Supercomputer Linux nel mirino di SCO

Le minacce legali di SCO si estendono ora anche a due agenzie che compiono ricerche per conto del Governo USA e utilizzano alcuni fra i più potenti supercomputer Linux


Roma – Ci sono anche due fra i maggiori centri di ricerca governativi americani, il Lawrence Livermore National Laboratory ( LLNL ) e il National Energy Research Scientific Computing Center ( NERSC ), nella lista degli utenti di Linux a cui SCO Group ha perentoriamente chiesto di “mettersi in regola”.

I due enti federali, che operano sotto la guida del Ministero americano per l’Energia, hanno ricevuto una lettera in cui SCO ha notificato loro quella che sostiene essere la violazione di copyright conseguente all’utilizzo di Linux. Di conseguenza li ha sollecitati ad acquistare la sua licenza.

Entrambe le lettere risalgono a qualche mese fa, ma sono state rese pubbliche soltanto nei giorni scorsi. In particolare, la comunicazione pervenuta all’LLNL fa parte di quella serie di notifiche che SCO ha spedito durante lo scorso dicembre, mentre il sollecito ricevuto dal NERSC è datato 16 gennaio 2004.

“Vi chiedo di poter organizzare un incontro per discutere le possibili alternative a disposizione della vostra organizzazione”, si legge nella lettera che SCO ha indirizzato al NERSC. “Crediamo di potervi offrire soluzioni per voi soddisfacenti ed economicamente realizzabili”.

“Se non risponderete ai nostri tentativi di arrivare ad un accordo di licenza – conclude minacciosa la lettera – gireremo il vostro nome ai nostri avvocati, i quali prenderanno in considerazione la possibilità di intraprendere un’azione legale nei vostri confronti”.

All’inizio del mese SCO ha concretizzato le proprie minacce facendo causa ai primi due utenti commerciali di Linux: il più grande rivenditore americano di accessori e ricambi per auto, AutoZone, e il famoso gruppo automobilistico DaimlerChrysler. Pare che sul “libro nero” di SCO vi sia anche Bank of America, il cui nome compare nei metadati del documento in formato Word con cui SCO ha notificato la querela a DaimlerChrysler.

Sia l’LLNL che il NERSC sono stati fra i primi centri di ricerca al mondo ad adottare supercomputer basati su “economici” cluster di server Linux.

Presso l’LLNL, che già utilizza un supercomputer Linux da 1.152 processori, è in fase di test un nuovo mostro di calcolo basato sullo stesso sistema operativo che, per velocità, dovrebbe piazzarsi fra le primissime posizioni al mondo. Questo sarà anche il centro in cui IBM installerà presto un sistema Blue Gene/L che, stando a quanto annunciato, dovrebbe occupare la prima posizione fra i supercomputer Linux più potenti al mondo.

Il NERSC attualmente utilizza un cluster Linux da 412 nodi e da anni collabora con IBM per lo sviluppo di supercomputer Linux e Unix.

Le diffide di SCO contro le due organizzazioni governative fanno seguito ad una missiva che il CEO dell’azienda, Darl McBride, ha inviato lo scorso gennaio al Congresso americano mettendolo in guardia circa “i rischi” per la sicurezza e l’economia legati all’uso del software Open Source. In tale occasione McBride, ormai una delle figure più invise alla comunità del software libero, fece chiaramente capire che la propria società avrebbe rivendicato le sue proprietà intellettuali anche nei confronti degli enti pubblici e delle agenzie governative.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    magnex dc 4381 vs sony dsc p 70
    salve vorrei sapere un vostro giudizio vorrei acquistare una macchina digitale (Magnex DC 4381 o una Sony DSC P70) però sono indeciso anche perchè la magnex è 4 Mp e la sony è 3.1 Mp però in questo forum si parla dell'ottica sony che è molto buona perciò aiutoooooooooo;visto che della magnex nn ci sono recenzioni :'(:'((linux)
  • Larry scrive:
    Re: Per chiarire visto che nessuno capis
    - Scritto da: sigsegv

    - Scritto da: Larry

    Diverso il caso se devi fare stampe
    40x60

    per un'esposizione...li la D100 la puoi

    parcheggiare nello sgabuzzino e passare
    al

    Kodarachrome 64 o alla Delta 100.

    invece dal 6x7 in su le scansioni
    vengono

    bene su qualunque scanner (anche a CCD)
    e da

    uno scatto ci tiri fuori 140 MB di

    file...roba da farci una parete!

