Superchip per router da Cisco e IBM

I due big presentano un cuore elettronico da 40 Gbps descritto come il più veloce e sofisticato al mondo. Pulserà per una nuova linea di router ad alte prestazioni di Cisco


Milano – IBM e Cisco hanno realizzato insieme un chip per router di nuova generazione descritto come il primo processore ASIC da 40 Gbps programmabile.

Il Cisco Silicon Packet Processor (SPP) contiene 38 milioni di porte – a detta di Cisco “un traguardo mai raggiunto in precedenza” – circa 185 milioni di transistor e 188 processori RISC a 32-bit programmabili in grado di fornire una potenza di calcolo complessiva pari a 47 miliardi di istruzioni al secondo.

Insieme al software IOS XR, il nuovo chip costituisce il cuore del Cisco Carrier Routing System (CRS-1), una nuova linea di router dedicata alle dorsali di rete IP per lo smistamento di dati, voce e video.

“Associando la competenza di Cisco Systems nel networking e nella progettazione dei chip ASIC (Application Specific Integrated Circuit) con l’esperienza di IBM nel campo delle tecnologie per i semiconduttori, abbiamo realizzato il processore di rete a 40 Gbps più sofisticato al mondo”, ha affermato Dan Lenoski, vicepresidente engineering del Routing Technology Group di Cisco. “Con questo ASIC avanzato, il Cisco CRS-1 stabilisce un nuovo standard di mercato quanto a prestazioni e flessibilità di servizio, requisiti fondamentali per le infrastrutture a pacchetto di prossima generazione.”

Negli ultimi tre anni gli ingegneri di Cisco e IBM hanno lavorato a stretto contatto per sviluppare 10 nuovi chip, fra cui l’SPP, prodotti nei laboratori di East Fishkill di Big Blue.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • duDCrKuzjYa GzPO scrive:
    SjFBhyvEScy
    comment2, http://maishavoyancegratuiteenligne.com/voyance-en-ligne-belgique/voyance-gratuite-sur-le-net voyance gratuite sur le net, 054043, http://neldavoyancegratuiteimmediate.com/la-voyant/veritable-voyant/sciences-occultes sciences occultes, 8-], http://nolanvoyancegratuiteimmediate.com/horoscope-femme/horoscope-du-jour-tarot horoscope du jour tarot, sgj, http://franciscacartomancienne.com/les-tarot/tarot-amoureux/tarot-oracle/la-voyance-par-les-cartes la voyance par les cartes, 9355, http://floriatarotenlignegratuit.com/horoscope-de-la-semaine-gratuit-scorpion/tarot-en-ligne-amour tarot en ligne amour, 7796, http://rosariohoroscope.com/voyante/voyante-suisse/voyante-douee/annonce-voyante/voyante-vérone voyante vérone, eol, http://vivianavoyanceendirect.com/voyance-par-tarot/tarot-divanatoire/tarot-croisee/tarot-divinatoir-gratuits tarot divinatoir gratuits, wxyuc, http://clotildeastrologue.com/tarots-runes/voyance-gratuite-testez-votre-couple voyance gratuite testez votre couple, 320083, http://kamilahtarot.com/tarot-gratuit-du-couple/tirage-carte-32 tirage carte 32, nkkb, http://denisevoyanceendirect.com/h0roscope-gratuit/votre-avenir-gratuit votre avenir gratuit, kwu, http://agathamedium.com/voyance-amour-gratuit/voyance-mail-gratuit/voyance-par-mail-gratuit/voyant-gratuit-amour/voyante-dans-la-région-lilloise voyante dans la région lilloise, =O, http://rhonavoyancegratuiteenligne.com/voyante-médium/avenir-divinatoire-gratuit avenir divinatoire gratuit, uog, http://miguelvoyancegratuitetarot.com/gemeaux-horoscope/octobre-signe-astrologique octobre signe astrologique, 3777,
  • dvJUXFLo scrive:
    pcRLKgtLgGOXwrtlo
    Hello! Very good job(this site)! Thank you man.
  • qKKmKllejYd ajBAlPR scrive:
    ZwEFtluXlOUWUkkKWqM
    FyaGsGqhTzMk8w http://www.halaldirectmarket.fr/jeu-gratuit-de-poker-en-ligne-sans-inscription La liste blanche du Royaume Uni bHFDS4bt7Uf
  • ibqfaopGC scrive:
    UVNQiQdXkWBJvQpJ
    nEmbMJIY46dx4H urls.txt
  • HppBWodjt scrive:
    UMBSxkHlKXrsEJTzZP
    tZOxult90nDC http://tjeuxderoulettepouripad.bikearth.fr t jeux de roulette pour ipad
  • eRqcwkMINJs jgRQwv scrive:
    ANTNiCNDgCi
    4uLwAXg http://dawneplancul.com/rencontre-coquine-maincy/plan-cul-longue-jumelles/rencontre-sexe-zinswiller rencontre sexe zinswiller
  • DzPHhZNfahd aDmHwO scrive:
    aTYiFMzYkQ
    J4b6mzrBQSC http://www.wheelmansplace.com pikavippi D6p2J
  • OZmIdFbiy scrive:
    vzJBKigePBIV
    HHjCWKeoQJK http://www.wheelmansplace.com pikavippi il12H
  • ZRqFivZmBhw OvWEx scrive:
    XsgTAYSnlcn
    9UifHN3K3pn http://stefanflod.com pikavippi SkZhLKB0
  • obqJYslAveN rCakB scrive:
    pitJICTDXbKdA
    DQpIXzl http://stefanflod.com pikavippi ayorAAC7Ao
  • Anonimo scrive:
    con quale programma
    con quale programma posso masterizzare un dvd audio avendo gia' le traccie in dts-wave?
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche su DVD solo due canali ??

    Se mi permetti, anche i pink floyd (non
    Ricky Martin... ho detto i PINK
    FLOYD ), avevano fatto un disco in
    quadrifonia, un esperimento che non fece
    successo perché riproducibile solo su
    impianti quadrifonici... se l'hanno fatto
    loro un motivo ci sarà stato... e poi
    il concetto è che il suono proviene
    da fonti diverse e crea un'acustica miglioreParli del SACD di The Dark Side Of The Moon?A me i Pink Floyd piaciono moltissimo, e non è certo una novità la loro attenzione alla qualità del suono, come non è una novità la loro propensione nello sperimentare.Il discorso è che bisogna tenere in considerazione quale è l'evento sonoro che deve essere riprodotto, ammetto di non conoscere la quadrifonia, ma se l'evento da riprodurre da un qualsiasi impianto fosse un ipotetico concerto, gli unici suoni che sento venire dalle mie spalle, oltre quelli che rimbalsano da davanti potrebbero essere solo le urla di qualche ipotetico deficente che stà dietro di me. D' altrocanto penso che la quadrifonia possa essere utile per qualche simpatico effettino.Lo sò è un discorso un pò contorto, fatemi ascoltare qualcosa in quadrifonia da una buona fonte analogica e in maniera naturale senza tanti soprusi al segnale (non credo che esista niente) e poi ne riparliamo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora il vinile?

    Ma chi è questo??Uno che sa quello che dice :)
    Ma per favore, evitiamo di fare figuracce
    parlando di cose che non si conoscono!Bravissimo! Proprio quello che dovresti fare tu.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora il vinile?
    Ma chi è questo??Ma per favore, evitiamo di fare figuracce parlando di cose che non si conoscono! Sono 20 anni che tutti coloro che inseguono la riproduzione audio ad alta qualità (Hi-End) sanno benissimo che con apparecchi di qualità un LP suona meglio, e di molto, rispetto al CD. Invito tutti a farsi un giro educativo al TOP-Audio, o al Milano Hi-End. La verità è purtroppo che l'ascolto audio di qualità è ormai una nicchia nella nicchia (quella dell'audio in generale, oggi audio compresso, sic.), ed è quanto mai appropriata la definizione di alta fedeltà esoterica (cioè riservata a pochi). Di certo non appannaggio delle TV...L'unica cosa su cui concordo è la critica del multicanale: in Hi-Fi pura non se ne sente il bisogno... è già difficile ottimizzare un impianto a 2 canali, figuriamoci a 5, per non parlare dello spazio (nelle nostre case).
  • avvelenato scrive:
    Re: Vi sfugge una cosa
    - Scritto da: Anonimo

    tu hai idea dei soldi che servirebbero
    per

    rendere le differenze sensibili?

    forse mi sono espresso male, il mio "tu hai
    idea" era solo una richiesta, non c'era
    nessun tono di sfida, volevo avere dei
    numeri per farmi un'idea.
    sorry.
  • Anonimo scrive:
    Re: Vi sfugge una cosa

    tu hai idea dei soldi che servirebbero per
    rendere le differenze sensibili?forse mi sono espresso male, il mio "tu hai idea" era solo una richiesta, non c'era nessun tono di sfida, volevo avere dei numeri per farmi un'idea.
  • Anonimo scrive:
    Re: Vi sfugge una cosa
    - Scritto da: Ekleptical

    tu hai idea di che frequenza di

    campionamento e che quantizzazione
    servano

    per avere qcs di paragonabile al vinile?

    Tu hai idea del fatto che tutte le
    registrazioni oggigiorno sono fatte in
    digitale e quindi i master, da cui anche
    evenutalmente ricavano quei pochi vinili,
    sono tutti su media digitali e processati a
    colpi di Pro Tools?
    Stai parlando di tecnologie inesistenti,
    abbandonate da anni.forse mi sono espresso male, il mio "tu hai idea" era solo una richiesta, non c'era nessun tono di sfida, volevo avere dei numeri per farmi un'idea.lo so che viene fatto tutto in digitale, ma non so frequenza di campionamento e numero di bit.
    Peraltro i vinili hanno, notoriamente,
    grossi problemi con i bassi molto pesanti.p.s: la spocchia lasciala a casa che qui ce n'e` gia` abbastanza
  • Anonimo scrive:
    Re: Vi sfugge una cosa
    - Scritto da: Ekleptical
    Tu hai idea del fatto che tutte le
    registrazioni oggigiorno sono fatte in
    digitale e quindi i master, da cui anche
    evenutalmente ricavano quei pochi vinili,
    sono tutti su media digitali e processati a
    colpi di Pro Tools?
    Stai parlando di tecnologie inesistenti,
    abbandonate da anni.

