Sun lavora a Solinux

La mamma di Java sta portando avanti un progetto con cui intende rendere il proprio sistema operativo Solaris più simile a Linux, e dunque più facile da utilizzare per i molti utenti del Pinguino. Ecco come e perché

San Francisco (USA) – “Faremo di Solaris un Linux migliore di Linux”. Così ha esordito Ian Murdock , fondatore di Debian e attuale dipendente di Sun , confermando l’esistenza di un progetto con cui Sun intende rendere il proprio Unix più simile a Linux.

Murdock ha chiarito subito che il progetto è ancora top secret , ma ha ammesso che il suo obiettivo è quello di rendere il sistema operativo di Sun, Solaris, più user friendly e maggiormente familiare agli utenti di Linux. Il celebre sviluppatore non ha neppure potuto confermarne il nome in codice del progetto, che secondo alcuni è Indiana .

È ben noto come Solaris e Linux siano parenti, seppure alla lontana, entrambi parte della vasta famiglia di sistemi operativi Unix. Ciò non toglie che le differenze tra i due siano rilevanti , soprattutto a livello di shell, interfacce grafiche, utility di alto livello e, non per ultima, licenza.

Murdock sostiene che Solaris debba migliorare soprattutto il supporto all’hardware e l’ambiente desktop , anche se in quest’ultima area il supporto di Solaris a GNOME rappresenta un grande passo avanti. Il papà di Debian ritiene che un Solaris più facile da usare, e maggiormente integrato con Linux, possa attrarre un maggior numero di utenti e sviluppatori abituati ad utilizzare il Pinguino.

L’integrazione con Linux passa per forza di cose anche dalla compatibilità a livello binario , ossia dalla capacità di Solaris di far girare senza modifiche le applicazioni scritte per il cugino.

Certamente gli sviluppatori di Solaris potrebbero trarre grande vantaggio dalla possibilità di mutuare da Linux codice e tecnologie, ma ad ostacolare in larga parte quello che gli inglesi chiamano cross-pollination , ossia lo scambio di codice fra le due piattaforme, sono le incompatibilità tra la licenza CDDL di Solaris e quella GPL di Linux . È per questo motivo che Sun sta meditando già da lungo tempo la possibilità di migrare il codice di Solaris , per lo meno quello non protetto da brevetti, verso la licenza di GNU: la stessa che Sun ha per altro già utilizzato per diversi altri software, incluso Java.

Stando a quanto riporta News.com , il progetto Indiana è seguito da vicino dal CEO di Sun, Jonathan Schwartz, che sul futuro di Solaris sta puntando moltissimo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dino Florenzi scrive:
    Amiga Return
    Mando i miei sinceri auguri.
  • Marco scrive:
    Rinasce davvero?
    Ma rinasce davvero? O è una bufala, come al solito?
  • Massimilian o Leonardi scrive:
    Auguri per Amiga
    Spero che riescano a far risorgere la piattaforma con un valido Os che non sia Linux. Comprare un computer su cui gira solo Linux non ha senso, per questo c'è già la Play3.Spero anche che riescano a creare dei validi giochi e dei validi programmi.In bocca a lupo Amiga
    • FIRETORNADO scrive:
      Re: Auguri per Amiga
      sognare non costa nulla...produrre e vendere un computer senza nessun supporto software...milioni...
      • Max scrive:
        Re: Auguri per Amiga
        Non ho detto che sia facile. La sfida è difficile ma non impossibile. Se partissero con A.Os4 sarebbe molto più realistico il progetto di rilancio della piattaforma.
  • Anonimo scrive:
    Videoediting
    Salve a tutti,posso solo dire ciò che vidi fare più di 12 anni fa da un Amiga 1200 con un Motorola 060 a 50Mhz. Già all'epoca poteva effettuare transazioni con programmi leggeri. Per ottenere tale versatilità il mio processore a 2600 Mhz arranca e non poco. Non sono un programmatore ma credo che molto dipendesse da come fosse stato programmato sia l'Os che il software stesso assieme ad un'architettura davvero futuristica. Spero vivamente che possa risorgere come è giusto che sia un'ottima macchina che aveva dato anche una filosofia di utilizzo che ora non vedo più
    • pippo75 scrive:
      Re: Videoediting
      - Scritto da:
      Salve a tutti,
      posso solo dire ciò che vidi fare più di
      12 anni fa da un Amiga 1200 con un Motorola
      060 a 50Mhz. Già all'epoca poteva effettuare
      transazioni con programmi leggeri. Per
      ottenere tale versatilità il mio processore
      a 2600 Mhz arranca e non poco.Direi che hai scelto i programmi sbagliati.Pero'.... Su che tipo di filmato stai applicando queste transizioni.Che programma usi?
      un'architettura davvero futuristica. Spero
      vivamente che possa risorgere come è
      giusto che sia un'ottima macchina che
      aveva dato anche una filosofia di utilizzo
      che ora non vedo piùNon ricordo questa filosofia.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Videoediting
        In tendeva dire, che si riusciva a fare degli ottimi lavori, che sembravano impossibili con HW a disposizione
        • Anonimo scrive:
          Re: Videoediting
          - Scritto da:
          In tendeva dire, che si riusciva a fare degli
          ottimi lavori, che sembravano impossibili con HW
          a
          disposizioneComplimenti genio!"In-tendeva" hahahahahhahah
      • Anonimo scrive:
        Re: Videoediting
        Ho scelto il videoediting perchè per me è una delle applicazioni più estreme. Il programma che vidi ed usai era l'X-dve. Cito anche Scala che tra l'altro è stato usato da molte tv locali. Usai questi software per creare le mie titolazioni e tutt'oggi non hanno nulla da invidiare a molti effetti presenti nei software odierni. Ho provato Vegas di Sony, Premiere e anche quelli di Pynnacle. Ognuno ha delle caratteristiche ottime ma è assurdo che debba utilizzare circa 2 gigabyte e processori a frequenze altissime per utilizzare al meglio questi applicativi. Non dimentichiamo che l'Amiga usava l'assembler(e anche il C) e aveva processori dedicati come il Blitter a 28MHz (per l'epoca niente che io ricordi arrivava a tale velocità) che permettevano usi davvero interessanti, senza contare i vari chipset deicati. La filosofia a cui mi riferivo era dettata alla "personalizzazione" di un computer davvero interessante.
  • pippo75 scrive:
    L'Amiga e' morta.
    Bello o brutto che sia e' cosi'..E' passato troppo tempo per fare in modo che quello che c'era possa essere ancora utile.Sicuramente messo a confronto con i Pc di oggi si vende un computer veramente ottimizzato, ma al tempo non e' che fossi poi effettivamente cosi'.Vero era Multitask, con audio di qualita', con grafica avanzata.Ma il mondo e' andato avanti.Lo vogliamo chiamare Amiga perche' e' compatibile con i vecchi programmi?Perche' usa il W.B.?Perche' ha lo stesso nome?Si poteva partire da UAE e continuare.L'Amiga al tempo era un buon computer perche' partiva da un taglio con il passato, oggi non e' cosi', parte dal passato.Cosa propone che gli altri non hanno?Mi sarei aspettato qualcosa di nuovo.Qualcosa del tipo un TabletPC con al massimo due porte di collegamento e per il resto Wireless, senza HD e con Schede di memoria ( tipo CF ).Poi non sarebbe male se fosse anche ottimizzato il SO.Ho letto alcuni commenti che dicevano di usare dual-boot con linux.Spero che non lo facciano, sarebbe come dire, vi diamo AmigaOS, pero' non siamo sicuri che vada bene quindi vi forniamo la ruota di scorta ( secondo me) .vabbe', per il momento interrompo.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Amiga e' morta.
      - Scritto da: pippo75
      Bello o brutto che sia e' cosi'..

      E' passato troppo tempo per fare in modo che
      quello che c'era possa essere ancora
      utile.

      Sicuramente messo a confronto con i Pc di oggi si
      vende un computer veramente ottimizzato, ma al
      tempo non e' che fossi poi effettivamente
      cosi'.

      Vero era Multitask, con audio di qualita', con
      grafica
      avanzata.
      Ma il mondo e' andato avanti.Beh chiaramente creare una nuova piattaforma da zero veramente rivoluzionaria costa cifre assurde e basterebbe veramente poco per farla apparire nella maniera sbagliata agli investitori che tutto il progetto fallirebbe dall'oggi all'indomani

      Lo vogliamo chiamare Amiga perche' e' compatibile
      con i vecchi
      programmi?
      Perche' usa il W.B.?
      Perche' ha lo stesso nome?Delle tre un po' tutte ma forse l'unica che pesa è solo l'ultima almeno dal punto di vista di Amiga Inc.

      Si poteva partire da UAE e continuare.Ma infatti non mi stupirei se nell'emulatore Amiga del OS4 fossero presenti parti dello UAE

      L'Amiga al tempo era un buon computer perche'
      partiva da un taglio con il passato, oggi non e'
      cosi', parte dal
      passato.