    Ecco, questo è il punto che interessa
    a me. Secondo la tua esperienza, quanta
    parte del vantaggio del negativo in queste
    situazioni è nella sua maggiore
    quantità di informazione, e quanto
    sta nella sua migliore "scalabilità"?
    Intendo, il 35mm risolve veramente molti
    più particolari del digitale o
    semplicemente può essere stampato a
    risoluzioni effettive (risoluzione della
    pellicola, non della stampante) basse
    risultando comunque gradevole e naturale?telegraficamente: la grana della pellicola sembra avere delle informazioni, i pixel no. Se vedi i pixel perdi la poesia, se fissi la grana ti ci perdi nel cercare altro dettaglio nelle sue variabili forme.comunque e' tutto sottomesso all'utilizzo. Ripeto: se stampi in offset o simili la soluzione digitale e' avvantaggiata rispetto all'analogico, per proiezione o stampa chimica, la pellicola vince nettamente.
  • sigsegv scrive:
    Re: Per chiarire visto che nessuno capis
    - Scritto da: Anonimo
    Un sensore piu' piccolo non necessita di
    grandi lenti ma essendo piccolo produce
    un'immagine con molto rumore digitale.I
    pixel meno sono concentrati meno l'immagine
    sra' rumorosa.Altra cosa: un sensore piccolo impone di ridurre anche la lunghezza focale delle lenti, il che aumenta drammaticamente la profondità di campo e la rende molto difficile da controllare.
  • sigsegv scrive:
    Re: Per chiarire visto che nessuno capis
    - Scritto da: Larry
    Diverso il caso se devi fare stampe 40x60
    per un'esposizione...li la D100 la puoi
    parcheggiare nello sgabuzzino e passare al
    Kodarachrome 64 o alla Delta 100.
    invece dal 6x7 in su le scansioni vengono
    bene su qualunque scanner (anche a CCD) e da
    uno scatto ci tiri fuori 140 MB di
    file...roba da farci una parete!Ecco, questo è il punto che interessa a me. Secondo la tua esperienza, quanta parte del vantaggio del negativo in queste situazioni è nella sua maggiore quantità di informazione, e quanto sta nella sua migliore "scalabilità"? Intendo, il 35mm risolve veramente molti più particolari del digitale o semplicemente può essere stampato a risoluzioni effettive (risoluzione della pellicola, non della stampante) basse risultando comunque gradevole e naturale?
  • Anonimo scrive:
    profondita'...
    Non serve una sega avere 4, 6 o 64 MPixelse poi molti modelli di macchine fotografichedigitali non permettono il salvataggioin formato non-lossy, ma solo in quella merdadi JPEG...; le piu' costose hanno il TIFF epreferiscono pagare le royalties per LZW, maquando si accorgeranno che esiste anche il formatoPNG, che permette di salvare anche in meno spaziodel TIFF?Inoltre sarebbe auspicabile che aumentasseanche la profondita' del colore, dai classici 8bit per componente a 12 o 16. In quel caso,si che potremmo paragonare il digitale anchecon le pellicole ultrasensibili...
    • Anonimo scrive:
      Re: profondita'...
      - Scritto da: Anonimo
      Non serve una sega avere 4, 6 o 64 MPixel
      se poi molti modelli di macchine fotografiche
      digitali non permettono il salvataggio
      in formato non-lossy, ma solo in quella merda
      di JPEG...; Esatto, più in generale non sono i megapixel che da soli fanno la qualità fotografica. Una 2MPx con colori più accurati e maggiori sfumatore darebbe risultati migliori di una 4MPx con i colori standard.Sul salvataggio, i formati non lossy non sono alla portata dei normali supporti di memoria disponibili per le digitali (a meno che non abbiano hd integrati, e hai voglia il consumo di batterie), ma se scatti una foto 2000x1500 gli artefatti lossy sono meno evidenti del rumore del CCD...
    • Larry scrive:
      Re: profondita'...
      - Scritto da: Anonimo
      Non serve una sega avere 4, 6 o 64 MPixel
      se poi molti modelli di macchine fotografiche
      digitali non permettono il salvataggio
      in formato non-lossy, ma solo in quella merda
      di JPEG...; che non vuol dire nulla: e' impossibile riconoscere un .jpeg qualita' alta (~8) da un .tiff se escono da una fotocamera digitale, questo perche' ci pensano gia' i sensori CCD a tre colori a smembrare per bene l'immagine con un'antialiasing dirompente come l'onda d'urto di un proiettile termobarico.diverso discorso coi sensori Foveon dove ogni cella del CCD legge tre colori...vero li legge male, ma l'incisione e il dettaglio ottenibili sono "lo stato dell'arte".le piu' costose hanno il TIFF e
      preferiscono pagare le royalties per LZW, ma
      quando si accorgeranno che esiste anche il
      formato
      PNG, che permette di salvare anche in meno
      spazio
      del TIFF?l'unica cosa che vale la pena usare e' il formato RAW.(se hai tempo, ovviamente)

      Inoltre sarebbe auspicabile che aumentasse
      anche la profondita' del colore, dai
      classici 8
      bit per componente a 12 o 16. In quel caso,
      si che potremmo paragonare il digitale anche
      con le pellicole ultrasensibili...guarda che ci sono da 8 anni i 12 bit nelle digitali, basta spendere.
  • sigsegv scrive:
    Re: Per chiarire visto che nessuno capis
    - Scritto da: Larry

    - Scritto da: Anonimo

    Le attuali macchine fotografiche
    digitali

    reflex digitali da 6 mpixel sono
    pressoche'

    della stessa qualita di una fotografia

    tradizionale

    ho una Nikon D100 e una F4S. La risoluzione
    che tiri fuori non dico da un kodachrome 25,
    ma anche solo da un Ektachrome 200 e' molto
    superiore, diciamo il doppio.Saresti in grado di fare una prova? A parità di scena e di obiettivo (tosto naturalmente, ma se hai quei corpi non ti mancheranno). Anche se immagino che procurarsi una scansione all'altezza sia piuttosto difficile.
    • Larry scrive:
      Re: Per chiarire visto che nessuno capis
      - Scritto da: sigsegv

      - Scritto da: Larry



      - Scritto da: Anonimo


      Le attuali macchine fotografiche

      digitali


      reflex digitali da 6 mpixel sono

      pressoche'


      della stessa qualita di una
      fotografia


      tradizionale



      ho una Nikon D100 e una F4S. La
      risoluzione

      che tiri fuori non dico da un
      kodachrome 25,

      ma anche solo da un Ektachrome 200 e'
      molto

      superiore, diciamo il doppio.

      Saresti in grado di fare una prova? A
      parità di scena e di obiettivo (tosto
      naturalmente, ma se hai quei corpi non ti
      mancheranno). Anche se immagino che
      procurarsi una scansione all'altezza sia
      piuttosto difficile.ne ho fatte tante di prove, le scansioni dei 35 mm le facevo su uno scanner Crossfield Magnascan 646 oppure su un Linotype-Hell Chromagraph S3900, e comunque venivano meglio sul vecchio cassone...il 35 mm rimane bastardo da scansire, quindi la sua "risoluzione teorica" se la puo' anche tenere. Per questo dico che pure una D100 compete in molte situazioni con la F4 quando si tratta di pubblicare su riviste e simili.Diverso il caso se devi fare stampe 40x60 per un'esposizione...li la D100 la puoi parcheggiare nello sgabuzzino e passare al Kodarachrome 64 o alla Delta 100.invece dal 6x7 in su le scansioni vengono bene su qualunque scanner (anche a CCD) e da uno scatto ci tiri fuori 140 MB di file...roba da farci una parete!consiglio: avendo tempo e santa pazienza, i 35 mm vengono molto meglio se scansiti da negativo colore con due passaggi per alteluci e per ombre e poi sovrapposti.risultato garantito.Anche con scanner da sfigati.
  • Anonimo scrive:
    Piantatela di dire che digital
    35mm.
    Santa vacca vedo gente che crede che la Digitale sia meglio della classica 35mm.Ma sapete di cosa parlate o giustificate l'abberrante acquistosparando castronerie ??FORSE e dico FORSE per raggiungere una 35mm .. ci vogliono le 16Megapixel , ma questo non è il fatto.Dovete sapere, o comuni mortali, che comunque le stampe che usciranno fuori dall vostro giocattolino non verranno MAI stampate oltre i 2 MEGAPIXEL a meno di non pagare cifre ESORBITANTI.... e non preoccupatevi , tra rumors ed altro la stampa del figitale risulterà sempre e comunque sgranata.Abbiamo fatto stampe di prova con macchine da 2 a 8 mp ..con carta fotografica e non su formato A4 ... la differenza è abbissale.Poi ti senti anche dire... compra la Canon a60 .. che ha i controlli manuali ...MAI SENTITE CASTRONERIE + STUPIDE... ma vuoi mettere la classe e la bravura de fotografo con classica macchina 35mm .. o 6x6 (queste si che sono macchine serie..) dove l'apertura, il focus, sono millimetricamente calibrati ..??Le digitali... vanno bene per lasciare le foto su CD, DVD e BASTA....La FOTOGRAFIA (maiuscolo) è solo Pellicola ed elaborazione in laboratorio ... il resto è solo un Dispendioso giocattolino per dementi che hanno solo soldi da spendere.. come i Telefonini-Telefunken ... grossi come il vecchio e glorioso Motorola 9700 ...Cazzo se dovete buttare i soldi fatevi una REFLEX professionale.
    • sh4d scrive:
      Re: Piantatela di dire che digital
      35mm.
      - Scritto da: Anonimo
      Santa vacca vedo gente che crede che la
      Digitale sia meglio della classica 35mm.
      Ma sapete di cosa parlate o giustificate
      l'abberrante acquisto
      sparando castronerie ??