    ...ma questo non vale per AAD o ADD (soprattutto musica classica o "buona" musica Rock: il "buona" e' soggettivo).qui la dicotomia CD-vinile ha senso.bye
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili

    segnale registrato ne rimane ben poca.
    diffusori con caricamento a tromba 97db, SE
    da 1,5Watt e giradischi, se abiti in toscana
    ti invito a casa a sentire se non è
    alta fedeltà :D

    ciao

    igor
    Ripeto, ognuno la musica la sente come preferisce ci mancherebbe, rimane il fatto che se un SET ha OGGETTIVAMENTE il 15% di distorsione senza poi contare l'eq. RIAA, i vari problemi di interfacciamento&damping delle casse ecc ecc per quanto mi riguarda non è hi-fi, come ovviamente non lo è il compattone da supermercato.Questo partendo dal presupposto che un impianto deve riprodurre quello che gli viene mandato in input il più fedelmente possibile, se poi quello che ci aggiunge non è fastidioso (o addirittura è piacevole) per l'orecchio capisco benissimo che tu lo apprezzi ma, ripeto, mi sembra che l'obbiettivo dell'Hi-Fi sia un'altro :)
  • higgybaby scrive:
    Re: per igor - vinili

    Naturalmente se uno preferisce il suono
    stile vinile-
    triodi single
    ended-
    monovia a tromba è
    liberissimo di farsi un impianto del genere,
    ma non venite a dire che è più
    "hi-fi" perchè di fedeltà col
    segnale registrato ne rimane ben poca.diffusori con caricamento a tromba 97db, SE da 1,5Watt e giradischi, se abiti in toscana ti invito a casa a sentire se non è alta fedeltà :Dciaoigor==================================Modificato dall'autore il 16/06/2004 0.19.41
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili

    il problema di fondo è che il cd/dvd/sacd sono tutti segnali
    campionati, mentre il vinile è analogico, è continuo senza
    interruzioni!
    pensa come può suonare un nastro a 76cm/s, altro che
    vinile, altro che cd e compagnia cantante!Questo non è assolutamente vero...nessun supporto ha una risoluzione infinita (vinile compreso) l'unica differenza è che il digitale permette di definire chiaramente cosa è rumore e cosa è segnale. Si può discutere se valga la pena aumentare la risoluzione/quantizzazzione a 96Khz/24bit, ma nemmeno un giradischi highend arriva ai 96db di dinamica di un "semplice" cd senza nemmeno noiseshaping.Naturalmente se uno preferisce il suono stile vinile-
    triodi single ended-
    monovia a tromba è liberissimo di farsi un impianto del genere, ma non venite a dire che è più "hi-fi" perchè di fedeltà col segnale registrato ne rimane ben poca.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........
    il cervello e le orecchie non centrano niente, il fatto che ci siano 6 canali permette di orientare nello spazio la musica, il tuo cervello misura la differenza di tempo tra l'arrivo di un suono ad un orecchio e all'altro, la confronta con la posizione della testa e calcola la posizione 3D della fonte sonora.GRAN cosa madre natura :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora il vinile?


    Qualche post indietro c'è anche
    chi

    racconta di ascoltare l'alta
    fedeltà

    con delle vecchie Grundig, suppongo
    sistemi

    di altoparlanti, degli anni '70, senza

    rendersi conto che gli altoparlanti

    invecchiano e diventano inascoltabili
    (per

    chi ha l'orecchio...) in mooooolto meno

    tempo...ma tant'è

    anche le orecchie invecchiano e diventano
    inascoltanti in ancor mooooooolto meno tempo
    :)
    chi ha orecchie per intendere intenda
    (e chi non le ha si tenga le Grundig :D )Già e chi ha la dita per scrivere ca@@ate? :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora il vinile?
    - Scritto da: avvelenato
    - Scritto da: Anonimo



    Qualche post indietro c'è anche
    chi

    racconta di ascoltare l'alta
    fedeltà

    con delle vecchie Grundig, suppongo
    sistemi

    di altoparlanti, degli anni '70, senza

    rendersi conto che gli altoparlanti

    invecchiano e diventano inascoltabili
    (per

    chi ha l'orecchio...) in mooooolto meno

    tempo...ma tant'è

    anche le orecchie invecchiano e diventano
    inascoltanti in ancor mooooooolto meno tempo
    :)
    chi ha orecchie per intendere intenda
    (e chi non le ha si tenga le Grundig :D ):) :) :) :) :)
  • avvelenato scrive:
    Re: Ancora il vinile?
    - Scritto da: Anonimo

    Qualche post indietro c'è anche chi
    racconta di ascoltare l'alta fedeltà
    con delle vecchie Grundig, suppongo sistemi
    di altoparlanti, degli anni '70, senza
    rendersi conto che gli altoparlanti
    invecchiano e diventano inascoltabili (per
    chi ha l'orecchio...) in mooooolto meno
    tempo...ma tant'èanche le orecchie invecchiano e diventano inascoltanti in ancor mooooooolto meno tempo :)chi ha orecchie per intendere intenda(e chi non le ha si tenga le Grundig :D )
  • avvelenato scrive:
    Re: per igor - vinili
    - Scritto da: Anonimo


    Si dai rumuri che fa il vinile
    usato





    Ciao



    io parlavo di un vinile nuovo.

    l'ho visto al virgin megastore di
    milano.

    Hai visto addirittura un vinile?
    Incredibile!!! Se vuoi vederne un po' ti
    mando una foto dei miei :)

    Ciaoscemo :) rispondevo al tipo che affermava che non ne facevano più (cosa non vera)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora il vinile?
    - Scritto da: Anonimo
    Non fosse altro che per l'ampiezza dinamica
    il CD è nettamente superiore al
    vinile, a patto che entrambi i formati siano
    registrati partendo da master all'altezza.
    La critica più frequente ( e
    più ingenua...) al CD è che
    essendo un segnale digitale, non può
    avere la "continuità" e la
    "morbidezza" di suono del vinile.....ora
    vorrei proprio conoscere quell'essere umano
    che riesce a percepire la cosiddetta
    interruzione del segnale a più di 44
    KHz, ovvero 44mila e cento volte in un
    secondo!!!!!!

    L'altra pirlata è pretendere di
    ascoltare "come si deve" Mozart con un
    impianto 5+1, quando in realtà non si
    è mai in mezzo all'orchestra (o sul
    palco tra tenore e mezzo soprano) ma
    davanti, a una distanza mai inferiore ai 4
    metri.

    Lavoro per una grossa TV internazionale e
    posso usufruire di sale audio con
    componentistica che moltissimi possono solo
    sognare, abbiamo fatto prove d'ascolto della
    Sagra della Primavera ripresa in digitale
    con consolle a batteria (sai, il ronzio di
    rete) con coppie di Colette Series e
    riascoltata in camere Klipsch. Bene, dopo
    averne fatto un cd NESSUNO è stato in
    grado di distinguerlo dal master, nemmeno il
    tecnico che ne ha curato la ripresa....
    Il vinile ha ancorta il fascino del "rito"
    che necessita per ascoltarlo, può
    anche essere superiore come tasso di
    affettività perché più
    delicato e quindi più bisognoso di
    cure ma non paragonatelo al cd, sopratutto
    se ascoltate musica registrata come si deve.
    Strawinsky, Berg o Pergolesi su vinile
    vengono letteralmente "castrati" dai difetti
    del supporto che superano abbondantemente i
    suoi pochi pregi.

    PS: c'è anche chi insiste a voler
    stracciare in pista una R1 2003 con la sua
    Guzzi Le mans 850 affermando che solo la sua
    è una moto vera......ma prende le
    legnate...Qualche post indietro c'è anche chi racconta di ascoltare l'alta fedeltà con delle vecchie Grundig, suppongo sistemi di altoparlanti, degli anni '70, senza rendersi conto che gli altoparlanti invecchiano e diventano inascoltabili (per chi ha l'orecchio...) in mooooolto meno tempo...ma tant'è
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili


    Si dai rumuri che fa il vinile usato



    Ciao

    io parlavo di un vinile nuovo.
    l'ho visto al virgin megastore di milano.Hai visto addirittura un vinile? Incredibile!!! Se vuoi vederne un po' ti mando una foto dei miei :)Ciao
  • avvelenato scrive:
    Re: Vi sfugge una cosa
    - Scritto da: Anonimo
    leggo tutti che parlano di vinile contro
    cd/sacd/dvd-audio (alcuni facendo un po'
    confusione tra campionamento e
    quantizzazione) e mi sovvengono due domande:

    -i problemi del cd sono solo il
    campionamento e la quantizzazione? se si`
    campioniamo a (per dire) 100/200KHz a 32
    bit, la quantizzazione non si sente piu` (32
    bit sono veramente tanti, ci vorrebbero
    ampli e casse da decine e decine di milioni
    per avere la stessa fedelta`) e la risposta
    in frequenza dovrebbe essere piu` che
    sufficiente per un uso non professionale.
    dico questo perche` tutti dicono che il
    vinile e` meglio senza pero` portare dati su
    larghezza di banda e "risoluzione" (termine
    improprio). secondo me hai colto nel segno.

