti che non hanno un dominio .it.
            Puo' darsi, ma credo che il giudice non ha
            deciso in 5 minutiNon sto dando del cretino al giudice, ma mi permetto did dissentire da una sua sentenza, che trovo sbagliata.Detto questo, credo sia inutile portara avanti questo dialogo, dato che tu continui a rimanere sulle tue posizioni e io sulle mie, senza sviluppi. Comunque grazie per la discussione lucida e pacata
    • exsinistro scrive:
      Re: Grande Luca, sei tutti noi!
      Noi chi? Tu, tua zia? Poi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Grande Luca, sei tutti noi!
        - Scritto da: exsinistro
        Noi chi? Tu, tua zia? Poi?E' solo un altro pretesto per scatenare una polemica tra "ricchi e poveri" o "potenti e sconosciuti".Un diverso modo di riproporre - sotto sotto - la querelle tra "Ziobill-winzozz" e "Linari-opensorci".Tutto fa brodo, per i signori "sinistri" !!!
  • Anonimo scrive:
    Re Salomone avrebbe fatto cosi...
    Avrebbe (giustamente) negato la registrazionead entrambe invitandoli a registrarequalcosa come giorgioarmanispa.it e timbrificioarmani.itNel caso di un cognome comune non può essere fatto il valereil concetto di chi prima lo registra lo usa.Non si può. Punto e basta. Lo dice la legge.Per i Legali di Giorgio Armani ed il collegio Giudicante:in questa fattispecie NON andava usato esclusivamenteil diritto commerciale. Vi ricordo che il dominio .it NONè destianto esclusivamente a fini commerciali comeil dominio .com o .biz. Piuttosto la giurisprudenza di riferimento era quella relativa alla tuteladel diritto personale.
    • avvelenato scrive:
      Re: Re Salomone avrebbe fatto cosi...
      - Scritto da: Anonimo
      Avrebbe (giustamente) negato la registrazione
      ad entrambe invitandoli a registrare
      qualcosa come giorgioarmanispa.it e
      timbrificioarmani.it

      Nel caso di un cognome comune non può essere
      fatto il valere
      il concetto di chi prima lo registra lo usa.
      Non si può. Punto e basta. Lo dice la legge.
      Per i Legali di Giorgio Armani ed il
      collegio Giudicante:
      in questa fattispecie NON andava usato
      esclusivamente
      il diritto commerciale. Vi ricordo che il
      dominio .it NON
      è destianto esclusivamente a fini
      commerciali come
      il dominio .com o .biz. Piuttosto la
      giurisprudenza di riferimento era quella
      relativa alla tutela
      del diritto personale.

      io pensavo che re salomone avrebbe concesso ad uno il dominio www.ar.it e ad un altro il dominio www.ni.ite semmai dovesse arrivare un terso armani è sempre pronto il dominio www.ma.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Re Salomone avrebbe fatto cosi...
        - Scritto da: avvelenato

        io pensavo che re salomone avrebbe concesso
        ad uno il dominio www.ar.it e ad un altro il
        dominio www.ni.it
        e semmai dovesse arrivare un terso armani è
        sempre pronto il dominio www.ma.itquesta mi sembra una sparata in puro stile *exsinistro* ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Re Salomone avrebbe fatto cosi...
      - Scritto da: Anonimo
      Avrebbe (giustamente) negato la registrazione
      ad entrambe invitandoli a registrare
      qualcosa come giorgioarmanispa.it e
      timbrificioarmani.it

      Nel caso di un cognome comune non può essere
      fatto il valere
      il concetto di chi prima lo registra lo usa.
      Non si può. Punto e basta. Lo dice la legge.
      Per i Legali di Giorgio Armani ed il
      collegio Giudicante:
      in questa fattispecie NON andava usato
      esclusivamente
      il diritto commerciale. Vi ricordo che il
      dominio .it NON
      è destianto esclusivamente a fini
      commerciali come
      il dominio .com o .biz. Piuttosto la
      giurisprudenza di riferimento era quella
      relativa alla tutela
      del diritto personale. E allora perchè il giudice non ha applicato il criterio di Re Salomone?
  • Anonimo scrive:
    MODERATORE!!! BASTA!!!!
    NTINUO AD ESSERE CASSATO TRA LE X ROSSE, QUELLE DEI POSTI CONTENENTI OFFESE E INSULTI.. IMMAGINO SOLO E PERCHE' VI SIA LA PAROLA "LIBIDINE" CHE I VOSTRI FILTRI AUTOMATICI RICONOSCONO COME "PAROLACCIA"!:s O PERCHE' DEFINIRE "ODIOSO" GIORGIO ARMANI NON SIA SUFFICIENTEMENTE POLITICALLY CORRECT?MA CHI VI HA REALIZZATO IL SOFTWARE? LA "SANTAMARIAGORETTI" Srl? L'ASSOCIAZIONE DELLE DAME DI S. VINCENZO?***********************************************Re: soldi ?!? di Utente non registrato del 22/12/03 (9:21) Questo messaggio è stato spostato dal moderatore perché ritenuto più adatto al presente forum. L'autore l'aveva originariamente postato nel forum della notizia: Armani.it, Luca in sciopero della fame . ************************************************************** -

    QUESTO LO DICI TU!!! SECONDO TE LA RAGAZZINA
    SEDICENNE PIUTTOSTO CHE L'IMPIEGATA
    TRANTENNE CHE VOGLIONO VESTIRSI CON LE
    ULTIME CREAZIONI DELL' ODIOSO SARTO UNA
    VOLTA CHE SI SONO TROVATE DAVANTI IL TIMBRO
    DA UFFICIO SUL MONITOR
    CORRONO A COMPRARLO PRESE DA IMPROVVISA
    LIBIDINE? ..


    mah smettila e' tutta pubblicità che cazz
    centra il targhet della puibblicità non si
    misura con 100% o 0% che cosa centro quello
    che hai scritto? significa che se sul sito
    di punto informatico mettono un banner che
    pubblicizza le nike sarebbe inutile perhce
    secondo te.. : CORRONO A COMPRARLO PRESE DA
    IMPROVVISA LIBIDINE? ...!
    eh si ahi ragione
    o la libidine prende... o la pubblicità e'
    inutile eh?

    quest'ultima tua frase dovresti mandarla a
    mediaset o meglio a pubblitalia80.. che
    magari e' inutile che mandano tanta
    pubblicità .. la gente quando vede lo
    sciampoo sul televisore mica corre a
    comprarlo.. magari volevano solo guaradre un
    film di azione o il telegiornale.. cosa
    centra con lo shampoo? perhce non corri a
    dirglielo! sicuramente hai ragione
    hahahaha
    madò che ridere.. va beh mi fermo

    Francesco Vigotti CARO FRANCESCO, TI SFUGGE UN PICCOLO MA FONDAMENTALE PARTICOLARE. TUTTI USIAMO GLI SHAMPOO, COSI' COME CENTINAIA DI ALTRI PRODOTTI E SERVIZI CHE USIAMO NELLA VITA QUOTIDIANA.. MA DIMMI QUANTE PERSONE CONOSCI CHE SI SIANO MAI COMPRATE UN TIMBRO DA UFFICIO PER USARLO IN CASA!!! LA DISTINZIONE E' TRA BENI DI CONSUMO E BENI STRUMENTALI ( O INDUSTRIALI, O DI INVESTIMENTO, CHE DIR SI VOGLIA)- SU RAI E MEDIA SET TROVI PUBBLICIZZATO DI TUTTO MA NON TROVERAI MAI SPOT DI ARATRI E TRATTORI, FRESATRICI INDUSTRIALI O ALTOFORNI PER FARE LA GHISA... STAI BENE::
    • Anonimo scrive:
      Re: MODERATORE!!! BASTA!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      CONTINUO AD ESSERE CASSATO TRA LE X ROSSE,
      QUELLE DEI POSTI CONTENENTI OFFESE E
      INSULTI.. IMMAGINO SOLO E PERCHE' VI SIA LA
      PAROLA "LIBIDINE" CHE I VOSTRI FILTRI
      AUTOMATICI RICONOSCONO COME "PAROLACCIA"!:s
      O PERCHE' DEFINIRE "ODIOSO" GIORGIO ARMANI
      NON SIA SUFFICIENTEMENTE POLITICALLY
      CORRECT?No. Semplicemente perchè i tuoi post scritti tutti in maiuscolo sono quantomeno fastidiosi.....
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione Luca
    Direttamente dal sito del nic: " I nomi a dominio vengono assegnati in uso dalla RA ai richiedenti, seguendo l'ordine cronologico delle richieste, come definito dalle Procedure Tecniche di Registrazione. "Poi i motivi che l'hanno portato a scegliere questo nome a dominio piuttosto che un altro sono assolutamente trascurabili. L'ha registrato per primo? Si, allora è suo. Punto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Luca
      quello che hai preso dal documento della ra si riferisce al fatto che i tempi di registrazione del dominio non sono immediati, quindi se a loro arrivano due richieste di registrazione di un dominio non registrato provvedono ad effettuare la registrazione inviata per prima. non riguarda ciò di cui si stava discutendo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione Luca
        - Scritto da: Anonimo
        quello che hai preso dal documento della ra
        si riferisce al fatto che i tempi di
        registrazione del dominio non sono
        immediati, quindi se a loro arrivano due
        richieste di registrazione di un dominio non
        registrato provvedono ad effettuare la
        registrazione inviata per prima. non
        riguarda ciò di cui si stava discutendo...Tratta dalla sentenza:Sotto tale profilo - contrariamente a quanto deduce il convenuto il quale invoca l'improcedibilità della domanda poiché nell'ordinamento giuridico vigente manca una normativa specifica concernente la rete Internet, sicchè la materia dovrebbe essere regolata dagli aspetti operativi, tecnici e logici propri del Domain Name System - va anzitutto affermato che le regole di naming dettate dalla Naming Authority e cioè quelle che stabiliscono la procedura per l'assegnazione dei nomi a domino, costituiscono mere regole contrattuali di funzionamento del sistema di comunicazione delle rete Internet, di carattere amministrativo interno, che non possono essere utilizzate dal giudice atteso che l'autorità giudiziaria è chiamata ad applicare la legge e non una normativa amministrativa interna. Pertanto, l'assenza di una legge specifica importa non certo il ricorso alle regole interne di naming, bensì il ricorso all'analogia e quindi alle disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe alla fattispecie relativa all'utilizzo dei nomi a dominio.
  • Anonimo scrive:
    Assurdo...
    ... l'ha registrato prima... si chiama effettivamente Armani... lo usa per lavoro!!! O_O ditemi che non è vero... povero disgraziato!!!!! spero non capiti a me una cosa simile... cmq... vergogna per chi ha emesso una sentenza così stupida!!!!!
    • ryoga scrive:
      Re: Assurdo...
      :D alla faccia dell'ipocrisia......Ha il suo stesso cognome, l'ha registrato prima....chissa' cosa pensava quando l'ha registrato ( ho la pubblicita' gratis che viene indotta dal mio cognome....non devo pianificare nessuna spesa di marketing perche' mi arrivano gia' 10.000 utenti al giorno.... )Luca Armani lotta per il suo cognome.Ma quello nessuno glielo tocca. Hanno solo toccato il dominio che "dovrebbe" essere di Giorgio Armani.Saluti
      • Gallone scrive:
        Re: Assurdo...
        - Scritto da: ryoga
        :D alla faccia dell'ipocrisia......

        Ha il suo stesso cognome, l'ha registrato
        prima....
        chissa' cosa pensava quando l'ha registrato
        ( ho la pubblicita' gratis che viene indotta
        dal mio cognome....non devo pianificare
        nessuna spesa di marketing perche' mi
        arrivano gia' 10.000 utenti al giorno.... )

        Luca Armani lotta per il suo cognome.
        Ma quello nessuno glielo tocca. Hanno solo
        toccato il dominio che "dovrebbe" essere di
        Giorgio Armani.

        SalutiSì ma dovrebbe perchè?Perchè G armani ha il nome allora gli altri non possono averlo?Internet è bella per questo (ultimamente un po' meno)Tu come io come chiunque altro siamo virtualmente allo stesso livello delle grandi aziende, è questo che il giudice non ha capito.
        • ryoga scrive:
          Re: Assurdo...
          - Scritto da: Gallone
          - Scritto da: ryoga

          Luca Armani lotta per il suo cognome.

          Ma quello nessuno glielo tocca. Hanno solo

          toccato il dominio che "dovrebbe" essere
          di

          Giorgio Armani.
          Sì ma dovrebbe perchè?
          Perchè G armani ha il nome allora gli altri
          non possono averlo?
          Internet è bella per questo (ultimamente un
          po' meno)
          Tu come io come chiunque altro siamo
          virtualmente allo stesso livello delle
          grandi aziende, è questo che il giudice non
          ha capito.Dovrebbe perche' ha speso miliardi in pubblicita' in tutto il mondo, e perche' da un errore ( non esserselo registrato in tempo ), non si puo' gettare al vento fior di miliardi.Internet e' bella perche' siamo tutti uguali, ma sono anni ormai, che la legge e' entrata nelle strade della rete ( vi piace quando viene mandato in galera un virus writer? vi piace quando viene mandato in galera un dialerista? vi piace quando viene mandato in galera uno spammer? ) e quindi ora si deve sottostare a varie leggi.....purtroppo
          • Anonimo scrive:
            Re: Assurdo...
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Gallone

            - Scritto da: ryoga


            Luca Armani lotta per il suo cognome.


            Ma quello nessuno glielo tocca. Hanno
            solo


            toccato il dominio che "dovrebbe"
            essere

            di


            Giorgio Armani.


            Sì ma dovrebbe perchè?

            Perchè G armani ha il nome allora gli
            altri

            non possono averlo?

            Internet è bella per questo (ultimamente
            un

            po' meno)

            Tu come io come chiunque altro siamo

            virtualmente allo stesso livello delle

            grandi aziende, è questo che il giudice
            non

            ha capito.