      FORSE e dico FORSE per raggiungere una 35mm
      .. ci vogliono le 16Megapixel , ma questo
      non è il fatto.
      Dovete sapere, o comuni mortali, che
      comunque le stampe che usciranno fuori dall
      vostro giocattolino non verranno MAI
      stampate oltre i 2 MEGAPIXEL a meno di non
      pagare cifre ESORBITANTI.... e non
      preoccupatevi , tra rumors ed altro la
      stampa del figitale risulterà sempre
      e comunque sgranata.

      Abbiamo fatto stampe di prova con macchine
      da 2 a 8 mp ..
      con carta fotografica e non su formato A4
      ... la differenza è abbissale.

      Poi ti senti anche dire... compra la Canon
      a60 .. che ha i controlli manuali ...MAI
      SENTITE CASTRONERIE + STUPIDE... ma vuoi
      mettere la classe e la bravura de fotografo
      con classica macchina 35mm .. o 6x6 (queste
      si che sono macchine serie..) dove
      l'apertura, il focus, sono millimetricamente
      calibrati ..??

      Le digitali... vanno bene per lasciare le
      foto su CD, DVD e BASTA....

      La FOTOGRAFIA (maiuscolo) è solo
      Pellicola ed elaborazione in laboratorio ...
      il resto è solo un Dispendioso
      giocattolino per dementi che hanno solo
      soldi da spendere.. come i
      Telefonini-Telefunken ... grossi come il
      vecchio e glorioso Motorola 9700 ...

      Cazzo se dovete buttare i soldi fatevi una
      REFLEX professionale.Rumors? vorrai dire noise al massimo...per il resto più o meno concordo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Piantatela di dire che digital
        35mm.
        Artefatti ... suona meglio ...;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Piantatela di dire che digital
        35mm.
        Sono due cose diverse che fanno cose simili: le foto.Ma il resto è diverso.Per certe cose è meglio il digitale, per altre la pellicola.Resta il fatto che quando ho fatto sviluppare delle foto in formato 20x30 (fatte con la mia camedia 5050zoom, 5 Mpixel) il fotografo è rimasto molto colpito dalla qualità.Io non essendo un professionista, riesco a fare delle belle foto con la mia fotocamera, e apprezzo i vantaggi quali:- autonomia da 300 foto (1 cf da 128 e una dx da 256) che poi diventa infinita se porto dietro il portatile- possibilità di vedere subito se la foto è uscita bene o rifarla- possibilità di selezionare solo le foto buone e stampare solo quelle.Quando sono stato in viaggio tra instanbul e atene avevo i compagni di viaggio che, nonostante le scorte di partenza, erano sempre in ricerca di chi vendesse pellicole.Poi spesso dovevano rimanere indietro, rispetto la guida, per poter cambiare il rullino sotto il sole delle 13...Non denigro il 35mm, ma non sparate a zero sul digitale.Anche perchè esite digitale e digitale...
    • Anonimo scrive:
      Re: Piantatela di dire che digital
      35m
      Dipende da uno che lavoro fa.Se sei un reporter e lavori esclusivamente per giornali e TV, allora la digitale va bene.Perchè?Perchè se prendi una Reflex Professionale, le foto dovrai in qualche modo digitalizzarle o no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Piantatela di dire che digital
      35mm.
      Bravo sei riuscito a scrivere un sacco di cazzate tutte di un fiato.Il risultato pero' e' che un sacco di fotografi professionisti stanno passando al digitale quindi fattene una ragione, il 35mm e' in fase calante volente e dolente.Ciao
    • Larry scrive:
      Re: Piantatela di dire che digital
      35mm.
      - Scritto da: Anonimo
      Santa vacca vedo gente che crede che la
      Digitale sia meglio della classica 35mm.
      Ma sapete di cosa parlate o giustificate
      l'abberrante acquisto
      sparando castronerie ??

      FORSE e dico FORSE per raggiungere una 35mm
      .. ci vogliono le 16Megapixel , ma questo
      non è il fatto.12 Mpixel e' la parita' e' raggiunta.la Canon 1Dn (11 MP) e' pari ad una reflex EOS con una pellicola 200-400 iso
      Dovete sapere, o comuni mortali, che
      comunque le stampe che usciranno fuori dall
      vostro giocattolino non verranno MAI
      stampate oltre i 2 MEGAPIXEL a meno di non
      pagare cifre ESORBITANTI.... e non
      preoccupatevi , tra rumors ed altro la
      stampa del figitale risulterà sempre
      e comunque sgranata.su questo ho dei dubbi, io stampo con una epson Stylus color 2100 i file della Nikon D100 sull'A3 e sono buoni.
      Abbiamo fatto stampe di prova con macchine
      da 2 a 8 mp ..
      con carta fotografica e non su formato A4
      ... la differenza è abbissale.dipende con che driver stampi e con che stampante...io uso Epson con driver Efi designer edition.

      Poi ti senti anche dire... compra la Canon
      a60 .. che ha i controlli manuali ...MAI
      SENTITE CASTRONERIE + STUPIDE... ma vuoi
      mettere la classe e la bravura de fotografo
      con classica macchina 35mm .. o 6x6 (queste
      si che sono macchine serie..) dove
      l'apertura, il focus, sono millimetricamente
      calibrati ..??uff, certo che se prendi una compatta Canon (ho provato la powershot G3, aveva le lenti che attiravano il "glare" come le mosche al miele) e la paragoni all'Hasselblad...buonanotte!prova con una Nikon D70, mille euro e hai un sincro flash da 1/500 con una cadenza di scatto da 3fps fino a 144 scatti.