      Cosa propone che gli altri non hanno?Purtroppo niente però c'è una cosa che non mi torna anche se è OT. Apple ha abbandonato i PPC perchè non vedeva in questi alcun futuro poi spuntano fuori dal nulla due piccole aziende che invece la pensano al contrario. Apple quindi a suo tempo ha fatto solo una commercialata =

      Mi sarei aspettato qualcosa di nuovo.
      Qualcosa del tipo un TabletPC con al massimo due
      porte di collegamento e per il resto Wireless,
      senza HD e con Schede di memoria ( tipo CF
      ).
      Poi non sarebbe male se fosse anche ottimizzato
      il
      SO.
      Naaa... Amiga è stato il computer multimediale per definizione e così dovrebbe essere con quello nuovo.
      Ho letto alcuni commenti che dicevano di usare
      dual-boot con
      linux.
      Spero che non lo facciano, sarebbe come dire, vi
      diamo AmigaOS, pero' non siamo sicuri che vada
      bene quindi vi forniamo la ruota di scorta (
      secondo me)
      .Chi pensa a linux come panacea di tutti i mali non ha mai capito niente. Inutile dargli più spazio di quello che merita
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Amiga e' morta.
      :@ voi che dite che l'amiga è morta.... non sapete nemmeno cosa significa per chi lo avuto nelle mani... i pc di oggi mi fanno soltanto "piangere". Altro che morta.... e viva e vegeta. spero sia la volta buona. piuttosto.I THINK DIFFERENT (e non solo io)
      • Andrea scrive:
        Re: L'Amiga e' morta.
        Amiga è viva e vegeta.Viva Amiga
      • cobland scrive:
        Re: L'Amiga e' morta.
        - Scritto da:
        :@ voi che dite che l'amiga è morta....

        non sapete nemmeno cosa significa per chi lo
        avuto nelle
        mani...

        i pc di oggi mi fanno soltanto "piangere".

        Altro che morta.... e viva e vegeta.

        spero sia la volta buona. piuttosto.

        I THINK DIFFERENT (e non solo io)
        Io lo so, perchè l'ho avuto e ancora ce l'ho!Se fosse andata diversamente non ci sarebbe stato confronto!AMIGA FOREVER
    • David scrive:
      Re: L'Amiga e' morta.
      - Scritto da: pippo75
      Bello o brutto che sia e' cosi'..

      E' passato troppo tempo per fare in modo che
      quello che c'era possa essere ancora
      utile.Non credo. Ogni anno che passa, la gente che ormai usa windows da anni è sempre più stanca dei suoi difetti, diventa più esperta e prova altri sistemi operativi, notando come tutti funzionino meglio.L'ultima incarnazione di windows, Vista, lo dimostra ancora una volta: microsoft non è in grado di scrivere un sistema operativo.Inoltre l'hardware dei pc è architetturalmente morto da diverso tempo (molti anni), e la guerra a base di soli megahertz e nessuna sostanziale innovazione tecnica avrà una fine, e a quel punto non ci sarà altro da fare che passare ad un sistema diverso.
      Sicuramente messo a confronto con i Pc di oggi si
      vende un computer veramente ottimizzato, ma al
      tempo non e' che fossi poi effettivamente
      cosi'.

      Vero era Multitask, con audio di qualita', con
      grafica
      avanzata.
      Ma il mondo e' andato avanti.Non così tanto come pensi, in realtà.
      Lo vogliamo chiamare Amiga perche' e' compatibile
      con i vecchi
      programmi?
      Perche' usa il W.B.?
      Perche' ha lo stesso nome?

      Si poteva partire da UAE e continuare.Eh? UAE è un emulatore, non un sistema operativo o un computer. Inoltre usa un'altro sistema operativo per poter accedere alle risorse del sistema, come cavolo pensi che si possa ricreare un sistema con queste basi?E poi si chiama Amiga perchè il sistema operativo è lo stesso. Al giorno d'oggi non è obiettivamente possible creare un computer con hardware custom, per i costi ma anche per la costante, e spesso estenuante, innovazione tecnologica che corre più velocemente di quanto dovrebbe.Avere un sistema operativo stabile e veloce è possibile anche oggi, ma certo è più facile dire "ho Windows" che spiegare il perchè si usa un sistema diverso a persone che di computer non ne sanno niente.Di solito, infatti, non dico niente a quelli che si avvicinano per la prima volta al mondo dei PC pensando che sia l'unica realtà disponibile, e nel 100% dei casi alla fine si lamentano e si accorgono di quanto mal fatto questo sistema sia.
      L'Amiga al tempo era un buon computer perche'
      partiva da un taglio con il passato, oggi non e'
      cosi', parte dal
      passato.

      Cosa propone che gli altri non hanno?Stabilità, velocità, sicurezza, semplicità. L'unica cosa che non offre sono i mal di testa che ti fa venire windows ;)
      Mi sarei aspettato qualcosa di nuovo.
      Qualcosa del tipo un TabletPC con al massimo due
      porte di collegamento e per il resto Wireless,
      senza HD e con Schede di memoria ( tipo CF
      ).Questo sistema, al giorno d'oggi, sarebbe un completo fallimento, e forse lo compreresti solo tu. La maggior parte della gente cerca un sistema "generico" dal quale partire per poi modificarlo a seconda delle esigenze incontrate per la strada. Un sistema troppo custom sarebbe come tornare al passato, e questo non è più possibile, come anche tu hai detto.
      Poi non sarebbe male se fosse anche ottimizzato
      il
      SO.Ma cosa intendi con questi continue richieste di "ottimizzazione"? Sei troppo abituato agli spot di microsoft che scrive "ottimizzato" su tutti i suoi prodotti senza nemmeno sapere il perchè. ;)
      Ho letto alcuni commenti che dicevano di usare
      dual-boot con
      linux.
      Spero che non lo facciano, sarebbe come dire, vi
      diamo AmigaOS, pero' non siamo sicuri che vada
      bene quindi vi forniamo la ruota di scorta (
      secondo me)
      .Il primo AmigaOne non aveva ancora l' AmigaOS4 disponibile, pertanto, per poterlo utilizzare, era necessario installare linux su di esso. Adesso AmigaOS4 è uscito e linux "non serve più", anche se puoi comunque fare un dual-boot per utilizzarne le applicazioni. Proprio come ora si fa un dual-boot per poter usare il proprio pc, considerato che Vista non funziona.
      • Sdkjhh scrive:
        Re: L'Amiga e' morta.