            Dovrebbe perche' ha speso miliardi in
            pubblicita' in tutto il mondo, e perche' da
            un errore ( non esserselo registrato in
            tempo ), non si puo' gettare al vento fior
            di miliardi.
            ryoga, detto in 2 parole, senza offesa e fuori dai denti: la tua personale visione di Internet mi fa schifo.Secondo te sono tutti fessi al mondo che non si riese a combattere i virus writer ?Sono tutte fesse le legislazioni del mondo perche' non riescono a combattere lo spamming ?Sono tutte fessi i governi del mondo perche' non riescono a combattere i dialeristi ?Certo, NOI abbiamo la soluzione: la polizia !!!Ma vedi, capisco la tua voglia di capirci qualcosa, ma Internet non e' stata pensata per questo, e nessun tribunale e nessuna legge (perdipiu' isolata alla sola italietta berlusconiana) riuscira' a fare qualcosa. Bisogna rassegnarsi.Ci saranno sempre persone come noi che nn ve la fanno passare (almeno ci provano)
            Internet e' bella perche' siamo tutti
            uguali, ma sono anni ormai, che la legge e'
            entrata nelle strade della rete ( vi piace
            quando viene mandato in galera un virus
            writer? No
            vi piace quando viene mandato in
            galera un dialerista? NO !!!! ma che cavolo dici ? Non sono dialerista, ma essere dialeristi non mi sembra sia mai stato considerato un crimine e per di piu' nessuno e' mai stato condannato per essere dialerista.Un dalerista non e' ne piu' ne meno che un WebMaster a pagamento.
            vi piace quando viene
            mandato in galera uno spammer? Noneeee !!!!
            ) e quindi
            ora si deve sottostare a varie
            leggi.....purtroppoMi sa che e' troppo complicato spiegarti cosa significa liberta'.GM
          • ryoga scrive:
            Re: Assurdo...
            - Scritto da: Anonimo

            Dovrebbe perche' ha speso miliardi in

            pubblicita' in tutto il mondo, e perche'
            da

            un errore ( non esserselo registrato in

            tempo ), non si puo' gettare al vento fior

            di miliardi.



            ryoga,
            detto in 2 parole, senza offesa e fuori dai
            denti: la tua personale visione di Internet
            mi fa schifo.A me fa schifo il fatto di sfruttare un qualcosa di famoso per aver un introito megagalattico.
            Secondo te sono tutti fessi al mondo che non
            si riese a combattere i virus writer ?Mai detto questo
            Sono tutte fesse le legislazioni del mondo
            perche' non riescono a combattere lo
            spamming ?Mai detto questo
            Sono tutte fessi i governi del mondo perche'
            non riescono a combattere i dialeristi ?Mai detto questo
            Certo, NOI abbiamo la soluzione: la polizia !!!Parlavo di nomi a dominio. Di quando i .it non esistevano ed i .com erano gia' stati assaliti dagli sfruttatori che compravano un dominio a 35$ e lo rivendevano a 3500$.Ma sembra che tu all'epoca dormivi o non sapevi neanche dell'esistenza della scheda di rete.
            Ma vedi, capisco la tua voglia di capirci
            qualcosa, ma Internet non e' stata pensata
            per questo, e nessun tribunale e nessuna
            legge (perdipiu' isolata alla sola italietta
            berlusconiana) riuscira' a fare qualcosa.
            Bisogna rassegnarsi.:D e chissa' perche' pian pianino si sta seguendo la mia strada e non la tua. In tutto il mondo....non solo in Italia....
            Ci saranno sempre persone come noi che nn ve
            la fanno passare (almeno ci provano)Quelli che vanno in piazza con l'arcobaleno e che mandano una parte "sacrificabile" in giro con la tuta nera a distruggere tutto? ( Non farmi essere cattivo su! )

            entrata nelle strade della rete ( vi piace

            quando viene mandato in galera un virus

            writer?

            NoEppure viene mandato in galera perche' qualcuno ha fatto la denuncia.

            vi piace quando viene mandato in

            galera un dialerista?

            NO !!!! ma che cavolo dici ? Non sono
            dialerista, ma essere dialeristi non mi
            sembra sia mai stato considerato un crimine
            e per di piu' nessuno e' mai stato
            condannato per essere dialerista.Uhm.....ma le leggi le notizie? C'e' il reato di truffa ai danni dei consumatori, ci sono una serie di processi in corso e tu dici che nessun dialerista e' stato condannato?
            Un dalerista non e' ne piu' ne meno che un
            WebMaster a pagamento.Ma sciacquati la bocca va! ( ora mi son ink* ) Che ***** significa che un dialerista e' uguale ad un WebMaster a pagamento? Chi fa i siti e si fa pagare per averli messi su, e' un ladro ed un truffatore?Si deve lavorare gratis? Poi vengo a mangiare a casa tua giusto?Ma che visione del ******* hai?

            vi piace quando viene

            mandato in galera uno spammer?

            Noneeee !!!!Eppure qualcuno si muove per denunciare tutto cio'.....
            Mi sa che e' troppo complicato spiegarti
            cosa significa liberta'.Ed e' anche troppo complesso spiegarti cosa significa la "responsabilita'".
      • Anonimo scrive:
        Se Luigi Italia o Marcello Vaticano...
        Volessero registrare il proprio dominio?... Siamo seri. Alcune imprese sono un patrimonio per il nostro paese, un patrimonio di immagine, cultura, occupazione, know-how... la contrapposizione del sig. Luca è solo ideologica ed in punta di diritto non sta in piedi. Fossi stato il giudice avrei dato la medesima sentenza. Non si può mandare avanti un Paese nel mercato globale essendo più realisti del re. I marchi che esprimono il made in italy vanno tutelati altrimenti il mio amico Giacomo Ferrari... una mattina si sveglia... insomma dai. Siamo realisti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se Luigi Italia o Marcello Vaticano.
          ma sì dai! siamo realisti e rassegnamoci ......tra qualche anno ci staccheranno le insegne davanti al negozio se avremo la sfiga di portare un cognome che è pure un marchio.E sì che quando microsoft ha asserito che "windows" era parola sua pure i giudici gli hanno riso dietro....mah!Buone feste ragazzi
          • Anonimo scrive:
            Re: Se Luigi Italia o Marcello Vaticano.
            - Scritto da: Anonimo
            ma sì dai! siamo realisti e rassegnamoci
            ......tra qualche anno ci staccheranno le
            insegne davanti al negozio se avremo la
            sfiga di portare un cognome che è pure un
            marchio.
            E sì che quando microsoft ha asserito che
            "windows" era parola sua pure i giudici gli
            hanno riso dietro....mah!
            Buone feste ragazziGli e' andata male perche' non viveva in Italia.Qui gli avrebbero dato ragione.IMHOGM
          • Anonimo scrive:
            Re: Se Luigi Italia o Marcello Vaticano.
            Certo perchè è la stessa cosa un negozio Armani Timbri a Poggibonsi e un dominio raggiungibile da 5 miliardi di persone al mondo? La tutela del marchio è una delle cose che ci distingue dai popoli commercialmente barbari dalla pelle gialla... Sia risarcito in modo congruo il buon Luca Armani e mettiamo fine a questa pantomima
          • ryoga scrive:
            Re: Se Luigi Italia o Marcello Vaticano.
            - Scritto da: Anonimo
            Certo perchè è la stessa cosa un negozio
            Armani Timbri a Poggibonsi e un dominio
            raggiungibile da 5 miliardi di persone al
            mondo? La tutela del marchio è una delle
            cose che ci distingue dai popoli
            commercialmente barbari dalla pelle
            gialla... Giusto
            Sia risarcito in modo congruo il buon Luca
            Armani e mettiamo fine a questa pantomima1000 euro non un soldo in +....altrimenti possiamo pensare che l'ha fatto per cybersquatting....no? :)
  • Anonimo scrive:
    soldi ?!?
    secondo me una spa ha le sue ragioni di esistere, e dite quel ceh voelte ma giorgio armani non ha creato la sua spa solo guardando il soffitto, si sarà sbattuto un pochino no? quindi qui non e' che vediamo il povero cittadino indifeso che combatte contro la grande società, sono due commercianti in fin dei conti..che vogliono la stessa cosa, e alla fine ha vinto il più importante (che poi sia il piu ricco e' un altra cosa) penso che se ci fosse stata una società chiamata armani che faceva beneficenza in africa.. che fosse stata famosa in tutto il mondo avrebbe vinto comunque..- luca armani e' pazzo secondo me a fare lo sciopero della fame, mi sembrano i capricci di un bambino viziato ha una famiglia un lavoro.. che caxx glie ne frega di avere registrato armani.it invece che timbriarmani.it o altro? e' solo una scusa per farsi pubblicità, chi conosceva prima i timbri armani? :)anche lui, sicuramente quando ha registrato armani.it come sito per la società lo ha registrato ben conoscendo la armani spa e sperando di "rubare" grazie al sito qualche cliente in più(che magari digitava armani.it sperando di trovare la armani spa) se no avrebbe sicuramente scelto un altro nome per la sua società. infondo armani.it lui non ne ha fatto un sito con le sue foto di famiglia (con cognome armani che tanto sbandiera a destra e a manca) ne ha fatto un sito per la sua azienda..dal sito armani.it si leggono cose tipo 4) condannare il convenuto al risarcimento in favore della Giorgio Armani s.p.a. di tutti i danni dalla stessa patiti e patiendi in conseguenza di tutti gli illeciti sopra indicati, in misura da liquidarsi in via equitativa e comunque non inferiore ad euro 300.000;beh questa cosa non la vedo molto giusta, non e' carino da armani spa chiedere una simile cifra, la vittoria gli dovrebbe bastare, queste cose cmq succedono in italia dove non e' possibile rivendere i domini .it perche altrimenti sono sicuro che la faccenda si sarebbe risolta con qualche decina di migliaio di euro a favore di luca senza cause, processi e scioperi della fame. comunque luca armani il cognome armani non e' tuo :) mia figlia se no la chiamo coca-cola, così magari diventa migliardaria facendo causa al noto marchio, infondo lei... il suo nome.. mica se l'e' scelto!By Vigotti Francesco. 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: soldi ?!?
      che vuol dire che luca armani lo ha registrato prima? mica e' la corsa all'oro che chi tardi arriva male alloggia.. allora rimettiamoci tutti alla legge del taglione e torniamo nel medioevo che tanto e' =..la sentenza dal punto di vista economico e' stata sbaglaita secondo me.. infondo giorno armani non ha bisogno dei soldi di luca, QUESTO LO DICI TU!!! SECONDO TE LA RAGAZZINA SEDICENNE PIUTTOSTO CHE L'IMPIEGATA TRANTENNE CHE VOGLIONO VESTIRSI CON LE ULTIME CREAZIONI DELL' ODIOSO SARTO UNA VOLTA CHE SI SONO TROVATE DAVANTI IL TIMBRO DA UFFICIO SUL MONITOR CORRONO A COMPRARLO PRESE DA IMPROVVISA LIBIDINE? MA NON ESSERE RIDICOLO! mah smettila e' tutta pubblicità che cazz centra il targhet della puibblicità non si misura con 100% o 0% che cosa centro quello che hai scritto? significa che se sul sito di punto informatico mettono un banner che pubblicizza le nike sarebbe inutile perhce secondo te.. : CORRONO A COMPRARLO PRESE DA IMPROVVISA LIBIDINE? MA NON ESSERE RIDICOLO! eh si ahi ragioneo la libidine prende... o la pubblicità e' inutile eh?quest'ultima tua frase dovresti mandarla a mediaset o meglio a pubblitalia80.. che magari e' inutile che mandano tanta pubblicità .. la gente quando vede lo sciampoo sul televisore mica corre a comprarlo.. magari volevano solo guaradre un film di azione o il telegiornale.. cosa centra con lo shampoo? perhce non corri a dirglielo! sicuramente hai ragione :) hahahahamadò che ridere.. va beh mi fermo :)Francesco Vigotti
      • Anonimo scrive:
        Re: soldi ?!?
        Guardate che le regole della naming authority non hanno valore di legge, il problema appunto è che non c'è una legge a riguardo e allora il giudice ha dovuto fare riferimento solo alla normativa sui marchi dove non c'è nessun riferimento riguardo ai domini internet.Queste sono le cose che succedono quando c'è un vuoto normativo.
        • Anonimo scrive:
          Re: soldi ?!?
          - Scritto da: Anonimo
          Guardate che le regole della naming
          authority non hanno valore di legge, il
          problema appunto è che non c'è una legge a
          riguardo e allora il giudice ha dovuto fare
          riferimento solo alla normativa sui marchi
          dove non c'è nessun riferimento riguardo ai
          domini internet.
          Queste sono le cose che succedono quando c'è
          un vuoto normativo.Sì, buona responsabilità è del vuoto normativo.. ma anche nella situazione di vuoto è tutt'altro che scontata l'interpretazione alla base della sentenza per cui per ANALOGIA la legge marchi debba valere per i nomi a dominio..
          • Anonimo scrive:
            Re: soldi ?!?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Guardate che le regole della naming

            authority non hanno valore di legge, il

            problema appunto è che non c'è una legge a

            riguardo e allora il giudice ha dovuto
            fare

            riferimento solo alla normativa sui marchi

            dove non c'è nessun riferimento riguardo
            ai

            domini internet.

            Queste sono le cose che succedono quando
            c'è

            un vuoto normativo.

            Sì, buona responsabilità è del vuoto
            normativo.. ma anche nella situazione di
            vuoto è tutt'altro che scontata
            l'interpretazione alla base della sentenza
            per cui per ANALOGIA la legge marchi debba
            valere per i nomi a dominio..Giusto, non sono un' avvocato, ma il LIBERO ARBITRIO che ha permesso l' ANALOGIA tra MARCHIO e i NOMI A DOMINIO, chi accidenti se la e' inventata ?Non mi sembra esista in nessuna parte del mondo, tranne che qui ( come al solito, ci facciamo sempre riconoscere da tutti eh :-( )GM
          • Anonimo scrive:
            Re: soldi ?!?
            -

            Sì, buona responsabilità è del vuoto

            normativo.. ma anche nella situazione di

            vuoto è tutt'altro che scontata

            l'interpretazione alla base della sentenza

            per cui per ANALOGIA la legge marchi
            debba

            valere per i nomi a dominio..

            Giusto, non sono un' avvocato, ma il LIBERO
            ARBITRIO che ha permesso l' ANALOGIA tra
            MARCHIO e i NOMI A DOMINIO, chi accidenti se
            la e' inventata ?
            Non mi sembra esista in nessuna parte del
            mondo, tranne che qui ( come al solito, ci
            facciamo sempre riconoscere da tutti eh :-(
            )

            GMQuel "LIBERO ARBITRIO" è in realtà lo spazio che ha il giudice per interpretare e appllicare la legge... solo che l'applicazione in ANALOGIA è opinabile e discutibile, tant'è che ora si discuterà in appello.. questo formalmente.. però è chiara la sproporzione di forza dei soggetti in causa...
          • Anonimo scrive:
            Re: soldi ?!?
            - Scritto da: Anonimo

            Sì, buona responsabilità è del vuoto

            normativo.. ma anche nella situazione di

            vuoto è tutt'altro che scontata

            l'interpretazione alla base della sentenza

            per cui per ANALOGIA la legge marchi
            debba

            valere per i nomi a dominio..