      Le digitali... vanno bene per lasciare le
      foto su CD, DVD e BASTA....

      La FOTOGRAFIA (maiuscolo) è solo
      Pellicola ed elaborazione in laboratorio ...
      il resto è solo un Dispendioso
      giocattolino per dementi che hanno solo
      soldi da spendere.. come i
      Telefonini-Telefunken ... grossi come il
      vecchio e glorioso Motorola 9700 ...

      Cazzo se dovete buttare i soldi fatevi una
      REFLEX professionale.per scattare col B/N, e null'altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Piantatela di dire che digital
      35m
      ...no comment!Stai parlando come uno che non ha mai usato una macchina digitale.
    • pippo75 scrive:
      Re: Piantatela di dire che digital
      35m
      - Scritto da: Anonimo
      Santa vacca vedo gente che crede che la
      Digitale sia meglio della classica 35mm.
      Ma sapete di cosa parlate o giustificate
      l'abberrante acquisto
      sparando castronerie ??Dipende tutto da come le giudichi.
      FORSE e dico FORSE per raggiungere una 35mm
      .. ci vogliono le 16Megapixel , ma questo
      non è il fatto.Il numero di Megapixel (sempre se effettivi) riguarda solo la definizione e non la qualità della foto, per quello bisogna vedere anche i colori ed i contrasti ed altre cose.
      Dovete sapere, o comuni mortali, che
      comunque le stampe che usciranno fuori dall
      vostro giocattolino non verranno MAI
      stampate oltre i 2 MEGAPIXEL a meno di non
      pagare cifre ESORBITANTI.... e non
      preoccupatevi , tra rumors ed altro la
      stampa del figitale risulterà sempre
      e comunque sgranata.Questo dipende tutto dalle macchine che usi,
      Abbiamo fatto stampe di prova con macchine
      da 2 a 8 mp ..
      con carta fotografica e non su formato A4
      ... la differenza è abbissale.Dipende da chi le stampa, ho visto stampe su carta fotografica da 2 mpixel fatte bene ed altre fatte male.

      Poi ti senti anche dire... compra la Canon
      a60 .. che ha i controlli manuali ...MAI
      SENTITE CASTRONERIE + STUPIDE... ma vuoi
      mettere la classe e la bravura de fotografo
      con classica macchina 35mm .. o 6x6 (queste
      si che sono macchine serie..) dove
      l'apertura, il focus, sono millimetricamente
      calibrati ..??Secondo te e' piu' importante il mezzo oppure l'operatore.Un vero fotografo sa usare bene anche una polaroid da 30 euro o una digitale, quello scarso invece no.
      Le digitali... vanno bene per lasciare le
      foto su CD, DVD e BASTA....Anche, ma non solo.
      La FOTOGRAFIA (maiuscolo) è solo
      Pellicola ed elaborazione in laboratorio ...Una volta i puristi del suono dicevano che esisteva solo lo stereo che doveva essere il massimo, ora invece esiste il sorround, aggiornarsi prego.
      il resto è solo un Dispendioso
      giocattolino per dementi che hanno solo
      soldi da spendere.. come i
      Telefonini-Telefunken ... grossi come il
      vecchio e glorioso Motorola 9700 ...Questo giocattoli permettono pero' di fare foto in condizioni di luce diverse senza cambiare pellicola.

      Cazzo se dovete buttare i soldi fatevi una
      REFLEX professionale.Un vero fotografo (che io non sono) non dipende dalla macchina, ma dalle sue capacità.ciao
    • carbonio scrive:
      Re: Piantatela di dire che digital
      35mm.
      Pur essendo d'accordo sul fatto che il digitalein campo fotografico è ancora giovane e acerbanon concordo sulla sua inutilità.E' vero che la comunicazione e il marketingdelle aziende stanno spingendo con troppa enfasi(soprattutto sulla qualità) la fotografia digitale.Ma è altrettanto vero che ormai i laboratori fotograficistanno passando ai minilab digitali(nella mia zona siamo già al 30/40%) e sia che portiate pellicola o che portate dei suppoti digitali, il laboratorio vistamperà con la stessa macchina riducendo di moltola differenza (che rimane) tra i due sistemi.Qundi visti i vantaggi (anteprima, portabilità, immediatezza, ecc.) il sistema digitale per gli utilizzatori medi si riveleràvincente a breve.sicuramente il discorso PRO e diverso, ma come giàvisto in altri post per i reporter è quasi una scelta obbligata8)
  • Anonimo scrive:
    la massa
    Se domani uscirà un cellulare con videocamera da 6 megapixel, ti diranno che a quel punto è come avere una macchina fotografica in tasca (che in più ti permette di telefonare e fare i giochini in polifonia oh che bbella cosa).Macchina fotografica con "obiettivo" decente? Ma va. Se non suona l'ultima di Eros Ramazzotti dimmi come posono venderla.
    • Tony Sarnano scrive:
      Re: la massa
      - Scritto da: Anonimo
      Se domani uscirà un cellulare con
      videocamera da 6 megapixel, ti diranno che a
      quel punto è come avere una macchina
      fotografica in tascaI produttori di fotocamere digitali stanno facendo con i megapixel quello che Intel ha fatto con i MHz delle CPU.Gli utenti guardano solo quel numerino lì, infischiandosene di altre e più importanti caratteristiche.I produttori sono contenti: riducono i costi di produzione e concentrano le risorse sul marketing.:
  • Anonimo scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho una sony, ottica Zeiss, Dammi retta, di Zeiss in quella fotocamera Sony hai solo la scritta, e i miliardi di lire che la multinazionale giapponese ha versato per avere una certificazione di lavorazione delle lenti secondo specifiche Zeiss (il che è tutto dire, perchè è certificata la lavorazione ma non il materiale delle lenti di quella fotocamera).Avere quella fotocamera e pensare di fotografare con un obiettivo Zeiss è un po' come guidare una panda con il portachiavi griffato in oro della Ferrari, e pensare di guidare una Ferrari.Obiettivi Zeiss Jena hanno fatto la storia della fotografia e la punta di diamante della qualità fotografica di tutti i tempi, citare il nome Zeiss in questo ambito è quasi un sacrilegio per chi ama la fotografia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Digitali e 35mm adesso confrontabili
    Ti ringrazio sinceramente per l'interessante link che hai postato.R. - Scritto da: Baruch
    digilander.libero.it/xpan/tecnica/sk_16.htm