        Proprio come ora si
        fa un dual-boot per poter usare il proprio pc,
        considerato che Vista non
        funziona.Cosa intendi per non funziona ? a me va benissimo
    • Gidi scrive:
      Re: L'Amiga e' morta.
      Peccato che si ostinino a restare sul PPC, Se Amiga os4 venisse reso disponibile su un pc, ad un prezzo decente, lo prenderei anche solo per curiosità e ci farei su un multiboot... ma che senso ha spendere tanti soldi per una macchina che poi non sai a cosa ti servirà?Molto ma molto più interessante mi pre invece l'intaresse di Amiga inc. nel cercare di portare il "suo" ultimo OS si sistemi mobile, lì potrebbe esserci un po' più spazio di mercato.
    • Dany Blu scrive:
      Re: L'Amiga e' morta.
      Morta ?!? direi piu' che altro in coma farmacologico, Amiga ha segnato il periodo della innovazione tecnologica e seconda solo al Mac in termini di architettura.Amiga un nome molti ricordi e tante speranze..speranze per il futuro.Ma lo sapevate che al uscita di Amiga il governo americano fece preparare dei computer con l'architettura praticamente identica ad un A4000 per controllare i sistemi di volo durante le missioni spaziali e il motovo? semplice Amiga non va in crash ed è multitasking.Vi piaceva il Fil Jurassic park? ebbene lo hanno creato Solamente con Amiga4000. ecc...ec.....Che si chiami Amiga,Samantha o Moana questo non importa.... importa solo la su filosofia che continui a vivere...perchè? semplice Amiga è umana e possiede un anima propia,cosa che i normali pc di casa non potranno mai avere.
  • Anonimo scrive:
    L'Amiga
    Aiuto,mi hanno imbarzamato vivo!Hanno strappato le mie varie interioramettendo strani unguenti.Ma io sono vivo.Hanno cavato il mio cervello dar naricetramite uncinetto,in grigi e bianchi grammoli di memoria e di sangue,mettendo strani unguenti.Ma io sono vivo.Hanno cosparzo il mio corpo de zorfoe disseccato la mia pella cor muriatico,hanno disciolto i genitali cor muriatico,hanno sbiancato le pupilla cor muriatico,mettendo strani unguenti tra cui er muriatico.Ma io sono vivo.Oggi so' un Amiga residente il museo,i bambini se impressiona: ma che è? un Amiga?io sempre zitto dentro alla scatola,ma sono vivo!Lo stesso nun se pò di' der custode TADsince1995!
  • Anonimo scrive:
    amiga os
    ma amigaos e' brutto! come pensano di vendere?
    • Anonimo scrive:
      Re: amiga os
      - Scritto da:
      ma amigaos e' brutto! come pensano di vendere?Brutto!?!?!? Quanti anni hai? 18? Lo hai mai visto AmigaOS4? Quanti gradi ti mancano?Dai, torna a giocare col Windows Vista, quello sì che è un sistema orribile...
  • Anonimo scrive:
    Ma ma...e la Sam???
    Ciao ho letto un po di commenti prima di postare e condivido sui due punti principali ossia che la configurazione hardware non è poi così importante e che come carta vincente devono usare sicuramente OS 4 e non altri os.Detto questo non ho letto da nessuna parte nessun riferimento alla Sam440 http://www.sam440.com/ita/index.html .Leggendo le caratteristiche dovrebbe essere niente male per OS4 però ancora non si sa per certo se verrà licenziato anche se ho letto che i driver per il supporto alla scheda sono quasi tutti pronti.Qualcuno sa qualcosa in + al riguardo?
  • Anonimo scrive:
    Ma perfavore...
    Il computer da 500 dollari non è nemmeno degno di essere chiamato computer, allo stesso prezzo ti compri un cesso di portatile venti volte più veloce.Quello da 1500 dollari è già più ragionevole, ma in quanti sono disposti a spendere tutti quei soldi per un Amiga?Risultato: venderanno solo ai soliti fissati.Se la seconda configurazione la vendessero al prezzo della prima, almeno ci sarebbero molti più curiosi disposti a comprarlo.
  • MeX scrive:
    Amiga...
    non ho purtroppo conosciuto il mondo Amiga... dico purtroppo perchè se sopravvivono tanti "amiga boys" vuol dire che effettivamente era una gran bella macchina...Detto questo... mi sembra "sterile" star a discutere più di tanto sull'HW in se... switchando a MAC ho capito quanto sia importante prima di tutto il SO e poi l'HW... basta pensare a cosa diventa un portatile obsoleto se disinstalli XP e ci metti un Linux qualunque :)L'aspetto HW secondo me è più importante dal punto di vista del "pacchetto chiuso" nel senso che come con MAC.. scelgo tra un limitato numero di variabili e so che tipo di macchina andrò a scegliere... inoltre l'aspetto HW è importante dal punto di vista dell'interoperabilità... e Mac passando a Intel ha dato una spinta decisiva ai sui "PC"Quindi... critico cmq la scelta del PowerPC, come diceva Tad scegliere un SO che non sia Amiga... farebbe perdere del tutto significato alla cosa...Altra lacuna... è secondo me il tralasciare il fattore traino di gadget al di fuori del "PC" in se... così come l'iPod ha trainato le vendite dei Mac... perchè non buttarsi anche su un'Amiga ultra portable... che faccia concorrenza a PSP e Gameboys?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Amiga...
      Beh hai ragione, se non c'è un software decente che sfrutti bene HW e inutile. Questa cosa accade per il buon 90% del software su pc Windows :(Un Amiga videoludico, come una console portatile ? Oppure una spece di media center mini che fa vedere, video, sentire musica e quant'altro ? Non sarebbe male se trainasse le vendite di eventuali Computer Amiga, però devo dire che se non fanno i Computer prima, tanto vale :DPS: Si chiama Game boy, non Game boys! Poi adesso la console portatile attuale di casa nintendo è il DS :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Amiga...
        - Scritto da: Sgabbio
        Beh hai ragione, se non c'è un software decente
        che sfrutti bene HW e inutile. Questa cosa accade
        per il buon 90% del software su pc Windows
        :(Puoi spiegarti meglio?Mi pare che Osx è proprio carente sullo sfruttamento dell'HW. Vedi drivers Nvidia/Ati lenti e mal fatti anche dopo anni dall'uscita.Lo hanno lamentato tutti i pro che lavorano su shake, maya, cinema.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Amiga...

          Puoi spiegarti meglio?

          Mi pare che Osx è proprio carente sullo
          sfruttamento dell'HW. Vedi drivers Nvidia/Ati
          lenti e mal fatti anche dopo anni
          dall'uscita.
          Lo hanno lamentato tutti i pro che lavorano su
          shake, maya,
          cinema.Allora il mondo dei PC attualmente, come lo conosciamo noi, rendeno obsolenti, moltissimi componenti del giro di pochi mesi, sia perchè i produttori, per guadagnare mettono nel mercato HW sempre più prestante e capita pure che il supporto della tua scheda Video ad esempio, fenisca prematuramente ecc ecc...Questo a portato anche moltissimi software che in termini di consumo/prestazioni sono poco soddisfacenti. Si potrebbe fare il nome di microsoft tra i tanti, considerando che ad ogni nuova versione dei loro software di punta, c'è un consumo quadruplicato delle risorse necessarie a far funzionare i loro prodotti, Questo non avrebbe senso se non ci fosse un tacito accordo con i produttori HW. Ma non voglio fare una filippica contro Microsoft perchè non è l'unica che fa software mal ottimizzato verso i consumi di risorse. Questa cosa colpisce anche Open source. Basta pensare come un portatile di pochi anni di vita sia costretto al pensionamento per questa cosa.Il problema dei PC è appunto l'impossibilità di una ottimizzazione seria per via dell'infinità di combinazioni HW possibili, perchè secondo me un processore di 5 anni fa potrebbe dire molto se il software scritto fosse ottimizzato per sfruttare al meglio le possibilità di quest'ultimo, come per una scheda audio e video ad esempio.I giochi per PC non fanno eccezione, anche se gli sviluppatori, fanno un lodevole sforzo di rendere i loro prodotti più scalabili possibili. Ma la cosa che mi domando, ma per fare un motore grafico realistico, occorre una potenza cosi smisurata? Non si può fare in modo di creare del software che compiano solo i calcoli neccessari evitando cicli inutili?Ma sto divagando, non ti sto rispondendo!! Quindi vado alla risposta: Il problema qui non è di OSX che sfrutta male HW dove gira, ma dei driver di Ati e Nvidia che stando a quello che hai scritto, siano fatti con i piedi, quindi puoi avere un sistema operativo che sfrutti al meglio il suo HW, ma se i componenti terzi fanno cazzate, c'è poco da fare purtroppo. PS: Chi è più ferrato sull'argomento mi corregga se ho detto inessatezze, non sono l'oracolo ne un dio, quindi mi posso sempre sbagliare.
          • pippo75 scrive:
            Re: Amiga...

