Superpippa: SKY già sapeva

Il canale satellitare censurato dall'Autorità TLC afferma che SKY avrebbe avuto soffiate sul provvedimento dell'Authority. Parte una nuova campagna di protesta
Il canale satellitare censurato dall'Autorità TLC afferma che SKY avrebbe avuto soffiate sul provvedimento dell'Authority. Parte una nuova campagna di protesta


Roma – Al grido di “L’inquisizione è tornata”, Superpippa Channel ha deciso di lanciare una nuova campagna contro la decisione dell’Autorità TLC (AGCOM) di chiudere il canale con una censura senza precedenti per la TV italiana.

In una nota diffusa ieri, Superpippa afferma che due giorni fa, il 7 luglio, “presso il Tribunale di Roma, nel corso di un procedimento cautelare con il quale veniva richiesta l’adozione di un provvedimento di urgenza nei confronti di SKY Italia, l’avvocato Emanuele Ferdinando (SKY Italia) dichiarava di essere venuto a conoscenza nel mese di maggio di un procedimento dell’Autorità per le TLC per il ritiro dell’autorizzazione a trasmettere del SuperPippa Channel che era stato a noi notificato l’8 Giugno. Lo stesso avvocato dichiarava inoltre di essere a conoscenza di un consiglio dell’Authority che si stava contemporaneamente tenendo a Napoli nella stessa mattinata e di essere comunque a conoscenza dell’esito del procedimento ovvero della revoca della licenza del Superpippa Channel”.

Nella nota si sottolinea che tutto questo è stato messo a verbale e che, subito dopo l’udienza, i manager dell’azienda che gestisce Superpippa hanno vanamente tentato di avere informazioni dalla stessa AGCOM . Nessuna ulteriore informazione sarebbe stata poi loro data una volta diffusa dalla stampa la notizia della censura.

“Restiamo per l’ennesima volta stupiti – scrivono quelli di Superpippa – nel conoscere provvedimenti dell’Authority a riguardo della nostra Società dalla stampa e non direttamente. Ci fa riflettere il fatto che SKY italia fosse a conoscenza di tutte queste notizie prima di noi. Ci fa riflettere il fatto che l’AGCOM abbia intrapreso un’azione del genere nei confronti del nostro canale proprio mentre stavamo per diventare concorrenti SKY”.

Superpippa ricorda anche come “da mesi abbiamo più volte chiesto l’utilizzo della piattaforma criptata” : come si ricorderà proprio il mancato utilizzo della cifratura, ossia la trasmissione in chiaro, ha indotto l’Autorità a censurare il canale.

“Commenteremo l’eventuale ritiro della licenza a tramettere del nostro canale – continua la nota diffusa dall’emittente – solo quando riceveremo la notizia ufficiale dall’AG.COM”.

Per il momento SKY Italia non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 07 2004
Link copiato negli appunti