            Giusto, non sono un' avvocato, ma il LIBERO
            ARBITRIO che ha permesso l' ANALOGIA tra
            MARCHIO e i NOMI A DOMINIO, chi accidenti se
            la e' inventata ?Art. 12 comma II delle disposizioni sulla legge in generale, le trovi in apertura di qualunque edizione del codice civile.
            Non mi sembra esista in nessuna parte del
            mondo, tranne che qui ( come al solito, ci
            facciamo sempre riconoscere da tutti eh :-(
            )Il ricorso all'analogia e' immanente a tutti i sistemi giuridici moderni, tanto di civil law che di common law.[giusto per fare un esempio: http://www.admin.ch/ch/i/ff/2003/3914.pdf]Gianluca
      • Anonimo scrive:
        Re: soldi ?!?
        Il punto secondo me è uno solo, ne luca ne Giorgio hanno diritto a qualcosa soltanto perchè sono stati chiamati con quel nome, chi dei due ha registrato per primo il dominio deve averlo punto e basta, sia che sia il famoso stilista sia che sia un artigiano sia che sia io(gabriele) sia che sia mia nonna, mia zia, la legge parla chiaro e mi sbalordisco che un giudice abbia dato ragione, almeno per il momento, a Giorgio Armani che (da come ho capito) non ha registrato il marchio.
      • Anonimo scrive:
        Re: soldi ?!?
        -

        QUESTO LO DICI TU!!! SECONDO TE LA RAGAZZINA
        SEDICENNE PIUTTOSTO CHE L'IMPIEGATA
        TRANTENNE CHE VOGLIONO VESTIRSI CON LE
        ULTIME CREAZIONI DELL' ODIOSO SARTO UNA
        VOLTA CHE SI SONO TROVATE DAVANTI IL TIMBRO
        DA UFFICIO SUL MONITOR
        CORRONO A COMPRARLO PRESE DA IMPROVVISA
        LIBIDINE? ..


        mah smettila e' tutta pubblicità che cazz
        centra il targhet della puibblicità non si
        misura con 100% o 0% che cosa centro quello
        che hai scritto? significa che se sul sito
        di punto informatico mettono un banner che
        pubblicizza le nike sarebbe inutile perhce
        secondo te.. : CORRONO A COMPRARLO PRESE DA
        IMPROVVISA LIBIDINE? ...!
        eh si ahi ragione
        o la libidine prende... o la pubblicità e'
        inutile eh?

        quest'ultima tua frase dovresti mandarla a
        mediaset o meglio a pubblitalia80.. che
        magari e' inutile che mandano tanta
        pubblicità .. la gente quando vede lo
        sciampoo sul televisore mica corre a
        comprarlo.. magari volevano solo guaradre un
        film di azione o il telegiornale.. cosa
        centra con lo shampoo? perhce non corri a
        dirglielo! sicuramente hai ragione :)
        hahahaha
        madò che ridere.. va beh mi fermo :)

        Francesco VigottiCARO FRANCESCO,TI SFUGGE UN PICCOLO MA FONDAMENTALE PARTICOLARE. TUTTI USIAMO GLI SHAMPOO, COSI' COME CENTINAIA DI ALTRI PRODOTTI E SERVIZI CHE USIAMO NELLA VITA QUOTIDIANA.. MA DIMMI QUANTE PERSONE CONOSCI CHE SI SIANO MAI COMPRATE UN TIMBRO DA UFFICIO PER USARLO IN CASA!!! LA DISTINZIONE E' TRA BENI DI CONSUMO E BENI STRUMENTALI ( O INDUSTRIALI, O DI INVESTIMENTO, CHE DIR SI VOGLIA)- SU RAI E MEDIA SET TROVI PUBBLICIZZATO DI TUTTO MA NON TROVERAI MAI SPOT DI ARATRI E TRATTORI, FRESATRICI INDUSTRIALI O ALTOFORNI PER FARE LA GHISA...STAI BENE::
      • Anonimo scrive:
        Re: soldi ?!?
        -
        LO DICI TU!!! SECONDO TE LA RAGAZZINA
        SEDICENNE PIUTTOSTO CHE L'IMPIEGATA
        TRANTENNE CHE VOGLIONO VESTIRSI CON LE
        ULTIME CREAZIONI DELL' ODIOSO SARTO UNA
        VOLTA CHE SI SONO TROVATE DAVANTI IL TIMBRO
        DA UFFICIO SUL MONITOR
        CORRONO A COMPRARLO PRESE DA IMPROVVISA
        LIBIDINE? ..


        mah smettila e' tutta pubblicità che cazz
        centra il targhet della puibblicità non si
        misura con 100% o 0% che cosa centro quello
        che hai scritto? significa che se sul sito
        di punto informatico mettono un banner che
        pubblicizza le nike sarebbe inutile perhce
        secondo te.. : CORRONO A COMPRARLO PRESE DA
        IMPROVVISA LIBIDINE? ...!
        eh si ahi ragione
        o la libidine prende... o la pubblicità e'
        inutile eh?

        quest'ultima tua frase dovresti mandarla a
        mediaset o meglio a pubblitalia80.. che
        magari e' inutile che mandano tanta
        pubblicità .. la gente quando vede lo
        sciampoo sul televisore mica corre a
        comprarlo.. magari volevano solo guaradre un
        film di azione o il telegiornale.. cosa
        centra con lo shampoo? perhce non corri a
        dirglielo! sicuramente hai ragione
        hahahaha
        madò che ridere.. va beh mi fermo

        Francesco Vigotti CAro Franceso, ti sfugge un piccolo ma essenziale particolare: tutti nella vita quotidiana usiamo gli shampoo, come i vestiti, come , così come centinaia di altri prodotti e servizi FINALI in quanto CONSUMATORI. Ma dimmi sinceramente quante persone, non titolari di partita IVA, conosci che si siano mai comprate dei timbri da ufficio per farne uso personaleLa distinzione trascuri (come l'ha ignorata il giudice- e per questo la sentenza è iniqua) è fra beni STRUMENTALI (o industriali o di investimento che dir si voglia) che a loro volta entrano nel ciclo produttivo e beni e servizi FINALI . Guarda pure RAI e Mediaset quanto vuoi ma non troverai MAI spot di aratri e trattori, di fresatrici automatiche e di altoforni perfare la ghisa..Stai bene e in pace...RV
        • Anonimo scrive:
          Re: soldi ?!?

          CAro Franceso, ti sfugge un piccolo ma
          essenziale particolare: tutti nella vita
          quotidiana usiamo gli shampoo, come i
          vestiti, come , così come centinaia di
          altri prodotti e servizi FINALI in quanto
          CONSUMATORI.
          Ma dimmi sinceramente quante persone, non
          titolari di partita IVA, conosci che si
          siano mai comprate dei timbri da ufficio per
          farne uso personale
          La distinzione trascuri (come l'ha ignorata
          il giudice- e per questo la sentenza è
          iniqua) è fra beni STRUMENTALI (o
          industriali o di investimento che dir si
          voglia) che a loro volta entrano nel ciclo
          produttivo e beni e servizi FINALI . Guarda
          pure RAI e Mediaset quanto vuoi ma non
          troverai MAI spot di aratri e trattori, di
          fresatrici automatiche e di altoforni
          perfare la ghisa..
          Stai bene e in pace...
          RVoh si sicuramente tu sei intelligente pubblicità server ibm da 200 milioni io non ne ho mai viste su italia1?o microsoft business che aiuta la tua impresa?o perche no tutti hanno una jaguaro altri esempi che ora non mi vengono in mente ... non guardo troppa tv.. però basta pensarci e gli esempi solo lampanti.. che ne so ... la pubblicità del nuovo sony ultrapiatto (televisore da 6 000 ? lo hanno tutti eh? ) forse sono di più quelli che han un timbro da ufficio..ma che cavolo stai dicendo? non tutta la pubblicità viene fatta solo perchè lo usano tutti!!!se non sai di cosa stai parlando.. parla d'altro perfavore.comunque se non si è fatto pubblicità sto qui.. solo il fatto di registrare armani.it e' stata una sua trovata pubblicitaria l'ho gia detto.almeno lo ammettesse invece di fare la vittima che vuole solo in dominio come il suo cognome.e comunque se scrivo armani.it voglio la armani spa di giorgio,Francesco Vigotti
      • avvelenato scrive:
        Re: soldi ?!?
        - Scritto da: Anonimo
        che vuol dire che luca armani lo ha
        registrato prima? mica e' la corsa all'oro
        che chi tardi arriva male alloggia.. allora
        rimettiamoci tutti alla legge del taglione e
        torniamo nel medioevo che tanto e' =..


        la sentenza dal punto di vista economico e'
        stata sbaglaita secondo me.. infondo giorno
        armani non ha bisogno dei soldi di luca,


        QUESTO LO DICI TU!!! SECONDO TE LA RAGAZZINA
        SEDICENNE PIUTTOSTO CHE L'IMPIEGATA
        TRANTENNE CHE VOGLIONO VESTIRSI CON LE
        ULTIME CREAZIONI DELL' ODIOSO SARTO UNA
        VOLTA CHE SI SONO TROVATE DAVANTI IL TIMBRO
        DA UFFICIO SUL MONITOR
        CORRONO A COMPRARLO PRESE DA IMPROVVISA
        LIBIDINE? MA NON ESSERE RIDICOLO!


        mah smettila e' tutta pubblicità che cazz
        centra il targhet della puibblicità non si
        misura con 100% o 0% che cosa centro quello
        che hai scritto? significa che se sul sito
        di punto informatico mettono un banner che
        pubblicizza le nike sarebbe inutile perhce
        secondo te.. : CORRONO A COMPRARLO PRESE DA
        IMPROVVISA LIBIDINE? MA NON ESSERE RIDICOLO!
        eh si ahi ragione
        o la libidine prende... o la pubblicità e'
        inutile eh?

        quest'ultima tua frase dovresti mandarla a
        mediaset o meglio a pubblitalia80.. che
        magari e' inutile che mandano tanta
        pubblicità .. la gente quando vede lo
        sciampoo sul televisore mica corre a
        comprarlo.. magari volevano solo guaradre un
        film di azione o il telegiornale.. cosa
        centra con lo shampoo? perhce non corri a
        dirglielo! sicuramente hai ragione :)
        hahahaha
        madò che ridere.. va beh mi fermo :)

        Francesco Vigottipenso che la chiusura di un sacco di megaportaloni (ho appena letto della chiusura di Vivacity) ti dia torto.la pubblicità non targettizzata funziona poco, e meno su internet, dove se a qualcuno interessa qualcosa, se la cerca su di un motore di ricerca.e trovo veramente scandaloso che non solo non si prenda in considerazione l'eventualità che un comune mortale possa cercare su di un motore di ricerca quello che "ricerca", ma addirittura si vuol far di tutto perché questi non servano a nulla... mahforse ryoga ci ha visto giusto, e fra poco google chiederà il pedaggio?mah.sarebbe la buona volta che internet chiude.
    • Anonimo scrive:
      Re: soldi ?!?
      Scritto da: Anonimo
      secondo me una spa ha le sue ragioni di
      esistere, e dite quel ceh voelte ma giorgio
      armani non ha creato la sua spa solo
      guardando il soffitto, si sarà sbattuto un
      pochino no? quindi qui non e' che vediamo il
      povero cittadino indifeso che combatte
      contro la grande società, sono due
      commercianti in fin dei conti..che vogliono
      la stessa cosa, e alla fine ha vinto il più
      importante (che poi sia il piu ricco e' un
      altra cosa) *********Dimentichi che Luca Armani ha registrato prima!!!!
      - luca armani e' pazzo secondo me a fare lo
      sciopero della fame, mi sembrano i capricci
      di un bambino viziato ha una famiglia un
      lavoro.. che caxx glie ne frega di avere
      registrato armani.it invece che
      timbriarmani.it o altro? e' solo una scusa
      per farsi pubblicità, chi conosceva prima i
      timbri armani? ***********Lo sciopero della fame è uno strumento legittimo per asttirare l'attenzione dei media.. ricordati comunque che la sentenza non è stata "indolore " dal punto di vista economico: 10mila euro solo di oneri legali, 500 per ogni giorno d'uso del dominio etc., sono sufficienti per mettere "lavoro" e "famiglia" in ginocchio
      anche lui, sicuramente quando ha registrato
      armani.it come sito per la società lo ha
      registrato ben conoscendo la armani spa e
      sperando di "rubare" grazie al sito qualche
      cliente in più(che magari digitava armani.it
      sperando di trovare la armani spa) *********QUESTO lo dici tu!!! Secondo te secondo te la ragazzina sedicenne piuttosto che l'impiegata trentenne che vogliano vestirsi con le ultime novità dell'odioso sarto, una volta che si siano trovate nel monitor il timbro da ufficio correranno ad acquistarlo prese da improvvisa libidine ?

      comunque luca armani il cognome armani non
      e' tuo ******Ah no? e di chi allora? Cosa vorresti sostenere? Che il cognome è una concessione del suo omonimo sarto?
      • Anonimo scrive:
        Re: soldi ?!?
        [cuttone]
        ***********Lo sciopero della fame è uno
        strumento legittimo per asttirare
        l'attenzione dei media.. ricordati comunque
        che la sentenza non è stata "indolore " dal
        punto di vista economico: 10mila euro solo
        di oneri legali, 500 per ogni giorno d'uso
        del dominio etc., sono sufficienti per
        mettere "lavoro" e "famiglia" in ginocchio
        [cuttone]Ehm, sono d' accordo con tutto quello che dici, ma vorrei solo precisare che per ogni giorno di uso del dominio sono 5000 euro e non 500. Che non lo mettono in ginocchio, lo mettono proprio supino....Firma anche tu la petizione per Luca Armani, per la liberta' su Internet:http://www.petitiononline.com/25032003/petition.htmlGM
  • Anonimo scrive:
    www.timbriarmani.it
    www.armanitimbri.itwww.timbrificioarmani.itwww.armanititimbratutto.itwww.timbroiochetimbraarmani.itQuesto signore continua?!Mi sembra Montanelli quando voleva che la tipografia continuasse a stampargli il giornale in virtù del diritto di stampa e della libertà di parola/espressione anche se non pagava il tipografo da mesi...Via, sono mesi e mesi che si parla di sto Armani...il diritto al cognome è un pravento... PS. come si chiama la sua ditta? come è registrata? come è la sua carta intestata?PI basta con questa storia!
    • Anonimo scrive:
      Re: www.timbriarmani.it
      - Scritto da: Anonimo
      www.armanitimbri.it
      www.timbrificioarmani.it
      www.armanititimbratutto.it
      www.timbroiochetimbraarmani.it
      Questo signore continua?!
      Mi sembra Montanelli quando voleva che la
      tipografia continuasse a stampargli il
      giornale in virtù del diritto di stampa e
      della libertà di parola/espressione anche se
      non pagava il tipografo da mesi...
      Via, sono mesi e mesi che si parla di sto
      Armani...il diritto al cognome è un
      pravento...
      PS. come si chiama la sua ditta? come è
      registrata? come è la sua carta intestata?