            PS: Chi è più ferrato sull'argomento mi
            corregga se ho detto inessatezze, non sono
            l'oracolo ne un dio, quindi mi posso sempre
            sbagliare.problemi:1: ottimizzare costa, tanto tra 6 mesi c'e' il processore nuovo che compensera' la pesantezza del SW......2: Io vendo SW nuovo, tu vendi HW nuovo....... ciao
          • Sgabbio scrive:
            Re: Amiga...
            Infatti avevo accenato a questo. Trovo assurdo, che per fare delle cose semplicissime come scrivere una lettera, ci vuole un processore a 2 Ghz dual core, un gb di ram e una scheva video di ultimissima generazione.Qualcosa non va secondo me. E' Questo mercato alla corsa del HW super eveneristico che causa questi problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Amiga...
      - Scritto da: MeX
      non ho purtroppo conosciuto il mondo Amiga...
      dico purtroppo perchè se sopravvivono tanti
      "amiga boys" vuol dire che effettivamente era una
      gran bella
      macchina...Per quegli anni, confermo senza tema di smentite (avuto Amiga 1000 espansa RAM, poi 500 plus, rimpiango un HD mai comprato)
      Altra lacuna... è secondo me il tralasciare il
      fattore traino di gadget al di fuori del "PC" in
      se... così come l'iPod ha trainato le vendite dei
      Mac... perchè non buttarsi anche su un'Amiga
      ultra portable... che faccia concorrenza a PSP e
      Gameboy?No, no, no. Tanti hanno provato a concorrere contro Nintendo in questa fascia (Gameboy, ora DS) e hanno sbattuto la faccia. Anche Sony PSP non se la cava bene, pur essendo un prodotto interessante.In quella fascia di prezzo giocano un ruolo chiave gli accordi per i game: i nomi piccoli non ne possono giocare e ci lasciano le penne.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Amiga...
        Più che altro è che la nintendo con i suoi portatili sfruttava bene le tecnologie ben rodate invece di buttarsi su cose avveneristiche che davano problemi incredibili.Infatti la Sega a perso sui portatili per via dei consumi anche se il Game Gear di mangiava il Game boy in bianco e nero.Per fare un esempio ovviamente. Infatti se hai un prodotto con dei consumi bassi, la gente compra volentieri. Infatti se facciamo il paragone con il DS e la psp, in consumi vince il DS. la PSP come HW e molto più potente del DS, però sulla console portatile della nintendo escono dei capolavori che sfruttano al meglio il loro HW anche se ha una potenza modesta.Però la PSP ha dalla sua una folta comunità per gli homebrew.... che è un contro senso considerando che la sony ad ogni aggiornamento del Firmware, cerca sempre di contrastarli.Che poi alla Sony, hanno rivisto più volte la loro strategia verso nintendo togliendo pure i codici regionali... si...avete capito bene, prima del firmware 2.0 (se non sbaglio) tale console aveva i codici regionali....
  • Anonimo scrive:
    Che sia la volta buona?
    No, e se bisogna spiegare perché vuol dire che le persone sono fuori dal mondo
  • Anonimo scrive:
    Nasce già vecchio, praticamente morto
    L'hardware non ha nulla di appetibile o nulla che non ci sia già, diversamente dal vero Amiga di cui porta impropriamente il nome. Tanto vale, se così deve essere, svilupparlo su piattaforma x86 64 bit, ossia un normale PC con dotazione hardware di base potente e prefissata (scheda video monomarca, audio, cpu 64 bit AMD o Intel, memoria DDR2). La cosa che lo differenzierebbe da un PC sarebbe solo il sistema operativo, un bel Amiga OS che se tanto mi da tanto dovrebbe essere all'avanguardia. E magari in dual boot con qualcos'altro!Ma così come vogliono realizzarlo è bell'e che morto ancor prima di nascere!
    • rogledi scrive:
      Re: Nasce già vecchio, praticamente mort
      concordo in pienoanche apple ha dovuto passare a intele se hanno in mente di fare la differenza basandosi su altro hardware di solito meno performante e più costoso, hanno sbagliato tutto
      • Anonimo scrive:
        Re: Nasce già vecchio, praticamente mort
        Che vuol dire ? Allora anche gli odierni PC nascono vecchi , perchè figli o nipoti del vecchio PC IBM compatibile . Un progetto HW come un pc non può essere lo stesso nel corso degli anni , ma deve adottare le tecnologie del momento . E se una società vuole riportare in vita un marchio che è stato una pietra miliare nell'informatica a cavallo tra gli anni 80 e 90 non vedo perchè la si debba massacrare liquidandola con delle battute non supportate da alcuna prova . Aspettiamo e poi critichiamo . :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Nasce già vecchio, praticamente mort
          Le mie non sono battute. Che prove vuoi? Quante cpu Power PC vedi nei negozi di computer, disponibili al pubblico al dettaglio come gli AMD e gli Intel? Zero! E quante motherboard ci sono con flessibilità pari a quelle per PC, per un PPC? Zero! Adottare soluzioni quasi custom come queste ha senso solo se la macchina ha caratteristiche innovative o rivoluzionarie come fu per l'Amiga originale (li ho avuti tutti, dal capostipite A1000 fino al 4000). Cosa che non è, questa volta. Non ci vuole la sfera di cristallo per dire che sarà un flop clamoroso. Sarebbe bene a questo punto lasciare riposare l'Amiga in santa pace.Cmq, aspettiamo, ma non mi illudo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Nasce già vecchio, praticamente mort
          - Scritto da:
          Che vuol dire ? Allora anche gli odierni PC
          nascono vecchi , perchè figli o nipoti del
          vecchio PC IBM compatibile . Un progetto HW come
          un pc non può essere lo stesso nel corso degli
          anni , ma deve adottare le tecnologie del momento
          . E se una società vuole riportare in vita un
          marchio che è stato una pietra miliare
          nell'informatica a cavallo tra gli anni 80 e 90
          non vedo perchè la si debba massacrare
          liquidandola con delle battute non supportate da
          alcuna prova . Aspettiamo e poi critichiamo .
          :)hai involontariamente centrato il nocciolo della questione. IL MARCHIO... è l'unica cosa che è rimasta, questi l'hanno comprato e lo vogliono far fruttare costruendo e vendendo uno sgorbio, basato su un'architettura che Apple ha saggiamente abbandonato, che oltre al nome non ha davvero niente in comune con l'Amiga, QUELLO VERO. Domani mi alzo, costruisco un cesso a pedali, uno vero, dove si fa la cacca e per tirare l'acqua bisogna pedalare, ci disegno sopra una bella C< di Commodore, ed ecco fatto il nuovo Amiga, sarebbe esattamente la stessa cosa! =)
      • Anonimo scrive:
        Re: Nasce già vecchio, praticamente mort
        - Scritto da: rogledi
        concordo in pieno

        anche apple ha dovuto passare a intelSi chiama strategia commerciale non c'entrano nulla le prestazioni dei processori in questo cambio, semplicemente il marchio Intel vende di più
        e se hanno in mente di fare la differenza
        basandosi su altro hardware di solito meno
        performante e più costoso, hanno sbagliato
        tuttoHw di solito meno performate ... ma per favore ...La tecnologia Power è quella più performante nel campo dei processori ... Intel vende tanto per semplice ignoranza dell'utenza media, come pure Microsoft.Il processore che monta la versione da 1500$ è un ottimo processore per fare qualcunque cosa vuoi
      • Anonimo scrive:
        Re: Nasce già vecchio, praticamente mort
        Considerato il fatto che ho appena preso un Quad Core 6600 + Mainboard Gigabyte SD4 e 4 gb di ram a 800 mhz per 800 euro..
    • Anonimo scrive:
      Re: Nasce già vecchio, praticamente morto
      C'è un solo modo: AmigaOS + Linux preinstallati
  • lalla63 scrive:
    configurazione hardware
    G3Ram Dimm 133Dischi IDE 133Ati 7500 IntegrataSk Audio CMI IntegrataA leggere questa configurazione si potrebbe anche ridere.Però dimostra che per un PC non servono tutte quelle risorse HW che qualcuno ci ha insegnato a credere (tacito accordo coi costruttori, io faccio il SO nuovo che vada bene solo su HW più potente di oggi così tu in cambio me lo preinsatalli ed i clienti son costretti a cambiare tutto e siam tutti contenti).http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1982604&r=PINel 1969, per andare sulla Luna è stato sufficiente un elaboratore di potenza paragonabile al vecchio Vic20.Con un vecchio PC del 1990 riuscivo a fare le stesse cose (oserei dire forse anche meglio) che adesso devo fare su un biprocessore a 4GB di memoria, senza peraltro vedere quintuplicate le prestazioni, anzi, e parlo di calcolo strutturale.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2007 07.45-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: configurazione hardware
      certo che con tutta quella roba integrata l'espandibilita' rimane in edicola
    • PinguinoMannaro scrive:
      Re: configurazione hardware
      Modificato dall' autore il 11 maggio 2007 07.45
      --------------------------------------------------Ebasta L'hardware potente serve.Se vedi cosa sta succedendo nel settore del calcolo numerico capirai che la potenza di calcolo sta dando possibilità inimmaginabili fino a pochi anni fa.Se poi arriva MS e fa andare un pentium core 2 duo alla velocità di un 286 ..... questa e' un altra storia.
      • Anonimo scrive:
        Re: configurazione hardware

        Se poi arriva MS e fa andare un pentium core 2
        duo alla velocità di un 286 ..... questa e' un
        altra
        storia.Basta provare le stesse applicazioni su Osx e Windows per scoprire che su Windows sono piu' performanti.Certo che i luoghi comuni.. non finiscono mai.
    • pentolino scrive:
      Re: configurazione hardware
      - Scritto da: lalla63
      G3
      Ram Dimm 133
      Dischi IDE 133
      Ati 7500 Integrata
      Sk Audio CMI Integratanooooo!!!! l' ati 7500 nooooo!!!!! io ho acquistato un pc con quella boiata di scheda grafoica 5 anni fa e ancora mi chiedo chi me lo ha fatto fare... peggior chipset di sempre IMO :-(
  • Anonimo scrive:
    Ma che lo lascino riposare in pace!
    Ci manca solo un computer non-morto! :| :| :| :p
    • Presid. Scrocco scrive:
      Re: Ma che lo lascino riposare in pace!
      - Scritto da:
      Ci manca solo un computer non-morto! :| :| :| :pQuoto![img]http://i20.photobucket.com/albums/b241/ATMachine/mimisc/mi1vga4.png[/img]
      • mm1 scrive:
        Re: Ma che lo lascino riposare in pace!
        - Scritto da: Presid. Scrocco

        - Scritto da:

        Ci manca solo un computer non-morto! :| :| :|
        :p

        Quoto!

        [img]http://i20.photobucket.com/albums/b241/ATMachine/mimisc/mi1vga4.png[/img]ehi, monkey uno!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2007 16.47-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che lo lascino riposare in pace!
        - Scritto da: Presid. Scrocco

        - Scritto da:

        Ci manca solo un computer non-morto! :| :| :|
        :p

        Quoto!