    Mando agli aspiranti fotografi un articolo
    molto interessante (gli esperti lo sapranno
    gia'... ) Con i 6 megapixel e le ottiche
    attuali abbiamo praticamente raggiunto il
    livello delle reflex 35mm.
  • Anonimo scrive:
    Nonsolopixel
    Ragazzi secondo me c'è una questione di fondo che in questo articolo viene ampiamente sottovalutata, e cioè che molte volte è LA QUALITA' DEGLI OBIETTIVI a fare la differenza.E' assodato che per fare una buona foto ci vuole un buon obiettivo, e questo vale per la pellicola come nel digitale. Se però due fotocamere digitali compatte adottano lo stesso obiettivo, mettendo un sensore con più risoluzione più elevata non necessariamente si ha una maggiore qualità.Prendiamo ad esempio a confronto due modelli di fotocamere Canon compatte uso prosumer: la Powershoot A60 e la A70 (non voglio fare pubblicità ma solo per far capire l'idea).Il primo modello ha un sensore da 2.1 Mpixel mentre il secondo 3.2 Mpixel. Entrambe montano lo stesso identico obiettivo 35-105 eq. f2.8/4.8.Avendo due sensori di identico formato ma di risoluzione differente, con le due fotocamere ottengono dei risultati quasi sovrapponibili. Tuttavia si riesce a notare confrontando la A70 con la A60 che ad maggiore risoluzione offerta dal sensore corrisponde un aumento del rumore dei pixel rispetto alla A60.Con questo voglio dire che in fotografia ciò che fa la differenza è sempre l'obiettivo.Ovviamente per la fotografia digitale alla qualità dell'obiettivo deve corrispondere una qualità del sensore in termini di risoluzione e di riduzione del rumore adeguata, e che dovrebbero andare di pari passo.
  • sh4d scrive:
    Re: Per chiarire visto che nessuno capisce

    nel medio formato (Hasselblad) il digitale e' fermo a 16 MP,
    troppo indietro, ne riparleremo quando ci saranno dorsi da
    40 MPixel.Nonchè memorie abbastanza capienti per tenere foto da 40mpixel. Sono stati fatti forti passi avanti in questo senso, non ricordo dove ho letto circa l'uscita di memorie statiche da 8gb, ma hanno ancora costi proibitivi.
  • sh4d scrive:
    Re: E le lenti ??!?

    Veramente si portano appresso anche la
    digitale, e usano l'una e l'altra: se ci
    sono delle foto per la digitale va
    più che bene, la usano. Se devono
    fare poster che ritraggono tutti gli
    invitati e che saranno stampanti in grande
    formato, usano l'analogica...La foto che incornici e che fai vedere alla gente che ti viene dentro casa negli anni a venire fidati che non è uscita dalla digitale :)
    Tutto ciò che è analogico, in
    effetti darà sempre l'impressione di
    essere più naturale del digitale. Ma
    ciò non vuol dire che il digitale non
    si possa preferire...Ma infatti dipende molto dalle circostanze. Quello che volevo dire con un discorso del genere è che non si puo' parlare di sostituzione *completa* con il digitale. Nel mondo della fotografia sono due mezzi destinati in qualche modo a coesistere.

    Ma mai e poi mai una fotocamera digitale

    puo' superare in qualità, almeno

    adesso, una tradizionale fotocamera

    "analogica" (concedetemi il termine :)
    ).

    Difficile dirla così, perché
    bisognerebbe confrontare la migliore
    macchina digitale con la migliore macchina
    tradizionale.

    E la migliore macchina digitale non è
    per i consumer, ma è per la
    fotografia astronomica, dove supera in
    qualità di ordini di grandezza la
    fotografia tradizionale, che è stata
    completamente abbandonata.

    Per il campo consumer sono troppi i fattori
    da tener presente, ma posso già dire
    che la mia digitale 3.1MP supera la compatta
    zoom tradizionale che usavo prima, con le
    normali stampe da laboratorio. Niente
    sgranature, maggior nitidezza, maggior campo
    ecc..Sono d'accordo quasi totalmente (non sono un esperto di fotografia e i modelli in circolazione sono veramente ma veramente tanti).
    Il sensore CCD è molto più
    piccolo della pellicola fotografica.Immagina allora una fotocamera con ccd e un ottica da macchina tradizionale :)

    Una lente più ampia cattura

    più luce, permettendoti di fare
    foto

    con scarsa quantità di luce,
    senza

    ricorrere al fastidioso flash che
    adultera i

    colori del campo.

    In compenso il CCD è più
    sensibile della pellicola alle basse
    luminosità.Come sopra.Alla fine della pappardella aggiungo che indipendentemente dal mezzo usato per scattarle le foto vanno stampate se vuoi farle durare.
  • Larry scrive:
    Re: quanto competenti?
    - Scritto da: Anonimo
    non capisco se e' gusto di polemica a tutti
    i costi o semplice incompetenza.:(

    e' vero che con 6megapx non siamo ancora al
    livello di definizione di una diapositiva.

    ma dire che la qualita' di una digitale da
    6mpx e' pari a quella di una macchinetta usa
    e getta significa veramente parlare tanto
    per parlare.:@
    io con una macchina da 5mpx ci ho fatto le
    copertine di diversi cataloghi viaggi.
    vorrei sapere chi ha fatto lo stesso con la
    usa e getta!!!io per esempio.e ho fatto un libro fotografico con una LOMO, e talvolta su riviste di moda molte foto sono fatte giocherellando con macchine usa e getta (per ottenere l'effetto di una foto usa e getta of course)Ma non sono dispezzabili, visto che ho provato ad ingrandire una foto fatta con una macchina da 10 euro e l'ho portata a 50x70 cm prima che sgranasse.Ti ricordo poi che la gamma tonale dei negativi e' molto superiore a quella delle dia (4.2 contro 3.5 mediamente)

    e comunque visto il trend fra 4/5 anni il
    digitale superera' la qualita' diapo.

    e sara' meglio per tutti. meno costi. piu'
    liberta' individuale. meno rullini. meno
    sviluppi chimici e quindi meno acidi.

