Suono puro con PowerMax 1500

Teac, casa tedesca nota per i suoi supporti per la registrazione, sforna un sistema digitale da collegare alla televisione, al computer e alla PS2

Milano – Musica, televisione, giochi: tutto cambia dimensione se l’audio riesce a coinvolgere completamente chi ne usufruisce. In questa direzione si muove uno degli ultimissimi prodotti della tedesca Teac: PowerMax 1500, ovvero tecnologia A3D con il Dolby Digital Multimedia SystemPoweMax 1500. Per intenderci: suono puro e tridimensionale.

PowerMax 1500 è finalmente giunto anche nel mercato italiano grazie ad Artec che ne ha annunciato la disponibilità nei negozi.

Il sistema supporta EAX ed è predisposto per essere utilizzato anche con la nuova PlayStation (playstation2-ready). Le tipologie di suono che è possibile selezionare sono Pro-Logic, Dolby Digital Stereo, Theater e Hall. Inoltre questo sistema è dotato di controllo del volume su ogni possibile componente e di funzione di test della tonalità.

PowerMAX 1500 è dotato di Amplificatore Dolby digital integrato e di convertitore digitale e analogico integrato ed è offerto con una garanzia totale di 12 mesi.

Caratteristiche tecniche:
– Subwoofer: 10.16 cm woofer
– Center: 7.6 cm media/alta frequenza
– Satelliti: 5×5 cm media/alta frequenza
– Scudo magnetizzato
– P.M.P.O.: Subwoofer 500W – Satelliti 5 x 200W
– RMS: Subwoofer 20W – Satelliti 5 x 5W
– Banda passante: Subwoofer 20?120Hz – Satelliti 5 x 80?20.000Hz
– 4 tipologie di entrata a selezione diretta
– Entrata numerica: coassiale, ottica
– Entrata ottica: Playstation2-ready
– Differenti tipologie di suono: ProLogic, Dolby Digital, stereo, Theatre, Hall
– Alimentazione: 220-230V
– Display accensione/spegnimento
– Manuale di istruzioni
– Dimensioni: Subwoofer 194x233x230mm – Satelliti: 96x107x109mm – Amplificatore: 112x233x301mm

PowerMAX 1500
Dove: nei negozi
Quanto: 588.000 lire (303,68 Euro) Iva esclusa
Quando: subito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La Missione Critica dell'Open Source
    Non si può pensare che al livello a cui si è arrivati, possa esserci stato negli ultimi tempi e possa continuare aesserci sviluppo senza grandi forze economiche e politiche alle spalle.Linux non è più un gioco, o non più solo un gioco, per fortuna: abituiamoci a questa idea. Ce lo ritroveremo sempre più spesso sui mainframe IBM e in accoppiata con i database Oracle, cioè al massimo. Già ora in paesi non sottosviluppati come ilnostro (germania) gli ancora non molti capacidi amministrare Oracle su Linux prendono quello che vogliono.IBM e Oracle si papperano per questo Linux ? No. Ci sarà sempre ancora qualcuno che avrà interesse a mantenere vitale unaalternativa, impiegherà risorse e farà appello alla "libertà", pur di impedire chele controparti si impossessino di un interocomparto. Quando si arriverà a un forte rischio in questo senso, non ci sarebbe da stupirsi se la stessa Microsoft si mettesse aforaggiare a tutto spiano qualche propaggine degli open-source per evitare di restare tagliata fuori.Linux e gli open source in generale non se lipapperanno, ma sono destinati a vivere un difficile equilibrio, sempre più sottile nella misura in cui si impongono (e sta succedendo) come progetti validi e appetibili ad alto livello.E' infatti chiaro che dalla loro parte hanno passione, intelligenza, talento, mentre gli altri hanno tutto il resto (forza, denaro, potere). Tutto sta nella capacità di sfruttare il bisogno che questi hanno di mantenere e investire negli open-source senza che la loro logica vada persa nei punti principali che ne fanno la forza. In modo che si resti una comunità indipendente e che siano loro a continuare ad avere bisogno di questa comunità.   
  • Anonimo scrive:
    Linux svanira' nel nulla e IBM se la pappera'
    Di linuz non sentiremo piu' parlare tra poco tempo, non vi preoccupate a sbattervi come pesci in un dito d'acqua.Lasciate l'IT a chi la sa fare e andata a laura', barbun!Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux svanira' nel nulla e IBM se la pappera'
      - Scritto da: Michele Coppo
      Di linuz non sentiremo piu' parlare tra poco
      tempo, non vi preoccupate a sbattervi come
      pesci in un dito d'acqua.

      Lasciate l'IT a chi la sa fare e andata a
      laura', barbun!

      Michele CoppoE' davvero un piacere interloquire con una persona brillante e dalle opinioni così efficacemente espresse...FraternamenteCosmo
  • Anonimo scrive:
    Bella domanda...
    Me lo sto domandando da quando ho letto le dichiarazioni del CEO di IBM Palmisano al Linuxworld...Mentre chi ha voglia di sbattersi e studiare può continuare a fare affidamento su GNU/Debian credo ci si debba domandare una cosa: premesso che la speranza di Stallman -e di altri- è di vedere un mondo ove più persone possibile possano usufruire e beneficiare della filosofia GNU, quanto male farà a questa prospettiva la subordinazione del mondo open source alle regole del mercato?Il mio pessimismo aumenta sempre più...FraternamenteCosmo
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella domanda...
      Qualcuno di voi è così ingenuo da pensare che IBM lavorasse gratis?:-)Tra poco la odierete, esattamente come odiate MS e tutte le aziende che lavorano per fare profitto:-)- Scritto da: Cosmo
      Me lo sto domandando da quando ho letto le
      dichiarazioni del CEO di IBM Palmisano al
      Linuxworld...
      Mentre chi ha voglia di sbattersi e studiare
      può continuare a fare affidamento su
      GNU/Debian credo ci si debba domandare una
      cosa: premesso che la speranza di Stallman
      -e di altri- è di vedere un mondo ove più
      persone possibile possano usufruire e
      beneficiare della filosofia GNU, quanto male
      farà a questa prospettiva la subordinazione
      del mondo open source alle regole del
      mercato?
      Il mio pessimismo aumenta sempre più...
      Fraternamente
      Cosmo
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella domanda...
        - Scritto da: Alberto
        Qualcuno di voi è così ingenuo da pensare
        che IBM lavorasse gratis?:-)
        Tra poco la odierete, esattamente come
        odiate MS e tutte le aziende che lavorano
        per fare profitto:-)Delle tre una:1)prima hai risposto, poi hai letto il mio msg...2)un momentaneo attacco di pigrizia ti ha impedito di iniziare un nuovo 3d; come avresti dovuto fare...3)i postumi della serata di sabato non ti hanno permesso di comprendere ciò che ho scritto...FraternamenteCosmo
Chiudi i commenti