      PI basta con questa storia!Dimentichi che Luca Armani ha registrato per primo ed ha usato il suo effettivo cognome. Nessuno può accusarlo di cibersquattering. Non capisco tutto questo livore nei suoi confronti... non è che lavorate tutti per Armani (il sarto checca) o per i suoi studi legali?
      • Anonimo scrive:
        Re: www.timbriarmani.it
        bah sul fatto che sia checca non ci vedo niente di male..il cercare di usare l'aggettivo in modo dispregiativo non e' molto simpatico da parte tua,comunque sul fatto di averlo registrato prima:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=504996e poi luca armani ha registrato armani.it ben consapevole di ciò a cui andava incontro e se gli serviva solo un sito per il suo timbrificio (il cui fulcro dell'attività non e' certo online e non e' certo da internet che arriva la stragrande maggioranza dei clienti) poteva anceh cambiare nome o registare qualsiasi altro dominio.il fatto del cognome non significa niente! ma proprio niente! zero assoluto, e' solo una scusa per farsi seguire i media e fare la vittima, oh poverino gli rubano il cognome oh, perde la sua identità, oh tutti hanno un cognome, nessuno e' al sicuro da queste multinazionali cattive cattive... oh che paura.Vigotti Francesco
        • Anonimo scrive:
          Re: www.timbriarmani.it
          [cut del fattore omosessualita']
          e poi luca armani ha registrato armani.it
          ben consapevole di ciò a cui andava incontro
          e se gli serviva solo un sito per il suo
          timbrificio (il cui fulcro dell'attività non
          e' certo online e non e' certo da internet
          che arriva la stragrande maggioranza dei
          clienti) poteva anceh cambiare nome o
          registare qualsiasi altro dominio.
          Cioe' secondo te uno che ha un cognome famoso dovrebbe astenersi A PRIORI di registrare un dominio con il proprio cognome ?Questo significa essere nati con le chiappe aperte.Essere nati schiavi.
          il fatto del cognome non significa niente!
          ma proprio niente! zero assoluto, e' solo
          una scusa per farsi seguire i media e fare
          la vittima, oh poverino gli rubano il
          cognome oh, perde la sua identità, oh tutti
          hanno un cognome, nessuno e' al sicuro da
          queste multinazionali cattive cattive... oh
          che paura.
          Oh poverino il 'signor' Giorgio Armani invece che con tutto il suo 'potere' va a piagnucolare nei tribunali. Lui si che e' una vittima ..... un povero disgraziato come Giorgio Armani..... gli tolgono i pane di bocca poverino....lui che e' un povero pezzente.
          Vigotti FrancescoLunga vita a Luca ArmaniFirma la petizione:http://www.petitiononline.com/25032003/petition.htmlGM
          • Anonimo scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            Davvero...io mi sento di essere solidale con Luca anche se sta assumendo, a mio parere, un tono da fondamentalista che si appresta al martirio per una causa a suo parere fondamentale per il riconoscimento dei diritti universali mentre in fondo si tratta di una cosa che dovrebbe in fondo essere un tantino ridimensionata; ma è solo la mia opinione.Quanto alla petizione mi pare una boiata!!! ma che vuol dire??? Cosa si firma?? cosa si chiede?? e a chi???Mi suona come quel finto interesse o impegno sociale didascalico che si vede nei programmi di Maurizio Costanzo quando qualcuno afferma che la guerra è male e la gente si alza a fare la standing ovation... brrr da provare imbarazzo.Sabbione
          • Anonimo scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo
            Davvero...

            io mi sento di essere solidale con Luca
            anche se sta assumendo, a mio parere, un
            tono da fondamentalista che si appresta al
            martirio per una causa a suo parere
            fondamentale per il riconoscimento dei
            diritti universali mentre in fondo si tratta
            di una cosa che dovrebbe in fondo essere un
            tantino ridimensionata; ma è solo la mia
            opinione.
            Permettimi di commentare la tua opinione:bisogna uscire dal concetto del timbrificio e dello stilista.E' una questione di principio, di giustizia sociale, dello strapotere e della prepotenza degli potenti sui piu' deboli.Come disse un tale: non mi piace essere uno "zerbino dei potenti e arrogante con i piu' deboli".Spero neanche a voi.
            Quanto alla petizione mi pare una boiata!!!Uhmmm. Se li dici tu con tutti quei punti esclamativi, allora e' sicuramente una boiata ...... :-(
            ma che vuol dire???
            Cosa si firma?? cosa si
            chiede?? Cito:"Non chiedo molto, mi piacerebbe solo ricevere un sostegno morale e magari economico per arrivare almeno al giudizio della Corte di Cassazione in modo da ottenere un giudizio certo e definitivo."Mi sembra che sia scritto in italiano corretto.Cosa ti sfugge ?
            e a chi???Una petizione e' rivolta a chi vuole aderire.Se intendi invece "a chi e' diretta la petizione":Cito:"To: Registration Authority Italiana, Naming Authority Italiana""To" in inglese significa 'A', cioe' il destinatario della petizione.
            Mi suona come quel finto interesse o impegno
            sociale didascalico che si vede nei
            programmi di Maurizio Costanzo quando
            qualcuno afferma che la guerra è male e la
            gente si alza a fare la standing ovation...
            brrr da provare imbarazzo.
            Mai guardato Costanzo e ti consiglio di fare altrettanto, anche solo per igiene mentale (scusate la trollata) e per evitare di postare riferimenti a Costanzo.
            SabbioneGM
          • ryoga scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo
            Se vai a armani.com non ci trovi il sarto.
            Se vai su whitehouse.org non ci trovi la
            casa bianca,
            E via dicendo.

            Il popolo di Internet (come dici tu) non si
            trovera; mai la pappa pronta, precotta e
            predigerita, per fortuna.Lavori per un motore di ricerca e aspetti che si cominci a pagarne l'utilizzo?
            No, in tribunale ce lo ha trascinato il
            'signor' stilista G.Armani.
            Se per NA intendi la Naming Authority, si, e
            dove altro si risolvono le dispute sui nomi
            a dominio secondo te ? Alla polizia ? :-(E secondo te la Naming Authority e' + potente del tribunale? Hai le idee confuse
          • ryoga scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo
            Cioe' secondo te uno che ha un cognome
            famoso dovrebbe astenersi A PRIORI di
            registrare un dominio con il proprio cognome
            ?Uhm vediamo....Luca Armani ha firmato la LAR, e se viene riconosciuto colpevole, deve CHIUDERE l'attivita' per tutti i danni causati ( anzi...dovra' vendersi anche le mutande :D :D :D )
            Questo significa essere nati con le chiappe
            aperte.
            Essere nati schiavi. Non capisco....allora tutti quelli che si chiamano come me e non hanno la possibilita' di avere un dominio del tipo cognome.it ( non ce l'ho neanche io, dato che l'ha registrato un'altro ), sono nati schiavi?
            Oh poverino il 'signor' Giorgio Armani
            invece che con tutto il suo 'potere' va a
            piagnucolare nei tribunali. Lui si che e'
            una vittima ..... un povero disgraziato come
            Giorgio Armani..... gli tolgono i pane di
            bocca poverino....lui che e' un povero
            pezzente.:D Qui si vede a pieno la tua fede politica.Siamo realisti. Siamo pratici.....Chi digita armani.it VUOLE vedere il sito di Giorgio Armani e non quello di Luca..... ( chi ***** lo conosce? )
            Lunga vita a Luca Armanise non mangia non so quanto lunga sara' :D (questa e' cattiva)
            Firma la petizione:No grazie....becco tanto spamming gia' senza.....
          • Anonimo scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo

            Cioe' secondo te uno che ha un cognome

            famoso dovrebbe astenersi A PRIORI di

            registrare un dominio con il proprio
            cognome

            ?

            Uhm vediamo....Luca Armani ha firmato la
            LAR, e se viene riconosciuto colpevole, deve
            CHIUDERE l'attivita' per tutti i danni
            causati ( anzi...dovra' vendersi anche le
            mutande :D :D :D )
            Parla chiaro per favore e evita il 'latinorum' alla Don Abbondio che il Manzoni e' morto da un pezzo.Cogli il fatto che potrebbero esserci tanti lettori che non sanno cosa significa LAR ?

            Questo significa essere nati con le
            chiappe

            aperte.

            Essere nati schiavi.

            Non capisco....allora tutti quelli che si
            chiamano come me e non hanno la possibilita'
            di avere un dominio del tipo cognome.it (
            non ce l'ho neanche io, dato che l'ha
            registrato un'altro ), sono nati schiavi?
            Se arrivano per ultimi, possono comprarselo, sempre che il legittimo proprietario (colui che lo ha registrato per primo) ha voglia di venderlo.Cosa ti sfugge in questa regola che ha sempre regolato l'assegnazione dei nomi a dominio in tutto il mondo da che Internet e' Internet ?

            Oh poverino il 'signor' Giorgio Armani

            invece che con tutto il suo 'potere' va a

            piagnucolare nei tribunali. Lui si che e'

            una vittima ..... un povero disgraziato
            come

            Giorgio Armani..... gli tolgono i pane di

            bocca poverino....lui che e' un povero

            pezzente.

            :D Qui si vede a pieno la tua fede politica.
            Siamo realisti. Siamo pratici.....
            Chi digita armani.it VUOLE vedere il sito di
            Giorgio Armani e non quello di Luca..... (
            chi ***** lo conosce? )
            Ma chi ca220 e' Giorgio Armani ?Non sono obbligato a conoscere un sarto.Non me lo hanno insegnato per forza alla scuola dell' obbligo.E poi quello che vuole vedere 'quello che digita' non e' interessante: sai, l'erba voglio non cresce neanche nel giardino del re.Io dietro armani.it ci voglio vedere il timbrificio. Beh ?


            Lunga vita a Luca Armani

            se non mangia non so quanto lunga sara' :D
            (questa e' cattiva)


            Firma la petizione:

            No grazie....becco tanto spamming gia'
            senza.....Se leggi bene il tuo indirizzo non viene pubblicato proprio per questo motivo. Io ho firmato e di spam non ne ricevo.CiaoGM
          • ryoga scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo
            Parla chiaro per favore e evita il
            'latinorum' alla Don Abbondio che il Manzoni
            e' morto da un pezzo.
            Cogli il fatto che potrebbero esserci tanti
            lettori che non sanno cosa significa LAR ?LAR = Lettere Assunzione Responsabilita'.In questa lettera, viene avvisato il futuro proprietario del dominio (.it) che per qualsiasi problema di ordine giuridico, il proprietario del sito ne risponde in pieno. Nella LAR, viene anche avvisato l'utente (tra gli altri obblighi ) , che non si possono registrare siti aventi nomi di marchi famosi etc.etc.

            di avere un dominio del tipo cognome.it (

            non ce l'ho neanche io, dato che l'ha

            registrato un'altro ), sono nati schiavi?
            Se arrivano per ultimi, possono comprarselo,
            sempre che il legittimo proprietario (colui
            che lo ha registrato per primo) ha voglia di
            venderlo.
            Cosa ti sfugge in questa regola che ha
            sempre regolato l'assegnazione dei nomi a
            dominio in tutto il mondo da che Internet e'
            Internet ?Che quella .it, nata dopo i .com , .net etc.etc, e' stata fatta con qualche regola in +, ed una delle regole, e' appunto quella di non permettere a nessuno la registrazione di nomi a domini facente riferimento a marchi registrati.

            Siamo realisti. Siamo pratici.....

            Chi digita armani.it VUOLE vedere il sito
            di

            Giorgio Armani e non quello di Luca..... (

            chi ***** lo conosce? )
            Ma chi ca220 e' Giorgio Armani ?Uno che nell'arco degli anni, ha speso in pubblicita', qualcosa simile a 1000 volte alla somma che guadagnerai per tutta la vita.Uno che ha basato il proprio commercio sul proprio cognome e che ora vede "donare" ad un tizio qualsiasi il proprio lavoro perche' "ha un cognome uguale al suo".
            E poi quello che vuole vedere 'quello che
            digita' non e' interessante: sai, l'erba
            voglio non cresce neanche nel giardino del
            re.
            Io dietro armani.it ci voglio vedere il
            timbrificio. Beh ?Benissimo...ma dato che tu sei uno, e gli altri 99 vogliono vedere il sito del sarto, allora venga tolto il sito al timbrificio.Oppure quando si comincera' a pagare i motori di ricerca, andro' dal timbrificio a richiedere il risarcimento danni per aver dovuto ricercare il sito dello stilista perche' quello originale e' occupato da un timbrificio della Val Brembana?
          • Anonimo scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo

            Parla chiaro per favore e evita il

            'latinorum' alla Don Abbondio che il
            Manzoni

            e' morto da un pezzo.

            Cogli il fatto che potrebbero esserci
            tanti

            lettori che non sanno cosa significa LAR ?

            LAR = Lettere Assunzione Responsabilita'.
            In questa lettera, viene avvisato il futuro
            proprietario del dominio (.it) che per
            qualsiasi problema di ordine giuridico, il
            proprietario del sito ne risponde in pieno.
            Nella LAR, viene anche avvisato l'utente
            (tra gli altri obblighi ) , che non si
            possono registrare siti aventi nomi di
            marchi famosi etc.etc.



            di avere un dominio del tipo
            cognome.it (


            non ce l'ho neanche io, dato che l'ha


            registrato un'altro ), sono nati
            schiavi?


            Se arrivano per ultimi, possono
            comprarselo,

            sempre che il legittimo proprietario
            (colui

            che lo ha registrato per primo) ha voglia
            di

            venderlo.

            Cosa ti sfugge in questa regola che ha

            sempre regolato l'assegnazione dei nomi a

            dominio in tutto il mondo da che Internet
            e'

            Internet ?

            Che quella .it, nata dopo i .com , .net
            etc.etc, e' stata fatta con qualche regola
            in +, ed una delle regole, e' appunto quella
            di non permettere a nessuno la registrazione
            di nomi a domini facente riferimento a
            marchi registrati.




            Siamo realisti. Siamo pratici.....


            Chi digita armani.it VUOLE vedere il
            sito

            di


            Giorgio Armani e non quello di
            Luca..... (


            chi ***** lo conosce? )


            Ma chi ca220 e' Giorgio Armani ?

            Uno che nell'arco degli anni, ha speso in
            pubblicita', qualcosa simile a 1000 volte
            alla somma che guadagnerai per tutta la
            vita.Cioe' ci si regola in base al modello 740 ?
            Uno che ha basato il proprio commercio sul
            proprio cognome e che ora vede "donare" ad
            un tizio qualsiasi il proprio lavoro perche'
            "ha un cognome uguale al suo".
            No, uno che ha snobbato internet per anni e poi arriva fresco fresco a pretendere questo e quello.

            E poi quello che vuole vedere 'quello che

            digita' non e' interessante: sai, l'erba

            voglio non cresce neanche nel giardino del

            re.

            Io dietro armani.it ci voglio vedere il

            timbrificio. Beh ?

            Benissimo...ma dato che tu sei uno, e gli
            altri 99 vogliono vedere il sito del sarto,Dove la hai letta questa percentuale ?Credi che in Azerbaigian sappiano chi e' un qualunque Armani ?Non e' poi cosi' famoso fuori dal mondo pubblicitario occidentale.
            allora venga tolto il sito al timbrificio.Azz.
            Oppure quando si comincera' a pagare i
            motori di ricerca, andro' dal timbrificio a
            richiedere il risarcimento danni per aver
            dovuto ricercare il sito dello stilista
            perche' quello originale e' occupato da un
            timbrificio della Val Brembana?Va beh, ciaoGM
          • ryoga scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo

            Uno che nell'arco degli anni, ha speso in

            pubblicita', qualcosa simile a 1000 volte

            alla somma che guadagnerai per tutta la

            vita.

            Cioe' ci si regola in base al modello 740 ?No, in base a quanto uno e' famoso nel mondo.

            Uno che ha basato il proprio commercio sul

            proprio cognome e che ora vede "donare" ad

            un tizio qualsiasi il proprio lavoro
            perche'

            "ha un cognome uguale al suo".



            No, uno che ha snobbato internet per anni e
            poi arriva fresco fresco a pretendere questo
            e quello.Ha cercato di comprarlo, ma Luca voleva 10 volte il valore offerto.

