Svezia, i pirati traslocano la Baia

Il Partito Pirata è stato costretto a bloccare i rifornimenti di connettività verso l'ex-tracker BitTorrent. Ci penseranno ora le divisioni del partito in Norvegia e Spagna

Roma – Come la leggendaria idra, i pirati della Baia perderanno una testa digitale per guadagnarne subito altre due. Minacciati dalla potente organizzazione anti-pirateria Rights Alliance , i vertici del Partito Pirata svedese hanno deciso di bloccare la fornitura di connettività all’ex-tracker BitTorrent The Pirate Bay .

Inizialmente disposta al cruento scontro legale, la compagine politica svedese ha dovuto arrendersi all’ ultimatum dell’industria dei contenuti audiovisivi, praticamente obbligata a smettere di fungere da hosting provider per la crew della Baia . L’organizzazione anti-pirateria aveva minacciato anche Serious Tubes, società che permette allo stesso Partito Pirata di elargire banda al dominio thepiratebay.se .

L’esclusione della Baia dai server pirata non sembra preoccupare più di tanto Anna Troberg, attualmente alla guida della versione originale del partito politico. Un rifornimento di banda sarà infatti assicurato dalle divisioni in Norvegia e Catalogna (Spagna) della compagine pirata , permettendo alla crew svedese di continuare con le sue attività di condivisione online. I responsabili di Rights Alliance sono comunque stati accusati di oltraggio ai principi di libertà di espressione e comunicazione. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mamma mia scrive:
    iDiozie...
    come da oggetto
  • anvediao scrive:
    massimi
    ROTFLAlla apple basta il codice IMEI per sapere dove sei... e il grande spione sarebbe google vero??
    • Anonimo scrive:
      Re: massimi
      La cosa importante è come si usano le informazioni...Ma io non compro mele in ogni caso...
      • anvediao scrive:
        Re: massimi
        Se alla Apple hanno tecniche di geolocalizzazione in base all'imei bisognerebbe anche chiedersi perchè le hanno implementate... non credo l'abbiano fatto in previsione di aiutare le forze dell'ordine...Rispondere a questa domanda sarebbe utile proprio perchè, come dici tu, l'importante è l'uso che si fa delle informazioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: massimi
          Sinceramente credo che lo possano fare tutti
          • embe scrive:
            Re: massimi
            - Scritto da: Anonimo
            Sinceramente credo che lo possano fare tuttiPuò essere.. per certo sappiamo che lo può fare la apple, infatti NYPD non ha fatto accordi "con tutti", ma solo con la apple. (nonostante siano americane anche microsoft e google)
Chiudi i commenti