    -ma la qualita` e` veramente un problema?
    tenete conto che il 95% di quelli che oggi
    ascoltano musica non sentono la differenza
    tra un cd ed un mp3, secondo voi a loro
    gliene frega qualcosa di tutto questo
    discorso? e purtroppo il mercato segue loro

    ciao,
    raistil punto è la differenziazione del mercato: una volta presenti dvd audio a 15-18euro, i cd potranno abbassarsi a 12 o meno, e gli mp3 scaricabili a 50cents l'uno circa.chiaramente i miei fondi sono quelli che sono, quindi se -come molti temono- questa diventa solo una scusa per alzare i prezzi (come accadde quando i cd rimpiazzandole totalmente), continuerò il boycott che comunque è sempre in auge.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi sfugge una cosa

      secondo me hai colto nel segno.tu hai idea di che frequenza di campionamento e che quantizzazione servano per avere qcs di paragonabile al vinile?
      il punto è la differenziazione del
      mercato: una volta presenti dvd audio a
      15-18euro, i cd potranno abbassarsi a 12 o
      meno, e gli mp3 scaricabili a 50cents l'uno
      circa.non so, non credo che sia quello il loro scopociao,raist
      • avvelenato scrive:
        Re: Vi sfugge una cosa
        - Scritto da: Anonimo

        secondo me hai colto nel segno.

        tu hai idea di che frequenza di
        campionamento e che quantizzazione servano
        per avere qcs di paragonabile al vinile?tu hai idea dei soldi che servirebbero per rendere le differenze sensibili?


        il punto è la differenziazione
        del

        mercato: una volta presenti dvd audio a

        15-18euro, i cd potranno abbassarsi a
        12 o

        meno, e gli mp3 scaricabili a 50cents
        l'uno

        circa.

        non so, non credo che sia quello il loro
        scopo

        ciao,
        raistneanche io -_-fortunatamente il mercato non lo fanno i produttori ma i consumatori ;)
      • Ekleptical scrive:
        Re: Vi sfugge una cosa

        tu hai idea di che frequenza di
        campionamento e che quantizzazione servano
        per avere qcs di paragonabile al vinile?Tu hai idea del fatto che tutte le registrazioni oggigiorno sono fatte in digitale e quindi i master, da cui anche evenutalmente ricavano quei pochi vinili, sono tutti su media digitali e processati a colpi di Pro Tools?Stai parlando di tecnologie inesistenti, abbandonate da anni.Peraltro i vinili hanno, notoriamente, grossi problemi con i bassi molto pesanti.==================================Modificato dall'autore il 15/06/2004 20.14.25
  • avvelenato scrive:
    Re: per igor - vinili
    - Scritto da: Anonimo

    tre anni fa ho visto il vinile dei
    Lacuna

    Coil - Unleashed Memories, che tra
    l'altro

    è il gruppo che m'ha fatto
    capire,

    con lo stesso album ma in cd, che i
    16bits a

    campione non sono sufficienti per
    niente...

    ( lacuna coil - cold heritage... sembra

    tutta "schiacciata" come canzone. Mai

    ascoltato un vinile prima di quella
    canzone,

    eppure si capisce al volo.)

    Si dai rumuri che fa il vinile usato

    Ciaoio parlavo di un vinile nuovo.l'ho visto al virgin megastore di milano.==================================Modificato dall'autore il 15/06/2004 17.25.56
  • Anonimo scrive:
    Vi sfugge una cosa
    leggo tutti che parlano di vinile contro cd/sacd/dvd-audio (alcuni facendo un po' confusione tra campionamento e quantizzazione) e mi sovvengono due domande:-i problemi del cd sono solo il campionamento e la quantizzazione? se si` campioniamo a (per dire) 100/200KHz a 32 bit, la quantizzazione non si sente piu` (32 bit sono veramente tanti, ci vorrebbero ampli e casse da decine e decine di milioni per avere la stessa fedelta`) e la risposta in frequenza dovrebbe essere piu` che sufficiente per un uso non professionale. dico questo perche` tutti dicono che il vinile e` meglio senza pero` portare dati su larghezza di banda e "risoluzione" (termine improprio). -ma la qualita` e` veramente un problema? tenete conto che il 95% di quelli che oggi ascoltano musica non sentono la differenza tra un cd ed un mp3, secondo voi a loro gliene frega qualcosa di tutto questo discorso? e purtroppo il mercato segue lorociao,raist
  • Anonimo scrive:
    Re: Si, altissima qualità
    - Scritto da: Anonimo
    Non fatevi illusioni: le tracce
    AAC saranno leggibili solo con un suonatore
    Palladium-compliant sotto windos.http://www.apple.com/itunes/
  • Anonimo scrive:
    Ancora il vinile?
    Non fosse altro che per l'ampiezza dinamica il CD è nettamente superiore al vinile, a patto che entrambi i formati siano registrati partendo da master all'altezza.La critica più frequente ( e più ingenua...) al CD è che essendo un segnale digitale, non può avere la "continuità" e la "morbidezza" di suono del vinile.....ora vorrei proprio conoscere quell'essere umano che riesce a percepire la cosiddetta interruzione del segnale a più di 44 KHz, ovvero 44mila e cento volte in un secondo!!!!!!L'altra pirlata è pretendere di ascoltare "come si deve" Mozart con un impianto 5+1, quando in realtà non si è mai in mezzo all'orchestra (o sul palco tra tenore e mezzo soprano) ma davanti, a una distanza mai inferiore ai 4 metri.Lavoro per una grossa TV internazionale e posso usufruire di sale audio con componentistica che moltissimi possono solo sognare, abbiamo fatto prove d'ascolto della Sagra della Primavera ripresa in digitale con consolle a batteria (sai, il ronzio di rete) con coppie di Colette Series e riascoltata in camere Klipsch. Bene, dopo averne fatto un cd NESSUNO è stato in grado di distinguerlo dal master, nemmeno il tecnico che ne ha curato la ripresa....Il vinile ha ancorta il fascino del "rito" che necessita per ascoltarlo, può anche essere superiore come tasso di affettività perché più delicato e quindi più bisognoso di cure ma non paragonatelo al cd, sopratutto se ascoltate musica registrata come si deve.Strawinsky, Berg o Pergolesi su vinile vengono letteralmente "castrati" dai difetti del supporto che superano abbondantemente i suoi pochi pregi.PS: c'è anche chi insiste a voler stracciare in pista una R1 2003 con la sua Guzzi Le mans 850 affermando che solo la sua è una moto vera......ma prende le legnate...
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili

    tre anni fa ho visto il vinile dei Lacuna
    Coil - Unleashed Memories, che tra l'altro
    è il gruppo che m'ha fatto capire,
    con lo stesso album ma in cd, che i 16bits a
    campione non sono sufficienti per niente...
    ( lacuna coil - cold heritage... sembra
    tutta "schiacciata" come canzone. Mai
    ascoltato un vinile prima di quella canzone,
    eppure si capisce al volo.)Si dai rumuri che fa il vinile usatoCiao
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili

    Avete tutti ragione qundo dite che
    l'analogico è migliore del digitale,
    ho un giradischi Mitchell, puntina Sumiko
    Blue Point Special e mi sono rovinato
    finanziariamente ad acquistare un
    amplificatore Densen DM-10 e quando invito
    gli amici a casa non perdo occasione di
    fargli notare la differenza, magari con
    dischi di 20 o 30 anni fa.Bravissimo :)
    Già questo
    è il problema, su vinile non stampano
    + nulla, e i giradischi li vedi solo in casa
    di nostalgici ascoltoni........Mai sentito parlare di dj ? Sono gli unici che acquistano regolarmente vinile, ti posso garantire che se ti sforzi un po' lo trovi :)Ciao
  • avvelenato scrive:
    Re: per igor - vinili
    - Scritto da: Anonimo
    Avete tutti ragione qundo dite che
    l'analogico è migliore del digitale,
    ho un giradischi Mitchell, puntina Sumiko
    Blue Point Special e mi sono rovinato
    finanziariamente ad acquistare un
    amplificatore Densen DM-10 e quando invito
    gli amici a casa non perdo occasione di
    fargli notare la differenza, magari con
    dischi di 20 o 30 anni fa. Già questo
    è il problema, su vinile non stampano
    + nulla, e i giradischi li vedi solo in casa
    di nostalgici ascoltoni........ogni tanto sì.tre anni fa ho visto il vinile dei Lacuna Coil - Unleashed Memories, che tra l'altro è il gruppo che m'ha fatto capire, con lo stesso album ma in cd, che i 16bits a campione non sono sufficienti per niente... ( lacuna coil - cold heritage... sembra tutta "schiacciata" come canzone. Mai ascoltato un vinile prima di quella canzone, eppure si capisce al volo.)
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili
    Avete tutti ragione qundo dite che l'analogico è migliore del digitale, ho un giradischi Mitchell, puntina Sumiko Blue Point Special e mi sono rovinato finanziariamente ad acquistare un amplificatore Densen DM-10 e quando invito gli amici a casa non perdo occasione di fargli notare la differenza, magari con dischi di 20 o 30 anni fa. Già questo è il problema, su vinile non stampano + nulla, e i giradischi li vedi solo in casa di nostalgici ascoltoni........
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche su DVD solo due canali ??

    Se mi permetti, anche i pink floyd (non
    Ricky Martin... ho detto i PINK
    FLOYD), avevano fatto un disco in
    quadrifonia, concordo e quoto a +infinito!aggiungo anche Mike Oldfield 8tub. bells e boxed) e fantastici dischi di classica della Voce del padrone.chi di voi ha un impianto quadrifonico, non si lasci scappare ad es. la nona di Bruckner diretta da Giulini o la sinfonia di Franck diretta da Karajan.consiglio da amico!!! :):)
  • carobeppe scrive:
    Re: per igor - vinili

    effettivamente -come ha detto anche
    qualcun'altro in un thread relatio a questa
    notizia- c'e' "remaster" e "remaster"!!vero. Personalmente ho il vinile di "Under a blood red sky" degli U2 (live) e ultimamente mi sono masterizzato dall'originale la versione su CD (legale xké ho il vinile acquistato regolarmente). E' veramente rimasterizzato malissimo, il vinile si sente cento volte meglio (anche sul mio giradischi che poverino è degno del mercatino rionale...)
  • carobeppe scrive:
    Re: Anche su DVD solo due canali ??

    ma tu quanti orecchie hai? 5? ;)
    la stereofonia basta e avanza, lasciamo
    perdere i subwoofer e tutte le violenze
    fatte al povero segnale.Se mi permetti, anche i pink floyd (non Ricky Martin... ho detto i PINK FLOYD ), avevano fatto un disco in quadrifonia, un esperimento che non fece successo perché riproducibile solo su impianti quadrifonici... se l'hanno fatto loro un motivo ci sarà stato... e poi il concetto è che il suono proviene da fonti diverse e crea un'acustica migliore
  • carobeppe scrive:
    Re: Addio alta fedeltà...
    - Scritto da: TADsince1995