        [img]http://i20.photobucket.com/albums/b241/ATMach
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che lo lascino riposare in pace!
        - Scritto da: Presid. Scrocco

        - Scritto da:

        Ci manca solo un computer non-morto! :| :| :|
        :phttp://www.furnation.com/eric_schwartz/pix/Survivor.JPGhttp://www.furnation.com/eric_schwartz/pix/WereBack.jpghttp://amigos.amiga.hu/cobra/download/DvPlayer_Preview.png"Noi siamo vivi, voi siete morti!", Philip K. Dick "Ubik".Ciao,Raffaele (amiga)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che lo lascino riposare in pace!
          - Scritto da:

          - Scritto da: Presid. Scrocco



          - Scritto da:


          Ci manca solo un computer non-morto! :| :| :|

          :p

          http://www.furnation.com/eric_schwartz/pix/Survivo

          http://www.furnation.com/eric_schwartz/pix/WereBac

          http://amigos.amiga.hu/cobra/download/DvPlayer_Pre

          "Noi siamo vivi, voi siete morti!", Philip K.
          Dick
          "Ubik".
          Ma non era "Mumma" di Guzzanti? (newbie) :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che lo lascino riposare in pace!
      :sforse non ci siamo capiti.Questo computer "non riposa" per niente..perchè è stato sempre tenuto vivo dai suoi utenti.
  • TADsince1995 scrive:
    Prudente entusiasmo
    Che dire. Forse, in qualità di amighista inguaribile da oltre 15 anni, sono l'ultima persona al mondo a poter giudicare con obiettività una simile notizia, però l'evento che tutti gli amighisti si aspettavano finalmente è avvenuto.L'entusiasmo c'è, però non dobbiamo dimenticarci i 13 anni (Commorore è fallita nell'Aprile 1994) di disavventure per il popolo amighista che, nonostante tutto, ha resistito, anche se si è assottigliato.I dubbi rimangono sul cosa farci girare su AmigaOS4 (anche perchè riterrei aberrante e stupida l'ipotesi che su queste schede non ci giri AmigaOS).Quindi nella speranza che molte fesserie che si sono verificate in passato non si verificheranno più, accogliamo con estrema attenzione questa notizia che segna un periodo finalmente un po' più vivace del solito.E non dimentichiamoci che, almeno che io sappia, non si è mai verificato nella storia dell'informatica che una piattaforma la cui azienda produttrice è morta da più di 10 anni, sia comunque sopravvissuta in qualche modo agli eventi e ci sia ancora qualcuno che ci voglia investire. Molti dicono che lo fanno per dragare soldi a noi romantici nostalgici irriducibili amighisti, ma io mi chiedo se ne valga davvero la pena dato che ormai siamo rimasti in pochi, senza un minimo di visione nel futuro.Insomma, AmigaOS4 final è arrivato, l'hardware pure....Adesso o mai più.TADP.S: Grazie mille PI! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Prudente entusiasmo
      - Scritto da: TADsince1995
      Che dire. Forse, in qualità di amighista
      inguaribile da oltre 15 anni

      I dubbi rimangono sul cosa farci girare su
      AmigaOS4 (anche perchè riterrei aberrante e
      stupida l'ipotesi che su queste schede non ci
      giri
      AmigaOS).spero sia compatibile verso il basso e gia' cosi' c'e' uno sconfinato parco sw , vuoi mettere il deluxe paint di dan silva con il photoshop? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Prudente entusiasmo
      Ciao, nonostante non sia mai un amighista (ma un sessantaquattriano incallito sì), vorrei dire la mia a riguardo.La mia sensazione è che a prescidendere quale sistema operativo ci giri, devono essere disponibili i kit di sviluppo software e hardware gratis. Questo, secondo me, sarà il vero motore per un'adozione rapida di questa piattaforma. Non dimentichiamoci di che morte sono morti signor sistemi operativi come BeOS e OS/2: di marketing miope.Generalmente sono sempre i piccoli, quelli di nicchia che cominciano a sviluppare su piattaforme "outsider". I piccoli non hanno in genere i mezzi per comprare costose piattaforme di sviluppo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Prudente entusiasmo
        Mi dispiace veramente Tad ma per quanto utilizzi ancora un amiga 4000 iper accelerato/espanso non vedo più nessun futuro per amiga, anzi, più che amiga per Os4.La comunità si sarà ristretta e, ogni anno kalms e i tbl regalano una demo per amiga classic che mi rende fiero di essere stato e di essere ancora un amighista convinto, ma a pensarci bene anche in questo caso si torna sui classic (il caso della demo, guardati startruck). Os4 è un gran sistema operativo ma non ha un gran futuro. Poi se ci mettiamo la causa che amiga inc ha fatto a Hyperion... preferirei vedere amiga morto una volta per tutte, me lo hanno distrutto e maltrattato di più in questi anni che la commodore con il suo fallimento.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Prudente entusiasmo
      Il problema che è che molte compagnie che di punto in bianco, senza avere uno straccio di feedback alla spalle, decidono di sostenere le sorti di vecchi sistemi del passato come nel caso di Amiga Inc. tengono un comportamento che non trasmette fiducia.Sembra che il loro unico scopo sia quello di fare un po' soldi facili giocando sui sentimenti della gente per poi sparire di fronte al primo problema.Sul lato A1 non ci voleva un genio a capirlo che la configurazione proposta sarebbe diventata obsoleta nel giro di pochi mesi ed invece s'è continuato a proporla senza trasmettere alla comunità (che è poi quella che paga) alcuna sicurezza sul futuro. Viene quasi da pensare che le società coinvolte nel "progetto" A1 avessero un magazzino di fondi, di cloni mac tenuti fuori dalla pratiche di chiusura di jobbe, da svuotare e piuttosto che smaltire il tutto in una discarica, hanno fatto colletta per comprarsi i diritti d'uso del marchio amiga e si siano dati da fare a serigrafare le schede.Poi contro ogni loro aspettativa i "rottami" sono finiti neppure avessero organizzato le aste di "materiale da testare" su ebay e adesso hanno trovato un "nuovo" hardware che magari si tratta di nuovo di una serie messa da parte tra i vari motivi anche perchè i maggiori supporter dei PPC (IBM e Apple) hanno cambiato interessi.
  • Masque scrive:
    ppc – windows?
    1) Entrambi i processori sono basati sull'architettura PowerPC2) potrebbe essere AmigaOS 4.0, ma anche Linux o persino Windowsriguardo a windows, ho dei dubbi.
    • Anonimo scrive:
      Re: ppc – windows?
      - Scritto da: Masque
      1) Entrambi i processori sono basati
      sull'architettura
      PowerPC