    e' uno dei rari casi in cui non ci sono
    negativita', se non a inventarsele (o a
    lavorare in un negozio di ottica...):)
    • sh4d scrive:
      Re: quanto competenti?
      Come ho gia detto in un altro post, la fotografia digitale e quella tradizionale sono due *stili* destinati in qualche modo a coesistere. Ognuna ha i suoi pregi e difetti, ma è impensabile pensare alla sostituzione totale di uno o dell'altro metodo (parere che viene dal basso della mia esperienza in materia, posseggo una vecchia Pentax di mio padre e una kodak digitale e tuttora utilizzo l'una e l'altra indistintamente).
  • Larry scrive:
    Re: Per chiarire visto che nessuno capisce
    - Scritto da: Anonimo
    Le attuali macchine fotografiche digitali
    reflex digitali da 6 mpixel sono pressoche'
    della stessa qualita di una fotografia
    tradizionale ho una Nikon D100 e una F4S. La risoluzione che tiri fuori non dico da un kodachrome 25, ma anche solo da un Ektachrome 200 e' molto superiore, diciamo il doppio.Ci vogliono 12 megapixel per poter avere lo stesso dettaglio, tipo la Canon 1Dn.poi, ci sono altre differenze: le foto fatte in digitale sono molto piu' piatte di quelle ottenute da pellicola.invece, sono scemenze quelle secondo cui il digitale non ha la gamma dell'analogico. Basta vedere come si tirano fuori i dettagli dalle ombre (magari con software ad hoc) per rendersi conto che sono almeno pari.- se parliamo di diapositive
    (notoriamente hanno una qualita superiore
    alle fotografie stampate) allora bisogna
    arrivare almeno a 11mpixel.
    Se parliamo invece di macchine fotografiche
    compatte i mpixel contano di meno.
    La differenza principale tra una
    professionale ed una compatta non sta nelle
    lenti come molti credono, ma nella grandezza
    (e qualita') del sensore.
    Un sensore piu' piccolo non necessita di
    grandi lenti ma essendo piccolo produce
    un'immagine con molto rumore digitale.I
    pixel meno sono concentrati meno l'immagine
    sra' rumorosa.

    Attualmente la dimenione dei sensori delle
    compatte e' leggermente cresciuta ma molto
    lontana da quella di una reflex.

    Esiste un unico caso in cui la fotografia
    tradizionale e' leggermente (forse) alla
    fotografia digitale e' nel medio
    formato.Tipo di fotografia con macchine e
    lenti molto costose usate solo nel campo
    professionale e sono leggermente piu'
    quadrate e con pellicole molto grandi (per
    cui lenti molto grandi)
    nel medio formato (Hasselblad) il digitale e' fermo a 16 MP, troppo indietro, ne riparleremo quando ci saranno dorsi da 40 MPixel.
  • Anonimo scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho una sony, ottica Zeiss, e lenti in plastica.
  • Anonimo scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho una sony, ottica Zeiss, ti assicuro
    che l'ottica è il problema minore,
    per la mia sony e per tutte le altre
    digitali che ho avuto modo di usareEhmmmm, di Zeiss sulle ottiche Sony c'è solo il nome visto che sono di...........PLASTICAAAAAAAA.Provare per credere.....
  • AndreaMilano scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    Andiamo non diciamo CASTRONERIE, per usare un eufemisco, le 6mpx sono belle, qualitativamente valide anche per usi professionali, ma non in tutti i campi, non mi fai un poster 120*90 con BUONA qualità... Ripeto, come in un post precedente, io un 6mpx con ogni probabilità la prenderò come seconda macchina, per fa 5000 scatti al giorno, ma la foto quella top la faccio con la mia Nikon F80.A.MilanoPS:Che il futuro è digitale è vero, ma qui si parla di Fotografia o di fare 1000 scatti? se parli del secondo caso hai la mia piena approvazione :)- Scritto da: Anonimo
    Secondo me ti fumi le canne o non te ne
    intendi affatto.
    Una 6MP, permette ingrandimenti (con le
    stesse prestazioni) di una 35mm.
    Il futuro è digitale, i catorci 35mm
    si stanno estinguendo e volete ancora
    pregiarle.

    La digitale a 6MP è migliore e
    migliorera' ancora.==================================Modificato dall'autore il 23/03/2004 13.33.47
  • AndreaMilano scrive:
    Re: quanto competenti?
    Bisogna saperle usare, i miei primi risultati con la F80 della Nikon rasentavano il pietoso, mentre mio padre, fotoamatore da decenni, è riuscito anche con le c.d. compatte a surclassarmi.Identica storia con le digitali.Btw stiamo tergiversando, una 6Mpixel a 4-500$ è un incentivo particolarmente forte per farmi comprare una digitale come seconda macchina (le dia sò dia).A.MilanoPS: dopo un anno le foto con la F80 sono migliorate ;)- Scritto da: Anonimo:CUT:
    io con una macchina da 5mpx ci ho fatto le
    copertine di diversi cataloghi viaggi.
    vorrei sapere chi ha fatto lo stesso con la
    usa e getta!!!:CUT:
  • pippo75 scrive:
    Re: quanto competenti?

    e' vero che con 6megapx non siamo ancora al
    livello di definizione di una diapositiva.Questo confronto al momento sarebbe inutuile, una diapositiva è bella perche' (oltre a colori brillanti) la vadi proiettata su uno schermo da 2m*2m.Questi 6 Megapixel, per proiettarli con un proiettore li devi ridurre a 1024x768 (circa).I 6 Megapixel li puoi usare al massimo in una stampa.
    ma dire che la qualita' di una digitale da
    6mpx e' pari a quella di una macchinetta usa
    e getta significa veramente parlare tanto
    per parlare.:@Chi dice questo forse fa poche foto, dovrebbe controllare anche- esposizione- bilanciamento del bianco- messa a fuoco- gestione del contrasto- Sensiblità del sensore
    io con una macchina da 5mpx ci ho fatto le
    copertine di diversi cataloghi viaggi.
    vorrei sapere chi ha fatto lo stesso con la
    usa e getta!!!Io una macchinetta da 2mp (coolpix 800), l'unica pecca che ho trovato e' la mancanza della slitta per un flash esterno (dovrei al limite usare un servo-flash).
    e comunque visto il trend fra 4/5 anni il
    digitale superera' la qualita' diapo.Secondo me tra qualche anno il confronto non sarà cosi' facile , il digitale riengo che ha un margine di miglioramento molto ampio che permetterà di ottenere risultati impnesabili con la pellicola.Con la pellicola l'unica cosa che conta è la luce che colpisce la foto, poi dopo posso anche li fare modifiche dureante lo sviluppo.Con il digitale, la luce colpisce il sensore, ma questo sensore (o la macchina al suo posto) puo' manipolarla in tutti i modo che meglio gli crede.
    e' uno dei rari casi in cui non ci sono
    negativita', se non a inventarsele (o a
    lavorare in un negozio di ottica...):)Non credo che ci rimettano piu' di tanto, a sviluppare pellicole penso che il guadagno sia minimo, quello che rende dovrebbero essere i servizi (matrimoni, 1e comunioni, .........).ciaop.s. se ti interssa (ma magari già lo fai), prova a leggere i commenti delle 8 megapixel su I.A.F.Digitale.
  • sh4d scrive:
    Re: inversione evolutiva

    comprendo che ognuno può dire la sua
    ed avere una sua opinine su tutto, ma tu
    amico mio hai bisogno di cure.... e
    presto...:I wanna feed the troll now: (troll)E ancora una volta esorto questi uomini di carta a non postare i loro inutili commenti celandosi dietro l'anonimato, che di gente senza le palle sotto ne è pieno il mondo.
    • Anonimo scrive:
      Re: inversione evolutiva