            Benissimo...ma dato che tu sei uno, e gli

            altri 99 vogliono vedere il sito del
            sarto,

            Dove la hai letta questa percentuale ?Mi piacerebbe leggerla PROPRIO dalle statistiche del sito di Luca Armani. Ma gia' se si va a controllare il numero di visitatori di armani.it e uno dello stilista.........
            Non e' poi cosi' famoso fuori dal mondo
            pubblicitario occidentale.Cioe' non e' cosi famoso in Asia intendi? (lo conoscono in America, Russia, Sud America, Europa (compresi i paesi dell'est ) e Russia.......)Invece Luca Armani chi lo conosce? ( Quelli del suo paese.....i frequentatori di PI.....e poi? :D )
          • Anonimo scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo


            Uno che nell'arco degli anni, ha speso
            in


            pubblicita', qualcosa simile a 1000
            volte


            alla somma che guadagnerai per tutta la


            vita.



            Cioe' ci si regola in base al modello 740
            ?

            No, in base a quanto uno e' famoso nel mondo.
            E questa te la sei inventata stanotte ?Ti sfido a cercare un nome famoso dietro a un nome a dominio e vedere che quasi mai corrisponde a quello che ti aspettavi (prova berlusconi.it).Perche', per fortuna, non abbiamo un cervello pre-formattato con pre-installato tutto quello che la pubblicita' sui media-stream ci vogliono inculcare a forza.Ti rendi conto che il tuo e' un inno al consumismo, alla pubblicita', al condizionamento mentale, al CONFORMISMO ?


            Uno che ha basato il proprio commercio
            sul


            proprio cognome e che ora vede
            "donare" ad


            un tizio qualsiasi il proprio lavoro

            perche'


            "ha un cognome uguale al suo".






            No, uno che ha snobbato internet per anni
            e

            poi arriva fresco fresco a pretendere
            questo

            e quello.

            Ha cercato di comprarlo, ma Luca voleva 10
            volte il valore offerto.
            E ci mancherebbe altro, al Signor Ar Mani di Vancouver ha offerto 750$ (http://we.register.it/domains/bad_identity.html)"Acca' nisciuno e' fesso" direbbero al sud, e anche a Vancouver, solo che a Vancouver non hanno legislazioni fasciste.


            Benissimo...ma dato che tu sei uno, e
            gli


            altri 99 vogliono vedere il sito del

            sarto,



            Dove la hai letta questa percentuale ?

            Mi piacerebbe leggerla PROPRIO dalle
            statistiche del sito di Luca Armani. Ma gia'
            se si va a controllare il numero di
            visitatori di armani.it e uno dello
            stilista.........


            Non e' poi cosi' famoso fuori dal mondo

            pubblicitario occidentale.

            Cioe' non e' cosi famoso in Asia intendi?
            (lo conoscono in America, Russia, Sud
            America, Europa (compresi i paesi dell'est )
            e Russia.......)Si, a colpi di spot pubblicitari e di deformazioni mentali di giovani menti al CONSUMISMO + sfrenato; 300$ per un paio di scarpe sono un pugno nello stomaco alla poverta'.Ha poco da vantarsi, secondo me.
            Invece Luca Armani chi lo conosce? ( Quelli
            del suo paese.....i frequentatori di
            PI.....e poi? :D )
            Finche' gli tolgono il dominio CON LA FORZA non lo conoscera' MAI nessuno. Chi ti dice che non sarebbe potuto diventare il tibrificio piu' famoso del mondo ?GM
          • ryoga scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo

            No, in base a quanto uno e' famoso nel
            mondo.



            E questa te la sei inventata stanotte ?
            Ti sfido a cercare un nome famoso dietro a
            un nome a dominio e vedere che quasi mai
            corrisponde a quello che ti aspettavi (prova
            berlusconi.it).Quasi mai....perche' ci sono alcuni casi di omonimia e perche' a volte, un dominio e' meglio lasciarlo perdere piuttosto che prepararsi ad una battaglia legale.
            Perche', per fortuna, non abbiamo un
            cervello pre-formattato con pre-installato
            tutto quello che la pubblicita' sui
            media-stream ci vogliono inculcare a forza.
            Ti rendi conto che il tuo e' un inno al
            consumismo, alla pubblicita', al
            condizionamento mentale, al CONFORMISMO ?Ti rendi conto che stai usando un sistema che negli ultimi anni e' divenuto preda dei media, della pubblicita' e delle aziende?Ti rendi conto che anche dove stai scrivendo in questo momento, trovi "PUBBLICITA'" mentre qualche anno fa cio' non esisteva?

            Ha cercato di comprarlo, ma Luca voleva 10

            volte il valore offerto.



            E ci mancherebbe altro, al Signor Ar Mani di
            Vancouver ha offerto 750$
            (http://we.register.it/domains/bad_identity.h

            "Acca' nisciuno e' fesso" direbbero al sud,
            e anche a Vancouver, solo che a Vancouver
            non hanno legislazioni fasciste.Perche' non hanno neanche comunisti da quelle parti.Ma purtroppo in Italia ne abbondano ( vengono da tutte le parti ).... pensa che abbiamo + comunisti noi che la Russia ( il che la dice tutta ).Quindi le leggi fasciste, servono appunto a "frenare" le idee comuniste :D

            Cioe' non e' cosi famoso in Asia intendi?

            (lo conoscono in America, Russia, Sud

            America, Europa (compresi i paesi
            dell'est )

            e Russia.......)

            Si, a colpi di spot pubblicitari e di
            deformazioni mentali di giovani menti al
            CONSUMISMO + sfrenato; 300$ per un paio di
            scarpe sono un pugno nello stomaco alla
            poverta'.
            Ha poco da vantarsi, secondo me.Che cio' che vende e' caro, e' un discorso che esce da tutto cio' che parliamo in questo istante.Allora diamo il dominio ferrari.it alla bella attrice omonima, perche' la Ferrari fa auto troppo costose che sono un pugno nello stomaco per qualsiasi individuo.

            Invece Luca Armani chi lo conosce? (
            Quelli

            del suo paese.....i frequentatori di

            PI.....e poi? :D )

            Finche' gli tolgono il dominio CON LA FORZA
            non lo conoscera' MAI nessuno. Chi ti dice
            che non sarebbe potuto diventare il
            tibrificio piu' famoso del mondo ?Investendo in pubblicita' o sfruttando la pubblicita' altrui?Ah...giusto....noi siamo abituati a pensare a come sfruttare....giusto?
          • Anonimo scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo


            No, in base a quanto uno e' famoso nel

            mondo.






            E questa te la sei inventata stanotte ?

            Ti sfido a cercare un nome famoso dietro a

            un nome a dominio e vedere che quasi mai

            corrisponde a quello che ti aspettavi
            (prova

            berlusconi.it).

            Quasi mai....perche' ci sono alcuni casi di
            omonimia e perche' a volte, un dominio e'
            meglio lasciarlo perdere piuttosto che
            prepararsi ad una battaglia legale.
            Sia come sia, non vedo perche' Armani debba fare la differenza.Ah si, lo so. Perche' ha un sacco di soldi e si puo' comprare chi vuole.

            Perche', per fortuna, non abbiamo un

            cervello pre-formattato con pre-installato

            tutto quello che la pubblicita' sui

            media-stream ci vogliono inculcare a
            forza.

            Ti rendi conto che il tuo e' un inno al

            consumismo, alla pubblicita', al

            condizionamento mentale, al CONFORMISMO ?

            Ti rendi conto che stai usando un sistema
            che negli ultimi anni e' divenuto preda dei
            media, della pubblicita' e delle aziende?
            Ti rendi conto che anche dove stai scrivendo
            in questo momento, trovi "PUBBLICITA'"
            mentre qualche anno fa cio' non esisteva?
            Io sono qui apposta per combattere questo stato di cose schifoso cui si e' ridotta la 'rete della porta 80' (come la chiamo io), o almeno ci provo.Tu sei qui apposta per affrermare e perpetrare questo stato di cose schifoso.Tu stesso ammetti che 'il sistema e' diventato PREDA'.A me i PREDATORI (SQUALI) non mi piacciono. A te, a quano dici, si.



            Ha cercato di comprarlo, ma Luca
            voleva 10


            volte il valore offerto.






            E ci mancherebbe altro, al Signor Ar Mani
            di

            Vancouver ha offerto 750$


            (http://we.register.it/domains/bad_identity.h



            "Acca' nisciuno e' fesso" direbbero al
            sud,

            e anche a Vancouver, solo che a Vancouver

            non hanno legislazioni fasciste.

            Perche' non hanno neanche comunisti da
            quelle parti.
            Ma purtroppo in Italia ne abbondano (
            vengono da tutte le parti ).... pensa che
            abbiamo + comunisti noi che la Russia ( il
            che la dice tutta ).
            Quindi le leggi fasciste, servono appunto a
            "frenare" le idee comuniste :D
            Con Berlusconi che brinda con Putin non parlerei piu' di PERSONE comuniste o fasciste, ma mi limiterei alle legislazioni.Sai, qui per portare a casa la marchetta ci si iscrive pure alla mafia.
            [cut]GM
          • ryoga scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo

            Quasi mai....perche' ci sono alcuni casi
            di

            omonimia e perche' a volte, un dominio e'

            meglio lasciarlo perdere piuttosto che

            prepararsi ad una battaglia legale.



            Sia come sia, non vedo perche' Armani debba
            fare la differenza.Perche' a volte si e' trovati un accordo monetario, altre volte ( come questo ), il ricco e' avido e quindi tende a spender meno possibile.

            media, della pubblicita' e delle aziende?

            Ti rendi conto che anche dove stai
            scrivendo

            in questo momento, trovi "PUBBLICITA'"

            mentre qualche anno fa cio' non esisteva?



            Io sono qui apposta per combattere questo
            stato di cose schifoso cui si e' ridotta la
            'rete della porta 80' (come la chiamo io), o
            almeno ci provo.Io ho smesso di lottare da quando ho compiuto la maggiore eta'. Allora mi resi conto che da solo ( o in molti ), si ottiene poco, in quanto alla fine il tutto gira intorno ai soldi, e se non ne hai, conti 0.
            Tu sei qui apposta per affrermare e
            perpetrare questo stato di cose schifoso.

            Tu stesso ammetti che 'il sistema e'
            diventato PREDA'.
            A me i PREDATORI (SQUALI) non mi piacciono.
            A te, a quano dici, si.Affermo che il web e' diventato uno schifo. Che cio' mi piace, non l'ho mai detto.

            Quindi le leggi fasciste, servono appunto
            a

            "frenare" le idee comuniste :D
            Con Berlusconi che brinda con Putin non
            parlerei piu' di PERSONE comuniste o
            fasciste, ma mi limiterei alle legislazioni.
            Sai, qui per portare a casa la marchetta ci
            si iscrive pure alla mafia.E' stato messo in ballo un movimento politico. Ho risposto con una battuta politica :)P.s. : Secondo me, oggi si guadagna di piu' iscrivendosi alla mafia.
          • Anonimo scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            Prendiamo il caso della Ferrari....se io fossi il titolare della omonima azienda che produce spumanti (leader nel settore) per quale motivo dovrei cedere il mio dominio www.ferrari.it a Luca Cordero di Montezemolo? Solo perchè Schumacher vince il mondiale o perchè le auto ferrari costano più della mia "misera" bottiglia di spumante? Ragazzi qui stanno togliendo il diritto di registrare un dominio con il proprio cognome, non il dominio www.dammelaEgodo.com.E' un suo diritto! E' il suo cognome! E' la sua attività commerciale che si chiama ARMANI!!!!!!! Il suo timbrificio vale quanto la nota casa di moda...sono entrambe attività commerciali e devono godere degli stessi diritti...quindi a parità di diritti chi ha registrato il dominio? Luca? Beh allora perchè dovrebbe cederlo abbassandosi gli slip davanti al colosso della moda? Mi hanno insegnato che nessuno può togliermi ciò che è mio e credo che l'abbiano insegnato anche a Luca...GRANDE LUCA!
          • ryoga scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: Anonimo
            Prendiamo il caso della Ferrari....se io
            fossi il titolare della omonima azienda che
            produce spumanti (leader nel settore) per
            quale motivo dovrei cedere il mio dominio
            www.ferrari.it a Luca Cordero di
            Montezemolo? Solo perchè Schumacher vince ilSpetta...leggi piu' in basso e capirai.
            E' un suo diritto! E' il suo cognome! E' la
            sua attività commerciale che si chiama
            ARMANI!!!!!!! la sua attivita' si chiama timbrificio armani.perdendo il dominio non perdera' il suo cognome.l'assegnazione in italia dei domini.it, segue questo ordine di importanza :- Nomi di Stato, Regioni, Province - Nomi di marchi- Nomi di Aziende- Nomi dei cittadiniNel caso in cui non ci sia nulla di tutto cio', allora una persona puo' registrarsi un dominio.it e vale la legge di chi prima arriva prende il dominio.Vale solo per gli it, e' stata fatta quando e' uscita l'estensione, quindi prima del caso Armani.
            chi ha registrato il dominio? Luca? Beh
            allora perchè dovrebbe cederlo abbassandosi
            gli slip davanti al colosso della moda? Mi
            hanno insegnato che nessuno può togliermi
            ciò che è mio e credo che l'abbiano
            insegnato anche a Luca...GRANDE LUCA!Perche' l'altro detiene un nome a marchio registrato che il negozietto non ha.
          • avvelenato scrive:
            Re: www.timbriarmani.it
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: Anonimo

            Prendiamo il caso della Ferrari....se io

            fossi il titolare della omonima azienda
            che

            produce spumanti (leader nel settore) per

            quale motivo dovrei cedere il mio dominio

            www.ferrari.it a Luca Cordero di

            Montezemolo? Solo perchè Schumacher vince
            il

            Spetta...leggi piu' in basso e capirai.



            E' un suo diritto! E' il suo cognome! E'
            la

            sua attività commerciale che si chiama

            ARMANI!!!!!!!

            la sua attivita' si chiama timbrificio
            armani.
            perdendo il dominio non perdera' il suo
            cognome.

            l'assegnazione in italia dei domini.it,
            segue questo ordine di importanza :
            - Nomi di Stato, Regioni, Province
            - Nomi di marchi
            - Nomi di Aziende
            - Nomi dei cittadini
            Nel caso in cui non ci sia nulla di tutto
            cio', allora una persona puo' registrarsi un
            dominio.it e vale la legge di chi prima
            arriva prende il dominio.

            Vale solo per gli it, e' stata fatta quando
            e' uscita l'estensione, quindi prima del
            caso Armani.


            chi ha registrato il dominio? Luca? Beh

            allora perchè dovrebbe cederlo
            abbassandosi

            gli slip davanti al colosso della moda? Mi

            hanno insegnato che nessuno può togliermi

            ciò che è mio e credo che l'abbiano

            insegnato anche a Luca...GRANDE LUCA!