      2) potrebbe essere AmigaOS 4.0, ma anche Linux o
      persino
      Windows

      riguardo a windows, ho dei dubbi.Windows è impossibile visto che non gira su PPC, nè tantomeno ha il supporto per tutte le funzionalità hardware del power di PA SEMI
      • Anonimo scrive:
        Re: ppc – windows?
        Windows NT esisteva anche per PowerPC, poi semplicemente lo hanno cancellato perché non aveva mercato.
        • Anonimo scrive:
          Re: ppc – windows?
          - Scritto da:
          Windows NT esisteva anche per PowerPC, poi
          semplicemente lo hanno cancellato perché non
          aveva
          mercato.Anche per alpha ma girava a 32 bit, vista l'incapacita' di MS di scrivere qualcosa a 64 bit
        • Masque scrive:
          Re: ppc – windows?
          - Scritto da:
          Windows NT esisteva anche per PowerPCsì, mi ricordo però dubito che prenderebbero seriamente in considerazione questa possibilità. e a ragione!
      • Masque scrive:
        Re: ppc – windows?
        - Scritto da:
        Indovinate qual è il sistema operativo che fa
        "girare" la XBox360, casualmente basata su 3
        processori
        PPC?
        ...
        Una versione "ad-hoc" di WindowsXP embedded.a questo non avevo pensato, anche se era effettivamente prevedibile.però, non credo che licenzierebbero quella versione per poter essere installata su hardware diverso dalla 360, come non so se i ppc montati sulla xbox siano così compatibili con quelli della p.a. semi.vabbeh, alla fine si tratta più che altro di fantasiespero che riescano a mettere in piedi qualcosa di concreto, anche se la vedo molto dura ritagliarsi uno spaziettino di mercato.
  • Anonimo scrive:
    che target?
    Che peccato (sono stato un Amighista anche io ai tempi d'oro)... ma che razza di target può avere oggi una macchina così?
    • Pejone scrive:
      Re: che target?
      Bella domanda..Non credo sia molto profiquo per chi vende pensare di poter campare solo con i nostalgici del glorioso computer di casa Commodore.
      • TADsince1995 scrive:
        Re: che target?
        - Scritto da: Pejone
        Bella domanda..
        Non credo sia molto profiquo per chi vende
        pensare di poter campare solo con i nostalgici
        del glorioso computer di casa
        Commodore.Ed è quello che penso io infatti. Siamo così pochi che sarebbe assurdo pensare di investire in così pochi utenti, quindi voglio sperare che almeno un minimo di piano commerciale ce l'abbiano...In ogni caso E' CHIARO che ormai il target non sarà mai il sig. Rossi che vuole comprare "il computer", quello andrà sempre al supermarket a comprare il cassone acer col Windows oem.Il target sarebbe più o meno quello degli utenti Mac, che non comprano "il computer" ma "il mac". Se si riuscisse a creare una nicchia simile sarebbe già un successo. TAD
        • Cobra Reale scrive:
          A mio parere
          Se vogliono che la piattaforma Amiga conquisti anche il Sig.Rossi, dovranno sforzarsi di offrire macchine molto più potenti di un normale PC di pari prezzo, e dotate di uno o più S.O. più versatili ed affidabili di quello normalmente usato sui PC. Inoltre, dovranno fornire assistenza tecnica di tutto rispetto e garantire la piena compatibilità con le tecnologie che spadroneggiano in campo PC. Ma soprattutto, dovranno adottare le giuste strategie commerciali, tra cui: campagna pubblicitaria capillare, diffusione in grande stile nei negozi di elettrodomestici, facilitazioni agli sviluppatori.Purtroppo, non credo che siano nelle condizioni di poterlo fare: forse sono buoni i S.O. a disposizione, ma non le macchine, potenti sì ma non abbastanza da convincere il consumatore medio (specie se consideriamo i prezzi). Inoltre, non credo che Amiga, Inc. e le altre società coinvolte nel progetto abbiano il potere economico che meriterebbero e di cui avrebbero bisogno per supportare degnamente le loro macchine ed i loro utenti.Comunque, staremo a vedere. Auguro di tutto cuore buona fortuna alle società ed al loro "Progetto Fenice".
    • Anonimo scrive:
      Re: che target?
      - Scritto da:
      Che peccato (sono stato un Amighista anche io ai
      tempi d'oro)... ma che razza di target può avere
      oggi una macchina
      così?Nessuno, si ostinato a puntare su hardware costoso che non interessa a nessuno quando invece dovrebbero contrentrarsi sul sistema operativo, che è l'unica cosa veramente valida che rimane di Amiga.
  • Anonimo scrive:
    software loro su hardware loro
    mi ricordano tanto i mac.. toglieranno quote di mercato alla apple?
  • Anonimo scrive:
    Software?
    Di preciso cosa ci si fa girare su Amiga nel 2007 che non sia disponibile altrove?
    • Anonimo scrive:
      Re: Software?
      Io non ho ben capito una cosa, ma su questi powerpc, ci si possono far girare i vecchi giochi e programmi dell'amiga 500 e 1200?Altrimenti che senso ha prenderselo se non per nostalgia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Software?
        Se ci fosse Amiga OS 4 ci sarebbero delle possibilità ma a quanto pare salterà...
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Software?
        - Scritto da:
        Io non ho ben capito una cosa, ma su questi
        powerpc, ci si possono far girare i vecchi giochi
        e programmi dell'amiga 500 e
        1200?E' un'architettura completamente diversa. I giochi/programmi dell'Amiga Classic non potrebbero mai girare in modo nativo (ma solo in emulazione) dato che, materialmente, è un hardware diverso senza il chipset custom che ha reso grande l'amiga ai suoi tempi.
        Altrimenti che senso ha prenderselo se non per
        nostalgia?No, per passione e per la consapevolezza di avere il miglior sistema operativo mai concepito.TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Software?

          No, per passione e per la consapevolezza di avere
          il miglior sistema operativo mai
          concepito.Chi ha stabilito che AmiogaOS4 è il miglior sistema operativo mai concepito e quali caratteristiche lo rendono superiore agli altri?
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da:

            No, per passione e per la consapevolezza di
            avere

            il miglior sistema operativo mai

            concepito.

            Chi ha stabilito che AmiogaOS4 è il miglior
            sistema operativo mai concepito e quali
            caratteristiche lo rendono superiore agli
            altri?E' così e basta, o ci credi, o chiamiamo l'Inquisizione :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?

            E' così e basta, o ci credi, o chiamiamo
            l'Inquisizione
            :pThe Inquisition, what a show!The Inquisition, here we go!We're on a mission, to convertThe Win-win-win-windows losers...
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da:

            No, per passione e per la consapevolezza di
            avere

            il miglior sistema operativo mai

            concepito.

            Chi ha stabilito che AmiogaOS4 è il miglior
            sistema operativo mai concepito e quali
            caratteristiche lo rendono superiore agli
            altri?Lo hanno stabilito quattro gatti nostalgici, gli ricorda i tempi in cui avevano i brufoli
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da:

            No, per passione e per la consapevolezza di
            avere

            il miglior sistema operativo mai

            concepito.

            Chi ha stabilito che AmiogaOS4 è il miglior
            sistema operativo mai concepito e quali
            caratteristiche lo rendono superiore agli
            altri?noi (amiga)(linux)(apple), e perchè è così.chi non l'ha provato non capisce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?
            MITICO AMIGA!!!Io mi conservo ancora gelosamente il mio A3000.Parte in un lampo e lo spegni col pulsante!Intuition libreria avanti anni luce per l'interfaccia grafca.(amiga) e (linux) forever
          • Shu scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da: TADsince1995Per quanto sia d'accordo con te che AmigaOS (Exec soprattutto, ma anche WB) fossero il non plus ultra fino al 91-92, ci sono alcune inesattezze e alcune "sempliciotterie", se mi passi il termine.
            Amiga è un sistema operativo che si avviava in un
            secondo netto. Per spegnerlo bastava staccargli
            la corrente. Era leggerissimo, ma di unaSi`, ma non aveva memoria virtuale, write-caching, protezione della memoria, ecc.
            leggerezza che oggi non avresti neanche con un
            Windows95 che gira su un 4Ghz, non si può
            comprendere l'immediatezza e la reattività di
            questo sistema senza averlo provato, posso dirvi
            che l'HD entrava in azione solo quando
            strettamente necessario, la GUI reagiva in
            maniera istantanea, in un modo che gli utenti di
            oggi neanche
            conoscono.Questo era dovuto al fatto che e` un S.O. soft-realtime, e che la GUI, la gestione del mouse e della tastiera, giravano a priorita` altissima. Oltre al fatto che, non avendo protezione della memoria, il message-passing tra le applicazioni era immediato: scrivi un byte in una locazione, attivi un flag, e l'altra applicazione riceve un segnale e lo interpreta.Con la protezione della memoria devi segnalare l'evento al kernel, che quindi lo mappa all'altra applicazione e quindi la sincronizza.Hai 2 context switch contro magari una decina. Nessuna copia della memoria tra processi contro almeno una copia, ecc. ecc.Infatti quando crashava un'applicazione, 9 volte su dieci andava giu` tutto il sistema con una bella Guru Meditation.
            Per esempio Arexx, un'implementazione di Rexx per
            Amiga, era possibile scrivere degli script perVedi sopra. ARexx funzionava benissimo proprio perche` le applicazioni erano "pubbliche", non protette dal S.O.. ARexx mandava messaggi direttamente tra le applicazioni senza niente in mezzo.Pero` mi manca molto questa funzionalita`, che potrebbe essere implementata abbastanza facilmente tramite Unix-socket, pipe o roba simile, ma in modo standardizzato.
            Andiamo avanti. I datatype. Erano dei file cheAnche questa un'idea geniale, ancora non replicata da nessuno, tranne alcuni tentativi tipo gstreamer su Linux.
            Tutto questo nel 1987. Quando ancora oggiMa non nell'87. ;)I datatype sono apparsi con l'OS3, nel 90, con l'Amiga 3000.
            Windows riconosce i tipi di file dalle
            estensioni. (con possili effetti
            virulenti)BRRRRRRR!
            Andiamo avanti. Le commodities. Erano dei fileVedi sopra. Anche queste funzionavano per la non protezione delle applicazioni. Una cosa simile viene fatta dai desktop manager sotto Linux tramite DBus.
            Andiamo avanti. Amiga era un sistema
            incredibilmente semplice da usare. Semplice nel
            suo tecnicismo. Ti serviva una libreria? Bene,
            copia incolla in /Libs. Ti serviva un driver?
            Bene, copia incolla in /Devs. Tutto questo nel
            1987. O meglio, la copi in una qualsiasi delle directory che hanno come alias LIBS: e DEVS:, visto che su Amiga erano consentiti gli alias multipli. ;)
            Andiamo avanti. Amiga è stato forsa il primo
            sistema operativo consumer dotato di multitasking
            preemptive. Potevi aprire un sacco di programmiTogli il forse.
            contemporaneamente, anche con schermi diversi a
            diverse risoluzioni e il tutto veniva gestito con
            leggerezza e prestazioni assurde. Tutto questo
            nel
            1987. E come darti torto?
            Sorvolando sul fatto che all'epoca Amiga aveva un
            chipset almeno 10 anni avanti rispetto alla
            concorrenza e che è, all'atto pratico, la
            piattaforma che ha concretizzato il concetto di
            "multimedialità", di cui ora tutti si riempono la
            bocca.Mitico Amiga Vision. Ce l'ho ancora originale a casa, avuto assieme all'Amiga 3000. Ci ho fatto anche diversi filmati poi riversati in VHS semplicemente attaccando il VHS all'uscita composita. :)E da li` sono nati i vari Scala, Lightwave, Real 3D, i tracker musicali, PageStream, e tutto il resto, che si vedono ancora su PC e Mac.
            Tutto questo su macchine infinitamente meno
            potenti di quelle attuali. Ecco cosa era Amiga e
            io penso che oggi ci sia ancora molto da
            dimostrare, specialmente in un periodo storico in
            cui altri sistemi operativi iniziano ad arrancare
            e devono introdurre le finestre svolazzanti e
            lock in vari per giustificare l'uscita di una
            nuova
            versione.Sono d'accordo con te che diverse cose potrebbero essere riprogettate meglio, e potrebbero essere spaventosamente performanti con le macchine moderne, ma altre sono semplicemente necessarie, e introducono un rallentamento inevitabile: VM, caching, protezione della memoria, ecc.Riprogettare meglio anche l'architettura non sarebbe male, in modo, per esempio, da parallelizzare l'uso di CPU, scheda video e audio, ecc. come nei chipset Amiga.Io spero che l'innovazione vera di queste macchine sia proprio in questo senso: parallelizzazione hardware. Tutti parlano di multi-core, ma nessuno di signaling alle periferiche principali o cose simili.Bye.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Software?
            Grazie mille delle competenti precisazioni. E' vero, Amiga mancava di protezione della memoria e altre cose che un sistema operativo moderno deve avere, però oggi infatti qualcosa è cambiato!http://www.amigaos4.com/index.php%3Foption=content&task=view&id=22&Itemid=.htmlEd è anche vero che un errore in un programma causava un bel guru meditation (c'erano anche i famosi "recoverable alert" in giallo, ma quasi sempre degeneravano). Io spero che si possa unire il meglio di ciò che è amiga con le novità dei sistemi moderni.Scusate gli errori sulle date (non tutto era disponibile nel 1987 ovviamente), avrei voluto controllare meglio, molte cose sono arrivate con AmigaOS2, ma ho scritto il post in fretta.E poi ripeto: male che vada c'è sempre AROS!!!TAD
          • LaNberto scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da: Shu