      E ancora una volta esorto questi uomini di
      carta a non postare i loro inutili commenti
      celandosi dietro l'anonimato, che di gente
      senza le palle sotto ne è pieno il
      mondo.
      non so se lui abbia le palle o meno, ma leggendo quello che scrivi tu, mi sembra a te difetti ben altro... (sta più su)
      • sh4d scrive:
        Re: inversione evolutiva

        non so se lui abbia le palle o meno, ma
        leggendo quello che scrivi tu, mi sembra a
        te difetti ben altro... (sta più su)Eccone un altro. Tu che aspetti a registrarti? :)
    • AndreaMilano scrive:
      Re: inversione evolutiva
      ...e siamo fortunati, immaginati se fossimo nati nel XXIV secolo, ne sarebbe piena la galassia, non solo il mondo...A.Milano- Scritto da: sh4d:CUT:
      I wanna feed the troll now: (troll)

      E ancora una volta esorto questi uomini di
      carta a non postare i loro inutili commenti
      celandosi dietro l'anonimato, che di gente
      senza le palle sotto ne è pieno il
      mondo.
  • Anonimo scrive:
    Per chiarire visto che nessuno capisce
    Le attuali macchine fotografiche digitali reflex digitali da 6 mpixel sono pressoche' della stessa qualita di una fotografia tradizionale - se parliamo di diapositive (notoriamente hanno una qualita superiore alle fotografie stampate) allora bisogna arrivare almeno a 11mpixel.Se parliamo invece di macchine fotografiche compatte i mpixel contano di meno.La differenza principale tra una professionale ed una compatta non sta nelle lenti come molti credono, ma nella grandezza (e qualita') del sensore.Un sensore piu' piccolo non necessita di grandi lenti ma essendo piccolo produce un'immagine con molto rumore digitale.I pixel meno sono concentrati meno l'immagine sra' rumorosa.Attualmente la dimenione dei sensori delle compatte e' leggermente cresciuta ma molto lontana da quella di una reflex.Esiste un unico caso in cui la fotografia tradizionale e' leggermente (forse) alla fotografia digitale e' nel medio formato.Tipo di fotografia con macchine e lenti molto costose usate solo nel campo professionale e sono leggermente piu' quadrate e con pellicole molto grandi (per cui lenti molto grandi)
  • Anonimo scrive:
    Re: inversione evolutiva
    (troll) Vattene.