            Perche' l'altro detiene un nome a marchio
            registrato che il negozietto non ha.il giorgio ha un marchio di nome "giorgio armani modefine spa".tutto quello che dici ha la fragilità di un castello di carta.e quando parli di motori di ricerca a pagamento.. beh.. mi viene proprio voglia di grattarmi.
        • avvelenato scrive:
          offtopic: www.timbriarmani.it
          - Scritto da: Anonimo
          bah sul fatto che sia checca non ci vedo
          niente di male..
          il cercare di usare l'aggettivo in modo
          dispregiativo non e' molto simpatico da
          parte tua,lo so che è offtopic, ma ho postato una riflessione su questo, e ci tenevo a segnalarla, visto che è partita da questo post.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=505896
  • Anonimo scrive:
    la petizione che non è petizione
    che petizione sarebbe, l'avete letta?io l'avrei firmata, ma che petizione sarebbe???!!!non la firmo, perchè non vedo cosa ci sia da firmare o da ottenere.tutto sommato è inconcludente.:(http://www.petitiononline.com/25032003/petition.html
    • Anonimo scrive:
      Re: la petizione che non è petizione
      - Scritto da: Anonimo
      che petizione sarebbe, l'avete letta?
      io l'avrei firmata, ma che petizione
      sarebbe???!!!
      Una petizione come le altre.
      non la firmo, perchè non vedo cosa ci sia da
      firmare o da ottenere.
      tutto sommato è inconcludente.
      Ognuno fa e firma le petizioni che crede.Se avessi subito tu quell'ingiustizia (e condannato a pagare quelle cifre), ti sembrerebbe ancora inconcludente ?
      :(

      http://www.petitiononline.com/25032003/petitiEcco bravoFirma anche tu per Lucahttp://www.petitiononline.com/25032003/petition.html GM
    • Anonimo scrive:
      Re: la petizione che non è petizione
      Mi trovi completamente d'accordo.E poi non capisco questo accanimento, questa lotta alla libertà, tutti si scagliano contro G. Armani, idolatrando L Armani.Mi sembra che nessuna capisca che "la legge è legge", sicuramente è sbagliata (in questo caso non è specifica per i nomi a dominio), ma non è meglio battersi per modificarla piuttosto che accanirsi contro GA, il mondo della moda, il consumismo, ecc. ecc.Guardate questi:http://www.gente.it/http://www.telecom.it/Non vi viene in mente che forse nelle vicende giudiziarie di LArmani non centrano i soldi, semplicemente è stata applicata la legge.Se non vi va bene cercate di modificarla ma non fate gli estremisti ed i piagnucoloni, peggio ancora gli "snob informatici" portando come sciocca motivazione che Internet è libera, senza regole e bla bla bla...Internet è fatta dagli uomini per gli uomini, quindi è più conforme alla società che non alla giungla.Il fatto che non ci sia controllo, non ci siano leggi ad hoc per il mondo telematico, è solo perchè il governo americano quando ha creato la Grande Rete ha deciso di farla "crescere" da sola.Ma questo è un altro discorso, ho divagato...Il punto è che non firmerò la petizione, che secondo me è inconcludente, come forse sarà tutto l'accanimento di LArmani per questa causa...Cmq spero di sbagliarmi (per lui e la sua famiglia, naturalmente).Umilmente,SF
      • exsinistro scrive:
        Re: la petizione che non è petizione
        esto tuo post lo dovresti indirizzare alla spett. Redazione di questa testata. Sono loro che fomentano l'odio contro Giorgio Armani. I motivi non li conosco, ma ci devono pur essere.
  • Africano scrive:
    il nome non è tutto e neanche è molto
    imho non è una battaglia su cui si debbano impegnare troppe energie.Primo, non ci sono molte possibilità di spuntarla, non si tratta solo di davide contro golia ma anche delle leggi che tengono in conto più i marchi che le persone. Semplicemente non si dovrebbe consentire di registrare nomi di persone, ma purtroppo ora è così, che ci vogliamo fare? Cambiare la legge? Non sarebbe male ma appunto è un'altra faccenda. Il signor Armani si sente defraudato del proprio nome, ma forse l'errore nasce proprio da qui, credere proprio un nome, ognuno ha un suo nome con cui viene riconosciuto ma ciò non vuol dire che quel nome sia di sua esclusiva proprietà e quindi poterne disporre a piacimento anche per attività commerciali, se si fa commercio allora tutti i discorsi sulla persona non c'entrano più niente, diventa una pura questione commerciale. Dopotutto i diritti di armani marchio nascono dall'essere stato il primo a registrare quel marchio, il signor armani poi l'ha preceduto nel registrare il dominio, bene, le leggi danno la precedenza al marchio, imho, è sbagliato consentire di registrare nomi che sono di molti e non univoci di qualcuno in particolare, ma assodato che è così, quel nome ormai per questioni commerciali è assegnato, punto. armani marchio detiene e difende tutti i diritti sul marchio, semmai si arriverà a una legge, ne dubito, che impedirà la registrazioni di marchi di nomi di persone allora imho si dovrebbe anche arrivare a impedire la registrazione di domini con nome di persone, quel nome non è univoco è di molti quindi stabilire che chi prima arriva si prende tutto il nome per quel dominio per se è allo steso modo arbitrario. Mettiamo che mi chiami britni spirs, perché mai ci debba essere qualche britni spirs più britni spirs di me che possa registrare qualcosa che m'impedisca in futuro di fare lo stesso? semplicemente non si dovrebbe poter assegnare a nessuno in particolare qualcosa che è di molti, britnispirscoll'ombelicodifuori, va bene, qualcuno si chiama così, no? allora si può registrare, casomai poi registrerò britnispirscoll'ombelicodifuorieletetterifatte, sempre che non ci si chiami qualcun'altro.Il signor armani peché ha registrato il dominio? per commercio o sbaglio? e allora vigono le regole di quel settore, ha creduto di essere arrivato primo, ma era stato preceduto praticamente per sempre, dopotutto nel caso non fosse esistito l'armani marchio cosa avrebbe fatto di tanto diverso dal marchio? prendersi un nome di molti per un'attività commerciale sua personale impedendo la stessa cosa a tutti gli altri armani, e anche senza commercio non cambia granché.==================================Modificato dall'autore il 22/12/2003 1.12.25
    • Larry scrive:
      Re: il nome non è tutto e neanche è molto
      - Scritto da: Africano
      imho non è una battaglia su cui si debbano
      impegnare troppe energie.
      Primo, non ci sono molte possibilità di
      spuntarla, non si tratta solo di davide
      contro golia ma anche delle leggi che
      tengono in conto più i marchi che le
      persone.
      Semplicemente non si dovrebbe consentire di
      registrare nomi di persone, ma purtroppo ora
      è così, che ci vogliamo fare? Cambiare la
      legge? Non sarebbe male ma appunto è
      un'altra faccenda. Il signor Armani si sente
      defraudato del proprio nome, ma forse
      l'errore nasce proprio da qui, credere
      proprio un nome, ognuno ha un suo nome con
      cui viene riconosciuto ma ciò non vuol dire
      che quel nome sia di sua esclusiva proprietà
      e quindi poterne disporre a piacimento anche
      per attività commerciali, se si fa commercio
      allora tutti i discorsi sulla persona non
      c'entrano più niente, diventa una pura
      questione commerciale. Dopotutto i diritti
      di armani marchio nascono dall'essere stato
      il primo a registrare quel marchio, il
      signor armani poi l'ha preceduto nel
      registrare il dominio, bene, le leggi danno
      la precedenza al marchio, imho, è sbagliato
      consentire di registrare nomi che sono di
      molti e non univoci di qualcuno in
      particolare, ma assodato che è così, quel
      nome ormai per questioni commerciali è
      assegnato, punto. armani marchio detiene e
      difende tutti i diritti sul marchio, semmai
      si arriverà a una legge, ne dubito, che
      impedirà la registrazioni di marchi di nomi
      di persone allora imho si dovrebbe anche
      arrivare a impedire la registrazione di
      domini con nome di persone, quel nome non è
      univoco è di molti quindi stabilire che chi
      prima arriva si prende tutto il nome per
      quel dominio per se è allo steso modo
      arbitrario. Mettiamo che mi chiami britni
      spirs, perché mai ci debba essere qualche
      britni spirs più britni spirs di me che
      possa registrare qualcosa che m'impedisca in
      futuro di fare lo stesso? semplicemente non
      si dovrebbe poter assegnare a nessuno in
      particolare qualcosa che è di molti,
      britnispirscoll'ombelicodifuori, va bene,
      qualcuno si chiama così, no? allora si può
      registrare, casomai poi registrerò
      britnispirscoll'ombelicodifuorieletetterifatt
      Il signor armani peché ha registrato il
      dominio? per commercio o sbaglio? e allora
      vigono le regole di quel settore, ha creduto
      di essere arrivato primo, ma era stato
      preceduto praticamente per sempre, dopotutto
      nel caso non fosse esistito l'armani marchio
      cosa avrebbe fatto di tanto diverso dal
      marchio? prendersi un nome di molti per
      un'attività commerciale sua personale
      impedendo la stessa cosa a tutti gli altri
      armani, e anche senza commercio non cambia
      granché.parole sante!www.codicefiscale.puah
    • Anonimo scrive:
      Re: il nome non è tutto e neanche è molt
      Concordo... ma direi che e' anche interesse della collettivita' proteggere la visibilita' di un marchio che genera introiti e prestigio. Io di signori ferrari ne ho conosciuti parecchi, ma se digito www.ferrari.it non mi aspetto certo di trovare qualche anonimo omonimo.
      • Anonimo scrive:
        Re: il nome non è tutto e neanche è molt
        sono pienamente d'accordo con quanto scritto; a parte il fatto che mi sembra non esista la Armani spa ma la Giorgio Armani spa (ma questo è di scarso valore) esiste un marchio registrato e per questo deve essere difeso. Se le cose non piacciono bisogna modificare la legge sui marchi.Quello che sta facendo il 'timbrificio' è fuori da ogni razionale regola , sembrano le urla del ragazzino viziato .Basta con questa storia , se poi vuole fare lo sciopero della fame ... affari suoi , siamo in un paese libero e ogni uno e' libero di farsi male come vuole; ma non diciamo assolutamente che cio' viene fatto per il bene della tutela di diritti comuni, perche questo e' falso.rino
        • Anonimo scrive:
          Re: il nome non è tutto e neanche è molt
          - Scritto da: Anonimo
          sono pienamente d'accordo con quanto
          scritto;
          a parte il fatto che mi sembra non esista la
          Armani spa ma la Giorgio Armani spa (ma
          questo è di scarso valore) esiste un marchio
          registrato e per questo deve essere difeso.
          Se le cose non piacciono bisogna modificare
          la legge sui marchi.Guarda che il fatto che esista un marchio registrato non vuol dire che quella parola, che poi è un cognome relativamente comune, debba essere tabù per l'intero Universo. Inoltre nessuna legge ha mai stabilito che il marchio si applica anche ai nomi dei domini. In USA la legge sui marchi è certamente cautelativa come se non più di quella italiana. Eppure vai a vedere chi ha registrato i domini www.armani.com e www.armani.org
          Quello che sta facendo il 'timbrificio' è
          fuori da ogni razionale regola , sembrano le
          urla del ragazzino viziato .Hai un cognome ? Ti vuoi registrare un dominio ? Lo fai con il tuo cognome ? Poi spunta un tizio che si chiama come te e che dice " Io ho un sacco di soldi quindi il dominio che hai registrato è mio. Inoltre devi pagarmi un altro sacco di soldi di danni". Ecco quello che è successo.
    • Anonimo scrive:
      Re: il nome non è tutto e neanche è molt
      - Scritto da: Africano
      imho non è una battaglia su cui si debbano
      impegnare troppe energie.
      Primo, non ci sono molte possibilità di
      spuntarla, non si tratta solo di davide
      contro golia ma anche delle leggi che
      tengono in conto più i marchi che le
      persone. Sbagliato ci sono leggi schifose e leggi valide, anche aventi il medesimo oggetto.Infatti il 'signor' G. Armani ha perso ARMANI.COM in Canada.Evidentemente in Canada c'e' ancora chi pensa che un individuo valga piu' di un marchio (in Africa non credo)Ecco il documento:"WIPO Domain Name Decision: D2001-0537"http://arbiter.wipo.int/domains/decisions/html/2001/d2001-0537.htmle anchehttp://dmoz.org/Computers/Internet/Domain_Names/Disputed_Domain_Names/armani.com/e, dedicato ai giudici che non sanno usare un motore di ricerca ma che si affrettano ad emettere sentenze:Inserire dentro a Yahoo o Google questa chiave di ricerca:armani "ar mani"che poi sarebbe lo stesso che cliccare qui:search.yahoo.com/search?fr=fp-pull-web-t&p=armani+%22ar+mani%22Buona lettura
      Semplicemente non si dovrebbe consentire di
      registrare nomi di persone, ma purtroppo ora
      è così, che ci vogliamo fare? Cambiare la
      legge? Non sarebbe male ma appunto è
      un'altra faccenda. Il signor Armani si sente
      defraudato del proprio nome, ma forse
      l'errore nasce proprio da qui, credere
      proprio un nome, ognuno ha un suo nome con
      cui viene riconosciuto ma ciò non vuol dire
      che quel nome sia di sua esclusiva proprietà
      e quindi poterne disporre a piacimento anche
      per attività commerciali, se si fa commercio
      allora tutti i discorsi sulla persona non
      c'entrano più niente, diventa una pura
      questione commerciale. Dopotutto i diritti
      di armani marchio nascono dall'essere stato
      il primo a registrare quel marchio, il
      signor armani poi l'ha preceduto nel
      registrare il dominio, bene, le leggi danno
      la precedenza al marchio, imho, è sbagliato
      consentire di registrare nomi che sono di
      molti e non univoci di qualcuno in
      particolare, ma assodato che è così, quel
      nome ormai per questioni commerciali è
      assegnato, punto. armani marchio detiene e
      difende tutti i diritti sul marchio, semmai
      si arriverà a una legge, ne dubito, che
      impedirà la registrazioni di marchi di nomi
      di persone allora imho si dovrebbe anche
      arrivare a impedire la registrazione di
      domini con nome di persone, quel nome non è
      univoco è di molti quindi stabilire che chi
      prima arriva si prende tutto il nome per
      quel dominio per se è allo steso modo
      arbitrario. Mettiamo che mi chiami britni
      spirs, perché mai ci debba essere qualche
      britni spirs più britni spirs di me che
      possa registrare qualcosa che m'impedisca in
      futuro di fare lo stesso? semplicemente non
      si dovrebbe poter assegnare a nessuno in
      particolare qualcosa che è di molti,
      britnispirscoll'ombelicodifuori, va bene,
      qualcuno si chiama così, no? allora si può
      registrare, casomai poi registrerò
      britnispirscoll'ombelicodifuorieletetterifatt
      Il signor armani peché ha registrato il
      dominio? per commercio o sbaglio? e allora
      vigono le regole di quel settore, ha creduto
      di essere arrivato primo, ma era stato
      preceduto praticamente per sempre, dopotutto
      nel caso non fosse esistito l'armani marchio
      cosa avrebbe fatto di tanto diverso dal
      marchio? prendersi un nome di molti per
      un'attività commerciale sua personale
      impedendo la stessa cosa a tutti gli altri
      armani, e anche senza commercio non cambia
      granché.
      Proibire, proibire, sempre proibire, sempre e solo in Italia poi.Ma che ti proibisci ??La registrazione dei nomi a dominio NASCE LIBERA.Se poi qualcuno la vuole ingabbiare, beh sai, ne abbiamo passate ben di peggio.GM
      • Africano scrive:
        Re: il nome non è tutto e neanche è molt
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Africano

        imho non è una battaglia su cui si debbano

        impegnare troppe energie.

        Primo, non ci sono molte possibilità di

        spuntarla, non si tratta solo di davide

        contro golia ma anche delle leggi che

        tengono in conto più i marchi che le

        persone.