    Ma Dio mio perchè musica
    compressa!?!?! Non ci bastavano i DVD con
    l'audio mpeggato... Come se lo spazio non ci
    bastasse...Forse non lo sai... ma anche i normali CD audio hanno un artefatto che storpia la musica... si chiama campionatura... sai benissimo che la musica su CD è campionata, essendo un' approssimazione del segnale analogico dello strumento musicale... è vero che una canzone campionata a 44.100hz è praticamente identica all'originale, ma sempre di approssimazione si tratta, quindi se vuoi la qualità assoluta devi restare sull'analogico. E comunque con la musica di me*da che gira ultimamente sui canali tradizionali (che hanno la maggior fetta di mercato), va benissimo anche un mp3 a 96kbps...
  • Anonimo scrive:
    Re: NO COPYCONTROL

    sono andato a
    sentire la differenza di un SACD con un CD,
    presso un tizio che fa amplificatori
    valvolari HI FI e NON C'ERA DIFFERENZA;HO un lettore DVD-A e SACD. E anche una discreta collezione, sia degli uni che degli altri.La maggiore differenza LA FA IL DISCO!!! Dipende caso per caso. Ad esempio: se un SACD è stato riversato da un master digitale in PCM, rischia addirittura di suonare *peggio* del CD, perchè diventa una copia in DSD del PCM, assurdo. Se il master era ottimo, spesso suonano meglio quelli derivati da nastri analogici.Ci sono invece dischi SACD letteralmente incredibili, ad esempio la 6a di Mahler, oppure il famoso Dark Side the Pink Floyd, dove la differenza tra CD e SACD è abissale.
  • Anonimo scrive:
    Aumenti in arrivo
    Il nuovo formato permetterà di aumentare ancora i prezzi della musica, le motivazioni saranno le stesse che sono state usate ad ogni introduzione di un nuovo formato:Maggiore qualità, maggiore durata, l' audio 5+1, ci sono contenuti extra, è più versatile, la musica è registrata due volte con due standard diversi, ci sono le royalties per nuove entusiasmanti protezioni anticopia bla bla...Tutte banali scuse poiché il 90% di queste voci a loro non costa niente o quasi.E' successo con i CD, col DCC (poi morto), con i DVD video, persino con la musica online (se tenete conto che non ci sono costi fisici di produzione materiale, costi fisici di distribuzione ecc... che la qualità è ridotta vedete come in proporzione i margini dei discografici aumentano).La soluzione, purtroppo, è sempre la solita: NON COMPRATE CD E DVD.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........

    per tacere della qualità
    intrinsecamente superiore del DSD rispetto
    al PCM (quindi del SACD anche rispetto al
    DVD-Audio, ma qua si entra in un altro
    campo)!peccato che la teorica maggiore qualità del DSD, a parte incisioni realizzate apposta direttamente in DSD ( fondamentalmente classica e jazz ), oppure i riversamenti da nastri analogici, è molto difficile ascoltarla, dato che tutta la catena di lavoro in un tipico studio di registrazione moderno, lavora completamente in PCM, anche se il prodotto finale potrebbe essere un SACD. Un tecnico inglese, non ricordo di quale casa, su un numero di "What Hi-fi", una delle riviste più prestigiose al mondo, diceva che la maggioranza dei lavori fatti poi uscire in SACD, erano riversamenti da master in PCM registrati a 96/24, e che sarebbe stato ancora per molti anni così, visto che *tutta* la catena di lavorazione, dal mixer digitale, alla registrazione su HD, all'effettistica hardware e software, agli strumenti digitali, alle interfacce audio per computer, lavora ancora in PCM, magari a 96/24 o 192/24, ma sempre in PCM.
    magari una
    registrazione quadrofonica dei Pink Floyd
    riversata in SACD multicanale può
    essere la cosa più vicina a
    ciò cha avevano pensato all'epoca i
    nostri beniamini!ho entrambe le versioni di DSOTM, sia il riversamento dal quadrifonico originale in DTS, sia la recente uscita in SACD.Nonostante la quadrifonica sia quella che originariamente avevano pensato i Pink Floyd, preferisco di gran lunga la versione SACD, che è stata rifatta daccapo pensando in 5.1, e parlo dal punto di vista artistico, non della qualità tecnica, che comunque è parecchio superiore sul SACD, ma questo soprattutto per la maggiore qualità delle apparecchiature di processing audio attuali.
  • Anonimo scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!
    ciao,
    Ma quante volte lo hai usato ?

    Ciaonon sono Igor ma mi intrometto nella discussione: ho dei vinili di classica ascoltati centinaia di volte e suonano ancora perfetti alle mie orecchie (che quindi, potrebbero essere imperfette!!!) :)in realta' la discussione IMHO puo' essere tecnica solo fino ad un certo punto...poi subentra la passione ed io dai vinili (e dalla grafica stupenda delle loro copertine!!!!) non mi stacco neanche morto!!!dico di piu': alle fiere del disco provo ancora la "magica sensazione" di "sfogliare" i vinili nei loro contenitori, cosa che non pretendo che sia capita dalla generazione cresciuta con i CD.il caso ha voluto poi che mi occupassi nella vita anche di programmazione...ma questa e' un'altra storia!!quindi datemi pure del matusa, del feticista, dell'incompetente.... ma uno che cerca di convincermi che il vinile e' inferiore al cd e' per me paragonabile ad uno che cerca di convincermi che non mi dovrebbe "tir@re" per la mia ragazza (credo che questo sia un discorso di psico-acustica) :):)ciao,
    • Anonimo scrive:
      Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!

      non sono Igor ma mi intrometto nella
      discussione: ho dei vinili di classica
      ascoltati centinaia di volte e suonano
      ancora perfetti alle mie orecchie (che
      quindi, potrebbero essere imperfette!!!) :)Bravo ti sei risposto da solo :)
      in realta' la discussione IMHO puo' essere
      tecnica solo fino ad un certo punto...poi
      subentra la passione ed io dai vinili (e
      dalla grafica stupenda delle loro
      copertine!!!!) non mi stacco neanche
      morto!!!E se ti dessero un poster con i cd, allora suonerebbero meglio? :)Stavamo parlando di audio se non erro..
      il caso ha voluto poi che mi occupassi nella
      vita anche di programmazione...ma questa e'
      un'altra storia!!Spero che programmi meglio di quanto ascolti musica :)Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Bischerate

    A patto di non trasformare le nostre case in
    studi di registrazione, queste son boiate
    per allocchi, come il SACD ed altre menate
    varie.tu, evidentemente, un SACD o un DVD-A fatto come si deve, non lo hai mai sentito. Soprattutto su un impianto decente.
    Qui vogliono farci ricomprare discoteche
    intere e batterie di casse audio buone per
    un concerto live!mi sembra più che corretto pagare per un *completo* lavoro di restauro e rimasterizzazione su un supporto di alta qualità di un disco storico, piuttosto che per un normale CD, vista la qualità artistica delle recenti produzioni.Io adotto questo semplice sistema: - non compro più CD audio- la porcheria compressa la scarico gratis in Mp3- se devo spendere 20 Euro, li spendo volentieri, ma pretendo un SACD o un DVD-Audio, tanto il mio lettore li legge entrambi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Addio alta fedeltà...
    guarda, io ti sto parlando dal basso della mia esperienza, in quanto sono sempre stato abituato a roba da supermercato, ma se c'è qualcosa che ho capito dell'audiofilia è proprio questo. Il suono digitale è sicuramente più pulito, e non si tratta di dire che c'è a chi piacciono i disturbi del vinile. Il suono pulito del digitale, è dato in parole povere, dalla "traduzione" del suono nei tipici 0 e 1, ma nella riproduzione il suono è più sintetico e artificiale, può essere affascinante ma falso. Una volta un mio amico mi ha fatto questo esempio: il digitale è come una donna con le tette rifatte... ;) rende bene l'idea...se ti piacciono solo un bel paio di tette e non ti interessa la loro "originalità" accomodati, è solo una scelta...
  • Anonimo scrive:
    C'era bisogno di un nuovo formato?
    No.Il Super Audio CD, nato per sostituire il CD, ha fallito. Perchè? Perchè i lettori costavano troppo, perchè i lettori CD non lo riproducevano.Il DVD Audio, nato per sostituire il CD, fallirà. Perché? Per lo stesso motivo: i lettori DVD tradizionali, ampiamente diffusi, non lo leggono.Quale sarebbe la soluzione più semplice? Un normalissimo DVD, con la parte video limitata al massimo, e 2 ore di audio; un "film per la radio", con una traccia audio Stereo PCM o Dolby Digital 5.1 o ...Però le major hanno scoperto che l'utente privato lo può copiare con facilità, e allora .... tah dah! Ecco a voi il CD+DVD Audio+Traccia WMA! Il compromesso dei compromessi!Così in casa senti con qualità MP3 (ormai i lettori casalinghi leggono la traccia MP3 invece di quella CD, che è protetta ...), sul lettore DVD non puoi mettere il disco, sul lettore Audio DVD senti la qualità CD il 50% delle volte (sfido chiunque a capire qual'è il lato CD e quello DVD, dalle scrittine in piccolo sul bordo - ché la serigrafia, sui dischi fronte-retro, non si può fare ...).Il tutto mentre il solito senegalese all'angolo ti darà, per 10 euro, due dischi - uno CD e uno DVD, tutti e due con lo spazio per scriverci che cosa sono, tutti e due ascoltabili nel tuo lettore preferito, tutti e due che ti garantiascono un ascolto di qualità uguale a (o migliore di?) quella dell'originale; e se vuoi con due gocce di Attak hai pure una copia identica all'originale ...Prossima fermata? il DVD piramidale, il CD cubico, il vinile con una traccia digitale? o torniamo definitivamente al rullo fonografico di Edison (1)?:-)(1) ottima scelta: difficile da copiare, una volta acquistato dura una ventina di riproduzioni e poi la cera si consuma, devi acquistare una puntina nuova ogni due ore d'ascolto,non rompe i timpani in discoteca ... :)))
  • Anonimo scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!
    hai mai sentito parlare di psicoacustica?Non importa quali sono le frequenze che l'orecchio umano riesce a "distinguere", noi percepiamo molti più suoni di quanto ne sentiamo, insomma, se non si sente non significa che non c'è...In più, secondo me, non ascoltiamo solo con le orecchie, i suoni sono vibrazioni che anche il resto del corpo percepisce.Mai messa una mano vicino ad un diffusore? Le vibrazioni date dallo spostamento d'area danno già un idea del suono riprodotto anche senza sentirlo con le orecchie, anche se sembra assurdo, secondo me anche un sordo può ascoltare la musica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!