    comprendo che ognuno può dire la sua
    ed avere una sua opinine su tutto, ma tu
    amico mio hai bisogno di cure.... e
    presto...:
  • Anonimo scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    Secondo me ti fumi le canne o non te ne intendi affatto.Una 6MP, permette ingrandimenti (con le stesse prestazioni) di una 35mm.Il futuro è digitale, i catorci 35mm si stanno estinguendo e volete ancora pregiarle.La digitale a 6MP è migliore e migliorera' ancora.- Scritto da: Anonimo
    Io ho una sony, ottica Zeiss, ti assicuro
    che l'ottica è il problema minore,
    per la mia sony e per tutte le altre
    digitali che ho avuto modo di usare.
    Considera che anche 6MP sono una risoluzione
    inferiore alla pellicola tradizionale. A
    meno di lenti in plastica che non reggono il
    controluce o producono abberrazioni
    mostruose, tutto il resto va bene.
    Inoltre nell'articolo si parla di lenti
    minolta che non sono da buttare via.
    Ciao max@box.enel.it
  • Anonimo scrive:
    Re: quanto competenti?
    quello che hai detto è molto sensato, quindi fuori luogo qui. qui bisogna solo pensare a criticare tutto e tutti... le competenze sono un optional....
    • Anonimo scrive:
      Re: quanto competenti?
      Il visitatore medio qui è un ragazzino, cosa vuoi che sappiano di digitale, con i soldi di una fotocamera digitale si compra la pleistesciondue con il cip.- Scritto da: Anonimo
      quello che hai detto è molto sensato,
      quindi fuori luogo qui. qui bisogna solo
      pensare a criticare tutto e tutti... le
      competenze sono un optional....
  • Anonimo scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    - Scritto da: Anonimo
    Le lenti? A cosa diavolo vuoi che servino le
    lenti in tali dispositivi. Le lenti servono
    a fare fotografie. questi aggeggi servono a
    consumare mega di memoria, per consumare
    kilobyte di banda wireless ecc. ecc. Se vuoi
    fare delle foto, vai in tabaccheria compra
    una macchina usa e getta e le fai.Cioè le macchinette che vendono al tabaccaio sono migliori di una 6Mp? Credo tu abbia abusato con le canne quest'oggi ...
  • Anonimo scrive:
    quanto competenti?
    non capisco se e' gusto di polemica a tutti i costi o semplice incompetenza.:(e' vero che con 6megapx non siamo ancora al livello di definizione di una diapositiva.ma dire che la qualita' di una digitale da 6mpx e' pari a quella di una macchinetta usa e getta significa veramente parlare tanto per parlare.:@io con una macchina da 5mpx ci ho fatto le copertine di diversi cataloghi viaggi. vorrei sapere chi ha fatto lo stesso con la usa e getta!!!e comunque visto il trend fra 4/5 anni il digitale superera' la qualita' diapo.e sara' meglio per tutti. meno costi. piu' liberta' individuale. meno rullini. meno sviluppi chimici e quindi meno acidi.e' uno dei rari casi in cui non ci sono negativita', se non a inventarsele (o a lavorare in un negozio di ottica...):)
  • ldsandon scrive:
    Re: Digitali e 35mm adesso confrontabili
    Ce ne vogliono almeno il doppio...
    • Baruch scrive:
      Re: Digitali e 35mm adesso confrontabili
      Il dato che ho fornito segue dai calcoli fatti e si riferisce ad un uso normale della fotografia (ottiche "normali", e non DIA, guarda il link).Hai letto l'articolo?
      • ldsandon scrive:
        Re: Digitali e 35mm adesso confrontabili
        L'articolo per quanto interessante e ben scritto non è certo la "bibbia", e alcuni calcoli si basano su presupposti contestabili. Ad esempio il passaggio su carta - non è strettamente necessario - la risoluzione va calcolata sul film, non sulla stampa, che comunque dipende dalla qualità dell'ottica dell'ingranditore, dalle caratteristiche della carta e dalla cura del processo.Comunque solo foto amatoriali con ottiche e pellicole 35mm di fascia medio-bassa degradano sopra i 20x30. Tra l'altro la tecnologia chimica ha il vantaggio di non richiedere la "retinatura" del digitale, già visibile con un lentino a basso ingrandimento che dà un'aspetto più granuloso all'immagine.Quanto alla grana dei film le innovazioni nella disposizione dei cristalli - vedi T-Grain di Kodak - l'hanno notevolmente ridotta rispetto ai film di non tantissimi anni fa.Anche l'accenno all'uso dei CCD in astronomia è inutile, l'enorme vantaggio in questo campo è dato dall'efficienza di raccolta della luce, e dalla linearità di risposta, non dalla risoluzione. Anzi, per alcuni sensori è meglio una risoluzione più bassa ma maggiore sensibilità.Inoltre:1) In astronomia i sensori sono raffreddati per diminuire il rumore termico2) Si effettua il dark frame e il flat field prima di ogni sessione osservativa per correggere eventuali difetti di risposta dei pixel e sottrarre il contributo termico3) Le immagini a colori sono il risultato di più riprese con opportuni filtri, e l'elaborazione attenta e complessa.Ovviamente la ripresa di oggetti a bassissima luminosità è diversa dalla ripresa di oggetti molto più luminosi, ma al di là del sensore c'è poco in comune.
      • ldsandon scrive:
        Re: Digitali e 35mm adesso confrontabili
        L'articolo contiene un errore di base:1 linea/mm = 1 pixel. Questo assioma è sbagliato perché per distinguere due linee è necessario che queste siano visibili separatamente, quindi ci deve essere "qualcosa" in mezzo, "trasformando" in pixel significa che deve esserci almeno ad esempio un pixel bianco ogni due neri, perché se avessi due pixel neri adiacenti non riuscirei a vederli distinti.Quindi se riusciamo a vedere poniamo 75 linee per millimetro questo equivale a circa 150 pixel/mm circa (pixel bianchi e neri alternati).Ripetendo il calcolo proposto si arriva ai 20 megapixel che corrispondono alla "risoluzione" della pellicola.Va poi tenuto conto della differente disposizione spaziale degli elementi che compongono l'immagine.Che i produttori vogliano vendere macchine digitali ok, che sia il futuro ok, che stiano progredendo ok, ma non raccontiamo balle, per favore :)
  • Baruch scrive:
    Digitali e 35mm adesso confrontabili
    http://digilander.libero.it/xpan/tecnica/sk_16.htmMando agli aspiranti fotografi un articolo molto interessante (gli esperti lo sapranno gia'... ) Con i 6 megapixel e le ottiche attuali abbiamo praticamente raggiunto il livello delle reflex 35mm.
  • Anonimo scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    Io ho una sony, ottica Zeiss, ti assicuro che l'ottica è il problema minore, per la mia sony e per tutte le altre digitali che ho avuto modo di usare.Considera che anche 6MP sono una risoluzione inferiore alla pellicola tradizionale. A meno di lenti in plastica che non reggono il controluce o producono abberrazioni mostruose, tutto il resto va bene.Inoltre nell'articolo si parla di lenti minolta che non sono da buttare via.Ciao max@box.enel.it
  • Anonimo scrive:
    Re: E le lenti ??!?
    Le lenti? A cosa diavolo vuoi che servino le lenti in tali dispositivi. Le lenti servono a fare fotografie. questi aggeggi servono a consumare mega di memoria, per consumare kilobyte di banda wireless ecc. ecc. Se vuoi fare delle foto, vai in tabaccheria compra una macchina usa e getta e le fai.
  • Anonimo scrive:
    Re: inversione evolutiva
    - Scritto da: sh4d
    Io mi chiedo a cosa cazzo servirà
    più la valanga di chincaglieria
    elettronica ad alta capacità di
    archiviazione che propinano in commercio,
    sempre più evoluta, sempre più
    capiente.
    A che servirà tutta questa mondezza
    ultracostosa se si impedisce la libera
    circolazione dell'informazione?
    A cosa serve il progresso, con il concetto
    attuale di copyright?comprendo che ognuno può dire la sua ed avere una sua opinine su tutto, ma tu amico mio hai bisogno di cure.... e presto...:
  • Anonimo scrive:
    E le lenti ??!?
    A me invece dispiace che diminuisca la qualitá delle lenti e si badi solo ai pixel! Una 3MP va benissimo per un uso "casalingo" ma avere delle buone lenti fa la differenza!! :|
  • avvelenato scrive:
    Re: inversione evolutiva
    - Scritto da: sh4d
    Io mi chiedo a cosa cazzo servirà
    più la valanga di chincaglieria
    elettronica ad alta capacità di
    archiviazione che propinano in commercio,
    sempre più evoluta, sempre più
    capiente.
    A che servirà tutta questa mondezza
    ultracostosa se si impedisce la libera
    circolazione dell'informazione?
    A cosa serve il progresso, con il concetto
    attuale di copyright?appunto, dico che il (c) morirà, se non giuridicamente almeno de facto , con l'incedere del wireless ad alta banda.
    • Anonimo scrive:
      Re: inversione evolutiva
      A me invece dispiace che diminuisca la qualitá delle lenti e si badi solo ai pixel! Una 3MP va benissimo per un uso "casalingo" ma avere delle buone lenti fa la differenza!!
    • Anonimo scrive:
      wireless attenzione!

      appunto, dico che il (c) morirà, se
      non giuridicamente almeno de facto
      con l'incedere del wireless ad alta banda.attenzione, il wireless si intercetta che è un piacere, nn so se spostando la tecnologia sul wireless si sposterà più l'ago della bilancia vero le libertà digitali o verso la semplificazione dei controllianche se l'intercettazione non fosse legale infatti potrebbe essere usata in nero su larga scala per poi concentare le indagini su pochi scelti a caso o meno a caso sapendo cosa cercare e facilitando moltissimo il lavoro di trovare almeno un appiglio legale per procedere
  • sh4d scrive:
    inversione evolutiva
    Io mi chiedo a cosa cazzo servirà più la valanga di chincaglieria elettronica ad alta capacità di archiviazione che propinano in commercio, sempre più evoluta, sempre più capiente.A che servirà tutta questa mondezza ultracostosa se si impedisce la libera circolazione dell'informazione?A cosa serve il progresso, con il concetto attuale di copyright?
Chiudi i commenti