        Sbagliato ci sono leggi schifose e leggi
        valide, anche aventi il medesimo oggetto.lapalisse?
        Infatti il 'signor' G. Armani ha perso
        ARMANI.COM in Canada.
        Evidentemente in Canada c'e' ancora chi
        pensa che un individuo valga piu' di un
        marchio buon per loro
        (in Africa non credo)ti stai riferendo alla famigerata civiltà occidentale? vuoi qualche informazione su leopoldo II del belgio?
        Ecco il documento:
        "WIPO Domain Name Decision: D2001-0537"
        http://arbiter.wipo.int/domains/decisions/htm

        e anche
        http://dmoz.org/Computers/Internet/Domain_Nam

        e, dedicato ai giudici che non sanno usare
        un motore di ricerca ma che si affrettano ad
        emettere sentenze:
        Inserire dentro a Yahoo o Google questa
        chiave di ricerca:
        armani "ar mani"
        che poi sarebbe lo stesso che cliccare qui:
        search.yahoo.com/search?fr=fp-pull-web-t&p=ar

        Buona lettura ma, mi è sembrato di capire che decisivo è stato l'uso che faceva dall'81 di a.r.mani, ma forse non avrebbe potuto usare nemmeno quello, non credo si possa registrare come marchio v.a.l.e.n.t.i.n.o.,


        Semplicemente non si dovrebbe consentire
        di

        registrare nomi di persone, ma purtroppo
        ora

        è così, che ci vogliamo fare? Cambiare la

        legge? Non sarebbe male ma appunto è

        un'altra faccenda. Il signor Armani si
        sente

        defraudato del proprio nome, ma forse

        l'errore nasce proprio da qui, credere

        proprio un nome, ognuno ha un suo nome con

        cui viene riconosciuto ma ciò non vuol
        dire

        che quel nome sia di sua esclusiva
        proprietà

        e quindi poterne disporre a piacimento
        anche

        per attività commerciali, se si fa
        commercio

        allora tutti i discorsi sulla persona non

        c'entrano più niente, diventa una pura

        questione commerciale. Dopotutto i diritti

        di armani marchio nascono dall'essere
        stato

        il primo a registrare quel marchio, il

        signor armani poi l'ha preceduto nel

        registrare il dominio, bene, le leggi
        danno

        la precedenza al marchio, imho, è
        sbagliato

        consentire di registrare nomi che sono di

        molti e non univoci di qualcuno in

        particolare, ma assodato che è così, quel

        nome ormai per questioni commerciali è

        assegnato, punto. armani marchio detiene e

        difende tutti i diritti sul marchio,
        semmai

        si arriverà a una legge, ne dubito, che

        impedirà la registrazioni di marchi di
        nomi

        di persone allora imho si dovrebbe anche

        arrivare a impedire la registrazione di

        domini con nome di persone, quel nome non
        è

        univoco è di molti quindi stabilire che
        chi

        prima arriva si prende tutto il nome per

        quel dominio per se è allo steso modo

        arbitrario. Mettiamo che mi chiami britni

        spirs, perché mai ci debba essere qualche

        britni spirs più britni spirs di me che

        possa registrare qualcosa che m'impedisca
        in

        futuro di fare lo stesso? semplicemente
        non

        si dovrebbe poter assegnare a nessuno in

        particolare qualcosa che è di molti,

        britnispirscoll'ombelicodifuori, va bene,

        qualcuno si chiama così, no? allora si può

        registrare, casomai poi registrerò


        britnispirscoll'ombelicodifuorieletetterifatt

        Il signor armani peché ha registrato il

        dominio? per commercio o sbaglio? e allora

        vigono le regole di quel settore, ha
        creduto

        di essere arrivato primo, ma era stato

        preceduto praticamente per sempre,
        dopotutto

        nel caso non fosse esistito l'armani
        marchio

        cosa avrebbe fatto di tanto diverso dal

        marchio? prendersi un nome di molti per

        un'attività commerciale sua personale

        impedendo la stessa cosa a tutti gli altri

        armani, e anche senza commercio non cambia

        granché.



        Proibire, proibire, sempre proibire, sempre
        e solo in Italia poi.calmati, ho espresso un'opinione sul lasciare libero uso di nomi di persone al primo che arriva, a te piacerebbe vedere stampato il tuo nome su una mina antiuomo? il produttore è un tuo omonimo e ha marchi e domini registrati.
        Ma che ti proibisci ??
        La registrazione dei nomi a dominio NASCE
        LIBERA.poi si può anche crescere
        Se poi qualcuno la vuole ingabbiare, beh
        sai, ne abbiamo passate ben di peggio.fra la cattività e la giungla ci sono anche altre opzioni
        GMmica puoi usare questa sigla, credo neanche in canada :D
        ciao
        • Straha scrive:
          Re: il nome non è tutto e neanche è molt
          - Scritto da: Africano


          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Africano


          imho non è una battaglia su cui si
          debbano


          impegnare troppe energie.


          Primo, non ci sono molte possibilità di


          spuntarla, non si tratta solo di davide


          contro golia ma anche delle leggi che


          tengono in conto più i marchi che le


          persone.



          Sbagliato ci sono leggi schifose e leggi

          valide, anche aventi il medesimo oggetto.

          lapalisse?no, S. Agostino, che diceva: una legge ingiusta NON è una legge....


          Infatti il 'signor' G. Armani ha perso

          ARMANI.COM in Canada.

          Evidentemente in Canada c'e' ancora chi

          pensa che un individuo valga piu' di un

          marchio

          buon per loro


          (in Africa non credo)

          ti stai riferendo alla famigerata civiltà
          occidentale? vuoi qualche informazione su
          leopoldo II del belgio?perchè famigerata?? se sei qui e puoi parlare liberamente è proprio in virtù di quella famigerata civiltà occidentale.... prova a farle in un paese islamico o in cina certe cose....gli errori di alcuni NON modificano la realtà delle cose, e se tu per miopia o convenienza non la vuoi vedere, beh, sono fatti tuoi, non verità assolute(CUT)

          Ma che ti proibisci ??

          La registrazione dei nomi a dominio NASCE

          LIBERA.

          poi si può anche cresceresi, crescere liberi, liberi, liberi......Flaiano diceva che non è la libertà che manca, sono gli umini liberi.... e leggendo certi commenti non posso che dargli ragione....


          Se poi qualcuno la vuole ingabbiare, beh

          sai, ne abbiamo passate ben di peggio.

          fra la cattività e la giungla ci sono anche
          altre opzionicertamente, l'amministrazione controllata..... da qualcuno che si arroga il diritto di dirti quello che è bene e quello che è male....


          GM
          mica puoi usare questa sigla, credo neanche
          in canada :Dvero, la General Motors non ne sarebbe contenta :D
    • Anonimo scrive:
      Re: il nome non è tutto e neanche è molto

      proprio un nome, ognuno ha un suo nome con
      cui viene riconosciuto ma ciò non vuol dire
      che quel nome sia di sua esclusiva proprietà
      e quindi poterne disporre a piacimento anche
      per attività commerciali, se si fa commercio
      allora tutti i discorsi sulla persona non
      c'entrano più niente, diventa una pura
      questione commerciale. Dopotutto i diritti
      di armani marchio nascono dall'essere stato
      il primo a registrare quel marchio, il
      signor armani poi l'ha preceduto nel
      registrare il dominio, bene, le leggi danno
      la precedenza al marchio, imho, è sbagliatoNon è proprio così...quando registri un marchio lo registri per una SPECIFICA attività commerciale o merceologia produttiva. Io posso tranquillamente aprire una macelleria che si chiami Armani ( anche se non mi chiamo Armani ) o produrre delle valvole idropneumatiche ( esisteranno ? :-) di marca Armani. Non posso chiaramente produrre vestiti, profumi, occhiali etc con il nome Armani. Non solo se anche il Sig. G. Armani avesse registrato il marchio anche per le valvole idropneumatiche deve effettivamente utilizzare il marchio a tale scopo o entro un certo periodo di tempo il diritto acquisito con la registrazione può essere dichiarato decaduto. Questo sistema permette un limitato pluralismo e permette ad es. di avere una moltitudine di aziende che si chiamano Ferrari con i loro prodotti e servizi marcati come tali il tutto in perfetta legalità. Il problema sui domini si pone dal fatto che a fronte di questa possibile pluralità nella gestione dei nomi e dei marchi ( registrati o meno...perchè ricordiamo che esiste anche una tutela per nomi e marchi non registrati ma utilizzati e noti ) i domini sono univoci e quindi possono essere assegnati ad uno solo. Sicuramente Armani Giorgio è più famoso di Armani Luca, ma tra due società con lo stesso nome diciamo Rossi, entrambe con nome registrato l'una per tessuti e l'altra per gli alcoolici, per quale motivo chi ha registrato prima dell'altro dovrebbe avere il diritto al DOMINIO ? In realtà non c'è un diritto precedente dell'uno sull'altro...la Rossi Tessuti ha un diritto precedente alla Rossi Liquori per i tessuti e viceversa. Quindi mi pare logico che ai domini non si applichi affatto la normativa sui marchi ma si continui a seguire la logica "chi prima arriva meglio alloggia" ovviamente tutelando il vero diritto che è, per Giorgio Armani non quello di avere il dominio Armani.it, ma quello che nessuno che ha il dominio Armani.it si spacci per giorgio armani, o lo usi per pubblicizzare attività concorrenti o comunque similari che sfruttinoi la maggior notorietò di Giorgio....cosa che non è mai avvenuta nel caso di Luca Armani
      • Africano scrive:
        Re: il nome non è tutto e neanche è molto
        - Scritto da: Anonimo

        proprio un nome, ognuno ha un suo nome con

        cui viene riconosciuto ma ciò non vuol
        dire

        che quel nome sia di sua esclusiva
        proprietà

        e quindi poterne disporre a piacimento
        anche

        per attività commerciali, se si fa
        commercio

        allora tutti i discorsi sulla persona non

        c'entrano più niente, diventa una pura

        questione commerciale. Dopotutto i diritti

        di armani marchio nascono dall'essere
        stato

        il primo a registrare quel marchio, il

        signor armani poi l'ha preceduto nel

        registrare il dominio, bene, le leggi
        danno

        la precedenza al marchio, imho, è
        sbagliato

        Non è proprio così...quando registri un
        marchio lo registri per una SPECIFICA
        attività commerciale o merceologia
        produttiva. Io posso tranquillamente aprire
        una macelleria che si chiami Armani ( anche
        se non mi chiamo Armani ) cut
        Quindi mi pare logico che ai domini non si
        applichi affatto la normativa sui marchi ma
        si continui a seguire la logica "chi prima
        arriva meglio alloggia" ovviamente tutelando
        il vero diritto che è, per Giorgio Armani
        non quello di avere il dominio Armani.it, ma
        quello che nessuno che ha il dominio
        Armani.it si spacci per giorgio armani, o lo
        usi per pubblicizzare attività concorrenti o
        comunque similari che sfruttinoi la maggior
        notorietò di Giorgio....cosa che non è mai
        avvenuta nel caso di Luca Armani
        ammetto la mia scarsa dimestichezza coi marchi, alla luce di quanto mi stai facendo notare cambio radicalmente la mia opinione sulla questione e in particolare e in generale.per il caso particolare, non sono molto informato ma allora tutto sembra rimesso alla valutazioni del giudice che può decidere quale marchio sia più marchio, in effetti tutto sembra molto aleatorio e discrezionale, si potrebbero prendere in esame le caratteristiche più varie fra i vari marchi omomini per assegnare una preferenza, il valore economico, la data di registrazione, la popolarità, che so pure il numero di dipendenti, o perché no l'esposizione bancaria, magari uno fattura di più ma è più indebitato, insomma tutto è molto indefinito, senza contare le possibili mutazioni col tempo, nulla esclude che col passare del tempo un marchio sorpassi per i criteri adottati un altro marchio al momento dell'assegnazione in vantaggio e quindi ci dovrebbe essere sempre qualcuno pronto a trasferire il dominio a secondo della classifica? Si dovrebbe quindi tenere una classifica per marchi e aggiornarla regolarmente?Sembra anche peggio del chi prima arriva.in generale:considerando che un nome di dominio non è frazionabile come i marchi per attività, e che un nome di persona non può essere assegnato che a uno solo mentre potrebbero essere anche a milioni a volerlo e che l'assegnazione del chi primo arriva lascia molto a desiderare, imho, moltissimo imho, forse sarebbe meglio concedere lo stesso nome a tutti quelli che lo vogliono usando dei sottodomini e dei sottosottodomini in modo da soddisfare tutti, magari il marchio moda.armani potrà avere la precedenza su moda sugli altri armani ma non potrà esistere come armani in modo univoco in quanto quel nome è appannaggio di tutti quelli che vogliono usarlo. Acc. il discorso si fa lungo.Così esisterebbe timbrificio.armani macelliere.armani giacomino.munafò.armani, ecc. ma digitando armani.it non si arriverebbe a un posto particolare ma a un multidominio dove esistono molti sottodomini particolari.Dopotutto se spedisco una lettera devo indicare nel caso più generale sia lo stato che la città che l'abitazione particolare in una via, armani se è una città non può essere ridotta a una sola abitazione e buttare fuori tutti gli altri dalla città e ancor meno è condivisibile che il primo della città che occupi l'abitazione jolly eclissi tutta una città, almeno potenziale, non parliamo di un giudice che assegni per meriti commerciali tutta una città al cittadino più ricco.
  • Anonimo scrive:
    Netstrike
    perchè nn si organizza un bel netstike al sito ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Netstrike
      - Scritto da: Anonimo
      perchè nn si organizza un bel netstike al
      sito ?Otima idea...ma dovrebbe venire dalle forze che appoggiano Armani Luca.. non siamo abbbastanza qui..
      • Anonimo scrive:
        Re: Netstrike
        ma non avete niente altro da fare?
        • Anonimo scrive:
          Re: Netstrike
          si potrebbe organizzare un cybergirotondo invece!!!!o magari qualche webcobas può organizzare un bel blocco dei router a macchia di leopardo con tanto di qualche bel picchetto per stoppare i pacchetti tcp/ip krumiri.Ma andate invece a lavorare/studiare/mangiare/dormire/fare una passeggiata/leggere un libro/fare sesso, tutte attività più costruttive che perdere tempo con ste minkiatetutte ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Netstrike
            - Scritto da: Anonimo
            si potrebbe organizzare un cybergirotondo
            invece!!!!

            o magari qualche webcobas può organizzare un
            bel blocco dei router a macchia di leopardo
            con tanto di qualche bel picchetto per
            stoppare i pacchetti tcp/ip krumiri.

            Ma andate invece a
            lavorare/studiare/mangiare/dormire/fare una
            passeggiata/leggere un libro/fare sesso,
            tutte attività più costruttive che perdere
            tempo con ste minkiatetutte

            ciaoSottoscrivo.
          • Gallone scrive:
            Re: Netstrike
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            si potrebbe organizzare un cybergirotondo

            invece!!!!



            o magari qualche webcobas può organizzare
            un

            bel blocco dei router a macchia di
            leopardo

            con tanto di qualche bel picchetto per

            stoppare i pacchetti tcp/ip krumiri.