      Mai messa una mano vicino ad un diffusore?
      Le vibrazioni date dallo spostamento d'area
      danno già un idea del suono
      riprodotto anche senza sentirlo con le
      orecchieMa lo spostamento d'area si calcola con pi greco ? :)
      anche se sembra assurdo, secondo
      me anche un sordo può ascoltare la
      musica.Si soprattutto quella che passano le radio :)Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!



    chissà come mai le migliori


    esperienza della mia vita
    audiofila le

    ho


    avuto con il vinile che è

    analogico e


    che non soffre del problema del


    campionamento e del taglio delle

    frequenze!



    Già perchè la testina del

    giradischi ha una risposta in frequenza

    infinita neeehh :)

    e chi lo ha mai detto?TU "taglio delle frequenze", leggi, scritto da te appena poche righe sopra

    Già è vero avessi i soldi
    mi

    comprerei direttamente l'orchestra

    filarmonica di Vienna, vuoi mettere :)

    altra cazzata:)
    se è assortito bene non c'è
    bisogno di dover spendere decine di milioni
    di vecchie lire per potersi fare un impianto
    molto buono, con meno (non molto si
    può fare ottme cose)Forse ci scappano pure i soldi per un dizionario di italiano "si può fare ottme cose" :)

    Basta non ascoltarlo più di 10
    volte

    se no si rovina :)

    altra ennesima cazzata, il vinile di
    Belafonte del 1959 che ho in casa è
    lì a dimostrarlo! certo la ristampa a
    200gr della Classic Records comprata lo
    scorso anno suona meglio ma perché il
    master originale è stato restaurato!Ma quante volte lo hai usato ?Ciao
  • higgybaby scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: higgybaby


    - Scusate signori, ci siamo
    sbagliati,


    l'orecchio umano non riesce ad
    ascoltare


    frequenze in una gamma che va da
    20 a

    20.000


    herz ma da 10 a 40.000, come i

    pipistrelli,


    ergo, avete bisogno di un nuovo
    formato


    audio -



    qua hai detto una cazzata!

    ascolti anche con il corpo, oppure
    pensi che

    siccome non le senti con le orecchie,
    allora

    le bordate a 10Hz non le senti in toto?

    invece addosso, con lo stomaco le senti

    senza ombra di dubbio!nelle ossa!

    oppure pensi che siccome non le senti

    possano venire tagliate le frequenze
    sopra i

    20mila HZ!

    chissà come mai le migliori

    esperienza della mia vita audiofila le
    ho

    avuto con il vinile che è
    analogico e

    che non soffre del problema del

    campionamento e del taglio delle
    frequenze!

    Già perchè la testina del
    giradischi ha una risposta in frequenza
    infinita neeehh :)e chi lo ha mai detto?io ho parlato di mancanza di interruzione!l'analogico ha una risposta continua su tutto lo spettro audio che rappresenta, non ci sono salti di frequenza, non ci sono bit di campionamento: continuo!

    e ti accontenteresti di queste?

    ti accontenteresti di poco!

    ricordati che i diffusori sono
    fondamentali

    nella catena, così come lo
    è

    la sorgente e l'amplificazione!

    tutto deve essere in sinergia per
    ottenere

    il meglio da tutti i componenti!

    Già è vero avessi i soldi mi
    comprerei direttamente l'orchestra
    filarmonica di Vienna, vuoi mettere :)altra cazzata:)se è assortito bene non c'è bisogno di dover spendere decine di milioni di vecchie lire per potersi fare un impianto molto buono, con meno (non molto si può fare ottme cose)

    parla per te, io ritengo il cd una
    porcata

    immonda e il SACD forse un supporto che

    possa sdoganarci verso un supporto
    ancora

    migliore, anche perché per ora il

    vincitore anche se dato per morto
    più

    di venti anni fa è ancora vivo e

    vegeto e ancora tutt'ora svernicia
    tutti: il

    VINILE!

    Basta non ascoltarlo più di 10 volte
    se no si rovina :)altra ennesima cazzata, il vinile di Belafonte del 1959 che ho in casa è lì a dimostrarlo! certo la ristampa a 200gr della Classic Records comprata lo scorso anno suona meglio ma perché il master originale è stato restaurato!
    Ciaociaoigor
  • Anonimo scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!
    - Scritto da: avvelenato
    dipende molto da com'è stato
    registrato il master e da come è
    stato smanettato.
    il dvd-audio regge fino a 5.1 canali, certo
    che se da un master stereo si cerca di
    "ottenere" gli altri 4 canali mancanti
    giocherellando colle frequenze, vien
    sì una porcata.Già quanti master 5.1 pensi ci siano in circolazione :)
    i cd fanno schifo, persino i vinili possono
    risultare migliori per certi versi (apparte
    il s/n ratio)Già a parte :)
    beh facevano marketing negli 80
    il cd serviva principalmente per ridurre le
    spese di stampa, trasporto, magazzino, e la
    rottura dei vinili.... Il vinile nell'autoradio :)
    sai cosa sono le distorsioni?

    certo, shannon/nyquist insegnano che il
    numero minimo di campionamenti per
    ricostruire un segnale analogico è
    maggiore del doppio della frequenza di tale
    segnale.

    Ma non parlano affatto di qualità del
    segnale o di trasparenza rispetto
    all'originale.

    più campioni, più trasparenza.Quindi più campioni per tutti :)
    io sento fino a 13khz eppure le limitazioni
    del cd le sento tutte. Basta ascoltare brani
    dove le frequenze basse vengono utilizzate
    un po'.
    il cd è davvero povero di dinamica....O il tuo lettore, o il tuo ampli o il tuo orecchio :)
    il supporto è necessario ancora per
    molto, almeno fino a quando le linee a
    45mbps non diverranno entry level.Se già riescono a scaricarsi i 700Mb di un film in divx i 700Mb di un cd non dovrebbero essere un problema vero ?Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!
    - Scritto da: higgybaby

    - Scusate signori, ci siamo sbagliati,

    l'orecchio umano non riesce ad ascoltare

    frequenze in una gamma che va da 20 a
    20.000

    herz ma da 10 a 40.000, come i
    pipistrelli,

    ergo, avete bisogno di un nuovo formato

    audio -

    qua hai detto una cazzata!
    ascolti anche con il corpo, oppure pensi che
    siccome non le senti con le orecchie, allora
    le bordate a 10Hz non le senti in toto?
    invece addosso, con lo stomaco le senti
    senza ombra di dubbio!nelle ossa!
    oppure pensi che siccome non le senti
    possano venire tagliate le frequenze sopra i
    20mila HZ!
    chissà come mai le migliori
    esperienza della mia vita audiofila le ho
    avuto con il vinile che è analogico e
    che non soffre del problema del
    campionamento e del taglio delle frequenze!Già perchè la testina del giradischi ha una risposta in frequenza infinita neeehh :)
    e ti accontenteresti di queste?
    ti accontenteresti di poco!
    ricordati che i diffusori sono fondamentali
    nella catena, così come lo è
    la sorgente e l'amplificazione!
    tutto deve essere in sinergia per ottenere
    il meglio da tutti i componenti!Già è vero avessi i soldi mi comprerei direttamente l'orchestra filarmonica di Vienna, vuoi mettere :)
    parla per te, io ritengo il cd una porcata
    immonda e il SACD forse un supporto che
    possa sdoganarci verso un supporto ancora
    migliore, anche perché per ora il
    vincitore anche se dato per morto più
    di venti anni fa è ancora vivo e
    vegeto e ancora tutt'ora svernicia tutti: il
    VINILE! Basta non ascoltarlo più di 10 volte se no si rovina :)Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........
    - Scritto da: Anonimo
    Leggi qua
    :www.tnt-audio.com/topics/realstereo.html ;
    e poi dimmi se sei stato tecnico.si lo sono stato
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili

    prima di tutto bisogna ricordare a tutti che
    la differenza la fa il master di partenza,
    migliore è il master di partenza
    migliore sarà il risultato finale!sacrosanto: non ci volevo credere, ma nei 45 giri giapponesi di whole lotta love (led zeppelin) anche un misero dilettante come me riesce a sentire i cimbali di John Bonham che non si sentono nelle stampe inglesi e italiane dell'epoca.infatti Jimmy Page (il loro chitarrista) ha dichiarato che ha curato la ri-pubblicazione in CD del loro catalogo proprio su questi nastri "low-gen"effettivamente -come ha detto anche qualcun'altro in un thread relatio a questa notizia- c'e' "remaster" e "remaster"!!
  • higgybaby scrive:
    Re: per igor - vinili
    - Scritto da: avvelenato
    vedo che te ne intendi, allora ti faccio
    alcune domande:

    1) ho letto in giro che i sacd e in misura
    di poco minore i dvd-audio sono più
    simili ai masters, eppure molti continuano a
    preferire i vinili: ti risulta? Non
    può essere solo una questione
    nostalgico-affettiva (sai i fruscii,
    i ricordi del passato, ecc..)?prima di tutto bisogna ricordare a tutti che la differenza la fa il master di partenza, migliore è il master di partenza migliore sarà il risultato finale!secondo: un lettore cd/dvd-audio/sacd del prezzo di 400? molto spesso (se non sempre) suona molto peggio di un sistema testina+braccio+gira+pre-phono di eguale costo!se saliamo in alto la differenza diventa sempre più marcata!il mio LINN LP12 con braccio Ittok e testina Adikt e pre-phono Rubina (http://www.royaldevice.com/ampli.htm in fondo alla pagina trovate il mio pre-phono) batte alla grande il mio Marantz CD85 modificato:)molto spesso sempre il LINN LP12 in configurazione massima (siamo sui 13/15 milioni delle vecchie lire) si è permesso di bastonare alla grandissima il suo diretto concorrente LINN CD12 che costa di listino 36 milioni delle vecchie lire (stanno in rapporto di 1 a 2), ho portato questi due esempi ma potrei fartene molti altri
    2) sacd e dvd-audio sono peggio dei vinili?
    Sulla carta dovrebbero pagare l'irrisoria
    perdita della qualità dovuta al
    taglio delle altissime frequenze; ma in
    compenso godére di un s/n ratio
    nettamente superiori, e in più la
    praticità che abbiamo tutti
    apprezzato dei cd.il problema di fondo è che il cd/dvd/sacd sono tutti segnali campionati, mentre il vinile è analogico, è continuo senza interruzioni!pensa come può suonare un nastro a 76cm/s, altro che vinile, altro che cd e compagnia cantante!sembra che le uniche cose che si possano avvicinare e superare un master completamente analogico siano le registrazioni digitali in DSD (parlo dell'Italia) di Ricci della Foné, lo stato dell'arte, ascoltate però direttamente dal computer che le ha acquisite senza ulteriori passaggi intermedi!
    3) le differenze tra sacd e dvd-audio sono
    determinanti? a me ispira più il 2°
    per questioni di compatibilità, e
    inoltre perché odio la sony (che
    è coinvolta nel SaCd) e le sue
    paranoie anticopia. Però tutti fanno
    notare come il primo standard sia migliore.
    Di quanto?ancora non si sa anche perché ultimamente sono usciti DVD-Audio così detti ad alta definizione che sembra siano anche loro lo stato dell'arte!io da parte mia tendo a comprare solo ed esclusivamente vinili (sia nuovi che vecchi), oppure sacd ibridi che suonano meglio ed inoltre non hanno nessun tipo di copy controlled:)

