Super RDRAM nella PlayStation 3

Super RDRAM nella PlayStation 3

Grazie ad un accordo appena siglato con Sony, Rambus porterà sulla PS3 la nuova generazione di memorie in grado di correre a frequenze superiori ai 6 GHz di clock. Fulmini di silicio corteggiati anche da Toshiba
Grazie ad un accordo appena siglato con Sony, Rambus porterà sulla PS3 la nuova generazione di memorie in grado di correre a frequenze superiori ai 6 GHz di clock. Fulmini di silicio corteggiati anche da Toshiba


Tokyo (Giappone) – Dopo aver perso la battaglia dei prezzi per la conquista del mercato desktop vinta dalle DDR, le memorie di Rambus trovano ora due importantissimi alleati nei giganti giapponesi Sony e Toshiba. Le due aziende hanno infatti annunciato di aver acquistato da Rambus la licenza di due nuove tecnologie chiamate “Yellowstone” (nome di un'interfaccia fra memoria e CPU) e “Redwood” (nome di una connessione parallela fra chip).

Sony, che ha adottato le memorie di Rambus già a partire dalla PlayStation 2, integrerà le tecnologie Yellowstone e Redwood all'interno di quell'architettura multiprocessore detta “a celle” che, con la collaborazione di IBM e Toshiba, intende implementare nella prossima incarnazione della propria console da gioco . Nel passato Sony ha più volte affermato che la prossima PlayStation avrà una potenza di calcolo circa 1.000 volte superiore a quella dell'attuale PS2.

Rambus ha spiegato che l'interfaccia Yellowstone, presentata per la prima volta nel novembre del 2001, sarà in grado di far funzionare le memorie a frequenze effettive di clock comprese fra 3,2 e 6,4 GHz, sensibilmente superiori anche a quelle adottate dalla prossima generazione di DDR: a rendere possibile queste prestazioni interverrà la tecnologia octal-data-rate (ODR), capace di ottuplicare la frequenza di clock del bus (che nella PS3 potrebbe essere di 400 MHz).

Sony utilizzerà le nuove tecnologie di Rambus non soltanto nella PS3, ma anche in una vasta gamma di dispositivi elettronici di consumo. Toshiba prevede invece di adottare le RDRAM in tutti i prodotti che attualmente integrano le più economiche DDR.

Secondo alcuni esperti, il più grosso punto interrogativo legato all'uso delle future memorie di Rambus sarà dato dal costo, già oggi più elevato di quello delle convenzionali memorie DRAM. Sul sito di Ars Technica si avanza però l'ipotesi che nella futura PlayStation il prezzo di queste memorie potrà essere mitigato dall'adozione di chip RDRAM direttamente saldati sulla scheda madre anziché montati, come succede sui PC, su più costosi moduli RIMM.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 01 2003
Link copiato negli appunti