            Ma andate invece a

            lavorare/studiare/mangiare/dormire/fare
            una

            passeggiata/leggere un libro/fare sesso,

            tutte attività più costruttive che perdere

            tempo con ste minkiatetutte



            ciao
            Sottoscrivo.Gente senza principi, complimenti, vivete come vegetali ahahah contenti voi
  • Adrynet scrive:
    @rmani? Ma non è errato?
    Salve a tutti ma, in base alle regole di registrazione dei nomi, mi chiedevo, non è vietato registrare @rmani.it? Non vorrei dire una stupidaggine ma, se ben ricordo, il carattere "@" non è tra quelli ammessi per il nome di dominio. Da cui la domanda spontane: il 2 processo a carico di Luca Armani per "www.@rmani.it" non è inutile in quanto comunque nessuno dei due potrebbe mai registrare tale nome? :(
    • Anonimo scrive:
      Re: @rmani? Ma non è errato?
      Beh, io non sono un esperto, ma cerdo che si possa registrare "rmani.it" ed utilizzare la sintassi completa di login:http://login:password@dominioPertanto basta istruire il server che fa capo a "rmani.it" in modo che garantisca l'accesso all'utente che si logga con "www." e password vuota.O no?In ogni caso so che esiste, ad esempio, www.buy@fiat.com e riesco a vederlo anche con http://www.buy:prova@fiat.comCIAO!
      • Anonimo scrive:
        Re: @rmani? Ma non è errato?
        registri rmani.itnel dns configuri www.@rmani.it come alias di www.rmani.it.la @ e' un separatore valido anche per l'http, non solo per l'email.http://buy@fiat.com per esempio...Alex
        • avvelenato scrive:
          Re: @rmani? Ma non è errato?
          - Scritto da: Anonimo
          registri rmani.it

          nel dns configuri www.@rmani.it come alias
          di www.rmani.it.
          la @ e' un separatore valido anche per
          l'http, non solo per l'email.

          http://buy@fiat.com per esempio...

          Alexsì, ma se io scrivo http://www.fuck@fiat.com ?LOL
    • Anonimo scrive:
      Re: @rmani? Ma non è errato?
      - Scritto da: Adrynet
      Salve a tutti ma, in base alle regole di
      registrazione dei nomi, mi chiedevo, non è
      vietato registrare @rmani.it?

      Non vorrei dire una stupidaggine ma, se ben
      ricordo, il carattere "@" non è tra quelli
      ammessi per il nome di dominio.

      Da cui la domanda spontane: il 2 processo a
      carico di Luca Armani per "www.@rmani.it"
      non è inutile in quanto comunque nessuno dei
      due potrebbe mai registrare tale nome? :(Avevo letto che tutto quello che inserisci prima della @ non viene considerato, percui sarebbe www.rmani.it se proprio lo vuole.
  • Anonimo scrive:
    Boicotta G. Armani
    Io di certo non comprero' più Giorgio Armani. E' assurdo non aver raggiunto un compromesso.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Boicotta G. Armani
      - Scritto da: Anonimo
      Io di certo non comprero' più Giorgio
      Armani. E' assurdo non aver raggiunto un
      compromesso.....
      Gia' fatto grazie.
    • ryoga scrive:
      Re: Boicotta G. Armani
      Sono stati offerti svariati milioni a Luca Armani, ma dato che lui mira ad ottenere cifre 10 volte maggiori, preferisce fare la vittima.Sarebbe interessante ( ripetero' alla noia ), vedere le statistiche del suo sito ( di quanti vanno in homepage e poi cambiano rotta )......P.s. : Tra qualche anno, quando i motori di ricerca diverranno a pagamento, vedrete che cosa cambia avere un nome a dominio che punta all'azienda che si cercava o un nome a dominio di un pincopallino qualsiasi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Boicotta G. Armani
        - Scritto da: ryoga
        Sono stati offerti svariati milioni a Luca
        Armani, ma dato che lui mira ad ottenere
        cifre 10 volte maggiori, preferisce fare la
        vittima.E per Armani Girogio è un problema pagare 15 milioni invece di 1,5 ?Se risparmiava gli avvocati aveva già finito.
        • ryoga scrive:
          Re: Boicotta G. Armani
          - Scritto da: Anonimo
          E per Armani Girogio è un problema pagare 15
          milioni invece di 1,5 ?
          Se risparmiava gli avvocati aveva già finito.Questo NON e' cybersquatting giusto? :DBella sta cosa....Giorgio pagava e Luca andava in galera :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Boicotta G. Armani (soprattutto!)
        - Scritto da: ryoga
        Sono stati offerti svariati milioni a Luca
        Armani, ma dato che lui mira ad ottenere
        cifre 10 volte maggiori, preferisce fare la
        vittima.

        Sarebbe interessante ( ripetero' alla noia ),
        vedere le statistiche del suo sito ( di
        quanti vanno in homepage e poi cambiano
        rotta )......


        P.s. : Tra qualche anno, quando i motori di
        ricerca diverranno a pagamento, vedrete che
        cosa cambia avere un nome a dominio che
        punta all'azienda che si cercava o un nome a
        dominio di un pincopallino qualsiasi.Hai centrato il punto della questione, Ryoga.Sono d'accordo con te, la penso anch'io così.Chi non lo capisce (o finge di non capirlo?)è in malafede.
        • Anonimo scrive:
          Re: Boicotta G. Armani (soprattutto!)
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: ryoga
          cut..

          P.s. : Tra qualche anno, quando i motori
          di

          ricerca diverranno a pagamento, vedrete
          che

          cosa cambia avere un nome a dominio che

          punta all'azienda che si cercava o un
          nome a

          dominio di un pincopallino qualsiasi.

          Hai centrato il punto della questione, Ryoga.
          Sono d'accordo con te, la penso anch'io così.
          Chi non lo capisce (o finge di non capirlo?)
          è in malafede.Tra qualche anno quando i motori di ricerca saranno a pagamento qualcuno ne lasciera' uno o piu' gratis (wais) perche' il business regge gia benissimo cosi' :DBasta stupidaggini please!
          • ryoga scrive:
            Re: Boicotta G. Armani (soprattutto!)
            - Scritto da: Anonimo
            Tra qualche anno quando i motori di ricerca
            saranno a pagamento qualcuno ne lasciera'
            uno o piu' gratis (wais) perche' il business
            regge gia benissimo cosi' :D
            Basta stupidaggini please!La notizia te l'ha portata la marmotta svizzera o la renna di Babbo Natale?Forse non sei del campo, ma il futuro che t'ho suggerito non e' neanche tanto lontano.Va su google finche' sei in tempo
      • avvelenato scrive:
        Re: Boicotta G. Armani
        - Scritto da: ryoga
        Sono stati offerti svariati milioni a Luca
        Armani, ma dato che lui mira ad ottenere
        cifre 10 volte maggiori, preferisce fare la
        vittima.

        Sarebbe interessante ( ripetero' alla noia
        ), vedere le statistiche del suo sito ( di
        quanti vanno in homepage e poi cambiano
        rotta )......
        svariati milioni????ma dove l'hai letto?mi passi il link?

        P.s. : Tra qualche anno, quando i motori di
        ricerca diverranno a pagamento, vedrete che
        cosa cambia avere un nome a dominio che
        punta all'azienda che si cercava o un nome a
        dominio di un pincopallino qualsiasi.
        follia.
  • Anonimo scrive:
    ma... Le Iene ?!?!
    e segnalare la cosa a programmi come Le Iene o Striscia La Notizia ?!?Gia' in passato sono riusciti a elevare il misfatto da un pubblico di nicchia come gli interessati, ad un piu' vasto pubblico!Piena solidarieta' a Luca Armani!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma... Le Iene ?!?!
      - Scritto da: Anonimo
      e segnalare la cosa a programmi come Le Iene
      o Striscia La Notizia ?!?Bisognerebbe vedere se gli fa comodo attaccare Armani.... ma tutto sommato potrebbe essere una buona idea.
      Gia' in passato sono riusciti a elevare il
      misfatto da un pubblico di nicchia come gli
      interessati, ad un piu' vasto pubblico!Certamente.Altre volte hanno solo attaccato in modo prepotente (e senza diritto di replica) delle persone magari non simpatiche ma non per questo da distruggere.(questo per dire che questi programmi non sono assolutamente paladini della giustizia...però concordo sul fatto che possono essere sfruttati come casse di risonanaza, soprattutto in casi come il presente...il tono che darebbero alla notizia però è imprevedibile)
      Piena solidarieta' a Luca Armani!Concordo pienamente
    • Anonimo scrive:
      Re: ma... Le Iene ?!?!
      - Scritto da: Anonimo
      e segnalare la cosa a programmi come Le Iene
      o Striscia La Notizia ?!?Si.. aspetta e spera!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma... Le Iene ?!?!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        e segnalare la cosa a programmi come Le
        Iene

        o Striscia La Notizia ?!?

        Si.. aspetta e spera!Ormai c'è una sentenza del giudice, non possono dire più di tanto altrimenti si beccano una denuncia per diffamazione.
        • Skybird scrive:
          Re: ma... Le Iene ?!?!
          - Scritto da: Anonimo
          Ormai c'è una sentenza del giudice, non
          possono dire più di tanto altrimenti si
          beccano una denuncia per diffamazione.benvenga.. avevano giusto finito la carta igienica..
        • Anonimo scrive:
          Re: ma... Le Iene ?!?!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          e segnalare la cosa a programmi come Le

          Iene


          o Striscia La Notizia ?!?



          Si.. aspetta e spera!

          Ormai c'è una sentenza del giudice, non
          possono dire più di tanto altrimenti si
          beccano una denuncia per diffamazione.Non e' mica finita qui.Ricorre in appello.IN CANADA HA GIA' PERSO ARMANI.COM.Ma qui siamo sempre piu' furbi di tutti.GM
    • Anonimo scrive:
      Re: ma... Le Iene ?!?!
      - Scritto da: Anonimo
      e segnalare la cosa a programmi come Le Iene
      o Striscia La Notizia ?!?

      Gia' in passato sono riusciti a elevare il
      misfatto da un pubblico di nicchia come gli
      interessati, ad un piu' vasto pubblico!

      Piena solidarieta' a Luca Armani!Ci avevo pensato anch'io, bisogna vedere se ci sono interessi economici in ballo. Credo che Giorgio Armani sborsi parecchio in pubblicità e Mondadori come Mediaset hanno lo stesso proprietario...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma... Le Iene ?!?!
      - Scritto da: Anonimo
      e segnalare la cosa a programmi come Le Iene
      o Striscia La Notizia ?!?

      Gia' in passato sono riusciti a elevare il
      misfatto da un pubblico di nicchia come gli
      interessati, ad un piu' vasto pubblico!

      Piena solidarieta' a Luca Armani!State scadendo nel ridicolo
  • Anonimo scrive:
    Soluzione? Boicotta g.armani!
    Vista la situazione temo che l'unica cosa che capirebbe a questo punto il caro giorgio armani e' una bella azione massiccia di boicottaggio di tutti i suoi prodotti finche' non ci da' un taglio con questa faccenda.cominciate pure mandando al suo sito un garbato messaggio in cui dite che non compretete piu' qualcosa di suo finche' non ci da' un taglio.Dato che ragiona solo con i soldi vediamo se toccandogli il portafoglio cambia idea :)
    • php_inside scrive:
      Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
      mmm, ma semplicemente non poteva registrare www.lucarmani.it ??mha
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
        - Scritto da: php_inside
        mmm, ma semplicemente non poteva registrare
        www.lucarmani.it ??

        mhainfatti
        • Anonimo scrive:
          Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
          fatti cosa?Allora G poteva registrarsi giorgioarmani.it invece che rompere i coglioni a destra e a manca.
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
            - Scritto da: Anonimo
            Infatti cosa?

            Allora G poteva registrarsi giorgioarmani.it
            invece che rompere i coglioni a destra e a
            manca.Anche tu non hai tutti i torti
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
            luca armani ha registrato il dominio PRIMAquindi è suo. punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
            - Scritto da: Anonimo
            luca armani ha registrato il dominio PRIMA
            quindi è suo. punto.Secondo la legge no, punto e virgola.
          • fancu scrive:
            Re: Soluzione? Boicotta g.armani!

            luca armani ha registrato il dominio PRIMA

            quindi è suo. punto.
            Secondo la legge no, punto e virgola.Secondo la legge siSecondo la legge del più forte noGuarda che per il semplice fatto che ciò sia stato decretato in un'aula di tribunale non lo eleva a verità assoluta ed indiscutibile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
            - Scritto da: fancu
            Guarda che per il semplice fatto che ciò sia
            stato decretato in un'aula di tribunale non
            lo eleva a verità assoluta ed
            indiscutibile...Infatti, io non ho scritto punto e basta come quello sopra
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
            Boicottare Armani? Sai che gliene frega del povero Luca a tuttie ile fighettinie che non possono fare a meno della merce di tale tipo che chiamano stilista. Per non parlare delle ricche signore che non lavorano neanche con una pistola puntata alla tempia, ma che pretendono il giorgino armani dai mariti facoltosi...Ma sto scadendo nel trolling.
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
      Boicottare Armani?!a me del signor Luca non importa una benchè minima cippa...ci son problemi molto più seri per cui varrebbe un boicottaggio...mica questi. (e poi secondo me non ha la ragione dalla sua parte il sig Luca)
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione? Boicotta g.armani!
        - Scritto da: Anonimo
        Boicottare Armani?!
        a me del signor Luca non importa una benchè
        minima cippa...
        ci son problemi molto più seri per cui
        varrebbe un boicottaggio...mica questi.
        (e poi secondo me non ha la ragione dalla
        sua parte il sig Luca)Tu sei un'altro che non capisce che il caso di Luca Armani è un simbolo di come la grande industria schiacci i diritti civili e la libertà economica dei singoli cittadini... oppure lo capisci benissimo ma sei un altro che lavora per la casa di moda in questione...
        • Anonimo scrive:
          Re: Soluzione? Boicotta g.armani!

          Tu sei un'altro che non capisce che il caso
          di Luca Armani è un simbolo di come la
          grande industria schiacci i diritti civili e
          la libertà economica dei singoli
          cittadini... oppure lo capisci benissimo ma
          sei un altro che lavora per la casa di moda
          in questione...ma che cavolo dici!adesso perche' uno ha un azienda di successo diventa automaticamente un anticivile un anti diritti civili ?ma siamo fuori di testa oppure profondamente invidiosi del successo di altri? o comunisti?la G.Armani spa è un azienda solida fodnata su ideee imprenditoriali di personaggi che sono riusciti nel loro intento senza uccidere ne impedire le libertè fodamentali di altri. In fondo , facendo un paralellismo lo stesso $Bill , nonstante i ricatti contrattuali perpetrati nei confronti dei concorrenti, è il risultato di azioni tutto sommato lecite, nessuno ha obbligato i concorrenti ad accettare le condizioni capestro imposte da $bill ( tra l'altro i suoi prodotti non mi piacciono per nulla, ma questa e' un 'altra cosa).Boicottare Armani Perche?, perche' difende un diritto sancito dalla legge? è idiota, semmai modifichiamo la legge.Capirei boicottare la Armani perche' produce infierendo supersone ed animali fruttandoli oltre ogni limite, ma no sicuramente perche' difende un diritto sancito dalle leggi .rino
Chiudi i commenti