    grazie :)de che!:)ti lascio un altro paio di link così magari li leggi e ti fai una cultura e riesci a discernere meglio il problematica legata all'acustica, alla psicoacustica, all'eufonia, alla distorsione e quant'altro:Dhttp://www.royaldevice.com/laurareview.htm questa è una recensione delle mie cassehttp://www.royaldevice.com/WhitePaperIta.htm qua un articolo su alcune problematiche relative al tipo di amplificazione del segnale, ho avuto modo di toccare con mano ciò che viene detto all'interno di questo articolo!poi se ti va fai un paio di ricerche nell'archivio della ML di TNT-Audio (devi però iscriverti) e allora si che ne leggi delle belle!ciaoigor non credere a tutto ciò che ti dicono sul vinile!potrebbe essere meno comodo ma prima di tutto è molto più bello, nella maggior parte dei casi suona meglio e non è nemmeno così fragile come dicono!io addirittura li lavo con la macchina lavadischi, completamente immersi nel liquido antistatico
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili

    - Sensibilità al rumore e alle
    vibrazioni, che attraverso il mobile non son d'accordo, se il mobile e' con piedini conici e posto su adeguato supporto.il resto e' OK IMHO.ciao
  • Anonimo scrive:
    Si, altissima qualità
    Dal punto di vista tecnico i DVD-A sono certamente superiori ai CD. Le caratteristiche già le conoscete, ma quella più importante è la risuluzione. I 16 bits dei CD sono pochi. Vi sarà sicuramente capitato di ascoltare dischi campionati troppo alti o troppo bassi. Nel primo caso la colpa è del tecnico idiota, ma nel secondo no. La musica classica ha molta dinamica e la parti a basso volume hanno un rapporto S/N scarso. Il DVD risolve questo problema.Detto questo, DIMENTICATEVELO. Se ci mettono dentro una filigrana (watermark) allora la qualità decade a quella di un mp3 a 128k.L'unica ragione per cui le multinazionali vogliono i DVD è che sono crittografati e, almeno per ora, non leggibili. Non fatevi illusioni: le tracce AAC saranno leggibili solo con un suonatore Palladium-compliant sotto windos.
  • Anonimo scrive:
    Re: per igor - vinili
    - Il vinile soffre del taglio delle frequenze più del CD.- Rumore di fondo.- Scarsa separazione tra i canali.- Sensibilità alla polvere: man mano che si accumula sulla puntina provoca strani effetti (riduzione di banda, risonanze...).- La qualità dipende dalla posizione dell'audio: all'esterno del disco, che scorre più veloce, la qualità è migliore.- Sensibilità al rumore e alle vibrazioni, che attraverso il mobile e il giradischi rientrano nella puntina.- Scarsa robustezza dei supporti.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Addio alta fedeltà...

    Il fatto è che la naturalezza e la
    "FEDELTA'" che riproduce un suono analogico
    come quello del vinile, è impensabile
    per qualsiasi supporto digitale, che sia
    CD-Audio, DVD-Audio, SACD o chissà
    quali inventeranno ancora... Sicuramente il suono analogico è, di natura, più fedele... Il problema è che il digitale è pulitissimo (tranne che la traccia stessa non abbia fruscii di suo) mentre il vinile ha spesso disturbi (anche se ad alcuni piacciono).Poi dipende anche con che lettore leggi i CD, se lo leggi con lo scatolotto di plastica del supermercato ok, se lo leggi con un Cambridge Audio a doppia testina forse qualche differenza c'è...
    queste ultime
    invenzioni non sono altro che disperati
    tentativi di raggirare la pirateria.Concordo.TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........

    No ti sbagli e di grosso! Scusatemi ma
    sarò un po' tecnico.Leggi qua :http://www.tnt-audio.com/topics/realstereo.html;e poi dimmi se sei stato tecnico.
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche su DVD solo due canali ??
    ma tu quanti orecchie hai? 5? ;)la stereofonia basta e avanza, lasciamo perdere i subwoofer e tutte le violenze fatte al povero segnale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Addio alta fedeltà...
    non si tratta di giradischi di qualità o meno, anche se per far leggere i solchi di un disco in vinile occorre molta più accortezza che far leggere un "semplice" cd.Il fatto è che la naturalezza e la "FEDELTA'" che riproduce un suono analogico come quello del vinile, è impensabile per qualsiasi supporto digitale, che sia CD-Audio, DVD-Audio, SACD o chissà quali inventeranno ancora... queste ultime invenzioni non sono altro che disperati tentativi di raggirare la pirateria.
  • avvelenato scrive:
    Re: Bischerate
    - Scritto da: Anonimo
    "Il connubio fra musica e DVD è
    particolarmente ben visto dall'industria
    discografica, la quale confida sui nuovi
    sistemi anticopia e antipirateria supportati
    dai nuovi formati per proteggere con
    più efficacia la propria musica".


    Eccolo il VERO motivo. Altro che 5+1 o 8+13.

    A patto di non trasformare le nostre case in
    studi di registrazione, queste son boiate
    per allocchi, come il SACD ed altre menate
    varie.

    Qui vogliono farci ricomprare discoteche
    intere e batterie di casse audio buone per
    un concerto live!dai loro torto! proteggono i loro interessi!cmq si potrà copiare tutto tranquillamente, come si fa coi dvd video, nonostante le loro fantomatiche protezioni della cippalessa :)
  • avvelenato scrive:
    per igor - vinili
    vedo che te ne intendi, allora ti faccio alcune domande:1) ho letto in giro che i sacd e in misura di poco minore i dvd-audio sono più simili ai masters, eppure molti continuano a preferire i vinili: ti risulta? Non può essere solo una questione nostalgico-affettiva (sai i fruscii, i ricordi del passato, ecc..)?2) sacd e dvd-audio sono peggio dei vinili? Sulla carta dovrebbero pagare l'irrisoria perdita della qualità dovuta al taglio delle altissime frequenze; ma in compenso godére di un s/n ratio nettamente superiori, e in più la praticità che abbiamo tutti apprezzato dei cd.3) le differenze tra sacd e dvd-audio sono determinanti? a me ispira più il 2° per questioni di compatibilità, e inoltre perché odio la sony (che è coinvolta nel SaCd) e le sue paranoie anticopia. Però tutti fanno notare come il primo standard sia migliore. Di quanto?grazie :) avvelenato che pensa non sia necessario essere audiofili per riconoscere la qualità; basta solo non ascoltare esclusivamente roba tunza. ==================================Modificato dall'autore il 15/06/2004 2.08.37
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........
    - Scritto da: avvelenato
    ma tu sei mai andato a sentire un'orchestra?Letteralmente: SPESSISSIMO.
    e ti sei mai lamentato col direttore di
    essa, dicendo "ma cosa servono a fare 80
    strumenti! io ho mica 80 orecchie!"

    capisci che il ragionamento è
    assurdo? :)No, è fallace il tuo.Ogni strumento produce un suono diverso. Un fiato non è un violino. Un pianoforte non è una percussione, e via dicendo.Resta il fatto che io percepisco il tutto con 2 orecchie.
    il 5.1 serve (o servirebbe) ad
    ottenere una simulazione spaziale più
    realistica,Questo può anche tornarmi, come dicevo sopra ad Igor, ma temo che alla fine venga fuori un pastrocchio micidiale.
    Ovviamente il tutto dev'essere curato, sono
    il primo a dire che se il 5.1 dev'essere
    solo un numerino allora tanto vale tenersi
    lo stereo.Appunto. Secondo me, dati anche gli spazi medi delle case italiane, è tutto marketing.Speriamo bene.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........
    - Scritto da: higgybaby
    registrazione quadrofonica dei Pink Floyd
    riversata in SACD multicanale può
    essere la cosa più vicina a
    ciò cha avevano pensato all'epoca i
    nostri beniamini!

    ciao

    igorGrazie per le tue delucidazioni :)Brambilla
  • higgybaby scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!

    Insomma, a meno che i nostri timpani non
    abbiano subito una fantastica mutazione
    genetica nel corso degli ultimi vent'anni il
    CD rimane il supporto che ha raggiunto i
    parametri massimi udibili dal nostro
    orecchio nel 1980, percui non puo' esistere
    una qualità audio "superiore". ci avevano anche detto che tutti i cd siccome digitali avrebbero suonato tutti uguali:(se come no!andate e ascoltate una macchina da 5mila €uro, una da 2mila €uro e il LINN CD12 da 18mila e poi ne riparliamo:)
    Rendiamoci conto della propaganda
    dell'industria tecnologica : nel 1980 il CD
    era il supporto audio che superava le
    capacità dei nostri apparati
    auditivi, ora invece vogliono farci credere
    che le cose non stanno così?