            Andiamo avanti. Amiga è stato forsa il primo

            sistema operativo consumer dotato di
            multitasking

            preemptive. Potevi aprire un sacco di programmi

            Togli il forse.
            Due parole: Sinclair QL
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?
            I Datatypes sono stati replicati in BeOS e forse anche le Commodities infatti non per niente molti amighisti amano anche il BeOS
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da: Shu

            - Scritto da: TADsince1995

            Per quanto sia d'accordo con te che AmigaOS (Exec
            soprattutto, ma anche WB) fossero il non plus
            ultra fino al 91-92, ci sono alcune inesattezze e
            alcune "sempliciotterie", se mi passi il
            termine.


            Amiga è un sistema operativo che si avviava in
            un

            secondo netto. Per spegnerlo bastava staccargli

            la corrente. Era leggerissimo, ma di una

            Si`, ma non aveva memoria virtuale,
            write-caching, protezione della memoria,
            ecc.


            leggerezza che oggi non avresti neanche con un

            Windows95 che gira su un 4Ghz, non si può

            comprendere l'immediatezza e la reattività di

            questo sistema senza averlo provato, posso dirvi

            che l'HD entrava in azione solo quando

            strettamente necessario, la GUI reagiva in

            maniera istantanea, in un modo che gli utenti di

            oggi neanche

            conoscono.

            Questo era dovuto al fatto che e` un S.O.
            soft-realtime, e che la GUI, la gestione del
            mouse e della tastiera, giravano a priorita`
            altissima. Oltre al fatto che, non avendo
            protezione della memoria, il message-passing tra
            le applicazioni era immediato: scrivi un byte in
            una locazione, attivi un flag, e l'altra
            applicazione riceve un segnale e lo
            interpreta.
            Con la protezione della memoria devi segnalare
            l'evento al kernel, che quindi lo mappa all'altra
            applicazione e quindi la
            sincronizza.
            Hai 2 context switch contro magari una decina.
            Nessuna copia della memoria tra processi contro
            almeno una copia, ecc.
            ecc.

            Infatti quando crashava un'applicazione, 9 volte
            su dieci andava giu` tutto il sistema con una
            bella Guru
            Meditation.AmigaOS non è propriamente un OS RealTime. Gli scheduler usano algoritmi simili a quelli usati da veri OS RT come QNX , ma il resto dell'architettura non è RTOS : -
            http://www.kicker.nu/amigarulez/html/sections.php?op=viewarticle&artid=1Some people have asked about the multitasking in OS4. Will it be the same as in OS 3.x or will it be improved, and if so, will it be something Executive-like?"There's really not much to be improved with the multitasking in OS3. It's very responsive, and it's also nearly real-time.In fact, it uses almost the same algorithm that's employed in a lot of realtime operating systems (like QNX).Later, it will be possible to plug in another algorithm, but for now, the old one will remain. In fact, first testsreveal that the context switch time (the time required to switch from one running task to another one) will beextremely low (the appropriate part of the system is completely written in PowerPC assembler), so it's really fast."
          • Anonimo scrive:
            Re: Software?
            Se non sbaglio c'erano anche problemi di garbage collection e frammentazione della memoria.Si guardava spesso al Mac che aveva dei momenti di stallo in cui anche il mouse si bloccava perché MacOS stava facendo proprio questo, svuotare la memoria "sporcata" dai programmi non più aperti e deframmentarla per rendere disponibile più spazi contigui di memoria ai processi successivi.Amiga aveva bisogno di un riavvio ogni tanto se usavi tantissimi programmi in aperture e chiusure continue di questi.Poi con le versioni successive dell'OS le cose andarono migliorando parecchio.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da:

            No, per passione e per la consapevolezza di
            avere

            il miglior sistema operativo mai

            concepito.

            Chi ha stabilito che AmiogaOS4 è il miglior
            sistema operativo mai concepito e quali
            caratteristiche lo rendono superiore agli
            altri?http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1983038&id=1982640&r=PITAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Software?
        - Scritto da:
        Io non ho ben capito una cosa, ma su questi
        powerpc, ci si possono far girare i vecchi giochi
        e programmi dell'amiga 500 e
        1200?
        Altrimenti che senso ha prenderselo se non per
        nostalgia?L'emulatore gratuito UAE di Amiga su PC oramai è in grado di far girare quasi tutto : http://www.winuae.net/
      • Anonimo scrive:
        Re: Software?
        Ragazzi non sapevo che l'amiga fu' cosi innovativo davvero.mo' miscarico l'emulatore e mi ci diverto un po'.grazie per avermi illuminato, nella mia ignoranza credevo fosse una consolle, forrse perchè ci ho solo igocato, ero troppo piccolo per farci dell'altro!
    • Anonimo scrive:
      Re: Software?
      Qui mi sa che gli salta il sistema operativo altro che il software. Di certo sui vecchi A1 era difficile che qualcuno ci sviluppasse sopra con un hardware tipo questo:G3Ram Dimm 133Dischi IDE 133Ati 7500 IntegrataSk Audio CMI IntegrataNel 2007 che razza di configurazione è questa ?
      • lalla63 scrive:
        Re: Software?