    - Scusate signori, ci siamo sbagliati,
    l'orecchio umano non riesce ad ascoltare
    frequenze in una gamma che va da 20 a 20.000
    herz ma da 10 a 40.000, come i pipistrelli,
    ergo, avete bisogno di un nuovo formato
    audio - qua hai detto una cazzata!ascolti anche con il corpo, oppure pensi che siccome non le senti con le orecchie, allora le bordate a 10Hz non le senti in toto?invece addosso, con lo stomaco le senti senza ombra di dubbio!nelle ossa!oppure pensi che siccome non le senti possano venire tagliate le frequenze sopra i 20mila HZ!chissà come mai le migliori esperienza della mia vita audiofila le ho avuto con il vinile che è analogico e che non soffre del problema del campionamento e del taglio delle frequenze!
    Personalmente, avessi i soldi, piuttosto che
    spenderli in queste ca**ate penserei a
    comprarmi delle casse di qualità,
    come i Wharfedale Pacific Evolution 30,
    altro che il SACD!! e ti accontenteresti di queste?ti accontenteresti di poco!ricordati che i diffusori sono fondamentali nella catena, così come lo è la sorgente e l'amplificazione!tutto deve essere in sinergia per ottenere il meglio da tutti i componenti!
    Sono balle, tutte balle. Non serve nessun
    nuovo supporto. Anzi, ormai è il caso
    di chiedersi a cosa serve un supporto,
    qualsiasi esso sia, quando tutto si
    smaterializza e naviga nelle reti. Il CD
    ormai è tutto ciò che ci
    serve, parla per te, io ritengo il cd una porcata immonda e il SACD forse un supporto che possa sdoganarci verso un supporto ancora migliore, anche perché per ora il vincitore anche se dato per morto più di venti anni fa è ancora vivo e vegeto e ancora tutt'ora svernicia tutti: il VINILE!
    oltre ci sono solo i vari formati di
    compressione, support-less, e i sistemi di
    distribuzione musicale via rete, come
    "AirTunes" della Apple o il Net-Tune della
    Onkyo, anch'essi support-less. Questo
    inutile DVD-audio è solo un patetico
    tentativo di fermare le lancette
    dell'orologio riproponendo l'idea del
    "supporto" come veicolo commerciale dei
    contenuti.questi servono per l'ascolto popcorn, in giro in autobus, in macchina, sono il sostituto della Musicassetta, del lettore cd portatile, del minidisc!
    Lukeciaoigor
  • avvelenato scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Fatemi capire: dovrei ascoltare Mozart
    con

    il 5+1?



    Io ho 2 orecchie, non 5 + 1 in fronte.

    Il concetto va bene se usi un paio di cuffie
    di buona qualità, altrimenti un
    sistema 5.1 può rendere meglio il
    suono nello spazio (forse poco utile per
    Mozart ma più utile per gli effetti
    sonori di un film o di un videogioco).utile anche per mozart, altroché!
    • Anonimo scrive:
      Re: E Mozart suonava in 5+1.........
      Ma mozart non era sordo?
      • higgybaby scrive:
        Re: E Mozart suonava in 5+1.........
        - Scritto da: Anonimo
        Ma mozart non era sordo?forse ti sei confuso con Beethoven che tra le altre cose morì sordo e non era sordo!ciaoigor
      • avvelenato scrive:
        Re: E Mozart suonava in 5+1.........
        - Scritto da: Anonimo
        Ma mozart non era sordo?lol :Dquando ho detto "serve anche a mozart" intendevo dire "serve anche a chi ascolta mozart" :)è una figura retorica chiamata metonimia !
  • avvelenato scrive:
    Re: Maggiore qualità audio?? Balle!!
    - Scritto da: Anonimo
    Avete presente l'aereo piu' pazzo del mondo?
    Parafrasando agli slogan delle major
    "maggiore qualità audio col
    DVD-Audio!" farei accendere la scritta
    luminosa "str****ate! incredibili
    str****ate!" io non sono d'accordo.

    Non riescono a darci a bere il SACD (l'unico
    supporto che, benchè sia nato proprio
    allo scopo di rendere i dischi incopiabili,
    è effettivamente migliore del CD da
    un punto di vista prettamente teorico) e
    quindi ora ci provano col DVD-audio, che,
    per inciso, provato da un mio amico
    audiofilo, è stato classificato come
    "una schifezza". Ora, io personalmente non
    mi spingerei a tanto, ma questa storia della
    maggiore qualità audio mi puzza.dipende molto da com'è stato registrato il master e da come è stato smanettato.il dvd-audio regge fino a 5.1 canali, certo che se da un master stereo si cerca di "ottenere" gli altri 4 canali mancanti giocherellando colle frequenze, vien sì una porcata.ho letto invece recensioni di audiofili fatte su dvd-audio per audiofili, e assicurano che la trasparenza col master è maggiore (non al pari del sacd, sicuramente meglio del vinile)

    Insomma, a meno che i nostri timpani non
    abbiano subito una fantastica mutazione
    genetica nel corso degli ultimi vent'anni il
    CD rimane il supporto che ha raggiunto i
    parametri massimi udibili dal nostro
    orecchio nel 1980, percui non puo' esistere
    una qualità audio "superiore". i cd fanno schifo, persino i vinili possono risultare migliori per certi versi (apparte il s/n ratio)

    Rendiamoci conto della propaganda
    dell'industria tecnologica : nel 1980 il CD
    era il supporto audio che superava le
    capacità dei nostri apparati
    auditivi, ora invece vogliono farci credere
    che le cose non stanno così? beh facevano marketing negli 80il cd serviva principalmente per ridurre le spese di stampa, trasporto, magazzino, e la rottura dei vinili.

    - Scusate signori, ci siamo sbagliati,
    l'orecchio umano non riesce ad ascoltare
    frequenze in una gamma che va da 20 a 20.000
    herz ma da 10 a 40.000, come i pipistrelli,
    ergo, avete bisogno di un nuovo formato
    audio - sai cosa sono le distorsioni?certo, shannon/nyquist insegnano che il numero minimo di campionamenti per ricostruire un segnale analogico è maggiore del doppio della frequenza di tale segnale. Ma non parlano affatto di qualità del segnale o di trasparenza rispetto all'originale.più campioni, più trasparenza.

    Detto fra noi, la maggior parte di noi
    giovani già a 25 anni a forza di
    sedute nel traffico e la discoteca a
    malapena riesce ad arrivare a sentire i
    17Khz, figuriamoci i 20! io sento fino a 13khz eppure le limitazioni del cd le sento tutte. Basta ascoltare brani dove le frequenze basse vengono utilizzate un po'.il cd è davvero povero di dinamica.

    Personalmente, avessi i soldi, piuttosto che
    spenderli in queste ca**ate penserei a
    comprarmi delle casse di qualità,
    come i Wharfedale Pacific Evolution 30,
    altro che il SACD!! e poi pilotarle con un cd? mah.

    Sono balle, tutte balle. Non serve nessun
    nuovo supporto. Anzi, ormai è il caso
    di chiedersi a cosa serve un supporto,
    qualsiasi esso sia, quando tutto si
    smaterializza e naviga nelle reti.serve a differenziare il mercato. Chi non sa cosa significa la qualità (o chi non è ad essa interessata) in futuro spenderà pochissimo e si comprerà un mp3 compresso. E sarà contento.
    Il CD
    ormai è tutto ciò che ci
    serve, oltre ci sono solo i vari formati di
    compressione, support-less, e i sistemi di
    distribuzione musicale via rete, come
    "AirTunes" della Apple o il Net-Tune della
    Onkyo, anch'essi support-less. Questo
    inutile DVD-audio è solo un patetico
    tentativo di fermare le lancette
    dell'orologio riproponendo l'idea del
    "supporto" come veicolo commerciale dei
    contenuti.

    Lukeil supporto è necessario ancora per molto, almeno fino a quando le linee a 45mbps non diverranno entry level .
  • avvelenato scrive:
    Re: Addio alta fedeltà...
    - Scritto da: TADsince1995

    Ma Dio mio perchè musica
    compressa!?!?! Non ci bastavano i DVD con
    l'audio mpeggato... Come se lo spazio non ci
    bastasse...

    Mah...

    TAD

    Che si tiene caro il suo Denon e le
    cuffie Sennheiser... meglio compressa ma non ricampionata (48bits, 192khz, forse eccessivi, ma melium abundare quam deficiere) , che ricampionata (come nei cd) ma non compressa.e aggiungo:rileggendo la notizia ci si accorge come le tracce compresse accompagneranno quelle non compresse, per ragioni di compatibilità (il formato dvd-audio richiede una bandwidth notevole, sono pochi i lettori in grado di sostenerla)==================================Modificato dall'autore il 15/06/2004 1.59.14
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........
    - Scritto da: Anonimo
    Fatemi capire: dovrei ascoltare Mozart con
    il 5+1?

    Io ho 2 orecchie, non 5 + 1 in fronte.Il concetto va bene se usi un paio di cuffie di buona qualità, altrimenti un sistema 5.1 può rendere meglio il suono nello spazio (forse poco utile per Mozart ma più utile per gli effetti sonori di un film o di un videogioco).
  • Anonimo scrive:
    Maggiore qualità audio?? Balle!!
    Avete presente l'aereo piu' pazzo del mondo? Parafrasando agli slogan delle major "maggiore qualità audio col DVD-Audio!" farei accendere la scritta luminosa "str****ate! incredibili str****ate!" Non riescono a darci a bere il SACD (l'unico supporto che, benchè sia nato proprio allo scopo di rendere i dischi incopiabili, è effettivamente migliore del CD da un punto di vista prettamente teorico) e quindi ora ci provano col DVD-audio, che, per inciso, provato da un mio amico audiofilo, è stato classificato come "una schifezza". Ora, io personalmente non mi spingerei a tanto, ma questa storia della maggiore qualità audio mi puzza.Insomma, a meno che i nostri timpani non abbiano subito una fantastica mutazione genetica nel corso degli ultimi vent'anni il CD rimane il supporto che ha raggiunto i parametri massimi udibili dal nostro orecchio nel 1980, percui non puo' esistere una qualità audio "superiore". Rendiamoci conto della propaganda dell'industria tecnologica : nel 1980 il CD era il supporto audio che superava le capacità dei nostri apparati auditivi, ora invece vogliono farci credere che le cose non stanno così? - Scusate signori, ci siamo sbagliati, l'orecchio umano non riesce ad ascoltare frequenze in una gamma che va da 20 a 20.000 herz ma da 10 a 40.000, come i pipistrelli, ergo, avete bisogno di un nuovo formato audio - Detto fra noi, la maggior parte di noi giovani già a 25 anni a forza di sedute nel traffico e la discoteca a malapena riesce ad arrivare a sentire i 17Khz, figuriamoci i 20! Personalmente, avessi i soldi, piuttosto che spenderli in queste ca**ate penserei a comprarmi delle casse di qualità, come i Wharfedale Pacific Evolution 30, altro che il SACD!! Sono balle, tutte balle. Non serve nessun nuovo supporto. Anzi, ormai è il caso di chiedersi a cosa serve un supporto, qualsiasi esso sia, quando tutto si smaterializza e naviga nelle reti. Il CD ormai è tutto ciò che ci serve, oltre ci sono solo i vari formati di compressione, support-less, e i sistemi di distribuzione musicale via rete, come "AirTunes" della Apple o il Net-Tune della Onkyo, anch'essi support-less. Questo inutile DVD-audio è solo un patetico tentativo di fermare le lancette dell'orologio riproponendo l'idea del "supporto" come veicolo commerciale dei contenuti.Luke
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche su DVD solo due canali ??
    - Scritto da: Anonimo
    Il Dvd dovrebbe permettere di avere un audio
    a 5 canali come DTS o robe simili, come si
    fa per i film.... le capacità
    tecniche c sono tutte, le sale di
    registrazione nn registrano in stereo, ma in
    un'infinità di tracce....Sentiti fortunato se ce ne sarà uno. Per i dettagli:http://www.tnt-audio.com/topics/realstereo.html
  • Anonimo scrive:
    Re: E Mozart suonava in 5+1.........
    - Scritto da: Anonimo
    Fatemi capire: dovrei ascoltare Mozart con
    il 5+1?

    Io ho 2 orecchie, non 5 + 1 in fronte.

    Il mio cervello è un sistema a 2
    canali, non a 5........

    E perchè non 7+1 o 13+5 o 24+38?
    Come ben saprai, ad inizio del novecento studi teorici hanno portato alla dimostrazione che qualsiasi suono può essere riprodotto con due sorgenti sonore: il famoso stereo. Ma in tempi di economia di massa, trovare un'ingegniere del suono che sappia cosa sia lo stereo è una follia. Molto meglio far uscire rumori da un po' tutte le parti, un po' a casaccio. Tanto in giro non c'è molta gente in grado di capire la differenza.
  • higgybaby scrive:
    Re: Anche su DVD solo due canali ??
    - Scritto da: cico
    Io se non posso copiarmi la roba che mi
    compero mi incazzo eccome... ho già
    buttato più di una milionata per
    ricomperarmi i vecchi CD che si sono
    rovinati :(allora dovresti essere contento!le tracce AAC fanno proprio al caso tuo!ciaoigor igor che si permette ancora oggi dopo 45 anni di far suonare una copia di Harry Belafonte Live at Carnegie Hall (correva l'anno 1959, copia italiana dell'epoca in vinile RCA Victor) e di ascoltarla senza problemi, quando ci sono cd che a vent'anni dall'uscita sono già da buttare :( ==================================Modificato dall'autore il 15/06/2004 1.20.39
  • higgybaby scrive:
    Re: Anche su DVD solo due canali ??
    - Scritto da: Anonimo
    Il Dvd dovrebbe permettere di avere un audio
    a 5 canali come DTS o robe simili, come si
    fa per i film.... le capacità
    tecniche c sono tutte, le sale di
    registrazione nn registrano in stereo, ma in
    un'infinità di tracce....DVD-Video e DVD-Audio hanno specifiche tecniche diverse!nel dvd video si possono avere tracce in DD, DTS, DPLI&II, Stereo PCM ecc.ecc. con ben definite frequenze di campionamento e quant'altronel dvd audio le tracce possono avere fino a 5 canali, oppure due canali stereo ma a campionamento più elevato, oppure possono essere compresse con il MLP (se non ricordo male il nome) ecc.ecc.nell'articolo si parla dell'adozione da parte del DVD-Forum dello standard compresso AAC (figlio legittimo dell'MPEG-4) per la musica presente sul DVD-Audio che altrimenti non sarebbe fruibile se non esclusivamente attraverso un lettore DVD-Audio dedicato!difficilmente troverete su un computer un lettore DVD che è anche lettore DVD-Audio (non che ci siano molte differenze)!vorrebbe dire che se comprate un dvd-audio non lo potete ascoltare sul computer, allora spiegatemi:se non si può ascoltare sul computer vi incazzate, se vi aggiungono le tracce per poterle sentire sul computer vi incazzate, se vi mettono il copy controlled vi incazzate, se non ve lo mettono vi incazzate e decidetevi:)ciaoigor
    • cico scrive:
      Re: Anche su DVD solo due canali ??
      Io se non posso copiarmi la roba che mi compero mi incazzo eccome... ho già buttato più di una milionata per ricomperarmi i vecchi CD che si sono rovinati :-(
  • Anonimo scrive:
    Bischerate
    "Il connubio fra musica e DVD è particolarmente ben visto dall'industria discografica, la quale confida sui nuovi sistemi anticopia e antipirateria supportati dai nuovi formati per proteggere con più efficacia la propria musica". Eccolo il VERO motivo. Altro che 5+1 o 8+13.A patto di non trasformare le nostre case in studi di registrazione, queste son boiate per allocchi, come il SACD ed altre menate varie.Qui vogliono farci ricomprare discoteche intere e batterie di casse audio buone per un concerto live!
  • Anonimo scrive:
    E Mozart suonava in 5+1.........
    Fatemi capire: dovrei ascoltare Mozart con il 5+1?Io ho 2 orecchie, non 5 + 1 in fronte.Il mio cervello è un sistema a 2 canali, non a 5........E perchè non 7+1 o 13+5 o 24+38?Ma siamo pazzi?Dato che non ho capito, qualcuno, getilmente, possibilmente un po' audiofilo come il sottoscritto, può illuminarmi?Grazie.Brambilla
  • Anonimo scrive:
    Re: NO COPYCONTROL
    - Scritto da: Anonimo
    non abbracciate alcuna tecnologia anticopiaNon saremo noi ad abbracciarla, ma sarà la tecnologia a diventare standard...Qualcuno ha abbracciato Internet Explorer qualche anno fa? Eppure è diventato uno standard.C'è qualcuno effettivamente contento di comprare un cd con protezioni anticopia che non lo fanno funzionare in alcuni lettori perfettamente legittimi? Eppure se c'è solo quella versione non si può far altro che inchinarsi (possibilmente a 90°) e accontentarsi, oppure rinunciare direttamente...:Simbul
  • Anonimo scrive:
    Anche su DVD solo due canali ??
    Il Dvd dovrebbe permettere di avere un audio a 5 canali come DTS o robe simili, come si fa per i film.... le capacità tecniche c sono tutte, le sale di registrazione nn registrano in stereo, ma in un'infinità di tracce....
  • higgybaby scrive:
    Re: NO COPYCONTROL
    - Scritto da: Anonimo
    non abbracciate alcuna tecnologia anticopia

    credete forse che ci sia un qualsiasi
    miglioramento per l'utente? sono andato a
    sentire la differenza di un SACD con un CD,
    presso un tizio che fa amplificatori
    valvolari HI FI e NON C'ERA DIFFERENZA;
    l'abbiamo provato in 10. Nessuna differenza.
    Avremo anche le orecchie foderate di
    prosciutto, ma era un san daniele e tutti
    avevamo la stessa marca e quantità.eravate tutti ubriachi?a parità di materiale riprodotto, usando due lettori medio/buoni uno CD e l'altro SACD ì, il SACD vince a mani basse senza ombra di dubbio!forse non siete ingrado si sentire la differenza oppure chi ti ha fatto sentire quello che hai sentito potrebbe avere "barato"!della serie il lettore cd era un lettore da 5000 €uro e il lettore SACD era un lettore da 1000€, allora potrei anche crederci!ciaoigorps: e te lo dico io che ho smesso di comprare cd e compro solo vinili:D
  • cico scrive:
    Re: Addio alta fedeltà...

    Ma Dio mio perchè musica
    compressa!?!?! Non ci bastavano i DVD con
    l'audio mpeggato... Come se lo spazio non ci
    bastasse...ma infatti mi pare assurdo :-Spoi cosa faranno i DVD pieni zeppi di musica a 300 euri?
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Addio alta fedeltà...
      - Scritto da: cico

      Ma Dio mio perchè musica

      compressa!?!?! Non ci bastavano i DVD
      con

      l'audio mpeggato... Come se lo spazio
      non ci

      bastasse...

      ma infatti mi pare assurdo :s
      poi cosa faranno i DVD pieni zeppi di musica
      a 300 euri?No te lo dico io cosa faranno, i soliti DVD con 9 o 10 canzoni contate, il restante saranno 530 mix diversi più i soliti inutili extra... Il tutto a prezzi spaventosi "per colpa del p2p"...TAD
      • cico scrive:
        Re: Addio alta fedeltà...

        Il tutto a prezzi spaventosi "per colpa del p2p"...... ovviamente ...
        • higgybaby scrive:
          Re: Addio alta fedeltà...
          - Scritto da: cico

          Il tutto a prezzi spaventosi "per colpa
          del p2p"...

          ... ovviamente ...di cosa state baccagliando?il DVD-Audio (che è un formato ed uno standard di qualità superiore rispetto al CD ma inferiore rispetto, forse, al SACD e sicuramente al Vinile ) avrà due lati: uno DVD-Audio e perciò non copiabile (non copiabile come lo è un CD, ovvero bit per bit) e l'altro compresso in modo tale da poter essere scaricato e letto direttamente dal computer attraverso un player AAC (come iTunes di Apple tanto per citarne uno non a caso:) )!basta fasciarsi la testa prima di essersela rotta!ciaoigorps: se volete la vera Hi-Fi andate sul vinile che non c'è storia per nessuno:D
          • Anonimo scrive:
            Re: Addio alta fedeltà...
            Io non sono un intenditore ...... però, dipende anche come lo leggi, il vinile. Se il giradischi non è di una certa qualità ... la vedo dura.Saluti,Piwi
  • TADsince1995 scrive:
    Addio alta fedeltà...
    Ma Dio mio perchè musica compressa!?!?! Non ci bastavano i DVD con l'audio mpeggato... Come se lo spazio non ci bastasse...Mah...TAD Che si tiene caro il suo Denon e le cuffie Sennheiser...
  • Anonimo scrive:
    NO COPYCONTROL
    non abbracciate alcuna tecnologia anticopiacredete forse che ci sia un qualsiasi miglioramento per l'utente? sono andato a sentire la differenza di un SACD con un CD, presso un tizio che fa amplificatori valvolari HI FI e NON C'ERA DIFFERENZA; l'abbiamo provato in 10. Nessuna differenza. Avremo anche le orecchie foderate di prosciutto, ma era un san daniele e tutti avevamo la stessa marca e quantità.
Chiudi i commenti