        Nel 2007 che razza di configurazione è questa ?E' la configurazione che dimostra che per un PC non servono tutte quelle risorse HW che qualcuno ci ha insegnato a credere (tacito accordo coi costruttori, io faccio il SO nuovo che vada bene solo su HW più potente di oggi così tu in cambio me lo preinsatalli ed i clienti son costretti a cambiare tutto).Nel 1969, per andare sulla Luna è stato sufficiente un elaboratore di potenza paragonabile al vecchio Vic20.Con un vecchio PC del 1990 riuscivo a fare le stesse cose (oserei dire forse anche meglio) che adesso devo fare su un biprocessore a 4GB di memoria, senza peraltro vedere quintuplicate le prestazioni, anzi, e parlo di calcolo strutturale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Software?
          - Scritto da: lalla63

          Nel 1969, per andare sulla Luna è stato
          sufficiente un elaboratore di potenza
          paragonabile al vecchio
          Vic20.Ah, l'AGC (Apollo Guidance Computer). Era anche MENO potente del VIC-20, ma con il COLOSSUS 1A rev249 ne faceva di cose...VERB 37 ENTRNOUN 15 ENTRE si attivava il Programma 15 che controllava la TLI (TransLunar Injection), e poi...... E poi devo smetterla di sniffare polvere di luna.
        • Anonimo scrive:
          Re: Software?
          Seguendo il tuo ragionamento ti posso postare configurazioni ancora più basse ma qui il punto è un altro. Amiga come tutte le piattaforme di sto mondo ha bisogno di crearsi un mercato di riferimento tra i professionisti (magari riprendersi quello che poi è passato al mac).Prendiamo un nome a caso, Adobe. Photoshop CS2 su PC e Mac è concepito per fare il suo lavoro su Core 2 Duo e G5. Su Amiga Micro A1 avrebbe dovuto fare lo stesso con un G3 ovvero i programmatori di Adobe non avrebbero dovuto fare un semplice porting (che già costa) ma una riscrittura dalle fondamenta per tirare fuori un Photoshop CS2 che su G3 non facesse rimpiangere un G5.Se fare un port di un'applicazione costa tot, riscrivere la stessa da zero costa molto ma molto di più e questo per chi ? Per 3/4000 utenti su tutto il globo dove non è assolutamente detto che sono tutti grafici e che avrebbero sganciato fior di quattrini per un programma che alla fine non avrebbe comunque potuto fare il miracolo ?
          • vagappc scrive:
            Re: Software?
            - Scritto da:
            Seguendo il tuo ragionamento ti posso postare
            configurazioni ancora più basse ma qui il punto è
            un altro. Amiga come tutte le piattaforme di sto
            mondo ha bisogno di crearsi un mercato di
            riferimento tra i professionisti (magari
            riprendersi quello che poi è passato al
            mac).
            Prendiamo un nome a caso, Adobe. Photoshop CS2 su
            PC e Mac è concepito per fare il suo lavoro su
            Core 2 Duo e G5. Su Amiga Micro A1 avrebbe dovuto
            fare lo stesso con un G3 ovvero i programmatori
            di Adobe non avrebbero dovuto fare un semplice
            porting (che già costa) ma una riscrittura dalle
            fondamenta per tirare fuori un Photoshop CS2 che
            su G3 non facesse rimpiangere un
            G5.
            Se fare un port di un'applicazione costa tot,
            riscrivere la stessa da zero costa molto ma molto
            di più e questo per chi ? Per 3/4000 utenti su
            tutto il globo dove non è assolutamente detto che
            sono tutti grafici e che avrebbero sganciato fior
            di quattrini per un programma che alla fine non
            avrebbe comunque potuto fare il miracolo
            ?Parole sante. Ma si potrebbe fare qualcosa che costa poco e rende molto e sembra che non faranno mai.La cosa più importante che dovrebberò fare è un porting o aggiornamento completo delle GTK e delle xemu.library.Così da ricompilare al volo sw come OpenOffice, firefox, Gimp, ecc ecc. Darebbe ad amiga la possibilità di essere realmente usato a fini pratici, da chiunque (quindi possibilità di allargare gli utenti).Sono sempre stato un amante sfegatato di amiga- Ma oggi dell'OS4 non ci farei un fico secco.Poi il problema più grande di tutti è sempre quello, il supporto e l'assistenza. Chi affiderebbe un impresa commerciale a un hw che se comprato arriva quando arriva e se si guasta c**i tuoi?Wintel non si è difuso solo per la pubblicità, ma soprattutto per i servizzi. Guardate HP-Compacq, fanno cag***are come PC ma in tutti gli uffici ce nè uno. Semplicemente perché HP garantisce la piastra madre di ricambio anche dopo anni dall'aquisto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Software?
      - Scritto da:
      Di preciso cosa ci si fa girare su Amiga nel 2007
      che non sia disponibile
      altrove?Mah... Una versione 3D di Harlequin?
  • Anonimo scrive:
    Due cose vanno considerate
    1° Amiga è tale grazie ad Amiga OS (per lo meno in mancanza del vecchio chipset). Se si giocano Amiga OS per un qualunque altro sistema operativo hanno veramente chiuso.2° Già diversi anni fa Amiga doveva risorgere con gli A1 ed infatti al tempo della presentazione del nuovo Hardware la configurazione proposta faceva ben sperare come adesso, poi di fatto non c'è stata alcuna evoluzione e di fatto gli A1 sono diventati dei fuffaware supercostosi.Amiga OS 4 sarà leggero finchè si vorrà ma questa non doveva diventare la scusa per tenere fermo lo sviluppo degli A1 (anzi uno sviluppo c'è stato in peggio con le micro: dal G4 su scheda al G3 saldato, dalla falsa AGP/PCI ad una 7500 saldata senza supporto ufficiale di Ati il tutto nel 2005).Per cui se dall'annuncio all'uscita passerà troppo tempo avremo di nuovo un ciapa ciapa per chi ancora una volta vorrà crederci.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Due cose vanno considerate
      - Scritto da:
      1° Amiga è tale grazie ad Amiga OS (per lo meno
      in mancanza del vecchio chipset). Se si giocano
      Amiga OS per un qualunque altro sistema operativo
      hanno veramente
      chiuso.Assolutamente d'accordo.
      2° Già diversi anni fa Amiga doveva risorgere con
      gli A1 ed infatti al tempo della presentazione
      del nuovo Hardware la configurazione proposta
      faceva ben sperare come adesso, poi di fatto non
      c'è stata alcuna evoluzione e di fatto gli A1
      sono diventati dei fuffaware
      supercostosi.Soprattutto perchè non hanno avuto in seguito un minimo di evoluzione, quando uscirono magari era hardware tutto sommato attuale, ma in seguito invecchiato velocemente (A1 erano sostanzialmente delle schede madri PPC TeronCX). Senza contare che erano pure buggati.
      Amiga OS 4 sarà leggero finchè si vorrà ma questa
      non doveva diventare la scusa per tenere fermo lo
      sviluppo degli A1 (anzi uno sviluppo c'è stato in
      peggio con le micro: dal G4 su scheda al G3
      saldato, dalla falsa AGP/PCI ad una 7500 saldata
      senza supporto ufficiale di Ati il tutto nel
      2005).Cerchiamo di considerarle acqua passata queste cose...
      Per cui se dall'annuncio all'uscita passerà
      troppo tempo avremo di nuovo un ciapa ciapa per
      chi ancora una volta vorrà
      crederci.Infatti prudente entusiasmo. In ogni caso, c'è sempre AROS! :DTAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Due cose vanno considerate
        Ma per carità Aros... siamo realisti un clone open source del OS 3.1 :( Esiste già un gruppo di pazzi che pretende di bloccare l'evoluzione informatica agli anni 70. Non ce n'è bisogno di un altro
        • Anonimo scrive:
          Re: Due cose vanno considerate
          non sono daccordo, aros sta venendo bene , certo ripartendo da zero, ma è l'unico che può avere una vera evoluzione partendo dal WOrKBENCH unico vero erede dei tempi d'oro ... e non dall' amiga os... quando l'amiga era già robba per sciacalli.La cosa positiva di aros, è che è ancora giovane , in una era dove si possono prendere i buoni esempi degli altri os evoluti ed evitare quelli cattivi, certo ci vorra ancora qualche anno per un qualcosa di veramente utilizzabile ma sono fiducioso ;) ... infondo gli anni boom dell'amiga sono andati dal 1987 al 1992 ... non sarebbe male rivedere un fenomeno simile 20 anni dopo :D amiga 2012 il ritorno (rotfl) - Scritto da:
          Ma per carità Aros... siamo realisti un clone
          open source del OS 3.1 :( Esiste già un gruppo
          di pazzi che pretende di bloccare l'evoluzione
          informatica agli anni 70. Non ce n'è bisogno di
          un
          altro
          • Anonimo scrive:
            Re: Due cose vanno considerate
            Essere fiducioso ?E' stato annunciato adesso nel 2007 un nuovo hardware. Al 99% saranno i nostalgici amighisti e picchiarsi per averlo non gli altri. Adesso nel 2007 o al limite entro un anno a questo hardware dovrà essere associato un os moderno che possa sfruttarlo veramente come serve e te mi parli di aros che frulla bene su un P90 ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Due cose vanno considerate

            te mi parli di
            aros che frulla bene su un P90Guarda che ti sbagli: nel P90 ci va la munizione da 5.7x28mm, non 'sto AROS che dici.http://world.guns.ru/smg/smg13-e.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Due cose vanno considerate
      [quote]Amiga OS 4 sarà leggero finchè si vorrà ma questa non doveva diventare la scusa per tenere fermo lo sviluppo degli A1 (anzi uno sviluppo c'è stato in peggio con le micro: dal G4 su scheda al G3 saldato, dalla falsa AGP/PCI ad una 7500 saldata senza supporto ufficiale di Ati il tutto nel 2005).[/quote]Solo una precisazione. Le MicroA1 hanno anch'esse la cpu su scheda. come sulle SE/XE:http://intuitionbase.com/static.php?section=ma1c-specsVarthall
  • Anonimo scrive:
    Se cannano sull'os
    Stavolta non si tirano più su
Chiudi i commenti